Riprese video. lavoro. guerra. Tecnica TUTTI I SEGRETI DEL GIMBAL BRUSHLESS. DRonEziNe. Taranis, la radio open source. Piaggio Hammerhead

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Riprese video. lavoro. guerra. Tecnica TUTTI I SEGRETI DEL GIMBAL BRUSHLESS. DRonEziNe. Taranis, la radio open source. Piaggio Hammerhead"

Transcript

1 La prima rivista italiana sui droni DRonEziNe numero 1 - settembre ottobre 2013 Riprese video TUTTI I SEGRETI DEL GIMBAL BRUSHLESS Tecnica Taranis, la radio open source guerra Piaggio Hammerhead lavoro la Nascita DRonEziNe di un industria - 1

2 Il cielo non è più un limite, ma un nuovo punto di vista. bramor-i Autonomous Unmanned Aerial Vehicle APPLICAZIONI TIPICHE: SORVEGLIANZA E SICUREZZA; ISPEZIONE DI IMPIANTI ENERGETICI; AGRICOLTURA DI PRECISIONE; ORTOFOTOGRAFIA; MAPPATURA 3D; TERMOGRAFIA DI EDIFICI; PREVENZIONE DEGLI INCENDI; LOTTA AL BRACCONAGGIO; LOTTA ALL ABUSIVISMO EDILIZIO; RIPRESE AEREE; RILIEVI ARCHEOLOGICI; VULCANOLOGIA/GEOLOGIA; MONITORAGGIO DEL TRAFFICO; PROFESSIONALITÀ DESIGN ELEGANZA CONVENIENZA BELLEZZA PERFORMANCE PER MAGGIORI INFORMAZIONI W W W. E U R O L I N K S Y S T E M S. C O M DRonEziNe - 2 Da 20 anni, la giusta soluzione per qualsiasi esigenza dal mondo dei droni.

3 sommario Rubriche 04 Editoriale 05 Associazioni 06 I droni dei lettori 07 Mappamondo 35 Clic 36 Contro editoriale Lavoro 08 Nascita di un industria 08 Applicazioni 12 Giornalisti volanti 16 Il tuttala cartografo Recensione 19 DJI Phantom, il quadricottero per tutti 20 FrSKY Taranis, RC open source 26 Nilox Mini action cam Tecnica Gimbal brushless, la rivoluzione 32 Facciamo un quad: la lista della spesa Militari 36 Piaggio Hammerhead Terza Pagina La guerra dei droni, un ebook gratuito DRonEziNe - 3

4 editoriale di Stefano Orsi Prima di volare accendiamo il cervello p ochi giorni fa, un drone da 8 chili, attrezzato per le riprese aeree, è caduto in Spagna sopra la folla ferendo diverse persone tra le quali anche bambini. Il multirotore stava riprendendo un evento presso la Sagrada Familia e per motivi ancora ignoti ha perso improvvisamente quota cascando rovinosamente sul pubblico. Qualche mese addietro un avvenimento simile è accaduto negli Stati Uniti durante un rodeo. Stessa dinamica: un drone che fa una bella ripresa passando sopra agli spalti gremiti di gente e improvvisamente perde il controllo e precipita sul pubblico ignaro. Diversi feriti anche in quella occasione. Non saremo certo noi a condannare l utilizzo dei droni per riprese video fotografiche o in ambito giornalistico, ma bisogna considerare che un elica rotta, un motore mal funzionante o un guasto elettrico possono sempre succedere. Chi non ci pensa non ha ancora l esperienza necessaria per portare in volo autonomo o semi autonomo un drone. Cadono gli aerei civili con passeggeri a bordo, cadono gli ultraleggeri, cadono le mongolfiere e cadono anche i nostri droni. Purtroppo l attuale tecnologia non è ancora sufficientemente matura e testata per poter essere usata in condizioni pericolose come per esempio il volo sopra a persone o centri abitati. Troppi operatori improvvisati, sull onda dell urgenza di inventarsi una professione in tempi di crisi, credono di poter svolgere attività professionali solo perché hanno comprato un drone, lo hanno pagato diverse migliaia di euro e magari lo hanno visto rimanere immobile a mezz aria controllato dal gps. E invece, come in tutte le attività umane, non bisogna credere che la tecnologia sia infallibile. E soprattutto è necessaria una certa dose di esperienza prima di potersi considerare novelli Quentin Tarantino o il prossimo vincitore del premio Pulizer, e iniziare a produrre materiale televisivo o giornalistico. Noi crediamo che le applicazioni per i droni civili siano in continua e inarrestabile espansione e creeranno nuovi posti di lavoro a tutti i livelli. Ma crediamo fermamente anche che, indipendentemente dalle decisioni dell Enac attese per fine anno (con le relative qualificazioni per i piloti e certificazioni per i mezzi), sia necessario per prima cosa rispettare la fondamentale regola di sicurezza: accendere il cervello prima di andare in volo con un drone. DRonEziNe - 4

5 associazioni uniti verso la regolamentazione I n In Italia la filiera dei droni è appena nata e già ha una sua associazione: Assorpas, l associazione italiana dei light Rpas, Remotely Piloted Aircraft Systems, piccoli sistemi aeromobili a pilotaggio remoto. I piccoli droni tascabili sono diventati presto una realtà produttiva fatta di riprese aeree, documentari, missioni in appoggio all agricoltura di precisione, campagne scientifiche e di monitoraggio del territorio. Un mondo dinamico, pieno di entusiasmo che cresce nonostante la crisi, ma anche in un vuoto normativo preoccupante, che potrebbe mettere a serio rischio lo sviluppo stesso del settore. «È stata l esigenza di avere una voce unica nei confronti dell Enac, l ente nazionale di controllo delle attività aeronautiche, a spingerci a creare un associazione che riunisse tutta la filiera dei droni: piloti professionisti, costruttori, progettisti, utenti» ci dice Stefano Russo, uno dei fondatori dell associazione. «L Enac sta in questi giorni studiando un regolamento definitivo per l uso professionale di questi mezzi aerei, ed era letteralmente bombardata dalle domande di tanti imprenditori e professionisti, soprattutto cameraman e fotografi. Di conseguenza si è arrivati ad avere un interlocutore unico, con cui discutere della normativa che farà uscire questo nascente settore industriale dalla semiclandestinità in cui è adesso per mancanza di regole chiare e specifiche». Regole che dovranno avere al primo posto la sicurezza, giusto? «Certo, e noi abbiamo già una serie di prescrizioni sia di comportamento sia tecniche, inoltre sono allo studio sistemi sempre più avanzati per rendere sicuro il volo e inoffensivo l atterraggio. E non dimentichiamoci che i droni, oltre a essere sicuri, hanno anche un bassissimo impatto sull ambiente: quando sono state realizzate le riprese per un documentario sul relitto della Costa Concordia, inizialmente i droni erano visti come marziani, poi tutti hanno apprezzato il fatto che la propulsione elettrica non inquina e che sono silenziosissimi: non solo costano infinitamente meno dell intervento di un elicottero, ma possono avvicinarsi al soggetto della ripresa, senza creare disturbo all ambiente e alle attività umane». Stefano Russo Vice presidente e tesoriere di Assorpas «per avere una voce unica nei confronti dell Enac abbiamo creato un associazione che riunisce tutta la filiera dei droni» DRonEziNe - 5

6 i droni dei lettori Finito il volo, il quadricottero si ripiega e sta tutto nella cassettina che gli fa da frame Un inquietante insettoide di Alessandro Li Mandri Il concerto romano di Bruce Springsteen ripreso dal multicottero di Giuseppe Foderaro DRonEziNe - 6

7 Mappamondo La mappa delle startup innovative americane che sviluppano droni civili (fonte: Deloitte GovLab) Dove colpiscono i droni militari americani (fonte: Mantas Jasinevicius su dati di Dronestream) I Paesi che utilizzano droni militari: in giallo droni disarmati, in rosso droni armati (fonte: Congressional Budget Office, Government Accuntability Office, International Institute of Strategic Studies, Natural Earth) DRonEziNe - 7

8 primi passi DI UN industria Tra artigianato e modellismo, tra sperimentazione e tradizione, anche in Italia sta nascendo una filiera dedita alla produzione di droni civili Grazie ai droni Movo, il celebre negozio milanese di modellismo, torna agli antichi fasti: non solo vendita di modelli ma consulenze, expertise e integrazione di sistemi per creare droni professionali per usi civili ritagliate sulle esigenze di chi li deve usare per lavoro. Un attività, quella di costruire aeromobili, che è nel dna dell azienda: non tutti sanno che Movo ha fatto anche un aereo vero, l FM1 Passero del La crisi colpisce duro un po tutti, e la Movo non fa eccezione: molto dimagrita nell organico, da qualche anno si è trasferita dalla sede storica in via principessa Clotilde, in centro a Milano, alla periferia dalle parti di Linate: una bella sede moderna e luminosa ma un poco difficile da raggiungere per colpa dei continui cantieri sulla strada Rivoltana. Qui incontriamo Carlo Cobianchi, aeromodellista di fama e attuale titolare dell azienda. «Magari questo non scriviamolo, ma i droni sono quello che tiene in piedi oggi la Movo» dice. Ma noi lo scriviamo eccome, oggi un azienda che trova una nuova strada per rinnovarsi e fare innovazione ci sembra una gran bella notizia, anche se comprendiamo il pudore (e la scaramanzia) di parlare anche delle difficoltà, che in questi anni complicati toccano un po tutti. E quelle no, non fanno notizia. Le mie creature Carlo Cobianchi posa tra i droni che assembla per i clienti della sua Movo DRonEziNe - 8

9 Lavoro Full Size Movo FM1 passero, un aereo (vero) del 1947 costruito da Movo e progettato nientemeno che da Stelio Frati Ci guardiamo intorno, e tra i tanti modelli non vediamo nemmeno un piccolo quadricottero. «Ma dove sono?» Chiedo. «Negli scaffali non li vedo». «Vieni in laboratorio» fa lui. «Piccoli multi ora non ne ho». Lo seguo nel retro e spalanco gli occhi. Come un gigantesco ragno nero e minaccioso sul tavolo di lavoro troneggia un esacottero da 82 centimetri di diametro, una bestia che mette una certa soggezione. «Motori pancake ultrapiatti, eliche di carbonio bilanciate a mano in fabbrica coppia per coppia, gimbal brushless» elenca e solleva la capottina del mostro. «E un solo cavetto connesso alla ricevente, tramite l s-bus; a me piacciono i cablaggi puliti». E chi ha comperato? E per farne che? «Un cliente privato. E lo usa per giocare» sorride Carlo. «Ma per lo più, i miei clienti sono professionisti e li usano per riprese aeree. Uno dei lavori più particolari che mi sono stati affidati è stato assemblare un drone per cercare i resti dell aereo di Vittorio Missoni, una missione finanziata dalla famiglia Missoni stessa. La sfida era integrare un drone di grande autonomia che potesse operare in condizioni difficili, e abbastanza piccolo da poter stare una valigetta per essere imbarcato su un aereo di linea. Ho fatto anche il drone Pulizia I cablaggi del drone da 82 cm di Movo usato per le riprese aeree durante i primi comizi di Beppe Grillo agli inizi della sua avventura politica; in questo caso, la sfida era costruire un drone improntato alla massima sicurezza». Carlo previene la mia scontata domanda successiva: «Le riprese sono state fatte in piazza Duomo, e sì, l operatore aveva chiesto al comune di Milano tutte le necessarie autorizzazioni». Alla fine alla Movo sei rimasto solo tu Ce la fai a stare dietro agli ordini, portando avanti anche il negozio? «Grazie all ecommerce, tengo aperto al pubblico solo il sabato, e poi il martedì e il venerdì pomeriggio. Il problema vero è trovare collaboratori competenti: io sono nel settore da molti anni, e costruisco droni esattamente calibrati sulle esigenze di chi li dovrà usare, cercando sul mercato le componenti più adatte a ogni singolo progetto. Ogni drone è diverso dagli altri, perché diversi sono i bisogni di chi lo opera. Preferisco farne pochi, ma su misura. Perché il mercato è pieno di operatori improvvisati, che cercano di piazzare droni commerciali a utenti professionisti, e poi magari spariscono quando il cliente ha bisogno di consigli o assistenza. Io più che droni vendo consulenza, esperienza e know how. Il mercato adesso è come quello dei personal computer negli anni 80; c è molto fermento, novità che si susseguono ma anche tanta improvvisazione». Movo non è certo l unico modellista evoluto che si è reinventato produttore di droni e multicotteri. Damiano Dalla Longa lavora al progetto di un multicottero professionale: «Vorrei proporre il kit pronto al volo, collaudato. Dopo la vendita ovviamente darei completa disposizione nei pezzi di ricambio, nell assistenza software e breve tutorial nell uso di questi droni». Un progetto modulare, dunque? «Sì,vorrei proporre il kit completo di elettronica e oppure il telaio con elettronica (motori, regolatori, centralina, eliche) personalizzabili nella configurazione. Che caratteristiche ha il suo drone? «È un esacottero è composto completamente da DRonEziNe - 9

10 Lavoro di prendere in seria considerazione il settore, nella consapevolezza che le prospettive commerciali e gli utilizzi pratici saranno alquanto interessanti. Il momento è maturo per l introduzione di una legislazione chiara e definita. Al momento le macchine in circolazione non possono garantire i requisiti minimi di sicurezza che un ente pubblico deve richiedere per consentirne l utilizzo in aree sensibili per cui devono essere operati per forza in aree confinate nelle quali un malfunzionamento non arrechi danni apprezzabili a persone fisiche ed a oggetti. E devono essere operati da personale sufficientemente formato e certificato. Senza l intervento dell Enac, le regole le devono fare i singoli comuni, e la loro attuale libertà di scelta sul rilasciare o meno i permessi è molto ampia, con le immaginabili conseguenze del caso. Quanto può valere il mercato dei droni? Il fatturato a livello globale entro il 2020 si pensa possa arrivare a 20 miliardi di dollari all anno, oggi siamo intorno ai 2 miliardi. È chiaro che in questa cifra i microdroni hanno una fetta piccola in quanto il loro valore economico è minimo rispetto ad un Predator. Il nostro fatturato al momento è attorno ai 100 mila euro e rimarrà abbastanza stabile su questa cifra per i prossimi due o tre anni. Al momento tutto il fatturato lo spendiamo in ricerca e sviluppo, in quanto il settore è molto dinamico e ciò che è nuovo oggi diventa vecchio tra un anno. Riteniamo ci potranno essere cambiamenti non appena le norme Enac entreranno in vigore, in quanto i permessi di volo richiedono una grossa mole di lavoro sia a livello documentale della tracciabilità della progettazione, che sulla costruzione e collaudo. Allora le nostre scelte tecniche e progettuali in merito al calcolo dei telai, la progettazione dei gruppi motore e delle eliche, la progettazione e programmazione dei sistemi di controllo diventeranno un punto nodale per istruire le pratiche ed ottenere i permessi. Le regole servono soprattutto per la sicurezza. Quanto sono sicuri i droni di oggi? La sicurezza assoluta non si potrà mai ottenere, sono macchine più pesanti dell aria e come tali possono sempre cadere. Le attuali categorie aiutaparti in fibra di carbonio 3K, con due alternative di misure: da 820 mm oppure 1100 mm, in entrambi i casi con bracci da 25 mm». Una macchina impegnativa, dunque. Quanto costerà? Prendendo in considerazione l esacottero da 820 mm con carrello pieghevole (per facilitare il trasporto) Il kit completo di tutto viene 3400 Euro. Per tutto intendo un telaio con tubi da 25 mm, centralina di controllo DJI WooKong-M con gps (IOS mark III per visualizzare la telemetria su display, Datalink con 50 Waypoint per il pilotaggio tramite google Maps dal Computer, Led con Bluetooth per il settaggio della centralina tramite Iphone e Ipad), 6x regolatori 40 A, 6x motori T-motor MT kv, eliche in carbonio 14, sistema di smorzamento vibrazioni per gimbal ad O-ring, Trasmittente Graupner MX20 HoTT 10 canali, 2x LiPo 4s 5000mAh 16.8 V, Video trasmettitore 5.8 Ghz 500mW per fpv e Gimbal Brushless per la stabilizzazione di una GoPro. Il drone è personalizzabile, e può essere configurato per 4 eliche (4 o 8 motori), 6 motori, oppure 8 motori. Oltre agli hobbisti che diventano artigiani, coi sono già le prime startup che affrontano in modo strutturato la produzione di piccoli droni civili. Una di queste è Aslatech DroneForge dell ingegner Andrea Sala, che ci racconta il suo punto di vista sull industria nascente dei droni. Sulla quale, come sappiamo, pesa la spada di Damocle delle decisioni che prenderà l Enac nella regolamentazione del settore. Sala, è preoccupato? Per nulla. La lettera di accompagnamento della bozza di norma uscita ad inizio anno chiarisce l intenzione di Enac euro in kit L esacottero proposto da Dalla Longa DRonEziNe - 10

11 Lavoro no in questa direzione: le macchine di peso inferiore ai 2 kg ad esempio sono molto meno pericolose di quelle che ne pesano Un primo passo quindi è il corretto dimensionamento della macchina in relazione al suo scopo. Altro aspetto che porterà grandi benefici è l incremento del numero e del tipo di sensori che misurino l assetto e la posizione della macchina. Al momento la ridondanza è minima e la misura della posizione assoluta non è sempre garantita. Questo è, a mio parere, uno degli ostacoli maggiori al raggiungimento di una soglia minima di sicurezza. Si sta lavorando per superare tale limite e ci sono già risultati molto confortanti. Perché nessuno ha mai pensato di equipaggiarli con un paracadute? L uso del paracadute balistico è allo studio e ne esistono già in commercio. Ma ci sono diversi limiti operativi, per esempio il paracadute ha il limite intrinseco sull altezza minima operativa per cui a bassa quota non garantisce un tempo di intervento sufficientemente rapido. Anche su questo aspetto di sicurezza passiva la normativa dovrà dare risposte. A proposito di limiti operativi, quali sono i limiti maggiori dei droni di oggi? Le batterie sono il punto debole al momento, il loro peso nello sviluppo della macchina è cruciale. Ne esistono già di vari tipi e peso, si prevede porteranno grossi vantaggi nell incremento del payload o nell incremento del tempo di volo o nella riduzione del peso complessivo della macchina. In merito alla navigazione autonoma noi puntiamo molto sui sistemi basati sulla visione 3d nel visibile e nell infrarosso, su cui stiamo sviluppando soluzioni in collaborazione con l Università di Bologna. Questi dispositivi aumentano la precisione e la sicurezza dei mezzi. Anche i motori possono dare grossi vantaggi ma su questi il limite oggi è solo di tipo commerciale e non tarderà ad essere colmato. Chi sono i vostri clienti, e per cosa usano i droni? Principalmente tecnici ed Università. Gli uni per fotogrammetria aerea, gli altri per laboratori di robotica. I droni sono artigianato o industria? Dal nostro punto di vista è artigianato, ci sono realtà industriali ma anche esse sottostanno al momento ai nostri stessi limiti. In futuro si vedrà. Su quale base e come progettate i droni o telai per i droni e relativi accessori? Si parte dalle specifiche di base, ovvero peso, payload, tempo di volo, e si segue la normale prassi progettuale delle macchine automatiche e della robotica ovvero: - Definizione dei carichi - Calcolo della motorizzazione e delle eliche - Calcolo strutturale dell airframe - Modellazione dei componenti commerciali come la macchina fotografica o il payload - Modellazione costruttiva - Produzione dei particolari custom - Montaggio e collaudo Sentite la concorrenza asiatica? Non ci mettiamo in concorrenza, quello che facciamo lo facciamo Perché non c è sul mercato o, se c è, non soddisfa le specifiche richieste dal cliente. Se arriva sul mercato un prodotto di qualità siamo ben felici di utilizzarlo. Poi c è la messa a punto, il produttore asiatico non viene certo a Bologna a configurare un sistema! Ritiene che il vostro prodotto sia più indicato per l operatore video professionista o che la vostra offerta sia adatta anche al mondo hobbystico? Per forza di cose il nostro cliente è l operatore professionista in quanto l hobbista si spaventa di fronte al costo di un ora di progettazione o di messa a punto. In realtà quando andiamo dal gommista spendiamo ben di più ma non ce ne accorgiamo... DRonEziNe - 11

12 Giornalisti volanti I reporter scoprono la potenza dei droni per fare informazione. Ma l autorità aeronautica americana ordina: tutti a terra, non si vola più «P erché un giornalista dovrebbe voler usare un drone?» Si chiede Matt Waite, un vero pioniere del giornalismo volante, fondatore del Drone Journalism Lab dell'university of Nebraska già nel lontano «Innanzitutto, Perché il drone gli da la possibilità di raccontare storie sotto una nuova angolazione» dice. «Il reporter può sfruttare il drone per catturare ampie vedute aeree di una zona colpita da un disastro naturale, e trasmettere al pubblico l'impatto emotivo dell'evento. Una cosa che si può benissimo fare con un elicottero, certo, ma un drone costa infinitamente meno, è alla portata di tutti. E dal punto di vista della democrazia, DI MATTEO CAMPINI ciò è al tempo stesso interessante e terrificante». Già, anche terrificante. Perché non ci sono solo vantaggi nella diffusione del drone nel giornalismo, ma anche rischi per la privacy e rischi legati alla sicurezza di chi sta a terra. Come hanno scoperto a fine agosto i partecipanti al Virginia Bull racing, la prima corsa di tori stile Pamplona tenutasi vicino a Richmond: i temerari aspiranti toreri avranno magari messo in conto l'eventualità di prendersi qualche cornata, ma non quella di prendersi un drone sulla testa, come invece è successo a causa del crash sulla folla del quadricottero di una emittente locale. Secondo lo sceriffo, Drone Journalism Lab Matt Waite dell Università del Nebraska. Sopra, una manifestazione di piazza a Mosca ripresa da uno street journalist DRonEziNe - 12

13 il drone reporter applicazioni La scuola brucia L incendio di un college nel Lancastershire ripreso da un drone amatoriale quatto o cinque persone hanno dovuto farsi medicare al pronto soccorso. Però di solito tutto fila liscio: chi ha realizzato le riprese volanti dei primi comizi di Beppe Grillo in piazza Duomo ha fatto le cose per bene, ha chiesto i dovuti permessi di sorvolo al comune di Milano, ha fatto attenzione alla sicurezza e tutto si è svolto senza problemi, ci rivela Carlo Cobianchi di Movo, il negozio milanese che ha realizzato il drone usato per le riprese. Altre volte la leggerezza del giornalista ha creato guai, ma solo al reporter stesso, come è successo al sudafricano che ha cercato di rubare in volo immagini di Mandela in ospedale ed è finito in questura. Altre volte la polizia è andata per le spicce e ha abbattuto il drone a fucilate, come è successo a un quadricottero usato da un attivista per riprendere dall alto gli scontri di piazza in Turchia; ma più spesso le forze dell'ordine si limitano a sequestrare mezzo e scheda di memoria, come è capitato al paparazzi che ha cercato di imbucarsi col quadricottero al matrimonio di Tina Turner sul lago di Zurigo. Un episodio, quest'ultimo, che peraltro dimostra quanto sia ancora immatura la tecnologia dei droni hobbystici prestati al giornalismo: mentre l'intraprendente reporter volante veniva costretto dalla polizia elvetica all'atterraggio e multato, un più danaroso collega su un elicottero ha ripreso impunemente la festa di Tina dall'alto, come si è sempre fatto nella storia recente del gossip. «È dura cercare di fare stalking su una diva, quando hai batterie che ti danno se va bene quindici minuti di au- tonomia» scherza Waite. In America, come in Italia, usare i droni per fare giornalismo è illegale, ma Waite fa buon viso a cattivo gioco: «Sono fermamente convinto che il tempo che passa tra la nascita di una tecnologia e la regolamentazione per usarla in modo legale sia un dono» dice. «Tempo prezioso che dovrebbe essere usato per riflettere seriamente su come utilizzarla in modo eticamente corretto. Gli operatori del business dell'informazione più sensibili ai temi etici non vogliono certo alienasi il consenso del pubblico facendo stupidaggini; prima che il drone journalism sia legale e ci sia la corsa ai quadricotteri, abbiamo tutto il tempo per riflettere». Fucilato Il drone abbattuto dalla polizia turca mentre riprendeva le manifestazioni a Istanbul DRonEziNe - 13

14 Mi dicono che sono molto invasivi Franco Abruzzo, ex presidente dell ordine dei giornalisti della Lombardia. In basso, il matrimonio di Tina Turner, ripreso in maniera illegittima da un paparazzo armato di multicottero. giornalistica, che per sua natura si svolge quando succede un fatto imprevisto e imprevedibile. da noi che succede? «In Italia non si sono ancora verificati casi eclatanti», ci dice Franco Abruzzo, stimatissimo ex presidente e attuale consigliere dell Ordine dei giornalisti della Lombardia. «Ma l uso dei droni nel giornalismo porta problemi etici e morali di ampia portata, che dovranno essere approfonditi». Ma ci vede più problemi o più opportunità? «Io sono un entusiasta di Internet, figuriamoci se sono contrario ai droni. Io sono della classe 1939, sono un giornalista vecchio stampo. Ai miei tempi non c erano nemmeno i telefonini cellulari, ma al Giorno il glorioso Giorno di Enrico Mattei avevamo un potente aiuto tecnico: le auto di servizio, dove c erano i radiotelefoni collegati con la torre Eni di San Donato Milanese. Pertanto avevamo un vantaggio strategico enorme, soprattutto di sera o di notte, quando dovevamo pubblicare un fatto di cronaca appena successo e non c era un telefono a gettoni o una famiglia che ci lasciava usare quello di casa. I droni sono un mezzo potentissimo, ma a quanto leggo sono molto invasivi: registrano non solo immagini ma possono captare anche suoni, possono violare le proprietà private e i luoghi interdetti». Tutti a terra Il tempo non mancherà a Waite, dal momento che a luglio la FAA, l'ente americano di controllo del traffico aereo, ha esplicitamente messo a terra i due droni dell'università del Nebraska. Un duro colpo che fa riflettere seriamente anche le altre scuole di giornalismo che avevano cominciato ad acquistare multicotteri, come la Ball State University dell'indiana e la School of Journalism and Electronic Media di Circle Park, nel Missouri, che ha cominciato con un piccolo investimento: circa mille dollari per un DJi Phantom e una telecamera GoPro. Tutte le università americane hanno ricevuto una minacciosa lettera dalla FAA, in cui gli si intimava di cease and desist, (cessare e smettere) qualsiasi attività di volo senza una specifica autorizzazione, la DOA, che di fatto mette fuorilegge ogni esperimento di giornalismo dall'alto, visto che richiede un iter di due mesi e un piano di volo, due cose assolutamente non compatibili con l'attività E questo non è un vantaggio per la libertà di stampa? «Dipende ricordiamoci che i giornalisti che hanno usato un teleobiettivo per riprendere Berlusconi nella sua villa in compagnia di una signora sono stati condannati. Occorre una regolamentazione, e l unico organo in Italia che possa esprimersi sulla questione è il garante della privacy. Occorre che ci sia un dibattito approfondito sull uso di questi strumenti nella nostra professione». DRonEziNe - 14

15 applicazioni Servono davvero nuove regole? Nei paesi in cui il giornalismo aereo è più sviluppato, come abbiamo, visto il dibattito è partito da un pezzo. Il cuore della questione è se i droni pongono davvero nuovi problemi etici, o se bastano le consolidate regole di deontologia professionale che valgono, con diverse sfumature, più o meno in tutto il mondo. C è chi dice che il drone non è altro che un estensione della telecamera, e c è chi dice che il drone è un oggetto del tutto nuovo, che deve essere regolamentato con regole nuove. Negli Usa l organizzazione Drone Journalism, che raccoglie i giornalisti che usano droni, si è data un set di regole specifiche, che si aggiungono, senza sostituirle, a quelle che regolano la professione negli Stati Uniti. «Il codice dei drone journalist può essere visto come una stratificazione di considerazioni etiche che stanno al di sopra del codice professionale dei giornalisti del 21esimo secolo» dicono i giornalisti volanti americani. «In più, queste considerazioni non esauriscono gli obblighi morali dei drone journalist: è solo una raccolta di linee guida, non certo onnicomprensiva. E il giornalista ha la piena responsabilità su come applicarle». Come diceva l Uomo ragno, a un grande potere corrisponde una grande responsabilità. Il drone nelle mani di un giornalista è un arma potentissima, ma proprio per questo va usata con saggezza e senso della misura. Il codice di dronejournalism.org Secondo l organizzazione DroneJournalism, chi usa droni è tenuto a rispettare le stesse regole etiche di chi fa giornalismo tradizionale, con in più un set di responsabilità specifiche. Innanzitutto, sono tenuti a considerare il potenziale pericolo dei loro droni, che per peso, velocità, eliche e batterie al litio possono diventare micidiali in caso di incidente, specialmente se si riprendono concerti, manifestazioni, comizi. Quindi i piloti dei droni devono conoscere perfettamente la loro macchina, il suo inviluppo di volo, e non devono mai eccedere i limiti durante la missione. Il codice etico è a piramide e gerarchico, dove ogni gradino prevale su quello più in basso: 1. Notiziabilità: (Newsworthiness): l oggetto dell inchiesta condotta col drone deve essere di pubblico interesse al punto da giustificare l utilizzo di un mezzo aereo potenzialmente pericoloso. Non devono essere usati droni se le stesse informazioni possono essere ottenute in maniera diversa e più sicura. 2. Sicurezza (Safety): l operatore del drone deve essere addestrato in maniera adeguata, e il drone non deve volare se le condizioni atmosferiche ne possono compromettere la sicurezza. Infine, deve volare sempre in modo da garantire la sicurezza del pubblico. 3. Rispetto della legge e dello spazio aereo (Sanctity of Law & Public Spaces): chi fa volare il drone deve conoscere le norme che regolano la navigazione aerea e le restrizioni presenti nell area delle operazioni. Una regola che ammette un importante eccezione: non va applicata se al giornalista viene arbitrariamente impedito di esercitare il suo diritto/dovere di cronaca e raccogliere col drone informazioni critiche di interesse pubblico. 4. Privacy: Il drone deve operare in modo da non compromettere senza necessità la privacy di persone non pubbliche. Quindi dovrebbe raccogliere solo immagini di attività di pubblico interesse e censurare le immagini di persone estranee all inchiesta. 5. Deontologia (Traditional Ethics): Al di sopra di ogni considerazione, il giornalista col drone deve rispettare tutte le regole imposte dal codice di comportamento della sua professione. Insomma, un set di regole di buon senso che potrebbero diventare la base per una discussione seria sul giornalismo aereo anche da noi. Perché se le regole non nascono dal basso, vengono imposte dall alto. E di solito sono dolori. DRonEziNe - 15

16 cartografia con il tuttala I droni sono preziosi per fare in fretta carte geografiche dettagliate e precise. Anche in un area colpita da un disastro naturale, come Haiti I droni civili stanno dimostrando la loro utilità anche nel campionamento e mappatura del territorio. Quando le dimensioni delle aree da mappare sono importanti, i droni ad ala fissa battono elicotteri e multirotori grazie alla loro elevata autonomia di volo. Inoltre la loro maggior velocità consentono di scattare un maggior numero di fotografie e di conseguenza avere un risultato più attendibile e preciso in fase di ricostruzione delle mappe. Tra i contro dell ala fissa bisogna considerare i necessari spazi per decollo e atterraggio. L ape europea Restando in un ambito europeo ci ha colpito un prodotto elvetico costruito da sensefly ora partecipata niente meno che da Parrot. Si tratta di ebee, un drone elettrico ad ala fissa e più precisamente un tuttala; completamente autonomo, in grado di volare per 45 minuti e di coprire una area sino a 10 Km quadrati con un DRonEziNe - 16 DI stefano orsi precisione di 5 cm e una risoluzione fotografica di 3 cm/ pixel ottenuta da un sensore fotografico da 16Mpx. Le procedure di decollo e atterraggio non richiedono piloti esperti, tanto è vero che per armare il motore basta scuotere il drone e lanciarlo con un lieve inclinazione verso l'alto. Il percorso dovrà essere stato pianificato precedentemente e l'atterraggio avverrà in maniera totalmente automatica,una volta completata la missione o in caso di emergenza rilevata dal processore di bordo. Il controllo del drone, la pianificazione della missione, le aree da fotografare o più semplicemente il tipo di volo da eseguire vie- ne programmato sul computer con un software proprietario che si chiama emotion. L a Ground Station, cioè il computer por- tatile sul quale gira tale applicativo, invia le informazioni necessarie al drone tramite un radio link. Il drone a sua Scheda tecnica ebee Motore elettrico Apertura alare: 96cm, ali smontabili Autonomia: 45m con una singola batteria Velocità di crociera: Km/h, con vento fino a12 m/s Camera onboard: 16Mpx, peso: 700 gr.; decollo e atterraggio: automatico

17 applicazioni volta contestualmente risponderà alla ground station tramite telemetria, fornendo tutte le informazioni necessarie per lo svolgimento del volo pre programmato. Una volta eseguiti i voli per fotografare tutta l'area di interesse e per la quale si vuole ottenere una nuova cartografia, si scaricheranno le foto dalla memoria della fotocamera e si daranno in pasto al software, che si occuperà della ricostruzione del mosaico generato con le opportune sovrapposizioni. Emanuele Lubrano, direttore della produzione a sensefly, si occupa di tutti gli aspetti legati alla realizzazione dell'ebee e dello Swinglet Cam (produzione, industrializzazione e qualità), ha maturato una importante esperienza sul campo in una missione umanitaria di supporto ad Haiti lo scorso marzo/aprile Pensa che i droni ad ala fissa quali l'ebee o lo Swinglet Cam siano facilmente utilizzabili anche in aree colpiti da disastri come quello che ha devastato Haiti? «Si, indubbiamente. Uno dei nostri compiti era appunto quello di spiegare alle persone del posto come utilizzare gli ebee per fare delle missioni di mapping in totale autonomia. Certo è necessaria una minima padronanza dei computer, e aver letto il manuale d'uso del drone, ma in generale chiunque può utilizzarlo. Il software è molto facile da usare, su un interfaccia simile a google maps si sceglie la zona che si intende fotografare. Il software automaticamente genera la traiettoria per fare le foto alla risoluzione voluta. Una volta che si è fatto l'upload della traiettoria sul drone, basta Swinglet Cam pronto al volo nella valigetta Terremoto Droni tuttala in missione umanitaria ad Haiti colpita dal sisma. lanciarlo e aspettare che la missione sia terminata». In fase di pianificazione del territorio da monitorare cosa bisogna considerare prima di lanciare in aria un drone autonomo? «La parte complicata secondo me è conoscere bene il territorio per evitare ostacoli che potrebbero trovarsi sul cammino del drone (ad esempio un'antenna delle comunicazioni). Altro aspetto importante è la scelta del luogo d'atterraggio. Ad Haiti è stato problematico,ci trovavamo in posti montagnosi e con molti alberi, o in zone densamente popolate». Italia l'ente Nazionale per l'aviazione Civile è pronta a normare e regolare il volo autonomo dei droni civili nell'ambito del territorio urbano e rurale, in svizzera siete soddisfatti delle regolamentazioni emesse dalla vostra autorità U.F.A.C.? «Il mio punto di vista personale, che quindi può essere diverso dal punto di vista di sensefly o Drone Adventures, è che l'unica limitazione che abbiamo in Svizzera consiste nel fatto che il drone dev'essere tenuto sempre a vista d'occhio dall'operatore o da qualcuno a lui vicino. Non sono contro questa regola, soprattutto se si pensa al numero crescente di droni DIY e al fatto che certi droni sono molto pesanti (parlo di droni che superano il chilo di peso). Mi sentirei però di "rilassare" questa regola per droni come quelli di sensefly, che sono estremamente leggeri (mezzo chilo) e che quindi risulterebbero inoffensivi anche in caso di caduta». DRonEziNe - 17

18 applicazioni cartografia umanitaria Sull area del disastro Se improvvisamente il territorio cambiasse a seguito di una terribile calamità naturale quale un terremoto, un uragano o uno tsunami, la nostra cartografia diverrebbe immediatamente obsoleta. Anche coloro che per via aerea, veicolare o pedonale volessero prestare i primi soccorsi o proseguire nel supporto logistico delle popolazioni sofferenti, si troverebbero a dover fare i conti con strade interrotte e punti di riferimento completamente cambiati o inesistenti. Ecco che i droni civili possono fornire un immediato e concreto aiuto e nella mappatura e nella creazione di una nuova carta con le mutate situazioni territoriali. Emanuele Lubrano e Adam Klaptocz, membri di Drone Adventures, hanno messo a disposizione nello scorso aprile le loro capacità e il loro tempo utilizzando diversi droni per poter contribuire a ricostruire una cartina aggiornata di alcune zone nello stato di Haiti. Questa splendida regione ha subito diverse catastrofi naturali degli ultimi anni, tra cui un terribile terremoto all'inizio del 2010; una violenta epidemia di colera alla fine del 2010 e per finire l uragano Sandy alla fine del Oltre alla incalcolabile perdita di vittime umane, ogni disastro ha provocato mutamenti sostanziali del paesaggio: strade, edifici, ponti sono andati distrutti. Il drone ebee ad ala fissa, dal peso di appena mezzo chilo, poteva volare per diversi minuti, fotografare e al tempo stesso georeferenziare diverse aree colpite dal terremoto. «Siamo stati ad Haiti per una settimana, ed abbiamo mappato circa 40 km quadrati di territorio», ci ha detto Emanuele Lubrano. «Devo ammettere che è stato un tour de force e siamo riusciti in quest'impresa Perché avevamo a disposizione tre droni che lanciavamo molto spesso contemporaneamente. La fase di post-processing delle immagini acquisite ha preso un tempo variabile tra qualche ora e più giorni, a seconda della grandezza del territorio considerato». mostravano diffidenti. Il fatto che i bambini ridessero e si divertissero a vedere i droni atterrare e decollare distendeva di molto l'atmosfera tra gli adulti». Nessun problema con i vostri droni? «Abbiamo anche avuto anche un piccolo incidente. Dopo un atterraggio, un contadino della zona ha distrutto un ebee a colpi di machete. La sua scusa è stata che credeva che fosse una faraona (un tipo di uccello), ma poi ci hanno spiegato che le persone del posto sono molto superstiziose, e probabilmente credeva che fosse una specie di maledizione venuta dal cielo. Comunque, con lo Swinglet Cam non avevamo questo problema, visto che per le sue forme squadrate la gente lo scambiava più per un aquilone. Invece l'ebee, con le sue linee più arrotondate e con il blister sul naso che ricorda un becco giallo, viene scambiato più facilmente per un uccello. Anche dagli altri uccelli». Il supporto di Drone Adventures in collaborazione con partner quali IOM (Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) e Open Street Map, due realtà da tempo presenti e con grande esperienza sul campo ad Haiti, ha permesso di avere una fotografia reale con mappe aggiornate a disposizione di tutti gratuitamente sul sito OpenStreet- Map. Un altro importantissimo contributo è stato quello di insegnare ad altri membri di qualificate organizzazioni umanitarie e ai geografi locali, come utilizzare i droni al fine di incentivarne l'uso e favorirne l'utilizzo. Come reagiva la gente? «I bambini delle bidonville adorano i droni, per loro sono come dei giocattoli. Invece gli adulti all'inizio si DRonEziNe - 18

19 Dji Phantom ideale per cominciare Facilissimo, pratico, economico: si mette in volo in dieci minuti e sta piantato nel cielo come un chiodo Il Phantom è forse il più diffuso quadricottero entry level al mondo. I tempi per assemblare il Phantom sono di una decina di minuti circa, compresa la corretta installazione delle eliche, facilitata dal fatto che sui bracci dei motori ci sono adesivi che indicano il senso di rotazione, a prova di errore. Interessante la soluzione dei mozzi elica con ogive filettate contro rotanti per evitare che le eliche si possano allentare in volo, con conseguenze disastrose facilmente immaginabili. Una volta assemblato, il Phantom si deve collegare al pc con un cavo Usb per la configurazione iniziale; volendo i piloti esperti possono anche evitare il collegamento al pc, ma ciò richiede prove con i motori accesi, sconsigliabili a chi è alle prime armi. Molto probabilmente con i parametri di default il Phantom sarà già pronto al volo. Tuttavia, prima di decollare consigliamo l attenta lettura del manuale sul cd in dotazione. In ogni caso, è necessaria la calibrazione del magnetometro attraverso una semplice procedura spiegata anche con i video tutorial sul sito ufficiale di Dji. Come qualsiasi quadricottero, per volare ha bisogno di spazi aperti lontani da cose e persone. Finita la procedura di armamento della scheda e dei motori, la procedura di decollo è semplicissima, essendo gestita e controllata dalla scheda. Il pilota deve semplicemente alzare un poco alla volta lo stick del gas. Appena arrivati alla quota desiderata, basta rilasciare dolcemente lo stick e il fantasmino bianco si fermerà immediatamente nel cielo. Grazie a barometro e gps, non solo la quota ma anche gli spostamenti laterali saranno veramente ridotti al Ci è piaciuto: Praticità e facilità d uso Barometro e GPS integrato Non ci è piaciuto: Il radiocomando dalla scarsa portata Voto: a cura del laboratorio minimo. Dopo aver collezionato le dovute esperienze, si potranno provare anche le funzioni di return to home e di failsafe, con le quali il Phantom prima ritornerà verso il punto di partenza e in seguito atterrerà autonomamente. Nella dotazione standard Il Phantom può montare una videocamera GoPro senza alcun movimento o stabilizzazione, che ci permette già di muovere i primi passi nel mondo delle video riprese. Per chi ha esigenze di ripresa superiori, come optional troverà diversi gimbal, cioè i supporti mobili per le telecamere, che permettono di stabilizzare automaticamente i movimenti della videocamera. Visto che sta per arrivare il nuovo Phantom Vision, atteso per il prossimo Natale, il prezzo è stato ribassato a 419 euro presso i rivenditori autorizzati. Rispetto al Phantom attuale, il Vision avrà telemetria integrata e una telecamera full HD premontata; la buona notizia è che gli acquirenti del Phantom attuale potranno fare l upgrade al Vision, a prezzi ancora da stabilire. Il radiocomando fin troppo semplice è forse l'unico vero vizio di questo kit, in quanto esperienze di alcuni piloti lamentano una portata di poco superiore ai 2 /300 metri. Nel complesso possiamo affermare che il Phantom è un concentrato di tecnologia e semplicità che permette anche a persone con poca esperienza di pilotaggio di portare in aria un piccolo un drone con una videocamera. Non è un fotomontaggio Grazie a barometro e gps, il Phantom sta fermo alla quota prestabilita senza bisogno di intervenire sul radiocomando. DRonEziNe - 19

20 frsky taranis, RC open source È cinese, ma con un cervello italiano e francese: debutta il rdiocomando più atteso degli ultimi dieci anni Pensa a una radio a 16 canali, che possono diventare 32, completamente programmabile con un software open source sviluppato dalla comunità degli aeromodellisti per gli aeromodellisti. Pensa a una telemetria che dice la quota del tuo drone, in italiano, con la precisione di 10 centimetri. Pensa a una ricevente s-bus che ti permette di usare un solo cavetto per gestire pan, tilt e comandi della telecamera di bordo connettendo un solo cavetto. Pensa a un sistema di failsafe che in caso di perdita di segnale riattiva automaticamente il retrurn to home. Pensa di avere potenziometri cuscinettati di altissima qualità, sviluppati dalla stessa azienda che produce per Futaba, ma con specifiche leggermente superiori a quelli dell ammiraglia giapponese T14 MZ. E adesso apri gli occhi, e guarda il prezzo: meno di 200 euro. Un terzo di quello che costa una radio paragonabile. Sempre a cura del laboratorio che se ne trovi una davvero paragonabile. Una radio cinese, ma con un cervello europeo. Anzi, italiano: gran parte del lavoro di sviluppo del software open source è stato sviluppato da un gruppo di esperti internazionali, tra cui Romolo Manfredini, appassionato aeromodellista e genio dell elettronica. Che ha curato parte del software della radio, Opentx, e in particolare l interfaccia col pc: il software Companion9x, l applicazione che consente di programmare e testare un modello direttamente sul computer. Così quando tutti i movimenti simulati dei servi, le fasi, le miscelazioni eccetera eccetera ci convincono possiamo trasferirli alla radio. E possiamo fare anche l inverso, cioè fare il backup di un modello in memoria della Taranis sul computer di casa, così possiamo farci una libreria infinita di tutti i modelli possibili e immaginabili e caricare sulla radio solo quelli che ci vogliamo portare al campo. Abbiamo incontrato Manfredini al Monte Cucco, dove raccoglieva sguardi di ammirazione e malcelata invidia dal fior fiore degli aliantisti RC richiamati dall annuale raduno Fiam, che ascoltavano stupiti e ammirati la sua radio che pronunciava in perfetto italiano la quota del suo aliante, ogni volta che variava di dieci metri. E all occorrenza, con un clic su uno switch, passava ai classici toni acuti/gravi del variometro, che con preci- DRonEziNe - 20

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!!

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! SEZIONE PROGETTI AVAB Amici del Volo Aeromodellistico di Bovolone Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! Di Federico Fracasso In questo articolo spiegherò a grandi passi

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

etrex 10 manuale di avvio rapido

etrex 10 manuale di avvio rapido etrex 10 manuale di avvio rapido Operazioni preliminari Panoramica del dispositivo attenzione Per avvisi sul prodotto e altre informazioni importanti, consultare la guida Informazioni importanti sulla

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare.

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. Per una casa più comoda, cura e intelligente, con un solo clic. Kit Domotici faidate integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. www.easydo.it videosorveglianza, controllo carichi

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ ROBOT RASAERBA GARDENA R40Li OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ In completo relax! LASCIATE CHE LAVORI AL VOSTRO POSTO Il 98 % di chi ha comprato il Robot Rasaerba GARDENA lo raccomanderebbe.* Non dovrete più

Dettagli

Alice e la zuppa di quark e gluoni

Alice e la zuppa di quark e gluoni Alice e la zuppa di quark e gluoni Disegnatore: Jordi Boixader Storia e testo: Federico Antinori, Hans de Groot, Catherine Decosse, Yiota Foka, Yves Schutz e Christine Vanoli Produzione: Christine Vanoli

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta MASTERSOUND 300 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended Congratulazioni per la Vostra scelta Il modello 300 B S.E. che Voi avete scelto è un amplificatore integrato stereo in pura

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Guida Rapida caratteristiche 1. Introduzione InReach SE è il comunicatore satellitare che consente di digitare, inviare/ricevere

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

La dinamica delle collisioni

La dinamica delle collisioni La dinamica delle collisioni Un video: clic Un altro video: clic Analisi di un crash test (I) I filmati delle prove d impatto distruttive degli autoveicoli, dato l elevato numero dei fotogrammi al secondo,

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO 1 Enrico Strobino L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO Incontro immaginario tra Steve Reich e Gianni Rodari PREMESSA L esperienza che qui presento è stata realizzata nella classe 1aG della Scuola Media S.

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli