ONA NOVE. Inaugurata la passerella di via Ornato Ora si può finalmente volare sul Parco Nord

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ONA NOVE. Inaugurata la passerella di via Ornato Ora si può finalmente volare sul Parco Nord"

Transcript

1 HOTEL GALA V.le Zara, Milano Tel. 02/ r.a. Fax: 02/ Web: Metrò - Tram e bus Tv satellitare Parking free GIUGNO 2015 Anno 21 - n. 232 Zona Nove è su ONA NOVE copie distribuite GIORNALE DI NIGUARDA - CA GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA Redazione: via Val Maira 4 (Mi), tel./fax 02/ , Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 648 del febbraio Editore: Associazione Amici di Zona Nove, via Val Maira 4, Milano - Stampa: Litosud s.r.l. via A. Moro, 2, Pessano con Bornago (Mi). PIZZERIA - RISTORANTE TAVOLA CALDA dal 1975 Pizze al trancio da asportare e da gustare sul posto Birre alla spina ARIA CONDIZIONATA chiuso il lunedì Milano - via Val Maira,11 tel Direttore: Luigi Allori. Redazione: Clara Amodeo, Giovanni Beduschi (vignettista), Franco Bertoli, Andrea Bina, Roberto Braghiroli, Ortensia Bugliaro, Primo Carpi, Valeria Casarotti, Roberta Coccoli, Claudio Dozio, Teresa Garofalo, Antonietta Gattuso, Sergio Ghittoni, Roberto Lana, Giulia Lazzaroni, Antonella Loconsolo, Angelo Longhi, Lorenzo Meyer, Grazia Morelli, Diana Roca, Sandra Saita, Gero Urso. Collaboratori: Laura Albani, Valia Allori, Stefano Bartolotta, Silvia Benna Rolandi, Maria Piera Bremmi, Don Giuseppe Buraglio, Arturo Calaminici, Daniele Cazzaniga, Augusto Cominazzini, Luca Corbellari, Silvia Cravero, Ivan Crippa, Silvia Faggiano, Luigi Ghezzi, Lorenzo Gomiero, Anna Maria Indino, Monica Landro, Luigi Luce, Sergio Maestri, Valeria Malvicini, Franco Massaro, Giorgio Meliesi, Luigi Muzzi, Pamela Napoletano, Antonio Pizzinato, Giovanni Poletti, Laura Quattrini, Mira Redaelli, Mauro Raimondi, Margherita Rampoldi Meyer, Vittorio Sardo, Dario Vercesi, Norman Zoia. Presidente dell Associazione Amici di Zona Nove : Giovanni Poletti. Pubblicità: Flaviano Sandonà (tel. 02/ ). Impaginazione: Roberto Sala (tel ). Il fioretto di orro Un volo sul parco bbiamo intitolato l artico- a pag. 4 Inaugurata la Alo passerella di via Ornato: finalmente possiamo volare sul Parco Nord. Infatti, con la posa di questo gigante d acciaio, lungo 180 metri e che in una sola campata da via Ornato scavalca la via Aldo Moro, il Seveso e la via Vittorio Veneto, è finalmente possibile collegarsi con le altre passerelle e così percorrere il Parco Nord da un estremità all altra, da Affori a Sesto, da Cormano a Niguarda fino a piazzale Maciachini. Il tutto senza toccare neanche per un momento l asfalto delle strade e senza incontrare, avvolti nello smog e nel rumore, neanche un camion, un auto o una moto. Possiamo camminare e passeggiare in piena sicurezza, rilassati e immersi nel verde. Ciclisti e pedoni potranno attraversare in piena sicurezza senza scendere agli incroci semaforici. E anche i mezzi di servizio e di vigilanza possono passare da una parte all altra con maggiore facilità, a beneficio della sicurezza di tutti. Per il Parco Nord è certamente questo il miglior modo di festeggiare i suoi primi 40 anni di vita. Esso diventa sempre di più il parco della Città Metropolitana. Il suo valore ambientale, il suo significato culturale e la sua portata educativa cresce a dismisura. Peccato che non si possa evitare di contaminare questo inimitabile paradiso con una fetida vasca antiesondazioni del Seveso. Speriamo che almeno serva a qualcosa. (disegno di Gero Urso) Inaugurata la passerella di via Ornato Ora si può finalmente volare sul Parco Nord Grazie a un gigante d acciaio di180 metri che permette di percorrere il parco da un estremità all altra, da Affori a Sesto, da Cormano a Niguarda fino a piazzale Maciachini. Bicocca: si rischia un autostrada in città? pag. 4 pag. 3 AEROPORTO Si torna a volare pag. 3 ma occhi aperti! ATM E STRISCE Le ultime pag. 5 novità SEVESO Al via le vasche pag. 5 di Senago VILLA CLERICI Per l estate pag. 8 musica all aperto POESIAMOCI 258 poeti pag. 11 in erba SUPPLEMENTO ONA NOVE Il termometro della criminalità a cura di Grazia Morelli in collaborazione con i Carabinieri di Greco viale F. Testi tel. 02/ (Non sono compresi i reati denunciati alla Ps) RAPINE MAGGIO 15 0 MAGGIO 14 0 FURTI MAGGIO MAGGIO SCIPPI MAGGIO 15 0 MAGGIO 14 0 pag. 9 Viva il 70 anniversario della Liberazione dal nazifascismo! Gelaguela Patologie dell apparato locomotore: degenerative, postraumatiche, postoperatorie. Patologie metaboliche: disendocrinie, dislipidemie, obesità. Patologia neurologica e neuromuscolare: neuro miopatie, morbo di Parkinson. Area di prevenzione: idrokinesi dedicata alla profilassi in età infantile e nell anziano. Specialità mediche Medicina Interna, Gastroenterologia dr. Alfredo Rossi Ortopedia Pediatrica dr.ssa Maria Alice Agus Ginecologia, Agopuntura dr.ssa Michela Carena Cardiologia dr.ssa Gabriella Cataldo Ortopedia dr. Paolo De Giorgis Fisiatria dr.ssa Mirella Giana Endocrinologia, Dietologia dr. Antonio Macheda Dermatologia, Allergologia dr. Nino Mozzanica Reumatololgia dr.ssa Marina Muscarà Neurologia dr.ssa Luisa De Toni Franceschini NUOVO SERVIZIO Area odontoiatrica: igiene e profilassi dentale, ortodonzia, terapia conservativa e protesica Gelateria artigianale Brasiliana Caffetteria Frullati con frutta di stagione e polpa di frutta brasiliana, maracuja, mango, caja, goiaba, acai Frappé Crepés nel periodo invernale Brioches siciliana con gelato Granite con frutta fresca Banana split Abbonamento 12 caffè a 9,00 Via Salvatore Pianell 45 Tel

2 Giovanni Beduschi io polemicissimo pontiere dei miei pennelli, o Giovanni dalle Mscarpe buche, sbagli a fare il confronto tra i ponti di Broocklyn, Londra e Singapore e la modesta (si fa per dire!) passerella di Niguarda e Bresso. Quelle, lunghe, alte e spesse, sono capaci di trasferire milioni di auto, moto, bighe, furgoncinii e carri armati, portandosi dietro di scorta nuvole e nuvole di gas. Il nostro pontiletto, invece, ospita scarpe del numero 45 e tacchetti a spillo del 38 che, per andare di verde in verde, si limitano a esalare odorini di piedi sudati che ricordano molto il gorgonzola. (Zorro Nove) Bella Milano, Bella Niguarda abato 16 maggio un consistente numero di niguardesi, armati Sdi pennelli, vernici e tute messe a disposizione dal Comune di Milano, hanno deciso di sostenere la proposta comunale, raccolta dal Comitato di Quartiere Niguarda, per un iniziativa concreta legata alla riscoperta del senso civico, stando tutti insieme facendo cose utili per la comunità. L idea di unirsi per manifestare in forma materiale il rifiuto del degrado e dei vandalismi ha fatto sì che i muri della casa in Via Ornato angolo Passerini fossero ripuliti perfettamente riportando l immobile, sito dove dovrà realizzarsi la Piazza principale del quartiere, a ridosso di Villa Trotti, nello stato pulito ed accogliente del passato. Grazie al Comune e al Comitato per la pensata e un enorme ringraziamento a tutti coloro che hanno messo a disposizione tempo e forze per ridare un volto pulito al quartiere. (Franco Bertoli) Il concerto jazz di Zona Nove l 16 maggio, presso l auditorium Ca Granda, si è svolto Icon successo il Concerto organizzato dall Associazione degli Amici di Zona Nove, che ha visto la partecipazione di uno dei più importanti complessi jazz italiani, con le punte di diamante Paolo Tomelleri (al clarinetto) e Stefano Bassalti (alla tromba). (foto di Franco Bertoli) OOM IN 0NA di Ortensia Bugliaro foto di Beatrice Corà Vandalismo sulle auto Abitare in via Cecchi Un altra Casa dell Acqua artedì 19 maggio, alla presenza del presidente della MCooperativa Abitare, Silvio Ostoni, di alcuni consiglieri e del rappresentante del Consiglio di Quartiere, sono state aperte le due nuove case dell acqua condominiali in Via Cecchi 1 e 2 che si aggiungono a quella già operante nel condominio della Cooperativa di Via Hermada 8. L iniziativa, in collaborazione con la società H2O, segue i principi sanciti dal Manifesto dell acqua a sostegno dell acqua del sindaco e metterà anch essa a disposizione dei Soci, a prezzi irrisori, sia acqua normale che frizzante oltre a una bevanda al gusto di arancia. Iniziativa oltremodo lodevole alla quale, si spera, seguiranno altre aperture. (Franco Bertoli) Amianto all Enel di Turbigo: i dirigenti assolti perché gli operai erano già ammalati Michele Michelino l 25 maggio sono state rese note le motivazioni con cui erano Istati assolti per non aver commesso il fatto" lo scorso 28 febbraio quattro ex dirigenti Enel. Per il giudice gli ex manager accusati di omicidio colposo in relazione alla morte per mesotelioma di otto operai di Turbigo provocato dalle polveri di amianto respirate tra gli anni '70 e '80 nella centrale, sono stati assolti perché hanno assunto posizioni di vertice in azienda quando i lavoratori erano già stati esposti da anni all'amianto. Per il giudice è "certo che le persone offese si sono ammalate di mesotelioma a causa dell'inalazione di fibre di amianto". Mancherebbe però una prova sulle responsabilità degli ex dirigenti. Questa sentenza è stata sentita dai familiari dei lavoratori deceduti, e dalle associazioni e comitati che rappresentano le vittime, come uno schiaffo in faccia. Anche se il processo ha accertato che gli operai sono morti per aver respirato fibre di amianto in fabbrica senza protezioni antinfortunistiche, poiché alcuni, forse, si erano già ammalati nei primi anni di lavoro e i dirigenti dell epoca nel frattempo sono morti, gli attuali imputati anche se sapevano di mandare a morte gli operai non tutelando la loro salute, omettendo e disattendendo le leggi sulla sicurezza in fabbrica non sono colpevoli. In tal modo il Tribunale di Milano si assume la responsabilità di affermare che non rispettare le misure di sicurezza nei luoghi di lavoro fino a uccidere dei lavoratori non è reato. Scarioni: i nuovi orari e i nuovi prezzi cancelli degli impianti balneari, Scarioni compresa, sono aperti dal 6 Igiugno. Da quest'anno la durata dei ticket d'ingresso è stata prorogata dalle precedenti 4 ore alla giornata intera. Il tagliando d'ingresso intero costerà 7 euro durante la settimana e 8 euro nei weekend, mentre il tagliando ridotto 5 euro infrasettimanalmente e 6 euro nei fine settimana. Per agevolare le famiglie l'ingresso gratuito è stato esteso ai bambini al di sotto dei 5 anni di età (lo scorso anno era fino ai 3 anni) e da quest'anno sarà in vigore uno speciale tariffa famiglia: per tutti i bambini tra i 5 e i 12 anni che accederanno a piscine scoperte e centri balneari, accompagnati da due adulti paganti la tariffa intera, il costo del tagliando sarà di soli 2 euro (invece che 5 euro durante la settimana e 6 nei weekend). L amianto in Europa Un rapporto dell Oms rileva che circa la metà dei decessi per cancro sviluppato sul posto di lavoro, è causata dalla fibra killer. A rischio sono soprattutto gli abitanti dei 16 Paesi che non l hanno ancora messa al bando, ma l esposizione continua anche negli Stati in cui il divieto è già in vigore. Sono circa 15mila le persone che ogni anno perdono la vita in Europa a causa di patologie amianto correlate. A rischio è circa un terzo dei 900 milioni di abitanti del continente, che vive nei 16 Paesi della regione europea che lo utilizzano ancora, soprattutto nei materiali da costruzione, e che in alcuni casi continuano a produrlo e a esportarlo. Anche nei 37 Stati in cui l amianto è vietato - tra cui l Italia, che nel 1992 ne ha bandito l estrazione, l importazione, l esportazione, la commercializzazione e la produzione - l esposizione della popolazione persiste a causa dell uso che se ne è fatto in passato e della sua permanenza nell ambiente, che richiede adeguate procedure di smaltimento. Non possiamo permetterci di perdere quasi 15mila vite ogni anno per malattie causate dall esposizione all amianto. Ognuna di queste morti è evitabile, ha detto Zsuzsanna Jakab, direttore regionale per l Europa dell Oms. Al pesantissimo impatto sociale di queste patologie, si somma quello economico. Secondo le ultime stime, infatti, in Europa i decessi per mesotelioma costano più di 1,5 miliardi di euro all anno. iamo all ennesimo atto vandalico, che avviene all'ingresso Sdel Parco Nord di via Adriatico, contro le auto in sosta. Sono ormai mesi che ripetutamente le auto parcheggiate vengono derubate di tutto ciò che si riesce ad arraffare. L ultima, durante la notte tra il 26 e il 27 maggio. Come si può vedere dalla foto, da questa macchina nuova hanno portato via tutti i fanali, gli specchietti, il navigatore rompendo un vetro per poter accedere nell'abitacolo. I residenti dei palazzi attigui lamentano la frequenza in cui questi episodi spiacevoli avvengono. Non sarebbe una cattiva idea se venissero posizionate delle telecamere, gestite dal Parco in collaborazione con la Cooperativa Abitare di Niguarda. In ricordo di Maristella Mariangela Rustico i sono notizie alle quali non riesci nemmeno Ca credere, non ti sembrano possibili. Poi ti fanno male, poi senti il dolore ma all'inizio non le credi possibili. È successo così pochi giorni fa per Maristella Guerrini. Un giro di telefonate attonite, poi una foto meravigliosa su FB, proprio lei, tutta lei. Pensavo mi salutasse, ho avuto bisogno di qualche istante per accettare che quella invece era la notizia che Maristella nella notte ci aveva lasciati. Sapevamo che non stava tanto bene ma conoscevamo la sua voglia di vivere, la sua tenacia, la sua forza. Una vita spesa tutta con il sorriso, con la dolcezza con cui guardava le persone ed il mondo. Ma una vita tutta contraddistinta dalla passione e dall'impegno civile, vissuti con dedizione ed attaccamento. Dapprima il lavoro all'unità, quando la testata era viva e vegeta e aveva la sua sede storica in viale Fulvio Testi. Poi l impegno nel partito (che ha seguito nei suoi cambiamenti), nel circolo di Prato Bicocca, che non ha mai lasciato. Preferiva non stare in prima fila, nessuna voglia di visibilità ma sempre presente nel lavoro, sempre disponibile a essere utile, come proprio diceva lei.voleva essere utile, Maristella, non le interessava apparire.ogni anno volontaria nella cucina del mitico Gnocco Fritto, stand tradizionale della zona 9 alla festa dell'unità. Il suo sorriso c'era sempre, la sua risata è ancora nelle orecchie di tutti i militanti che per anni hanno condiviso con lei il lavoro nelle cucine.anche il confronto politico e la discussione con lei erano belle: analisi lucide, esperienza politica, competenza sostenute da attenzione e capacità di ascolto.e il rispetto degli impegni, la disciplina ma interpretati con dolcezza, vissuti, mai esibiti. Con il sorriso appunto. Aveva accettato la responsabilità di entrare nel direttivo del circolo Pd di Prato poche settimane fa: la malattia non aveva spento la speranza e la sua capacità di combattere. Poi le cose sono andate diversamente. A Maristella tantissimi hanno voluto davvero bene. Era inevitabile, con quel sorriso che svelava la sua anima buona e profonda. Le più sentite condoglianze dalla Redazione a Lorenzo Gomiero per la scomparsa della madre Vanda Bozzo ATTENZIONE La sede della redazione in via Val Maira 4 (Pratocentenaro) è aperta ogni mercoledì pomeriggio dalle alle 18 per ricevere coloro che desiderano segnalare problemi, annunciare o proporre iniziative, articoli o servizi per il giornale. Si può anche telefonare allo ONA NOVE 2

3 AMBIENTE Bicocca: si rischia una nuova autostrada in città? Il Consiglio di Zona 9 chiede al Comune di valutare bene l impatto sul quartiere San Giuseppe. Anna Aglaia Cazzaniga In rosso il possibile percorso della Grondina ome anticipato sul numero di aprile la CGiunta Pisapia ha cancellato la Gronda Nord dalle tavole della città ma l assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran si è messo in mente di realizzarne una, anche se meno impattante, al confine con il Comune di Sesto San Giovanni. Nel Tazebao del numero scorso abbiamo pubblicato una lettere di Giacomo Cason, che ci ha scritto a nome del Comitato via Porto Corsini-via Fiume, le due vie di Sesto che saranno maggiormente impattate nel caso questo progetto viabilistico dovesse andare in porto. Per rinfrescarci la memoria ne richiamiamo i passaggi salienti, in particolare quelli riguardanti il nostro territorio. Nelle scorse settimane abbiamo cercato di attirare l attenzione dei residenti di via Ponale, Suzzani e Bignami perché, dopo aver compreso gli intenti del Comune di Milano, siamo convinti che anche queste vie (oltre la nostra) saranno pesantemente danneggiate dal progetto. Allo stesso modo stiamo ora cercando di spiegare la situazione ai residenti di Bruzzano, anche loro colpiti dalla novità. In realtà non si tratta di una vera e propria novità, infatti un progetto analogo era già presente nel piano del La differenza però è sostanziale; a quei tempi si prevedevano grandi (e costose) opere di superamento dei nodi stradali più difficili (ad esempio un tunnel che doveva collegare viale Edison con via Chiese e un nuovo ponte che avrebbe collegato la Comasina con il cimitero di Bruzzano) Invece con il nuovo piano della mobilità si stravolge il concetto; l obiettivo ora non è più quello di migliorare le condizioni dei residenti garantendo comunque la giusta mobilità, bensì quello di concentrare il traffico di attraversamento lungo alcune direttrici, sacrificando i residenti per migliorare la qualità delle altre zone limitrofe Si capisce la volontà di creare una via di alto scorrimento che attraversa quartieri densamente abitati senza preoccuparsi delle conseguenze È da notare che il progetto non viene volutamente presentato nella sua interezza ma viene invece proposto come semplici interventi di ricucitura locale, proprio per non allarmare i residenti Questo percorso alternativo salverebbe almeno le zone di Bignami, Ponale, Suzzani e la nostra via. Non comprendiamo però perché Milano si voglia invece ostinare ad attraversare questo già complicato territorio. E veniamo al CdZ 9: durante la discussione sul Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile), il consigliere Andrea Bina ha sollevato la questione della volontà di Maran di fare rientrare la Grondina dalla finestra dopo avere cacciato la Gronda dalla porta. E le argomentazioni addotte, che sono state fatte proprie con un emendamento dal CdZ 9, fanno riferimento al rischio di mandare in crisi via Bignami, via Ponale e viale Suzzani con una particolare preoccupazione per l incrocio Testi/Ponale che già tanti problemi ha creato a tutto il quartiere San Giuseppe e che sono stati faticosamente attenuati dal Comune di Milano, dopo forti sollecitazioni da parte del CdZ9. Assessore Maran vogliamo ritornare all incrocio infernale? Di seguito l emendamento anti Grondina approvato dal CdZ 9: Negli interventi strategici di ricucitura della rete viaria urbana principale per quanto riguarda il quadrante nord il Pums segnala l ipotesi di realizzare un itinerario tangenziale, alternativo al progetto abbandonato dell interquartiere, che connette viale Monza (Sesto Marelli), con viale Testi e con via Polveriera (Novate Mila-nese). In tale ipotesi progettuale si propone di utilizzare le vie Ponale, Bussero e Suzzani, sulle quali occorrerà attivare puntuali interventi di fluidificazione, in particolare riducendo le funzioni di sosta presenti. Alla luce della situazione precaria in cui versa l incrocio Testi/Ponale, già oggetto di molte delibere del CdZ 9 e solo in parte migliorata con gli interventi eseguiti nel corso del 2014, si chiede di prestare la massima attenzione in fase di progettazione al fine di evitare pesanti ricadute su tutta la viabilità del quartiere San Giuseppe, già pesantemente colpita durante i lavori di realizzazione delle M5. COMPRO ORO Via l e Sa r c a 91 Mil a no Via l e SUZZa ni 12 Mil a no Tel c o Mpr o o r o, a r g ento, dia Ma nti, Mo nete, o r o l o g i pr estig io Si o UTl et del l USaTo A U T O S C U O L A E L E N A Milano - Via Arganini 22 - Tel da oltre 30 anni offriamo professionalità serietà ed esperienza patenti a - B - c - d - e patentino ciclomotori - c orso recupero punti esami e visite in sede Aeroporto di Bresso: si torna a volare ma con gli occhi bene aperti l Sindaco di Bresso Ugo Vecchiarelli, in prima linea come i suoi Ipredecessori nelle vicende che riguardano l aeroporto visto che i primi a confrontarsi con questa scomoda realtà sono i cittadini bressesi, dopo l incontro in Prefettura tenutosi il 29 maggio ha così commentato sulla sua pagina Facebook: Questa sera in Prefettura, dopo le opportune verifiche tecniche per garantire la sicurezza del sito, abbiamo firmato l'accordo per la ripresa dell'attività della scuola di volo dell'aeroporto di Bresso. Dopo il consiglio comunale aperto di lunedì 25 maggio un primo risultato è stato raggiunto. Nelle prossime settimane proseguirà il nostro impegno affinché venga rispettato il protocollo di intesa del luglio 2007 che non prevede l'implementazione del traffico aereo. Giorgio Meliesi Inoltre ci aspettiamo che Enac dia finalmente avvio allo studio di fattibilità per spostare hangar e officine sul lato est al fine di consentire la cessione delle aree al Parco Nord Milano e dare pieno rispetto del protocollo d'intesa. Ricordiamo che l aeroporto è stato chiuso, per motivi di sicurezza, per il timore che qualcuno potesse riuscire ad organizzare un attentato all Expo di Rho-Pero, utilizzando aeromobili privati da fare decollare proprio da Bresso. Di fronte al blocco di massimo 90 giorni, rinnovabile per altri 30, Istituzioni e forze dell ordine hanno compreso che un tale prolungato stop, fino anche ad agosto, avrebbe messo a rischio la sopravvivenza dell aeroclub e dei relativi 25 posti di lavoro. C è qualcosa di vecchio di nuovo di VINTAGE Arcobaleno compra - vendita usato ONORANZE FUNEBRI GROPPI SERVIZI ACCURATI COMPLETI 24 ORE SU 24 Milano - Via Ornato 46 - Tel Milano - Via Reguzzoni 4 Tel Aperto dal martedì al sabato dalle 15 alle 19 Martedì - venerdì - sabato apertura anche al mattino dalle 9.30 alle Esposizione gratuita dei vostri oggetti ONA NOVE 3

4 VERDE ATTREZZATO Inaugurata la passerella di via Ornato Ora si può finalmente volare sul Parco Nord Grazie a un gigante d acciaio di180 metri che permette di percorrere il parco da un estremità all altra, da Affori a Sesto, da Cormano a Niguarda fino a piazzale Maciachini. Michele Ponti Centro Benessere Siloe UN AMBIENTE RIGENERANTE UNO SPAZIO ACCOGLIENTE PER DEDICARSI AL BENESSERE PROGRAMMA PER IL CONTROLLO DEL PESO TORNARE IN FORMA IN MODO NATURALE MASSAGGI DRENANTI DA PACCHETTI PERSONALIZZATI IDEE REGALO CHECK-UP GRATUITO VI ASPETTIAMO PER TUTTE LE INFORMAZIONI Via A. Cesari 19 milano Tel. 02/ Ambrosiana Noleggi srl Viale Rodi, 87 - Milano (angolo Fulvio Testi Fermata MM Bicocca) Noleggio AUTO e FURGONI Tel erché, direte voi lettori, questo strano ti- Si può spiccare il volo su un parco? Ptolo? Certo che sì, metaforicamente parlando. Imitiamo anche noi il nostro amato Parco Nord. Il nostro polmone verde infatti assomiglia moltissimo a un enorme farfalla; fino a domenica 31 maggio queste due ali non erano collegate fra di loro. Con l inaugurazione della passerella di via Ornato le due parti del Parco sono state saldate fra di loro diventando un tutt uno. Possiamo quindi dire che, dopo un percorso lungo e tortuoso durato 40 anni, la crisalide è diventata farfalla e ha spiccato il volo. E con lei anche noi. W il Parco Nord! Con la posa di questo gigante d acciaio, lungo complessivamente 180 metri, è finalmente possibile percorrere il Parco Nord da un estremità all altra, da Affori a Sesto, da Cormano a Niguarda fino a piazzale Maciachini in piena sicurezza e immersi nel verde. Nell ambito della Festa degli Orti, la passerella è stata aperta alla cittadinanza alla presenza del campione olimpionico Ivano Brugnetti, degli ortisti, dei podisti, di centinaia di cittadini che amano e che frequentano il Parco, dei Sindaci e dei rappresentanti dei Comuni e dalla zona 9 di Milano. Il Presidente del Parco Nord Milano, Giuseppe Manni, ha tagliato simbolicamente il nastro dando il via alla festa che ha offerto durante l intera giornata massaggi shiatsu, musica grazie al Corpo Bandistico S. Cecilia di Bresso e tante altre iniziative. E così la tanto attesa passerella ciclopedonale, che in una sola campata dalla via Ornato scavalca la via Aldo Moro, il Seveso e la via Vittorio Veneto atterrando nel verde del Parco, è diventata realtà. L opera realizzata, a scomputo oneri da Il Gigante, permette ai cittadini di gironzolare tutto il parco senza dover attraversare un solo metro di strada. Il Parco Nord è un parco periurbano sempre in espansione - ha sottolineato il presidente Giuseppe Manni - che negli ultimi anni ha modificato molto la sua accessibilità divenendo il parco, non solo dei Comuni e dei quartieri circostanti, ma di tutta la Città Metropolitana, Sono sicuro che questa passerella lascerà il segno. E non vi è dubbio che lascerà il segno perché la passerella di via Ornato è proprio il punto nevralgico che congiunge l ala ovest con l ala est della farfalla. Ciclisti e pedoni potranno attraversare in piena sicurezza un nodo che attualmente li obbliga a scendere all incrocio semaforico: anche i mezzi di servizio e di vigilanza possono passare da una parte all altra con maggiore facilità, a beneficio della sicurezza di tutti. E così per i suoi 40 anni il Parco Nord diventa sempre più il parco della Città Metropolitana. Il suo valore ambientale, il suo significato culturale e la sua portata educativa ne fanno non una semplice area verde alle porte di Milano, ma un luogo di trasformazione territoriale sostenibile e di cultura ambientale. Amato, rispettato, difeso, il Parco è patrimonio di tutti, una vera e propria foresta milanese con i suoi boschi fitti, le ampie radure, i laghetti, i filari di alberi e arbusti, i suoi animali selvatici, la sua poliedrica biodiversità. Non sfugge agli occhi dei fruitori di questa nuova passerella che poco distante si estende in tutta la sua imponenza e bellezza il nuovo laghetto artificiale. Questa ennesima area lacustre presente dentro il Parco Nord, assieme alla passerella di via Ornato, ha completato e radicalmente modificato tutta questa enorme porzione di territorio al confine fra i Comuni di Milano e di Bresso. Porzione di territorio che potrebbe, purtroppo, essere ulteriormente modificata, ma in questo caso è più corretto dire scempiata, dalla vasca di laminazione che dovrebbe essere costruita a fianco del Cimitero di Bruzzano, ovvero dall altro lato di via Aldo Moro (così avremo da un lato un splendido lago e dall altro una fogna a cielo aperto), radendo al suolo uno dei boschi più belli che ospita una grande varietà di specie arboree (il Comitato No vasche ne ha contate10). Ha senso tutto ciò? Non è il caso di fermarsi e riflettere? AMMINISTRAZIONE E GESTIONE DI BENI IMMOBILI rag. Rodolfo di Bisceglie iscrizione A.N.A.C.I. - MI - N 1036/711 consulenza legale in sede previo appuntamento Via Teano 10/ Milano Tel Fax Metropolitana linea 3 fermata Comasina Specializzata in modifiche e riparazioni di mobili, sedie, armadi e cucine. MOBILI SU MISURA ittori impianti s.r.l. Impianti elettrici civili e industriali Domotica Citofonia Antenne terrestri e satellitari Antifurto Videosorveglianza Impianti Fotovoltaici Manutenzione e Riparazioni Via Hermada 14 - Via Val di Ledro Milano Tel TELEVENDITA DI FALSI D AUTORE IN TV SU ITALIA 126 TUTTI I MARTEDÌ DALLE 22 ALLE 24 Van Gogh Monet - Klint Caravaggio Bruegel - Renoir Fiamminghi Ritratti e dipinti su commissione INGRESSO LIBERO APERTO TUTTI I GIORNI COMPRESI SABATO DOMENICA E FESTIVI Orari: dalle 10 alle 13 dalle 14,30 alle 20 Galleria Maria Sidoli Via Trescore 3 MM 5 (fermata Istria) - Tram Bus Milano - Tel. 330/ E QUADRI ORIGINALI DI AUTORI MODERNI ONA NOVE 4

5 TRASPORTI E VIABILITÀ a cura di Michele Ponti Linee Atm: monta la polemica per i tram 7 e 31 Qualche malumore anche per la 42 Strisce blu e parcheggi in zona: qualcosa si muove ul numero scorso vi abbiamo dato con- delle modifiche introdotte da Atm, a Sto seguito dell apertura delle nuove fermate della M5 che finalmente arriva allo Stadio di San Siro e delle modifiche richieste dal Consiglio di Zona 9. Ebbene, manco a dirlo, le modifiche introdotte unilateralmente da Atm hanno provocato un vespaio di polemiche, in particolare per quanto riguarda la scelta scellerata adottata per le linee tramviarie 7 e 31. Le richiamiamo per rinfrescarci la memoria: Linea 7 Negli orari di punta sono istituite corse aggiuntive sulla tratta Precotto- Bicocca M5. Direzione Bicocca M5: percorso regolare fino a Testi all altezza di Santa Monica dove terminano le corse; direzione Precotto: da Testi, percorso regolare. Dopo le 20 e per tutti i giorni festivi, la linea 7 effettua servizio unicamente sulla tratta Precotto-Bicocca M5. Linea 31 Modifica gli orari dopo le 24, quando effettua servizio sulla tratta Lagosta-Cinisello. Che cosa ha comportato questa scelta che ha mandato su tutte le furie i cittadini e che ha fatto pronunciare parole non tenere nei confronti di Atm al consigliere di zona Andrea Bina? Dalle alle e durante tutta la giornata nei festivi lungo viale Testi e Zara, da ex Manifattura Tabac-chi a piazzale Lagosta, non transita nessun mezzo pubblico di superficie. Una pazzia allo stato puro. I cittadini hanno scritto ad Atm per chiedere il ripristino di un servizio degno di questo nome e questo è uno stralcio della risposta ricevuta: Gentile Angela D.T., rispondiamo alla Sua segnalazione, relativa alla riorganizzazione della rete di superficie in vigore dal 27 aprile Occorre, innanzitutto, precisare che in base al contratto di servizio che lega Atm al Comune di Milano, le decisioni riguardanti la pianificazione del servizio, la limitazione o l estensione dei percorsi dei mezzi pubblici, non spettano in alcun modo ad Atm. Le operazioni di valutazione sui percorsi, complesse e assai articolate, vengono effettuate dal Comune di Milano, che tiene conto di una molteplicità di fattori tecnici ed economici, oggettivi. Atm, dal canto suo, recepisce e attua prontamente i provvedimenti definiti e disposti dell Amministrazione comunale Ovvero Atm ha scaricato la colpa di tutto ciò sul Comune di Milano. Vedremo adesso quale sarà la risposta di Palazzo Marino, sperando che non parta il solito rimpallo di responsabilità. Qualche richiesta di modifica è pervenuta al Consiglio di Zona 9 anche per quanto riguarda il nuovo percorso della linea 42; in particolare, dalle scarne informazioni recuperate, pare ci sia la richiesta di una fermata aggiuntiva ma saremo più precisi sul prossimo numero. In ogni caso la problematica della 42 dovrebbe essere non insormontabile rispetto a quella della linea 7. Per elaborare una richiesta comune da sottoporre ad Atm e Comune la Commissione Territorio del Consiglio di Zona 9 tratterà la questione durante una seduta, appositamente convocata, in data lunedì 8 giugno. Sul prossimo numero vi daremo tutti i ragguagli del caso. opo la delibera del Consiglio di Zona D9 con la quale è stato chiesto al Comune di Milano di porre rimedio a una serie (infinita) di errore fatti durante la tracciatura delle strisce blu dell ambito 43. La lista delle modifiche più importanti richieste è stata pubblicata a pagina 4 sul numero di maggio u.s. Dopo un primo momento di sbigottimento perché le strisce blu sono state nel frattempo ritracciate, anche perché viale Suzzani è stato riasfaltato in moltissimi tratti, senza tenere in minima considerazione le modifiche richieste dal parlamentino di zona. Sono subito state presentate interrogazioni in merito e finalmente qualche primo tangibile risultato si sta vedendo: cancellate le strisce blu all incrocio Suzzani/Santa Monica, nel tratto finale di via Arganini e via Esperia e la cancellazione sta andando a- vanti secondo le direttive del Consiglio di Zona 9. Manca però ad esempio la cancellazione dei posti auto davanti al parcheggio Esselunga e questo è un problema che va risolto quanto prima. Resteremo vigili così come sta facendo da mesi il Consiglio di Zona 9. Per quanto riguarda le altre questioni legate ai parcheggi nei nostri quartieri tutto tace. Nei mesi scorsi il Consiglio di Zona 9, dopo la polemica sorta a seguito delle multe comminate agli automobilisti che avevano parcheggiato sul parterre centrale di viale Testi, aveva chiesto all Amministrazione di recuperare posti auto sacrificando le aree verdi che affacciano su via Santa Monica e Santa Marcellina. Ad oggi tutto tace ma fortunatamente la Polizia Locale non ha più elevato contravvenzioni e la vita scorre serena come sempre. Scherzi a parte prima o poi su questo spinoso tema bisognerà trovare una soluzione definitiva perché quei parcheggi in viale Testi sono abusivi e potenzialmente pericolosi. E sempre il Consiglio di Zona 9, proprio per cercare di dare un po di respiro ai quartieri attraversati dalla M5, ha suggerito all Amministrazione Comunale due idee, secondo noi molto valide: la prima trasformare il parcheggio dell ex dazio in un vero e proprio parcheggio di corrispondenza, con tariffe uguali a quelle del parcheggio della Comasina e di piazzale Maciachini tanto per citare due esempi. Tale soluzione, secondo il Consiglio di Zona 9, potrebbe incrementare, assieme ad una cartellonistica adeguata per rendere più visibile tale parcheggio da 180 posti, porterebbe a un incremento significativo del tasso di occupazione, attualmente scarsamente utilizzato. La seconda invece propone di recuperare l area incolta, posta poco più a nord del parcheggio esistente sopracitato, già utilizzata come area di cantiere della M5 e posta all interno del perimetro del Parco Nord sul territorio del Comune di Milano, così da non dovere chiamare in causa il Comune di Sesto. Questa porzione di Parco Nord, di circa 13mila mq, opportunamente piantumata potrebbe garantire circa 400 posti auto a raso, utilizzabile anche nei fine settimana dalle migliaia di fruitori del nostro polmone verde. Al momento le proposte non hanno sortito effetti e tutto è rimasto invariato ma periodicamente qualche consigliere sollecita l Amministrazione a dare seguito a quanto richiesto. Chi la dura la vince. si spera! Per le tue prossime vacanze in Val Camonica affittiamo appartamenti arredati SUPER OFFERTA A PARTIRE DA EURO 80 ALLA SETTIMANA Per informazioni e prenotazioni 335/ (signora Elena) Visitate il nostro sito SEVESO Vasche di laminazione a Senago: ok definitivo Si può ancora fermare quella del Parco Nord? Anna Aglaia Cazzaniga Se non ci fosse da piangere calzerebbe a pennello questa battuta: il progetto Italia Sicura che si sta occupando di mettere in sicurezza il Seveso sembra un fiume in piena! Nulla ormai sembra fermare la decisione presa di costruire una miriade di vasche di laminazione lungo l asta del fiume e nelle vicinanze del canale scolmatore di nord ovest ovvero nel Comune di Senago. Ebbene le prime e più grandi vasche, quelle appunto di Senago, architrave di tutto il progetto, hanno ottenuto l approvazione definitiva dalla Conferenza dei Servizi del 27 maggio. Senago e Bollate hanno detto no per l ennesima volta mentre il Parco delle Groane, visto l accoglimento di alcune richieste, ha dato parere favorevole. A breve, l esito di questa conferenza sancirà l avvio dei lavori. Regione Lombardia ha già dato parere favorevole ritenendo di non dovere accogliere le osservazioni presentate da Bollate e Senago. Nessuna ulteriore novità per quanto riguarda la capienza delle vasche, scese a 810mila mc dopo la riduzione della loro profondità per non interferire con la falda. Ma il Sindaco di Senago non ha di certo gettato la spugna, anche se i giochi paiono a questo punto fatti: Avremo 60 giorni di tempo affinché lo staff di avvocati e progettisti assunti dal Comune valuti se fare un aggiunta al ricorso pendente al Tar per quanto riguarda la Via (valutazione di impatto ambientale, ndr) è stato il commento del Sindaco di Senago Lucio Fois. E per quanto riguarda la vasca del Parco Nord? Il Comitato Acque Pulite continua a sostenere che le vasche di laminazione sono un rimedio arcaico, compromettono l ambiente e danneggiano la salute dei cittadini. Ribadiscono che le vasche dovrebbero al limite essere concepite come una soluzione provvisoria e di emergenza mentre nel progetto Aipo sono invece l unica e definitiva soluzione. Quali le soluzioni alternative proposte dal Comitato? Due principalmente, imposte addirittura dalle normative vigenti: separazione delle acque, per evitare che acque pulite vengano mescolate con quelle sporche e invarianza idraulica, che prevede che in parte le acque piovane siano raccolte e utilizzate sul territorio. Infine, per quanto riguarda la vasca del Parco Nord, il Comitato la definisce uno scempio inutile perché con i suoi 200mila m3 darebbe un contributo insignificante alla soluzione complessiva del problema, ma i danni che essa produrrebbe sarebbero enormi soprattutto per il Parco Nord e per i quartieri del Comune di Bresso che si affacciano sull area. Significativo un messaggio Facebook di una nostra assidua lettrice: Ho appena visto che nella casa della Germania a Expo 2015 si parla di recupero delle acque piovane e come ridurre gli sprechi d'acqua. Noi in Italia con grande disinvoltura realizziamo vasche di laminazione dentro le aree protette (Parco Nord). Siamo troppo avantissimo! Come darle torto? Quadrifoglio Pizzeria con forno a legna anche da asportare a mezzogiorno pranzo completo 10 Via Ornato 47 Tel al mercoledì riposiamo ONA NOVE 5

6 ONA NOVE 6

7 Emoticons family (particolare, Pamela Napoletano) ONA NOVE VITA E CULTURA Visti e non visti Pamela Napoletano GLI APPUNTAMENTI DEL MESE a cura di Grazia Morelli Chi intenda far pubblicare proprie iniziative in questa rubrica dovrà farne pervenire notizia entro il 20 del mese precedente l uscita del giornale. FILMS IN ONA a cura di Silvia Cravero Visti nelle sale di Skyline, Multisala Bicocca e cinema Rondinella l VENERDÌ 10 GIUGNO Hangar Bicocca Via Chiese 1 l GIOVEDÌ 11 GIUGNO Museo Interattivo del Cinema (Mic) V.le Testi 121 l SABATO 13 GIUGNO Centro Culturale della Cooperativa Via Hermada Casa di Alex Via Moncalieri 5 l LUNEDÌ 15 GIUGNO Teatro della Cooperativa Via Hermada 4 l MERCOLEDÌ 17 GIUGNO Museo Interattivo del Cinema (Mic) V.le Testi 121 l SABATO 20 GIUGNO Casa di Alex Via Moncalieri 5 Mostra di Juan Muñoz, Double Bind & Around, a cura di Vicente Todolí. Fino al 23/8. Alle 17, Pellicole dall archivio, Il proiezionista (Andrej Kon alovskij, 1991). Alle 21, Grande Concerto d Estate, corte storica di via Ornato 7, Milano Music Quartet: violino, viola, violoncello, piano digitale. Alle 21.30, Concerto Rock, con Mr Punch - Marrillon Tribute. Alle 21, Il carnevale dei truffati, di Piero Colaprico, con Renato Sarti (nel ruolo di Giuseppe Pinelli), Bebo Storti (nel ruolo di Luigi Calabresi), in video Paolo Rossi (nel ruolo di Dio), regia Renato Sarti. Fino al 27/6. Alle 17, Pellicole dall archivio, La valigia dei sogni (Luigi Comencini, Italia, 1953). Alle 21, La musica del cuore, concerto per i bimbi del Sahararawi, con Ilaria Ink. Art Action Collettiva di fine stagione Relax. Orario: Via Dante,15/A, Bresso Chiuso Domenica e Festivi. Fino al 24/7. l DOMENICA 21 GIUGNO Teatro Arcimboldi V. dell Innovazione 2 l SABATO 27 GIUGNO Villa Clerici Via Terruggia 8/14 Casa di Alex Via Moncalieri 5 l DOMENICA 28 GIUGNO Museo Interattivo del Cinema (Mic) V.le Testi 121 l MARTEDÌ 30 GIUGNO Teatro Arcimboldi V. dell Innovazione 20 l DOMENICA 24 MAGGIO Villa Clerici Via Terruggia 8/14 Alle 20, Musica classica, La Filarmonica e l Oriente, direttore: Tan Dun. Alle 20.45, Giardini di Villa Clerici, Stagione lirica 2015, La Serva Padrona, di G. B. Pergolesi. Alle 21,30, Concerto blues, con Habaka Kay Foster Jackson (vice), Lucio Falco (basso), Pierluigi Ferrari (chitarra) e Giului Buscarino (batteria). Alle 16, Pellicole dall archivio, La palla n. 13 (Buster Keaton, 1924). Alle 20, Musica classica, Concerto di Lang Lang per Expo in Città. Alle 20.45, Giardini di Villa Clerici, Stagione lirica 2015, Don Paquale, di G. Donizetti. Mc Fit, una nuova palestra in Fulvio Testi Roberta Coccoli Da pochi mesi è stata inaugurata la Mc Fit, una nuova e grande palestra in Viale Fulvio Testi 29, in un grande capannone industriale completamente riqualificato. Siamo andati a visitarla e a conoscere Gianluca Stravato, il giovane responsabile ventiseienne. Gianluca ci guida subito in un ampio e luminosissimo ambiente di circa 220 mq che rappresenta la Zona Basic, in cui sono installati i macchinari isotonici della Gym80. Una musica dinamica e vivace accompagna i movimenti degli atleti che si stanno allenando sugli attrezzi. In quest area è possibile allenare tutti i gruppi muscolari e lavorare sulla contrazione muscolare. Da questa sala centrale si collegano ambienti un pò più piccoli, come in un fiore in cui ogni petalo rappresenta una area fitness, fino a svilupparsi su un area di circa 500 mq. Così scopriamo la Sling Zone, dove anelli e cinghie permettono di allenarsi col peso del proprio corpo. Segue poi la Zona Cage con il sacco per la boxe, sbarre e corde, per un allenamento su più muscoli nello stesso tempo. Passiamo poi nella Zona Shape It, dove gli attrezzi permettono di allenare la parte inferiore del corpo. C è infine la zona vogatori per l allenamento cardio. Passiamo poi alla Zona Streching, usata dagli atleti per l allungamento muscolare, sia prima che dopo l allenamento. Poi Gianluca ci invita a entrare in una saletta separata dall area centrale dove l ambiente è meno luminoso e la musica è cambiata: siamo nell Express Workout, che propone un circuito di 10 macchinari in cui si fa allenamento a velocità costante per un minuto ciascuno, per un totale di 15 minuti. Anche nell ambiente successivo la musica cambia: siamo nella grande Sala Power, dove si allenano sopratutto i ragazzi per tonificare pettorali e addominali, con pesi, manubri e attrezzi specifici. Passiamo poi nelle piccole aree successive, il Core Workout per allenare addominali e lombari, e il Percorso Schiena, per rinforzare i muscoli che intervengono nella postura. In ultimo, Gianluca ci conduce a visitare le tre sale Cybertraining : la sala Spinning, con le cyclette, la sala Vibration, con le pedane vibranti, e infine la Sala Corsi, utilizzata sopratutto dalle donne per esercizi a corpo libero: in tutte le sale le lezioni sono guidate virtualmente da trainer su grandi schermi che occupano tutta una parete del locale, e che stimolano e incitano gli atleti ad allenarsi. La palestra, inaugurata a marzo, è aperta dalle 7 alle 23 e nel fine settimana dalle 9 alle 21. Samba a sorpresa The Gatekeepers. I Guardiani di Israele ( ) Regia: Dror Moreh. Cast: Ami Ayalon, Avi Dichter, Yuval Diskin. Genere: Documentario. Nazione e Anno: Israele, Sei ex capi dei servizi segreti israeliani, il temuto Shin Bet, raccontano per la prima volta la loro verità. Osserviamo il conflitto che ha insanguinato il Medioriente da dietro le quinte, con la guida eccezionale di chi tenne in mano il bandolo della matassa più intricata del mondo. Rifiutando lo schermo del segreto di Stato, i sei protagonisti ci regalano un racconto diretto, brutale, a tratti terrificante nella sua cieca logica della ragione superiore La Famiglia Belier ( ) Regia: Eric Lartigau. Cast: Karin Viard, Eric Elmosnino, Roxane Duran. Genere: Commedia. Nazione e Anno: Francia, Nella famiglia Beliér sono tutti sordi ad eccezione della sedicenne Paula, che fa da interprete per i suoi genitori e per la gestione della loro fattoria. Un giorno, spinta dall insegnante di musica che ha scoperto le sue doti canore, Paula decide di partecipare al concorso indetto da Radio France. Questa scelta di vita per lei significherebbe però allontanarsi dalla famiglia e avvicinarsi alla vita adulta. Ma che bella sorpresa ( ) Regia: Alessandro Genovesi. Cast: Claudio Bisio, Frank Matano, Valentina Lodovini. Genere: Commedia. Nazione e Anno: Italia, Un giovane uomo è improvvisamente abbandonato dalla sua fidanzata ma presto si innamora nuovamente della donna perfetta. L unico problema è che questa creatura vive solo nella sua mente, anche se il suo amore è perfettamente reale. Soldato semplice ( ) Regia: Paolo Cevoli. Cast: Paolo Cevoli, Antonio Orefice, Luca Lionello. Genere: Commedia. Nazione e Anno: Italia, Gino Montanari, maestro elementare romagnolo, a causa dei suoi comportamenti libertini ed antinterventisti, è costretto dal suo preside ad arruolarsi volontario nella grande guerra sotto la minaccia che, in caso di rifiuto, sarebbe stato radiato da tutte le scuole del Regno. Gino, convinto detrattore della guerra viene, suo malgrado, spedito al fronte, destinato in un piccolo avamposto in Valtellina come eliografista per trasmettere segnali morse con la luce del sole. Wild ( ) Regia: Jean-Marc Vallée. Cast: Reese Witherspoon, Gaby Hoffmann, Laura Dern. Genere: Biografico.Nazione e Anno: Stati Uniti, Nell America degli anni 90 una ragazza rimasta sola con il proprio fratello dopo la morte improvvisa della madre e la fine del proprio matrimonio, chiusa nella dipendenza dall eroina, decide di affrontare il Pacific Crest Trail a piedi, più di km in totale solitudine macinati in più di due mesi. In questo periodo ripensa a quello che le è successo e che è determinata a superare con un impresa che pare superiore alle sue forze. French Connection ( ) Regia: Cédric Jimenez. Cast: Jean Dujardin, Gilles Lellouche, Céline Sallette. Genere: Azione. Nazione e Anno: Francia, Ambientato tra gli anni 70 e 80 il film descrive il commercio della droga a Marsiglia, all epoca capitale mondiale del traffico e maggior approvigionatrice di eroina degli Stati Uniti. Il magistrato della polizia Pierre Michel (Jean Dujardin), guidò allora un ossessiva operazione, durata sei anni, per distruggere la cosiddetta French Connection. Child 44. Il Bambino N. 44 ( ) Regia: Daniel Espinosa. Cast: Tom Hardy, Gary Oldman, Noomi Rapace. Genere: thriller-storico. Nazione e Anno: Stati Uniti, Le vicende di Child 44. Il bambino numero 44 sono ispirate alla storia reale di Andrei Chikatilo, uno dei più efferati e prolifici serial killer della storia, conosciuto come il Mostro di Rostov che uccise 53 donne e bambini tra il 1978 e il Samba ( )Regia: Olivier Nakache, Eric Toledano. Cast: Omar Sy, Charlotte Gainsbourg, Tahar Rahim. Genere: Commedia. Nazione e Anno: Francia, Ancora una volta insieme i registi e il protagonista del blockbuster francese Quasi Amici per raccontare l immigrazione con commovente ironia. L incontro tra il variopinto mondo suburbano di un ironico senegalese in cerca di un permesso di soggiorno e le solitudini di una donna parigina in cerca di se stessa diventa, per entrambi, l antidoto contro l emarginazione sociale. Citizenfour ( ) Regia: Laura Poitras. Cast: Edward Snowden, Julian Assange, Glenn Greenwald. Genere: Documen-tario. Nazione e Anno: Germania - Stati Uniti, Ricostruzione della vicenda di Edward Snowden e dello scandalo sulle sorveglianze illegali della NSA americana raccontato dallo stesso protagonista, che ha contattato l autrice del documentario offrendogli di diffondere ulteriormente la sua storia. mediocre discreto bello imperdibile Il 14 giugno festa al Centro Girola ome ogni anno, al 14 giugno arriva il momento della festa del Centro CGirola (Via Carlo Girola 30) aperto al territorio. Dopo una rappresentazione di tai chi e yoga la giornata di festa sarà animata da una grigliata di polenta, salamelle e gorgonzola a cura degli alpini, giochi gonfiabili per bambini, musica e balli per tutti e gelatata finale. E non mancheranno i gazebo di libri, erbe aromatiche e oggettistica varia. Presso il salone del Girola è visitabile la mostra Noi donne del Girola per l Expo. Camminare in Bicocca aspettando il tramonto cco un nuovo appuntamento, a cura dell antropologa Tullia Gianoncelli, Eper un percorso in area Bicocca come evento della Lunga giornata della lentezza : un esplorazione sensoriale e guidata che giovedì 11 giugno inizierà alle 19 e durerà fino al tramonto. Camminando, si toccheranno alcuni luoghi significativi della nuova area Bicocca, tra momenti di ascolto, letture, scoperte e pause di condivisione. Punto d incontro: ore 19 in Piazza Trivulziana - area ribassata, davanti alla Libreria Bookshop. In caso di pioggia l evento sarà proposto alla stessa ora ma con altre modalità presso il BarBicò - circolo Acli Bicocca, via Nota, 19. La partecipazione è gratuita ma è necessario segnalare la propria presenza: - tel (Lorenzo Meyer) ONA NOVE 7 (

8 PROPOSTE CULTURALI A TUTTA MUSICA IN ZONA 9 a cura di Luigi Luce Villa Clerici: sette note nel giardino all italiana Intervista ad Angelo Mantovani, fondatore dell Associazione musicale Il Clavicembalo Verde. ncora una volta il 31 maggio la Asala Messina di Villa Clerici ha offerto agli appassionati di musica classica un emozionante concerto eseguito dai magici strumenti del Clavicembalo Verde, un gruppo musicale di casa a Niguarda grazie all intelligente collaborazione tra il Centro Culturale della Cooperativa e Villa Clerici. Gradevolmente stupiti dalla giovane età dei bravissimi musicisti e incuriositi dall originale nome del gruppo, il Clavicembalo Verde, abbiamo abbiamo intervistato il suo presidente e direttore artistico, Angelo Mantovani (nella foto con il fratello Giovanni). In realtà - egli ci spiega - la nostra è un associazione culturale musicale. Creata nel 2005 da me e da mio fratello Giovanni, ha l'obiettivo di togliere la parrucca bianca alla musica classica per avvicinarla alle persone. Il nostro desiderio è quindi di rinverdire la musica colta, rinnovarla per renderla fruibile a tutti. Ecco il senso del nome dato alla nostra associazione: strumento principe della musica colta del 600, il clavicembalo, antenato del pianoforte, richiama l immagine della parrucca bianca, simbolo della nobiltà di allora. Noi intendiamo svecchiarlo, privarlo della polverosa parrucca incipriata per trasformarlo in uno strumento nuovo, giovane, moderno, 'verde' appunto. Con tale obiettivo proponiamo in chiave diversa, tutta nostra, i grandi brani classici e non solo: il nostro repertorio infatti spazia dalle colonne sonore dei film alla lirica, dal jazz alla musica leggera. Quando è nata l Associazione e chi ne fa parte? Dopo un diploma in pianoforte e in composizione al Conservatorio di Milano e un master in direzione di orchestra, la passione organizzativa mi ha spinto a seguire un corso universitario in Lettere con specializzazione in Organizzazione ed Economia dello Spettacolo. Nel 2005 ho dato quindi vita al Clavicembalo Verde in collaborazione con mio fratello Giovanni, che è violinista e condivide la mia passione e i miei obiettivi. Siamo diversi di carattere ma complementari e in questo nostro progetto abbiamo coinvolto un gruppo di musicisti nostri amici. Negli anni il gruppo si è ampliato e oggi le nostre formazioni vanno dal solista alla grande orchestra sinfonica per coprire tutto il ventaglio delle possibilità e del repertorio. All interno della nostra associazione ci sono gruppi stabili con un repertorio molto definito ma in genere i componenti, sempre tutti professionisti, variano perché vogliamo dare soprattutto ai giovani la possibilità di esibirsi e farsi conoscere. Dopo 10 anni di attività possiamo ritenerci abbastanza soddisfatti. Abbiamo iniziato con piccole manifestazioni, in seguito ci sono state collaborazioni con altri soggetti, anche con le Istituzioni e abbiamo creato delle stagioni, come La musica e il bene, i concerti negli Atenei di Milano, i concerti in periferia che realizziamo già da 7 anni. Nel 2009 abbiamo ricevuto l Ambrogino d Oro, nel 2011 una medaglia del Presidente della Repubblica e nei dieci anni di attività abbiamo promosso ben 500 iniziative. Nostro fiore all occhiello è la Al Centro Culturale della Cooperativa gran finale con il Grande Concerto d Estate Milano Music Masterschool, l Accademia all interno del Clavicembalo Verde che si appoggia a docenti del Conservatorio e al Teatro della Scala e permette a giovani musicisti diplomati di seguire corsi di perfezionamento. La vostra presenza a Villa Clerici, molto apprezzata, ha contribuito anche a valorizzare un gioiello architettonico. Nella Sala Messina di questa splendida villa da molti anni ormai presentiamo concerti seguiti con viva partecipazione. Abbiamo instaurato un rapporto diretto con il pubblico tanto che alla fine dello spettacolo ci si incontra, ci si saluta, cosa che altrove spesso non avviene. Di questo siamo felici, è importante infatti avvicinare la musica alle persone ma per noi altrettanto importante è sentirci vicino alle persone. Villa Clerici si sta configurando davvero come un polo musicale di grande spessore, d'altronde la bellezza della Villa è tale da costituire una cornice invidiabile per i vari eventi. Quali le vostre prossime iniziative in Villa Clerici e quali i progetti in cantiere per l Expo? Il successo ottenuto lo scorso anno in Villa Clerici con Rigoletto e l Elisir d amore ci ha indotti quest anno ad arricchire il cartellone che prevede la messa in scena di ben 4 opere liriche: il 27 giugno La serva padrona di G.B. Pergolesi, il 4 luglio Il Don Pasquale di Donizetti, l 11 luglio La Traviata di Verdi e a settembre Le nozze di Figaro di Mozart (vedi sotto, ndr). All Expo in città abbiamo dedicato due importanti rassegne, Concerti in Periferia, eventi musicali nelle varie zone, e Per nutrire l anima. Musica e Arte nelle chiese di Milano : 21 proposte per cui da maggio a ottobre l arte dei suoni e le arti visive si incontrano nelle chiese lungo la via d acqua del Naviglio. (Valeria Casarotti - Teresa Garofalo) Le opere buffe La stagione concertistica che si è tenuta per il terzo anno nella Galleria d Arte Sacra dei Contemporanei si è conclusa il 31 maggio per lasciare il passo alla musica lirica, che esce ora allo scoperto avendo come fondale la bella facciata di Villa Clerici. L atrio centrale aperto sarà il palcoscenico che ospiterà scenografie essenziali, cantanti e un coro di 20 elementi mentre l orchestra, ai piedi della scalinata, sarà composta da 25 musicisti. Il parco prospicente la Villa, ricco di statue d epoca e ridisegnato da Dandolo Bellini sul modello dei giardini all italiana del 700, accoglierà il pubblico divenendo platea. La scelta di Angelo Mantovani è caduta su quattro titoli: La serva padrona di Pergolesi, Don Pasquale di Donizetti, Traviata di Verdi e per chiudere, a settembre con data da definirsi, Le nozze di Figaro di Mozart. Qualche parola sui primi due spettacoli. La serva padrona, intermezzo buffo, fu rappresentata la prima volta al Teatro San Bartolomeo di Napoli il 28 agosto 1733 e fu la nascita di un nuovo genere: l Opera Buffa. Anche il Don Pasquale è un opera buffa e la prima rappresentazione ebbe luogo con successo al Théâtre-Italien di Parigi il 3 gennaio 1843 alla presenza dell autore. Info: Centro Culturale della Cooperativa 02/ / ese di giugno: si chiude il primo semestre M2015, dunque tempo di bilanci. L attività appena conclusa del Centro Culturale della Cooperativa non può che essere valutata positivamente grazie al ricco calendario di eventi proposto: dalla musica alla storia, dal cinema alla scienza e alla letteratura, dalla cronaca al tema dell Expo, senza dimenticare la bella mostra dedicata a Terezìn: un insediamento modello. Ricordiamo inoltre la Palestra Informatica: l eccezionale iniziativa che ha avvicinato alcune centinaia di persone al mondo digitale e che è valsa al Centro Culturale una civica benemerenza per la propria attività. Ma veniamo all ultimo appuntamento: sabato 13 giugno il Centro Culturale della Cooperativa chiuderà l attività con un concerto che si terrà per il terzo anno nella bella corte d epoca di via Ornato 7, degnissima cornice a un evento nato in collaborazione con Il Clavicembalo Verde, nell ambito della Rassegna Musicale di Primavera Concerti in periferia.il Grande Concerto d Estate vedrà protagonista il Milano Music Quartet con violino, viola, violoncello e piano digitale in un programma tra i più accattivanti, che spazierà in più generi: musica classica, operistica, da film e ritmi jazz. Il concerto aperto ai soci e frequentatori del Centro Culturale della Cooperativa, al quartiere, alla città tutta, sarà l occasione per un augurio di buone vacanze e un arrivederci a settembre, con la ripresa di quella intensa attività che caratterizza il Centro Culturale. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria: 02/ entrata da via Hermada 14. La scuola di musica di Franco Mussida al Parco Nord Al Teatro della Coop. Il carnevale dei truffati al 15 al 27 giugno, al Teatro Ddella Cooperativa, Il carnevale dei truffati, di Piero Colaprico, collaborazione drammaturgica Renato Sarti, Bebo Storti, con Renato Sarti (nel ruolo di Giuseppe Pinelli), Bebo Storti (nel ruolo di Luigi Calabresi), in video Paolo Rossi (nel ruolo di Dio), regia Renato Sarti, scene e costumi Carlo Sala. Su una collina misteriosa, nell aldilà, litigando, discutendo, cercandosi, salgono due persone: il commissario Calabresi e l anarchico Pinelli. I due sono fisicamente soli, ma intorno a loro si levano le voci, ora amare, ora rassegnate, di altre vittime di terrorismo e stragi. Anche dal cielo proviene una voce; è quella di un dio, ironico ma giusto, indignato ma costruttivo, che compare sulla scena per rimandarli per un breve periodo sulla terra, oggi, a Milano. Incontreremo di nuovo questa strana coppia sulla stessa collina mentre, in cammino, si racconta quanto appreso dalla straordinaria esperienza vissuta; ci saranno accenni alle torri gemelle, alla primavera araba, ma soprattutto all Italia di Silvio Berlusconi, con riflessioni tragicomiche su chi eravamo e su come sia stato possibile arrivare dove siamo. Renato Sarti e Bebo Storti si sono appassionati a questo testo, nato dall intelligente penna di Piero Colaprico, inviato speciale per La Repubblica, autore di saggi e romanzi, che per il teatro ha già scritto il fortunato Qui città di M. Al Mic i film fatti dai nostri ragazzi l Progetto Cinema a Scuola, a cura di Luigi Allori, presentato dal ICentro Culturale della Cooperativa e patrocinato dal CdZ 9, consiste in un laboratorio di Educazione all immagine per realizzare film in classe. Durante questo anno scolastico, tre classi delle Scuole Cassinis e Tommaseo, hanno realizzato due film, a testimonianza che questo lavoro è possibile purché ci sia l impegno a lavorare in squadra. Le classi sono la III E della Cassinis (prof.ssa Cinzia Cirillo) e la III D e la II A della Tommaseo (prof. Roberto Carlucci). I film sono stati proiettati al Mic l 8 giugno, alla presenza dei ragazzi che li hanno realizzati, i loro insegnanti e i loro familiari. La III E ha realizzato un film dal titolo I Social. Si tratta di una messa in scena di episodi in cui è possibile riflettere sui lati positivi e negativi dell utilizzo dei Social, che in alcuni casi può diventare pericoloso, mentre altre volte può essere utilizzato a scopo aggregativo. La prof.ssa Cirillo sostiene che i ragazzi non hanno incontrato difficoltà poiché a scuola sono dotati di apparecchiature idonee per le riprese e sono stati coadiuvati dal prof. Sacco, docente di Scienze Motorie, sempre disponibile ad aiutare i ragazzi per il montaggio delle scene, esperto nell uso dei mezzi multimediali ma soprattutto innamorato del linguaggio cinematografico. Le difficoltà non sono mancate in realtà, dice la prof.ssa Cirillo, perché la realizzazione di un film richiede un lavoro di squadra e il lavoro di squadra richiede più energia, più autodisciplina, più autoregolamentazione rispetto al lavoro individuale. Inoltre, trattandosi di un attività sperimentale che stimola la creatività e accende la fantasia, a volte è risultato faticoso organizzarla e strutturarla, ma con tanto impegno si è arrivati al risultato. Tutti i ragazzi della classe sono stati coinvolti sia nella fase preparatoria della stesura della sceneggiatura e dello story board, sia in quella successiva della interpretazione dei diversi ruoli. I ragazzi hanno appreso subito bene la proposta di realizzazione del cortometraggio, hanno scelto il tema volontariamente e presto si sono impegnati nella scrittura della sceneggiatura e nelle riprese. L'altro film, quello realizzato dalla II A e III D della Scuola Tommaseo, si intitola La Confraternita Gamma. Si tratta di un giallo, ben architettato e girato con cura. La realizzazione è stata utile per spronare la fantasia di ognuno e per imparare una disciplina nuova ed interessante, soprattutto perché i ragazzi si sono impegnati divertendosi. È stato bello e interessante, dice il prof. Carlucci, vedere i ragazzi coinvolti in questo lavoro di squadra poiché sono riusciti spontaneamente a dividersi i compiti. C era infatti il gruppo della regia e il gruppo della ripresa, ma si sono aiutati a vicenda e hanno colto situazioni utili in ogni dove ed è stato bello guidarli alla realizzazione di un cortometraggio. È risultato particolarmente interessante vedere utilizzare i cellulari, di solito usati quotidianamente per riprese poco importanti, con l occhio del regista per cogliere sfumature importanti e adatte alle nostre scene. È stato infine proiettato un terzo film, realizzato dagli studenti della Tommaseo, dal titolo Esami di Koscienza. Il referente per questo progetto è stato il prof. Carlucci, mentre la sceneggiatura è stata guidata dalla regista Cinzia Masòtina, collaboratrice del Mic. Si tratta della storia di un professore razzista che viene smascherato e punito. Questo progetto, ha perseguito l obiettivo di favorire l apprendimento, promuovendo attività e iniziative anti-dispersione scolastica, per fare acquisire capacità di scrittura creativa e favorire la creazione di un gruppo di lavoro responsabile. (Antonella Gattuso) La macchina da presa in azione Dall 11 al 27 giugno, presso il Mic (Museo Interattivo del Cinema) presenta Pellicole dall Archivio dei film, una serie di appuntamenti per rivivere nel più classico dei formati tutta la magia dei grandi capolavori del cinema. In occasione del 120 anniversario della settima arte, questo mese la Cineteca ha scelto tre titoli che si servono della macchina da presa per raccontare il cinema stesso, in una sorta di meta-viaggio alla scoperta di ciò che accade davanti e dietro lo schermo: Il proiezionista (1991) di Andrej Kon alovskij, La valigia dei sogni (1953) di Luigi Comencini, e infine appuntamento con Buster Keaton e il suo La palla n. 13 (1924). enerdì 29 maggio, al tempio sulla collinetta del Parco Nord, si è Vtenuto un concerto organizzato dal Cpm, la scuola di musica di Rolling Stones day al Piccolo Conservatorio Rolling Stones hanno festeggiato 52 anni di carriera, e 50 anni fa Iusciva il loro disco "Satisfaction": un traguardo invidiabile per uno dei più grandi gruppi musicali del mondo. Sabato 20 giugno, presso l Ass. Onlus Fabbrica dell'esperienza (Piazza San Giuseppe 12, Bicocca) il maestro Alex Schiavi fa omaggio a tutti i partecipanti di manifesti e locandine dei Rolling Stones. Info: Franco Mussida, da Zona Nove premiato un paio di anni fa con lo Zonino d'oro. Sul palco si è alternata una serie di band e musicisti. Corsi estivi di musica Sono aperte le frequenze ai Corsi musicali del Piccolo Conservatorio. Corsi che vanno dalla fine di giugno alla metà di settembre. I corsi musicali sono: chitarra acustica, chitarra elettrica, basso elettrico, scuola di teoria musicale di Musica Araba, e corso musicale di chitarra moderna con il Metodo Slonimsky. I Corsi avranno luogo presso l'associazione onlus Fabbrica dell'esperienza, sita in piazza San Giuseppe 12. ONA NOVE 8

9 Per la vostra pubblicità su questo giornale telefonate a Flaviano Sandonà Tel/Fax/Segr. 02/ Cell GIUGNO 2015 Anno 7 - n. 75 ONA NOVE GIORNALE DI NIGUARDA - CA GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA Redazione: via Val Maira 4 (Mi), tel./fax 02/ Supplemento di Zona Nove Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 648 del febbraio Editore: Associazione Amici di Zona Nove, via Val Maira 4, Milano - Stampa: Litosud s.r.l. via A. Moro, 2, Pessano con Bornago (Mi). Per la vostra pubblicità su questo giornale telefonate a Flaviano Sandonà Tel/Fax/Segr. 02/ Cell Direttore: Luigi Allori. Redazione di Zona Nove : Giovanni Beduschi (vignettista), Andrea Bina, Roberto Braghiroli, Ortensia Bugliaro, Valeria Casarotti, Diego Attilio Cherri, Teresa Garofalo, Sergio Ghittoni, Antonella Loconsolo, Lorenzo Meyer, Grazia Morelli, Sandra Saita, Maria Volpari. Redazione del supplemento Isola: Sergio Ghittoni (responsabile), Primo Carpi, Gilda Ciaruffoli, Diana Comari, Roberto Lana, Penelope Dixon Giaouris, Angelo Longhi, Maria Antonia Vetti. Collaboratori: Silvia Benna Rolandi, Don Giuseppe Buraglio, Augusto Cominazzini, Ivan Crippa, Celestino De Brasi, Simona Fais, Luigi Ghezzi, Lorenzo Gomiero, Anna Maria Indino, Monica Landro, Angelo Longhi, Luigi Luce, Sergio Maestri, Valeria Malvicini, Giorgio Meliesi, Sabrina Orrico, Antonio Pizzinato, Laura Quattrini, Mira Redaelli, Mauro Raimondi, Margherita Rampoldi Meyer, Diana Roca, Caterina Sinisi, Gero Urso, Luigi Venturini, Renato Vercesi, Roberto Vettorello, Norman Zoia. Impaginazione: Roberto Sala (tel ). Bella Milano, bella l Isola. E dopo le pulizie, i murales, quelli veri i è tornato a pulire per le strade della città. Dopo il succes- della manifestazione Nessuno tocchi Milano cui hanno Sso partecipato 20mila persone per cancellare i segni del passaggio delle tute nere durante la marcia dei No Expo, il Comune ha chiamato ancora a raccolta i cittadini. Un nuovo appello alla mobilitazione è partito da Palazzo Marino per il fine settimana del 16 maggio scorso. Obiettivo: prendersi cura della città con una due giorni di pulizie in tutti i quartieri del capoluogo. La chiamata di Bella Milano, questo il titolo dell iniziativa, è stata rivolta da una parte a singoli, comitati e associazioni per mobilitarsi con lo spirito civico a tutela del bene comune, dall altra alle imprese affinché aiutino il Comune a fornire ai cittadini i materiali necessari alla realizzazione di questa iniziativa. Anche il distretto Isola ha aderito e sabato le Associazioni dei Commercianti dell Isola (Isola Garibaldi, Isola Revel, Farini Isola) si sono date appuntamento dalle 10 alle 12 al Mercato Comunale di Piazzale Lagosta. Forse non era precisamente una ressa quella che si è impegnata a ripulire i muri del Mercato comunale, ma insomma, i risultati si sono visti. Siamo andati a congratularci con i protagonisti della battaglia e abbiamo capito subito che la cosa invece è solo agli inizi. Uno spazio pulito è un vero invito per i graffitari incalliti che infestano la città ci hanno detto sconsolati. Ci sono quindi trattative in corso tra commercianti e Consiglio di Zona per scavalcare a sinistra gli impuniti dell imbratto e far ricoprire in tondo in tondo il Mercato Comunale con dei murales doc. L Isola guarda e si interroga, sconsolata anch essa. Quante altre giornate di pulizia popolare dovremo organizzare per ripulire un poco il nostro quartiere? (Primo Carpi) Cavalcavia e Centro Civico all ultimo sprint Sabato 27 giugno si terrà un ultimo incontro dei responsabili tecnici con il quartiere per definire i dettagli dei due progetti. portavoce della cabina di regia dei progetti partecipati ICavalcavia Bussa e Centro Civico si sono incontrati a fine mese scorso con i tecnici del Comune e i progettisti vincitori dei due relativi concorsi internazionali. Si è deciso di dare luogo ad un ulteriore passaggio partecipativo allargato, il planning for real, per entrare nei dettagli funzionali delle due opere pubbliche, per migliorarne le prestazioni e chiarire gli ultimi aspetti dubbi. Questo avverrà sabato 27 giugno, dalle 11 alle 19, nel giardino condiviso di Isola Pepe Verde. In tale incontro tra tutti gli abitanti del quartiere ed i progettisti, saranno ancora una volta illustrati i siti dove le opere saranno realizzate e saranno presentati i progetti con tavole esplicative, fotomontaggi, plastici realizzati allo scopo di facilitarne la comprensione. Perché in questo consiste appunto, in sostanza, il planning for real. Ancora una volta, quindi, sarà possibile avanzare, da parte di chi parteciperà a questo incontro, idee e proposte prima dell avvio della progettazione definitiva. Due momenti conclusivi, uno per ogni opera, faranno infine sintesi di quanto emerso nel corso della giornata. Dopo questo ultimo, fiducioso, ricorso all attenzione del quartiere, partirà la messa a punto del progetto definitivo da consegnare per fine anno. Per metà 2016 è previsto il seguito degli iter amministrativi cui seguirà l appalto e l inizio dei lavori ad inizio Discorso a parte sarà costituito dalla discussione sulle modalità di gestione dei due progetti una volta realizzati. Modalità di governo delle due realtà, ruoli pubblici e privati nella programmazione dei loro contenuti, loro reale autosostenibilità economica Si tratta, in fondo, dell aspetto che più si presterà al confronto pubblico nei prossimi mesi. PRIMA Il rasoio Ligresti nascosto a metà l rasoio, come è stato soprannominato il palazzone di 14 Ipiani di Ligresti, oramai da anni abbandonato incompleto ai bordi dello slargo dove sono sorti anche il Bosco Verticale e la Casa della Memoria, è stato sottoposto ad una sobria operazione di camouflage nella sua facciata rivolta verso vero il parco. Rimasto invece ben evidente nella sua scheletratura incompiuta per chi proviene da via Volturno. Nato per essere il Palazzo della Milano Assicurazioni e progettato da Valentino Benati e Federico Colletta, destinato prevalentemente a funzioni terziarie, si trova tra le vie De Castillia e Confalonieri. È composto da due volumi, uno alto di 14 piani, massiccio e caratterizzato da una lunga balconatura continua con chiusura a doppio vetrata a risparmio energetico, e DAVANTI (foto di Roberto Lana) DOPO Accadde, accadrà all Isola da un corpo basso allineato a via Confalonieri. Era previsto anche un piano con piscina, palestra e spazi collettivi oltre a i parcheggi. Alla vigilia di Expo e inaugurazione della Casa della Memoria si era persin parlato di un suo radicale abbattimento. Si erano poi ipotizzate soluzioni di ingabbiatura luminosa ad alto effetto visivo e cromatico. Si è optato infine per una soluzione intermedia. Un gigantesco pannello blu, a coprire un solo lato del complesso, grande quanto tutta la sua facciata, con alla base motivi geometrici bianchi che richiamano una città di edifici stilizzati, su cui campeggia, in campo chiaro il logo del Gruppo Unipol - Progetti immobiliari per la Milano che vive il futuro. Niente dinamite quindi. In attesa che il gruppo assicurativo che ha rilevato l edificio, decida del suo futuro. DIETRO 20 aprile scorso - Nuova Stecca : presentazione a cura del Cdz 9 del Piano di emergenza comunale di protezione civile per il rischio esondazione con particolare riferimento al quartiere Isola. Presenti l Assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale Marco Granelli, l Assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran, il Vicepresidente del CdZ 9 Antonella Loconsolo, i tecnici della protezione civile del Comune di Milano. Nella prima parte della serata la presentazione del piano da parte dell Assessore Granelli. Il Comune ha recepito la delibera del CdZ 9 in cui si chiedevano alcune modifiche al piano di emergenza Comunale 2012 relativo a rischio idrogeologico, neve, sismico, incidente rilevante, e lo ha integrato con un potenziamento del piano di allerta, un monitoraggio più accurato dei livelli idrometrici e dei fenomeni meteorologici, un potenziamento della comunicazione e della attivazione dei cittadini, un potenziamento delle azioni preventive, un potenziamento della fase di pulizia strade e quartieri post-esondazione. A sua volta il potenziamento delle azioni preventive è volto a diminuire la quantità di acqua nel tratto tombinato del Seveso durante le fasi di allerta, ad aumentare la quantità di acqua assorbita dalla rete fognaria durante l esondazione, a sostenere le azioni di difesa dall esondazione messe in atto da cittadini e attività commerciali/imprenditoriali. Nello specifico, a livello di quartiere, sarà attivato un sistema di allerta sms al quale ogni cittadino potrà iscriversi; verrà distribuito un vademecum predisposto da Comune e Protezione Civile, con alcune direttive da seguire nelle varie fasi dell emergenza; dopo quello per gli esercizio commerciali, verrà pubblicato un altro bando per i condomini provati, finalizzato alla installazione di paratie protettive; verranno installate griglie in alcuni punti specifici grazie alle quali un quantitativo maggiore di acqua potrà defluire nella rete fognaria; sono state raddoppiate le squadre di Metropolitana Milanese che procederanno all apertura dei tombini, affiancate da due ulteriori squadre della protezione civile con lo stesso compito; si stanno contattando i parroci per utilizzare le campane delle parrocchie come ulteriore preavviso di esondazione, unitamente alle auto della polizia locale già presenti da qualche mese fin dalla fase di pre allerta. L assessore Maran ha parlato di un più ampio Piano Idrico Comunale (di medio corso) nel quale accogliere i tanto auspicati scenari di trasformazione virtuosa del territorio. Depuratori, invarianza idrica, separazione delle acque sporche da quelle pulite, destinazione di quantità crescenti delle acque piovane alla dispersione sul terreno. Promessa inoltre una accelerazione nelle procedure di controllo ed accoglimento delle richieste di contributi per i danni provocati dalle esondazioni di novembre. L ampio dibattito che ne è seguito, oltre ad esprimere la più accorata speranza che non si ripeta più il la famigerata notte del 15 novembre scorso, ha estesamente apprezzato la presenza attiva degli Assessori, ed ha avanzato alcune proposte concrete. Come la protezione prioritaria delle centraline elettriche che quando saltano, oltre al disagio per gli utenti provocano la messa fuori uso delle pompe idrovore eventualmente in azione. E poi un piano più dettagliato per il reperimento e la distribuzione di sacchetti di sabbia e paratie mobili per griglie e tombini aperti. E poi, ancora, il rischio di non adozione di adeguate misure protettive da parte degli amministratori di condomini. Presenti, naturalmente, anche le voci delle diverse posizioni che si confrontano in CdZ 9 e sul territorio. E che hanno parlato di promesse già fatte e rimaste poi lettera morta, di critica ad un piano antiesondazione troppo appiattito sul solo scavo delle vasche di laminazione, di mancanza di un piano di prove di emergenza. (Primo Carpi) ONA NOVE 9

10 NOTIZIARIO CULTURALE Expo 1906: Milano per la prima volta alla ribalta con innumerevoli eventi di portata mondiale All Università Bicocca una mostra e un libro raccontano attraverso fotografie inedite l ingresso della nostra Italia nella modernità. entodieci anni fa, da aprile a novembre 1906, CMilano fu travolta da una valanga di turisti, più di 5 milioni di persone, una cifra astronomica per l epoca, attratte da un evento di portata mondiale, l Esposizione Internazionale dedicata ai trasporti e alle innovazioni tecnologiche. Fu l occasione prestigiosa per celebrare l apertura del tunnel del Sempione da poco inaugurato, la galleria ferroviaria più lunga del mondo che collega il nostro paese con la Svizzera. All eccezionale Esposizione parteciparono ben 40 nazioni di tutto il mondo di allora, dalla Cina all America Latina, dall Austria al Canada, dal Belgio alla Russia. Padiglioni, edifici e tantissimi chioschi furono quindi allestiti per ospitare i 35 mila espositori. Due le aree prescelte, la piazza d Armi del Castello Sforzesco e il parco Sempione, collegate da una stupefacente ferrovia elettrica sopraelevata. Nasceva così nella città meneghina una nuova città, fragile, fugace, provvisoria e fuggevole di cui oggi rimane come testimonianza solo l Acquario Civico, lo splendido edificio in stile Liberty, il nuovo stile che allora furoreggiava in tutta Europa. A questa città provvisoria, alla vita e agli avvenimenti che l animarono durante i mesi dell Esposizione del 1906 è dedicata Città effimera una mostra ideata e organizzata dall Università Bicocca in collaborazione con la Fondazione Silvio Tronchetti Provera, visitabile presso gli Spazi Espositivi del Cluster Isole, Mare e Cibo dell Expo Milano Una mostra estremamente interessante non solo perché riesce ad immergerci nella lontana atmosfera di quel tempo ma anche perché offre immagini non ufficiali, mai viste prima. Valeria Casarotti-Teresa Garofalo Expo 2015: oltre 700 iniziative nelle Biblioteche Anche in zona 9 il Sistema Bibliotecario di Milano contribuisce alle proposte culturali cittadine. l Sistema Bibliotecario di Milano Ipresenta il vasto e articolato progetto Expo in città Durante l intero periodo dell esposizione universale, sono previste nelle biblioteche comunali quasi settecento iniziative per adulti e bambini, che saranno puntualmente indicate nel sito Come icona di questo vastissimo e multiforme calendario, che sta già raccogliendo i consensi di un pubblico eterogeneo, è stato adottato un albero, con evidente richiamo all Albero della vita, la struttura di legno e acciaio che indica il Padiglione Italia nell area di Expo. Ma il simbolo scelto ha anche un significato specifico: le radici rappresentano il radicamento delle biblioteche nel territorio, con servizi gratuiti e accessibili a tutti, mentre i rami simboleggiano le molteplici occasioni di incontro con la cultura proposte ai cittadini. Fra i molti eventi, ne segnaliamo alcuni per mostrare la varietà del programma. Una mostra da non perdere, considerando la spontaneità e l efficacia espressiva dei giovanissimi autori, sarà May Peace Prevail On Earth, che raccoglie disegni eseguiti da bambini di ogni nazionalità per rispondere a due grandi domande: Chi ha diritto alla pace? Come sarebbe il mondo se non esistessero le guerre?. Partecipando a questa esposizione le biblioteche rientreranno nel tour Ambasciatori di Pace, promosso da Peace Pals International Art Exhibition and Awards. Per restare nell ambito degli eventi dedicati ai ragazzi, ricordiamo La cucina delle storie. Tramite laboratori narrativi che si ispirano ai cluster di Expo (riso, cacao, caffè, frutta e legumi, spezie, cereali e tuberi, biomediterraneo, isole mare e cibo, zone aride), diciotto biblioteche si trasformano in ristoranti dove Fabrizio Ternelli Le foto raccolte sui 32 pannelli sono infatti immagini inedite, istantanee e reportage scovati negli archivi privati di due fotografi dilettanti milanesi, Leone Soldati e Vincenzo Conti, un medico e un futuro ingegnere che riuscirono a catturare gli angoli più suggestivi di quella città effimera : la Via del Cairo, una tipica strada della capitale egiziana, la carretta trainata da un bufalo che pubblicizzava un villaggio eritreo, il circo itinerante di Buffalo Bill, il ristorante cinese, il primo ad aprire a Milano, il Parco Aerostatico dove era esposto il primo dirigibile italiano, queste alcune delle bellissime foto in mostra. Immagini tutte tratte dal libro Città effimera. Arte, tecnologia, esotismo all Esposizione internazionale di Milano del 1906 edito da Gabriele Mazzotta e curato in collaborazione con l Università Bicocca. Un libro e una mostra che testimoniano la volontà e l audacia del nostro paese nel presentarsi senza paura sul palcoscenico mondiale e farsi riconoscere come una nazione propositiva e dinamica proiettata verso il nuovo secolo appena iniziato. Non è forse casuale che oggi, a distanza di 110 anni, con Expo 2015 Milano abbia raccolto nuovamente la scommessa decidendo coraggiosamente di lanciarsi in questa ardua sfida. Da luglio la mostra sarà visitabile presso la sede centrale dell Università Bicocca per essere poi trasferita al polo di Monza dell Ateneo, in via Cadore, e successivamente alla Villa Di Breme Forno a Cinisello Balsamo. Info: o squadre di piccoli cucinieri cercano gli ingredienti giusti - libri, scenografie, musiche e altro - per elaborare testi da mettere in scena. Quando tutte le squadre avranno terminato la preparazione di piatti e menù, i racconti cucinati verranno presentati con festosi ritrovi conclusivi. Un altra iniziativa per i ragazzi e per i loro genitori è Il gusto giusto, una serie di incontri sui corretti comportamenti da seguire nell alimentazione. Agli adulti sarà possibile Ridere di gusto in biblioteca, ma anche riflettere su sprechi e frodi alimentari, con divertenti reading teatrali dedicati alle abitudini degli italiani a tavola. I più dinamici amanti di Milano potranno rivisitare la città attraverso gli sguardi degli scrittori del passato che l hanno raccontata nelle loro pagine. Saranno infatti organizzate autentiche Passeggiate letterarie per le vie del centro storico con la guida di un esperto. Mangiare con gli occhi, leggere con le papille è una singolare gara tra i gruppi di lettura delle biblioteche, impegnati a sfidarsi nella ricerca di brani letterari che possano accompagnare e interpretare una selezione delle opere presenti nella mostra Arts & Foods, esposta alla Triennale di Milano. Dal 22 al 25 ottobre il Sistema Bibibliotecario parteciperà alla quarta edizione di BookCity Milano - l ormai nota festa del libro e della lettura - con BookCity young, un variegato calendario di iniziative per i giovani. Ma questi sono solo pochi esempi del programma dedicato Expo in città Il resto si può scoprire direttamente nelle biblioteche, dove - in linea con lo slogan del progetto ( Nutrire il pianeta con la cultura ) - si trovano i migliori cibi per la mente, tra svariate iniziative e migliaia di libri. Leonardo Parendella Diario di un niguardese d adozione Angelo Longhi roseguono dopo la fe- del 24 aprile le ini- Psta ziative dell Anpi di Niguarda per il 70 anniversario della Liberazione (e ci scusiamo per non essere riusciti per mancanza di spazio a celebrare degnamente l imponente manifestazione del 24 aprile sera a Niguarda). È di poche settimane fa la pubblicazione di A qualunque costo. Dagli scioperi operai alla Resistenza armata. Vita di francesco Rigoldi, un volume edito a cura della sezione Anpi Martiri niguardesi, che racconta l importanza che assunse ai fini della Liberazione del Paese il comportamento degli operai dei nostri quartieri e delle fabbriche del triangolo industriale (Mi-To-Ge). E pochi giorni fa, stimolato da Antonio Masi che sta preparando l uscita dell ultimo suo lavoro Testimoni della memoria, Leonardo Parendella ha regalato all Anpi di Niguarda un memoriale dei suoi anni giovanili, passati lavorando in Pirelli come fattorino, ricordi che riescono più di tanti saggi storici a dare un idea di cosa fossero quegli anni per i nostri padri. Naturalmente per ragioni di spazio non possiamo pubblicarlo integralmente, ma chi fosse interessato ad averne la versione integrale può richiederla scrivendoci alla mail dell Anpi di Niguarda (vedi sopra). Leonardo entra in Pirelli a 14 anni (allora si usava così per i figli del popolo), assunto in Viale Sarca 204 come fattorino 6 giorni prima della seduta del Gran Consiglio del fascismo che di fatto destituisce Benito Mussolini. Assiste in fabbrica all esplosione di gioia dei lavoratori, a un sacco di spintoni, molti cazzotti e qualche pedata... con cui si sanzionaro i fascisti convinti. E ci fu anche un fucilato, il capo dell Ufficio del Personale Impiegati, che si disse era stato giudicato dal Cln in quanto alto gerarca fascista resosi colpevole di gravi fatti ai danni dei lavoratori antifascisti. È un posto di osservazione privilegiato il suo e nonostante la giovanissima età osserva tutto quello che gli capita intorno: gli scioperi, l 8 settembre, i bombardamenti aerei, l arrivo dei tedeschi, il generale Zimmermann che, fatte riunire le maestranze nel cortile interno, le minaccia di ritorsioni se non riprendono immediatamente il lavoro... rimanendo da solo perchè tutti lasciano la fabbrica e tornano a casa. E poi la repressione contro gli antifascisti e specialmente i lavoratori del Pci. come Eraldo Soncini e Libero Temolo fucilati come esempio per tutti i ribelli il 10 agosto 1944 in Piazzale Loreto. Lo stesso luogo dove i partigiani portarono i cadaveri del Duce e dei principali gerarchi fascisti dopo averli giustiziati a Dongo mentre scappavano mischiati alla truppa tedesca in fuga. Finisce così la vicenda terrena di Benito Mussolini iniziata al grido se avanzo seguitemi se indietreggio uccidetemi e conclusa travestito da soldato della wehrmacht, con un elmetto in testa, mescolato alla truppa tedesca in fuga... mentre cercava inutilmente di sottrarsi alla collera degli italiani che lo cercavano per la resa dei conti, dopo che aveva portato l Italia ad aggredire paesi amici da sempre, e aver condotto la nazione alla distruzione in una guerra suicida e sbagliata. Con l auspicio dell Anpi che le memorie di Leonardo e di quelli che come lui vissero quell epoca, ci aiutino a tenere sempre presenti i rischi che correremmo oggi se si seguissero i consigli di qualche politico che sembra perseguire il ritorno al razzismo italico, alla politica gestita con la pancia e al ricorso di slogan ad effetto (le ruspe, bruciare i campi rom, libertà di armarsi ecc.) contro facili capri espiatori, una politica che in Italia sembra che paghi elettoralmente sempre di più. Perché come diceva A. Bloch, un buon capro espiatorio vale quasi quanto una soluzione. Il giovane grafico Massimiliano Masa Ovvero l acquarello dell Immediatezza Roberta Coccoli el cuore dell Isola, in Via Borsieri 12, presso Nil Laboratorio di Cromografia del pittore Claudio Jaccarino, collabora Massimiliano Masa, un giovane grafico con la passione per la pittura. Ci mostra qualcuno dei suoi dipinti, sopratutto acquarelli. Perchè l acquarello? L acquarello è immediato, ci spiega. Con questa tecnica il pittore non può avere il controllo di tutto, anche perché l acqua ha un ruolo fondamentale nel dipinto ad acquarello, e quindi ne esce un risultato quasi inaspettato. Poi ci sono la temperatura, il tipo di carta, e poi appunto la quantità di acqua usata: tutto concorre a fornire un impronta a sorpresa. E questa sorpresa mi sembra più stimolante, perché introduce variabili imprevedibili, inoltre è una tecnica veloce, immediata, portatile, che non richiede tanto materiale, e permette di andare in giro a disegnare. A volte uso anche altre tecniche, magari la matita, sopratutto per situazioni più descrittive, oppure uso anche tecniche particolari come l acrilico su vetro; ma con l acquarello si coglie l istante, l immediatezza. Sfogliamo i suoi taccuini di disegno itinerante, piccole riviste colorate che raccolgono le opere degli allievi e dei docenti del Laboratorio di Cromografia, in una sorta di fumetto con descrizioni e piccoli dialoghi: è un modo molto originale di diffondere la pittura e il disegno! E allora ci spiega: Mi è venuto in mente di creare queste piccole riviste in occasione dei viaggi organizzati dal laboratorio per gli eventi della pittura dal vero. Per esempio siamo stati a Venezia, e il compito era proprio quello di descrivere con il disegno quello che vedevamo: ho trovato difficilissimo disegnare i canali di Venezia perché ho dovuto essere più descrittivo, ed inoltre il colore del cielo e le tinte dell acqua prevedono che tu sappia descrivere con diversi pennelli. Ma anche nei suoi taccuini, il tratto di Massimiliano Masa è ben riconoscibile, e ben si differenzia da quello di altri artisti della rivista: la mano è più precisa, più descrittiva, il segno meno abbozzato e più pulito, la prospettiva quasi sempre presente: Cerco sempre la magia che fa il segno, e forse un pò meno l emozione: se il mio disegno è somigliante, ho trovato le parole giuste. È per questo che mi interessano anche i ritratti, perchè il volto umano è la cosa che ci parla di più, e mi piace anche il disegno dal vero con la modella, che facciamo al Laboratorio di Cromografia: da quelle giornate sono nate altre piccole riviste, I diari dal vero, in cui i disegni si mischiano alle parole delle persone che seguono il corso. Così nasce il diario, dove i testi si uniscono ai segni, in un vero e proprio dialogo. Poi in molti casi con le modelle si creano affinità personali, che diventano parte del disegno. Un dialogo che si dipana sulla carta fra acquarelli ed emozioni. Massimilano Masa esporrà una mostra personale al Bar Sciapò di Via Borsieri 34 dal 10 giugno fino a fine mese. Infi: Laboratorio di Cromografia di Via Borsieri 12. ONA NOVE 10

11 SCUOLA IN ONA Poesiàmoci in Zona poeti in erba! i è svolta, sabato 23 maggio, la Cerimonia di Premiazione della SQuarta Edizione del Concorso Poesiàmoci in Zona Nove. Il Concorso era stato indetto, con il patrocinio del Consiglio di Zona, a novembre 2014 dal Centro Culturale della Cooperativa, in collaborazione con Zona Nove. Ha coinvolto i bambini del IV e V anno della Scuola Primaria (Sezione A) e i ragazzi del I, II e III anno della Scuola Secondaria di I grado (Sezione B). Le poesie partecipanti sono state 258 e le classi concorrenti, quattordici. Le scuole partecipanti sono state sette: Primarie G. B. Pirelli e Vittorio Locchi; Secondarie di I Grado Cassinis, Falcone e Borsellino, Gandhi, Rodari, Saba. Alla Cerimonia erano presenti numerosi bambini e ragazzi, insieme ai loro insegnanti e ai loro genitori. La premiazione si è svolta alla presenza della giuria, che ringraziamo anche quest anno per il proprio sostegno, composta dal presidente del Premio Luigi Allori; dal presidente della Giuria, poetessa Serena Siniscalco; dal responsabile del Centro Culturale, sig.ra Maria Piera Bremmi; dalla poetessa Ortensia Bugliaro; dalla coordinatrice Antonietta Gattuso e dalla poetessa Sandra Sàita. Ringraziamo ancora la presidente del CdZ 9, che non essendo potuta intervenire alla cerimonia per un impegno, ha inviato un bel messaggio; la presidente della Commissione Educazione Antonella Loconsolo; la Presidente della Commissione Cultura Vanessa Senesi. La Giuria ha conferito il primo premio per la sezione A (Scuola Primaria), all'alunno Alberto Picco della classe VC della Scuola Vittorio Locchi, per la poesia Insieme ; il secondo posto ex aequo alle alunne Giorgia Lanotte della classe VC della Scuola Vittorio Locchi per la poesia Il bosco e Martina Laviola della classe VA della Scuola G. B. Pirelli per la poesia I campi ; il terzo posto è andato all'alunno Luca Bertinato della classe VB della Scuola Vittorio Locchi per la poesia Chi sono io?. Per la Sezione B (Scuola Secondaria di I grado), il primo posto è stato conferito a Moreno Bussola, per la poesia Se potessi... della II C della Scuola Rodari; il secondo posto a Yu Qiu Alessio, per la poesia Senza titolo della II A della Scuola Gandhi; il terzo posto ex aequo a Francesca Castegnetti della IA della Scuola Cassinis per la poesia Il mare e a Isabella Guerrini, per la poesia Infanzia della III C della Scuola Rodari. Inoltre sono state conferite Partecipazioni di Merito e Menzioni Speciali della Giuria, agli alunni e alle classi di ogni Sezione. Govone-Pavoni: successo all Olimpiade della Danza G rande successo delle ragazze della scuola media Govone-Pavoni alla undicesima Olimpiade della Danza per la scuola: prime classificate fra le 22 scuole partecipanti. a Milano e quarte nella finale nazionale svoltasi al palazzetto dello sport di Bologna ex aequo con altre compagini rappresentative di tutte le scuole dell Alta Italia. Le ragazze ringraziano la signora Preside per l impegno e la costante presenza, la prof.ssa Vecchioni e il coreografo. a cura di Antonietta Gattuso Russell: i vincitori del Concorso Letterario e Artistico i è svolta sabato 6 giugno la premiazione del Concorso SLetterario e Artistico per gli studenti del Liceo Bertrand Russell. I temi erano tre: 1) Expo nutrire il Paese, energia per la vita; 2) Reinterpretazione delle frasi celebri di Russell e libera fantasia alla creatività; 3) Carpe Diem (cogli l'attimo). Il primo classificato per ogni sezione ha ricevuto un buono acquisto da 120 euro, il secondo da 80, il terzo da 50. Per il Concorso Letterario il primo posto è stato conferito a Sofia Lipoli IC per il racconto "Un secondo, un occasione"; secondo a Eleonora Carlo Poerio: rinasce la mitica Pianellata l 17 maggio scorso i genitori dell Associazione della Scuola Primaria ICarlo Poerio, hanno riproposto un evento extrascolastico che, una trentina di anni fa, riempiva di persone le strade del nostro quartiere: La Pianellata 30 anni dopo! Pensiamo sia stato motivo di aggregazione e divertimento per tutta la nostra zona, e lo conferma la massiva partecipazione di bambini con genitori, nonni e amici. Max Pisu, testimonial della manifestazione, ha premiato i vincitori con un pizzico di ironia e regalando buon umore, Willy il Coyote, Spongibob, Minnie e Topolino non potevano mancare e hanno sfilato insieme ai bambini muniti di fischietti. L allegra combriccola, ha terminato poi la camminata alla Collina dei Ciliegi dove, ad aspettare, c erano musica e merenda per tutti. Arrivederci al prossimo anno sempre più numerosi! Franco VB per la poesia "La morte della sera"; terzo a Federica Puglisi IC per il racconto "Cibo per il pianeta". Per il Concorso Artistico il primo e il secondo posto sono stati conferiti a Marta Pelusi VB per le foto "Volo Fuggente" e "L'eternità in un secondo"; il terzo a Federica Colombo V dal titolo "Alba Fuggente". Il Premio Giuria Studenti è stato conferito a Martina Brambilla IA per la foto "Carpe Diem". Per il Concorso Artistico (video) il primo posto è stato conferito ad Annalaura Borrelli e Sara Santovito IIB per il video "La scuola ideale" Verga: i clarinetti stravincono a Tradate ragazzi del corso musicale di clarinetto della scuola media IVerga, di via Asturie, unitamente agli alunni del Liceo Statale Carlo Tenca, hanno partecipato al Concorso musicale città di Tradate per i giovani. Il duetto, composto da Asya Loparco e Giuseppe Baglieri (pianoforte), ha vinto la medaglia d oro e il quartetto, composto da Giacomo Bazzocchi, Vittoria Campaner, Alice Fabian e Edoardo Rovelli, la medaglia d argento. Nello splendido scenario dell istituto Barbara Melzi, i nostri ragazzi hanno trovato il modo, fra 2800 partecipanti, di dar lustro alla nostra scuola. Complimenti a loro, per l impegno e la passione, e al loro maestro, Leonardo Schiavone, per la dedizione. Un, due, tre... stella! E l asilo c è Asilo nido e spazio gioco Un, due, tre Stella! L vuole essere uno spazio fisico ed emotivo che consente al bambino di fare esperienze che lo aiutino a crescere intellettualmente ed emotivamente stimolando il suo mondo interiore fatto di meraviglia e immaginazione. Uno spazio e un tempo nei quali i bimbi possono coltivare quotidianamente la loro natura osservando le cose che li circondano da vari punti di vista, sperimentando materiali, forme, luci e colori in un clima divertente ed affettuoso. Il nido, che si trova in una via silenziosa e riparata dal caos del traffico, pare una graziosa baita con uso esclusivo di uno spazio esterno. Nella sua programmazione didattica si avvale del progetto pedagogico Baby World, azienda leader nel settore con oltre 80 asili nido operativi su tutto il territorio nazionale. Manipolazione, giochi di movimento, travasi, pittura verticale e orizzontale, travestimenti, fiabe, drammatizzazioni e laboratori organizzati dalla titolare del nido, diplomata all Accademia di Belle Arti di Brera: sono alcune attività che i bambini possono praticare nel nido. Un, due, tre Stella! è un nido bilingue: è infatti operativo il progetto Play English per imparare l inglese giocando. L Asilo è aperto dal 1 settembre al 31 luglio. Orario: da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle Orari flessibili e la possibilità di tenere aperto l'asilo anche durante la prima settimana di agosto sono alcuni dei vantaggi che offriamo per venire incontro a particolari esigenze delle famiglie. Inoltre offriamo: Corso d inglese per bambini dai 3 agli 8anni Cenro estivo (luglio e 1 settimana di agosto) Organizzazione feste Baby sitter a domicilio. Un, due, tre Stella! si trova a Milano in Via Bellerio, 2 telefono , P.I , e.mail: - ONA NOVE 11

12 SPORT IN ONA 9 DERBY a cura di Lorenzo Meyer e Mauro Raimondi Le sette finali bianconere prima di Berlino uando uscirà questo articolo già Q sapremo se la Juventus avrà vinto o perso la partita con il Barcellona. Comunque sia andata, noi abbiamo pensato che fosse doveroso dedicare la nostra rubrica alla squadra torinese e alle sue precedenti finali di Coppa dei Campioni, in modo da inserire l avvenimento che si è consumato il 6 giugno in un quadro più ampio. La prima volta bianconera fu il 30 maggio 1973, in netto ritardo rispetto a Milan e Inter che già potevano vantarsi di aver conquistato per ben due volte la massima competizione europea. Quella sera, nello stadio della Stella Rossa di Belgrado, gli juventini che avevamo appena vinto il campionato sorpassando i rossoneri all ultima giornata (la celebre, fatal Verona), si schierarono di fronte al mitico Ajax di Cruyff, Krol, Haan e Neeskens che già deteneva il titolo da due stagioni, avendo sconfitto il Panathinaikos nel 1971 e la Grande Inter alla sua ultima impresa nel Fu Rep, dopo solo 4 minuti, a decidere l incontro battendo Zoff, e a nulla valsero gli attacchi di fuoriclasse come Causio, Altafini, Anastasi, Bettega e pure Haller, subentrato a quest ultimo. Era una buona Juve, quella, ma forse inferiore alla sorella che dieci anni dopo, il 25 maggio 1983, giunse alla finale di Atene nettamente favorita rispetto all Amburgo. Ben sei, erano i giocatori che erano stati titolari irremovibili dell Italia Mundial del 1982 (Zoff, Gentile, Cabrini, Scirea, Tardelli, Rossi), e tutti si aspettavano una vittoria che avrebbe finalmente consacrato anche a livello continentale una Juventus accusata da qualcuno di vincere solo dentro i confini nazionali grazie a favoritismi arbitrali. Perciò, il tiraccio con cui Magath sorprese Dino Zoff dopo 9 fu da molti vissuto come un incidente di percorso, una piccola sofferenza prima della grande gioia. Invece, nei (molti) restanti minuti, i campioni bianconeri vagarono come imbambolati per il campo non riuscendo mai ad entrare in partita. Fu la classica giornata storta, che sfortunatamente capitò proprio in occasione della finalissima di Coppa. La delusione fu enorme, ma soltanto due anni dopo ben otto di quei giocatori (Cabrini, Bonini, Brio, Scirea, Boniek, Tardelli, Rossi e Platini) e lo stesso allenatore (Trapattoni) si schierarono sul campo dell Heysel di Bruxelles per prendersi la rivincita. Quella fu una sera di tutto tranne che di calcio, ed è impossibile anche solo accennare a quella tragedia in questo contesto. Di fatto, però, sugli annali della Coppa dei Campioni comparve per la prima volta il nome della Juventus che, chiusa l epoca del Trap, degli Scirea e dei Platini, dovette atten- dere il 22 maggio 1996 per ripresentarsi a una nuova finale. Sulla panchina dell Olimpico ora sedeva Marcello Lippi, e la sfida con l Ajax fu molto equilibrata: a Ravanelli rispose Litmanen, e l 1-1 rimase inchiodato fino al termine dei supplementari. Il trofeo si sarebbe assegnato con la lotteria dei rigori, e i bianconeri furono perfetti: per ben due volte, infatti, gli olandesi si fecero ammaliare da Peruzzi, mentre Ferrara, Pessotto, Padovano e Jugovic non fallirono i loro penalty. Finalmente, la Juventus aveva ottenuto una vittoria normale, e quel successo aprì pure un ciclo, visto che anche nei due anni seguenti la squadra raggiunse l ultimo atto della Coppa, uscendo però battuta sia nel 1997 con il Borussia Dormund (3-1) sia nel 1998 contro il Real Madrid (10). L ossatura, però, era molto robusta, e cinque anni più tardi alcuni protagonisti di quel trittico (Montero, Davids, Tacchinardi, gli immortali Ferrara, Conte, Del Piero) entrarono nell immortale Old Trafford di Manchester per affrontare il Milan nell unica finale tutta italiana della storia della Coppa dei Campioni/Champions. Anche in quel caso i bianconeri - sempre guidati da Lippi - erano favoriti, ma nemmeno stavolta riuscirono ad avere la meglio. La gara, molto tattica e con scarse emozioni, si concluse sullo 0-0, e così per la seconda volta nella storia della Juventus sarebbero stati i rigori a decidere. La prima volta era andata bene, stavolta andò male al termine di una sequenza da infarto, in cui l emozione giocò un brutto scherzo a molti, tanto che dopo sette tiri dal dischetto solo Serginho e Birindelli erano riusciti a segnare. L ottavo toccò a Nesta, che non fallì come Del Piero e Shevchenko. Il quale regalò la Coppa al Milan in una sorta di incredibile sogno realizzato, visto che i rossoneri avevano pure battuto l Inter in semifinale: il massimo, per un tifoso del Diavolo. Da quel 2003 molta acqua è passata sotto i ponti, e la Juventus ha attraversato molte traversie prima di raggiungere una nuova finale. A cui si è presentata con uno score piuttosto negativo, viste le cinque sconfitte su sette edizioni, soprattutto se confrontato con quello del Milan (7 vittorie su 11) e dell Inter (3 su 5). In campo, tuttavia, non vanno le statistiche, e la Juventus è una squadra molto solida, con una difesa di ferro e campioni che da soli possono decidere una partita. Inoltre, non avere i favori del pronostico rappresenta - come la Juve ben sa - una vantaggio psicologico, e in 90 può davvero succedere di tutto. Cosa, voi lo sapete già. FOTOREPORTER DI ONA ONA a cura di Lorenzo Meyer Ai Pulcini della Lombardina un altra meritata coppa el torneo organizzato in casa dalla propria società Asd N Lombardina, dopo essersi aggiudicati il primo posto nel loro girone in campionato a pari meriti con il Villa, il 9 maggio 2015 si sono aggiudicati il secondo posto, sconfitti in casa solo dalla Accademia Inter, vincendo tre partite su quattro. In allegato la foto del trofeo per il 2 posto e la foto della nuova squadra accompagnata dal Signor Angelo, ex allenatore, oggi responsabile coordinatore campo e logistica presso la Asd Lombardina affettuosamente soprannominato Nonno Angelo. Da parte dei genitori tutti, i complimenti ai nostri ragazzi. (Sabotti Luigi Pulcini Asd Lombardina) La 10 km di marcia nel Parco Nord 21 giugno l Atletica Libertas Sesto Asd di Sesto San Giovanni Isialorganizza la terza edizione de La 10 km del Parco Nord, gara competitiva (partenza ore 9) che non competitiva (partenza ore 9.10) cronometrata, entrambe sullo stesso tracciato (due giri di un percorso da 5 km). È possibile iscriversi on-line sul sito presso la sede dell Atletica Libertas in via Oriani 59 a Sesto San Giovanni (orari lunedìvenerdì ) oppure presso i punti vendita Maxi Sport. Chiusura iscrizioni: competitiva: entro giovedì 18 giugno o raggiunto il limite dei 600 iscritti; non competitiva: entro le ore 8.30 di domenica 21 giugno o raggiunto il limite dei 400 iscritti. BELLEZZA IN ONA a cura di Franco Bertoli a cura di Franco Massaro Fiori & Spine in Zona 9 (2) Attività continua nel verde del parco ul numero scorso abbiamo evidenziato quelli che consideriamo, S secondo il nostro parere, alcuni degli interventi positivi in Zona 9 dell amministrazione Pisapia. Non solo fiori dicevamo però. E quindi ecco le spine: nella classifica la prima riguarda il traffico costellato da mancati interventi ed errori marchiani. Strisce blu demenziali, sparizione del controllo da parte dei Vigili Urbani e chi più ne ha più ne metta. Immagine eloquente è la situazione perenne all incrocio Ponale/Testi (vedi foto 1). Al secondo posto sicuramente la tangenzialina Comasina-Sesto Marelli che potrebbe sconvolgere il traffico di Suzzani, Testi, Ponale e Bussero tramite Via del Regno Italico (vedi foto 2). Altra spina la Piscina Scarioni (vedi foto 3). Dopo tutto quanto dichiarato all inizio del mandato sulla rivoluzione di Milano Sport per una gestione più attenta degli impianti sportivi l unico risultato è stato l aumento del 50% delle tariffe e l abbandono, per quanto ci riguarda, della Piscina Scarioni ben sottolineato da Franco Tucci, presidente della Commissione Sport del CdZ 9, nell intervista apparsa sul numero di febbraio. Infine il problema del tram 31 (vedi foto 4) o meglio della impossibilità degli utenti della Bicocca e di fuori Milano a raggiungere facilmente l Ospedale Maggiore. Cosa costerebbe all Atm - e quindi al Comune - allungare il tragitto del tram fino al piazzale dell Ospedale evitando ai cittadini di prendere 3 mezzi (31+7 e 5)? di fine primavera sono senz altro i migliori per le attività alitemesi l aperto e nel nostro Parco non mancano gli animatori. Ci sono staconferenze sulla Natura con la presenza di esperti molto prepara ONA NOVE 12 ti, ci sono state uscite di gruppo per conoscere direttamente gli esseri che lo abitano, uccelli, insetti, tartarughe e rane, farfalle e coccinelle, con la soddisfazione di tutti i partecipanti. I giorni scorsi, guardando verso il teatro, si notavano due bellissime farfalle che danzavano sui trampoli, mentre era in corso lo spettacolo La musica siamo noi. Siamo saliti e ci siamo veramente divertiti ad ascoltare i giovani dei tre gruppi che si sono esibiti. Piacevoli le musiche scelte, ben eseguite dai suonatori e dai cantanti. Ci sono poi altre manifestazioni, come La festa degli orti, l inaugurazione della pista ciclistica appena rifatta, l apertura della nuova passerella su via Ornato. L elenco sarebbe lungo per cui mi limito ad invitare i frequentatori del Parco a leggere i programmi sui manifesti esposti in più luoghi. Per la vostra pubblicità su questo giornale telefonate a Flaviano Sandonà Tel/Fax/Segr. 02/ Cell

13 Arrivano etichette più chiare contro le allergie alimentari Obbligo di segnalazione anche per ristoranti, bar e mense. Monica Landro allo scorso dicembre è effettivo il nuovo D Regolamento 1169/2011 in vigore in tutti Paesi dell Unione Europea teso ad avere etichette più chiare e trasparenti sui prodotti alimentari al fine di aiutare le persone a difendersi dalle allergie alimentari. Questa novità non riguarda solo i prodotti presenti sugli scaffali dei supermercati, ma interessa anche ristoranti, mense e bar. Per tutti gli alimenti, compresi quelli sfusi, dovrà essere obbligatoriamente indicata la presenza di allergen i- o i loro derivati - tra gli ingredienti. La presenza di queste sostanze dovrà essere segnalata in maniera più chiara, utilizzando caratteri e accorgimenti grafici per rendere più facile la lettura delle etichette. L obbligo vale anche se la sostanza è presente in forma alterata e vale per tutti gli operatori del settore alimentare e si applica a tutti gli alimenti destinati al consumatore finale. Quindi imprese produttrici, ma anche ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie, mense, persino compagnie aeree e ferroviarie (se la tratta inizia in un paese Ue) dovranno attrezzarsi per dare queste informazioni al consumatore. La normativa precedente aveva messo in lista nera, con obbligo di segnalazione, 14 sostanze (e i loro derivati): i cereali che contengono glutine, cioè grano, segale, orzo, avena, farro, kamut o i loro ceppi ibridati e prodotti derivati, i crostacei, le uova, il pesce e prodotti a base di pesce (tranne alcuni preparati come le gelatine o le colle), le arachidi, la soia e prodotti a base di soia con alcune esclusioni, il latte e prodotti a base di latte (incluso il lattosio), la frutta a guscio (mandorle, nocciole e noci sono le più comuni), il sedano, la senape, i semi di sesamo e prodotti a base di semi di sesamo, l anidride solforosa e solfiti in concentrazioni superiori a 10mg per chilo o per litro, i lupini e i molluschi, ma le allergie alimentari sono in aumento nella popolazione e gli esperti sono tutti d accordo nel segnalarlo. Ciò risulta molto evidente soprattutto negli ultimi anni con un picco soprattutto per l età pediatrica, in particolare per quelle forme con manifestazioni gravi che possono portare allo shock anafilattico, una reazione importante da non sottovalutare che nei casi limite può essere addirittura letale e che può essere scongiurata solo con un iniezione tempestiva di adrenalina, grazie ai dispenser portatili. È utile ricordare che con esami approfonditi è più semplice identificare le sostanze incriminate e che l'allergene può essere comune a più cibi oppure addirittura si può essere allergici ad un alimento se lo si consuma cotto, ma magari se è crudo non si scatena nessuna reazione. Per questo è importante un percorso diagnostico approfondito che nel centro di allergologia di Niguarda si può affrontare. ONA NOVE 13

14 FILO DIRETTO CON LE ISTITUZIONI Finalmente la legge contro i reati ambientali. Ecco cosa cambia Franco Mirabelli (senatore della Repubblica del Pd) DAL SENATO DELLA REPUBBLICA opo quasi vent anni, nelle scor- settimane in Senato, abbia- Dse mo approvato definitivamente la legge che finalmente punisce i delitti contro l ambiente. La si attendeva da 18 anni. L assenza di una legge, che prevedesse le specifiche tipologie di reati ambientali, ha in questi anni consentito che i grandi disastri ambientali, di cui è stato vittima il nostro Paese, dai morti dell eternit di casale uccisi dall amianto a quelli della terra dei fuochi, non trovassero un colpevole e le giuste condanne. Oggi, con questa legge fortemente voluta dal PD e dal Governo e approvata da una maggioranza ampia e trasversale, si pone fine a questo scandalo. Insieme alla legge contro la corruzione, che aumenta le pene e gli strumenti di contrasto e prevenzione e reintroduce il falso in bilancio, quella sui reati ambientali dimostra, una volta ancora, la volontà di Governo e Parlamento di intervenire concretamente per combattere l illegalità nel nostro paese. La legge introduce, nel Codice Penale, il nuovo titolo 6-bis, dedicato appunto ai delitti contro l ambiente. In esso sono definiti nuovi reati: - quello di inquinamento ambientale, punito dai due ai sei anni e che colpisce chi, inquinando, provoca un deterioramento significativo e misurabile delle acque, dell aria o di porzioni significative di territorio; - quello di disastro ambientale, per cui sono previste pene dai 5 ai 15 anni e che si realizza quando si provoca un danno irreversibile all ecosistema, un alterazione la cui riparazione richiede costi altissimi o un danno alla salute pubblica. Come per l inquinamento ambientale la pena aumenta se i danni vengono prodotti in aree protette; - quello di traffico e abbandono di materiale ad alta radioattività che viene commesso da chi, abusivamente, cede, acquista, riceve, trasporta, abbandona o si disfa illegittimamente di tale materiale. Questa violazione è punita con la reclusione da due a sei anni e la multa da 10mila a 50mila euro, aumentata se dal fatto deriva il pericolo di compromissione delle acque o dell aria, o di porzioni estese o significative del suolo o del sottosuolo, nonché di un ecosistema e della biodiversità, ed aumentata fino alla metà in caso di pericolo per la vita o l incolumità delle persone; - quello di impedimento del controllo, punito con la reclusione da sei mesi a tre anni, che si realizza quando viene impedita, intralciata o elusa l attività di vigilanza e controllo ambientali. È evidente che un reato come questo non solo punisce chi inquina ma diventa un deterrente che renderà più rischioso, per chi lo fa, per esempio scaricare nei fiumi (pensiamo al nostro Seveso) sostanze nocive e rifiuti industriali non depurati; - infine quello di omessa bonifica che punisce con la reclusione da uno a quattro anni chiunque, essendovi obbligato per legge, dal giudice o da autorità pubblica, non provvede alla bonifica, al ripristino e al recupero dello stato dei luoghi inquinati. Sono poi previste circostanze aggravanti, con pene aumentate, per l associazione per delinquere diretta a commettere un delitto contro l ambiente e l associazione di tipo mafioso finalizzata a commettere delitto contro l ambiente. Qui ci si riferisce soprattutto ai reati legati al traffico e allo smaltimento di rifiuti che è ormai diventata una tra le principali attività della ndrangheta e della camorra. È, al contrario, previsto il ravvedimento operoso che consente riduzioni di pena per coloro che si adoperino per evitare che l attività delittuosa venga portata a conseguenze ulteriori o aiutino le autorità, o provvedano alla messa in sicurezza, bonifica e, ove possibile, al ripristino dello stato dei luoghi, prima dell apertura del dibattimento di primo grado. Infine va sottolineato il raddoppio dei termini di prescrizione per tutti i nuovi delitti contro l ambiente e l inserimento dell inquinamento ambientale, del disastro ambientale, del traffico ed abbandono di materiale ad alta radioattività, dell impedimento del controllo trai delitti per i quali la condanna comporta l incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione. È vero che non bastano le leggi per risolvere i problemi ma oggi il nostro Paese ha molti strumenti in più per difendere l ambiente e colpire chi danneggia l eco sistema e mette a repentaglio la salute dei cittadini. DALLA CAMERA DEI DEPUTATI L astensionismo, il Pd, i 5 Stelle, la Lega e Fi dopo le elezioni regionali Matteo Mauri (deputato del Pd) utti aspettavano le elezioni regio- per capire cosa sarebbe suc- Tnali cesso dopo. Come se fosse il Giudizio Universale: tu vai in Paradiso, tu all Inferno... E invece, come sempre, non è stato così. I segnali non sono mai univoci e facili da interpretare e le cose da dire sarebbero molte. Proviamo a metterne in fila qualcuna di quelle importanti. Innanzitutto il risultato di 5 Regioni a 2 a favore del Centrosinistra e del Pd è un risultato positivo. Non quello che speravamo, ma positivo. Quando governi a Roma e sei in piena crisi economica e sociale ottenere un risultato di questo tipo non è assolutamente scontato. E questo è reso evidente dal risultato del Movimento 5 stelle e da quello della Lega Nord. Risultati oltre le aspettative che premiano chi dà risposte alla crisi solo distruttive e populiste. Chi si chiama fuori da ogni responsabilità e usa solo slogan vuoti o chi gli slogan li usa per fomentare la rabbia, rafforzare le paure e conquistare così consensi facili. Invece il PD si è caricato sulle spalle il compito di portare l'italia fuori dalla crisi. Una cosa complicatissima. Ed essere la maggioranza in 15 regioni su 20 è una cosa da rivendicare ma è anche, e soprattutto, una responsabilità. Belle le vittorie nette dei nuovi candidati Pd in Puglia e Marche. Bene le riconferme in Toscana e Umbria. E se De Luca ha vinto in Campania nonostante tutte le polemiche e gli attacchi, allora vuol dire proprio che lì gli elettori non ne potevano veramente più del Centrodestra e hanno visto nel candidato del Pd un opportunità di riscatto. La sconfitta in Liguria è quella più dolorosa. Non per dimensioni, quella in Veneto nessuno l'aveva prevista così, ma perché lì prima eravamo maggioranza e per come è maturata. Abbiamo perso in modo secco. Inutile nasconderselo. Sicuramente una responsabilità forte ce l'ha chi ha rotto nel Pd. Pastorino, certa sinistra e un pezzo di Pd hanno volutamente creato le condizioni per la sconfitta. Era il loro obiettivo irresponsabile. Chi si divide perde, sempre. Si sa. Vale per il Centrosinistra e vale per il Centrodestra. Ma in Liguria la ragione della sconfitta non é solo questa. Errori importanti li ha commessi anche chi ha guidato tutto il percorso, a partire dalle primarie. In Liguria c'era una presunzione di vittoria a prescindere. Chi dà per scontato la vittoria sbaglia sempre. Come un po' di anni fa a Bologna, vi ricordate lo shock di Guazzaloca?! Serve un Pd che sia più partito e più comunità, pur nella chiarezza politica. Serve investire sul territorio. Serve non dare nulla per scontato. Serve un partito veramente plurale guidato da un intera classe dirigente collettiva. Serve responsabilità da parte di tutti e autonomia di pensiero. Non servono particolarismi autoreferenziali e autolesionisti. E dobbiamo essere sempre consapevoli che i nostri primi alleati sono i cittadini. E quando metà di loro non va a votare il problema è evidente. E una parte della soluzione la dobbiamo trovare noi del Partito Democratico dimostrando, anche con l azione di Governo, che la politica i problemi li risolve e non li crea. Non é per niente facile, ma è quando il gioco si fa difficile che bisogna dimostrare di sapersi guadagnare la fiducia degli italiani. i avvicina per gli studenti il periodo più stressante del- scolastico con molteplici interrogazioni, esami di Sl anno maturità, surmenage mentale, esaurimento psicofisico, cadute motivazionali. Questo stato di stress costante non coinvolge solo il mondo studentesco, bensì tutti coloro che stanno vivendo condizioni frustranti, nelle quali la minima gratificazione viene rimandata a chissà quando, sottostando a pressioni continue dove la richiesta di performance straordinarie è sempre più elevata. C è poco tempo, c è poco spazio per se stessi e il poco rimasto è riempito dall ansia di una prestazione progettuale che semina giorno dopo giorno il terreno dell esaurimento psicofisico. Per l uomo, non essendo una macchina che esegue funzioni in modo meccanico, tutto ciò che viene messo in azione senza ricevere una sorta di gratificazione in cambio, produce un esaurimento delle risorse energetiche. I segnali da considerare sono: difficoltà a dormire, tachicardie ed extrasistoli, cefalee e deficit cognitivi, mancanza di memoria, vertigini. FILO DIRETTO CON LE PROFESSIONI ODONTOIATRIA I denti malati vanno curati tutti insieme? Nunzio M. Tagliavia denti malati vanno curati tutti insieme o posso far cura- solo quelli con problemi più urgenti? Questa doman- Ire da interessante mi è stata posta da una lettrice del sito di cui sono l'esperto per l odontoiatria. Per meglio capire, ipotizziamo una bocca con un dente da devitalizzare - che fa male - in alto a destra del paziente (devitalizzare è un po' come pulire l'interno del dente e delle radici riempendole con un materiale adatto) e sotto, in corrispondenza di questo, mancano due denti (quindi in basso a destra). Inoltre l'igiene orale è scadente con molto tartaro, cioè quella specie di calcare che si attacca ai denti facendoli cariare e causa infiammazioni alle gengive che possono far perdere i denti. In un dente in basso a sinistra c è anche una carie curabile con un otturazione. Il paziente ritiene che vadano curati solo i denti che fanno male, per cui vuole curare solo quello da devitalizzare. Ammettendo che il dentista acconsenta a questa richiesta, il paziente, una volta scomparso il dolore, può stare tranquillo? Assolutamente no, per diversi motivi. Cominciamo dalla parte in cui mancano i denti, cioè quella inferiore destra. I denti accanto allo spazio della parte inferiore tenderanno in breve tempo a inclinarsi verso lo spazio mancante e il parodonto (cioè l osso e i legamenti che tengono il dente) s infiammerà provocando dolore finché i denti dondoleranno e verranno persi. Il dente sopra, quello devitalizzato, tenderà a uscire dall'osso fino a fare male, dondolare e verrà perso. Poi, non rimuovere il tartaro aumenterà il rischio di nuove carie che sono l'anticamera di problemi più gravi, come pure un possibile aggravamento NATURA E SALUTE Come affrontare stanchezza e stress da esami Paola Chilò della carie già presente. Come pure l'insorgenza della piorrea, una grave malattia delle gengive e dell osso che sostiene i denti con possibilità di perdita di molti denti. Abbiamo visto che curare solo il dente che fa male, non rimettere i denti dove mancano, per esempio con degli impianti, non rimuovere il tartaro e non curare la carie con una semplice otturazione, può causare danni alla bocca - e di conseguenza economici - imprevedibili e molto seri. Ecco perché le malattie dei denti vanno curate allo stesso tempo. Dottor Nunzio M. Tagliavia, Medico Chirurgo Dentista, Medicina Estetica del Viso - Via Luigi Mainoni D Intignano 17/a, Tel.: , I rimedi naturali possono venire in aiuto ma deve essere presente anche un minimo cambiamento interiore rispetto alla visione di ciò che in quel momento pesa. Ad esempio vi sono espressioni verbali che vengono dette per abitudine, senza farci troppo caso, ma che contribuiscono ad attivare l idea della fatica come: devo andare, devo fare, me la devo cavare, mi sforzerò di... In questo caso è meglio accorgersi e modificare la frase o evitare di dirle in continuazione perché il cervello segue la nostra voce. Dal punto di vista erboristico il Ginseng è un vero e proprio elisir per sostenere i periodi di surmenage psicofisico. Secondo alcuni studi medici è in grado di proteggere il cuore e il cervello dai danni ischemici ed è maggiormente adatto all uomo, mentre per la donna ha un azione migliore l Eluterococco. La Scutellaria è neuroprotettiva, antinfiammatoria, rilassante e sedativa. Può essere paragonata alle benzodiazepine, per questo non va assunta in gravidanza. L Avena è il rimedio del burnout intellettuale e del superlavoro. È ricostituente e combatte l insonnia da eccesso di stanchezza aiuta anche nei tentativi di smettere di fumare. Per gli studenti sotto esame, esistono in commercio dei mix di complessi fitoterapici con erbe che aiutano la concentrazione e la calma ed abbinandoli a fiori di Bach o fiori australiani specifici per ciascun caso, si può sostenere molto bene il periodo di stress. È necessario aumentare anche l assunzione di magnesio e potassio sia attraverso l alimentazione che con integratori mirati. Infine se allontanassimo per un po il rumore dei pensieri che ingarbugliano il flusso vitale e tagliassimo quelli inutili come si fa con i rami secchi, l intero sistema psico/fisico ne avrebbe un prezioso giovamento! Paola Chilò, Naturopata esperta in riequilibrio alimentare con orientamento psicosomatico - Per informazioni o appuntamenti: Tel Studio Naturopatia in Via Terruggia 1, Milano - ONA NOVE 14

15 Iscriviti all Associazione Amici di ONA NOVE Socio ordinario Euro 10 (Euro 5 per studenti e pensionati), Sostenitore Euro 25. Per iscriversi rivolgersi presso la sede del giornale in via Val Maira 4. TA EBAO Pagina riservata ai lettori lettere in redaz ione Per la vostra pubblicità su questo giornale telefonate a Flaviano Sandonà Tel/Fax/Segr. 02/ Cell RISPARMI SULLA PELLE DEI MALATI Per mia sfortuna, dal 2005 sono diventato cliente di sei o sette ospedali e frequento dal 2006 il Cto di via Bignami, Reparto di Riabilitazione Cardiologica. I numerosi altri pazienti conosciuti in dieci anni concordano con me sull'efficienza, umanità e soprattutto dedizione degli operatori medici e paramedici. Ogni anno, dopo essere scampato all infarto, mi sottoponevo a una riabilitazione di 5-6 settimane, comprendente, oltre a due sedute settimanali di fisioterapia, ogni genere di controlli e analisi, anche extra-cardiologici, uno dei quali mi ha portato alla scoperta di un tumore (operato poi con probabile successo). Fra due cicli riabilitativi, che si concludevano con il decisivo test da sforzo c era l annuale controllo cardiologico, cosicché ogni sei mesi circa si potevano aggiustare per esempio le dosi di medicinali (per cuore e, se necessario, diabete). Tutta la riabilitazione avveniva in day hospital (che comprende per esempio il pasto, gratuito, in ospedale). Nonostante il personale sanitario sia rimasto la stesso da dieci anni, tre anni fa (in corrispondenza della spending review?) sono cambiati gli orari e i turni, è stato annullato il day hospital e sono cambiati i criteri organizzativi. Ai pazienti più anziani è stato annunciato che la riabilitazione non serve a niente, se non sia manifestato nessun nuovo incidente cardiaco (frase pronunciata da medici e paramedici). In altre parole, dal 2013 ai pazienti sopravvissuti un paio d'anni a problemi coronarici e valvolari seguiti da interventi operatori anche pesanti, si possono considerare guariti e non necessitano di riabilitazioni e controlli periodici preprogrammati. La mia opinione è che non è guarito un paziente destinato per il resto della vita ad assumere fino a 22 pastiglie al giorno, con un regime dietetico e fisioterapico speciale, evitando gli stress e soprattutto invecchiando un anno ogni anno (unico aspetto comune a tutti): il medico di base non può e non sa assumersi la responsabilità della sua salute (per esempio di variare le dosi dei medicinali e la dieta), perché non è il suo ruolo. Inoltre rivolgersi al medico di base per ogni singola impegnativa e- quivale ad amplificare i tempi di attesa e a sovvertire gli ordini di precedenza fra i controlli (non si fa un test da sforzo prima di un Holter o di un ecocardiogramma), né il medico di base può tirare le fila dei vari risultati, a meno che non sia cardiologo specialista. I risultati di questa folle politica sanitaria si vedranno in modo tragico entro pochissimi anni e ne saranno (penalmente) colpevoli i primari e i medici che già negli ultimi tre anni hanno dato inizio a questa evidente manifestazio- In 172 per il ripristino della 42 residenti di viale Suzzani 155, 157, 140, 142, a se- della soppressione delle due fermate del bus Iguito 42 nella nostra zona, ne chiedono la riattivazione urgente. 1) Così, gli anziani per raggiungere la posta di viale Suzzani per le incombenze pensionistiche e altro devono percorrere almeno 500 metri non molto sicuri ; 2) non possono servirsi della metropolitana perché non sono in grado di scendere le scale per accedere alle fermate; 3) ci sono difficoltà per raggiungere l ospedale e la Asl di via Cherasco; 4) idem per raggiungere il supermercato e, per i bambini, ragiungerre casa all uscita dalla scuola. Pertanto, poiché il disagio aumenta di giorno in giorno si chiede il ripristino immediato delle due fermate soppresse per didare un sistema di vita più consona agli anziani cui dobbiamo attenzione e prevenzione. Seguono 172 firme (maggio) ne di protesta delle categorie mediche e paramediche ai danni dei pazienti cardiologici (non mi sembra vada molto meglio per quelli oncologici, oppure oculistici). Purtroppo il reparto di cardiologia riabilitativa del Cto di via Bignami si associa a questo insensato comportamento rifiutando ai vecchi pazienti le prestazioni fornite in precedenza in modo autonomo. E, così come prima meritava ringraziamenti e elogi, il Cto oggi merita il biasimo e l esortazione a fornire di nuovo la corretta assistenza, incominciando con l alleggerire i tempi di attesa e i disguidi, escludendo l intervento del medico di base. In parole povere, è ingiusto far pagare ai pazienti lo scontento dei medici per le decisioni del governo. Situazioni analoghe di riorganizzazione insensata si riscontrano negli altri ospedali lombardi che conosco, e devono essere denunciate immediatamente dalla stampa e avversate dagli esperti. Giusto Buroni (maggio) CASA POPOLARE CERCASI Vorrei segnalare alla signora Pastori (vedi Tazebao di maggio) di rivolgersi direttamente in viale Marelli a Sesto San Giovanni, ex palazzo Alitalia. Il Comune e la Regione hanno dato in uso a una Onlus il palazzo per ospitare famiglie e singoli in attesa di assegnazione di casa popolare. Sembra che il progetto funzioni bene, la gente si aiuta l un con l'altro e piano piano e, quando si sistemano, se ne vanno facendo posto ad altri. G.Carando (maggio) STRISCE BLU E GIALLE Ho letto l articolo sulle strisce blu, da togliere o mettere. Chi di dovere ha dimenticato o non ha fatto caso che i residenti di Largo Rapallo, Via Gatti, Padre Luigi (una parte), parte di via De Angelis verso Suzzani, durante l anno scolastico del Liceo Russell e del Istituto Tecnico Galvani, fanno fatica a parcheggiare la loro vettura. In una parte di Via De Angelis (verso l Ospedale) ci sono i parcheggi e quasi vuoti con strisce blu, ma gli studenti non lo usano perché teoricamente a pagamento. Ora se gli studenti raggiungono la scuola con la vettura, possono anche pagarsi il parcheggio, altrimenti noi residenti saremo costretti a pagarlo noi. Avremmo piacere che si disegnassero strisce gialle nelle vie segnalate. Gisella Cicognani (maggio) DISCARICA IN VIA ORNATO 140 Scrivo a nome dei residenti di via Ornato 140 su un grande disagio che stiamo subendo. In fondo a via Guido da Velate, la stradina che porta ai depuratori d acqua ed è entrata scarico merci del SuperDi, è diventata da diversi anni ormai una discarica a cielo aperto. Vengono scaricati ogni notte quintali di spazzatura di ogni genere, anche bidoni di materiale dubbio oltre a lastre di amianto.ovvio che noi abbiamo inoltrato in tutto questo tempo decine di denunce ai vigili, al Comune e all Asl. Tutti hanno preso atto, ma la situazione non cambia. Montoli Marco (maggio) ASCOLTIAMO BOVISA Sono Simona Beolchi, collaboratrice del Dastu, Politecnico di Milano, per il progetto Ascoltiamo Bovisa, processo di trasformazione dell area Bovisa- Gasometri, e percorso di ascolto attivo e di partecipazione della cittadinanza. Il progetto ha a- vuto inizio a settembre 2014 con la prima fase di ascolto attivo della cittadinanza che si concluderà con un Workshop il 16 maggio. Dal 26 maggio avrà inizio la seconda fase del processo che prevederà una serie di 5 incontri pubblici di coinvolgimento dei cittadini, orientati alla progettazione partecipata del futuro parco. Se voleste approfondire questo è il link al progetto Simona Beolchi (maggio) tel. e fax. 02/ ARIETE Lavoro, per chi opera alle dipendenze altrui o in squadra con altri non potrà contare su un periodo di grandi sviluppi. Amore, riprenderà quota e accenderà i vostri cuori di entusiasmo. Salute, mangiate in modo sano e dormite quanto necessario. Denaro, favoriti gli acquisti per migliorare la casa. TORO Lavoro, qualcuno avrà una certa difficoltà di concentrazione perché distratto da situazioni personali o familiari più pressanti. Amore, l intensità dei sentimenti e delle sensazioni sarà tale che vi sentirete percorrere da mille brividi di eccitazione. Salute, alle ferie, preferite un centro benessere. Denaro, cautela. GEMELLI Lavoro, questo è il momento di organizzarsi, di pianificare la propria attività e di sfoderare tutto il senso pratico di cui si dispone. Amore, via i brutti pensieri, liberatevi dalle tensioni e dai rancori. Salute, guardatevi dalle insidie dell aria condizionata. Denaro, si prevedono spese per una breve vacanza. CANCRO Lavoro, se lavorate alle dipendenze altrui dovete badare al sodo, eseguire i compiti che vi verranno affidati dimostrando competenza ed efficienza. Amore, buona intesa affettiva, intellettuale e sessuale. Salute, siate cauti e guidate con prudenza. Denaro, riuscirete a realizzare quel viaggio a lungo sognato. LEONE Lavoro, quanti tra voi lavorano in squadra con altri potranno far leva sulla comunicazione di tutto il gruppo. Amore, forte sensualità intensa e avvolgente. Salute, non vi darà pensiero alcuno e non solo vi sentirete bene, godete anche di un fascino speciale. Denaro, spese per la casa e per un piccolo viaggio. VERGINE Lavoro, siete dei lavoratori formidabili e non c è nulla che possa preoccuparvi, di sicuro non la fatica o la complessità dei vostri impegni. Amore, vi sentirete amati dal partner esattamente come desiderate. Salute, abbiate solo cura della dieta, prima di mettere il costume. Denaro, situazione in via di miglioramento. odiaco di ona a cura di Anna Maria Indino L oroscopo di Giugno BILANCIA Lavoro, con tutte le energie che vi troverete in questo periodo potrete gettarvi alla grande nell attività più frenetica, ottenendo vantaggi su più fronti. Amore, malumori che avessero turbato la vostra vita di coppia saranno prontamente dimenticati. Salute, forma strepitosa per tutto giugno. Denaro, ok. SCORPIONE Lavoro, dovrete fronteggiare l invidia di un collega che cercherà di mettervi qualche bastone tra le ruote. Amore, interessanti novità potranno affacciarsi nella vita dei singoli, soprattutto durante le ferie, per tutti gli altri tutto ok. Denaro, la situazione appare discreta, ma andrà gestita con molta accortezza. SAGITTARIO Lavoro, se lavorate alle dipendenze altrui puntate sulla fantasia, se la vostra è un attività indipendente, trovate strade alternative per eseguire i vostri compiti. Amore, sarà un sogno, un ideale finalmente raggiunto di cui meravigliarsi. Salute, evitate di strafare. Denaro, spese per le vacanze. CAPRICORNO Lavoro, per chi esercita una libera professione la creatività prepotente sarà la molla che spingerà a ottenere risultati sempre più prestigiosi. Amore, sarà un gioco sempre vivo e interessante, avrete la sensazione di aver vinto la scommessa più importante della vostra vita. Salute, discreta. Denaro, uscite impreviste. ACQUARIO Lavoro, non vi mancherà lo spirito di iniziativa necessario per lanciarvi in nuove imprese, il successo è veramente a portata di mano. Amore, è un bene prezioso, forse il più prezioso che possedete e quindi non va sciupato o peggio gettato via. Salute, solidi come granito, efficienti e instancabili. Denaro, spese impreviste. PESCI Lavoro, spingete pure l acceleratore, situazioni ottimali per la vostra realizzazione professionale. Amore, scoprirete nuovi orizzonti, esplorerete nuove frontiere per imparare sempre più cose sia del partner che della vostra vita comune. Salute, pieni di energie. Denaro, eccellenti occasioni di guadagno e di investimento. IL SEGNO DEL MESE GEMELLI Segno di Aria, è Mobile, nel senso che sta tra una stagione e l altra, primavera ed estate. Caratterizza personalità mutevoli, vivaci, inquiete, nervose, imprevedibili, intelligenti, curiosissime. PIETRA: Agata COLORE: Grigio ESSENZA: Ginepro FIORE: Margherita GIORNO: Mercoledì ona franca a cura di Sandra Saita Cara Italia are letrici, cari lettori, sono sempre interessata a cono- la nostra storia (la storia della nostra patria, Cscere l Italia). Lo sapevate che la scelta di chiamare Italia (la nostra nazione), nasce in Abruzzo? Nel 90 A.C. gli Italici insorsero mettendo in campo un esercito di centomila uomini, decretarono il proprio distacco da Roma e scelsero come capitale Carfinium, chiamandola Italia, insediandovi un assemblea e cominciando a battere moneta. Ma fu una guerra sfortunata, conclusa con un massacro di italici ordinato dal vincitore romano, Lucio Cornelio Silla. Italia nome dolce, invocato da tutti i nostri soldati. È in un caldo mattino di giugno del 1914 che due colpi di pistola danno il via al massacro generale in Europa. L arciduca Ferdinando, principe ereditario d Austria-Ungheria, con accanto la moglie duchessa Sofia Chotek, percorre in auto il viale Francesco Giuseppe a Sarajevo. Un giovane studente Gavrilo Princip, non ancora ventenne, gia minato dalla tbc e destinato a morire pochi anni dopo, si lancia contro la vettura e spara due colpi Un mese dopo, alle 11,10 del 28 luglio, l Austria dichiara guerra alla Serbia. A catena una dopo l altra le nazioni d Europa scendono in campo. Il 24 maggio 1915 anche l Italia entra in guerra con gli imperi centrali. A guerra finita l Italia perse uomini e contò oltre 1 milione di mutilati e invalidi. Uno dei letterati più noti del tempo, Serra, scrive il 20 luglio; Cara mamma, un saluto in fretta, anche stamattina, alzati all alba. Niente di nuovo, le solite vicende di temporale e di sole, e lo spettacolo di temporale e di sole si intravede e si sente rumoreggiare sui monti circostanti. Noi sempre al nostro posto, con molte faccende dei servizi di seconda linea Muore quel giorno stesso, e come lui ne muoiono seicentomila altri in quattro anni. La voce della vera poesia è assai umile e dolente e di quegli anni tragici resterà un amaro ricordo, come per esempio ne I Fiumi di Ungaretti: Mi tengo a quest albero mutilato / abbandonato a questa dolina / che ha il languore di un circo / prima e dopo lo spettacolo / e guardo il paesaggio questo / delle nuvole sulla luna / Stamane mi sono disteso / un un urna d acqua / e come una reliquia / ho riposato. L Isonzo scorrendo / mi levigava / come un sasso / Mi sono accoccolato vicino ai miei panni sudici di guerra / e come un beduino / mi sono chinato / a ricevere il sole. Italia, terra di profumi e di amore per la Patria. Ed è proprio in Abruzzo, terra dove nasce il nome Italia, che alla vigilia della prima guerra mondiale il 13 gennaio 1915 l Abruzzo fu colpito dalla più tremenda sciagura naturale della sua storia: il terremoto della Marsica, che fece trentamila morti in un inverno freddissimo, con i lupi che vagavano tra le macerie. Fu in quell occasione che Ignazio Silone vide all opera uno strano prete salvatore dei bambini: era don Luigi Orione. ONA NOVE 15

16 La piccola pubblicità degli indirizzi utili NIGUARDA ATTREZZATURE TOELETTATURA alimenti VENDITA ANIMALI Orario continuato: 9/19.30 Chiuso il lunedì Via Paolo Rotta, Milano (ang. Via Ornato) Zona Niguarda Tel./Fax Dott. MARCO SPECA Amministratore di Condominio Socio A.N.AMM.I. Dottore Commercialista Revisore Legale RESIDENTE A NIGUARDA Studio in via Cesare Battisti, Milano - Tel.: Studio Legale avv. Elisabetta Gusso Risarcimento danno sinistri stradali, controversie di lavoro, sfratti, recupero crediti, separazioni/divorzi Milano Niguarda - Via Ornato 65 Cell Germano Previati Mobili su misura Riparazioni in genere Via Hermada 14 (in cortile) Cell Tel Fax Bus 42 MM5 Tram Via Luigi Ornato 13 Tel Cell LUCA BACCINI La Caneva Enoteca con vino sfuso Via Ornato (ang. via Hermada) Tel Fisioterapia domiciliare TECAR con veicolazione farmaco a domicilio Cell Un falegname a Niguarda? IL TAPPEZZIERE Riparazioni e Rifacimento Divani, Poltrone, Sedie, Tende per interni, Riparazione e sostituzione tapparelle Lavori accurati Materassi - Zanzariere NICODOMUS S.I. DI CALLÀ N. ISOLA ISTRIA Dott.ssa Roberta Altieri OTTICA consulenza psicologica e psicoterapia per adolescenti e adulti via Cusio, Milano cell PRATOCENTENARO Pasticceria e Caffetteria Vinti PA R I S I v.le Zara, 147 angolo p.le Istria tel. 02/ AFFORI Il Colombo Termoidraulica Produzione propria Cosmetica naturale Aloe arborescens ricetta padre Zago Miele artigianale - Detersivi vegani Via Val Maira 4 Tel di Paesan Antonella Luisa Viale Fulvio Testi Milano Cell Impianti idraulici Riscaldamento - Scaldabagni Condizionamento - Gas Via Gaetano Osculati, Milano Tel /Fax Cell Come aderire a Indirizzi Utili Per la vostra piccola pubblicità, per offerte o domande di lavoro rivolgersi a Flaviano Sandonà Tel./Fax/Segr.: Cell Il costo annuale del vostro annuncio (undici numeri) è di euro Iva ONA NOVE 16

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA. Anno Accademico 2013/2014

PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA. Anno Accademico 2013/2014 PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA Anno Accademico 2013/2014 La risposta esatta è la A. La risposta esatta è la C. TRATTO

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo Eccoci pronti a partire per Aprica, dove ci aspetta un tranquillo weekend in montagna. Ci andiamo spesso e conosciamo perfettamente tutto il tragitto. Appena ci spostiamo in direzione nord le case iniziano

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ACCADEMIA MUSICALE GINO BADATI CITTA DI TRECATE Col patrocinio della Città di Trecate

ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ACCADEMIA MUSICALE GINO BADATI CITTA DI TRECATE Col patrocinio della Città di Trecate ACCADEMIA: DOVE IL SOGNO DIVENTA REALTA PREMESSA ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ACCADEMIA MUSICALE GINO BADATI CITTA DI TRECATE Col patrocinio della Città di Trecate 1. L Accademia Musicale, intitolata

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea Giovedì pomeriggio ci siamo recati in biblioteca per fare una ricerca sull'illuminismo. Cercavamo un libro abbastanza antico, non trovandolo la bibliotecaria ci ha portati nell'archivio e ci ha dato un

Dettagli

Eccoci tornati da una splendida esperienza in Portogallo. Questa settimana in trasferta, lontana dalla scuola italiana ma vicina a una concezione di

Eccoci tornati da una splendida esperienza in Portogallo. Questa settimana in trasferta, lontana dalla scuola italiana ma vicina a una concezione di Eccoci tornati da una splendida esperienza in Portogallo. Questa settimana in trasferta, lontana dalla scuola italiana ma vicina a una concezione di scuola diversa, ha arricchito la nostra capacità di

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 -

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - Indice: 1. Presentazione di me stesso. 2. Come ho imparato ad usare il p. c. 3. Che programmi ci sono nel

Dettagli

Dal 9 giugno al 10 luglio

Dal 9 giugno al 10 luglio Dal 9 giugno al 10 luglio SI REPLICA ORATORIO APERTO TUTTI I GIORNI SI TRIPLICA educatore laico d oratorio a completamento dell equipe educativa DOMENICA 14 GIUGNO IN VISITA ALL EXPO (RAGAZZI E FAMIGLIE

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano Quartiere Santo Stefano - Via Santo Stefano 119, Bologna

Dettagli

Villa. Musica in OTTAVA EDIZIONE. Torino Villa della Regina dal 30 agosto al 6 settembre. Corsi musicali di interpretazione. domenica 30 ore 16.

Villa. Musica in OTTAVA EDIZIONE. Torino Villa della Regina dal 30 agosto al 6 settembre. Corsi musicali di interpretazione. domenica 30 ore 16. Italico Splendore Villa della Regina dal 30 agosto al 6 settembre domenica 30 ore 16.00 Cerimonia di benvenuto ore 17.00 Concerto di apertura da lunedì 31 a sabato 5 ore 9.00-17.00 Lezioni di interpretazione

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

Festa di compleanno della FILARMONICA AVVENIRE BRUSIO CHE COMPIE 125 ANNI

Festa di compleanno della FILARMONICA AVVENIRE BRUSIO CHE COMPIE 125 ANNI Intervento di Arturo Plozza sindaco di Brusio Brusio, sabato 19.05.2012 Festa di compleanno della FILARMONICA AVVENIRE BRUSIO CHE COMPIE 125 ANNI Buona sera a tutti! Una festa di paese che coinvolge tutta

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

giornodi ordinaria nail art

giornodi ordinaria nail art U&B Story / lettrici doc di Marco Pirani foto Max Salani un giornodi ordinaria nail art» Paolo Caprioni, affermato hair stylist e make up artist, vanta nel suo curriculum la cura del look di numerose star

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

esercizi italiano 1 fthm

esercizi italiano 1 fthm esercizi italiano 1 fthm 1. Completate le frasi con le preposizioni articolate: 1. Marco di solito, ogni venerdì va (a+il) cinema. 2. Questa ragazza è la segretaria (di+la) nostra ditta. 3. Stasera andiamo

Dettagli

CONVENZIONE FERRAGAMO SERVIZI 2014

CONVENZIONE FERRAGAMO SERVIZI 2014 CONVENZIONE FERRAGAMO SERVIZI 2014 Lo Sporting Club Ugolino è lieto di fornirvi una serie di servizi convenzionati al fine di agevolare le aziende e i suoi dipendenti o collaboratori. In questi ultimi

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Vuoi bene alla tua scuola? Allora pedala! in via Frigia dal martedì 18 alla domenica 23 novembre info su www.energiadi.org

Vuoi bene alla tua scuola? Allora pedala! in via Frigia dal martedì 18 alla domenica 23 novembre info su www.energiadi.org in via Frigia dal martedì 18 alla domenica 23 novembre info su www.energiadi.org Una gara per produrre corrente elettrica pulita pedalando su apposite biciclette. Sono in gara 9 scuole, quella che produrrà

Dettagli

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE L arrivo del Natale porta nella Scuola dell Infanzia inevitabili suggestioni di festa, di regali e di sorprese, esercita un fascino particolare nella

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

MILANO CAPITALE DELLO SVILUPPO URBANO

MILANO CAPITALE DELLO SVILUPPO URBANO Milano, 19 aprile 2006 Presentato a Palazzo Marino il Primo Rapporto sull urbanistica a Milano MILANO CAPITALE DELLO SVILUPPO URBANO 10.482.337 di mq le aree trasformate e in trasformazione con i grandi

Dettagli

pissarro l anima dell impressionismo family guide

pissarro l anima dell impressionismo family guide pissarro l anima dell impressionismo family guide +5 CAMILLE PISSARRO Il giovanotto che vediamo rappresentato è Camille Pissarro. Dipinge questo autoritratto poco prima dei 25 anni. Da un isola delle Antille

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

La vita di un musicista è molto impegnativa se si vogliono ottenere buoni risultati durante le esecuzioni, quanto tempo dedica allo studio?

La vita di un musicista è molto impegnativa se si vogliono ottenere buoni risultati durante le esecuzioni, quanto tempo dedica allo studio? Venerdì 19 dicembre 2014 alle ore 16,30 presso il Salone delle Feste di Villa Durazzo in Santa Margherita Ligure incontro con il violoncellista Giovanni Ricciardi Maestro domani sera alle ore 21,00, in

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE 16 maggio 2015 Milano, Arena Civica RECORD FOR ALL UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE RASSEGNA STAMPA COMUNICAZIONE comunicazione@labilita.org Associazione l abilità Onlus Via Pastrengo 16/18 20159 Milano

Dettagli

L ESAME PER LA PATENTE

L ESAME PER LA PATENTE L ESAME PER LA PATENTE Abdelkrim.: Ciao, Mario. Mario: Ciao, Abdelkrim. Dove vai? Abdelkrim: Sono stato a fare l esame per la patente. E tu? Mario: Vado a fare i documenti perché anch io devo fare la patente.

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO La frase: IL SOGGETTO Leggi le seguenti frasi e sottolinea il soggetto: 1. Marco va a trovare la nonna. 2. Il cane ha morso il postino. 3. E caduta la bottiglia del latte. 4. Sono solito fare i compiti

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici NAPOLI ALL'UNIVERSITÀ SUOR ORSOLA BENINCASA L'INIZIATIVA «I GRANDI PROCESSI» Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici Al termine di un finto processo quindici ragazzi assolveranno

Dettagli

FESTIVAL DELLE FAMIGLIE 2013

FESTIVAL DELLE FAMIGLIE 2013 FESTIVAL DELLE FAMIGLIE 2013 Aggiornato al 15 maggio 2013 CALENDARIO EVENTI MARZO 23 marzo 2013: Open day nidi accreditati I nidi accreditati comunali e privati dell Ambito di Monza vengono aperti alle

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CARPI NORD SCUOLA PRIMARIA SALTINI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 2ª B ANNO

ISTITUTO COMPRENSIVO CARPI NORD SCUOLA PRIMARIA SALTINI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 2ª B ANNO ISTITUTO COMPRENSIVO CARPI NORD SCUOLA PRIMARIA SALTINI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 2ª B DI UN ANNO A tutti gli alunni Abbiamo imparato l alfabeto, infatti abbiamo i serpenti dell alfabeto sull armadio.

Dettagli

IlClassicogiornalino

IlClassicogiornalino IlClassicogiornalino Associazione IlClassico Musica e Arte Anno V via Meda 45-20141 -Milano - Tel 02/8438027 n 1 - gennaio 2015 www.ilclassico.it - e-mail: ilclassico@tiscali.it 2 SOMMARIO EVENTI E NOTIZIE

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

Segnal-etica di cittadinanza

Segnal-etica di cittadinanza ISTITUTO COMPRENSIVO DI PEGOGNAGA Via Roma, 29 46020 Pegognaga (MN) Tel. 0376/550658 Fax 0376/553378 e-mail: icpegognaga@libero.it Segnal-etica di cittadinanza Con-di-vivere il nostro paese è bello! Autore:

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte le donne e agli uomini che vivono in questa nostra

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA LE SCATOLE DEGLI ATTREZZI DI TINGUELY ERRÓ: ATELIER MÉCACOLLAGES Programma PARTE II 1 dicembre 2013 9 febbraio 2014 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE:

CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE: CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE: 1. dove sei? Sono Milano 2. Dove abiti? Abito Italia. 3. Come vai all'università? Vado bicicletta. 4. Vieni

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Programmi elettorali per le elezioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze novembre 2006 SCUOLA PRIMARIA MANZONI

Programmi elettorali per le elezioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze novembre 2006 SCUOLA PRIMARIA MANZONI Programmi elettorali per le elezioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze CITTÀ verde Più natura in città La città di Paderno Dugnano me la immagino con nuovi parchi, con molti alberi e molto

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli