PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO ED ASSERVIMENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO ED ASSERVIMENTO"

Transcript

1

2

3 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT REGINE EMILIA RMAGNA PRVINCIA DI REGGI EMILIA CMUNE DI AUTRIZINE IMPIANT IDRIC IMPIANT IDRIC "NISM" SUL RI RNDIN Bacino idrografico: Fiume Secchia Corso d acqua interessato: Rio Rondino Richiedente: Becquerel Electric S.r.l. Via Livatino, Reggio Emilia PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT Il presente documento e ogni suo contenuto potrà essere utilizzato unicamente da Becquerel Electric S.r.l., con sede in Via Livatino, Reggio Emilia, e dai soggetti coinvolti ai fini delle 3

4 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT procedure amministrative avviate dalla proponente esclusivamente nell'ambito delle procedure stesse. gni riproduzione e utilizzo di questo materiale è proibito senza previo consenso scritto da parte della proponente. In caso di inottemperanza, la ditta proponente si riserva di adire le opportune vie legali. 4

5 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT Indice generale 1 INTRDUZINE CALCL DELLE Servitù di elettrodotto Servitù di acquedotto Servitù di passaggio Acquisto delle aree ccupazione temporanea Risarcimento per gli eventuali danni Valori di riferimento RIEPILG ALLEGAT A: PIAN PARTICELLARE

6 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 6

7 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 1 INTRDUZINE Il presente documento rappresenta il Piano Particellare relativo ai terreni da occupare in via temporanea e d urgenza per l'esecuzione delle opere e per la durata del cantiere, e ai terreni sui quali sarà costituita una servitù permanente inamovibile per la posa di tubazioni in acciaio e in PRFV (diametro DN 400 mm) e per la connessione alla rete elettrica esistente, dell impianto idroelettrico sul Rio Rondino, in Comune di Busana, Provincia di Reggio Emilia. Le condotte, si sviluppano su strade o sentieri esistenti, su aree demaniali e su proprietà private. In generale i terreni necessari alla fase di cantiere saranno da occupare in modo provvisorio, mentre saranno da asservire le proprietà interessate dal progetto, con l'imposizione di una servitù di acquedotto o di elettrodotto o di passaggio in modo permanente e inamovibile. Per la zona di sedime della centrale e dell'opera di presa sarà necessario procedere all'acquisto dell'area. Il concedente la servitù riconosce al titolare o chi per esso, la facoltà del libero accesso ai terreni interessati, con mezzi d opera necessari per le operazioni di tracciamento e costruzione della linea o dei suoi manufatti accessori e per la loro successiva sorveglianza, manutenzione ed eventuale riparazione. Nel presente documento si è redatto un piano particellare degli immobili da occupare o acquisire, e si è provveduto al calcolo di specifiche indennità, commisurate al Valore di Mercato del bene. In questa prima fase si è provveduto alla stima del Valore di Mercato rivalutando il Valore Agricolo Medio (V.A.M.) del tipo di coltura riportata sui dati catastali. Indagini di mercato effettuate nelle aree di progetto e sui terreni della Regione Agraria 1 del Comune di Busana, hanno evidenziato che si può considerare come probabile Valore di Mercato, il VAM rivalutato con un fattore moltiplicativo di 8,00. Per i terreni che risultano accatastati come Enti Urbani, e pertanto fanno parte del Catasto Fabbricati, la stima dell'indennità dovuta ai rispettivi proprietari, come ricompensa per il passaggio delle opere di progetto o a causa di un'occupazione temporanea, è stata determinata, in questa fase preliminare, considerando un valore di mercato al mq pari al più alto valore agricolo medio delle aree limitrofe, rivalutato del fattore moltiplicativo citato in precedenza. Valutazioni più precise sui valori di mercato delle aree del Catasto Fabbricati saranno svolte in fase di progettazione esecutiva e solamente in seguito ad una perizia specifica. Si sottolinea che tutte le indennità proposte nel presente documento costituiscono una stima provvisoria. La quantificazione delle aree di esproprio e asservimento definitive verrà effettuata solo in fase di progetto esecutivo. 7

8 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT Il piano particellare riportato nell'allegato A comprende l'elenco delle Ditte interessate e per ogni particella è riportata la stima delle superfici da occupare, la stima dell'importo delle indennità di servitù e di acquisto aree, nonché la stima dei probabili danni che si arrecheranno durante l'esecuzione dei lavori. Inoltre viene proposto un indennizzo a forfait per l'eventuale presenza di manufatti di sfiato e di scarico. La volontà della ditta proponente è quella di avviare al più presto trattative con i proprietari in modo da arrivare ad accordi bonari per l'ottenimento delle servitù o per la cessione delle aree interessate dalle opere di progetto. Nel caso non si raggiunga un accordo con i proprietari, in ragione della dichiarazione di pubblica utilità del progetto, quale opera urgente e indifferibile, la società proponente si riserva la facoltà di ricorrere all'esproprio secondo quanto riportato nelle leggi nazionali e regionali vigenti in materia: DPR 327/01 e smi Testo unico sugli espropri Legge Regionale 37/2002 Disposizioni regionali in materia di espropri D.Lgs 387/03 Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità 8

9 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 2 CALCL DELLE In relazione alle diverse tipologie di servitù si sono utilizzate le seguenti formule: 2.1 Servitù di elettrodotto dove: VAM riv = Valore Agricolo Medio rivalutato A pali = Area occupata dal palo elettrico compresa la sua area di rispetto = 3 x 3 = 9 mq L el = Lunghezza elettrodotto che attraversa la particella (m) F = Fascia di rispetto (m) F = 4 m per elettrodotti interrati F = 13 m per elettrodotti aerei L area soggetta a servitù rimane esclusiva proprietà del concedente, il quale potrà effettuare su essa coltivazioni stagionali di qualsiasi tipo, ma non costruire fabbricati od altre opere, o eseguire piantagioni (coltivazioni piante ad alto fusto) o comunque destinarla a deposito permanente di materiali pesanti. Le costruzioni e le piantagioni ad alto fusto potranno occupare le aree all'esterno della fascia di rispetto. 2.2 Servitù di acquedotto 9

10 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT dove: A acq = Area occupata in proiezione sul terreno dalla condotta idraulica (mq) L acq = Lunghezza acquedotto che attraversa la particella (m) D = Diametro della condotta (m) F = Fascia di rispetto (m) F = 4 m per le condotte interrate L area soggetta a servitù rimane esclusiva proprietà del concedente, il quale potrà effettuare su essa coltivazioni stagionali di qualsiasi tipo, ma non costruire fabbricati od altre opere, o eseguire piantagioni (coltivazioni piante ad alto fusto) o comunque destinarla a deposito permanente di materiali pesanti. Le costruzioni e le piantagioni ad alto fusto potranno occupare le aree all'esterno della fascia di rispetto. 10

11 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 2.3 Servitù di passaggio dove: L strada = Lunghezza del passaggio F = Larghezza del passaggio = 2,5 m L area soggetta a servitù rimane esclusiva proprietà del concedente, il quale potrà effettuare su essa coltivazioni stagionali di qualsiasi tipo, ma non costruire fabbricati od altre opere, o eseguire piantagioni (coltivazioni piante ad alto fusto) o comunque destinarla a deposito permanente di materiali pesanti. Le costruzioni e le piantagioni ad alto fusto potranno occupare le aree all'esterno della fascia di rispetto. 2.4 Acquisto delle aree Per quanto riguarda l'indennità che spetta al proprietario delle aree da acquistare si utilizza la seguente formula: dove: A occ.perm. = Area occupata permanentemente dai manufatti del progetto (Cabine elettriche, Centrale di produzione, pere di presa) 11

12 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 2.5 ccupazione temporanea ltre al valore dell'indennità di servitù si dovrà considerare l indennità per l'occupazione temporanea delle aree utilizzate in fase di cantiere. Si stima il risarcimento per l'occupazione temporanea utilizzando la seguente formula: In via preliminare si valuta di occupare temporaneamente una fascia di larghezza pari a 10 m, a cavallo dell'asse della condotta e intorno ai manufatti di progetto. Nel caso in cui le condizioni morfologiche del sito non permettano di utilizzare tale fascia, le aree di occupazione temporanea saranno diminuite. In fase esecutiva tale fascia può essere incrementata per svolgere lavorazioni o movimentazioni particolari, o se possibile diminuita. Si precisa che tutte le aree attraversate dal progetto verranno ripristinate allo stato ante-operam a spese della ditta esecutrice. L'indennità per l'occupazione temporanea sarà quantificata in modo esatto in fase di progetto esecutivo, una volta ottenute tutte le autorizzazioni necessarie per la costruzione dell'impianto. In questa fase si stima una durata di occupazione temporanea e del cantiere pari a 12 mesi. 2.6 Risarcimento per gli eventuali danni Dovranno infine essere quantificati gli eventuali danni a frutti pendenti e/o a manufatti, arrecati in fase di costruzione delle opere di progetto. Tali costi saranno da quantificare a consuntivo, con appositi verbali di consistenza e liquidati agli aventi diritto solo dopo la fine delle lavorazioni. 2.7 Valori di riferimento Per la determinazione delle indennità complessive, si fa riferimento ai prospetti allegati che contemplano la classificazione del Comune in base alla regione agraria di appartenenza e i Valori Agricoli Medi dei terreni in funzione dei vari tipi di colture. Le seguenti tabelle riportano il quadro d insieme dei Valori Agricoli Medi per tipo di coltura dei terreni compresi nelle singole regioni agrarie della provincia di Reggio Emilia Anno 2011 (art.25 L.R. 19/12/2002 n.37). 12

13 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 13

14 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 14

15 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 3 RIEPILG Sulla base delle precedenti considerazioni e dei valori di riferimento tabellati, si riporta di seguito il riepilogo della stima delle indennità afferenti a servitù, acquisizioni, occupazioni e danni: 15

