Come cambia il Tempo libero. Lo sport

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Come cambia il Tempo libero. Lo sport 1950-1982"

Transcript

1 Come cambia il Tempo libero Lo sport

2 Il dopoguerra Se lo sport era stato strumentalizzato dal fascismo, con la fine della guerra esso non cessò di essere un efficace metodo di reperimento del consenso, capace di iniettare un rinnovato senso di fiducia ed ottimismo in un paese messo in ginocchio dalla guerra e sconfitto Ci troviamo di fronte alla tradizionale duplicità del rapporto degli italiani e delle istituzioni con lo sport e le attività sportive. Da una parte il suo fine strumentale e funzionale per il paese (da cui deriva la mitizzazione del campione e l entusiasmo popolare), dall altra la difficile, diseguale diffusione della pratica sportiva e di una sua cultura Differenze di genere, differenze di classi ripropongono per lunghi anni l atteggiamento e la sostanza del tradizionalismo italiano.

3 Il dopoguerra L associazionismo riprende vigore e si allarga decisamente anche verso le attività sportive Le istituzioni e il governo intuiscono l importanza dello sport e delle attività dilettantistiche Si assiste ad un rinnovato e più deciso interesse delle forze partitiche verso il movimento sportivo dilettantistico. Il CONI venne trasferito alle dirette dipendenze della Presidenza del Consiglio ed entrò nella gestione politica della maggioranza di governo. Le organizzazioni dopolavoristiche e giovanili nate sotto il fascismo vennero riorganizzate in senso democratico, così come le singole Federazioni che vennero mantenute all interno della preesistente struttura organizzativa, facente capo al CONI

4 L associazionismo Il 5 gennaio 1944 nasce, su iniziativa dell Azione Cattolica, il Centro Sportivo Italiano (CSI) che idealmente si raccorda con la FASCI disciolta dal fascismo nel Il mondo ecclesiastico muta approccio e si distacca, con l impostazione di Pio XII che seppe cogliere l aspetto divulgativo e la portata organizzativa ed aggregante dello sport, dalla posizione di chiusura prebellica. Lo sport in questa prospettiva preserva dall adesione alle teorie materialiste, esalta il valore etico, di disciplina e educativo, limitando all indispensabile la componente di agonismo individuale del praticante La valenza dello sport è confermata dalla nascita di società sportive cattoliche attorno ed in contatto con gli uffici sportivi diocesani, rappresentando l espressione delle attività parrocchiali e sommandosi alla tradizione dell oratorio.

5 I partiti, lo sport e il consenso Similmente i partiti si dotarono di proprie strutture associative sportive come fattore aggregante, in grado di consolidare il consenso dei giovani attorno alle organizzazioni politiche La DC creò la Libertas (1945) con l obbiettivo di contribuire alla ricostruzione materiale e morale del paese. Libertas, oltre all attività di diffusione sportiva, svolse attività di tipo sociale, attività di formazione professionale, nella protezione civile, nel solidarismo Il PSI e il PCI (uniti nella politica del Fronte Popolare ) si dotarono di una simile struttura nel 1948, l UISP (Unione Italiana Sport per Tutti)

6 I partiti, lo sport e il consenso L impostazione dell UISP si differenzia da quello del CSI perché esplicitamente rivolto alla promozione del diritto alla pratica sportiva per tutti, prediligendo (all inizio) gli sport popolari ed economici e quelle attività ludico/sportive tradizionali (il gioco delle bocce). L UISP creò, inoltre, un circuito agonistico autonomo, alternativo al CONI, con competizioni locali e nazionali. Nel 1948 anche l MSI fondò i gruppi sportivi Fiamma che proponevano agganciandosi alla tradizione ed all immagine dello sport durante il fascismo un modello fortemente agonistico

7 I miti degli anni 40 e 50: "...gli è tutto sbagliato, tutto da rifare" Coppi parte al Falzarego e allunga sul Pordoi, mentre Bartali buca e arranca, mai domo, alle sue spalle. Quanti Giri d'italia si sono decisi con colpi di scena come questo, nell'infinita battaglia tra i due campionissimi? Le Dolomiti hanno deciso, recita lo speaker, mentre le tappe successive ci portano senza altri sussulti verso il gran finale di Milano. Era un Giro degli anni Cinquanta... Coppi e Bartali

8 I miti degli anni 40 e 50: Coppi e Bartali Gino Bartali è nato in provincia di Firenze nel La sua carriera professionistica durò vent'anni: dal 1935, quando si laureò campione d'italia, al Con Fausto Coppi, suo eterno rivale, ha segnato una stagione mitica del ciclismo. Tra il 1931 e il 1954 corse 988 gare vincendone 184. E' morto nel Fausto Coppi è nato in provincia di Alessandria nel Nel 1937 disputa la sua prima corsa. Mentre lui pensa al ciclismo, sopra la sua testa scoppia la seconda guerra mondiale. Uscito incolume da questa esperienza nel 1945 riprende gli allenamenti. Il "campionissimo" vinse 110 corse tra cui due Tour de France e cinque Giri d'italia. Morì nel 1960

9 I miti degli anni 40 e 50: Alberto Ascari e Ribot Alberto Ascari Alberto Ascari, nato a Milano nel 1918, fu il più grande pilota italiano dopo Tazio Nuvolari. Conquistò due titoli mondiali di Formula Uno disputando 32 Gran Premi e vincendone 13. Fu l'unico pilota al mondo in grado di rivaleggiare seriamente con Manuel Fangio Corse con macchine Alfa, Ferrari, Lancia e Maserati. La sua morte, nel 1955, venne accolta come una perdita per l'intera nazione Ribot Nel 1952 nasceva Ribot, il più grande purosangue della storia dell'ippica. La carriera agonistica di Ribot termina con il tanto atteso e forse temuto sedicesimo trionfo: il terzo in terra straniera, il secondo a Parigi. Davanti a spettatori in delirio vola e lascia gli avversari a 6 lunghezze di distacco

