Empowerment: con quali misure si possono promuovere le competenze per la salute dei bambini e dei giovani? [ 3 ]

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Empowerment: con quali misure si possono promuovere le competenze per la salute dei bambini e dei giovani? [ 3 ]"

Transcript

1 N. 113 Inverno 2011 del servizio dentario scolastico Empowerment: con quali misure si possono promuovere le competenze per la salute dei bambini e dei giovani? [ 3 ] ATtualità [ 2 ] Regioni [ 6 ] Corsi [ 9 ]

2 [ 2 ] Attualità EDITORIALE Dr. Felix Magri, Redattore della Fondazione per le OPD «Di sicuro non passo ore davanti allo specchio a prendermi cura dei miei denti» scrive Jean François Roulet, professore di medicina dentaria, sulla rivista «prophylaxe impuls» parlando della propria igiene orale. «Non mi lavo i denti dopo ogni spuntino e non rinuncio alla cioccolata, che adoro. Tuttavia, sono cosciente del nesso esistente tra una placca matura e la frequenza con cui si assumono zuccheri e ho quindi modificato in maniera impercettibile le mie abitudini: porto sempre con me il mio dolcificante preferito.» Con questa sua affermazione, Roulet tocca uno dei temi principali della prevenzione della carie: le competenze per la salute. Con questo termine si definisce la capacità del singolo di prendere decisioni nella vita quotidiana che abbiano effetti positivi sulla salute. Va sottolineato che si tratta di competenze che tutti possono sviluppare. In questo numero del nostro Bollettino ci occuperemo di empowerment, ossia delle misure che permettono di migliorare le competenze per la salute dei bambini e dei giovani. Per la Fondazione per le OPD, l anno che sta per concludersi è stato particolarmente intenso. Grazie all ottima collaborazione con la Società svizzera odontoiatri SSO, siamo riusciti a dare una nuova veste grafica al nostro Bollettino, che ora viene pubblicato anche in italiano e francese. Anche il nostro sito è stato ampliato ed è ora disponibile in tre lingue. Guardiamo quindi con fiducia al futuro e puntiamo su nuovi progetti! La SSO riconosce i corsi e gli aggiornamenti professionali Dal 2011, la Società svizzera odontoiatri SSO riconosce i corsi introduttivi e di formazione continua organizzati dalla Fondazione per le OPD. Con il proprio logo e la firma di un membro di comitato sul certificato di partecipazione, la SSO attesta che la partecipante al corso ha acquisito le conoscenze fondamentali per svolgere l attività di OPD. Questa regola vale anche per i corsi introduttivi e di formazione continua frequentati in passato, di conseguenza le persone che in passato hanno partecipato a tali corsi possono, su richiesta, ottenere un riconoscimento analogo. Chi, dal 2008, ha frequentato i nuovi corsi introduttivi (corso preparatorio per chi non ha una formazione in campo odontoiatrico, introduzione alla metodologia/didattica nel corso principale), può richiedere alla Fondazione per le OPD un certificato di partecipazione con il riconoscimento della SSO. Questo certificato sostituisce l attestato precedente e verrà rilasciato anche a chi ha frequentato un corso introduttivo della Fondazione per le OPD prima del 2008 e può dimostrare (con una copia del certificato di partecipazione*) di aver successivamente seguito dei corsi di perfezionamento professionale**. Anche a nome della SSO, vi auguriamo un anno nuovo ricco di soddisfazioni personali e professionali! IMPRESSUM Editrice: Fondazione per le Operatrici di Prevenzione Dentaria (OPD), Redazione/abbonamenti: Moussonstrasse 19, 8044 Zurigo, CHF 30. all anno. Periodicità: 4 numeri all anno. Redattore responsabile: Dr. F. Magri, Fondazione per le OPD. I contributi senza sigla o senza nome dell autore e nome della ditta rispecchiano il parere degli autori, che non deve necessariamente corrispondere all opinione della redazione. Layout: Claudia Bernet, Berna. Stampa: Schippert AG, 8123 Ebmatingen. Tiratura: 200 esemplari. Fotografie: istockphoto, Martin Bichsel, Bettina Richle. La redazione si riserva tutti i diritti. Vietata la riproduzione e la diffusione di interi numeri. È permessa la riproduzione previa indicazione della fonte. * Per contenere le spese, vi preghiamo di inoltrarci i certificati di partecipazione per posta elettronica (dopo averli scansionati) o per fax. Se non vi fosse possibile, inviatecene una copia per posta. ** Oltre al corso introduttivo e ai corsi di formazione continua della Fondazione per le OPD, vengono riconosciuti anche i congressi annuali, gli aggiornamenti professionali, gli incontri annuali o altri corsi importanti per l attività professionale organizzati a livello cantonale o regionale.

3 [ 3 ] L empowerment per massimizzare il potenziale I bambini vanno incoraggiati a prendere in mano la loro vita. La conoscenza fa bene alla salute. È questo il messaggio di fondo del concetto di competenze per la salute. Chi vuole assumersi la responsabilità della propria salute deve innanzi tutto disporre del know how necessario, ossia di determinate conoscenze. Questo vale anche per la salute orale. Ma in che cosa consistono le competenze per la salute? Le competenze per la salute consistono nella capacità di acquisire conoscenze in modo da poter creare le condizioni di vita ideali per la propria salute. Qui di seguito ci occuperemo di empowerment (termine inglese che significa «mettere in condizione di»), ossia delle misure che permettono di migliorare le competenze per la salute dei bambini e dei giovani. L empowerment non è solo trasmissione di conoscenze Il nostro stato di salute è strettamente legato alla nostra responsabilità personale. Per agire in maniera responsabile, abbiamo bisogno sia di conoscenze che di capacità, nonché di valori di riferimento. Inoltre dobbiamo essere convinti di riuscire a mettere in pratica le cose che più ci stanno a cuore. Per avere sempre cura della nostra igiene orale è quindi necessario essere convinti che - in questo modo ci appropriamo di valori come salute, bellezza e riconoscimento sociale e che - siamo in grado di curare sufficientemente bene la nostra igiene orale per fare nostri questi valori. L empowerment non è una semplice trasmissione di conoscenze, è altrettanto importante destare, rafforzare e sostenere convinzioni o motivazioni. Le persone ma in particolare i bambini vanno incoraggiate a prendere in mano la propria vita. Dovrebbero quindi prendere coscienza delle proprie capacità e imparare a scoprire e a sfruttare le proprie risorse. Empowerment = successo nell educazione e viceversa L educazione dovrebbe aiutare i bambini a trasformare in forza, in fiducia in se stessi e in capacità le proprie debolezze e il proprio senso d inferiorità per riuscire ad affrontare con cognizione di causa la propria vita. A tale scopo, i bambini devono imparare ed esercitare diversi comportamenti, tra i quali rientra anche la cura della propria igiene orale. E gli adulti, come possono sostenere questo processo di apprendimento? Nel riquadro a pag. 4 sono illustrate le premesse che motivano i bambini ad adottare un determinato comportamento (A) e le condizioni che, invece, ostacolano questo processo (B).

4 [ 4 ] empowerment Risorse e ostacoli nel processo di apprendimento A In linea di massima, i bambini fanno una cosa - se hanno l impressione di saperla già fare bene; - se per loro è sensata; - se la capiscono; - se così facendo si guadagnano un riconoscimento (sociale); - se così facendo ne traggono un vantaggio concreto; - se credono di essere in grado di farla (o se gli altri credono che siano in grado di farla); - se ci tengono particolarmente. B In linea di massima, i bambini non fanno una cosa - se credono di non saperla fare; - se è legata a qualche paura; - se può causare un rifiuto sociale (punizioni, scherno); - se credono di non essere in grado di farla; - se non vi è una spiegazione plausibile per farla; - se provoca frustrazioni; - se non ci tengono particolarmente, per esempio se non ha alcun valore nell ambiente sociale. Si può quindi affermare che quello che gli adulti credono che un bambino sappia (o non sappia) fare e che di conseguenza si aspettano da lui aumenti (o diminuisca) la fiducia che il bambino ha in sé. I motivi elencati al punto A possono quindi essere considerate risorse, mentre i fattori che figurano al punto B rappresentano degli ostacoli. È importante sottolineare che l empowerment non ha nulla a che fare con l «aiuto interdicente». Anzi, le competenze sono strettamente legate all autonomia. L empowerment è quindi piuttosto da considerare un aiuto all autoaiuto. Di conseguenza è importante prendere sul serio i bambini, anche quelli molto piccoli, quando rifiutano l aiuto di un adulto perché vogliono fare da soli. Empowerment e competenze «sbagliate» A volte i bambini vogliono fare cose che a noi adulti non piacciono o che potrebbero poi danneggiarli. Per esempio quando fanno qualcosa pur sapendo di rischiare una punizione. Lo fanno perché ciò a cui ambiscono, per esempio vedere un determinato film o provare se riescono quindi se ne hanno la competenza a imporsi, è per loro più importante del rischio di essere puniti. Un bambino è in grado di disturbare in maniera efficace (quindi anche competente) le lezioni per trarne un vantaggio sociale o emotivo, per esempio per avere il riconoscimento da parte dei compagni di classe che gli stanno a cuore o per attirare le attenzioni su di lui. Ci sono anche bambini che dimostrano in maniera molto credibile (competente) di non saper fare una determinata cosa perché sono troppo «stupidi». In questi casi, le esperienze fatte li hanno portati a convincersi (pur inconsapevolmente) che così facendo vivono meglio. A volte lo fanno in maniera talmente competente da riuscire a convincere i genitori, i docenti e persino gli psicologi e i medici. Negli esempi citati, i bambini acquisiscono competenze di dubbio valore. In questi casi, il primo passo dell empowerment consiste nel comprendere (o perlomeno intuire) la logica interiore che sta dietro a quel determinato comportamento. Solo in questo modo è possibile aiutare il bambino a uscire da una situazione spiacevole e a sostenerlo affinché segua una direzione positiva. Non serve a nulla opporre resistenza, fare gli offesi, arrabbiarsi, rimproverare o negare il proprio amore al bambino. Tutto ciò non fa che indebolirlo. Sostenere qualcuno significa innanzi tutto cercare di comprendere il suo comportamento. L empowerment nell attività delle OPD Un OPD svolge una specie di «servizio civico», che può essere considerato una variante moderna della carica onorifica. Tuttavia, l «onore» di questo servizio non si può più definire un lavoro non remunerato o l assunzione di cariche. Esso consiste piuttosto nella disponibilità delle OPD ad aiutare i propri concittadini piccoli e adolescenti con empatia a occuparsi della propria igiene orale. Le OPD sono quindi una specie di mentori della salute orale. Anche se, dal punto di vista metodologico/didattico e a volte anche odontoiatrico, le OPD non possono essere considerate esperte in materia, esse acquisiscono le dovute competenze per dare il loro contributo alla salute pubblica. Questa competenza «profana» sostenuta però da un grande impegno è un bene prezioso per la società. A tale scopo, però, occorre acquisire in maniera responsabile e conservare sufficienti competenze. I corsi introduttivi e di formazione continua proposti a tale scopo andrebbero visti come empowerment per le OPD e quindi frequentati con interesse. (Inserendo la parola «empowerment» su internet, troverete ulteriori informazioni sul tema.) L empowerment non ha nulla a che fare con l interdizione. È un aiuto all autoaiuto!

5 L assortimento per le scuole 1910/1911/1912/ Profimed AG, Dorfstrasse 143, 8802 Kilchberg Tel , Fax , I gel paro sono disponibili nei seguenti aromi: Aroma Fluoruro Contenuto di fluoruro Valore Ph Amin Fluor gel alla frutta fragola / arancia fluoruro d ammina 1.25% (acidulo) Amin Fluor gel alla menta menta piperita fluoruro di sodio 1.25% (neutro) Ci sono ottime ragioni per utilizzare i prodotti ai fluoruri paro: rafforzano lo smalto dei denti, proteggono in maniera ottimale dalla carie, inibiscono la formazione di tartaro, prevengono le parodontiti e mantengono fresco l alito fresco. Profimed AG, Dorfstrasse 143, 8802 Kilchberg Tel , Fax , Shop

6 [ 6 ] REGIONI «Il canton Vallese sostiene appieno il servizio dentario scolastico.» Intervista a Béatrice Oberer, direttrice dell Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù. Com è organizzata la profilassi della carie nelle scuole del canton Vallese? In Vallese la profilassi della carie è ancorata nell Ordinanza sulla promozione della salute. L Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù, che ha lo statuto di fondazione, gestisce la profilassi della carie nelle scuole, le cui spese sono coperte dal cantone. Nello svolgere i suoi compiti, l Associazione gode di una certa autonomia e, per quanto riguarda le questioni medico-tecniche, collabora fianco a fianco con gli esperti, conformemente a quanto stabilito nel mandato di prestazioni siglato con il cantone. L Associazione è il datore di lavoro delle specialiste in salute orale e dentaria, come vengono chiamate qui in Vallese le operatrici di prevenzione dentaria. In alcuni cantoni la profilassi della carie nelle scuole sta attraversando un periodo difficile. In Vallese non sembra il caso. A che cosa si deve questa situazione positiva? Nel canton Vallese il servizio dentario scolastico non è mai stato messo in discussione. Certamente ciò è da ricondurre al fatto che è stato ancorato nella legge parecchio tempo fa, ossia a metà degli anni Sessanta. Oltre a ciò il servizio dentario scolastico gode di un ottima immagine perché siamo attivi in tutto il cantone e le specialiste in salute orale e dentaria svolgono un buon lavoro. La forza propulsiva è certamente il chiaro sostegno dell autorità cantonale alla promozione della salute. È questo il punto centrale! Essere attivi a livello cantonale è certamente più facile che lottare da soli a livello comunale. Béatrice Oberer, direttrice dell Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù La profilassi della carie è garantita su tutto il territorio cantonale? Sì, in tutti i comuni! Il cantone è suddiviso in sei regioni geografiche e linguistiche, due di lingua tedesca nell Alto Vallese, una bilingue nel Vallese centrale e tre francofone nel Vallese centrale e nel Basso Vallese. In questo modo, a ognuna delle sei specialiste in salute orale e dentaria è garantito un posto di lavoro almeno al 30%, senza che si debba sobbarcare lunghe trasferte a causa della lunghezza delle nostre valli di montagna. L Associazione tiene regolarmente delle statistiche e garantisce così che alla fine di ogni anno scolastico tutte le scuole dell infanzia ed elementari vallesane siano state visitate due volte dalla loro specialista in salute orale e dentaria. Nel frattempo, sono in atto degli sforzi per aumentare il numero delle visite nelle scuole. Com è organizzata la formazione di base e continua? Chi desidera esercitare questa attività deve disporre di una formazione di base nel settore dell odontoiatria, per esempio come assistente dentale, assistente di profilassi o igienista dentale. Nel nostro cantone, le specialiste in salute orale e dentaria devono inoltre partecipare regolarmente a corsi di formazione continua, improntati sia sugli aspetti medico-tecnici che su quelli pedagogico-didattici. Considerando soprattutto quest ultimo aspetto, penso in particolare all acquisizione delle competenze necessarie per motivare i giovani ad avere costantemente cura della propria igiene orale. Quest anno, per la prima volta, l Associazione svizzera delle specialiste in salute orale e dentaria ha organizzato un corso di formazione continua sul tema della motivazione. In Vallese esiste un organizzazione che riunisce le specialiste in prevenzione dentaria? No. Come dicevo, le specialiste in salute orale e dentaria attive in Vallese sono solo sei e, visto che la fluttuazione è molto bassa, basta un organizzazione informale. Le specialiste soggiacciono alla direzione dell Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù, cui competono tutte le decisioni strategiche. Tuttavia, organizzano autonomamente le lezioni e scelgono personalmente il materiale didat-

7 [ 7 ] tico, chiaramente nel pieno rispetto delle direttive. Da ultimo, condividono le loro esperienze e si sostengono a vicenda scambiandosi consigli utili. Ogni anno viene organizzato un incontro per rispondere ai bisogni individuali a livello di formazione continua e per discutere questioni riguardanti la sensibilizzazione. Quali sono le sfide cui deve confrontarsi la profilassi della carie nelle scuole? Per quanto riguarda la vera e propria profilassi della carie, la sfida principale è certamente quella di ridurre la carie nei bambini delle famiglie migranti. Come risulta da uno studio del professor Pierre Baery sull incidenza della carie tra i bambini di 7 anni, i figli di migranti provenienti dall ex Jugoslavia presentano una percentuale di carie cinque volte superiore rispetto ai bambini svizzeri e doppia rispetto ai bambini di famiglie provenienti da altri paesi. La sfida consiste nel coinvolgere i genitori di questi bambini nelle lezioni e nel motivarli a sostenere i figli nei loro sforzi per avere una dentatura sana. Ci siamo infatti resi conto che a questi bambini non manca la motivazione, ma che non sono sostenuti in famiglia. Questo tipo d intervento, però, è possibile solo nella scuola dell infanzia e nei primi anni della scuola elementare. E a livello politico? In generale, la sfida principale consiste nello strutturare delle vere e proprie lezioni di promozione della salute, focalizzate sulla salute orale. Oltre alla parte tecnica dedicata alla profilassi della carie, vorremmo trasmettere il messaggio che ogni bambino e ogni giovane è responsabile in una certa misura della propria salute, che può prendere autonomamente le proprie decisioni e che vivere in modo sano è bello. A tale scopo collaboriamo con Promozione salute Vallese. A livello nazionale, collaboriamo con l Associazione svizzera delle specialiste in salute orale e dentaria per migliorare la formazione di base e continua. Può raccontarci qualche esperienza che è stata coronata da successo? Grazie al fatto che in Vallese viviamo una situazione di estrema stabilità, alle varie specialiste in salute orale e dentaria vengono affidate sempre le stesse scuole, per cui ognuna ha la possibilità di seguire i bambini sull arco di diversi anni. Ciò permette di sperimentare di prima mano che le lezioni hanno effetti duraturi. Anche il fatto di conoscere personalmente quasi tutti i genitori aumenta il valore della nostra attività. Il servizio dentario scolastico nel canton Vallese Quindi non sono tanto i singoli successi che mi preme ricordare, bensì tutte le esperienze raccolte negli ultimi anni a rappresentare un successo globale. Link: prophyecole_d.html Su incarico del cantone, l Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù si occupa del servizio dentario scolastico. Il servizio dentario scolastico del canton Vallese è costituito da un team di sei persone diretto da Béatrice Oberer. Il servizio dentario scolastico in Svizzera Tutti i cantoni sono dotati di leggi, ordinanze e decreti che stabiliscono come debba essere organizzato e messo in pratica il servizio dentario scolastico. In alcuni cantoni le disposizioni sono vincolanti, nella maggioranza dei cantoni, invece, esiste solo una normativa quadro che delega ai comuni e/o alle autorità scolastiche l organizzazione pratica del servizio dentario scolastico. Nella maggior parte dei cantoni il servizio è organizzato dai comuni o dalle autorità scolastiche. Per raggiungere i propri obiettivi, il servizio dentario scolastico deve perseguire tre obiettivi: 1. prevenire; 2. garantire le visite di controllo; 3. assicurare l accesso alle cure. I cantoni sono comunque liberi di organizzare autonomamente, in collaborazione con i comuni, il servizio dentario scolastico, integrandolo per esempio nei programmi cantonali di promozione della salute. I cantoni possono conferire un mandato in tal senso a terzi, come succede per esempio nei cantoni Vallese, Grigioni e Ticino.

8 [ 8 ] PRODOTTI GABA News n. 4/2011 Informazioni su elmex PROTEZIONE EROSIONE Le erosioni dentali sono un problema in costante crescita tra i giovani. Il consumo regolare di bevande zuccherate, frutta, succhi di frutta o altri alimenti contenenti acidi naturali, infatti, intacca e scioglie lentamente lo smalto dei denti. Il nuovo dentifricio elmex PRO- TEZIONE EROSIONE (per i bambini dai 6 anni), grazie alla straordinaria tecnologia ChitoActiveTM, rafforza lo smalto dei denti, rendendoli più resistenti ai ripetuti attacchi degli acidi e proteggendoli durante la pulizia dei denti da un ulteriore perdita di smalto intaccato. Per ulteriori informazioni: dall uso di mezzi di comunicazione moderni. Il bus offre attività adeguate a ogni ordine di scuola (ad eccezione della scuola dell infanzia). I e II elementare: III-V elementare: Scuola media: giochi e diverse attività sul tema dell alimentazione sana per i denti. programmi multimediali e attività sui seguenti temi: - riconoscere ed evitare le erosioni; - la placca quale causa di carie e di problemi alle gengive. programmi multimediali e attività sui seguenti temi: - il filo interdentale contro la carie e l alito cattivo; - i danni ai denti dovuti alla tecnica di pulizia dei denti e relativa prevenzione. Per attirare l attenzione sull azione «Bus dentario scolastico» e per convincere tutte le parti in gioco, GABA ha creato un DVD informativo che può essere chiesto in prestito gratuitamente. Per ulteriori informazioni vi preghiamo di mettervi in contatto con GABA Svizzera, Angela Holdener, Grabetsmattweg, 4106 Therwil, tel Il bus dentario scolastico di elmex La carie resta un problema diffuso tra i bambini in età prescolastica. Come confermano molti medici dentisti, ciò vale anche per i bambini svizzeri. L azione «Bus dentario scolastico» permette di affrontare nelle scuole, in maniera accattivante e con mezzi moderni adatti ai vari ordini di scuola, il tema della prevenzione della carie e delle gengiviti, nonché di sensibilizzare i docenti e i genitori su questo tema. Con il bus dentario scolastico si possono raggiungere diversi obiettivi: prevenire la carie e la gengivite nei bambini in età scolastica, sostenere l attività del servizio dentario scolastico, promuovere l impegno di docenti e genitori per questo tema, nonché fornire informazioni adeguate ai gruppi destinatari su temi di attualità, il tutto accompagnato Ordinazione alla GABA Per ordinare prodotti in offerta, campioncini, opuscoli, riassunti di studi ecc., vi preghiamo di mettervi in contatto con il Customer Service del Settore Dentaria: GABA International SA, Therwil, tel /62 (al mattino).

9 CORSI [ 9 ] Protezione dei dati e uso dei vostri indirizzi La Fondazione gestisce una banca dati, che aggiorna regolarmente, con gli indirizzi delle operatrici di prevenzione dentaria attive professionalmente. I dati vengono estrapolati dalle iscrizioni al corso introduttivo e sono utilizzati per la spedizione del Bollettino. La Fondazione per le OPD fornisce questi indirizzi (utilizzati per eventuali invii) solo a determinate istituzioni e aziende che sostengono finanziariamente le attività della Fondazione. La Fondazione non fornisce né gli indirizzi né i dati ad altre organizzazioni o aziende. In base alle attuali disposizioni sulla protezione dei dati, una persona deve dare il suo esplicito consenso prima che i suoi dati possano venir utilizzati. Se anche in futuro desiderate ricevere gli invii dai nostri sponsor, dovete darci il vostro consenso. Come procedere: nei prossimi mesi riceverete una mail dalla Fondazione, nella quale vi verrà chiesto se siete Corsi proposti dalla Fondazione per le OPD d accordo che il vostro indirizzo venga utilizzato per simili invii. Se non avete ancora comunicato alla Fondazione il vostro indirizzo di posta elettronica o se lo avete cambiato recentemente, vi preghiamo di comunicarcelo al seguente indirizzo: Se non avete un indirizzo di posta elettronica, vi preghiamo di mettervi in contatto con noi, telefonando allo Il bus dentario scolastico Calendario degli appuntamenti per il 2012 gennaio e Flüh e 4114 Hofstetten/SO Metzerlen febbraio e Berna, «école canto- nal de langue française» Sainte-Croix Emmenbrücke marzo e Emmenbrücke Davos Zizers Adliswil aprile Ittigen mercoledì 14 marzo 2012 Corso di formazione continua per le scuole medie: «Alimentazione ed erosioni» località: Zurigo venerdì 25 maggio 2012 Corso preparatorio di un giorno località: Zurigo martedì/mercoledì 5/6 giugno 2012 Corso introduttivo di due giorni località: Zurigo SOSTENITORI della Fondazione per le OPD maggio Winterthur Winterthur Winterthur Winterthur giugno Winterthur Winterthur Winterthur 25 e Winterthur I servizi offerti dal bus dentario scolastico non sono aperti a tutti. Con riserva di modifiche. Per avere una conferma dell orario, telefonateci allo

10 [ 10 ]

11 [ 11 ] Storia dell igiene orale Oggigiorno, lavarsi i denti è uno dei nostri rituali quotidiani, al punto che è diventato naturale come mangiare e dormire. L igiene orale, però, non è nata ai giorni nostri, ha radici che affondano nell antichità. I primi documenti che parlano di igiene orale risalgono a 5000 anni fa circa, all epoca degli antichi Egizi. Gli scavi archeologici nelle tombe egiziane hanno portato alla luce le prime forme di spazzolini: i miswak, dei piccoli bastoncini da masticare ricavati da radici. Un estremità di questi bastoncini veniva masticata finché si sfilacciava e poteva essere utilizzata per pulirsi i denti. Oggi i miswak vengono ancora utilizzati da alcune popolazioni primitive e nei paesi arabi. In India, i miswak vengono citati la prima volta nel quarto secolo, più precisamente nella «Susruta», una raccolta di nozioni mediche dell India antica. Qui i miswak venivano utilizzati con una miscela di miele, olio e spezie. Originariamente, questo tipo di pulizia dei denti era un rituale con cui si voleva aumentare il potere delle preghiere. Il più antico spazzolino d Europa era multi- funzionale: l estremità dell impugnatura veniva usata per pulire le orecchie. Risciacqui dagli ingredienti inconsueti A quell epoca erano già conosciuti anche i risciacqui orali, con i quali veniva combattuta la carie, che allora era considerata un «verme dei denti» che nasce nel fango e che distrugge i denti dal suo interno. I risciacqui orali contenevano menta o bicarbonato di sodio, e quelli degli antichi romani persino un ingrediente decisamente fuori dal comune: la cenere di teste di topi bruciate. Nel 1500 d.c., in Cina per lavarsi i denti si fissavano delle setole di maiale a un bastoncino di bambù o di osso. Questo antenato dello spazzolino era ancora a forma di pennello. Circa un secolo più tardi, venne ideata la testina piatta, così come la conosciamo oggi. Nell Europa medievale, invece, non ci si occupava di igiene orale. A quell epoca, le malattie e quindi anche il mal di denti erano considerati una punizione divina, che poteva essere combattuta solo espiando una pena e appellandosi, tra gli altri, a Sant Apollonia, la santa protettrice dei denti. Lo spazzolino in Europa: un privilegio per i nobili Quando poi lo spazzolino da denti giunse in Europa dalla Cina, nel vecchio continente le sue setole vennero giudicate troppo dure e sostituite con setole di cavallo, più morbide di quelle di maiale. Attorno al 1728, inoltre, si diffuse l uso di spugnette e straccetti per togliere la placca dai denti. Nel 1780, l inglese William Addis fondò una ditta che produceva, in maniera professionale, spazzolini fatti con ossa e setole di mucca. In Germania, alla fine del XVIII secolo, un commerciante di Monaco ottenne l autorizzazione a fabbricare spazzolini sempre fatti con ossa, ma con setole di capra e cavallo. A quell epoca, solo i nobili potevano permettersi gli spazzolini, che erano troppo costosi per gli strati più poveri della popolazione. La tecnica di pulizia dei denti diventa materia scolastica Nel 1906, l igiene orale divenne materia scolastica nelle scuole inglesi e tra gli studenti vennero costituiti i cosiddetti club degli spazzolini, che permettevano loro di comperare gli spazzolini a un prezzo ragionevole grazie all acquisto in grandi quantità. La produzione all ingrosso di spazzolini per tutti gli strati della popolazione ebbe inizio solo dopo il 1938, quando venne scoperto il nylon. All inizio gli spazzolini erano ancora troppo duri e danneggiavano la gengiva, ma la situazione cambiò verso il 1950 con l avvento del nylon morbido. Da allora si producono gli spazzolini così come li conosciamo noi. Negli anni Sessanta, nelle scuole svizzere venne introdotta la pulizia dei denti. In quegli anni, la carie era molto diffusa tra gli allievi svizzeri, quindi era importante che questi ultimi imparassero a prevenire i danni ai denti. Ben presto, in diversi comuni si fecero avanti le prime donne che volevano occuparsi di questo compito, ossia insegnare ai bambini a curare la propria igiene orale. Negli anni a seguire, un numero sempre maggiore di comuni assunse operatrici di prevenzione dentaria, finché nel 1988 venne costituita la Fondazione per le operatrici di prevenzione dentaria.

12 [ 12 ] KANTONE [ BE / VS ]! Rispetto agli spazzolini tradizionali, lo spazzolino TRISA Sonicpower aumenta in modo significativo l azione pulente. (Fonte: ricerca dentale TRISA, test IDP in vitro) Grazie alle sue vibrazioni soniche (al minuto) elimina la placca, anche quella difficilmente raggiungibile nello spazio interdentale. Le sue finissime setole massaggiano delicatamente le gengive rivitalizzandole. Il pratico sistema di ricarica vi dà la massima autonomia. La carica della batteria dura infatti 14 giorni. Le convenienti testine di ricambio sono disponibili nelle versioni «sensitive soft» e «medium». K ANTONE [ BE / VS ] vibrazioni soniche

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze:

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: che fare? Alcol, droghe illegali, medicinali, gioco d azzardo Una persona a voi cara soffre di dipendenze. Vi sentite sopraffatti? Impotenti? Avete

Dettagli

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori Giovani e violenza Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori La polizia e la Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC) un centro intercantonale della Conferenza delle direttrici e dei direttori

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve La depressione può colpire chiunque Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve «Faccio fatica a prendere qualsiasi decisione, seppur minima. Addirittura facendo la spesa. Ho sempre paura di

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Oggetto: Disturbo di deficit di attenzione ed iperattività Premessa In considerazione della sempre maggiore e segnalata

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Guida per genitori, bambini e giovani

Guida per genitori, bambini e giovani Guida per genitori, bambini e giovani Conseils régionaux de préven on et de sécurité (CRPS) Italiano - luglio 2012 Département de la sécurité et de l environnement (DSE) Département de la forma on, de

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Cybermobbing: tutto ciò prevede la legge

Cybermobbing: tutto ciò prevede la legge Cybermobbing: tutto ciò prevede la legge Informazioni sul tema del cybermobbing e relativo quadro giuridico Una pubblicazione della polizia e della Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC) un centro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Il Servizio Sismico Svizzero (SED)

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) Il Servizio Sismico Svizzero (SED) Storia e missione del SED Il Servizio Sismico Svizzero registra in media due terremoti al giorno. Di questi, circa dieci ogni anno sono abbastanza forti da essere percepiti

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

GUIDARE GLI ALTRI VITA I LEO CLUB

GUIDARE GLI ALTRI VITA I LEO CLUB GUIDARE GLI ALTRI PER LA VITA I LEO CLUB PREPARANO I GIOVANI AD UNA VITA DA LEADER FATE LA DIFFERENZA... CAMBIATE IL MONDO... SPONSORIZZATE UN LEO CLUB Quando si crea un Leo club locale, i giovani della

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli