Empowerment: con quali misure si possono promuovere le competenze per la salute dei bambini e dei giovani? [ 3 ]

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Empowerment: con quali misure si possono promuovere le competenze per la salute dei bambini e dei giovani? [ 3 ]"

Transcript

1 N. 113 Inverno 2011 del servizio dentario scolastico Empowerment: con quali misure si possono promuovere le competenze per la salute dei bambini e dei giovani? [ 3 ] ATtualità [ 2 ] Regioni [ 6 ] Corsi [ 9 ]

2 [ 2 ] Attualità EDITORIALE Dr. Felix Magri, Redattore della Fondazione per le OPD «Di sicuro non passo ore davanti allo specchio a prendermi cura dei miei denti» scrive Jean François Roulet, professore di medicina dentaria, sulla rivista «prophylaxe impuls» parlando della propria igiene orale. «Non mi lavo i denti dopo ogni spuntino e non rinuncio alla cioccolata, che adoro. Tuttavia, sono cosciente del nesso esistente tra una placca matura e la frequenza con cui si assumono zuccheri e ho quindi modificato in maniera impercettibile le mie abitudini: porto sempre con me il mio dolcificante preferito.» Con questa sua affermazione, Roulet tocca uno dei temi principali della prevenzione della carie: le competenze per la salute. Con questo termine si definisce la capacità del singolo di prendere decisioni nella vita quotidiana che abbiano effetti positivi sulla salute. Va sottolineato che si tratta di competenze che tutti possono sviluppare. In questo numero del nostro Bollettino ci occuperemo di empowerment, ossia delle misure che permettono di migliorare le competenze per la salute dei bambini e dei giovani. Per la Fondazione per le OPD, l anno che sta per concludersi è stato particolarmente intenso. Grazie all ottima collaborazione con la Società svizzera odontoiatri SSO, siamo riusciti a dare una nuova veste grafica al nostro Bollettino, che ora viene pubblicato anche in italiano e francese. Anche il nostro sito è stato ampliato ed è ora disponibile in tre lingue. Guardiamo quindi con fiducia al futuro e puntiamo su nuovi progetti! La SSO riconosce i corsi e gli aggiornamenti professionali Dal 2011, la Società svizzera odontoiatri SSO riconosce i corsi introduttivi e di formazione continua organizzati dalla Fondazione per le OPD. Con il proprio logo e la firma di un membro di comitato sul certificato di partecipazione, la SSO attesta che la partecipante al corso ha acquisito le conoscenze fondamentali per svolgere l attività di OPD. Questa regola vale anche per i corsi introduttivi e di formazione continua frequentati in passato, di conseguenza le persone che in passato hanno partecipato a tali corsi possono, su richiesta, ottenere un riconoscimento analogo. Chi, dal 2008, ha frequentato i nuovi corsi introduttivi (corso preparatorio per chi non ha una formazione in campo odontoiatrico, introduzione alla metodologia/didattica nel corso principale), può richiedere alla Fondazione per le OPD un certificato di partecipazione con il riconoscimento della SSO. Questo certificato sostituisce l attestato precedente e verrà rilasciato anche a chi ha frequentato un corso introduttivo della Fondazione per le OPD prima del 2008 e può dimostrare (con una copia del certificato di partecipazione*) di aver successivamente seguito dei corsi di perfezionamento professionale**. Anche a nome della SSO, vi auguriamo un anno nuovo ricco di soddisfazioni personali e professionali! IMPRESSUM Editrice: Fondazione per le Operatrici di Prevenzione Dentaria (OPD), Redazione/abbonamenti: Moussonstrasse 19, 8044 Zurigo, CHF 30. all anno. Periodicità: 4 numeri all anno. Redattore responsabile: Dr. F. Magri, Fondazione per le OPD. I contributi senza sigla o senza nome dell autore e nome della ditta rispecchiano il parere degli autori, che non deve necessariamente corrispondere all opinione della redazione. Layout: Claudia Bernet, Berna. Stampa: Schippert AG, 8123 Ebmatingen. Tiratura: 200 esemplari. Fotografie: istockphoto, Martin Bichsel, Bettina Richle. La redazione si riserva tutti i diritti. Vietata la riproduzione e la diffusione di interi numeri. È permessa la riproduzione previa indicazione della fonte. * Per contenere le spese, vi preghiamo di inoltrarci i certificati di partecipazione per posta elettronica (dopo averli scansionati) o per fax. Se non vi fosse possibile, inviatecene una copia per posta. ** Oltre al corso introduttivo e ai corsi di formazione continua della Fondazione per le OPD, vengono riconosciuti anche i congressi annuali, gli aggiornamenti professionali, gli incontri annuali o altri corsi importanti per l attività professionale organizzati a livello cantonale o regionale.

3 [ 3 ] L empowerment per massimizzare il potenziale I bambini vanno incoraggiati a prendere in mano la loro vita. La conoscenza fa bene alla salute. È questo il messaggio di fondo del concetto di competenze per la salute. Chi vuole assumersi la responsabilità della propria salute deve innanzi tutto disporre del know how necessario, ossia di determinate conoscenze. Questo vale anche per la salute orale. Ma in che cosa consistono le competenze per la salute? Le competenze per la salute consistono nella capacità di acquisire conoscenze in modo da poter creare le condizioni di vita ideali per la propria salute. Qui di seguito ci occuperemo di empowerment (termine inglese che significa «mettere in condizione di»), ossia delle misure che permettono di migliorare le competenze per la salute dei bambini e dei giovani. L empowerment non è solo trasmissione di conoscenze Il nostro stato di salute è strettamente legato alla nostra responsabilità personale. Per agire in maniera responsabile, abbiamo bisogno sia di conoscenze che di capacità, nonché di valori di riferimento. Inoltre dobbiamo essere convinti di riuscire a mettere in pratica le cose che più ci stanno a cuore. Per avere sempre cura della nostra igiene orale è quindi necessario essere convinti che - in questo modo ci appropriamo di valori come salute, bellezza e riconoscimento sociale e che - siamo in grado di curare sufficientemente bene la nostra igiene orale per fare nostri questi valori. L empowerment non è una semplice trasmissione di conoscenze, è altrettanto importante destare, rafforzare e sostenere convinzioni o motivazioni. Le persone ma in particolare i bambini vanno incoraggiate a prendere in mano la propria vita. Dovrebbero quindi prendere coscienza delle proprie capacità e imparare a scoprire e a sfruttare le proprie risorse. Empowerment = successo nell educazione e viceversa L educazione dovrebbe aiutare i bambini a trasformare in forza, in fiducia in se stessi e in capacità le proprie debolezze e il proprio senso d inferiorità per riuscire ad affrontare con cognizione di causa la propria vita. A tale scopo, i bambini devono imparare ed esercitare diversi comportamenti, tra i quali rientra anche la cura della propria igiene orale. E gli adulti, come possono sostenere questo processo di apprendimento? Nel riquadro a pag. 4 sono illustrate le premesse che motivano i bambini ad adottare un determinato comportamento (A) e le condizioni che, invece, ostacolano questo processo (B).

4 [ 4 ] empowerment Risorse e ostacoli nel processo di apprendimento A In linea di massima, i bambini fanno una cosa - se hanno l impressione di saperla già fare bene; - se per loro è sensata; - se la capiscono; - se così facendo si guadagnano un riconoscimento (sociale); - se così facendo ne traggono un vantaggio concreto; - se credono di essere in grado di farla (o se gli altri credono che siano in grado di farla); - se ci tengono particolarmente. B In linea di massima, i bambini non fanno una cosa - se credono di non saperla fare; - se è legata a qualche paura; - se può causare un rifiuto sociale (punizioni, scherno); - se credono di non essere in grado di farla; - se non vi è una spiegazione plausibile per farla; - se provoca frustrazioni; - se non ci tengono particolarmente, per esempio se non ha alcun valore nell ambiente sociale. Si può quindi affermare che quello che gli adulti credono che un bambino sappia (o non sappia) fare e che di conseguenza si aspettano da lui aumenti (o diminuisca) la fiducia che il bambino ha in sé. I motivi elencati al punto A possono quindi essere considerate risorse, mentre i fattori che figurano al punto B rappresentano degli ostacoli. È importante sottolineare che l empowerment non ha nulla a che fare con l «aiuto interdicente». Anzi, le competenze sono strettamente legate all autonomia. L empowerment è quindi piuttosto da considerare un aiuto all autoaiuto. Di conseguenza è importante prendere sul serio i bambini, anche quelli molto piccoli, quando rifiutano l aiuto di un adulto perché vogliono fare da soli. Empowerment e competenze «sbagliate» A volte i bambini vogliono fare cose che a noi adulti non piacciono o che potrebbero poi danneggiarli. Per esempio quando fanno qualcosa pur sapendo di rischiare una punizione. Lo fanno perché ciò a cui ambiscono, per esempio vedere un determinato film o provare se riescono quindi se ne hanno la competenza a imporsi, è per loro più importante del rischio di essere puniti. Un bambino è in grado di disturbare in maniera efficace (quindi anche competente) le lezioni per trarne un vantaggio sociale o emotivo, per esempio per avere il riconoscimento da parte dei compagni di classe che gli stanno a cuore o per attirare le attenzioni su di lui. Ci sono anche bambini che dimostrano in maniera molto credibile (competente) di non saper fare una determinata cosa perché sono troppo «stupidi». In questi casi, le esperienze fatte li hanno portati a convincersi (pur inconsapevolmente) che così facendo vivono meglio. A volte lo fanno in maniera talmente competente da riuscire a convincere i genitori, i docenti e persino gli psicologi e i medici. Negli esempi citati, i bambini acquisiscono competenze di dubbio valore. In questi casi, il primo passo dell empowerment consiste nel comprendere (o perlomeno intuire) la logica interiore che sta dietro a quel determinato comportamento. Solo in questo modo è possibile aiutare il bambino a uscire da una situazione spiacevole e a sostenerlo affinché segua una direzione positiva. Non serve a nulla opporre resistenza, fare gli offesi, arrabbiarsi, rimproverare o negare il proprio amore al bambino. Tutto ciò non fa che indebolirlo. Sostenere qualcuno significa innanzi tutto cercare di comprendere il suo comportamento. L empowerment nell attività delle OPD Un OPD svolge una specie di «servizio civico», che può essere considerato una variante moderna della carica onorifica. Tuttavia, l «onore» di questo servizio non si può più definire un lavoro non remunerato o l assunzione di cariche. Esso consiste piuttosto nella disponibilità delle OPD ad aiutare i propri concittadini piccoli e adolescenti con empatia a occuparsi della propria igiene orale. Le OPD sono quindi una specie di mentori della salute orale. Anche se, dal punto di vista metodologico/didattico e a volte anche odontoiatrico, le OPD non possono essere considerate esperte in materia, esse acquisiscono le dovute competenze per dare il loro contributo alla salute pubblica. Questa competenza «profana» sostenuta però da un grande impegno è un bene prezioso per la società. A tale scopo, però, occorre acquisire in maniera responsabile e conservare sufficienti competenze. I corsi introduttivi e di formazione continua proposti a tale scopo andrebbero visti come empowerment per le OPD e quindi frequentati con interesse. (Inserendo la parola «empowerment» su internet, troverete ulteriori informazioni sul tema.) L empowerment non ha nulla a che fare con l interdizione. È un aiuto all autoaiuto!

5 L assortimento per le scuole 1910/1911/1912/ Profimed AG, Dorfstrasse 143, 8802 Kilchberg Tel , Fax , I gel paro sono disponibili nei seguenti aromi: Aroma Fluoruro Contenuto di fluoruro Valore Ph Amin Fluor gel alla frutta fragola / arancia fluoruro d ammina 1.25% (acidulo) Amin Fluor gel alla menta menta piperita fluoruro di sodio 1.25% (neutro) Ci sono ottime ragioni per utilizzare i prodotti ai fluoruri paro: rafforzano lo smalto dei denti, proteggono in maniera ottimale dalla carie, inibiscono la formazione di tartaro, prevengono le parodontiti e mantengono fresco l alito fresco. Profimed AG, Dorfstrasse 143, 8802 Kilchberg Tel , Fax , Shop

6 [ 6 ] REGIONI «Il canton Vallese sostiene appieno il servizio dentario scolastico.» Intervista a Béatrice Oberer, direttrice dell Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù. Com è organizzata la profilassi della carie nelle scuole del canton Vallese? In Vallese la profilassi della carie è ancorata nell Ordinanza sulla promozione della salute. L Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù, che ha lo statuto di fondazione, gestisce la profilassi della carie nelle scuole, le cui spese sono coperte dal cantone. Nello svolgere i suoi compiti, l Associazione gode di una certa autonomia e, per quanto riguarda le questioni medico-tecniche, collabora fianco a fianco con gli esperti, conformemente a quanto stabilito nel mandato di prestazioni siglato con il cantone. L Associazione è il datore di lavoro delle specialiste in salute orale e dentaria, come vengono chiamate qui in Vallese le operatrici di prevenzione dentaria. In alcuni cantoni la profilassi della carie nelle scuole sta attraversando un periodo difficile. In Vallese non sembra il caso. A che cosa si deve questa situazione positiva? Nel canton Vallese il servizio dentario scolastico non è mai stato messo in discussione. Certamente ciò è da ricondurre al fatto che è stato ancorato nella legge parecchio tempo fa, ossia a metà degli anni Sessanta. Oltre a ciò il servizio dentario scolastico gode di un ottima immagine perché siamo attivi in tutto il cantone e le specialiste in salute orale e dentaria svolgono un buon lavoro. La forza propulsiva è certamente il chiaro sostegno dell autorità cantonale alla promozione della salute. È questo il punto centrale! Essere attivi a livello cantonale è certamente più facile che lottare da soli a livello comunale. Béatrice Oberer, direttrice dell Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù La profilassi della carie è garantita su tutto il territorio cantonale? Sì, in tutti i comuni! Il cantone è suddiviso in sei regioni geografiche e linguistiche, due di lingua tedesca nell Alto Vallese, una bilingue nel Vallese centrale e tre francofone nel Vallese centrale e nel Basso Vallese. In questo modo, a ognuna delle sei specialiste in salute orale e dentaria è garantito un posto di lavoro almeno al 30%, senza che si debba sobbarcare lunghe trasferte a causa della lunghezza delle nostre valli di montagna. L Associazione tiene regolarmente delle statistiche e garantisce così che alla fine di ogni anno scolastico tutte le scuole dell infanzia ed elementari vallesane siano state visitate due volte dalla loro specialista in salute orale e dentaria. Nel frattempo, sono in atto degli sforzi per aumentare il numero delle visite nelle scuole. Com è organizzata la formazione di base e continua? Chi desidera esercitare questa attività deve disporre di una formazione di base nel settore dell odontoiatria, per esempio come assistente dentale, assistente di profilassi o igienista dentale. Nel nostro cantone, le specialiste in salute orale e dentaria devono inoltre partecipare regolarmente a corsi di formazione continua, improntati sia sugli aspetti medico-tecnici che su quelli pedagogico-didattici. Considerando soprattutto quest ultimo aspetto, penso in particolare all acquisizione delle competenze necessarie per motivare i giovani ad avere costantemente cura della propria igiene orale. Quest anno, per la prima volta, l Associazione svizzera delle specialiste in salute orale e dentaria ha organizzato un corso di formazione continua sul tema della motivazione. In Vallese esiste un organizzazione che riunisce le specialiste in prevenzione dentaria? No. Come dicevo, le specialiste in salute orale e dentaria attive in Vallese sono solo sei e, visto che la fluttuazione è molto bassa, basta un organizzazione informale. Le specialiste soggiacciono alla direzione dell Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù, cui competono tutte le decisioni strategiche. Tuttavia, organizzano autonomamente le lezioni e scelgono personalmente il materiale didat-

7 [ 7 ] tico, chiaramente nel pieno rispetto delle direttive. Da ultimo, condividono le loro esperienze e si sostengono a vicenda scambiandosi consigli utili. Ogni anno viene organizzato un incontro per rispondere ai bisogni individuali a livello di formazione continua e per discutere questioni riguardanti la sensibilizzazione. Quali sono le sfide cui deve confrontarsi la profilassi della carie nelle scuole? Per quanto riguarda la vera e propria profilassi della carie, la sfida principale è certamente quella di ridurre la carie nei bambini delle famiglie migranti. Come risulta da uno studio del professor Pierre Baery sull incidenza della carie tra i bambini di 7 anni, i figli di migranti provenienti dall ex Jugoslavia presentano una percentuale di carie cinque volte superiore rispetto ai bambini svizzeri e doppia rispetto ai bambini di famiglie provenienti da altri paesi. La sfida consiste nel coinvolgere i genitori di questi bambini nelle lezioni e nel motivarli a sostenere i figli nei loro sforzi per avere una dentatura sana. Ci siamo infatti resi conto che a questi bambini non manca la motivazione, ma che non sono sostenuti in famiglia. Questo tipo d intervento, però, è possibile solo nella scuola dell infanzia e nei primi anni della scuola elementare. E a livello politico? In generale, la sfida principale consiste nello strutturare delle vere e proprie lezioni di promozione della salute, focalizzate sulla salute orale. Oltre alla parte tecnica dedicata alla profilassi della carie, vorremmo trasmettere il messaggio che ogni bambino e ogni giovane è responsabile in una certa misura della propria salute, che può prendere autonomamente le proprie decisioni e che vivere in modo sano è bello. A tale scopo collaboriamo con Promozione salute Vallese. A livello nazionale, collaboriamo con l Associazione svizzera delle specialiste in salute orale e dentaria per migliorare la formazione di base e continua. Può raccontarci qualche esperienza che è stata coronata da successo? Grazie al fatto che in Vallese viviamo una situazione di estrema stabilità, alle varie specialiste in salute orale e dentaria vengono affidate sempre le stesse scuole, per cui ognuna ha la possibilità di seguire i bambini sull arco di diversi anni. Ciò permette di sperimentare di prima mano che le lezioni hanno effetti duraturi. Anche il fatto di conoscere personalmente quasi tutti i genitori aumenta il valore della nostra attività. Il servizio dentario scolastico nel canton Vallese Quindi non sono tanto i singoli successi che mi preme ricordare, bensì tutte le esperienze raccolte negli ultimi anni a rappresentare un successo globale. Link: prophyecole_d.html Su incarico del cantone, l Associazione vallesana per la profilassi e le cure dentarie per la gioventù si occupa del servizio dentario scolastico. Il servizio dentario scolastico del canton Vallese è costituito da un team di sei persone diretto da Béatrice Oberer. Il servizio dentario scolastico in Svizzera Tutti i cantoni sono dotati di leggi, ordinanze e decreti che stabiliscono come debba essere organizzato e messo in pratica il servizio dentario scolastico. In alcuni cantoni le disposizioni sono vincolanti, nella maggioranza dei cantoni, invece, esiste solo una normativa quadro che delega ai comuni e/o alle autorità scolastiche l organizzazione pratica del servizio dentario scolastico. Nella maggior parte dei cantoni il servizio è organizzato dai comuni o dalle autorità scolastiche. Per raggiungere i propri obiettivi, il servizio dentario scolastico deve perseguire tre obiettivi: 1. prevenire; 2. garantire le visite di controllo; 3. assicurare l accesso alle cure. I cantoni sono comunque liberi di organizzare autonomamente, in collaborazione con i comuni, il servizio dentario scolastico, integrandolo per esempio nei programmi cantonali di promozione della salute. I cantoni possono conferire un mandato in tal senso a terzi, come succede per esempio nei cantoni Vallese, Grigioni e Ticino.

8 [ 8 ] PRODOTTI GABA News n. 4/2011 Informazioni su elmex PROTEZIONE EROSIONE Le erosioni dentali sono un problema in costante crescita tra i giovani. Il consumo regolare di bevande zuccherate, frutta, succhi di frutta o altri alimenti contenenti acidi naturali, infatti, intacca e scioglie lentamente lo smalto dei denti. Il nuovo dentifricio elmex PRO- TEZIONE EROSIONE (per i bambini dai 6 anni), grazie alla straordinaria tecnologia ChitoActiveTM, rafforza lo smalto dei denti, rendendoli più resistenti ai ripetuti attacchi degli acidi e proteggendoli durante la pulizia dei denti da un ulteriore perdita di smalto intaccato. Per ulteriori informazioni: dall uso di mezzi di comunicazione moderni. Il bus offre attività adeguate a ogni ordine di scuola (ad eccezione della scuola dell infanzia). I e II elementare: III-V elementare: Scuola media: giochi e diverse attività sul tema dell alimentazione sana per i denti. programmi multimediali e attività sui seguenti temi: - riconoscere ed evitare le erosioni; - la placca quale causa di carie e di problemi alle gengive. programmi multimediali e attività sui seguenti temi: - il filo interdentale contro la carie e l alito cattivo; - i danni ai denti dovuti alla tecnica di pulizia dei denti e relativa prevenzione. Per attirare l attenzione sull azione «Bus dentario scolastico» e per convincere tutte le parti in gioco, GABA ha creato un DVD informativo che può essere chiesto in prestito gratuitamente. Per ulteriori informazioni vi preghiamo di mettervi in contatto con GABA Svizzera, Angela Holdener, Grabetsmattweg, 4106 Therwil, tel Il bus dentario scolastico di elmex La carie resta un problema diffuso tra i bambini in età prescolastica. Come confermano molti medici dentisti, ciò vale anche per i bambini svizzeri. L azione «Bus dentario scolastico» permette di affrontare nelle scuole, in maniera accattivante e con mezzi moderni adatti ai vari ordini di scuola, il tema della prevenzione della carie e delle gengiviti, nonché di sensibilizzare i docenti e i genitori su questo tema. Con il bus dentario scolastico si possono raggiungere diversi obiettivi: prevenire la carie e la gengivite nei bambini in età scolastica, sostenere l attività del servizio dentario scolastico, promuovere l impegno di docenti e genitori per questo tema, nonché fornire informazioni adeguate ai gruppi destinatari su temi di attualità, il tutto accompagnato Ordinazione alla GABA Per ordinare prodotti in offerta, campioncini, opuscoli, riassunti di studi ecc., vi preghiamo di mettervi in contatto con il Customer Service del Settore Dentaria: GABA International SA, Therwil, tel /62 (al mattino).

9 CORSI [ 9 ] Protezione dei dati e uso dei vostri indirizzi La Fondazione gestisce una banca dati, che aggiorna regolarmente, con gli indirizzi delle operatrici di prevenzione dentaria attive professionalmente. I dati vengono estrapolati dalle iscrizioni al corso introduttivo e sono utilizzati per la spedizione del Bollettino. La Fondazione per le OPD fornisce questi indirizzi (utilizzati per eventuali invii) solo a determinate istituzioni e aziende che sostengono finanziariamente le attività della Fondazione. La Fondazione non fornisce né gli indirizzi né i dati ad altre organizzazioni o aziende. In base alle attuali disposizioni sulla protezione dei dati, una persona deve dare il suo esplicito consenso prima che i suoi dati possano venir utilizzati. Se anche in futuro desiderate ricevere gli invii dai nostri sponsor, dovete darci il vostro consenso. Come procedere: nei prossimi mesi riceverete una mail dalla Fondazione, nella quale vi verrà chiesto se siete Corsi proposti dalla Fondazione per le OPD d accordo che il vostro indirizzo venga utilizzato per simili invii. Se non avete ancora comunicato alla Fondazione il vostro indirizzo di posta elettronica o se lo avete cambiato recentemente, vi preghiamo di comunicarcelo al seguente indirizzo: Se non avete un indirizzo di posta elettronica, vi preghiamo di mettervi in contatto con noi, telefonando allo Il bus dentario scolastico Calendario degli appuntamenti per il 2012 gennaio e Flüh e 4114 Hofstetten/SO Metzerlen febbraio e Berna, «école canto- nal de langue française» Sainte-Croix Emmenbrücke marzo e Emmenbrücke Davos Zizers Adliswil aprile Ittigen mercoledì 14 marzo 2012 Corso di formazione continua per le scuole medie: «Alimentazione ed erosioni» località: Zurigo venerdì 25 maggio 2012 Corso preparatorio di un giorno località: Zurigo martedì/mercoledì 5/6 giugno 2012 Corso introduttivo di due giorni località: Zurigo SOSTENITORI della Fondazione per le OPD maggio Winterthur Winterthur Winterthur Winterthur giugno Winterthur Winterthur Winterthur 25 e Winterthur I servizi offerti dal bus dentario scolastico non sono aperti a tutti. Con riserva di modifiche. Per avere una conferma dell orario, telefonateci allo

10 [ 10 ]

11 [ 11 ] Storia dell igiene orale Oggigiorno, lavarsi i denti è uno dei nostri rituali quotidiani, al punto che è diventato naturale come mangiare e dormire. L igiene orale, però, non è nata ai giorni nostri, ha radici che affondano nell antichità. I primi documenti che parlano di igiene orale risalgono a 5000 anni fa circa, all epoca degli antichi Egizi. Gli scavi archeologici nelle tombe egiziane hanno portato alla luce le prime forme di spazzolini: i miswak, dei piccoli bastoncini da masticare ricavati da radici. Un estremità di questi bastoncini veniva masticata finché si sfilacciava e poteva essere utilizzata per pulirsi i denti. Oggi i miswak vengono ancora utilizzati da alcune popolazioni primitive e nei paesi arabi. In India, i miswak vengono citati la prima volta nel quarto secolo, più precisamente nella «Susruta», una raccolta di nozioni mediche dell India antica. Qui i miswak venivano utilizzati con una miscela di miele, olio e spezie. Originariamente, questo tipo di pulizia dei denti era un rituale con cui si voleva aumentare il potere delle preghiere. Il più antico spazzolino d Europa era multi- funzionale: l estremità dell impugnatura veniva usata per pulire le orecchie. Risciacqui dagli ingredienti inconsueti A quell epoca erano già conosciuti anche i risciacqui orali, con i quali veniva combattuta la carie, che allora era considerata un «verme dei denti» che nasce nel fango e che distrugge i denti dal suo interno. I risciacqui orali contenevano menta o bicarbonato di sodio, e quelli degli antichi romani persino un ingrediente decisamente fuori dal comune: la cenere di teste di topi bruciate. Nel 1500 d.c., in Cina per lavarsi i denti si fissavano delle setole di maiale a un bastoncino di bambù o di osso. Questo antenato dello spazzolino era ancora a forma di pennello. Circa un secolo più tardi, venne ideata la testina piatta, così come la conosciamo oggi. Nell Europa medievale, invece, non ci si occupava di igiene orale. A quell epoca, le malattie e quindi anche il mal di denti erano considerati una punizione divina, che poteva essere combattuta solo espiando una pena e appellandosi, tra gli altri, a Sant Apollonia, la santa protettrice dei denti. Lo spazzolino in Europa: un privilegio per i nobili Quando poi lo spazzolino da denti giunse in Europa dalla Cina, nel vecchio continente le sue setole vennero giudicate troppo dure e sostituite con setole di cavallo, più morbide di quelle di maiale. Attorno al 1728, inoltre, si diffuse l uso di spugnette e straccetti per togliere la placca dai denti. Nel 1780, l inglese William Addis fondò una ditta che produceva, in maniera professionale, spazzolini fatti con ossa e setole di mucca. In Germania, alla fine del XVIII secolo, un commerciante di Monaco ottenne l autorizzazione a fabbricare spazzolini sempre fatti con ossa, ma con setole di capra e cavallo. A quell epoca, solo i nobili potevano permettersi gli spazzolini, che erano troppo costosi per gli strati più poveri della popolazione. La tecnica di pulizia dei denti diventa materia scolastica Nel 1906, l igiene orale divenne materia scolastica nelle scuole inglesi e tra gli studenti vennero costituiti i cosiddetti club degli spazzolini, che permettevano loro di comperare gli spazzolini a un prezzo ragionevole grazie all acquisto in grandi quantità. La produzione all ingrosso di spazzolini per tutti gli strati della popolazione ebbe inizio solo dopo il 1938, quando venne scoperto il nylon. All inizio gli spazzolini erano ancora troppo duri e danneggiavano la gengiva, ma la situazione cambiò verso il 1950 con l avvento del nylon morbido. Da allora si producono gli spazzolini così come li conosciamo noi. Negli anni Sessanta, nelle scuole svizzere venne introdotta la pulizia dei denti. In quegli anni, la carie era molto diffusa tra gli allievi svizzeri, quindi era importante che questi ultimi imparassero a prevenire i danni ai denti. Ben presto, in diversi comuni si fecero avanti le prime donne che volevano occuparsi di questo compito, ossia insegnare ai bambini a curare la propria igiene orale. Negli anni a seguire, un numero sempre maggiore di comuni assunse operatrici di prevenzione dentaria, finché nel 1988 venne costituita la Fondazione per le operatrici di prevenzione dentaria.

12 [ 12 ] KANTONE [ BE / VS ]! Rispetto agli spazzolini tradizionali, lo spazzolino TRISA Sonicpower aumenta in modo significativo l azione pulente. (Fonte: ricerca dentale TRISA, test IDP in vitro) Grazie alle sue vibrazioni soniche (al minuto) elimina la placca, anche quella difficilmente raggiungibile nello spazio interdentale. Le sue finissime setole massaggiano delicatamente le gengive rivitalizzandole. Il pratico sistema di ricarica vi dà la massima autonomia. La carica della batteria dura infatti 14 giorni. Le convenienti testine di ricambio sono disponibili nelle versioni «sensitive soft» e «medium». K ANTONE [ BE / VS ] vibrazioni soniche

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale Scuola Primaria Paritaria «San Giuseppe» Foggia Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale 17 e 24 aprile 2012 Dott. Felice Lipari odontoiatra IL SORRISO Ciao, amici, sapete che il nostro sorriso

Dettagli

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie Opuscolo informativo per i pazienti I fluoruri per prevenire la carie Tutto quello che dovete sapere sui fluoruri Negli ultimi decenni, in Svizzera e in molti paesi industrializzati, si è assistito a una

Dettagli

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Schulzahnklinik Arbon Telefon: 071 446 65 61 Stacherholzstrasse 32 Fax: 071 446 65 67 9320 Arbon E-Mail: szk.arbon@psgarbon.ch Basi La cura

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Opuscolo informativo per i pazienti. I quattro pilastri della prevenzione

Opuscolo informativo per i pazienti. I quattro pilastri della prevenzione Opuscolo informativo per i pazienti I quattro pilastri della prevenzione La carie, le parodontiti e le erosioni La carie insorge quando la placca batterica, che aderisce sulla superficie dei denti, non

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore EST a Scuola: mission impossible? Suddivisione degli insegnanti in 3 gruppi. Ogni gruppo deve affrontare 3 problemi

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 Educare i bambini ad acquisire e mantenere sane abitudini alimentari rappresenta un importante intervento di promozione alla salute Il progetto

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Vai a visitare un cliente ma non lo chiudi nonostante tu gli abbia fatto una buona offerta. Che cosa fai? Ti consideri causa e guardi

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE ARTICOLO CASTELLETTO TICINO SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE Esiste un miglior biglietto da visita di un bel sorriso? La nostra epoca è sicuramente dominata

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Da dove nasce l idea dei video

Da dove nasce l idea dei video Da dove nasce l idea dei video Per anni abbiamo incontrato i potenziali clienti presso le loro sedi, come la tradizione commerciale vuole. L incontro nasce con una telefonata che il consulente fa a chi

Dettagli

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Daniela Batisti SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Guida per mamme e papà alla prevenzione della carie Daniela Batisti, Sporchicini nascosti tra i dentini Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

Un sorriso da salvare

Un sorriso da salvare R O T A R Y I N T E R N A T I O N A L Service Above Self He Profits Most Who Serves Best DISTRETTO 2110 SICILIA E MALTA - ROTARY CLUB COSTA GAIA Un sorriso da salvare Progetto prevenzione della carie dentale

Dettagli

FAMMI CRESCERE I DENTI DAVANTI INTERVENTO EDUCAZIONE SANITARIA: IGIENE DENTALE

FAMMI CRESCERE I DENTI DAVANTI INTERVENTO EDUCAZIONE SANITARIA: IGIENE DENTALE FAMMI CRESCERE I DENTI DAVANTI INTERVENTO EDUCAZIONE SANITARIA: IGIENE DENTALE TARGET INTERVENTO RIVOLTO AI BAMBINI PRIMO CICLO SCUOLA ELEMENTARE METODOLOGIA ANIMAZIONE TEATRALE CON UTILIZZO DI STRUMENTI

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

1. Presentazione del programma. 3. Metodologia didattica e contenuti. 4. L organizzazione della lezione in aula sincrona

1. Presentazione del programma. 3. Metodologia didattica e contenuti. 4. L organizzazione della lezione in aula sincrona Guida didattica Programma di. Epatente 1. Presentazione del programma 2. Struttura del programma 3. Metodologia didattica e contenuti 4. L organizzazione della lezione in aula sincrona 5. Raccomandazioni

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

a cura della Dott. ssa Anna RAINONE

a cura della Dott. ssa Anna RAINONE a cura della Dott. ssa Anna RAINONE PROGETTO EDUCATIVO IL BRUTTO ANATROCCOLO Sorrisi Smaglianti intende offrire agli alunni della scuola primaria indicazioni operative per incentivare una sana igiene dentale

Dettagli

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano Guida per il paziente Consigli utili per un sorriso sano 2 Denti sani per tutta la vita Hai parecchio da guadagnare dedicando ai tuoi denti qualche minuto di attenzione ogni giorno. Lo sapevi che una bocca

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE Questionario Utenti Input Finalità 1. Promuovere lo sviluppo personale durante il percorso scolastico Per cominciare, abbiamo bisogno di alcuni tuoi dati personali e dell

Dettagli

Figli e denaro: verso il futuro

Figli e denaro: verso il futuro Educare al futuro: il ruolo dell educazione finanziaria Francesco Saita CAREFIN, Università Bocconi Figli e denaro: verso il futuro FAES PattiChiari, Milano, 12 ottobre 2013 1 Introduzione Parlare di educazione

Dettagli

Una bocca sana. ad ogni età

Una bocca sana. ad ogni età Una bocca sana ad ogni età La bocca e i denti Attraverso la bocca possiamo nutrirci e assaporare il cibo, parlare e comunicare, sorridere. Prendersi cura della bocca è importante, per tutta la durata della

Dettagli

Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica

Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica Per una protezione quotidiana dalla carie accurata dei colletti dentali scoperti efficace ma delicata del margine gengivale Balsamo per le gengive Nuovo

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite Guida per il paziente Gengivite e parodontite La parodontite è più comune di quanto tu possa immaginare. Circa il 40% degli adulti soffre di questa patologia - spesso senza esserne a conoscenza. Le condizioni

Dettagli

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA LA BIOGRAFIA LINGUISTICA Lavoro di gruppo: Casapollo, Frezza, Perrone e Rossi Classi coinvolte: 5 classi di scuola primaria e 5 classi di scuola secondaria di primo grado Docenti coinvolti: 3 della scuola

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

FAQ per i datori di lavoro

FAQ per i datori di lavoro FAQ per i datori di lavoro - Perché io, imprenditore, dovrei aspettarmi aiuto da un istituzione come l ufficio AI? L ufficio AI si impegna a mantenere o reinserire nel mondo del lavoro le persone diversamente

Dettagli

QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14

QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14 QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14 Questionari per: - docenti dell istituto - alunni classi terze secondaria - genitori classi terze secondaria Composti da tre punti di analisi con 8 domande

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Imparare una lingua nazionale per integrarsi

Imparare una lingua nazionale per integrarsi Français en Suisse apprendre, enseigner, évaluer Italiano in Svizzera imparare, insegnare, valutare Deutsch in der Schweiz lernen, lehren, beurteilen it Una visione politica Parlare la lingua locale è

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Dalla DIPENDENZA All AUTONOMIA. Dall AUTOSUFFICIENZA All INTERDIPENDENZA USCIRE DALL INFANZIA

Dalla DIPENDENZA All AUTONOMIA. Dall AUTOSUFFICIENZA All INTERDIPENDENZA USCIRE DALL INFANZIA Il coraggio di educare: avere un progetto per i propri figli Paolo Ragusa Fano, 29 aprile 2015 Il nostro progetto come adulti (genitori e operatori) è aiutare bambini e ragazzi ad USCIRE DALL INFANZIA

Dettagli

A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini!

A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini! A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini! I denti sono un bene prezioso! Ci aiutano a: 1. MASTICARE 2. PRONUNCIARE BENE LE PAROLE 3. AVERE UN BEL SORRISO Sai chi è l igienista dentale? L igienista

Dettagli

RACCOMANDAZIONI POLITICHE DELLA CFIG

RACCOMANDAZIONI POLITICHE DELLA CFIG Titel Raccomandazioni politiche della CFIG Estratto dal Rapporto della Commissione federale per l infanzia e la gioventù "CRITICI O MANIPOLATI? I giovani e il consumo consapevole", Berna, ottobre 2014

Dettagli

Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali

Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali Cos è una Clubhouse? Una clubhouse è prima di tutto una comunità di persone. Molto di più di un semplice programma, o di un

Dettagli

Circolo Didattico di Angera

Circolo Didattico di Angera Circolo Didattico di Angera COME AIUTARE I PROPRI FIGLI A STUDIARE E A FARE I COMPITI Indicazioni della scuola per i genitori degli alunni Linee guida redatte dal Nucleo di Autovalutazione e Qualità PREMESSA

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Cerchiamo famiglie ospitanti

Cerchiamo famiglie ospitanti Cerchiamo famiglie ospitanti Lavorate a tempo parziale e vi serve una persona fidata che, per una modica cifra, si occupi dei vostri bambini? Non lavorate e vi serve una mano per i lavori domestici e la

Dettagli

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI I BENEFICI DELLA COMUNICAZIONE IN FAMIGLIA Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata FORMATO FAMIGLIA

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO PER 2009 SCUOLA - 2010 PRIMARIA Il di Centro Gruppo Matematica di ricerca F. Enriques sulla didattica dell'università della matematica degli Studi nella scuola di Milano,

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

Zona Val di Chiana Senese IL REPARTO DI PEDIATRIA. i Pediatri di Famiglia, le Biblioteche, le Scuole. partecipano al progetto.

Zona Val di Chiana Senese IL REPARTO DI PEDIATRIA. i Pediatri di Famiglia, le Biblioteche, le Scuole. partecipano al progetto. Zona Val di Chiana Senese IL REPARTO DI PEDIATRIA i Pediatri di Famiglia, le Biblioteche, le Scuole partecipano al progetto Nati per Leggere Che cos è Nati per Leggere?...... è un progetto nazionale che

Dettagli

Denti sani per la gestante e il bambino

Denti sani per la gestante e il bambino Denti sani per la gestante e il bambino Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft Société Suisse d Odonto-stomatologie Società Svizzera di Odontologia e Stomatologia Denti sani durante la gravidanza Il detto

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA LA SCATOLA DELLE ESPERIENZE - Bazzano

SCUOLA DELL INFANZIA LA SCATOLA DELLE ESPERIENZE - Bazzano SCUOLA DELL INFANZIA LA SCATOLA DELLE ESPERIENZE - Bazzano LABORATORIO MULTIMEDIALE Alla scoperta di Marghet L attività proposta in questo anno scolastico ha visto i bambini di cinque anni confrontarsi

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI COMUNITÀ DI VITA CRISTIANA ITALIANA (CVX ITALIA) L E G A M I S S I O N A R I A S T U D E NT I (L M S) Via di San Saba, 17-00153 Roma Tel. 06.64.58.01.47 - Fax 06.64.58.01.48 cvxit@gesuiti.it Roma, 22 novembre

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante.

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante. chi siamo prefazione L età adulta è lo specchio della nostra infanzia. Infanzia che può diventare un aiuto o un ostacolo, nella vita futura. Quali possono essere le basi per il nostro sviluppo futuro,

Dettagli

Esame lingua d interpretariato

Esame lingua d interpretariato Certificato INTERPRET d interprete interculturale: Test modello 1 Febbraio 2015 Esame lingua d interpretariato Contenuto Introduzione pagina 2 Composizione dell esame pagina 3 Parte 1 dell esame: colloquio

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

CORSI PER PERSONE CHE PRESENTANO UN PRO- GETTO E PER RESPONSABILI DI PROGETTO

CORSI PER PERSONE CHE PRESENTANO UN PRO- GETTO E PER RESPONSABILI DI PROGETTO GESTIONE DI PROGETTI CORSI PER PERSONE CHE PRESENTANO UN PRO- GETTO E PER RESPONSABILI DI PROGETTO I tre servizi federali UFFT, UFPD e SLR offrono una serie di corsi modulari per assistere nella realizzazione

Dettagli

ECHO Informazioni sulla Svizzera: Regole pratiche per l insegnamento

ECHO Informazioni sulla Svizzera: Regole pratiche per l insegnamento ECHO Informazioni sulla Svizzera: Regole pratiche per l insegnamento Giugno 2005 Cari docenti, Vi ringraziamo per aver aderito al progetto ECHO mirante a fornire ai partecipanti al corso di orientamento

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

Gestione del conflitto o della negoziazione

Gestione del conflitto o della negoziazione 1. Gestione del conflitto o della negoziazione Per ognuna delle 30 coppie di alternative scegli quella che è più vera per te. A volte lascio che siano gli altri a prendersi la responsabilità di risolvere

Dettagli

Il grande lavoro a. maglia. www.dasgrossestricken.ch

Il grande lavoro a. maglia. www.dasgrossestricken.ch Il grande lavoro a maglia www.dasgrossestricken.ch Salve. A scrivere siamo noi di innocent, l azienda che produce i deliziosi smoothie e succhi venduti nei banchi frigo. Oggi voremmo racontarvi qualcosa

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Scuola dell'infanzia A.Cocchetti Brescia a.s. 2011/2012

Scuola dell'infanzia A.Cocchetti Brescia a.s. 2011/2012 Scuola dell'infanzia A.Cocchetti Brescia a.s. 2011/2012 Il progetto Circe Time Il progetto Circe-Time è quello che letteralmente riguarda il momento del cerchio. Il cerchio è uno dei rituali più importanti

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook. SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi

6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook. SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi 6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi AVVISO NON HAI IL DIRITTO DI RISTAMPARE, MODIFICARE, COPIARE O RIVENDERE

Dettagli

Nina Cinque. Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere

Nina Cinque. Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere Nina Cinque Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere TITOLO: FESTA DI COMPLEANNO PER BAMBINI: Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana!

Dettagli

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea Percorsi di educazione non formale all Europa: - Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea - Progettazione e realizzazione di uno

Dettagli

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING Guida Pratica per Evitare gli Errori da Principianti e Imparare a Guadagnare con il Forex 2 Titolo LE BASI DEL FOREX TRADING Autore Davide Colonnello Editore

Dettagli

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA educazione alla salute come avere denti da campione prevenzione

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

VALUTARE LE COMPETENZE: SFIDE APERTE

VALUTARE LE COMPETENZE: SFIDE APERTE Milano IC via Scialoia VALUTARE LE COMPETENZE: SFIDE APERTE Mario Castoldi settembre 2009 VALUTARE LE COMPETENZE: IL PROBLEMA L ICEBERG DELLA COMPETENZA ABILITA C O N O SC E N Z E CHE COSA SI APPRENDE?

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 17 Il Centro Territoriale Permanente In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui Centri Territoriali Permanenti per l istruzione e la formazione in età adulta parole

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Per vivere serve coraggio

Per vivere serve coraggio Per vivere serve coraggio «Il successo non è mai definitivo, così come non lo sono le sconfitte. Ciò che conta è il coraggio di andare avanti.» La Suva è al vostro fianco Molti lavoratori sono esposti

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

Ma vivere comunque bene!

Ma vivere comunque bene! Ma vivere comunque bene! Per le persone con problemi di vista e i loro parenti. Care pazienti, cari pazienti e cari parenti, malgrado cure oculistiche spesso anche prolungate, voi stessi o un vostro caro

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli