SOCREM FAQ: LE DOMANDE CHE CI FATE DI FREQUENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOCREM FAQ: LE DOMANDE CHE CI FATE DI FREQUENTE"

Transcript

1 FAQ: LE DOMANDE CHE CI FATE DI FREQUENTE Perché farsi cremare? LA CREMAZIONE La pratica della cremazione è molto antica anche se da noi è stata per molto tempo avversata dalla chiesa cattolica ufficiale. Solo negli ultimi anni (esattamente dal 1963) anche la chiesa ha ufficialmente accettato la pratica della cremazione. Tra i motivi che si possono addurre per farsi cremare possiamo ricordare: minor spazio sottratto da un'urna all'interno di un cimitero; maggiore pulizia e conseguente minore inquinamento, economicità, non tanto della cremazione in se, quanto di ciò che si spenderà in futuro per la cura della tomba. Chi può farsi cremare? Per la legge italiana tutti possono farsi cremare, purché siano rispettate alcune regole: Chi si iscrive alla Socrem e paga la regolare quota associativa annuale; Chi lascia, quando è ancora in vita, un testamento olografo depositato presso un notaio; Chi esprime il proprio desiderio ai parenti che poi saranno chiamati a testimoniare questa volontà. Vedremo più avanti che in questo caso non sempre la cremazione può essere garantita; infatti basta che uno dei familiari non sia in grado o non voglia testimoniare la volontà del defunto per impedire di fatto la cremazione. Quanto costa farsi cremare? I costi per la mera operazione della cremazione sono gli stessi dell'inumazione e variano anche di molto da comune a comune. A titolo di esempio per gli abitanti del comune di Bolzano la cifra è di 191,00, ma basta essere residenti al di fuori del comune (ad esempio a Laives) ed i costi aumentano vertiginosamente. Se poi risiedete fuori provincia crescono ancora (vedi più sotto). Oltre alla cremazione vera e propria occorre tener presente che vi sono altri costi che si possono limitare, ma non eliminare del tutto. Pag. 1

2 Io voglio farmi solo cremare, non voglio alcun funerale né religioso né civile; quanto mi viene a costare? E' molto difficile stabilire a priori quanto verrà a costare anche perché alle spese della cremazione occorre aggiungere anche le spese per il trasporto della salma al crematorio ed un'infinità di spese accessorie che non si possono evitare. Per avere informazioni più precise su questi costi dovete rivolgervi alle ditte di Pompe Funebri. Le tariffe praticate dal comune di Bolzano solo per la cremazione delle salme sono le seguenti: Residenti nel comune di Bolzano 191,00 Residenti in provincia di Bolzano 361,00 Residenti fuori dalla provincia di Bolzano 467,00 Pag. 2

3 ISCRIZIONE ALLA Come fare per iscriversi alla Socrem? Il modo più semplice per iscriversi alla è quello di passare nel nostro ufficio nei giorni e negli orari stabiliti: Lunedì, mercoledì e venerdì dalla 9,00 alle 12,00 Lunedì pomeriggio dalla 15,00 alle 18,00. Nel caso non possiate venire in questi giorni potete farci una telefonata ( ) e fissare un appuntamento per il giorno che preferite (naturalmente non di sabato o di domenica, perché anche noi abbiamo diritto ad un po' di riposo). Nel periodo estivo, dal 1. giugno al 15 settembre, i nostri uffici sono CHIUSI nel pomeriggio. e se abito lontano e non posso venire a Bolzano? In questo caso è possibile scaricare dal nostro sito Internet gli appositi moduli, stamparli, compilarli in ogni parte in modo ben leggibile e firmarli. Affinché la domanda di iscrizione sia valida è però necessario che la firma sia autenticata da un pubblico ufficiale. L'autentica della firma serve solo sul modulo di iscrizione e non sul modulo per la privacy che però in ogni caso deve essere firmato. Ricordatevi poi di allegare una fotocopia della carta d'identità (o di altro documento come ad esempio il passaporto o la patente) ed una copia della ricevuta di versamento della quota di iscrizione e della quota annuale e spedite tutto al nostro indirizzo: Viale Trieste, Bolzano. ATTENZIONE: SE MANCA QUALCHE DOCUMENTO O NON RIUSCIAMO A STABILIRE L'AUTENTICITA' DELLA FIRMA DEL RICHIEDENTE, L'ISCRIZIONE NON PUÒ ESSERE PERFEZIONATA E QUINDI NON E' VALIDA Pag. 3

4 Non posso venire nel vostro ufficio a Bolzano e non ho Internet. Come posso fare ad iscrivermi? In questi casi è sufficiente fare una telefonata alla Socrem (al numero in orario d'ufficio), lasciarci il vostro indirizzo postale esatto e nel giro di qualche giorno riceverete (poste permettendo) i moduli d'iscrizione che compilerete secondo le modalità riportate sopra. Ho 82 anni. Posso iscrivermi alla Socrem? Per iscriversi alla Socrem non esistono limiti di età: dai 18 anni in poi ci si può iscrivere. Per i minori l'iscrizione deve essere fatta dai genitori e poi confermata al compimento del 18 anno di età. Se la persona che vuole iscriversi non è in grado di muoversi dal letto, ma è in grado di intendere e volere e di firmare, è possibile chiedere al direttore responsabile della struttura in cui è ricoverata la persona di autenticare la firma. e se il nonno non è in grado di intendere o volere? Questo è un problema, perché non si può stabilire l'effettiva volontà dell'interessato e pertanto dovranno essere i parenti a dichiarare in comune questa volontà del defunto. Se viene nominato un tutore, questo può far iscrivere la persona alla Socrem. In questi casi però è indispensabile allegare alla domanda anche la documentazione riguardante la nomina del tutore. Perché devo far autenticare la firma della domanda di iscrizione? L'autentica della firma serve per garantire che la domanda di iscrizione sia effettivamente una volontà dell'interessato e non di qualche suo parente desideroso solo di risparmiare sulle spese future. Allo stesso modo, richiediamo l'autentica della firma quando un nostro associato vuole lasciare la nostra associazione. Pag. 4

5 Se vengo direttamente nel vostro ufficio ad iscrivermi o a cancellare la mia iscrizione, devo far autenticare la firma? Se la domanda d'iscrizione viene compilata dall'interessato direttamente nel nostro ufficio non è necessaria l'autentica, perché saremo noi a garantire la firma da voi apposta in nostra presenza. In ufficio poi potremo farvi la fotocopia del documento di identità e potrete pagare direttamente la quota d'iscrizione e la quota annuale senza dover passare dall'ufficio postale oppure dalla banca, risparmiando anche sulle tasse che questi chiedono per l'operazione. Quanto costa iscriversi alla Socrem? Per essere iscritti alla dovrete pagare annualmente la quota che dal 1 gennaio 2013 è fissata in 20,00 per le persone singole e di 15,00 a testa per le coppie (se ambedue i coniugi risultano iscritti). Inoltre dovrete pagare, solo all'atto dell'iscrizione, la quota di 10,00. Quindi solo al momento dell'iscrizione pagherete 30,00 (25,00 cad. per le coppie) mentre negli anni successivi pagherete solo 20,00 (15,00 cad. per le coppie). Come posso pagare la quota annuale di iscrizione? Ogni socio, nei primi mesi dell'anno, riceverà un bollettino postale già compilato con l'importo da pagare. Con questo potrà recarsi all'ufficio postale per effettuare il pagamento. Nella lettera che accompagna il bollettino postale sono indicati anche i dati per poter fare il versamento della quota presso la propria banca. In questo caso vi preghiamo di chiedere all'impiegato della banca di indicare nella motivazione del pagamento il vostro codice così come appare sul bollettino postale. In questo modo si eviteranno malintesi e possibili disguidi. In ogni caso conservate la ricevuta del pagamento. Questi due metodi di pagamento (Posta e Banca) hanno dei costi (1,10 per la Posta). Se invece volete venire a trovarci presso la nostra sede, negli orari d'ufficio portate il bollettino postale che vi abbiamo inviato e potrete pagare la vostra quota senza costi aggiuntivi. Nei primi 2 mesi dell'anno, per facilitare i pagamenti, il nostro ufficio resta aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00 Pag. 5

6 Ho perso il bollettino postale. Come posso fare a pagare? Se avete occasione di passare in ufficio compileremo per voi a mano un nuovo bollettino e potrete pagare direttamente senza alcuna spesa aggiuntiva. Nei primi mesi dell'anno, quando l'afflusso dei nostri soci che vengono a pagare è notevole, abbiamo qualche difficoltà a compilare a mano i bollettini, ma se passate verso marzo o aprile non c'è alcun problema. Se invece non avete la possibilità di passare da noi fateci una telefonata e vi daremo tutte le informazioni per effettuare il pagamento in banca o vi invieremo un nuovo bollettino postale appositamente compilato. Quanto tempo ho per pagare la quota di iscrizione? Alla Socrem non siamo fiscali con i termini per il pagamento, quindi anche se venite in aprile o maggio a pagare sarete sempre in tempo e non dovrete pagare sovrattasse. In ogni caso la vostra iscrizione alla Socrem resterà valida per ben due anni dall'ultima quota versata. Se cioè avete pagato nel 2010, ma vi siete dimenticati di pagare nel 2011, l'iscrizione resta valida. Noi ovviamente vi invieremo dei solleciti di pagamento e, solo dopo due anni di non pagamento della quota di iscrizione, sarete cancellati e quindi la vostra iscrizione non sarà più valida. Cosa succede se mi dimentico di pagare? Come abbiamo spiegato sopra il socio che si dimentica di pagare la quota annuale resta iscritto per due anni. In questo lasso di tempo noi provvediamo ad inviare delle lettere di sollecito. La prima lettera viene inviata in genere durante l'estate quando, dopo una verifica dei pagamenti effettuati, possiamo estrarre dal nostro archivio i dati delle persone che non hanno ancora pagato. Una nuova lettera con il bollettino di pagamento viene inviata all'inizio del secondo anno con relativo sollecito a metà dell'anno. Scaduto il secondo anno lo statuto della ci impone di considerare il «moroso» come EX-SOCIO. Prima di effettuare questa cancellazione il socio moroso viene però avvertito con un'ultima lettera in cui si comunica che se non provvederà al pagamento verrà cancellato dalla. Pag. 6

7 Una volta iscritto alla, posso cambiare idea e non essere più cremato? Certamente! Se un nostro socio cambia idea, può farlo liberamente. E' sufficiente che passi dal nostro ufficio per firmare un semplice modulo. Chi non ha la possibilità di passare dall'ufficio può inviare una semplice lettera autografa in cui chiede di essere cancellato dalla nostra lista. Per evitare possibili abusi da parte di altre persone, in questi casi chiediamo l'autentica della firma da parte di un pubblico ufficiale o in alternativa la fotocopia del documento di identità. Ho pagato per errore due volte la quota annuale. Che cosa posso fare? Ho perso i soldi pagati in più? Se per sbaglio avete pagato 2 volte la quota d'iscrizione per lo stesso anno non perdete i vostri soldi, ma la quota pagata in più viene accreditata per l'anno successivo. Se ad esempio avete pagato 2 volte la quota del 2011, nel 2012 non dovrete pagare la quota annuale (e quindi non riceverete il bollettino per il pagamento). Purtroppo, per ragioni contabili, non ci è possibile restituire la somma pagata in eccesso. In certi casi è successo che un socio abbia pagato una cifra diversa rispetto a quella dovuta. Se possibile la teniamo valida per l'anno successivo, altrimenti la mettiamo in contabilità come Contributo straordinario (in genere si tratta di pochi Euro). Devo pagare la quota annualmente o posso pagare per più anni? La offre ai propri associati la possibilità di pagare più quote annuali in un'unica soluzione. Per sapere quanto si deve pagare è sufficiente moltiplicare la quota annuale per gli anni che volete pagare. Se ad esempio un socio vuole pagare per 5 anni deve moltiplicare l'importo della quota annuale per 5 (100,00 se si tratta di un single o 75,00 se si tratta di un coniuge). Volendo è anche possibile pagare il vitalizio cioè versare una quota pari a quindici annualità ed essere iscritto per tutta la vita ( per i single e 225,00 cad. per i soci sposati). Quali vantaggi ho a pagare la quota per più anni? Pag. 7

8 L'unico vantaggio economico è, se nel corso del periodo che è stato pagato, la quota d'iscrizione aumenta. Chi ha pagato in anticipo pagherà la nuova quota solo allo scadere degli anni pagati. Se pago per 10 anni anticipati, ma muoio prima (oppure cambio idea non voglio essere più socio della Socrem) verrò rimborsato? Questa possibilità non è prevista dal nostro statuto, quindi non è possibile avere alcun rimborso. Ovviamente nessun rimborso è previsto per chi paga il vitalizio oppure la quota annuale e dopo cambia idea e si cancella dalla Socrem. Ho cambiato indirizzo e non ricevo più né i bollettini per i pagamenti delle quote, né i giornalini della Socrem. Che cosa devo fare? Noi cerchiamo di mantenere sempre aggiornato l'archivio elettronico dei nostri soci, ma purtroppo se nessuno ci avvisa del cambio di indirizzo, noi non possiamo saperlo. Quindi se cambiate indirizzo vi preghiamo di avvisarci, magari anche telefonicamente, oppure incaricando una persona di vostra fiducia di comunicarcelo anche tramite lettera. In questo modo possiamo aggiornare l'archivio ed inviare le nostre comunicazioni al nuovo indirizzo. Il nonno è ricoverato presso una casa di riposo ed io vorrei pagare per lui l'iscrizione alla Socrem. Come faccio ad avere i bollettini per i pagamenti? Anche in questo caso dovrete comunicarci l'indirizzo presso cui dobbiamo mandare la corrispondenza. Ma, in pratica, quali vantaggi ci sono ad essere iscritti alla Socrem? Come abbiamo scritto in precedenza la Socrem raccoglie le volontà del socio per quanto riguarda la cremazione e le fa rispettare anche nel caso vi sia qualche familiare contrario alla cremazione. I familiari di un socio Socrem non devono andare in comune a firmare l'atto notorio per autorizzare la cremazione. Il più delle volte sono i comuni stessi (almeno in Alto Adige) che ci avvertono del decesso Pag. 8

9 di un nostro associato. Infatti noi inviamo periodicamente ai comuni altoatesini l'elenco degli iscritti. Quando siamo avvisati del decesso di un nostro socio, inviamo un fax con la domanda di iscrizione del socio (ed eventuali testamenti olografi relativi alla dispersione delle ceneri) al comune ed in certi casi anche alle pompe funebri incaricate del funerale. Solo nel caso di decesso al di fuori della provincia di Bolzano è indispensabile che uno dei familiari (o un incaricato delle pompe funebri che si o ccupa del funerale) provveda ad avvisarci telefonicamente del decesso. Anche in questo caso invieremo per fax la domanda di iscrizione del socio e con ciò viene autorizzata la cremazione. Quando mi sono iscritto, molti anni fa mi avevano detto che la cremazione era gratuita. Perché adesso devo pagarla? Questa domanda ci viene posta da molti nostri soci anziani che si sono iscritti alla Socrem prima della costruzione nel cimitero di Oltrisarco del forno crematorio. In quegli anni per essere cremati occorreva trasportare le salme presso i crematori di altre province (di solito a Mantova) con costi di trasporto molto elevati. Il comune di Bolzano, per favorire la cremazione, veniva incontro pagando le spese. Qualcuno ha creduto (o gli è stato fatto credere) che la cremazione fosse pagata dalla Socrem. Quando poi il Crematorio è stato costruito nel nostro cimitero (anche grazie alle pressioni della Socrem), il Comune che lo gestisce, ha stabilito i costi per la cremazione e periodicamente provvede ad adeguarli. La Socrem non ha alcuna voce in capitolo per quanto riguarda la gestione del Crematorio e per questo non è in grado di offrire sconti o agevolazioni economiche per i propri iscritti. MA ALLORA LA CIFRA DI 20,00 CHE PAGO COME QUOTA ANNUALE, COME VIENE SPESA? La Socrem è una associazione NO-PROFIT e quindi non ha alcun fine di lucro. I soldi delle quote da voi versate ed i pochi contributi che ci vengono elargiti dagli enti pubblici servono per il pagamento dell'affitto della sede, l'acquisto e la gestione delle apparecchiature elettroniche per la gestione dei dati dei soci (computer, fax etc.), nonché per pagare lo stipendio ai due impiegati che provvedono a tenere aperto l'ufficio ed a gestire il lavoro burocratico. Quando avanzano dei soldi provvediamo ad organizzare qualche iniziativa che possa farci Pag. 9

10 conoscere al maggior numero di persone possibili. Ho del tempo libero, potrei dedicarlo a lavorare alla Socrem? Certamente! La Socrem ha bisogno, soprattutto in certi periodi dell'anno dell'aiuto dei suoi volontari. Se quindi si vuole collaborare è sufficiente dare la propria disponibilità. Pag. 10

11 LE CENERI Ho sentito parlare della dispersione delle ceneri in natura. Significa che le ceneri possono essere disperse OVUNQUE? Una legge a livello nazionale (vedi legge N. 130 del 2001) e la legge provinciale N 1 del 19 gennaio 2012 e la delibera della Giunta provinciale N 1764 del 26/11/2012, ammettono anche la dispersione delle ceneri, ma mancano i regolamenti cimiteriali dei singoli comuni. Al momento la dispersione in provincia di Bolzano può essere fatta solo nel cinerario comune del cimitero di Bolzano (solo per i residenti) e nel comune di Chiusa. Poiché le cose stanno evolvendo, suggeriamo di rivolgersi al vostro Comune per avere informazioni aggiornate. In ogni caso i regolamenti cimiteriali dei singoli comuni stabiliranno con precisione i luoghi in cui sarà possibile disperdere le ceneri. Quindi, anche se mi faccio cremare, dovrò acquistare un loculo o una tomba di famiglia? Se uno non ha, o non vuole acquistare, un loculo o una tomba di famiglia potrebbe far disperdere le proprie ceneri nel cosiddetto cinerario comune. Purtroppo pur essendo già previsto dalla legge, alla pari dell' ossario comune, non tutti i cimiteri si sono adeguati. Attualmente questa possibilità è offerta ai cittadini del comune di Bolzano. La Socrem si sta dando da fare per far applicare la legge a tutti i cimiteri della provincia in modo che tutti possano scegliere questa opzione. Appena avremo notizie più dettagliate su questo argomento ne daremo ampia pubblicità tra i nostri associati. In attesa dell'approvazione della legge sulla dispersione, come posso fare per esprimere questo mio desiderio? I soci della Socrem possono lasciare una memoria autografa con le proprie volontà, che verrà allegata al proprio fascicolo conservato nell'archivio dei nostri soci. Se al momento del decesso la legge sarà stata approvata, le volontà del socio potranno essere fatte rispettare. Un fac-simile della domanda per chiedere l'affidamento e/o la dispersione delle ceneri la potete trovare qui. Pag. 11

12 Prima di morire voglio acquistare un loculo dove dovranno essere depositate le mie ceneri. Posso farlo? Questo si può fare in alcuni cimiteri il cui regolamento lo preveda. Ad esempio, nel cimitero di Bolzano non è possibile per persone ancora in vita acquistare un loculo dove depositare le proprie ceneri. La Socrem si sta dando da fare per ottenere una mappa dei cimiteri della provincia in cui è possibile acquistare in anticipo il loculo. Appena avremo dei dati aggiornati li pubblicheremo nel nostro Il "pozzetto" per la dispersione delle ceneri e dietro le giornalino e in queste pagine tabelle su cui far incidere i nomi dei defunti. del nostro sito. Non voglio che le mie ceneri siano disperse ne' ho la possibilità di acquistare un loculo. quali alternative ci sono? Esiste la possibilità di affidare le ceneri ad una persona di fiducia che dovrà ritirare l'urna con le ceneri e conservarla nella propria abitazione. Nel cimitero di Bolzano sono in costruzione una serie di «Tombe terranee per seppellire urne cinerarie». Si tratta di tombe piccole adatte solo a contenere un urna cineraria. Se le mie ceneri sono disperse, magari nel cinerario comune, come posso fare affinché i miei parenti o conoscenti abbiano un posto in cui ricordarmi? Nel cimitero di Bolzano, proprio dietro il cinerario comune, sono state predisposte delle tabelle sulle quali è possibile far incidere il nome del defunto. Pag. 12

SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216

SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216 SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216 VADEMECUM PER IL SOCIO SOMMARIO SO. CREM Associazione senza scopo di

Dettagli

Autorizzazione alla cremazione e trasporto di cadavere e all'affidamento e conservazione delle ceneri

Autorizzazione alla cremazione e trasporto di cadavere e all'affidamento e conservazione delle ceneri Autorizzazione alla cremazione Autorizzazione alla cremazione e trasporto di cadavere e all'affidamento e conservazione delle ceneri Di cosa si tratta? L'autorizzazione alla cremazione spetta all'ufficiale

Dettagli

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI CIMITERI Gli uffici amministrativi si trovano presso il Cimitero S. Michele, in Piazza dei Castellani. Orari di apertura al pubblico uffici amministrativi: Mattino: dal lunedì al venerdì: 08:00-11:30 Pomeriggio:

Dettagli

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi

Dettagli

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti I CIMITERI Il Comune di Cremona gestisce i seguenti cimiteri: il Civico Cimitero di Cremona (foto 1) via Cimitero 1 - Cremona 1 il Cimitero

Dettagli

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi Sono lieto di presentare ai cittadini di Udine la Carta della Qualità dei Servizi offerti dal Comune di Udine. Per ogni servizio specifico, la Carta della Qualità dei Servizi fissa le caratteristiche e

Dettagli

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO Allegato A) alla delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 24/04/2013. COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DI DESTINAZIONE DELLE CENERI. ART. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA

COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA Regolamento relativo alla dispersione ed alla conservazione personale delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto e finalità Il presente

Dettagli

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa Come fare la denuncia di morte La denuncia di morte deve essere fatta da un familiare o da una persona incaricata, entro 24 ore, all'ufficio di Stato Civile. Le pubbliche assistenze e le agenzie di pompe

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

Trasporto della salma (prima dell accertamento di morte) in altro Comune nell ambito del territorio della Regione Lombardia.

Trasporto della salma (prima dell accertamento di morte) in altro Comune nell ambito del territorio della Regione Lombardia. Trasferimento salme e ceneri fuori dal Comune di Ceresara Trasporto della salma (prima dell accertamento di morte) in altro Comune nell ambito del territorio della Regione Lombardia. E possibile trasportare

Dettagli

COMUNE DI ARGENTA REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. Approvato con delibera C.C.n.34 del 31.05.

COMUNE DI ARGENTA REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. Approvato con delibera C.C.n.34 del 31.05. COMUNE DI ARGENTA REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. Approvato con delibera C.C.n.34 del 31.05.2006 Ripubblicato all'albo pretorio per 15 gg. Consecutivi dal

Dettagli

CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI

CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI 1 CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI Via Mazzini 2 25063 Gardone V.T. tel. 0308911583 int. fax

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Caratteristiche generali La gestione e la manutenzione dei cimiteri del territorio comunale è affidata a Enìa dal 1996. Complessivamente l'azienda opera in 11 strutture 1

Dettagli

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013.

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013. All. A del. C.C. n. /2013 COMUNE DI TARZO (TV) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DI DEFUNTI E/O RESTI MORTALI Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 6 del 14 marzo 2011 In vigore dal 19

Dettagli

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto e finalità. 1. Il presente

Dettagli

CITTA di IMPERIA. Viale Matteotti, 157 UFFICIO POLIZIA MORTUARIA

CITTA di IMPERIA. Viale Matteotti, 157 UFFICIO POLIZIA MORTUARIA CITTA di IMPERIA Viale Matteotti, 157 UFFICIO POLIZIA MORTUARIA Regolamento relativo alla dispersione ed alla conservazione personale delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI AIRASCA Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 28/11/2008

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria REGOLAMENTO COMUNALE AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti Comune di Castelnovo ne Monti REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Delib. C.C. n. 91 del 30/11/2007) ART. 1 - AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

COMUNE DI SCHIO Provincia di Vicenza SERVIZI DEMOGRAFICI CARTA DEI SERVIZI

COMUNE DI SCHIO Provincia di Vicenza SERVIZI DEMOGRAFICI CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI SCHIO Provincia di Vicenza SERVIZI DEMOGRAFICI CARTA DEI SERVIZI Q Euando ci siamo proposti per amministrare la nostra città, ci siamo assunti delle responsabilità e degli impegni. E, in testa,

Dettagli

Comune di Arezzo. Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti

Comune di Arezzo. Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti Comune di Arezzo Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti (deliberazione CC n. del in vigore dal) NORME GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 33 del 08.04.2008

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE C O M U N E DI G E N O L A Provincia di Cuneo REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI I N D I C E Art. DESCRIZIONE Art. DESCRIZIONE 1 CAPO I - NORME GENERALI

Dettagli

COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì-Cesena

COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì-Cesena COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. ^^^ Il presente Regolamento: E stato deliberato dal C.C. nella seduta del 30/09/2008

Dettagli

Allegato. Comune di Campogalliano

Allegato. Comune di Campogalliano Allegato Comune di Campogalliano REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con delibera di C.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Tel. 0122/755955 Fax 0122/755935 COMUNITÀ MONTANA ALTA VALLE SUSA COMUNE DI SAUZE DI CESANA PROVINCIA DI TORINO Via Principale 25 C.A.P. 10054 E-mail info@comune.sauzedicesana.to.it Allegato alla deliberazione

Dettagli

COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O M M A R I O CAPO I - NORME GENERALI Art. 1 Oggetto del regolamento CAPO II

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI PONTEBBA. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, DISPERSIONE ED AFFIDAMENTO DELLE CENERI

COMUNE DI PONTEBBA. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, DISPERSIONE ED AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI PONTEBBA Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, DISPERSIONE ED AFFIDAMENTO DELLE CENERI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.ro 60 del 30/11/2013 INDICE Art. 1 Art.

Dettagli

I SERVIZI CIMITERIALI

I SERVIZI CIMITERIALI I SERVIZI CIMITERIALI Agec cura i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi cimiteriali Agec sono certifi

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18)

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) COMUNE DI RAGUSA REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E/O DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

DISCIPLINARE. Comune di Follonica

DISCIPLINARE. Comune di Follonica Comune di Follonica interno per l applicazione della Legge Regionale Toscana del 31 maggio 2004, n. 29 Affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti Delibera

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

In caso di lutto in famiglia

In caso di lutto in famiglia Ingresso Cimitero Monumentale di Lecco In caso di lutto in famiglia Norme e indicazioni utili Servizi di Stato civile - Servizi cimiteriali Quando accade un evento luttuoso, ci troviamo spesso impreparati.

Dettagli

COMUNE DI TOVO SAN GIACOMO (PROVINCIA DI SAVONA) REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

COMUNE DI TOVO SAN GIACOMO (PROVINCIA DI SAVONA) REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI COMUNE DI TOVO SAN GIACOMO (PROVINCIA DI SAVONA) REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con D.C.C. n. 4 DEL 19.01.2006 REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI

DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI 1. Condizioni L autorizzazione all affidamento personale delle

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI BUSCA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O M M A R I O Art. DESCRIZIONE

Dettagli

ADEMPIMENTI IN CASO DI PERDITA DI UN CONGIUNTO

ADEMPIMENTI IN CASO DI PERDITA DI UN CONGIUNTO COMUNE DI VARENA PROVINCIA DI TRENTO ADEMPIMENTI IN CASO DI PERDITA DI UN CONGIUNTO L'Amministrazione Comunale, nell'intento di essere vicina a coloro che sono colpiti da eventi luttuosi e affiancarli

Dettagli

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di GRINZANE CAVOUR Provincia di CUNEO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O

Dettagli

Comune di LOMBRIASCO

Comune di LOMBRIASCO Comune di LOMBRIASCO Provincia di TORINO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato

Dettagli

COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA PER LA CREMAZIONE, L'AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA PER LA CREMAZIONE, L'AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA PER LA CREMAZIONE, L'AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE La cremazione, l'affidamento, la conservazione e la dispersione delle

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Art. 1 (Oggetto e finalità) 1. Il presente titolo disciplina la cremazione,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI CITTA' di CANALE Provincia di CUNEO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con

Dettagli

Art. 1 Oggetto Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione

Art. 1 Oggetto  Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione PROVINCIA DI CUNEO INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione Art. 5 Insufficienza sepolture. Cremazioni Art. 6 Caratteristiche

Dettagli

ROCCI. Informazioni utili e necessarie sui Servizi Funebri e Cimiteriali della Città di Teramo. Superstiziosi SÌ sprovveduti NO!

ROCCI. Informazioni utili e necessarie sui Servizi Funebri e Cimiteriali della Città di Teramo. Superstiziosi SÌ sprovveduti NO! ROCCI Informazioni utili e necessarie sui Servizi Funebri e Cimiteriali della Città di Teramo Superstiziosi SÌ sprovveduti NO! S O M M A R I O 1. Cosa fare in caso di lutto 2. Cosa non fare in caso di

Dettagli

Estratto da: REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO MORTUARIO E DEI CIMITERI N. 264. CREMAZIONE Articolo 34 - Esercizio ed Autorizzazione

Estratto da: REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO MORTUARIO E DEI CIMITERI N. 264. CREMAZIONE Articolo 34 - Esercizio ed Autorizzazione Estratto da: REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO MORTUARIO E DEI CIMITERI N. 264 CREMAZIONE Articolo 34 - Esercizio ed Autorizzazione 1. Il servizio della cremazione è incombenza istituzionale che potrà essere

Dettagli

INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri.

INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri. INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri. APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N.43 DEL 28.12.2009 TITOLO 1

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di MOMBELLO MONFERRATO Provincia di ALESSANDRIA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

Disposizioni per le esequie

Disposizioni per le esequie Disposizioni per le esequie Steso da Nome: Cognome: Data di nascita: Luogo di residenza: Avvertenza: Vi preghiamo di consegnare le disposizioni per le esequie a una persona di fiducia o di depositarle

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLA CREMAZIONE, DISPERSIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con atto deliberativo di Consiglio

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 Disciplina della cremazione e altre disposizioni in materia cimiteriale (b.u. 1 luglio 2008, n. 27, suppl. n. 1) Art. 1 Oggetto e finalità 1. Questa legge, nel rispetto

Dettagli

Comune di Limone Piemonte

Comune di Limone Piemonte Comune di Limone Piemonte CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO AMMINISTRATIVO RESPONSABILE: d.ssa Para Monica n. Tel.: 0171.925240 fax 0171.925249 E-MAIL: comune@comune.limonepiemonte.it Il Servizio Amministrativo

Dettagli

COMUNE DI SCANSANO Prov. Di Grosseto Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri

COMUNE DI SCANSANO Prov. Di Grosseto Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri COMUNE DI SCANSANO Prov. Di Grosseto Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone)

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) * * * * * REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI * * * * * ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

SOCREM SOCIETÀ PROVINCIALE DI CREMAZIONE VICENZA STATUTO

SOCREM SOCIETÀ PROVINCIALE DI CREMAZIONE VICENZA STATUTO SOCREM SOCIETÀ PROVINCIALE DI CREMAZIONE VICENZA STATUTO VICENZA 2015 S O C R E M Società Provinciale di Cremazione VICENZA Ente morale R.D. 5.2.1914 n. 128 VICENZA 2015 SOCIETÀ PROVINCIALE DI CREMAZIONE

Dettagli

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a,

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a, Marca da bollo 16,00 Spett.le Ufficio Servizi Cimiteriali Servizio SUAP Piazza San Michele 1 30020 QUARTO D ALTINO Tel. 0422 826233 Fax. 0422 826256 servizicimiteriali@comunequartodaltino.it PEC comune.quartodaltino.ve@pecveneto.it

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI VILLAR FOCCHIARDO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n.20) Art. DESCRIZIONE Art.

Dettagli

Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti.

Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 - Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la cremazione, l'affidamento,

Dettagli

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. altro titolo:, della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / /

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. altro titolo:, della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / Spett.le Ufficio Servizi Cimiteriali Marca da bollo 16,00 Servizio SUAP Piazza San Michele 1 30020 QUARTO D ALTINO Tel. 0422 826233 Fax. 0422 826256 servizicimiteriali@comunequartodaltino.it PEC comune.quartodaltino.ve@pecveneto.it

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, DISPERSIONE ED AFFIDAMENTO DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, DISPERSIONE ED AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, DISPERSIONE ED AFFIDAMENTO DELLE CENERI 1 CAPO I CREMAZIONE Art. 1 Disposizione generale 1. Il presente regolamento disciplina,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA CREMAZIONE E SULLA DESTINAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA CREMAZIONE E SULLA DESTINAZIONE DELLE CENERI REGOLAMENTO COMUNALE SULLA CREMAZIONE E SULLA DESTINAZIONE DELLE CENERI CAPO I CREMAZIONE Art. 1 Disposizione generale 1. Il presente regolamento disciplina, in particolare, la cremazione dei cadaveri

Dettagli

Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA

Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA U.O. SERVIZI CIMITERIALI E POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO PER LA CREMAZIONE, LA CONSERVAZIONE, L AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234407 - Fax 011 9234422 E-mail: ragioneria@comune.robassomero.to.it -

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234407 - Fax 011 9234422 E-mail: ragioneria@comune.robassomero.to.it - COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234407 - Fax 011 9234422 E-mail: ragioneria@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to.it Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Moduli di autocertificazione

Moduli di autocertificazione Moduli di autocertificazione In base al D.P.R. 28.12.2000 n. 445 il cittadino può ricorrere all'autocertificazione per la sostituzione e la riduzione dell'uso dei certificati. Tale D.P.R. permette la sostituzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

REGOLAMENTO PER LA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI REGOLAMENTO PER LA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI COMUNE DI CHIANCIANO TERME PROVINCIA DI SIENA APPROVAZIONE Delibera C.C. n. 32

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI ISOLA D ASTI Provincia di Asti REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con delibera di C.C. n. 35 del 27.11.2008. REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

La Redazione dell URP. URP MULTIENTE Cosa fare in caso di morte di un congiunto

La Redazione dell URP. URP MULTIENTE Cosa fare in caso di morte di un congiunto Cosa fare in caso di MORTE DI UN CONGIUNTO 4 quadern UADERNiuTIL TILi 2 Il quaderno fornisce indicazioni su come e dove fare la denuncia di morte e a chi rivolgersi per chiedere un supporto sulle pratiche

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA CREMAZIONE, DELLA DISPERSIONE E DELL AFFIDAMENTO DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA CREMAZIONE, DELLA DISPERSIONE E DELL AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine P.ZZA UFFICI, 1 C.F. 8400 1550 304 TEL. 0433 / 51177-51877-51888 www.comune.moggioudinese.ud.it medaglia d'oro al valore civile C.A.P. 33015 P. I.V.A. 01 134

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE LEGGI E REGOLAMENTI LEGGE REGIONALE N.20 del 9 ottobre 2006 Regolamentazione per la cremazione dei defunti e di loro resti, affidamento, conservazione e dispersione delle

Dettagli

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) DOCUMENTO SPECIFICAZIONE DEL SERVIZIO E DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO CREMATORIO Contratto di concessione per la progettazione, realizzazione e gestione

Dettagli

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 Seppellimento in terra di una salma e di un'urna cineraria Esumazione ordinaria e straordinaria Tumulazione in loculo Tumulazione di resti o ceneri

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE NEGRI, BECCHETTI, DIVELLA, COLLAVINI, FRAU, BAIAMONTE, FRATTA PASINI, AMATO, CONTE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE NEGRI, BECCHETTI, DIVELLA, COLLAVINI, FRAU, BAIAMONTE, FRATTA PASINI, AMATO, CONTE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1666 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI NEGRI, BECCHETTI, DIVELLA, COLLAVINI, FRAU, BAIAMONTE, FRATTA PASINI, AMATO, CONTE Nuove

Dettagli

Comune di CERESETO. Provincia di ALESSANDRIA. REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE

Comune di CERESETO. Provincia di ALESSANDRIA. REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE Comune di CERESETO Provincia di ALESSANDRIA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O M

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INCARICO. Il sottoscritto. nato a il residente. a in via n.

DICHIARAZIONE DI INCARICO. Il sottoscritto. nato a il residente. a in via n. Mod. 1 DICHIARAZIONE DI INCARICO Il sottoscritto nato a il residente a in via n. consapevole delle sanzioni penali richiamate dall art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 in caso di dichiarazioni mendaci,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di CORNELIANO D ALBA Provincia di CUNEO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto U.O. 3/I Settore - Servizi Demografici e Statistici Responsabile del coordinamento Dr. Silvano Costantini COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto Regolamento relativo all affidamento, conservazione e

Dettagli

* come fare l' iscrizione all' area collirio * come fare una prenotazione * come fare una cancellazione

* come fare l' iscrizione all' area collirio * come fare una prenotazione * come fare una cancellazione Occhioalsole Onlus Associazione in favore dei bambini affetti dalla cheratocongiuntivite Vernal (vkc) ISTRUZIONI PER L'USO AREA COLLIRIO Versione Maggio 2012 * come fare l' iscrizione all' area collirio

Dettagli

LEGGE REGIONALE (n. 4)

LEGGE REGIONALE (n. 4) LEGGE REGIONALE (n. 4) approvata dal Consiglio regionale nella seduta antimeridiana del 30 settembre 2008 ----- ----- - 1 - Art. 1 (Oggetto e finalità) 1. La presente legge disciplina l affidamento delle

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Libretto Servizi Funebri 21-03-2007 11:26 Pagina 1 1955 UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE LOMBARDO E PROVINCIALE DI MILANO GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Programma generale di intervento

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE Comune di CORTEOLONA Provincia di PAVIA 27014 Corteolona (PV) Via Garibaldi, 8 www.comune.corteolona.pv.it Tel. 0382 70024 Fax. 0382 71519 E-mail demografici@comune.corteolona.pv.it GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI

Dettagli

Responsabile del procedimento. Responsabile provvedimento finale. Sig.ra Teresa Todesco Ufficio anagrafe - Settore Servizi Demografici

Responsabile del procedimento. Responsabile provvedimento finale. Sig.ra Teresa Todesco Ufficio anagrafe - Settore Servizi Demografici Procedimento Descrizione breve Rif. Normativi Unità responsabile Responsabile del procedimento Responsabile provvedimento finale Uffici per informazioni Termine conclusione Sostit. provv. con dichiar.

Dettagli

Art. 1. (Oggetto e finalita')

Art. 1. (Oggetto e finalita') Legge regionale n. 11 del 13/10/2008 Disposizioni in materia di destinazione delle ceneri da cremazione. Art. 1 (Oggetto e finalita') 1. La presente legge disciplina l'affidamento delle ceneri derivanti

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI ALESSANDRIA Comune di OZZANO MONFERRATO Via S. Maria nr. 1 Cap.15039 Ozzano Monferrato Tel. 0142/487153 Fax 0142/487038 Servizio Cimiteriale REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 28.11.2008) 1 Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art.

Dettagli

CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO

CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO Le successioni Successioni, iter di gestione Disposizione dei beni acquisiti in via successoria I rapporti con un Beneficiario psichiatrico Il supporto

Dettagli