10 Il Calcio Campionato serie C girone A 1962/63-12/01/63 - XVII giornata d'andata. Gigi Riva L Atalanta calcio,

11 I miti del calcio

12 La speranza e la domenica: la Sisal/Totocalcio L'istituzione del concorso pronostici sui risultati delle partite di calcio è stato lo strumento concreto della ripresa dell'attività sportiva in Italia dopo il Il CONI fece suo ed appoggiò il progetto del giornalista Massimo Della Pergola che aveva costituito appositamente la SISAL ed il 5 maggio 1946, con un costo della giocata di 30 lire, uscì la prima schedina che fece registrare un montepremi di lire. Nel biennio la stessa SISAL gestì il concorso per conto del CONI. Dalla stagione seguente il CONI assume direttamente la gestione del concorso attraverso il proprio Servizio Totocalcio. La prima schedina del Totocalcio è del 19 settembre Dalla stagione venne introdotta la doppia colonna che portò la giocata minima a 100 lire. Due provvedimenti legislativi in quegli anni contribuirono alla maggiore diffusione del gioco. La legge sull'imposta Unica (22 dicembre 1951, n.1379) stabilì che i premi vinti fossero al netto delle ritenute e la legge "fifty-fifty" (23 settembre 1965, n. 1117) sancì un più equilibrato criterio nella ripartizione delle entrate tra CONI ed Erario. Con la legge finanziaria del 1991 il costo della colonna aumentò. Il 24 novembre 1991, nel concorso n. 14, venne superato il muro dei 34 miliardi di montepremi e nel concorso n.17 del 5 dicembre 1993, con di lire, fu stabilito il record assoluto. La vincita più alta in assoluto al Totocalcio venne registrata il 7 novembre 1993, concorso n. 13, quando una schedina con un 13 e cinque 12 regalò al suo possessore lire. Dal campionato il regolamento è stato significativamente modificato.

13 1956: le Olimpiadi invernali di Cortina d Ampezzo Nel 1956 (anno determinante nella storia contemporanea) l Italia è sede dei giochi olimpici invernali, i primi teletrasmessi. La sede di rinomate e antiche tradizioni turistiche aristocratiche è la prima vera occasione di presentare come sede di eventi sportivi internazionali Non và un molto bene ma il risultato, abbinato al fresco annuncio dell assegnazione dei giochi estivi a Roma, ha una portata ed un senso storico di assoluto rilievo

14

15 1960: le Olimpiadi di Roma La candidatura di Roma e dell Italia come sede dei giochi olimpici estivi non era una novità, già il fascismo aveva provato ad ottenere l organizzazione del 1940 poi franata nella guerra e ancor prima un timido tentativo era stato compiuto ai tempi dell Italia liberale (1905) Nel 1955 l approvazione della candidatura da parte del CIO assume una valenza plurima perché riassume elementi di natura sportiva, ma soprattutto politica e di relazioni internazionali, giungendo dopo un quindicennio dalla fine del conflitto e per l Italia al vertice del boom economico. Su questi due aspetti si possono sviluppare molte osservazioni e tracciare un bilancio sia del significato della XVII Olimpiade, sia il suo effetto in termini sociali, sia in termini turistici. L indiscusso valore simbolico della città, le garanzie di ritorno alla democrazia, il periodo di forte crescita economica, l efficienza ed i risultati organizzativi dell edizione invernale di Cortina furono i punti di forza, non altrettanto la situazione politica interna che vide nel luglio del 1960 uno dei momenti di maggiore tensione.

16 1960: le Olimpiadi di Roma Dopo due falliti esperimenti di governi DC, il 25 marzo 1960 si era insediato un governo di transizione, con alla presidenza del consiglio il democristiano Fernando Tambroni; si trattava di un governo monocolore democristiano, appoggiato dall esterno dal Movimento Sociale Italiano, che immediatamente tradì alcune aspirazioni autoritarie. La situazione interna raggiunse un elevato grado di tensione nella primavera del 1960, quando si assisté a numerose manifestazioni di protesta contro il governo ad opera delle sinistre, le quali culminarono in scontri di piazza tra i manifestanti e le forze di polizia a Genova, a Reggio Emilia e in Sicilia. Il bilancio fu pesante, poiché dagli scontri risultarono dieci vittime, che ebbero l effetto di inasprire il dissenso e di indurre la stessa DC a sconfessare Tambroni, che si dovette dimettere per cedere il posto ad un nuovo governo DC, presieduto da Amintore Fanfani, insediatosi grazie all astensione dei socialisti in parlamento. La tensione toccata e l aspro dibattito politico che ne seguì fecero inevitabilmente passare in secondo piano, nell immaginario di molti, la celebrazione dei Giochi Olimpici che vennero inaugurati il 25 agosto 1960, a circa un mese dalla nomina del nuovo governo.

17 1960: le Olimpiadi di Roma Lasciandosi alle spalle la burrascosa vicenda politica, l inaugurazione fu grandiosa e la capillare diretta televisiva, novità assoluta nella storia dei giochi estivi, riuscì ad accattivarsi il pubblico, facendo penetrare l evento nelle case della gente. Si crearono dei veri e propri miti intorno ad alcuni atleti, quali il podista Livio Berruti che conquistò la medaglia d oro nei duecento metri, e intorno ai successi riscossi nella scherma e nel ciclismo. Grandi gli effetti di natura economica sia in termini di investimenti nella città (oltre gli impianti, vennero costruiti l aeroporto di Fiumicino ed altre infrastrutture), sia in termini di presenze turistiche, sia in termini di presentazione dell Italia e della sua capitale.

18

19

20 Lo sport dilettantistico L Italia del dopoguerra è un paese sconfitto e povero. Lo sport e le attività sportive amatoriali sono relegate ad un ruolo secondario. Nel dopoguerra italiano, infatti, nonostante le tante dichiarazioni ufficiali, non si scorge un intervento organico almeno fino alla fine degli anni settanta. Al di là della nascita del Ministero del turismo, dello sport e dello spettacolo e al di là della citata querelle sulla ripartizione dei proventi del totocalcio che alimenta la macchina sportiva nazionale (CONI) che trova soluzione nel 1965, sembra essere assente una vera politica di sviluppo delle attività e degli impianti sportivi e per il tempo libero

21 Lo sport dilettantistico I mutamenti che intervennero in quella che stava per diventare una delle facce del tempo libero e in una scelta di un passatempo sportivo di un certo impegno (sci, tennis, nuoto), quindi, derivano principalmente dalla crescita del benessere, dall attivismo associativo, piuttosto che da un piano di diffusione e di offerta popolare che doveva essere definito e garantito dalle istituzioni e dagli enti locali Per larga parte della popolazione, l attività sportiva rimaneva quella povera dei calci al pallone in strada o in qualche campetto, oppure della bicicletta, mantenendo ancora a lungo una stabilità sociale nella possibilità di accedere a determinati tipi di sport.

