NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE. Il Presidente - Paolo Zanetti. Certamente non verrà mai meno la libertà di pensiero e d'azione che, diversamente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIARIO LA PAROLA AL PRESIDENTE. Il Presidente - Paolo Zanetti. Certamente non verrà mai meno la libertà di pensiero e d'azione che, diversamente"

Transcript

1 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 1 NOTIZIARIO Valsugana e Tesino dicembre nr. 2 Poste Italiane sp.a. - Spedizione in A. P 70% DC Trento Editore: Cassa Rurale Valsugana e Tesino Registrazione al Tribunale di Trento n del 20/3/03. Direttore responsabile Walter Liber Redazione: Servizio Stampa e Comunicazione Federazione Trentina della Cooperazione Testi: Paolo Dorigato Realizzazione: Grafiche Futura, Trento Stampa: Grafiche Futura, Trento Periodicità: semestrale LA PAROLA AL PRESIDENTE Cari Soci, con l'elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione nasce e prende vita in modo compiuto la CASSA RURALE VALSUGANA E TESINO ed in essa idealmente rinascono le nostre avite Casse Rurali, che tutti noi portiamo nel cuore. E tutti noi - in primo luogo gli amministratori - siamo chiamati a dare il nostro contributo, ciascuno per la parte che gli compete, affinché la Cassa Rurale sia ancora più forte, ancora più competitiva, ancora più vicina alle famiglie, agli operatori economici, al territorio. Non è un'impresa semplice in questi tempi; anzi è una sfida che impegnerà gravemente il Consiglio di Amministrazione, ma che potremo affrontare nel modo migliore quanto più saremo uniti, quanto più sapremo accantonare ciò che divide per recepire e condividere ciò che unisce, avendo quale ultimo ed unico fine il bene della nostra Cassa Rurale e, in definitiva, della nostra gente. Per parte mia desidero essere e sarò - come ho detto in assemblea - il Presidente dei Soci, di tutti i soci: di quelli che mi hanno accordato il loro consenso, affinché abbiano conferma della validità della loro scelta; di quelli in disaccordo o astenuti, affinché possano magari ricredersi in futuro. Auspico di essere all altezza del compito che mi attende, assicurando tutto il mio impegno e tutta la mia dedizione, affinché i traguardi che ci siamo insieme prefissi siano raggiunti e, possibilmente, superati. Confido e sono sicuro dell'aiuto e del sostegno dei Consiglieri, ai quali è demandata la rappresentanza dei Soci e del territorio in conformità al nuovo Statuto. Certamente non verrà mai meno la libertà di pensiero e d'azione che, diversamente da quanto ritenuto da alcuni, ha caratterizzato il percorso di aggregazione voluto e portato a compimento dalle Casse Rurali BASSA VALSUGANA, CASTELLO TESINO e CENTRO VALSUGANA. Saluto e ringrazio da queste pagine tutti i Consiglieri ed i componenti del Collegio sindacale con i quali ho condiviso la mia esperienza in Consiglio di Amministrazione, nonché i Presidenti, i Consiglieri ed i Sindaci che ho avuto modo di conoscere in fase di aggregazione: è stata una conoscenza ed una esperienza di grande arricchimento umano e professionale. Il personale delle tre Casse, unitamente al Direttore, ha dimostrato di sapere fare fronte con professionalità e spirito di servizio alle difficoltà tecniche, ma anche logistiche e amministrative, connesse ai primi tempi di avvio della nuova Cassa: ad esso va un doveroso e sentito ringraziamento. Giungano infine a Voi tutti, cari Soci, gli auguri più fervidi da parte mia, del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, di felice e sereno Anno Nuovo. Il Presidente - Paolo Zanetti 1

2 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 2 LA PAROLA AL DIRETTORE Cari soci, innanzitutto lasciatemi esprimere tutto il mio apprezzamento per la vostra numerosa partecipazione all assemblea tenutasi lo scorso 25 novembre. A Grigno non si sono incontrate solamente persone, si sono incontrate culture, generazioni e tradizioni differenti, tutte unite dall appartenenza alla stessa banca di credito cooperativo. Come in ogni nuova avventura, è fondamentale comprendere il punto di partenza: per questo mi sembra doveroso informare voi soci, che siete i primi portatori di interesse della Cassa Rurale, in merito alla situazione al 30 settembre delle tre Casse Rurali che hanno dato vita al progetto di fusione. La raccolta complessiva al 30 settembre assume un valore di circa 562 milioni di euro (130 Castello Tesino, 207 Centro Valsugana e 225 Bassa Valsugana). I prestiti ammontano a circa 360 milioni di euro; tra questi, le posizioni classificate a sofferenza valgono circa 21,9 milioni, ma sono già state svalutate per circa 11,4 milioni, con un saldo netto di 10,5 milioni (con un tasso di copertura delle poste deteriorate pari al 52%, contro una media del sistema delle Casse Rurali Trentine che a fine giugno ammontava al 31%). Osservando il Conto Economico, la ex Cassa Rurale di Castello Tesino ha prodotto nei primi tre trimestri del 2012 un margine operativo di 516 mila euro. Il contesto economico molto preoccupante ha consigliato criteri di valutazioni molto prudenti, con l iscrizione a bilancio di 4,6 milioni di accantonamenti, che, ci tengo a ribadirlo, non rappresentano perdite conclamate bensì crediti che vengono prudenzialmente svalutati in attesa dell esito di tutte le azioni a tutela del credito della Cassa. Il credito d imposta di 1,93 milioni di euro ha attenuato la perdita complessiva, che così si attesta sui 2,2 milioni e verrà portata a decurtazione del patrimonio; quest ultimo ammonta a fine settembre a 5,5 milioni, che in ultima istanza rappresenta il valore patrimoniale positivo che la Cassa Rurale di Castello Tesino ha portato nella nuova Cassa Rurale. La gestione caratteristica della ex Cassa Rurale Centro Valsugana ha invece prodotto al 30 settembre un risultato positivo di 877 mila euro, con svalutazione di crediti per 1,53 milioni, derivante dallo stesso atteggiamento prudenziale menzionato sopra. L impatto positivo del credito di imposta di circa 99 mila ha attenuato la perdita, che si attesta sui 560 mila euro e, una volta portata a decurtazione dei mezzi propri, garantisce comunque un patrimonio di quasi 22 milioni di euro, interamente convogliati nella nuova Cassa. Pur in assenza di un vero e proprio bilancio (che verrà redatto al 31 dicembre), la ex Cassa Rurale Bassa Valsugana ha prodotto nei primi tre trimestri del 2012 CENTRO VALSUGANA (dati in migliaia di euro) Forma Tecnica Raccolta diretta Raccolta indiretta Raccolta complessiva Prestiti Patrimonio CASTELLO TESINO (dati in migliaia di euro) Forma Tecnica Raccolta diretta Raccolta indiretta Raccolta complessiva Prestiti Patrimonio

3 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 3 BASSA VALSUGANA (dati in migliaia di euro) Forma Tecnica Raccolta diretta Raccolta indiretta Raccolta complessiva Prestiti Patrimonio un margine operativo di 1,48 milioni di euro. La valutazione prudenziale dei crediti deteriorati, in assenza di un bilancio ufficiale, può solo essere stimata per eccesso in circa un milione di euro (si consideri che al 30 giugno le svalutazioni complessive ammontavano a 455 mila euro). Una volta spesate imposte per circa 170 mila euro, emerge un utile netto di 310 mila euro, che va ad alimentare il patrimonio, portando quest ultimo su un livello vicino ai 17 milioni di euro, che rappresenta il valore contabile che la ex Cassa Rurale Bassa Valsugana porta nella Cassa Rurale Valsugana e Tesino. Il vero patrimonio della Cassa Rurale, però, non si limita ai 45,3 milioni di mezzi propri, bensì è rappresentato dagli oltre soci e dai quasi clienti. Sono passati poco meno di tre mesi dal 1 ottobre, quando ha preso il via questa nuova avventura. In questa prima fase abbiamo profuso tutto il nostro impegno per fare in modo che la complessa fase di aggregazione a tre non avesse ripercussioni particolari sulla clientela: nonostante qualche fisiologico disguido e disagio (per il quale cogliamo l occasione per scusarci), credo di poter affermare che l obiettivo sia stato raggiunto. Dalla metà di ottobre abbiamo deciso di aprire tutti i giorni in 20 delle 21 filiali della Cassa Rurale (prima 6 erano aperte a giorni alterni), allungando l orario di apertura al pubblico fino alle 19 in quasi tutte le filiali della Cassa. Abbiamo organizzato 11 preassemblee di circoscrizione e di ambito, che hanno visto la partecipazione di oltre 600 soci. Abbiamo strutturato un assetto organizzativo di partenza, suddividendo l attività della Cassa in 6 zone di riferimento e avviando una nuova modalità di lavoro di gruppo per gli uffici interni. Certo, il contesto di mercato non è agevole e di facile interpretazione: ma è proprio nei momenti più difficili che occorre raccogliere le forze e cercare di individuare le soluzioni più adeguate ai numerosi problemi che ci troviamo di fronte. Per questo ritengo che le parole magiche siano LA- VORO, IMPEGNO, STABILITA e FIDUCIA. Per il lavoro e l impegno vi posso promettere fin da subito che faremo il massimo per meritare la vostra fiducia e soddisfare le vostre esigenze. La stabilità è certamente un esercizio difficile in questi tempi instabili, ma non può che essere raggiunta perseguendo politiche prudenti nella gestione dell impresa e modelli di sviluppo e di crescita sostenibili e condivisi con il territorio. La fiducia che le Casse Rurali si sono guadagnate sul campo in 100 anni di storia non va presa come dato di fatto, ma va alimentata giorno per giorno, con comportamenti coerenti da parte degli amministratori, dei dirigenti, del personale, ma anche di voi soci, che dovete vigilare sull operato della Cassa, segnalare le problematiche e, perché no, suggerire i margini di miglioramento. Nel fare questo, però, vi chiedo, se credete che questo sistema di credito cooperativo sia un valore per le nostre comunità, di volere bene alla vostra Cassa Rurale: solo con questo atteggiamento, credo, sarà possibile superare questa difficile fase di transizione, uscendone ancora più forti e consapevoli. Colgo l'occasione, insieme a tutti i collaboratori della Cassa Rurale, per augurarvi un 2013 ricco di gioia e di soddisfazioni Il direttore - Paolo Gonzo 3

4 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 4 ASSEMBLEA DEI SOCI DEL 25 NOVEMBRE 2012 Erano oltre un migliaio i soci che lo scorso 25 novembre hanno partecipato all assemblea generale tenutasi nel capannone industriale di Grigno, opportunamente allestito per l occasione grazie all assiduo lavoro di numerosi volontari. A fare gli onori di casa Silvio Stefani, presidente uscente della Cassa Rurale Bassa Valsugana (che non ha ricandidato), che nel suo discorso introduttivo ha voluto ribadire come il periodo di profonda crisi che stiamo attraversando abbia posto all attenzione dell opinione pubblica insegnamenti già ben conosciuti dalla Cassa Rurale, quali il frazionamento dei rischi, la pericolosità di politiche e strategie aziendali di breve termine e l importanza dei fondamentali da cui ripartire (in particolare relazione di clientela e rafforzamento del legame con il territorio). La parola è poi passata al direttore generale della Cassa Rurale, Paolo Gonzo, che ha presentato una sintesi dei dati di bilancio al 30 settembre delle tre Casse che hanno dato origine al processo di fusione, illustrando inoltre una proiezione economica per la chiusura del 2012 e per l esercizio L assemblea ha quindi affrontato la prima questione all ordine del giorno, consistente nell elezione del Presidente e dei 13 componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione. I soci hanno individuato il presidente in Paolo Zanetti, forte dell esperienza nella ex Cassa Rurale Centro Valsugana. Di professione avvocato libero professionista, toccherà a lui guidare il Consiglio di Amministrazione della Cassa per il prossimo triennio. Per quanto riguarda la nuova composizione dell organo di governo, di seguito sono riportate foto e dati principali dei nuovi Consiglieri e dei componenti del Collegio Sindacale. Una volta elette le cariche sociali, l assemblea ha affrontato il tema della determinazione dei compensi agli amministratori e ai sindaci, deliberando per l indennità annua di carica l importo di e 100 per il gettone di presenza. Infine è stato deliberato l importo che i nuovi soci dovranno versare per entrare a fare parte della compagine sociale della Cassa, che è stato fissato a 220 (2,58 di quota sociale e 217,42 di sovrapprezzo). L assemblea inoltre è stata occasione gradita per premiare e ringraziare per il loro operato nell ambito di ciascuna delle tre Casse Rurali Carlo Spagolla, Aldo Tomaselli, Luciano Capra, Enzo Boso e Silvio Stefani. ELENCO AMMINISTRATORI: PRESIDENTE: Nome: Paolo Cognome: Zanetti Età: 53 anni Risiede a: Telve (TN) Professione: avvocato libero professionista VICEPRESIDENTE VICARIO: Nome: Mariano Cognome: Tomasini Età: 56 anni Risiede a: Ospedaletto (TN) Professione: ingegnere dirigente pubblico VICEPRESIDENTE: Nome: Leonardo Cognome: Ceccato Età: 48 anni Risiede a: Cinte Tesino (TN) Professione: dipendente pubblico Nome: Marco Cognome: Battisti Età: 46 anni Risiede a: Torcegno (TN) Professione: dipendente e amministratore di cooperativa 4

5 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 5 Nome: Michele Cognome: Giacoppo Età: 42 anni Risiede a: Valstagna (VI) Professione: fiscalista Nome: Omar Cognome: Sartori Età: 36 anni Risiede a: Telve (TN) Professione: imprenditore Nome: Alessandro Cognome: Marighetto Età: 42 anni Risiede a: Castello Tesino (TN) Professione: imprenditore Nome: Tullio Cognome: Stefani Età: 53 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: dipendente pubblico Nome: Federico Cognome: Mocellini Età: 29 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: perito tecnico Nome: Flavio Cognome: Pacher Età: 57 anni Risiede a: Borgo Valsugana (TN) Professione: funzionario pubblico Nome: Patrick Cognome: Paterno Età: 36 anni Risiede a: Spera (TN) Professione: ingegnere libero professionista Nome: Corrado Cognome: Sandri Età: 50 anni Risiede a: Villa Agnedo (TN) Professione: dipendente pubblico Nome: Nicola Cognome: Todesco Età: 38 anni Risiede a: Tonadico (TN) Professione: vicesegretario comunale Nome: Luca Cognome: Tomaselli Età: 41 anni Risiede a: Strigno (TN) Professione: imprenditore CAPO SINDACO: Nome: Renato Cognome: Gasperini Età: 49 anni Risiede a: Trento (TN) Professione: bancario SINDACO EFFETTIVO: Nome: Diego Cognome: Delucca Età: 56 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: insegnante 5

6 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 6 SINDACO EFFETTIVO: Nome: Carlo Cognome: Spagolla Età: 60 anni Risiede a: Telve (TN) Professione: pensionato SINDACO SUPPLENTE: Nome: Stefano Cognome: Menguzzo Età: 47 anni Risiede a: Castello Tesino (TN) Professione: segretario comunale SINDACO SUPPLENTE: Nome: Graziano Cognome: Favretto Età: 73 anni Risiede a: Grigno (TN) Professione: pensionato Pagamento bollettini postali Ampliare l offerta ed agevolare soci e clienti: questi gli obiettivi che la Cassa Rurale persegue mettendo a disposizione della propria base sociale e della clientela un servizio integrato che prevede la possibilità di pagare i bollettini postali direttamente in banca. In particolare, il servizio consente di eseguire il pagamento secondo tre distinte modalità: Pagamento allo sportello: è possibile procedere al pagamento di bollettini postali in bianco (con il codice TD indicato pari a 123) e anche di quelli premarcati (codice TD pari a 674 se è prevista l obbligatorietà di tutti i dati del pagatore e TD pari a 896 se invece questi ultimi sono facoltativi). L operazione si perfeziona con la stampa della ricevuta, che costituisce quietanza liberatoria dell avvenuto pagamento ed ha pieno valore probatorio. Pagamento allo sportello bancomat (ATM): inserendo la propria carta Bancomat presso gli sportelli presenti nelle nostre filiali, seguendo il percorso Ricariche e Pagamenti Pagamenti, è possibile pagare i bollettini postali direttamente dallo sportello ATM. In questo caso il completamento dell operazione di pagamento del bollettino postale è strettamente subordinata all erogazione dello scontrino dello sportello Bancomat; anche in questo caso la ricevuta costituisce quietanza liberatoria dell avvenuto regolamento ed ha pieno valore probatorio. Pagamento tramite InBank: accedendo alla propria pagina iniziale di InBank, nella sezione Ricariche e Utenze, i soci e i clienti potranno pagare regolarmente un bollettino postale in bianco o premarcato semplicemente compilando on-line il modulo virtuale che comparirà sullo schermo, selezionando il conto di addebito (che si potrà scegliere tra quelli sui quali il socio o il cliente ha poteri operativi). Nel caso di bollettini premarcati, il programma richiede anche di selezionare il codice TD corretto (674 o 896). Ricordiamo inoltre che presso gli sportelli Bancomat delle nostre filiali è possibile usufruire di altri numerosi servizi, tra i quali: Pagamento canone RAI Pagamento bollo auto (solamente per le auto immatricolate in provincia di Trento) Pagamento sanzioni Trentino Riscossioni Pagamento permessi funghi (limitatamente alle filiali di Castello Tesino, Pieve Tesino e Cinte Tesino) Pagamento bollette Telecom Ricariche telefoniche Ricariche carte prepagate (anche per pay-tv) 6

7 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 7 Iniziative PREMI ALLO STUDIO 2012 Con la serata di consegna dei premi allo studio legati al bando indetto dalla ex Cassa Rurale Bassa Valsugana, tenutasi lo scorso 13 dicembre presso il teatro comunale di Tezze, si sono concluse le attività della Cassa a sostegno del merito scolastico Durante la serata sono stati premiati ben 48 ragazzi, 13 dei quali nell ambito del progetto Europeando, che prevedeva l erogazione di un contributo a carico della Cassa per promuovere la partecipazione dei figli di soci a soggiorni di studio all estero organizzati dagli Istituti Scolastici pubblici. I premi sono stati consegnati dal presidente della Cassa Rurale, Paolo Zanetti, che ha proposto ai ragazzi una stimolante riflessione sull importanza della conoscenza nell attuale scenario socio-economico, dal direttore generale Paolo Gonzo, che ha voluto ribadire come l iniziativa rientri pienamente nella mission aziendale della Cassa (sostegno allo sviluppo sociale e culturale del territorio) e dal consigliere di amministrazione Alessandro Marighetto, che nel suo intervento ha voluto ribadire l importanza del ruolo dei genitori nell educazione dei figli. Già nel mese di giugno scorso l ex Cassa Rurale Centro Valsugana, in occasione dell assemblea dei soci, aveva premiato 26 ragazzi diplomatisi o laureatisi nel corso dell anno solare L ex Cassa Rurale di Castello Tesino, all interno dell ultima assemblea dei soci, aveva invece consegnato a 7 ragazzi (soci o figli di soci) frequentanti le scuole medie superiori (o appena diplomati nelle scuole medie inferiori) un contributo finalizzato ad un viaggio studio all estero (nella misura del 50% del costo effettivamente sostenuto). NUOVI NATI Una nuova nascita è sempre un evento da festeggiare, riempie i cuori di gioia e dà nuovo impulso alla grande giostra della vita. E con questo spirito che il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale ha deciso di portare avanti un iniziativa dedicata ai nuovi nati nella propria zona di competenza, riservando ai genitori la possibilità di accendere un libretto di risparmio intestato al neonato, con una remunerazione del 2,50% annuo per saldi fino a 2.000, con un contributo iniziale di benvenuto di 50 fornito dalla Cassa. Il libretto è stato pensato come salvadanaio virtuale in grado di raccogliere e tutelare i risparmi che i genitori intendono mettere a disposizione dei propri figli per utilizzi futuri. Il contributo a favore dei neonati vuole rappresentare, in modo simbolico, un piccolo mattone di quella grande costruzione che è la famiglia, consapevoli di quante e quali siano le difficoltà che oggi i genitori devono affrontare per poter garantire un futuro ai propri figli. 7

8 periodico news:layout 1 21/12/ Pagina 8 LA CASSA RURALE ENTRA NELLE SCUOLE L articolo 47 della nostra Costituzione afferma esplicitamente che la repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l esercizio del credito. Il risparmio, quindi, è un valore da insegnare fin da piccoli, perché rappresenta una solida base per un futuro sereno. Per questo la Cassa Rurale ha deciso di attivare, in collaborazione con la Federazione Trentina della Cooperazione, il progetto Le parole del risparmio, destinato ai ragazzi delle classi quarte delle scuole primarie e delle classi seconde delle scuole secondarie di primo grado, che frequentano gli istituti presenti nel territorio di competenza della Cassa Rurale. Il progetto, cui hanno già preso parte i ragazzi delle scuole di Enego, Arten, Fonzaso, Valstagna, Arsiè, Cismon del Grappa, Grigno, Ospedaletto, Villa Agnedo e San Nazario (altri incontri nell immediato futuro saranno realizzati a Pieve Tesino, Castello Tesino e Strigno), mira a stimolare ad una riflessione attiva sul risparmio, inteso in senso allargato e riferito anche alle risorse naturali, al rispetto e alla tutela dell ambiente. Con questo progetto la Cassa Rurale, per natura focalizzata al sostegno del territorio di riferimento, intende porre le basi per la crescita delle future generazioni, che tra qualche anno avranno il compito di contribuire allo sviluppo delle comunità locali. I riscontri degli interventi finora realizzati sono stati molto positivi, e confermano ancora una volta come attraverso un adeguata progettazione e una proficua collaborazione tra le diverse realtà del mondo cooperativo sia possibile avvicinare anche i più giovani a tematiche complesse ma nello stesso tempo fondamentali. LE COOPERATIVE SCOLASTICHE NON LASCIANO MA RADDOPPIANO! Lo scorso 26 novembre, presso le scuole medie di Strigno, è stata costituita una nuova associazione cooperativa scolastica, denominata Il Folletto del Riciclo, composta dagli alunni della classe III C. All atto costitutivo ha partecipato, in veste di notaio, il presidente della Cassa Rurale, avv. Paolo Zanetti, che ha seguito le operazioni di sottoscrizione dello statuto ed ha anche avuto l onore di sottoscrivere la prima quota sociale. Responsabilità, impegno e coerenza con le disposizioni statutarie: questi i principali concetti condivisi con i vari organi sociali della cooperativa, che si ispirerà al riciclo creativo, raccogliendo materiale naturale o riciclato e trasformandolo in oggetto d arte o in materiale d uso. Parallelamente all attività della nuova cooperativa scolastica, proseguirà il proficuo percorso già intrapreso lo scorso anno dalla Natural Company, composta dai ragazzi delle classi III A e III B, reduce dal primo premio della sedicesima edizione del concorso Scoprire la Cooperazione, ideato dalla Federazione Trentina della Cooperazione per promuovere nelle giovani generazioni i valori che fondano il movimento cooperativo. Il successo conseguito non ha appagato i ragazzi, che anzi ora rilanciano variando il settore di attività, che non sarà più quello della preparazione di prodotti cosmetici a base naturale, ma vedrà una nuova combinazione: da una parte la produzione di gioielli e di altri accessori di moda a partire da materiali di riciclo (con possibili sinergie operative con la neo-costituita Il Folletto del Riciclo ), dall altra l offerta di cultura, mediante l organizzazione di spettacoli teatrali e di cineforum. 8

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Un attività solida ha inizio con. dipendenti più sani.

Un attività solida ha inizio con. dipendenti più sani. Un attività solida ha inizio con dipendenti più sani. Marketplace per piccole imprese di NY State of Health Quadro generale per titolari di piccole imprese Chiamateci al numero 1-855-355-5777 TTY: 1-800-662-1220

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Cos è una cooperativa e come si costituisce

Cos è una cooperativa e come si costituisce Cos è una cooperativa e come si costituisce SOMMARIO 1. Introduzione al mondo della cooperazione 2. La società cooperativa 3. Costituzione di una cooperativa 4. Libri e adempimenti formali della cooperativa

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

Statuti CAS Sezione Bregaglia

Statuti CAS Sezione Bregaglia Statuti CAS Sezione Bregaglia Art. 1 Costituzione Sotto il nome Club Alpino Svizzero (detto in seguito CAS) Sezione Bregaglia è costituita un associazione retta dal presente statuto e dagli art. 60 e seguenti

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Art. 1) Finalità. Art. 2) Riparto del Fondo

Art. 1) Finalità. Art. 2) Riparto del Fondo Regolamento per l erogazione dei contributi socio-economici di cui al Fondo di Solidarietà costituito dal Comune di Fabriano con la partecipazione di alcuni privati. Approvato con D.C.C. n. 160 del 10/.09.2009

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 165 del 6 Novembre 2013 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi POS obbligatorio per esercenti di attività di vendita di prodotti e servizi, anche professionali (Articolo 15 commi

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli