Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR)"

Transcript

1 Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Idee a confronto per progetti di sviluppo e innovazione territoriale 3 workshop Idee e proposte per il Laboratorio CSR della Provincia di Mantova Incontro ospitato presso THUN LOGISTICS Mantova

2 Contesto e obiettivi del 3 incontro Il Laboratorio RSI/CSR provinciale ha previsto un percorso di coinvolgimento di imprese con vari workshops itineranti sul territorio, con il fine di condividere pratiche gestionali su alcuni temi di Responsabilità Sociale d Impresa (welfare aziendale, innovazione green, progetti di supporto al territorio, comunicazione) e di promuovere iniziative in partnership su temi di competitività responsabile. L obiettivo del 3 incontro è stato indirizzato a selezionare alcune delle numerose idee emerse dal 2 incontro di brainstorming World Cafè, da sviluppare in possibili progetti concreti da realizzare in ottica di partnership tra le imprese interessate. L incontro ha previsto inizialmente una visita formativa presso lo stabilimento dell l impresa Thun Logistics come momento conoscitivo su modalità e approcci gestionali legati in particolare alla Logistica merci. A seguire, i partecipanti delle imprese si sono suddivisi in 3 sottogruppi tematici di lavoro per confrontarsi su diverse ipotesi di lavoro: - Welfare Aziendale, - Formazione Giovani - Progetti tra Imprese con il territorio I risultati dei lavori dei tre sottogruppi sono descritti nelle prime schede progettuali allegate. Laboratorio provinciale Imprese per la Responsabilità Sociale coord. tecnico Focus Lab 2

3 Imprese partecipanti al 3 incontro Luca Marocchi Corte Verde srl Fabiola Caprioli Corte Verde Soc Coop onlus Monica Travenzoli - Corte Verde Soc Coop onlus Marzia Monelli - Lubiam spa Alessandra Tassini Provincia di Mantova Nicoletta Perini Camera di Commercio Annick Mollard Mollard Elena Magri Provincia di Mantova Ilaria Marchini Silos Production Elisabetta Galeotti Studio Consulenza del Lavoro Chiara Consorti Thun Logistics Mario Rodella Dugoni srl Nicoletta Losi- Falegnameria Veneri Elena Macchioni Focus Lab Loris Manicardi - Focus Lab Walter Sancassiani Focus Lab Laboratorio provinciale Imprese per la Responsabilità Sociale 3

4 Tavolo Formazione, Giovani e Lavoro Titolo da definire Scheda progetto in partnership Obiettivi: - mettere a sistema le iniziative sui temi della formazione, dell orientamento e dell accoglienza temporanea o prolungata in azienda che sono già realizzate e in corso da parte della Camera di Commercio di Mantova. Alcuni esempi: - Progetto auto-imprenditorialità nelle Scuole - Progetto Start - Laboratorio sulla Cooperatività - Portale Provinciale di raccolta CVdi studenti delle Scuole superiori e dell Università - JobDay - Master Post-universitario - Formazione ai formatori con Italia Lavoro - Colmare il deficit informativo rispetto a queste attività / progetti da parte delle aziende locali; - Valorizzare le iniziative in atto da parte di imprese mantovane, cominciando con le aderenti al laboratorio. Risultati attesi: - Miglioramento della qualità e della quantità delle informazioni disponibili rispetto ai progetti in corso da parte della CCIAA e di altre organizzazioni del territorio; - Possibilità di mettere maggiormente in evidenza vantaggi e opportunità per l impresa e il territorio rispetto a iniziative sul tema formazione e giovani; - Maggiore disponibilità delle aziende ragazzi e miglioramento delle opportunità di accoglienza e della qualità dei tirocini / esperienze; - Valorizzazione delle esperienze già realizzate da parte delle imprese. Partners coinvolti: - Aziende del Laboratorio RSI/CSR - Camera di Commercio di Mantova - Provincia di Mantova Destinatari beneficiari: - Studenti delle Scuole tecniche e professionali - Aziende del Laboratorio CSR - Camera di Commercio di Mantova Modalità - strumenti di realizzazione. 1. Newsletter dedicata da parte della Camera di Commercio rispetto alle attività in corso. Si intende realizzare la base grafica e contenutistica generale di un documento informativo sottoforma di newsletter-brochure che abbia lo scopo di mettere nero su bianco le iniziative sul tema. Il documento sarà inviato alle aziende iscritte alla newsletter generale della CCIAA (circa 3500). Laboratorio provinciale Imprese per la Responsabilità Sociale coord. tecnico Focus Lab 4

5 2. Evento Carota Si vuole progettare un piccolo evento pubblico, eventualmente inserito in corrispondenza dell ultimo incontro del laboratorio CSR, che abbia l obiettivo di promuovere ciò che è stato realizzato da parte delle aziende del Laboratorio e di premiarle con uno strumento di marketing da valutare. 3. Social Network Ruoli dei singoli partner, Stima Tempi di realizzazione, Stima Risorse necessarie, Condizioni e modalità di verifica: Da definire nel prossimo incontro Tavolo Welfare Aziendale / Conciliazione Vita-Lavoro Benessere Dipendenti Titolo da definire Scheda progetto in partnership Obiettivi: - far risparmiare tempo ai lavoratori; - dare la possibilità ai lavoratori di reinvestire il tempo in attività per sé o per la propria famiglia; - promuovere la salute e il benessere dei lavoratori e delle loro famiglie attraverso l alimentazione; - fare rete sul territorio. Risultati attesi: - risparmio di tempo per i lavoratori che decideranno di avvalersi del servizio spesa in azienda e/o a domicilio; - miglioramento della salute e del benessere dei lavoratori e delle loro famiglie; - fidelizzazione dei lavoratori all azienda; - dipendenti più sani; - produzione di ricchezza sul territorio, sia in termini di servizi, sia in termini monetari. Partner coinvolti: - aziende del laboratorio mantovano per la RSI; - produttori locali; - cooperative operanti sul territorio a favore dei soggetti svantaggiati; - distretto territoriale; - consulenti e specialisti del territorio. Destinatari beneficiari: - lavoratori delle aziende che aderiranno e loro famiglie. Modalità - strumenti di realizzazione. Si desidera realizzare uno o più eventi (dipenderà dal numero di aziende che decideranno di aderire) strutturati come segue: - momento di informazione e formazione sulle tematiche connesse a cibo e salute con il coinvolgimento di una nutrizionista del territorio e personale medico specializzato; Laboratorio provinciale Imprese per la Responsabilità Sociale 5

6 - Show cooking per mostrare e far gustare ricette salutari realizzate con prodotti del territorio che rispettino la stagionalità; - Presentazione degli strumenti e luoghi che permettano di fare la spesa dei prodotti freschi e non solo, da produttori locali; - Possibilità di sviluppare progetti di spesa in azienda. Ruoli dei singoli partner, Stima Tempi di realizzazione, Stima Risorse necessarie, Condizioni e modalità di verifica: Da definire nel prossimo incontro Laboratorio provinciale Imprese per la Responsabilità Sociale coord. tecnico Focus Lab 6

7 Tavolo Iniziative Imprese verso il Territorio Scheda progetto in partnership Titolo (provvisorio): Rete Servizi in rete tra Imprese e Servizi RSI con il Territorio Obiettivi: - Incentivare e mettere in comune servizi di prossimità tra le imprese del Laboratorio RSI (ed altre interessate) per ricevere/fornire servizi a prezzi convenienti, e per valorizzare localmente le imprese del territorio; - Mettere a disposizione del territorio competenze e servizi da parte delle imprese (titolari e dipendenti interessati) per sostenere iniziative a fini sociali e culturali da realizzare da parte Scuole, Associazioni di Volontariato, Enti pubblici. Risultati attesi: - Scambio di servizi a prezzi moderati tra le imprese; - Mettere in pratica logiche di rete con criteri di cultura d impresa socialmente responsabile; - Maggiore collaborazione tra imprese e soggetti del territorio come forma di inclusione e sviluppo qualitativo del territorio in ottica di sostenibilità e CSR; - Sperimentazione di nuove forme di collaborazione; - Partecipazione in gruppo a bandi di co-finanziamento. Partner coinvolti: - Imprese del laboratorio RSI; - Imprese locali fornitrici di servizi; - Dipendenti delle imprese del Laboratorio. Destinatari beneficiari: - Potenzialmente: Associazioni di Volontariato, Scuole, Enti pubblici, Imprese del Laboratorio, Imprese del territorio Modalità - strumenti di realizzazione 1. Scambio di Servizi in rete tra imprese del Laboratorio - Mappatura Cerco-Offro Servizi tra le imprese del Laboratorio (es. Servizi di Stamperia in comune, Lavanderia aziendale, Car-pooling, Acquisti Spesa prodotti locali, altro); - Incrocio/ Matching dei Servizi offerti e dei Servizi Cercati; - Individuazione di uno Spazio dedicato e di soggetti del territorio per il coordinamento della gestione-raccolta-consegna dei servizi (es. tramite persone temporaneamente senza lavoro o coop. sociali o associazioni di volontariato); - Condivisione formale delle procedure di scambio e coordinamento tra le imprese; - Partecipazione a bandi di co-finanziamento per iniziative di RSI. 2. Supporto verso associazioni del Territorio e Community Day da parte delle imprese del Laboratorio - Scheda di rilevazione tra i dipendenti delle imprese del Laboratorio sull eventuale disponibilità ad essere coinvolti su temi e iniziative pro-causa; - Eventuale organizzazione di iniziative di volontariato di mezza giornata/una giornata da parte di gruppi di dipendenti verso una causa sociale-culturale del territorio (es. Community Day); - Individuazione dei beneficiari (es. Associazione volontariato/ Scuole/ altri) di una iniziativa di Community Day; Laboratorio provinciale Imprese per la Responsabilità Sociale 7

8 - Definizione del progetto e del ruolo dei dipendenti e delle imprese di supporto all iniziativa; - Acquisti-spesa Dipendenti di prodotti di imprese locali di varie filiere, per sostenere l economia locale da un lato e per ottenere risparmi economici per i minore passaggi intermedi. Ruoli dei singoli partner, Stima Tempi di realizzazione, Stima Risorse necessarie, Condizioni e modalità di verifica: Da definire nel prossimo incontro Laboratorio provinciale Imprese per la Responsabilità Sociale coord. tecnico Focus Lab 8

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR)

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Idee a confronto per progetti di sviluppo e innovazione territoriale 4 workshop 21.11.2013 Incontro ospitato presso Arredi Losi Nicoletta-Arch.

Dettagli

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR)

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Idee a confronto per progetti di sviluppo e innovazione territoriale 5 workshop 17.12.2013 Incontro ospitato presso Lubiam Moda Uomo

Dettagli

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR)

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Idee a confronto per progetti di sviluppo e innovazione territoriale 2 incontro 24.10.2013 World Cafè Idee e proposte per il Laboratorio

Dettagli

Laboratorio provinciale

Laboratorio provinciale Laboratorio provinciale Responsabilità Sociale d Impresa (RSI/CSR) 1 sperimentazione 2013 1 incontro 10 ottobre 2013 Mestieri Ospitato presso Centro Tecnologico Arti e coord. Tecnico Focus Lab 1 Imprese

Dettagli

Laboratorio Provinciale Mantova Imprese per la Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR)

Laboratorio Provinciale Mantova Imprese per la Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Laboratorio Provinciale Mantova Imprese per la Responsabilità Sociale d Impresa (RSI / CSR) Idee a confronto per progetti di sviluppo e innovazione territoriale Report attività e progetti 2013 Promosso

Dettagli

Competitività e Sostenibilità

Competitività e Sostenibilità Stakeholder Engagement Co-Design Competitività e Sostenibilità CSR Management Smart City Social Innovation Green Economy Management Comunicazione per la Sostenibilità Formazione per la Sostenibilità Ricerca

Dettagli

Laboratorio Imprese per la Responsabilità Sociale (CSR) Parma

Laboratorio Imprese per la Responsabilità Sociale (CSR) Parma finanziato da Laboratorio Imprese per la Responsabilità Sociale (CSR) Parma Piano d Azione per iniziative di Responsabilità Sociale d Impresa Welfare Aziendale Innovazione Green Progetti con il Territorio

Dettagli

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa Dott.ssa Elisabetta Grigoletto Sezione Formazione Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Berlino 2014 1 Il progetto interregionale Creazione

Dettagli

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Progetto PercoRSI Rete responsabile Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Con il contributo di: Partner operativo Finalità generali di PercoRSI Dal 2004

Dettagli

AZIONE DI SISTEMA FILO. Formazione Imprenditorialità Lavoro Orientamento

AZIONE DI SISTEMA FILO. Formazione Imprenditorialità Lavoro Orientamento AZIONE DI SISTEMA FILO Formazione Imprenditorialità Lavoro Orientamento Azione di sistema: FILO- Formazione, imprenditorialità, lavoro e orientamento Il ruolo delle Camere di Commercio sui temi dello sviluppo

Dettagli

5 anno 2013. Un Laboratorio di co-progettazione e partnership tra imprese per una competitività responsabile e innovazione

5 anno 2013. Un Laboratorio di co-progettazione e partnership tra imprese per una competitività responsabile e innovazione 5 anno 2013 Un Laboratorio di co-progettazione e partnership tra imprese per una competitività responsabile e innovazione in collaborazione con Persone-Imprese-Territorio Obiettivi Club RSI 2013 Obiettivi

Dettagli

PARI OPPORTUNITÁ NEL LAVORO CHE CAMBIA Investire nell occupazione femminile aumenta la produttività aziendale

PARI OPPORTUNITÁ NEL LAVORO CHE CAMBIA Investire nell occupazione femminile aumenta la produttività aziendale PARI OPPORTUNITÁ NEL LAVORO CHE CAMBIA Investire nell occupazione femminile aumenta la produttività aziendale DGR 254, 08/03/2016 Progetto in collaborazione con Studio COMM S.T.P. srl Bellissima Terra

Dettagli

Aggiornamento: maggio 2015

Aggiornamento: maggio 2015 BOLOGNA CONSUMI RESPONSABILI Aggiornamento: maggio 2015 Descrizione del progetto Diffusione di orientamenti e pratiche di consumerismo socialmente responsabile per promuovere il capitale sociale del territorio,

Dettagli

Laboratorio IMPRESE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA RAVENNA. 2 anno - 1 Semestre 2014. Report

Laboratorio IMPRESE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA RAVENNA. 2 anno - 1 Semestre 2014. Report Provincia di Ravenna Laboratorio IMPRESE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA RAVENNA 2 anno - 1 Semestre 2014 Report 1 incontro - 16 maggio 2013 Palazzo della Provincia, Piazza Caduti, 2 Programma

Dettagli

Centro Polivalente Bigattera Animazione, formazione e assistenza per iniziative di agricoltura sociale a scala territoriale

Centro Polivalente Bigattera Animazione, formazione e assistenza per iniziative di agricoltura sociale a scala territoriale Centro Polivalente Bigattera Animazione, formazione e assistenza per iniziative di agricoltura sociale a scala territoriale Azione di Sistema Piano Provinciale Disabili Responsabile progetto Andrea Poltronieri

Dettagli

1. Azioni di sistema. 2. Azioni di sostegno alla domiciliarità. 3. Azioni di sostegno alla vita indipendente. 4. Azioni di inclusione sociale

1. Azioni di sistema. 2. Azioni di sostegno alla domiciliarità. 3. Azioni di sostegno alla vita indipendente. 4. Azioni di inclusione sociale 1 AREE DI INTERVENTO E PROGETTI 1. Azioni di sistema Formazione Coordinamento e monitoraggio Trasporti 2. Azioni di sostegno alla domiciliarità Moduli respiro 3. Azioni di sostegno alla vita indipendente

Dettagli

Tabella 2. I criteri di valutazione dei progetti presentati dalle allanze territoriali alle Asl

Tabella 2. I criteri di valutazione dei progetti presentati dalle allanze territoriali alle Asl Tabella 2. I criteri di valutazione dei progetti presentati dalle allanze territoriali alle Asl Bando Criteri di valutazione Bergamo Brescia Como Qualità dell'ʹanalisi dei bisogni territoriali Percentuale

Dettagli

2.13 POLITICHE DI WELFARE AZIENDALE IN UN SISTEMA DI WELFARE CONDIVISO

2.13 POLITICHE DI WELFARE AZIENDALE IN UN SISTEMA DI WELFARE CONDIVISO 2.13 POLITICHE DI WELFARE AZIENDALE IN UN SISTEMA DI WELFARE CONDIVISO 19.06.2013 INTRODUZIONE AL PROGETTO Molte delle buone pratiche messe in atto dalle imprese per migliorare il benessere dei propri

Dettagli

Gender Community per la valorizzazione delle donne e del lavoro. Un percorso di innovazione

Gender Community per la valorizzazione delle donne e del lavoro. Un percorso di innovazione Gender Community per la valorizzazione delle donne e del lavoro. Un percorso di innovazione Daniela Oliva - IRS Bologna, 30 Giugno 2015 Una storia che inizia da lontano donne e lavoro 2007 - Analisi e

Dettagli

Non solo lavoratrici e lavoratori: l attenzione delle aziende per le famiglie

Non solo lavoratrici e lavoratori: l attenzione delle aziende per le famiglie Click to edit Master text styles Non solo lavoratrici e lavoratori: l attenzione delle aziende per le famiglie Il welfare aziendale in Manutencoop: centri estivi, soggiorni residenziali, e borse di studio

Dettagli

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 Mission Il progetto fin dal 2001 si è posto un duplice obiettivo: offrire alle P.A. - in particolare alle amministrazioni locali

Dettagli

Reti per la Conciliazione. Obiettivi del progetto

Reti per la Conciliazione. Obiettivi del progetto Promuovere azioni e interventi di conciliazione vita-lavoro significa facilitare la vita di lavoratori/trici con famiglia individuando soluzioni famigliari, territoriali e aziendali che consentano alle

Dettagli

FARE RETE PER COMPETERE

FARE RETE PER COMPETERE RESPONSABILITA SOCIALE E PMI FARE RETE PER COMPETERE Sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. AZIONE DI SISTEMA Imprese responsabili, imprese più innovative e più competitive Dipartimento

Dettagli

L obiettivo del progetto è quello di favorire l inclusione sociale di persone in situazioni di povertà estrema, soggetti che hanno rotto tutti i

L obiettivo del progetto è quello di favorire l inclusione sociale di persone in situazioni di povertà estrema, soggetti che hanno rotto tutti i STORIE DI CONFINE Campagna emergenza freddo 2011/2012 L obiettivo del progetto è quello di favorire l inclusione sociale di persone in situazioni di povertà estrema, soggetti che hanno rotto tutti i legami

Dettagli

Zanardi Bio Social coltivare, produrre, distribuire e lavorare

Zanardi Bio Social coltivare, produrre, distribuire e lavorare Zanardi Bio Social coltivare, produrre, distribuire e lavorare ZANARDI BIO raggruppa 4 progetti e una vasta rete di attori del territorio attivi nell inclusione sociale, nella promozione di uno stile di

Dettagli

Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e

Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e l Innovazione in Agricoltura Progetto finanziato dal FSE e dalla Provincia di Pistoia 1 Bando MM 2006-2007 FSE POR OB 3 mis. D1, C3 PROGETTI

Dettagli

TORNO SUBITO 2015. Il soggetto attuatore dell iniziativa è LAZIODISU Ente per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio

TORNO SUBITO 2015. Il soggetto attuatore dell iniziativa è LAZIODISU Ente per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio TORNO SUBITO 2015 Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università Lanciata in via sperimentale nel 2014 con fondi del POR FSE Nella cornice strategica

Dettagli

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO Avviso 26 del 4 marzo 2015 Piani formativi aziendali concordati Standard - Fondo di Rotazione SCHEDA DI PRE ADESIONE entro il 13 maggio 2015 STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO PREMESSA Venerdì 30 Gennaio

Dettagli

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa 1 sperimentazione 2013

Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa 1 sperimentazione 2013 Laboratorio Provinciale Responsabilità Sociale d Impresa 1 sperimentazione 2013 Promosso da Provincia di Ravenna - CCIAA Ravenna In collaborazione con la Regione Emilia-Romagna Report risultati 2 incontro

Dettagli

Progetto Equal Fase II Sviluppo distretti di Economia Solidale nelle province di Torino e Alessandria

Progetto Equal Fase II Sviluppo distretti di Economia Solidale nelle province di Torino e Alessandria Progetto Equal Fase II Sviluppo distretti di Economia Solidale nelle province di Torino e Alessandria SINTESI DEL PROGETTO Quasi tutte le realtà che partecipano al progetto, già aderiscono alla proposta

Dettagli

Area Minori Area tematica: il rafforzamento della funzione educativa e di accompagnamento budget dedicato 16.000,00

Area Minori Area tematica: il rafforzamento della funzione educativa e di accompagnamento budget dedicato 16.000,00 AVVISO PUBBLICO AFFIDAMENTO DI PROGETTI AVENTI AD OGGETTO INTERVENTI A FAVORE DELLE PERSONE SOTTOPOSTE A PROVVEDIMENTI DELL AUTORITA GIUDIZIARIA E DELLE LORO FAMIGLIE Premessa Regione Lombardia, con l

Dettagli

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta 17 luglio 2014 LA STRATEGIA PER L ATTRATTIVITÀ Attivazione di iniziative per potenziare l attrattività del territorio

Dettagli

S. LUCIA Società Cooperativa Sociale di Solidarietà (ONLUS)

S. LUCIA Società Cooperativa Sociale di Solidarietà (ONLUS) Via Località Sorbara 105/A 105/B 46041 Asola (MN) Tf. 03761518400 fax 03761518410 www.coopsantalucia.com info@coopsantalucia.com S. LUCIA Società Cooperativa Sociale di Solidarietà (ONLUS) gennaio 2013

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PIANO ITALIANO PER LA GARANZIA GIOVANI Procedure informative - Audizione del Ministro del lavoro e delle politiche sociali,

Dettagli

Il DES Brescia si identifica con gli ideali e le caratteristiche dell economia solidale:

Il DES Brescia si identifica con gli ideali e le caratteristiche dell economia solidale: Il Des Brescia Il DES Brescia, Distretto di Economia Solidale del territorio cittadino, è un nuovo soggetto di promozione e di cooperazione che opera per proporre un nuovo modello economico più sostenibile

Dettagli

RIGHT HUB LA START-UP INNOVATIVA A SUPPORTO DELL ECONOMIA SOCIALE NATA PER FACILITARE L INTERFUSIONE TRA PROFIT E NON PROFIT.

RIGHT HUB LA START-UP INNOVATIVA A SUPPORTO DELL ECONOMIA SOCIALE NATA PER FACILITARE L INTERFUSIONE TRA PROFIT E NON PROFIT. RIGHT HUB LA START-UP INNOVATIVA A SUPPORTO DELL ECONOMIA SOCIALE NATA PER FACILITARE L INTERFUSIONE TRA PROFIT E NON PROFIT. UN MONDO PIÙ GIUSTO È UN IMPRESA POSSIBILE. LE IMPRESE FOR PROFIT E L ECONOMIA

Dettagli

Roma 30 novembre 2015. Giorgio Trentin Sezione Agroambiente, Settore Ricerca Innovazione e Diversificazione agricola Regione del Veneto

Roma 30 novembre 2015. Giorgio Trentin Sezione Agroambiente, Settore Ricerca Innovazione e Diversificazione agricola Regione del Veneto Tavola rotonda EIP AGRI Il Partenariato Europeo dell Innovazione: Agricoltura sostenibile e produttività L esperienza delle Regioni italiane nei network tematici e nei gruppi operativi Roma 30 novembre

Dettagli

Progetto Venezia per l altraeconomia

Progetto Venezia per l altraeconomia Progetto Venezia per l altraeconomia Obiettivo del progetto è la costruzione e promozione di una Rete di Economia Solidale (RES) veneziana, che raduni intorno ad un Tavolo permanente per l altraeconomia,

Dettagli

FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto

FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto Finestre sul mondo del lavoro: I Partner di Progetto 1. Lavoro & Società Scarl 2. Randstad Italia Srl 3. Fondazione

Dettagli

Lo sviluppo sostenibile e la responsabilità delle Imprese

Lo sviluppo sostenibile e la responsabilità delle Imprese IISS Eugenio Bona Biella 11 novembre 2015 Roberto Ramasco, Fondazione Sodalitas Lo sviluppo sostenibile e la responsabilità delle Imprese www.sodalitas.it Definizione di Responsabilità Sociale d Impresa

Dettagli

Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza

Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza SOSTENERE IL DOPO DI NOI DURANTE NOI IL PROBLEMA La famiglia non riesce a

Dettagli

Reti per la Conciliazione. Obiettivi del progetto

Reti per la Conciliazione. Obiettivi del progetto Promuovere azioni e interventi di conciliazione vita-lavoro significa facilitare la vita di lavoratori/trici con famiglia individuando soluzioni famigliari, territoriali e aziendali che consentano alle

Dettagli

DISTRETTI FAMIGLIA E STANDARD FAMILY AUDIT

DISTRETTI FAMIGLIA E STANDARD FAMILY AUDIT ACCORDO VOLONTARIO DI OBIETTIVO PER FAVORIRE LA CRESCITA DI HEALTH & WELL BEING TERRITORIAL LAB TRENTO LABORATORIO TERRITORIALE PER LO SVILUPPO DI SERVIZI DI HEALTH & WELL BEING TRA Associazione Trento

Dettagli

A CO-OPERATIVE EXPERIENCE: INCONTRARE LA COOPERAZIONE NEL REGNO UNITO

A CO-OPERATIVE EXPERIENCE: INCONTRARE LA COOPERAZIONE NEL REGNO UNITO 2 A CO-OPERATIVE EXPERIENCE: INCONTRARE LA COOPERAZIONE NEL REGNO UNITO Grazie al cofinanziamento del programma Leonardo da Vinci e in linea all impegno formativo e di crescita professionale regionale,

Dettagli

PROGETTO SPECIALE AREA POWER & ECOLOGY. www.e-greenetwork.com

PROGETTO SPECIALE AREA POWER & ECOLOGY. www.e-greenetwork.com PROGETTO SPECIALE AREA POWER & ECOLOGY www.e-greenetwork.com La Missione ègreen è un network di imprese e professionisti il cui obiettivo è convertire l attività umana di progettazione, produzione di beni

Dettagli

Contrattazione e welfare

Contrattazione e welfare Contrattazione e welfare D.g.r. 25 ottobre 2012 - n. IX/4221 Misure a sostegno del welfare aziendale ed interaziendale e della conciliazione Famiglia - Lavoro in Lombardia, in riferimento alla LR 7/2012

Dettagli

Miglioramento delle performance degli Enti Territoriali e delle Pubbliche Amministrazioni

Miglioramento delle performance degli Enti Territoriali e delle Pubbliche Amministrazioni Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere -Gandhi- Master in Miglioramento delle performance degli Enti Territoriali e delle Pubbliche Amministrazioni III edizione A.A. 2013/2014 Master universitario

Dettagli

GLI IMMIGRATI IN PROVINCIA DI CREMONA Contesto, azioni, progetti

GLI IMMIGRATI IN PROVINCIA DI CREMONA Contesto, azioni, progetti Convenzione di Sovvenzione n. 2011/FEI/PROG-100781 CUP B53I12000030003 GLI IMMIGRATI IN PROVINCIA DI CREMONA Contesto, azioni, progetti CORRELARE: partnership ed esiti del progetto Rosita Viola Provincia

Dettagli

RETE TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI SONDRIO

RETE TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI SONDRIO RETE TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI SONDRIO ACCORDO PER LA VALORIZZAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA LAVORO E DELLE RETI DI IMPRESE Premesso che: La Comunicazione della Commissione

Dettagli

Misura 124 "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale"

Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale Misura 124 "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale" Consorzio Iniziative per la Formazione dei Divulgatori Agricoli

Dettagli

OSSERVATORIO ECO-MEDIA. onlus

OSSERVATORIO ECO-MEDIA. onlus OSSERVATORIO ECO-MEDIA onlus Indice Scenario Istituzione e Missione Organizzazione Attività Ricerca teorica Monitoraggio Divulgazione e promozione Iniziative editoriali Credits Scenario I temi dell ambiente

Dettagli

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova ALLEGATO E PROGETTO ESECUTIVO Mantova, città universitaria a misura di studente Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: Mantova, città universitaria

Dettagli

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DELLE ALLEANZE LOCALI IN MATERIA DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DELLE ALLEANZE LOCALI IN MATERIA DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO Allegato 1 SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DELLE ALLEANZE LOCALI IN MATERIA DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO D.G.R. n. X/1081 del 12 dicembre 2013 e Decreto. n. 2058 del 11 marzo 2014

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE - OGGETTO-

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE - OGGETTO- DIREZIONE CENTRALE POLITICHE SOCIALI E CULTURA DELLA SALUTE SETTORE SERVIZI PER ANZIANI E RESIDENZIALITA DIREZIONE CENTRALE POLITICHE DEL LAVORO, SVILUPPO ECONOMICO E UNIVERSITA SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA,

Dettagli

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 CO M PA N Y P R O F I L E L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 2 3 CISITA PARMA. La formazione a Parma, dal 1987 Cisita I NUMERI DI CISITA PARMA AZIENDE CLIENTI - 1.061 ORE DI FORMAZIONE EROGATE - 38.132

Dettagli

Sintesi del Bilancio Preventivo di Sostenibilità 2013

Sintesi del Bilancio Preventivo di Sostenibilità 2013 Sintesi del Bilancio Preventivo di Sostenibilità 2013 Oltre al Bilancio Consuntivo di Sostenibilità, Unicoop Tirreno utilizza dal 2009 un altro strumento formalizzato di gestione della responsabilità sociale

Dettagli

L' associazione SEI Associazione di Promozione Sociale Regione Puglia "Bollenti Spiriti" 2012 Vision: Mission: Valori

L' associazione SEI Associazione di Promozione Sociale Regione Puglia Bollenti Spiriti 2012 Vision: Mission: Valori L' associazione SEI (society, environment, economy and institutions), con sede a Brindisi, è una giovanissima Associazione di Promozione Sociale che si occupa di sostenibilità a 360 gradi. Nata da meno

Dettagli

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova solidar Chi siamo La mission Sol.Co. Mantova (Solidarietà e Cooperazione) è un consorzio di cooperative sociali impegnate nella

Dettagli

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE ROMA, 14 15 16 FEBBRAIO 2013

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE ROMA, 14 15 16 FEBBRAIO 2013 CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE ROMA, 14 15 16 FEBBRAIO 2013 DOVE E QUANDO Centro Congressi Cavour Via Cavour 50 a 00184 Roma www.icavour.it (a due passi dalla Stazione ferroviaria

Dettagli

GARANZIA PER I GIOVANI. Incontro con le Associazioni datoriali. 6 dicembre 2013

GARANZIA PER I GIOVANI. Incontro con le Associazioni datoriali. 6 dicembre 2013 GARANZIA PER I GIOVANI Incontro con le Associazioni datoriali 6 dicembre 2013 1 IL PIANO ITALIANO 2 DESTINATARI Giovani nella fascia di età 15-24 anni ai quali offrire un servizio entro quattro mesi dall

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

Orari (PCO) degli. Città di Avigliana

Orari (PCO) degli. Città di Avigliana Il Piano di Coordinamento degli Orari (PCO) Città di Avigliana Il Piano Coordinamento degli di Orari (PCO) * Introduzione * Il percorso per l elaborazione del PCO * Le fasi di lavoro * I temi e le azioni

Dettagli

PROGETTO TAVOLO GIOVANI

PROGETTO TAVOLO GIOVANI PROGETTO TAVOLO GIOVANI Costituzione di un Tavolo di coordinamento con le associazioni di giovani di Cinisello Balsamo e le organizzazioni sociali che compongono il mondo delle realtà giovanili locali

Dettagli

Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale

Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale 1 1 1. Premessa La seguente proposta di modello nasce dopo un attività di confronto tra i rappresentanti

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

COMUNE DI MARANELLO Provincia di Modena

COMUNE DI MARANELLO Provincia di Modena Provincia di Modena Da allegare alla delibera SCHEMA PROGETTO RETE NAZIONALE CITTA DEI MOTORI: il piano di lavoro WP1 MOTOR WEB MUSEUM 1.1 Censimento del patrimonio motori (su 22 ) - Creazione di un database

Dettagli

Scheda per la rilevazione delle caratteristiche dei soggetti aderenti alla

Scheda per la rilevazione delle caratteristiche dei soggetti aderenti alla Scheda per la rilevazione delle caratteristiche dei soggetti aderenti alla Rete territoriale a sostegno del sistema provinciale di istruzione e formazione per la musica e la valorizzazione dell arte liutaria

Dettagli

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 LE CAMERE DI COMMERCIO INVITANO LE IMPRESE A PARTECIPARE ALLA SELEZIONE DELLE MIGLIORI BUONE PRASSI AZIENDALI PER LA RESPONSABILITÀ

Dettagli

LECCE SOCIAL INNOVATION CITY. Bando per il coinvolgimento di 100 giovani innovatori sociali

LECCE SOCIAL INNOVATION CITY. Bando per il coinvolgimento di 100 giovani innovatori sociali LECCE SOCIAL INNOVATION CITY. Bando per il coinvolgimento di 100 giovani innovatori sociali COS È LECCE SOCIAL INNOVATION CITY Lecce innovation city: processi di innovazione fuori dal Comune (da qui in

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE ALL INIZIATIVA. Study Tour in Europa 2013 Percorsi di formazione in contesti lavorativi europei - II Edizione -

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE ALL INIZIATIVA. Study Tour in Europa 2013 Percorsi di formazione in contesti lavorativi europei - II Edizione - ALLEGATO N.1 REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE ALL INIZIATIVA Study Tour in Europa 2013 Percorsi di formazione in contesti lavorativi europei - II Edizione - ART. 1 FINALITÀ E OGGETTO DELL INTERVENTO 1. In

Dettagli

IL CONTESTO: LE EVIDENZE LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

IL CONTESTO: LE EVIDENZE LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE PREMESSA IL PROGETTO DI SEGUITO ESPOSTO E IL RISULTATO DEL LAVORO DI UN COMITATO di PROGETTO COMPOSTO DAI SEGUENTI PARTNER: Fondazione La Fornace dell Innovazione Cooperativa Sociale IL SESTANTE Consulmarc

Dettagli

RESPONSABILITÁ SOCIALE D IMPRESA: IMPEGNO DI NATURA ETICA ALL INTERNO DI UNA VISIONE STRATEGICA DI SVILUPPO DELLE AZIENDE

RESPONSABILITÁ SOCIALE D IMPRESA: IMPEGNO DI NATURA ETICA ALL INTERNO DI UNA VISIONE STRATEGICA DI SVILUPPO DELLE AZIENDE RESPONSABILITÁ SOCIALE D IMPRESA: IMPEGNO DI NATURA ETICA ALL INTERNO DI UNA VISIONE STRATEGICA DI SVILUPPO DELLE AZIENDE Camera di Commercio di Modena, 18 Settembre 2014 Maria Concetta Pezzuoli Delegata

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: Passport ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO Il progetto intende coniugare stili di vita e intenzionalità educativa, all interno di un rinnovato quadro

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLO SCHEMA PER LA REDAZIONE DEI PROGETTI

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLO SCHEMA PER LA REDAZIONE DEI PROGETTI Legge regionale 7 febbraio 2010, n. 3 Norme per la definizione, riordino e promozione delle procedure di consultazione e partecipazione alla elaborazione delle politiche regionali locali GUIDA ALLA COMPILAZIONE

Dettagli

ACCORDO di RETE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

ACCORDO di RETE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ACCORDO di RETE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO WELL-FARE LEGAMI Il welfare che rigenera PROPOSTA PROGETTUALE NELL AMBITOD DEL BANDO FONDAZIONE CARIPLO WELFARE IN AZIONE WELFARE DI COMUNITA E INNOVAZIONE

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Valentina Montesarchio Vice Segretario Generale Unioncamere del Veneto Unioncamere del Veneto e Regione del Veneto stanno definendo le attività per la prosecuzione

Dettagli

Audizione P.O.R. F.E.S.R. I.3. Ing. Stefano Turi Direttore Generale

Audizione P.O.R. F.E.S.R. I.3. Ing. Stefano Turi Direttore Generale Audizione P.O.R. F.E.S.R. I.3 Ing. Stefano Turi Direttore Generale Filas Presentazione Fondata il 27 gennaio 1975 Socio unico: Sviluppo Lazio Capitale sociale: 35.857.000,00 i.v. Iscrizioni: intermediario

Dettagli

Il Servizio Socio-Occupazionale Ce.Se.A. La Carta dei Servizi. Gli orientamenti culturali di riferimento

Il Servizio Socio-Occupazionale Ce.Se.A. La Carta dei Servizi. Gli orientamenti culturali di riferimento Il Servizio Socio-Occupazionale Ce.Se.A. Ce.Se.A. nasce nel 1999, presso il Centro Servizi Formativi del Comune di Lecco e sullo stimolo dell allora Centro Servizio Adulti (da cui l acronimo Ce.Se.A.)

Dettagli

Centro Polivalente Bigattera Educare e formare al lavoro nell agricoltura sociale Azione di Sistema Piano Provinciale Disabili

Centro Polivalente Bigattera Educare e formare al lavoro nell agricoltura sociale Azione di Sistema Piano Provinciale Disabili Relazione finale Dicembre 2012 In collaborazione con UPL INTRAPRENDERE: 4 FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO PER I GIOVANI Centro Polivalente Bigattera Educare e formare al lavoro nell agricoltura sociale Azione

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E L UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E L UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E L UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO PROTOTIPO PROGETTUALE RELATIVO ALL ARTICOLO 3 - LETTERA B) I SERVIZI INTEGRATI PER LA NUOVA

Dettagli

S.I.I.L. : Sostegno Integrato Inserimento Lavorativo - Un servizio ai lavoratori e alle imprese -

S.I.I.L. : Sostegno Integrato Inserimento Lavorativo - Un servizio ai lavoratori e alle imprese - S.I.I.L. : Sostegno Integrato Inserimento Lavorativo - Un servizio ai lavoratori e alle imprese - CHE COS E IL SIIL Il SIIL, Sostegno Integrato Inserimento Lavorativo, è un servizio organizzato, dal 1998,

Dettagli

LE RISPOSTE PER LE PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI: BISOGNI, SERVIZI E SPESA. Tiziano Vecchiato Rovigo, 23 novembre 2011

LE RISPOSTE PER LE PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI: BISOGNI, SERVIZI E SPESA. Tiziano Vecchiato Rovigo, 23 novembre 2011 Realizzato con il contributo di: LE RISPOSTE PER LE PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI: BISOGNI, SERVIZI E SPESA Tiziano Vecchiato Rovigo, 23 novembre 2011 Fondazione E. Zancan Onlus OBIETTIVI OSSERVATORIO

Dettagli

ORGANIZZAZIONI di VOLONTARIATO

ORGANIZZAZIONI di VOLONTARIATO ALLEGATO B Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale Bandi 2006/2007 ORGANIZZAZIONI di VOLONTARIATO (Legge regionale n. 22/93) SCHEMA DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI N progetto (spazio riservato

Dettagli

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA EE.LL. (PUNTO 2.2, LETTERE A. E B. DELL ALLEGATO A) FINALIZZATE AD INTERVENTI RIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI. (L.R. 14/08 "NORME IN MATERIA

Dettagli

In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO

In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO Obiettivi TreValli intende promuovere un progetto di educazione alimentare dedicato alle scuole primarie della Regione Marche, in collaborazione con Alimos, società

Dettagli

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP)

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP) PROPOSTE PROGETTUALI BILANCIO CAMERALE 2013 Considerato il costante diminuire delle risorse pubbliche e di conseguenza dei contributi per le imprese, abbiamo ritenuto opportuno segnalare qui di seguito

Dettagli

PIANO TERRITORIALE DI CONCILIAZIONE 2014-2016

PIANO TERRITORIALE DI CONCILIAZIONE 2014-2016 RETE TERRITORIALE DI CONCILIAZIONE DI MANTOVA PIANO TERRITORIALE DI CONCILIAZIONE 2014-2016 A cura di Asl Mantova con la collaborazione dei soggetti aderenti alla rete territoriale 1 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme Obiettivi dell incontro Il percorso Cosa è stato fatto Opportunità di visibilità

Dettagli

PGN: 10345 del 5/2/2014. 1. Descrizione e obiettivi del Bando. 2. I soggetti promotori. 3. I premi e le fasi del concorso

PGN: 10345 del 5/2/2014. 1. Descrizione e obiettivi del Bando. 2. I soggetti promotori. 3. I premi e le fasi del concorso CONCORSO DI IDEE PGN: 10345 del 5/2/2014 1. Descrizione e obiettivi del Bando Il Comune di Cesena, in collaborazione con AICCON e i partner di progetto, indice il Concorso di Idee Impresa Creativa: missione

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FONDO SOCIALE EUROPEO 2007-2013

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FONDO SOCIALE EUROPEO 2007-2013 UNIONE EUROPEA REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Assessorato regionale del Lavoro, della Previdenza Sociale, della Formazione Professionale e dell Emigrazione Dipartimento regionale

Dettagli

Miglioramento delle PERFormance degli Enti Territoriali e delle pubbliche amministrazioni

Miglioramento delle PERFormance degli Enti Territoriali e delle pubbliche amministrazioni Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere -Gandhi- Miglioramento delle PERFormance degli Enti Territoriali e delle pubbliche amministrazioni V edizione A.A. 2015/2016 Ferrara 29 aprile 2016

Dettagli

Sono le cose che non conoscete che cambieranno la vostra vita. Wolf Vostell. Variazioni. Company Profile

Sono le cose che non conoscete che cambieranno la vostra vita. Wolf Vostell. Variazioni. Company Profile Sono le cose che non conoscete che cambieranno la vostra vita. Wolf Vostell Variazioni Company Profile Mission & Vision Keywords Normative C.O.R.E. Soluzioni Prodotti Competenza, Tecnologia, Innovazione,

Dettagli

BANDO PER FAVORIRE L'INSERIMENTO DI GIOVANI IN AZIENDA RIVOLTO AD IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA

BANDO PER FAVORIRE L'INSERIMENTO DI GIOVANI IN AZIENDA RIVOLTO AD IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA BANDO PER FAVORIRE L'INSERIMENTO DI GIOVANI IN AZIENDA RIVOLTO AD IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA SEZIONE 1: Selezione di progetti di inserimento lavorativo presentati da aziende attive sul territorio

Dettagli

Parco dei Talenti Creativi e Innovativi

Parco dei Talenti Creativi e Innovativi Parco dei Talenti Creativi e Innovativi Bando 2011 CHE COS'È IL PARCO DEI TALENTI CREATIVI Fondazione Milano con la sua area Milano Progetti promuove il Parco dei Talenti Creativi e Innovativi: un insieme

Dettagli

CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008

CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008 CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008 OBIETTIVI STRATEGICI Nel corso del 2007 si è venuto precisando ed arricchendo il ruolo ed il potenziale del Gruppo Europa che ha superato la fase sperimentale

Dettagli

INDICE. 1 Il progetto AgriSociale... 2. 2 Il processo partecipativo e il workshop di Santadi... 3. Crediti... 20

INDICE. 1 Il progetto AgriSociale... 2. 2 Il processo partecipativo e il workshop di Santadi... 3. Crediti... 20 Workshop di Progettazione Partecipata Santadi, 3 febbraio 2012 INDICE 1 Il progetto AgriSociale... 2 2 Il processo partecipativo e il workshop di Santadi... 3 2.1 I servizi sociali finanziabili dalla Misura

Dettagli