22 Lo sport dilettantistico Montecatini Piano d Orta (CH) e Tra stabilimenti industriali e tempo libero per lo sport

23 Gli italiani, lo sport e la politica Nei decenni si assiste ad una lunga definizione dello spazio che gli italiani dedicano allo sport ed all attività sportiva recuperando in buona parte la tradizione e la cultura che avevano conosciuto nell Italia liberale ed in quella fascista E una sorta di spazio collettivo che si compone di molti elementi esterni alla pratica reale, allacciandosi e fondendosi con comportamenti individuali e collettivi, sui quali influiscono molti fattori della società (ad esempio la tradizione, ovvero la possibilità di svolgere un attività, il contesto nel quale si vive, il livello economico). Dividersi pro o contro, partecipare alle sconfitte come giudici implacabili, esaltare le vittorie in forma collettiva, suddividere i campioni e le squadre secondo un criterio di appartenenza politica, sono stati e sono comportamenti noti, sui quali riflettere per la definizione del tempo libero dedicato all interesse per lo sport piuttosto che ad una effettiva pratica sportiva. In questo senso non si può non affermare come l assistere ad un evento sportivo, significava (e sotto molti punti di vista è ancora così) partecipare direttamente, ricreando le divisioni e le appartenenze della vita quotidiana

24 Gli italiani, lo sport e la politica Il problema se, al fianco di un interesse e una partecipazione crescente, la mancanza di una politica culturale ed infrastrutturale per lo sport conseguente alla scarsa attenzione riservata alla parte dilettantistica ed amatoriale nella prima parte della repubblica (sia da parte delle istituzioni centrali sia da parte soprattutto degli enti locali), abbia negativamente influito sul rapporto degli italiani con lo sport e con la pratica sportiva rimane un problema aperto specie per il ruolo svolto dal CONI che si trovò a dover essere il traino del destino (nel senso più ampio del termine) dello sport italiano sia in senso organizzativo, sia in senso culturale, sia in senso politico(posizione che si modifica solo alla fine degli anni 80 in un clima e in un contesto completamente diverso) La complessità e le tante implicazioni di tipo localistico, nazionali e di programmazione abbinata alle indubbie difficoltà collegate alla ricostruzione materiale, economica e sociale del paese rendono questa azione praticamente impossibile, spingendo il CONI su posizioni istituzionali formalizzate in aggiunta nel libro verde dello sport del 1971 (curato dallo stesso CONI) al cui interno si legge: Coni, Federazioni e società costituiscono la struttura dello sport agonistico. Altri organismi debbono amministrare lo sport inteso come educazione, formazione, divertimento, tempo libero

25 Gli italiani, lo sport e la politica Se questa situazione di delega ad altri delle funzioni formative e educative di una cultura dell attività sportiva rappresenta l approccio a questo problema che si può registrare nell Italia dalla ricostruzione agli anni Settanta, dal punto di vista istituzionale, possiamo tuttavia individuare un passaggio/cesura importante. Dagli anni settanta e ancor più dal decennio successivo gli italiani sull onda di un mutamento culturale legato all ambiente ed ai benefici collegati ad una forma di attività sportiva mutano atteggiamento, affacciandosi e rendendo popolari sport sempre più collegati alla vacanza, al tempo libero, al weekend. Lo sci, il nuoto, giochi di squadra non di tipo calcistico, il tennis, le palestre e la ginnastica complice la ripresa economica ma anche una maggiore disponibilità di tempo e di risorse finanziarie per le famiglie e per le imprese crescono nell interesse individuale e collettivo. Ancora si ripete un meccanismo supplente che altre volte ha accompagnato le vicende della società italiana: l associazionismo, l impresa individuale tendono ad occupare lo spazio di una programmazione scolastica, infrastrutturale e culturale assente o gravemente deficitaria, tutta rivolta al professionismo come esclusivo motore della trasformazione della base delle attività sportive

26 Gli italiani, lo sport e la politica Nelle contraddizioni di cui è ricchissima la storia italiana, assistiamo così ad una supplenza duplice: Da una parte le strutture altre continuano a svolgere il lavoro di base, mentre le istituzioni deputate si interessano solo dell agonismo Dall altra la politica interviene nello sport (in particolare nel calcio) rendendolo funzionale o strumentale all immagine nazionale ovvero all impresa.

27 Gli italiani, lo sport e la politica Quattro sono i momenti e gli aspetti che occorre sottolineare rispetto alle evoluzioni dagli anni 80 in avanti: la vittoria ai mondiali di calcio del 1982; l ingresso nella scena sportiva di Silvio Berlusconi (1986); il linguaggio sportivo che entra nella dimensione politica (parallelamente all interesse diretto e a una diversa gestione del sistema sport (e del sistema calcio in particolare) La trasformazione istituzionale con la cosiddetta privatizzazione del CONI e con l unificazione presso i monopoli di stato dell organizzazione e gestione delle scommesse. Un passaggio molto importante perché trasla il ruolo chiave presso il Ministero dell Economia e delle Finanze in quanto azionista del CONI servizi e titolare dell amministrazione autonoma dei Monopoli

28 I luoghi, i mezzi e gli strumenti dello sport vissuto in modo collettivo Lo stadio: il luogo collettivo delle emozioni Il bar, il totocalcio, la piazza, le discussioni La strada, il campetto, l oratorio La radio: Tutto il calcio minuto per minuto (muta in parte con le radio libere) La televisione: La domenica sportiva (muta in parte con le televisioni libere e le altre forme della tecnologia televisiva), la partita trasmessa solo in parte la domenica alle (poi modificata con le dirette degli eventi) I quotidiani sportivi nazionali: Corriere dello Sport, Tuttosport, La Gazzetta dello sport (fino agli anni settanta esisteva Stadio oltre 28 periodici sportivi) che in uno dei paesi a più basso indice di lettura dei quotidiani dice molto sul comportamento collettivo rispetto allo sport Le figurine Panini

La scherma del futuro. Primo documento di sintesi del gruppo di lavoro promosso dal Club Scherma Roma

La scherma del futuro. Primo documento di sintesi del gruppo di lavoro promosso dal Club Scherma Roma La scherma del futuro Primo documento di sintesi del gruppo di lavoro promosso dal Club Scherma Roma 1 La scherma del futuro Premesse di carattere generale 1. Obiettivo: costruire una scherma nuova, seguita

Dettagli

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE Il volume, edito dalla FIGC con la collaborazione di AREL e PwC, rappresenta la fotografia più aggiornata sullo stato del

Dettagli

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà Progetto/azione Il tifoso protagonista della sicurezza Responsabilità Gabinetto del Sindaco Politiche per la Sicurezza Urbana Soggetti coinvolti Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società

Dettagli

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE CAPITOLO V LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE PREMESSA Questo capitolo affronta l analisi dello sport come diritto di cittadinanza non solo metaforico, emotivo, ma anche commerciale ed identitario.

Dettagli

Emozione Bici Il nuovo circuito di Granfondo Ciclismo Stagione 2015

Emozione Bici Il nuovo circuito di Granfondo Ciclismo Stagione 2015 Emozione Bici Il nuovo circuito di Granfondo Ciclismo Stagione 2015 Lascia crescere la Passione! Il Ciclismo in Italia. Agonismo, Sport, Turismo Il ciclismo, in Italia come in Europa, continua ad essere

Dettagli

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02 dal 1976 CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. Situato a due passi dal mare, tra la vegetazione tipica dell isola e gli

Dettagli

2. Nelle Olimpiadi dell antichità potevano gareggiare: A gli uomini greci e stranieri C gli uomini e le donne della Grecia

2. Nelle Olimpiadi dell antichità potevano gareggiare: A gli uomini greci e stranieri C gli uomini e le donne della Grecia 1 ognome... Nome... lasse... ata... LE OLIMPII OLIMPII NTIHE 1. Le Olimpiadi dell antichità si disputarono per: circa 100 anni circa 1000 anni circa 500 anni circa 10 000 anni 2. Nelle Olimpiadi dell antichità

Dettagli

Federazione Italiana Rugby

Federazione Italiana Rugby 1 Federazione Italiana Rugby Norme che disciplinano l attività di Coppa Italia a 7 Femminile per la stagione sportiva 2014/2015. Coppa Italia a 7 Femminile 2014/2015. La Coppa Italia è considerata una

Dettagli

PROGETTO NON UNO DI MENO

PROGETTO NON UNO DI MENO Provincia di Milano Assessorato all Istruzione Centro COME Cooperativa Farsi Prossimo PROGETTO NON UNO DI MENO Laboratori ELLEDUE Materiali didattici prodotti nel corso della sperimentazione 2007/2008

Dettagli

Un po di storia. Stagione 2006/07 Nuoto Club Monza Pag. 2

Un po di storia. Stagione 2006/07 Nuoto Club Monza Pag. 2 Un po di storia L'idea e il coraggio di portare la pallanuoto a Monza nascono alla fine degli anni '80 da un gruppo di amici della sezione brianzola della Società Nazionale Salvamento. Dal 1998, dopo tanto

Dettagli

Panini: in edicola l'album "Calciatori 2014-2015". Novità: le figurine delle maglie, il calciomercato, l'italia che verrà e

Panini: in edicola l'album Calciatori 2014-2015. Novità: le figurine delle maglie, il calciomercato, l'italia che verrà e Panini: in edicola l'album "Calciatori 2014-2015". Novità: le figurine delle maglie, il calciomercato, l'italia che verrà ed il Quiz del tifoso di Alessandro Ferro - 08, gen, 2015 http://www.siciliajournal.it/panini-in-edicola-lalbum-calciatori-2014-2015-novita-le-figurine-delle-maglieil-calciomercato-litalia-che-verra-ed-il-quiz-del-tifoso/

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007

NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007 NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007 E..STATE A CANTALUPA - Bilancio favorevole per la «Tre Denti Bike» del 15 Luglio - Ferragosto cantalupese - 2 Settembre: «Di nuovo in volo per la vita»:festa del Freidour,

Dettagli

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2015-2016 1 INTRODUZIONE Il Rugby è uno sport di emozioni, di cooperazione, di contatto ed è convinzione della Federazione Italiana Rugby che ciò lo renda

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

Circuito regionale Aquagol 2014

Circuito regionale Aquagol 2014 Federazione Italiana Nuoto EDIZIONE 2014 SETTORE PROPAGANDA nati 2003-2004-2005 e seguenti (m/f) Circuito regionale Aquagol 2014 Definizione di categoria: il Circuito Aquagol viene svolto dal all interno

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA 1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA PROGETTO GIOCO SPORT FINALITA Il Progetto Gioco-Sport intende rendere evidente e far comprendere il valore altamente educativo delle attività sportive, individuali e collettive

Dettagli

La società negli anni del boom: il cinema

La società negli anni del boom: il cinema La società negli anni del boom: il cinema A seguito d'un decennio caratterizzato dal successo d'una cinematografia d'origine popolare, comunemente definita del "Neorealismo rosa" (con i tre filoni portanti:

Dettagli

LO SPORT: UN PONTE PER LA PALESTINA

LO SPORT: UN PONTE PER LA PALESTINA LO SPORT: UN PONTE PER LA PALESTINA 30 Agosto 15 Settembre 2015 Sassari accoglie per il secondo anno consecutivo una delegazione di atleti palestinesi per uno stage di atletica leggera, nell'ambito del

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 1 - Iscrizione. REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 Il gioco si svolge interamente sul sito www.fantacalcioparolise.com Il quota d iscrizione a Fantacalcio Parolise per l anno 2014/2015 è di 40,00euro (quaranta/00),

Dettagli

"Il Ciclismo tra percezione e comunicazione"

Il Ciclismo tra percezione e comunicazione "Il Ciclismo tra percezione e comunicazione" Ricerca realizzata dall Università Link Campus University in collaborazione con: Federazione Ciclistica Italiana, Lega del Ciclismo Professionistico e Rcs La

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

del mercato sportivo In crescita costante, anche in tempi di crisi, la voglia di sport e fitness fa muovere i turisti in tutto il mondo

del mercato sportivo In crescita costante, anche in tempi di crisi, la voglia di sport e fitness fa muovere i turisti in tutto il mondo Il Boom del mercato sportivo In crescita costante, anche in tempi di crisi, la voglia di sport e fitness fa muovere i turisti in tutto il mondo Barbara Ainis Il mercato è ancora pigro, ma i turisti non

Dettagli

PER I CORSO DI FORMAZIONEOPERATORE PARALIMPICO TERNI 18 FEBBRAIO 11 MARZO 2014 ATTIVITA SPORTIVA PRATICATA DALLE PERSONE CON DISABILITA

PER I CORSO DI FORMAZIONEOPERATORE PARALIMPICO TERNI 18 FEBBRAIO 11 MARZO 2014 ATTIVITA SPORTIVA PRATICATA DALLE PERSONE CON DISABILITA PER I CORSO DI FORMAZIONEOPERATORE PARALIMPICO TERNI 18 FEBBRAIO 11 MARZO 2014 ATTIVITA SPORTIVA PRATICATA DALLE PERSONE CON DISABILITA LO SPORT RIVESTE UNA PARTICOLARE IMPORTANZA NEL PROCESSO EVOLUTIVO

Dettagli

Prua su Rio 2016 la nostra sfida. Vittorio Bissaro - Silvia Sicouri

Prua su Rio 2016 la nostra sfida. Vittorio Bissaro - Silvia Sicouri Prua su Rio 2016 la nostra sfida Vittorio Bissaro - Silvia Sicouri Silvia e Vittorio sono velisti giovani e con molte vittorie alle spalle. Un equipaggio affiatato e determinato che ha lanciato una sfida:

Dettagli

JUNIOR TIM CUP 2013. Art 8 - Giustizia sportiva La Giustizia sportiva sarà amministrata dagli Organi giudicanti CSI.

JUNIOR TIM CUP 2013. Art 8 - Giustizia sportiva La Giustizia sportiva sarà amministrata dagli Organi giudicanti CSI. JUNIOR TIM CUP 2013 IL CALCIO NEGLI ORATORI REGOLAMENTO Premessa: Il Regolamento è applicato integralmente nella fase Nazionale di JUNIOR TIM CUP 2013. Per la fase territoriale, organizzata dal CSI Milano,

Dettagli

A.S. ACQUACHIARA Sabato, 21 febbraio 2015

A.S. ACQUACHIARA Sabato, 21 febbraio 2015 Sabato, 21 febbraio 2015 Sabato, 21 febbraio 2015 21/02/2015 La Gazzetta dello Sport PALLANUOTO 1 21/02/2015 TuttoSport Pagina 22 Brescia, c' è Posillipo in affanno Recco, la Lazio non fa paura 2 21/02/2015

Dettagli

PROGETTO DI SVILUPPO DEL CALCIO FEMMINILE

PROGETTO DI SVILUPPO DEL CALCIO FEMMINILE PROGETTO DI SVILUPPO DEL CALCIO FEMMINILE I campioni non si fanno nelle palestre. I campioni si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno. All rights reserved CALCIO FEMMINILE

Dettagli

Ouverture de Sport Management & Global Markets

Ouverture de Sport Management & Global Markets Ouverture de Sport Management & Global Markets Silvio M. Brondoni, Sergio Cherubini 1. Overture Lo sport ha sempre ricoperto un ruolo di sviluppo dei Paesi, tendendo sistematicamente a ridurre le differenze

Dettagli

I VOLONTARI SONO IL DELLE ORGANIZZAZIONI SPORTIVE Corso per Dirigenti Calvisano ( BS ) 1 marzo 2014

I VOLONTARI SONO IL DELLE ORGANIZZAZIONI SPORTIVE Corso per Dirigenti Calvisano ( BS ) 1 marzo 2014 Corso per Dirigenti Calvisano ( BS ) 1 marzo 2014 LA GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI VOLONTARI L importanza critica del fattore umano Le persone trasformano le risorse nei servizi Nell erogazione di servizi

Dettagli

1 di 8 28/08/2012 8.07

1 di 8 28/08/2012 8.07 1 di 8 28/08/2012 8.07 cerca nel sito... - cerca per Comune - Cerca con Google Sei il visitatore n 76.730.317 Il primo giornale online della provincia di Lecco redazione@merateonline.it per la tua pubblicità

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione In epoca moderna la scelta dello spazio teatrale si è indirizzata verso la definizione e la creazione di edifici particolari, che

Dettagli

1 Campionato Lega A HAPPINESS

1 Campionato Lega A HAPPINESS 1 Campionato Lega A HAPPINESS 2012-2013 Regolamento Il Centro sportivo HAPPINESS organizza una manifestazione a carattere amatoriale che si svolgerà a Nardò ( Le) in Via Penta 1 Campionato Lega A Calcio

Dettagli

I tesserati Under 10 possono partecipare al solo Campionato del proprio settore di età.

I tesserati Under 10 possono partecipare al solo Campionato del proprio settore di età. NUOVA EDIZIONE REGOLAMENTO CAMPIONATI A SQUADRE (RCS) Applicazione nuove norme da gennaio 2014 (in corsivo modifiche ed integrazioni rif. Atti Ufficiali FIT circolari n. 8/9/10 agosto/settembre/ ottobre

Dettagli

CAMPIONATO DI CALCIO A 7 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16

CAMPIONATO DI CALCIO A 7 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16 NUOVO CAMPO IN ERBA SINTETICA CON TRIBUNA E PANCHINE COPERTE MISURE DI GIOCO 40X60 MT (6 MT Più LUNGO E 4 MT Più LARGO DEL PRECEDENTE) 4 DISTINTE

Dettagli

MISSIONE: Un mondo senza povertà e ingiustizia sociale in cui le persone possano esercitare i propri diritti

MISSIONE: Un mondo senza povertà e ingiustizia sociale in cui le persone possano esercitare i propri diritti MISSIONE: Un mondo senza povertà e ingiustizia sociale in cui le persone possano esercitare i propri diritti LA NOSTRA MISSIONE NEL SUD DEL MONDO: Lottare e lavorare a fianco delle comunità più povere

Dettagli

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis - Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis Il Tennis e la preparazione mentale Progetto per la Stagione sportiva 2011/2012 Agosto 2011 Project Leader: Chiara Valdata Obiettivi del Progetto: Il progetto

Dettagli

TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016

TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016 Numero squadre partecipanti : 80 TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016 IL NUOVO TORNEO PREVEDERA VARIE SFIDE E COMPETIZIONI TRA I CONCORRENTI : Ci saranno infatti : CAMPIONATI : quattro campionati da 20 squadre

Dettagli

CAVALLO DI BASTONI FERRARA

CAVALLO DI BASTONI FERRARA CUS FERRARA RUGBY OLD CAVALLO DI BASTONI FERRARA 2 TORNEO RUGBY OLD MEMORIAL ISIDORO QUAGLIO 1 GIUGNO 2014 FERRARA IMPIANTI CUS FERRARA RUGBY VIA GRAMICIA, 41 FERRARA Ritrovo ore 12 Calcio d inizio ore

Dettagli

Codice di Comportamento 2015

Codice di Comportamento 2015 Codice di Comportamento 2015 Raccolta di modi di agire ai quali tendere, frutto di una ricerca e del confronto con altre società sportive, non solo nel settore pallavolo. Polisportiva D. Borgo Virgilio

Dettagli

Ouverture de Sport Management e mercati globali

Ouverture de Sport Management e mercati globali Ouverture de Sport Management e mercati globali Silvio M. Brondoni *, Sergio Cherubini ** Abstract Lo sport ha sempre ricoperto un ruolo di sviluppo dei Paesi, tendendo sistematicamente a ridurre le differenze

Dettagli

CONTENUTI DELL'ATTIVITA' DI FORMAZIONE E DELLE COMPETIZIONI 6-8 ANNI

CONTENUTI DELL'ATTIVITA' DI FORMAZIONE E DELLE COMPETIZIONI 6-8 ANNI CONTENUTI DELL'ATTIVITA' DI FORMAZIONE E DELLE COMPETIZIONI 6-8 ANNI Esercizi formativi con carattere di gioco (correre, saltare, superare ostacoli, arrampicarsi, nuotare, ecc.) Giochi collettivi ( staffette

Dettagli

Fantacalcio Stigranca 2009/10

Fantacalcio Stigranca 2009/10 Fantacalcio Stigranca 2009/10 Art. 1 : Sito internet: WWW.STIGRANCA.TK Il sito è stato creato dall'organizzazione al fine di ottenere la massima trasparenza e tenere aggiornati i partecipanti. Su questo

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Handball Disciplina Olimpica EDIZIONE 2013/2014

Federazione Italiana Giuoco Handball Disciplina Olimpica EDIZIONE 2013/2014 Federazione Italiana Giuoco Handball Disciplina Olimpica PROGETTO PER LA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO EDIZIONE 2013/2014 PREMESSE La Federazione Italiana Giuoco Handball continua a rivolgere

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 171/A Il Consiglio Federale - Nella riunione del 30 aprile 2013; - ravvisata la necessità

Dettagli

REPORT CALCIO 2015 COVERCIANO 18 MAGGIO 2015

REPORT CALCIO 2015 COVERCIANO 18 MAGGIO 2015 REPORT CALCIO 2015 COVERCIANO 18 MAGGIO 2015 RASSEGNA STAMPA WEB p. 2 La Repubblica.it p. 3 L Adige.it p. 4 Il Giornale di Sicilia.it p. 4 La Stampa.it p. 5 La Sicilia.it p. 6 La Gazzetta del Sud online

Dettagli

MEMORIAL Sergio Abbati

MEMORIAL Sergio Abbati 2011 MEMORIAL Sergio Abbati REGOLAMENTO: Art. 1) Ogni società potrà tesserare un massimo di 16 giocatori. Il tesseramento si chiuderà Giovedì 3 Giugno 2011. Dopo tale data non potranno essere tesserati

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE -SERIE A- La Federazione Italiana Biliardo Sportivo, Sezione Stecca, organizza il 8 Campionato Italiano a squadre Serie A che si svolgerà sui biliardi internazionali con biglie da 63.2. 1)Tutte le società

Dettagli

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA 6 CAMPIONATO PROVINCIALE 6 COPPA UISPFC di CALCIO a 11 Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI Norme di Partecipazione e Deroghe al Regolamento Nazionale di Calcio a 11 Stagione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GHIZZONI, CAROCCI, COCCIA, COSCIA, MALPEZZI, MANZI, PES, ROCCHI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GHIZZONI, CAROCCI, COCCIA, COSCIA, MALPEZZI, MANZI, PES, ROCCHI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 576 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GHIZZONI, CAROCCI, COCCIA, COSCIA, MALPEZZI, MANZI, PES, ROCCHI Istituzione dell Unione nazionale

Dettagli

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA Non possiamo parlare di un unica metodologia per allenare la pallavolo, in quanto essa cambia in rapporto al livello di gioco: non può essere la

Dettagli

CASE HISTORY ed.2014 GIRO D ITALIA DI HANDBIKE

CASE HISTORY ed.2014 GIRO D ITALIA DI HANDBIKE CASE HISTORY ed.2014 GIRO D ITALIA DI HANDBIKE www.girohandbike.it flickr PREMESSA Il Comitato Organizzatore del Giro d Italia di HandBike è un Associazione Sportiva Dilettantistica non a fini di lucro

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA 1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA Il Regolamento Ufficiale ha validità effettiva per 1 anno e dovrà essere firmato da tutte le squadre prima dell'inizio di ogni campionato. Se per qualsiasi motivo in questo

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA REGOLAMENTO TECNICO ATTIVITA PROPAGANDA PALLANUOTO

STAGIONE SPORTIVA REGOLAMENTO TECNICO ATTIVITA PROPAGANDA PALLANUOTO STAGIONE SPORTIVA 2013-2013 REGOLAMENTO TECNICO ATTIVITA PROPAGANDA PALLANUOTO Premessa Tutte la iniziative del Settore Propaganda e Scuole Nuoto Federali si rivolgono agli allievi non agonisti, di tutte

Dettagli

Coordinamento Ippodromi

Coordinamento Ippodromi Il presente documento elaborato dall Associazione Coordinamento Ippodromi Si articola in due parti: 1)STORIA, VALORI, ED ECONOMIA DELL IPPICA ITALIANA. 2)INTERVENTI E PROPOSTE PER USCIRE DALLA CRISI. PARTE

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte)

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) 1 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 2) Sono pervenuti 90 questionari compilati ma non tutti completi. Non è stata prevista una differenziazione per categorie

Dettagli

Tecnica e Pianificazione Urbanistica

Tecnica e Pianificazione Urbanistica Università di Palermo - Scuola Politecnica Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile Anno accademico 2014-2015 Tecnica e Pianificazione Urbanistica Prof. Ignazio Vinci Lezioni frontali La dimensione

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale

L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale A cura di Luca Stanchieri, Scuola Italiana di Life & Corporate Coaching Roma, 16 e 17 maggio 5/23/2013 GLI AUTORI Equipe di Ricerca: Scuola

Dettagli

ALLENAMENTO AVANZATO PORTOGHESE Alcune considerazioni. con le schede di Rui Silva, Domingos Castro e Alberto Chaica

ALLENAMENTO AVANZATO PORTOGHESE Alcune considerazioni. con le schede di Rui Silva, Domingos Castro e Alberto Chaica ALLENAMENTO AVANZATO PORTOGHESE Alcune considerazioni con le schede di Rui Silva, Domingos Castro e Alberto Chaica In questo primo articolo sul metodo di allenamento portoghese delle corse di mezzofondo,

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Dall interregionale alla Serie A

Dall interregionale alla Serie A Associazione Sportiva Dilettantistica BRASILIA CALCIO TAVOLO SUBBUTEO CHIETI Tel 3284376925 STAGIONE AGONISTICA 2009/2010 STAGIONE AGONISTICA 2010/2011 STAGIONE AGONISTICA 2011/2012 Dall interregionale

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Handball Pallamano Disciplina Olimpica PROGETTO. A Scuola di Handball - Obiettivo Fair Play

Federazione Italiana Giuoco Handball Pallamano Disciplina Olimpica PROGETTO. A Scuola di Handball - Obiettivo Fair Play Federazione Italiana Giuoco Handball Pallamano Disciplina Olimpica PROGETTO A Scuola di Handball - Obiettivo Fair Play La PALLAMANO nella Scuola Primaria e Secondaria di I grado EDIZIONE 2008-2009 PREMESSE

Dettagli

MODENA TERRA DI MOTORI

MODENA TERRA DI MOTORI MODENA TERRA DI MOTORI 2011 MODENA TERRA DI MOTORI DODICESIMA EDIZIONE, UN SUCCESSO CHE SI RINNOVA! Nel 2011 Modena Terra di Motori compie 12 anni presentando una serie di appuntamenti imperdibili: il

Dettagli

Note Esplicative Convenzione FIDAL EPS

Note Esplicative Convenzione FIDAL EPS Note Esplicative Convenzione FIDAL EPS Sommario: 1. Chi può partecipare? a. Gli atleti élite FIDAL? b. Iscrizioni alle gare 2. Copertura Assicurativa 3. Quali certificazioni sanitarie? 4. Quali tipologie

Dettagli

PROMOZIONE SPONSOR 2014 Scuola Ciclismo DESTRO PROMOZIONE SPONSOR 2014 Scuola Ciclismo DESTRO NOI, VOI. STESSA STRADA, STESSO SUCCESSO Pubblicità o sponsorizzazioni? Ti stai chiedendo cosa dovresti guadagnarci

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

RELAZIONE DELL ASSESSORE ALLA P.I. E SPORT

RELAZIONE DELL ASSESSORE ALLA P.I. E SPORT RELAZIONE DELL ASSESSORE ALLA P.I. E SPORT OGGETTO: Impianti sportivi comunali - determinazione tariffe d uso. Premesso che: - con delibera consiliare n.2 del 07/02/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE Il Comitato Provinciale della Lega Calcio UISP di Modena, indice ed organizza per la stagione sportiva 2014/2015, l attività di Campionato per le seguenti categorie con

Dettagli

Vitamina CRE. Progetto Educativo per la gestione del CRE secondaria di primo grado del Comune di Paladina

Vitamina CRE. Progetto Educativo per la gestione del CRE secondaria di primo grado del Comune di Paladina Vitamina CRE 2015 Progetto Educativo per la gestione del CRE secondaria di primo grado del Comune di Paladina 2015 IL TEMA Il progetto VITAMINA CRE intende appoggiarsi all attualità del tema proposto da

Dettagli

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO Norme Generali Location La competizione si svolge a Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Cosenza, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. Categorie e

Dettagli

ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO

ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO Aggiornato il 18 febbraio 2009 ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie...

Dettagli

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky COMPETIZIONI Il campionato vedrà le squadre suddivise in due gironi: serie A - squadre risultate prime nella fase regolare e le 3 promosse della stagione

Dettagli

La Veneziana Nuoto vince la Coppa Cantù. Giancarlo Paulon primatista italiano 400 s.l. categoria ragazzi

La Veneziana Nuoto vince la Coppa Cantù. Giancarlo Paulon primatista italiano 400 s.l. categoria ragazzi CURRICULUM SPORTIVO di Giancarlo Paulon Nato a Venezia il 14/05/1928 Residente: Dorsoduro 2359 30123 Venezia Tel. 041 72 23 52 Cell. 340 38 12 734 Mail: giancarlo.paulon@gmail.com Nella foto: Paulon dopo

Dettagli

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Societa affiliata alla Fipav e all MSP Manofuori Cup Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo L Associazione Culturale

Dettagli

REPORT CALCIO 2015 COVERCIANO 18 MAGGIO 2015

REPORT CALCIO 2015 COVERCIANO 18 MAGGIO 2015 REPORT CALCIO 2015 COVERCIANO 18 MAGGIO 2015 RASSEGNA STAMPA AGENZIE Ansa AdnKronos Askanews Italpress La Presse (ANSA) ANSA-SCHEDA/ Serie A 'vecchia' e fatturati, i numeri del calcio Report Figc: tanti

Dettagli

1. LE SOCIETA 2. CAPITALE SOCIALE 3. LA ROSA

1. LE SOCIETA 2. CAPITALE SOCIALE 3. LA ROSA 1. LE SOCIETA Le società iscritte alla lega assumono una denominazione duratura negli anni, per dare una certa continuità storica. Tale denominazione può variare in due casi: a) Retrocessione: in questo

Dettagli

PRINCIPI FONDAMENTALI DEGLI STATUTI DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI, DELLE DISCIPLINE SPORTIVE ASSOCIATE

PRINCIPI FONDAMENTALI DEGLI STATUTI DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI, DELLE DISCIPLINE SPORTIVE ASSOCIATE PRINCIPI FONDAMENTALI DEGLI STATUTI DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI, DELLE DISCIPLINE SPORTIVE ASSOCIATE 1. Principio comunitario 2. Principio di legalità 3. Principio di separazione dei poteri 4.

Dettagli

IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO

IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO SCHEDA N. 1 IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO Norme da modificare: Regolamento organico. Tempi previsti: Approvazione del Consiglio Federale entro dicembre 2014, entrate in vigore 1 luglio 2015.

Dettagli

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE Sanzioni penali e sanzioni sportive SANZIONI INDICE SANZIONI PENALI L.401/89 - Art. 1. Frode in competizioni sportive pag.

Dettagli

Il Tempo libero nell 800 italiano

Il Tempo libero nell 800 italiano Il Tempo libero nell 800 italiano Il tempo libero dell 800 A partire dall 800, il tempo libero diviene elemento NON secondario dell organizzazione sociale La sua evoluzione è percepibile attraverso alcuni

Dettagli

U. I. S. P. COMITATO REGIONALE VALLE D AOSTA. 2 a edizione Trofeo della Liberazione 2 Memorial Ernesto Guglielminotti

U. I. S. P. COMITATO REGIONALE VALLE D AOSTA. 2 a edizione Trofeo della Liberazione 2 Memorial Ernesto Guglielminotti A. S. D. C. G. C. CENTRO GIOVANI CALCIATORI AOSTA U. I. S. P. COMITATO REGIONALE VALLE D AOSTA A. N. P. I. 2 a edizione Trofeo della Liberazione 2 Memorial Ernesto Guglielminotti Sabato 25 aprile 2015

Dettagli

SCUOLA CALCIO STAGIONE 2015 2016

SCUOLA CALCIO STAGIONE 2015 2016 SCUOLA CALCIO STAGIONE 2015 2016 Introduzione Carissimi Genitori, l' obiettivo principale della nostra Scuola Calcio è la formazione sportiva globale dell' allievo/a attraverso un percorso per tappe e

Dettagli

Organizzazione degli eventi sportivi

Organizzazione degli eventi sportivi Organizzazione degli eventi sportivi Alcune definizioni lo sport competitivo: rientra nei paradigmi tradizionali del reclutamento diffuso, della base amatoriale, del volontariato, dell associazionismo

Dettagli

Il processo di unificazione (1849-1861)

Il processo di unificazione (1849-1861) Il processo di unificazione (1849-1861) Il Piemonte dopo il 48 Il Regno di Sardegna è l unico stato italiano che mantiene lo Statuto. Crisi tra il re Vittorio Emanuele II e il suo ministro D Azeglio e

Dettagli

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 Storia contemporanea Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 GIOLITTI 1892-93 1893 dimissioni scandalo Banca romana 1903-1905 1906-1907 1911-1914 GIOLITTI Liberale, abile e scrupoloso

Dettagli

DAL 28 MARZO AL 30 MAGGIO 2015 ISCHIA

DAL 28 MARZO AL 30 MAGGIO 2015 ISCHIA DAL 28 MARZO AL 30 MAGGIO 2015 ISCHIA XIX CAMPIONATO VELA D ALTURA DEI CAMPI FLEGREI DUE REGATE AD ISCHIA ASD Centro Sport Campano Informazioni: www.velaturismocultura.it 30 MARZO 5 APRILE 2015 - FORIO

Dettagli

ROBERTA ( 4 ) 2008-2009 LABORATORIO MOTORIO MI PIACE CHE TI MUOVI, MI PIACE QUEL CHE MUOVI

ROBERTA ( 4 ) 2008-2009 LABORATORIO MOTORIO MI PIACE CHE TI MUOVI, MI PIACE QUEL CHE MUOVI UNITA DI APPRENDIMENTO n. 1a (Programmazione) di GIUSTI ROBERTA ( bambini di 4 anni ) Anno Scolastico 2008-2009 LABORATORIO MOTORIO MI PIACE CHE TI MUOVI, MI PIACE QUEL CHE MUOVI e allora MUOVI! da Gennaio

Dettagli

SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA MARCHI ERNESTO

SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA MARCHI ERNESTO CONSULENZA categoria: categorie correlate: titolo / oggetto: SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA COME ALLENARE LA TECNICA INDIVIDUALE NELLA SCUOLA CALCIO E NEL SETTORE GIOVANILE autore / docente /

Dettagli

REGOLAMENTO COPPA ITALIA LEGA PRO 2015/2016

REGOLAMENTO COPPA ITALIA LEGA PRO 2015/2016 NOVEMBRE 2008 COMUNICATO UFFICIALE N. 65/L DEL 5 AGOSTO 2015 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 65/142 REGOLAMENTO COPPA ITALIA LEGA PRO 2015/2016 La Lega organizza per l'annata sportiva 2015-2016 la

Dettagli

Io tifo positivo nel segno di Candido

Io tifo positivo nel segno di Candido BRUGHERIO Io tifo positivo nel segno di Candido La PROPOSTA parte da un lavoro che ha visto in questi anni coinvolti circa 10000 ragazzi delle scuole primarie e secondarie di molti comuni della provincia

Dettagli

LA NUOVA STAGIONE E' ALLE PORTE E L'ATTIVITA' DEL CP RICOMINCIA!

LA NUOVA STAGIONE E' ALLE PORTE E L'ATTIVITA' DEL CP RICOMINCIA! Il magazine ufficiale del Comitato Provinciale Monza Brianza LA NUOVA STAGIONE E' ALLE PORTE E L'ATTIVITA' DEL CP RICOMINCIA! Cari amici di Volleylando, spero che le vostre vacanze siano andate bene. Noi

Dettagli

associazione e scuola di vela e di marineria

associazione e scuola di vela e di marineria ALLEGATO A) STATUTO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA associazione e scuola di vela e di marineria STATUTO DI STRETTI AL VENTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA Articolo 1 TITOLO I Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015*

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* * evidenziate in verde le modifiche apportate al Regolamento 201 3-201 4 * testo barrato arancione i paragrafi eliminati rispetto al Regolamento 201 3-201 4 INDICE:

Dettagli