Mensile dell A.N.A.C.T. - Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Trottatore

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mensile dell A.N.A.C.T. - Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Trottatore"

Transcript

1 Anno LIII - N 9 Settembre 2005 Mensile dell A.N.A.C.T. - Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Trottatore Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale -70 % DCB Roma

2 Pubblicazione mensile dell A.N.A.C.T. Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Trottatore Iscrizione n. 218/2004 nel Registro del Tribunale di Roma in data 27/05/2004 Direttore Responsabile Ernesto Cazzaniga Comitato di Redazione Raffaele Capasso Carlo Pietrasanta Antonio Torciere Testi e Impaginazione Luigi Sangregorio Segretario di Redazione Giuseppe Tria Foto di: Claudio Caldani Gerard Fornì Stefano Grasso Enzo De Nardin Antonio e Francesco Rosellini Riccardo Santo Società di Corse Redazione Amministrazione: Viale del Policlinico, Roma Tel Fax Direttore artistico e progetto grafico A A Realizzazione grafica Impaginazione e Stampa: Soluzioni Grafiche Editoriali Srl Via di Casalotti, Roma Tel PUBBLICITÀ E TARIFFE UNA PAGINA 500,00 PER 12 NUMERI 4.500,00 MEZZA PAGINA: 300,00 PER 12 NUMERI: 2.800,00 2 A DI COPERTINA: 770,00 PER 12 NUMERI: 7.000,00 3 A DI COPERTINA: 600,00 PER 12 NUMERI: 5.600,00 4 A DI COPERTINA: 1.000,00 PER 12 NUMERI: 9.000,00 (IMPIANTO FOTOLITO A PARTE) Continua la magica stagione dei cavalli indigeni vincitori all estero, un motivo in più per acquistare al Centro Mercato Unire di Settimo Milanese un puledro, il sogno del domani. Il primo giorno di licitazioni dell Asta domenica 11 settembre (inizio alle ore 20.00) nell ormai collaudato tendone, dove gli operatori troveranno posto intorno ad una tavola imbandita. Uno dei possibili futuri campioncini accanto alla madre Oblata Cla, fattrice di Laura e Cesare Meli, allevatori per amore verso i cavalli SOMMARIO ANNO LIII N N 9 SETTEMBRE 2005 ERNESTO CAZZANIGA PREMIARE IL MASSIMO LIVELLO ESPRESSIVO 2 FRANCO LIGAS TELEVISIONE E DINTORNI 4 ANTONIO BERTI ALLEVAMENTI: CESARE E LAURA MELI 6 EZIO CIPOLAT FARIFANT, IL FRANCESE DELLA MALÙ 13 CARLA ROCCA IPPICA CHE PASSIONE 16 WALTER CESARON SOGNI E SPERANZE PER UN PULEDRO 18 LUIGI MIGLIACCIO NON CHIAMATELI PIÙ VETTURINI 23 ANDREA NEGRI PERSONAGGIO: ANDREA GUZZINATI 26 LUIGI SANGREGORIO GUZZINATI, PARDON ANDREA 30 EZIO CIPOLAT ANTONELLA, DALLE MARCHE AL MEADOWLANDS 32 GIULIO LUPPI GIOVANI DRIVER: GIANVITO D AMBRUOSO 34 GIULIO VITOLO FAIRLADY BI UNA VERA LADY 37 MATTEO MUCCICHINI HAMBLETONIAN: VIVID PHOTO METTE IL TURBO 40 SANDRO CAMERANI ARTE: IL MAESTRO, DAL GESSETTO AL PENNELLO 42 APPROVAZIONE STALLONI DANILO CODAZZA Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale -70 % DCB Roma Anno LIII - N 9 Settembre 2005 Mensile dell A.N.A.C.T. - Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Trottatore VETERINARIA: OSSERVAZIONI SIERO-EPIDEMIOLOGICHE 46 INDIGENI VINCITORI ALL ESTERO 49 SUPERPIPPO NEL SUPERFRUSTINO 50 GRAN PREMI 51 ANDREA GUZZINATI CAMPIONE DEI DRIWER 54 TUTTE LE STATISTICHE DEL MESE DI AGOSTO 55 POSTE ITALIANE S.P.A. - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 70% DCB ROMA FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI SETTEMBRE 2005

3 EDITORIALE La crisi è di natura sistemica, un sistema che ha potuto condurre il settore per molti anni, ora non è più in grado di farlo e li va trovata la soluzione PREMIARE IL MASSIMO LIVELLO ESPRESSIVO di Ernesto Cazzaniga Non vorremo fare la fine di quel fornaio che è morto di fame dentro un panificio. Siamo in una crisi profonda di carattere generale ed anche sistemico, come forse il Paese e l ippica in particolare non hanno mai attraversato, ma non per questo rinunciamo a dire la nostra, anche sbagliando, ma facendo proposte costruttive e non polemiche strumentali e senza senso, come sempre più spesso, purtroppo ci capita di sentire e di leggere soprattutto. Nel contempo in Francia due cavalli, Derrick di Jesolo e Donadoni Ok, hanno dato ulteriore dimostrazione dell attuale grande valore dell allevamento italiano, vincendo in agosto con Derrick di Jesolo a Vincennes una corsa di Gruppo II e conseguendo un terzo posto Donadoni Ok. Del livello raggiunto dal nostro allevamento ne abbiamo parlato più volte e più volte abbiamo purtroppo, dovuto constatare, come ai successi dei nostri cavalli fanno eco momenti di crisi piuttosto acuti. Ribadisco che la crisi da noi è di natura sistemica, un sistema che ha potuto condurre il settore per molti anni, ora non è più in grado di farlo e li va trovata la soluzione. D altra parte, e mi ripeto, un sistema analogo, aveva retto per anni il CONI, poi purtroppo le cose sono cambiate ed anche per il CONI vi è stato un intervento politico che ha riequilibrato le cose. Credo che la stessa cosa dovrà avvenire per l ippica, l ippica da sola non ha e non troverà mai la forza di poterne uscire. Peraltro occorre affrontare la crisi con spirito battagliero ed anche con una certa dose di ottimismo, in una parola cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno e non sempre mezzo vuoto. Con questo spirito oggi vogliamo analizzare e successivamente formulare alcune proposte in tal senso. Prendiamo in esame il calendario classico oggi, limitatamente alla carriera di un cavallo di tre anni. Nel corso degli anni passati, periodo di vacche grasse si è fatto di tutto e di più, con interventi che nulla avevano a che fare con una corretta stesura di un serio calendario volto a selezionare il miglior prodotto di una generazione, premiando con una serie infinita di avvenimenti, soggetti di ottimo livello, ma non eccelsi e un pochino di più il migliore, ma stando bene attenti di limitarsi ad un solo pochino. Non dobbiamo con questo però ignorare che questa distribuzione allargata ha poi permesso una crescita generale di altissimo livello, ora però non possiamo più sostenere questo ritmo distributivo e dobbiamo di necessità fare virtù e premiare il massimo livello espressivo di una generazione. In una parola dovremo fare in un certo senso, come stanno facendo in USA, dove il primo cavallo della generazione dei tre anni, normalmente il vincitore del classico Hambletonian, vince una somma cospicua e successivamente ne vale un altra di altissimo livello e il secondo arrivato di questa graduatoria selettiva, al massimo vale un decimo. Questo comporta una giusta, a volte anche eccessiva valutazione di quei soggetti presentati alle aste che presentano caratteristiche morfologiche e genealogiche 2

4 tali da fare sperare un potenziale vincitore di Hambo. Cosa possiamo fare noi? Avremmo pensato di rivoluzionare il calendario classico per i tre anni in questo modo: a) prendere le tre corse più importanti, sia per tradizione che per collocazione temporale ovviamente, per la carriera di un tre anni; b) Giovanardi, la prima classica per tre anni in pista grande, ad inizio stagione, generalmente collocata nel mese di giugno, Nazionale la seconda classica di grande tradizione, ed infine il Derby. Riformulare la programmazione di queste tre corse, agendo sia sul monte premi, raddoppiandolo sulla formulazione, adottando nello stesso tempo la stessa regolamentazione già sperimentata per il Derby; tre batterie di qualificazione e tutto il resto. Aggiungiamo alcuni altri piccoli accorgimenti: abolizione del pagamento delle iscrizioni, in quanto con l adozione del medesimo regolamento già ottimamente sperimentato per il Derby, la partecipazione dei soggetti è già definita in partenza dai 36 migliori cavalli per somme vinte e record, quindi perfettamente inutile, solo in questo caso appesantire economicamente la gestione di una scuderia. Quali dovrebbero essere i risultati: 1) una selezione sicura, del migliore soggetto che andrebbe certamente a valorizzare ed esaltare il meglio, sia sotto il punto di vista del mercato e della successiva appetibilità stalloniera ed anche sotto il profilo della remunerazione per effetto dell adeguamento di queste tre corse; 2) la creazione di un interesse commerciale verso soggetti con precise caratteristiche che premierebbe sicuramente il buon lavoro degli allevatori. Inoltre, quale ciliegina finale sulla torta, si potrebbe esaminare la possibilità di ricorrere ad un bonus da aggiungere al vincitore della triplice corona o anche al vincitore di due corse su tre. Immagino che immediatamente i soliti noti, si scateneranno con un intervento di altissimo contenuto demagogico del genere: è già e tutti gli altri, cosa ne facciamo? Li buttiamo via, eccetera eccetera. Avremmo una piccola idea anche per gli altri: innanzitutto dovremmo pensare a raddoppiare il montepremi dei gruppi I, in generale, poi si dovrebbe organizzare una speciale graduatoria a punti identificando tutti gli altri ex cosiddetti premi classici effettuati sia in pista piccola, sia in pista grande, per poi, nello stesso giorno delle batterie del derby programmare, sempre in pista grande, una corsa itinerante di alto livello economico, alla quale avranno diritto di partecipare un numero predefinito di soggetti che abbiano totalizzato determinati punti nell arco della carriera stagionale. Speriamo così di poter portare nuovi grandi proprietari in virtù di cifre importanti. In una parola dobbiamo ingegnarci anche a fare le nozze con i fichi secchi, però abbiamo il coraggio delle nostre idee e per non sentire la solita musica: ma non si può, oramai è troppo tardi per fare modifiche così incisive, noi partiamo da adesso, accettiamo critiche consigli e aiuti da tutti, vi preghiamo soltanto di rinunciare per una volta al solito bla bla inconsistente, condito dalla litania di comunicati plurisottoscritti, con una brutta riedizione moderna del miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci di buona memoria. Notiamo a margine, sempre in tema di selezione dei tre anni, la stupenda affermazione in terra francese del nipote del nostro Sharif di Iesolo, Farifant, che molto probabilmente ci riporterà in Italia, se riconfermerà la performance attuale con una prestazione importante nel Derby italiano, Farifant proviene dalla linea Sharif che, non dimentichiamolo, non è stata certamente sfruttata e utilizzata come sarebbe stato giusto e corretto fare. Questo è un altro argomento sul quale avremo occasione di ritornare. All inizio di questa chiacchierata ho parlato oltre che di crisi economica generale ed anche di crisi sistemica, sulla quale noi, con l espropriazione totale da parte della politica, nella gestione del massimo Ente, ben poco possiamo dire, parrebbe però che il nostro ministro si stia battendo con determinazione e caparbietà, presso il ministero dell Economia per superare l impasse e fare finalmente partire i nuovi famosi giochi, quartè e quintè ed altre nuove tipologie di gioco, auguriamoci che quanto prima ciò avvenga. 3

5 TELEVISIONE TELEVISIONE E DINTORNI In ogni ippodromo c è qualcosa da raccontare. Lo sappia chi porta avanti la trattativa con la televisione nazionale. È l ippica tutta con i suoi uomini e i suoi cavalli che deve andare in televisione e negli orari che le sono più familiari di Franco Ligas Leggendone nel programma-invito la storia non è una novità. Ma incontrare tanta bella gente, come è successo a Siracusa, nella serata di gala per il gran Premio Federnat, fa sempre piacere. Soprattutto se il Ministro alle Pari Opportunità, la splendida Stefania Prestigiacomo, conferma la sua grande passione per il mondo del cavallo. Non per niente, ospite l inverno scorso dell onorevole Paolo Santulli, ad Aversa fu madrina di un pomeriggio tutto rosa. Nel senso che sul sulky a guidare c erano sole donne. Protagoniste esclusive di un pomeriggio che andrebbe ripetuto e spesso. Le donne all ippodromo portano mariti, fidanzati, amici e bambini. Con il grande vantaggio di costare poco sul piano organizzativo. Non le donne ma l evento. Nelle mani di una buona agenzia potrebbero portare sponsor e danaro, stimolando l interesse dei media locali. Bisogna lavorarci sopra, avere qualche idea e crederci. A Siracusa, il Ministro per le Pari Opportunità, ha promesso qualcosa di più, favorire la creazione di un circuito aperto a politici, amici dell ippica, giornalisti, personaggi del mondo dello spettacolo. Un circo delle redini lunghe in giro per l Italia. Magari partendo dalle piazze più piccole dove più marcata è la voglia di novità. Negli ippodromi che più di altri sentono la crisi, che rischiano la chiusura e che dovrebbero essere preposti alla diffusione capillare dell evento ippico. Una funzione propedeutica agli eventi che vengono proposti dagli ippodromi di tradizione. La Scala di Milano fa un programma di respiro internazionale ma l abbonamento per la stagione può finire nelle mani di chi l opera l ha vista e ascoltata, per la prima o seconda volta, nel mese di agosto a Montecatini nella piazza antistante le terme del Tettuccio. Con un prodotto appetibile per le televisioni locali. I politici sanno sensibilizzare i media quando vogliono. A Siracusa si è parlato di cavalli con il Ministro per il territorio Gianfranco Miccichè. Lo abbiamo trovato preparato sull argomento e interessato alle sorti della Gentlemen, la scuderia di famiglia curata dal fratello Guglielmo, un puro di fama riconosciuta e dirigente del Palermo calcio. Pur apprezzando gli sforzi del fratello Guglielmo nel tenerlo lontano dai costi sempre più elevati di scuderia, alla fine dell anno i conti tornano, il Ministro ha dovuto fare un ammissione che è al tempo stesso un j accuse per la diffusione dell ippica, disperatamente alla ricerca di nuovi e buoni proprietari. Prendere i colori è un investimento a rischio. I proprietari devono, insomma, addossarsi in parte i costi del comparto. Se saranno oculati o fortunati potranno, al massimo, contenere le spese. In cambio avranno emozioni a non finire. Questo per sommi capi il concetto espresso da Gianfranco Miccichè. Un concetto che i proprietari ben conoscono, così come lo conoscono quelli che, negli anni, hanno salutato e mollato la presa. Forse è arrivato il momento che il governo si faccia carico delle istanze presentate in tutti questi anni e studi forme di incentivazione che puntellino oggi, per diventare strutturali domani, il settore. Sempre a Siracusa, parlandone con Franco Ligas con il Ministro alle Pari Opportunità, la splendida Stefania Prestigiacomo, una grande passione per il mondo del cavallo, ed il presidentissimo dei gentlemen Cesare Meli l amministratore delegato di Trenno Francesco Ruffo Della Scaletta, ho saputo della volontà dell Unire di promuovere la corsa Tris con l unico mezzo esistente oggi al mondo: la televisione. Finalmente, mi sono detto, visto che da anni parlo solo ed esclusivamente di questo. Sulla carta il progetto è appetibile e godibilissimo. Far correre la Tris tra le e le e mandarla in diretta all interno di un telegiornale nazionale. Con quali indici d ascolto è facile intuire. I telegiornali sono un appuntamento al quale gli italiani rinunciano mal volentieri. E dunque la trattativa va avanti anche se le controindicazioni esistono. Piuttosto che niente meglio piuttosto, dico io e lo dicono tutti quelli che sostengono il progetto. Aggiungo, però, che non è sufficiente. Così facendo, si promuove sì la nostra più popolare scommessa, ma non l ippica e tutto quello che rappresenta. E poi il progetto sarebbe destinato a fallire in breve tempo. La scaletta di un telegiornale, perché in diretta e sottoposto all esigenza di essere sempre sulla notizia, è inchiodata al rispetto dei tempi. Il minimo ritardo accumulato da saltare servizi già confezionati. Un taglio che nessun giornalista e nessuna redazione accetta volentieri, figurarsi se arriva per una mera questione di marketing. La corsa Tris, nemmeno quella con la 4

6 partenza dietro le ali della macchina o con cavalli docili e veloci come in Inghilterra nell entrare nelle gabbie, è in grado di assicurare il rispetto dell orario di partenza. Il curatore del telegiornale e il conduttore, sempre in lotta con il tempo, al secondo ritardo passano ad altre notizie. Le prime volte la messa in onda della Tris salta, alla prima riunione del comitato di redazione viene cancellata del tutto. Si accettano scommesse. I sostenitori del progetto sperano con questa operazione di recuperare quel - 9,36% che piange nel bilancio Tris 2005 rispetto allo stesso periodo La loro sarà una missione compiuta perché gli incassi, di poco, aumenteranno. Il gettito Tris ne beneficerà ma solo lui. Perché in crisi non c è il solo gioco, ma l ippica tutta. Mancano gli spettatori negli ippodromi e anche nelle agenzie. Le nuove generazioni sono più interessate alle scommesse sportive, in costante aumento. Mancano i proprietari e alla fine diminuiranno anche gli allevatori. Le soluzioni tampone, lo dice la parola stessa, sono un rimedio, punto e basta, Qui serve un autentica rivoluzione. In televisione, in chiaro beninteso, deve andarci la Tris, si devono seguire i Gran Premi ma anche e soprattutto servizi che testimonino le grandi realtà e i grandi personaggi che popolano il mondo dell ippica. Va messo in piazza il grande patrimonio di cui esso dispone. Immaginatevi un domani un edizione di sfide che racconti i duelli e le battaglie fra Enrico Bellei e Pippo Gubellini, piuttosto che fra Mirko De Muro e Lanfranco Dettori. Un obiettivo possibile se invece di tamponare si fa una politica di ampio respiro. La gente deve sapere che i nostri cavalli, prodotti dal nostro allevamento, che vanno all estero a confrontarsi con Franco Ligas intervista Gianfranco Miccichè, con Cesare Meli in attesa di consegnare la targa al Ministro per il territorio La premiazione a Vivaldo Baldi, avvenuta a Montecatini la sera di Ferragosto: il driver toscano riceve i complimenti da Luciano Moggi e dai colleghi, in divisa da corsa, da sinistra verso destra, Pietro Gubellini, Roberto Andreghetti, Giampaolo Minnucci e Franco Tranchina realtà più ricche e prestigiose sono sempre più numerosi, come l Unire deve attrezzarsi per evitare che questa diventi una vera e propria fuga di cavalli e di uomini. Senza la televisione in diretta e in chiaro, in pochi sanno che la sera del 13 agosto Exelon Lb ha vinto a tempo di record, e che record, il Città di Taranto. Mai vedranno le immagini dei festeggiamenti che le tante famiglie, sempre presenti al PaoloVI, hanno tributato al vincitore ed al suo guidatore Paolo Leoni. Per non parlare delle emozioni provate lunedì sera a Montecatini quando Trenno ha premiato in pista Vivaldo Baldi, una leggenda del trotto mondiale. A fargli da cornice Jorma Kontio, Pippo Gubellini, Giampaolo Minnucci, Roberto Andreghetti, il direttore generale della Juventus Luciano Moggi e Olle Goop, splendido vincitore del Città di Montecatini con Smashing Victory. L applauso del pubblico del Sesana è stato ancora più emozionante. Gli esempi potrebbero essere più numerosi perché in ogni ippodromo c è qualcosa da raccontare. Lo sappia chi porta avanti la trattativa con la televisione nazionale. È l ippica tutta con i suoi uomini e i suoi cavalli che deve andare in televisione e negli orari che le sono più familiari. 5

7 Un amore infinito per i cavalli, un intesa perfetta nella vita e nell ippica, allevatori per il grande affetto verso i propri portacolori, Cesare, gentleman per scelta, Laura, poetessa per vocazione, entrambi proprietari per passione. Ma, per lui, l inizio fu molto faticoso... CESARE E LAURA MELI UNA COPPIA AL TROTTO di Antonio Berti LA FUGA <Mi dava dietro>. Tipica espressione toscana che vuol dire rincorrere nel senso di rincorrere qualcuno per dargli una buona notizia (cerchiamo sempre di essere ottimisti) o perché il rincorso si è dimenticato qualcosa e chi rincorre, premurosamente, si preoccupa di fare riavere al distratto la cosa o le cose dimenticate. Ma c è anche chi dà dietro per impedire di fare quello che il fuggitivo desidera fare, o ha fatto, contro il volere di chi insegue. E qui la cosa si fa più drammatica, in particolare se, a rincorrere, è il padre e chi fugge, il figlio, con il primo seriamente intenzionato ad impedire al secondo di realizzare quello che è lo scopo della fuga. Fortunatamente, però, l inseguimento, anzi gli inseguimenti, nel nostro caso, non ebbero esito positivo e il figlio fece ciò che desiderava fare e il padre dovette adeguarsi. Già dimenticavamo di dirvi, distrazione imperdonabile, chi erano, nella Firenze felice della prima metà del secolo scorso, i due protagonisti di questi inseguimenti e di queste fughe, la meta della fuga e perché abbiamo detto fortunatamente. Ve lo diciamo subito. L inseguitore era papà Meli, il fuggitivo, il figlio Cesare. La meta? Ma l ippodromo fiorentino delle Mulina. E perché fortunatamente? Perché se il papà in questione fosse riuscito nell intento di impedire al figlio di andare alle corse, avremmo avuto un trotto senza Cesare Meli e, quasi sicuramente, senza Laura Petracchi Meli dato che, per loro, galeotto fu proprio il mondo delle corse. E quindi avremmo dovuto fare a meno di una coppia di ippici a tutto tondo, una coppia di ferro, una testimonianza di quale deve essere il ruolo dei proprietari, in un periodo di dissolvenza di questo ruolo stesso, basilare nell ippica, e avremmo dovuto fare a meno di un Presidentissimo come Cesare che ha saputo dare enorme sviluppo, prima impensabile, alla funzione trainante dei gentlemen e, infine, non avremmo avuto una coppia come Cesare e Laura che si dedicano all allevamento, non tanto per la passione di allevare, ma per affetto e cioè per non distaccarsi da quei cavalli o cavalle che hanno portato con 6

8 Immagini di fattrici che gli appassionati ricordano bene. Nella pagina a sinistra, Andaz con redo da Tesiano Gas. Qui sotto, Oblata Cla con redo da Tesiano Gas. Fra le cavalle non esiste gelosia, almeno di questo tipo successo in pista i loro colori. Di tutto questo avremmo dovuto fare a meno se l inseguimento fosse riuscito, ma, appunto, fortunatamente fu la fuga a vincere. DA RECLUTA DEI GENTLEMEN A PRESIDENTE DELLA FEDERNAT È così? <Si attacca Cesare è proprio così. Mio padre non vedeva di buon occhio la mia passione per i cavalli e mi dava dietro. Certo, visto tutto quello che viene detto di male del nostro ambiente, c era anche da capirlo. Invece il nostro mondo non è peggio di altri, come tutti gli ambienti ha il buono e il cattivo, ma la stampa quotidiana, e anche la televisione, si ricordano dell ippica solo per gli aspetti negativi e se ne dimenticano totalmente per quelli positivi, che poi sono la grande maggioranza, e le conseguenze di queste distrazioni sono facilmente immaginabili>. Ed è proprio nell ottica di far conoscere al mondo esterno la vera ippica che Cesare Meli, Presidente della Federnat dal 1980 (<un regno!> dice scherzando il nostro ) dopo aver creato il Gran Premio Federnat, che è la manifestazione più importante, forse anche a livello mondiale, riservata ai Gentlemen, ha istituito accanto all evento sportivo una manifestazione mondana, ma il termine è restrittivo, nella quale viene consegnato ogni anno il Premio Amici dell Ippica a personalità del mondo della cultura, dell arte, della politica, del cinema, della televisione e della carta stampata oltre a tutta una serie di iniziative di carattere culturale e benefico sponsorizzate dalla FEDERNAT. Queste manifestazioni, che si svolgono ogni anno in città diverse dal 1982, sono certamente la spinta pubblicitaria più azzeccata e intelligente a favore dell ippica che sia mai stata fatta. Ma torniamo indietro, agli inizi. L INIZIO <Presi i colori, quelli della Bellosguardo prosegue Cesare nel 1965 e diventai gentleman nel Avevo già corso in quelle gare riservate ai proprietari che c erano allora negli ippodromi minori, ma come gentleman iniziai nel 1968>. Un inizio non facile <Certo prosegue Cesare 7

9 dovetti pagare il noviziato, come tutti, poi cominciarono le soddisfazioni ed uno dei primi traguardi importanti che mi dette una grande spinta a far sempre meglio, fu la vittoria nel 1969 con Sicolone a Tor di Valle in un centrale di una serata gentlemen>. GENTLEMAN E PROPRIETARIO A SUCCESSO (in alto) - Un giovanissimo Cesare Meli premiato in pista dall attrice Caroll Baker per la vittoria nel centrale della serata gentlemen. È il 1969, l ippodromo è quello romano di Tor di Valle, il cavallo è Sicolone. (al centro) Montecatini, estate 1967, l Ing. Carena si congratula con Carlo Bordoni, titolare della scuderia La Certosa, per la vittoria di Bailen nel Premio Encat. Da sinistra, Giulio Zanasi, direttore del Sesana, Carena, la giovanissima Laura Petracchi e Carlo Bordoni. (in basso) - Carlo Bordoni felicissimo dopo la vittoria del suo Giusto nel Derby 1959, l ultimo disputato nel vecchio impianto di Villa Glori. In sulky a Giusto, Eros Martelli. Poi i traguardi non si contarono più. <Non mi posso lamentare prosegue Cesare perché le soddisfazioni sono state tante. Cinque Frustini d Oro e oltre mille corse vinte, comprendendo anche quelle ottenute in professionisti, fra le quali i due Federnat conseguiti con Glow di Jesolo e Soberania>. Insomma un bilancio molto positivo come gentleman, ma molto positivo anche come proprietario <Certo non è andata male>. Allora vogliamo ricordare almeno qualcuno di questi eroi giallorossi? <Senza far torto agli altri seguita Cesare i soggetti che ci hanno dato maggiori soddisfazioni sono stati Gentile, Ann, Hello Boy, Fellow d Assia, vincitore a tempo di record del Società Terme, Pigmeo Mo, commovente per l impegno che metteva sempre anche quando non era al top della condizione, Soberania, Bartali Cla, da noi allevato, Desafioss, Dondequiera, Cannoniera e Folie d Amour che, insieme a Force Brutale, rappresenta il futuro prossimo>. 8

10 LE SCELTE Nomi tutti ben noti, a livello di gran premi, alle cronache del trotto di questi ultimi trent anni, soggetti sempre in pista con i colori di casa anche se guidati talvolta da catch driver che normalmente guidano con i propri colori. È una scelta? <Io sono proprietario continua Cesare ho scelto una giubba che è la mia bandiera da quarant anni e per quell insegna devono correre i miei cavalli. Prima era normale, oggi non più, ma io ritengo che questo sia molto importante. Vedere in primo piano i propri colori è uno dei motivi per cui si acquistano i cavalli>. LAURA E IL TROTTO, DA SEMPRE E su questo argomento, ugualmente rigida, ma ancora più appassionata, la posizione di Laura Petracchi Meli, moglie di Cesare dal < I colori rappresentano la nostra identità, la nostra passione e non siamo favorevoli a vedere in pista cavalli nostri con le giubbe dei catch driver. Tanti lo fanno, per carità, liberi di farlo, ma noi preferiamo vedere in pista i nostri colori. Insomma pensiamo al calcio, ad esempio. I campioni vestono i colori della squadra, mica hanno i colori loro. La gente tifa per i bianco-neri, per i rosso-blù, per i rosso-neri, i nero-azzurri, i viola e via così, perché questi colori significano l appartenenza ad una città, ad una storia, ad una tradizione. Penso che questo sia un errore anche nei confronti del (in alto) - Un immagine di Laura Meli con Oxery. (al centro) - Milano 1990, Cesare Meli in premiazione dopo la vittoria nel Federnat con Glow di Jesolo. A sinistra, Laura Meli e il vincitore - (in basso) Cesare Meli con i colori della fiorentina scuderia Kyra in sulky all indimenticabile Seminole 9

11 pubblico. Una volta c erano i colori di Mangelli, quelli della Kyra, quelli della Castelverde. Li ricordavi bene perché c era un appartenenza esaltata in pista dal cromatismo delle giubbe, e la gente, come nel calcio, faceva il tifo per le varie scuderie. Oggi invece ci sono le giubbe dei catch, ti ricordi solo quelle e non sai mai a quale scuderia appartiene il cavallo x perché un giorno viene guidato dal catch y e un altro dal catch z. Insomma una gran confusione. E nota comica, i programmi ufficiali riportano diligentemente i colori delle varie scuderie di appartenenza, mentre i cavalli corrono, in gran parte, con i colori del catch di turno. Noi ormai lo sappiamo e ci adeguiamo, ma mettiamoci nella situazione di chi viene per la prima volta alle corse: fa la sua giocatina, tiene in mano il programma, cerca il cavallo in corsa con i colori riportati sul programmino e non li trova. Direte: c è il numero, ma non va bene. Anche al galoppo gli allenatori sono fissi e i fantini cambiano, ma i colori sono sempre quelli>. E la signora Meli ha perfettamente ragione. E non potrebbe essere diversamente perché Laura, figlia di un capitano dei bersaglieri, medaglia d argento al valor militare, rimase orfana di babbo e di mamma molto giovane e le fecero da genitori, la zia Amelia, sorella del papà, e il marito Carlo Bordoni che, insieme al fratello Francesco, era titolare della famosa Scuderia La Certosa per i cui colori Giusto, guidato da Eros Martelli, vinse il Derby E c è anche una parentela abbastanza stretta con il Nocciola Cla con redo da Tesiano Gas - (in basso) Cavalli al lavoro su una delle piste di allenamento n.h. Giuseppe Scarfantoni, proprietario, gentleman e allevatore toscano degli anni 30, 40, 50 i cui colori sono oggi rappresentati in pista dall Azienda Agricola La Valle, formazione che fa capo ai discendenti, appunto, di Giuseppe Scarfantoni. Un ippica, quindi, a tutto tondo Laura Meli che, ancora giovanissima, conobbe Cesare nel 1966, in occasione del matrimonio di Damiano Benedetti, e nel 1970 Cesare e Laura si sposarono. E da allora Laura ha sempre seguito con grande passione le imprese sportive di Cesare dividendo con il marito i momenti belli e i momenti meno belli 10

12 Uno dei tanti arrivi vittoriosi di Cesare Meli con Pigmeo Mo. Il figlio di Flak Bait,allevato dal capitano Ermanno Mori, è stato uno dei soggetti più amati da Laura e Cesare Meli della vita di scuderia e anche quella dell allevamento. ALLEVATORI PER AFFETTO <Un momento sottolinea Laura è bene essere chiari: noi non siamo allevatori come viene inteso nel senso comune della parola. Non alleviamo per vendere, per fare un business, ma per amore verso i nostri cavalli. Noi siamo soprattutto proprietari e Cesare è un gentleman proprietario. Il nostro centro di allenamento del Cintolese fu costruito da mio zio Carlo nel 1960 come stazione di monta per Giusto, ma lui, già a quei tempi, aveva costruito una pista. E qui noi teniamo i cavalli, li prepariamo, perché abbiamo anche una bella pista dritta e tutto quello che è necessario per un centro di allenamento in linea con i tempi. All interno di questa struttura abbiamo anche l allevamento. Ma noi alleviamo per un motivo affettivo. Non ci sentiamo di abbandonare quei cavalli,maschi o femmine, che ci hanno dato tante gioie e allora li teniamo. Se abbiamo delle fattrici di grande qualità che ci vengono richieste, le vendiamo volentieri perché siamo sicuri che vanno a star bene. Le altre le teniamo e le facciamo diventare mamme. E teniamo anche i maschi come Oxery, che dà anche dei bei cavalli, e Tesiano Gas. E loro, forse avvertendo questo nostro sentimento, ci ripagano. Infatti, tutto sommato, pur facendo tutto in casa, abbiamo avuto anche dei buoni risultati come Bartali Cla, vincitore classico, Cellini Cla, Ziocarlo Cla, insomma non abbiamo avuto dei campioni, ma la nostra produzione, pur limitata nel numero, è più che dignitosa. Se un anno la produzione del nostro allevamento non è all altezza della nostra richiesta, allora acquistiamo fuori>. E la sigla Cla? <Io voglio essere sincera prosegue la signora Meli farei anche volentieri a meno di mettere tutte queste sigle che fanno una gran confusione. L importante è dare dei bei nomi ai cavalli, comprensibili e di conseguenza memorizzabili, magari distinguendo la propria produzione con un preciso punto di riferimento. Io ho messo sempre dei nomi che si riferiscono a 11

13 Firenze o alla Toscana e si ricordano bene. Che significa Cla? Sono le iniziali dei nomi di mio zio, Carlo, quello mio, Laura, e di zia Amelia. La mettemmo tanti anni fa per i puledri nati al Cintolese e così è rimasta>. Qualche recriminazione? < Ma diciamo di no conclude la signora Laura sotto la guida di Cesare, che, tra l altro, è un imprenditore molto bravo ed applica un metodo imprenditoriale anche alla scuderia, tutto, nonostante i tempi, va abbastanza bene. Però, un rammarico c è e riguarda mio figlio Carlo che è un ottimo professionista, gran lavoratore, persona seria, non c è niente da dire e di questo, come genitori, non si può essere altro che contenti. L unica cosa è che Carlo non ha nessun interesse per i cavalli e questo, sia a me che a Cesare, che siamo grandi appassionati, un po dispiace. D altra parte, come si dice, non si può avere tutto dalla vita>. LAURA, LA POETESSA Ecco, questi sono Cesare e Laura Meli, ma vogliamo aggiungere qualcosa, un qualcosa che forse alcuni sanno, ma non tutti. Laura Meli, oltre ad essere un ottima moglie ed una bravissima madre di famiglia, è una donna che dedica molte ore delle sue giornate anche alla beneficenza, ma soprattutto Laura è una poetessa di livello. La signora Meli ha già pubblicato un libro di poesie nel 1987 e un altro dovrebbe uscire in un futuro abbastanza prossimo. Intanto noi crediamo di fare cosa gradita ai nostri lettori pubblicando tre poesie della signora Laura Petracchi Meli. LE STAGIONI La Primavera è un vento leggero che muove le fronde dei cespi di more, è un volo di ape che cerca il suo fiore, è un canto di uccello che chiama l amore. L Estate è una campagna assetata, è il verde dell erba che sembra bruciata è il grido della roca cicala sulla querce isolata. L Autunno è il rosso delle ciocche sugose, un tappeto di foglie rumorose, è l allungarsi veloce delle sere noiose. L Inverno è un sonno profondo di tutte le cose, è un mare di neve dalle onde estrose è lo scricciolo che salta sugli sterpi di rose. 12 maggio 1968 LA CAMPANA DI VETRO Quando son nata, per tacito segreto mi hanno messo sotto una campana di vetro; senza dolori, senza dispiaceri, annoiata dell oggi, dimentica di ieri. Intorno al vetro, oltre il mio vuoto c era quel mondo solo a me immoto, e nel mio nulla così ovattato, neanche un rumore è mai arrivato. Cadeva la neve su tutte le cose fiorivano a maggio rami di rose ma dentro al mio nido così delicato nessun cambiamento s è mai delineato. Finché in un istante terminò l incanto, tu senza riguardi il vetro mi hai infranto e anche se peno, se soffro di più, io sono felice perché ci sei tu. Per niente al mondo tornerei indietro a vivere in una campana di vetro. 17 novembre 1979 DESAFIOSS Il campione dorme, e sogna la pista battuta, la pioggia che cade nel vento, la gente che urla e spavento la frusta che schiocca nell aria. Rumore d inferno i denti che tremano insieme, la voce dell uomo conviene ascoltarla, la mano dell uomo conviene temerla, e gli altri cavalli: nemici cresciuti insieme mangiando le solite erbe, ma dopo la vita disperde l infanzia. Dorme il cavallo e nel sonno beve alla fonte selvaggia, bruca il trifoglio e incoraggia la dolce puledra d argento! 12

14 CON IL 3 ANNI DA AND ARIFANT È TORNATA IN AUGE LA FORMAZIONE TORINESE DI GENTILE, GIBSON E GOLDEN OM FARIFANT IL FRANCESE DELLA MALÙ Enrico Bellei e Alberto Ferrero, il proprietario torinese della Malù, dopo la vittoria di Farifant ad Enghien di Ezio Cipolat Un tocco di troppo da parte di Pierre Vercruysse è probabilmente costato a Farifant un trittico mai realizzato. Nessun cavallo, infatti, è riuscito a fare strike nei tre appuntamenti riservati in estate dall ippodromo parigino di Enghien ai tre anni europei. Sbagliando a fil di palo nel Prix de Rome, mentre stava apparigliando Oyx du Goutier, il giovane rappresentante dell allevamento italiano si è dovuto accontentare di un doppio (Prix de Berlin e Henri Cravoisier), comunque di prestigio, facendo il paio con Amy di Jesolo che cinque anni fa, con la guida di Giuseppe Pistone, vinse Rome e Berlin. Di grande effetto, anche dal punto di vista tecnico, l ultima vittoria in ordine di tempo del portacolori della Malù: Farifant nel Cravoisier ha dimostrato di poter essere un fattore tra i rappresentanti europei della leva 2002, imponendosi a media di sui 1609 metri con buona parte del percorso in terza ruota, allo scoperto. Vale anche la pena annotare che questo Cravoisier, la più internazionale tra le prove del calendario estivo sulle piste europee per i tre anni, porta bene agli italiani. Sono ora cinque le nostre vittorie in questo gran premio, quelle di Niebla Blanca nel 1991, Santra Lb nel 1995, Ami di Jesolo nel 2000, Daguet Rapide nel 2003 e, appunto, di Farifant quest anno. E le due vittorie francesi di Farifant hanno avuto un contorno adeguato per il complessivo ottimo comportamento nel corso del meeting estivo di Enghien degli 13

15 Farifant ed Enrico Bellei netti alla meta nel Prix Enri Cravoisier, lasciandosi alle spalle Fuego di Jesolo, Orlando Vici, Fobia Font e First Wise As altri giovani italiani Fuego di Jesolo (terzo nel Berlin, secondo nel Rome e nel Cravoisier), First Wise As (secondo nel Berlin, quinto nel Rome da penalizzato e nel Cravoisier) e di Fobia Font (quarta nell ultima corsa della serie), senza dimenticare lo sfortunato percorso di Filion Om nel Rome che senza una frettolosa squalifica avrebbe sicuramente figurato all arrivo. Farifant è l ultima scoperta di Jean-Pierre Dubois, uomo dalle scelte controverse, ma comunque straordinario inventore di campioni e soprattutto di incroci, che a volte precorrono i tempi. Il portacoli della Malù è qualche cosa di più del classico franco-americano. Il padre And Arifant, che è stato il primo figlio del fondamentale (per l Italia) Sharif di Iesolo a funzionare come razzatore in Francia, in linea femminile si aggancia ad alcune delle migliori famiglie del trotto normanno, apportatrici soprattutto di stamina e struttura fisica. AND ARIFANT 4, 1.16 (BAIO NATO IN FRANCIA 1988) BAHAMA (BAIA NATA IN ITALIA 1998) AND ARIFANT 3, (SUI 2100 METRI) MASCHIO BAIO NATO IL 17 FEBBRAIO 2002 ALLEVATORE: SCUDERIA BOLGHERI PROPRIETARIO: SCUDERIA MALÙ SHARIF DI IESOLO 5, 1.15 QUICK SONG ODILE DE SASSY INFANTE D AUNOU 1.16 COKTAIL JET 5, TRILLER OAKS 3, NIKY DES ETANGS 1.19 OSCANA 1.23 QUOUKY WILLIAMS 1.14 ARMBRO GLAMOUR - SPEEDY CROWN 3, UNE DE RIO VICTORY SONG LUCILE SPENCER 2.08 GI 1.20 HERODIADE DE GRAND. QUINO 1.25 HOUBARA - GUTEMBERG A 1.19 HABANERA DE GRAND. - FAKIR DU VIVIER DOLLY WILLIAMS - SUPER BOWL PILLOW TALK SPEEDY SCOT MISSILE TOE FLORESTAN 1.15 CYBELLE D OR

16 Il nome della madre di Farifant non deve trarre in inganno: è la petit Bahama, come dice Dubois, non la campionessa dallo stesso nome che all inizio degli Anni Novanta, sempre per Jean-Pierre, si è proposta all attenzione del trotto internazionale a suon di vittorie, alcune delle quali anche sulle piste italiane (Europa, Continentale, Palio dei Comuni). La petit Bahama invece non ha mai corso, ma in compenso è passata presto in razza con un bagaglio genetico notevole e, guarda caso, ancora improntato su un doppio incrocio franco-americano. Ha infatti sangue misto il padre Coktail Jet, che non ha certo bisogno di presentazioni essendo con molto probabilità l attuale numero uno degli stalloni europei, e pure la madre Triller Oaks può vantare un padre americano di assoluto prestigio (Speedy Crown) e una madre francese (Une Rio) che ha anch essa nel pedigrée, attraverso Florestan, un sostanzioso aggancio yankee. La citata Une de Rio, a 4 anni, vale a dire la terza madre di Farifant, merita un inserto tutto proprio. Non è infatti una cavalla comune, è stata la primatista delle 2 anni francesi con l ottenuto a San Siro come quarta del Gran Criterium 1988, quell anno vinto da Lemon Dra al vertice della corsa (per i tempi) di , migliorando di un decimo il precedente primato di Indro Park. Une Enrico Bellei, mano sulla spalla a Jean Pierre Dubois, un segno di ringraziamento al trainer di Farifant, per avergli consentito di conquistare il suo primo successo su una pista parigina de Rio, anch essa allieva di Jean- Pierre Dubois per gli italianissimi colori della Scuderia La Perla dei coniugi De Rossi, nelle due successive stagioni ha confermato di essere una primaserie vincendo a Vincennes i Prix Paul Karle, Deloison e Jaques de Vau-logé e piazzandosi seconda nel classico Sélection (quell anno andato al fuoriclasse Ultra Ducal). Passata in razza in Italia, a Dosson di Casier, località dalle chiare reminiscenze ippiche, Une de Rio si è distinta soprattutto con Ubatuba Oaks 4, (vincitrice della Coppa dell Allevamento, secondo nel Criterium Cupolone) e Danusa Oaks 5, , a 4 anni vincitrice di una buona corsa a Cagnes-sur- Mer a media di sui È comunque stata un ottima cavalla da corsa anche la nonna di Farifant, Triller Oaks a 3 anni, che può anche vantare un inserto di carriera a Vincennes, con la partecipazione all eliminatoria (seconda) e alla finale (ottava) del Grand Prix de l Uet con in sulky Roberto Andreghetti e ai successivi Prix de Rouen e Jean Le Gonidec affidata a Jos Verbeeck. Triller è passata in razza per conto della Scuderia Bolgheri, la griffe italiana di Dubois e Bahama è stato il suo primo prodotto. Con Farifant sono poi tornati in evidenza i colori giallo-blu della Scuderia Malù di Alberto Ferrero, formazione che aveva conosciuto una grande notorietà a cavallo tra gli Anni Settanta e Ottanta grazie a Gentile (vincitore del Derby), Gibson e Fermo; popolarità successivamente rinverdita da Golden Om. Dietro a Farifant c è quindi una passione genuina e una competenza precisa nel saper scegliere e valorizzare giovani indigeni. 15

17 SISAL E I CAVALLI: LE NUOVE SFIDE DI UN LUNGO ED APPASSIONATO LEGAME Ippica, che passione! di Carla Rocca* Il legame fra Sisal e l ippica italiana è un lungo sodalizio appassionato, un unione a filo doppio che dura da più di cinquant anni ed è radicato profondamente nel Dna della società che ha fatto della scommessa Tris e del Totip il proprio cavallo di battaglia. Grazie a Sisal, gli italiani iniziano a parlare di ippica, di cavalli, di corse domenicali, di trotto e di galoppo e lx2 di Totip ha rappresentato il grande momento di aggregazione tra la vita di un paese e le vicende dei cavalli, forse uno dei rari momenti d incontro fra un popolo inizialmente sospettoso nei confronti dell ippica ed un ippica che non sempre ha saputo, almeno agli inizi, trasmettere la propria passione ad un vasto pubblico. Il legame fra Sisal e mondo ippico Giorgio Sandi nel suo ufficio di Milano e Gianbattista Alca al centro di allenamento di Bareggio in pista dritta con Edy Gubellini e nel suo abituale paddock ha incontrato anche qualche momento di difficoltà, ma il percorso ad ostacoli, affrontato sempre insieme, non ha scoraggiato, divenendo fonte di inesauribili stimoli verso nuovi modi per concepire, rafforzare e innovare il connubio vincente fra cavallo e gioco. Uno dei più recenti esempi che confermano tale unione è stato certamente l acquisto all Asta 2004 da parte di Sisal di Gianbattista Alca, nato il 4 marzo, che nel nome, un giornalista appassionato di cavalli, e nel dna, figlio di Lemon Dra e Upicca Mo, presenta tutti i presupposti per un futuro da vero campione. Il figlio di Lemon Dra è stato acquistato nel settembre del 2004 all Asta annuale del trotto, consueto appuntamento dove allevatori, proprietari, acquirenti, appassionati ippici e operatori come Sisal s incontrano nel rinnovato Centro Mercato Unire di Settimo Milanese. Gianbattista Alca è oggi affidato al centro di allenamento di Edy e Pietro Gubellini, che giorno per giorno ne seguono con passione ed estrema competenza ogni piccolo progresso. Giamba, così amichevolmente soprannominato, è ormai parte integrante della famiglia Sisal e sembra dare grandi soddisfazioni. Negli ultimi mesi è cresciuto molto e se l allenamento proseguirà, così come previsto, è auspicabile una sua prima qualificazione in ottobre. È proprio ricca di sfide la prossima stagione autunnale: così come Gianbattista Alca affronterà con adrenalinico entusiasmo la sua prima qualificazione, così Sisal non sarà da meno ed affronterà con altrettanta determinazione i cambiamenti del mondo ippico. Al riguardo Sisal ha assistito al dialogo sempre crescente instau- 16

18 ratosi fra Unire ed Aams per l individuazione di soluzioni utili al rilancio dei giochi a base ippica; sono infatti quasi 15 anni che nel canale con maggiori potenzialità per queste forme di gioco, le ricevitorie Sisal, non vengono proposte innovazioni. Grazie agli incontri degli ultimi mesi sono state tratteggiate delle concrete ipotesi di rinnovo del portafoglio ippico attraverso l introduzione di una seconda corsa Tris giornaliera ed il lancio di nuove scommesse ippiche quali il vincente, l accoppiata, il quarté ed il quinté, tutte basate, assieme alla scommessa Tris, sulla medesima corsa. Questi fattori, se tutti applicati, daranno nuovo vigore al settore ippico che offre oggi sostanzialmente tre prodotti: le scommesse, il concorso pronostico Totip e la Tris. Un portafoglio di offerta equilibrato, che consente all Ippica di raccogliere più di ogni altro sport in Italia, anche rispetto ad eventi con un seguito di gran lunga maggiore, come il calcio. La raccolta delle scommesse ippiche è sostanzialmente costante, anche se l aumento della pressione mediatica su altri sport e altri eventi d intrattenimento richiedono una politica di promozione delle corse verso nuovo pubblico. Il rilancio dei giochi a base ippica richiede una forte interazione tra le Istituzioni e tutti gli operatori, con l obiettivo di ampliare la platea dei potenziali giocatori. Oggi Sisal, attraverso la propria rete, è in grado di offrire un completo ed equilibrato portafoglio al mondo delle ricevitorie e delle agenzie. Inoltre, grazie a Sisal TV, l unico canale televisivo satellitare digitale dedicato al mondo dei giochi in ricevitoria, è possibile promuovere e sviluppare il gioco ippico in questo particolare canale e al tempo stesso accostare il giocatore alle corse, contribuendo a diffondere la cultura e la passione per il mondo dell ippica. Tradizione e Innovazione sapientemente bilanciate: questa la ricetta della società che ha inventato Tris e Totip. Molti appuntamenti riscalderanno quindi la prossima stagione; non ci resta che attendere i prossimi passi di Sisal e Gianbattista Alca, uniti da una legame di passione, di voglia di vincere nel mondo delle corse e di rinnovare il piacere per il gioco ippico. Competenza e professionalità ma anche una piccola dose di fortuna perché come recita un vecchio slogan della Sisal che ha fatto costume la fortuna arriva al galoppo, in questo caso al trotto. *Direttore Comunicazione Sisal 17

19 SOGNI E SPERANZE PER UN PULEDRO I cataloghi girano di mano in mano, le genealogie vengono vagliate attentamente, dal nord-est della penisola si muoverà verso Settimo Milanese una nutrita pattuglia di Allevatori con un qualitativo carico di giovani virgulti in attesa dell 11 settembre di Walter Cesaron Come ogni anno, è arrivato il momento delle aste Anact, ed in attesa della sera del 11 settembre i sogni, le speranze, ma anche i dubbi ed i timori si fanno più pressanti, i cataloghi girano di mano in mano, le genealogie vengono vagliate attentamente dagli eventuali acquirenti e si prepara minuziosamente la trasferta milanese certi, soprattutto quest anno, di giocarsi molto in termini di credibilità e molto più concretamente, di avere un quadro chiaro della reale situazione del mondo ippico e della sue potenzialità di investimento sulle nuove leve. Dal nord-est della penisola, si muoverà una nutrita pattuglia di allevatori con un qualitativo carico di giovani virgulti, il catalogo infatti, vede iscritto un novero piuttosto cospicuo di puledri dai suffissi assai noti, sigle dalla fama ormai consolidata e la cui partecipazione alla manifestazione istituita dall Anact vanta una tradizione pluriennale ai quali fanno da contraltare realtà di dimensioni più contenute, ma che con altrettanta fiducia ed ambizione affidano i loro investimenti e la loro professionalità alla grande kermesse milanese. Per tale ragione non ci sembra il caso di spaziare sui Biasuzzi e dei marchi legati alla famiglia Fraccari, ma in ordine assolutamente casuale agli altri, cominciando la disamina dal binomio Umberto e Giorgio Gobbato e dalla loro IRACONDA CASH, una consanguinea della classica Crysler Cash e del progredito Eroe Cash con padre Supergill, che i due gentlemen veneti hanno amorevolmente cresciuto nel loro eremo nella campagna rodigina. Da Rovigo a Padova per conoscere l allevatrice di IRISH COFFEE FANS, la vulcanica Sonia Perazzolo che da tempo ha avviato una proficua connection con i torinesi del Grifone e che dopo aver goduto i grandi soddisfazioni in pista grazie a Cyber Grif, molte ambizioni affida alla sorella piena di Enjoywinner. Fatte poche decine di chilometri verso le pendici dei colli Euganei, eccoci in una zona ricca di allevatori che molto hanno dato in termini di produzione al trotto nazionale. Ci fermiamo a Montegaldella, prima provincia vicentina, ecco un altro impianto che risale agli albori del trotto veneto dei tempi moderni, Cup, è il marchio di famiglia con cui Francesco Marcolin battezza i 18

20 suoi prodotti, nella fattispecie, una Toss Out e Notte di Luna, I LOVE CUP, questa allevata in società con la famiglia Dalla Libera e puledra dalla grande genealogia in qualità di sorella del Derbywinner Bluam Lb, nonché discendete dalla produttiva Quariette, madre, tra gli altri, della classica Eclissi Lunare. Proseguendo lungo l argine del Bacchiglione, fiume che bagna le campagne di Vicenza e Padova prima di gettarsi nell Adriatico, passiamo da Edoardo Gaspari, giovane figlio d arte del compianto Giacomo che con i suoi Gas rinnova una tradizione famigliare di grande successo presentando un Toss Out e Briseide Dei, IDOLO GAS, la cui genealogia ci riporta a consanguinei del valore di Olimpo Dei, Tritone Dei, Unicorno Dei, mentre va rimarcata la linea femminile di IBERNIA GAS, seconda dei tre puledri presentati, che risale alla campionessa svedese Bea B ed il cui padre è l ormai affermato Uronometro, senza scordarci che ISIDE GAS ha come padre Armbro Goal e una madre importante come Penelope Gas, ma soprattutto una nonna come Cilesia, campionessa indigena per anni detentrice del record assoluto per un nato in Italia, ottenuto con in sediolo un giovanissimo Paolo Leoni e tra i primi campioni nati in famiglia. Una continua ricerca delle migliori linee di sangue, la passione radicata e tanto entusiasmo fanno del delegato Anact per il Veneto, Doriano Dalla Libera, uno dei personaggi emblematici tra gli allevatori Veneti, il quale presenta tre suoi prodotti in questa sessione, INCA DL, femmina da Musclees Yankee e Silk de Gloria, quest ultima madre di Felicity Dl, nonché giumenta veloce in pista sotto il training di Karl Holgersson, ISABE DL, la cui madre è una piazzata classica dalla genealogia regale, Vittoriana, ed il padre è l affermato Sugarcane Hanover e poi INSANITY DL, padre l emergente Kick Tail, madre la facoltosa Ritzy Kronos, che risale alla campionessa Usa Keystone Laurel. Cambiamo provincia e andiamo verso Venezia, passando dalla riviera del Brenta, dove non solo si possono ammirare le splendide ville dei Patrizi Veneziani ma anche mangiare dell ottimo pesce e visitare la sede dell allevamento Correggio, a Mira, per la precisione. Tre i puledri che passeranno sotto il martello dei banditori, il primo, IROX, nasce dalla precoce Veronique Dei, nella cui genealogia ritroviamo Eliza Lobell e da Sugarcane Hanover, stallone dalla produzione vincente in due continenti e funzionante a pochi chilometri da qui, mentre ISIDEX è una femmina che nasce da Type di Jesolo e Toss Out e vanta un fratello del valore di Cirox, ricco esponente della forma campana, con IPPOFELIX a ricordarci le gesta in pista della veloce Olga d Asolo, mentre il padre è Kick Tail. Andando verso nord-est ecco, nelle vicinanze del fiume Piave, a Breda, la curata oasi nella quale Agostino Bruscagnin alleva i suoi puledri, due dei quali affronteranno il ring milanese, uno è ISSOPO, la cui madre, Terra d Asolo ha già dato Dittamo e Fragiacomo ed il padre Starchip Entrprise sembra aver ereditato ottime doti dal genitore Pine Chip, mentre l altro, IPPOCASTANO, è un 19

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

A.S.S.I AGENZIA PER LO SVILUPPO DEL SETTORE IPPICO REGOLAMENTO DELLE CORSE AL TROTTO

A.S.S.I AGENZIA PER LO SVILUPPO DEL SETTORE IPPICO REGOLAMENTO DELLE CORSE AL TROTTO A.S.S.I AGENZIA PER LO SVILUPPO DEL SETTORE IPPICO REGOLAMENTO DELLE CORSE AL TROTTO Aggiornato alla Deliberazione commissariale n. 216 del 07/11/2012 INDICE DISPOSIZIONI PRELIMINARI ART. 1 - Efficacia

Dettagli