16 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 16

17 Impianto idroelettrico "Nismozza" - PIAN PARTICELLARE DI ESPRPRI ED ASSERVIMENT 4 ALLEGAT A: PIAN PARTICELLARE 17

18 PIAN PARTICELLARE TI IDENTIFICATIVI INTESTAT TI CLASSAMENT ZZE LARGHEZZE PALI DTT AERE DI PRGETT CMPUT AREE (PER DI) TIP DI CCUPAZINE CATAST CMUNE [codice] CDICE SEZ FG PR SUB N CGNME E NME PRZ QUALITA' FISCALE CL. SUPERFICIE RD RA CND DTT AERE DTT AT GI DIAMET R CND ACQUE DTT DTT AERE DTT AT LARGHE GI NUMER PALI PAL AREA ACQUIS TARE (espropr io) LE AREE ASSERV IRE LE CCUP AZINE TEMP RANEA VALRE AGRIC L MEDI RIVALU TAZIN E V.A.M. VALRE VENALE DURATA CANTIE RE A FRFAIT (scarichi e sfiati) LE RESIDENZA ANAGRAFICA (INDIRIZZ) NTE HA A CA [ ] [ ] m m m m m m m m n m² m² m² m² /m² coeff. /m² mesi opera di presa ENTE URBAN N.D ,00 N.D. 8 3, ,80 opera di presa FABBRICATI PIAN TERRA BENE BENE CMUNE NN CENSIBILE N.D. CMUNE NN CENSIBILE opera di presa FABBRICATI SIMNELLI LINA nata a VIA NISM, 106/A CASTELNV NE' MNTI (RE) il SMNLNI57R53C219W PIAN TERRA 13/10/1957 opera di presa FABBRICATI SIMNELLI LINA nata a VIA NISM, 106/A CASTELNV NE' MNTI (RE) il SMNLNI57R53C219W PIAN S1 13/10/1957 opera di presa BSC CEDU SIMNELLI CANDID N.D. GVERNAT ,12 0,07 7,00 0, , SIMNELLI LUIGI N.D. opera di presa condotta scarico GALASSI ED nata a Collagna il GLSDDE38A58C840 PASCL U ,59 0,59 81,00 0,35 4,00 2,50 0,00 12,00 352,35 411,00 0, ,41 18/01/1938 LMBARDI Ivo nato a il LMBVI37S28B283I 28/11/1937 VIA G. FATTRI, 14/00 REGGI EMILIA (RE) LMBARDI Maurizio nato a REGGI LMBMRZ62P08H223R NELL`EMILIA il 08/09/1962 LMBARDI Paola Maria nata a ALBINEA il 30/10/1959 LMBPMR59R70A162L scarico SIMNELLI ELSA nata a BSC CEDU VIA NISM, SMNLSE23B62B283H ,32 0,18 15,00 0,35 4,00 0,00 0,00 65,25 75,00 0, ,80 (RE) il 22/02/1923 GVERNAT Dissabbiatore SIMNELLI ELSA nata a VIA NISM, SMNLSE23B62B283H PASCL ,22 0,12 8,00 0,35 4,00 0,00 0,00 148,00 34,80 114,00 0, ,74 condotta (RE) il 22/02/1923 condotta SIMNELLI ELSA nata a BSC CEDU VIA NISM, SMNLSE23B62B283H ,38 1,02 43,00 0,35 4,00 0,00 0,00 187,05 215,00 0, ,09 (RE) il 22/02/1923 GVERNAT condotta LMBARDI GIVANNI nato a BSC CEDU VIA NISM, 11/A LMBGNN36P01B ,50 0,21 23,00 0,35 4,00 0,00 0,00 100,05 115,00 0, ,03 (RE) il 01/09/1936 GVERNAT LMBARDI LRENZA nata a VIA DEI MILLE, 30/ REGGI NELL'EMILIA (RE) il LMBLNZ67M53H223P (REGGI EMILIA) 13/08/1967 condotta LMBARDI GIVANNI nato a VIA NISM, 11/A LMBGNN36P01B283 SEMINATIV ,85 0,54 6,00 0,35 4,00 0,00 26,10 30,00 0, ,92 (RE) il 01/09/1936 LMBARDI LRENZA nata a VIA DEI MILLE, 30/ REGGI NELL'EMILIA (RE) il LMBLNZ67M53H223P (REGGI EMILIA) 13/08/1967 condotta CMUNE DI SEMINATIV ,34 0,47 32,00 0,35 4,00 0,00 0,00 139,20 339,00 0, ,64 condotta CMUNE DI SEMINATIV ,88 3,16 85,00 0,35 4,00 0,00 0,00 369,75 596,00 0, ,13 condotta CARPANNI CATERINA nata a CRPCRN48L52B283W (RE) il 12/07/1948 SEMINATIV ,65 0,42 13,00 0,35 4,00 0,00 0,00 56,55 65,00 0, ,49 CARPANNI FRANCA nata a CASTELNV NE' MNTI (RE) il CRPFNC58M46C219J 06/08/1958 CARPANNI LIDUINA nata a (RE) il 12/06/1950 CRPLDN50H52B283N CARPANNI MAURA nata a (RE) il 26/03/1955 CRPMRA55C66B283G CARPANNI STEFANIA nata a CRPSFN69A43G642F PIEVE DI CADRE (BL) il 03/01/1969 SIMNELLI ALMA nata a VIA NISM, SMNLMA26R62B283U (RE) il 22/10/1926 condotta CARPANNI CATERINA nata a BSC CEDU CRPCRN48L52B283W (RE) il 12/07/1948 GVERNAT ,41 0,23 8,00 0,35 4,00 0,00 0,00 34,80 40,00 0, ,23 CARPANNI FRANCA nata a CASTELNV NE' MNTI (RE) il CRPFNC58M46C219J 06/08/1958 CARPANNI LIDUINA nata a (RE) il 12/06/1950 CRPLDN50H52B283N CARPANNI MAURA nata a (RE) il 26/03/1955 CRPMRA55C66B283G CARPANNI STEFANIA nata a CRPSFN69A43G642F PIEVE DI CADRE (BL) il 03/01/1969 SIMNELLI ALMA nata a VIA NISM, SMNLMA26R62B283U (RE) il 22/10/1926 condotta STRA VICINALE CSTA 86,00 0,35 4,00 0,00 0,00 374,10 430,00 N.D ,00 condotta BZZI PIETR nato a CLLAGNA (RE) il 19/03/1952 BTTPTR52C19C840R SEMINATIV ,94 1,29 47,00 0,35 4,00 0,00 0,00 204,45 305,00 0, ,37 condotta BARDINI RBERTA nata a CARRARA (MS) il 23/10/1950 BRDRRT50R63B832A SEMINATIV ,85 0,57 14,00 0,35 4,00 0,00 0,00 60,90 70,00 0, ,15 LMBARDI DNATELLA nata a LMBDTL72L69I449G SARZANA (SP) il 29/07/1972 LMBARDI MICHELA nata a LMBMHL73R41I449A SARZANA (SP) il 01/10/1973 condotta CSTA MARIA RSA nata a (RE) il 11/10/1942 CSTMRS42R51B283Q SEMINATIV ,39 0,93 29,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 126,15 145,00 0, ,95 condotta CSTA MARIA RSA nata a BSC CEDU CSTMRS42R51B283Q (RE) il 11/10/1942 GVERNAT ,47 0,27 20,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 87,00 100,00 0, ,07 condotta CSTA MARIA RSA nata a BSC CEDU CSTMRS42R51B283Q (RE) il 11/10/1942 GVERNAT ,54 0,25 25,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 108,75 125,00 0, ,00 541,33 condotta SIMNELLI SIRIA nata a SARZANA SMNSRI50D41I449 (SP) il 01/04/1950 PASCL ,47 0,26 47,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 204,45 305,00 0, ,30 VIA G.FATTRI, 14/00 (REGGI EMILIA) VIA DELLA LIBERTÀ, (RE) VIA DELLA LIBERTÀ, (RE) 1

19 PIAN PARTICELLARE TI IDENTIFICATIVI INTESTAT TI CLASSAMENT ZZE LARGHEZZE PALI DTT AERE DI PRGETT CMPUT AREE (PER DI) TIP DI CCUPAZINE CATAST CMUNE [codice] CDICE SEZ FG PR SUB N CGNME E NME PRZ QUALITA' FISCALE CL. SUPERFICIE RD RA CND DTT AERE DTT AT GI DIAMET R CND ACQUE DTT DTT AERE DTT AT LARGHE GI NUMER PALI PAL AREA ACQUIS TARE (espropr io) LE AREE ASSERV IRE LE CCUP AZINE TEMP RANEA VALRE AGRIC L MEDI RIVALU TAZIN E V.A.M. VALRE VENALE DURATA CANTIE RE A FRFAIT (scarichi e sfiati) LE RESIDENZA ANAGRAFICA (INDIRIZZ) NTE HA A CA [ ] [ ] m m m m m m m m n m² m² m² m² /m² coeff. /m² mesi condotta GRASSELLI ANNA LUCIA nata a CASTELNV NE' MNTI (RE) il GRSNLC55P46C219C 06/09/1955 PASCL ,19 0,11 16,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 69,60 80,00 0, ,49 MANARI RBERT nato a VIA DEL BSC, CASTELNV NE' MNTI (RE) il MNRRRT59E25C219C (RE) 25/05/1959 condotta CASANVA PAL nato a VIA GIARLA, CSNPLA39L31E585T PASCL ,25 0,14 30,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 130,50 150,00 0, ,04 LIGNCHI (RE) il 31/07/1939 LIGNCHI condotta LISI PALA nata a BLGNA (B) LSIPLA44T41A944V il 01/12/1944 SEMINATIV ,54 0,75 40,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 174,00 200,00 0, ,13 LMBARDI ELISABE nata a LMBLBT39B65B283Y (RE) il 25/02/1939 LMBARDI FABI nato a REGGI LMBFBA72E09H223N NELL'EMILIA (RE) il 09/05/1972 VIA CASTAGNETI, 7/1 LMBARDI INE nata a LMBNI36D60B283G QUATTR CASTELLA (RE) il 20/04/1936 (RE) LMBARDI STEFAN nato a QUATTR CASTELLA (RE) il 19/09/1962 LMBSFN62P19H122M condotta VIA DELLA ALBERTI ADELE nato/a a N.D. SEMINATIV ,29 0,40 16,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 69,60 80,00 0, ,45 RESISTENZA, 32 (RE) il 29/05/ (RE) ALBERTI DIMEDE N.D ALBERTI DMENIC N.D. DECEDUT ALBERTI ELIDE N.D ALBERTI MERD N.D. DECEDUT ALBERTI NRATA N.D ALBERTI PIERA N.D ALBERTI RSA N.D. BERTEI ADLF nato/a a CASTELNV NE' MNTI (RE) il 02/12/1910 N.D. BERTEI AL nato/a a CASTELNV NE' MNTI (RE) il 26/04/1914 N.D. BERTEI CATERINA nata a GENVA (GE) il 24/02/1909 BRTCRN09B64D969A DECEDUTA BERTEI ELENA nato/a a CASTELNV NE' MNTI (RE) il 27/12/1926 N.D. BERTEI FERDINAND nato/a a CASTELNV NE' MNTI (RE) il 08/05/1912 N.D. BERTEI NELL nato/a a CASTELNV NE' MNTI (RE) il 28/01/1928 N.D. BERTEI UMBERT nato a CASTELNV NE' MNTI (RE) il BRTMRT28A28C219E 28/01/ BUCCI ANNUNZIATA N.D BUCCI ANNUNZIATA N.D. BUCCI ESTERIN nato a CLLAGNA (RE) il 20/10/1925 BCCSRN25R20C840P BUCCI FEDERIC N.D. DECEDUT BUCCI JLAN N.D. DECEDUTA BUCCI LIVIA N.D. BUCCI PIETR nato a BCCPTR22E08B283F (RE) il 08/05/1922 DECEDUT BUCCI SERGI nato/a a CARRARA (MS) il 18/05/1931 N.D BUCCI TEDRA N.D BUCCI TERESINA N.D CASANVA ANGELICA N.D CLI ALBERT N.D. DECEDUT CLI ALFRED N.D. DECEDUT FURBNI ANNUNZIATA nato/a a CLLAGNA (RE) il 16/02/1892 N.D INCERTI VERNICA N.D. LMBARDI DINA nata a LMBDNI03H62B283W (RE) il 22/06/1903 DECEDUTA PAGANI LIVA nata a PGNLBN13M69B283S (RE) il 29/08/1913 DECEDUTA PRIMAVRI DMENICA N.D. PRIMAVRI FRANCA nata a (RE) il 08/03/1939 PRMFNC39C48B283A 2

20 PIAN PARTICELLARE TI IDENTIFICATIVI INTESTAT TI CLASSAMENT ZZE LARGHEZZE PALI DTT AERE DI PRGETT CMPUT AREE (PER DI) TIP DI CCUPAZINE CATAST CMUNE [codice] CDICE SEZ FG PR SUB N CGNME E NME PRZ QUALITA' FISCALE CL. SUPERFICIE RD RA CND DTT AERE DTT AT GI DIAMET R CND ACQUE DTT DTT AERE DTT AT LARGHE GI NUMER PALI PAL AREA ACQUIS TARE (espropr io) LE AREE ASSERV IRE LE CCUP AZINE TEMP RANEA VALRE AGRIC L MEDI RIVALU TAZIN E V.A.M. VALRE VENALE DURATA CANTIE RE A FRFAIT (scarichi e sfiati) LE RESIDENZA ANAGRAFICA (INDIRIZZ) NTE HA A CA [ ] [ ] m m m m m m m m n m² m² m² m² /m² coeff. /m² mesi PRIMAVRI GIN nato/a a (RE) il 17/12/1942 N.D. DECEDUT PRIMAVRI ILVE nata a PRMLVI36A47B283T (RE) il 07/01/1936 PRIMAVRI MARIA nato/a a (RE) il 09/07/1907 N.D PRIMAVRI PAL N.D PRIMAVRI PASQUINA N.D. PRIMAVRI SILVANA nato/a a (RE) il 27/07/1934 N.D. ISTITUT DICESAN PER IL condotta SSTENTAMENT DEL CLER VIA VITTRI VENET, DELLA DICESI DI REGGI EMILIA SEMINATIV ,73 3,82 103,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 448,05 585,00 0, , REGGI GUASTALLA CN SEDE IN REGGI EMILIA EMILIA con sede in REGGI NELL'EMILIA (RE) condotta GRASSELLI ANNA LUCIA nata a CASTELNV NE' MNTI (RE) il GRSNLC55P46C219C 06/09/1955 SEMINATIV ,47 0,98 23,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 100,05 115,00 0, ,03 MANARI RBERT nato a VIA DEL BSC, CASTELNV NE' MNTI (RE) il MNRRRT59E25C219C (RE) 25/05/1959 condotta GRASSELLI ANNA LUCIA nata a CASTELNV NE' MNTI (RE) il GRSNLC55P46C219C 06/09/1955 SEMINATIV ,92 1,28 38,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 165,30 190,00 0, ,83 MANARI RBERT nato a VIA DEL BSC, CASTELNV NE' MNTI (RE) il MNRRRT59E25C219C (RE) 25/05/1959 condotta PRIMAVRI ANNA CLEMENTINA VIA SAN REM, 30 SAN CASTAGNET nata a LIGNCHI (RE) il PRMNCL36C52E585D ,44 0,18 18,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 78,30 90,00 0, ,92 GIULIAN MILANESE FRUTT GVERNAT 12/03/1936 (MI) PRIMAVRI ANTNI nato a LIGNCHI (RE) il 22/03/1954 PRMNTN54C22E585P PRIMAVRI DMENIC nato a PRMDNC39E14E585G LIGNCHI (RE) il 14/05/1939 PRIMAVRI MARIA TERESA nata a PRMMTR42T64E585D LIGNCHI (RE) il 24/12/1942 PRIMAVRI NARENA nata a PRMNZR47B55E585H LIGNCHI (RE) il 15/02/1947 PRIMAVRI PIETR nato a LIGNCHI (RE) il 27/12/1937 PRMPTR37T27E585N condotta GRASSELLI ANNA LUCIA nata a CASTAGNET CASTELNV NE' MNTI (RE) il GRSNLC55P46C219C 1 FRUTT GVERNAT 06/09/ ,49 0,20 30,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 130,50 150,00 0, ,20 MANARI RBERT nato a VIA DEL BSC, CASTELNV NE' MNTI (RE) il MNRRRT59E25C219C (RE) 25/05/1959 condotta STRA VICINALE AI RNCLI 260,00 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, , ,00 N.D ,00 condotta PRIMAVRI Franca nata a BSC CEDU PRMFNC39C48B283A il 08/03/1939 GVERNAT ,14 0,06 18,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 78,30 90,00 0, ,76 PRIMAVRI Gino nato a il PRMGNI43T17B283H 17/12/1943 DECEDUT PRIMAVRI Ilve nata a il PRMGNI43T17B283H 07/01/1936 PRIMAVRI Silvana nata a il 27/07/1934 N.D. condotta PRIMAVRI Franca nata a PRMFNC39C48B283A il 08/03/1939 SEMINATIV ,42 0,57 30,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 130,50 150,00 0, ,60 PRIMAVRI Gino nato a il PRMGNI43T17B283H 17/12/1943 DECEDUT PRIMAVRI Ilve nata a il PRMGNI43T17B283H 07/01/1936 PRIMAVRI Silvana nata a il 27/07/1934 N.D. FIRINI Armanda nata a il condotta FRNRND28L42B283H SEMINATIV ,25 0,35 19,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 82,65 95,00 0, ,41 02/07/1928 MANARI Danilo nato a CASTELNV NE` MNTI il 13/02/1953 MNRDNL53B13C219W MANARI Rosa Maria nata a MNRRMR57P48B283C il 08/09/1957 condotta GRASSELLI Anna Lucia nata a CASTELNV NE` MNTI il 06/09/1955 GRSNLC55P46C219C SEMINATIV ,32 0,44 16,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 69,60 80,00 0, ,45 MANARI Roberto nato a VIA DEL BSC, CASTELNV NE` MNTI il MNRRRT59E25C219C (RE) 25/05/1959 condotta CASANVA Alessandra nata a VIA S. ANTNI, 6/ CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,19 0,26 10,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 43,50 50,00 0, ,53 BIBBIAN (RE) CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a condotta CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,85 1,16 8,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 34,80 153,00 0, ,36 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a BSC MIST condotta CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H ,26 0,15 11,00 0,00 0,00 55,00 0, ,07 DEGRAT VIA UG FSCL, 34 LIVRN VIA DELLA LIBERTÀ, (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 3

21 PIAN PARTICELLARE TI IDENTIFICATIVI INTESTAT TI CLASSAMENT ZZE LARGHEZZE PALI DTT AERE DI PRGETT CMPUT AREE (PER DI) TIP DI CCUPAZINE CATAST CMUNE [codice] CDICE SEZ FG PR SUB N CGNME E NME PRZ QUALITA' FISCALE CL. SUPERFICIE RD RA CND DTT AERE DTT AT GI DIAMET R CND ACQUE DTT DTT AERE DTT AT LARGHE GI NUMER PALI PAL AREA ACQUIS TARE (espropr io) LE AREE ASSERV IRE LE CCUP AZINE TEMP RANEA VALRE AGRIC L MEDI RIVALU TAZIN E V.A.M. VALRE VENALE DURATA CANTIE RE A FRFAIT (scarichi e sfiati) LE RESIDENZA ANAGRAFICA (INDIRIZZ) NTE CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C HA A CA [ ] [ ] m m m m m m m m n m² m² m² m² /m² coeff. /m² mesi BERTEI Adolfo;GIVANNI nato a BSC CEDU condotta CASTELNV NE` MNTI il N.D ,44 0,25 45,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 195,75 225,00 0, ,92 DEGRAT 02/12/1910 BERTEI Alda nata a CASTELNV N.D. NE` MNTI il 26/04/1914 BERTEI Caterina nata a GENVA il BRTCRN09B64D969A DECEDUTA 24/02/1909 BERTEI Elena nata a CASTELNV N.D. NE` MNTI il 27/09/1926 BERTEI Federico nato a CASTELNV NE` MNTI il 08/05/1912 N.D. BERTEI Nello;GUERRIN nato a CASTELNV NE` MNTI il 28/01/1928 N.D. BERTEI Umberto nato a CASTELNV NE` MNTI il 28/01/1928 BRTMRT28A28C219E BUCCI Annunziata;FU PIETR N.D. BUCCI Esterino nato a CLLAGNA il BCCSRN25R20C840P 20/10/ BUCCI Federico;FU PIETR N.D BUCCI Iolanda;FU FEDERIC N.D. DECEDUTA BUCCI Livia N.D BUCCI Livia;FU PIETR N.D. BUCCI Pietro nato a il /05/1922 BCCPTR22E08B283F BUCCI Sergio nato a CARRARA il /05/1931 N.D. BUCCI Teodora;VED BUCCI nata a il 08/05/1922 N.D BUCCI Teresina;FU FEDERIC N.D. FURLNI Annunziata;VED BUCCI N.D. nata a CLLAGNA il 16/02/ INCERTI Veronica;VED BUCCI N.D. BERTEI Adolfo;GIVANNI nato a condotta CASTELNV NE` MNTI il N.D. SEMINATIV ,64 0,88 10,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 43,50 50,00 0, ,53 02/12/1910 BERTEI Alda nata a CASTELNV N.D. NE` MNTI il 26/04/1914 BERTEI Caterina nata a GENVA il BRTCRN09B64D969A DECEDUTA 24/02/1909 BERTEI Elena nata a CASTELNV N.D. NE` MNTI il 27/09/1926 BERTEI Federico nato a CASTELNV NE` MNTI il 08/05/1912 N.D. BERTEI Nello;GUERRIN nato a CASTELNV NE` MNTI il 28/01/1928 N.D. BERTEI Umberto nato a CASTELNV NE` MNTI il 28/01/1928 BRTMRT28A28C219E BUCCI Annunziata;FU PIETR N.D. BUCCI Esterino nato a CLLAGNA il BCCSRN25R20C840P 20/10/ BUCCI Federico;FU PIETR N.D BUCCI Iolanda;FU FEDERIC N.D. DECEDUTA BUCCI Livia N.D BUCCI Livia;FU PIETR N.D. BUCCI Pietro nato a il /05/1922 BCCPTR22E08B283F BUCCI Sergio nato a CARRARA il /05/1931 N.D. BUCCI Teodora;VED BUCCI nata a il 08/05/1922 N.D BUCCI Teresina;FU FEDERIC N.D. FURLNI Annunziata;VED BUCCI N.D. nata a CLLAGNA il 16/02/ /00 REGGI EMILIA INCERTI Veronica;VED BUCCI N.D. condotta GRASSELLI ANNA LUCIA nata a CASTELNV NE' MNTI (RE) il GRSNLC55P46C219C 06/09/1955 SEMINATIV ,60 0,40 12,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 52,20 60,00 0, ,84 MANARI RBERT nato a CASTELNV NE' MNTI (RE) il MNRRRT59E25C219C 25/05/1959 VIA DELLA LIBERTA', 23 VIA DELLA LIBERTA', 23 4

22 PIAN PARTICELLARE TI IDENTIFICATIVI INTESTAT TI CLASSAMENT ZZE LARGHEZZE PALI DTT AERE DI PRGETT CMPUT AREE (PER DI) TIP DI CCUPAZINE CATAST CMUNE [codice] CDICE SEZ FG PR SUB N CGNME E NME PRZ QUALITA' FISCALE CL. SUPERFICIE RD RA CND DTT AERE DTT AT GI DIAMET R CND ACQUE DTT DTT AERE DTT AT LARGHE GI NUMER PALI PAL AREA ACQUIS TARE (espropr io) LE AREE ASSERV IRE LE CCUP AZINE TEMP RANEA VALRE AGRIC L MEDI RIVALU TAZIN E V.A.M. VALRE VENALE DURATA CANTIE RE A FRFAIT (scarichi e sfiati) LE RESIDENZA ANAGRAFICA (INDIRIZZ) NTE HA A CA [ ] [ ] m m m m m m m m n m² m² m² m² /m² coeff. /m² mesi condotta CLI NITA nata a (RE) il CLNTI22B52B283W 12/02/1922 SEMINATIV ,41 0,94 26,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 113,10 130,00 0, ,99 MANARI SNIA nata a CASTELNV NE' MNTI (RE) il MNRSN58H62C219N 22/06/1958 condotta CASANVA Alessandra nata a BSC CEDU VIA S. ANTNI, 6/ CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H ,69 0,29 15,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 65,25 75,00 0, ,80 GVERNAT BIBBIAN (RE) CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a condotta CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,59 0,81 40,00 0,35 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 174,00 200,00 0, ,13 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a Condotta scarico CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,83 3,88 23,87 0,40 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 105,03 119,35 0, ,76 Condottaelettrodottocentrale-scarico CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,78 1,85 33,00 17,00 6,00 0,40 4,00 0,00 4,00 2,50 0,00 0,00 534,00 228,20 517,00 0, ,91 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a scarico CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H AA PRAT U 9 0,42 0,46 0,40 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C AB SEMINATIV ,33 0,40 CASANVA Alessandra nata a scarico CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H AA PRAT U 10 0,46 0,52 42,00 0,40 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 184,80 210,00 0, ,54 CASANVA Sonia nata a REGGI BSC CEDU CSNSN61M70H223C AB ,31 0,18 GVERNAT scarico DEMANI DELLA STAT N.D. INCLT PRDUTTIV U ,51 0,40 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 scarico DEMANI DELLA STAT N.D. INCLT PRDUTTIV U ,13 54,00 0,40 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,77 scarico CASANVA Alessandra nata a CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H INCLT PRDUTTIV U ,06 30,00 0,40 4,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,76 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a BSC CEDU passaggio CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H ,05 0,03 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 GVERNAT CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a passaggio CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,58 1,05 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a passaggio CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,28 0,19 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C CASANVA Alessandra nata a passaggio CASTELNV NE` MNTI il CSNLSN65T47C219H SEMINATIV ,55 0,36 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 CASANVA Sonia nata a REGGI CSNSN61M70H223C elettrodotto CASTAGNINI Alice;DI VENANZI N.D. SEMINATIV ,09 0,06 8,00 18,00 0,00 0,00 4,00 2,50 0,00 0,00 28,00 39,50 54,00 0, ,60 DECEDUTA IL 8/04/ CASTAGNINI Armida;DI VENANZI N.D. DECEDUTA CASTAGNINI Dario;DI VENANZI N.D. DECEDUT DECEDUTA IL CASTAGNINI Donata;DI VENANZI N.D. 23/07/ CASTAGNINI Gino;DI VENANZI N.D CASTAGNINI Lorice;DI VENANZI N.D CASTAGNINI Maria;DI VENANZI N.D. DECEDUT A LA CASTAGNINI Venanzio;DI ANTNI N.D. SPEZIA DEL 1969 FIRINI Armanda nata a il FRNRND28L42B283H 02/07/ /00 REGGI EMILIA GRASSELLI Anna Lucia nata a CASTELNV NE` MNTI il GRSNLC55P46C219C 06/09/1955 VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA S. ANTNI, 6/1 BIBBIAN (RE) 22/00 REGGI EMILIA VIA DELLA LIBERTÀ, (RE) 5

Riepilogo beni immobili in Concessione/locazione a lungo termine

Riepilogo beni immobili in Concessione/locazione a lungo termine ALLEGATO A Riepilogo beni immobili in alienazione IMMOBILE UBICAZIONE VALORE di stima VALORE inventario 1) Terreno inutilizzato in loc. Mazzetta 2) Ex area stradale in loc. Mazzetta(Questura) 3) Frastagli

Dettagli

PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO

PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO STAZIONE DI CAPODICHINO PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO 1. PREMESSA 2. MAPPA CATASTALE 3. LA GEOREFERENZIAZIONE 4. LE TAVOLE GRAFICHE DEL PIANO PARTICELLARE 4.1. LA SIMBOLOGIA DEI TITOLI DI OCCUPAZIONE

Dettagli

CONVENZIONE PRELIMINARE ALLA COSTITUZIONE DI UNA SERVITU' PERPETUA PER LA POSA ED IL MANTENIMENTO DI UNA O PIU' CONDOTTE PER IL TRASPORTO DI ACQUA/GAS

CONVENZIONE PRELIMINARE ALLA COSTITUZIONE DI UNA SERVITU' PERPETUA PER LA POSA ED IL MANTENIMENTO DI UNA O PIU' CONDOTTE PER IL TRASPORTO DI ACQUA/GAS CONVENZIONE PRELIMINARE ALLA COSTITUZIONE DI UNA SERVITU' PERPETUA PER LA POSA ED IL MANTENIMENTO DI UNA O PIU' CONDOTTE PER IL TRASPORTO DI ACQUA/GAS METANO. Il Comune di Crespellano (parte concedente)

Dettagli

Indice generale. Premessa...1. Individuazione delle aree oggetto di esproprio...2. Individuazione delle aree oggetto di servitù...

Indice generale. Premessa...1. Individuazione delle aree oggetto di esproprio...2. Individuazione delle aree oggetto di servitù... Indice generale Premessa...1 Individuazione delle aree oggetto di esproprio...2 Individuazione delle aree oggetto di servitù...3 Individuazione delle aree oggetto di occupazione temporanea...4 Valori base

Dettagli

BENI IMMOBILI DEMANIALI

BENI IMMOBILI DEMANIALI COMUNE DI LUISAGO PROVINCIA DI COMO INVENTARIO BENI COMUNALI ANN0 2013 BENI IMMOBILI DEMANIALI - TERRENI - Decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti

Dettagli

Assessorato Sviluppo della montagna e foreste - Opere pubbliche - Difesa del suolo Direzione Opere Pubbliche

Assessorato Sviluppo della montagna e foreste - Opere pubbliche - Difesa del suolo Direzione Opere Pubbliche TABELLA "CANONI DI CONCESSIONE PER UTILIZZO DI PERTINENZE IDRAULICHE" (ART. 1, COMMA 1, LETTERA C DELLA L.R. 12/2004) INTEGRATA DALL ALLEGATO A DEL D.P.G.R. 6/12/2004, n. 14/R) (n.b. le note integrative

Dettagli

CONTRATTO PRELIMINARE PER LA COSTITUZIONE DI SERVITÙ INAMOVIBILE DI ELETTRODOTTO PER CABINA ELETTRICA E LINEE ELETTRICHE AFFERENTI

CONTRATTO PRELIMINARE PER LA COSTITUZIONE DI SERVITÙ INAMOVIBILE DI ELETTRODOTTO PER CABINA ELETTRICA E LINEE ELETTRICHE AFFERENTI CONTRATTO PRELIMINARE PER LA COSTITUZIONE DI SERVITÙ INAMOVIBILE DI ELETTRODOTTO PER CABINA ELETTRICA E LINEE ELETTRICHE AFFERENTI Tra: ENEL Distribuzione S.p.A., società con unico socio soggetta a direzione

Dettagli

ELENCO DEI FONDI INTERESSATI AD ASSERVIMENTO

ELENCO DEI FONDI INTERESSATI AD ASSERVIMENTO ELENCO DEI FONDI INTERESSATI AD ASSERVIMENTO N Cognome, nome dei proprietari o presunti tali identificazione catastale Colture Foglio Mappali Catastali Attuali Superficie mq Area edificabile/e dificata

Dettagli

1. PREMESSA. Caratteristiche del progetto

1. PREMESSA. Caratteristiche del progetto 1. PREMESSA La presente relazione è riferita al progetto per la realizzazione di un impianto eolico per la produzione di energia elettrica in comune di Garessio, località Colle di San Bernardo denominato

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Tesi di laurea PROGETTAZIONE DI UN ACQUEDOTTO ESTERNO E RELATIVO SERBATOIO

Dettagli

F.E.R. Caratteristiche tecniche delle opere - Vincoli ablativi.

F.E.R. Caratteristiche tecniche delle opere - Vincoli ablativi. Premessa F.E.R. Caratteristiche tecniche delle opere - Vincoli ablativi. L'art. 12 del D.Lgs. 387/2003 e s.m.i., nell'opera di razionalizzazione e semplificazione delle procedure autorizzative, attribuisce

Dettagli

ISTRUTTORIA AI FINI ESPROPRIATIVI IN AMBITO DEL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE UNICA EX D.LGS. 387/2003

ISTRUTTORIA AI FINI ESPROPRIATIVI IN AMBITO DEL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE UNICA EX D.LGS. 387/2003 ISTRUTTORIA AI FINI ESPROPRIATIVI IN AMBITO DEL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE UNICA EX D.LGS. 387/2003 PLICO DISPONIBILITA' DELLE AREE MODALITA' DI PREDISPOSIZIONE In relazione a quanto dichiarato nell'istanza

Dettagli

SOMMARIO. 1. OPERA DI PRESA...2 1.1 Breve descrizione dell'opera...2 1.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti...2

SOMMARIO. 1. OPERA DI PRESA...2 1.1 Breve descrizione dell'opera...2 1.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti...2 SOMMARIO 1. OPERA DI PRESA...2 1.1 Breve descrizione dell'opera...2 1.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti...2 2. CONDOTTA FORZATA...3 2.1 Percorso della condotta forzata...3 2.2 Mappali

Dettagli

PROGETTO DI DERIVAZIONE D ACQUA AD USO IDROELETTRICO DAL F. STURA DI DEMONTE A MEZZO DEL CANALE IRRIGUO LA ROVERE - BOSCHETTI

PROGETTO DI DERIVAZIONE D ACQUA AD USO IDROELETTRICO DAL F. STURA DI DEMONTE A MEZZO DEL CANALE IRRIGUO LA ROVERE - BOSCHETTI PROGETTO DI NUOVA DERIVAZIONE D ACQUA DAL TORRENTE MONGIA AD USO ENERGETICO - RELAZIONE DI COMPATIBILITÀ IDRAULICA AI SENSI DEL R.D. 523/1904 - REGIONE PIEMONTE COMUNE DI FOSSANO PROVINCIA DI CUNEO PROGETTO

Dettagli

Tangenziale di Napoli SpA Piano di Esproprio Riqualificazione Smaltimento Acque Piovane da km 0+000 a km 4+500

Tangenziale di Napoli SpA Piano di Esproprio Riqualificazione Smaltimento Acque Piovane da km 0+000 a km 4+500 Tangenziale di Napoli SpA Piano di Esproprio Riqualificazione Smaltimento Acque Piovane da km 0+000 a km 4+500 1. PREMESSA 2. MAPPA CATASTALE 3. LA GEOREFERENZIAZIONE 4. LE TAVOLE GRAFICHE DEL PIANO PARTICELLARE

Dettagli

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA 1) Che cosa stabilisce la costituzione e il codice civile in materia di diritto alla proprietà privata e di esproprio. L art. 42 della costituzione stabilisce che la

Dettagli

STRADA DI COLLEGAMENTO TRA VIA LAME E LA PREVISTA ROTATORIA SU VIA CORTICELLA A TREBBO DI RENO

STRADA DI COLLEGAMENTO TRA VIA LAME E LA PREVISTA ROTATORIA SU VIA CORTICELLA A TREBBO DI RENO Allegato alla D.G. n. 171/2007 Città di Castel Maggiore Provincia di Bologna Settore Gestione del Territorio Area Lavori Pubblici -Patrimonio - Espropri Controllo Amministrativo Tel. 051/63.86.760/761

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

Comune di Lagnasco Provincia di Cuneo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Comune di Lagnasco Provincia di Cuneo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Lagnasco Provincia di Cuneo COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 53 del 23/07/2013 Oggetto : CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI SUOLO PUBBLICO IN VIA ROMA E VIA SANTAROSA,

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE Provincia di Bari

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE Provincia di Bari COMUNE DI CASTELLANA GROTTE Provincia di Bari SETTORE VI LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE N. 161 del 28/12/2015 Raccolta Ufficiale N. 1073 del 25/01/2016 OGGETTO: Adeguamento e miglioramento della strada

Dettagli

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA RIFERIMENTI NORMATIVI GENERALI ART. 42 COSTITUZIONE (1948) La proprietà è riconosciuta e garantita dalla legge, che ne determina i modi di acquisto, di godimento ed

Dettagli

Utilizzazioni - Liceo Musicale Dante di Firenze - art 6/bis CCNI - a.s. 2015/16

Utilizzazioni - Liceo Musicale Dante di Firenze - art 6/bis CCNI - a.s. 2015/16 Utilizzazini - Lice Musicale Da Firenze - art 6/bis CCNI - a.s. /16 Cgnme Nme Ann Ttale re gi er 2014 CHIEDE p za tit. Pr v scula titlarità TITOLI Servizi valid per l'access / clusine Terreni Maria F.R.

Dettagli

UNIONE DI COMUNI COLLINARI DEL VERGANTE UFFICIO GESTIONE ASSOCIATA DEMANIO BASSO LAGO MAGGIORE. --oo0oo--

UNIONE DI COMUNI COLLINARI DEL VERGANTE UFFICIO GESTIONE ASSOCIATA DEMANIO BASSO LAGO MAGGIORE. --oo0oo-- UNIONE DI COMUNI COLLINARI DEL VERGANTE LESA via Portici 2 C.F. e P.I. 90009820037 UFFICIO GESTIONE ASSOCIATA DEMANIO BASSO LAGO MAGGIORE --oo0oo-- Rep. n. 121/A -------------------------------------------------------------------------

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione Proposta nr. 91 del 19/08/2014 - Determinazione nr. 2223 del 19/08/2014 OGGETTO: Lavori di realizzazione della Circonvallazione

Dettagli

COMUNE DI TERNI. Cod. Fisc./ Part. IVA 00175660554 RELAZIONE ISTRUTTORIA (ALLEGATO FACENTE PARTE INTEGRANTE DEL PROVVEDIMENTO FINALE)

COMUNE DI TERNI. Cod. Fisc./ Part. IVA 00175660554 RELAZIONE ISTRUTTORIA (ALLEGATO FACENTE PARTE INTEGRANTE DEL PROVVEDIMENTO FINALE) _ COMUNE DI TERNI DIREZIONE SERVIZI DECENTRATI E SERVIZI A RETE Sede Distaccata di Via Fratini n 40-05100 TERNI Telefono fisso 0744/43.51.51-Fax +039-0744/42.27.46 on pages:www.comune.terni.it e-mail:bruno.belinci@comune.tr.it

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA MET. CREMONA MESTRE VARIANTE SAN BONIFACIO OVEST DN 400 PROVINCIA DI VERONA

PROVINCIA DI VERONA MET. CREMONA MESTRE VARIANTE SAN BONIFACIO OVEST DN 400 PROVINCIA DI VERONA PROGETTISTA COMMESSA NR/13087 UNITÀ 10 LOCALITA REGIONE VENETO PROVINCIA DI VERONA SPC. 10-LT-E-0153 MET. CREMONA MESTRE VARIANTE SAN BONIFACIO OVEST DN 400 Pagina 1 di Rev. 0 Rif. TFM: 01130-00-LT-E-0153

Dettagli

Gli aspetti procedurali ed estimativi

Gli aspetti procedurali ed estimativi L espropriazione per pubblica utilità. Gli aspetti procedurali ed estimativi 10.XII.2013 La definizione dell espropriazione Lo scopo dell'espropriazione è quello di trasferire coattivamente la proprietà

Dettagli

Quarto avviso di vendita immobiliare senza e con eventuale incanto A prezzo ribassato del 10%

Quarto avviso di vendita immobiliare senza e con eventuale incanto A prezzo ribassato del 10% Quarto avviso di vendita immobiliare senza e con eventuale incanto A prezzo ribassato del 10% Nella procedura esecutiva immobiliare n. 637/12 RGE, il sottoscritto Dott. Giovanni Zucchet, iscritto all ordine

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA MET. CREMONA MESTRE VAR. TR. SAN BONIFACIO OVEST DN 400 PROVINCIA DI VERONA

PROVINCIA DI VERONA MET. CREMONA MESTRE VAR. TR. SAN BONIFACIO OVEST DN 400 PROVINCIA DI VERONA NR/3087 Pagina di 5 Rif. TFM: 0302--RT-E-5050 PROVINCIA DI VERONA METANODOTTO CREMONA - MESTRE VARIANTE TRATTO SAN BONIFACIO OVEST DN 4 (6 ) DP 64 bar RICOLLEGAMENTO ALL. GRENA DN (4 ) DP 64 bar RELAZIONE

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA

RELAZIONE FINANZIARIA Piano particolareggiato per la progettazione urbanistica del comparto n 10.11.12 con variante al P.R.G.C. ai sensi dell art. 12 comma 3 della L.R. n 20/2001 e s.m.i. (Variante al P.d.Z. 167/62 dei comparti

Dettagli

RELAZIONE INTEGRATIVA

RELAZIONE INTEGRATIVA RELAZIONE INTEGRATIVA In relazione all istanza di approvazione del piano attuativo di iniziativa privata per la lottizzazione di un area fabbricabile sita in Vocabolo S.Antimo nel Comune di Stroncone,

Dettagli

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI DISPONIBILI

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI DISPONIBILI COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO INVENTARIO BENI COMUNALI ANN0 2012 BENI IMMOBILI PATRIMONIALI DISPONIBILI - TERRENI - Decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento

Dettagli

Avviso pubblico per l attribuzione di voucher Individuali per situazioni di Crisi Aziendale - Asse I Scadenza: 30/11/2012

Avviso pubblico per l attribuzione di voucher Individuali per situazioni di Crisi Aziendale - Asse I Scadenza: 30/11/2012 Avvis Pubblic per l'attribuzine di vucher individuali per Crisi Aziendale Asse I - Scadenza 30/11/2012 Avvis pubblic per l attribuzine di vucher Individuali per situazini di Crisi Aziendale - Asse I Scadenza:

Dettagli

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Committente: Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/212251 - fax: 039/2109334 http//www.alsispa.it

Dettagli

D.1.4. IDROENERGIA S.r.l. Comune di Cavallermaggiore Provincia di Cuneo ALLEGATI TECNICI D.P.G.R. 10/R E S.M.I. PIANO PARTICELLARE

D.1.4. IDROENERGIA S.r.l. Comune di Cavallermaggiore Provincia di Cuneo ALLEGATI TECNICI D.P.G.R. 10/R E S.M.I. PIANO PARTICELLARE Comune di Cavallermaggiore Provincia di Cuneo Regione Piemonte IMPIANTO IDROELETTRICO SUL TORRENTE MELLEA IN CORRISPONDENZA DELLA TRAVERSA DI DERIVAZIONE DELLA BEALERA DEI MOLINI IN COMUNE DI CAVALLERMAGGIORE

Dettagli

COMUNE DI PATERNO Prov. di Catania UNITA OPERATIVA AFFARI LEGALI E CONTENZIOSO. DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO AD ACTA - Dott.

COMUNE DI PATERNO Prov. di Catania UNITA OPERATIVA AFFARI LEGALI E CONTENZIOSO. DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO AD ACTA - Dott. Prot. n. /Leg. del 02/07/2010 COMUNE DI PATERNO Prov. di Catania UNITA OPERATIVA AFFARI LEGALI E CONTENZIOSO DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO AD ACTA AVENTE IL SEGUENTE OGGETTO: Sentenza del T.A.R. di Catania,

Dettagli

ESTIMO: LE ESPROPRIAZIONI

ESTIMO: LE ESPROPRIAZIONI Stefano Verna Classe 5 A Progetto Cinque I.T.S. Elio Vittorini Sezione C. e A. di Castellamonte ESTIMO: LE ESPROPRIAZIONI L'espropriazione è la privazione forzata del diritto di proprietà, fatta per motivi

Dettagli

Problemi della gestione del demanio idrico in un'ottica integrata tra sicurezza e qualità ambientale

Problemi della gestione del demanio idrico in un'ottica integrata tra sicurezza e qualità ambientale Problemi della gestione del demanio idrico in un'ottica integrata tra sicurezza e qualità ambientale Bolzano, 21 22 novembre 2013 Federica Filippi, federica.filippi@agenziapo.it la programmazione operativa,

Dettagli

DETERMINAZIONE NUMERO: 38 DEL 18/02/2010

DETERMINAZIONE NUMERO: 38 DEL 18/02/2010 DETERMINAZIONE NUMERO: 38 DEL 18/02/2010 OGGETTO: approvazione del progetto preliminare relativo ai lavori di Rifacimento tronco fognario di Frazione Castello da Frazione Caucino a Via Piave nel Comune

Dettagli

RITENUTO detto progetto preliminare meritevole di approvazione, sotto il profilo tecnico, amministrativo e finanziario;

RITENUTO detto progetto preliminare meritevole di approvazione, sotto il profilo tecnico, amministrativo e finanziario; Autorità d Ambito Territoriale Ottimale LAGUNA DI VENEZIA Prot. n. 671/11 di verbale del 23/06/2011 OGGETTO: Approvazione del progetto preliminare Ripristino del cedimento della fognatura in via Orlanda

Dettagli

TRIBUNALE DI LANCIANO RELAZIONE DI PERIZIA

TRIBUNALE DI LANCIANO RELAZIONE DI PERIZIA TRIBUNALE DI LANCIANO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N 42/00 R.G.E. RELAZIONE DI PERIZIA STRALCIO Lanciano, 20/01/2004 Il Consulente Tecnico geom. Pino Cicalini pag. 2 INDICE 1.INCARICO

Dettagli

TRIBUNALE DI SALERNO. TERZA SEZIONE CIVILE UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI G.E. DOTT. ssa GIOVANNA PACIFICO

TRIBUNALE DI SALERNO. TERZA SEZIONE CIVILE UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI G.E. DOTT. ssa GIOVANNA PACIFICO TRIBUNALE DI SALERNO TERZA SEZIONE CIVILE UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI G.E. DOTT. ssa GIOVANNA PACIFICO RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N 76/08 PROMOSSA DA BANCA DELLA CAMPANIA

Dettagli

35ª Proposta (Dec. G.C. del 6 marzo 2015 n. 14)

35ª Proposta (Dec. G.C. del 6 marzo 2015 n. 14) BOZZA DI STAMPA Protocollo RC n. 1078/15 Anno 2015 Ordine del giorno n. 11 35ª Proposta (Dec. G.C. del 6 marzo 2015 n. 14) Autorizzazione all'acquisizione al Patrimonio Capitolino delle aree di proprietà

Dettagli

Il valore complementare

Il valore complementare Il valore complementare Prof Raffaella Lioce Corso di estimo D a.a.2007-08 Definizione Il valore complementare viene definito quale valore attribuibile ad un bene riguardato come parte di un insieme di

Dettagli

RELAZIONE SULLE INTERFERENZE

RELAZIONE SULLE INTERFERENZE RELAZIONE SULLE INTERFERENZE 1. PREMESSA Il tipo di lavorazione prevalente, prevista nel presente progetto, consiste nella posa di tubazioni in ghisa o acciaio, di diversi diametri, fino al DN150, su strade

Dettagli

AREA TECNICA-AMBIENTE-TERRITORIO. SERVIZIO: Lavori Pubblici

AREA TECNICA-AMBIENTE-TERRITORIO. SERVIZIO: Lavori Pubblici COMUNE DI SANT EGIDIO ALLA VIBRATA (Provincia di Teramo) Tel. 0861/846511 Fax 0861/840203 Part. IVA:00196900674 e-mail:info@comune.santegidioallavibrata.te.it AREA TECNICA-AMBIENTE-TERRITORIO SERVIZIO:

Dettagli

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle espropriazioni. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle espropriazioni. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO Stima delle espropriazioni Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10 Prof. Romano Oss La sovranità del privato cittadino viene limitata a vantaggio della sovranità della

Dettagli

OGGETTO: Polo Integrato nel campo della moda (PIUSS). Affidamento incarico per frazionamento aree di cantiere e da assoggettare a diritto di passo.

OGGETTO: Polo Integrato nel campo della moda (PIUSS). Affidamento incarico per frazionamento aree di cantiere e da assoggettare a diritto di passo. SETTORE RISORSE E INNOVAZIONE SERVIZIO PATRIMONIO IMMOBILIARE E STIME DETERMINAZIONE N. 58 DEL 22-02-2012 OGGETTO: Polo Integrato nel campo della moda (PIUSS). Affidamento incarico per frazionamento aree

Dettagli

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA (P.A.S.)

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA (P.A.S.) Comune di Cavaion Veronese Provincia di Verona Ufficio Tecnico Edilizia Privata Piazza G.Fracastoro, 8 37010 Cavaion Veronese w ww.comunec a va i on.it - edili zi aprivata@c omun ecav aion.it e dilizi

Dettagli

da presentare in un originale ed in una copia OGGETTO: DOMANDA AI SENSI DEL D.Lgs. 29/12/2003 N. 387 art. 12 comma 3 e s.m.i.;

da presentare in un originale ed in una copia OGGETTO: DOMANDA AI SENSI DEL D.Lgs. 29/12/2003 N. 387 art. 12 comma 3 e s.m.i.; DOMANDA DI RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE UNICA PER LA COSTRUZIONE E L ESERCIZIO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE ENERGETICA DA FONTI RINNOVABILI (art. 12 del D.Lgs. 29 dicembre 2003, n. 387) da presentare in

Dettagli

Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità.

Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità. Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità. CAP.1: Presupposti per l avvio della procedura espropriativa. La presente guida si riferisce

Dettagli

U. R. P. Documentazione da allegare alla domanda: progetto redatto secondo il livello di definizione previsto dalla L.

U. R. P. Documentazione da allegare alla domanda: progetto redatto secondo il livello di definizione previsto dalla L. U. R. P. AREA POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO IDRICO UFFICIO ACQUA TEL. 0425/386820-811 FAX 0425/386800 E-mail area.ambiente@provincia.rovigo.it Procedimento: approvazione progetto impianto di depurazione

Dettagli

ATTO DI TRANSAZIONE E CONTESTUALE CESSIONE DI IMMOBILI IN FAVORE DELLO STATO - DEMANIO PUBBLICO PER OPERE IDRAULICHE DI TERZA CATEGORIA TRA

ATTO DI TRANSAZIONE E CONTESTUALE CESSIONE DI IMMOBILI IN FAVORE DELLO STATO - DEMANIO PUBBLICO PER OPERE IDRAULICHE DI TERZA CATEGORIA TRA ATTO DI TRANSAZIONE E CONTESTUALE CESSIONE DI IMMOBILI IN FAVORE DELLO STATO - DEMANIO PUBBLICO PER OPERE IDRAULICHE DI TERZA CATEGORIA TRA la Sig.ra CRISTINA NANNINI PUCCI DI BARSENTO, nata a Bologna

Dettagli

M-01 INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO DELL ABITATO DI AULLA (MS)

M-01 INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO DELL ABITATO DI AULLA (MS) Commissario Delegato O.P.C.M. 3974/2011 M-01 INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO DELL ABITATO DI AULLA (MS) INTERVENTO DI ADEGUAMENTO DEL MURO D ARGINE IN SINISTRA IDRAULICA DEL

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia del COMUNE DI MASER

Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia del COMUNE DI MASER Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia del COMUNE DI MASER Marca da bollo 16,00 DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E ATTESTAZIONE DI AGIBILITÀ (legge n. 98/2013 art. 30 ) TOTALE PARZIALE PARZIALE

Dettagli

COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA

COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA MARCA DA BOLLO COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Riservato all Ufficio ESTREMI DI RIFERIMENTO ARCHIVIAZIONE: Pratica Edilizia: n. Prot. gen. del / / RICHIESTA DI

Dettagli

Elenco Ditte. : (A1) : MILANO - NAPOLI Tratto : Barberino di Mugello - Incisa Valdarno Lotto 7 : [I1AA] FIRENZE (FI) Ditta

Elenco Ditte. : (A1) : MILANO - NAPOLI Tratto : Barberino di Mugello - Incisa Valdarno Lotto 7 : [I1AA] FIRENZE (FI) Ditta N. ORDINE 1 Commessa 110110-19 (A1) MILANO - NAPOLI Tratto Barberino di Mugello - Incisa Valdarno Lotto 7 Ditta BONCOMPAGNI Giuseppe n. a Citerna il 07.01.1952 propr. per 1/2;BONCOMPAGNI Luigi n. a Citerna

Dettagli

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. contro OMISSIS

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. contro OMISSIS CONSULENZA TECNICA D UFFICIO BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. contro OMISSIS C.T.U. ING. ELIO VAIRO C.so G. Garibaldi, 84 84123 Salerno Cell. 347 5209971 Relazione di consulenza tecnica d ufficio

Dettagli

Caratteristiche della Concessione (in caso di forme complesse indicare solo la superficie)

Caratteristiche della Concessione (in caso di forme complesse indicare solo la superficie) DOMANDA OCCUPAZIONE PERMANENTE SUOLO/SOTTOSUOLO PUBBLICO MOD. M (Revisione 05.01.2015) MARCA DA BOLLO Protocollo Il sottoscritto/a AL DIRIGENTE DEL SETTORE SVILUPPO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI SESTO FIORENTINO

Dettagli

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 OGGETTO REALIZZAZIONE DI IMPIANTO SOLLEVAMENTO ACQUE REFLUE NELL AMBITO DELL ESTENSIONE RETE DI RACCOLTA IN VIA ROMA (S.P. 34): VARIANTE

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 30 DEL 10 LUGLIO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 30 DEL 10 LUGLIO 2006 CITTA DI MONDRAGONE - (Provincia di Caserta) - Estratto del decreto relativo al deposito, presso la Cassa Depositi e Prestiti - Direzione Provinciale del Tesoro di Caserta - Servizio Cassa Depositi e Prestiti,

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001; articoli 3.1.7 e 3.1.8 del R. L. I.

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001; articoli 3.1.7 e 3.1.8 del R. L. I. Comune di Agnadello Provincia di Cremona Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. Marca da bollo da euro 14,62 DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli

Dettagli

copia N 54 del 28/07/2011

copia N 54 del 28/07/2011 CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE copia N 54 del 28/07/2011 OGGETTO : Acquisizione al Patrimonio comunale area distinta in catasto al Foglio 27, part. 339 sita

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 61 del 17/03/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER POSA DI POZZETTI SIFONATI E RELATIVE TUBAZIONI

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO

COMUNE DI SALICE SALENTINO COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di Lecce PROGETTO DI ADEGUAMENTO DEGLI SCARICHI E DELLE IMMISSIONI NEL SOTTOSUOLO DELLE ACQUE METEORICHE - PROGETTO DEFINITIVO - 5 4 3 2 1 0 Giugno 2004 MBarbara MBarbara

Dettagli

CONFRONTO TRA ELETTRODOTTO IN CAVO ED AEREO.

CONFRONTO TRA ELETTRODOTTO IN CAVO ED AEREO. CONFRONTO TRA ELETTRODOTTO IN CAVO ED AEREO. E luogo comune sostenere che un elettrodotto in cavo sia preferibile ad uno aereo: non è sempre vero. Parametro determinante a tal fine è la tensione nominale

Dettagli

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA RICHIEDENTE: COMUNE DI LARI - UFFICIO TECNICO; OGGETTO: APPARTAMENTO PER CIVILE ABITAZIONE, ANNESSO LOCALE RIPOSTIGLIO IN COMPROPRIETA E QUOTA DI UN TERZO SUL RESEDE. (UNITA

Dettagli

ELENCO IMMOBILI IN VENDITA DATI COMUNI AI LOTTI 1) - 2) - 3)

ELENCO IMMOBILI IN VENDITA DATI COMUNI AI LOTTI 1) - 2) - 3) ALLEGATO sub 1) ELENCO IMMOBILI IN VENDITA DATI COMUNI AI LOTTI 1) - 2) - 3) Ubicazione e descrizione Le unità abitative sono ubicate alla distanza di circa 300 metri fuori delle mura cinquecentesche zona

Dettagli

ALLEGATO 2 DATA BASE CATASTALE. Superficie ricompresa nel SIN. Superficie Catastale. Foglio C.U. Categoria

ALLEGATO 2 DATA BASE CATASTALE. Superficie ricompresa nel SIN. Superficie Catastale. Foglio C.U. Categoria FOGLIO 121 - CAVONE DEGLI SBIRRI P.F. LUBRANO LOBIANCO RITA, MARIA CAROLINA; CAPUANO ANTONIETTA 121 6 VIGNETO ARB 20405 13458 BOSCO P.F. LUBRANO LOBIANCO DOMENICO 121 16 CEDUO 23704 23704 LUBRANO LOBIANCO

Dettagli

INDICE 1. Premessa 2. Mappa catastale 3. La visura catastale 4. Criteri per la definizione dell indennità di esproprio e calcolo dei costi

INDICE 1. Premessa 2. Mappa catastale 3. La visura catastale 4. Criteri per la definizione dell indennità di esproprio e calcolo dei costi 䌀䄀匀 伀刀 䄀 一 䔀刀嘀䔀一 䄀䰀 䔀刀一䄀 嘀 䄀䰀 䰀 䔀 伀倀䔀刀䔀 䐀 䌀唀 䄀䰀 䰀 䄀刀 㐀 䐀䔀䰀 䄀䌀䌀伀刀䐀伀 倀刀伀䌀䔀䐀 䴀䔀一 䄀䰀 䔀 䐀䔀䰀 㜀 㤀㤀㤀 刀䄀 刀䔀䜀 伀一䔀 䌀䄀䴀倀䄀一 䄀 ⴀ 倀刀伀嘀 一䌀 䄀 䐀 一䄀倀伀䰀 ⴀ 䌀伀䴀唀一䔀 䐀 䌀䄀匀 伀刀 䄀 ⴀ 䘀 匀 匀 倀 䄀 ⴀ 䄀嘀 匀 倀 䄀 倀爀 漀最攀 漀 搀攀昀 渀 瘀漀 倀刀伀䜀䔀 伀

Dettagli

Determina Governo del territorio - Urbanistica/0000041 del 24/09/2015

Determina Governo del territorio - Urbanistica/0000041 del 24/09/2015 Comune di Novara Determina Governo del territorio - Urbanistica/0000041 del 24/09/2015 Area / Servizio Urbanistica ed Edilizia Privata (09.UdO) Proposta Istruttoria Unità Urbanistica ed Edilizia Privata

Dettagli

Regione Piemonte Direzione Innovazione, Ricerca, Università e Sviluppo Energetico Sostenibile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile

Regione Piemonte Direzione Innovazione, Ricerca, Università e Sviluppo Energetico Sostenibile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile REGIONE PIEMONTE BU47 20/11/2014 Regione Piemonte "Metanodotto rifacimento Vercelli - Romagnano Sesia: tratto Vercelli - Gattinara DN 400 (16"), DP 75 bar e Opere Connesse", localizzato nei Comuni di Vercelli,

Dettagli

COMUNE DI AVIO Provincia di Trento

COMUNE DI AVIO Provincia di Trento COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Verbale di Deliberazione N. 86 del Consiglio Comunale Adunanza di prima convocazione Seduta pubblica OGGETTO: ALIENAZIONE DI BENE IMMOBILE (CABINA ELETTRICA DI TRASFORMAZIONE

Dettagli

Studio legale Canepa Ghiglione - Genova Ricorso per riconoscimento di usucapione speciale agraria ex art. 1159 comma 4 cod. civ.

Studio legale Canepa Ghiglione - Genova Ricorso per riconoscimento di usucapione speciale agraria ex art. 1159 comma 4 cod. civ. REGIONE PIEMONTE BU39 27/09/2012 Studio legale Canepa Ghiglione - Genova Ricorso per riconoscimento di usucapione speciale agraria ex art. 1159 comma 4 cod. civ. Studio Legale Canepa Ghiglione - Associazione

Dettagli

INDICE REGOLAMENTO DI POLIZIA IDRAULICA 1 TECNO.GEO. STUDIO

INDICE REGOLAMENTO DI POLIZIA IDRAULICA 1 TECNO.GEO. STUDIO INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento... 2 Art. 2 Definizione del reticolo minore... 2 Art. 3 Normativa di riferimento e competenze... 2 Art. 4 Attività amministrativa dei Comuni... 3 Art. 5 Autorizzazione

Dettagli

Concordato Preventivo N. 15/2013

Concordato Preventivo N. 15/2013 Concordato Preventivo N. 15/2013 TRIBUNALE ORDINARIO DI URBINO Giudice Delegato: Presidente Dott. Francesco Nitri Commissario Giudiziale: Dott.ssa Silvana Canestrari Liquidatore Giudiziale: Dott. Nicola

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO COMUNE DI VIGOLO VATTARO (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 35 del 29.12.1999 Modificato con delibera

Dettagli

Spett.le PROVINCIA OGLIASTRA Pec: protocollo@cert.provincia.ogliastra.it. Spett.le COMUNE BAUNEI Pec: protocollo@pec.comunedibaunei.

Spett.le PROVINCIA OGLIASTRA Pec: protocollo@cert.provincia.ogliastra.it. Spett.le COMUNE BAUNEI Pec: protocollo@pec.comunedibaunei. GRUPPO ENEL - DIVISIONE INFRASTRUTTURE E RETI MACRO AREA TERRITORIALE CENTRO SVILUPPO RETE SARDEGNA 09125 Cagliari, piazza Deffenu 1 F +39 0239652870 eneldistribuzione@pec.enel.it Nuoro DIS/MAT/CE/DTR-SAR/SVR/PLA/DNU/NU

Dettagli

COMUNE DI SAPRI. Provincia di Salerno

COMUNE DI SAPRI. Provincia di Salerno COMUNE DI SAPRI Provincia di Salerno REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA DETERMINAZIONE DEI PARAMETRI E DELLE MODALITA' PER LA QUANTIFICAZIONE DELLA INDENNITA' RISARCITORIA PER LE OPERE ABUSIVE NELLE AREE SOTTOPOSTE

Dettagli

CONVENZIONE in attuazione della delibera del Consiglio comunale di Spinea n. 32 del 25/05/2012

CONVENZIONE in attuazione della delibera del Consiglio comunale di Spinea n. 32 del 25/05/2012 CONVENZIONE in attuazione della delibera del Consiglio comunale di Spinea n. 32 del 25/05/2012 fra il COMUNE DI SPINEA, cf. 82005610272, rappresentato in questo atto dall arch. Fiorenza Dal Zotto nata

Dettagli

PERIZIA DI STIMA ANALITICA

PERIZIA DI STIMA ANALITICA VIA MAZZINI, 64 19038 - SARZANA (SP) Partita IVA: 00312890114 Telefono: 0187.622198- Fax: 0187.627172 Cellulare: 338.5674352 e-mail: info@geonetwork.it PERIZIA DI STIMA ANALITICA del più probabile valore

Dettagli

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano COMUNE DI LACONI Provincia di Oristano SETTORE : Responsabile: UFFICIO TECNICO COMUNALE Dott. Ing. Massimo Dessanai COPIA DETERMINAZIONE N. 65 DEL 11/02/2013 PROPOSTA DETERMINAZIONE N. 73 DEL 11/02/2013

Dettagli

Rilevata la propria competenza ai sensi dell art. 42 del D.Lgs. n 267/2000 Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali e s.m. e i.

Rilevata la propria competenza ai sensi dell art. 42 del D.Lgs. n 267/2000 Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali e s.m. e i. Oggetto: SNAM RETE GAS S.p.A PRESA D ATTO DELL ATTO DIRIGENZIALE N. 4350 del 21/11/2014 DELLA PROVINCIA DI FIRENZE E RATIFICA DELLA RELATIVA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO IL CONSIGLIO COMUNALE, Rilevata

Dettagli

Documentazione di progetto

Documentazione di progetto C O M U N E DI A S S E M I N I Provincia di Cagliari A r e a T e c n i c a Servizio Pianificazione Territoriale, Edilizia Privata e Pubblica, Vigilanza Edilizia, Condono SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA

Dettagli

"Norme in materia di opere concernenti linee ed impianti elettrici fino a 150.000 volt".

Norme in materia di opere concernenti linee ed impianti elettrici fino a 150.000 volt. LEGGE REGIONALE 16 agosto 1982, N. 52 "Norme in materia di opere concernenti linee ed impianti elettrici fino a 150.000 volt". (BURL n. 33, 1º suppl. ord. del 18 Agosto 1982 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:1982-08-16;52

Dettagli

COMUNE DI BOLSENA UFFICIO PATRIMONIO PRPPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BOLSENA UFFICIO PATRIMONIO PRPPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BOLSENA UFFICIO PATRIMONIO PRPPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: approvazione elenco beni suscettibili di o valorizzazione (art. 58 D.L. 25 giugno 2008 n.112) Premesso: - che

Dettagli

R E L A Z I O N E T E C N I C A P R O G E T T O D E F I N I T I V O

R E L A Z I O N E T E C N I C A P R O G E T T O D E F I N I T I V O PROVINCIA DI BIELLA REGIONE PIEMONTE LINEA ELETTRICA INTERRATA IN MEDIA TENSIONE 15 Kv Nuova linea richiesta da ENEL Proponente: Lanificio Ermenegildo Zegna & Figli S.p.a. Via Roma n.99/100, 13835 Trivero

Dettagli

CHIEDE ai sensi degli art. 124 e 125 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.

CHIEDE ai sensi degli art. 124 e 125 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i. Mod. SCARICHI ACQUE REFLUE URBANE _ Rev. 03/2014 D.Lgs 152/2006 e s.m.i. RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO FUORI DALLA PUBBLICA FOGNATURA ACQUE REFLUE URBANE Alla Provincia di Pistoia (per Attività

Dettagli

3. OPERE DI EDILIZIA ED ARCH.PER IMMOBILI A CARATTERE SANITARIO 4. STUDI ED INDAGINI GEOLOGICHE, IDROGEO, GEOTECNICHE, GEOGNOSTICHE E STRUTTURALI

3. OPERE DI EDILIZIA ED ARCH.PER IMMOBILI A CARATTERE SANITARIO 4. STUDI ED INDAGINI GEOLOGICHE, IDROGEO, GEOTECNICHE, GEOGNOSTICHE E STRUTTURALI ALBO PROFESSIONISTI QUALIFICATI PER L'AFFIDAMENTO NEL TRIENNIO 2014-2016 DEI SERVIZI ATTINENTI ALL'ARCHITETTURA E A L'INGEGNERIA DI IMPORTO INFERIORE A 100,000 1. COLLAUDI STATICI 2. OPERE STRUTTURALI

Dettagli

Modello B INVENTARIO DEI BENI IMMOBILI DI USO PUBBLICO PER DESTINAZIONE Pag. 1

Modello B INVENTARIO DEI BENI IMMOBILI DI USO PUBBLICO PER DESTINAZIONE Pag. 1 Modello B INVENTARIO DEI BENI IMMOBILI DI USO PUBBLICO PER DESTINAZIONE Pag. 1 T i t o l o USO SPECIALE VAL.ACQUISTO Numero Denominazione ed Ubicazione Descrizione Sommaria cui sono VAL. ATTUALE Annotazioni

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA UNITÀ DI DIREZIONE: OPERE PUBBLICHE RIQUALIFICAZIONE URBANA ESPROPRIAZIONI VIABILITÀ. UFFICIO PER LE ESPROPRIAZIONI

CITTÀ DI POTENZA UNITÀ DI DIREZIONE: OPERE PUBBLICHE RIQUALIFICAZIONE URBANA ESPROPRIAZIONI VIABILITÀ. UFFICIO PER LE ESPROPRIAZIONI CITTÀ DI POTENZA UNITÀ DI DIREZIONE: OPERE PUBBLICHE RIQUALIFICAZIONE URBANA ESPROPRIAZIONI VIABILITÀ. UFFICIO PER LE ESPROPRIAZIONI Repertorio delle determinazioni dell U.D. N di Rep. 258 del 02/10/2012

Dettagli

Oggetto: completamento delle opere di urbanizzazione del Piano di Recupero d iniziativa

Oggetto: completamento delle opere di urbanizzazione del Piano di Recupero d iniziativa Oggetto: completamento delle opere di urbanizzazione del Piano di Recupero d iniziativa privata in Borgo Pianche di cui al Permesso a Costruire n. 4546 del 24.11.2003 e relative Convenzioni. In seguito

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA STRADA PROVINCIALE N 115 TRONCO: Cimitero di Igliano in località Cornati CONSOLIDAMENTO FRANA PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 1) PREMESSA 2) INTERVENTI PROPOSTI 3) CENNI DI GEOLOGIA 4)

Dettagli

COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia

COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia Oggetto : INDIVIDUAZIONE ZONA DI RECUPERO A NORMA DELL ART. 27 LEGGE 457/78 IN VIA DELLA SUARDA E ADOZIONE RELATIVO PIANO DI RECUPERO Testo Proposta: VISTO che

Dettagli

COMUNE DI BOLZANO VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA COD. FISC. E P. I.V.A.: 00524720240 I.U.C.

COMUNE DI BOLZANO VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA COD. FISC. E P. I.V.A.: 00524720240 I.U.C. COMUNE DI BOLZANO VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA COD. FISC. E P. I.V.A.: 00524720240 E m a i l : c m u n e b l z a n v i c @ l e g a l m a i l. it T E L. : 0 4 4 4 / 2 1 9 4 4 5-4 6 0 - F A X : 0 4 4 4

Dettagli

COMUNE DI SERRA SANT ABBONDIO (Provincia di Pesaro e Urbino)

COMUNE DI SERRA SANT ABBONDIO (Provincia di Pesaro e Urbino) COMUNE DI SERRA SANT ABBONDIO (Provincia di Pesaro e Urbino) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 22 Data 09-03-11 OGGETTO:DETERMINAZIONE VALORE VENALE IN COMUNE COMMERCIO DEI FABBRICATI CENSITI

Dettagli

Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015

Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015 Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015 SI AVVISA CHE I PAGAMENTI IN ACCONTO (50% DELL IMPOSTA DOVUTA) CON SCADENZA 16 GIUGNO 2015 DI IMU E TASI DOVRANNO ESSERE EFFETTUATI UTILIZZANDO

Dettagli

Premessa. 19.07.2012 Sopralluogo con Autorità di Bacino per il contributo istruttorio di competenza.

Premessa. 19.07.2012 Sopralluogo con Autorità di Bacino per il contributo istruttorio di competenza. IMPIANTO IDROELETTRICO BETTOLELLE Senigallia Fiume Misa Soggetto proponente: ENERGY SEEKERS s.r.l. Premessa La società Energy Seekers s.r.l., in merito alla realizzazione della centrale mini idroelettrica

Dettagli

N. PRATICA AUT. NUM. RILASCIATE NEL MESE DI FEBBRAIO 2013 APERTURA NUOVA FINESTRA TAGLIO N.2 PIANTE

N. PRATICA AUT. NUM. RILASCIATE NEL MESE DI FEBBRAIO 2013 APERTURA NUOVA FINESTRA TAGLIO N.2 PIANTE ELENC AUTRIZZAZINI PAESAGGISTICHE ART. 146 del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n.

Dettagli

9) Cos è l IMU? Imposta Municipale Unica. Interesse Multiplo Urbano. Incidenza Multiproprietà Urbana.

9) Cos è l IMU? Imposta Municipale Unica. Interesse Multiplo Urbano. Incidenza Multiproprietà Urbana. 1) Qual è l altezza minima di un locale ad uso di ufficio all interno di un capannone destinato ad attività lavorativa artigianale, con più di 5 addetti: 3.00 m 2.40 m 2.70 m 2) Con una comunicazione per

Dettagli