LA CASA DI FRANCESCO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CASA DI FRANCESCO"

Transcript

1 Allegato IL PROGETTO LA CASA DI FRANCESCO > dove mangiare dormire - lavarsi < Parrocchia : SAN FRANCESCO DI PAOLA Cavalcavia Longobardi, Scafati (SA) telefono e mail: Responsabile Gruppo Antonello CIRILLO, , Nome Gruppo ASSOCIAZIONE EMMAUS Pagina 1 Eventuali altri recapiti per contatto: Page 1 of 23

2 INDICE Il Progetto in sintesi... 3 I destinatari... 3 Obiettivi e vantaggi... 3 Luogo... 4 Il Progetto Tecnico... 5 IL PROGETTO NEL DETTAGLIO... 6 L ORGANIZZAZIONE... 7 Il gruppo... 7 Organizzazione del gruppo... 8 Collaborazioni esterne... 9 Eventuale società... 9 PIANIFICAZIONE DETTAGLIATA Comunicazione Incontri con le comunità parrocchiali cittadine per la presentazione del progetto Creazione di una brouchure Pagina 2 Attività Aperitivi dal Don Spettacoli Teatrali Attività cittadine in collaborazione con altre associazioni Interviste con alcuni quotidiani locali Sito Web ( in costruzione) Budget previsto per l attività di comunicazione ASPETTI ECONOMICI E FINANZIARI Fabbisogno Previsioni e sostenibilità futura Business Plain SI RINGRAZIA Page 2 of 23

3 Il Progetto in sintesi Realizzare una struttura di prima accoglienza dove chiunque abbia bisogno possa lavarsi, vestirsi, riposarsi, nutrirsi, essere accolto e ascoltato. I destinatari I destinatari sono tutte le persone, italiane e straniere che, per i più svariati motivi, vivono ai margini della società, ma anche coloro che, pur avendo una casa, non riescono a provvedere ai propri bisogni quotidiani. Obiettivi e vantaggi Il progetto LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< ha i seguenti obiettivi 1. Risvegliare nella comunità parrocchiale e nella cittadinanza scafatese una più viva partecipazione al problema dell accoglienza e del Servizio verso i più deboli e gli ultimi creando nelle coscienze quella Santa inquietudine di cui parla Giovanni Paolo II la quale non ci consente di dormire mentre un fratello è in difficoltà; Pagina 3 2. Realizzare e gestire un luogo di prima accoglienza per soddisfare le necessità più urgenti, dove trovare un rifugio occasionale per la notte, lavarsi e riposare, ottenere un cambio d abito, parlare dei propri problemi e trovare aiuto per districarsi negli obblighi burocratici e di legge; 3. Dare la possibilità di usufruire di spazi comuni per interagire con altre persone con le quali confrontarsi e sentirsi considerati. 4. Operare per conoscere i bisogni delle persone accolte istituendo un centro di ascolto dove ognuno di esse possa confidare i propri disagi e trovare conforto e sollievo Relativamente ai vantaggi pensiamo che il progetto LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< possa offrire: una concreta restituzione di dignità che ogni uomo merita e non un semplice gesto di carità. Page 3 of 23

4 opportunità future di lavoro per almeno due persone Luogo LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< sarà realizzata nei locali già esistenti presso la Chiesa San Francesco di Paola di Scafati (da ristrutturare). Pagina 4 Page 4 of 23

5 Il Progetto Tecnico Pagina 5 Page 5 of 23

6 IL PROGETTO NEL DETTAGLIO LA CASA DI FRANCESCO >dove mangiare dormire - lavarsi< sarà un centro di prima accoglienza composto da: AREA SERVIZI IGIENICI con n 4 cabine servizi igienici completi di doccia, water, bidet e lavandini; AREA SPOGLIATOIO / GUARDAROBA fornita di accappatoi, pantofole monouso, bagnoschiuma, shampoo, spazzolini monouso e dentifricio, schiuma e lamette da barba, carta igienica e quant altro necessario all igiene personale; AREA CUCINA MENSA fornita di cucina industriale e relative attrezzature; AREA MEDICA con N 2 salette per visite mediche e servizi psicologici; AREA DORMITORIO con N 2 Stanze per complessivi 6 posti letti ; AREA COMUNE con Sala TV e attrezzature per vivere in comunità. I SERVIZI erogati saranno: 1. Servizio docce e guardaroba che verrà erogato, inizialmente, due volte alla settimana, di pomeriggio, alternando uomini e donne; 2. Il servizio consulenza legale verrà erogato una volta alla settimana; 3. Il servizio assistenza medica verrà erogato una volta alla settimana 4. Il centro di ascolto, con supporto psicologico, verrà erogato una volta a settimana; 5. Scuola di Italiano per superare eventuali difficoltà di comunicazione. Pagina 6 Page 6 of 23

7 L ORGANIZZAZIONE Il gruppo Il gruppo è costituito da 25 persone ed in particolare 1. Antonello CIRILLO, (PUFFO BRONTOLONE) 50 anni, sposato, laurea, funzionario commerciale. Da sempre impegnato nel volontariato con formazione SCOUT 2. Angela DI SOMMA, (L EMINEZA GRIGIA), 46 anni, sposata. laurea, impiegata impegnata fin da giovane nel volontariato, di formazione scout 3. Franco BOLINO, (l EBREO), 50 anni, sposato, ragioniere, libero professionista impeganto nel volontariato di formazione Azione Cattolica 4. Nunzia Tranontano (NUNZIMAI!!!!) 48 anni, sposata, ragioniere, impiegata, impegnata nel volontariato di formazione Azione Cattolica 5. Pasquale MORRA (A PIZZ SINGOLA) 50 anni, sposato,ragioniere, impiegato, formazione scout 6. Tania DEL GIUDICE (E FERMT NU POC!) 45 anni, diploma, impiegata, impegnata nel volontariato con il MASCI 7. Virginia LUSTRO (O CAFE!) 45 anni, diploma, impegnata impegnata da anni con il MASCI 8. Pietro CONTALDI (BEAT CHI SO SPOS!), 51 anni,, sposato, ragioniere, impiegato bancario, impegnato da anni con il MASCI 9. Nunzia LUSTRO (NUNZIASEMPRE!!!!) 48 anni, sposata, ragioniere, libera professionista, impegnata con diverse associazioni di volontariato cattolico 10. MariaRosaria VIOLANTE (L ARTICUL PO GIURNAL), 48 anni, sposata, laurea, impiegata bancaria, impegnata da anni con il MASCI 11. Pina PRECENTESE (O VULCAN), 6o anni, sposata, avvocato, libera professionista, impegnata da sempre con lo scoutismo e diverse associazioni culturali 12. Giovanni CAVALLARO (O CIABBATTIN) 55 anni, sposato, diploma, libero professionista da anni impegnato con il MASCI 13. Alberto D AURIA (UN VECCHIO E UN BAMBINO) celibe, avvocato libero professionista, Impegnato da sempre con il mondo dello scoutismo 14. Enrico URSINI (O FOTOGRAF) 49 anni, sposato, diploma, libero professonista. Fin da giovane impegnato con il mondo scout 15. Paola MANZO ( O SORRIS) 47 anni, sposata, laurea, insegnante, da anni impegnata nel volontariato con lo scoutismo Pagina 7 Page 7 of 23

8 16. Gianpiero NASTRO (Maestro GIANNI LANDY) 48 anni, sposato, diploma, libero professionista. Impegnato da sempre con il mondo scout 17. Olimpia PAGANO ( E CHIATURE) 48 anni, sposata, diploma, libera professionista. Da anni collabora con il MASCI 18. AnnaMaria ROMITA (O TNIT O FULAR?) 48 anni, sposata, diploma, casalinga, da anni collabora con il mondodel volontariato 19. Angelo CATAPANO (O DIRETTOR DEI LAVORI) 55 anni, sposato, diploma, libero professionista. Da qualche anno impegnato in attivitò di volontariato 20. Luigia URSINI ( TACCO 12) 50 anni, sposata, diploma, casalinga. Da qualche anno impenata nel mondo del volontariato 21. Carlo MARGHERITA (ETA BETA), 53 anni, sposato, diploma, libero professionista. Da anni impegnato nel volontariato 22. Maria SCARFATO (NI DIC MAI NO!) 50 anni, sposata, laurea, casalinga. Da anni impegnata nel volontariato 23. Mario MATRONE (E PIZZ!) 62 anni, sposato, diploma, pensionato Fin dalla gioventu impegnato nel mondo del volontariato. formazione scout 24. AnnaMaria VIOLANTE (ACCORT A PLASTIC), 60 anni, sposata, diploma, pensionata. Da sempre impegnata nel mondo del volontariato. Formazione Scout 25. Carlo QUALANO (BADEN POWELL) 60 anni, sposato, diploma, pensionato. Da sempre impeganto nel volontariato. Formazione Scout Pagina 8 Organizz rganizzazione azione del gruppo Antonello CIRLLO, Responsabile del gruppo Franco BOLINO, Cassiere Nunzia LUSTRO, Responsabile Organizzazione Giuseppina FRECENTESE, Incaricata alla formazione Carlo MARGHERITA, Approvvigionamenti Carlo QUALANO, Rapporti con le associazioni Maria Rosaria VIOLANTE, Stampa Tania DEL GIUDICE, Segreteria Page 8 of 23

9 Collaborazioni esterne Coloro che gestiranno il progetto sono i membri dell associazione EMMAUS aiutati da tutte le persone di buona volontà che operano all interno della Parrocchia. E prevista la collaborazione con altre associazioni di volontariato quali l A.G.E.S.C.I. Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, La CARITAS, il M.A.S.C.I. Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani e l ORATORIO ADULTI. Eventuale società E stata creata l Associazione EMMAUS che coordinerà il progetto Pagina 9 Page 9 of 23

10 PIANIFICAZIONE DETTAGLIATA NON è previsto nessun prezzo per usufruire dei servizi. NON ci sono altri servizi simili nelle comunità parrocchiali cittadine e nei comuni limitrofi Comunicazione Il messaggio che si vuole trasmettere alla comunità cittadina è di un tenace e attivo impegno alla realizzazione del progetto affinchè sia proficuo e utile per una crescita dei valori umani e cristiani di ciascun componente Stiamo lavorando alla diffusione del progetto attraverso : I centri Caritas parrocchiali e diocesani (Scafati abbraccia più diocesi) Associazioni di volontariato presenti sul territorio Le istituzioni locali Approccio diretto da parte dei volontari. Volantini scritti in più lingue per favorire la diffusione del servizio agli stranieri; Sito web (in costruzione) Pagina 10 Inoltre stiamo diffondendo il progetto attraverso le seguenti attività: Page 10 of 23

11 Incontri con le comunità parrocchiali cittadine per la presentazione del progetto Pagina 11 Page 11 of 23

12 Pagina 12 Page 12 of 23

13 Creazione di una brouchure Pagina 13 Page 13 of 23

14 Attività Aperitivi dal Don Spettacoli Teatrali Pagina 14 Page 14 of 23

15 Attività cittadine in collaborazione con altre associazioni Pagina 15 Page 15 of 23

16 CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015 Pagina 16 Interviste con alcuni quotidiani locali Page 16 of 23

17 Sito Web ( in costruzione) Pagina 17 Page 17 of 23

18 Budget previsto per l attivit attività di comunicazione Il budget previsto per le spese di comunicazione è di circa nel primo anno di attività. Si prevede una spesa annua di circa per le spese di comunicazione, sito web, manifesti, organizzazione eventi, pubblicità e rimborsi spese. Pagina 18 Page 18 of 23

19 ASPETTI ECONOMICI E FINANZIARI Fabbisogno Il budget totale per la realizzazione del progetto è di circa Il progetto sarà realizzato per fasi nel quadriennio 2015/ ^ Fase Sistemazione struttura parrocchiale (opere murarie) ,00 Realizzazione bagni e docce (opere murarie con accessori) Realizzazione area guardaroba e spogliatoio (attrezzatura e mobilio) , ,00 2^ Fase Realizzazione area cucina-mensa (mobili) 5.000,00 3^ Fase Realizzazione aerea comune (sala tv, area ricreativa e foresteria) Realizzazione area medica (attrezzature mediche es.defibrillatore, lettino ambulatoriale e mobili) 4.000, ,00 Pagina 19 4^ Fase Realizzazione dormitorio (letti e mobili) ,00 Page 19 of 23

20 Previsioni e sostenibilità futura La prima spesa di investimento è l insieme della 1^ Fase descritta nel paragrafo FABBISOGNO L Associazione EMMAUS sta già operando per realizzare il progetto. Nel primo anno di attività si prevedono i seguenti ricavi : - ATTIVITA di Autofinanziamento 7.000,00 - Contributi Volontari 3.000,00 - Donazioni da private (sponsor alla realizzazione progetto) ,00 Nel primo anno di attività, oltre i costi di investimento, l associazione avrà bisogno di acquistare i seguenti materiali: Materiali necessari per attività docce (asciugamani, accappatoi, materiale da toilette, vestiario di prima necessità, ecc.) 3.000,00 Utenze (telefono, energia elettrica e gas, acqua) 2.500,00 Comunicazione: realizzazione e gestione sito, organizzazione eventi, pubblicità 4.000,00 Pagina 20 Page 20 of 23

21 Business Plain CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015 Pianificazione strategica e base finanziaria per la realizzazione del Progetto RENDICONTO FINANZIARIO DISPONIBILITA' LIQUIDE al 01/01 TOTALE DISPONIBILITA' LIQUIDE al 01/ , , , ,00 Entrate Titolo I - Entrate da attività istituzionali Contributi degli aderenti 850,00 850,00 850,00 850,00 Erogazioni liberali da benefattori , , , ,00 Contributo da Concorso IFEELCUD ,00 Contributi da 5 x , , ,00 Raccolta fondi a/m eventi , , , ,00 Altri contributi , , , ,00 TOTALE ENTRATE , , , ,00 Titolo I - Uscite da spese correnti Spese di gestione 750,00 750,00 750,00 750,00 Materie prime, di consumo e merci 2.000, , , ,00 Servizi 300,00 300,00 300,00 500,00 Utenze 2.500, , , ,00 Oneri diversi di gestione 200,00 200,00 200,00 200,00 Compensi professionali e occasionali , Comunicazione 1.000, , , ,00 Assicurazione volontari 500,00 500,00 500,00 500,00 Totale spese correnti , , , ,00 Totale titolo I - Uscite da spese correnti , , , ,00 Titolo II - Uscite per spese conto capitale Impianti generici e specifici , ,00 - Macchine elettroniche 1.500, , Attrezzatura varia e minuta , , Mobili e arredi , Opere Murarie , ,00 Totale titolo II - Uscite per spese conto capitale , , , ,00 Titolo IV - Altre Uscite uscite per spese e commissioni bancari 100,00 100,00 100,00 - uscite per spese organizzazione eventi 1.500, , , ,00 altre uscite 50,00 50,00 50,00 15,00 Totale titolo IV - Altre uscite 1.650, , , ,00 TOTALE USCITE (C) , , , ,00 RIEPILOGO AVANZO DELLA GESTIONE (B - C) , ,00 200, ,00 DISPONIBILITA' LIQUIDE al 31/12 (A + D) 1.203, , , ,00 TOTALE A PAREGGIO (C+E) , , , ,00 Pagina 21 Page 21 of 23

22 Negli anni a seguire l Associazone EMMAUS si sosterrà economicamente attraverso : 5 X MILLE Attività di autofinanziamento quali: Aperitivi dal DON mensili Cena annuale di beneficenza Teatro Annuale Gite Semestrali Contributi Volontari Donazioni da privati Sponsor di alcune aziende già contattate (codice etico delle aziende) Sponsorizzazioni da parte di aziende (codice Etico) FUNDRAISING NONPROFIT Progetto Riciclo Olio Vegetale Esausto Pagina 22 Page 22 of 23

23 SI RINGRAZIAA CONCORSO I FEEL CUD - 5 EDIZIONE - ANNO 2015 Pagina 23 Page 23 of 23

CONCORSO I FEEL CUD - 2 EDIZIONE - ANNO 2012 IL PROJECT PLAN

CONCORSO I FEEL CUD - 2 EDIZIONE - ANNO 2012 IL PROJECT PLAN IL PROJECT PLAN NOME GRUPPO Collaboriamoci RECAPITO PER CONTATTO Andrea Calvano-3462271197 Don Giuseppe Ghirelli-3299543077 L IDEA E LE PERSONE Caratteristiche progetto: Descrivere brevemente il progetto

Dettagli

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA ORGANIZZAZIONE OPERA DI PADRE MARELLA Fondo straordinario di solidarietà da destinare al servizio mensa ANTONIANO DEI FRATI MINORI Fondo straordinario di solidarietà

Dettagli

Centri di ascolto luogo privilegiato in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito Funzioni e compiti

Centri di ascolto luogo privilegiato in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito Funzioni e compiti Il Centro di ascolto della Caritas diocesana è il luogo privilegiato (perché consegnato dalla tradizione e confermato dall esperienza) in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito del

Dettagli

LA BENEFICENZA NEL 2014

LA BENEFICENZA NEL 2014 L esercizio 2014 è stato ancora una volta complicato e difficile da gestire per l operatività della Fondazione Banca San Paolo di Brescia, sia per la progressiva e graduale contrazione delle risorse a

Dettagli

1. Da quanto tempo è stato nominato incaricato diocesano per la promozione del sovvenire? anni (2) (3)

1. Da quanto tempo è stato nominato incaricato diocesano per la promozione del sovvenire? anni (2) (3) Gentile Incaricato, La preghiamo di compilare il questionario mettendo una crocetta sulle risposte scelte, oppure le scriva per esteso, laddove è richiesto. Se non vi sono specifiche particolari, scelga

Dettagli

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan LOMBARDIA: sintesi di alcuni dati 1. IL PUNTO DI PARTENZA: UNO SGUARDO STORICO

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Caritas Diocesana di Ravenna Cervia. Relazione sui dati del Centro di Ascolto Diocesano 2011

Caritas Diocesana di Ravenna Cervia. Relazione sui dati del Centro di Ascolto Diocesano 2011 Caritas Diocesana di Ravenna Cervia Relazione sui dati del Centro di Ascolto Diocesano 2011 Con la chiusura dell anno 2011 è ora di bilanci. Ecco allora qualche cifra che può essere utile per fotografare

Dettagli

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona TERRAFUTRA. FIRENZE 26 Maggio 2012

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona TERRAFUTRA. FIRENZE 26 Maggio 2012 CREDITO AL FUTURO Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona 1 TERRAFUTRA FIRENZE 26 Maggio 2012 Francesco Delfino andriacaritas@libero.it www.caritasandria.com GLI STRUMENTI A DISPOSIZIONE

Dettagli

Casa Mara Carta dei servizi

Casa Mara Carta dei servizi Casa Mara Indice: 1. Casa Mara 2. La Fondazione S. Carlo Onlus 3. Il Cast 4. Struttura organizzativa I. Operatori II. Volontari 5. Dove siamo I. Come arrivare II. Per contattarci 6. Descrizione degli spazi

Dettagli

Le persone senza dimora

Le persone senza dimora Le persone senza dimora Linda Laura Sabbadini Direttore Dipartimento statistiche sociali e ambientali 9 Ottobre 2012 In maggioranza vivono al Nord Sono 47.648 le persone senza dimora che tra novembre e

Dettagli

I volontari. Alcune tipologie di ospiti:

I volontari. Alcune tipologie di ospiti: Alcune tipologie di ospiti: L italiano A di 29 anni, di professione lavapiatti, che abita in una roulotte sulle rive del Ticino L albanese B di 19 anni, che dorme in un dormitorio pubblico e svolge piccoli

Dettagli

REGOLAMENTO RESIDENZA PROTETTA PER DISABILI DI CORINALDO

REGOLAMENTO RESIDENZA PROTETTA PER DISABILI DI CORINALDO Via G. Marconi n. 6 60030 Serra de Conti (An) C.F./P.IVA: 01090170422 Iscr. REA Ancona n. 132208 Tel. 0731 879275 - Fax 0731 878396 E-mail: info@cogesco.org PEC: consorziocogesco@pec.it REGOLAMENTO RESIDENZA

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

COMO - LORA SCUOLA DELL'INFANZIA

COMO - LORA SCUOLA DELL'INFANZIA COMO - LORA SCUOLA DELL'INFANZIA Presentazione / struttura scolastica Gli spazi Organizzazione oraria Organizzazione delle attività didattiche giornata tipo Finalità educative Metodologia didattica Iniziative

Dettagli

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso PROGETTO ORTO SOLIDALE Orto del Sorriso INDICAZIONI GENERALI DEL PROGETTO: Il progetto di Orto Solidale Orto del Sorriso nasce dal desiderio di riscattare il termine LAVORO dandogli una valenza positiva.

Dettagli

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Proposta di accoglienza 1 Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Condizione necessaria L attuazione del presente progetto

Dettagli

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani Ecco il tuo campo Una Chiesa tutta oratoriana a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani L Oratorio oggi Oggi sono circa 6000 gli Oratori in Italia, promossi da parrocchie, associazioni, movimenti,

Dettagli

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM Associazione FA.T.A. Onlus FA.T.A. FAmiglie Temporanea Accoglienza (www.fataonlus.org) ospita e sostiene bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia per disagio. L Associazione

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura SETTORE e Area di intervento: Assistenza Minori ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO: Contribuire a migliorare le condizioni

Dettagli

OSSERVATORIO DELLE POVERTÀ E DELLE RISORSE CARITAS DIOCESANA RIMINI UNA RETE PER CONOSCERE E CONDIVIDERE

OSSERVATORIO DELLE POVERTÀ E DELLE RISORSE CARITAS DIOCESANA RIMINI UNA RETE PER CONOSCERE E CONDIVIDERE OSSERVATORIO DELLE POVERTÀ E DELLE RISORSE CARITAS DIOCESANA RIMINI UNA RETE PER CONOSCERE E CONDIVIDERE INDICE Presentazione - don Renzo Gradara Introduzione La struttura del Rapporto delle povertà 2006

Dettagli

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIA SAN BERNARDINO DA SIENA TORINO 1907: anno di fondazione della Parrocchia 20.000: abitanti della Parrocchia 5 frati operanti in Parrocchia 1 diacono permanente diocesano

Dettagli

RENDICONTAZIONE PROGETTO DI ACCOGLIENZA DI PROFUGHI RICHIEDENTI ASILO POLITICO / PROTEZIONE INTERNAZIONALE

RENDICONTAZIONE PROGETTO DI ACCOGLIENZA DI PROFUGHI RICHIEDENTI ASILO POLITICO / PROTEZIONE INTERNAZIONALE RENDICONTAZIONE DEL PROGETTO DI ACCOGLIENZA DI PROFUGHI RICHIEDENTI ASILO POLITICO / PROTEZIONE INTERNAZIONALE 1 31 Maggio 2014 1. LE STRUTTURE DI ACCOGLIENZA Per l accoglienza di un totale di n. 25 ospiti,

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 Titolo intervento Centro Aggregativo sovra circoscrizionale

Dettagli

Centro Parrocchiale Don Pietro Costa Parrocchia S. Stefano p.m. Piovene Regolamento di utilizzo locali e impianti REGOLAMENTO GENERALE

Centro Parrocchiale Don Pietro Costa Parrocchia S. Stefano p.m. Piovene Regolamento di utilizzo locali e impianti REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO GENERALE rev. 5G del 03/11/2010 APPROVATO Indice regolamento: Premessa, elenco aree, prenotazione sale...2 A) Regole di utilizzo generale... 4 B) Priorità d utilizzo... 5 C) Regole di utilizzo

Dettagli

I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione di scuole e gruppi.

I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione di scuole e gruppi. I campi estivi dell Ecomuseo sono dedicati a bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni. I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA SEMESTRE GIUGNO-DICEMBRE 2014

RELAZIONE ATTIVITA SEMESTRE GIUGNO-DICEMBRE 2014 RELAZIONE ATTIVITA SEMESTRE GIUGNO-DICEMBRE 2014 1. Ambito territoriale in cui si svolgono le attività Dall'apertura della nostra sede a Mirabello Monferrato sono passati ormai quattro anni. Periodo che

Dettagli

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento Carta BISOGNI BISOGNI GLI ADULTI GLI ADULTI Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento in una struttura residenziale. Domiciliarità

Dettagli

DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA ARTICOLO - 4 - FINALITÀ * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * -

DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA ARTICOLO - 4 - FINALITÀ * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * - DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * - CARITAS PARROCCHIALE S. MARIA REGINA MUNDI ARTICOLO - 1 - ISTITUZIONE 1. E istituita nella Parrocchia di S. Maria Regina Mundi,

Dettagli

CRITERI DI UTILIZZO DEI LOCALI DELLA CASA DELLE CULTURE

CRITERI DI UTILIZZO DEI LOCALI DELLA CASA DELLE CULTURE CRITERI DI UTILIZZO DEI LOCALI DELLA CASA DELLE CULTURE TITOLO I. PREMESSE Allegato 1 Art. 1) Finalità La Casa delle Culture di Arezzo è un progetto complesso rivolto alla costruzione di una città inclusiva

Dettagli

Associazione CENTRO GIOVANILE DON GIOVANNI MACCANI

Associazione CENTRO GIOVANILE DON GIOVANNI MACCANI Associazione CENTRO GIOVANILE DON GIOVANNI MACCANI Largo Fermo Stella, 3 23100 - Sondrio Bilancio dell anno 2013 Caro Socio, anche quest anno, come previsto dallo statuto vigente, la nostra Associazione

Dettagli

La Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi La Carta dei Servizi THE CAMBRIDGE SCHOOL SRL Via Rosmini n.6 37123 Verona Tel 045/8003154 Fax 045/8014900 e-mail info@cambridgeschool.it www.cambridgeschool.it 1 LA CARTA DEI SERVIZI Premessa La carta

Dettagli

l esclusione anche dal campo di applicazione dell'imposta sul valore aggiunto; l'esenzione da ogni altro tributo, sia erariale che locale.

l esclusione anche dal campo di applicazione dell'imposta sul valore aggiunto; l'esenzione da ogni altro tributo, sia erariale che locale. a cura di Flavio Chistè RACCOLTE PUBBLICHE DI FONDI E OBBLIGHI DI RENDICONTAZIONE La raccolta di fondi costituisce, da sempre, una delle principali fonti di finanziamento delle iniziative e dei progetti

Dettagli

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto!

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IIS Alessandrini sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IPS Lombardini (sezione associata) Le proposte di a ttivita e stage delle associazioni che aderiscono al Punto Scuola Volontariato di

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Sede legale via D Annunzio27 Genova 16121. Sede amministrativa Corso Italia 5 Tel.0103620302 Genova 16145

CARTA DEI SERVIZI. Sede legale via D Annunzio27 Genova 16121. Sede amministrativa Corso Italia 5 Tel.0103620302 Genova 16145 BAGNI SCOGLIERA CARTA DEI SERVIZI BAGNI SAN NAZARO Sede legale via D Annunzio27 Genova 16121 Sede amministrativa Corso Italia 5 Tel.0103620302 Genova 16145 Presidente e A.D. Roberta Morgano BAGNI JANUA

Dettagli

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma Piattaforma Parma per l impresa che dona prodotti Parma, 14 giugno 2013 Comune di Parma IL PROGETTO Piattaforma Parma è, prima di tutto, un iniziativa condivisa dalla città e dai suoi principali rappresentanti,

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM Allegato A BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM Premesse - la Regione Toscana con decisione

Dettagli

PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE

PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE Orientamento e avviamento verso il lavoro per minori e giovani in misura alternativa al carcere dai sedici ai ventuno anni. 1. Finalità generali

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 24 GENNAIO 2012 1 di 10 ORDINE DEL GIORNO - ECONOMICO E DI - - ELEZIONE NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO - VARIE ED EVENTUALI 2 di 10 3 di 10 Dei lavori di ristrutturazione della

Dettagli

I COLORI della CARITÀ

I COLORI della CARITÀ CARITAS DIOCESANA DI PALESTRINA I COLORI della CARITÀ Storia della Caritas Sostegno e Formazione Servizi alla persona Promozione Sociale Caritas Parrocchiali Caritas Diocesana STORIA DELLA CARITAS CARITAS

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCUOLA DELL INFANZIA S ANTONIO

CARTA DEI SERVIZI SCUOLA DELL INFANZIA S ANTONIO CARTA DEI SERVIZI SCUOLA DELL INFANZIA S ANTONIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INFORMAZIONI VARIE La Scuola parrocchiale dell infanzia Sant Antonio di Mellaredo si configura, giuridicamente ed amministrativamente,

Dettagli

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011 Mani Unite Unite Onlus Presentiamo anche quest anno, come doverosa consuetudine, la sintesi delle attività realizzate nel corso del 2011 a favore dei bambini che soffrono ingiustizie, fame e carenze non

Dettagli

CENSIMENTO ENTI NON PROFIT

CENSIMENTO ENTI NON PROFIT CENSIMENTO ENTI NON PROFIT Entro il 20 dicembre 2012 le parrocchie che hanno ricevuto il questionario ISTAT per il 9 censimento dell Industria e dei Servizi 2011 inerente le istituzioni non profit, dovranno

Dettagli

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI. Il sostegno ai minori in difficoltà

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI. Il sostegno ai minori in difficoltà Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI Il sostegno ai minori in difficoltà Edizione maggio 2002 1 LA MISSION ED I VALORI LA MISSION Ciascuna persona è titolare di diritti, ad ognuno deve essere

Dettagli

POVERI DI OPPORTUNITÀ, POVERI DI RISORSE

POVERI DI OPPORTUNITÀ, POVERI DI RISORSE POVERI DI OPPORTUNITÀ, POVERI DI RISORSE Il 2012 è stato un anno in cui abbiamo registrato una situazione sostanzialmente immutata nelle richieste di aiuto e nelle erogazioni di servizi. Diversi fenomeni

Dettagli

www.comune.opi.aq.it

www.comune.opi.aq.it AIUTACI A CRESCERE DONARE IN CULTURA DA OGGI CONVIENE! Con l Art bonus chi effettua erogazioni liberali in denaro, per il sostegno della cultura, può godere di importanti benefici fiscali Scopri come donare

Dettagli

Fondazione Falciola Camplus Lingotto

Fondazione Falciola Camplus Lingotto Centro Universitario Villa San Giuseppe Info: I servizi sono in comune. Nel mese di agosto il centro accoglie anche gruppi impegnati in convegni e stage, ma è sospeso il servizio mensa. Campo da calcetto,

Dettagli

CENTRO DIURNO INTEGRATO

CENTRO DIURNO INTEGRATO FONDAZIONE O.N.L.U.S. SANTA MARIA DELLA NEVE 25055 Pisogne (Bs) CENTRO DIURNO INTEGRATO CARTA DEI SERVIZI PRESENTAZIONE La struttura residenziale, che sorge su una superficie di circa mq. 10.500, è dotata

Dettagli

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia Obiettivi della serata Presentazione del contesto in cui si inserisce il percorso «Famiglie

Dettagli

Una casa di accoglienza. per le studentesse. di Koupéla AFRICA

Una casa di accoglienza. per le studentesse. di Koupéla AFRICA Una casa di accoglienza per le studentesse di Koupéla AFRICA 1 2 Il PUNTO DI PARTENZA Ha il nome di un fiore, di quelli colorati e profumati che adornano i nostri giardini, la ragazza di 16 anni che bussa

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Al Direttore del Piccolo Cottolengo Don Orione Casa di riposo per anziani Via Alessandro Poerio, 36 Roma

Al Direttore del Piccolo Cottolengo Don Orione Casa di riposo per anziani Via Alessandro Poerio, 36 Roma 20 Modulo Reclami / Suggerimenti Gent.mo/a Sig.r/ra Condividiamo che il miglioramento dei servizi debba avvenire tenendo conto del parere degli utenti. Le saremmo perciò grati, se volesse farci conoscere

Dettagli

Comune Castel San Giovanni

Comune Castel San Giovanni Comune Castel San Giovanni Approvato deliberazione Consiglio comunale n. 44 del 29.11.2013 1 I N D I C E Articolo 1 - Scopo del Regolamento pag. 1 Articolo 2 - Affidamento del servizio economato pag. 1

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito Nel confermare il loro impegno di sviluppo e promozione sociale, la Fondazione aiutare i bambini Onlus ( Aiutare i Bambini ) e la

Dettagli

CENTRI DIURNI PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI

CENTRI DIURNI PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI CENTRI DIURNI PER ANZIANI AUTOSUFFICIENTI CENTRO DIURNO SOCIO-ASSISTENZIALE Di cosa si tratta E un servizio semiresidenziale nel quale sono previste attività socio-assistenziali e di supporto al servizio

Dettagli

Bilancio 2006 dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS

Bilancio 2006 dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS Elenco dei Soci aggiornato al 15 marzo 2007...2 Cariche sociali al 15 marzo 2007...2 Consenso al trattamento dei dati personali...2 Lettera ai Soci...3

Dettagli

Conoscere per chiamare: Donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale

Conoscere per chiamare: Donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale Conoscere per chiamare: Donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale «Conoscere per chiamare: donatori di sangue e programmazione dell attività donazionale» Al 31/12/2010: 7742 donatori

Dettagli

da Ufficio di Mediazione Penale

da Ufficio di Mediazione Penale da di Mediazione Penale a Centro di MODALITÀ DI INTERVENTO mediazione secondo il modello classico mediazione in gruppi (community circle) formazione sensibilizzazione INTERVENTI DIMEDIAZIONE SECONDO IL

Dettagli

BANDO 2016 REGOLAMENTO

BANDO 2016 REGOLAMENTO BANDO 2016 REGOLAMENTO La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, nell ambito della propria attività istituzionale, promuove un bando per la presentazione di richieste di finanziamento a favore di progetti

Dettagli

CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO LINEA ROSA DI RAVENNA PER GLI ANNI 2013-2018

CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO LINEA ROSA DI RAVENNA PER GLI ANNI 2013-2018 1 CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO LINEA ROSA DI RAVENNA PER GLI ANNI 2013-2018 ART. 1 Oggetto. La presente Convenzione regola i rapporti che si instaurano tra il Comune di Ravenna e l Associazione

Dettagli

Il Progetto Policoro è un progetto della Chiesa Italiana che tenta di dare una risposta concreta al problema della disoccupazione al Sud.

Il Progetto Policoro è un progetto della Chiesa Italiana che tenta di dare una risposta concreta al problema della disoccupazione al Sud. Il Progetto Policoro è un progetto della Chiesa Italiana che tenta di dare una risposta concreta al problema della disoccupazione al Sud. Policoro, città in provincia di Matera, è il luogo del primo incontro

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Marano Vicentino

Istituto Comprensivo Statale Marano Vicentino Istituto Comprensivo Statale Marano Vicentino Iscrizione Scuola dell Infanzia Il castello colorato Santa Lucia L arca San Lorenzo Il nostro Istituto una scuola per tutti 2 Scuole dell Infanzia «Il castello

Dettagli

6. Firenze Santa Maria Novella

6. Firenze Santa Maria Novella 6. Firenze Santa Maria Novella 177 6.1. Caratteristiche generali La Stazione ferroviaria di Santa Maria Novella sorge nel centro cittadino. È composta da un atrio principale, all interno del quale si

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

IL PROGETTO EDUCATIVO

IL PROGETTO EDUCATIVO SCUOLA MATERNA CHIARA BELDI FONDAZIONE DI DIRITTO PRIVATO Via Chiara Beldì 36 28068 ROMENTINO C.F-P.I.V.A. 00451820039 Tel. 0321/860256 Fax. 0321/860968 e-mail: materna.beldi@alice.it IL PROGETTO EDUCATIVO

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE AUTORIZZATORIO ANNO 2014 RICAVI

BILANCIO DI PREVISIONE AUTORIZZATORIO ANNO 2014 RICAVI BILANCIO DI PREVISIONE AUTORIZZATORIO ANNO RICAVI CA.R.A.01.01 Proventi per la didattica 25.328.240,00 CA.R.A.01.01.01.01 Tasse e contributi Corsi di laurea di I e II livello 22.900.000,00 CA.R.A.01.01.02.01

Dettagli

Il Regno delle Favole e La Corte dei Burattini S.r.l.

Il Regno delle Favole e La Corte dei Burattini S.r.l. Il Regno delle Favole e La Corte dei Burattini S.r.l. PROPONE una convenzione per i Vostri dipendenti Pagina 1 di 7 1. Descrizione dell Azienda Il Regno delle Favole e la corte dei burattini S.r.l nasce

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Casa di accoglienza femminile Sagrini CARTA DEI SERVIZI

Casa di accoglienza femminile Sagrini CARTA DEI SERVIZI Casa di accoglienza femminile Sagrini FINALITA E CARATTERISTICHE DEI SERVIZI: - Garanzia di soluzione anche temporanee a bisogni di alloggio, vitto e tutela; - Contenimento dei tempi di accoglienza. NORME

Dettagli

GLI AMBIENTI DELLA CASA

GLI AMBIENTI DELLA CASA GLI AMBIENTI DELLA CASA La casa è da sempre il luogo dei nostri momenti più intimi, il riparo dal caos del mondo esterno, crogiolo di profumi, luci e colori che ci avvolgono in un senso di profondo benessere,

Dettagli

20 o A.VO.S. anno di fondazione. Associazione Volontari Scalenghesi

20 o A.VO.S. anno di fondazione. Associazione Volontari Scalenghesi 20 o A.VO.S anno di fondazione Associazione Volontari Scalenghesi L Associazione nasce nel 1993 per volontà di dodici Scalenghesi, uniti dal fattore comune di vivere nello stesso piccolo paese di provincia.

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

ISTITUTO FIGLIE DI S. ANNA ERITREA. Ristrutturazione della casa di accoglienza delle orfane

ISTITUTO FIGLIE DI S. ANNA ERITREA. Ristrutturazione della casa di accoglienza delle orfane ISTITUTO FIGLIE DI S. ANNA ERITREA Ristrutturazione della casa di accoglienza delle orfane ASMARA, 22 SETTEMBRE 2013 LA BEATA ROSA GATTORNO Madre Rosa nacque a Genova il 14 ottobre 1831. Fin dal principio

Dettagli

AMICI NELLA NATURA Relazione attività esercizio 2012

AMICI NELLA NATURA Relazione attività esercizio 2012 AMICI NELLA NATURA Relazione attività esercizio 2012 (settembre 2013) INDICE 1.Presentazione dellassociazione Chi siamo I nostri scopi Ambiti di attività Storia Risorse umane e organizzazione 2. Relazione

Dettagli

BILANCIO SOCIALE ANNO 2014 RELAZIONI DELLE ATTIVITA RENDICONTO CONSUNTIVO RENDICONTO PREVENTIVO

BILANCIO SOCIALE ANNO 2014 RELAZIONI DELLE ATTIVITA RENDICONTO CONSUNTIVO RENDICONTO PREVENTIVO BILANCIO SOCIALE ANNO 2014 RELAZIONI DELLE ATTIVITA RENDICONTO CONSUNTIVO RENDICONTO PREVENTIVO 1 Relazione al Bilancio 2014 Egregi Signori, Il bilancio 2014 riferito alle entrate e alle uscite non evidenzia

Dettagli

UNA CANZONE IDEALE - perché la musica alimenta la speranza - BANDO DI CONCORSO

UNA CANZONE IDEALE - perché la musica alimenta la speranza - BANDO DI CONCORSO Parrocchia di Valeggio sul Mincio FESTIVAL DELLA FEDE 2013 UNA CANZONE IDEALE - perché la musica alimenta la speranza - In occasione dell'anno della Fede, iniziato da Papa Benedetto e proseguito da Papa

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

il coraggio di diventare PICCOLI SEGNI DI SPERANZA IN MEZZO ALLE VULNERABILITÀ SOCIALI Caritas Diocesana Torino 2013-2014

il coraggio di diventare PICCOLI SEGNI DI SPERANZA IN MEZZO ALLE VULNERABILITÀ SOCIALI Caritas Diocesana Torino 2013-2014 il coraggio di diventare PICCOLI SEGNI DI SPERANZA IN MEZZO ALLE VULNERABILITÀ SOCIALI Caritas Diocesana Torino 2013-2014 29 marzo 2014: XXV Giornata Caritas La Chiesa di Torino sta lavorando sul tema

Dettagli

Arcidiocesi di Crotone Santa - Severina

Arcidiocesi di Crotone Santa - Severina Arcidiocesi di Crotone Santa - Severina Rendiconto amministrativo parrocchiale al 31 dicembre La parrocchia, come ogni persona giuridica pubblica soggetta al Vescovo diocesano, è tenuta a presentare ogni

Dettagli

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012 Associazione Cieli Aperti ONLUS - Via Lazzerini n 1-59100 Prato Sede operativa: Via Marengo n 51 Cod. Fiscale: 92062880486 - P. Iva: 01939060974 Telefono: 0574 607226 3280809395 - Fax: 0574 607226 E-mail:

Dettagli

C O N V E N Z I O N E PER L AVVIO DEL PROGETTO MICROCREDITO PER LE FAMIGLIE TRA : COMUNE DI CATTOLICA COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO

C O N V E N Z I O N E PER L AVVIO DEL PROGETTO MICROCREDITO PER LE FAMIGLIE TRA : COMUNE DI CATTOLICA COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO C O N V E N Z I O N E PER L AVVIO DEL PROGETTO MICROCREDITO PER LE FAMIGLIE TRA : COMUNE DI CATTOLICA COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO CARITAS PARROCCHIALE DI CATTOLICA PER L EROGAZIONE DI MICROCREDITO

Dettagli

Consultorio interdecanale La Famiglia Decanati:Carate Brianza Seregno - Seveso CARTA DEI SERVIZI

Consultorio interdecanale La Famiglia Decanati:Carate Brianza Seregno - Seveso CARTA DEI SERVIZI Consultorio interdecanale La Famiglia Decanati:Carate Brianza Seregno - Seveso CARTA DEI SERVIZI 20038 SEREGNO (MI) Via Alfieri 8 Tel/fax 0362.234798 E-mail: consultoriofamiliareinte@tin.it.tin C.F. 91062430151

Dettagli

CONOSCERSI E FARSI CONOSCERE

CONOSCERSI E FARSI CONOSCERE CONOSCERSI E FARSI CONOSCERE Varazze: una giornata dedicata al volontariato e alle attività sociali Il 25 ottobre 2015 Palazzo Beato Jacopo ha ospitato la prima Giornata del volontariato e delle attività

Dettagli

DIOCESI DI PATTI PER L ANNO 2006

DIOCESI DI PATTI PER L ANNO 2006 DIOCESI DI PATTI RENDICONTO RELATIVO ALLA EROGAZIONE DELLE SOMME ATTRIBUITE ALLA DIOCESI DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA EX ART. 47 DELLA LEGGE 222/1985 PER L ANNO 2006 EROGAZIONE DELLE SOMME DERIVANTI

Dettagli

SCHEDA DI ISCRIZIONE

SCHEDA DI ISCRIZIONE (Si prega di compilare il questionario in stampatello) 1. DATI ANAGRAFICI SCHEDA DI ISCRIZIONE Denominazione (riportare per esteso la denominazione prevista nello Statuto societario)...... (sigla)......

Dettagli

FASCICOLO 4 L AMMINISTRAZIONE

FASCICOLO 4 L AMMINISTRAZIONE ARCHIDIOCESI DI PERUGIA - CITTÀ DELLA PIEVE OGGI DEVO FERMARMI A CASA TUA! VISITA PASTORALE DELL ARCIVESCOVO MONS. GUALTIERO BASSETTI 2013-2017 FASCICOLO 4 L AMMINISTRAZIONE ARCHIDIOCESI DI PERUGIA-CITTÀ

Dettagli

SINTESI DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

SINTESI DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2015-2016 Scuola dell Infanzia DAVIDE BERNASCONI Via V Giornate, 3 22012 Cernobbio CO Tel/fax 031. 512230 info@asilobernasconicernobbio.it www.asilobernasconicernobbio.it SINTESI DEL PIANO

Dettagli

Servizi ed interventi per i senza fissa dimora nel Comune di Cagliari

Servizi ed interventi per i senza fissa dimora nel Comune di Cagliari Relatore Simonetta Piras Comune di Cagliari[Soft Break]Assessorato alle Politiche Sociali Servizi ed interventi per i senza fissa dimora nel Comune di Cagliari La complessità della società attuale, le

Dettagli

Guida ai servizi delle associazioni attive a Catania a sostegno delle povertà e immigrazione

Guida ai servizi delle associazioni attive a Catania a sostegno delle povertà e immigrazione Guida ai servizi delle associazioni attive a Catania a sostegno delle povertà e immigrazione ed.2013 Caritas diocesana di Catania Via Acquicella 104 Catania www.caritascatania.it Questa Guida ai servizi

Dettagli

PROGETTO: NURSERY IN RETE (0-12 MESI) SALVABEBEBÈ SALVAMAM ME

PROGETTO: NURSERY IN RETE (0-12 MESI) SALVABEBEBÈ SALVAMAM ME PROGETTO: NURSERY IN RETE (0-12 MESI) SALVABEBÈ SALVAMAMME RELAZIONE DI MONITOR AGGIO E VALUTAZIONE PERIODO: 1 QUADRIMES TRE Regione Lazio Assessorato Politiche Sociali e Sport Avviso pubblico approvato

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA Ins. Marongiu Alessandra (Pl. E. Mosca) Ins. Flauret Simona (Pl. Centrale)

RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA Ins. Marongiu Alessandra (Pl. E. Mosca) Ins. Flauret Simona (Pl. Centrale) RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA Ins. Marongiu Alessandra (Pl. E. Mosca) Ins. Flauret Simona (Pl. Centrale) OBIETTIVI DI DIO E L UOMO -Imparare a rispettare la propria e l altrui individualità per costruire

Dettagli

Progetto di costituzione di un fondo di solidarietà per il sostegno a famiglie indigenti. 1) Significato di senso contesto sociale.

Progetto di costituzione di un fondo di solidarietà per il sostegno a famiglie indigenti. 1) Significato di senso contesto sociale. 1 Progetto di costituzione di un fondo di solidarietà per il sostegno a famiglie indigenti. 1) Significato di senso contesto sociale. L attuale situazione di crisi economica e finanziaria ha creato anche

Dettagli

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI ISTITUTO

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI ISTITUTO ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI ISTITUTO Art.17 Visite e viaggi di istruzione Le visite d istruzione e le uscite didattiche costituiscono una parte integrante della programmazione didattico - educativa in

Dettagli

PROTOCOLLO di INTESA per la realizzazione di strutture regionali antiviolenza di cui alla l.r. 12/2007

PROTOCOLLO di INTESA per la realizzazione di strutture regionali antiviolenza di cui alla l.r. 12/2007 Staff della - Servizio ALL. A PROTOCOLLO di INTESA per la realizzazione di strutture regionali antiviolenza di cui alla l.r. 12/2007 tra REGIONE LIGURIA rappresentata dall Assessore alle Pari Opportunità

Dettagli

CARTA DELLA SOLIDARIETA

CARTA DELLA SOLIDARIETA CARTA DELLA SOLIDARIETA REDATTO DA ROBERTA BUTERA SERVIZI DEL COMUNE Le grandi macro-aree in cui vengono ricondotte le domande dei servizi sociali del sono le seguenti: Area Minori e Famiglia Area Anziani

Dettagli