PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI"

Transcript

1 ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel FAX PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa n.140 cittadini Somali, verso i quali si attiva un percorso di integrazione sociale con l obiettivo di fornire i presupposti necessari per soluzioni abitative più idonee e un inserimento lavorativo stabile. A tutti sarà presentato il percorso previsto dal progetto, per rendere esplicito e trasparente l impegno reciproco al quale lavoreremo insieme. FASI DEL PROGETTO 1) Sistemazione abitativa e Rilevazione dei bisogni Per i n.140 cittadini Somali si prevede un periodo iniziale di colloqui con orientatori ed operatori specializzati, volti a rilevare con precisione le particolarità delle diverse situazioni per poter attivare percorsi mirati sui bisogni rilevati. Questi colloqui si svolgeranno nell arco di 30 giorni, per 7 persone ogni giorno, che poi saranno avviate nelle situazioni abitative attivate dal progetto. Questi incontri saranno documentati da una scheda conoscitiva che raccoglierà dati rispetto alla situazione lavorativa, ai documenti necessari, e ai percorsi da attivare per una efficace integrazione. Questa prima fase è molto importante per stabilire sia la consistenza reale del nucleo dei rifugiati,sia la composizione del gruppo, sia la necessaria diluizione per gli inserimenti abitativi a fronte di un mercato della casa già molto saturo. Dobbiamo tener presente che non esiste, sul territorio fiorentino, una struttura che possa accogliere immediatamente tutto il gruppo, ne il mercato degli affittacamere può assorbire una richiesta di tale importanza. Il problema abitativo rimane quello di principale rilievo per la cui complessa risoluzione è necessario prevedere l interessamento di un ambito territoriale allargato. Oltre a interventi emergenziali quindi, vanno previsti azioni che mettano i singoli nella possibilità di accedere al mercato della casa. Il progetto in tal senso si pone come strumento di mediazione e di facilitazione. Successivamente, secondo le necessità individuate, potranno essere attivati i vari servizi necessari Accoglienza 1

2 L associazione si occuperà di reperire sul libero mercato, un numero di appartamenti congruo al fabbisogno rilevato, per garantire un alloggio dignitoso e rispondente alle normative attualmente in vigore in materia o di soluzioni alloggiative volano in attesa del reperimento di sistemazioni definitive. Qualora fossero individuati appartamenti di grandi dimensioni l Associazione avvierà la costituzione di pensionati lavoratori sul modello di quelli già esistenti sul territorio fiorentino 2) Segretariato sociale Al fine di migliorare le autonomie individuali nel disbrigo delle pratiche burocratiche finalizzate ad una regolarizzazione dello status di cittadino, si prevede la predisposizione di un servizio di segretariato Sociale. Tale servizio si articola di uno sportello legale e di un sostegno nell informazione e nell accompagnamento al disbrigo di suddette pratiche Consulenza legale Orientamento e informazione sui diritti e i doveri dei beneficiari di protezione umanitaria 2. 2 Accompagnamento per il disbrigo di pratiche burocratiche Attivazione di un servizio di orientamento relativo alle procedure burocratiche amministrative: Informazione e sostegno relativo alle pratiche di competenza della questura e della Prefettura Informazione e sostegno ottenimento Codice Fiscale qualora non sia in loro possesso Informazione e sostegno iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale e ottenimento tessera sanitaria 3) Formazione 2

3 La formazione costituisce la leva strategica per accompagnare i beneficiari nel percorso di integrazione sociale e per promuovere le autonomie individuali in un ottica di implementazione delle risorse personali Corso di lingua italiana Finalizzato all apprendimento del linguaggio specifico per l integrazione all interno di percorsi formativi e per l approccio al mondo del lavoro.. Sviluppo competenze individuali per l integrazione sociale e lavorativa Sviluppo degli strumenti linguistici per l attuazione di progetti territoriali individuali 3. 2 Corso di informatica di base Alfabetizzazione informatica di base Sviluppo competenze di base per l interazione multimediale con i servizi ( Centri per l impiego ecc. ) Sviluppo e implementazione forme di comunicazione con il paese di origine 3. 3 Orientamento ai corsi di formazione professionale Individuazione all interno dell offerta formativa del territorio, di percorsi di acquisizione delle competenze base per l approccio al mercato del lavoro con preferenza verso le opportunità che comprendono momenti di tirocinio formativo. Promozione della motivazione individuale Riprofessionalizzazione delle singole competenze Acquisizione nuove competenze professionale Conoscenza delle realtà aziendali del territori 3.4 Realizzazione di corsi specifici Programmazione e realizzazione di corsi di formazione specifici mirati sulle esigenze dei rifugiati Somali. Creazione di particolari percorsi formativi per facilitare un collocamento lavorativo mirato Promozione e accompagnamento per l avvio di piccole imprese. 4) Lavoro 3

