LA CASA DI FRANCESCO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CASA DI FRANCESCO"

Transcript

1 Allegato IL PROGETTO LA CASA DI FRANCESCO > dove mangiare dormire - lavarsi < Parrocchia : SAN FRANCESCO DI PAOLA Cavalcavia Longobardi, Scafati (SA) telefono e mail: Responsabile Gruppo Antonello CIRILLO, , Nome Gruppo ASSOCIAZIONE EMMAUS Pagina 1 Eventuali altri recapiti per contatto: Page 1 of 23

2 INDICE Il Progetto in sintesi... 3 I destinatari... 3 Obiettivi e vantaggi... 3 Luogo... 4 Il Progetto Tecnico... 5 IL PROGETTO NEL DETTAGLIO... 6 L ORGANIZZAZIONE... 7 Il gruppo... 7 Organizzazione del gruppo... 8 Collaborazioni esterne... 9 Eventuale società... 9 PIANIFICAZIONE DETTAGLIATA Comunicazione Incontri con le comunità parrocchiali cittadine per la presentazione del progetto Creazione di una brouchure Pagina 2 Attività Aperitivi dal Don Spettacoli Teatrali Attività cittadine in collaborazione con altre associazioni Interviste con alcuni quotidiani locali Sito Web ( in costruzione) Budget previsto per l attività di comunicazione ASPETTI ECONOMICI E FINANZIARI Fabbisogno Previsioni e sostenibilità futura Business Plain SI RINGRAZIA Page 2 of 23

3 Il Progetto in sintesi Realizzare una struttura di prima accoglienza dove chiunque abbia bisogno possa lavarsi, vestirsi, riposarsi, nutrirsi, essere accolto e ascoltato. I destinatari I destinatari sono tutte le persone, italiane e straniere che, per i più svariati motivi, vivono ai margini della società, ma anche coloro che, pur avendo una casa, non riescono a provvedere ai propri bisogni quotidiani. Obiettivi e vantaggi Il progetto LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< ha i seguenti obiettivi 1. Risvegliare nella comunità parrocchiale e nella cittadinanza scafatese una più viva partecipazione al problema dell accoglienza e del Servizio verso i più deboli e gli ultimi creando nelle coscienze quella Santa inquietudine di cui parla Giovanni Paolo II la quale non ci consente di dormire mentre un fratello è in difficoltà; Pagina 3 2. Realizzare e gestire un luogo di prima accoglienza per soddisfare le necessità più urgenti, dove trovare un rifugio occasionale per la notte, lavarsi e riposare, ottenere un cambio d abito, parlare dei propri problemi e trovare aiuto per districarsi negli obblighi burocratici e di legge; 3. Dare la possibilità di usufruire di spazi comuni per interagire con altre persone con le quali confrontarsi e sentirsi considerati. 4. Operare per conoscere i bisogni delle persone accolte istituendo un centro di ascolto dove ognuno di esse possa confidare i propri disagi e trovare conforto e sollievo Relativamente ai vantaggi pensiamo che il progetto LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< possa offrire: una concreta restituzione di dignità che ogni uomo merita e non un semplice gesto di carità. Page 3 of 23

4 opportunità future di lavoro per almeno due persone Luogo LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< sarà realizzata nei locali già esistenti presso la Chiesa San Francesco di Paola di Scafati (da ristrutturare). Pagina 4 Page 4 of 23

5 Il Progetto Tecnico Pagina 5 Page 5 of 23

6 IL PROGETTO NEL DETTAGLIO LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< sarà un centro di prima accoglienza composto da: AREA SERVIZI IGIENICI con n 4 cabine servizi igienici completi di doccia, water, bidet e lavandini; AREA SPOGLIATOIO / GUARDAROBA fornita di accappatoi, pantofole monouso, bagnoschiuma, shampoo, spazzolini monouso e dentifricio, schiuma e lamette da barba, carta igienica e quant altro necessario all igiene personale; AREA CUCINA MENSA fornita di cucina industriale e relative attrezzature; AREA MEDICA con N 2 salette per visite mediche e servizi psicologici; AREA DORMITORIO con N 2 Stanze per complessivi 6 posti letti ; AREA COMUNE con Sala TV e attrezzature per vivere in comunità. I SERVIZI erogati saranno: 1. Servizio docce e guardaroba che verrà erogato, inizialmente, due volte alla settimana, di pomeriggio, alternando uomini e donne; 2. Il servizio consulenza legale verrà erogato una volta alla settimana; 3. Il servizio assistenza medica verrà erogato una volta alla settimana 4. Il centro di ascolto, con supporto psicologico, verrà erogato una volta a settimana; 5. Scuola di Italiano per superare eventuali difficoltà di comunicazione. Pagina 6 Page 6 of 23

7 L ORGANIZZAZIONE Il gruppo Il gruppo è costituito da 25 persone ed in particolare 1. Antonello CIRILLO, (PUFFO BRONTOLONE) 50 anni, sposato, laurea, funzionario commerciale. Da sempre impegnato nel volontariato con formazione SCOUT 2. Angela DI SOMMA, (L EMINEZA GRIGIA), 46 anni, sposata. laurea, impiegata impegnata fin da giovane nel volontariato, di formazione scout 3. Franco BOLINO, (l EBREO), 50 anni, sposato, ragioniere, libero professionista impeganto nel volontariato di formazione Azione Cattolica 4. Nunzia Tranontano (NUNZIMAI!!!!) 48 anni, sposata, ragioniere, impiegata, impegnata nel volontariato di formazione Azione Cattolica 5. Pasquale MORRA (A PIZZ SINGOLA) 50 anni, sposato,ragioniere, impiegato, formazione scout 6. Tania DEL GIUDICE (E FERMT NU POC!) 45 anni, diploma, impiegata, impegnata nel volontariato con il MASCI 7. Virginia LUSTRO (O CAFE!) 45 anni, diploma, impegnata impegnata da anni con il MASCI 8. Pietro CONTALDI (BEAT CHI SO SPOS!), 51 anni,, sposato, ragioniere, impiegato bancario, impegnato da anni con il MASCI 9. Nunzia LUSTRO (NUNZIASEMPRE!!!!) 48 anni, sposata, ragioniere, libera professionista, impegnata con diverse associazioni di volontariato cattolico 10. MariaRosaria VIOLANTE (L ARTICUL PO GIURNAL), 48 anni, sposata, laurea, impiegata bancaria, impegnata da anni con il MASCI 11. Pina PRECENTESE (O VULCAN), 6o anni, sposata, avvocato, libera professionista, impegnata da sempre con lo scoutismo e diverse associazioni culturali 12. Giovanni CAVALLARO (O CIABBATTIN) 55 anni, sposato, diploma, libero professionista da anni impegnato con il MASCI 13. Alberto D AURIA (UN VECCHIO E UN BAMBINO) celibe, avvocato libero professionista, Impegnato da sempre con il mondo dello scoutismo 14. Enrico URSINI (O FOTOGRAF) 49 anni, sposato, diploma, libero professonista. Fin da giovane impegnato con il mondo scout 15. Paola MANZO ( O SORRIS) 47 anni, sposata, laurea, insegnante, da anni impegnata nel volontariato con lo scoutismo Pagina 7 Page 7 of 23

8 16. Gianpiero NASTRO (Maestro GIANNI LANDY) 48 anni, sposato, diploma, libero professionista. Impegnato da sempre con il mondo scout 17. Olimpia PAGANO ( E CHIATURE) 48 anni, sposata, diploma, libera professionista. Da anni collabora con il MASCI 18. AnnaMaria ROMITA (O TNIT O FULAR?) 48 anni, sposata, diploma, casalinga, da anni collabora con il mondodel volontariato 19. Angelo CATAPANO (O DIRETTOR DEI LAVORI) 55 anni, sposato, diploma, libero professionista. Da qualche anno impegnato in attivitò di volontariato 20. Luigia URSINI ( TACCO 12) 50 anni, sposata, diploma, casalinga. Da qualche anno impenata nel mondo del volontariato 21. Carlo MARGHERITA (ETA BETA), 53 anni, sposato, diploma, libero professionista. Da anni impegnato nel volontariato 22. Maria SCARFATO (NI DIC MAI NO!) 50 anni, sposata, laurea, casalinga. Da anni impegnata nel volontariato 23. Mario MATRONE (E PIZZ!) 62 anni, sposato, diploma, pensionato Fin dalla gioventu impegnato nel mondo del volontariato. formazione scout 24. AnnaMaria VIOLANTE (ACCORT A PLASTIC), 60 anni, sposata, diploma, pensionata. Da sempre impegnata nel mondo del volontariato. Formazione Scout 25. Carlo QUALANO (BADEN POWELL) 60 anni, sposato, diploma, pensionato. Da sempre impeganto nel volontariato. Formazione Scout Pagina 8 Organizz rganizzazione azione del gruppo Antonello CIRLLO, Responsabile del gruppo Franco BOLINO, Cassiere Nunzia LUSTRO, Responsabile Organizzazione Giuseppina FRECENTESE, Incaricata alla formazione Carlo MARGHERITA, Approvvigionamenti Carlo QUALANO, Rapporti con le associazioni Maria Rosaria VIOLANTE, Stampa Tania DEL GIUDICE, Segreteria Page 8 of 23

9 Collaborazioni esterne Coloro che gestiranno il progetto sono i membri dell associazione EMMAUS aiutati da tutte le persone di buona volontà che operano all interno della Parrocchia. E prevista la collaborazione con altre associazioni di volontariato quali l A.G.E.S.C.I. Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, La CARITAS, il M.A.S.C.I. Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani e l ORATORIO ADULTI. Eventuale società E stata creata l Associazione EMMAUS che coordinerà il progetto Pagina 9 Page 9 of 23

10 PIANIFICAZIONE DETTAGLIATA NON è previsto nessun prezzo per usufruire dei servizi. NON ci sono altri servizi simili nelle comunità parrocchiali cittadine e nei comuni limitrofi Comunicazione Il messaggio che si vuole trasmettere alla comunità cittadina è di un tenace e attivo impegno alla realizzazione del progetto affinchè sia proficuo e utile per una crescita dei valori umani e cristiani di ciascun componente Stiamo lavorando alla diffusione del progetto attraverso : I centri Caritas parrocchiali e diocesani (Scafati abbraccia più diocesi) Associazioni di volontariato presenti sul territorio Le istituzioni locali Approccio diretto da parte dei volontari. Volantini scritti in più lingue per favorire la diffusione del servizio agli stranieri; Sito web (in costruzione) Pagina 10 Inoltre stiamo diffondendo il progetto attraverso le seguenti attività: Page 10 of 23

11 Incontri con le comunità parrocchiali cittadine per la presentazione del progetto Pagina 11 Page 11 of 23

12 Pagina 12 Page 12 of 23

13 Creazione di una brouchure Pagina 13 Page 13 of 23

14 Attività Aperitivi dal Don Spettacoli Teatrali Pagina 14 Page 14 of 23

15 Attività cittadine in collaborazione con altre associazioni Pagina 15 Page 15 of 23

16 CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015 Pagina 16 Interviste con alcuni quotidiani locali Page 16 of 23

17 Sito Web ( in costruzione) Pagina 17 Page 17 of 23

18 Budget previsto per l attivit attività di comunicazione Il budget previsto per le spese di comunicazione è di circa nel primo anno di attività. Si prevede una spesa annua di circa per le spese di comunicazione, sito web, manifesti, organizzazione eventi, pubblicità e rimborsi spese. Pagina 18 Page 18 of 23

19 ASPETTI ECONOMICI E FINANZIARI Fabbisogno Il budget totale per la realizzazione del progetto è di circa Il progetto sarà realizzato per fasi nel quadriennio 2015/ ^ Fase Sistemazione struttura parrocchiale (opere murarie) ,00 Realizzazione bagni e docce (opere murarie con accessori) Realizzazione area guardaroba e spogliatoio (attrezzatura e mobilio) , ,00 2^ Fase Realizzazione area cucina-mensa (mobili) 5.000,00 3^ Fase Realizzazione aerea comune (sala tv, area ricreativa e foresteria) Realizzazione area medica (attrezzature mediche es.defibrillatore, lettino ambulatoriale e mobili) 4.000, ,00 Pagina 19 4^ Fase Realizzazione dormitorio (letti e mobili) ,00 Page 19 of 23

20 Previsioni e sostenibilità futura La prima spesa di investimento è l insieme della 1^ Fase descritta nel paragrafo FABBISOGNO L Associazione EMMAUS sta già operando per realizzare il progetto. Nel primo anno di attività si prevedono i seguenti ricavi : - ATTIVITA di Autofinanziamento 7.000,00 - Contributi Volontari 3.000,00 - Donazioni da private (sponsor alla realizzazione progetto) ,00 Nel primo anno di attività, oltre i costi di investimento, l associazione avrà bisogno di acquistare i seguenti materiali: Materiali necessari per attività docce (asciugamani, accappatoi, materiale da toilette, vestiario di prima necessità, ecc.) 3.000,00 Utenze (telefono, energia elettrica e gas, acqua) 2.500,00 Comunicazione: realizzazione e gestione sito, organizzazione eventi, pubblicità 4.000,00 Pagina 20 Page 20 of 23

21 Business Plain CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015 Pianificazione strategica e base finanziaria per la realizzazione del Progetto RENDICONTO FINANZIARIO DISPONIBILITA' LIQUIDE al 01/01 TOTALE DISPONIBILITA' LIQUIDE al 01/ , , , ,00 Entrate Titolo I - Entrate da attività istituzionali Contributi degli aderenti 850,00 850,00 850,00 850,00 Erogazioni liberali da benefattori , , , ,00 Contributo da Concorso IFEELCUD ,00 Contributi da 5 x , , ,00 Raccolta fondi a/m eventi , , , ,00 Altri contributi , , , ,00 TOTALE ENTRATE , , , ,00 Titolo I - Uscite da spese correnti Spese di gestione 750,00 750,00 750,00 750,00 Materie prime, di consumo e merci 2.000, , , ,00 Servizi 300,00 300,00 300,00 500,00 Utenze 2.500, , , ,00 Oneri diversi di gestione 200,00 200,00 200,00 200,00 Compensi professionali e occasionali , Comunicazione 1.000, , , ,00 Assicurazione volontari 500,00 500,00 500,00 500,00 Totale spese correnti , , , ,00 Totale titolo I - Uscite da spese correnti , , , ,00 Titolo II - Uscite per spese conto capitale Impianti generici e specifici , ,00 - Macchine elettroniche 1.500, , Attrezzatura varia e minuta , , Mobili e arredi , Opere Murarie , ,00 Totale titolo II - Uscite per spese conto capitale , , , ,00 Titolo IV - Altre Uscite uscite per spese e commissioni bancari 100,00 100,00 100,00 - uscite per spese organizzazione eventi 1.500, , , ,00 altre uscite 50,00 50,00 50,00 15,00 Totale titolo IV - Altre uscite 1.650, , , ,00 TOTALE USCITE (C) , , , ,00 RIEPILOGO AVANZO DELLA GESTIONE (B - C) , ,00 200, ,00 DISPONIBILITA' LIQUIDE al 31/12 (A + D) 1.203, , , ,00 TOTALE A PAREGGIO (C+E) , , , ,00 Pagina 21 Page 21 of 23

22 Negli anni a seguire l Associazone EMMAUS si sosterrà economicamente attraverso : 5 X MILLE Attività di autofinanziamento quali: Aperitivi dal DON mensili Cena annuale di beneficenza Teatro Annuale Gite Semestrali Contributi Volontari Donazioni da privati Sponsor di alcune aziende già contattate (codice etico delle aziende) Sponsorizzazioni da parte di aziende (codice Etico) FUNDRAISING NONPROFIT Progetto Riciclo Olio Vegetale Esausto Pagina 22 Page 22 of 23

23 SI RINGRAZIAA CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015 Pagina 23 Page 23 of 23

CONCORSO I FEEL CUD - 2 EDIZIONE - ANNO 2012 IL PROJECT PLAN

CONCORSO I FEEL CUD - 2 EDIZIONE - ANNO 2012 IL PROJECT PLAN IL PROJECT PLAN NOME GRUPPO Collaboriamoci RECAPITO PER CONTATTO Andrea Calvano-3462271197 Don Giuseppe Ghirelli-3299543077 L IDEA E LE PERSONE Caratteristiche progetto: Descrivere brevemente il progetto

Dettagli

Relazione attività esercizio 20

Relazione attività esercizio 20 Gruppi di Volontariato Vincenziano AIC Italia Gruppo di.. Regione.. Relazione attività esercizio 20 C.F. proprio.. Regionale.. 1 In verità, vi dico: tutte le volte che avete fatto ciò a uno dei più piccoli

Dettagli

N..RACCOLTA DI SCRITTURE PRIVATE DEL COMUNE DI PARMA

N..RACCOLTA DI SCRITTURE PRIVATE DEL COMUNE DI PARMA N..RACCOLTA DI SCRITTURE PRIVATE DEL COMUNE DI PARMA FONDAZIONE CARITAS S ILARIO COMUNE DI PARMA: CONVENZIONE PER LA SOMMINISTRAZIONE PASTI, SERVIZIO DOCCE, PRONTO CASSA E PRONTO INTERVENTO SOCIALE A FAVORE

Dettagli

La povertà letta dalla Caritas a Livorno

La povertà letta dalla Caritas a Livorno La povertà letta dalla Caritas a Livorno I semestre 2015 Dati raccolti dalla rete di Centri di Ascolto Caritas A cura di Osservatorio Diocesano delle Povertà e delle Risorse POVERTA' ALIMENTARE Area/centro

Dettagli

IL PROJECT PLAN. Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345

IL PROJECT PLAN. Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345 IL PROJECT PLAN NOME GRUPPO RECAPITO PER CONTATTO: Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345 L IDEA E LE PERSONE Caratteristiche progetto: Descrivere brevemente il progetto e com è nata l idea. Valorizzazione

Dettagli

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA ORGANIZZAZIONE OPERA DI PADRE MARELLA Fondo straordinario di solidarietà da destinare al servizio mensa ANTONIANO DEI FRATI MINORI Fondo straordinario di solidarietà

Dettagli

ASSEMBLEA DIOCESANA CARITAS PARROCCHIALI Visciano, 24 maggio 2013

ASSEMBLEA DIOCESANA CARITAS PARROCCHIALI Visciano, 24 maggio 2013 Noi come moderno popolo d Israele in cerca di una vera libertà, possiamo affrontare il misterioso viaggio della vita solo confidando nella guida dello Spirito. Messaggio agli uomini e alle donne di buona

Dettagli

NISIDA società cooperativa sociale ONLUS

NISIDA società cooperativa sociale ONLUS NISIDA società cooperativa sociale ONLUS Percorsi individualizzati di socializzazione e autonomizzazione Non dimenticate l'ospitalità; alcuni, praticandola, hanno accolto degli angeli senza saperlo. [Lettera

Dettagli

C.P.A. ( CENTRO DI PRIMA ACCOGLIENZA)

C.P.A. ( CENTRO DI PRIMA ACCOGLIENZA) C.P.A. ( CENTRO DI PRIMA ACCOGLIENZA) Il Centro di Prima Accoglienza o comunemente chiamato Dormitorio Pubblico è situato nel Centro Storico di Napoli, in Via de Blasiis -10. Le Suore delle Poverelle arrivano

Dettagli

Ostello/Mensa Don Luigi Di Liegro

Ostello/Mensa Don Luigi Di Liegro Ostello/Mensa Don Luigi Di Liegro Via Marsala, 109 00185 Roma Tel./fax 06 44.41.319 Tel./fax 06 44.57.235 e-mail: ostello@caritasroma.it Come raggiungere la struttura Siamo a circa m. 300 dalla Stazione

Dettagli

SEZIONE 2 Diocesi di Rimini in cifre Struttura e servizi Caritas

SEZIONE 2 Diocesi di Rimini in cifre Struttura e servizi Caritas 15 SEZIONE 2 Diocesi di Rimini in cifre Struttura e servizi Caritas LA DIOCESI DI RIMINI IN CIFRE (Fonte: Diocesi di Rimini: Annuario Diocesano ed. 2006) Superficie: 781 Kmq Regioni: Emilia Romagna e Marche

Dettagli

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan LOMBARDIA: sintesi di alcuni dati 1. IL PUNTO DI PARTENZA: UNO SGUARDO STORICO

Dettagli

Riferimenti e numeri utili CARITAS

Riferimenti e numeri utili CARITAS Riferimenti e numeri utili CARITAS Sito parrocchiale di Zola Predosa SS Nicolò e Agata : www.parrocchiadizola.org Centro per le famiglie di Casalecchio di Reno 051/6133039 Associazione famigliare Le querce

Dettagli

Centri di ascolto luogo privilegiato in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito Funzioni e compiti

Centri di ascolto luogo privilegiato in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito Funzioni e compiti Il Centro di ascolto della Caritas diocesana è il luogo privilegiato (perché consegnato dalla tradizione e confermato dall esperienza) in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito del

Dettagli

Fondazione diocesana ComunitàServizi ONLUS BILANCIO 2007

Fondazione diocesana ComunitàServizi ONLUS BILANCIO 2007 Fondazione diocesana ComunitàServizi ONLUS BILANCIO 2007 ATTIVITA' Saldo EURO IMMOBILIZZAZIONI totale 305.063,05 IMMOBILE Via Untoria 12/11 SV subtotale 131.696,51 IMPIANTI E ATTREZZATURE subtotale 104.021,06

Dettagli

PARROCCHIA S.AGOSTINO BILANCIO PREVENTIVO

PARROCCHIA S.AGOSTINO BILANCIO PREVENTIVO DIOCESI DI GUBBIO PARROCCHIA S.AGOSTINO BILANCIO PREVENTIVO delle Entrate e delle Uscite PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 Cod. Parte 1 - ENTRATE PREVENTIVO DELLE ENTRATE OGGETTO DEGLI STANZIAMENTI Bilancio

Dettagli

Le parrocchie e i Centri di ascolto della Diocesi hanno costituito nell'anno 2013 un

Le parrocchie e i Centri di ascolto della Diocesi hanno costituito nell'anno 2013 un CARITAS DIOCESANA DI FROSINONE - VEROLI - FERENTINO PARROCCHIE E CENTRI DI ASCOLTO: LUOGHI DI SPERANZA Le parrocchie e i Centri di ascolto della Diocesi hanno costituito nell'anno 2013 un punto di riferimento

Dettagli

LA BENEFICENZA NEL 2014

LA BENEFICENZA NEL 2014 L esercizio 2014 è stato ancora una volta complicato e difficile da gestire per l operatività della Fondazione Banca San Paolo di Brescia, sia per la progressiva e graduale contrazione delle risorse a

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

a favore Un testamento dei poveri

a favore Un testamento dei poveri a favore Un testamento dei poveri Un segno concreto per tutti i poveri Un testamento, perché? Un testamento sono le ultime parole, quelle decisive di una vita, quelle che fanno la differenza, quelle che

Dettagli

1. Da quanto tempo è stato nominato incaricato diocesano per la promozione del sovvenire? anni (2) (3)

1. Da quanto tempo è stato nominato incaricato diocesano per la promozione del sovvenire? anni (2) (3) Gentile Incaricato, La preghiamo di compilare il questionario mettendo una crocetta sulle risposte scelte, oppure le scriva per esteso, laddove è richiesto. Se non vi sono specifiche particolari, scelga

Dettagli

REGOLAMENTO CANTIERE MASCI di via Venezia, 18

REGOLAMENTO CANTIERE MASCI di via Venezia, 18 MOVIMENTO ADULTI SCOUT CATTOLICI ITALIANI COMUNITA di SAN DONA DI PIAVE Via del Campanile n. 5 San Donà di Piave - Venezia REGOLAMENTO CANTIERE MASCI di via Venezia, 18 PREMESSE Dalla Carta di Comunità...

Dettagli

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016 Ufficio Immigrazione Caritas Italiana Promotore Caritas Italiana Soggetti coinvolti Caritas italiana promuove il progetto nazionale coordinando il monitoraggio delle attività

Dettagli

Caritas Diocesana di Ravenna Cervia. Relazione sui dati del Centro di Ascolto Diocesano 2011

Caritas Diocesana di Ravenna Cervia. Relazione sui dati del Centro di Ascolto Diocesano 2011 Caritas Diocesana di Ravenna Cervia Relazione sui dati del Centro di Ascolto Diocesano 2011 Con la chiusura dell anno 2011 è ora di bilanci. Ecco allora qualche cifra che può essere utile per fotografare

Dettagli

Le persone senza dimora

Le persone senza dimora Le persone senza dimora Linda Laura Sabbadini Direttore Dipartimento statistiche sociali e ambientali 9 Ottobre 2012 In maggioranza vivono al Nord Sono 47.648 le persone senza dimora che tra novembre e

Dettagli

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 I lavori svolti in questo laboratorio hanno messo in luce tre aspetti che definiremmo di carattere generale: In primo luogo

Dettagli

Progetto di Credito Solidale

Progetto di Credito Solidale Progetto di Credito Solidale Fondo Fiducia e Solidarietà Prestiti a persone e famiglie in difficoltà economica temporanea e straordinaria Promosso da Caritas diocesana di Andria Ufficio diocesano per la

Dettagli

PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ

PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ CARITAS DIOCESANA RIMINI PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ Ogni progetto deve diventare un percorso di solidarietà. La realizzazione dei progetti è una strada lungo la quale promuovere

Dettagli

REGOLAMENTO RESIDENZA PROTETTA PER DISABILI DI CORINALDO

REGOLAMENTO RESIDENZA PROTETTA PER DISABILI DI CORINALDO Via G. Marconi n. 6 60030 Serra de Conti (An) C.F./P.IVA: 01090170422 Iscr. REA Ancona n. 132208 Tel. 0731 879275 - Fax 0731 878396 E-mail: info@cogesco.org PEC: consorziocogesco@pec.it REGOLAMENTO RESIDENZA

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2011-2012

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2011-2012 COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2011-2012 Una città dove anche un solo uomo soffre meno è una città migliore (Don Luigi Di Liegro) La Commissione CARITAS è riuscita, in quest anno, a portare

Dettagli

Allegato I) al Contratto di ingresso al servizio della R.S.A. Fondazione Visconti Venosta Onlus Via Alfieri, 20 G R O S I O SO

Allegato I) al Contratto di ingresso al servizio della R.S.A. Fondazione Visconti Venosta Onlus Via Alfieri, 20 G R O S I O SO Allegato I) al Contratto di ingresso al servizio della R.S.A. Fondazione Visconti Venosta Onlus Via Alfieri, 20 SO REGOLAMENTO DEI SERVIZI EROGATI AGLI OSPITI Art. 1 - Ammissione L ammissione degli Ospiti

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL SERVIZIO SOLLIEVO LISTA D ATTESA DISABILI-

SCHEDA SINTETICA DEL SERVIZIO SOLLIEVO LISTA D ATTESA DISABILI- SCHEDA SINTETICA DEL SERVIZIO SOLLIEVO LISTA D ATTESA DISABILI- Nome Ente COOP. SOCIALE SOCIOSANITARIA INTEGRATA GRIMALDI Sede legale ed operativa in ROMA, PIAZZALE DELLA STAZIONE DI CASTELFUSANO n. 12

Dettagli

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/_55

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/_55 SCHEDA PROGETTO _55 PROMOTORE Persona Comunità Ente/Istituto X Associazione cognome, nome denominazione (ente / associazione) posta elettronica sito web Breve presentazione (mission, identità, attività,

Dettagli

Situazioni di svantaggio sociale dell ambiente nel quale le attività del progetto sono inserite:

Situazioni di svantaggio sociale dell ambiente nel quale le attività del progetto sono inserite: CONCORSO I FEEL CUD- 4 EDIZIONE- 2014 PROGETTO: IL CERCHIO DELLA VITA REALIZZATO DAL GRUPPO: LAB-ORATORIO DEL VANGELO PARROCCHIA: S. LUCA DI LATINA CARATTERISTICHE DEL PROGETTO Ambito territoriale di riferimento:

Dettagli

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso PROGETTO ORTO SOLIDALE Orto del Sorriso INDICAZIONI GENERALI DEL PROGETTO: Il progetto di Orto Solidale Orto del Sorriso nasce dal desiderio di riscattare il termine LAVORO dandogli una valenza positiva.

Dettagli

BILANCIO 2008 ATTIVITA' - 1 - Contabilità 2008 2008 ComunitàServizi Fondazione Diocesana - ONLUS

BILANCIO 2008 ATTIVITA' - 1 - Contabilità 2008 2008 ComunitàServizi Fondazione Diocesana - ONLUS - 1 - BILANCIO 2008 ATTIVITA' IMMOBILIZZAZIONI 374.670,69 IMMOBILI 131.696,51 1010 Via Untoria 12/11 SV 131.696,51 IMPIANTI E ATTREZZATURE 173.628,70 1020 Computer e accessori 17.885,61 1021 Attrezzature

Dettagli

COMUNE DI GERENZAGO (PROVINCIA DI PAVIA)

COMUNE DI GERENZAGO (PROVINCIA DI PAVIA) COMUNE DI GERENZAGO (PROVINCIA DI PAVIA) CONVENZIONE per la gestione della scuola materna L'anno duemilasette addì. del mese nell'ufficio del Comune di Gerenzago (PV) TRA Il Comune di Gerenzago, rappresentato

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 Titolo intervento Centro Aggregativo sovra circoscrizionale

Dettagli

1. NUMERO AZIONE RIPROGRAMMAZIONE PIANO DI ZONA 2 E 3 ANNO DEL 1 TRIENNIO

1. NUMERO AZIONE RIPROGRAMMAZIONE PIANO DI ZONA 2 E 3 ANNO DEL 1 TRIENNIO 1. NUMERO AZIONE RIPROGRAMMAZIONE PIANO DI ZONA 2 E 3 ANNO DEL 1 TRIENNIO 5 2. TITOLO AZIONE PRONTO SOCCORSO SOCIALE 3. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Con la presente riprogrammazione, oltre a favorire il

Dettagli

PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:

PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: SCHEMA CONVENZIONE TRA COMUNE DI FIRENZE E ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO SOLIDARIETA CARITAS - ONLUS PER LA SOMMINISTRAZIONE DI PASTI E DOCCE, COMPRESO SERVIZIO DI BAGAGLIAIO, A PERSONE ITALIANE E STRANIERE

Dettagli

ABIO VERONA. Relazione Finanziaria e Patrimoniale

ABIO VERONA. Relazione Finanziaria e Patrimoniale ABIO VERONA Relazione Finanziaria e Patrimoniale Anno 2014 ABIO VERONA:OGGETTO SOCIALE L'Associazione Abio Verona ha per oggetto lo studio, la promozione e la realizzazione di tutte le iniziative finalizzate

Dettagli

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16 Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo P.O.F. Piano Offerta Formativa Anno Scolastico 2015/16 Saluto di benvenuto Carissimi genitori e bambini, benvenuti nella nostra

Dettagli

Esperienza estiva di volontariato Presso la Missione Speranza e Carità di Biagio Conte Missione notturna di Speranza e Carità con i senza tetto

Esperienza estiva di volontariato Presso la Missione Speranza e Carità di Biagio Conte Missione notturna di Speranza e Carità con i senza tetto Ordine Francescano Secolare d Italia Fraternità Regionale di Sicilia Immacolata Concezione Esperienza estiva di volontariato Presso la Missione Speranza e Carità di Biagio Conte Missione notturna di Speranza

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE AUTORIZZATORIO ANNO 2014 RICAVI

BILANCIO DI PREVISIONE AUTORIZZATORIO ANNO 2014 RICAVI BILANCIO DI PREVISIONE AUTORIZZATORIO ANNO RICAVI CA.R.A.01.01 Proventi per la didattica 25.328.240,00 CA.R.A.01.01.01.01 Tasse e contributi Corsi di laurea di I e II livello 22.900.000,00 CA.R.A.01.01.02.01

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Proposta di accoglienza 1 Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Condizione necessaria L attuazione del presente progetto

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura SETTORE e Area di intervento: Assistenza Minori ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO: Contribuire a migliorare le condizioni

Dettagli

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2014-2015

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2014-2015 COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2014-2015 Chiediamo al Signore, per ognuno di noi, occhi che sanno vedere oltre l apparenza; orecchie che sanno ascoltare grida, sussurri e anche silenzi; mani

Dettagli

68 69 70 71 72 Osservatorio Diocesano - Prato Quadro riassuntivo del periodo 01/01/03-31/12/03 73 74 Osservatorio Diocesano - Prato Quadro riassuntivo del periodo 01/01/04-31/12/04 75 76 Osservatorio Diocesano

Dettagli

Area Donne e Diritti di Cittadinanza. Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone Associazione Nuovi Vicini Onlus

Area Donne e Diritti di Cittadinanza. Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone Associazione Nuovi Vicini Onlus Area Donne e Diritti di Cittadinanza Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone Associazione Nuovi Vicini Onlus PERCHE un'area Donne? ASCOLTARE = emersione di situazioni di disagio al femminile OSSERVARE

Dettagli

RENDICONTO FINANZIARIO

RENDICONTO FINANZIARIO DIOCESI DI LUCCA Parrocchia di San Quirico in Monte S. Quirico Via della Chiesa, 384 Telefono e fax: 0583 330079 C.F. 92006590464 RENDICONTO FINANZIARIO Anno 2013 da presentare, in duplice copia all'economato

Dettagli

Quaresima di fraternità Pasqua 2014

Quaresima di fraternità Pasqua 2014 Diocesi di Chiavari Caritas Diocesana Quaresima di fraternità Pasqua 2014 Guardare alla vita con la gioia del Risorto E restituiamo al Signore Dio altissimo e sommo tutti beni e riconosciamo che tutti

Dettagli

Questionario. Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio.

Questionario. Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio. Questionario 1 Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale + La crocetta si può fare anche su più risposte. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio. +

Dettagli

Conoscere per chiamare: Donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale

Conoscere per chiamare: Donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale Conoscere per chiamare: Donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale «Conoscere per chiamare: donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale» Al 31/12/2010: 7742 donatori

Dettagli

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan VENETO: sintesi di alcuni dati 1. IL PUNTO DI PARTENZA: UNO SGUARDO STORICO ALLA

Dettagli

Parrocchie Centro Storico e Ns. Signora di Lourdes Regolamento sulla concessione e utilizzazione delle Sale Parrocchiali

Parrocchie Centro Storico e Ns. Signora di Lourdes Regolamento sulla concessione e utilizzazione delle Sale Parrocchiali Parrocchie Centro Storico e Ns. Signora di Lourdes Regolamento sulla concessione e utilizzazione delle Sale Parrocchiali Le unità previste nel presente regolamento sono: Art. 1 Principi generali Sala parrocchiale

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona TERRAFUTRA. FIRENZE 26 Maggio 2012

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona TERRAFUTRA. FIRENZE 26 Maggio 2012 CREDITO AL FUTURO Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona 1 TERRAFUTRA FIRENZE 26 Maggio 2012 Francesco Delfino andriacaritas@libero.it www.caritasandria.com GLI STRUMENTI A DISPOSIZIONE

Dettagli

Arcidiocesi di Crotone Santa - Severina

Arcidiocesi di Crotone Santa - Severina Arcidiocesi di Crotone Santa - Severina Rendiconto amministrativo parrocchiale al 31 dicembre La parrocchia, come ogni persona giuridica pubblica soggetta al Vescovo diocesano, è tenuta a presentare ogni

Dettagli

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA R E G O L A M E N T O Premessa Facendo proprie le considerazioni dell arcivescovo

Dettagli

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM Associazione FA.T.A. Onlus FA.T.A. FAmiglie Temporanea Accoglienza (www.fataonlus.org) ospita e sostiene bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia per disagio. L Associazione

Dettagli

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Progetto Educativo Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Parrocchia San Pietro Apostolo Via Don Bosco 12 Azzano X La scuola dell infanzia Beata Vergine del Rosario,

Dettagli

Attività del Centro di ascolto Caritas per italiani

Attività del Centro di ascolto Caritas per italiani Esclusione sociale Osservatorio Diocesano Caritas Nonostante la provincia di Prato continui a caratterizzarsi come una delle prime dieci province italiane per depositi bancari pro capite (12.503, secondi

Dettagli

VALORE DELLA PRODUZIONE 6.996.793,00 RICAVI DA VENDITA E PRESTAZIONI 6.759.871,00 R.S.A. 5.916.903,00 RETTA SANITARIA

VALORE DELLA PRODUZIONE 6.996.793,00 RICAVI DA VENDITA E PRESTAZIONI 6.759.871,00 R.S.A. 5.916.903,00 RETTA SANITARIA Pag. 1/6 VALORE DELLA PRODUZIONE 6.996.793,00 RICAVI DA VENDITA E PRESTAZIONI 6.759.871,00 R.S.A. 5.916.903,00 RETTA SANITARIA 3.781.262,00 Tariffa sanitaria APSS - RSA 3.150.705,00 Tariffa sanitaria APSS

Dettagli

Raccolta Beneficenza. Costi. 192.233,88 a novembre; 37.497,42 a dicembre) I fondi spesi al 31 dicembre sono stati in totale 334.033,00.

Raccolta Beneficenza. Costi. 192.233,88 a novembre; 37.497,42 a dicembre) I fondi spesi al 31 dicembre sono stati in totale 334.033,00. #fuoridalfango Report 15 ottobre 2015-31 dicembre 2015 Con il presente report la Caritas Diocesana di Benevento intende rendicontare alla società civile, all opinione pubblica ed alla comunità dei fedeli

Dettagli

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani Ecco il tuo campo Una Chiesa tutta oratoriana a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani L Oratorio oggi Oggi sono circa 6000 gli Oratori in Italia, promossi da parrocchie, associazioni, movimenti,

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA SEMESTRE GIUGNO-DICEMBRE 2014

RELAZIONE ATTIVITA SEMESTRE GIUGNO-DICEMBRE 2014 RELAZIONE ATTIVITA SEMESTRE GIUGNO-DICEMBRE 2014 1. Ambito territoriale in cui si svolgono le attività Dall'apertura della nostra sede a Mirabello Monferrato sono passati ormai quattro anni. Periodo che

Dettagli

Casa Mara Carta dei servizi

Casa Mara Carta dei servizi Casa Mara Indice: 1. Casa Mara 2. La Fondazione S. Carlo Onlus 3. Il Cast 4. Struttura organizzativa I. Operatori II. Volontari 5. Dove siamo I. Come arrivare II. Per contattarci 6. Descrizione degli spazi

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

PROSSIMITÀ DELLA CHIESA VICENTINA A FAVORE DI PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ

PROSSIMITÀ DELLA CHIESA VICENTINA A FAVORE DI PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ PROSSIMITÀ DELLA CHIESA VICENTINA A FAVORE DI PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ Incontro diocesano per i Centri di Ascolto parrocchiali, U.P., vicariali; per le famiglie parte dei sostegni di vicinanza,

Dettagli

I volontari. Alcune tipologie di ospiti:

I volontari. Alcune tipologie di ospiti: Alcune tipologie di ospiti: L italiano A di 29 anni, di professione lavapiatti, che abita in una roulotte sulle rive del Ticino L albanese B di 19 anni, che dorme in un dormitorio pubblico e svolge piccoli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Sede legale via D Annunzio27 Genova 16121. Sede amministrativa Corso Italia 5 Tel.0103620302 Genova 16145

CARTA DEI SERVIZI. Sede legale via D Annunzio27 Genova 16121. Sede amministrativa Corso Italia 5 Tel.0103620302 Genova 16145 BAGNI SCOGLIERA CARTA DEI SERVIZI BAGNI SAN NAZARO Sede legale via D Annunzio27 Genova 16121 Sede amministrativa Corso Italia 5 Tel.0103620302 Genova 16145 Presidente e A.D. Roberta Morgano BAGNI JANUA

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE

REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO GENERALE INDICE REGOLAMENTO: Elenco aree, prenotazione sale... 2 Regole di utilizzo generale... 3 Priorità di utilizzo... 3 Regole di utilizzo da parte dei gruppi parrocchiali... 3 Regole di

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM Allegato A BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM Premesse - la Regione Toscana con decisione

Dettagli

La Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi La Carta dei Servizi THE CAMBRIDGE SCHOOL SRL Via Rosmini n.6 37123 Verona Tel 045/8003154 Fax 045/8014900 e-mail info@cambridgeschool.it www.cambridgeschool.it 1 LA CARTA DEI SERVIZI Premessa La carta

Dettagli

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma Piattaforma Parma per l impresa che dona prodotti Parma, 14 giugno 2013 Comune di Parma IL PROGETTO Piattaforma Parma è, prima di tutto, un iniziativa condivisa dalla città e dai suoi principali rappresentanti,

Dettagli

CENSIMENTO ENTI NON PROFIT

CENSIMENTO ENTI NON PROFIT CENSIMENTO ENTI NON PROFIT Entro il 20 dicembre 2012 le parrocchie che hanno ricevuto il questionario ISTAT per il 9 censimento dell Industria e dei Servizi 2011 inerente le istituzioni non profit, dovranno

Dettagli

Bilancio 2007 dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS

Bilancio 2007 dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS Elenco dei Soci aggiornato all 8 febbraio 2008...2 Cariche sociali all 8 febbraio 2008...2 Consenso al trattamento dei dati personali...2 Lettera

Dettagli

l esclusione anche dal campo di applicazione dell'imposta sul valore aggiunto; l'esenzione da ogni altro tributo, sia erariale che locale.

l esclusione anche dal campo di applicazione dell'imposta sul valore aggiunto; l'esenzione da ogni altro tributo, sia erariale che locale. a cura di Flavio Chistè RACCOLTE PUBBLICHE DI FONDI E OBBLIGHI DI RENDICONTAZIONE La raccolta di fondi costituisce, da sempre, una delle principali fonti di finanziamento delle iniziative e dei progetti

Dettagli

I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione di scuole e gruppi.

I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione di scuole e gruppi. I campi estivi dell Ecomuseo sono dedicati a bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni. I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione

Dettagli

2. TITOLO AZIONE Centro di Prima Accoglienza Prevenzione delle Patologie Correlate (già riduzione dei rischi)

2. TITOLO AZIONE Centro di Prima Accoglienza Prevenzione delle Patologie Correlate (già riduzione dei rischi) ALLEGATO 10 FORMULARIO DELL AZIONE AZIONE 34 2. TITOLO AZIONE Centro di Prima Accoglienza Prevenzione delle Patologie Correlate (già riduzione dei rischi) 3. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Descrivere sinteticamente

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI PER LE PERSONE SENZA DIMORA INFORMAZIONI PER OPERATORI E VOLONTARI

GUIDA AI SERVIZI PER LE PERSONE SENZA DIMORA INFORMAZIONI PER OPERATORI E VOLONTARI GUIDA AI SERVIZI PER LE PERSONE SENZA DIMORA INFORMAZIONI PER OPERATORI E VOLONTARI Pagina 1 di 24 INDICE Servizi sociali comunali Pag. 3 Segretariato Sociale Primo ascolto, orientamento ed accompagnamento

Dettagli

CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015

CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015 Titolo progetto:centro di aggregazione oratoriale C E UN POSTO ANCHE PER ME Parrocchia: S. Antonio Abate via Nettunense, 56 00042 Anzio (Falasche) RM Responsabile Gruppo: Stefano D Amico - 340 7175543

Dettagli

Progetto Diocesano TALITA KUM CARITAS DIOCESANA CALTAGIRONE CALTAGIRONE 4 OTTOBRE 2013 SEMINARIO ESTIVO H. 18,30

Progetto Diocesano TALITA KUM CARITAS DIOCESANA CALTAGIRONE CALTAGIRONE 4 OTTOBRE 2013 SEMINARIO ESTIVO H. 18,30 Progetto Diocesano TALITA KUM CARITAS DIOCESANA CALTAGIRONE CALTAGIRONE 4 OTTOBRE 2013 SEMINARIO ESTIVO H. 18,30 Da dove siamo partiti La Diocesi e la Caritas hanno cercato sempre più di configurarsi come

Dettagli

Centro Parrocchiale Don Pietro Costa Parrocchia S. Stefano p.m. Piovene Regolamento di utilizzo locali e impianti REGOLAMENTO GENERALE

Centro Parrocchiale Don Pietro Costa Parrocchia S. Stefano p.m. Piovene Regolamento di utilizzo locali e impianti REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO GENERALE rev. 5G del 03/11/2010 APPROVATO Indice regolamento: Premessa, elenco aree, prenotazione sale...2 A) Regole di utilizzo generale... 4 B) Priorità d utilizzo... 5 C) Regole di utilizzo

Dettagli

www.comune.opi.aq.it

www.comune.opi.aq.it AIUTACI A CRESCERE DONARE IN CULTURA DA OGGI CONVIENE! Con l Art bonus chi effettua erogazioni liberali in denaro, per il sostegno della cultura, può godere di importanti benefici fiscali Scopri come donare

Dettagli

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30 Il Richiamo Parrocchia Ognissanti Milano Sabato 1 novembre - FESTA DI OGNISSANTI Vangelo del giorno: Matteo 5,1-12 In quel tempo. Vedendo le folle, il Signore Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si

Dettagli

PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE

PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE Orientamento e avviamento verso il lavoro per minori e giovani in misura alternativa al carcere dai sedici ai ventuno anni. 1. Finalità generali

Dettagli

VALORIZZAZIONE DEL VOLONTARIATO

VALORIZZAZIONE DEL VOLONTARIATO SEMINARIO PROGETTAZIONE SOCIO - PASTORALE 16-17 giugno 2011 c/o Domus Pacis Torre Rossa Park Hotel VALORIZZAZIONE DEL VOLONTARIATO 1. Presentazione della diocesi 2. Quali progetti e perché?? 3. Quale il

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

CARITAS ITALIANA. per la presentazione di MicroProgetti di sviluppo. a Caritas Italiana

CARITAS ITALIANA. per la presentazione di MicroProgetti di sviluppo. a Caritas Italiana CARITAS ITALIANA L I N E E G U I D A per la presentazione di MicroProgetti di sviluppo a Caritas Italiana R ECAPITI E RIFERIMENTI I MicroProgetti di sviluppo devono essere inviati a Caritas Italiana Area

Dettagli

Arcidiocesi di Pesaro. Giubileo Straordinario della Misericordia

Arcidiocesi di Pesaro. Giubileo Straordinario della Misericordia Arcidiocesi di Pesaro Giubileo Straordinario della Misericordia Vogliamo vivere questo Anno Giubilare alla luce della Parola del Signore: Misericordiosi come il Padre. Misericordia è la via che unisce

Dettagli

Il presente opuscolo ha unicamente funzione informativa - non costituisce elemento contrattuale

Il presente opuscolo ha unicamente funzione informativa - non costituisce elemento contrattuale Il presente opuscolo ha unicamente funzione informativa - non costituisce elemento contrattuale Rozzano per i bambini Anche quest anno tornano in città i centri estivi, un occasione per condividere, fare

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA' AIUTO A MIGRANTI E RIFUGIATI A VENTIMGLIA novembre 2015

RELAZIONE ATTIVITA' AIUTO A MIGRANTI E RIFUGIATI A VENTIMGLIA novembre 2015 Organizzazione di Volontariato CARITAS INTEMELIA Onlus RELAZIONE ATTIVITA' AIUTO A MIGRANTI E RIFUGIATI A VENTIMGLIA novembre 2015 A partire dal mese di maggio 2015, con l intensificarsi dei flussi migratori

Dettagli

XXXVI CAMPO LAVORO MISSIONARIO

XXXVI CAMPO LAVORO MISSIONARIO ASSOCIAZIONE CAMPO LAVORO MISSIONARIO Via Carlo Zavagli, 73 47921, RIMINI (RN) C.F.: 91152810403 XXXVI CAMPO LAVORO MISSIONARIO 09 / 10 APRILE 2016 Raccolta netta 181.824,64 www.campolavoro.it segreteria@campolavoro.it

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comune di Priolo Gargallo 2) Codice di accreditamento: NZ05439 3) Albo e classe

Dettagli

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento Carta BISOGNI BISOGNI GLI ADULTI GLI ADULTI Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento in una struttura residenziale. Domiciliarità

Dettagli

C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE. Denominazione del progetto: HO TEMPO PER TE HO TEMPO PER ME!

C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE. Denominazione del progetto: HO TEMPO PER TE HO TEMPO PER ME! C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE Denominazione del progetto: HO TEMPO PER TE HO TEMPO PER ME! 1. Tipologia del progetto che si intende supportare barrare la casella

Dettagli

Scuole dell Infanzia. Rina Bianchi

Scuole dell Infanzia. Rina Bianchi Scuole dell Infanzia Pistoia Mastronardi Rina Bianchi Presentazione informativa Open Day: 23 gennaio 2016 Pistoia ore 10.00-12.00 Bianchi ore 11.00-13.00 Orario di apertura L orario di apertura della scuola

Dettagli