Influenza A, 11mila dosi. tra paura, proteste e caos

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Influenza A, 11mila dosi. tra paura, proteste e caos"

Transcript

1 in vendita obbligatoria OGGI Nuovo Molise + il Giornale OGGI Nuovo Molise Edizione della regione e del Frentano San Zaccaria Campobasso: Via San Giovanni 15/b - Tel Fax Isernia: P.zza della Repubblica, 29 - Tel Fax Anno 14 - N ,00 Pubblicità: N.C.P. srl Via San Giovanni 15/b Campobasso Tel Fax Termoli: C.so Nazionale, 10 - Tel Fax Giovedì 5 novembre 2009 All Interno ATTUALITA Il 4 novembre Celebrazioni in tutta la regione ISERNIA Servizi all interno Poste Italiane sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv.l.46/2004 art.1,c1,dcb CB VASTO Piantagione di marijuana nel garage, beccati in due Avevano comperato il kit del bravo coltivatore di marijuana su internet: semi e consigli utili per un raccolto... da sballo. La piantagione poi aveva dell incredibile: nel garage c erano 600 piantine curate con passione da due giovani di Vasto che ieri sono stati beccati dalla Polizia. I giovani si scambiavano anche informazioni sulle modalità di coltivazione con altri produttori fai da te. A pagina 25 CAMPOBASSO Accusato di pedofilia, si difende dal carcere Urla la sua innocenza il presunto pedofilo arrestato ieri dagli uomini della Squadra Mobile del capoluogo regionale. Al suo avvocato nega ogni coinvolgimento nella vicenda di cui sarebbe protagonista e si trincera dietro un sono innocente. Ma le accuse nei suoi confronti non sono affatto lievi: violenza aggravata e continuata a danno di minori. Domani la convalida dell arresto. A pagina 7 IL FATTO - Al via da ieri la somministrazione del vaccino anti-suina Influenza A, 11mila dosi Giunta in rosa, il Tar salva Mazzuto A pagina 11 CAMPOBASSO D Ascanio vara l Osservatorio sull Istruzione SPORT A pagina 8 La Settimana del Coni, arriva il canoista Rossi A pagina 37 tra paura, proteste e caos L assessore Passarelli e il dg Fagnano a Roma: le novità Influenza A, al via la vaccinazione in Molise Servizi da pagina 2 a pagina 4 SEIMILA dosi di vaccino già arrivate e altre che dovrebbero essere disponibili da oggi. Ma restano la paura e la confusione e, soprattutto, le proteste di chi vorrebbe vaccinarsi ma non può, perché non rientra nelle categorie considerate a rischio. Ieri in Molise è partita la campagna vaccinale contro il virus H1N1, quello responsabile dell Influenza A, la cosiddetta Suina. In questa prima fase il vaccino è somministrato al personale sanitario, alle donne in gravidanza e alle persone di età compresa tra i sei mesi e i 65 anni affette da gravi patologie croniche. E sono proprio gli ultra 65enni che ieri mattina hanno protestano nei diversi distretti adibiti a centro di vaccinazione perché esclusi dall immunizzazione dal virus anche nelle fasi successive. Diversi i soggetti vaccinati, nei centri dislocati in tutta la regione, sia in provincia di Campobasso che di Isernia. Di ritorno da Roma l assessore alla Sanità Passarelli e il direttore generale dell Asrem Fagnano hanno fornito una serie di informazioni in più che saranno oggetto di una circolare ministeriale. L intervista - Parla il vicepresidente del Consiglio regionale, capogruppo del Pd Commissioni speciali, D Alete caustico «Tradito lo spirito statutario, servono a Iorio per far quadrare i conti» A pagina 5

2 2 ATTUALITA NUOVO oggi MOLISE ALLARME INFLUENZA A Al via la campagna vaccinale E partita ieri in tutto il Molise la campagna vaccinale contro l Influenza A/H1N1. Circa seimila dosi - altre ne arriveranno già a partire da oggi - sono state distribuite nei diversi centri della regione: Campobasso, Bojano, Riccia, Trivento, Isernia, Venafro, Agnone, Frosolone, Termoli, Larino, Montenero e Santa Croce di Magliano. Qualche disagio, soprattutto nei piccoli distretti dove il vaccino non è arrivato, e un po di lamentele da parte di chi non rientrava nelle categorie vaccinabili ma, tutto sommato, la somministrazione si è svolta senza problemi. Negli articoli di questa pagina e di quella a fianco la situazione nei diversi distretti del Molise. ddc Operazioni regolari a Trivento In pochi si sono immunizzati TRIVENTO - Anche nel poliambulatorio del centro trignino, una delle strutture sanitarie territoriali abilitate alla distribuzione del farmaco, ieri mattina sono cominciate le vaccinazioni contro il virus dell influenza A/H1N1. Nella tarda mattinata, però, si erano recate presso il poliambulatorio di via Acquasantianni per la vaccinazione solo 5 persone. Almeno per il momento, quindi, ad eccezione di alcuni soggetti potenzialmente a rischio, come una donna incinta, i cittadini preferiscono attendere. Il vaccino è stato comunque regolarmente consegnato alla struttura sanitaria e per ora, visto anche lo scarso numero di coloro che lo hanno richiesto, non ci sono problemi per vaccinarsi. Nel primo giorno in cui è stato distribuito, tra l altro, non ci sono stati bambini che sono tra i soggetti più a rischio visto che vivono in ambienti ad elevata promiscuità come quelli delle scuole. A dire il vero anche tra i sanitari, ad eccezione di qualcuno, il vaccino ha fatto pochi proseliti. Al poliambultorio di via Acquasantianni fanno capo, oltre a quelli di Trivento, anche i cittadini di molti comuni limitrofi come Roccavivara, Salcito, San Biase, Pietracupa, Sant Angelo Limosano, Fossalto e Torella. Un quadro più attendibile sull uso del vaccino si potrà avere solo tra qualche giorno. Specie in ambienti piccoli dove tutti si conoscono si attende sempre che gli altri facciano il primo passo. Almeno per il momento, questa è la notizia confortante, non si hanno ancora notizie di contagio dal virus A/H1N1 e questa, crediamo, sia anche la ragione principale dello scarso interesse dimostrato verso il vaccino. Anche dal fronte scuole per il momento non ci sono notizie dell epidemia. Infatti, le assenze per malattia sono ancora nella norma. I dirigenti scolastici sono stati comunque già informati sulle procedere da seguire nel caso la malattia si diffonda nelle scuole. am TERMOLI-BASSO MOLISE Ambulatori ancora sprovvisti Dosi somministrate a circa 1/3 del personale ospedaliero IL vaccino contro il virus A H1N1 sarà disponibile solo nelle prossime ore nei vari ambulatori di Termoli e del basso Molise. All ospedale San Timoteo e negli ambulatori predisposti alla somministrazione del vaccino, le dosi dovrebbero essere a disposizione delle gente già nelle prossime ore. Intanto negli ultimi giorni circa un terzo del personale ospedaliero si sarebbe sottoposto al vaccino. A Montenero, Santa Croce di Magliano, Termoli e Larino già dalle prossime ore diverse persone potrebbero usufruire del vaccino. C è attesa tra la gente che continuamente si interroga sull evoluzione di questo fenomeno che ha destato, comunque, non poca preoccupazione. Diversi cittadini, proprio ieri mattina, hanno raggiunto il presidio ospedaliero per chiedere l intervento immunitario. Molti altri cittadini, invece, hanno raggiunto i centri preposti alla vaccinazione soltanto per ricevere informazioni su tempi e modi della somministrazione e, soprattutto sull opportunità o meno di sottoporsi al vaccino. Per molti, comunque, ora c è attesa per la vaccinazione. Solo qualche altra ora di pazienza e questa volontà, ormai incombente, sarà soddisfatta. red.tm. LARINO - Due reparti preposti La partenza slitta a martedì PROVINCIA DI ISERNIA - Partenza cauta In coda ai reparti... solo per informarsi Tra qualche giorno saranno resi noti i dati sull affluenza ISERNIA - Vaccino sì, vaccino no. E il dilemma che attanaglia le persone per quanto riguarda l influenza A/H1N1, o meglio conosciuta come influenza suina. Ma ieri mattina qualcuno si è recato in ospedale a Isernia per sottoporsi al vaccino. In particolare - sono le uniche parole riferite dal reparto dell ospedale Veneziale - si tratta di persone appartenenti alla fascia giovane e considerate a rischio. Il via alla vaccinazione è iniziato ieri mattina, ma i dati di quante persone abbiano deciso di scegliere la strada della prevenzione vaccinandosi restano al momento top secret. Solo a distanza di 72 ore dall inizio delle operazioni di vaccinazione saranno resi noti i numeri. Per cui è difficile quantificare quante persone siano ricorse in ospedale o negli ambulatori della provincia di Isernia. Intanto tra la popolazione cresce l interesse per capire se vaccinarsi - come consiglia la stessa Asrem - sia conveniente o meno. E così anche nei poliambulatori di Frosolone e Agnone si sono recati alcuni cittadini, la maggior parte interessata a chiedere spiegazioni e conoscere eventuali effetti collaterali. Gli ambulatori sono rimasti aperti anche nelle ore pomeridiane. Per evitare sprechi dei vaccini le operazioni si svolgono a gruppi di dieci. Il primo giorno della campagna di prevenzione ha avuto un avvio lento, un quadro che rispecchia comunque la media nazionale. Mpt Riccia, vaccino per 10 cittadini Quindici a Bojano RICCIA - Situazione tranquilla al Poliambulatorio di viale Pietro Sedati dove ieri mattina i medici hanno effettuato le prime vaccinazioni anti influenza A. Dieci i cittadini che si sono sottoposti al farmaco, tutti rientranti nella categoria delle patologie a rischio, vale a dire, di soggetti che hanno particolari problemi di salute e che potrebbero avere conseguenze più gravi nel caso di contagio con l influenza suina. La mattinata è trascorsa, dunque, in tranquillità e non sano stati registrati fenomeni di allarmismo nella struttura sanitaria riccese. MF BOJANO - Situazione tranquilla anche a Bojano, dove circa 20 persone si sono presentate al poliambulatorio di via Colle Bellavista 2, soprattutto per chiedere informazioni. Circa una quindicina, invece, coloro che si sono prenotati per la vaccinazione, le cui dosi sono somministrate tra ieri pomeriggio e la giornata di oggi. LARINO - Partirà martedì la campagna di vaccinazione nella cittadina frentana. Sono due gli ambulatori dove dalla prossima settimana sarà possibile vaccinarsi contro il virus dell influenza A/H1N1. Si tratta dell ambulatorio Vaccinale dell ospedale Vietri (telefono ) e dell ambulatorio Igiene e Sanità pubblica di via Marra (telefono ). Dopo la prima fase dunque che ha visto immunizzati il personale medico e infermieristico che ha scelto di sottoporsi al vaccino, le dosi saranno somministrate ai "soggetti a rischio"; donne in gravidanza, bambini dai 6 mesi a 17 anni e malati affetti da patologie particolari, malattie cardiovascolari e dell apparato respiratorio, dall asma al diabete, dalle malattie renali all obesità. Così come disposto dal Governo, infatti, questa fase di vaccinazione non riguarderà tutta la popolazione, almeno per il momento. Le fiale che, dunque, dovrebbero essere disponibili da martedì prossimo, restano destinate per ora a queste precise categorie di persone. Per questo coloro che intendono vaccinarsi dovranno mostrare di averne diritto, per cui le donne gravide dovranno recarsi in ambulatorio presentando l ultimo certificato del ginecologo mentre i soggetti portatori di patologie devono esibire il proprio cartellino sanitario o il certificato medico. Resta l invito da parte dell Asrem a contattare i servizi vaccinali degli ambiti territoriali dei distretti per chiarimenti e ulteriori informazioni. RoxMammarella

3 NUOVO oggi MOLISE ATTUALITA 3 ALLARME INFLUENZA A La somministrazione del vaccino CAMPOBASSO - Immunizzati bambini e donne in gravidanza Prima giornata caratterizzata da confusione e qualche protesta Lamentele da parte degli ultra 65enni Ecco chi può essere vaccinato e quando Oggi in arrivo altre dosi Già 6mila quelle disponibili CAMPOBASSO - Seimila dosi già a disposizione dei molisani e altre che dovrebbero essere disponibili da stamattina. Sono questi i numeri di quella che può essere definita la prima fase della campagna antifluenzale contro la cosiddetta "Suina" partita ieri in tutta la regione. Prima fase che prevede la somministrazione del vaccino soltanto ad alcuni cittadini: il personale sanitario (anche se sono esclusi, per il momento, i volontari del settore sanità), le donne in stato di gravidanza, i cittadini di età compresa tra i sei mesi e i 65 anni con patologie croniche, tra cui malattie cardiovascolari, diabete, asma, malattie renali e dell apparato respiratorio. A questa prima fase ne seguirà una seconda, che prevede la somministrazione del vaccino alle forze dell ordine, al personale dei servizi pubblici essenziali (scuole, enti, uffici pubblici), al personale del volontariato. Infine, è prevista una terza fase destinata a tutti i soggetti in buona salute tra i 6 mesi di vita e i 27 anni. Impossibile, stabilire, per ora, i tempi esatti della somministrazione. L unità di crisi regionale dell Asrem precisa infatti che tutto dipenderà dall andamento delle vaccinazioni e dalla disponibilità delle dosi. E invece da esludersi la copertuta totale della popolazione dal virus H1N1. Le vaccinazioni proseguiranno anche nei prossimi giorni, escluso il sabato, dalle 9 alle 13. In qualche caso, tuttavia, sarà possibile vaccinarsi anche nel pomeriggio, nei tempi e modi consentiti dalla disponibilità del personale, comunque impegnato anche nelle ordinarie attività sanitarie. daniela di cecco Ci si può recare in strutture pubbliche e case di cura convenzionate Ieri a Roma Commissione Salute in riunione: c erano anche l assessore Nicola Passarelli e il dg Roberto Fagnano I dubbi sulle controindicazioni Circolare ministeriale a breve: vaccino contestuale per la stagionale e l influenza A Un vero e proprio tour de force quello al quale sono sottoposti i referenti per la sanità delle regioni italiane. Ieri, a Roma, l assessore alla Salute Nicola Passarelli e il direttore generale Roberto Fagnano hanno partecipato alla riunione della Commissione Salute (che vede la presenza di tutti gli assessori italiani) tenutasi assieme al responsabile della prevenzione del Ministero. Per oggi sono state convocate la Conferenza Stato-Regioni e quella delle Regioni per analizzare i Piani regionali contro la pandemia. E mercoledì prossimo Passarelli e Fagnano saranno ancora a Roma. Sono quasi 6mila le dosi di vaccino arrivate in Molise in 3 consegne. Eppure, nonostante la paura e i dubbi, sono ancora poche le persone che hanno deciso di vaccinarsi. E soprattutto i medici non sembrano avere molta fretta. Particolare questo che contribuisce anche ad allungare i tempi previsti per la vaccinazione della popolazione sana che avverrà non appena sarà terminata la vaccinazione per le categorie protette. «Intanto oggi si sono chiariti molti punti - spiega il dottor Fagnano - perché si è finalmente stabilito che per gli adulti basta una sola dose mentre sono 2 L assessore regionale alla Salute, Nicola Passarelli; la sede del Ministero e il direttore generale Roberto Fagnano quelle necessarie per i bambini. Si è chiarito che la scatola già aperta può essere conservata per 20 giorni al massimo e sono stati individuati i luoghi dove andranno curati i malati gravissimi. Per il Molise i nosocomi di riferimento sono il Gemelli e l Umberto I a Roma e il Federico II a Napoli». Sostanzialmente permangono parecchie incertezze soprattutto in ordine alle possibili conseguenze del vaccino. Che è stato testato ed autorizzato dal Ministero ma è ancora in fase di approfondimento. Il che vuol dire che il livello di testaggio non è al suo apice. Le analisi sulle possibili controindicazioni sono ferme al quarto livello di approfondimento e riguardano soprattutto le conseguenze che potrebbe avere il vaccino sui bambini da 0 a 14 anni. Per questo la popolazione sana, di età compresa nella fascia indicata, dovrebbe aspettare per la vaccinazione almeno un altro mese. Giorni utili a consentire di testare il medicinale in maniera di certo più approfondita. «Sostanzialmente permangono molte incertezze e nei prossimi giorni sarà emanata una circolare riepilogativa nella quale si sottolinea la necessità di effettuare i due vaccini in concomitanza. Quello per l influenza stagionale e quello per l H1N1 dovrebbero essere somministrati nello stesso momento per monitorare meglio le eventuali reazioni oppure ad almeno 3 settimane di distanza l uno dall altro». Oltre alla paura dell influenza A che è entrata prepotentemente nella quotidianità visto che la totalità delle persone colpite da sindromi influenzali adesso ha la certezza di aver contratto il virus H1N1, è palpabile il clima di incertezza relativo alle misure da prendere per contrastare il virus. Che è simile ad una influenza normale ma ha effetti devastanti su persone già affette da patologie gravi. Acclarato anche che sono tantissimi i bambini alle prese con il virus, i timori dei genitori riguardano le possibili controindicazioni del vaccino. Che non è testato al 100 per 100. lusa CAMPOBASSO - Una media che oscilla tra le 10 e le 30 vaccinazioni per ogni distretto, non soltanto nelle strutture pubbliche, ma anche nelle case di cura private convenzionate. Tanta gente che si reca nei vari reparti soprattutto per chiedere informazioni e delucidazioni sull opportunità di vaccinarsi. E anche qualche reclamo soprattutto da parte di chi vorrebbe immunizzarsi dal virus H1N1 ma non può farlo perché non rientra nelle categorie considerate a rischio. E poi, in generale, tanta, tantissima confusione. Sono questi i principali dati relativi alla prima giornata di vaccinazione nei vari reparti a Campobasso: l ambulatorio di terapia iniettiva presso l Ospedale Cardarelli e i poliambulatori di via Marche e via Gramsci, dove ieri mattina - dalle 9 alle 13, con qualche deroga pomeridiana - è partita la campagna vaccinale contro l influenza A. All ospedale Cardarelli, in particolare, centro di riferimento del capoluogo, sono state vaccinate circa 15 persone. Il nosocomio di Campobasso, tuttavia, sta effettuando la campagna antinfluenzale già da qualche giorno, tanto che complessivamente sono già state vaccinate 70 persone. Le operazioni di somministrazione del vaccino si sono svolte regolarmente, anche se non sono mancate proteste e momenti di tensione. Qualche lamentela, in particolare, è stata sollevata dagli ultrasessantacinquenni, a cui il vaccino non è somministrato neanche in presenza di malattie croniche. Al proposito, tuttavia, si è subito attivata l Unità di crisi regionale dell Asrem che ha chiesto al ministero di prendere in considerazione l ipotesi di vaccinare anche gli anziani di età superiore ai 65 anni. Tra le persone che ieri si sono recate nei vari reparti preposti alla vaccinazione, oltre al personale sanitario, ci sono stati i bambini, le donne in stato di gravidanza, e in generale tutti coloro (di età inferiore ai 65 anni) affetti da malattie croniche. E poi tanti cittadini che si sono messi in coda semplicemente per chiedere informazioni e avere delucidazioni sull influenza A e sul vaccino. Le dosi, oltre alle strutture sanitarie pubbliche, sono disponibili anche nelle case di cura private e convenzionate; tra queste la Cattolica, Villa Ester e Villa Maria. La somministrazione del vaccino proseguirà anche nei prossimi giorni. dadice

4 4 ATTUALITA NUOVO oggi MOLISE ALLARME INFLUENZA A Le 38 domande più frequenti La parola al virologo Fabrizio Pregliasco (da Repubblica.it) H1N1: dubbi e paure Tutte le risposte Quali sono i sintomi? L influenza A è un infezione virale. I sintomi principali sono tre: febbre improvvisa sopra i 38 gradi che persiste per più di tre giorni; almeno un sintomo respiratorio tra raffreddore, naso che cola, mal di gola e tosse; almeno un disturbo generale tra dolori muscolari, affaticamento, nausea, vomito. A questi si possono associare fiato corto, pressione bassa e nei casi molto gravi colorito bluastro della pelle, espettorato di colore scuro. Sono come quelli dell influenza stagionale ma si manifestano in maniera più intensa. Quanto è virulenta? L influenza A ha un aggressività clinica simile alla consueta epidemia stagionale ma colpisce più persone. La differenza sta nella velocità della diffusione e nel fatto che questa aumenta perché oggi non abbiamo gli anticorpi per difenderci. In pratica, a parità di pericolosità, si ammala più gente e, quindi, è difficile evitare che si manifestino alcuni casi gravi, anche se la stragrande maggioranza saranno di gravità lieve o moderata. Qual è la letalità per le categorie a rischio? E dello 0,48 % per le categorie a rischio, è dello 0,2% tra le persone sane. Che differenza c è tra l influenza stagionale e la pandemica? I sintomi della stagionale sono gli stessi: febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di gola, raffreddore, tosse secca, malessere. L unica differenza è che il virus H1N1 si manifesta con difficoltà respiratorie più serie, ma non necessariamente. Può accadere che una persona contragga il virus in una forma molto blanda e lo curi come una normale influenza, guarendo definitivamente senza accorgersene. Come distinguere un raffreddore dall influenza A? Il raffreddore comporta raramente febbre, mal di testa, dolori generali. Ma ha come conseguenza la spossatezza, sempre il naso chiuso, spesso è accompagnato da tosse e mal di gola. La nuova influenza è caratterizzata da tre sintomi: febbre alta a inizio brusco, difficoltà respiratorie, dolori articolari. L influenza A può manifestarsi con sintomi gastrointestinali? E raro. In presenza di nausea, diarrea, febbre, malessere generale, dolori addominali si può trattare di un virus stagionale. Se si avvertono i sintomi come conviene agire? Se i sintomi sono intensi e forti si deve chiamare il medico di famiglia. E inutile andare al pronto soccorso senza l indicazione del medico di medicina generale. E altrettanto inutile per il singolo richiedere il test per l identificazione della malattia, nei mesi scorsi aveva senso farlo al fine di individuare i focolai influenzali, oggi si esegue a campione. Quando bisogna entrare in allerta? Quando si presentano i tre sintomi principali: febbre improvvisa sopra i 38 gradi che persiste per più di tre giorni; almeno un sintomo respiratorio tra raffreddore, naso che cola, mal di gola e tosse; almeno un disturbo generale tra dolori muscolari, affaticamento, nausea, vomito. A quel punto può essere necessario rivolgersi al proprio medico di famiglia. Nella maggior parte dei casi la Nuova Influenza si manifesterà in forma blanda e guarirà trattandola con farmaci sintomatici. Come si trasmette? La principale via di contagio è quella aerea. Ci si può contagiare con un bacio, bevendo dalla stessa bottiglia, fumando la stessa sigaretta, oppure a mezzo metro attraverso il respiro, un metro/un metro e mezzo con lo starnuto o con un colpo di tosse. Si può trasmettere anche in via indiretta, il virus per qualche minuto rimane in vita sulle superfici per cui è sempre utile lavarsi le mani. Come si evita il contagio? Lavandosi accuratamente le mani dopo aver tossito o dopo essersi soffiati il naso; evitando di portare le mani a contatto con occhi, naso, bocca; usando solo ed esclusivamente i propri asciugamani, fazzoletti, bottiglie, bicchieri, lattine, posate, ecc., senza cederli a qualcun altro; trattenendo gli starnuti e i colpi di tosse con la mano o con un fazzoletto; evitando effusioni o contatti ravvicinati con persone a rischio. Quali sono in percentuale le fasce di età più a rischio? Il 40% delle persone colpite saranno i giovani nella fascia d età 2-27 anni. Anche se questa percentuale è soggetta a piccole variazioni. Non è un caso che il Ministero abbia deciso di vaccinare proprio quel target. Può essere utile indossare la mascherina? E utile solo in un contesto ospedaliero. Non ha alcuna efficacia per evitare il contagio. Serve a proteggere il malato. Quanto tempo sopravvive il virus? Alcuni studi sostengono che resiste fino a 48 ore sulle superfici dure. Qualche minuto, invece, sulle mani. Per quanto tempo si è contagiosi? Valgono le stesse regole dell influenza stagionale: si è contagiosi da un giorno prima della comparsa dei sintomi fino a quattro giorni dopo. Tuttavia c è chi dice che il virus dell influenza A/H1N1 può essere contagioso fino a una settimana dalla scomparsa di febbre e tosse. Il vaccino è sicuro? Usa la stessa tecnologia di ogni anno e vi sono pochi motivi per ritenere che non sia sicuro. I vaccini omologati rispettano standard di sicurezza molto elevati. Le complicanze sono dello stesso tipo: nell 1% dei casi febbre, nel 10% dei casi si manifesta con sintomi locali come arrossamento e gonfiore. Può essere utile fare il vaccino stagionale come forma di prevenzione? Assolutamente sì, perché bisogna considerare che si avranno due influenze quest anno. Per cui, nell attesa che il vaccino contro l H1N1 sia disponibile per tutti, conviene fare quello stagionale. Questo nuovo vaccino contrasta col vaccino antinfluenzale? No, si può fare nello stesso giorno in due punti diversi. Il vaccino posso acquistarlo in farmacia? Non si sa, se e quando, si potrà acquistare. Per adesso il programma pandemico deciso dal ministero della Salute prevede di distribuirlo solo ad alcune categorie di persone (leggi la domanda: Chi avrà diritto alla vaccinazione contro la pandemica?). Quello stagionale invece si può acquistare a partire dalla metà di ottobre e costa circa otto euro. Chi avrà diritto alla vaccinazione contro la pandemica? La prima fase riguarderà gli operatori sanitari e le categorie a rischio. Saranno vaccinati contro il virus della nuova influenza le persone ritenute essenziali per il mantenimento della continuità assistenziale e lavorativa: personale sanitario e socio-sanitario; personale delle forze di pubblica sicurezza e della protezione civile; personale delle Amministrazioni, Enti e Società che assicurino i servizi pubblici essenziali; i donatori di sangue periodici. Le donne al secondo o al terzo trimestre di gravidanza; le persone a rischio, di età compresa tra 6 mesi e 65 anni; le persone di età compresa tra 6 mesi e 17 anni, non incluse nei precedenti punti, sulla base degli aggiornamenti della scheda tecnica autorizzata dall EMEA o delle indicazioni che verranno fornite dal Consiglio Superiore di Sanità; le persone tra i 18 e 27 anni, non incluse nei precedenti punti. Come bisogna comportarsi con i bambini tra sei mesi e due anni? I bambini dai sei mesi ai due anni possono trarre vantaggio dalla vaccinazione. Inizialmente non era prevista la profilassi per questa categoria. Ma le cose sono cambiate sulla base degli aggiornamenti della scheda tecnica autorizzata dall EMEA (Agenzia europea per il farmaco). Il Consiglio Superiore di Sanità ha espresso parere favorevole sulla possibilità di vaccinare contro l influenza A le donne in gravidanza nel secondo o terzo trimestre, i bambini e i ragazzi dai 6 mesi a 17 anni e sull ipotesi di una eventuale co-vaccinazione con il vaccino dell influenza stagionale. Il vaccino contro l influenza A quanto impiega per essere efficace? Impiega lo stesso tempo del consueto vaccino antiinfluenzale: giorni al massimo. Cosa deve fare una donna in gravidanza? Meglio estendere la profilassi a tutte le donne in gravidanza, soltanto così si possono evitare complicanze gravi. Chi si preoccupa dei rischi per il nascituro deve stare tranquillo. Il vaccino infatti è inattivato (cioè non provoca la malattia) e, pertanto, non ha effetti avversi per il feto. Anzi. Poiché il bambino non può ricorrere al profilassi prima del sesto mese, meglio vaccinare la mamma per ottenere un immunizzazione indiretta. In altre parole, vaccinando la donna incinta si protegge anche il bambino fino al sesto mese di vita. Se una mamma si ammala deve continuare ad allattare? Sì. Mai smettere l allattamento se ci sia ammala. E il modo migliore per proteggere il piccolo. Il consiglio è usare una mascherina quando si allatta. Come si usano gli antivirali? Entro 48 ore, due volte al giorno per 5 giorni. Solo su prescrizione medica. Il rischio è di assumere il farmaco inutilmente. Non si può rischiare che durante una pandemia si sviluppino casi di resistenza dovuti all eccessiva somministrazione della molecola. Il paracetamolo può essere una soluzione? La maggior parte dei pazienti colpiti dal virus presenta i tipici sintomi influenzali e spesso guarisce in una settimana al massimo, senza la necessità di assumere farmaci. Il più delle volte bastano farmaci come il paracetamolo per la febbre, o l ibuprofene (che ha proprietà analgesica, antinfiammatoria e antipiretica) per i dolori articolari e gola. Infine nei casi in cui si sospetta un infezione batterica, sempre sotto prescrizione medica, si consiglia l uso degli antibiotici. Per la cura della nuova influenza A possono essere utili gli antibiotici? Gli antibiotici sono poco utili poiché sono efficaci contro i batteri e non contro i virus. Il loro impiego può essere anche dannoso, ci si espone a rischi come nausea e diarrea e sviluppano resistenza. Si possono assumere solo se si sospetta un infezione. Se parto nei prossimi mesi corro dei rischi? Chi parte corre gli stessi rischi a cui andrà incontro in Italia perché presto la diffusione dell influenza sarà omogenea. Tuttavia è sempre consigliato adottare delle precauzioni: lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con detergenti a base di alcool ed evitare di portarle a contatto con occhi, naso e bocca. Evitare luoghi affollati. Ad ogni modo è attivo il 1500, il numero verde messo a disposizione dal ministero della Salute per dare indicazioni a chi si mette in viaggio. Ecco gli opuscoli da scaricare: Per chi parte Per chi arriva Cosa fare se si torna da un viaggio a rischio contagio? Una settimana di attenzione, che è più o meno il tempo di incubazione della malattia. Presto quello del viaggio sarà un falso problema: l Italia, in proporzione, avrà lo stesso numero di contagiati degli altri Paesi. Gli insegnanti rientrano nelle categorie a rischio? Non è nella priorità iniziale vaccinare gli insegnanti. I vaccini oggi disponibili, infatti, non bastano per la profilassi di tutta la popolazione. Per questo nella scelta della strategia vaccinale il Ministero ha deciso di proteggere, nella fascia della popolazione sana, i cosiddetti untori, ovvero i giovani tra 6 mesi e i 27 anni. Quelli cioè che sono più a rischio e frequentano luoghi di socializzazione. Tuttavia non è detto che gli insegnanti non saranno vaccinati, la situazione sarà rivalutata nei prossimi mesi. Chi vive un ambiente lavorativo affollato può adottare qualche precauzione? La precauzione può essere quella di usare sale riunioni più ampie, di lavarsi le mani molto spesso, di tenere pulita la postazione di lavoro, di portare con sé gel o schiume disinfettanti. Quali sono i luoghi a rischio? Luoghi affollati ma anche molto umidi: metropolitane, autobus, cinema, aule di università. Come comportarsi sui mezzi di trasporto pubblici? Lavarsi le mani, usare schiume o gel protettivi quando si scende dal mezzo di trasporto. Come si fa a essere sicuri che il cibo acquistato sia garantito? Non c è nessun rischio di contagio attraverso il cibo. Quali precauzioni devo adottare in casa? Bisogna sempre tenere la casa pulita. Bastano i normali detergenti e disinfettanti per uso domestico. Tutti devono attenersi a queste norme, anche gli ospiti. Sempre importante lavarsi le mani e tenere gli spazzolini separati. Se ho un animale domestico in casa, può ammalarsi e contagiarmi? No, non ci sono evidenze scientifiche che lo dimostrino. Sono in partenza, a chi posso rivolgermi per avere informazioni? Basta chiamare il 1500, il numero verde che il Ministero ha messo a disposizione. I ragazzi spesso si scambiano il bicchiere, è pericoloso? Sì, perché il virus si trasmette per via aerea e attraverso il contatto con la saliva. Come posso avere assistenza qualora mi ammalassi all estero? Nei Paesi dell Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), dello Spazio economico Europeo (Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e in Svizzera è prevista la copertura delle spese sanitarie per tutti gli iscritti al Servizio Sanitario Nazionale in possesso di Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), ovvero la nostra tessera sanitaria; questo significa che in caso di bisogno di cure mediche, presentando la TEAM all ospedale pubblico o alla struttura convenzionata si ha diritto a tutte le cure medicalmente necessarie. Le prestazioni sono gratuite, salvo il pagamento dell eventuale ticket o di altra partecipazione alla spesa che è a diretto carico dell assistito. Qualora la TEAM non fosse stata accettata o l assistito non l avesse con sé, e fosse perciò necessario pagare le prestazioni di cui sopra, è possibile chiedere il rimborso delle spese anticipate presentando al proprio rientro in Italia la relativa documentazione alla ASL di appartenenza. Per quanto riguarda il resto il resto del mondo, con alcuni Paesi quali Argentina, Australia, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Capoverde, Città del Vaticano e Santa Sede, Croazia, Macedonia, Principato di Monaco, San Marino, Serbia, Montenegro, Tunisia sono vigenti accordi di sicurezza sociale che prevedono una copertura di spese sanitarie dietro presentazione di appositi modelli, rilasciati dalle ASL di appartenenza, all istituzione competente del paese ospitante; è necessario quindi, prima di un viaggio, recarsi alla propria ASL per munirsi del modello per l assistenza sanitaria all estero. Per i Paesi con i quali non esistono convenzioni, come ad esempio gli Usa è consigliabile la stipula di una polizza sanitaria. (fonte ministero della Salute)

5 NUOVO oggi MOLISE L INTERVISTA ATTUALITA 5 Parla il vicepresidente del Consiglio regionale, il capogruppo del Partito democratico Commissioni speciali, che spreco D Alete: Iorio fa quadrare i conti Lo Statuto ne ha istituite quattro, che sono permanenti. Ma il loro numero è cresciuto in questi anni del secondo governo Iorio. Perché servono al presidente... La questione delle Commissioni speciali da istituire a tambur battente non dovrebbe essere presa sottogamba. Ne è convinto il vicepresidente del Consiglio regionale nonché capogruppo del Partito democratico a Palazzo Moffa, Antonio D Alete. Un politico di lungo corso, abituato a leggere fra le righe e a sottolineare aspetti che potrebbero sfuggire. «La Regione Molise ha quattro commissioni permanenti stabilite dallo Statuto. Si tratta di strutture importanti e necessarie per il regolare svolgimento delle attività del Consiglio. Ma da qui a far lievitare il numero oltre il consentito... Significa certificare una spesa di cui i molisani potrebbero benissimo fare a meno». E allora, vicepresidente, spieghiamo bene questa strana vicenda. «Ad inizio legislatura fu proposta l istituzione di 3 commissioni della durata variabile da 6 a 12 mesi. Quella sulle Politiche comunitarie, quella più nota con il nome di Adriamed e quella sul dissesto idrogeologico e sul terremoto. Altro che sei mesi, sono state prorogate fino alla fine della legislatura divenendo di fatto commissioni permanenti. E quindi siamo a sette. A metà anno, invece, è arrivata la proposta di istituirne altre due. Quella sul disagio familiare e quella sull Influenza A. L istituzione di queste altre due commissioni è avvenuta nottetempo, con il solito blitz al quale la maggioranza ci ha abituato. Poi l iscrizione all odg delle altre tre commissioni speciali. Quella sul rientro dal debito in sanità, quella sull energia e quella sull attuazione del federalismo. La minoranza si è opposta in maniera ferma e decisa e non farà parte di alcuna di queste commissioni speciali. Che a questo punto ne fanno lievitare il numero complessivo e di conseguenza aumentano notevolmente le spese». Quale la proposta della minoranza? «Siamo in fase di stesura del nuovo Statuto e di conseguenza deel Regolamento. Già esistono 4 Commissioni permanenti. Secondo noi occorreva bloccare l istituzione di altre commissioni speciali che guarda caso diventano poi permanenti per individuarne alcune fondamentali. Ad esempio quella sulle Politiche Comunitarie che avrebbe potuto inglobare anche Adriamed. Una sola, da far diventare permanente vista anche l assoluta importanza dei temi di cui si occupa, in una prospettiva che non è più localistica. Questo non significa che diciamo no alle Commissioni speciali sic et simpliciter. Crediamo che debbano esistere solo se ci sono situazioni emergenziali e di necessità che le rendano davvero utili per la comunità. Ma dovranno avere sempre durata breve, legata alla fase emergenziale che le ha generate». L argomento è stato per due volte in aula ma non se ne è fatto nulla perché è mancato il numero legale. La maggioranza quindi la pensa come lei... «C è qualche evidente imbarazzo...» Ma senza i consiglieri di minoranza le commissioni non possono essere istituite... «Così recita lo Statuto». E allora non è vera quella voce che circola in giro e che vorrebbe l istituzione delle Commissioni a prescindere dalla presenza di consiglieri di minoranza? «Sarebbe contro il nostro Statuto ma questo di certo è noto al presidente dell assise». Perché c è bisogno di spendere così tanti soldi e senza un motivo reale? «Perché serve a Iorio per far quadrare i conti in maggioranza in vista del rimpasto. Questo è tutto. E credo che questa sia l unica chiave di lettura di questa battaglia di una parte della maggioranza». In tutto questo caos, che guarda caso coincide con l assenza del presidente Iorio, pare che siano già state insediate le commissioni per l Influenza A e per il Disagio familiare. E martedì arriverà in aula quella per lo studio del Piano di rientro dal debito. «Si sta tradendo lo spirito dello Statuto e c è una ragione politica che nessuno ha il coraggio di affrontare a viso aperto. Iorio ha bisogno di far fronte alla sua maggioranza cresciuta rispetto all inizio della legislatura. Eppure il Consiglio regionale ha recepito l indirizzo dettato dalla Finanziaria nazionale in merito alla necessaria ed improcastinabile riduzione dei costi della politica. Con piccoli passi, verso un obiettivo che adesso è stato dimenticato. Perché il Molise potrebbe arrivare ad avere un numero esagerato di Commissioni che potrebbero rivelarsi pressoché inutili ed è bene che i molisani ne siano a conoscenza». lusa Accesso al credito, quarta riunione plenaria Appuntamento in Prefettura, ecco gli esiti E sul pacchetto anticrisi in arrivo novità Quarta riunione plenaria dello Speciale Osservatorio regionale per il sostegno nell accesso al credito alle famiglie e alle imprese. Alla riunione, tenutasi in Prefettura e presieduta dal Prefetto Carmela Pagano, hanno partecipato il Prefetto di Isernia, l Assessore alla Programmazione Bilancio e Finanze della Regione Molise, il Direttore della filiale regionale della Banca d Italia, il Comandante Regionale della Guardia di Finanza, il Dirigente responsabile della Direzione territoriale dell Economia e delle Finanze, il Presidente di Unioncamere Molise e i rappresentanti delle associazioni di categoria di impresa e dei lavoratori. Presenti oggi anche rappresentanti nazionali dell ABI e della Cassa Depositi e Prestiti che, per conto delle amministrazioni di appartenenza, stanno promuovendo nell ambito degli Osservatori regionali, le misure governative. La tappa odierna è la seconda dopo la Toscana. Il Prefetto ha sottolineato gli interventi già svolti nei confronti delle PP.AA. della provincia per favorire la tempestività dei pagamenti a favore delle imprese e per assicurare la rapida adesione alle certificazioni dei crediti vantati dalle imprese stesse verso la Regione e gli Enti locali. Sarà anche effettuata al riguardo una dettagliata rilevazione dello stato dell arte e sulle dimensioni del fenomeno, attraverso un questionario ideato d intesa con la Camera di Commercio di Campobasso. Nel corso della scorsa riunione era stato esaminato anche il tema dell accesso dei lavoratori agli ammortizzatori sociali. A fronte dell efficienza del sistema Regione - INPS di corresponsione della cassa integrazione guadagni, era stato assunto l impegno di prestare massima attenzione anche allo sviluppo di intese con il sistema bancario locale, per consentire la fruizione dell anticipo dell assegno da parte dei lavoratori. Il Direttore regionale della Banca d Italia ha illustrato l andamento del credito nella Regione Molise nel II trimestre I dati evidenziano una dinamica recessiva che riguarda tutte le voci economiche, anche se, successivamente al trimestre considerato, si sarebbero manifestati lievi segnali di ripresa, i cui tempi sono ancora incerti e probabilmente più lunghi delle aspettative. Lo Speciale Osservatorio, quindi, anche ai fini dell elaborazione del II rapporto trimestrale da inoltrare al Governo il 10 novembre p.v., ha approfondito i seguenti temi: - stato di attuazione dell avviso comune del 3 agosto scorso per la sospensione dei debiti delle piccole e medie imprese. Sull argomento si era già tenuta una riunione plenaria di sensibilizzazione il 21 settembre scorso. A livello nazionale hanno aderito 556 istituti bancari, per un totale complessivo di circa sportelli (94% del totale); in Molise hanno aderito 25 dei 28 istituti bancari presenti, per un totale di 142 sportelli (quasi il 100%). Una circolare dell ABI, riportata oggi dalla stampa, ha sciolto dubbi interpretativi sull applicazione dell avviso comune, che copre praticamente tutti i settori imprenditoriali; - utilizzo del plafond di 8 miliardi di euro messi a disposizione dalla Cassa Depositi e Prestiti (CDP) per il finanziamento delle piccole e medie imprese. La CDP, che ha recentemente subito una ristrutturazione per essere in grado di rispondere al meglio alla crisi, ha già stanziato nel 2009 una prima somma di 3 miliardi di euro per il sostegno alle PMI. Nel corso del 2010 saranno erogati gli ulteriori 5 miliardi. La Cassa ha, inoltre, evidenziato che le banche hanno recepito in tempi molto rapidi le iniziative proposte per rendere più funzionale e meno complicato il procedimento dei prestiti a medio termine. Dei 3 miliardi di euro già stanziati, oltre il 50% è stato contrattualizzato con le Banche, di cui però soltanto il 6.22% è stato da queste ultime erogato alle imprese. In Molise, su 146 sportelli, il 29% ha aderito all iniziativa ed è quindi in grado di poter erogare finanziamenti sul plafond della CPD. Le riunioni come quella odierna - hanno spiegato i rappresentanti CPD- servono anche a recepire indicazioni dal territorio, per possibili miglioramenti del prodotto offerto. L Assessore alla Programmazione e al Bilancio della Regione Molise, con riferimento al sistema di garanzie ideato dalla stessa Regione per il consolidamento dei debiti e per il finanziamento alle imprese, attraverso la finanziaria regionale FINMOLISE, ha riferito lo scarso utilizzo, finora, degli strumenti predisposti sebbene portati avanti mediante una costante concertazione con tutte le parti in causa, auspicando un approfondimento e superamento dello cause di detto ritardo, che dipendono anche da fattori culturali. Ha informato, inoltre, che la Giunta regionale approverà un apposita delibera sulla certificazione dei debiti verso le imprese. Le associazioni di categoria hanno sottolineato l importanza della riunione quale contributo alla conoscenza delle misure varate a sostegno delle imprese.

6 FORZE ARMATE IN PIAZZA PER FESTEGGIARE LA NAZIONE UNITA CAMPOBASSO - Toccante mattinata ieri nel capoluogo. Raccolti in piazza della Vittoria, dinanzi al monumento ai caduti, si sono ritrovate le massime autorità militari e civili in occasione della giornata dedicata alle Forze Armate e alla festa dell unità d Italia. Novantuno anni fa, il 4 novembre 1918, con l armistizio di «Villa Giusti» si concludeva vittoriosamente per l Italia la «Grande guerra», la guerra mondiale che le nostre truppe avevano combattuto dal 1915 per condurre a compimento il sogno risorgimentale, quello di una sola Patria dai confini certi per l intero popolo italiano. Ieri mattina, davanti ai picchetti interforze, davanti ai labari delle associazioni d arma e combattentistiche, c era l Italia di Vittorio Veneto, quella che riuscì nell impresa di rimettersi in piedi dopo l amara sconfitta di Caporetto, ricacciando l esercito austroungarico entro i propri confini e facendo dell Italia una terra libera. C erano tutti, ieri mattina, a cominciare dalle massime autorità civili con a capo il Prefetto di Campobasso, Carmela Pagano. C erano le massime autorità regionali e provinciali dei Carabinieri, della Marina, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco e, soprattutto, c era l Esercito italiano rappresentato dal più alto ufficiale presente sul territorio molisano, il generale di brigata Aldo Piccotti. E toccato proprio a quest ultimo, dopo aver sfilato in corteo da piazza Prefettura, aprire le celebrazioni con i discorsi pervenuti dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e dal Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, Entrambi hanno ricordato il ponte che idealmente unisce la generazione che combatté vittoriosamente la Grande guerra e i ragazzi italiani oggi impegnati in missioni di pace nei punti più caldi dello scacchiere geopolitica internazionale. Inevitabile, in questa circostanza, il pensiero è volato al Caporale scelto Alessandro Di Lisio, morto lo scorso 14 luglio in Afghanistan. Mescolato nel corteo che ieri mattina ha sfilato lungo Corso Vittorio Emanuele tra due ali di folla, c era anche il papà di Alessandro, Nunzio Di Lisio, sotto braccio a monsignor Gabriele Teti, cappellano capo dell Esercito Molise, e stretto nell abbraccio che ieri idealmente tutti i molisani gli hanno voluto tributare. C erano anche le massime autorità politiche, con la sola eccezione del presidente Iorio «impegnato» nel suo viaggio in Australia, così come ha ricordato il presidente del Consiglio regionale, Michele Picciano, che ha preso parte alla cerimonia. Insieme a lui il presidente della Provincia di Campobasso, Nicola D Ascanio, il sindaco di Campobasso, Gino Di Bartolomeo e l onorevole Sabrina De Camillis. Toccanti le parole del primo cittadino che, abbandonando il discorso Il capoluogo si stringe con un affettuoso abbraccio attorno ai militari Campobasso, Patria, Italia! Toccante cerimonia ieri mattina in piazza della Vittoria Ricordo commovente del parà Alessandro Di Lisio scritto e rivolgendosi all uditorio a braccio, ha voluto ricordare i nostri caduti, in particolare Alesando Di Lisio, con parole tratte dai «Sepolcri» del grande poeta Ugo Foscolo. Pensando quindi alle «urne dei forti» più di qualche ciglio si è bagnato, specie quando ha preso la parola il presidente dell Associazione reduci dalla prigionia, Michele NELLE immagini alcuni momenti della cerimonia di ieri mattina. Le autorità in corteo, il papà di Alessndro Di Lisio e il cappellano capo dell Esercito monsignor Gabriele Teti. Presenti le associazioni combattentistiche e d arma che hanno innalzato i loro labari e i loro stendardi. Alcuni ex militari hanno sfilato in uniformi d epoca. Sono state deposte tre corone di alloro ai piedi del momumento ai caduti e letti i discorsi di Napolitano e La Russa. Montagano, pronunciando un discorso memorabile. Il monumento ai caduti, come lo stesso Montagano ha ricordato, è l ideale pietra tombale per tutti quelli che sono morti ed in particolare per coloro che sono dispersi nella pugna, negli abissi dei mari o nello scoppio degli aerei in cielo. Ma non solo, il ricordo evocato da Montagano è andato anche a tutti i mutilati di guerra, a coloro che hanno portato nelle carni il martirio per una intera vita. Giorno di festa, quindi, ma anche giorno di riflessione. Giorno dedicato non solo alla storia ma, principalmente, alla memoria, l unica capace di trasformare i ricordi in emozioni perenni, che si rinnovano ad ogni occasione e, in special modo, in momenti come quello vissuto ieri. Quando l inno d Italia ha riempito l aria di Campobasso, quando le note del silenzio sono scese come un balsamo sulle ferite vecchie e nuove, si è avuta la certezza che tutte le persone presenti fossero idealmente strette a tutte le altre che, in mille piazze d Italia, a quella stessa ora, cantavano l inno di Mameli e ascoltavano la tromba suonare il silenzio. La Patria è questo: un solo popolo cementato dalla medesima storia e dai medesimi valori. La Patria, quella di Vittorio Veneto, quella della vittoria, è ancora e sempre in piedi! Pasquale Di Bello

7 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO 7 E il secondo episodio in due settimane Furto in via Manzoni Svaligiata una «Panda» E allarme a Vazzieri CAMPOBASSO - Non accenna a diminuire l allerta furti in città e, in particolare, l allarme è altissimo nella zona del quartiere «Vazzieri». Qui, ieri mattina intorno alle 10,30, un uomo dall età apparente di 30 anni - secondo la descrizione fatta da alcuni testimoni - ha rotto con un colpo secco il lunotto di una «Panda» parcheggiata lungo la strada e si è impadronito di una borsa e di un computer. Favorito dal traffico mattutino e da alcuni autobus parcheggiati lungo la stessa strada l uomo è riuscito a dileguarsi facendo perdere le proprie tracce. E il secondo episodio in pochi giorni. Non più tardi di due settimane fa fu il turno di una anziana signora, anch essa borseggiata in pieno giorno. In quella circostanza la donna non si perse d animo e recatasi al commissariato di Polizia ha dato una descrizione dell aggressore che in poche ore è stato acciuffato dagli agenti che recuperarono il maltolto. Nulla invece sull episodio di ieri sul quale al momento stanno indagando i Carabinieri. Probabile il collegamento con il giro dei tossici, essi particolarmente sotto torchio in questo ultimo periodo e probabilmente a secco di risorse economiche da spendere in droghe. Sta di fatto che, al di là di ogni congettura, il quartiere «Vazzieri» vive una vera e propria stagione di allarme. Grande è l attenzione delle Forze dell Ordine poste a controllo del territorio ma gli atti malavitosi continuano quotidianamente. redcb ALLARME VIOLENZA SUI MINORI Ieri l incontro in cella col difensore De Rubertis Il presunto pedofilo si difende Urla dal carcere la sua innocenza Domani la convalida dell arresto CAMPOBASSO - Il muratore 33enne di Jelsi accusato di violenza aggravata e continuata a danno di minori si proclama innocente. Dopo essere stato incarcerato ieri pomeriggio su provvedimento del Gip Teresina Pepe eseguito dagli uomini della Squadra Mobile l uomo si è incontrato ieri mattina in carcere con il proprio legale, l avvocato Giuseppe De Rubertis. L interrogatorio di garanzia per la convalida degli arresti è fissato per domani mattina alle 10 presso la Casa circondariale di via Cavour. Al muratore di Jelsi gli inquirenti sono giunti dopo una lunga e complessa indagine partita a novembre dello scorso anno quando nel medesimo centro in provincia di Campobasso ad essere arrestato fu un 49enne accusato anch esso di violenza ai anni della figlia, una ragazza colpita da una grave forma di disagio psicologico. In quella circostanza gli agenti intervennero in quasi flagranza di reato, sorprendendo l uomo e la ragazza ancora a letto. Una storia maturata in un contesto di degrado come quella venuta a galla ad aprile di quest anno quando sempre a Jelsi un 70enne venne denunciato dalla figlia, accusato anch esso di violenza. Un abuso, in questo caso, durato 18 lunghi anni. Tra l uno e l altro episodio, secondo quanto hanno ricostruito le indagini condotte dal sostituto Rossana Venditti, si inserisce quasi come un anello di congiunzione il caso del muratore arrestato due giorni fa. Pare che l uomo sia il misterioso «vicino» del primo caso, quello che avrebbe abusato in uno squallido triangolo della prima ragazza. A questo ruolo di compagno di malefatte nel primo caso si aggiunge quello di marito - proprio così - della donna ormai 26enne autrice della denuncia al padre. Anche lei vittima di violenza, andata in sposa ad un uomo che, dicono i magistrati, della violenza fosse un fervido praticante. Attorno alla vicenda stanno montando inutili polemiche, quello che resta sullo sfondo è l indubbio allarme sociale che pervade una comunità, quella di Jelsi, nella quale ben tre casi analoghi legati a violenze, e violenze su minori, si sono succeduti nell arco di un anno. Evidentemente a venire meno sono dei freni inibitori che hanno lasciato il passo a comportamenti bestiali. Tanto bestiali che entrambi i presunti autori sono tutti sotto chiave. I primi due incarcerati a Teramo, dove esiste una apposito braccio per il pedofili, il terzo a Campobasso dove si attende la convalida dell arresto. pdb Direttissima ieri mattina Beccato con l hashish Condannato CAMPOBASSO - Condannato a 5 mesi per direttissima un giovane della provincia di Campobasso perché trovato in possesso di 40 grammi di hashish. A compiere l arresto i Carabinieri del Nor agli ordini del capitano Nicola Gismondi. Il ragazzo, fermato per un normale controllo dei documenti, ha dato immediati segni di agitazione alla presenza dei militari che, trovandolo sprovvisto della carta di identità, lo hanno portato in caserma per ulteriori controlli. E stato qui che i militari gli hanno trovato addosso lo stupefacente. Obbligatorio l arresto, data la quantità non certo modesta di hashish. Portato a Palazzo di Giustizia ha dovuto fare i «conti» con il giudice Giovanni Falcione, magistrato in prima linea nella lotta allo spaccio. Il giudice ha provveduto ad infliggergli una pena mite in considerazione del patteggiamento al quale si è proceduto in udienza ed anche per lo stato di incensurato del ragazzo. La pena è stata sospesa e il giovane rimesso in libertà. db In un primo momento si era pensato ad un incidente stradale Muore in auto in tangenziale L uomo si stava recando in ospedale per un malore CAMPOBASSO - Momenti di apprensione e panico ieri intorno alle 13,30 lungo la tangenziale cittadina in prossimità dell uscita «Vazzieri». Si è pensato in un primo momento ad un tragico incidente stradale ma, quasi immediatamente, si sono chiarite le cause del decesso di un signore che stava per essere trasportato in ospedale a causa di un malore. Lungo il tragitto l uomo, sceso dall autovettura che è deceduto per un infarto. Sul posto 118 e Carabinieri ma purtroppo non c è stato più nulla da fare. redcb Le sue condizioni di salute ritenute compatibili con il carcere Sole a scacchi per il mago Bruno Resta in cella in attesa del giudizio immediato CAMPOBASSO - Resta in carcere Bruno Battista, il «mago Bruno» figlio del più noto «Mago di Arcella». Ieri mattina in sede di udienza è stata valutata positivamente dal giudice Giovanni Falcone la perizia stilata dal dottor Antonio Salati. Secondo quest ultimo, le condizioni di salute di Battista sarebbero compatibili con il regime carcerario. Chiesto e disposto per l uomo il giudizio immediato la cui data resta al momento da fissare. Battista finì nell occhio del ciclone a fine giugno quando a seguito di alcune denunce venne messo in ceppi con l accusa di aver spillato attraverso presunte pratiche esoteriche oltre 13mila euro a danno di alcune persone che a lui si erano rivolte. All accusa che in quel caso era di circonvenzione di persone incapaci, strada facendo se ne è aggiunta un altra: quella di violenza. Infatti tre donne hanno sporto denuncia nei suoi confronti in tal senso. E stata proprio questa seconda circostanza ad indurre il giudice Falcione a confermare la misura detentiva, visto l aggravarsi della posizione dello stesso Battista. Lo stato di ansia nella quale verserebbe l uomo, pare sia stato dimostrato attraverso certificazioni anteriori al suo arresto. Ciò nonostante il giudice ha ritenuto che debba continuare a restare sotto chiave. Adesso bisognerà attendere la celebazione del giudizio immediato, attesa che Battista, in arte «mago Bruno» continuerà ad attendere nel carcere di Teramo dove è attualmente detenuto sin dal mese di giugno.

8 8 CAMPOBASSO NUOVO oggi MOLISE Approvato un bando per il sostegno alla microimprenditorialità Un osservatorio scolastico per vigilare sull istruzione Il progetto della Giunta Provinciale CAMPOBASSO - Un osservatorio scolastico provinciale che vigili sul sistema istruzione e un bamdo a sostegno della microimprenditorialità. Sono i progetti messi a punto dalla Giunta provinciale di Campobasso riunita ieri dal presidente Nicola D Ascanio. La Giunta ha approvato il progetto finalizzato alla creazione dell Osservatorio Scolastico Provinciale quale strumento idoneo a fornire opportune valutazioni del sistema dell istruzione e della formazione ed a supportare la programmazione delle politiche correlate del settore. L innovativo progetto prevede la stretta collaborazione tra i servizi provinciali delle Politiche del Lavoro ed Informatico, che collaboreranno per il miglior controllo del ciclo dell istruzione, della formazione professionale e del lavoro secondo logiche condivise di trasparenza ed efficienza. Va ricordato al proposito che le Province, nel rispetto dell autonomia delle Istituzioni scolastiche e delle prerogative delle Regioni, hanno specifici compiti di coordinamento a livello territoriale (tra cui quello di concorrere al potenziamento dell offerta formativa), di attuazione di misure finalizzate alla riduzione dell abbandono dell obbligo scolastico e della dispersione, di redigere piani di organizzazione della rete delle Istituzioni scolastiche e di definire il piano di utilizzazione degli edifici e di uso delle attrezzature, d intesa con le Istituzioni scolastiche. La Giunta di Palazzo Magno ha, inoltre, approvato una serie di atti propedeutici alla diffusione dell avviso pubblico - di prossima pubblicazione - e delle domande di partecipazione per dare pratica attuazione al "Fondo per lo sviluppo della microimprenditorialità, l autoimpiego e l innovazione". Il Fondo, predisposto per dare sostegno e rivitalizzare il tessuto imprenditoriale della provincia, mira alla facilitazione dell accesso al credito da parte della microimpresa ipotizzando la creazione di un fondo di garanzia per agevolare gli imprenditori economici localizzati sul territorio di riferimento. L operazione, condotta in stretta collaborazione con la Camera di Commercio di Campobasso, prevede un impegno finanziario complessivo della Provincia di 550mila euro. red.cb. L esecutivo guidato dal presidente D Ascanio al lavoro per garantire i servizi sul territorio La protesta sindacale Dipendenti Equitalia Polis in sciopero Denunciano perdita salariale e carichi di lavoro insostenibili CAMPOBASSO - Uno sciopero di dieci ore - la data deve essere ancora decisa - per denunciare la situazione lavorativa che sono costretti a subire. E l iniziativa delle lavoratrici e dei lavoratori di Equitalia Polis, agenzia di riscossione tributi della provincia di Campobasso. I dipendenti dell azienda, riuniti in assemblea, hanno deliberato e proclamato un primo pacchetto di dieci ore di sciopero e astensione dal lavoro straordinario come forma di protesta nei confronti dell azienda per le gravi inadempienze contrattuali e per le carenze organizzative ormai non più tollerabili. In particolare i lavoratori denunciano, oltre ad una perdita salariale, i ritmi e i carichi di lavoro insostenibili, i continui spostamenti temporanei dei dipendenti e la confusione organizzativa generata dalla nuova ed inadeguata gestione da parte della subentrata Equitalia Polis SpA con sede in Napoli. I lavoratori di Equitalia Polis di Campobasso e Termoli si scusano fin da ora per i disagi che i cittadini saranno costretti a subire a seguito delle previste agitazioni. In una conferenza all Albino il movimento ha illustrato alcune interessanti proposte per ridurre gli sprechi No al nucleare, sì al risparmio energetico Gli obiettivi della neonata associazione «Decrescita felice» CAMPOBASSO - «Dire no al nucleare per spostarsi da una battaglia di difesa territoriale ad una prospettiva di Decrescita felice». Questa la nuova logica promossa dal movimento «Decrescita felice» presentato nel corso di una conferenza martedì alla biblioteca Albino. Il nuovo movimento «Decrescita felice» nasce con un obiettivo chiaro: ridurre gli sprechi energetici. Per ottenere il risultato è necessario informare istituzioni e popolazione sulle modalità di intervento, ma soprattutto sui vantaggi raggiungibili in modo da intraprendere un percorso responsabile verso la tutela del territorio: «Efficienza e concretezza sono le nostre linee guida», afferma Antonio Federico, membro del socialnetwork "meet-up" importato da Beppe Grillo sul modello degli Stati Uniti. «Siamo cittadini con l elmetto che vogliono porsi come organo di dialogo» prosegue Federico. Da qui il senso degli incontri di studio che il circolo territoriale presieduto da Massimo Lupo lancia come proposta. Nell incentivo costante al consumo, «Decrescita felice» fa una scelta controcorrente promuovendo l autoproduzione ed il risparmio energetico. La convinzione è che il Pil non sia più il parametro giusto per valutare la qualità della vita di un Paese. Infatti tra slide e suggerimenti pratici, la conferenza ha offerto un nuovo orizzonte culturale propositivo. E quelle che dovrebbero essere conoscenze di dominio pubblico, risuonano con un eco di stupore. In effetti non tutti sono informati che il Molise è l unica regione d Italia con fatturato positivo. Produciamo tre volte in più rispetto a quello che consumiamo. Pochi sanno che un semaforo consuma 80w quando ne potrebbe consumare 7. Ma l informazione più scarsa riguarda proprio il nucleare. Come spiega Terzano dell associazione «Fare Verde», non solo l energia nucleare ha dei costi economici elevatissimi, ma comporta una lista di rischi spesso taciuti, dalla precarietà dei siti papabili ad accogliere eventuali centrali, al problema degli smaltimenti. Inoltre sono da valutare i tempi lunghissimi per la costituzione delle centrali: si avrebbero impianti costosissimi già non più all avanguardia, soprattutto considerando che il nucleare si prospetta come transizione per l apertura verso le fonti alternative. Proprio sulla promozione del fotovoltaggio e dei pannelli solari, interviene monsignor Bregantini: «La più grande risorsa di energia è il risparmio» afferma il vescovo ed attraverso l esempio del Trentino, parla di democrazia come cura per il proprio territorio. Questo spiega la necessità di finanziamenti statali per una tutela del pianeta. E sempre in favore dei vantaggi economici, Mignogna, laureato in Economia, ha illustrato diapositive inerenti le fonti alternative disponibili in Molise, come l eolico e la biomassa. Numerose le proposte del nuovo movimento, dall invito ad usare i mezzi pubblici all acquisto di prodotti locali, all adesione al gruppo di acquisto solidale. Il tutto alla luce delle quattro "R": Riduzione, Recupero, Riuso, Riciclo per un miglioramento della qualità della vita. vp

9 NUOVO oggi MOLISE BOJANO-AREA MATESINA Trenta le persone controllate tra Riccia, San Giuliano e Sepino lo scorso fine settimana A caccia col fucile modificato, 50enne denunciato dalla Forestale In azione il Comando provinciale 9 INTENSA attività del Corpo Forestale su tutto il territorio. Una denuncia a piede libero, il sequestro di un fucile con relative munizioni e sanzioni amministrative per circa duemila euro sono il risultato complessivo dell ultima operazione antibracconaggio predisposta dal Comando Provinciale di Campobasso e condotta dal personale dei Comandi Stazione di Riccia, San Giuliano del Sannio e Sepino nello scorso fine settimana in una vasta area della Provincia di Campobasso. Circa 30 i cacciatori controllati dagli uomini della Forestale che hanno eseguito accertamenti sul rispetto delle normative in materia di attività venatoria, armi e anagrafe canina riscontrando numerosi illeciti. F.L., cinquantenne di Somma Vesuviana (Na), è stato sorpreso in agro di San Giuliano del Sannio mentre esercitava l attività venatoria con fucile modificato e non consentito e che per tale motivo è stato sequestrato unitamente alle munizioni. Lo stesso è stato deferito alla Procura della Repubblica di Campobasso e dovrà rispondere di attività venatoria illegale. Ad altri 6 cacciatori campani invece sono stati contestati illeciti amministrativi per violazioni riguardanti l attività venatoria senza le necessarie autorizzazioni sul territorio molisano. red.cb. Sequestrata un arma con le relative munizioni e comminate sanzioni amministrative per duemila euro Guardiaregia - La manifestazione fortemente voluta dalla dirigente scolastico del comprensivo «Tiberio», Fortunata Palma I bambini ricordano gli eroi di guerra La cerimonia per festeggiare l Unità d Italia si è svolta in piazza degli Eroi GUARDIAREGIA - Ieri mattina in piazza degli Eroi a Guardiaregia si è tenuta una solenne cerimonia per festeggiare l Unità Nazionale, la Commemorazione dei Caduti di tutte le guerre e la Giornata delle Forze Armate. Una manifestazione voluta dalla neo dirigente scolastica del Comprensivo V.Tiberio di Sepino, professoressa Fortunata Parma, alla quale hanno partecipato gli alunni delle scuole di Guardiaregia, Sepino, Cercepiccola e San Giuliano del Sannio accompagnati dai rispettivi insegnanti. Tra i presenti il sindaco guardiolo, Danilo Di Federico, il collega sepinese, Antonio Mosca, alcuni amministratori dei due Comuni, oltre ai Comandanti delle Stazioni di Guardiaregia e Sepino, marescialli Giuseppe Maglie e Pasquale Durante. A fare gli onori di casa il maresciallo in pensione Teodorico Giannantonio che ha voluto spiegare ai bambini il significato del concetto di Patria, per la quale tanti giovani pieni di ideali e di sogni hanno sacrificato la propria vita. Ha invitato tutti ad un minuto di raccoglimento per onorare i parà italiani deceduti di recente nelle varie missioni di Pace. Dopo l Inno di Mameli cantato dagli alunni su base musicale e la deposizione di una corona al Monumento dei Caduti da parte di due bambini, hanno preso la parola i sindaci. «E un motivo di grande gioia essere qui con tutte le autorità locali per fare festa, infatti oggi è festa dell Unità Nazionale e delle Forze Armate - ha dichiarato Mosca - voglio complimentarmi con la nuova dirigente scolastica, professoressa Parma, persona molto dinamica, energica, molto attenta a queste ricorrenze, il primo ringraziamento quindi sento di dedicarlo a lei. Nel ricordare i nostri caduti in guerra, dobbiamo esprimere altresì tutta la nostra solidarietà e vicinanza, anche se idealmente, a tutti coloro che hanno donato la vita per servire la Patria. Dobbiamo essere vicini anche alle Forze Armate impegnate in missioni di Pace, grazie alle loro presenza, impegno e sacrificio le nostre comunità possono respirare un aria di pace e tranquillità. Si parla tanto di pace a tutti livelli - ha sottolineato - però in questo particolare momento bisogna stare molto attenti, nel senso che innanzitutto bisogna avere una pace interiore, all interno delle nostre famiglie, perché se non si è in pace con noi stessi non possiamo assolutamente offrirla». Il primo cittadino Di Federico nel ringraziare i bambini delle scuole dei paesi vicini giunti a Guardiaregia per onorare i defunti guardioli e idealmente quelli di tutta Italia che hanno partecipato alla Grande Guerra, ha detto: «La data del 4 novembre rappresenta una data storica per la nostra Patria, la fine della prima Guerra Mondiale, conflitto che all Italia è costato la morte di circa 600 mila soldati, e di oltre un milione di feriti, per cui si è scelta questo giorno per commemorare i defunti di tutte le guerre, e nello stesso tempo è la ricorrenza delle Forze Armate e di tutti i militari italiani impegnati in missioni di pace. Quello che sento di dire è che dobbiamo rendere omaggio a queste persone che hanno sacrificato la loro vita per degli ideali che non devono essere smentiti, infatti, tanti guardioli sono partiti per luoghi sconosciuti per difendere questi ideali fino all estremo sacrificio, in ricordo di questi concittadini, ma più in generale di tutti, dobbiamo far sì che la loro morte non sia stata vana facendo funzionare le istituzioni e che ognuno di noi faccia il proprio dovere». Spazio quindi ai ragazzi che con un nutrito programma hanno recitato poesie e rappresentato scenette di condanna a tutte le guerre e alle loro micidiali conseguenze, inneggiando con cartelloni e disegni alla pace e alla fratellanza tra i popoli. La cerimonia si è conclusa con un appello della dirigente scolastica, prof.ssa Parma, agli alunni: «Bisogna darsi un obiettivo di vita, guardare sempre diritto verso quella meta perché soltanto così si può trovare la forza in noi stessi e negli altri per andare avanti, e mai chiedere favoritismi, ci metteremo più tempo per arrivare però dopo possiamo guardare gli altri senza abbassare la testa». Ha fatto seguito un rinfresco che l Amministrazione guardiola ha offerto a tutti i presenti. (Luz)

10 10 RICCIA-CERCE-JELSI NUOVO oggi MOLISE Jelsi - Per superare ogni di-sinformazione Influenza A, oggi un incontro conoscitivo Tra Asrem, Comune e scuola JELSI - Maggiore informazione e conoscenza della influenza "A". E questo l obiettivo dell amministrazione comunale di Jelsi che ha organizzato, nella giornata di oggi, un incontro conoscitivo con le famiglie jelsesi. «Si tratta di un incontro - ha spiegato il sindaco Mario Ferocino - che vede collaborare in sinergia l amministrazione comunale, l Asrem e le scuole. L incontro è rivolto ai genitori e, grazie alla presenza di esperti sanitari, è finalizzato a informare la popolazione su questa infezione senza creare inutili allarmismi». L influenza suina è una malattia respiratoria acuta dei maiali causata da virus influenzali del tipo A, che causano abitualmente epidemie di influenza tra i suini. I virus dell nfluenza suina causano alti livelli di malattia e bassa mortalità nei maiali. Il virus dell influenza suina classica (virus influenzale A/H1N1) è stato isolato per la prima volta negli anni Trenta del secolo scorso. I sintomi dell influenza "A" sono simili a quelli della "classica" influenza stagionale quali: febbre, sonnolenza, perdita d appetito, tosse. Alcune persone con influenza "A" hanno manifestato anche raffreddore, mal di gola, nausea, vomito e diarrea. Come l influenza stagionale, anche l influenza suina può causare un peggioramento di patologie croniche pre-esistenti e in passato sono stati segnalati casi di complicazioni gravi (polmonite ed insufficienza respiratoria) e decessi associati ad infezione da virus dell influenza suina. MF IN EVIDENZA Riccia - Gli allievi potranno scegliere tra vari strumenti con una novità: il tamburello Scuola di musica, realtà di... ferro E ripartita con slancio ed entusiasmo la stagione dei corsi Il sindaco e il maestro Gennarelli hanno incontrato iscritti e genitori Alcuni allievi della scuola di musica in compagnia del sindaco Fanelli RICCIA - Riparte con nuovo slancio la Scuola Comunale di Musica. Martedì sera i docenti guidati dal direttore della Scuola Comunale di Musica Michele Gennarelli, insieme al sindaco di Riccia Micaela Fanelli, hanno incontrato nell aula consiliare gli alunni e i genitori che con passione ed entusiasmo frequentano la Scuola. «La Scuola comunale di musica - ha spiegato il Sindaco Micaela Fanelli - costituisce una delle realtà più solide del nostro Comune. Per questo l amministrazione comunale ha deciso di valorizzarla e di potenziarla con l attivazione, tra l altro, dei corsi di Musica popolare, attività che perseguono l obiettivo di riscoprire le tradizioni popolari e, quindi, le nostre radici. Il corso si inserisce nel progetto più ampio di valorizzazione della cultura popolare, in cui rientra altri due progetti di cultura popolare: la valorizzazione del Museo etnografico allestito nel Magazeno, che sarà oggetto di un intervento in sinergia con la Soprintendenza ai Beni culturali e la creazione del centro di documentazione all interno della biblioteca comunale. Le iniziative per i nostri giovani, vero motore della collettività riccese, sono numerose e hanno la finalità di far si che l energia e la vitalità delle nuove generazioni possa esprimersi in forme positive di aggregazione. La Scuola rappresenta una importante opportunità - ha dichiarato il direttore Michele Gennarelli - per tutti coloro che amano la musica e desiderano coltivarla con serietà e professionalità. La struttura rappresenta, dopo il Conservatorio Perosi di Campobasso, una delle poche realtà musicali nella regione, con un ordinamento istituzionalizzato dall Ente che la gestisce. Gli allievi che frequentano la Scuola hanno costantemente la possibilità di confrontarsi con altre realtà musicali esistenti; riteniamo fondamentale sviluppare l approccio collettivo alla materia musicale, dando la possibilità agli allievi di fare musica e confrontarsi con altre realtà musicali. Per l anno scolastico sono stati proposti ben tredici corsi di musica. Tre le aree della Scuola: per l area di Musica Classica, questi i corsi: Chitarra classica, Fisarmonica, Percussioni, Pianoforte, Violino, Propedeutica. Nell area Musica Moderna ci sono i corsi di: Basso elettronico, Batteria, Canto moderno, Chitarra elettrica. Nell area Musica Popolare, fiore all occhiello della Scuola insieme alla Musica Moderna, ci sono i corsi di: Mandolino, Organetto, Tamburello. 70, al momento, gli iscritti.dd Pietracatella - Sarà l occasione per presentare la figura di don Lorenzo Milani, uomo di grande cultura Un convegno sul ruolo della scuola Tra i relatori Padre Alex Zanotelli, missionario del «Cuore di Gesù» PIETRACATELLA - «Don Lorenzo Milani e la scuola di Barbiana». E questo il tema del convegno organizzato dal Comune di Pietracatella, la Pro loco Pietramurata e dall Associazione di volontariato "Irma Di Marco", in programma oggi alle ore 16 nella sala consiliare del Comune. Il sociale e il ruolo della scuola: questo il tema di rilievo che sarà affrontato durante il convegno; da qui la presentazione della figura di don Lorenzo Milani, una delle personalità più significative del dibattito culturale del dopoguerra. La sua vita, ancora oggi, rappresenta una testimonianza di grande attualità in quanto in quanto interamente dedicata ad esser dalla parte degli ultimi. Dopo un breve saluto del sindaco di Pietracatella Gianni Di Vita e di don Antonio Di Giorgio, parroco di Pietracatella, interverranno padre Alex Zanotelli, missionario comboniano del Cuore di Gesù, Raffaele Luise, giornalista Radio Rai, monsignor Giancarlo Bregantini, Arcivescovo di Campobasso - Boiano. Don Lorenzo Milani Comparetti nacque a Firenze nel 1923 dove morì nel E il 1943 quando Lorenzo ebbe la conversione; l inizio di questa svolta fu il colloquio, avvenuto in modo casuale, con don Raffaele Bensi, che in seguito fu il suo direttore spirituale. Le circostanze della sua conversione sono sempre rimaste piuttosto confuse ed oscure, e non sembra che ci sia stato nessun evento specifico che abbia provocato la conversione del giovane Lorenzo, anche se egli era probabilmente in uno stato di ricerca spirituale da vario tempo. Nel 1943 entrò in seminario. Fu questo un periodo piuttosto duro, poichè Lorenzo cominciò da subito a scontrarsi con la mentalità della Chiesa e della curia: non riusciva a comprendere le ragioni di certe regole, prudenze, manierismi che ai suoi occhi erano lontanissimi dall immediatezza e sincerità del Vangelo. Fu ordinato sacerdote nel duomo di Firenze il 13 luglio Nel dicembre 1954 a causa di screzi con la curia di Firenze, venne mandato a Barbiana, minuscolo e sperduto paesino di montagna nel comune di Vicchio in Mugello, dove iniziò il primo tentativo di scuola a tempo pieno, espressamente rivolto alle classi popolari, dove sperimentò il metodo della scrittura collettiva. Opera fondamentale della scuola di Barbiana è "Lettera ad una professoressa" del maggio 1967, in cui i ragazzi della scuola (con la regia di Don Milani) denunciavano il sistema scolastico ed il metodo didattico che favoriva l istruzione delle classi più ricche lasciando la piaga dell analfabetismo su gran parte del paese. La "Lettera ad una professoressa" fu scritta negli anni della malattia del prete. Alla morte di Don Milani il libro ricevette un incremento di vendite incredibile,diventando uno dei moniti del movimento studenteschi del 68. Altre esperienze di scuole popolari sono nate nel corso degli anni basandosi sull esperienza di Don Lorenzo e sulla "Lettera ad una professoressa". L appuntamento di oggi pomeriggio rientra in una ricca serie di convegni che l amministrazione civica sta organizzando, insieme alle altre altre associazioni, di notevole spessore sociale e culturale. Mafin

11 I ricorrenti attendono le motivazioni per decidere eventuali passi al Consiglio di Stato Donne in giunta, il Tar dice no I giudici amministrativi respingono il ricorso presentato da Sinistra e Libertà sulla mancata presenza del gentil sesso ISERNIA - La giunta provinciale resta così come l ha disegnata il presidente Luigi Mazzuto. I giudici del Tar Molise hanno respinto il ricorso presentato dai consiglieri provinciali di Isernia di Sinistra e Libertà al termine di una lunga camera di consiglio. Il verdetto è stato emesso poco dopo le 19 di ieri sera. I due consiglieri Sorbo e Cuzzone avevano sollevato, tramite l avvocato Enrico Giammaria, il problema che all interno della giunta provinciale - come previsto dallo statuto - sono assenti le donne. Ma i giudici amministrativi hanno rigettato il ricorso per non legittimazione ad agire. Avrebbero seguito la linea difensiva dell avvocato Umberto Colalillo che ha sottolineato come non vi fosse leggitimità da parte dei due consiglieri ad agire. «Una sentenza completamente diversa da quella emessa da altri tribunali amministrativi sempre sullo stesso tema» si limita a dire il consigliere provinciale Sorbo che attende di conoscere la motivazione della sentenza e nel caso in cui vi fossero i presupposti anche a ricorrere al Consiglio di Stato. Nessuna dichiarazione a caldo invece è giunta dal presidente della Provincia, fuori città contattato telefonicamente ha detto di attendere la chiamata dal suo avvocato per la conferma ufficiale. Insomma la giunta provinciale resta immutata, nessuno esce per far posto ad una donna. D altronde, nonostante le quaranta candidate, nessuna è risultata eletta. In questi giorni intanto tra gli assessori c era il timore di dover cedere il passo a qualcuna. Ma ognuno difendeva il suo posto. mpt Il presidente del Tar, Giorgio Giaccardi Dodici imputati per associazione finalizzata alla contraffazione False griffe, l udienza slitta al 23 dicembre I carabinieri denunciano per truffa un 50enne abruzzese Si fece consegnare 2 casette in legno e sparì, denunciato ISERNIA - Associazione a delinquere finalizzata alla contraffazione di marchi per capi d abbigliamento, detenzione per il commercio di prodotti falsi, frode presso le aziende industriali nazionali e frode nell esercizio del commercio rappresentano i capi d imputazione per dodici imputati. Ieri mattina nel tribunale di Isernia era in calendario il processo su cui incombe la prescrizione. La vicenda infatti risale al 2003 quando nel corso di un normale controllo venenro scoperti alcuni capi contraffatti, la cui realizzazione avveniva ad opera di una serie di piccolii imprenditori del settore tessile. Un indagine che ha portato sul banco degli imputati dodici persone e alla costituzione di parte civile di alcuni tra i più famosi stilisti. Il processo già incardinato ha registrato ieri una nuova composizione del collegio giudicante. Ieri mattina è stato chiesto un rinvio e il presidente Ferdinandi ha aggiornato l udienza al 23 dicembre. A due giorni da Natale saranno ascoltati tutti i testi del processo che vede coinvolti dodici imputati. mpt Slitta l udienza a carico degli zingari coinvolti nell operazione Market rom ISERNIA - I quattro indagati per detenzione finalizzata allo spaccio, finiti in manette a giugno nel corso dell operazione Market rom dovranno presentarsi nuovamente in tribunale a breve. I rom, tra cui anche alcune donne, avrebbero scelto la strada del rito abbreviato. Ieri mattina il processo a carico dei rom, accusati di gestire il mercato dello spaccio in città e stroncato dall operazione dei carabinieri è slittato per un impedimento del legale difensore, Carmine Verde. ISERNIA - Si presentava a nome di un impresa commerciale della provincia di Isernia, che aveva cessato l attività nei mesi scorsi, e da un azienda della provincia di Caserta si faceva consegnare due casette in legno. Le due baite, che potevano essere adibite a seconda casa, una volta consegnate però non sono state pagate dall uomo che ha fatto perdere le proprie tracce. Il titolare ha sporto denuncia e le indicazioni fornite ai militari hanno permesso di risalire all autore della truffa. Un danno per il titolare dell azienda del casertano stimato in oltre ventimila euro. Il tempo infatti ha fatto la sua parte e i carabinieri della stazione di Isernia hanno scovato l autore della truffa. Un uomo di 50 anni della provincia di Chieti è stato così denunciato per truffa al termine di una laboriosa ricostruzione dei fatti. E le due casette in legno sono state recuperate dai militari. mpt Il legale di Castiello precisa: abbiamo fatto Appello ISERNIA - Il 3 novembre scorso, su molti mass-media locali, è stata diffusa la notizia della condanna, da parte del G.I.P. del Tribunale di Cassino, del dott. Giulio Castiello alla pena di mesi due di reclusione convertita in Euro 2.280,00 di multa, a seguito della querela sporta dal D Ambrosio Alfredo per una presunta dichiarazione diffamatoria a mezzo stampa. Mi corre l obbligo di precisare, quale difensore di fiducia del Castiello, che il decreto penale di condanna, com è noto non solo agli operatori del diritto, rientra, così come previsto dalla normativa vigente, tra quei «provvedimenti speciali», adottati «inaudita altera parte», che, se proposta opposizione, come nel caso di specie, sono considerati ope legis revocati. Ad oggi pertanto non si può parlare assolutamente di una sentenza di condanna, nè tantomeno di un successivo grado di appello, atteso che il processo di primo grado dovrà ancora essere celebrato, avendo il Castiello proposto tempestiva opposizione in data 27/10/2009.

12 12 ISERNIA NUOVO oggi MOLISE Sulle scuole è ancora polemica Pronta la casa dello studente E per il trasferimento degli alunni della S.Giovanni Bosco si aspetta e mettere in sicurezza gli alunni. Mentre vi sarebbero da parte del dirigente scolastico della Giovanni XXIII remore a spostare gli alunni nei prefabbricati nell area dell ex terminal. Il collega della Andrea d Isernia si è lamentato per aver più volte chiesto sei aule, ma finora le sue richieste sono rimaste inascoltate. Insomma la vicenda delle scuole a Isernia rischia - afferma Luciano Sposato del Pd - di diventare un boomerang per l amministrazione. Tanto più che l idea di trasferire gli alunni della San Giovanni Bosco alla Casa dello studente non piacerebbe a tutti. E così la questione scuole sicure si ingarbuglia sempre di più. Il sindaco di Isernia ha affidato all assessore Rosa Iorio la delega dell edilizia scolastica e alla pubblica istruzione, una mossa che potrebbe avere ripercussioni sul piano politico. E in politica tutto può succedere. mpt Si tratta di Antonio De Lisi Nella missione al Polo nord un molisano ISERNIA - La Casa dello studente è pronta. All interno dell edificio tutti i lavori sono stati effettuati. Acqua, luce e gas sono funzionanti. E questione di giorni, ma pochi, e poi finalmente gli alunni della San Giovanni Bosco potranno traslocare nei nuovi locali. Intanto sulla vicenda legata alla situazione delle scuole si agitano gli animi all interno del palazzo municipale che ha ospitato la riunione della commissione realizzata ad hoc per affrontare la questione delle scuole. Ma l incontro dell altro giorno è finito con un nulla di fatto. Gran parte dei dirigenti scolastici non avrebbero gradito le scelte approvate dalla maggioranza in consiglio comunale. L unica voce fuori del coro è stata quella del dirigente scolastico della Ignazion Silone, contento per la scelta di chiudere la scuola ISERNIA - Un ricercatore di Colli a Volturno, Antonio De Lisi partecipa ad una missione Global Seed Vault al Polo nord insieme ad un collega Gaetano Laghetti di Bari, entrambi ricercatori dell Istituto di Genetica Vegetale del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Nell area Global Seed Vault sepolta nei ghiacci dell Artico - definita una sorta di arca di Noè - sono stati portati i semi provenienti da centinaia Il Prefetto ha passato in rassegna il picchetto interforze schierato ai piedi del monumento ai caduti L unità nazionale celebrata a Isernia Messa solenne e deposizione di corone per la festa delle Forze armate di Paesi, una sorta di banca dei vegetali. Un caveau pronto ad assicurare la conservazione di specie per migliaia di anni. I due ricercatori tra cui il molisano De Lisi dal 16 novembre al 7 dicembre parteciperanno alla missione scientifica al Polo nord. Lo scopo della missione - sottolineano i due ricercatori - è quello di avviare uno scambio reciproco di metodiche moderne e innovative nell ambito della caratterizzazione biochimica e della conservazione di germoplasma di elevato pregio agronomico e scientifico e di contribuire alla salvaguardia dei semi che consentiranno all agricoltura di adattarsi a sfide ISERNIA - Celebrata anche a Isernia, con i dovuti onori, la giornata dell unità nazionale e delle Forze armate. La solenne celebrazione eucaristica officiata in cattedrale dal presule pentro, monsignor Salvatore Visco, alla presenza dei gruppi di combattenti e reduci, e di tutte le autorità civili e militari della città, ha aperto la manifestazione in ricordo del 91^ anniversario della vittoria della Grande guerra. Nel corso dell omelia il vescovo di Isernia ha insistito sulla necessità di riflettere sugli ideali di pace gostino ha passato in rassegna il picchetto interforze schierato in rappresentanza di tutti i corpi armati. Dopo l alzabandiera e la deposizione delle corone di alloro ai piedi del monumento ai caduti, il colonnello dell Esercito Spensieri ha dato lettura dei messaggi del Presidente Napolitano e del Ministro della Difesa. Particolarmente toccante il ricordo del significato storico della celebrazione dell unità nazionale curato da Antonio Battista, giovane studente del liceo Fascitelli. In chiusura tutte le autorità civili e militari hanno reso omaggio alla memoria del caporale maggiore Di Lisio recentemente caduto in Afghanistan nell adempimento del proprio dovere di uomo e di soldato. Francesco Bottone Il ricercatore De Lisi e libertà che ci sono stati trasmessi dalle generazioni precedenti, da quegli eroi che hanno versato il proprio sangue sull altare della Patria e dell unità nazionale. Dopo la messa solenne, un lungo e composto corteo, formato dai labari delle associazioni combattentistiche e in armi, e dalle scolaresche della città, ha raggiunto il monumento ai caduti. Il Prefetto di Isernia D A- Domani all Itis di Isernia la presentazione dell iniziativa Apprendimento, la Cgil lancia la raccolta firme quali il cambiamento climatico o le malattie che colpiscono i raccolti, dato che ogni giorno che passa - continua De Lisi - perdiamo parte della biodiversità delle coltivazioni vegetali. L idea è quella di recuperare, in caso di disastri naturali, la tradizionale varietà genetica delle colture nel mondo. La cassaforte mondiale dei semi è destinata a conservare e proteggere la biodiversità delle colture alimentari del pianeta. Questa anomala banca si trova nei pressi della città di Longyearbyen, capitale dell arcipelago delle Svalbard. Lo studente del Fascitelli Antonio Battista ha ricordato la vittoria ISERNIA - Si terrà domani pomeriggio, alle 16,30, presso l Itis di Isernia, un assemblea per illustrare la proposta di legge di iniaziativa popolare «Diritto all apprendimento permanente», promossa da Cgil, Spi, Flc e Auser. La Cgil ha avviato una capillare raccolta di firme a supporto della proprosta di legge. «Il disegno di legge, - spiega Maurizio Cacciavillani della Cgil - nasce per colmare la sporadicità degli interventi che in questi anni ha caratterizzato la formazione permanente. E indispensabile - aggiunge l esponente della sinistra - creare una rete di corsi rivolti agli adulti, al fine di creare migliori condizioni di conoscenza e competenza per garantire l inclusione alla partecipazione sociale a tutti i cittadini». La sede della missione

13 NUOVO oggi MOLISE AGNONE-ALTO MOLISE 13 L ATTUALITA Il sindaco sottolinea l impegno dei caporali Caiazzo e Moavro Poggio Sannita ricorda i caduti Palomba ringrazia i militari Toccante discorso del primo cittadino Il sindaco Palomba POGGIO SANNITA - «Anche noi abbiamo ritenuto doveroso celebrare la Festa dell Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate ricordando i caduti di tutte le guerre». Così il sindaco di Poggio Sannita, Tonino Palomba, che ha presenziato alle celebrazioni di ieri in paese. Un appuntamento reso quest anno particolarmente significativo dalla presenza, tra le Forze armate italiane, di Marianna Moavro, prima donna poggese con le stellette, e di Sergio Caiazzo, da poco rientrato da una missione in Kosovo. «Ringrazio per la partecipazione gli alunni e i docenti della scuola primaria e dell infanzia che, sfidando influenza e freddo, ravvivano con la loro presenza questa ricorrenza significativa anche per i nostri più piccoli cittadini. - ha esordito i sindaco nel discorso ufficiale - Ringrazio il parroco don Francesco Martino che ha dato subito piena disponibilità ad officiare una funzione in memoria dei caduti di tutte le guerre; ringrazio e saluto tutti voi concittadini che siete intervenuti. Oggi, a due anni dal 150^ anniversario dell Unità d Italia, si deve rinvigorire, specie nelle giovani generazioni, quel patrimonio di identità e di coesione nazionale che abbiamo saputo costruire nel corso della nostra storia, anche attraverso dolorose esperienze. I nostri militari, a cui rivolgiamo un pensiero riconoscente per il loro quotidiano impegno al servizio dello Stato, sono l espressione migliore dell unità nazionale. Sempre pronti a fronteggiare i disagi di popolazioni colpite da disastri naturali, per concorrere alla sicurezza dei cittadini, per contrastare ovunque il terrorismo e per contribuire, nell ambito delle missioni internazionali, alla costruzione di un futuro di convivenza pacifica. In questa data simbolo per i militari e per il popolo italiano - ha continuato Palomba - riserviamo un particolare ed affettuoso saluto a due nostri carissimi giovani concittadini che, con responsabilità e senso del dovere, vestono la divisa militare: Marianna Moavro, prima storica ragazza poggese con le stellette, arruolatasi il 3 marzo di quest anno, oggi Caporale presso la Scuola Sottufficiali dell Esercito Italiano di Viterbo; Sergio Caiazzo, 28 anni Caporal Maggiore dell Aeronautica Militare Italiana di stanza presso il 34^ Gruppo Squadroni Aves Toro, in Venaria Reale (TO), da poco rientrato in Italia reduce dalla missione di pace in Kosovo e componente anche del contingente italiano impegnato in Bosnia-Erzegovina». Prima della conclusione della cerimonia il sindaco Palomba ha inteso rivolgere il suo pensiero, che è stato quello di tutta la comunità poggese, con un minuto di raccoglimento, «ai caduti di tutte le guerre, in particolare quest anno il nostro commosso ricordo al Caporal Maggiore, Alessandro Di Lisio, figlio della nostra terra, morto in Afghanistan nel luglio scorso». fb Sant Angelo del Pesco - Delle Donne replica al consigliere provinciale abruzzese Fagnilli (Idv) «I cittadini vogliono la centrale» La realizzazione dell impianto a biomasse anima il dibattito Dall Abruzzo Il caporale maggiore Caiazzo SANT ANGELO DEL PESCO - E Cesidio Delle Donne, che in una nota indirizzata alla stampa si firma «cittadino di Sant Angelo del Pesco», ad intervenire nel dibattito in merito alla centrale a biomasse del paese. «Merita un plauso l iniziativa del consigliere dell Amministrazione provinciale di Chieti Palmerino Fagnilli. La sua preoccupazione per gli effetti non positivi derivabili dalla realizzazione del centro produttivo energetico a biomasse è la stessa preoccupazione dei cittadini di Sant Angelo che in maggioranza vogliono l impianto. Può essere sicuro, Fagnilli, che l amministrazione comunale di Sant Angelo non è esposta alle lusinghe e alle offerte dei costruttori di centrali. Basti pensare solo che il terreno ove dovrebbe sorgere la centrale è di proprietà di un cittadino di Pizzoferrato (il comune di origine del consigliere provinciale dell IdV, Fagnilli, ndr). L Amministrazione vuol cercare di dare una risposta concreta alla cittadinanza che da sempre, come tutto il circondario, vive umiliata e offesa in una zona di abbandono. Tutti i santangiolesi vogliono la tutela e la salvaguardia del territorio e l amministrazione civica è pronta al confronto con tutte le istituzioni. I localismi, lo sappiamo bene, rovinano il nostro territorio bello ma povero. L invocazione, dell ex sindaco di Pizzoferrato, di fare sistema è cosa sacrosanta come lo era quando nel 1992 il sindaco di Sant Angelo, Pietro Ciccarelli, tentò di realizzare un consorzio tra i Comuni del Centrosangro con i molisani: Castel del Giudice, San Pietro Avellana e Sant Angelo del Pesco e gli abruzzesi: Gamberale, Pizzoferrato e Ateleta. Nello spirito di un associazione omogenea con interessi e prospettive unitarie, anche il Sangro poteva dimostrare di scorrere. Dalla buona volontà di Palmerino Fagnilli ci aspettiamo ancora L orgoglio di tutta la comunità cittadina per le importanti attività svolte nell Esercito dalla prima donna poggese con le stellette e dall aviere reduce da una missione in Kosovo molto. Anche se nei sette anni che è stato sindaco è stato meno sistemista e più solista, ricordiamo la notte in galleria, la restituzione dei gadget ad un Presidente. Ora ci auguriamo che rivolga al Presidente della provincia di Chieti, Di Giuseppeantonio, un interrogazione sul mancato completamento della strada di Fondovalle Sangro che ci umilia tutti. Chieda, Fagnilli, perché nessuno alza la voce, nessuno segue più il progetto relativo al collegamento tra la stazione di Gamberale e stazione di Civitaluparella, del costo di 91,21 milioni di euro di cui solo 71,3 milioni coperti. Si vada alla ricerca di chi è la colpa se ancora le progettazioni definitive sono in fase di completamento. Si faccia sistema perché la strada, dopo il collasso del viadotto Barche e della galleria che fu grotta di Natale, rischia di rimanere per sempre strada provinciale, tortuosa e malagevole a causa del collasso economico». Il leader dell Udc condanna duramente il no al crocifisso negli edifici pubblici «Uno schiaffo alle nostre radici» Il consigliere Menna commenta la sentenza della Corte europea «LA SENTENZA della Corte europea dei diritti dell uomo è un fatto grave ed aberrante che va nel senso opposto alla cotruzione dell Europa dei popoli». E quanto ha dichiarato il capogruppo dell Udc in Consiglio Regionale, Antonio Menna. Così l esponente politico abruzzese interviene nel dibattito innescato dalla decisione della Corte europea che ha recepito l istanza di una cittadina italiana. «Il no al crocifisso nelle scuole - ha proseguito il ledaer dell Udc abruzzese, Menna - è uno schiaffo alle nostre radici cristiane, La caporale Marianna Moavro, prima donna con le stellette a Poggio alla nostra cultura, alla nostra storia ed alla nostra civiltà. Il crocefisso non è solo il simbolo del cristianesimo, ma anche della nostra storia e della cultura italiana. Questa sentenza dimostra che non aver inserito l identità cristiana nel Trattato è stato un errore. In Abruzzo - ha concluso Menna - l attaccamento alla fede cattolica è stata sempre un ancora di salvezza, soprattutto nei momenti più difficili, come la recente tragedia del terremoto a L Aquila. Bene ha fatto il Governo italiano ad impugnare la sentenza». fb Appuntamento eno-poetico «Vini diversi, versi divini», torna l evento AGNONE - Torna l ormai consueto appuntamento con il simposio eno-poetico dal titolo «Versi di-vini Vini diversi». L originale manifestazione, in programma per sabato, sta diventando una vera vetrina della produzione vinicola molisana. Ancora una volta il Centro Studi Alto Molise Luigi Gamberale organizza, nella sala convegni del Caseifico Di Nucci ad Agnone, l annuale simposio che unisce «in un simpatico e accattivante connubio vino e poesia, gastronomia locale e cultura nazionale», spiegano gli organizzatori. Si tratta di un evento promosso dall Istituto Alberghiero di Agnone e dell Accademia Italiana della Cucina. «La manifestazione si sta trasformando in un appuntamento di grane importanza e visibilità per la promozione dell immagine non solo culturale ma anche enogastronomica e agrituristica del Molise», continuano i curatori dell evento. A partire dalle ore 17 gli interventi dell assessore regionale al Turismo Marinelli, del presidente dell Arsiam Orlando, del dirigente dell Istituto Alberghiero di Agnone, del presidente della sezione Molise dell Accademia Italiana della Cucina, del presidente della Camera di Commercio di Isernia, e della casa vincola sponsor San Nazzaro di Monteroduni.

14 Venafro - A presentare istanza i consiglieri Sorbo e Potena Bilancio, accolto il ricorso Il Tar deciderà ad aprile I giudici si pronunceranno nel merito VENAFRO - Il giudizio amministrativo sul Bilancio 2009 finisce nel merito. Esattamente per il prossimo aprile Ieri dinanzi al Tar Molise è stato discusso il ricorso del capogruppo cittanovista Antonio Sorbo in relazione all approvazione della delibera di Bilancio del corrente anno. Secondo Sorbo il Bilancio è stato votato ed approvato in palese difformità da quanto prevede il regolamento comunale. Senza cioè che sia stato preventivamente inviato ai capigruppo, perchè potessero contribuire ad emendarlo e migliorarlo. Ma il dato importante è un altro: la Corte Amministrativa di Campobasso non ha respinto il ricorso perchè presentato fuori termine. A sostenerlo erano stati molti esponenti della maggioranza. Del resto in queste ultime giornate c era stata una discussione sulla mancata visibilità del Bilancio, affisso nella bacheca comunale. A sostenerlo il gruppo di minoranza cittanovista, formato dallo stesso Sorbo e Carlo Potena. La delibera d approvazione del Bilancio, secondo una memoria di Potena, era stata visibile solo a partire dal 3 giugno 2009 e non prima (il 29 maggio, il giorno dopo la votazione in Consiglio, ndr). Da qui poteva nascere uno sforamento nel termine di presentazione del ricorso, fissato in novanta giorni. Ma così non è stato. In tutti i casi il Tar Molise si dovrà pronunciare nel merito ad aprile, sostenendo oppure respingendo la tesi di Sorbo. Per alcuni tecnici se il Tar Molise annullerà nel merito la delibera relativa al Bilancio, non ci sarà più tempo per rimediare. E allora? Potrebbe anche succedere che senza approvazione del Bilancio viene a cadere la fresca Amministrazione di Nicandro Cotugno, con l indizione di nuove elezioni. Ma qualcuno ipotizza un approvazione postuma, tramite un escamotage assolutamente legale. Con la nomina cioè di un commissario ad acta da parte del Prefetto di Isernia. Ieri comunque l avvocato Roberto Giammaria, che difende le ragioni di Sorbo, ha chiesto alla Corte amministrativa il pronunciamento nel merito. Rinunciando di fatto alla richiesta di sospensiva. Una mossa tattica che sposta il giudizio di alcuni mesi e tiene con il fiato sospeso l intera collettività venafrana. Mentre sul collo dell intero esecutivo comunale continua a pendere una brutta spada di Damocle. Qualcuno nella maggioranza tende a minimizzare ed a dichiarare: vedrete che tutto si risolverà in una bolla di sapone. Comunque ad aprile è attesa l ardua sentenza. Emmelle IN EVIDENZA Dalle aule di Ceppagna giudicate inagibili gli alunni torneranno nel vecchio stabile Scuole, verso un nuovo trasferimento VENAFRO - A Ceppagna, come Nuovo Molise ha scritto in esclusiva, sono state appena dichiarate inagibili dalla Asl le tre aule provvisorie di piazza padre Pio. In cui si trovano due classi della materna ed un asilo nido. Si pensa di ritrasferirle dove erano prima. Esattamente nel vecchio edificio scolastico di via Nunziata Lunga, che ha il solaio inagibile e dove sono ospitate, in un ala isolata, le uniche tre classi delle Elementari. Tutto perciò ruota sul progetto di recupero del solaio dell ampia scuola della frazione. Sono stati i tecnici dell Università di Cassino a scoprire che la copertura dell edificio è vulnerabile alle scosse sismiche. Tecnici che stanno tuttora lavorando sulla Scuola Media di Venafro. L incarico di recupero della struttura è stato affidato ad un esperto ingegnere venafrano, che entro l anno dovrà presentare il relativo progetto. Da un primo sommario conteggio, servirebbero circa 500mila euro per abbattere e rifare il solaio, insieme ad alcuni impianti. Soldi che la Regione Molise dovrebbe concedere facilmente, trattandosi di un importante Istituto da sistemare. Una volta rimesso a norma il solaio, tutta la Scuola della frazione sarà pienamente agibile e simicamente sicura. Almeno entro i limiti della legge. Ma su tutto aleggia un grande però. I lavori di recupero devono iniziare senza che i ragazzi frequentino la scuola, per non interferire col cantiere. Si può ipotizzare che tutto deve essere pronto per fine anno scolastico. In modo ottimale i lavori dovrebbero partire già a metà giugno e concludersi entro settembre del 2010, ad inizio del nuovo anno scolastico. Si riuscirà mai a ben coordinare tutta la macchina progettuale e amministrativa? La scommessa verte su quest unica possibilità. Naturalmente alla base di ogni discorso devono esserci i soldi. Diversamente il ragionamento cade come un fragile castello di carte. Va anche precisato che Cefalea a grappolo, studiosi riuniti al Neuromed di Pozzilli POZZILLI - Si riunisce presso il Neuromed la Società italiana per lo studio delle cefalee. L appuntamento è per il 7 novembre, presso l aula magna dell IRCCS Neuromed, a Pozzilli, con il secondo congresso della Sezione Inter-Regionale Lazio-Molise della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee, organizzato dalla dottoressa Anna Ambrosini, responsabile del Centro Cefalee Neuromed e Coordinatrice della Sezione, nonché rappresentante italiana presso l European Headache Federation. Interverranno alcuni tra i maggiori esperti italiani di cefalee tra cui il professor Francesco Pierelli, il professor Paolo Martelletti, la dottoressa Maria Gabriella Buzzi e la professoressa Rosanna Cerbo. Il convegno sarà arricchito anche dagli interventi degli esperti provenienti dalle regioni Lazio e Molise, quali Anna Ambrosini, Gianluca Coppola, Letizia Maria Cupini, Cherubino Di Lorenzo, Francesco Di Sabato, Paolo Rossi, Leonardo Triggiani, Massimiliano Valeriani, ed Armando Perrotta, cui è stato recentemente conferito il Cluster Headache Award 2009, premio internazionale di ricerca proprio sulla cefalea a grappolo. Al termine del convegno si terrà una tavola rotonda aperta ai pazienti affetti da cefalea a grappolo e ai famigliari, durante la quale questi ultimi potranno interagire con gli esperti forulando domande e chidendo consigli. tutta la Scuola di Ceppagna dipende dall Istituto Comprensivo Leopoldo Pilla, ospitato nelle vecchie Medie di Venafro. Di quest ultima scuola si conoscerà il futuro ed il destino solo nei prossimi giorni. L attesa è carica di tensione. Anche perchè sono coinvolte le Medie di Venafro e l intera Scuola di Ceppagna. ML Organizzata da Città Nuova «Gli scacchi di Venafro», la conferenza VENAFRO - Continuano gli appuntamenti culturali organizzati da Città Nuova. La manifestazione denominata «Libri, arte e dintorni» prevede per stasera un dibattito su «Gli Scacchi di Venafro» presso la sede Auser, alle Introduzione di Dario Ottaviano, presidente di Città Nuova. Seguiranno Fabrizia D Urbano, docente di Lettere, su «Gli Scacchi di Venafro». Emilio Izzo, direzione regionale beni culturali, su «Scacchi di Venafro: strategie di recupero e ipotesi di fruizione». Donato Di Memmo, Federazione scacchistica italiana, su «Il gioco degli Scacchi nel Molise». ml LA CRONACA Sesto - In azione i Carabinieri Furto aggravato, denunciate due bulgare SESTO CAMPANO - Indagini lampo da parte dei Carabinieri della stazione di Sesto Campano al termine delle quali due donne, di nazionalità bulgara, sono state denunciate per furto aggravato in concorso. Un caso di furto risolto in meno di ventiquattro ore dai Carabinieri di Sesto Campano. Le due donne, provenienti dalla Bulgaria, si sono rese responsabili del furto di un telefono cellulare. Il reato è stato commesso all interno dello studio professionale di un medico. Dopo la segnalazione dell interessato, gli uomini dell Arma hanno avviato le indagi e, in poche ore, hanno rintracciato le due donne. La perquisizione della loro abitazione ha dato esito positivo, è stata infatti recuperata la refurtiva, il telefono cellulare del medico. Per le cittadine bulgare è scattata la denuncia per furto aggravato in concorso. Da Castel di Sangro a Pozzilli Studenti dell agrario in visita all Energonut L impianto come modello di sviluppo sostenibile POZZILLI - I corsisti dell IPSAA Serpieri di Castel di Sangro in visita all impianto Energonut di Pozzilli. Sviluppo sostenibile vuol dire crescita economica coniugata al rispetto dell ambiente che ospita le attività industriali. Hanno avuto la possibilità di ricevere una testimonianza diretta di questo gli studenti dell ultimo anno dell IPSAA Arrigo Serpieri di Castel di Sangro, che giorni fa hanno visitato il termovalorizzatore di Pozzilli dell Energonut. Accompagnati dal tutor di corso, Glauco Di Sandro, i venticinque corsisti dell Istituto Agrario di Castel di Sangro sono stati ricevuti dallo staff dell ingegner Luigi Narducci, responsabile dell impianto di Pozzilli, che ha illustrato loro le caratteristiche tecniche e tecnologiche alla base del funzionamento dell impianto di termovalorizzazione. Ne è nato un proficuo dibattito sul ruolo svolto in ambito locale dall impianto di Pozzilli, che immette energia elettrica in rete per ben 15mila famiglie, utilizzando prevalentemente combustibile da rifiuti per l equivalente di circa 30mila tonnellate di petrolio/anno, riducendo ad appena il 7-8 per cento del volume in entrata il quantitativo di rifiuti antropici ancora necessitanti di stoccaggio in discarica dopo la combustione. Il momento cruciale della giornata è coinciso con la visita guidata alle componenti tecnologiche e strategiche dell impianto, dal magazzino di deposito del CDR in ingresso, al gruppo caldaia - trattamento fumi, al gruppo turbina - alternatore - condensatore, fino alle torri di refrigerazione.

15 NUOVO oggi MOLISE VENAFRO-AREA VOLTURNO L eco della scelta del sindaco di Cerro sui giornali nazionali e seguita da altri amministratori Indennità destinata ad attività sociali Lo stipendio del sindaco sarà devoluto alle famiglie bisognose 15 CERRO AL VOLTURNO - Vincenzo Iannarelli fa scuola. La sua decisione di rinunciare all indennità di carica fa scalpore anche a livello nazionale. Parlano della notizia agenzie di stampa e il sito web del quotidiano Libero. La notizia ha fatto il giro di tutto il territorio nazionale in breve tempo e soprattutto ha colpito la personalità e gli animi di altri amministratori comunali che forse potrebbero assumere la stessa decisione. Insomma, il sindaco di Cerro al Volturno Vincenzo Iannarelli fatto scuola come si usa dire. La sua scelta, adottata durante l ultima assise civica della settimana scorsa, di rinunciare all indennità di carica e quindi ad uno stipendio fisso di oltre mille euro mensili, ha lasciato tutti inorgogliti e soprattutto ha raccolto consensi ovunque. Ma il fatto più importante riguarda lo scalpore che l argomento ha riscosso a livello nazionale. Quasi tutte le agenzie di stampa nazionali e i siti web più importanti hanno riportato la notizia tutta molisana. Anche il sito web del quotidiano Libero (www.libero-news.it) ha dato ampio spazio alla scelta di Iannarelli che ha lasciato tutti a bocca aperta. Una buona pubblicità anche per il paese di Cerro al Volturno che in questi ultimi giorni è stato menzionato da più parti. Ricordiamo a tutti che Vincenzo Iannarelli ha rinunciato in prima persona a circa 16mila euro l anno, annunciando di voler devolvere la cifra a beneficio della comunità a cominciare dalle famiglie più numerose del paese. La decisione del primo cittadino, annunciata nel corso dell ultimo Consiglio comunale, varrà per l intera durata del suo mandato, cosicchè, al termine dei cinque anni, il comune avrà risparmiato circa 80mila euro che andranno a beneficio dei suoi compaesani. «Ho deciso di rinunciare all indennità - ha detto Iannarelli - per costituire un fondo economico per l incremento delle attività sociali. Considerato che la somma necessaria ad aiutare i cittadini in difficoltà è sempre più esigua, visti i tagli che siamo costretti ad operare nel bilancio comunale - conclude il sindaco di Cerro - ho ritenuto per quest anno e gli anni futuri di devolvere la mia indennità». Una scelta coraggiosa e compiuta con affetto per il paese che si amministra. Hanno seguito il sindaco anche alcuni assessori e diversi consiglieri comunali che sia di maggioranza che di opposizione che hanno deciso di rinunciare ad indennità personali e a gettoni di presenza. michele visco A Filignano si cerca un istruttore del settore finanziario Bandito il concorso per un posto in Comune Rocchetta - L assessore Pontarelli nel direttivo del partito Il Pd avvia una nuova stagione politica FILIGNANO - Il Comune indice un concorso per la copertura di un posto di istruttore settore finanziario e responsabile del servizio. Il bando pubblicato sul portale web. In tempi di crisi è raro poter leggere un bando di concorso che offre posti di lavoro. Questo accade a Filignano, dove il Comune amministrato dal sindaco Romeo Pacitti, ha indetto un concorso pubblico per la copertura di un solo posto di istruttore-settore finanziario e responsabile del servizio (Cat D1). Tutta la documentazione è stata pubblicata, come prescrive la nuova normativa sulla trasparenza sul portale web del piccolo centro della Valle del Volt u r n o t dove è possibile scaricare con semplicità il corposo bando di concorso pubblico. La posizione economica che il vincitore del concorso andrà a ricoprire sarà quella D1. Le domande di ammissione al concorso dovranno pervenire al protocollo del comune di Filignano entro le ore 12 del 30 novembre 2009 a mezzo di posta raccomandata con avviso di ricevimento o consegnata direttamente. Potranno partecipare al concorso tutti coloro che rispetteranno diversi requisiti ed in primis i possessori del diploma di laurea in economia e commercio o titolo equipollente. Per tutti gli interessati è possibile contattare il numero di telefono comunale e cioè La notizia in paese è stata accolta in maniera positiva, ma alcuni si sono detti anche sorpresi da questa scelta dell amministrazione guidata dal sindaco Pacitti, che fino a qualche settimana fa parlava di problemi finanziari, di dissesto finanziario da attuare che è stato evitato e soprattutto di riduzione del personale. Ed ora si vuole aumentare il numero di impiegati comunali, sarebbe meglio conservare e tutelare quelli attuali che reggono le sorti di questo piccolo centro. mi.vi. ROCCHETTA A VOL- TURNO - «Il circolo del Pd sta lavorando sul territorio. I risultati si sono visti durante le ultime primarie». Sono queste le considerazioni di Tony Pontarelli eletto nella direzione regionale del partito. Le ultime primarie hanno segnato una tappa fondamentale nell organizzazione complessiva del Pd a livello nazionale con l elezione del nuovo segretario Bersani e anche a livello regionale con Vinci alla Finestra sul Molise Il concorso ideato dal titolare per accogliere i turisti CEPPAGNA - Indovina i numeri esatti e vinci la colazione oppure l aperitivo o l acquisto di prodotti tipici. E questa l ultima iniziativa dell attività commerciale La Finestra sul Molise. Il gestore Daniele Di Meo intende accogliere in maniera alternativa i turisti. Veramente interessante e particolare l ultima iniziativa in ordine di tempo proposta da Daniele Di Meo, gestore dell attività commerciale La Finestra sul Molise di Ceppagna. All interno dei locali del bar e rivendita di prodotti tipici Di Meo ha ideato un concorso che ha preso il via da qualche giorno e che subito ha riscosso un enorme successo. Tutti i clienti o turisti di passaggio che avranno la fortuna di indovinare un numero a caso selezionato dal gestore dell attività potranno vincere una colazione gratis oppure un aperitivo completo. Basterà solamente avvicinarsi verso un telefono antico presente nell attività commerciale, uno di quelli con la tastiera girevole per intenderci. Se i clienti posizioneranno il loro dito sul numero vincente, programmato prima da Di Meo saranno i vincitori del concorso e avranno modo di fare colazione gratis, oppure ad ora di pranzo o cena di bere un dissetante aperitivo. Indovinando, invece una combinazione numerica a tre cifre i clienti potranno portarsi a casa tranquillamente tutto l acquisto fatto al reparto prodotti tipici. All interno dei locali esiste anche un punto informativo con cartine e deplians vari del Molise. Lo stesso Daniele Di Meo, attuale presidente dell associazione Cippus Informa Molise, che si occupa della promozione di Ceppagna e del famoso piatto dello spezzato di pecora, ha definito questa iniziativa come un modo per accogliere al meglio, alle porte del Molise, tutti i turisti ed i passanti che si recano nei nostri territori. Non c è che dire, un accoglienza del genere è un ottimo benvenuto proprio per tutti. mi.vi. Il titolare de La finestra sul Molise, Daniele Di Meo quella di Danilo Leva. La Valle del Volturno proprio in tal senso può vantare diversi rappresentanti in seno alla direzione regionale del partito. Uno di questi è Tony Pontarelli attuale assessore comunale a Rocchetta a Volturno e responsabile del locale circolo del Pd. Proprio Pontarelli ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno dato fiducia al suo operato politico premiandolo con la fiducia e con il voto che gli ha permesso di ottenere un risultato importante. Insieme a Pontarelli, nella sola Valle del Volturno sono stati eletti diversi rappresentanti come Nico Colicchio di Cerro al Volturno e Anna Frabotta di Rionero Sannitico. Insomma, un Pd che parla con il linguaggio della Valle del Volturno, essendo anche Danilo Leva di Fornelli. «Un voto unanime per Leva - ha detto Tony Pontarelli - è stato quello dei 131 elettori del Pd in paese. Votazione che mi ha permesso di entrare nel direttivo regionale del partito e per questo ringrazio di cuore tutti coloro che hanno creduto ancora una volta nelle mie potenzialità. La Valle del Volturno può vantare diversi esponenti di spicco del partito e questo non deve fare altro che inorgoglirci e spingerci verso mete future ancora più importanti». «A tutto ciò, per quel che riguarda Rocchetta a Volturno - conclude Pontarelli - ha contribuito sicuramente il circolo del Pd, che da tempo ha avviato una nuova stagione politica. Un vero e proprio passo in avanti che ci permetterà di raggiungere altri obiettivi». mi.vi.

16 IN PRIMO PIANO «L approvazione del progetto c è stata il 5 marzo scorso» Utilizzati 270mila euro per la sicurezza dell edificio: «C è stato il massimo impegno» «In campo le forze migliori» Istituto scolastico di via Tremiti a nuova luce: il bilancio dell assessore Di Blasio «ABBIAMO prestato particolare attenzione all edilizia scolastica», ieri mattina l assessore ai lavori pubblici del Comune di Termoli, Mario Di Blasio, affiancato dal dirigente Rosalba Vileno, e dai consiglieri comunali Giuseppe De Lena e Salvatore Di Francia, ha illustrato gli interventi realizzati per dare nuova luce all edificio che ospita la scuola dell Infanzia in via Tremiti. I bimbi dopo aver trascorso mesi all interno della struttura di Difesa Grande tornano nel plesso rigenerato. «Abbiamo dato il massimo delle nostre capacità. Un ringraziamento a tutti e in modo particolare alla ditta Mt. L emergenza è iniziata a settembre 2008 con l interdizione dell attività scolastica. Abbiamo stabilito per priorità di concentrare i 200mila euro sull edificio di via Tremiti incrementando la somma con altri 70mila euro. L approvazione del progetto c è stata - ha detto Di Blasio - il 5 marzo del 2009, l aggiudicazione dei lavori l 11 giugno del 2009 e il 15 giugno la consegna dei lavori. La ditta ha capito le nostre esigenze e ha lavorato anche d estate». Diversi gli interventi per rendere la struttura scolastica a norma di legge e offrire spazi molto accoglienti ai bimbi e a tutto il personale della scuola. Ieri in conferenza erano presenti anche il dirigente del settore, Rosalba Vileno e i consiglieri comunali De Lena e Di Francia C è stata la rimozione di parte del terreno con la sostituzione di materiale adeguato, è stata inserita una soletta armata. «Abbiamo fatto una perizia di variante e i lavori sono stati prorogati per una ventina di giorni» e l altra mattina il rientro dei bimbi in classe. Per la gioia di tutti. Un ringraziamento all assessore Di Blasio anche dal consigliere Di Francia che ha seguito tutto l iter e che vuole fare un plauso anche ai genitori di Difesa Grande. E ora l attenzione si concentra sugli altri plessi e sull urgenza dell edificio scolastico di Difesa Grande. Andrea Nasillo Impegnato l assessorato alle politiche sociali di Termoli Attivazione record per la mensa nell edificio di via Tremiti TERMOLI - A distanza di un solo giorno dal rientro dei bimbi nella Scuola dell Infanzia "San Francesco d Assisi" di via Tremiti, completamente ristrutturata in breve tempo dall amministrazione comunale dopo alcuni cedimenti strutturali verificatisi all inizio dello scorso anno scolastico, nella scuola è stato attivato già da oggi il servizio di mensa scolastica comunale. Ieri mattina, alla presenza dell Assessore alle Politiche Sociali, Antonio Russo, la mensa scolastica è entrata in funzione a pieno regime, e tutti i bambini in possesso dei buoni-mensa hanno potuto già usufruire del servizio. A partire da ieri, quindi, tutti i genitori provvedano a caricare i buoni-mensa secondo le modalità stabilite. «Rivolgiamo un sincero ringraziamento all Assessore Antonio Russo - dice la docente Matilde Dattoli - che si è attivato in prima persona per ripristinare in così breve tempo la mensa scolastica, così come ringraziamo tutta l amministrazione comunale di Termoli per l efficienza e la solerzia con cui si è adoperata per restituire alla comunità i locali della scuola completamente rinnovati e messi a norma». Gli esercenti si lamentano: «Spazi piccoli e anche il maltempo ci danneggia» Box ittici spostati, ma le proteste non si placano SOTTO le mura antiche non andavano bene e dopo un batti e ribatti i famigerati box ittici sono stati spostati. Ma a quanto pare le lamentele non si placano. E le ormai note strutture continuano a far parlare: dopo che sono stati spostati da sotto le mura di cinta affianco alla famigerata scala a chiocciola perché creavano disagio e non solo ai residenti del borgo che abitavano in quella delineata zona. Ora li hanno ubicati a ridosso della diga foranea all inizio della strada dove erano stati ricavati dei parcheggi per i turisti diretti alle Tremiti. Il problema attuale che gli operatori ittici coinvolti hanno riscontrato sta nel fatto che a detto loro i nuovi box sono di dimensioni troppo ridotte (pare che per legge debbano essere provvisti di bagno e antibagno che ridurrerebbero maggiormente la capienza dei box stessi). «Poi visto che ci cerve la cella frigorifero, dove la mettiamo? Come lavoriamo?», ci ha detto uno degli addetti ai lavori. «Ci lavoriamo per preparare il prodotto alla vendita, come facciamo, andiamo in strada?» Un secondo problema poi riguarda la nuova collocazione dei box posti a pochi metri dalla diga foranea: «Chi ha deciso di metterli lì, non sa che quando c è maltempo, le onde del mare superano la diga e l acqua ci arriva addosso. Siamo esposti a tutte le intemperie. Non vogliamo fare polemica, ci teniamo solo a far presente che potevano essere collocati in postazioni più funzionali e meno». Micky Guidetti

17 18 TERMOLI NUOVO oggi MOLISE IL FATTO DEL GIORNO L azienda ha presentato istanza di fallimento in tribunale La Cotras Sud chiude, lavoratori sul lastrico Nella disperazione 17 famiglie: «Chiediamo l intervento delle istituzioni» LA Cotras Sud ha chiuso i cancelli. Il 30 ottobre scorso la proprietà dell azienda storica che operava nel campo della movimentazione di mezzi anche e soprattutto all interno della Fiat già dal 1972, ha presentato, come riferito dai lavoratori, istanza di fallimento al tribunale di Larino. La crisi industriale ha investito il territorio italiano e in Molise i risultati seguono la scia nazionale. «Noi lavoratori, insieme alla Rsu-Uilm, denunciamo - è scritto in una nota - lo scorretto metodo che l azienda ha avuto in questo frangente, infatti avevamo chiesto un incontro per fare il punto della situazione, invece siamo venuti a sapere dell istanza di fallimento da fonti molto vicine alla Proprietà». La Cotras Sud, azienda ubicata al nucleo industriale della città adriatica, ha la sede sociale a Termoli ma la proprietà è a Nichelino, paese in provincia di Torino.. I 17 lavoratori sono arrabbiati e chiedono l intervento delle istituzioni. «Siamo 17 dipendenti che mantenevamo con lo stipendio le nostre famiglie e che da adesso abbiamo serie difficoltà a soddisfare i bisogni quotidiani oltre a bollette e mutui. Facciamo appello alle istituzioni regionali, provinciali e comunali ad essere sensibili e ad attivare gli organi preposti in relazione alle proprie competenze. In questa situazione di estrema crisi ci auguriamo che i tempi procedurali per il riconoscimento della Cigs si accorcino e questo può succedere - scrivono i lavoratori e le Rsu Uilm - solo se tutti ci adoperiamo in tal senso. Ci preme ricordare che da dicembre 2008 siamo stati posti in Cigo e che già da quella data noi e le nostre famiglie viviamo con circa 700 euro mensili, inoltre da 2 mesi con percepiamo nessun stipendio, e da adesso invece dovremmo vivere (si fa per dire) anche senza quel sostegno al reddito fino al pagamento della Cigs o del Trf maturato. La situazione richiede una seria e oculata attenzione visto che i tempi delle procedure sono di norma da considerarsi medio-lunghi». Un periodo nero che i 17 lavoratori vogliono superare e vogliono garantire un futuro alle loro famiglie. Andrea Nasillo 4 NOVEMBRE 2009 Conservare il ricordo di chi non c è più è sempre molto importante Corona d alloro immortale Omaggio nella commemorazione ai Caduti in guerra La cerimonia al cimitero, in piazza Monumento e al porto UNA corona d alloro deposta dal sindaco di Termoli, Vincenzo Greco ieri mattina in ricordo dei Caduti di tutte le guerre. La delegazione dell amministrazione comunale con due vigili in alta uniforme hanno iniziato con il sacrario all interno del Cimitero, poi davanti al Monumento nella piazza principale di Termoli per poi recarsi al porto davanti allo stele che ricorda la Gente di Mare caduta per servizi militari e civili. Un momento particolarmente sentito e che ogni anno abbraccia in un fine comune tutti i cittadini. Conservare la memoria di chi non c è più e ha fatto i conti con la morte in difesa della patria è importante. Micky Guidetti MONTENERO DI BI- SACCIA - Un momento di grande partecipazione collettiva per la commemorazione del 4 Novembre, giornata dedicata alle Forze Armate ed ai Caduti della I Guerra Mondiale, anche in Piazza della Libertà a Montenero di Bisaccia. E nella mattinata di ieri, infatti, che di fronte al Monumento in onore dei Caduti locali, una rappresentanza comunale capeggiata dal vice sindaco Donato Benedetto e dall assessore Angelo D Amario ha incontrato la cittadinanza per celebrare e ricordare pubblicamente il valore della Patria e di quanti sono morti sacrificando la propria vita combattendo per la A Montenero di Bisaccia Le forze armate, il valore della patria e di chi l ha difesa Il vicesindaco Benedetto: «Ricordare è e sarà sempre un dovere morale» libertà, la democrazia e l unità nazionale. Una cerimonia che è incominciata con la celebrazione di una Santa Messa di suffragio e che è terminata in piazza sulle note dell inno di Mameli con la deposizione di una corona d alloro ai piedi del monumento. «Ricordare è e sarà sempre un dovere morale» ha affermato il vice sindaco Donato Benedetto dopo i saluti al Presidente dei combattenti e dei reduci di guerra, alla Protezione Civile ed a tutte le autorità presenti. «E necessario che la memoria sia strumento di coscienza civile nel presente e che ognuno si assuma sempre la responsabilità della propria storia, affinché si costruiscano ponti per unire e non confini che dividono. Il monito che vorrei trasmettere è di non sacralizzare la guerra, la commemorazione di oggi rende onore a quanti hanno sacrificato la propria vita per la Pace e non alla guerra in sé». Un momento di crescita civile per tutti, dunque, a cominciare dai più giovani e dagli stessi bambini delle scuole elementari intervenuti che hanno intonato con le limpide voci l inno nazionale e che sono la nostra speranza per un futuro di pace. Laura D Angelo

18 NUOVO oggi MOLISE MONTENERO-CAMPOMARINO 19 Sotto la lente, per l ennesima volta, la situazione nella quale versano gli operatori dei bus cittadini Gtm, domani arriva il quarto sciopero I lavoratori del servizio pubblico incrociano le braccia QUARTA azione di sciopero dei lavoratori della Gtm, l azienda che si occupa del trasporto pubblico urbano a Termoli. «Siamo consapevoli - si legge nella nota sindacale - di creare disagio ai lavoratori ma sembra che all amministrazione comunale non importi molto dei nostri problemi». E sono problemi, quelli dei lavoratori della Gtm, che vanno avanti da parecchio. Tra stipendi che non arrivano o arrivano in ritardo, e condizioni di lavoro al limite, gli autisti dei bus urbani avevano anche protocollato un esposto proprio contro la Gtm. E adesso arriva questa nuova ondata di sciopero che si terrà domani. «Il servizio - si legge nella dichiarazione di sciopero - sarà garantito nelle fasce orario dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 13 alle 16». Le motivazioni sono tante: «il turno di lavoro adottato non riconosce periodi lavorativi relativi alle soste e ai tempi di trasferimento necessari per recarsi, dopo aver preso l autobus, sul luogo ove inizia il servizio e funzionali allo svolgimento dello stesso. Il lavoro straordinario normalmente inserito nel turno ordinario Campomarino - Sotto la lente la legittimità o meno del governo Il giorno della verità rimandato a dicembre di lavoro non è concordato e non è riconosciuto. Lo svolgimento dei compiti di vendita e verifica dei biglietti pur essendo satura la prestazione di operatore di esercizio. Il riposo settimanale è inferiore ai minimi previsti e la scelta del vestiario uniforme è fatta senza il previsto accordo». Tutte motivazioni che hanno spinto i lavoratori ad incrociare, di nuovo, le braccia. Mic. Bev. Il Tar non si è espresso sull amministrazione CAMPOMARINO - Rimandato il "giorno della verità". L atteso pronunciamento del giudice amministrativo stabilito per ieri è stato rinviato. Campomarino dovrà attendere il prossimo 16 dicembre per sapere se la attuale amministrazione è legittima o se per presunti vizi ed irregolarità i cittadini dovranno tornare al voto. Già nella mattinata dal capoluogo di Regione è arrivata la notizia che il Tribunale Amministrativo Regionale non avrebbe parlato. L avvocato Tonino Martino ha riscontrato che i Giudici non avevano agli atti la sentenza che la scorsa settimana ha dichiarato decaduto dal Consiglio Comunale Vito D Aprile. Il capolista di Campomarino Democratica è fuori in quanto non ha lasciato il collegio dei Revisori almeno cinque giorni prima dalla presentazione della lista dove era candidato sindaco. Perciò l avvocato ritiene che sia invece necessaria la disamina da parte del Tar del responso di appello. «Certo - continua Martino - poi non posso non rilevare che i contro ricorsi proposti dai resistenti di "Noi Campomarino" sono fuori massimo. La materia, come già dichiarato, è, però, molto articolata tanto che sono pronto alla discussione che implichi la verifica dell istruttoria». Nessuno scenario mutato dunque al momento. Anche se ora è sempre più cogente e pressante la ricostituzione del Consiglio e la questione «surroga». Chi e come si procederà per la sostituzione in Consiglio di D Aprile? Entrerà Vincenzo Cordisco o Antonio Saburro? Primi dei non eletti rispettivamente di Campomarino Democratica e di Impegno Comune. Angela Carafa Il karaoke si arricchisce con la braccialeria Il divertimento al «Gatto Felix» IL divertimento al «Gatto Felix» con i mitici giovedì del karaoke non si placa. Anche questa sera torna all appuntamento con il canto e con tanta buona musica. Ma c è una novità importante: all ingresso saranno distribuiti dei braccialetti in basa allo stato sentimentale di ogni persona. Cinque colori diversi per ogni stato. Così il divertimento sarà ancora più evidente. Luca Varanese compie oggi tre anni! LO splendido Luca Varanese oggi compie 3 anni. Una piccola candelina che fa il bellissimo bambino un anno più grande. In questo giorno così importante gli auguri più cari dai nonni Nicola e Assunta, dagli zii e dai cuginetti tutti. Auguri anche dal Nuovo Molise. «Ci siamo attivati tutti subito» Montenero avrà ancora il suo Presepe vivente La conferma della Proloco «Frentana» all indomani dell incendio della struttura CI aveva fatto preoccupare seriamente, questa volta, e dubitare sulla sua realizzazione per le prossime festività natalizie. Ma il Presepe vivente si farà, è confermato, anche quest anno aprirà puntuale le proprie porte allo scoccare della mezzanotte del 24 dicembre. La rassicurazione arriva dall Associazione Proloco «Frentana» che, sebbene i danni provocati dall incendio del 31 ottobre scorso siano quanto mai ingenti e significativi, si è da subito attivata per il ripristino di un appuntamento noto a livello nazionale e sentito sempre dalla cittadinanza come irrinunciabile, sempre più parte integrante della propria cultura, tradizione e identità. Senza dubbio le difficoltà ci sono e si avvertono, i ritmi sono incalzanti e le scadenze improrogabili, ma se il fattore tempo non aiuta, una risposta positiva sta arrivando proprio dalla stessa collettività, che ha preso molto a cuore il problema della ricostruzione impegnandosi attivamente e direttamente con opere di solidarietà e dedicando i propri ritagli di tempo libero per investirvi energie e forza lavoro. «E significativo che molti cittadini si siano offerti di lavorare già il giorno successivo a quello dell incendio - sostiene Anna Rita Colecchia, una delle prime collaboratrici della Proloco a giungere sul posto al momento dell incendio - ci siamo attivati tutti immediatamente, ma dell appoggio della nostra comunità abbiamo molto bisogno». E non solo di forza lavoro, ma anche di volontari che si prestino ad interpretare L ANGOLO DEGLI AUGURI Jolanda Russo splendida neodottoressa SI è brillantemente laureata il 26 ottobre presso l università di Padova facoltà di Psicologia la neo dottoressa Jolanda Russo, graziosa ragazza di 24 anni di Portocannone. Ha conseguito 109 su 110 relazionando una innovativa tesi specialistica in psicologia dello sviluppo e dell intervento nella scuola sulla questione del terremoto di San Giuliano. Gli auguri gli vengono sinceramente dati da tutti gli amici di Portocannone, da tutta la famiglia, in particolare dal papà, dalla mamma, e dal fratello che oggi più che mai sono orgogliosissimi di avere in famiglia una ragazza brillante come Jole. Infiniti auguri anche dal Nuovo Molise e... ad majora. nei giorni della rappresentazione i tanti personaggi vestendo magari i panni di un centurione, di un pastore o di un oste, mettendo a disposizione animali o solo oggetti ed utensili di uso quotidiano. «In seguito ai lavori di sistemazione effettuati l anno scorso contavamo di non dover dedicare troppo tempo alla manutenzione del Presepe per la 26^ Edizione di quest anno. Le fiamme hanno annullato i nostri propositi ma non ci perdiamo d animo, il Presente vivente ci sarà». Se ad oggi restano ancora sconosciute le cause dell incendio, La Proloco sceglie di guardare avanti. Laura D Angelo Sulla Ss87 Tir si ribalta Tamponamento tra auto, donna in ospedale AVREBBE potuto avere conseguenze peggiori il tamponamento tra due auto all incrocio di fronte il centro commerciale "Il Punto" sulla Statale 16. L incidente è avvenuto nel pomeriggio di ieri. In ospedale è finita una 39enne di Savignano sul Rubicone. Nella mattinata, invece, un Tir carico di pietre si è ribaltato nei pressi dello Zuccherificio sulla Ss87. Traffico in tilt per diverse ore su tutto il tratto.

19 22 BASSO MOLISE NUOVO oggi MOLISE IN PRIMO PIANO E per il basso Molise: «Vengano privilegiati i partiti a noi vicini» La nota del presidente della commissione Lavori pubblici L ingresso di Guglionesi avrà la sua nuova rotonda GUGLIONESI avrà finalmente la sua rotonda. L annuncio è arrivato direttamente dal Presidente della Commissione provinciale Lavori pubblici Vincenzo Di Narzo. «Dopo un estenuante iter con tante difficoltà e un grande impegno - ha affermato Di Narzo - siamo riusciti, attraverso la gara di appalto che si è tenuta in data odierna «Ci aspettiamo che Leva rispetti il programma di Bersani» Adesso l imperativo: «Si crei il circolo» Da Termoli la nota delle esponenti del Pd Maria Antonietta Tutolo e Giulia Di Paola LE primarie ci sono state. Danilo Leva è stato eletto nuovo segretario regionale del Partito Democratico. Adesso, però, è il momento di guardare avanti e di spingere per la formazione di quel circolo cittadino di Termoli che negli anni passati è stato sempre nelle mira della segreteria regionale ma che, vuoi per un motivo vuoi per un altro, non si è mai riuscito a formare. Così come gli iscritti del partito non sono mai riusciti ad eleggere quel segretario cittadino che avrebbe potuto (e dovuto) dare "l impronta" del partito solido. Di nomi se ne erano fatti tanti, ma alla fine nulla è uscito dalle elezioni (che per la verità non si sono proprio fatte). E adesso la questione è ripresa anche da Maria Antonietta Tutolo e Giulia Di Paola, candidate alle ultime primarie del partito. La loro è una nota diretta al nuovo segretario Danilo Leva. «Le primarie del PD sono finite, abbiamo un nuovo segretario regionale al quale vanno i doverosi auguri per il lavoro che dovrà portare avanti nei prossimi mesi perché il partito a livello regionale possa risalire la china e per far dimenticare le decable elettorali recenti, perché si possa avere un partito coeso, nel quale maggioranza e minoranza abbiano pari dignità e ogni iscritto e ogni soggetto vicino a questo partito possa esprimersi e possa contribuire a creare una vera forza di opposizione e di alternativa all attuale governo regionale. Il nuovo segretario - affermano le due - dovrà innanzitutto valutare con grande attenzione e attribuire il giusto significato al risultato delle primarie che ha visto il Molise con una percentuale di elettori superiore del 50% rispetto alla media nazionale. Dati questi sorprendenti per una regione nella quale il PD ancora in tempi recentissimi è sceso ai minimi storici. Noi possiamo auspicare che alle prossime elezioni ci siano altrettanti elettori e che quanto verificato non sia stato solo un fuoco di paglia». Una nota a tutto tondo nella quale, in maniera molto velata, Tutolo e Di Paola tornano anche sulla questione che ha caratterizzato le primarie del Pd in Molise: l appoggio a Danilo Leva da parte di liste che a loro volta appoggiavano i due candidati alla segreteria nazionale. «Ci aspettiamo che il programma del segretario nazionale sia il programma del nuovo segretario regionale e che nonostante la pluralità di liste che hanno sostenuto il segretario Leva, non tutte fautrici della mozione Bersani, i principi che ispireranno la nostra politica regionale saranno quelli a cui si ispira il partito a livello nazionale. Chiediamo - hanno continuato - che vengano al più presto costituiti i circoli cittadini, perché si ricominci a fare politica e che ci sia una maggiore rappresentatività e radicamento della politica del PD nel territorio. Insistiamo per la creazione di un circolo a Termoli forte e coeso i cui rappresentanti si adoperino per sostenere l attuale amministrazione comunale, mettendo ordine in quel confuso coacervo di gruppi che si richiamano al Pd». Tanta la carne al fuoco per un basso Molise travagliato, sul quale Leva dovrà lavorare. E tanto. «Chiediamo al segretario che nella scelta degli alleati vengano privilegiati i partiti a noi più vicini, evitando coinvolgimenti con gruppi i cui rappresentanti in questi giorni stanno cercando di far cadere l amministrazione di centrosinistra di Termoli. Noi chiediamo che si faccia una vera opposizione e che permetta alla sinistra di tornare al governo di questa regione». Una palla insomma che scotta parecchio. Michela Bevilacqua Don Nazareno non è più parroco di Sant Angelo in Pontano Spirito attivo e ponte nel dopo terremoto COLLETORTO - Da ottobre Don Nazareno non è più parroco di Sant Angelo in Pontano, in provincia di Macerata. Dopo aver compiuto i 70 anni, in semplicità e in silenzio lascia la sua chiesa trecentesca perchè la parrocchia ha bisogno di forze nuove, di cambiare e rinnovarsi. Di questa figura straordinaria, dotata di uno spirito attivo e capace ancora di dare di più perchè continuerà a lavorare come prete, ce ne occupiamo in quanto all indomani del sisma si è rilevata capace di stabilire un ponte di solidarietà tra le due comunità animato da scambi socio-culturali sinceri proficui e profondi, difficili da dimenticare. Stabilendo con la parrocchia e con la scuola locale un amicizia incentrata sui sentimenti migliori. «Ho bisogno di riposarmi negli anni della vecchiaia che il Signore vorrà regalarmi - ha preciato Don Nazareno - andrò per monasteri, farò corsi di Sacra Bibbia a Camaldoli e a Roma». Nella sua parrocchia non ha fatto un assenza, non ha mai fatto ferie, si è sempre reso disponibile per quanti hanno avuto bisogno. A tutti ha dato un sorriso ed ha tesso una mano. L albero della solidarietà, cha ha donato alla scuola, impreziosisce lo spazio verde antistante il prefabbricato. Nell ultima Santa Messa celebrata a Sant Angelo ha ricordato le tappe di un sodalizio che continua nel segno della fraternità come progetto di vita. E unisce le due comunità. Luigi Pizzuto Il consigliere Di Narzo (ieri, ndr), assegnare ad realizzazione la della tanto attesa rotatoria situata all ingresso del Comune di Guglionesi (zona Calvario) un crocevia molto pericoloso anche per la elevata velocità degli autoveicoli che lo percorrono». Orgoglioso e soddisfatto per aver contribuito in modo determinante a migliorare la sicurezza della strada provinciale 168, che collega Guglionesi a Termoli. «Unico ostacolo ancora da superare - ha continuato Di Narzo - sarà sicuramente costringere la Telecom, alla rimozione gratuita, di un armadio telefonico che ricade nel territorio provinciale dove verrà situata la rotatoria, secondo quanto stabilito dalla convenzione precedentemente stipulata e che invece la telecom ha preventivato dietro compenso di 10mila euro più iva». red.tm. Vincenzo Di Narzo: «E un crocevia molto pericoloso»

20 NUOVO oggi MOLISE LARINO-CASACALENDA 23 DAL TRIBUNALE Larino - I professionisti sono accusati di truffa, concussione interruzione di pubblico servizio Truffa, ascoltato Giorgetta Ieri mattina il commissario Asl è stato interrogato su alcune delibere nel processo che vede imputati cinque farmacisti termolesi LARINO - Il commissario dell Asl Termoli-Larino, Giovanni Giorgetta, è stato interrogato nella giornata di ieri presso il tribunale della città frentana. La sua testimonianza, nell ambito del processo che vede imputati diversi farmacisti bassomolisani, cinque dei quali termolesi. L accusa per loro è di truffa allo Stato, concussione e interruzione di pubblico servizio. Giorgetta è stato interrogato in merito ad alcune delibere dell Asl su pagamenti tra l ente e le farmacie finite nel mirino. Il processo è stato rinviato al prossimo mese di febbraio per la discussione definitiva e la sentenza. I cinque farmacisti di Termoli, come si ricorderà, (in totale in Molise sono 19 gli indagati), compariranno davanti al giudice il 18 febbraio prossimo. Avrebbero preteso denaro dai pazienti in cambio delle protesi che, per legge, devono essere fornite gratuitamente e rimborsate dalla Asl, rifacendosi poi sull azienda sanitaria e incassando il doppio del previsto. I farmacisti erano stati denunciati dai Nas in seguito alle denunce presentate dai pazienti. Stando all accusa gli indagati rifiutavano di fornire materiale protesico gratuitamente a malati affetti da gravi patologie quali colostomia, cancro alla prostata e alla vescica, pretendendo illeciti pagamenti. Il prossimo 18 febbraio in aula dovrebbe arrivare la sentenza. redcb Casacalenda - Polemica, parla don Gabriele Tamilia Il tesoretto del santuario «Contro di me solo accuse» CASACALENDA - Un fulmine a ciel sereno. Questo sembra essere stato l incontro di sabato che doveva sancire il passaggio di consegne dei beni del Santuario della Madonna della Difesa alla Curia vescovile. All incontro erano presenti il presidente pro tempore del Comitato Vincenzo Vincelli e il vicario della curia don Gabriele Morlacchetti (parroco di Guglionesi) e don Michele Valentini (parroco di Morrone). L assenza del rettore del Santuario don Gabriele Tamilia ha scatenato l ira delle persone presenti all incotro, visto che durante questo si è parlato anche di un tesoretto ex voto che sembrava dover essere trasferito alla curia. Questo tesoretto è stato custodito dal comitato civico e ora verrà depositato in caveau di una banca. La notizia della bagarre che si è scatenata sabato sera ha portato alla replica immediata di don Gabriele Tamilia. «Voglio chiarire alcune cose che sono state dette in questo periodo - dice don Gabriele Tamilia - Sono stato nominato a giugno come rettore del santuario e ad oggi non ho ancora fatto nulla. Non sono ancora entrato nell esercizio del mio potere perché ci deve essere un passaggio di consegne tra l amministrazione del santuario e la curia. Io in questo passaggio non c entro nulla. Ed è per questo che non ero presente all incontro di sabato scorso. Inoltre è stato detto che io volevo traferire l oro alla curia. Nulla di più falso e cattivo. Nessuna diocesi ha interesse di prendere i tesoretti. Questa è stata una montatura ad arte. Sono state chiamate delle persone per metterlo contro di me. La curia non ha interesse, io non ho consegnato nulla. Sono tutte accuse che potrebbero essere oggetto di denuncia penale. Il mio principale obiettivo è quello di sviluppare l opera del Santuario della Madonna della Difesa. Il mio impegno vuole essere quello ristrutturare il fabbricato con 40 camere da letto per accogliere gruppi di fedeli, studenti, emigrati che vogliono venire a passare un periodo al Santuario. Il vescovo ha creduto a questo progetto e mi ha nominato rettore». Larino - Giardino ha espresso gratitudine ai combattenti Giornata delle forze armate La messa e poi il corteo LARINO - Come consuetudine ormai per la città frentana ieri mattina si sono svolti i rituali per celebrare il IV Novembre. La giornata dedicata alle forze armate, alla Festa dell Unità d Italia e in occasione anche del 91 anniversario della fine della Grande Guerra, ha raccolto autorità e la comunità per un momento di preghiera e di riflessione comune. Dopo la messa in Cattedrale, celebrata da don Giovanni Licursi, il corteo composto da autorità politiche, nonché da alcuni studenti si è diretto in p.zza V. Emanuele dove è posto il Monumento ai caduti. Dopo la preghiera di rito è stato ricordato da Giuseppe Silvano, presidente della sezione locale dell associazione nazionale combattenti, il significato della celebrazione tesa a rendere omaggio chi ha sacrificato la propria vita per la pace e in particolar modo coloro i cui nomi sono incisi sulla stele di marmo che compone la scultura commemorativa. Un appello La manifestazione di ieri mattina a Larino particolare è stato poi rivolto ai giovani "che non hanno vissuto gli eventi drammatici della guerra e ai quali nulla è mai stato detto con chiarezza e con senso di responsabilità". Un momento anche per sollecitare le nuove generazioni affinché non dimentichino il proprio passato, la propria storia, e portino avanti questa tradizione e questo patrimonio spirituale, proprio di tutta la comunità nazionale, in modo tale che venga meno il timore di veder svanire in futuro tale memoria. Un accusa in tal senso è stata poi rivolta in generale alle istituzioni come la scuola, ma anche la famiglia e la società, ritenute responsabili di non aver insegnato ai più giovani valori come la riconoscenza e la gratitudine, ed il significato di parole come solidarietà e sacrificio che oggi sembrano apparire prive di senso; in particolar modo nelle famiglie "..è venuto meno il dialogo generazionale", nella società, sempre più protesa verso il consumismo di massa, "..è mancata l occasione per un esame di coscienza", nella scuola invece "..è mancata la volontà e l interesse per leggere ai giovani alcune di quelle pagine di storia patria che hanno fatto l Italia unita, democratica e solidale. Una cerimonia tesa a ricordare i caduti che si sono immolati per avere un Italia libera e onesta. Non sono mancate parole per ricordare gli eroi molisani morti per il loro impegno a difesa della pace nel mondo. Intenti ripresi dal consigliere Di Lena nel suo intervento in rappresentanza dei tanti orfani di guerra. Il sindaco si è soffermato sul sacrificio dei combattenti larinesi ed ha espresso gratitudine alle forze armate e a tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per gli ideali di amore, patria, indipendenza. Infine, la deposizione della corona, testimonianza visiva degli eroi che hanno donato la loro vita per ideali e valori a difesa della Patria. RoxMammarella Università dell Olio: un opportunità LARINO - "L Università dell Olivo e dell Olio è un opportunità che la Città di Larino non può perdere". Il consigliere comunale Di Lena scrive al sindaco Giardino, e per conoscenza a tutti i consiglieri comunali, per ricordargli un impegno: la possibilità di istituire l Università dell Olivo e dell Olio del Mediterraneo, a Larino e in particolar modo nel Palazzo del vecchio Seminario. Il riferimento è ad un altra lettera, inviata il 3 aprile scorso, in cui si parlava della necessità di convocare una conferenza di servizio riguardante tale possibilità. Questa volta però Di Lena invita il primo cittadino a parlare con il Vescovo e a fissare insieme la Conferenza di Servizio per verificare la fattibilità del progetto. Una decisione dunque scaturita da un rinvio, sine die, "incomprensibile", della conferenza di servizio e dalle voci circolanti circa un possibile cambiamento di destinazione d uso della struttura da parte del Vescovo di Termoli-Larino. Un progetto questo che Di Lena ha ideato 12 anni fa, ponendola all attenzione della Associazione Nazionale Città dell Olio e alla Regione Molise per uno studio di fattibilità, impegnandosi anche a trovare le risorse per il recupero di una struttura adatta ad ospitarla. Un progetto che vuole rilanciare oggi con forza anche dopo la notizia riguardante la possibilità di istituire ad Imperia una analoga istituzione universitaria. Sono queste dunque le ragioni che hanno fatto decidere al consigliere di Larino Viva di prendere carta e penna e scrivere nuovamente al Sindaco Giardino per ricordargli non solo l impegno preso ma soprattutto perché non si perda ulteriore tempo utile per rilanciare l iniziativa della conferenza di servizio ed evitare che il Vescovo prenda decisioni diverse. Nella lettera, inoltre, si ricorda anche un altra idea: rendere Larino, conseguentemente alla istituzione della richiamata Università e di un Enoteca Regionale, "Luogo eletto del Gusto e delle Bellezze del Molise", senza dimenticare il circondario e, in modo particolare, l area del cratere, con la possibilità di un progetto fortemente impegnativo, ma come tale risolutivo, riguardante la possibilità di rilanciare l agricoltura con le produzioni biologiche, all interno di un distretto capace di comunicare sia con quelli dell area che con i soggetti esterni alla stessa. Un"Distretto agricolo biologico" per aggredire il mercato e non subirlo, per creare rapporti stretti con i consumatori del mondo e rendere una vasta area immagine di ambiente sano, biodiversità e eccellenza dei prodotti, come dire, punto di riferimento di un turista esigente e capace di far vivere la zona di altre iniziative imprenditoriali e di nuove professionalità. Idee progettuali, come la stessa "Olivoteca d Italia", "funzionali - scrive Di Lena- alla necessità e all urgenza di un rilancio della nostra agricoltura, da anni in profonda crisi ed ora con il rischio che la stessa diventi irreversibile; alla possibilità di dotare il pubblico ed il privato di una strategia di marketing nel campo dell agroalimentare e del turismo, essenziale per superare ogni improvvisazione ed ogni spreco." Idee progettuali che potrebbero contrastare in un certo senso la "politica dell accentramento", quella che per Di Lena viene messa in atto dalla Regione, in particolare impressione dimostrata dallo stesso Assessore regionale all Agricoltura Cavaliere. "Sin dal primo momento - scrive Di Lena - ho capito che l idea dell Assessore è quella di voler realizzare l Enoteca Regionale nella sua città, Campobasso». RoxM

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Influenza suina: l influenza A (H1N1)

Influenza suina: l influenza A (H1N1) . Influenza suina: l influenza A (H1N1) Il virus: lui chi è Ad aprile si sono registrati in Messico casi di infezione nell uomo da nuovo virus influenzale di tipo A (H1N1), precedentemente identificato

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Informativa sull influenza A/H1N1

Informativa sull influenza A/H1N1 Informativa sull influenza A/H1N1 Indicazioni per il personale aziendale per ridurre il rischio di diffusione della malattia Indicazioni per i Responsabili di Sede per ridurre il rischio di diffusione

Dettagli

L influenza. stagionale

L influenza. stagionale Questo opuscolo vuole fornire alcune informazioni pratiche per avere una visione corretta ed equilibrata di un fenomeno, quello dell influenza aviaria, che al momento attuale sta determinando un inutile

Dettagli

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others www.euro.who.int/influenza INFLUENZA A(H1N1) COSA E QUESTA NUOVA INFLUENZA 1. Cosa è l Influenza A(H1N1)? L influenza A(H1N1) è un nuovo virus influenzale

Dettagli

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano Clementina, 82 anni VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: Martino COSA È NECESSARIO Giancarla CONOSCERE Milena Ivano Vaccinazione antinfluenzale cosa è necessario conoscere. 2 La vaccinazione antinfluenzale è il

Dettagli

Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica

Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica Informazioni generali La nuova influenza A(H1N1) è un infezione virale acuta dell'apparato respiratorio con sintomi fondamentalmente

Dettagli

L influenza pandemica: tutto ciò che dovete sapere

L influenza pandemica: tutto ciò che dovete sapere Sigla editoriale Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Editore: Ufficio federale della sanità pubblica Data di pubblicazione: settembre 2009 L opuscolo è pubblicato anche nelle seguenti lingue: Tedesco

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA

ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA Direzione Amministrativa dell Ospedale Rasotto dott. Giancarlo Tel. 0445.572015 (int. 2015) Cell. 3491870360 E-mail: giancarlo.rasotto@ulss4.veneto.it

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 I.T.I. OMAR GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 Procedure igienico sanitarie OTTOBRE 2009 REVISIONE 01 SOMMARIO La sindrome influenzale da virus A/H1N1 3 Misure di prevenzione 3 Come lavare

Dettagli

Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K

Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K V O L U M E 8, N U M E R O 8 Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Prevenzione e controllo dell influenza, raccomandazioni per la stagione 2012-2013. Fonte: Ministero della salute

Prevenzione e controllo dell influenza, raccomandazioni per la stagione 2012-2013. Fonte: Ministero della salute Prevenzione e controllo dell influenza, raccomandazioni per la stagione 2012-2013 Fonte: Ministero della salute Vaccinazione influenzale al via da metà ottobre, con l obiettivo di vaccinare il 95 per cento

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

Percorsi per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri

Percorsi per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri Percorsi per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri FLUSSO A per Cure ambulatoriali in ambito ospedaliero e/o territoriale FLUSSO B per Accessi al Pronto soccorso e ricoveri ospedalieri Percorsi

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DI CITTADINI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DI CITTADINI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA Viale F. Rodolfi n. 37 36100 VICENZA COD. REGIONE 050 COD. U.L.SS. 006 COD.FISC. E P.IVA 02441500242 ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

gratuita per alcune categorie:

gratuita per alcune categorie: DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Vaccinazione antinfluenzale stagionale 2010-2011 l ASL organizza LA CAMPAGNA ANTINFLUENZALE in collaborazione con i Medici di Medicina Generale con inizio il giorno 2

Dettagli

la nuova influenza e dove nasce

la nuova influenza e dove nasce ASL CAGLIARI L INFLUENZA A(H1N1)v da epidemia a pandemia Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Sanità Pubblica Via Sonnino Cagliari Direttore: Dott. Giorgio Carlo Steri Che cos è la nuova influenza

Dettagli

FAQ Influenza stagionale

FAQ Influenza stagionale Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 17.09.2013 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2015-2016

COMUNICATO STAMPA. Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2015-2016 COMUNICATO STAMPA Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2015-2016 Il 26 Ottobre 2015 avrà inizio su tutto il territorio dell ASL5 Spezzino, la campagna di vaccinazione antinfluenzale per proseguire sino

Dettagli

Per qualunque ed ulteriore informazione si faccia riferimento al proprio Medico.

Per qualunque ed ulteriore informazione si faccia riferimento al proprio Medico. F.A.R.O. S.R.L. Formazione - Antinfortunistica - Ricerche - Orientamenti Via Lavoratori Autobianchi, 1 20033 Desio (Mi) C.F. e P. IVA 02502170968 C.C.I.A.A. n. 1482084 Telefono (0362) 306216 fax (0362)

Dettagli

DECS SA-URTS. A H1N1 - Piano Pandemia 2009. Misure DECS Ufficio refezione e trasporti scolastici (URTS)

DECS SA-URTS. A H1N1 - Piano Pandemia 2009. Misure DECS Ufficio refezione e trasporti scolastici (URTS) DECS SA-URTS A H1N1 - Piano Pandemia 2009 Misure DECS Ufficio refezione e trasporti scolastici (URTS) Elena Pedrioli DECS Ufficio refezione e trasporti scolastici 091 814 34 09 Versione 1.1 Ottobre 2009

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

NAPOLI - Via Toledo, 156 - Tel. 081 5510703 - Fax 081 5519297 - www.federfarmanapoli.it. La nuova influenza A(H1N1) Informazioni per il cittadino

NAPOLI - Via Toledo, 156 - Tel. 081 5510703 - Fax 081 5519297 - www.federfarmanapoli.it. La nuova influenza A(H1N1) Informazioni per il cittadino Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli NAPOLI - Via Toledo, 156 - Tel. 081 5510703 - Fax 081 5519297 - www.federfarmanapoli.it La nuova influenza A(H1N1) Informazioni

Dettagli

INFLUENZA A (H1N1)v. Come proteggersi e prevenire la diffusione del virus

INFLUENZA A (H1N1)v. Come proteggersi e prevenire la diffusione del virus INFLUENZA A (H1N1)v Come proteggersi e prevenire la diffusione del virus Per ulteriori informazioni sull influenza A (H1N1)v, sui comportamenti da tenere in caso di malattia e per prevenire la diffusione

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

Proteggiamoci insieme!

Proteggiamoci insieme! Influenza stagionale. Proteggiamoci insieme! Informazioni importanti per Lei e per la sua famiglia. www.uniticontrolinfluenza.ch www.bag.admin.ch B C Cos è l influenza stagionale e quali sono i sintomi

Dettagli

RACCOMANDAZIONI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO ESPOSITIVO IN CORSO DI PANDEMIA INFLUENZALE

RACCOMANDAZIONI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO ESPOSITIVO IN CORSO DI PANDEMIA INFLUENZALE RACCOMANDAZIONI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO ESPOSITIVO IN CORSO DI PANDEMIA INFLUENZALE Introduzione Ad aprile del 2009, si sono registrati in Messico casi di infezione nell uomo da nuovo virus influenzale

Dettagli

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito all esposizione a microorganismi: BATTERI VIRUS PARASSITI .Le malattie infettive Il rapporto che l agente infettivo

Dettagli

Io mi proteggo dall influenza. Vaccinazione anti-influenzale: cosa è necessario conoscere.

Io mi proteggo dall influenza. Vaccinazione anti-influenzale: cosa è necessario conoscere. Io mi proteggo dall influenza Vaccinazione anti-influenzale: cosa è necessario conoscere. Anche quest anno, con l approssimarsi della stagione fredda, è arrivato il momento di vaccinarsi contro l influenza.

Dettagli

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA:

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA: REGIONE VENETO U.O.C. SERVIZIO AMMINISTRATIVO DISTRETTUALE: DIRETTORE RAG. LUIGI FERRARINI Tel. 0442.632341 Fax 0442.632710 e-mail: conv.med.leg.@aulsslegnago.it ASSISTENZA SANITARIA A PERSONE CHE SI RECANO

Dettagli

Proteggiamoci insieme!

Proteggiamoci insieme! Influenza stagionale. Proteggiamoci insieme! Informazioni importanti per Lei e per la sua famiglia. www.vaccinarsicontrolinfluenza.ch www.ufsp.admin.ch B C Cos è l influenza stagionale e quali sono i sintomi

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

La Campagna Straordinaria di Recupero

La Campagna Straordinaria di Recupero La Campagna Straordinaria di Recupero Strategie di vaccinazione da attuare per eliminare il morbillo Raggiungere e mantenere nel tempo coperture vaccinali entro i 2 anni per una dose di MPR > 95%. Vaccinare

Dettagli

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

Misure di protezione personale utili per ridurre il rischio di contrarre o trasmettere l'influenza umana

Misure di protezione personale utili per ridurre il rischio di contrarre o trasmettere l'influenza umana Influenza Pandemica Misure di protezione personale utili per ridurre il rischio di contrarre o trasmettere l'influenza umana L'influenza è un'infezione virale che si trasmette da persona a persona principalmente

Dettagli

VACCINO Le domande più frequenti Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2009

VACCINO Le domande più frequenti Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2009 VACCINO Le domande più frequenti Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2009 1. Quando sarà disponibile il vaccino pandemico per il nuovo virus A(H1N1)? Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Quando e come informare i genitori

Quando e come informare i genitori Quando e come informare i genitori Obiettivi dell informazione Aumentare le conoscenze Modificare le false convinzioni Rispondere alle domande poste Aumentare la capacità di gestione autonoma delle diverse

Dettagli

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada La circolazione stradale dei cittadini stranieri 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada Tutti i conducenti di veicoli devono rispettare il Codice della strada in quanto la

Dettagli

Proteggiamoci insieme!

Proteggiamoci insieme! Influenza stagionale. Proteggiamoci insieme! Informazioni importanti per Lei e per la sua famiglia. www.vaccinarsicontrolinfluenza.ch www.ufsp.admin.ch B C Cos è l influenza stagionale e quali sono i sintomi

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna

Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna Descrizione dell epidemia. La stagione influenzale appena trascorsa si è dimostrata di particolare intensità sia per

Dettagli

PERCORSI PRE TRIAGE E TRIAGE NEL DEU

PERCORSI PRE TRIAGE E TRIAGE NEL DEU PERCORSI PRE TRIAGE E TRIAGE NEL DEU Cagliari, 21 Dicembre 2009 Medicina e Chirurgia d Urgenza e Accettazione P.O SS. Trinità Coordinatore Infermieristico Ilenia Piras 1 MASS MEDIA E INFORMAZIONE 2 OMS

Dettagli

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia scuola morbillo vaccino parotite rosolia Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2004 Il morbillo è

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Rapporto sull andamento epidemiologico dell influenza nella Regione Veneto, stagione 2014-2015

Rapporto sull andamento epidemiologico dell influenza nella Regione Veneto, stagione 2014-2015 Rapporto sull andamento epidemiologico dell influenza nella Regione Veneto, stagione 2014-2015 STRUTTURE COMPETENTI REDAZIONE A CURA DI Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria Settore Promozione e

Dettagli

INDICE DEGLI ARGOMENTI

INDICE DEGLI ARGOMENTI INDICE DEGLI ARGOMENTI La sindrome influenzale Che cosa è l influenza? Chi si ammala di influenza? Quali sono i sintomi? Cosa bisogna fare quando si ha l influenza? Quando è necessario chiamare il medico?

Dettagli

DONNE STRANIERE IMMIGRATE

DONNE STRANIERE IMMIGRATE DONNE STRANIERE IMMIGRATE Informazioni di base sui diritti e le opportunità per la donna immigrata in Italia Indice Tutela della maternità Pag. 4 Famiglia Pag. 6 Minori Pag. 6 Assistenza sanitaria Pag.

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO Premesso che per effettuare qualsiasi autotrasporto

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015.

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 28 Roma, 6 febbraio 2015 Al Ai Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali

Dettagli

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Premessa La crisi economica è ancora argomento d attualità. Lungi dal perdersi nell analisi approfondita di indici economici e nella ricerca di una verità nei

Dettagli

COSA FACCIAMO QUANDO IL NOSTRO BIMBO E MALATO? DEVE STARE A LETTO AL CALDO COME FACEVA LA NOSTRA NONNA?

COSA FACCIAMO QUANDO IL NOSTRO BIMBO E MALATO? DEVE STARE A LETTO AL CALDO COME FACEVA LA NOSTRA NONNA? COSA FACCIAMO QUANDO IL NOSTRO BIMBO E MALATO? DEVE STARE A LETTO AL CALDO COME FACEVA LA NOSTRA NONNA? MA, INSOMMA. A LETTO INDUBBIAMENTE IL BAMBINO NON SPRECA ENERGIE E LE CONCENTRA SULLA GUARIGIONE

Dettagli

www.menoalcolpiugusto.it Ed. pr. Albino Ferrarotto

www.menoalcolpiugusto.it Ed. pr. Albino Ferrarotto www.menoalcolpiugusto.it Ed. pr. Albino Ferrarotto Cos è E la campagna di prevenzione alcologica promossa dal Gruppo Alcologia del DIPARTIMENTO per le Dipendenze dell Ulss n.6 di Vicenza Il messaggio di

Dettagli

Non si rinnova né in caso di variazione di dati concernenti lo stato civile né di variazione della residenza o della professione.

Non si rinnova né in caso di variazione di dati concernenti lo stato civile né di variazione della residenza o della professione. CARTA D'IDENTITÀ Che cos'è Breve descrizione È un documento di riconoscimento che viene rilasciato al compimento del 15 anno di età. Ha validità 10 anni e può essere valida per l'espatrio o non valida

Dettagli

Igiene ed autoprotezione

Igiene ed autoprotezione Igiene ed autoprotezione Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Recapiti: E-mail: alessio.riitano@gmail.com Web: http://www.aleritty.net Creative Commons BY-NC-SA Riepilogo Il nostro organismo

Dettagli

SOTTO LA LENTE Italiani, risparmiatori disorientati?

SOTTO LA LENTE Italiani, risparmiatori disorientati? SOTTO LA LENTE Italiani, risparmiatori disorientati? Nonostante la crisi, gli italiani sembrano dimostrare di saper ancora risparmiare. Per il secondo anno consecutivo infatti, è aumentata la quota di

Dettagli

Programma di contrasto agli effetti dannosi sulla salute delle ondate di calore in Friuli Venezia Giulia per l anno 2007.

Programma di contrasto agli effetti dannosi sulla salute delle ondate di calore in Friuli Venezia Giulia per l anno 2007. Programma di contrasto agli effetti dannosi sulla salute delle ondate di calore in Friuli Venezia Giulia per l anno 2007. Introduzione Le ondate di calore sono definite come la successione di almeno tre

Dettagli

Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA INFLUENZA: PRONTI 30MILA VACCINI

Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA INFLUENZA: PRONTI 30MILA VACCINI COMUNICATO STAMPA INFLUENZA: PRONTI 30MILA VACCINI PARTIRÀ MERCOLEDÌ 28 NOVEMBRE LA CAMPAGNA DI VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE STAGIONALE NELL'AZIENDA SANITARIA DI NUORO. FUGATI I DUBBI SULLA SICUREZZA, A

Dettagli

LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus.

LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus. LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus. Indice 1. Assistenza Europea 2. Modalità del Servizio 3. Informazioni Importanti pag. 3 pag. 4 pag. 6 1. ASSISTENZA EUROPEA 3

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

Avvio della Campagna di Vaccinazione antinfluenzale 2015-16, a Trieste

Avvio della Campagna di Vaccinazione antinfluenzale 2015-16, a Trieste Avvio della Campagna di Vaccinazione antinfluenzale 2015-16, a Trieste dott.fulvio Zorzut Direttore S.C. Igiene Sanità Pubblica Prevenzione Ambientale Dipartimento di Prevenzione di Trieste La Campagna

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007 IP/07/584 Bruxelles, 27 avril 2007 Sicurezza stradale: il programma d azione europeo continua a registrare buoni risultati l obiettivo di salvare 25 000 vite sulle strade d Europa può essere raggiunto

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Titolo Pag. Rubrica Neuromed 13 Primo Piano Molise 29/10/2014 NEUROMED, OGGI GIORNATA MONDIALE CONTRO L'ICTUS 2 Ecodelmolise.com 28/10/2014 GIORNATA MONDIALE L ICTUS CEREBRALE

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale Rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio II - Protocollo DG RUERI/ 3998 /I.3.b

Dettagli

Che cosa è la infezione da HIV?

Che cosa è la infezione da HIV? Che cosa è l HIV? L HIV - human immunodeficiency virus è un virus che progressivamente distrugge le difese del nostro corpo contro le infezioni e alcuni tumori Che cosa è la infezione da HIV? L infezione

Dettagli

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Il neutrofilo PHIL Informazioni utili sulla NEUTROPENIA durante il trattamento chemioterapico NEUTROFILO PHIL La tua guardia

Dettagli

Incidenti stradali in Italia nel 2014

Incidenti stradali in Italia nel 2014 Incidenti stradali in Italia nel 2014 Roberta Crialesi, Silvia Bruzzone Istat 4 Roma, 3 novembre 2015 ACI - Automobile Club d Italia Sala Assemblea Gli incidenti stradali I principali risultati per l anno

Dettagli

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese Luciano Camagni Condirettore Generale Credito Valtellinese LA S PA S PA: area in cui i cittadini, le imprese e gli altri operatori economici sono in grado di eseguire e ricevere, indipendentemente dalla

Dettagli

TRASFERIMENTO ALL ESTERO PER CURE PREMESSA

TRASFERIMENTO ALL ESTERO PER CURE PREMESSA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DISTRETTUALE SEZIONE STRANIERI ANAGRAFE SANITARIA ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESICA Tel. 0442.622610-2767 Fax 0442.622710 - e-mail: sezione.stranieri@aulsslegnago.it TRASFERIMENTO

Dettagli

All'ospedale di Termoli 100 euro per un'ecografia morfologica

All'ospedale di Termoli 100 euro per un'ecografia morfologica All'ospedale di Termoli 100 euro per un'ecografia morfologica Prima Pagina Molise http://www.primapaginamolise.com/detail.php?news_id=47350&goback_link=index... Page 1 of 1 03/04/2012 All'ospedale di Termoli

Dettagli

La rete integrata per le emergenze e per contrastare l influenza aviaria

La rete integrata per le emergenze e per contrastare l influenza aviaria La preparazione e la gestione della risposta alle emergenze sanitarie Genova 12-13 dicembre 2006 La rete integrata per le emergenze e per contrastare l influenza aviaria Sergio Caglieris Dirigente medico

Dettagli

SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001. Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni

SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001. Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001 Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni Le domande che seguono si riferiscono a situazioni che possono essersi verificate nel corso dell ultimo

Dettagli

Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE

Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE COLTIVAZIONE PRODUZIONE SPACCIO E TRAFFICO STATI MEMBRI CONSUMO POSSESSO DI DROGA Austria: possesso di droghe proibito e sanzionabile penalmente Stupefacenti:

Dettagli

Oggetto: Proposte Fimmg Lazio per fronteggiare la Pandemia Influenzale.

Oggetto: Proposte Fimmg Lazio per fronteggiare la Pandemia Influenzale. Il Segretario Generale Regionale del Lazio Roma,31.8.09 Pagina 1 di 6 Prot. PLB 839/09 Alla cortese attenzione del Commissario Ad acta per la Sanità Della Regione Lazio Presidente Piero Marrazzo Via Cristoforo

Dettagli

Ospedale: «Si ricalchi l esempio di Agnone» Secondo Sorbo (Sel) sarebbe auspicabile ricorrere al Tar per evitare i tagli

Ospedale: «Si ricalchi l esempio di Agnone» Secondo Sorbo (Sel) sarebbe auspicabile ricorrere al Tar per evitare i tagli 22 LE CITTÀ DEL MOLISE Domenica 15 maggio 2011 Venafro «La chiusura del pronto soccorso di Venafro non ha prodotto alcun risparmio economico» Ospedale: «Si ricalchi l esempio di Agnone» Secondo Sorbo (Sel)

Dettagli

NOI E L UNIONE EUROPEA

NOI E L UNIONE EUROPEA VOLUME 1 PAGG. IX-XV MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE NOI E L UNIONE EUROPEA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: paese... stato... governo...

Dettagli

INFORMATIVA VACCINAZIONE ANTIINFLUENZALE 2014-2015

INFORMATIVA VACCINAZIONE ANTIINFLUENZALE 2014-2015 INFORMATIVA VACCINAZIONE ANTIINFLUENZALE 2014-2015 PERCHÈ VACCINARSI La composizione dei vaccini antinfluenzali viene aggiornata di anno in anno. Le finalità della vaccinazione sono duplici: protezione

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Ecco la pagella dei nostri ospedali Codogno Sant Angelo Lodigiano Morta per l intervento estetico, il dramma in diretta dalla D Urso Casalpusterlengo

Dettagli

Cos è la cefalea cronica quotidiana?

Cos è la cefalea cronica quotidiana? Lifting The Burden Campagna mondiale di informazione per la lotta contro la cefalea Cos è la cefalea cronica quotidiana? Cos'è la cefalea cronica quotidiana? "Ho iniziato ad avere mal di testa che comparivano

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO Organismo di Staff Immigrazione REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO Direzione Aziendale SCHEMA SINTETICO ASSISTENZA SANITARIA PER I MIGRANTI EXTRACOMUNITARI ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. RELENZA 5 mg/dose polvere per inalazione in contenitore monodose zanamivir

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. RELENZA 5 mg/dose polvere per inalazione in contenitore monodose zanamivir FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE RELENZA 5 mg/dose polvere per inalazione in contenitore monodose zanamivir Legga attentamente tutto questo foglio prima di iniziare ad usare questo

Dettagli

Certificati anagrafici

Certificati anagrafici Certificati anagrafici L'Ufficio Anagrafe provvede al rilascio dei seguenti certificati: esistenza in vita, residenza, anagrafico di nascita, stato di famiglia, stato libero (solo per i cittadini italiani),

Dettagli

INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 -

INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 - INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 - Premessa A far data dal 1 maggio 2010 sono entrati

Dettagli

IN RICORDO DI SEBASTIANO D IMME

IN RICORDO DI SEBASTIANO D IMME IN RICORDO DI SEBASTIANO D IMME Per non dimenticare il luminoso esempio offerto dal Maresciallo Sebastiano D Immè che 15 anni fa, ha immolato se stesso sull altare del dovere. Locate Varesino (CO) 6 luglio

Dettagli

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato Roma, 13 febbraio 2015 Alle ASSOCIAZIONI ADERENTI LORO SEDI OGGETTO: NEWSLETTER GIUSLAVORISTICA NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione

Dettagli

Cos è l influenza? Quali sono i sintomi dell influenza? Come si trasmette? Quali sono le complicanze dell influenza? Come si cura l influenza?

Cos è l influenza? Quali sono i sintomi dell influenza? Come si trasmette? Quali sono le complicanze dell influenza? Come si cura l influenza? Cos è l influenza? L'influenza è una malattia provocata da virus (virus influenzali) che infettano le vie aeree (naso, gola, polmoni). È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso goccioline

Dettagli

I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO

I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO Elaborazione e presentazione dei risultati del QUESTIONARIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA PER GLI STUDENTI DELLE CLASSI V PRIMARIA E II A-II B SECONDARIA I GRADO A.S. 2012/2013

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Lo stato dell arte sulla vaccinazione HPV nella popolazione target

Lo stato dell arte sulla vaccinazione HPV nella popolazione target Prevenzione della neoplasia della cervice uterina tra screening e vaccinazione Lo stato dell arte sulla vaccinazione HPV nella popolazione target Dott. Francesco Molicotti 03-06.2009 Servizio Igiene e

Dettagli