Strada, Autostrada. (Energia) eolica. Sotto (la) superficie. Veicolo, Auto Generatore, Turbina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Strada, Autostrada. (Energia) eolica. Sotto (la) superficie. Veicolo, Auto Generatore, Turbina"

Transcript

1 LA RICERCA BREVETTUALE CON L UTILIZZO DELLE CLASSIFICAZIONI CPC NEL SETTORE DELLE ECO-TECNOLOGIE: sfruttamento dell energia eolica prodotta dal traffico stradale 1

2 PROBLEMA: L azienda X chiede al PatLib di effettuare una ricerca di anteriorità brevettuale sul seguente tema: 2

3 ESECUZIONE DELLA RICERCA Dove: : sul data base espacenet (*) : Come: : attraverso le seguenti fasi: 1) Identificazione delle parole chiave (in inglese) da utilizzare nella ricerca; 2) Ricerca preliminare con l utilizzo di alcune delle parole chiave; 3) Identificazione dei documenti appartenenti allo Stato dell arte ed estrazione, da tali documenti, delle classificazioni IPC e CPC pertinenti; 4) Utilizzo combinato di parole chiavi e classificazioni (o, se pertinenti, di sole classificazioni); 5) Catalogazione dei risultati (in formato lettera); 6) Consegna degli esiti della ricerca all Utente (*) banca dati, gestita dall Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO), contenente depositi (brevetti e modelli di utilità) Nazionali (di quasi tutti i Paesi industrializzati del Mondo), Europei e Internazionali 3

4 ESECUZIONE DELLA RICERCA 1) Identificazione delle parole chiave (in inglese) da utilizzare nella ricerca PAROLE CHIAVE: Road, Street, Highway, Eolic, Wind, Under, Surface, Vehicle, Car Generator, Turbin Deflector, Grid Movement, Motion Strada, Autostrada (Energia) eolica Sotto (la) superficie Veicolo, Auto Generatore, Turbina Deflettore, Griglia Movimento, Moto 4

5 ESECUZIONE DELLA RICERCA 2) Ricerca preliminare con l utilizzo di alcune parole chiave 5

6 RISULTATI RICERCA PRELIMINARE (schermata elenco) 6

7 ESECUZIONE DELLA RICERCA 3) Identificazione dei documenti appartenenti allo Stato dell arte ed estrazione, da tali documenti, delle classificazioni IPC e CPC pertinenti Si identificano, tra i 41 brevetti emersi, i seguenti documenti: 1) CN (U) 2) DE (A1) 3) DE (A1) 7

8 8

9 9

10 10

11 Identificazione delle classificazioni IPC e CPC pertinenti Link data base: Y02E10/725 Y02E10/725 = generazione di energia tramite fonti rinnovabili (Y02E10) energia eolica (Y02E10/70) generatori eolici con asse di rotazione parallelo alla direzione del vento (Y02E10/72) generatore o configurazione (Y02E10/75) (+ la vecchia classificazione IPC: F03D1 = motori eolici con asse di rotazione sostanzialmente parallelo alla direzione del vento) 11

12 Altre Classificazioni pertinenti Y02E10/74 Y02E10/74 = generazione di energia tramite fonti rinnovabili (Y02E10) energia eolica (Y02E10/70) generatori eolici con asse di rotazione perpendicolare alla direzione del vento (Y02E10/74) (+ la vecchia classificazione IPC: F03D1 = motori eolici con asse di rotazione sostanzialmente perpendicolare alla direzione del vento) 12

13 Altre Classificazioni pertinenti F05B2240/9113 F05B2240/9113 = schemi di indicizzazione relativi a macchine o motori differenti da macchine o motori a dislocamento non-positivo, generatori eolici, pompe a dislocamento non positivo, generatori di prodotti di combustione ad alta velocità o pressione (F05B) Componenti (F05B2240)/00) montaggio su strutture o sistemi di supporto (F05B2240/90) su strutture fisse (F05B2240/91) già esistenti per precedenti propositi (F05B2240/911) ad esempio strade, binari o simili per il recupero di energia dal movimento dei veicoli (F05B2240/9113) 13

14 ESECUZIONE DELLA RICERCA 4) Utilizzo combinato di parole chiavi e classificazioni (o, se pertinenti, di sole classificazioni) 14

15 INDIVIDUAZIONE DOCUMENTI PERTINENTI 15

16 Dettagli brevetto GB (A) (da Descrizione) Fig.6 mostra un esempio di utilizzo della pressione d aria creata dal movimento di un veicolo, impiegato per guidare una variante del dispositivo a turbina la pressione d aria, che normalmente si forma di fronte al veicolo in movimento, viene deviata verso il basso attraverso strette aperture angolari A praticate sulla superficie stradale; quest aria viene incanalata e fatta passare attraverso una turbina B che guida direttamente, o tramite un sistema di azionamento indiretto, un generatore (o alternatore). Le macchine che passano sul lato opposto del dispositivo, creeranno un vuoto che forzerà l aria attraverso le aperture angolari C; ciò aumenta di fatto l aria passante attraverso la turbina. 16

17 GB (A): sezione cited documents e search Report Rivendicazione 1_ Dispositivo per lo sfruttamento di forze cinetiche, gravitazionali e di pressione presenti nel flusso del traffico veicolare nella forma di, ma non ristretta a, una piastra di pressione idraulica, una rampa meccanicamente angolata, o un assemblaggio meccanico posizionato in o adiacente al percorso stradale, allo scopo di raccogliere o assorbire l energia creata dal movimento del traffico Rivendicazione 2_ Dispositivo per la raccolta di energia, come da riv.1, che trasferisce tale energia di ingresso da tali fonti a qualunque sistema di induzione elettrica Rivendicazione 12_ Dispositivo, come da riv.1, utilizzante un metodo di presa d aria attraverso fessure, dotato di ventilatori o meccanismi a turbina che reagiscono alle forze di movimento dell aria causate dalla pressione creata dai veicoli che si avvicinano alle fessure (prese d aria) e dall effetto vuoto che si crea dopo il passaggio di detti veicoli NOTA: Rivendicazione 1 troppo generica; tra i documenti citati nessuno riporta la materia rivendicata nella claim n.12 17

18 GB (A)_ tra i documenti citati, sono rilevanti i seguenti: 18

19 19

20 GB (A): sezione citing documents. 20

21 Tra le 9 citazioni, particolarmente rilevante è il seguente documento: 21

22 Ed il seguente brevetto: 22

23 Dettagli brevetto GB (A) Riassunto Il dispositivo descritto genera energia dal vento generato dal rapido movimento dei veicoli 1 su una strada. Una turbina eolica, provvista di pale 3, viene posizionata in una camera interrata. Delle feritoie 2 consentono al vento/aria di entrare nella camera, mettendo in rotazione le pale e quindi l albero 4 della turbina il quale, a sua volta, fa ruotare il generatore 5. Il dispositivo può raccogliere acqua piovana in scanalature 10, e l aria può essere diretta attraverso l acqua piovana in modo tale da rimuovere sostanze inquinanti dall aria stessa. Diverse unità (tre) possono essere collegate tra loro, in modo tale da creare un sistema di generazione di energia elettrica 23

24 Tra gli altri brevetti (14) risultati inserendo i precedenti criteri di ricerca ( ROAD* SURFAC* and VEHICL* + Y02E17/72/low or Y02E10/74/low), sono di particolare rilevanza: 24

25 25

26 26

27 Altra ricerca: utilizzo di sole classificazioni CPC Y02E10/72 (generatori eolici con asse di rotazione parallelo alla direzione del vento) O Y02E10/74 (generatori eolici con asse di rotazione perpendicolare alla direzione del vento + F05B2240/9113 (strutture di supporto fisse per il recupero di energia dal movimento di veicoli) Si ottengono circa 137 risultati!!!!... 27

28 .tra i quali: 28

29 Passaggio di treni.. 29

30 Pale eoliche sotto i tetti delle gallerie. 30

31 Generazione di energia eolica all interno di tunnel. 31

32 e all interno di aeroporti. 32

33 CONCLUSIONI La ricerca ha evidenziato la presenza di documenti anteriori (GB (A), GB (A) e SG (A1)) che descrivono, seppur con accorgimenti tecnici differenti, dei sistemi che ricavano energia incanalando sotto la superficie stradale l aria spostata dal passaggio di veicoli; Le altre varianti, descritte dall azienda X Richiedente la Ricerca, sono presenti (Stato dell Arte) in numerosi altri documenti; Possibili implementazioni (su richiesta dell utente): valutare la possibilità, almeno, di produrre e commercializzare su territorio italiano e all estero (Ricerca di Market Infringement) Altra implementazione: utilizzo del software IHS Goldfire per potenziare gli esiti della ricerca (vedere slide successive) 33

34 IMPLEMENTAZIONE DELLA RICERCA BREVETTUALE EFFETTUATA TRAMITE L UTILIZZO DEL SOFTWARE IHS GOLDFIRE Il software consente di: 1) Allargare il campo di ricerca a pubblicazioni scientifiche (letteratura non brevettuale); 2) E un motore di ricerca semantico, potenzialmente in grado di fornire possibili soluzioni a problemi di natura tecnica; 3) Effettuare indagini di mercato, basate sulla popolazione dei depositi brevettuali in un determinato settore tecnologico, opportunamente filtrati (per categoria = classificazione IPC, Paese, Regione, Città o altro dato geografico) 34

35 ESEMPIO DI UTILIZZO DEL SOFTWARE IHS GOLDFIRE Richiesta: come produrre energia eolica? 35

36 ESEMPIO DI UTILIZZO DEL SOFTWARE IHS GOLDFIRE Risposte ( Methods : complessivamente circa 50 voci): Passaggio di veicoli (40 risultati) Passaggio di correnti (30) Configurazione di strutture di supporto di terra (8) Combinazione di misurazioni atmosferiche (7) Montaggio di pannelli solari sulla superficie (sistema ibrido solare / eolico) Installazione di generatori eolici in passaggi ventosi Installazione di generatori eolici si proprietà private (per consumo privato) Manipolazione di nanofili (i nanofili vengono manipolati e assemblati per formare un micro dispositivo di raccolta) Incorporazione di materiale piezoelettrico come componente Compressione di aria ad elevata temperatura Ritrovamento di villaggi in Alaska (articolo di giornale) 36

37 Cause ed effetti ESEMPIO DI UTILIZZO DEL SOFTWARE IHS GOLDFIRE 37

38 ESEMPIO DI UTILIZZO DEL SOFTWARE IHS GOLDFIRE Technology Analysis (Ricerche di Mercato sulle tendenze di depositi brevettuali) 38

39 ESEMPIO DI UTILIZZO DEL SOFTWARE IHS GOLDFIRE Technology Analysis; Elenco Titolari brevetti (aziende e privati) 39

40 ESEMPIO DI UTILIZZO DEL SOFTWARE IHS GOLDFIRE Technology Analysis: Comparazione tra i competitors 40

41 Grazie per l attenzione Italy tel fax

Materiale, dati e informazioni per l applicazione della griglia

Materiale, dati e informazioni per l applicazione della griglia Appendice A IPI, ISTITUTO PER LA PROMOZIONE INDUSTRIALE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DG Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi Progetto per l implementazione della griglia di

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

La Proprietà Intellettuale Strategie di Protezione e valorizzazione

La Proprietà Intellettuale Strategie di Protezione e valorizzazione FACOLTÀ DI INGEGNERIA II 31 maggio 2011 La Proprietà Intellettuale Strategie di Protezione e valorizzazione Relatore: Ing. Giuseppe Quinterno Jacobacci & Partners S.p.A. 1 Proprietà Intellettuale e Industriale

Dettagli

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica Il giunto idraulico Fra i dispositivi che consentono di trasmettere potenza nel moto rotatorio, con la possibilità di variare la velocità relativa fra movente e cedente, grande importanza ha il giunto

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Le centrali termoelettriche sono impianti che utilizzano l energia chimica dei combustibili per trasformarla in energia elettrica. Nelle centrali termoelettriche la produzione

Dettagli

Progetto Patent DB - DGLC-UIBM Antonio Maria Tambato

Progetto Patent DB - DGLC-UIBM Antonio Maria Tambato Progetto Patent DB - DGLC-UIBM Antonio Maria Tambato Roma, 8 luglio 2014 Divisione X Sistemi informativi AGENDA Obiettivi del progetto Metodologia applicata nel processo di bonifica Stato dell arte Sviluppi

Dettagli

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Università di Catania Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile AA 1011 1 Fondamenti di Trasporti Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Giuseppe Inturri Dipartimento

Dettagli

IMPIANTI EOLICI. Che cos è

IMPIANTI EOLICI. Che cos è IMPIANTI EOLICI Che cos è Il vento è un fenomeno provocato dalla differenza di riscaldamento delle masse d'aria che si trovano al di sopra della terra ferma e del mare. Le zone al di sopra delle terre

Dettagli

Prof. ssa R.D Imporzano A.S.:2014/15

Prof. ssa R.D Imporzano A.S.:2014/15 Lo sfruttamento del vento è attuato tramite macchine eoliche divisibili in due gruppi distinti in funzione del tipo di modulo base di aerogeneratore: Generatori eolici ad asse orizzontale, sono posizionati

Dettagli

Il Comune di Predazzo da anni è impegnato nella promozione e realizzazione di impianti di produzione energetica derivanti dalle energie rinnovabili.

Il Comune di Predazzo da anni è impegnato nella promozione e realizzazione di impianti di produzione energetica derivanti dalle energie rinnovabili. Il Comune di Predazzo da anni è impegnato nella promozione e realizzazione di impianti di produzione energetica derivanti dalle energie rinnovabili. Per creare una sensibilità e maggior conoscenza di questa

Dettagli

Valutazione dello stato della tecnica prima del deposito di una domanda di brevetto

Valutazione dello stato della tecnica prima del deposito di una domanda di brevetto Valutazione dello stato della tecnica prima del deposito di una domanda di brevetto Ricerca di anteriorità "fai da te", presentazione di banche dati gratuite: potenzialità e limiti. La mia idea è già tutelata

Dettagli

sezione 4 l ENERGIA E LA TECNICA sezione 4 Le trasformazioni dell energia pag. 106

sezione 4 l ENERGIA E LA TECNICA sezione 4 Le trasformazioni dell energia pag. 106 sezione 4 l ENERGIA E LA TECNICA indice di sezione Le trasformazioni dell energia pag. 106 IL PROBLEMA ENERGETICO Da qualche anno a questa parte ha assunto grande rilievo il problema energetico. Si parla

Dettagli

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA turbine eoliche ad asse verticale VAWT A.A. 2008/09 Energie Alternative Prof.B.Fortunato

Dettagli

www.jabsco.com ELETTROGENERATORI EOLICI AEROGEN AERO2GEN AERO4GEN AERO6GEN PRESTAZIONI AEROGEN VELOCITA VENTO (NODI)

www.jabsco.com ELETTROGENERATORI EOLICI AEROGEN AERO2GEN AERO4GEN AERO6GEN PRESTAZIONI AEROGEN VELOCITA VENTO (NODI) ELETTROGENERATORI EOLICI AEROGEN Gli elettrogeneratori eolici AEROGEN girano a basse velocità per quiete, sicurezza e minimo logoramento. Con magneti generatori d alta potenza, resistenti cuscinetti sigillati

Dettagli

BILANCIAMENTO. 8-1 Bilanciamento statico di un rotore

BILANCIAMENTO. 8-1 Bilanciamento statico di un rotore 8 BILANCIAMENTO Come si è visto al capitolo 7-3.3, quando il baricentro di un rotore non coincide con l asse di rotazione possono insorgere fenomeni vibratori di entità rilevante, talvolta tali, in condizioni

Dettagli

PIÙ CHILOMETRI, MENO CONSUMI CON IVECO DRIVER TRAINING.

PIÙ CHILOMETRI, MENO CONSUMI CON IVECO DRIVER TRAINING. PIÙ CHILOMETRI, MENO CONSUMI CON IVECO DRIVER TRAINING. Iveco conferma di essere a fianco dei propri clienti con i corsi di guida economica, uno strumento concreto per aumentare le proprie competenze,

Dettagli

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza Classificazione Portata d acqua Salto lordo Potenza netta Piccola taglia < 10 m 3 /s < 50 m < 5 kw (pico centrali) < 100 kw

Dettagli

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +,

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +, LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS!" # $ % & ' ( )* # +, Apparecchiature Per quanto riguarda le apparecchiature, le indicazioni principali per i golf club e porticcioli riguardano: la sostituzione di lampadine

Dettagli

6.2 Pompe volumetriche

6.2 Pompe volumetriche 6.2 Pompe volumetriche Le pompe volumetriche sfruttano gli stessi principi di funzionamento degli omonimi compressori, in questo caso però il fluido di lavoro è di tipo incomprimibile. Si distinguono in

Dettagli

Ventilatori. Generalità e classificazione VENTILATORI. Apparecchi per il trasporto degli aeriformi (pneumofore) e pompe da vuoto

Ventilatori. Generalità e classificazione VENTILATORI. Apparecchi per il trasporto degli aeriformi (pneumofore) e pompe da vuoto Generalità e classificazione Apparecchi per il trasporto degli aeriformi (pneumofore) e pompe da vuoto MACCHINE PNEUMOFORE BASSE P applicano energia cinetica Elicoidali In base al moto dell aria Centrifughi

Dettagli

DOCENTE: DANIELA PIERACCINI MATERIA: TECNOLOGIA PROGRAMMA CLASSE 3B

DOCENTE: DANIELA PIERACCINI MATERIA: TECNOLOGIA PROGRAMMA CLASSE 3B DOCENTE: DANIELA PIERACCINI MATERIA: TECNOLOGIA PROGRAMMA CLASSE 3B ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI FORMATIVI, CONTENUTI, ARGOMENTI Area del disegno geometrico: - Conoscere le regole geometriche delle

Dettagli

IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO. Catalogo in Italiano

IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO. Catalogo in Italiano IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO Catalogo in Italiano IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO Indice Corporate Tecnologia Italiana al servizio del

Dettagli

ARTIFICIAL TORNADO. ovvero. la soluzione per generare energia elettrica in modo continuo e a costo nullo sfruttando un fenomeno della natura

ARTIFICIAL TORNADO. ovvero. la soluzione per generare energia elettrica in modo continuo e a costo nullo sfruttando un fenomeno della natura ARTIFICIAL TORNADO ovvero la soluzione per generare energia elettrica in modo continuo e a costo nullo sfruttando un fenomeno della natura 1 Il controllo del fenomeno tornado creato artificialmente, consente

Dettagli

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO RACCOMANDAZIONI E consigliabile applicare schemi semplici e di provata efficacia e dotare il sistema di elementi utili a verificare il buon

Dettagli

Home indietro avanti info. Energia solare. 1. Che cos è 2. Come viene sfruttata. Scuola media G. Carducci

Home indietro avanti info. Energia solare. 1. Che cos è 2. Come viene sfruttata. Scuola media G. Carducci Energia solare 1. Che cos è 2. Come viene sfruttata Scuola media G. Carducci 1. Che cos è È l energia da cui derivano tutte le forme di energia sulla Terra ad eccezione dell energia: nucleare, geotermica

Dettagli

Gruppo alunni cl. 3^ Ins. Carmela Andrianò

Gruppo alunni cl. 3^ Ins. Carmela Andrianò Gruppo alunni cl. 3^ Ins. Carmela Andrianò UN PERCORSO ALLA SCOPERTA DELLE PRINCIPALI FONTI E FORME DI ENERGIE RINNOVABILI FINALITA Favorire la crescita di un atteggiamento scientifico nei confronti della

Dettagli

Le macchine come sistemi tecnici

Le macchine come sistemi tecnici Le macchine come sistemi tecnici L industrializzazione dell Europa e iniziata grazie alla comparsa di macchine capaci di trasformare energia termica in energia meccanica. Un motore a vapore e un esempio

Dettagli

Generatore eolico Darrieus

Generatore eolico Darrieus DTI / ICIMSI / PRODURRE ENERGIA CON IL VENTO 36 Generatore eolico Darrieus Il funzionamento è basato sulla portanza esercitata dal profilo alare della sezione delle pale. VAWT 37 Giromill ( H-Bar) Darrieus

Dettagli

Impianti Industriali per il trattamento delle superfici metalliche

Impianti Industriali per il trattamento delle superfici metalliche w w w. c a m i t i m p i a n t i. i t Impianti Industriali per il trattamento delle superfici metalliche Impianti per sabbiatura L impianto consente di eseguire manualmente la granigliatura su particolari

Dettagli

INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI

INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI Questo scritto riguarda le fonti di energia rinnovabili dirette e indirette: sono fonti dirette quelle che forniscono energia con l aiuto di una tecnologia

Dettagli

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani.

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Enel è la più grande azienda di energia elettrica d Italia e la seconda utility quotata d Europa per capacità installata. È un operatore integrato, attivo

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

DALLA QUALITÀ ALLA SOSTENIBILITÀ CON ENERGIA DAL 1968 AL 2020

DALLA QUALITÀ ALLA SOSTENIBILITÀ CON ENERGIA DAL 1968 AL 2020 POWERED BY WATER DALLA QUALITÀ ALLA SOSTENIBILITÀ CON ENERGIA DAL 1968 AL 2020 Il Gruppo Loccioni ha iniziato la sua avventura imprenditoriale nel 1968 occupandosi di impiantistica elettrica industriale.

Dettagli

Ricambi di Rotazione Originali. Novità nell ambito della Rotazione

Ricambi di Rotazione Originali. Novità nell ambito della Rotazione Ricambi di Rotazione Originali Novità nell ambito della Rotazione Tecnologia Un idea per il progresso. Quando Volkswagen, nel 947, ebbe l idea di rigenerare parti usate di autoveicoli per poterle riutilizzare

Dettagli

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia Mission aziendale MetEnergia si configura come una licensing company il cui scopo è la commercializzazione della proprietà intellettuale sviluppata nel campo dello stoccaggio reversibile di gas. Il mercato

Dettagli

Impianti idroelettrici

Impianti idroelettrici Impianti idroelettrici Un impianto idroelettrico è costituito da opere civili ed idrauliche (diga o traversa di sbarramento, sistema di presa, vasca di carico, opere di convogliamento e di restituzione,

Dettagli

L Amore per il Clima! Unità di trattamento aria. Sezione riscaldamento integrata con scambiatore di calore a gas a condensazione

L Amore per il Clima! Unità di trattamento aria. Sezione riscaldamento integrata con scambiatore di calore a gas a condensazione AH Unità di trattamento aria Sezione riscaldamento integrata con scambiatore di calore a gas a condensazione Organi di controllo e regolazione pre-cablati L Amore per il Clima! Componenti dell Unità di

Dettagli

ELETTROTECNICA ED IMPIANTI ELETRICI La Produzione di Energia Elettrica. Le centrali solari e il solare termico

ELETTROTECNICA ED IMPIANTI ELETRICI La Produzione di Energia Elettrica. Le centrali solari e il solare termico ELETTROTECNICA ED IMPIANTI ELETRICI La Produzione di Energia Elettrica Le centrali solari e il solare termico Le centrali solari fotovoltaiche sfruttano i requisiti già visti ma hanno potenza superiore

Dettagli

Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project. Come dominare il vento e trarne profitto

Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project. Come dominare il vento e trarne profitto Sistemi Micro- eolici per casa Starpower Project Come dominare il vento e trarne profitto Micro e Mini- eolico StarPower Project www.starpowerproject.com 2 L eolico a portata di mano Grazie all evoluzione

Dettagli

Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP

Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP Caldaie murali FORMAT DEWY.ZIP La condensazione compatta Sime, da sempre al passo con i tempi nell innovazione di prodotto, è presente sul mercato con un

Dettagli

Forme di energia alternative

Forme di energia alternative Forme di energia alternative L energia, bene primario della nostra società, è utilizzata costantemente durante tutto l arco della giornata, da quando ci svegliamo la mattina fino a quando andiamo a dormire

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA La lunghezza standard per il palo della turbina da 3kw per installazione a terra varia da un minimo di 2mt ad un massimo di 6mt; per installazione

Dettagli

Aspetti tecnologici della sperimentazione

Aspetti tecnologici della sperimentazione Aspetti tecnologici della sperimentazione I test realizzati dal team di ricerca H2Power in sinergia ai ricercatori del dipartimento di Ingegneria Industriale del prof. Carlo Grimaldi dell Università degli

Dettagli

ANALISI DEL BREVETTO ITALIANO. DATI STATISTICI E TRENDS DEGLI ULTIMI ANNI

ANALISI DEL BREVETTO ITALIANO. DATI STATISTICI E TRENDS DEGLI ULTIMI ANNI ANALISI DEL BREVETTO ITALIANO. DATI STATISTICI E TRENDS DEGLI ULTIMI ANNI INTRODUZIONE Il brevetto italiano è stato oggetto, in anni recenti, di un radicale mutamento procedurale che ne ha accresciuto

Dettagli

Principi e procedure di brevettazione in Italia e all estero

Principi e procedure di brevettazione in Italia e all estero ROMA, 9 ottobre 2015 Principi e procedure di brevettazione in Italia e all estero STUDIO TORTA Proprietà Industriale: gli strumenti base Strumenti di tutela Brevetto d invenzione Modello d utilità Disegni

Dettagli

G.B. ZORZOLI INTRODUZIONE ALLE FONTI RINNOVABILI

G.B. ZORZOLI INTRODUZIONE ALLE FONTI RINNOVABILI G.B. ZORZOLI INTRODUZIONE ALLE FONTI RINNOVABILI Pisa, 03.02.09 ENERGIA SOLARE COME FONTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI RADIAZIONE SOLARE VERSO TERRA: 173.000 TW RIFLESSIONE VERSO LO SPAZIO (SOPRATTUTTO NUBI):

Dettagli

Struttura del rapporto

Struttura del rapporto INTRODUZIONE PREMESSA Struttura del rapporto SEZIONE 1. Domande di brevetto EPO 1.1 Posizionamento del sistema italiano nel contesto del G9 1.2 Panorama nazionale 1.3 Profilo tecnologico dell'italia 1.4

Dettagli

LE CENTRALI ELETTRICHE

LE CENTRALI ELETTRICHE Le centrali elettriche sono impianti industriali utilizzati per la produzione di corrente elettrica L 8 marzo 1833 è una data storica per la produzione di corrente elettrica in Italia, perché a Milano

Dettagli

COMUNE DI AGNONE (IS)

COMUNE DI AGNONE (IS) COMUNE DI AGNONE (IS) CARATTERISTICHE EDIFICIO 1. Quanti sono i piani fuori terra dell edificio in cui vive? 2. Sono presenti piani interrati (cantine, garage, magazzini, ecc.)? SI NO 3. Qual è l altezza

Dettagli

AIPEF Aziende Italiane Poliuretani Espansi Flessibili

AIPEF Aziende Italiane Poliuretani Espansi Flessibili AIPEF Aziende Italiane Poliuretani Espansi Flessibili le qualità del poliuretano espanso flessibile www.aipef.it numero 21 Aprile 11 il Materiale Polverizzazione 1 il Materiale Energia 2 la Tecnologia

Dettagli

Palermo, 8 marzo 2016. Impianti Alimentati Da Fonti Rinnovabili. Claudio Del Pero

Palermo, 8 marzo 2016. Impianti Alimentati Da Fonti Rinnovabili. Claudio Del Pero Efficienza energetica e comfort abitativo Tecnologie non invasive e sicurezza Sostenibilità economica e ambientale in collaborazione con Palermo, 8 marzo 2016 Impianti Alimentati Da Fonti Rinnovabili Claudio

Dettagli

Il software KISSsys associa l analisi

Il software KISSsys associa l analisi Ingranaggi in 3D Potenzialità, caratteristiche e applicazioni di KISSsys, un software destinato alla progettazione di trasmissioni a ingranaggi. In particolare, si presentano esperienze e prestazioni analizzando

Dettagli

Caldaie a pellet. maxima14-24. con sistema

Caldaie a pellet. maxima14-24. con sistema Caldaie a pellet maxima14-24 con sistema LUNGA AUTONOMIA ANCHE DI MESI MAXIMA Innovativo sistema brevettato di pulizia del crogiolo LA CALDAIA A PELLET TECNO 1 NOVITÀ assoluta 2 Sistema automatico di pulizia

Dettagli

COMPETITIVITA del SISTEMA ITALIA: NUOVO VALORE PER L IMPRESA CHE INVESTE NELLA PROPRIETA

COMPETITIVITA del SISTEMA ITALIA: NUOVO VALORE PER L IMPRESA CHE INVESTE NELLA PROPRIETA COMPETITIVITA del SISTEMA ITALIA: NUOVO VALORE PER L IMPRESA CHE INVESTE NELLA PROPRIETA INTELLETTUALE BANDI CONTRIBUTIVI E FINANZIAMENTI IN CORSO PER PMI CHE FANNO INNOVAZIONE Vicenza, 15 Novembre 2012

Dettagli

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO Prof. Ing. Ciro Aprea Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Salerno DEFINIZIONE SI POSSONO DEFINIRE

Dettagli

Manovellismi per coffe machine a cialde

Manovellismi per coffe machine a cialde g Elvio Bonisoli - Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione Politecnico di Torino Manovellismi per coffe machine a cialde La progettazione di macchine per espresso casalinghe ha visto in

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO FS 08 1S E un sollevatore manuale uso gancio per operatori professionali del settore ferroviario. Consente il sollevamento di attrezzature ferroviarie dopo essere stato assemblato nei 3 moduli che lo compongono

Dettagli

MICROEOLICO : LABORATORIO TEORICO PRATICO PER L'AUTOCOSTRUZIONE DI UN GENERATORE EOLICO

MICROEOLICO : LABORATORIO TEORICO PRATICO PER L'AUTOCOSTRUZIONE DI UN GENERATORE EOLICO PROVINCIA DI BOLOGNA E TAVOLO PROVINCIALE PER LA PACE ASSOCIAZIONE COMUNITA' E FAMIGLIA ASSOCIAZIONE IL CAMPANILE DEI RAGAZZI CENTRO STUDI DONATI MICROEOLICO : LABORATORIO TEORICO PRATICO PER L'AUTOCOSTRUZIONE

Dettagli

Xina. Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali

Xina. Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali Xina Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali Xina Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali condensazione tradizionali installazione AD incasso abbinabile al solare Combinate dimensioni

Dettagli

PROGETTO TIROL-ADRIA D

PROGETTO TIROL-ADRIA D [9] PROGETTO TIROL-ADRIA D 4 LINEE DI TRASMISSIONE DI CORRENTE ELETTRICA E DI DATI 4.1 Il baldacchino FV sopra corsi d'acqua canali, fiumi, autostrade e strade offre condizioni ideali non solo per la produzione

Dettagli

L IMPORTANZA DEI BREVETTI E DELLE RICERCHE BREVETTUALI PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE

L IMPORTANZA DEI BREVETTI E DELLE RICERCHE BREVETTUALI PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE L IMPORTANZA DEI BREVETTI E DELLE RICERCHE BREVETTUALI PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE ALESSANDRO ZAMPAGNA Direttore Centuria RIT - Romagna Innovazione Tecnologia L INNOVAZIONE E IL BREVETTO QUALI FATTORI

Dettagli

Resistenza, drenabilità e sostenibilità ambientale. SENZA COMPROMESSI

Resistenza, drenabilità e sostenibilità ambientale. SENZA COMPROMESSI Resistenza, drenabilità e sostenibilità ambientale. SENZA COMPROMESSI B R E V E T TAT O Calcestruzzo drenante e fonoassorbente a elevate prestazioni, ideale per la realizzazione di pavimentazioni DrainBeton

Dettagli

soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia

soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia Progettazione Installazione e Vendita Impianti Fotovoltaici chiavi in mano Solare Termico Mini Eolico soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO HORUS ENERGY,

Dettagli

La certificazione di prodotto nell ambito della direttiva ATEX

La certificazione di prodotto nell ambito della direttiva ATEX Direttiva 94/9/CE ATEX 95 (ex art. 100) del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 Marzo 1994. Concerne il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli apparecchi e sistemi di

Dettagli

Turbine idrauliche 1/8. Classificazione

Turbine idrauliche 1/8. Classificazione Classificazione Turbine idrauliche 1/8 Una turbina è una macchina che estrae energia da un fluido in possesso di un carico idraulico sufficientemente elevato. Tale carico (o caduta) è generato dal dislivello

Dettagli

LE ENERGIE RINNOVABILI

LE ENERGIE RINNOVABILI LE ENERGIE RINNOVABILI La definizione di energia rinnovabile è spesso legata al termine ecologia. Infatti vengono spesso erroneamente definite come energie che rispettano l ambiente. Ci sono diversi tipi

Dettagli

generatori di vuoto monostadio 15 01 10 e 15 03 10

generatori di vuoto monostadio 15 01 10 e 15 03 10 generatori di vuoto monostadio 15 01 10 e 15 03 10 Il funzionamento del generatore di vuoto monostadio è basato sul principio Venturi. Alimentando il generatore con aria compressa in P, alla connessione

Dettagli

Sistemi di montaggio Hilti Solar per tetti piani MSP-FR e MSP-AL. Ottimo sfruttamento dei tetti piani. Hilti. Passione. Performance.

Sistemi di montaggio Hilti Solar per tetti piani MSP-FR e MSP-AL. Ottimo sfruttamento dei tetti piani. Hilti. Passione. Performance. Sistemi di montaggio Hilti Solar per tetti piani MSP-FR e MSP-AL Ottimo sfruttamento dei tetti piani. Hilti. Passione. Performance. Siamo qui per far splendere il sole. Progettazione e logistica da un

Dettagli

CHE PREVEDE LA RICERCA DI ANTERIORITA

CHE PREVEDE LA RICERCA DI ANTERIORITA Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI I BREVETTI BIOTECNOLOGICI ELEMENTO

Dettagli

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari Relais San Maurizio Santo Stefano Belbo (Cn) Relatore: Paolo G. Rambelli 18 giugno 2015 Il Finanziamento

Dettagli

AUTOSTRADA DEL BRENNERO E LO SVILUPPO DI UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE

AUTOSTRADA DEL BRENNERO E LO SVILUPPO DI UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE AUTOSTRADA DEL BRENNERO E LO SVILUPPO DI UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE Potenziamento impianti a metano Produzione di idrogeno verde per autotrazione Il primo mezzo a idrometano di A22 Consapevole della sua

Dettagli

*CH000702030B1* CONFEDERAZIONE SVIZZERA ISTITUTO FEDERALE DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE

*CH000702030B1* CONFEDERAZIONE SVIZZERA ISTITUTO FEDERALE DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE (19) CONFEDERAZIONE SVIZZERA ISTITUTO FEDERALE DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE Brevetto d'invenzione rilasciato per la Svizzera ed il Liechtenstein Trattato sui brevetti, del 22 dicembre 1978, fra la Svizzera

Dettagli

CALDAIE A CIPPATO HPK-RA 15-160

CALDAIE A CIPPATO HPK-RA 15-160 CALDAIE A CIPPATO HPK-RA -60 CALDAIE A CIPPATO HPK-RA -9 8 Certificazione TÜ 0 9 7 Rendimento indipendente dal carico termico e superiore al > 9,7%!! 6 CALDAIA PER CIPPATO HPK-RA Il corpo caldaia è realizzato

Dettagli

Giscolene e Giscotherm. Sistemi di impermeabilizzazione innovativi

Giscolene e Giscotherm. Sistemi di impermeabilizzazione innovativi MEMBRANE IN CAUCCIÚ Sistemi di impermeabilizzazione innovativi Giscosa è nata nel 1971 come impresa specializzata in impermeabilizzazioni. Dal 1989 produce guaine e membrane a base di caucciù nei suoi

Dettagli

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante! Ventilatori a tetto Gruppo articoli 1.60 I161/04/04/0.2 IT Istruzioni di installazione per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!) Conservare con

Dettagli

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica 1 2 3 4 Uno dei grandi vantaggi dell energia elettrica è che essa può essere prodotta in luoghi lontani dai centri di consumo. L energia elettrica può essere trasportata facilmente attraverso condutture

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

CAPITOLO 18 I SISTEMI DELL AUTOGIRO

CAPITOLO 18 I SISTEMI DELL AUTOGIRO CAPITOLO 18 I SISTEMI DELL AUTOGIRO Di autogiri ne esistono di tutti i tipi e la gamma spazia dalle costruzioni amatoriali ai velivoli certificati. Parimenti è altrettanto vasta la gamma dei sistemi impiegati

Dettagli

DRASTICITA DI TEMPRA DEI GAS E DEI LIQUIDI A CONFRONTO. Elio Gianotti Trattamenti Termici Ferioli e Gianotti SpA Rivoli To

DRASTICITA DI TEMPRA DEI GAS E DEI LIQUIDI A CONFRONTO. Elio Gianotti Trattamenti Termici Ferioli e Gianotti SpA Rivoli To DRASTICITA DI TEMPRA DEI GAS E DEI LIQUIDI A CONFRONTO Elio Gianotti Trattamenti Termici Ferioli e Gianotti SpA Rivoli To INTRODUZIONE La gamma dei gas e dei liquidi di tempra commercialmente disponibili

Dettagli

SEZIONE 03 - L ENERGIA E LA TECNICA

SEZIONE 03 - L ENERGIA E LA TECNICA SEZIONE 03 - L ENERGIA E LA TECNICA Indice categorie Pag. 94 Pag. 96 CATALOGO GENERALE - SEZIONE 03 - Pag. 93 L ENERGIA E LA TECNICA 5394 Power house - Green Essentials Lo sviluppo sostenibile è una forma

Dettagli

TECNICHE DI ANALISI DEI FLUSSI

TECNICHE DI ANALISI DEI FLUSSI Corso di Misure Meccaniche Termiche e Collaudi 5 anno - Ingegneria Meccanica Politecnico di Bari prof. Domenico Laforgia ing. Giuseppe Starace TECNICHE DI ANALISI DEI FLUSSI In questa trattazione si farà

Dettagli

Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15

Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Sistemi per automazione industriale Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact

Dettagli

FOCUS MACCHINA. di Alberto Finotto. Il dumper articolato Volvo A30F

FOCUS MACCHINA. di Alberto Finotto. Il dumper articolato Volvo A30F FOCUS MACCHINA di Alberto Finotto Il dumper articolato Volvo A30F A P R I L E 2 0 1 1 M T 45 Il dumper articolato Volvo A30F Nuovo, nel profilo e nella sostanza. È la prima definizione, assolutamente non

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Brevetti + Ottobre 2011

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Brevetti + Ottobre 2011 Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Brevetti + Ottobre 2011 IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Le nuove traiettorie di sviluppo dell Unione Europea, così come previsto

Dettagli

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato Marina Mauro 24 Settembre 2012 Salone della Proprietà Industriale INTRODUZIONE CHI SIAMO MURGITROYD & COMPANY è

Dettagli

Produzione di energia elettrica da Fonti Rinnovabili fotovoltaico - eolico

Produzione di energia elettrica da Fonti Rinnovabili fotovoltaico - eolico EcoConsult sas di Terlizzi Annamaria & C. Via Repubblica Italiana, 54-70032 Bitonto (BA) tel./fax. 080.371.52.18 E-mail: ecoconsult@alice.it P.IVA 05581710729 Produzione di energia elettrica Pag. 2/10

Dettagli

SERVIZIO INFORMAZIONE BANDI DI CONTRIBUTO PER LE IMPRESE

SERVIZIO INFORMAZIONE BANDI DI CONTRIBUTO PER LE IMPRESE SERVIZIO INFORMAZIONE BANDI DI CONTRIBUTO PER LE IMPRESE Per info e approfondimenti sui bandi di contributo è possibile contattare: Dott.ssa Valentina Gini Dott. Simone Taddei e-mail Titolo Bando Tipologia

Dettagli

ALTA QUALITÀ BY CAPPELLO ALLUMINIO VELOCE E AFFIDABILE SI MONTA RAPIDAMENTE GRAZIE AD UNA STRUTTURA IN PROFILI DI ALLUMINIO AD INCASTRO

ALTA QUALITÀ BY CAPPELLO ALLUMINIO VELOCE E AFFIDABILE SI MONTA RAPIDAMENTE GRAZIE AD UNA STRUTTURA IN PROFILI DI ALLUMINIO AD INCASTRO ALTA QUALITÀ BY CAPPELLO ALLUMINIO VELOCE E AFFIDABILE SI MONTA RAPIDAMENTE GRAZIE AD UNA STRUTTURA IN PROFILI DI ALLUMINIO AD INCASTRO Velocità ed affidabilità grazie alla elevata qualità dei componenti,

Dettagli

Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE)

Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE) Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE) 1 Componenti oleoidraulici e pneumatici e loro classificazione secondo la Direttiva 1 Macchine 1.1 Macchine 2 1.2 Quasi-macchine (PCM, Partly

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI ENERGETICA E MACCHINE Impianti di accumulo mediante pompaggio: caratteristiche generali e peculiarità funzionali Piero Pinamonti 1 Potenza efficiente degli

Dettagli

Tunlift 7.37-500. Lifetime excellence

Tunlift 7.37-500. Lifetime excellence Tunlift 7.37-500 Lifetime excellence UNITA MOBILE PER MANUTENZIONI IN QUOTA, INTERVENTI DINAMICI E IN GALLERIA 1 2 TUNLIFT unisce i vantaggi di una piattaforma autocarrata all'ampia area di lavoro di una

Dettagli

MACCHINE Lezione 8 Impianti idroelettrici e Turbine Idrauliche

MACCHINE Lezione 8 Impianti idroelettrici e Turbine Idrauliche MACCHINE Lezione 8 Impianti idroelettrici e Turbine Idrauliche Dr. Paradiso Berardo Laboratorio Fluidodinamicadelle delle Macchine Dipartimento di Energia Politecnico di Milano Generalità Impianti idroelettrici

Dettagli

SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE

SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE s i n c e 2 0 0 7 PROFESSIONISTI NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI Solar Geo Tech è nata dall incontro di tecnici e operatori commerciali

Dettagli

PROGETTO GENERATORE EOLICO

PROGETTO GENERATORE EOLICO PROGETTO GENERATORE EOLICO STUDIO DI FATTIBILITA RELAZIONE TECNICA San Giuliano Terme, 12/04/2004 Autore: Dott. Ing. Federico GUIDI INDICE DEL DOCUMENTO INDICE DELLE FIGURE DEL DOCUMENTO...3 INDICE DELLE

Dettagli

Introduzione alle Macchine Operatrici (macchine a fluido) IV A IPS M.CARRARA

Introduzione alle Macchine Operatrici (macchine a fluido) IV A IPS M.CARRARA Introduzione alle Macchine Operatrici (macchine a fluido) IV A IPS M.CARRARA Macchine Operatrici Nel presente modulo si vogliono fornire cenni circa le principali macchine operatrici impiegate negli impianti

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it SISTEMI DI GENERAZIONE Tipologie più diffuse o in sviluppo Generatori a combustione Caldaie

Dettagli

OFFICINE MINUTE VILLORBA - TREVISO

OFFICINE MINUTE VILLORBA - TREVISO OFFICINE MINUTE VILLORBA - TREVISO Pag 1 di 9 COLONNA ESSICCATOIO STRAHL SERIE AR La colonna di essiccazione è realizzata con pannelli in lamiera zincata strutturale con montanti esterni quantità variabile

Dettagli