NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE. Il Presidente - Paolo Zanetti. Certamente non verrà mai meno la libertà di pensiero e d'azione che, diversamente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE. Il Presidente - Paolo Zanetti. Certamente non verrà mai meno la libertà di pensiero e d'azione che, diversamente"

Transcript

1 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 1 NOTIZIARIO Valsugana e Tesino dicembre nr. 2 Poste Italiane sp.a. - Spedizione in A. P 70% DC Trento Editore: Cassa Rurale Valsugana e Tesino Registrazione al Tribunale di Trento n del 20/3/03. Direttore responsabile Walter Liber Redazione: Servizio Stampa e Comunicazione Federazione Trentina della Cooperazione Testi: Paolo Dorigato Realizzazione: Grafiche Futura, Trento Stampa: Grafiche Futura, Trento Periodicità: semestrale LA PAROLA AL PRESIDENTE Cari Soci, con l'elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione nasce e prende vita in modo compiuto la CASSA RURALE VALSUGANA E TESINO ed in essa idealmente rinascono le nostre avite Casse Rurali, che tutti noi portiamo nel cuore. E tutti noi - in primo luogo gli amministratori - siamo chiamati a dare il nostro contributo, ciascuno per la parte che gli compete, affinché la Cassa Rurale sia ancora più forte, ancora più competitiva, ancora più vicina alle famiglie, agli operatori economici, al territorio. Non è un'impresa semplice in questi tempi; anzi è una sfida che impegnerà gravemente il Consiglio di Amministrazione, ma che potremo affrontare nel modo migliore quanto più saremo uniti, quanto più sapremo accantonare ciò che divide per recepire e condividere ciò che unisce, avendo quale ultimo ed unico fine il bene della nostra Cassa Rurale e, in definitiva, della nostra gente. Per parte mia desidero essere e sarò - come ho detto in assemblea - il Presidente dei Soci, di tutti i soci: di quelli che mi hanno accordato il loro consenso, affinché abbiano conferma della validità della loro scelta; di quelli in disaccordo o astenuti, affinché possano magari ricredersi in futuro. Auspico di essere all altezza del compito che mi attende, assicurando tutto il mio impegno e tutta la mia dedizione, affinché i traguardi che ci siamo insieme prefissi siano raggiunti e, possibilmente, superati. Confido e sono sicuro dell'aiuto e del sostegno dei Consiglieri, ai quali è demandata la rappresentanza dei Soci e del territorio in conformità al nuovo Statuto. Certamente non verrà mai meno la libertà di pensiero e d'azione che, diversamente da quanto ritenuto da alcuni, ha caratterizzato il percorso di aggregazione voluto e portato a compimento dalle Casse Rurali BASSA VALSUGANA, CASTELLO TESINO e CENTRO VALSUGANA. Saluto e ringrazio da queste pagine tutti i Consiglieri ed i componenti del Collegio sindacale con i quali ho condiviso la mia esperienza in Consiglio di Amministrazione, nonché i Presidenti, i Consiglieri ed i Sindaci che ho avuto modo di conoscere in fase di aggregazione: è stata una conoscenza ed una esperienza di grande arricchimento umano e professionale. Il personale delle tre Casse, unitamente al Direttore, ha dimostrato di sapere fare fronte con professionalità e spirito di servizio alle difficoltà tecniche, ma anche logistiche e amministrative, connesse ai primi tempi di avvio della nuova Cassa: ad esso va un doveroso e sentito ringraziamento. Giungano infine a Voi tutti, cari Soci, gli auguri più fervidi da parte mia, del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, di felice e sereno Anno Nuovo. Il Presidente - Paolo Zanetti 1

2 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 2 LA PAROLA AL DIRETTORE Cari soci, innanzitutto lasciatemi esprimere tutto il mio apprezzamento per la vostra numerosa partecipazione all assemblea tenutasi lo scorso 25 novembre. A Grigno non si sono incontrate solamente persone, si sono incontrate culture, generazioni e tradizioni differenti, tutte unite dall appartenenza alla stessa banca di credito cooperativo. Come in ogni nuova avventura, è fondamentale comprendere il punto di partenza: per questo mi sembra doveroso informare voi soci, che siete i primi portatori di interesse della Cassa Rurale, in merito alla situazione al 30 settembre delle tre Casse Rurali che hanno dato vita al progetto di fusione. La raccolta complessiva al 30 settembre assume un valore di circa 562 milioni di euro (130 Castello Tesino, 207 Centro Valsugana e 225 Bassa Valsugana). I prestiti ammontano a circa 360 milioni di euro; tra questi, le posizioni classificate a sofferenza valgono circa 21,9 milioni, ma sono già state svalutate per circa 11,4 milioni, con un saldo netto di 10,5 milioni (con un tasso di copertura delle poste deteriorate pari al 52%, contro una media del sistema delle Casse Rurali Trentine che a fine giugno ammontava al 31%). Osservando il Conto Economico, la ex Cassa Rurale di Castello Tesino ha prodotto nei primi tre trimestri del 2012 un margine operativo di 516 mila euro. Il contesto economico molto preoccupante ha consigliato criteri di valutazioni molto prudenti, con l iscrizione a bilancio di 4,6 milioni di accantonamenti, che, ci tengo a ribadirlo, non rappresentano perdite conclamate bensì crediti che vengono prudenzialmente svalutati in attesa dell esito di tutte le azioni a tutela del credito della Cassa. Il credito d imposta di 1,93 milioni di euro ha attenuato la perdita complessiva, che così si attesta sui 2,2 milioni e verrà portata a decurtazione del patrimonio; quest ultimo ammonta a fine settembre a 5,5 milioni, che in ultima istanza rappresenta il valore patrimoniale positivo che la Cassa Rurale di Castello Tesino ha portato nella nuova Cassa Rurale. La gestione caratteristica della ex Cassa Rurale Centro Valsugana ha invece prodotto al 30 settembre un risultato positivo di 877 mila euro, con svalutazione di crediti per 1,53 milioni, derivante dallo stesso atteggiamento prudenziale menzionato sopra. L impatto positivo del credito di imposta di circa 99 mila ha attenuato la perdita, che si attesta sui 560 mila euro e, una volta portata a decurtazione dei mezzi propri, garantisce comunque un patrimonio di quasi 22 milioni di euro, interamente convogliati nella nuova Cassa. Pur in assenza di un vero e proprio bilancio (che verrà redatto al 31 dicembre), la ex Cassa Rurale Bassa Valsugana ha prodotto nei primi tre trimestri del 2012 CENTRO VALSUGANA (dati in migliaia di euro) Forma Tecnica Raccolta diretta Raccolta indiretta Raccolta complessiva Prestiti Patrimonio CASTELLO TESINO (dati in migliaia di euro) Forma Tecnica Raccolta diretta Raccolta indiretta Raccolta complessiva Prestiti Patrimonio

3 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 3 BASSA VALSUGANA (dati in migliaia di euro) Forma Tecnica Raccolta diretta Raccolta indiretta Raccolta complessiva Prestiti Patrimonio un margine operativo di 1,48 milioni di euro. La valutazione prudenziale dei crediti deteriorati, in assenza di un bilancio ufficiale, può solo essere stimata per eccesso in circa un milione di euro (si consideri che al 30 giugno le svalutazioni complessive ammontavano a 455 mila euro). Una volta spesate imposte per circa 170 mila euro, emerge un utile netto di 310 mila euro, che va ad alimentare il patrimonio, portando quest ultimo su un livello vicino ai 17 milioni di euro, che rappresenta il valore contabile che la ex Cassa Rurale Bassa Valsugana porta nella Cassa Rurale Valsugana e Tesino. Il vero patrimonio della Cassa Rurale, però, non si limita ai 45,3 milioni di mezzi propri, bensì è rappresentato dagli oltre soci e dai quasi clienti. Sono passati poco meno di tre mesi dal 1 ottobre, quando ha preso il via questa nuova avventura. In questa prima fase abbiamo profuso tutto il nostro impegno per fare in modo che la complessa fase di aggregazione a tre non avesse ripercussioni particolari sulla clientela: nonostante qualche fisiologico disguido e disagio (per il quale cogliamo l occasione per scusarci), credo di poter affermare che l obiettivo sia stato raggiunto. Dalla metà di ottobre abbiamo deciso di aprire tutti i giorni in 20 delle 21 filiali della Cassa Rurale (prima 6 erano aperte a giorni alterni), allungando l orario di apertura al pubblico fino alle 19 in quasi tutte le filiali della Cassa. Abbiamo organizzato 11 preassemblee di circoscrizione e di ambito, che hanno visto la partecipazione di oltre 600 soci. Abbiamo strutturato un assetto organizzativo di partenza, suddividendo l attività della Cassa in 6 zone di riferimento e avviando una nuova modalità di lavoro di gruppo per gli uffici interni. Certo, il contesto di mercato non è agevole e di facile interpretazione: ma è proprio nei momenti più difficili che occorre raccogliere le forze e cercare di individuare le soluzioni più adeguate ai numerosi problemi che ci troviamo di fronte. Per questo ritengo che le parole magiche siano LA- VORO, IMPEGNO, STABILITA e FIDUCIA. Per il lavoro e l impegno vi posso promettere fin da subito che faremo il massimo per meritare la vostra fiducia e soddisfare le vostre esigenze. La stabilità è certamente un esercizio difficile in questi tempi instabili, ma non può che essere raggiunta perseguendo politiche prudenti nella gestione dell impresa e modelli di sviluppo e di crescita sostenibili e condivisi con il territorio. La fiducia che le Casse Rurali si sono guadagnate sul campo in 100 anni di storia non va presa come dato di fatto, ma va alimentata giorno per giorno, con comportamenti coerenti da parte degli amministratori, dei dirigenti, del personale, ma anche di voi soci, che dovete vigilare sull operato della Cassa, segnalare le problematiche e, perché no, suggerire i margini di miglioramento. Nel fare questo, però, vi chiedo, se credete che questo sistema di credito cooperativo sia un valore per le nostre comunità, di volere bene alla vostra Cassa Rurale: solo con questo atteggiamento, credo, sarà possibile superare questa difficile fase di transizione, uscendone ancora più forti e consapevoli. Colgo l'occasione, insieme a tutti i collaboratori della Cassa Rurale, per augurarvi un 2013 ricco di gioia e di soddisfazioni Il direttore - Paolo Gonzo 3

4 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 4 ASSEMBLEA DEI SOCI DEL 25 NOVEMBRE 2012 Erano oltre un migliaio i soci che lo scorso 25 novembre hanno partecipato all assemblea generale tenutasi nel capannone industriale di Grigno, opportunamente allestito per l occasione grazie all assiduo lavoro di numerosi volontari. A fare gli onori di casa Silvio Stefani, presidente uscente della Cassa Rurale Bassa Valsugana (che non ha ricandidato), che nel suo discorso introduttivo ha voluto ribadire come il periodo di profonda crisi che stiamo attraversando abbia posto all attenzione dell opinione pubblica insegnamenti già ben conosciuti dalla Cassa Rurale, quali il frazionamento dei rischi, la pericolosità di politiche e strategie aziendali di breve termine e l importanza dei fondamentali da cui ripartire (in particolare relazione di clientela e rafforzamento del legame con il territorio). La parola è poi passata al direttore generale della Cassa Rurale, Paolo Gonzo, che ha presentato una sintesi dei dati di bilancio al 30 settembre delle tre Casse che hanno dato origine al processo di fusione, illustrando inoltre una proiezione economica per la chiusura del 2012 e per l esercizio L assemblea ha quindi affrontato la prima questione all ordine del giorno, consistente nell elezione del Presidente e dei 13 componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione. I soci hanno individuato il presidente in Paolo Zanetti, forte dell esperienza nella ex Cassa Rurale Centro Valsugana. Di professione avvocato libero professionista, toccherà a lui guidare il Consiglio di Amministrazione della Cassa per il prossimo triennio. Per quanto riguarda la nuova composizione dell organo di governo, di seguito sono riportate foto e dati principali dei nuovi Consiglieri e dei componenti del Collegio Sindacale. Una volta elette le cariche sociali, l assemblea ha affrontato il tema della determinazione dei compensi agli amministratori e ai sindaci, deliberando per l indennità annua di carica l importo di e 100 per il gettone di presenza. Infine è stato deliberato l importo che i nuovi soci dovranno versare per entrare a fare parte della compagine sociale della Cassa, che è stato fissato a 220 (2,58 di quota sociale e 217,42 di sovrapprezzo). L assemblea inoltre è stata occasione gradita per premiare e ringraziare per il loro operato nell ambito di ciascuna delle tre Casse Rurali Carlo Spagolla, Aldo Tomaselli, Luciano Capra, Enzo Boso e Silvio Stefani. ELENCO AMMINISTRATORI: PRESIDENTE: Nome: Paolo Cognome: Zanetti Età: 53 anni Risiede a: Telve (TN) Professione: avvocato libero professionista VICEPRESIDENTE VICARIO: Nome: Mariano Cognome: Tomasini Età: 56 anni Risiede a: Ospedaletto (TN) Professione: ingegnere dirigente pubblico VICEPRESIDENTE: Nome: Leonardo Cognome: Ceccato Età: 48 anni Risiede a: Cinte Tesino (TN) Professione: dipendente pubblico Nome: Marco Cognome: Battisti Età: 46 anni Risiede a: Torcegno (TN) Professione: dipendente e amministratore di cooperativa 4

5 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 5 Nome: Michele Cognome: Giacoppo Età: 42 anni Risiede a: Valstagna (VI) Professione: fiscalista Nome: Omar Cognome: Sartori Età: 36 anni Risiede a: Telve (TN) Professione: imprenditore Nome: Alessandro Cognome: Marighetto Età: 42 anni Risiede a: Castello Tesino (TN) Professione: imprenditore Nome: Tullio Cognome: Stefani Età: 53 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: dipendente pubblico Nome: Federico Cognome: Mocellini Età: 29 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: perito tecnico Nome: Flavio Cognome: Pacher Età: 57 anni Risiede a: Borgo Valsugana (TN) Professione: funzionario pubblico Nome: Patrick Cognome: Paterno Età: 36 anni Risiede a: Spera (TN) Professione: ingegnere libero professionista Nome: Corrado Cognome: Sandri Età: 50 anni Risiede a: Villa Agnedo (TN) Professione: dipendente pubblico Nome: Nicola Cognome: Todesco Età: 38 anni Risiede a: Tonadico (TN) Professione: vicesegretario comunale Nome: Luca Cognome: Tomaselli Età: 41 anni Risiede a: Strigno (TN) Professione: imprenditore CAPO SINDACO: Nome: Renato Cognome: Gasperini Età: 49 anni Risiede a: Trento (TN) Professione: bancario SINDACO EFFETTIVO: Nome: Diego Cognome: Delucca Età: 56 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: insegnante 5

6 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 6 SINDACO EFFETTIVO: Nome: Carlo Cognome: Spagolla Età: 60 anni Risiede a: Telve (TN) Professione: pensionato SINDACO SUPPLENTE: Nome: Stefano Cognome: Menguzzo Età: 47 anni Risiede a: Castello Tesino (TN) Professione: segretario comunale SINDACO SUPPLENTE: Nome: Graziano Cognome: Favretto Età: 73 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: pensionato Pagamento bollettini postali Ampliare l offerta ed agevolare soci e clienti: questi gli obiettivi che la Cassa Rurale persegue mettendo a disposizione della propria base sociale e della clientela un servizio integrato che prevede la possibilità di pagare i bollettini postali direttamente in banca. In particolare, il servizio consente di eseguire il pagamento secondo tre distinte modalità: Pagamento allo sportello: è possibile procedere al pagamento di bollettini postali in bianco (con il codice TD indicato pari a 123) e anche di quelli premarcati (codice TD pari a 674 se è prevista l obbligatorietà di tutti i dati del pagatore e TD pari a 896 se invece questi ultimi sono facoltativi). L operazione si perfeziona con la stampa della ricevuta, che costituisce quietanza liberatoria dell avvenuto pagamento ed ha pieno valore probatorio. Pagamento allo sportello bancomat (ATM): inserendo la propria carta Bancomat presso gli sportelli presenti nelle nostre filiali, seguendo il percorso Ricariche e Pagamenti Pagamenti, è possibile pagare i bollettini postali direttamente dallo sportello ATM. In questo caso il completamento dell operazione di pagamento del bollettino postale è strettamente subordinata all erogazione dello scontrino dello sportello Bancomat; anche in questo caso la ricevuta costituisce quietanza liberatoria dell avvenuto regolamento ed ha pieno valore probatorio. Pagamento tramite InBank: accedendo alla propria pagina iniziale di InBank, nella sezione Ricariche e Utenze, i soci e i clienti potranno pagare regolarmente un bollettino postale in bianco o premarcato semplicemente compilando on-line il modulo virtuale che comparirà sullo schermo, selezionando il conto di addebito (che si potrà scegliere tra quelli sui quali il socio o il cliente ha poteri operativi). Nel caso di bollettini premarcati, il programma richiede anche di selezionare il codice TD corretto (674 o 896). Ricordiamo inoltre che presso gli sportelli Bancomat delle nostre filiali è possibile usufruire di altri numerosi servizi, tra i quali: Pagamento canone RAI Pagamento bollo auto (solamente per le auto immatricolate in provincia di Trento) Pagamento sanzioni Trentino Riscossioni Pagamento permessi funghi (limitatamente alle filiali di Castello Tesino, Pieve Tesino e Cinte Tesino) Pagamento bollette Telecom Ricariche telefoniche Ricariche carte prepagate (anche per pay-tv) 6

7 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 7 Iniziative PREMI ALLO STUDIO 2012 Con la serata di consegna dei premi allo studio legati al bando indetto dalla ex Cassa Rurale Bassa Valsugana, tenutasi lo scorso 13 dicembre presso il teatro comunale di Tezze, si sono concluse le attività della Cassa a sostegno del merito scolastico Durante la serata sono stati premiati ben 48 ragazzi, 13 dei quali nell ambito del progetto Europeando, che prevedeva l erogazione di un contributo a carico della Cassa per promuovere la partecipazione dei figli di soci a soggiorni di studio all estero organizzati dagli Istituti Scolastici pubblici. I premi sono stati consegnati dal presidente della Cassa Rurale, Paolo Zanetti, che ha proposto ai ragazzi una stimolante riflessione sull importanza della conoscenza nell attuale scenario socio-economico, dal direttore generale Paolo Gonzo, che ha voluto ribadire come l iniziativa rientri pienamente nella mission aziendale della Cassa (sostegno allo sviluppo sociale e culturale del territorio) e dal consigliere di amministrazione Alessandro Marighetto, che nel suo intervento ha voluto ribadire l importanza del ruolo dei genitori nell educazione dei figli. Già nel mese di giugno scorso l ex Cassa Rurale Centro Valsugana, in occasione dell assemblea dei soci, aveva premiato 26 ragazzi diplomatisi o laureatisi nel corso dell anno solare L ex Cassa Rurale di Castello Tesino, all interno dell ultima assemblea dei soci, aveva invece consegnato a 7 ragazzi (soci o figli di soci) frequentanti le scuole medie superiori (o appena diplomati nelle scuole medie inferiori) un contributo finalizzato ad un viaggio studio all estero (nella misura del 50% del costo effettivamente sostenuto). NUOVI NATI Una nuova nascita è sempre un evento da festeggiare, riempie i cuori di gioia e dà nuovo impulso alla grande giostra della vita. E con questo spirito che il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale ha deciso di portare avanti un iniziativa dedicata ai nuovi nati nella propria zona di competenza, riservando ai genitori la possibilità di accendere un libretto di risparmio intestato al neonato, con una remunerazione del 2,50% annuo per saldi fino a 2.000, con un contributo iniziale di benvenuto di 50 fornito dalla Cassa. Il libretto è stato pensato come salvadanaio virtuale in grado di raccogliere e tutelare i risparmi che i genitori intendono mettere a disposizione dei propri figli per utilizzi futuri. Il contributo a favore dei neonati vuole rappresentare, in modo simbolico, un piccolo mattone di quella grande costruzione che è la famiglia, consapevoli di quante e quali siano le difficoltà che oggi i genitori devono affrontare per poter garantire un futuro ai propri figli. 7

8 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 8 LA CASSA RURALE ENTRA NELLE SCUOLE L articolo 47 della nostra Costituzione afferma esplicitamente che la repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l esercizio del credito. Il risparmio, quindi, è un valore da insegnare fin da piccoli, perché rappresenta una solida base per un futuro sereno. Per questo la Cassa Rurale ha deciso di attivare, in collaborazione con la Federazione Trentina della Cooperazione, il progetto Le parole del risparmio, destinato ai ragazzi delle classi quarte delle scuole primarie e delle classi seconde delle scuole secondarie di primo grado, che frequentano gli istituti presenti nel territorio di competenza della Cassa Rurale. Il progetto, cui hanno già preso parte i ragazzi delle scuole di Enego, Arten, Fonzaso, Valstagna, Arsiè, Cismon del Grappa, Grigno, Ospedaletto, Villa Agnedo e San Nazario (altri incontri nell immediato futuro saranno realizzati a Pieve Tesino, Castello Tesino e Strigno), mira a stimolare ad una riflessione attiva sul risparmio, inteso in senso allargato e riferito anche alle risorse naturali, al rispetto e alla tutela dell ambiente. Con questo progetto la Cassa Rurale, per natura focalizzata al sostegno del territorio di riferimento, intende porre le basi per la crescita delle future generazioni, che tra qualche anno avranno il compito di contribuire allo sviluppo delle comunità locali. I riscontri degli interventi finora realizzati sono stati molto positivi, e confermano ancora una volta come attraverso un adeguata progettazione e una proficua collaborazione tra le diverse realtà del mondo cooperativo sia possibile avvicinare anche i più giovani a tematiche complesse ma nello stesso tempo fondamentali. LE COOPERATIVE SCOLASTICHE NON LASCIANO MA RADDOPPIANO! Lo scorso 26 novembre, presso le scuole medie di Strigno, è stata costituita una nuova associazione cooperativa scolastica, denominata Il Folletto del Riciclo, composta dagli alunni della classe III C. All atto costitutivo ha partecipato, in veste di notaio, il presidente della Cassa Rurale, avv. Paolo Zanetti, che ha seguito le operazioni di sottoscrizione dello statuto ed ha anche avuto l onore di sottoscrivere la prima quota sociale. Responsabilità, impegno e coerenza con le disposizioni statutarie: questi i principali concetti condivisi con i vari organi sociali della cooperativa, che si ispirerà al riciclo creativo, raccogliendo materiale naturale o riciclato e trasformandolo in oggetto d arte o in materiale d uso. Parallelamente all attività della nuova cooperativa scolastica, proseguirà il proficuo percorso già intrapreso lo scorso anno dalla Natural Company, composta dai ragazzi delle classi III A e III B, reduce dal primo premio della sedicesima edizione del concorso Scoprire la Cooperazione, ideato dalla Federazione Trentina della Cooperazione per promuovere nelle giovani generazioni i valori che fondano il movimento cooperativo. Il successo conseguito non ha appagato i ragazzi, che anzi ora rilanciano variando il settore di attività, che non sarà più quello della preparazione di prodotti cosmetici a base naturale, ma vedrà una nuova combinazione: da una parte la produzione di gioielli e di altri accessori di moda a partire da materiali di riciclo (con possibili sinergie operative con la neo-costituita Il Folletto del Riciclo ), dall altra l offerta di cultura, mediante l organizzazione di spettacoli teatrali e di cineforum. 8

INTERVENTO DEL DIRETTORE

INTERVENTO DEL DIRETTORE INTERVENTO DEL DIRETTORE Paolo Stefano Gonzo Tezze, 03/05/2015 Il contesto internazionale Il Sistema Casse Rurali Trentine I numeri delle Casse Rurali Trentine 2013 2014 Variaz. % Raccolta Diretta 13.144.938

Dettagli

Una scelta meditata e responsabile

Una scelta meditata e responsabile n.1/2011 Spedizione in A.P. 70% DCB Trento Taxe Percue Editore: Cassa Rurale di Rabbi e Caldes Registrazione Tribunale Trento sub. N. 1171 registro stampe dal 09.04.2003 Direttore responsabile: Walter

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL VALSUGANA SPORT SRL Sede sociale: Borgo Valsugana (TN) Piazza Degasperi n. 20 Capitale sociale: 10.000,00 interamente versato. Registro Imprese di Trento N. 02206830222 C.C.I.A.A. di Trento R.E.A TN -

Dettagli

PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2011 PreviGen Assistenza 31021 Mogliano Veneto (TV), Via Marocchesa

Dettagli

NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE. luglio 2013 nr. 1

NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE. luglio 2013 nr. 1 NOTIZIARIO Valsugana e Tesino luglio 2013 nr. 1 Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% NE/TN - Taxe Percue Editore: Cassa Rurale Valsugana e Tesino Registrazione al Tribunale di Trento

Dettagli

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato:

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato: ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA VENETO BANCA I Soci hanno approvato il bilancio al 31 dicembre 2014 e nominato quattro Consiglieri di Amministrazione. Si è svolta oggi a Villa Spineda, a Venegazzù

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE

VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE Oggi 16 aprile 2012, alle ore 9,30, in P.le Principessa Clotilde n.6 si sono riuniti i sindaci: Dott. Pietro Giorgi Presidente Dott. Giacomo Del Corvo Sindaco

Dettagli

soci. Un momento importante e all approvazione dei soci i risultati di un anno di lavoro del consiglio di amministrazione

soci. Un momento importante e all approvazione dei soci i risultati di un anno di lavoro del consiglio di amministrazione n.1/2010 Spedizione in A.P. 70% DCB Trento Taxe Percue Editore: Cassa Rurale di Rabbi e Caldes Registrazione Tribunale Trento sub. N. 1171 registro stampe dal 09.04.2003 Direttore responsabile: Walter

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO

RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO 2010 E BILANCIO PREVENTIVO 2011 ****** ****** 1 Care colleghe e cari colleghi, anche quest anno siamo qui riuniti in assemblea per l approvazione del bilancio consuntivo

Dettagli

STATUTO Art. 1 Art. 2 Art. 3

STATUTO Art. 1 Art. 2 Art. 3 STATUTO Art. 1 La società per azioni denominata Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale S.p.A. (in forma abbreviata BdM - MCC S.p.A. ) è regolata dal presente Statuto. La Società può utilizzare anche

Dettagli

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 IN QUESTO NUMERO l Lettera del Presidente l Il nuovo Presidente del Fondo Giuseppe Pierro, eletto dai consiglieri durante la riunione del

Dettagli

Io?... Sono Socio!!! S n a n C a C l a o l g o e g r e o

Io?... Sono Socio!!! S n a n C a C l a o l g o e g r e o Io?... Sono Socio!!! CHI E IL SOCIO? Il Socio rappresenta per la Bcc un valore aggiunto. Essere socio della Banca di Credito Cooperativo vuol dire partecipare attivamente e in prima persona al miglioramento

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS 1 Art. 1 Costituzione, denominazione, sede, durata 1.1 E costituita in data 15 aprile 2011 l Associazione di Volontariato ONLUS sotto la denominazione

Dettagli

NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE

NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE periodico news:layout 1 20/06/14 11.43 Pagina 1 NOTIZIARIO Valsugana e Tesino giugno2014 nr. 1 Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% NE/TN - Taxe Percue Editore: Cassa Rurale Valsugana

Dettagli

BANCA POPOLARE DI SONDRIO società cooperativa per azioni

BANCA POPOLARE DI SONDRIO società cooperativa per azioni BANCA POPOLARE DI SONDRIO società cooperativa per azioni TITOLO Assemblea ordinaria del 27 aprile 2013: - presentazione del bilancio al 31 dicembre 2012: relazione degli amministratori sulla gestione e

Dettagli

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO 38100 TRENTO - VIA DEGASPERI, 79

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO 38100 TRENTO - VIA DEGASPERI, 79 AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO 38100 TRENTO - VIA DEGASPERI, 79 AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI PER STIPULARE UNA CONVENZIONE PER L ASSISTENZA ZOOIATRICA

Dettagli

Comune di Vernate P r o v i n c i a d i M i l a n o

Comune di Vernate P r o v i n c i a d i M i l a n o Comune di Vernate P r o v i n c i a d i M i l a n o Vernate, 15 settembre 2015 AGLI ALUNNI FREQUENTANTI LA SCUOLA DELL OBBLIGO AI LORO GENITORI AL PERSONALE DOCENTE AL PERSONALE AUSILIARIO A tutti gli

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: A SEGUITO DELL AVVENUTO CONFERIMENTO

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016,

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016, DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. Egregi Signori, dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016, approvato dal Consiglio Generale nella seduta del 15 ottobre e prima di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio Consolidato al 31 dicembre 2005 redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio Consolidato al 31 dicembre 2005 redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Sede Legale Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede Amministrativa e Direzione Generale Sassari - Viale Umberto 36 Capitale Sociale Euro 147.420.075,00 i.v. Codice fiscale e numero di

Dettagli

Evento celebrativo del decennale OIC Il ruolo del National Standard Setter. Intervento del Vice Direttore Generale ISVAP Dott.ssa Flavia MAZZARELLA

Evento celebrativo del decennale OIC Il ruolo del National Standard Setter. Intervento del Vice Direttore Generale ISVAP Dott.ssa Flavia MAZZARELLA Evento celebrativo del decennale OIC Il ruolo del National Standard Setter Intervento del Vice Direttore Generale ISVAP Dott.ssa Flavia MAZZARELLA 16 dicembre 2011 Buongiorno a tutti, prometto di essere

Dettagli

Partecipazione, suggerimenti e, perché

Partecipazione, suggerimenti e, perché n. 1/2009 Spedizione in A. P 70% DC Trento Editore: Cassa Rurale della Bassa Valsugana Registrazione al Tribunale di Trento n. 1163 del 20/3/03. Direttore responsabile Walter Liber Redazione: Servizio

Dettagli

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus ASPETTI ISTITUZIONALI n.1/2006 non Onlus La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus Modello 1 Verbale dell assemblea che nomina il collegio sindacale Il...,alle ore...,si è riunita

Dettagli

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza PRENDI E LEGGI Vademecum Socio Vantaggi e convenienza Vademecum Soci LA MIA BANCA È DIFFERENTE. DAL 1893. Perchè la BCC è una banca differente? Perchè è una banca cooperativa, mutualistica, locale. Società

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 Il bilancio consuntivo 2014 è stato redatto in conformità ai criteri di competenza finanziaria adottati nella redazione dei bilanci consuntivi da noi

Dettagli

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati,

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati, EDITORIALE FRANCESCO CATERINI Gentili Associati, si è appena concluso un altro anno denso di avvenimenti per l Associazione e in particolar modo per me che festeggio il primo anno in qualità di Presidente.

Dettagli

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena INTERVENTO INTRODUTTIVO di Emilio Tonini Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena Buongiorno a tutti e un cordiale benvenuto a questa 4 edizione del forum internazionale Montepaschi Vita che,

Dettagli

Socio unico Regione Campania

Socio unico Regione Campania S A U I E S.r.l. Socio unico Regione Campania Via S. Teresa degli Scalzi n. 36 80135 Napoli C.F. e Registro Imprese Napoli n. 80133090581 R. E. A. Napoli n. 463277 Capitale sociale 10.320,00 interamente

Dettagli

RACCOLTA FUNGHI IN VALSUGANA

RACCOLTA FUNGHI IN VALSUGANA RACCOLTA FUNGHI IN VALSUGANA La raccolta dei funghi per i non residenti nella provincia di Trento è subordinata ad apposita denuncia ed al pagamento della relativa tariffa al comune competente il territorio

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 002 (CNDCEC PR 002) MODALITA DI REDAZIONE DELLA RELAZIONE DI CONTROLLO CONTABILE AI SENSI DELL ART. 2409

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: LA COMPARAZIONE

Dettagli

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

Città di Verbania ASSEMBLEA STRAORDINARIA / ORDINARIA DI VENETO BANCA SABATO 19 DICEMBRE 2015

Città di Verbania ASSEMBLEA STRAORDINARIA / ORDINARIA DI VENETO BANCA SABATO 19 DICEMBRE 2015 ASSEMBLEA STRAORDINARIA / ORDINARIA DI VENETO BANCA SABATO 19 DICEMBRE 2015 Il SINDACO del Comune di VERBANIA, appoggia l indicazione del sì alla costituzione in SOCIETÀ PER AZIONI, quale unica via percorribile

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2014

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2014 RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2014 Signore e Signori Soci, con la presente relazione il Collegio Sindacale riferisce, ai sensi dell art. 2429 del Codice Civile, sulle

Dettagli

IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO

IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO Le ipotesi di miglioramento individuate lo scorso anno nel nostro primo Bilancio Sociale tracciano le linee di un percorso che abbiamo intrapreso nel 2002 e che intendiamo proseguire

Dettagli

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA Il sistema bancario italiano ha deciso di accettare la sfida della

Dettagli

Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2012

Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2012 Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2012 Retelit S.p.A. Sede Legale in Viale Francesco Restelli 3/7-20124 Milano Capitale Sociale Euro 144.025.624,93 i.v. Registro delle Imprese di Milano,

Dettagli

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 - Risultato economico netto consolidato dei primi sei mesi 2013 pari a -232 milioni di euro (perdita per l esercizio

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE BOLOGNALTRUISTA

STATUTO ASSOCIAZIONE BOLOGNALTRUISTA STATUTO ASSOCIAZIONE BOLOGNALTRUISTA Articolo 1 Denominazione e Sede E costituita un associazione denominata BolognAltruista con sede in Bologna. L Associazione adotta come riferimento la legge del volontariato

Dettagli

IL BILANCIO 2014: un analisi di dettaglio. Un caro saluto a tutti i Soci.

IL BILANCIO 2014: un analisi di dettaglio. Un caro saluto a tutti i Soci. IL BILANCIO 2014: un analisi di dettaglio. Un caro saluto a tutti i Soci. L assemblea non è solamente un momento istituzionale necessario per approvare il bilancio e discutere degli altri punti all ordine

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

NOTIZIARIO luglio 2015

NOTIZIARIO luglio 2015 periodico news:layout 1 17/07/15 11.42 Pagina 1 NOTIZIARIO Valsugana e Tesino luglio 2015 nr. 1 Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% NE/TN - Taxe Percue Editore: Cassa Rurale Valsugana

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE

RELAZIONE DEL PRESIDENTE RELAZIONE DEL PRESIDENTE Carissimi Dottori Commercialisti, Carissimi Ragionieri Commercialisti, Carissimi Esperti Contabili, a Voi tutti rivolgo un cordialissimo saluto, a nome del Consiglio dell Ordine

Dettagli

PERCHE I DATI UTILIZZATI PER DETERMINARE GLI AUMENTI CONTRIBUTIVI E L INNALZAMENTO DELL ETA PENSIONABILE SONO SBAGIATI?

PERCHE I DATI UTILIZZATI PER DETERMINARE GLI AUMENTI CONTRIBUTIVI E L INNALZAMENTO DELL ETA PENSIONABILE SONO SBAGIATI? PERCHE I DATI UTILIZZATI PER DETERMINARE GLI AUMENTI CONTRIBUTIVI E L INNALZAMENTO DELL ETA PENSIONABILE SONO SBAGIATI? Questa nuova riforma è stata predisposta in base alle valutazioni attuariali fornite

Dettagli

Relazione al progetto di legge. Legge istitutiva dell Ente Poste della Repubblica di San Marino

Relazione al progetto di legge. Legge istitutiva dell Ente Poste della Repubblica di San Marino Relazione al progetto di legge Legge istitutiva dell Ente Poste della Repubblica di San Marino Eccellenze, Signori Consiglieri, l allegato progetto di legge mira all istituzione dell Ente Poste e a definirne

Dettagli

STATUTO. Allegato B. Forum del Terzo Settore della provincia di Piacenza. Art. 3)

STATUTO. Allegato B. Forum del Terzo Settore della provincia di Piacenza. Art. 3) Allegato B Forum del Terzo Settore della provincia di Piacenza STATUTO Art. 1) Il Forum del Terzo Settore della Provincia di Piacenza è un associazione, con durata illimitata e senza fini di lucro, fra

Dettagli

1.a. Aspetti gestionali

1.a. Aspetti gestionali 1.a. Aspetti gestionali Per le Associazioni sportive l attività istituzionale è quella svolta in conformità alle finalità statutarie e rivolta agli associati. Il decreto legislativo del 4 dicembre 1997,

Dettagli

Notiziario della Federazione Moda Italia

Notiziario della Federazione Moda Italia Confcommercio Cosenza Informa - Gli Speciali Notiziario della Federazione Moda Italia n. 1 2012 FEDERMODA PROVINCIALE Federmoda Cosenza Pagina 2 Format percorso formativo per la lettura del bilancio Pagina

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI APRILE 2012

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI APRILE 2012 ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI APRILE 2012 Punto 5) Politiche di remunerazione e di incentivazione. All art. 18 4 comma, lo Statuto prevede che l Assemblea Ordinaria approvi, secondo i criteri previsti dalle

Dettagli

Rotaract Club Bologna

Rotaract Club Bologna B O L L E T T I N O Rotaract Club Bologna distretto 2072 Emilia Romagna Repubblica di S. Marino N O V E M B R E ' 1 4 AI SOCI E AMICI DEL ROTARACT CLUB BOLOGNA E PER CONOSCENZA al Presidente del Rotary

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

Approvato dalla Prefettura di Roma Iscritto nel registro delle persone giuridiche ai sensi dell art.2 del D.P.R. 10 febbraio 2000 n 361

Approvato dalla Prefettura di Roma Iscritto nel registro delle persone giuridiche ai sensi dell art.2 del D.P.R. 10 febbraio 2000 n 361 LO STATUTO DI ITALIA NOSTRA onlus Approvato dalla Prefettura di Roma Iscritto nel registro delle persone giuridiche ai sensi dell art.2 del D.P.R. 10 febbraio 2000 n 361 Art. 1 L Associazione Italia Nostra,

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO. Letto, confermato e sottoscritto. ------------------------------------- -------------------------------------

ATTO COSTITUTIVO. Letto, confermato e sottoscritto. ------------------------------------- ------------------------------------- ATTO COSTITUTIVO Il giorno 12/07/2008 alle ore 11.00 nei locali dell I.I.S. Porro Viale Kennedy, 30 a Pinerolo si riuniscono i signori: - Sig. Giorgio Panighini nato a Torino il 30/04/53 residente a Cavour

Dettagli

C O M U N E D I B R I O S C O

C O M U N E D I B R I O S C O C O M U N E D I B R I O S C O PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Ai Genitori degli alunni che intendono utilizzare il servizio di refezione scolastica Premesso che: per poter utilizzare il servizio di

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 182 183 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto Economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014.

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014. Società cooperativa per azioni - Fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio SO - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Via Codussi, 5 24124 Bergamo Tel 035243373 Fax: 0353831961 e-mail: segreteria@darosciate.it -bgic81400p@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FANO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FANO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FANO 1 INDICE AMBITO DI APPLICAZIONE p. 3 TITOLO I: PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità del processo di gestione del patrimonio

Dettagli

VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE

VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE DOPO L ESITO POSITIVO DELL ASSEMBLEA DEL 19 DICEMBRE 2015 E LA CONSEGUENTE TRASFORMAZIONE

Dettagli

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI ZIONE RELAZIONE AL PUNTO N. 1 ALL ODG DELL ASSEMBLEA ORDINARIA: Bilancio individuale e consolidato chiuso al 31

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO. sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014

RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO. sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 ai sensi dell art. 2429, comma 2 c.c. e dell art. 14 del D.Lgs. n. 39/2010 SOCIETA IPPICA DI CAGLIARI S.R.L. Bilancio al 31 dicembre

Dettagli

Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti

Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti 103 Sede legale: Piazza Libertà, 1-83100 Avellino Capitale sociale: EURO 2.500.000,00 i.v. Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti Agli Azionisti della IRPINIAMBIENTE.

Dettagli

CONSIGLIO DIRETTIVO GRUPPO PENSIONATI AEM del 13 aprile 2011 Ore 9,30 presso sala Viola dell AEM a2a VERBALE N 04/2011

CONSIGLIO DIRETTIVO GRUPPO PENSIONATI AEM del 13 aprile 2011 Ore 9,30 presso sala Viola dell AEM a2a VERBALE N 04/2011 Presenti : CONSIGLIO DIRETTIVO GRUPPO PENSIONATI AEM del 13 aprile 2011 Ore 9,30 presso sala Viola dell AEM a2a VERBALE N 04/2011 Consiglio Direttivo : Collegio dei Sindaci : Sindaci supplenti : Ceruti

Dettagli

Con BANCA CARIGE ITALIA ti conviene sempre. Sei iscritto all Ordine degli Avvocati di Monza e Brianza?

Con BANCA CARIGE ITALIA ti conviene sempre. Sei iscritto all Ordine degli Avvocati di Monza e Brianza? Con BANCA CARIGE ITALIA ti conviene sempre. Sei iscritto all Ordine degli Avvocati di Monza e Brianza? Fai crescere la tua attività con Carige Stile Affari. Avrai un conto a tua misura, con tutti i servizi

Dettagli

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia ASSOCIAZIONE BAMBINI CEREBROLESI CAMPANIA Riconosciuta con DP.G.R.C. n.12705 del 28/9/98 iscritta al Registro del Volontariato al n. 471 Sede Regionale in Pisciotta (SA) Via Borgo 67/69 tel. 0974/973079

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. In Arte Lab. Associazione Culturale

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. In Arte Lab. Associazione Culturale STATUTO DELL ASSOCIAZIONE In Arte Lab Associazione Culturale Articolo 1 - E costituita l Associazione denominata In Arte Lab, libera associazione di fatto, apartitica, apolitica e aconfessionale, con durata

Dettagli

1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DELL ORCHESTRA - SCUOLA MEDIA STATALE COSTANTINO NIGRA - TORINO

1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DELL ORCHESTRA - SCUOLA MEDIA STATALE COSTANTINO NIGRA - TORINO 1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DELL ORCHESTRA - SCUOLA MEDIA STATALE COSTANTINO NIGRA - TORINO Art. 1 Costituzione, denominazione, sede, durata 1.1 È costituita in data 15 giugno 2002 l Associazione

Dettagli

COMUNITA VALSUGANA E TESINO SETTORE TECNICO

COMUNITA VALSUGANA E TESINO SETTORE TECNICO COMUNITA VALSUGANA E TESINO SETTORE TECNICO DETERMINAZIONE NR. 66 ASSUNTA IN DATA 27/02/2015 OGGETTO : Settore Tecnico: ricognizione contratti e convenzioni in essere per il servizio gestione rifiuti -

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 36 37 38 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Rovereto, 20 aprile 2012 RELAZIONE PRESIDENTE Cari amici, grazie per la vostra presenza alla nostra assemblea che quest anno abbiamo programmato in un giorno settimanale,

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

STATUTO DEL FONDO FONDITALIA. Articolo 1 Denominazione Soci

STATUTO DEL FONDO FONDITALIA. Articolo 1 Denominazione Soci STATUTO DEL FONDO FONDITALIA Articolo 1 Denominazione Soci A seguito dell accordo interconfederale del 30 giugno 2008 sottoscritto tra le sottoindicate Confederazioni Nazionali: - FEDERTERZIARIO - CLAAI

Dettagli

CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI. di Confindustria

CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI. di Confindustria CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI di Confindustria 19 giugno 2014 1 Il presente Codice, approvato dalla Assemblea straordinaria di Confindustria del 19 giugno 2014, è parte integrante dello Statuto

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

STATUTO FEDERCONGRESSI&EVENTI

STATUTO FEDERCONGRESSI&EVENTI STATUTO FEDERCONGRESSI&EVENTI ARTICOLO 1 COSTITUZIONE E SEDE E costituita l associazione senza scopo di lucro Federcongressi&eventi, in appresso denominata "Associazione" (già Federcongressi, organismo

Dettagli

BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2001

BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2001 PREVIAMBIENTE FONDO NAZIONALE PENSIONE A FAVORE DEI LAVORATORI DEL SETTORE DELL IGIENE AMBIENTALE E DEI SETTORI AFFINI BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2001 Sede legale: Roma Organi del Fondo: CONSIGLIO

Dettagli

INDICAZIONI NAZIONALI 2012

INDICAZIONI NAZIONALI 2012 FISM VENEZIA 2012 1 Il DPR 89/2009 prevedeva che le Indicazionidel 2007 potevano essere riviste dopo il triennio 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012. La Circolare Ministeriale n 101 del 4 novembre 2011 ha

Dettagli

CURRICULUM VITAE STFMRA88R64L378C

CURRICULUM VITAE STFMRA88R64L378C CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI Nome e Cognome: Maria Stefani Luogo e data di nascita: Trento, 24 ottobre 1988 Residenza: Via F.Filzi 26 (fraz. Tezze), 38055 Grigno (TN) Telefono: 340/8607960-0461/769195

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. SCUOLA E LAVORO L istruzione tecnica entra nei cluster Il Sole 24 Ore pag. 15 del 03/04/2014

RASSEGNA STAMPA. SCUOLA E LAVORO L istruzione tecnica entra nei cluster Il Sole 24 Ore pag. 15 del 03/04/2014 giovedì 3 aprile 2014 RASSEGNA STAMPA SCUOLA E LAVORO L istruzione tecnica entra nei cluster Il Sole 24 Ore pag. 15 del 03/04/2014 L eccellenza nell industria nasce dal cuore Il Mattino pag. 39 del 03/04/2014

Dettagli

26 gennaio 2014 Roberto Russo

26 gennaio 2014 Roberto Russo Nota sull aumento di capitale del gruppo Banco Popolare 26 gennaio 2014 Roberto Russo www.assitecasim.it Lo scorso 24 gennaio si è riunito il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Banco Popolare per

Dettagli

Relazione Trimestrale al. 31 marzo 2006. Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano

Relazione Trimestrale al. 31 marzo 2006. Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano Relazione Trimestrale al 31 marzo 2006 Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano 1 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31.03.2006 Indice 1. Le cariche sociali di Retelit S.p.A. pag. 3 2. Lettera agli azionisti

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione Relazione economica Posso dire che ritengo oggi ci siano tutte le condizioni per riportare la Banca al ruolo che le compete anche grazie all impegno dei colleghi, che ho potuto apprezzare in questo periodo,

Dettagli

FONDO PENSIONE PERSEO FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE REGIONI E AUTONOMIE LOCALI E SANITA BILANCIO 2011

FONDO PENSIONE PERSEO FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE REGIONI E AUTONOMIE LOCALI E SANITA BILANCIO 2011 FONDO PENSIONE PERSEO FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE REGIONI E AUTONOMIE LOCALI E SANITA BILANCIO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE E BILANCIO D ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2011

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016. Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi

BILANCIO DI PREVISIONE 2016. Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi BILANCIO DI PREVISIONE 2016 Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Il Direttore Generale Federico Luchetti Il Presidente Antonio Catricalà

Dettagli

STATUTO. (con le modifiche approvate dall Assemblea dei Soci del 15 Giugno 2013)

STATUTO. (con le modifiche approvate dall Assemblea dei Soci del 15 Giugno 2013) Via Conventino, 8-24125 Bergamo Telefono: 035-4598500 Fax 035-4598501 E-mail: info@celimbergamo.org Internet: www.celimbergamo.org STATUTO (con le modifiche approvate dall Assemblea dei Soci del 15 Giugno

Dettagli

INDUSTRIAL DESIGN AS A TOOL FOR INNOVATION AND SOCIO-

INDUSTRIAL DESIGN AS A TOOL FOR INNOVATION AND SOCIO- DIPARTIMENTO IMPRESA ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI INDUSTRIAL DESIGN AS A TOOL FOR INNOVATION AND SOCIO- ECONOMIC GROWTH:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FORUM COMUNALE DEI GIOVANI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 88 del 28/9/04)

REGOLAMENTO DEL FORUM COMUNALE DEI GIOVANI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 88 del 28/9/04) REGOLAMENTO DEL FORUM COMUNALE DEI GIOVANI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 88 del 28/9/04) Art. 1 Istituzione il Consiglio Comunale di San Giorgio a Cremano, riconosciuto: l importanza

Dettagli

Dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino (qui di seguito il Fondatore) viene costituita la Fondazione denominata ARTICOLO 2

Dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino (qui di seguito il Fondatore) viene costituita la Fondazione denominata ARTICOLO 2 STATUTO "FONDAZIONE SVILUPPO E CRESCITA - CRT" ARTICOLO 1 COSTITUZIONE Dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino (qui di seguito il Fondatore) viene costituita la Fondazione denominata FONDAZIONE SVILUPPO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DON GUIDO BORTOLUZZI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DON GUIDO BORTOLUZZI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DON GUIDO BORTOLUZZI ART. 1 - COSTITUZIONE SEDE E DENOMINAZIONE È costituita ai sensi delle disposizioni vigenti l Associazione denominata ASSOCIAZIONE DON GUIDO BORTOLUZZI, con

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMICI ALZHEIMER

ASSOCIAZIONE AMICI ALZHEIMER STATUTO Associazione di Volontariato ASSOCIAZIONE AMICI ALZHEIMER Costituzione - Denominazione - Sede Art. 1. E' costituita con Sede in Via Nino Taranto, 30 l'associazione denominata "Associazione di volontariato

Dettagli

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v.

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Reg. Imp. 04307560872 Rea. 287152 A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Relazione del Revisore Unico esercente attività di revisione

Dettagli