Che cos è l energia elettrica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Che cos è l energia elettrica"

Transcript

1 Mercato Elettrico

2 Che cos è l energia elettrica Un flusso ordinato di elettroni Un prodotto fisico generato da qualsiasi fonte naturale (es. fulmine) o artificiale (es. dinamo) È UN BENE NON IMMAGAZZINABILE DEVE ESSERE SEMPRE DISPONIBILE: PRODUZIONE E CONSUMO DEVONO SEMPRE COINCIDERE DURANTE LA TRASFORMAZIONE E IL TRASPORTO SUBISCE DELLE PERDITE Energia = Potenza x Tempo abbiamo: kwh = Kw x ore* consumo ovvero: kwh energia prelevata kw Potenza

3 Che cos è la tensione? Tensione: Differenza di potenziale tra il punto A e il punto B I livelli di tensione sono direttamente proporzionali alla potenza trasportata e alla distanza tra generazione e consumo: AT - Alta Tensione grandissimi utilizzatori Trasmissione territorio nazionale e interconnessione con estero (da 35KV e 220KV). Perdite di rete 1,8% MT - Media Tensione Utilizzatori medi e medio-grandi BT - Bassa Tensione Trasporto perifericamente (da 1KV a 35KV) Perdite di rete 4,7 % Piccole utenze case, uff (fino a 1KV) Perdite di rete 10,4 % Il passaggio tra diversi livelli di tensione è reso possibile dai trasformatori.

4 Unità di Misura TENSIONE Volt 1000 Volt = 1kV POTENZA Watt 1000 Watt = 1kW 1000 kw = 1 MW ENERGIA kwh 1000 kwh = 1 MWh kwh = 1 GWh KWh = 1 TWh

5 La filiera elettrica e gli attori Produttore Genera energia elettrica (Enel, EGL etc.) TERNA Gestisce l energia in Alta Tensione e la trasforma in media tensione, passandola ai distributori Trasporto nazionale Alta Tensione Enel Distribuzione A2A Distributori Gestiscono Clienti in media e bassa tensione Cliente Acquista energia elettrica che gli viene consegnata dal distributore

6 Le fasi della liberalizzazione del Mercato Fin dall inizio il Decreto Bersani ha ampliato la fascia dei clienti idonei fissando soglie minime di consumo annuo contenute. Da maggio 2003 sono diventati idonei tutti i clienti che consumano almeno 0,1 GWh/anno e da luglio 2004 tutti i possessori di partita IVA. Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti, anche quelli domestici. A PARTIRE DAL 1 LUGLIO 2007: Le attività di distribuzione e di vendita dell energia elettrica devono essere separate (le aziende di distribuzione, es. ENEL Distribuzione, ACEA, AEM Milano etc). Tutti i clienti possono scegliersi liberamente il proprio fornitore di energia elettrica. Per i clienti che non scelgono, sono istituiti: SERVIZIO di MAGGIOR TUTELA dove confluiscono Clienti domestici Piccole imprese in BT con meno di 50 dipendenti e fatturato inferiore a 10 milioni SERVIZIO di SALVAGUARDIA dove confluiscono tutti i clienti che non rientrano nel servizio di maggior tutela

7 Cosa è successo per il cliente? TIPO DI SERVIZIO DESCRIZIONE MODALITÀ POSSIBILITÀ DI RIENTRO/TEMPI DI RECESSO MAGGIOR TUTELA SALVAGUARDIA 1 luglio 2007: i clienti domestici hanno diritto di recedere dal preesistente contratto di fornitura In mancanza di tale scelta il servizio è garantito dall impresa distributrice, anche attraverso apposite società di vendita Il servizio è esteso anche alle piccole imprese connesse in BT (dipendenti <50 e fatturato annuo <10 MLN ) 1 luglio 2007: per i clienti non domestici (imprese con oltre 50 dipendenti che non hanno ancora lasciato il mercato vincolato) e che non scelgono un nuovo fornitore. Servizio svolto da società di vendita del libero mercato accreditate attraverso procedura concorsuale Tempi di recesso - Per tutti i clienti: 1 MESE AEEG DELIBERA : TIV (TESTO INTEGRATO VENDITA) Tempi di recesso - Per tutti i clienti: 1 MESE LIBERO -Tutti i Clienti che hanno approfittato dell opportunità di scegliere il proprio fornitore di energia (Residenziali, BT, MT) Possibilità di Rientro -Un cliente può in qualsiasi momento cambiare il proprio fornitore Tempi di recesso -BT: 3 mesi -MT: la delibera 79/08 ha eliminato la tempistica lasciandone alle parti la definizione

8 Maggior tutela principali caratteristiche COMPONENTE PED = Prezzo Energia e Dispacciamento è il corrispettivo, espresso in centesimi di euro/kwh, a copertura dei costi sostenuti dall Acquirente Unico per l acquisto ed il dispacciamento dell energia elettrica destinata ai clienti in maggior tutela. Tempi di recesso: 30 giorni Oneri: UC1 e PCV (che non si pagano sul mercato libero) Esercenti: soc. di commercializzazione dei distributori locali (ESE nel caso di Enel Distribuzione, Iride a Torino, A2A a Milano, Acea Electrabel a Roma)

9 Maggior tutela tariffe

10 Salvaguardia Prezzo energia: PUN + parametro Ω (differente per ogni area territoriale) Tempi di recesso: 30 giorni Gli esercenti si aggiudicano le aree territoriali per mezzo di aste periodiche indette dall Acquirente Unico

11 La misura dell energia

12 Fasce orarie

13 Mercato Gas

14 IL GAS NATURALE DEFINIZIONE E COMPOSIZIONE GAS NATURALE: prodotto dalla decomposizione anaerobica di materiale organico, costituito in massima parte da sostanze chimiche chiamate idrocarburi; in natura si trova comunemente allo stato fossile, insieme al petrolio, al carbone o da solo in giacimenti di gas naturale. Principale componente del gas naturale: il METANO (la più piccola e leggera fra le molecole degli idrocarburi), per questo motivo il gas naturale viene anche comunemente chiamato metano. Altri idrocarburi presenti: etano, propano e butano, nonché, in piccole quantità, pentano. Altri componenti (percentuali modeste): anidride carbonica, azoto, ossigeno (tracce), gas nobili, solfuro di idrogeno; solfuro d'idrogeno e mercurio sono considerati i contaminanti più nocivi, pertanto devono essere rimossi prima di qualsiasi utilizzo. Prodotti della combustione: essenzialmente anidride carbonica e acqua; limitate emissioni di ossidi di azoto (No x ); particolato (polveri sottili e le ceneri) assente; ossidi dello zolfo (SO x ) assenti. COMBUSTIBILE PREGIATO

15 IL GAS NATURALE UNITA DI MISURA E CONTENUTO ENERGETICO (1) Il gas naturale viene misurato in base al volume, cioè alla porzione di spazio che occupa. m³ L'unità di misura di volume è il metro cubico o metro cubo: volume racchiuso da un cubo avente gli spigoli lunghi un 1 metro (simbolo: m 3 ). Contenuto energetico del gas naturale: espresso convenzionalmente dal POTERE CALORIFICO SUPERIORE (PCS). POTERE CALORIFICO: quantità di calore prodotta dalla combustione completa di una quantità unitaria di gas a determinate condizioni, quando la pressione di reazione è mantenuta costante ed i prodotti della sua combustione vengono riportati alla temperatura iniziale dei reagenti. POTERE CALORIFICO SUPERIORE (PCS): si considera tutta l energia prodotta dal combustibile. Per convenzione: si fa riferimento alle condizioni standard di pressione e di temperatura del gas (15 C di temperatura e 1,01325 bar assoluti (pressione atmosferica sul livello del mare) di pressione). Si parla pertanto di Standard metro cubo (Smc): quantità di gas necessaria ad occupare un metro cubo di volume a 15 C di temperatura e 1,01325 bar assoluti (pressione atmosferica sul livello del mare) di pressione.

16 LA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO RIFERIMENTI NORMATIVI Testo di riferimento per il settore di mercato del gas naturale è il Decreto legislativo n. 164 del 2000 ( Decreto Letta ), che ha recepito la Direttiva Europea 30/98/CE. l'estensione della libera attività di vendita a tutte le tipologie di clienti si completa soltanto al 1 gennaio 2003, data alla quale tutti i clienti finali sono diventati "clienti idonei", cioè soggetti che hanno la capacità di stipulare contratti di fornitura con qualsiasi fornitore liberamente scelto (dal 1 gennaio 2001 erano diventati idonei tutti i Clienti con consumi superiori a m 3 ); Nonostante la liberalizzazione del settore, l'aeeg mantiene comunque le sue funzioni di regolamentazione e vigilanza ed esercita, fra gli altri, i compiti di: definire i criteri per la regolazione tariffaria per il servizio di trasporto e dispacciamento del gas naturale; definire i criteri per la regolazione tariffaria per il servizio di stoccaggio minerario, strategico e di modulazione; definire i criteri per la regolazione tariffaria per il servizio di rigassificazione; definire i criteri per la regolazione tariffaria per il servizio distribuzione; promuovere la concorrenza e la disponibilità di liquidità sul mercato del gas; definire i criteri per la formazione dei prezzi ai clienti del mercato tutelato.

17 LA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO DOMANDA E APPROVVIGIONAMENTO DI GAS NATURALE IMPORTAZIONI 75,7 G(m 3 ) 89% 11% PRODUZIONI NAZIONALI 9,3 G(m 3 ) DOMANDA INTERNA 85 miliardi di m 3 41% settore termoelettrico 2% altri settori (agricoltura, autotrazione, usi non energetici) 36% settore civile 21% settore industriale

18 LA FILIERA DEL GAS NATURALE LE ATTIVITA CHE COSTITUISCONO LA FILIERA FILIERA DEL GAS: ciclo produttivo che parte dalla fase di approvvigionamento, passa per lo stoccaggio e termina con la vendita ai clienti finali. Sono tutte le attività che intercorrono fra il momento in cui il gas viene estratto e il momento in cui viene messo a disposizione del cliente finale per il suo utilizzo. La filiera del gas è suddivisa nei seguenti segmenti: SHIPPERS REMI SOCIETA DI VENDITA AL DETTAGLIO

19 LA FILIERA DEL GAS NATURALE GLI ATTORI DEL MERCATO GLI ATTORI DEL MERCATO DEL GAS Imprese che operano nel settore dell'importazione e della coltivazione: garantiscono l'approvvigionamento del gas naturale a copertura dei consumi interni nazionali mediante la produzione diretta da giacimenti in territorio nazionale e l'acquisto all'estero presso produttori e venditori terzi; Trasportatore: soggetto che possiede/gestisce le infrastrutture per il trasporto del gas in alta pressione dal luogo di estrazione fino ai punti di immissione nella rete in bassa pressione; Terminale GNL:impianto utilizzato per le operazioni di liquefazione del gas naturale, o di scarico, stoccaggio e rigassificazione di GNL; Impresa di stoccaggio: soggetto titolare di concessioni di stoccaggio che ha l'obbligo di gestire in modo coordinato e integrato le attività finalizzate alla conservazione, in genere in giacimenti ormai esauriti, di scorte di gas naturale destinate a riserva per i momenti di carenza del prodotto sul mercato del gas naturale garantendo l'ottimizzazione delle infrastrutture e delle capacità di stoccaggio e la sicurezza del sistema nazionale del gas; Grossista: è proprietario del gas all'interno dei gasdotti gestiti dal trasportatore e lo vende quasi esclusivamente ad altri intermediari dell'attività di vendita (viene spesso designato con il termine di shipper ); Distributore: è proprietario o più spesso gestore in concessione delle reti di distribuzione in bassa pressione (reti urbane) per il vettoriamento del gas naturale ai clienti finali allacciati alla sua rete; Società di vendita: è proprietaria del gas nelle reti in bassa pressione gestite dal distributore e vende questo gas quasi esclusivamente ai clienti finali.

20 LA FILIERA DEL GAS NATURALE OPERATORI ATTIVI ATTIVITA Produzione nazionale Importazioni Trasporto Terminali GNL Stoccaggio Vendita all ingrosso Distribuzione Vendita al dettaglio NUMERO DI OPERATORI Circa 10 operatori Circa 40 operatori 9 operatori (3 su rete nazionale, 8 su rete regionale) 2 operatori 2 opertaori Circa 80 operatori Circa 300 operatori Circa 400 operatori

21 LA FILIERA DEL GAS NATURALE GLOSSARIO GLOSSARIO anno termico: è il periodo di tempo convenzionalmente compreso tra 1 ottobre di ogni anno e 30 settembre dell anno successivo per la regolazione tariffaria del servizio di trasporto; 1 aprile di ogni anno e 31 marzo dell anno successivo per la regolazione tariffaria del servizio di stoccaggio; 1 gennaio di ogni anno e 31 dicembre dell anno successivo per la regolazione tariffaria del servizio di distribuzione cliente finale: il consumatore che acquista gas per uso proprio; grossista: il soggetto che acquista e vende gas naturale e che non svolge attività di trasporto o distribuzione all'interno o all'esterno del sistema in cui è stabilito od opera; cliente idoneo: il soggetto che ha la capacità di stipulare contratti di fornitura, acquisto e vendita con qualsiasi produttore, importatore, distributore o grossista, sia in Italia che all'estero; clienti: i clienti grossisti o finali di gas naturale e le imprese di gas naturale che acquistano gas naturale; coltivazione: l'estrazione di gas naturale da giacimenti; dispacciamento: l'attività diretta ad impartire disposizioni per l'utilizzazione e l'esercizio coordinato degli impianti di coltivazione, di stoccaggio, della rete di trasporto e di distribuzione e dei servizi accessori; distribuzione: il trasporto di gas naturale attraverso reti di gasdotti locali per la consegna ai clienti; impianto di GNL: impianto utilizzato per le operazioni di liquefazione del gas naturale, o di scarico, stoccaggio e rigassificazione di GNL; impianto di stoccaggio: l'impianto utilizzato per lo stoccaggio di gas naturale, di proprietà' o gestito da una impresa di gas naturale, ad esclusione della parte di impianto utilizzato per attività di coltivazione; stoccaggio di modulazione: lo stoccaggio finalizzato a soddisfare la modulazione dell'andamento giornaliero, stagionale e di punta dei consumi; trasporto: il trasporto di gas naturale attraverso la rete di gasdotti, esclusi i gasdotti di coltivazione e le reti di distribuzione.

22 LA FILIERA DEL GAS NATURALE COLTIVAZIONE E IMPORTAZIONE (3) Olanda/Norvegia TRANSITGAS/TENP TAG Russia Nel settore delle importazioni, così come in quello delle produzioni nazionali, l operatore dominante è ENI (quota di importazioni pari a più del 60%) GASDOTTI DI IMPORTAZIONE GNL GNL Quattro importanti metanodotti collegano la rete di gasdotti nazionale con le grandi aree di produzione del gas naturale: Olanda e Norvegia, Russia, Algeria e Libia. I gasdotti d'importazione sono: Algeria TTPC/TMPC GreenStream Libia TENP e TRANSITGAS (924 e 291 Km) per l'importazione dall'olanda e dalla Norvegia (Passo Griess); TAG (1.018 Km) per l'importazione dalla Russia (Tarvisio); TTPC e TMPC (742 e 775 Km) per l'importazione dall'algeria (MDV); GREENSTREAM, gasdotto sottomarino lungo circa 520 chilometri per l'importazione dalla Libia (Gela); inoltre a Panigaglia (nei pressi di La Spezia) e al largo di Rovigo sono attivi due terminali di rigassificazione per le importazioni di GNL.

23 LA FILIERA DEL GAS NATURALE TRASPORTO DESCRIZIONE GENERALE DEL SISTEMA DI TRASPORTO ITALIANO Il servizio di TRASPORTO è prestato dai soggetti trasportatori sulle proprie reti di metanodotti; i trasportatori svolgono anche l'attività del DISPACCIAMENTO, cioè quella serie di operazioni di modifica degli assetti di rete volti al mantenimento di un corretto bilanciamento della rete stessa anche in situazioni particolari (lavori di manutenzione sugli impianti, casi di emergenza, ecc) e si avvale di avanzati sistemi informatici di previsione. Una rete di trasporto comprende diversi elementi: METANODOTTI: le condotte utilizzate per il trasporto di gas naturale; vengono classificati a seconda delle pressioni massime di esercizio (le pressioni di esercizio più basse sono caratteristiche delle reti di distribuzione locale). Alta Pressione - Media Pressione - Bassa Pressione centrali di compressione: dislocate lungo tutta la rete e dedicate alla spinta del gas così da assicurarne il trasporto sull intero sistema; gli impianti di regolazione, riduzione, intercettazione, miscelazione e misura, nonché gli altri impianti ausiliari necessari al trasporto e al dispacciamento del gas; i cosiddetti impianti REMI, cabine di REgolazione e Misura, a servizio di clienti industriali direttamente allacciati alla rete di trasporto o a servizio di clienti allacciati a reti di distribuzione locale impianti necessari all interconnessione dei metanodotti stessi, al controllo ed alla gestione dei flussi di gas, nel rispetto delle esigenze operative e di sicurezza richieste dalle normative, come per esempio gli impianti di regolazione della pressione e/o della portata; impianti necessari al trasporto ed al dispacciamento del gas, correntemente chiamati punti di linea, come per esempio quelli di lancio e ricevimento PIG (apparecchiature utilizzate per pulire e ispezionare una condotta), oltre ai dispositivi di derivazione, intercettazione e/o sezionamento. LA CAPACITA' DI TRASPORTO CAPACITA DI TRASPORTO: massima quantità di gas che può essere immessa nel sistema (o prelevata da esso), nel corso del Giornogas (il periodo di 24 ore consecutive che inizia alle di ciascun giorno di calendario e termina alle del giorno di calendario successivo), in uno specifico punto. I valori di capacità di trasporto sono espressi in metri cubi/giorno. GLI OPERATORI DEL TRASPORTO IN ITALIA I principali operatori del trasporto gas naturale in Italia sono due: Il principale operatore del trasporto, Snam Rete Gas, possiede km di rete sui Il secondo operatore è il gruppo Edison che complessivamente amministra km di rete, di cui 203 sulla rete nazionale;

24 LA FILIERA DEL GAS NATURALE TRASPORTO Rete nazionale: Rete regionale: Km Km La rete di trasporto raggiunge praticamente tutta l Italia ad eccezione della Sardegna, che non è metanizzata. Le zone rurali e montane sono più difficilmente raggiungibili tramite gasdotti pertanto in tali zone il gas naturale è spesso distribuito a mezzo bombole.

25 LA FILIERA DEL GAS NATURALE STOCCAGGIO Il gas naturale è una fonte energetica che può essere immagazzinata (attività di stoccaggio) in modo da costituire delle scorte. Lo stoccaggio è un attività esercitata in concessione. Il decreto legislativo 164/00 individua tre tipi diversi di attività di stoccaggio, riconducibili a tre differenti destinazioni del gas immagazzinato: "stoccaggio minerario": lo stoccaggio necessario per motivi tecnici ed economici a consentire lo svolgimento ottimale della coltivazione di giacimenti di gas naturale nel territorio italiano; "stoccaggio strategico": lo stoccaggio finalizzato a sopperire a situazioni di mancanza o riduzione degli approvvigionamenti o di crisi del sistema del gas; "stoccaggio di modulazione": lo stoccaggio finalizzato a soddisfare la modulazione dell'andamento giornaliero, stagionale e di punta dei consumi dei clienti finali. In particolare, lo " stoccaggio di modulazione ha la funzione di compensare le diverse esigenze tra fornitura e consumo del gas stesso; infatti, l approvvigionamento ha un profilo sostanzialmente costante durante tutto l anno, mentre la domanda di gas è caratterizzata da una rilevante variabilità stagionale, con una domanda invernale significativamente superiore a quella estiva a causa della forte componente di consumo per riscaldamento. Il gas che viene importato e prodotto (in eccedenza rispetto ai consumi) durante il periodo di minor prelievo da parte dei clienti finali (tipicamente la stagione estiva) viene immagazzinata negli impianti di stoccaggio, per poter essere erogata durante il periodo di maggior prelievo dei clienti finali (tipicamente il periodo invernale), durante il quale le importazioni e le produzioni nazionali non riescono a coprire tutto il fabbisogno dei clienti finali stessi. I pozzi di stoccaggio sono sistemi rocciosi in cui viene immagazzinato il gas; generalmente si tratta di giacimenti e pozzi di estrazione del gas naturale ormai esauriti o per i quali i costi di estrazione del gas ancora presente sono tali da non rendere più economico il processo stesso di estrazione, oppure da cave saline modificate; questi siti vengono opportunamente modificati (impermeabilizzati, ecc) in modo da renderli idonei all'immagazzinamento del gas naturale. In Italia ci sono due soggetti principali che operano nell'attività dello stoccaggio: Stoccaggi Gas Italia S.p.A. (Stogit), la società di Snam Rete Gas S.p.A. (Gruppo ENI) che opera nel settore dello stoccaggio del gas naturale: è stata costituita il 15 novembre 2000; Edison Stoccaggio S.p.A., la società del gruppo Edison dedicata alle attività di Stoccaggio e Trasporto di Gas naturale: è stata costituita il 2 agosto 2004.

26 IL PROCESSO DI CAMBIO FORNITORE ADEMPIMENTI DEL CLIENTE FINALE IL PROCESSO DI CAMBIO FORNITORE PER IL CLIENTE FINALE RAPPORTI CON IL FORNITORE USCENTE Dal 1 gennaio 2003, ogni Cliente finale è libero di scegliere il proprio fornitore di gas naturale; tale diritto si manifesta con l'esercizio del recesso da parte del Cliente finale nei confronti del proprio venditore, al fine di stipulare nuovo contratto di fornitura gas con un nuovo venditore. Il recesso da parte dei Clienti finali con consumi annui non superiori a m 3, (è il caso delle PMI) è normato dalla AEEG con la Delibera n. 144 del 2007, che stabilisce le seguenti tempistiche: il Cliente finale che non ha esercitato la propria idoneità ha diritto di recedere dal contratto in qualsiasi momento con un preavviso di un mese; il Cliente finale domestico in regime di tutela o non in regime di tutela, può esercitare il recesso in qualsiasi momento con un termine di preavviso che non può essere superiore a un mese; il Cliente finale non domestico in regime di tutela o non in regime di tutela alimentato in bassa tensione e/o con consumi di gas naturale non superiori a m 3 /anno può esercitare il recesso in qualsiasi momento con un termine di preavviso che non può essere superiore a tre mesi. Il Cliente finale non domestico, si può avvalere del nuovo esercente per inoltrare la comunicazione di recesso al precedente fornitore (per i Clienti finali domestici è obbligatorio che l inoltro del recesso venga fatto dal nuovo fornitore); Il termine di preavviso decorre a partire dal primo giorno del primo mese successivo a quello di ricevimento della comunicazione di recesso da parte dell esercente. Il diritto all esercizio del recesso per Clienti con consumo superiore a m 3 non è normato dalla AEEG e le relative disposizioni sono demandate al libero accordo tra il Cliente finale e il suo fornitore.

27 IL PREZZO DEL GAS ATTIVITA REGOLATORIA DELL AEEG LE CONDIZIONI ECONOMICHE DI RIFERIMENTO Il prezzo finale del gas pagato dal Cliente finale è legato all andamento dei prezzi dei prodotti petroliferi, ai quali è indicizzato secondo vari meccanismi. Per evitare che le oscillazioni (anche molto forti) dei prezzi di mercato di tali prodotti si ripercuotano in maniera troppo vigorosa sul prezzo finale del gas (soprattutto sulle classi di consumatori più deboli i Clienti con consumi minori), l AEEG svolge un attività regolatoria definendo le condizioni economiche di fornitura di riferimenti per i Clienti del mercato tutelato (i Clienti domestici). Delibera AEEG n. 138/03 e successive modifiche e integrazioni condizioni economiche che le società di vendita devono obbligatoriamente offrirle alle famiglie, accanto a eventuali altre proprie condizioni. Tale struttura prevede che il prezzo finale del gas sia determinato come somma di singole quote di costo relative a tutte le fasi della filiera del gas naturale; a tale prezzo vanno aggiunti gli eventuali oneri di sistema e le imposte dovute. PREZZO GAS = CCI + QT + QS + QVD + QD + QOA + IVA E IMPOSTE Componente relativa alla commercializzazion e all ingrosso Componente relativa al trasporto Component e relativa allo stoccaggio Componente relativa alla commercializzazion e della vendita al dettaglio Component e relativa al servizio di distribuzion e Componente relativa agli oneri aggiuntivi

28 IL PREZZO DEL GAS ATTIVITA REGOLATORIA DELL AEEG (2) A titolo puramente indicativo si riporta la composizione percentuale al 01/04/2009 del prezzo medio di fornitura per un cliente tipo del mercato vincolato (famiglia con consumo annuo pari a m 3 ). La componente CCI di cui alla slide precedente fa riferimento, nello schema sottoriportato, alle voci Costo materia prima e Commercializzazione all ingrosso :

29 IL PREZZO DEL GAS CONDIZIONI ECONOMICHE PER CLIENTI NON DOMESTICI Le condizioni economiche di fornitura per i Clienti del mercato libero non sono soggette a regolazione ma generalmente, ai clienti con consumi inferiori a m 3 allacciati a rete di distribuzione, vengono proposte condizioni economiche che ricalcano la struttura di prezzo stabilità dalla delibera 138/03, sostituendo la CCI con una componente di prezzo definita autonomamente dalla singola società di vendita o effettuando sconti sulla CCI delle condizioni di riferimento. La componente CCI delle condizioni economiche di riferimento della AEEG è indicizzata, cioè varia periodicamente (ogni tre mesi) in funzione dell andamento dei prezzi di un paniere di prodotti petroliferi. La componente sostitutiva della CCI determinata dalle singole società può seguire gli stessi criteri di aggiornamento stabiliti dall AEEG o criteri diversi (prezzi fissi per 12 mesi, per 24 mesi o altri periodi di tempo, prezzi indicizzati su panieri diversi, periodicità di aggiornamento differenti, ecc).

Energia elettrica e Gas: il mercato è libero

Energia elettrica e Gas: il mercato è libero Energia elettrica e Gas: il mercato è libero Il mercato libero dell energia in Italia parte dai decreti legislativi che hanno introdotto il concetto di vendita dell energia: Bersani per l elettricità,

Dettagli

La filiera del gas naturale

La filiera del gas naturale La filiera del gas naturale Per comprendere appieno le caratteristiche del servizio di distribuzione bisogna inserirlo nel contesto più ampio della filiera del gas. Bisognerà analizzare, almeno nelle fasi

Dettagli

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012 Dati di sintesi Il gruppo Snam LA STORIA 1941-1999 La grande opera di metanizzazione dell Italia e di costruzione di gasdotti di importazione Dal 1941 Snam (Società Nazionale Metanodotti) opera in modo

Dettagli

Merceologia delle Risorse Naturali

Merceologia delle Risorse Naturali GAS NATURALE-ORIGINI Il gas naturale è un combustibile fossile di origine organica, costituito in massima parte da metano (CH4). Il gas naturale si trova nel sottosuolo, normalmente negli stessi giacimenti

Dettagli

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DEL GAS METANO DIMENSIONI Il mercato italiano ha raggiunto, terzo in Europa, nel 2001 70 miliardi di metri cubi di consumo.

Dettagli

Olimpia Energia e Gas S.p.A.

Olimpia Energia e Gas S.p.A. Olimpia Energia e Gas S.p.A. Sede operativa: Via O. Guerrini, 20-00137 Roma Sede legale: Via della Commenda, 20 20122 Milano Sede commerciale: Via XXV Aprile, 5 20016 Pero MI P. Iva e CF 02745010542 T

Dettagli

GLOSSARIO allacciamento interrato è la parte di impianto di derivazione di utenza o di impianto di allacciamento, prevalentemente interrata, compresa

GLOSSARIO allacciamento interrato è la parte di impianto di derivazione di utenza o di impianto di allacciamento, prevalentemente interrata, compresa GLOSSARIO allacciamento interrato è la parte di impianto di derivazione di utenza o di impianto di allacciamento, prevalentemente interrata, compresa tra l organo di presa e l uscita dal terreno in corrispondenza

Dettagli

Il mercato dell energia elettrica in Italia

Il mercato dell energia elettrica in Italia Il mercato dell energia elettrica in Italia Ing. Giacomo Trupia 1 parte Il mercato elettrico in Italia Indice 1 parte OBIETTIVI FONTI BIBLIOGRAFICHE OGGETTO LEGGI FONDAMENTALI TAPPE EVOLUZIONE MERCATO

Dettagli

GLOSSARIO. Allegato A

GLOSSARIO. Allegato A Allegato A GLOSSARIO Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di energia elettrica (alimentati in Bassa tensione) e di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) che intende rendere più comprensibili

Dettagli

Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale

Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Pag. 1 di 8 Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di energia elettrica (alimentati in Bassa tensione) e di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) per rendere più comprensibili i termini

Dettagli

Scatti al 30 giugno 2014

Scatti al 30 giugno 2014 Scatti al 30 giugno 2014 1 Il mercato dell energia elettrica in Italia 2013 Bilancio anno 2013-4,4% Previsione anno 2014 Domanda Energia Elettrica 298 TWh (totale) 233 TWh al mercato non domestico www.consulenzaenergetica.it

Dettagli

MERCATO DEL GAS NATURALE IN ITALIA

MERCATO DEL GAS NATURALE IN ITALIA MERCATO DEL GAS NATURALE IN ITALIA dott. ing. Davide Mariani Università di Pavia 6 giugno 2006 CSE SRL VIA RIVIERA, 39 27100 PAVIA TEL. 0382 528850 FAX 0382 528851 e.mail cse@cseit.it www. cseit.it VIALE

Dettagli

Il ruolo di Acquirente Unico nel mercato: attività e prospettive

Il ruolo di Acquirente Unico nel mercato: attività e prospettive Il ruolo di Acquirente Unico nel mercato: attività e prospettive Ing. Nicolò Di Gaetano Responsabile Relazioni Esterne ed Analisi di Mercato Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema

Dettagli

1.1 MERCATO ELETTRICO

1.1 MERCATO ELETTRICO 1. IL MERCATO LIBERALIZZATO DELL ENERGIA E LA COGENERAZIONE Negli ultimi anni il settore elettrico e il settore del gas naturale sono stati caratterizzati da una forte evoluzione a seguito dell attuazione

Dettagli

Elettricità. milioni di euro alimentata in bassa tensione (BT).

Elettricità. milioni di euro alimentata in bassa tensione (BT). GLOSSARIO Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di energia elettrica (alimentati in Bassa tensione) e di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) che intende rendere più comprensibili

Dettagli

L ENERGY MANAGER NEL MERCATO DEL GAS

L ENERGY MANAGER NEL MERCATO DEL GAS L ENERGY MANAGER NEL MERCATO DEL GAS Napoli, 12 novembre 2012 Ing. Francesca A. Sabatini 1 AGENDA Contesto normativo Filiera gas Mercato Libero e Tutelato La bolletta. Cosa si paga e come si legge 2 CONTESTO

Dettagli

Appendice 4. Glossario

Appendice 4. Glossario Appendice 4 Glossario Glossario Allacciamento Connessione degli impianti di produzione e distribuzione agli utilizzatori finali. Ampere L unità di misura della corrente elettrica. Cabina Manufatto di varie

Dettagli

GLOSSARIO. Allegato A

GLOSSARIO. Allegato A Allegato A GLOSSARIO Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di energia elettrica (alimentati in Bassa tensione) e di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) per rendere più comprensibili

Dettagli

elettricità il quadro sintetico della bolletta Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale

elettricità il quadro sintetico della bolletta Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale IL Glossario della bolletta L Autorità per l energia ha reso disponibile per tutti i clienti finali di energia elettrica, alimentati in bassa tensione, e di gas, con consumi fino a 200.000 standard metro

Dettagli

IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA. VICENZA 29 MARZO 2012 Stefano Zennaro 2012

IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA. VICENZA 29 MARZO 2012 Stefano Zennaro 2012 IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA VICENZA 29 MARZO 2012 La filiera del mercato del gas naturale Approvvigionamento Sistema infrastrutturale Vendita Produzione nazionale Importazione GNL

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO IN MERITO AGLI OBBLIGHI DI SEPARAZIONE CONTABILE (UNBUNDLING CONTABILE) PER LE IMPRESE OPERANTI NEI SETTORI

Dettagli

IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA

IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA 1 IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA Relatori: Pierangela Magioncalda Sviluppo Business Mercato Gas ERG Power&Gas Via De Marini, 1-16149 Genova Telefono +39 010 2401651

Dettagli

Siamo un impresa integrata. nell energia, impegnata. a crescere nell attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e. commercializzazione

Siamo un impresa integrata. nell energia, impegnata. a crescere nell attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e. commercializzazione G A S & P O W E R M a g g i o 2 0 0 8 Siamo un impresa integrata nell energia, impegnata a crescere nell attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas

Dettagli

CAPITOLO 1 MERCATO DEL GAS NATURALE

CAPITOLO 1 MERCATO DEL GAS NATURALE CAPITOLO 1 MERCATO DEL GAS NATURALE 1.1 Introduzione Il gas naturale rappresenta oggi una delle fonti di energia di tipo fossile con più ampio mercato di utilizzo. Nel presente capitolo si intende fornire

Dettagli

Introduzione al mercato dell energia Enrico Villa CNA FC

Introduzione al mercato dell energia Enrico Villa CNA FC BC1 Introduzione al mercato dell energia Enrico Villa CNA FC Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting Diapositiva 1 BC1 inserire i propri riferimenti Nome e Cognome relatore

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

La bolletta elettrica e le sue insidie Pietro Barbucci

La bolletta elettrica e le sue insidie Pietro Barbucci La bolletta elettrica e le sue insidie Pietro Barbucci Seminari Energia Ecologia Economia 2015 Centro S. Michele degli Scalzi Pisa 23 Ottobre 2015 Indice La struttura della bolletta I servizi di vendita

Dettagli

DIRETTIVA PER L ARMONIZZAZIONE E LA TRASPARENZA DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE DEI CONSUMI DI ELETTRICITÀ E/O DI GAS DISTRIBUITO A MEZZO DI RETI URBANE

DIRETTIVA PER L ARMONIZZAZIONE E LA TRASPARENZA DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE DEI CONSUMI DI ELETTRICITÀ E/O DI GAS DISTRIBUITO A MEZZO DI RETI URBANE DIRETTIVA PER L ARMONIZZAZIONE E LA TRASPARENZA DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE DEI CONSUMI DI ELETTRICITÀ E/O DI GAS DISTRIBUITO A MEZZO DI RETI URBANE TITOLO I Definizioni e ambito di applicazione Articolo

Dettagli

IL MERCATO DELL ENERGIA. Corso di Progettazione dei sistemi energetici

IL MERCATO DELL ENERGIA. Corso di Progettazione dei sistemi energetici IL MERCATO DELL ENERGIA Corso di Progettazione dei sistemi energetici Argomenti della lezione: Attualità politico-economica del problema Energia Il mercato unico europeo dell energia: riferimenti normativi

Dettagli

Domanda ed offerta di gas naturale in Italia alla vigilia del nuovo anno termico: quali prospettive per un inverno al caldo?

Domanda ed offerta di gas naturale in Italia alla vigilia del nuovo anno termico: quali prospettive per un inverno al caldo? Domanda ed offerta di gas naturale in Italia alla vigilia del nuovo anno termico: quali prospettive per un inverno al caldo? Massimo Gallanti Sommario Scenario europeo La situazione in Italia Le previsioni

Dettagli

GLOSSARIO TERMINOLOGIA SETORE ELETTRICO

GLOSSARIO TERMINOLOGIA SETORE ELETTRICO GLOSSARIO TERMINOLOGIA SETORE ELETTRICO termine definizione Acquirente Unico (AU) Ai sensi del Decreto Bersani (decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79), art. 4, c. 1, il Gestore della Rete di Trasmissione

Dettagli

prezzo vendita + dispacciamento + trasporto + oneri + imposte vendita (approvvigionamento energia)

prezzo vendita + dispacciamento + trasporto + oneri + imposte vendita (approvvigionamento energia) Leggere le bollette appunti di energy management Elettricità Le bollette dei vettori energetici sembrano quasi un documento oscuro. In esse si trovano riportate tante voci da cui risulta davvero difficile

Dettagli

Il mercato elettrico retail

Il mercato elettrico retail Il mercato elettrico retail Autorità per l energia elettrica e il gas Valeria Contin DIREZIONE MERCATI 10 marzo 2010 Autorità per l Energia Elettrica e il Gas, Direzione Mercati 1 Indice Assetto mercato

Dettagli

Fonti energetiche e strategie per la sicurezza

Fonti energetiche e strategie per la sicurezza Fonti energetiche e strategie per la sicurezza 1 Petrolio 2 3 4 5 Rapporto Prezzo/Riserve Prezzo di estrazione a tecnologia A $90,00 3 milioni di barili $60,00 2 milioni di barili $30,00 $0,00 100m 200m

Dettagli

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università degli

Dettagli

Le regole del libero mercato e i meccanismi di tutela: una chiave di lettura per i consumatori

Le regole del libero mercato e i meccanismi di tutela: una chiave di lettura per i consumatori Le regole del libero mercato e i meccanismi di tutela: una chiave di lettura per i consumatori Andrea Rosazza Autorità per l energia elettrica e il gas - Direzione Mercati UNAE Veneto - Padova 26 settembre

Dettagli

IL GLOSSARIO DELLA BOLLETTA

IL GLOSSARIO DELLA BOLLETTA ENERGIA VITALE IL GLOSSARIO DELLA BOLLETTA Nelsa Gas srl Sede legale: via Fratelli Induno, 2 20154 Milano Sede amministrativa: via Varesina, 118 22075 Lurate Caccivio (Co) +39 031 393241 nelsagas@pec.netclean.it

Dettagli

Quaderno di energy management 31 LEGGERE LE BOLLETTE

Quaderno di energy management 31 LEGGERE LE BOLLETTE Quaderno di energy management 31 LEGGERE LE BOLLETTE 4 Le bollette dei vettori energetici appaiono generalmente quasi un documento oscuro, quasi cripticocriptate. Vengono In esse si trovanoinnumerevoliriportate

Dettagli

L energia che consumo. Fabio Peron. Combustione. Aria di combustione. Combustione

L energia che consumo. Fabio Peron. Combustione. Aria di combustione. Combustione Corso di Progettazione Ambientale prof. Fabio Peron Combustione L energia che consumo Fabio Peron Università IUAV - Venezia Combustione Aria di combustione Si dice combustione qualunque reazione chimica

Dettagli

Metano. Dalla combustione di un metro cubo standard di metano si ottengono circa 36 MJ (8940 Kcal)

Metano. Dalla combustione di un metro cubo standard di metano si ottengono circa 36 MJ (8940 Kcal) Metano Caratteristiche chimico fisiche e origini Il metano è un idrocarburo semplice (alcano) formato da un atomo di carbonio e 4 di idrogeno, la sua formula chimica è CH 4, si trova in natura sotto forma

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE 8 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE 8 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE 8 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO PREMESSA L Agenzia Intercent-ER ha pubblicato una procedura di gara per la fornitura di gas naturale alla quale potranno

Dettagli

GLOSSARIO. Elettricità. Quadro sintetico. Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale

GLOSSARIO. Elettricità. Quadro sintetico. Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale GLOSSARIO Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di energia elettrica (alimentati in Bassa tensione) e di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) per rendere più comprensibili i termini

Dettagli

elettricità il quadro sintetico della bolletta Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale

elettricità il quadro sintetico della bolletta Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale IL Glossario della bolletta L Autorità per l energia ha reso disponibile per tutti i clienti finali di energia elettrica, alimentati in bassa tensione, e di gas, con consumi fino a 200.000 standard metro

Dettagli

Leggere la bolletta dell energia elettrica

Leggere la bolletta dell energia elettrica Leggere la bolletta dell energia elettrica Premessa Leggere ed interpretare correttamente la bolletta dell'energia elettrica può risultare un impresa ardua per i non addetti ai lavori. Ciò è assolutamente

Dettagli

Indice. III. La determinazione del prezzo dell energia elettrica

Indice. III. La determinazione del prezzo dell energia elettrica Indice III. La determinazione del prezzo dell energia elettrica Il prezzo dell energia elettrica Normativa di riferimento Il ruolo della tariffa Tariffa elettrica per il mercato libero Principi di regolazione

Dettagli

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Le componenti tariffarie. Vicenza, 18 maggio 2012

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Le componenti tariffarie. Vicenza, 18 maggio 2012 ENERGINDUSTRIA Il mercato dell energia elettrica e la contrattualistica Le componenti tariffarie Vicenza, 18 maggio 2012 Marco Busin 2012 IL MERCATO TUTELATO Il contesto normativo previsto dal decreto

Dettagli

Sviluppo e nuove tecnologie: quale regolazione. Alberto Biancardi

Sviluppo e nuove tecnologie: quale regolazione. Alberto Biancardi Sviluppo e nuove tecnologie: quale regolazione Alberto Biancardi 1 Sommario Lo scenario energetico italiano: l assetto attuale I driver del cambiamento Il nuovo assetto 2 Lo scenario energetico italiano

Dettagli

I Contratti per l energia elettrica e il gas nel settore privato Normative e mercati Struttura Bollette elettrica e del gas

I Contratti per l energia elettrica e il gas nel settore privato Normative e mercati Struttura Bollette elettrica e del gas I Contratti per l energia elettrica e il gas nel settore privato Normative e mercati Struttura Bollette elettrica e del gas Mauro Antonetti Corso per Energy Manager ANEA Napoli 16 Novembre 2012 Struttura

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA Da produttore/grossista ad utente non domestico prezzo prevalente della componente energia "franco centrale" per contratti della durata di 12 mesi e 24 mesi

Dettagli

LOGISTICA ECONOMICA E SISTEMI DI TRASPORTO DEL GAS

LOGISTICA ECONOMICA E SISTEMI DI TRASPORTO DEL GAS LOGISTICA ECONOMICA E SISTEMI DI TRASPORTO DEL GAS Prof. Ennio Forte Ordinario di Economia dei Trasporti Università Federico II di Napoli Dipartimento di Scienze Economiche e Sociali CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SISTEMA

DESCRIZIONE DEL SISTEMA DESCRIZIONE DEL SISTEMA 1) DESCRIZIONE GENERALE DEL SISTEMA DI TRASPORTO DEL TRASPORTATORE 5 1.1) I METANODOTTI 5 1.1.1) I METANODOTTI DI IMPORTAZIONE 5 1.1.2) I METANODOTTI DI TRASPORTO PRIMARIO 5 1.1.3)

Dettagli

Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza

Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" Facoltà di Ingegneria Corso di Gestione ed Economia dell Energia e Fonti Rinnovabili Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza Ing. Tiziana

Dettagli

Tariffe gas: struttura, componenti e meccanismi d aggiornamento

Tariffe gas: struttura, componenti e meccanismi d aggiornamento Tariffe gas: struttura, componenti e meccanismi d aggiornamento Egidio Fedele Dell Oste Direzione Tariffe Milano - Roma, 20 giugno 2006 Autorità per l energia elettrica e il gas 1 La filiera del gas Approvvigionamento

Dettagli

- rilevazione al 1 ottobre 2012 -

- rilevazione al 1 ottobre 2012 - I MERCURIALI DELL ENERGIA I prezzi del gas naturale praticati alle imprese lucane - rilevazione al 1 ottobre 2012 - In sintesi Tornano le tensioni al rialzo sui prezzi del gas naturale per le imprese lucane

Dettagli

GLOSSARIO BOLLETTE GAS QUADRO SINTETICO

GLOSSARIO BOLLETTE GAS QUADRO SINTETICO GLOSSARIO BOLLETTE GAS Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) che intende rendere più comprensibili i termini utilizzati nelle bollette di

Dettagli

Prezzi dell'energia elettrica in Lombardia: rilevazione trimestrale, aprile 2012

Prezzi dell'energia elettrica in Lombardia: rilevazione trimestrale, aprile 2012 a cura dell'ufficio Servizi informativi - Energia dell'unione Industriali Grafici Cartotecnici Trasformatori Carta e Affini della Provincia di Milano Numero 10/12 Prezzi dell'energia elettrica in Lombardia:

Dettagli

Gas Naturale. Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione. ref. Osservatorio Energia

Gas Naturale. Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione. ref. Osservatorio Energia Gas Naturale 2009 Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione ref. Osservatorio Energia Il Rapporto è stato realizzato dal gruppo di lavoro dell Osservatorio Energia sotto la supervisione scientifica

Dettagli

RECUPERO ENERGETICO DAGLI IMPIANTI DI RIGASSIFICAZIONE: UTILIZZO DEL FREDDO PER LA TRASFORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DI PRODOTTI AGRO-ALIMENTARI

RECUPERO ENERGETICO DAGLI IMPIANTI DI RIGASSIFICAZIONE: UTILIZZO DEL FREDDO PER LA TRASFORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DI PRODOTTI AGRO-ALIMENTARI Università degli Studi di Enna KORE Facoltà di Ingegneria e Architettura RECUPERO ENERGETICO DAGLI IMPIANTI DI RIGASSIFICAZIONE: UTILIZZO DEL FREDDO PER LA TRASFORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DI PRODOTTI

Dettagli

asce atturafasce istribuzione Oneri ornitore Oneri Fornitore Tensione energia Trasmissione giovani e scuola Tensione

asce atturafasce istribuzione Oneri ornitore Oneri Fornitore Tensione energia Trasmissione giovani e scuola Tensione istribuzione ornitore Oneri energia giovani e scuola La fattura dell energia elettrica: istruzioni sco per l uso Tensione Trasmissione atturafasce attura Trasmissione Tensione asce Oneri Fornitore istribuzione

Dettagli

Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Dal 1 gennaio 2003, i clienti

Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Dal 1 gennaio 2003, i clienti Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Mercato libero Dal 1 gennaio 2003, i clienti possono liberamente scegliere da quale fornitore

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS IN MERITO AGLI OBBLIGHI DI SEPARAZIONE AMMINISTRATIVA E CONTABILE (UNBUNDLING) PER LE IMPRESE OPERANTI NEI SETTORI DELL

Dettagli

Il mercato elettrico. Come destreggiarsi tra le offerte del mercato libero dell energia

Il mercato elettrico. Come destreggiarsi tra le offerte del mercato libero dell energia Come destreggiarsi tra le offerte del mercato libero dell energia Il presente opuscolo rappresenta un primo strumento di sensibilizzazione nell ambito del Progetto Energia&Ambiente: opportunità per l artigianato

Dettagli

Convegno/Dibattito sugli effetti della liberalizzazione del mercato del gas sulle modalità di prelievo delle accise e dei diritti doganali.

Convegno/Dibattito sugli effetti della liberalizzazione del mercato del gas sulle modalità di prelievo delle accise e dei diritti doganali. Convegno/Dibattito sugli effetti della liberalizzazione del mercato del gas sulle modalità di prelievo delle accise e dei diritti doganali. Ing. Gilberto Dialuce- Direttore Area mercato del gas e normativa

Dettagli

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2 CONTESTO NORMATIVO 1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2 3) DELIBERE DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS RILEVANTI AI FINI DELLA

Dettagli

Il nuovo mercato dell energia

Il nuovo mercato dell energia A cosa serve questa collana In seguito alle liberalizzazioni introdotte dall Unione europea, noi consumatori abbiamo acquisito il diritto di scegliere liberamente il fornitore di gas, dal 2003, e quello

Dettagli

IL MERCATO DEL GAS NATURALE: PROSPETTIVE DI SVILUPPO ED INTERVENTO DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA ED IL GAS. Ing.

IL MERCATO DEL GAS NATURALE: PROSPETTIVE DI SVILUPPO ED INTERVENTO DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA ED IL GAS. Ing. IL MERCATO DEL GAS NATURALE: PROSPETTIVE DI SVILUPPO ED INTERVENTO DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA ED IL GAS Ing. Claudio DI MACCO LA FILIERA DEL GAS NATURALE Importazione/produzione nazionale Rigassificazione

Dettagli

Trasporto di gas naturale

Trasporto di gas naturale Trasporto di gas naturale Premessa In data 1 gennaio 2012 ha avuto efficacia l operazione di conferimento del ramo d azienda Trasporto, dispacciamento, telecontrollo e misura del gas naturale da Snam S.p.A.

Dettagli

Il mercato del gas naturale Prof. Carlo Andrea Bollino Regulatory Lectures 18 marzo 2002 The Adam Asmith Society

Il mercato del gas naturale Prof. Carlo Andrea Bollino Regulatory Lectures 18 marzo 2002 The Adam Asmith Society Il mercato del gas naturale Prof. Carlo Andrea Bollino Regulatory Lectures 18 marzo 2002 The Adam Asmith Society CONSUNTIVO DEI CONSUMI DI GAS NATURALE PER SETTORI DI DOMANDA NEL 2001 settore produz.ne

Dettagli

QUALITA DEL GAS. Qualità del gas. Codice di Rete

QUALITA DEL GAS. Qualità del gas. Codice di Rete QUALITA DEL GAS 1) PREMESSA... 2 2) PARAMETRI DI QUALITÀ DEL GAS... 2 2.1) PARAMETRI PER IL CALCOLO DELL ENERGIA... 2 2.2) PARAMETRI DI CONTROLLO DELLA QUALITÀ DEL GAS NATURALE... 2 2.3) OBBLIGHI DI INFORMAZIONE...

Dettagli

Liberalizzazione dei settori elettrico e del gas

Liberalizzazione dei settori elettrico e del gas Liberalizzazione dei settori elettrico e del gas L elettricità Caratteristiche 1. Non è immagazzinabile 2. Deve essere fornita nel momento stesso in cui viene richiesta Problemi vincoli che l elettricità

Dettagli

SOCIETA GROSSISTA PER LA VENDITA DI ENERGIA

SOCIETA GROSSISTA PER LA VENDITA DI ENERGIA 1 SOCIETA GROSSISTA PER LA VENDITA DI ENERGIA 2 1. Chi è è una nuova società di commercializzazione del gas e dell energia elettrica nata a Pordenone, ma presente su tutto il nord Italia. Il capitale sociale

Dettagli

STABILIMENTO DI TARANTO. Febbraio 2007. Allegato D10

STABILIMENTO DI TARANTO. Febbraio 2007. Allegato D10 STABILIMENTO DI TARANTO Febbraio 2007 Analisi energetica dello Stabilimento Siderurgico ILVA di Taranto Lo stabilimento siderurgico di Taranto consuma, nel suo assetto attuale, c.a. 181.000 Tj/anno in

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Energia: nuovo calo delle bollette, dal 1 aprile energia elettrica -2%, gas -7,5% La spesa media per le famiglie si riduce ulteriormente di 92 euro

Dettagli

La liberalizzazione del mercato elettrico italiano

La liberalizzazione del mercato elettrico italiano La liberalizzazione del mercato elettrico italiano 21 gennaio 2013 1 La riforma del sistema elettrico nazionale 1.1 Generalità La riforma del sistema elettrico nazionale, è stata realizzata sulla base

Dettagli

PROGRAMMA. Obiettivo: Contenuti dell incontro:

PROGRAMMA. Obiettivo: Contenuti dell incontro: ROMAGNA ENERGIA SOC. CONS. PER AZIONI Sede : Via dell Arrigoni, 60-47023 Cesena (FC) Tel. 0547/419911 Fax 0547/419991http:// www.romagnaenergia.it Energia elettrica, risparmio energetico e fonti rinnovabili:

Dettagli

Costi e prezzi dell energia. energia per le micro, piccole e medie imprese

Costi e prezzi dell energia. energia per le micro, piccole e medie imprese Costi e prezzi dell energia energia per le micro, piccole e medie imprese Roma, 28 aprile 2011 Donato Berardi, partner Il ruolo delle CCIAA e delle loro Unioni Con l art. 5 del decreto legge n. 112/2008

Dettagli

I RAPPORTO SUI CONSUMI E I COSTI DI ENERGIA ELETTRICA

I RAPPORTO SUI CONSUMI E I COSTI DI ENERGIA ELETTRICA I RAPPORTO SUI CONSUMI E I COSTI DI ENERGIA ELETTRICA Indagine sul costo del servizio di fornitura pagato nell anno 2009 dalle imprese della regione Molise Edizione 2010 I Rapporto sulla domanda di energia

Dettagli

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.22 Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.23 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica 67 Figura 3.24 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica (dati

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: dal 1 gennaio elettricità +0,7%, nessun aumento per il gas Al via il nuovo Metodo tariffario idrico e un indagine per le

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Energia: dal 1 gennaio bollette 2,2% per l elettricità, +2,8%per il gas Con i bonus, riduzioni superiori al 15% per le famiglie più bisognose Milano,

Dettagli

Il mercato dell energia elettrica e del gas naturale: un indagine empirica sulla provincia di Treviso

Il mercato dell energia elettrica e del gas naturale: un indagine empirica sulla provincia di Treviso Corso di Laurea magistrale (ordinamento ex D.M. 270/2004) in Marketing e Comunicazione Tesi di Laurea Il mercato dell energia elettrica e del gas naturale: un indagine empirica sulla provincia di Treviso

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista ad utente non domestico prezzo prevalente della componente energia "franco centrale" per contratti della durata

Dettagli

FORZA DOPPIA CASA OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA

FORZA DOPPIA CASA OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA FORZA DOPPIA CASA OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA Mercato libero Validità offerta: fino al 25 gennaio 2016 Denominazione: FORZA DOPPIA CASA Codice: ATFDC/2015 Destinatari offerta La presente offerta

Dettagli

Lettura ed interpretazione della fattura di energia elettrica. Monza 20/10/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1

Lettura ed interpretazione della fattura di energia elettrica. Monza 20/10/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Lettura ed interpretazione della fattura di energia elettrica Monza 20/10/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Relatore Per. Ind. Borgonovo Roberto (Diplomato all I.T.I.S. Hensemberger di Monza nell anno

Dettagli

ALLEGATO N. I SPECIFICA TECNICA FORNITURA DI GAS NATURALE PER IL CENTRO COMUNE DI RICERCA DI ISPRA

ALLEGATO N. I SPECIFICA TECNICA FORNITURA DI GAS NATURALE PER IL CENTRO COMUNE DI RICERCA DI ISPRA 28/01/2015 fv1.0 Allegato I gasmetano Pagina 1 di 9 ALLEGATO N. I SPECIFICA TECNICA FORNITURA DI GAS NATURALE PER IL CENTRO COMUNE DI RICERCA DI ISPRA COMMISSIONE EUROPEA CENTRO COMUNE DI RICERCA GESTIONE

Dettagli

www.gala.it/bollettatrasparente

www.gala.it/bollettatrasparente GLOSSARIO BOLLETTA ENERGIA ELETTRICA QUADRO SINTETICO: INFORMAZIONI RELATIVE AL CLIENTE FINALE, AL PUNTO DI PRELIEVO E ALLA TIPOLOGIA CONTRATTUALE Mercato Libero. Dal 1 luglio 2007 il mercato dell'energia

Dettagli

COME LEGGERE LE BOLLETTE DOMESTICHE. 13 maggio 2014

COME LEGGERE LE BOLLETTE DOMESTICHE. 13 maggio 2014 COME LEGGERE LE BOLLETTE DOMESTICHE 13 maggio 2014 LA BOLLETTA ELETTRICA LA BOLLETTA ELETTRICA Fonte: AEEG 15 maggio 2014 www.ape.ud.it 2 LA BOLLETTA ELETTRICA Fonte: AEEG 15 maggio 2014 www.ape.ud.it

Dettagli

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche - IV trimestre 2013 - Centro Studi Unioncamere Basilicata SCHEDE: In sintesi I costi per la fornitura di gas naturale alle famiglie Il costo della bolletta

Dettagli

PE (centesimi di euro/kwh) F1 F2 F3. PE (centesimi di euro/kwh) PE (centesimi di euro/kwh) F1 F2 F3

PE (centesimi di euro/kwh) F1 F2 F3. PE (centesimi di euro/kwh) PE (centesimi di euro/kwh) F1 F2 F3 Tabella 1.1: Parametro PE M, di cui al comma 10.3 lettera b), comma 10.5 lettera a) punto ii, comma 10,6 lettera b) punto iii, corretto per le perdite di rete (elemento PE) Tipologie di contratto di cui

Dettagli

Delibera 167/10 Autorità per l'energia Elettrica e il Gas

Delibera 167/10 Autorità per l'energia Elettrica e il Gas Delibera 167/10 Autorità per l'energia Elettrica e il Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Mercato libero: è il mercato in cui

Dettagli

2. TAP/Diversificazione fonti di approvvigionamento

2. TAP/Diversificazione fonti di approvvigionamento 1. Reverse-Flow 2. TAP/Diversificazione fonti di approvvigionamento 3. Rapporto consumi/investimenti 4. Allineamento prezzi gas Italia all Europa 5. Stoccaggio Imprese 6. Servizio Maggior tutela (differenze

Dettagli

FOCUS NORMATIVO. Il Testo Integrato della regolazione della Qualità dei Servizi di Distribuzione e Misura dell Energia Elettrica

FOCUS NORMATIVO. Il Testo Integrato della regolazione della Qualità dei Servizi di Distribuzione e Misura dell Energia Elettrica Sommario FOCUS NORMATIVO... 3 AGGIORNAMENTI NORMATIVI... 4 ANDAMENTO MERCATO ENERGIA ELETTRICA... 5 ANDAMENTO ASTE ENERGETICHE... 6 ADDIO AL MERCATO TUTELATO... 7 FOCUS NORMATIVO Il Testo Integrato della

Dettagli

Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno.

Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. 1 2 3 Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. Quando si trova un giacimento di metano, la forte pressione lo spinge

Dettagli

Audizione sui Prezzi dell Energia Elettrica e del Gas 10 a Commissione Permanente del Senato

Audizione sui Prezzi dell Energia Elettrica e del Gas 10 a Commissione Permanente del Senato Audizione sui Prezzi dell Elettrica e del Gas 1 a Commissione Permanente del Senato Dott. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato GSE Roma, 18 giugno 213-1 - Il Gruppo GSE Autorità per l Elettrica

Dettagli

ESTENERGY ZERO PENSIERI

ESTENERGY ZERO PENSIERI ESTENERGY ZERO PENSIERI OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA A PREZZO FISSO Validità offerta: fino al 10 Gennaio 2013 Denominazione: EstZeroPensieri Codice ee: DOEF101201 Cod.gas: 20 Destinatari offerta

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Energia: bollette ancora in calo, dal 1 luglio energia elettrica -1%, gas -7,7% Da inizio anno calo medio totale del 13,1% - La spesa media annua delle

Dettagli

Decreto legislativo 23 maggio 2000, n.164

Decreto legislativo 23 maggio 2000, n.164 Decreto legislativo 23 maggio 2000, n.164 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante norme per la concorrenza e la regolazione

Dettagli

- rilevazione al 1 aprile 2012 -

- rilevazione al 1 aprile 2012 - I MERCURIALI DELL ENERGIA I prezzi del gas naturale praticati alle imprese lucane - rilevazione al 1 aprile 2012 - Primo numero del mercuriale del gas naturale Con il secondo trimestre entra a regime anche

Dettagli

GUIDA DI ORIENTAMENTO

GUIDA DI ORIENTAMENTO WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI ORIENTAMENTO ALLA LETTURA DELLA BOLLETTA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO 1 DEFINIZIONE DI BOLLETTA... 3 2 LE PRINCIPALI VOCI DI COSTO DELLA BOLLETTA... 3 2.1 Servizi

Dettagli