4 4. 1 Servizio di orientamento Accompagnamento ai servizi del territorio che si occupano di ricerca del lavoro ( Centro per l Impiego, Agenzie per il lavoro interinale, ecc. ) con l ausilio del mediatore linguistico. Bilancio delle singole competenze attuali e pregresse. Definizione e stesura del curriculum vitae. Definizione dei singoli profili professionali Iscrizione nelle liste di collocamento 4. 2 Servizio di accompagnamento al lavoro Intermediazione con le aziende che ricercano personale. Individuazione di imprese disponibili a percorsi di inserimento lavorativo. Attivazione di un servizio di tutoraggio dei percorsi di Inserimento Lavorativo. Attivazione di percorsi di inserimento lavorativo Mediazioni nelle dinamiche di approccio al lavoro 5) Servizi alla persona Attivazione di un sistema di servizi per la soddisfazione dei bisogni primari e l orientamento verso le risorse territoriali Accompagnamento sanitario Mediazione e facilitazione per l accesso al servizio sanitario nazionale. Accompagnamento a visite mediche ed eventuali approfondimenti specialistici. Risoluzione dei bisogni medici di base Acquisizione delle conoscenze del funzionamento dell assistenza sanitaria 5. 2 Sportello di ascolto Istituzione di uno sportello di ascolto e orientamento sul soddisfacimento dei bisogni primari. Individuazione dei bisogni primari Orientamento verso i servizi del territorio Soddisfacimento bisogni primari Durata del Progetto : 13 mesi Numero utenti 140 PIANO FINANZIARIO CITTADINI SOMALI PRESENTI IN VIALE VOLTA 4

5 Personale Servizio Qualifica N. Ore Retrib. Ora Costo Totale Coordinamento Coordinatore , iva 4% ,60 Accoglienza Operatore iva 4% ,88 Accoglienza Operatore iva 4% ,88 Segreteria / amministrazione Operatore iva 4% ,00 Mediazione Mediatore iva 4% ,60 Volontari Varie Affitti Servizio Voce Costo mese Totale mese servizio Totale costo 13 mesi Accoglienza Appartamenti 14 x ,00+IVA 4% ,00 Assicurazione resp. civile 5.250,00 Registrazione contratti 6.000,00 Intermediazione agenzie Fondo garanzia danni su appartamenti , ,00 Utenze ,00 Strutture di accoglienza volano per periodi limitati ,55 Totale ,55 Altre spese di gestione Servizio Voce Costo mese Spese trasporto operatori /automezzi / carburante Totale mese servizio Totale costo 13 mesi ,00 Cancelleria e materiali vari 3.000,00 Telefono 4.000,00 Mobili e arredi ,00 Totale ,00 Riepilogo Totale costo personale ,45 Totale costi per locazione immobili ,55 5

6 Spese generali di gestione progetto ,00 Totale progetto ,00 Il costo totale del progetto per un periodo di 13 mesi sarà pari a fuori campo IVA Ex DPR 633/72 ai sensi dell art. 8 comma 2 Legge 266/1991) L Associazione si impegna a fornire nei tempi indicati la documentazione necessaria per la predisposizione della rendicontazione. Il Legale Rappresentante Lucia Croce 6

PROGETTO DI ACCOGLIENZA E ASSISTENZA DEI PROFUGHI PROVENIENTI DALLA LIBIA. Cooperativa 2000onlus s.c.s. a.r.l.

PROGETTO DI ACCOGLIENZA E ASSISTENZA DEI PROFUGHI PROVENIENTI DALLA LIBIA. Cooperativa 2000onlus s.c.s. a.r.l. PROGETTO DI ACCOGLIENZA E ASSISTENZA DEI PROFUGHI PROVENIENTI DALLA LIBIA Cooperativa 2000onlus s.c.s. a.r.l. Soggetti coinvolti nell implementazione del progetto: Soggetto attuatore del progetto di accoglienza

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO

LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO ALLEGATO A LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO 1) I servizi finanziati I beneficiari dei servizi finanziati con il

Dettagli

ALLEGATO E LINEE GUIDA. Sportelli informativi per immigrati INDICE PRESTAZIONI OFFERTE DAGLI SPORTELLI INFORMATIVI

ALLEGATO E LINEE GUIDA. Sportelli informativi per immigrati INDICE PRESTAZIONI OFFERTE DAGLI SPORTELLI INFORMATIVI ALLEGATO E Sportelli informativi per immigrati LINEE GUIDA INDICE 1. PREMESSA 2. FINALITA E CARATTERISTICHE 3. DESTINATARI E MODALITA DI ACCESSO 4. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 5. OBIETTIVI SPECIFICI DEL SERVIZIO

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA STUDENTI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA STUDENTI STRANIERI RETE SIRQ ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE ALBERTO CASTIGLIANO Sede Amministrativa: Via Martorelli, n.1 14100 Asti Tel. 0141 352984/33429 - Fax 0141 352984 - Cod.Fiscale 80005080058 E-Mail: segreteria@ipsiacastigliano.it

Dettagli

SEZIONE SCUOLE MEDIE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

SEZIONE SCUOLE MEDIE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Felice Faccio - CASTELLAMONTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca SEZIONE SCUOLE MEDIE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura della

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: LE VOCI DI DENTRO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA Area di intervento: IMMIGRATI, PROFUGHI (codice A04) OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

VADEMECUM PER L ACCOGLIENZA DEI PROFUGHI

VADEMECUM PER L ACCOGLIENZA DEI PROFUGHI CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/88/CR06/C3-C7-C13 VADEMECUM PER L ACCOGLIENZA DEI PROFUGHI SOGGETTI GESTORI DEI SERVIZI DI ACCOGLIENZA a) organizzazioni di natura privata volti alla

Dettagli

MEDIATORE INTERCULTURALE

MEDIATORE INTERCULTURALE Allegato 1 REGIONE LAZIO MEDIATORE INTERCULTURALE Il Mediatore Inter svolge attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti:

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA. tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO, CARPI, NOVI DI MODENA E SOLIERA

PROTOCOLLO D'INTESA. tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO, CARPI, NOVI DI MODENA E SOLIERA PROTOCOLLO D'INTESA RELATIVO AL SERVIZIO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO- CULTURALE NEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI E DIREZIONI DIDATTICHE DELL UNIONE TERRE D ARGINE tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO,

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA Il Protocollo di accoglienza per gli alunni stranieri è da intendersi quale parte integrante dell assetto regolamentare dell ENAIP Trentino.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona

CARTA DEI SERVIZI. SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona CARTA DEI SERVIZI SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona 1 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno degli strumenti che un organizzazione utilizza per dare informazioni sulle attività che

Dettagli

AFP COLLINE ASTIGIANE CARTA DEI SERVIZI (SERVIZI AL LAVORO) PRESENTAZIONE

AFP COLLINE ASTIGIANE CARTA DEI SERVIZI (SERVIZI AL LAVORO) PRESENTAZIONE AFP COLLINE ASTIGIANE CARTA DEI SERVIZI (SERVIZI AL LAVORO) PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è un documento in cui AFP COLLINE ASTIGIANE specifica le finalità e le caratteristiche

Dettagli

BANDO GIACOMO EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON MINORI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA

BANDO GIACOMO EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON MINORI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA BANDO GIACOMO EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON MINORI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA ANNUALITA 2014-2015 Associazione La Mongolfiera Onlus, Viale Pambera n.10,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO IRECOOP VENETO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO IRECOOP VENETO CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO IRECOOP VENETO disegniamo insieme a te il futuro sede Via Savelli, 128-35129 Padova - tel. +39 049 8076143 - fax +39 049 8076136 - sito www.irecoop.veneto.it mail info@irecoop.veneto.it

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi)

PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi) PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi) Sperimentare percorsi di accoglienza e integrazione per profughi-richiedenti asilo in provincia di Brescia. Premessa e inquadramento

Dettagli

Carta dei Servizi 2015

Carta dei Servizi 2015 Carta dei Servizi 2015 Servizi al Lavoro CO.GE.S. don Lorenzo Milani Società cooperativa sociale Indice 1. CO.GE.S. don Lorenzo Milani Società cooperativa sociale 2. Mission 3. Carta dei Servizi 4. A chi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO PRESENTAZIONE OPERATORE CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO La Cooperativa Sociale Conedia è stata costituita a maggio 2011, come emanazione dell Associazione F.L.E.G. Formazione Lavoro e Gioventù. Ha come oggetto

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 1 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 PREMESSA 2 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n.33 ha riordinato la disciplina

Dettagli

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012 Associazione Cieli Aperti ONLUS - Via Lazzerini n 1-59100 Prato Sede operativa: Via Marengo n 51 Cod. Fiscale: 92062880486 - P. Iva: 01939060974 Telefono: 0574 607226 3280809395 - Fax: 0574 607226 E-mail:

Dettagli

N. Revisione Data Descrizione della modifica

N. Revisione Data Descrizione della modifica 1.Introduzione... 2 2.Presentazione della società... 2 3.Struttura della carta dei servizi... 3 4.Principi fondamentali... 4 4.1.Principi generali di riferimento... 4 4.2.Diritti e doveri dell utente...

Dettagli

Target Persone straniere vittime di tratta e sfruttamento sessuale, lavativo, accattonaggio

Target Persone straniere vittime di tratta e sfruttamento sessuale, lavativo, accattonaggio Titolo DIVENTARE PROTAGONISTI DELLA PROPRIA STORIA Servizi di riferimento 1. Sportello Accoglienza vittime di tratta SEDE TORINO CORSO TRAPANI 91 B Il Servizio prevede l accoglienza delle persone in un

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI ISTITUTO TECNICO STATALE Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere Astolfo Lunardi Via Riccobelli, 47-25123 Brescia - Tel. 0302009508 - Fax: 030390996 E-mail info@lunardi.bs.it - URL http://www.lunardi.bs.it

Dettagli

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università Introduzione 2 1. Il contesto di riferimento 1.1 Riferimenti istituzionali Si inserisce nell ambito della Strategia Europa 2020 e delle

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA INFORMATIVE E FORMATIVE DEL CENTRO INTERCULTURALE

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA INFORMATIVE E FORMATIVE DEL CENTRO INTERCULTURALE COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA INFORMATIVE E FORMATIVE DEL CENTRO INTERCULTURALE ART. 1 - ATTIVITA DEL CENTRO INTERCULTURALE ED OGGETTO

Dettagli

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI ASSOCIAZIONE INTERCULTURALE NARRAMONDI onlus Sede Legale: Via L. Settembrini, n 14 90145 Palermo Via Mario Rapisardi n 68/A 90144 Palermo Codice Fiscale: 97148690825 Partita IVA: 05187110829 telefono e

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Ente: ASSOCIAZIONE PROVINCIALE PER I MINORI Indirizzo: via Valentina Zambra 11 - TRENTO Recapito telefonico: 0461829896 Indirizzo e-.mail: associazioneminori@appm.it

Dettagli

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FixO S&U

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FixO S&U PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FixO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE DI SECONDO GRADO PER LA REALIZZAZIONE E

Dettagli

PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009

PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009 PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009 Indice 1. Premessa 2. Riferimenti normativi 3. Ambiti di intervento 4. Modalità di attuazione 5. Risorse 6. Azioni 7. Riepilogo 1. Premessa La Regione Friuli Venezia Giulia

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Istituzione scolastica dotata di personalità giuridica Decreto del Direttore Generale dell Ufficio Scolastico Regionale del F.V.G. del 25 gennaio 2012 - prot. n.

Dettagli

AREA IMMIGRATI. Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture)

AREA IMMIGRATI. Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture) AREA IMMIGRATI Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture) A - DESCRIZIONE SINTETICA DELL AZIONE Le finalità principali che il Centro Servizi Immigrati

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE ENTE 1 ) Ente proponente il progetto: CINFORMI - PAT 2) Codice di iscrizione all albo e classe:_

Dettagli

MEDIATORE/MEDIATRICE INTERCULTURALE IL PROFILO PROFESSIONALE

MEDIATORE/MEDIATRICE INTERCULTURALE IL PROFILO PROFESSIONALE MEDIATORE/MEDIATRICE INTERCULTURALE IL PROFILO PROFESSIONALE Saltatori di muri.la convivenza offre e richiede molte possibilità di conoscenza reciproca. Affinché possa svolgersi con pari dignità e senza

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE COMUNE DI NUORO 1) Ente proponente il progetto: Comune di Nuoro Settore Servizi Sociali e Culturali 2) Codice di accreditamento:

Dettagli

Piano di Zona 2010-2012

Piano di Zona 2010-2012 AREA IMMIGRATI CODICE - I - COD. AZIONE PAG I - 01 Centri di accoglienza FAMIGLIA AMICA e VIVERE LA VITA per richiedenti Asilo Politico 235 I - 02 SENTIERI DI SPERANZA - Servizio di pronta accoglienza

Dettagli

Servizio Stage e Placement

Servizio Stage e Placement Servizio Stage e Placement INDICE 1. La Carta dei Servizi (3) 2. Il Placement a Ca Foscari (4) 3. I servizi offerti a laureandi e neo-laureati (6) 3.1 Orientamento al lavoro 3.1.1 Accoglienza ed erogazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PREMESSA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PREMESSA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PAOLO FRISI Via Giardino, 69 20077 Melegnano (MI) Scuole dell Infanzia

Dettagli

Modello Domanda di contributo e Progetto descrittivo

Modello Domanda di contributo e Progetto descrittivo ALLEGATO B BANDO RIVOLTO AD ENTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI PROGETTI ED INIZIATIVE IN MATERIA DI IMMIGRAZIONE EXTRACOMUNITARIA - 2007 Art. 1 Oggetto Art. 2

Dettagli

Protocollo di accoglienza/permanenza dell allievo straniero

Protocollo di accoglienza/permanenza dell allievo straniero ALLEGATO 4 Protocollo di accoglienza/permanenza dell allievo straniero Il presente protocollo chiarisce quali sono gli organi e le relative funzioni per l inserimento e la permanenza nell Istituto degli

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO L Istituto Comprensivo Statale Tommaso Grossi realizza, sin dall anno scolastico 1990/1991, interventi specifici tesi all alfabetizzazione e all integrazione

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome/ Cognome Indirizzo Alessandra Sunda via Paluna, 51-09042 Monserrato (Cagliari), Italia Telefoni 070573552 Cellulare: 3335726764 E-mail Posta certificata

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA. IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi

DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA. IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi PREMESSA L impegno che oggi è richiesto ad ogni cittadino della Terra,

Dettagli

Il Presidio Leggero in Corso Martiri della Libertà

Il Presidio Leggero in Corso Martiri della Libertà Titolo del progetto Il Presidio Leggero in Corso Martiri della Libertà Destinatari Nuclei familiari presenti in 3 insediamenti siti in Corso dei Martiri della Libertà a Catania: Nuclei familiari bulgari

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON LIVELLO LINGUISTICO INFERIORE AL B1

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON LIVELLO LINGUISTICO INFERIORE AL B1 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON LIVELLO LINGUISTICO INFERIORE AL B1 Indice Finalità e Soggetti pag. 2 La Commissione Intercultura pag. 2 Normativa di riferimento pag. 2 Fasi dell accoglienza

Dettagli

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA Allegato al POF ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA SEGRETERIA Raccoglie i primi dati anagrafici e sulla scolarità pregressa dell alunno straniero Consegna alla famiglia

Dettagli

Associazione Ubalda Bettini Girella O.N.L.U.S.

Associazione Ubalda Bettini Girella O.N.L.U.S. SOMMARIO 1. COORDINATE GIURIDICHE DELL ASSOCIAZIONE GIRELLA, FISICHE DELLA SUA SEDE FORMATIVA E SUA MISSION... pag. 2 2. PRINCIPI FONDAMENTALI... pag. 2 3. MODELLO ORGANIZZATIVO. pag. 3 4. PRINCIPALI RELAZIONI

Dettagli

Progetto Eguaglianza tra diversi

Progetto Eguaglianza tra diversi Progetto Eguaglianza tra diversi Soggetto realizzatore: Associazione di mediatori culturali Mosaico di Biella Direzione Didattica 2 Circolo di Biella Cooperativa La Dimora Altri enti coinvolti nella realizzazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Pag. 1 a 7 Protocollo di accoglienza alunni stranieri Istituto Comprensivo Via Cassia 1694 Roma XV Municipio XXVIII Distretto PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Il Protocollo di accoglienza alunni

Dettagli

1 - CODICE PROGETTO 3.5.4 - COSTRUZIONE DI UN SISTEMA PER L A P P R E N D I S TAT O 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL

1 - CODICE PROGETTO 3.5.4 - COSTRUZIONE DI UN SISTEMA PER L A P P R E N D I S TAT O 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL 3.5.4 - COSTRUZIONE DI UN SISTEMA PER L A P P R E N D I S TAT O 1 - CODICE PROGETTO Il progetto è riconducibile a quella che il Piano Provinciale del Lavoro definisce quale Area 3: Servizi all Utenza -

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE Premessa 1. Livello strategico 1.1 Politica della qualità 2. Livello organizzativo 2.1 Servizi formativi offerti 3. Livello operativo - Fattori di qualità

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CALUSO Via Gnavi, 1 10014 CALUSO (To) Tel. 011/9833253 - Fax 011/9891435 E mail:toee08400n@istruzione.it SITO:www.circolodidatticocaluso.gov.it Prot. n. 1720 Caluso, 29.09.2015

Dettagli

a. A.S. 2012-2013 I.T.I.S. DE PRETTO Schio (VI) - Protocollo d accoglienza alunni stranieri

a. A.S. 2012-2013 I.T.I.S. DE PRETTO Schio (VI) - Protocollo d accoglienza alunni stranieri PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI L iscrizione di alunni immigrati non è più un dato eccezionale ed occasionale, ma costituisce una realtà consolidata, per quanto variabile nelle sue dimensioni

Dettagli

Il Servizio centrale svolgerà le suddette mansioni anche nell ambito del presente Invito.

Il Servizio centrale svolgerà le suddette mansioni anche nell ambito del presente Invito. ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI Invito Pubblico a presentare proposte per il finanziamento di servizi integrati di accoglienza e integrazione dei rifugiati, beneficiari di protezione umanitaria

Dettagli

SCHEDA PROGETTO Anno di Volontariato Sociale

SCHEDA PROGETTO Anno di Volontariato Sociale SCHEDA PROGETTO Anno di Volontariato Sociale TITOLO DEL PROGETTO: GIOVANI CAPACI DI FUTURO AN 2006/2007 CARITAS DIOCESANE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Giovani capaci di futuro Indice PARTE PRIMA: CHI 1. Caritas

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA per l integrazione degli alunni stranieri DOCUMENTO DI SINTESI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA per l integrazione degli alunni stranieri DOCUMENTO DI SINTESI ISTITUTO COMPRENSIVO L. DA VINCI Sonnino+Roccasecca dei Volsci Via Selvotta s.n.c. 04010 Sonnino LT tel. e fax 0773 908816 e-mail:ltmm10500t@istruzione.it DOCUMENTO DI SINTESI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

Dettagli

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FIxO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FIxO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FIxO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE DI II GRADO PER LA REALIZZAZIONE E QUALIFICAZIONE

Dettagli

La procedura per il riconoscimento della protezione internazionale

La procedura per il riconoscimento della protezione internazionale TELEFONO MONDO 800513340 Un servizio di Progetto Integrazione Cooperativa sociale - ONLUS. Ricerche, formazione, mediazione interculturale,interventi sulle problematiche dell'immigrazione. www.telefonomondo.it

Dettagli

DISTRETTO SOCIO - SANITARIO N. 45

DISTRETTO SOCIO - SANITARIO N. 45 DISTRETTO SOCIO - SANITARIO N. 45 1. NUMERO AZIONE 15 2. TITOLO AZIONE Mediazione linguistica 3. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Descrivere sinteticamente le attività che si intendono realizzare all interno

Dettagli

Informacittà del Comune di Oristano Relazione attività svolta dal 12/05/2004 al 12/05/2005

Informacittà del Comune di Oristano Relazione attività svolta dal 12/05/2004 al 12/05/2005 2.2 ATTIVITÀ SVOLTA. 2.2.1. ATTIVITÀ DI COORDINAMENTO Il coordinamento del servizio si concretizza in attività di pianificazione, verifica e supervisione volte a confermare le linee adottate o, ove ve

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Ente: ASSOCIAZIONE PROVINCIALE PER I MINORI APPM onlus Indirizzo: Via Valentina Zambra 11 - TRENTO Recapito telefonico: 0461829896 Indirizzo e-mail: associazioneminori@appm.it

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA LINEE GUIDA TRIENNALI PER L IMMIGRAZIONE

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA LINEE GUIDA TRIENNALI PER L IMMIGRAZIONE LINEE GUIDA TRIENNALI PER L IMMIGRAZIONE 2006-2008 INDICE PREMESSA...3 I.IMMIGRAZIONE IN SARDEGNA...3 II.OBIETTIVI...5 2.ACCESSO, INFORMAZIONE E RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI...6 2.1.Accesso e semplificazione

Dettagli

Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione

Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione secondaria superiore della città di Cremona ELABORAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO Allegato A Linee generali per la presentazione del progetto di gestione dei servizi di promozione e tutela della donna : CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

Dettagli

L anno Duemilasei (2006) in questo giorno del mese di in Firenze,, per il presente atto a cui intervengono:

L anno Duemilasei (2006) in questo giorno del mese di in Firenze,, per il presente atto a cui intervengono: SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI FIRENZE E L ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS, QUALE CAPOGRUPPO MANDATARIA DELL ATS COSTITUITA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI L anno

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI STRANIERI PROTOCOLLO ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI STRANIERI SOMMARIO 1. Premessa 2. Finalità 3. Valutazione 4. Strumenti e risorse 5. Fasi e modalità di lavoro 6. Commissione Accoglienza- Intercultura 7. Piano organico

Dettagli

Assistenza e tutela dei diritti immigrati, profughi

Assistenza e tutela dei diritti immigrati, profughi nome progetto Assistenza Immigrati e Profughi 2016 Rete Bianca e Bernie ambito d intervento Assistenza e tutela dei diritti immigrati, profughi 14 volontari senza vitto e alloggio, Sede Indirizzo Comune

Dettagli

P r o v i n c i a d i P a d o v a Settore Lavoro - Formazione

P r o v i n c i a d i P a d o v a Settore Lavoro - Formazione Sportello Informativo Regionale per gli emigrati e i loro discendenti: percorsi strutturati di inserimento lavorativo, formativo e di cooperazione a favore degli emigrati di ritorno La Provincia di Padova

Dettagli

Associazione Trama di Terre

Associazione Trama di Terre Associazione Trama di Terre Centro Interculturale delle donne Via Aldrovandi, 3, 40026 Imola (BO) Italia Tel/fax +39 0542 2892 info@tramaditerre.org www.tramaditerre.org Trama di Terre nasce nel 997 dall

Dettagli

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TORINO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA ED ASSISTENZA DI CITTADINI

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TORINO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA ED ASSISTENZA DI CITTADINI ALLEGATO A CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TORINO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA ED ASSISTENZA DI CITTADINI STRANIERI RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE DALLA DATA PRESUNTA

Dettagli

Sportello di orientamento alla Formazione ed al Lavoro

Sportello di orientamento alla Formazione ed al Lavoro TRAINING HUMAN OCCUPATION RESEARCH ONLUS Sportello di orientamento alla Formazione ed al Lavoro Bando Garanzia Giovani Regione Molise 2015 SEDE DI ATTUAZIONE TERMOLI NUMERO VOLONTARI 2 TITOLO PROGETTO

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI Questo documento si propone quale parte integrante del P.O.F. e intende presentare un modello di accoglienza che illustri una modalità comune, corretta

Dettagli

CAPO 1 PRINCIPI GENERALI

CAPO 1 PRINCIPI GENERALI CITTÀ DI RAGUSA REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE (Approvato con deliberazione consiliare n. 4 del 15 febbraio 2007) CAPO 1 PRINCIPI GENERALI Art. 1

Dettagli

(Collegio Docenti del / /2012)

(Collegio Docenti del / /2012) Codice Fiscale: 80014050357 CM: CMRETD02000L Vìa Prati, 2 42015 Correggio (RE) Tel. 0522 693271 Fax 0522 632119 Sito Web: www.einaudicorreggio.gov.it e mail: info@einaudicorreggio.gov.it e mail certificata:

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA L ISCRIZIONE Le iscrizioni dei minori stranieri, indipendentemente dalla regolarità

Dettagli

Progetto: EU GIVES YOU WINGS BANDO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI

Progetto: EU GIVES YOU WINGS BANDO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI Progetto: EU GIVES YOU WINGS Proj Ref. 2015-1-IT01-KA102-004352 BANDO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI Programma ERASMUS + - Azione KA1 Mobilità Individuale ai fini dell apprendimento Ambito VET OGGETTO:

Dettagli

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI IN VIGORE DALL ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE ISCRIZIONE Modulistica da consegnare ai genitori Documenti da richiedere PRIMA ACCOGLIENZA Conoscenza della

Dettagli

Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI

Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI Centri per l Impiego della Provincia di Rieti Centro per l'impiego Rieti Via M. Rinaldi

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura SETTORE e Area di intervento: Assistenza Minori ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO: Contribuire a migliorare le condizioni

Dettagli

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI NELLA SCUOLA

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI NELLA SCUOLA PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI NELLA SCUOLA RETE INTERDISTRETTUALE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE VENEZIA ORIENTALE ANNO SCOLASTICO 2008 2009 LINEE GUIDA PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA Una scuola

Dettagli

5. PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

5. PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI 5. PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI INTRODUZIONE NORMATIVA I minori stranieri presenti sul territorio nazionale hanno diritto all istruzione indipendentemente dalla regolarità

Dettagli

PROV@WORK. progetto finanziato sul FEI AP 2011 azione 2 codice progetto: prog-100905. Roberto Sarto Direttore ENAIP Torino.

PROV@WORK. progetto finanziato sul FEI AP 2011 azione 2 codice progetto: prog-100905. Roberto Sarto Direttore ENAIP Torino. Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA FINANZIATO SUL FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DEI CITTADINI DI PAESI TERZI ANNUALITÀ 2011 PROV@WORK progetto finanziato sul FEI AP 2011 azione 2 codice progetto:

Dettagli

DI ANGUILLARA SABAZIA

DI ANGUILLARA SABAZIA CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVINCIA DI ROMA UFFICIO SERVIZI SOCIALI AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI ESPERTI PER l AFFIDAMENTO di N. 7 INCARICHI nell ambito del progetto C.O.L. Centro Orientamento

Dettagli

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale)

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) Dati personali Nome e cognome: Data e luogo di nascita: Residenza: Stato civile: Telefono casa: Fax: Telefono cellulare: E-mail:

Dettagli

INDICE 1. I SERVIZI PER LE PERSONE PRESENTAZIONE PREMESSA FORMAZIONE 2. I SERVIZI PER LE IMPRESE E GLI ENTI PUBBLICI

INDICE 1. I SERVIZI PER LE PERSONE PRESENTAZIONE PREMESSA FORMAZIONE 2. I SERVIZI PER LE IMPRESE E GLI ENTI PUBBLICI CARTA DEI SERVIZI INDICE PRESENTAZIONE PREMESSA - CHE COS'E' E A CHE COSA SERVE LA CARTA DEI SERVIZI - FINALITA' E PRINCIPI DELL AREA SERVIZI PER IL LAVORO DI SCALIGERA FORMAZIONE 1. I SERVIZI PER LE PERSONE

Dettagli

INDIRIZZI ATTUATIVI DEL PROGETTO IMMIGRAZIONE BUONE PRASSI PER L AREA FIORENTINA, MODULO IMMIGRATI E LAVORO DI CURA ) PREMESSA

INDIRIZZI ATTUATIVI DEL PROGETTO IMMIGRAZIONE BUONE PRASSI PER L AREA FIORENTINA, MODULO IMMIGRATI E LAVORO DI CURA ) PREMESSA INDIRIZZI ATTUATIVI DEL PROGETTO IMMIGRAZIONE BUONE PRASSI PER L AREA FIORENTINA, MODULO IMMIGRATI E LAVORO DI CURA (in attuazione di quanto stabilito dalla Delibera della Giunta della Società della Salute

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto AXIA FAMIGLIA - RETE INFORMATIVA Ambito/settore di intervento Settore E: Educazione e promozione culturale Area d intervento:

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE PER LE POLITICHE D INTEGRAZIONE CONCERNENTE L IMMIGRAZIONE

PROGRAMMA REGIONALE PER LE POLITICHE D INTEGRAZIONE CONCERNENTE L IMMIGRAZIONE PROGRAMMA REGIONALE PER LE POLITICHE D INTEGRAZIONE CONCERNENTE L IMMIGRAZIONE Osservatorio Regionale per l Integrazione e la Multietnicità SCHEDA DI PRESENTAZIONE PROGETTI AREA IMMIGRAZIONE FONDO ANNO

Dettagli

Proposte IV Consulta Comune di Rieti

Proposte IV Consulta Comune di Rieti Proposte IV Consulta Comune di Rieti Le proposte della IV consulta da sottoporre al Sindaco, Assessore V.Giuli, Assessore S. Mariantoni, alle Consigliere A. Grillo e P. Franceschini sono le seguenti: 1.

Dettagli

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016 Ufficio Immigrazione Caritas Italiana Promotore Caritas Italiana Soggetti coinvolti Caritas italiana promuove il progetto nazionale coordinando il monitoraggio delle attività

Dettagli

PROGRAMMA N. 14: CITTÀ MULTIETNICA

PROGRAMMA N. 14: CITTÀ MULTIETNICA PROGRAMMA N. 14: CITTÀ MULTIETNICA 14. CITTA MULTIETNICA SUPPORTARE INSERIMENTO IMMIGRATI Confermando il ruolo che il Centro Servizi per Stranieri ha assunto all interno delle politiche per l immigrazione,

Dettagli

Progettazione e controllo attività formativa

Progettazione e controllo attività formativa Pag. 1 di 6 TITOLO DEL CORSO: TIPOLOGIA: SU COMMESSA FINANZIATO (BANDO) GRUPPO DI LAVORO: NOME COMPETENZE / MANSIONI Responsabile del Progetto 1) DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE DEL SERVIZIO 1.1 Dati di base

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. del placement dell Università Iuav di Venezia

CARTA DEI SERVIZI. del placement dell Università Iuav di Venezia CARTA DEI SERVIZI del placement dell Università Iuav di Venezia 1 indice 1. La Carta dei Servizi 3 2. Il placement di IUAV 4-6 2.1. servizi offerti a laureandi e laureati 2.2. servizi offerti alle imprese

Dettagli