SPECIALE DISCO CURARE L AIDS CHAT GPS

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPECIALE DISCO CURARE L AIDS CHAT GPS"

Transcript

1 Pride Rivista mensile Autorizzazione del tribunale di Milano n. 351 del 7/5/1999 Direttore responsabile: Gianni Rossi Barilli. Distribuzione gratuita in tutti i locali (in edicola o libreria 2,5 euro). Trasporto esonerato da DDT ai sensi del DPR n. 472 del 14/8/1996 SPECIALE DISCO CURARE L AIDS CHAT GPS IL MENSILE GAY ITALIANO 140 FEBBRAIO 2011 copia gratuita (2,5 in edicola e libreria)

2 2 febbraio 2011 PRIDE

3 PRIDE febbraio

4 7 Come sta la notte? Stefano Bolognini 10 Vent anni di Mucca Gianni Rossi Barilli 13 Sulle piste degli orsi Marco Albertini PRIDE 140 FEBBRAIO Cronaca Italia 20 Cronaca estero 25 Guarire l Aids Giulio Maria Corbelli 28 Fenomeno Glee Antonio Malvezzi 30 Sussurri e Grindr Paolo Colonna 32 Ragazze all antica Andrea Pini 34 L amore a Bucarest Francesco Gnerre 38 Il nostro caro trash Roberto Cangioli 40 Carta gaygrafica Francesco Belais 42 Ultracorpi 44 Omorama Alessandro Insy Loan Michetti 46 Cinema Vincenzo Patanè 48 Teatro Mario Cervio Gualersi 50 Libri Francesco Gnerre 52 Musica Roberto Cangioli 54 Vita notturna Francesco Belais 56 Metropoli 64 Dove e cosa Foto in copertina: Manuel Scrima DIRETTORE RESPONSABILE Gianni Rossi Barilli AMMINISTRATORE UNICO Frank Semenzi ART DIRECTOR Paolo Colonna SEGRETERIA DI REDAZIONE Marco Albertini Edito da: Associazione Culturale GLBT Stampato da: EmmeK editore s.r.l. di Fino Mornasco (CO) REDAZIONE via Antonio da Recanate Milano Tel. (+39) Fax (+39) Apertura: 14:30 19:30 da lun. a ven. o su appuntamento PUBBLICITÀ PRIDE Frank Semenzi: (+39) Abbonamento annuale: 50 Abbonamento semestrale: 30 (assegno intestato ad Associazione GLBT o bonifico bancario) FEBBRAIO 48 La prenotazione di spazi pubblicitari deve avvenire entro il giorno 5 del mese precedente la pubblicazione (es. il 5 gennaio per il numero di febbraio). I comunicati stampa (anche per l aggiornamento della guida ai locali gay d Italia e per l agenda) e i file grafici relativi alla pubblicità devono pervenire in redazione entro il giorno 10 del mese precedente la pubblicazione (es. il 10 gennaio per il numero di febbraio). Non si garantisce la pubblicazione di quanto prenotato o pervenuto oltre tali date. 4 febbraio 2011 PRIDE

5 PRIDE febbraio

6 Servizio di intermediazione camere per esempio Berlino da 19,- per persona/notte Call febbraio 2011 PRIDE

7 CULTURA + ATTUALITÀ COME STA LA NOTTE? New York, Sydney, Amsterdam, Londra, Tokyo: le notti gay cambiano pelle in ogni angolo del globo e la cultura dance mostra la corda. E in Italia cosa succede? TESTO STEFANO BOLOGNINI Sodoma potrebbe essere distrutta per la seconda volta, ma per carità, niente fuoco divino. Stando alle analisi dei media gay internazionali, bar, quartieri, disco e cruising godrebbero di pessima salute insieme al giornalismo tematico, alle chiese friendly, alle spiagge nudiste e ai maschi pompati di steroidi. L Entrepreneurship Magazine, un giornale economico, prevede addirittura il tramonto dei bar gay esattamente per il In effetti, un breve tour per i quartieri gay sparsi in ogni angolo del globo è sconsolante. Negli Stati Uniti è stop, o quasi, ai mega eventi dance del controverso Circuit, party a base di migliaia di decibel frequentatissimi da gay, che dopo un picco nel 2000, sono crollati con l addio prematuro ai vari Red Party, FireBall, The Morning Party. A New York ha chiuso l enorme discoteca Roxy, mentre Christopher Street, il quartiere gay simbolo del movimento dei diritti, sarebbe in degrado per l ampia diffusione di spaccio e prostituzione. Rallentano la somministrazione di alcolici e le scheccate da bar anche a Toronto: due locali rimasti contro i sei di solo una decina di anni fa e a Boston sette sopravissuti, erano sedici negli anni 90. Auckland ha uno solo superstite, mentre a Miami i locali gay sono ormai tutti misti. Il declino di San Francisco e dintorni è diventato oggetto di discussioni accademiche con una tesi intitolata Gay bar nella Silicon Valley, studio del declino di una istituzione sociale. E non si chiude solo in America. A Tokyo si spengono definitivamente le luci stroboscopiche in almeno un terzo dei club del quartiere gay Ni-chôme, secondo i dati pubblicati dall Independent. L economista australiano Brad Ruting, rileva il declino di Oxford Street, il quartiere gay di Sydney: negozi e locali sono sempre meno gay e gli omosessuali sono poco interessati a frequentarli. Giusto per aggiungere un tocco di esotismo, il Mumbai Mirror, accenna che a Nuova Dehli, in India, sarebbero deserti persino i tradizionali luoghi di cruising all aperto sostituiti dalle chat. Anche le notti della vecchia Europa non godrebbero di perfetta salute. La scena gay di Londra, in un report di Time Out, nonostante il sempre considerevole numero di appuntamenti settimanali, sarebbe in degrado per una svolta auto-distruttiva, tra droghe pesanti, morti per Ghb, una pericolosa droga sintetica, e sesso non protetto. Non scorrono più fiumi di champagne nemmeno a Parigi, dove i locali del Marais sono alle prese con norme sempre più restrittive tanto che il mensile Têtu ha intitolato una inchiesta Le notti di Parigi hanno un futuro?. Più a nord, Copenhagen chiude due locali storici e concentra i party nel week-end, così come Amsterdam, dove ha chiuso la storica discoteca Exit e il quartiere gay nei giorni feriali sarebbe pressoché deserto. In tutte le analisi sulla pessima salute delle notti gay tra gli imputati d eccezione, oltre alle turbolenze della crisi economica, c è evidentemente internet che avrebbe accolto la comunità gay ormai orfana di spazi pubblici. Ma, tra le righe del nefasto bollettino medico, più che una condanna a morte, si legge una crisi di tumultuosa trasformazione. Nei paesi che hanno raggiunto un buon grado di accettazione dell omosessualità è maturato un sentimento comune che vive il locale esclusivo come un anacronismo. La scomparsa delle nuove generazioni dai locali gay storici della scena PRIDE febbraio

8 ATTUALITÀ + CULTURA internazionale ne è la più limpida testimonianza: per chi è cresciuto a sesso scaricabile dal web e Will & Grace l orientamento sessuale è un dettaglio, la visibilità scontata e l esclusività dei locali gay non necessaria. Ma allora, chi e cosa frequentano i gay nel mondo, oltre a internet? Secondo Winq, un patinato giornale di cultura queer globale, il futuro che già stiamo vivendo è nei locali misti. Il resto lo si può tranquillamente godere con un giro preventivo su GayRomeo, frequentato sito di incontri on-line. Tramontata poi l era delle grandi discoteche, l offerta estera si starebbe specializzando in micro-nicchie. È il caso di New York dove la serata Mantrax! accoglie gay appassionati di heavy metal. La Grande Mela offre spazi anche al Party Tall per uomini alti più di un metro e ottanta o addirittura al Main Man, una feste gay dedicata agli omosessuali che odiano le feste gay. A Washington è grande successo per un bar sport, 10 maxi schermi che proiettano partite, che ha appena inaugurato una serata friendly. Il gestore che fino a ieri serviva solo tifosi eterosessuali dice: Non immaginavo ci fossero tanti gay e lesbiche amanti dello sport. I sex club, per parte loro, rispondono alla crisi riducendo il dress code solo ai calzini al Club Church di Amsterdam, mentre a Parigi e Berlino funzionano serate per ogni feticismo immaginabile. La crescita globale del bareback, dell uso di droghe soprattutto nei sex club e delle infezioni da Hiv non sembrano impensierire più di tanto, mentre a Londra alcuni locali affrontano il problema offrendo stanze giusto per smaltire gli effetti nefasti del Ghb. L allarme ecatombe globale della scena gay va quindi riclassificato piuttosto come mutazione antropologica della notte gay. Prova ne siano anche quei paesi dove i locali godono di ottima salute, a dispetto della crisi della cultura del divertimento nelle capitali occidentali. Accade in tutto l est europeo e specialmente a Varsavia, con una scena gay frizzante e in costante ascesa. A Cuba, nel gennaio scorso, è stata inaugurata la prima discoteca gay ufficiale, mentre centinaia di gay con gli occhi a mandorla ballano Madonna, Lady Gaga o Kylie a Shanghai al Club Bobos e Singapore è la destinazione gay più cool dell Asia. Sono città che solo oggi sperimentano una scena visibile ed esclusiva e che, tra trent anni, si troveranno probabilmente a fare i conti con comunità gay che considererà l esclusività un anacronismo. L Italia, con una quarantina d anni di movimento di liberazione gay alle spalle, dovrebbe essere giunta al giro di boa delle notti gay, ma per le sue ben note peculiarità mostra ancora una volta una situazione particolare. Da nord a sud si spende meno e si esce meno, tanto che il numero di ingressi dei sessanta club affiliati al Circuito uno di Arcigay ha un trend che segue esattamente quello della crisi economica: un meno 3% tra 2008 e 2009, a inizio crisi, per arrivare a oggi con un meno 10% complessivo, traducibile in migliaia di ingressi in meno. Ma nonostante i numeri non lusinghieri i locali non hanno chiuso, e nelle notti gay italiane si intravedono, solo in embrione, le novità che abbiamo osservato sulla scena internazionale. Al Cassero di Bologna funzionano bene i party molto tematizzati con un pubblico misto, mentre Muccassassina di Roma tiene: Nonostante la crisi i risultati di quest anno sono ottimi, ma in tutta la Capitale c è movimento e ci sono nuove serate, anche underground, a partire dal lunedì. In una città dove la gay street muove i primi passi solo ora c è un terreno nuovo e ancora molto da costruire. E speriamo che l Europride porti a un nuovo rinascimento, spiega l art director Diego Longobardi. A Milano non si può parlare di crisi per Join The Gap (c/0 il Borgo del Tempo Perso), ormai da anni la domenica gay per eccellenza organizzata da Arcigay Milano, a costante e massiccia frequentazione di giovani, mentre dai 30 anni in su sta vivendo una seconda giovinezza il sabato dello storico One Way. Stefano, il responsabile, spiega: Offriamo un atmosfera familiare, musica dance e prezzi bassi e abbiamo coinvolto molta gente. È cambiato l orizzonte delle notti milanesi, è tramontato lo sballo totale e il fashion. La clientela ci chiede qualcosa di intimo, tranquillo, vuole sentirsi a casa sua. Vanno bene, senza rincorrere le notti di Ibiza o New York del tempo che fu, anche le partecipate serate dei Magazzini generali e di Barbarella, ma c è un altra Milano che, come altre città europee, ha abbandonato senza rimpianti i luoghi tradizionali della movida esclusivamente gay, e che preferisce il misto del Patchouli, con karaoke, drag queen tra ragazzini sculettanti etero, lesbiche, gay e trans. O che prima della discoteca si ritrova nell atmosfera casual chic del Mono: modernariato, cocktail abbondanti e barbe gay alternative in un contesto però almeno per definizione misto. Molto più a sud, dove la scena gay è ancora una novità, ci si ingrandisce. Giovanni Caloggero, amministratore del gruppo Pegaso di Catania, che gestisce la più grande discoteca gay del meridione dichiara: In questi ultimi due anni l aumento di presenze è di oltre il 20% e ci vengono a trovare persino dalla Puglia e dalla Calabria. Abbiamo inaugurato una seconda pista e nuove serate come quella della domenica invernale. Siamo in crescita, altro che crisi. Insomma la movida gay italiana mantiene dei capisaldi che sembrano non risentire più di tanto dell aria di smobilitazione che spira dalle storiche mecche gay internazionali. Anche da noi, però, tra i più giovani si diffonde la predilezione per situazioni meno etichettate. Francesco, 20 anni, intercettato al Borgo spiega: Ieri serata etero del Karma, ero qui con i miei amici etero, oggi, serata gay, sono ancora qui con loro. La musica è molto diversa ma sono due belle serate ; Paolo, 18 anni, romano, mentre sorseggia una birra sulla gay street si chiede che cos è un cruising? Non ti basta il web per trovare? e Filippo, 19 anni, di Torino in chat conclude: Non capisco questa cosa dei locali gay esclusivi, io vado ovunque. Speriamo che il trend rappresenti un progresso, anche se qualche punto interrogativo in proposito c è. 8 febbraio 2011 PRIDE

9 CORONA LA MIA VERITÀ 25 MARZOh.21 TEATRO COLOSSEO - TORINO Prevendite: Via Madama cristina torino Biglietteria aperta dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 tel. 011/ / infoline: tel. 011/ corona_manifesto.indd 1 14/12/ PRIDE febbraio

10 ATTUALITÀ + CULTURA VENT ANNI DI MUCCA Il celebre party del venerdì sera del circolo Mario Mieli di Roma inaugura il suo terzo decennio con il vento in poppa e celebra la propria storia con un lussuoso libro fotografico. TESTO GIANNI ROSSI BARILLI Foto: Marco Rossi Almeno all inizio, il rapporto tra il movimento gay italiano e la disco come suprema forma del divertimento contemporaneo (o trasgressione controllata che dir si voglia), non è stato dei più sereni. Proprio quel Mario Mieli da cui proviene il nome del circolo che ha inventato e fatto crescere Muccassassina, la serata disco a tutt oggi più blasonata della capitale, tuonava nei lontani anni Settanta contro la falsa liberazione offerta agli omosessuali dallo sfruttamento commerciale del loro bisogno di aggregazione, che rappresentava secondo la sua analisi un incasellamento nel sistema della tolleranza repressiva a spese della potenzialità rivoluzionaria della soggettività gay. E quando una trentina d anni fa, a Torino, il Fuori cominciò a promuovere delle serate di autofinanziamento in discoteca, l ala più radicale del movimento organizzava volantinaggi davanti alla porta del locale per boicottare quella che considerava una svendita degli ideali alla logica del capitale. Già da questi esempi si può valutare quanta acqua sia passata nel frattempo sotto i ponti, ma il mutamento epocale si realizzò già dai primi anni Ottanta, quando le prospettive della rivoluzione (gay e non) erano sfumate e un nuovo ordine incalzava, senza peraltro sminuire più di tanto la voglia di vivere delle masse gaie che non erano costituite di intellettuali e pian piano uscivano dai cespugli e dai cessi delle stazioni per andare a riempire le piste da ballo con annessa dark room. 10 febbraio 2011 PRIDE

11 CULTURA + ATTUALITÀ Così il movimento fece tesoro della massima se non puoi batterli unisciti a loro e si adattò pragmaticamente a deviare verso scopi sociali almeno una parte del crescente flusso di risorse che proveniva dalla nuova industria del divertimento notturno. Le serate di autofinanziamento diventarono presto un abitudine che nessuno più si sognava di contestare e una voce non trascurabile per far quadrare i magri bilanci dei vari circoli politici omosessuali sparsi per l Italia. Tra questi il Mario Mieli, erede diretto dei collettivi romani degli anni Settanta e fiero della propria indipendenza al punto da non entrare nella rete nazionale creata da Arcigay a metà degli Ottanta. Fu qui che il format dell iniziativa per raccogliere fondi (e per stare insieme inventandosi qualcosa di diverso dal solito) si perfezionò in modo originale, fino a produrre il marchio di Muccassassina che ormai da due decenni è il venerdì notte della scena glbt romana. L evoluzione di questo appuntamento settimanale, migrato nel tempo in diverse sedi sviluppando la propria identità, ci racconta molto della nostra storia collettiva. Dai primi scantinati dove si sperimentava una creatività al tempo stesso audace e senza pretese ai megaspazi ipertecnologici di oggi dove si fa spettacolo secondo criteri più professionali, nel bene e nel male, c è un salto che ci dice chi eravamo e chi siamo diventati. La costante comunque, almeno per quanto riguarda la Mucca, è un successo che non ha conosciuto soste e il mantenimento del legame con la realtà associativa di provenienza. La storia di Mucca è quindi a pieno titolo anche la storia del circolo Mario Mieli, e non solo per via dei soldi che la Mucca puntualmente produce ogni venerdì. Le iniziative politiche e culturali del circolo sono sempre passate giocoforza anche qui, dalle campagne di prevenzione dell Aids degli anni Novanta al mitico Wordlpride del 2000 fino ad arrivare all Europride di quest anno. Contemporaneamente però ciascuna delle due realtà ha una propria fisionomia autonoma che si è evoluta anche per conto proprio. Muccassassina ha cambiato pelle molto più spesso della casa madre, seguendo il filo della propria popolarità, della mutevole tendenza discotecara e dell innegabile creatività delle sue direzioni artistiche. C è chi alle volte la considera una figlia un po degenere, ma è così che si è conquistata una fama addirittura internazionale che mantiene nel tempo a livello di critica e soprattutto di pubblico (anche persone a sera). Oggi la Mucca è di fatto un party misto, anzi che più misto non si può, stando all elenco dei frequentatori che la presidente del circolo Mario Mieli Rossana Praitano stila nell introduzione al libro prodotto per celebrare il ventennale: Vengono ragazzini e signore, coppie e singoli, dive e borgatari, stranieri e italiani, gay e trans, sessantenni e sbarbati, etero e lesbiche, palestrati e orsi, padri di famiglia e nonne, e via di seguito. Il miscuglio prevale sulle identità a compartimenti stagni, anche se gay, lesbiche e trans restano, dice ancora Praitano, i padroni di casa. E questo è certo un ottimo modo per diffondere una cultura del rispetto della diversità propria e altrui. Diciamoci però francamente che non è questo il motivo principale per il quale si va alla Mucca. E per spiegare meglio questo punto lasciamo la parola alle immagini di queste pagine, un piccolo assaggio di quelle contenute nel libro, realizzate a titolo gratuito da importanti fotografi ai quali si è rivolto il direttore artistico Diego Longobardi per documentare il meglio delle serate di Muccassassina. Foto: Mirta Lispi Foto: Marco Ronca Foto: Fanny Coletta Foto: Marco Ronca PRIDE febbraio

12 Solo 19,90 al mese L AMORE NON È UNA BOTTA E VIA La ricerca del partner basata sull affinità di coppia Offerta esclusiva PRIDE: 12 febbraio 2011 PRIDE

13 CULTURA + ATTUALITÀ SULLE PISTE DEGLI ORSI La socialità bear si è ridotta a mera occasione di intrattenimento o resistono l orgoglio e la provocazione della propria doppia diversità, omosessualità e fisicità fuori dai canoni di bellezza comune? Facciamo il punto della situazione all inizio del nuovo decennio. TESTO MARCO ALBERTINI ILLUSTRAZIONE GIANLUCA NEROBEAR MANNA Se nel lontano 1979 un anoressico David Bowie cantava I am a Dj, I am what I play, sono un dj e sono ciò che suono, tre decenni dopo questa affermazione da noi sembra essere diventata Sono un dj bear, vieni a ballare con me. È un dato di fatto che in Italia oltre a dei carri o a uno sparuto spezzone di corteo a qualche pride, il mondo ursino oramai pubblicamente vive quasi esclusivamente di feste in discoteca, dove è il nome di chi si troverà alla consolle a fungere da richiamo principale. Malgrado ciò, dopo anni di stagnazione agitata da alcuni spunti di dibattito ospitati anche sulla nostra rivista, il blog Noirpink modello Pandemonium ha recentemente rilanciato con forza tra i suoi post l analisi della cultura bear nelle sue potenzialità e nelle critiche che le vengono mosse. E partendo da un intervista a Les Kirk Wright, autore dei due volumi di The Bear Book - Readings in the History and Evolution of a Gay Male Subculture, nel blog è scaturita una riflessione a più voci su come si è evoluto e come sta cambiando il mondo degli orsi a livello globale, tra storia, gender and queer studies, sociologia e opinioni personali nelle quali ci si può più o meno ritrovare. Quando a un certo punto della nostra evoluzione come comunità anche vestire dalla taglia XL in su o possedere in maniera molto rilevante i caratteri sessuali secondari dei maschi adulti (come la pelosità diffusa) e stazza o altezza non proprio da proporzionata statua greca diventò politicamente corretto, gli orsi diventarono di fatto soggetti di interesse erotico alla luce del sole all interno della cultura visiva gay. Questa forma del desiderio era sicuramente sempre esistita ma non era esibita o pubblicamente condivisa. Secondo Wright in questa nuova dimensione estetica c era una forza politica potenzialmente rivoluzionaria e sovversiva, utile a una rottura più ampia dell ordine delle relazioni di potere (ma) queste potenzialità sono rimaste in larga parte inespresse. In parole povere la rivoluzione è fallita perché, se la bellezza è una forma di potere, l estetica ursina ha solo imposto una nuova forma di bellezza e un nuovo modo di esercitare del potere e dell oppressione sociale, trasformando l identità bear in un fenomeno commerciale e basta. Su questa scia si potrebbe qui inserire il pensiero espresso da Francesco Macarone PRIDE febbraio

14 C M Y CM MY CY CMY K ATTUALITÀ + CULTURA 6 FEB. 6 MAR. 21 FEB. 16 MAG. Palmieri, antropologo sociale e fondatore a Roma di Euro, Epicentro Ursino Romano, e maggiormente noto con il nome Warbear. Secondo lui la stereotipizzazione dei linguaggi ha prodotto l ennesima identità funzionale al mercato gay. ( ) Basta prendere una persona qualsiasi di genere maschile (biologica o meno), metterle una camicetta a quadretti, ( ) farle crescere la barba, farle tatuare una zampa d orso su un braccio e farla ingrassare un po. Ecco a voi un Mac Bear : un bell orso preconfezionato pronto a essere carburante per la macchina-mercato dell entertainment ursino. Ci va persino più pesante Perdido, disegnatore bear e blogger che si è impegnato a far proseguire la fanzine cartacea WOOF! (vedi Pride n. 111) su internet Nel post dal titolo RicOrsi Storici la cosiddetta disfatta dei Bears dichiara che La rivoluzione degli Orsi, a nostro parere, non è fallita per il semplice fatto che non è mai neppure iniziata. La componente destabilizzante è tuttora un mero potenziale, ed è innegabile che le logiche tiranne della società dei consumi abbiano affossato qualcosa di così interessante sul nascere. Gianbattista Ventrella, co-fondatore insieme al compagno Carlo Molinari di Orsiitaliani, il primo gruppo bear nato in Italia, invece non pensa che si possa caricare la comunità bear di aspettative rivoluzionarie che in realtà non sono mai state percepite dalla maggioranza dei membri. Ritengo che le associazioni di orsi siano nate dalla mera esigenza di condividere un ideale estetico ignorato o ridicolizzato dai mass-media gay e non, di poter dire di trovare un ciccione come Galeazzi magnificamente stupendo e, viceversa, di trovare un declamato sex symbol come Brad Pitt meno erotico di un palo della luce, senza per questo essere guardato come un marziano.... Per evitare di dilungarmi, e soprattutto di distorcere involontariamente il pensiero altrui, vi rimando alla lettura completa dei vari interventi e dei commenti che ne sono conseguiti sui due blog segnalati. Tornando però alla tesi espressa all inizio dell articolo, tutte queste elucubrazioni teoriche, per quanto affascinanti, quasi spariscono nel nulla se scendiamo su un piano di realtà. L unica radura dove possiamo trovare il mondo ursino italiano sembra essere oramai la pista di una qualche discoteca nel fine settimana. Per verificare se ciò sia vero consultiamo qualche esperto del SUPERSTAR DJ SABATO 06.FEB.2010 BEARDOC PRESENTA UN ALTRO SUPERSTAR DJ FROM LONDON HI-FI SEAN E GLI SPECIAL BEAR DANCERS APERITIVO A PADOVA DOMENICA 21.FEB.2010 BUFFET OFFERTO DALLE 19 ALLE 22 MUSICA POPBEAR PER BALLARE E LO SPETTACOLO DI LINDA E AMICHE INGRESSO 10 EURO SUPERSTAR DJ SABATO 06.MAR.2010 CONTINUA LA SERIE DI OSPITI INTERNAZIONALI BEARDOC PRESENTA DJ MARANDOS FROM EQUINOX BARCELONA Flexo/ via Turazza 19/ Padova IT / info e prenotazioni: / / Ingresso riservato ai soci Uno Club Card settore. Come Gianluca del gruppo Subwoofer di Roma. Oltre a organizzare feste bear nella capitale o in giro per l Italia e l Europa, Subwoofer annualmente è presente a vari pride, allestisce mostre d arte a tema e vi consigliamo di vedere i loro video-flyer sul canale YouTube A Gianluca chiediamo se davvero la scena bear italiana sia diventata solo un sistema per offrire futile divertimento. Sicuramente, ci risponde, il fatto di aver assunto un vero e proprio status riconosciuto all interno della comunità glbt (qi) ha cambiato la percezione che molti orsi (e loro ammiratori... perchè non scordiamoci che oltre a chi si sentiva escluso per la propria stazza, c era anche chi si sentiva stigmatizzato e giudicato nei proprio gusti) avevano di se stessi, non più come elemento al di fuori di un gruppo, ma come parte integrante di esso. Questo non può non aver cambiato un po le carte in tavola. Ogni party gay mainstream si è dotato di una nuova lista, di una nuova nicchia, per un nuovo bacino di utenza, senza troppe domande sui contenuti che potevano essere apportati da questa comunità che prima sonnecchiava a bordo pista e che ora invece si scatena sotto un palco. Il processo, d altronde, non vale solo per gli orsi; credo che sia lo specchio di una situazione di ben più ampia portata, una corsa verso un inoffensivo, omologato minimo comun denominatore che riunisca tutti sotto un unico tendone. Stessa musica per tutti, un go-go boy un po più peloso, e via. E delle istanze rivoluzionarie che avevano contraddistinto il movimento bear ai suoi albori cosa ne è stato? Forse, prosegue Gianluca, gli orsi che partecipavano di questo processo di cambiamento avevano desideri molto diversi. Ricordo i primi bear toga party come un momento di grande esplorazione, in cui si riunivano persone che venivano da ambienti e da esperienze anche molto differenti, con il forte desiderio di incontrarsi. E c era una curiosità per i contenuti, per l immaginario che si esplorava, che ora non può forse più esserci. In ogni caso, anche il contesto è cambiato, l Italia è cambiata e non di poco in pochi anni... Anche la scena ursina si è trasformata, in osmosi con ciò che la circonda. Una sola cosa mi viene da dire, da affermare anche con una certa sicurezza, come una caratteristica immutata, e per me anche molto di peso nell ambiente bear. La molla principale, quello che fa scattare tutto, che stacca l orso dal computer, dalla Playstation, dalla Wii, dalla chat, sono gli amici. Non è così importante il DOVE si va, ma è importante andarci con gli amici, o per incontrare gli amici. Quello è il vero motore che smuove tutti, dai tempi dei primi mitici bear toga party a oggi. A Claudio di Cockette, la serata bear milanese che con il nome iniziale di Moquette ha stravolto gli schemi per il ricercatissimo suono house, techno ed electro che propone, domandiamo invece come interpreta l importanza, talvolta ai limiti del divismo, assunta dalla figura del bear dj. Anche questo è un segno di omologazione? Trovo che il fenomeno del bear dj, spiega, sia una di quelle mode momentanee dovute al forte sdoganamento della scena ursina. Iconizzato come uomo barbuto e robusto, il bear in questo momento storico appartiene anche al mondo etero, tanto che come etichetta il termine è oramai entrato nel linguaggio comune e possiamo ritrovarlo anche in riviste patinate o durante la settimana della moda maschile. Cockette non si riconosce in icone bear che si inventano dj, perché essere dj è una cosa seria, non scherziamo!. Crediamo fortemente nel bisogno di innovazione, e così come il Magnum Club Italia fu partecipe nella creazione della scena bear italiana solo ludica e sociale venti anni fa, Cockette vuole reinventare la dimensione di club gay, dove i bear finalmente, dopo anni di ghetto sociale, possono integrarsi con altre realtà presenti nel mondo del clubbing. Ci sono ottimi bear dj che prima di essere orsi sono dj, e noi ci rivolgiamo a loro cercando di offrire qualità e innovazione musicale in un ambiente che ormai da tempo ha congelato la voglia di proposte diverse dal mercato gaga-madonnaro ricoperto di pelo. Il bear dj è solito suonare musica commerciale, house, i più avventurosi techno-house, in serate che invitano l aggregazione di persone dalle stesse caratteristiche fisiche, dove tutto inizia come sempre e finisce allo stesso modo... Questa è la formula per arricchirsi sfruttando ciò che ora sembra tanto in voga! Ma quando il pelo stancherà, la musica annoierà e i dj cambieranno hobby cosa ne rimarrà?. In attesa dei prossimi sviluppi bisogna accettare che ci troviamo di fronte a un mondo bear 2.0 ma già in evoluzione e sapersi adeguare. In fondo che male c è a ritrovarsi spensierati su una pista da ballo a cantare: Oh oh oh I want a bear romance? 14 febbraio 2011 PRIDE

15 PRIDE febbraio

16 CRONACA ITALIA >> Roma Secondo cifre diffuse dall Associazione avvocati matrimonialisti italiani (Ami), l 11% delle separazioni giudiziali è causato da tradimenti omosessuali: il 7% attribuibile ai mariti e il 4% alle mogli. Il presidente nazionale dell Ami, Gian Ettore Gassani, pensa però che si tratti della punta dell iceberg: Il fenomeno dell omosessualità dei genitori, ha affermato, è molto più radicato di quanto si possa immaginare e tantissime coppie tendono a nascondere queste vicende optando per la separazione consensuale. >> Roma È finita male, nel weekend di metà gennaio, una serata di festa e sesso progettata in chat alla quale avevano preso parte sette uomini. Due dei partecipanti si sono sentiti male a causa di un eccesso di droghe e alcol: uno era già morto quando hanno cercato di soccorrerlo, mentre l altro è stato ricoverato in coma all ospedale. Le cronache locali, per una volta, non si sono sbizzarrite sul filone morboso degli incontri gay a luci rosse, descrivendo l episodio per quello che è stato: un tragico incidente. >> Torino L edizione numero ventisei di Da Sodoma a Hollywood Torino Glbt Film Festival si svolgerà dal 28 aprile al 4 maggio prossimi al cinema Massimo. Il comitato di selezione conferma ancora una volta l intento di rinnovare la manifestazione, attraverso una scelta scrupolosa dei titoli, un maggiore coinvolgimento della città e del pubblico e una più articolata serie di appuntamenti collaterali per dare prestigio all evento. L immagine-guida di questa edizione è stata affidata al disegnatore Massimo Fenati, autore di Gus&Waldo, la coppia a fumetti di pinguini gay le cui avventure sono diventate famose in Italia e all estero. >> Sanremo Pronto a partire, dal 15 al 19 febbraio, l ennesimo festival della canzone. Due le imprescindibili icone gay in concorso: Patty Pravo con Il vento e le rose e Anna Oxa con La mia anima d uomo. Tra le aspiranti icone c è sicuramente Giusy Ferreri con Il mare immenso e per chi ama le emozioni forti Anna Tatangelo con Bastardo. La massima attesa riguarda però la ventilata apparizione di nostra signora Lady Gaga in qualità di ospite strapagata. La consulta si ripete Ai primi di gennaio la stampa nazionale ha parlato di un nuovo intervento della corte costituzionale sul tema del matrimonio tra persone dello stesso sesso, sottolineando che si è trattato ancora una volta di un no, in quanto la diversità di sesso è elemento essenziale dell istituto matrimoniale nel nostro ordinamento. In realtà, precisano gli avvocati di Rete Lenford (animatori con l associazione radicale Certi Diritti della campagna di affermazione civile che lo scorso anno ha condotto decine di coppie omosessuali a chiedere ai rispettivi municipi le pubblicazioni matrimoniali), non si è trattato di una nuovo sentenza ma di un ordinanza che giudicando un caso analogo a quelli in precedenza presentati alla corte ha rinviato alla sentenza emessa nell aprile scorso. Che in effetti diceva no al matrimonio tout court ma nel contempo affermava il diritto fondamentale delle coppie omosessuali al riconoscimento delle loro unioni. Specificando testualmente che spetta al parlamento, nell esercizio della sua piena discrezionalità, individuare le forme di garanzia e di riconoscimento per le unioni suddette, restando riservata alla corte costituzionale la possibilità d intervenire a tutela di specifiche situazioni. Può accadere infatti, aggiungevano i giudici, che in relazione a ipotesi particolari, sia riscontrabile la necessità di un trattamento omogeneo tra la condizione della coppia coniugata e quella della coppia omosessuale, trattamento che questa corte può garantire con il controllo di ragionevolezza. Nel frattempo il parlamento non si è mosso di un millimetro, mentre alla consulta sono approdate altre richieste di esprimersi sulle norme vigenti che ricalcavano nelle motivazioni quelle esaminate con la sentenza di aprile. E a queste la corte ha dato e darà risposte in fotocopia. Appare quindi strumentale il trionfalismo dei politici in cerca di voti in nome della difesa della famiglia tradizionale, che salutano queste ripetizioni come stop nuovi di zecca, ma dall altro lato ogni riaffermazione del già detto contribuisce a sottolineare la fase di stallo in cui si trova la battaglia per il riconoscimento delle unioni gay. L unica cosa certa è che i tempi per uscirne non saranno brevi. Sul versante legale restano in campo i ricorsi in appello contro sentenze negative in primo grado presentati in diverse città, che potrebbero aprire la strada a ulteriori ricorsi presso la corte di cassazione (una cui eventuale pronuncia negativa renderebbe possibile rivolgersi alla corte europea di giustizia) o di nuovo presso la corte costituzionale con quesiti diversi rispetto a quelli già affrontati. Come si dice, campa cavallo, ma al momento si tratta della sola prospettiva per così dire concreta. Una soluzione politica infatti non è all orizzonte, dal momento che tra crisi economiche e intrighi istituzionali la questione glbt è di nuovo scomparsa dall agenda di tutte le forze in campo. Se ne riparlerà (forse) in una delle prossime legislature. Ospite pericoloso Ospitare in casa temporaneamente una persona e ritrovarsi tra capo e collo un accusa di sfruttamento della prostituzione non capita tutti i giorni, ma è proprio quel che è successo a un quarantacinquenne di Trento, assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica, che qualche mese fa, rientrando a casa a tarda notte, aveva trovato la porta sprangata. All interno c era il suo ospite, un ragazzo che gli era stato presentato da un parente con la richiesta di ospitarlo per un paio di settimane, che rifiutava di aprire per non meglio specificati motivi. Il padrone di casa aveva chiamato la polizia e aveva così scoperto che il suo ospite, al momento in compagnia di un cliente, in sua assenza si travestiva e si prostituiva nell appartamento. Il ragazzo colto in flagrante aveva però raccontato una storia diversa agli agenti, dicendo che abitava in quella casa da alcuni mesi e che pagava a titolo di subaffitto quasi tremila euro al mese. Di qui l accusa di sfruttamento della prostituzione a carico del quarantacinquenne, smontata per sua fortuna da diversi testimoni a discarico ma soprattutto da una situazione di indigenza che non rendeva credibile che percepisse una rendita da tremila euro al mese. Il titolare dell appartamento infatti, disoccupato da lungo tempo, era assistito dalla Caritas e non aveva neppure un euro in banca. C è voluto comunque qualche mese prima che il giudice decidesse di archiviare il procedimento di fronte agli elementi di prova che contraddicevano le affermazioni dell ex ospite. 16 febbraio 2011 PRIDE

17 VICOLO VECCHIO 3 CH MASSAGNO LUGANO T

18 18 Partner * BEARS DAY INGRESSO RIDOTTO E CONSUMAZIONE PER TUTTI I BEARS LOOK ORDINARY LOOK TOWEL dese Ingresso libero Sauna finlan rco notu Bag ne azio Consum Idromassaggio obbligatoria SATURDAY DOUBLE LIVE CORSO STATI UNITI, TORINO Tel Studi gay DOCCIA IDROMASSAGGIO BAGNO TURCO SAUNA AREA LETTURA AREA FUMATORI YOUNG & BEARS FRIENDLY Piuttosto originale nella formula, nel panorama angusto dei rapporti tra cultura glbt e università italiana, è partito a gennaio all Università Statale di Milano un corso interamente dedicato alle tematiche omosessuali. Si tratta di undici lezioni con diverse prospettive disciplinari (storica, giuridica, psicologica ecc.) che faranno ottenere agli studenti dei crediti a patto di frequentarne almeno l 80% e di produrre al termine del corso un elaborato su uno degli aspetti affrontati. Coordinatrice del corso è la professoressa Antonella Besussi, docente di filosofia alla facoltà di scienze politiche, che in collaborazione con il collettivo Gay Statale ha definito un programma che prevede la partecipazione di docenti dell ateneo milanese e di altre università nonché anche di esperti non accademici. A Roma invece l XI municipio ha organizzato un corso di aggiornamento rivolto alle educatrici scolastiche di asili nido e scuole materne per imparare a interagire come si deve con il fenomeno sempre più diffuso di bambini con due mamme o due papà. La nostra iniziativa, ha spiegato l assessore alle politiche culturali dell XI municipio Carla Di Veroli, vuol essere un occasione per approfondire la conoscenza degli aspetti sociologici e psicologici di questi nuclei familiari. E vuole dare strumenti concreti alle maestre per rispondere adeguatamente agli interrogativi pedagogici nel lavoro di tutti i giorni. Secondo Marilena Grassadonia dell associazione Famiglie Arcobaleno, la scuola deve essere il primo posto dove un bimbo di genitori omosessuali deve sentirsi accettato, accolto. Gli educatori perciò hanno un ruolo centrale. w Lounge bar, Privé, Cabaret Sho Sorteggio INGRESSI OMAGGIO per ore SABATO* E SE 30 XY S H o NAK re 22 OW ED PAR TY VENERDÌ ore 22 NAKED PARTY LUNEDÌ ore 22 NAKED PARTY Aiutare una persona transessuale senzatetto è discriminatorio nei confronti degli homeless normali. Parola del consigliere regionale toscano del Pdl Giovanni Donzelli, che ha vivacemente protestato per l accoglienza ricevuta da un giovane transessuale in una struttura comunale gestita dalla Caritas a Firenze. Essere gay o trans, a parere di Donzelli non deve essere un titolo preferenziale per conquistarsi il diritto a non morire di freddo in strada nelle notti invernali. Il presunto scandalo nasce dal fatto che il circolo Arcigay di Firenze, dopo aver bussato invano a varie porte per trovare ospitalità al ragazzo, si è rivolto direttamente al sindaco Matteo Renzi, per intercessione del quale un posto è saltato fuori. Ecco dunque che l ombra della discriminazione al contrario si è presentata alla mente del consigliere Donzelli. Arcigay Firenze si è sentita perciò in dovere di rispondergli: Se Donzelli stesso pensasse a proporre politiche più serie e inclusive sull accoglienza e l assistenza ai senza fissa dimora in città, forse non ci troveremmo nella condizione di dover chiamare un sindaco il sabato sera alle 22 per lanciare un appello disperato. Il giovane in questione, specifica inoltre l associazione, non è un protetto dell Arcigay cui è stata trovata una via preferenziale, come affermato da Donzelli, ma una persona rifiutata da più strutture con posti disponibili proprio per la discrepanza tra i suoi documenti d identità femminili e l aspetto esteriore maschile, dunque oggetto di una duplice grave discriminazione. Per questo ci siamo rivolti al sindaco, che si è adoperato per porre immediato rimedio alla questione. Su questioni simili si litiga anche a Modena, dove il consigliere comunale e regionale del Pdl Andrea Leoni è insorto contro l apertura di uno sportello contro le discriminazioni per il quale sono stati stanziati euro sotto la voce consulenze. Una spesa inutile, secondo Leoni, in questi tempi di vacche magre e restrizione dei servizi sociali. Un anonimo graffitaro ha poi sintetizzato il malumore con scritte in rima in giro per la città indirizzate al sindaco: Trentaseimila euro ai gay rifili, ma poi li neghi agli asili. Grazie Pighi. Nella polemica sono intervenuti la locale sezione dell Agedo, coinvolta nel progetto antidiscriminazioni, e l assessore alle politiche sociali Francesca Maletti, quest ultima per chiarire che i fondi stanziati non sono comunali, ma regionali e statali, e vincolati alla realizzazione di iniziative per la lotta a ogni forma di discriminazione (non solo nei confronti dei gay) della quale si occuperà appunto lo sportello contestato. garageclub.it Pdl e discriminazioni ME RCO L ore LIV 21. EDÌ CRONACA ITALIA SALA TV LOUNGE BAR AREA RELAX febbraio 2011 PRIDE

19 CRONACA ITALIA Sconto di pena Quanto vale un tentato omicidio esclusivamente motivato dall odio omofobico? Un anno fa i giudici di primo grado avevano condannato Alessandro Sardelli (qui a fianco), noto alle cronache con il soprannome di Svastichella, a sette anni di carcere per aver aggredito a Roma, nell agosto del 2009, una coppia di ragazzi gay colpevoli di essersi baciati all interno del suo campo visivo. A dodici mesi di distanza il processo d appello ha ridotto la pena a quattro anni, nonostante la richiesta di conferma della condanna in primo grado avanzata dal pubblico ministero. Una perizia medicolegale ha ridimensionato la gravità delle ferite inferte a uno dei due ragazzi, rimasto a lungo in ospedale prima di riprendersi, e l odio omofobico, in base alle norme in vigore, non costituisce un aggravante. Così, da un passaggio giudiziario all altro, il caso che aveva fatto fremere di indignazione il paese intero non è sembrato più tanto tremendo e meritevole di una punizione severa. A Dino, il giovane mandato in ospedale da Sardelli, è rimasto l amaro in bocca. Sono indignato, ha dichiarato, di fronte a quei politici che dicono di voler combattere la violenza e poi non fanno nulla. Dovrebbero vergognarsi. Quattro anni per un tentato omicidio non sono nulla, considerando anche che difficilmente otterrò il risarcimento del danno, essendo l aggressore nullatenente. Il comune di Roma era parte civile al processo e il sindaco Gianni Alemanno ha commentato così la sentenza d appello: Non possiamo non rimanere profondamente perplessi di fronte a questa sentenza perché riduce a quattro anni una condanna per tentato omicidio. Tutto questo non sarebbe successo se in Italia esistesse una norma che preveda un aggravante per omofobia. Credo che il parlamento debba fare una riflessione al di là degli schieramenti politici, per vedere di approvare questa norma. Nel frattempo le aggressioni nella capitale proseguono indisturbate. Poco prima di capodanno, un ragazzo di ventidue anni è stato assalito da tre coetanei all uscita di un locale a Trastevere, insultato perché gay, picchiato e ferito a un orecchio con un coccio di vetro. Anche in questo caso l indignazione a caldo è stata tanta, ma i responsabili dell aggressione sono rimasti ignoti. Dialogo a Pavia Forse non tutti sanno che il 13 gennaio è la giornata dedicata al dialogo tra religioni e omosessualità in memoria di Alfredo Ormando, intellettuale gay siciliano che proprio in quel giorno, nel 1998, si diede fuoco in piazza San Pietro a Roma in segno di protesta contro la chiusura del Vaticano nei confronti delle persone omosessuali. Quest anno, per onorare la ricorrenza, diverse associazioni glbt locali hanno inviato ai rispettivi vescovi una lettera per chiedere di aprire un confronto sul tema. In generale la risposta è stata il silenzio assoluto, ma un eccezione c è stata, nella persona del vescovo di Pavia Giovanni Giudici (sopra) che ha risposto positivamente. Forse sollecitato dal fatto che Arcigay gli ha inviato una lettera aperta pubblicata sul quotidiano locale La provincia pavese. Ci appelliamo a voi, diceva il testo, consapevoli delle differenze che ci dividono, per promuovere una riflessione su una questione fondamentale, che potrebbe veder nascere un proficuo dialogo tra differenti visioni e permettere un confronto in grado di individuare un terreno di impegno comune, finalizzato al rispetto della dignità umana. La lettera citava poi senza reticenze i punti di divergenza tra movimento glbt e gerarchie cattoliche, dalla richiesta di depenalizzazione mondiale dell omosessualità promossa all Onu e osteggiata dal Vaticano alle terapie riparative. Monsignor Giudici, pur seccato per l invito recapitato a mezzo stampa, ha risposto che da parte sua non esistono obiezioni, purché questo confronto non avvenga sotto i riflettori ma venga utilizzato come occasione per comprendere meglio le problematiche umane che riguardano questo tema. Se son rose fioriranno, ma non contiamoci troppo. PRIDE febbraio

20 CRONACA ESTERO >> LONDRA Un magistrato inglese ha multato due albergatori cristiani per essersi rifiutati di affittare una camera doppia a una coppia gay nel loro albergo nel sud dell Inghilterra. A nulla sono valse le obiezioni degli imputati, marito e moglie, che hanno invocato le loro convinzioni religiose e hanno garantito che, per non discriminare nessuno, avrebbero fatto la stessa cosa con una coppia eterosessuale non sposata. Ai ricorrenti è stato riconosciuto un risarcimento di 1800 sterline ciascuno. >> Madrid Secondo l amministrazione di centrodestra della capitale spagnola il pride fa troppo rumore. Così l assessorato all ambiente ha aperto una procedura contro il Collettivo gay e lesbiche di Madrid (Cogam), che ogni anno organizza l evento, contestando l eccesso di decibel e il degrado ambientale che puntualmente si verifica nel quartiere di Chueca per celebrare l orgoglio glbt. Il Cogam rischia una pesante multa, ma la comunità glbt madrilena è sul piede di guerra e fa notare che il pride, oltre a quello politico e culturale, ha un valore economico non trascurabile determinato dal forte afflusso turistico. In tempi di crisi, conviene sabotarlo? >> Stoccolma Per la serie a volte ritornano, anche gli Abba hanno annunciato una rimpatriata dopo quasi trent anni di assenza dalle scene. Lo ha dichiarato a un settimanale svedese l ex componente dell iconica band Agnetha Fältskog, spiegando che l intenzione sarebbe quella di riunire il gruppo per pochi eventi a scopo benefico. >> Toronto L organismo canadese di sorveglianza sulle trasmissioni radiotelevisive ha raccomandato la censura nei confronti di Money for Nothing, una celebre hit dei Dire Straits del 1985, perché nel testo compare tre volte la parola faggot (finocchio) usata come insulto verso gli omosessuali. Nell ordinanza si riconosce che l intento della canzone era ironico e non omofobico, ma si osserva che il termine faggot risulta comunque inappropriato. Alcune organizzazioni glbt hanno applaudito alla decisione, mentre alcune radio canadesi per protesta hanno trasmesso per ore di seguito la canzone incriminata. Il piccolo principe Un bambino ha bisogno di un papà e una mamma o possono bastare anche due babbi, uno stuolo di bambinaie e cameriere a disposizione, una nursery stile Versailles e la prospettiva di ereditare un patrimonio attualmente stimato in 175 milioni di sterline? L interrogativo si pone dopo che sir Elton John e il suo compagno David Furnish hanno annunciato al mondo la nascita del loro primo figlio Zachary Jackson Levon Furnish-John. Il piccolo, venuto al mondo grazie all imprescindibile aiuto di un anonima madre in affitto, è nato in California il 25 dicembre scorso (sarà solo una coincidenza?) ed è stato presentato ufficialmente in società tre settimane dopo con un servizio in esclusiva della rivista Ok Magazine, che ha messo ovviamente in copertina una foto dell augusta famiglia gay. Con il pargolo che se la dorme beatamente in braccio a sir Elton, del tutto ignaro delle polemiche innescate ai quattro angoli del pianeta dalla notizia della sua nascita. In Italia, addirittura, il sottosegretario Carlo Giovanardi ha salutato il lieto evento evocando il racket dei feti e gli esperimenti eugenetici dei nazisti. Con il solo plausibile effetto di far rivoltare nella tomba il vecchio Adolf, visto che pare proprio che il padre biologico del piccolo Zachary sia il sessantetreenne Elton (e non il più giovane e belloccio David), ovvero quanto di più lontano dalla stirpe di eroi wagneriani vagheggiata nel Terzo Reich. Anche in Gran Bretagna (patria della coppia John-Furnish unita in civil partnership secondo la legge inglese dal 2005) le cose non sono andate del tutto lisce perché la Bbc ha pensato bene di affidare la gestione dei servizi dedicati alla nascita di Zachary a un fondamentalista cristiano, suscitando le comprensibili ire della comunità glbt. Di tutto questo il piccolo principe non si cura minimamente, anche perché babbo e babbo gli hanno regalato come stanza dei giochi un appartamento a Los Angeles, adiacente al loro, del valore di due milioni di dollari. Qui crescerà con tutti gli agi, circondato dalle tate. E se ciò non dovesse bastare a colmare il deficit di figure femminili di riferimento paventato dai critici della genitorialità gay, avrà a disposizione ben due madrine lesbiche: Ingrid Sischy e la sua partner Sandy Brant, amiche di vecchia data di Elton John. Nel frattempo già si vocifera che i Furnish-John abbiano in mente di dare a tambur battente a Zachary anche un fratellino o una sorellina. Vittoria in Uganda La magistratura ugandese, lo scorso 3 gennaio, ha posto un limite di principio alla persecuzione indiscriminata delle persone glbt che imperversa nel paese, vietando l outing a mezzo stampa. Un iniziativa legale era stata avviata da tre esponenti di un associazione per i diritti glbt dopo che nell ottobre scorso il tabloid ugandese Rolling Stone aveva pubblicato una lista di nomi, foto e indirizzi di attivisti omosessuali, con l incitamento a impiccarli come titolo di copertina (vedi anche Pride n. 139). In novembre un tribunale aveva vietato in via temporanea a Rolling Stone di ripetere l esperimento in attesa di una sentenza definitiva e generale sull argomento che è infine arrivata due mesi dopo. Il giudice ha così stabilito che d ora in avanti nessun giornale avrà il diritto di violare la privacy dei cittadini glbt con l intento di danneggiarli, fino a metterne seriamente in pericolo la vita come è accaduto con lo scoop di Rolling Stone. Tale testata è stata condannata al pagamento delle spese legali e a risarcire i tre attivisti che avevano promosso la causa con una somma pari a circa 500 euro ciascuno. Non un granché sul piano economico, hanno commentato i risarciti, ma quello che conta è il principio. Nel frattempo in Uganda l omosessualità resta illegale a tutti gli effetti e ancora pende come una spada di Damocle in parlamento una proposta di legge per inasprire le pene di chi commette atti contronatura. Il tutto in un clima in cui le campagne omofobe fomentate dal fondamentalismo religioso sono all ordine del giorno. 20 febbraio 2011 PRIDE

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA CHI È BAMA? Siamo un azienda tutta italiana che da oltre tre decenni rende la vostra quotidianità più comoda e più allegra, grazie a prodotti

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

tuteliamo la societa femministe movimento gay La Manif Italia genere educ liber identità di genere stereotipo legge-bavaglio azione la famiglia e

tuteliamo la societa femministe movimento gay La Manif Italia genere educ liber identità di genere stereotipo legge-bavaglio azione la famiglia e LA MANIF ITALIA La Manif Italia è un associazione di comuni cittadini senza bandiere di partito, né simboli religiosi che opera per la promozione e la protezione della famiglia. Perché per la famiglia?

Dettagli

20 Novembre 2014. Giornata Mondiale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza. In viaggio alla scoperta dei diritti delle bambine e dei bambini

20 Novembre 2014. Giornata Mondiale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza. In viaggio alla scoperta dei diritti delle bambine e dei bambini 20 Novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza In viaggio alla scoperta dei diritti delle bambine e dei bambini 1989 1997 Diritto

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino. Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.it/ L approvazione della legge n. 128/2013 consente da quest

Dettagli

i diritti dei bambini in parole semplici

i diritti dei bambini in parole semplici i diritti dei bambini in parole semplici Questa è la traduzione di un opuscolo pubblicato in Inghilterra dall'unicef. È il frutto del lavoro di un gruppo di bambini che hanno riscritto alcuni articoli

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Oscar Davila Toro MATRIMONIO E BAMBINI PER LA COPPIA OMOSESSUALE www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Oscar Davila Toro Tutti i diritti riservati Dedicato

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo Dal progetto educativo alla creazione di reti relazionali Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo La forza autentica della scoperta e dell incontro con l altro può essere solamente la fede in

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

La sicurezza di Internet sei tu

La sicurezza di Internet sei tu La sicurezza di Internet sei tu Modena, 21-10-2011 Michele Colajanni Università di Modena e Reggio Emilia michele.colajanni@unimore.it http://weblab.ing.unimo.it/people/colajanni Le 3 dimensioni + 1 Tecnologie

Dettagli

Materiali didattici «Territorio e Turismo sostenibile» GIOCHI D AULA E GIOCHI DI RUOLO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Territorio e Turismo sostenibile» GIOCHI D AULA E GIOCHI DI RUOLO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Territorio e Turismo sostenibile» GIOCHI D AULA E GIOCHI DI RUOLO GREEN JOBS Formazione e Orientamento 1. GIOCO D AULA «LA CITTÀ IDEALE» GIOCO D AULA «La città ideale» Tema: flussi

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta! Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Corso di Formazione per Operatore Socio-Sanitario Complesso Integrato Columbus- Anno 2014 Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Docenti: Claudia Onofri Ivana Palumbieri Concetto di persona

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA?

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Sac. Don Magloire Nkounga Dott. D Ambrosio Giuseppina 1 Quando ci possono

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI Milano Expo Padiglione Italia Giovedì 2 luglio 2015 La città di Roma, con la votazione favorevole dell Assemblea Capitolina il 25 giugno scorso, ha detto sì alla candidatura

Dettagli

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero Chi è? Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici porre semplici domande su una persona i verbi essere e avere i numeri il genere (dei nomi e dei sostantivi) Svolgimento L insegnante distribuisce

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

LA SFIDA EDUCATIVA I MASS MEDIA

LA SFIDA EDUCATIVA I MASS MEDIA LA SFIDA EDUCATIVA I MASS MEDIA Tra Educazione e comunicazione c è uno stretto rapporto, un rapporto originario, poiché si educa comunicando. Al tempo stesso, ci si educa a comunicare. Comunicazione ed

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Testata: GUIDA VIAGGI Link: http://www.guidaviaggi.it/detail.lasso?id=125416&-session=givi:5fe36f1d18af61d5a6yqff4024c3

Testata: GUIDA VIAGGI Link: http://www.guidaviaggi.it/detail.lasso?id=125416&-session=givi:5fe36f1d18af61d5a6yqff4024c3 Testata: GUIDA VIAGGI Link: http://www.guidaviaggi.it/detail.lasso?id=125416&-session=givi:5fe36f1d18af61d5a6yqff4024c3 08/10/2010-15:36 Al via il portale Talenti Italiani Il t.o. Un Altracosatravel apre

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

I cambiamenti nel decennio 1980-1990

I cambiamenti nel decennio 1980-1990 LA STORIA DI LUCCA 2 CIRCOLO I cambiamenti nel decennio 1980-1990 Per opera del dimensionamento dei plessi scolastici avviato dal M.P.I. ed a causa del calo demografico della popolazione scolastica degli

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi

Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi 1 MAPPA CONCETTUALE TRIBÙ insieme di CLAN insieme di FAMIGLIE GRUPPO organizzato variabile nel TEMPO SPAZIO generato da BISOGNO di

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

GENITORI, FIGLI E ALCOOL

GENITORI, FIGLI E ALCOOL GENITORI, FIGLI E ALCOOL Un sondaggio Osservatorio - Doxa SINTESI E GRAFICI Roma, 4 dicembre 2008 I GIOVANI E LA COMUNICAZIONE SULL ALCOOL I GENITORI SONO INFORMATI DI COSA FANNO I FIGLI NEL TEMPO LIBERO?

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura Comune di Assago Area Istruzione e Cultura I diritti dei bambini in parole semplici Il Consigliere delegato alla cultura Emilio Benzoni Il Sindaco Graziano Musella L Assessore alla Pubblica Istruzione

Dettagli

Programmazione 2014/2015. Elaborato da: Aiello Valentina. Scuola dell Infanzia. San Matteo. Nichelino

Programmazione 2014/2015. Elaborato da: Aiello Valentina. Scuola dell Infanzia. San Matteo. Nichelino Programmazione 2014/2015 Elaborato da: Aiello Valentina Scuola dell Infanzia San Matteo Nichelino Nella scuola dove siamo Quando in cerchio ci troviamo Si fa bella l esperienza Non possiamo farne senza!

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

informa giugno 15 n. 1 I

informa giugno 15 n. 1 I DUE SGUARDI: UN AFRICA Mostra fotografica - Trento, piazza Fiera - 30 maggio - 2 giugno 2015 informa A febbraio 2012 noi studenti e studentesse trentine abbiamo potuto conoscere la realtà ugandese in un

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

2.1. Riferimenti alle Convenzioni e alle Dichiarazioni in tema di diritti umani e

2.1. Riferimenti alle Convenzioni e alle Dichiarazioni in tema di diritti umani e educazione 2.1. Riferimenti alle Convenzioni e alle Dichiarazioni in tema di diritti umani e I documenti presentati presentano nella maggior parte dei casi ripetuti riferimenti alla Dichiarazione Universale

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti.

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti. Il mensile dell Unasca. L Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica. Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1,

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli