1. PREMESSA INQUADRAMENTO STORICO-ARCHITETTONICO INQUADRAMENTO URBANO RILIEVO TERMOGRAFICO... 9

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. PREMESSA... 2 2. INQUADRAMENTO STORICO-ARCHITETTONICO... 3 3. INQUADRAMENTO URBANO... 8 4. RILIEVO TERMOGRAFICO... 9"

Transcript

1

2

3 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag. 1 INDICE DEI CAPITOLI 1. PREMESSA INQUADRAMENTO STORICO-ARCHITETTONICO INQUADRAMENTO URBANO RILIEVO TERMOGRAFICO I PRINCÌPI DELLA TERMOGRAFIA STRUMENTAZIONE UTILIZZATA CARATTERISTICHE DELLA STRUMENTAZIONE DI RIPRESA PLANIMETRIA DEL CORTILE PORTICATO PARAMETRI TECNICI E AMBIENTALI SCHEDE DI INDAGINE TERMOGRAFICA CONCLUSIONI... 21

4 Pag. 2 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio PREMESSA L incarico, conferito dall Università degli Studi di Palermo, consiste nella esecuzione di indagini diagnostiche, col metodo della termografia all infrarosso, per monitorare le variazioni di umidità da risalita capillare a seguito dell installazione dell apposita tecnologia elettrofisica per la deumidificazione delle murature. Nel, sito in Piazza Marina n. 61 nel Comune di Palermo, è stata eseguita un indagine termografica in data 23/02/2012 delle superfici dei prospetti del Cortile Porticato (ore 12:30-14:30), con metodo passivo. Il Palazzo risulta soggetto ad un fenomeno di umidità ascendente, testimoniato dalla presenza, sulle superfici interne ed esterne delle strutture murarie, di macchie e chiazze di umidità, con locali zone ove l intonaco presenta segni di rigonfiamento, distacchi e di efflorescenze saline. L origine del fenomeno sopra descritto è verosimilmente da ricondursi alla natura dei terreni su cui insistono le strutture murarie, in relazione all età e alla tipologia costruttiva delle medesime: la presenza d acqua nel sottosuolo favorisce un richiamo e un ristagno d acqua nella zona su cui insistono le fondazioni, da cui appunto si innesca la risalita capillare secondo un ciclo continuo e ininterrotto. A fronte del quadro diagnostico sopra descritto, in data 20/02/2012 è stata installata e attivata nel Palazzo l apposita tecnologia elettrofisica, per la deumidificazione delle murature, della S.K.M. srl Soluzioni Kalibrate per Murature, consistente nella fattispecie in n 3 apparecchiature KalibraDRY mod. 4.0 matr KD15, KD15 e KD15 collocate nelle posizioni prescelte dalla Spett./le Committente e indicate nella planimetria allegata. L installazione delle apparecchiature - aventi raggio di azione nominale di 15 m in senso sferico - è sufficiente a garantire la copertura di una porzione del Palazzo: l azione di deumidificazione indotta dagli apparecchi risulterà ricadere all interno del suddetto campo di azione. Nelle pagine seguenti vengono illustrate le metodologie di indagine, riportando le condizioni climatiche durante le prove, la strumentazione utilizzata ed i risultati dell'analisi tramite l'elaborazione dei dati ottenuti.

5 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag INQUADRAMENTO STORICO-ARCHITETTONICO Sei secoli di storia hanno percorso i corridoi dello Steri, le lingue e le culture più diverse hanno abitato le sue stanze. Dal 1307 Palazzo Chiaramonte è il simbolo del potere che si contrappone a Palazzo dei Normanni. Il francese, lo spagnolo, il latino e l'italiano d'altri tempi hanno risuonato nelle riunioni dei baroni, nelle udienze del Santo Uffizio e nelle assemblee del Vicerè. Con più di 600 anni alle spalle lo Steri, così lo chiamano i palermitani, per cui è ancora un simbolo di potenza, il palazzo rimane il secondo polo d'attrazione del centro storico siciliano e racchiude in sè la storia di Palermo. La costruzione ha attraversato il tempo ed è oggi simbolo e sede del Rettorato dell'università di Palermo. Voluto dalla famiglia Chiaramonte, segno tangibile del loro orgoglio, è più una fortezza che un palazzo nobiliare. Il nome comune con cui i palermitani lo chiamano è Steri che deriva dal latino "Hosterium magnum", cioè palazzo fortificato. È un esempio, come il Palazzo Ducale a Venezia e Palazzo Vecchio a Firenze, del nuovo impegno architettonico che caratterizzò l'inizio del Trecento e seguì l'impresa delle cattedrali e dei castelli. Giovanni Chiaramonte, detto il Vecchio, nel 1307 decise la costruzione dello Steri, che venne terminato intorno al Fu poi oggetto di modifiche intorno al 1392, anno in cui gli Aragonesi presero possesso della dimora. Non si conosce il nome dell'architetto che disegnò il progetto, ma lo stile e il modello delle decorazioni ha indotto gli studiosi a pensare che fu uno dei Chiaramonte, Manfredi, a dettare le regole da seguire nella costruzione. Uno stile unico, che risente, ma solo in parte delle influenze del periodo. Un connubio di architettura arabo-normanna, gotica e sveva, uno stile particolare detto "chiaromontiano", per la potenza e l'influenza che la famiglia ebbe fino alla fine del Trecento. Tratto da AteneoOnline di Daniela Mogavero.

6 Pag. 4 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio 2012 La Sala Magna, il portico a pianta quadrata, la sala Carlo V, le carceri Filippine, la sala delle Capriate e la sala delle Armi, sono le parti più conosciute e meglio conservate dello Steri e racchiudono in se stesse gli attimi più densi di storia del Palazzo. La Sala Magna in particolare è il gioiello più prezioso e descrive la tradizione narrativa dell'epoca, diventando modello della cultura popolare e non il contrario come hanno pensato alcuni studiosi. Il soffitto, interamente in legno, è lungo ben 27 metri e largo 8,50: venne dipinto da 3 artisti della zona e dalle loro maestranze dal 1377 al Dareno da Palermo, Cecco da Naro e Simone da Corleone dipinsero bestiari, scene d'amor cortese, di vita medievale e le saghe degli eroi greci e romani. Uno scorcio di cultura siciliana che riflette le influenze musulmane, gotiche e romaniche. Dopo la decapitazione dell'ultimo erede della dinastia, Andrea, giustiziato nel 1392 davanti l'ingresso principale della dimora, furono gli Aragonesi i padroni dello Steri. Lo spagnolo divenne la lingua ufficiale del potere e i Vicerè alloggiarono per circa 100 anni nelle sale volute dai Chiaramonte. Dopo l'incendio del 1497 e i saccheggi del del 1516 i Vicerè e con loro tutta la corte si spostarono a Palazzo dei Normanni. Fu la Curia che prese il loro posto e dal 1600 al 1782 la Santa Inquisizione. La sala delle Armi e le carceri Filippine furono i luoghi delle torture, ma anche del ricordo. I prigionieri, nobili giudicati eretici perchè contrastavano il potere, lasciarono le loro parole sulle pareti delle sale e con loro tutta la disperazione del momento. In tempi più recenti lo Steri è stato sede del Tribunale di Palermo e nel 1957 passò nelle mani della Regione che 10 anni dopo lo diede in concessione all' Università. L'Ateneo si impegnò a restaurare il palazzo che divenne la sede ufficiale del Rettorato dal 1985, anno in cui avvenne il definitivo trasferimento nelle sale dello Steri. Fig. 1 - Sala Magna o dei Baroni Fig. 2 - Ingresso Principale Fig. 3 - Cortile Porticato Tratto da AteneoOnline di Daniela Mogavero.

7 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag. 5 Fig. 4 - Sala delle Armi Fig. 5 - Sala delle Capriate Fig. 6 - Graffito La "perla" delle nuove scoperte è una scritta straziante in rosso-ocra, scoperta nella seconda stanza: "Cavuru e fridu sintu ca mi pigla / la terzuru tremu li vudella / lu cori e l'alma s'assuttiglia" Cioè: Sento freddo e caldo, mi ha preso la febbre terzana (cioè la febbre malarica), mi tremano le budella, il cuore e l'anima mi diventano piccoli piccoli". Fig. 7 - Graffito

8 Pag. 6 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio 2012 Fig. 8 - Graffito Fig. 9 - Graffito Fig Graffito In una delle sale è esposta "La Vuccirìa" di Renato Guttuso. Il celebre quadro, dipinto nel 1974, è un opera in cui lo spirito del celebre mercato palermitano, con il suo colore, le sue suggestioni, il suo stordimento fatto di odori e di voci, viene evocato nell espressionismo vitale di una figurazione esuberante e magniloquente. Fig La Vuccirìa

9 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag. 7 Fig Vista del Palazzo dal Prospetto Principale Fig Vista del Palazzo dal Retro Prospetto

10 Pag. 8 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio INQUADRAMENTO URBANO Il 2 Febbraio 1306 Giovanni Chiaromonte il Vecchio acquistava da frate Cirino, priore del convento di S. Maria di Ustica e di S. Onofrio, un grande appezzamento di terreno che comprendeva il piano della Marina, la Kalsa e la zona di S. Erasmo fino al ponte dell Ammiraglio. Nell'angolo sud-orientale di Piazza Marina si erige l'ostario Magno dei Chiaramonte, noto come Steri (dal latino "Hosterium", palazzo fortificato). Palazzo, a pianta quadrata, con cortile interno, anch'esso quadrato, con portici a piano terra e logge a livello del piano nobile, con ambienti planimetricamente disposti "a turbina o a pale di mulino". Lo Steri conserva ancora la sua primitiva struttura a tre piani con la facciata arricchita da due ordini di trifore. Lo stile gotico nelle linee essenziali ha caratteristiche peculiari tali da essere definito chiaramontano, ed è visibile in parecchi edifici civili siciliani dello stesso periodo. Adiacente al palazzo è la Cappella di S. Antonio Abate, con un bel portale quattrocentesco; era la cappella privata della famiglia Chiaramonte, oggi utilizzata come sala conferenze. Il fronte orientale del cortile è occupato dal neoclassico Palazzo del Regio Lotto (metà XIX sec.), mentre quello meridionale ospita il Carcere dei Penitenziati. Eretto agli inizi del Seicento, in esso erano rinchiusi i prigionieri del S. Uffizio in attesa dell'esecuzione della sentenza, che molte volte avveniva con un pubblico "autodafé" nella piazza Marina. Diverse celle di esso erano decorate con pitture, disegni e graffiti degli stessi prigionieri, testimonianza viva ed insieme allucinante delle loro sofferenze. Fig Mappa

11 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag RILIEVO TERMOGRAFICO 4.1 I PRINCÌPI DELLA TERMOGRAFIA La termografia all'infrarosso è una tecnica telemetrica non distruttiva in grado di determinare la temperatura radiante di una superficie. In ambito edilizio ed architettonico il metodo termografico è in grado di evidenziare le discontinuità termiche causate, ad esempio, dalla presenza di degrado della struttura, umidità, distacchi tra materiali di costruzione, e dalla diversa capacità radiante dei componenti strutturali quali pietre, intonaci, lapidei naturali, elementi metallici, legno. Infatti ogni oggetto avente una temperatura superiore allo zero assoluto (-273,15 C) emette una certa radiazione infrarossa, dipendente dalla propria temperatura, e che a parità di condizioni ambientali, varia col variare delle caratteristiche del materiale. La strumentazione termografica è costituita da una termocamera con lente al germanio, che registra immagini derivanti dalla radiazione nello spettro dell infrarosso. Le immagini all infrarosso vengono trasformate, attraverso l utilizzo di specifici software di elaborazione, in immagini radiometriche che consentono la lettura dei valori della temperatura nei diversi punti delle immagini stesse. 4.2 STRUMENTAZIONE UTILIZZATA L'indagine termografica ha previsto l'impiego di una termocamera portatile all infrarosso (FLIR B365) e di un termoigrometro (Probe Meter). Fig Termocamera FLIR B365

12 Pag. 10 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio CARATTERISTICHE DELLA STRUMENTAZIONE DI RIPRESA Si riportano, nella seguente tabella, le principali specifiche tecniche della strumentazione di ripresa utilizzata: Sensore 320x240 pixeles Uncooled Focal Plane Array Microbolometer Range spettrale Da 8 a 14µm Risoluzione spaziale (IFOV) Distanza di fuoco Campo di vista Frequenza di acquisizione 1,5 mrad Da 40 cm all infinito 27.0 (H) x 19.0 (V) 30 Hz (frames al secondo) Display Monitor LCD 3.5 Puntatore Laser Classe 2 (1mW/635nm rosso) Risoluzione termica 50 mk a 30 C Campo visivo (FOV) Memoria di registrazione Interfaccia 25 x 19 /0,4 m, ± 2 C o 2% della lettura Su SD USB-A 2.0, USB Mini-B, PAL o NTSC, WiFi Spettro Elettromagnetico

13 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag PLANIMETRIA DEL CORTILE PORTICATO Indicazione dei punti di posizionamento delle apparecchiature KalibraDRY

14 Pag. 12 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio PARAMETRI TECNICI E AMBIENTALI L'indagine termografica eseguita all'interno di Palazzo Chiaramonte o Seri, è stata effettuata in data con metodo passivo. La misurazione della temperatura dalle ore alle 14,30 si è mantenuta sostanzialmente costante: 16 C con umidità relativa del 50%. Non ci sono state variazioni di condizioni climatiche significative che hanno influenzato i risultati della prova. 4.6 SCHEDE DI INDAGINE TERMOGRAFICA L indagine termografica è stata condotta sulle pareti del Cortile Porticato attraverso l acquisizione di numerosi termogrammi atti a mappare le superfici murarie, mosaicandoli successivamente al fine di effettuare un facile confronto con l immagine nel visibile. Sono state predisposte delle schede relative alle indagini termografiche svolte in cui sono stati riportati i risultati dell analisi e l elaborazione dei dati ottenuti: Schede N Rilievo ravvicinato (3 mt.) delle superfici dei 4 prospetti del Cortile Porticato, in particolare la base delle pareti, per verificare la presenza o meno di umidità da risalita capillare; Schede N Rilievo a media distanza (20 mt.) delle stesse superfici dei 4 prospetti del Cortile Porticato e della pavimentazione adiacente per verificare la presenza o meno di umidità da risalita capillare e mappare le tubazioni sottoraccia dell impianto di riscaldamento. Tutte le schede presentano: - la data e l ora della prova; - la distanza di ripresa; - il numero di termogrammi mosaicati; - i dati di temperatura e umidità relativa interna ed esterna; - la planimetria con la localizzazione del termogramma al solo scopo di ottenere una indicazione della direzione di ripresa; - l immagine termografica (con la banda dello spettro infrarosso); - l immagine fotografica di confronto. Si assume quale riferimento normativo la norma UNI 13187: Prestazione termica degli edifici - Rivelazione qualitativa delle irregolarità termiche negli involucri edilizi - Metodo all'infrarosso.

15

16

17

18

19 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag. 17 SCHEDA DI INDAGINE TERMOGRAFICA N. 5 PALAZZO CHIARAMONTE O STERI Piazza Marina, 61 Palermo Data: T. Interna: - Ora: 14:19 T. Esterna: 16 C Distanza di Ripresa: 20 m U. Rel. Interna: - N. Termogrammi: 4 U. Rel. Esterna: 50% Inquadramento planimetrico Particolare della planimetria - Angolatura di ripresa termografica Rilievo termografico e fotografico dello stato di fatto 15.6 C Ar1 14 Ar Evidenziata la stessa umidità da risalita rilevata nella scheda n. 1, la mappatura termica della tubazione dell impianto di riscaldamento (frecce) e l umidità da risalita alla base della colonna (Ar2).

20 Pag. 18 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio 2012 SCHEDA DI INDAGINE TERMOGRAFICA N. 6 PALAZZO CHIARAMONTE O STERI Piazza Marina, 61 Palermo Data: T. Interna: - Ora: 14:21 T. Esterna: 16 C Distanza di Ripresa: 20 m U. Rel. Interna: - N. Termogrammi: 4 U. Rel. Esterna: 50% Inquadramento planimetrico Particolare della planimetria - Angolatura di ripresa termografica Rilievo termografico e fotografico dello stato di fatto 15.6 C 14 Sp2:temp 11.7 Sp1:temp 14.1 Ar Evidenziata umidità alla base della colonna (Ar1) e mappatura termica della tubazione dell impianto di riscaldamento (frecce). Data la distanza di ripresa non è visibile la debole traccia di umidità presente nella scheda n. 2. La mappatura dell impianto di riscaldamento evidenzia una dispersione termica, con differenze di circa 3 C.

21 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag. 19 SCHEDA DI INDAGINE TERMOGRAFICA N. 7 PALAZZO CHIARAMONTE O STERI Piazza Marina, 61 Palermo Data: T. Interna: - Ora: 14:24 T. Esterna: 16 C Distanza di Ripresa: 20 m U. Rel. Interna: - N. Termogrammi: 4 U. Rel. Esterna: 50% Inquadramento planimetrico Particolare della planimetria - Angolatura di ripresa termografica Rilievo termografico e fotografico dello stato di fatto 16.0 C 15 Ar Nessun fenomeno di umidità rilevato sulla parete (come da scheda n. 3). Mappatura termica della tubazione dell impianto di riscaldamento (frecce). Umidità da risalita alla base della colonna (Ar1).

22 Pag. 20 Comune di Palermo Indagine Termografica - Febbraio 2012 SCHEDA DI INDAGINE TERMOGRAFICA N. 8 PALAZZO CHIARAMONTE O STERI Piazza Marina, 61 Palermo Data: T. Interna: - Ora: 14:30 T. Esterna: 16 C Distanza di Ripresa: 20 m U. Rel. Interna: - N. Termogrammi: 4 U. Rel. Esterna: 50% Inquadramento planimetrico Particolare della planimetria - Angolatura di ripresa termografica Rilievo termografico e fotografico dello stato di fatto Ar4 Ar1 Ar C 12 Ar Evidenziata la stessa umidità rilevata nella scheda n. 4 (Ar1, Ar3, Ar4), la mappatura termica della tubazione dell impianto di riscaldamento (frecce) e l umidità da risalita alla base della colonna (Ar2). Nella porzione di destra della parete è possibile osservare con difficoltà l umidità di risalita mascherata dal riscaldamento perché la distanza di osservazione non lo consente. Nell area (Ar4) è possibile notare un anomalia termica da verificare.

23 Indagine Termografica - Febbraio 2012 Comune di Palermo Pag CONCLUSIONI L indagine termografica, eseguita nel di Palermo, ha avuto l obiettivo di valutare la presenza o meno di un fenomeno di umidità da risalita capillare. Le prove effettuate hanno dimostrato che: L umidità da risalita capillare risulta localizzata maggiormente nei prospetti Est (Scheda N. 4) e Sud (Scheda N. 1), mentre è presente solo una debole traccia nel prospetto Ovest (Scheda N. 2) e quasi nessun fenomeno nel prospetto Nord (Scheda N. 3). In tali prospetti sono state eseguite le relative termografie (Schede N. 1, 2, 3, 4). Si è potuto evidenziare, grazie alle riprese effettuate dal piano primo del Cortile Porticato (Schede N. 5, 6, 7, 8), la presenza della tubazione dell impianto di riscaldamento passante sotto il pavimento, effettuando così una mappatura termica della stessa. In particolare si è notato (Scheda N. 8) la presenza di un anomalia termica sospetta sulla quale sarebbe opportuno effettuare degli accertamenti. Palermo, lì 03/03/2012 Dott. Vincenzo Adorno Operatore Termografico di 2 Livello

24

Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG)

Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG) Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG) Metodo di indagine termografica La termografia all'infrarosso è una particolare tecnica telemetrica in grado di determinare, con notevole risoluzione

Dettagli

Isopack. Approfondimento tecnico. La termografia in edilizia

Isopack. Approfondimento tecnico. La termografia in edilizia Approfondimento tecnico La termografia in edilizia 1 LA TERMOGRAFIA La termografia all infrarosso è una tecnica non invasiva e non a contatto, che fornisce la distribuzione della temperatura superficiale

Dettagli

INDAGINE TERMOGRAFICA

INDAGINE TERMOGRAFICA Pag. 1 di 6 INDAGINE TERMOGRAFICA 1. Scopo La visione Termografica di un oggetto è la riproduzione istantanea tramite grafica computerizzata (a colori o in bianco e nero) della mappa delle temperature

Dettagli

L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 2 a parte

L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 2 a parte Roberto Ricca e-mail: r.ricca@inprotec.it L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 2 a parte 1 Utilizzo della termografia in edilizia Quando può essere effettuato il controllo

Dettagli

Individuazione di tubazioni mal isolate. Con la termografia è possibile individuare tubazioni non isolate inquadrando la parete dall esterno.

Individuazione di tubazioni mal isolate. Con la termografia è possibile individuare tubazioni non isolate inquadrando la parete dall esterno. Individuazione di tubazioni mal isolate Con la termografia è possibile individuare tubazioni non isolate inquadrando la parete dall esterno. 1 Individuazione tubazioni acqua calda Controllando termograficamente

Dettagli

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR Indice - Premessa - Indagine termografica - Documentazione Fotografica e IR Premessa La caratterizzazione fisico-meccanica dei materiali costituenti un manufatto è indispensabile per stabilire un appropriato

Dettagli

Roberto Ricca. L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia

Roberto Ricca. L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia Roberto Ricca L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 1 Utilizzo della termografia in edilizia Quando può essere effettuato il controllo termografico? Utilizzo della Blower

Dettagli

Introduzione alla termografia

Introduzione alla termografia Introduzione alla termografia La TERMOGRAFIA IR è una tecnica diagnostica assolutamente non distruttiva che, misurando la radiazione infrarossa emessa da un corpo, è in grado di determinarne la temperatura

Dettagli

A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche

A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche A&L Ingegneria effettua diagnosi termografiche, controlli non distruttivi e perizie con l ausilio di termocamere. Con la tecnica diagnostica della termografia si

Dettagli

TERMOGRAFIA a infrarossi

TERMOGRAFIA a infrarossi TERMOGRAFIA a infrarossi L'energia termica, o infrarossa, consiste in luce la cui lunghezza d'onda risulta troppo grande per essere individuata dall'occhio umano. A differenza della luce visibile, nel

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

Termografia un nuovo metodo di indagine non distruttiva per gli edifici.

Termografia un nuovo metodo di indagine non distruttiva per gli edifici. ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI P.L. NERVI D.A.R.T. Laboratorio Diagnostica Ambientale e Rilievi Termografici Via San.Bernardino da Siena n 10 28100 NOVARA. e-mail: dart.itgnervi@gmail.com tel. 0321625790

Dettagli

Esempi indagini termografiche. Esempi di indagine

Esempi indagini termografiche. Esempi di indagine Esempi indagini termografiche Esempi di indagine Nel visibile il certificatore energetico difficilmente riesce a individuare le strutture L immagine nell infrarosso permette di svelare aspetti sconosciuti,

Dettagli

L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 1 a parte

L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 1 a parte Roberto Ricca e-mail: r.ricca@inprotec.it L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 1 a parte 1 Definizione di Termografia Con il termine termografia si intende l uso di telecamere

Dettagli

Premessa Perché una Analisi Energetica

Premessa Perché una Analisi Energetica AUDIT ENERGETICO LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CON L AUSILIO DELLE ANALISI TERMOGRAFICHE PER INDIVIDUARE SOLUZIONI DI RISPARMIO ENERGETICO E DI RISPARMIO DELLE MANUTENZIONI Premessa Perché

Dettagli

TERMOCAMERA ANALISI TERMOGRAFICA

TERMOCAMERA ANALISI TERMOGRAFICA TERMOCAMERA Una telecamera termografica a infrarossi (o termocamera) è uno strumento che rileva a distanza l'energia termica (infrarossa) e la converte in immagini fotografiche o video, fornendo al contempo

Dettagli

Indagini termografiche

Indagini termografiche Indagini termografiche informazioni sintetiche sulle possibili applicazioni in ambito edile, impiantistico ed industriale Servizi di Termografia dbabitat srl fornisce il servizio di analisi, indagine e

Dettagli

Centro d Esame BVI Strutture Civili di Vimercate (MB)

Centro d Esame BVI Strutture Civili di Vimercate (MB) Corso di formazione ed addestramento per il personale tecnico addetto ai Controlli non distruttivi sulle Strutture Civili e sui Beni Culturali ed Architettonici nel seguente campo di applicazione: L indagine

Dettagli

ANALISI TERMOGRAFICA CERTIFICATA

ANALISI TERMOGRAFICA CERTIFICATA LA TERMOGRAFIA AL VOSTRO SERVIZIO U n a r e t e d i t e c n i c i c e r t i f i c a t i d i s p o n i b i l i n e l l e d i v e r s e r e g i o n i. ANALISI TERMOGRAFICA CERTIFICATA Cliente: WATERGY S.R.L.

Dettagli

LA TERMOGRAFIA. Strumenti di misura Servizi Formazione

LA TERMOGRAFIA. Strumenti di misura Servizi Formazione LA TERMOGRAFIA La termografia IR è una tecnica di indagine non distruttiva (non sussistono alterazioni in seguito alla verifica) e non invasiva (non vi è contatto tra attrezzatura e oggetto da esaminare),

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Ponti termici e Serramenti Novembre 2011 Cosa sono i ponti termici I Ponti Termici sono punti o zone dove il comportamento termico dell edificio è diverso

Dettagli

A R C H. P A O L O B E R T I N I B I O - A R C H I T E T T U R A F E N G S H U I C O N S U L E N Z A E N E R G E T I C A T E R M O G R A F I A

A R C H. P A O L O B E R T I N I B I O - A R C H I T E T T U R A F E N G S H U I C O N S U L E N Z A E N E R G E T I C A T E R M O G R A F I A A R C H. P A O L O B E R T I N I B I O - A R C H I T E T T U R A F E N G S H U I C O N S U L E N Z A E N E R G E T I C A T E R M O G R A F I A PRESENTAZIONE L attività dello Studio è frutto dell esperienza

Dettagli

MILANO PROGETTO DI RESTAURO CONSERVATIVO

MILANO PROGETTO DI RESTAURO CONSERVATIVO DUOMO DI MILANO PROGETTO DI RESTAURO CONSERVATIVO a cura della Veneranda Fabbrica del Duomo, della Soprintendenza e con la collaborazione scientifica di EniTecnologie Il Duomo di Milano, un opera d arte

Dettagli

RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA INDAGINE TERMOGRAFICA RELATIVA ALL APPARTAMENTO SITO IN ROMA IL TECNICO

RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA INDAGINE TERMOGRAFICA RELATIVA ALL APPARTAMENTO SITO IN ROMA IL TECNICO RELAZIONE TECNICA Via Antonio Salandra, 18-00187 Roma Tel: 0692956046 Fax: 0692932490 info@ingegnererandazzo.it www.ingegnererandazzo.it INDAGINE TERMOGRAFICA RELATIVA ALL APPARTAMENTO SITO IN ROMA ELABORATO

Dettagli

Archivio di Stato di Modena

Archivio di Stato di Modena DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELL EMILIA-ROMAGNA DIREZIONE GENERALE PER GLI ARCHIVI Quando il restauro restituisce fruizione: mappa del Mappario Estense - Territorio ferrarese

Dettagli

Cos è la Termografia InfraRosso

Cos è la Termografia InfraRosso Cos è la Termografia InfraRosso Cos è l InfraRosso (IR)? L energia IR (cioè Calore) si muove nello spazio come radiazione. L energia IR è una radiazione che fa parte dello spettro delle Onde Elettromagnetiche

Dettagli

In anticipo sul futuro. La tecnica termografica come strumento di verifica e diagnosi di malfunzionamenti

In anticipo sul futuro. La tecnica termografica come strumento di verifica e diagnosi di malfunzionamenti La tecnica termografica come strumento di verifica e diagnosi di malfunzionamenti La tecnica termografica genesi e definizioni Termografia: definizioni e principio di misura Dal greco: Scrittura del calore

Dettagli

ANALISI TERMOGRAFICA DELL EDIFICIO XXXXXX XXXXXXXX

ANALISI TERMOGRAFICA DELL EDIFICIO XXXXXX XXXXXXXX ANALISI TERMOGRAFICA DELL EDIFICIO XXXXXX XXXXXXXX PROVA N. 013/LA XXXX, agosto 06 Committente: Consulente: Relatore: XXXXXXXX XXXXXXXX ing. Marco Stabile Edificio sede XXXXXXXXXX C/../laboratorio/relazioni/06

Dettagli

Termografia agli Infrarossi nel Settore Civile

Termografia agli Infrarossi nel Settore Civile Termografia agli Infrarossi nel Settore Civile Ing. Roberto Callegari 1 TERMOGRAFIA Ogni oggetto con temperatura maggiore dello zero assoluto emette energia sotto forma di onde elettromagnetiche; più è

Dettagli

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Concetti e spunti applicativi 1 Ing. Roberto Callegari Tecniche Strumentali per la Diagnosi Energetica INTRODUZIONE 2 Una adeguata conoscenza

Dettagli

Corso di Auditor Termografico degli Edifici

Corso di Auditor Termografico degli Edifici Corso di Auditor Termografico degli Edifici Prossime date 14-18 Settembre 2009 9-13 Novembre 2009 Sede Sede FLIR di Limbiate (MI) Durata 40 ore L indagine termografica in edilizia rappresenta uno strumento

Dettagli

ANALISI TERMOGRAFICA DI SOLAIO DI COPERTURA

ANALISI TERMOGRAFICA DI SOLAIO DI COPERTURA AALII TERMOGRAFICA DI OLAIO DI COPERTURA Committente: --- ede edificio: --- 1. PREMEA Lo tudio chvarcz, incaricato da ---, ha eseguito una indagine termografica sulla copertura di una palestra a --- allo

Dettagli

FLIR Specifiche tecniche Serie P

FLIR Specifiche tecniche Serie P FLIR Specifiche tecniche Serie P Specifiche della termocamera FLIR P620 FLIR P640 FLIR P660 Caratteristiche Immagine Campo visivo (FOV)/distanza minima di messa a fuoco 24 x 18 /0,3 m 24 x 18 / 0,3 m 12

Dettagli

IL SERVIZIO DI INDAGINE TERMOGRAFICA E LE SUE APPLICAZIONI SUGLI IMPIANTI CIVILI E INDUSTRIALI

IL SERVIZIO DI INDAGINE TERMOGRAFICA E LE SUE APPLICAZIONI SUGLI IMPIANTI CIVILI E INDUSTRIALI IL SERVIZIO DI INDAGINE TERMOGRAFICA E LE SUE APPLICAZIONI SUGLI IMPIANTI CIVILI E INDUSTRIALI Rev. 00 del 12.10.2011 PREMESSA ATT Studio Tecnico Associato, opera progettando, sviluppando, monitorando

Dettagli

testo SpA via F.lli Rosselli, 3/2 20019 Settimo Milanese (MI) Telefono 02/33519.1 Fax 02/33519.200 e-mail: info@testo.it Internet: www.testo.

testo SpA via F.lli Rosselli, 3/2 20019 Settimo Milanese (MI) Telefono 02/33519.1 Fax 02/33519.200 e-mail: info@testo.it Internet: www.testo. 0981 7364/dk/Si/Q/08.2009 Soggetto a modifiche senza preavviso. testo SpA via F.lli Rosselli, 3/2 20019 Settimo Milanese (MI) Telefono 02/33519.1 Fax 02/33519.200 e-mail: info@testo.it Internet: www.testo.it

Dettagli

ISPEZIONE TERMOGRAFICA. Corso Galileo Ferraris (TORINO) relazione n. 02/10

ISPEZIONE TERMOGRAFICA. Corso Galileo Ferraris (TORINO) relazione n. 02/10 ISPEZIONE TERMOGRAFICA Corso Galileo Ferraris (TORINO) relazione n. 02/10 Grugliasco, 10 Febbraio 2010 1 INDICE LEGENDA 1. COMMITTENTE pag.3 2. LUOGO DELLA VERIFICA pag.3 3. MOTIVO DELLA VERIFICA pag.3

Dettagli

SOLUZIONI L Unità di deumidificazione Maida Rocci

SOLUZIONI L Unità di deumidificazione Maida Rocci SOLUZIONI In caso di risalita capillare, prima di intraprendere opere di risanamento e rifacimento di intonaci e pitture, è fondamentale intervenire sul fenomeno fisico che determina la risalita stessa.

Dettagli

RAPPORTO DI ISPEZIONE TERMOGRAFICA QUALITATIVA REALMONTE (AG)

RAPPORTO DI ISPEZIONE TERMOGRAFICA QUALITATIVA REALMONTE (AG) OGGETTO: RAPPORTO DI ISPEZIONE TERMOGRAFICA QUALITATIVA REALMONTE (AG) TECNICO INCARICATO: Ing. Gandolfo Blando LUOGO E DATA REPORT: Palermo, 22/04/2014 DATI SITO RILEVATI: Latitudine: XXXXXXXX Longitudine:

Dettagli

Tecniche e metodologie diagnostiche non-invasive. Termografia IR. Cristiano Riminesi

Tecniche e metodologie diagnostiche non-invasive. Termografia IR. Cristiano Riminesi Tecniche e metodologie diagnostiche non-invasive Termografia IR Cristiano Riminesi Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali Firenze Pag. 2 di

Dettagli

RoboFERRET SISTEMA AUTOMATICO DI RILEVAMENTO INCENDI

RoboFERRET SISTEMA AUTOMATICO DI RILEVAMENTO INCENDI RoboFERRET SISTEMA AUTOMATICO DI RILEVAMENTO INCENDI LA TERMOGRAFIA AD INFRAROSSI COME STRUMENTO DI MONITORAGGIO DEL TERRITORIO PER LA PREVENZIONE DELLA PROPAGAZIONE DI INCENDI Ogni anno il tributo pagato

Dettagli

Indagini termografiche Esempi di applicazione Studio Mantovani IR

Indagini termografiche Esempi di applicazione Studio Mantovani IR Collaudo di una casa prefabbricata a basso consumo energetico. L immagine termica dimostra l ottimo isolamento delle pareti e dell intero involucro (temp. amb. interna 21 C temp. sup. esterna 0,6 C). Viene

Dettagli

Rilievi Termometrici. Nuove Tecnologie per l Ingegneria. e monitoraggi manutentivi. Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS)

Rilievi Termometrici. Nuove Tecnologie per l Ingegneria. e monitoraggi manutentivi. Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS) Rilievi Termometrici e monitoraggi manutentivi Nuove Tecnologie per l Ingegneria g Studio Tecnico Rende (CS) Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS) 2 Perchè conviene monitorare agli infrarossi

Dettagli

Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473

Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473 Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473 Parte 1 a - Concetti di base 1.0.0 - Natura del calore 1.1.0 - misura del calore: - strumentazione - scale

Dettagli

Katiuscia Eroe Ufficio Energia e Clima Legambiente Onlus

Katiuscia Eroe Ufficio Energia e Clima Legambiente Onlus Katiuscia Eroe Ufficio Energia e Clima Legambiente Onlus La campagna di monitoraggio "Tutti in classe A - Veneto" ha l obiettivo preciso di sensibilizzare le amministrazioni comunali ma anche le famiglie

Dettagli

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione Il mobile 4 incorpora la porta da cui si accede al corridoio di servizio e ad un vano scale; sulla parete di destra l arredo è composto da più elementi di mobili (5, 6, 7, 8) e risulta più eterogeneo.

Dettagli

STUDIO VENTRICELLI LAMPARELLI. Via Palasciano, 38 - Bari

STUDIO VENTRICELLI LAMPARELLI. Via Palasciano, 38 - Bari sabino mazzacane ingegnere damiano murolo geometra 70125 BARI viale della resistenza, 48 A/1 tel.: + 39 80 542 87 17 info@mazzacanemurolo.it www.mazzacanemurolo.it studio associato COMMITTENTE: STUDIO

Dettagli

TERMOGRAFIA. Sono state effettuate ispezioni termografiche in un unica giornata (04/02/2008), gli edifici ispezionati sono:

TERMOGRAFIA. Sono state effettuate ispezioni termografiche in un unica giornata (04/02/2008), gli edifici ispezionati sono: GreenLab S.r.l. - 2008 TERMOGRAFIA Premessa TERMOGRAFIA Oggetto della presente relazione è una campagna di rilievi termografici effettuati presso diversi edifici nei comuni di Forni di Sopra, Lauco, Prato

Dettagli

ENERGIA E RUMORE QUASI ZERO Nuove norme e soluzioni per gli edifici di domani

ENERGIA E RUMORE QUASI ZERO Nuove norme e soluzioni per gli edifici di domani Nuove norme e soluzioni per gli edifici di domani ISOLAMENTO TERMICO, UMIDITA E CONDENSA: Individuare problemi e proporre soluzioni con l ausilio della Termografia Nicola Genna FLIR Systems Srl Diritti

Dettagli

CAUSE DELL UMIDITÀ. Molteplici cause possono determinare fenomeni di umidità nelle murature, le più comuni sono:

CAUSE DELL UMIDITÀ. Molteplici cause possono determinare fenomeni di umidità nelle murature, le più comuni sono: CAUSE DELL UMIDITÀ Molteplici cause possono determinare fenomeni di umidità nelle murature, le più comuni sono: 1. Umidità derivante dal sottosuolo: Direttamente collegata ai fenomeni di risalita capillare

Dettagli

Rilevatore 640 x 480 pixel. Tecnologia SuperResolution fino a 1280 x 960 pixel. Sensibilità termica (NETD) < 40 mk

Rilevatore 640 x 480 pixel. Tecnologia SuperResolution fino a 1280 x 960 pixel. Sensibilità termica (NETD) < 40 mk Rilevatore 640 x 480 pixel Tecnologia SuperResolution fino a 1280 x 960 pixel Sensibilità termica (NETD) < 40 mk Flessibilità erconomica grazie all impugnatura rotabile e al display orientabile Lenti intercambiabili

Dettagli

TERMOGRAFIA. FLIR Systems

TERMOGRAFIA. FLIR Systems TERMOGRAFIA Un controllo ad infrarossi dedicato all impianto elettrico consente di identificare le anomalie causate dall azione tra corrente e resistenza. La presenza di un punto caldo all interno di un

Dettagli

Edoardo Zanchini Vicepresidente Legambiente Onlus

Edoardo Zanchini Vicepresidente Legambiente Onlus Edoardo Zanchini Vicepresidente Legambiente Onlus La campagna di monitoraggio "Tutti in classe A - Marche" ha l obiettivo preciso di sensibilizzare le amministrazioni comunali ma anche le famiglie ai temi

Dettagli

Indagine termografica Impianti elettrici ESTRATTO

Indagine termografica Impianti elettrici ESTRATTO S T U D I O G I U N T A & A S S O C I A T I arch. Paolo G iunta - ing. Andrea Colombo Via Cassignolo, 9 20864 AGRATE B.ZA (MB) Telefono 039/689.87.67 - Fax 039/689.34.81 xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxsi

Dettagli

Cos è la termografia... pag. 2. Chi può operare con la Termografia: certificazione del personale... pag. 4

Cos è la termografia... pag. 2. Chi può operare con la Termografia: certificazione del personale... pag. 4 Indice Cos è la termografia... pag. 2 Chi può operare con la Termografia: certificazione del personale... pag. 4 Principali campi di applicazione - verifica dell'isolamento: dispersioni termiche dovute

Dettagli

BATTISTERO DI SAN GIOVANNI BATTISTA IN VARESE. Restauro conservativo a Varese

BATTISTERO DI SAN GIOVANNI BATTISTA IN VARESE. Restauro conservativo a Varese BATTISTERO DI SAN GIOVANNI BATTISTA IN VARESE OGGETTO COMMITTENTE CLIENTE FUNZIONARIO SOPRINTENDENZA TIPO DI INCARICO TIPO DI PRESTAZIONE PRESTAZIONI ENTITA DELL OPERA ANNO Restauro conservativo a Varese

Dettagli

Progetto di Restauro dell Interno della Chiesa di Santa Caterina a Sestri Ponente (GE)

Progetto di Restauro dell Interno della Chiesa di Santa Caterina a Sestri Ponente (GE) Progetto di Restauro dell Interno della Chiesa di Santa Caterina a Sestri Ponente (GE) Tesi di Specializzazione in Restauro dei Monumenti Anno Accademico 2006-2007 Andreea Enache Caterina Zanone La Chiesa

Dettagli

Termocamere ad infrarossi FLIR per esperti e professionisti

Termocamere ad infrarossi FLIR per esperti e professionisti geass.com Esperti e Professionisti Termocamere ad infrarossi FLIR per esperti e professionisti FLIR Serie T400 400 FLIR Serie T600 FLIR Serie P FLIR Serie T400 La serie FLIR T400 offre ottime prestazioni

Dettagli

Planimetria Unità Organica. Iconografia. Cono di ripresa n. 1 Cono di ripresa n. 2

Planimetria Unità Organica. Iconografia. Cono di ripresa n. 1 Cono di ripresa n. 2 N 14 Planimetria Unità Organica Iconografia Cono di ripresa n. 1 Cono di ripresa n. 2 Cono di ripresa n.3 PIANO di GOVERNO del TERRITORIO di PALOSCO- Nuclei di Antica Formazione N.14 Disciplina Spazi Edificati

Dettagli

SCHEDA INTERVENTO n.10.1.1.1- Riqualificazione urbana e residenziale Edilizia sociale: Immobile di edilizia sociale in Via Barbaroux

SCHEDA INTERVENTO n.10.1.1.1- Riqualificazione urbana e residenziale Edilizia sociale: Immobile di edilizia sociale in Via Barbaroux SCHEDA INTERVENTO n.10.1.1.1- Riqualificazione urbana e residenziale Edilizia sociale: Immobile di edilizia sociale in Via Barbaroux QUADRO CONOSCITIVO Breve descrizione dell intervento Gli interventi

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Ristori 52/2, GORIZIA 1 Indice 1. OGGETTO E

Dettagli

Le termocamere dei Leader di Mercato a portata di mano

Le termocamere dei Leader di Mercato a portata di mano & Le termocamere dei Leader di Mercato a portata di mano INDICE LA TERMOGRAFIA Che cos è? Perché utilizzare le termocamere? Quali sono le applicazioni in ambito edile? 3 3 4 STRUMENTAZIONE COMPLEMENTARE

Dettagli

Estratto del Report di Analisi Termografica sulla volta della Sala Cambiaso presso Palazzo della Meridiana Genova

Estratto del Report di Analisi Termografica sulla volta della Sala Cambiaso presso Palazzo della Meridiana Genova Estratto del Report di Analisi Termografica sulla volta della Sala Cambiaso presso Palazzo della Meridiana Genova Genova, 3 maggio 2006 diogene snc di Simona Mazzotti e Corrado Poggio Via Greto di Cornigliano,

Dettagli

LA SOLUZIONE ECOLOGICA E NON INVASIVA CONTRO L UMIDITA DI RISALITA CAPILLARE

LA SOLUZIONE ECOLOGICA E NON INVASIVA CONTRO L UMIDITA DI RISALITA CAPILLARE LA SOLUZIONE ECOLOGICA E NON INVASIVA CONTRO L UMIDITA DI RISALITA CAPILLARE CHI SIAMO? La nostra azienda, operante nel settore edilizio da oltre 25 anni ha sempre avuto come obiettivo la soddisfazione

Dettagli

I lavori sono stati affidati alla ditta Moranda Geom. Alfredo di Corteno Golgi (BS), con contratto d appalto del 14 marzo 2014.

I lavori sono stati affidati alla ditta Moranda Geom. Alfredo di Corteno Golgi (BS), con contratto d appalto del 14 marzo 2014. Il progetto di Risanamento e restauro conservativo dell ex sede della Società Operaia di Mutuo soccorso a Breno (BS) in Via Prudenzini è nato dalla necessità di recuperare un immobile di ampie dimensioni

Dettagli

Brochure Informativa Perizie Termografiche

Brochure Informativa Perizie Termografiche Studio Tecnico - Certificazioni Energetiche Edifici Ispezioni Termografiche Infrarossi II LIVELLO UNI EN ISO 9712 ORDINE INGEGNERI MONZA E BRIANZA A1668 CERTIFICATORE ACCREDITATO REGIONE LOMBARDIA N 15023

Dettagli

INDAGINI TERMOGRAFICHE

INDAGINI TERMOGRAFICHE INDAGINI TERMOGRAFICHE INDAGO SRL Via Sestri 15/4 16154 GENOVA SESTRI Sede Operativa: Corso Italia 26-18012 Bordighera (IM) Tel/Fax: 0184-998536 Mail: info@indagosrl.it - indago@pec.it La termografia Per

Dettagli

IL SISTEMA ELETTROFISICO DOMODRY PER LA DEUMIDIFICAZIONE E IL CONTROLLO DELL UMIDITA NELLE MURATURE

IL SISTEMA ELETTROFISICO DOMODRY PER LA DEUMIDIFICAZIONE E IL CONTROLLO DELL UMIDITA NELLE MURATURE IL SISTEMA ELETTROFISICO DOMODRY PER LA DEUMIDIFICAZIONE E IL CONTROLLO DELL UMIDITA NELLE MURATURE Strumenti e metodiche per il monitoraggio ed il controllo del microclima all interno degli edifici, con

Dettagli

Indagini ed analisi Termografiche

Indagini ed analisi Termografiche Indagini ed analisi Termografiche Per termografia s'intende l'utilizzo di una telecamera a infrarossi (o termocamera), al fine di visualizzare e misurare l'energia termica emessa da un oggetto. L'energia

Dettagli

La termografia. Il Blower Door Test e le tecniche di diagnosi e controllo energetico

La termografia. Il Blower Door Test e le tecniche di diagnosi e controllo energetico La termografia Il Blower Door Test e le tecniche di diagnosi e controllo energetico di Davide Lanzoni - https://it.linkedin.com/pub/davide-lanzoni/20/396/537 Grazie al calo di prezzo delle termocamere,

Dettagli

Termocamera testo 885

Termocamera testo 885 We measure it. Termocamera testo 885 professionale,versatile e di altissima precisione Sensore 320 x 240 pixel Tecnologia SuperResolution fino a 640 x 480 pixel Sensibilità termica < 30 mk Flessibilità

Dettagli

Piccoli oggetti Risoluzione geometrica

Piccoli oggetti Risoluzione geometrica Piccoli oggetti Risoluzione geometrica Strumenti utili per la CERTIFICAZIONE ENERGETICA La TERMOFLUSSIMETRIA SI BASA SULLA LEGGE DEL TRASFERIMENTO DI CALORE LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: UNI EN 9252 NOV.

Dettagli

Diventa esperto CasaClima

Diventa esperto CasaClima Formazione Diventa esperto CasaClima Il progetto CasaClima è stato sviluppato per mettere in luce un modo di costruire energeticamente efficiente e sostenibile. Il 17 Luglio 2008, presso la Sala Luca Giordano

Dettagli

I Ponti Termici e la Termografia

I Ponti Termici e la Termografia Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale Facoltà di Ingegneria I Ponti Termici e la Termografia Docente Prof. Marco Dell Isola Anno Accademico 2013-2014 } } Ponti Termici } Flusso monodimensionale

Dettagli

LA TERMOGRAFIA COME RISOLUZIONE DI "EVENTO DANNOSO"

LA TERMOGRAFIA COME RISOLUZIONE DI EVENTO DANNOSO LA TERMOGRAFIA COME RISOLUZIONE DI "EVENTO DANNOSO" L'esperienza dello Studio Taccone S.r.l. in circostanze conseguenti a " indagine sullo stato conservativo dei fabbricati" legate alla influorescenza

Dettagli

Servizi di termografia ad infrarossi, consulenza progettazione e verifiche tecniche su impianti elettrici civili ed industriali

Servizi di termografia ad infrarossi, consulenza progettazione e verifiche tecniche su impianti elettrici civili ed industriali Servizi di termografia ad infrarossi, consulenza progettazione e verifiche tecniche su impianti elettrici civili ed industriali Via Nicolò Biondo 192 P.IVA 00422300368 41100 Modena Tel 059356611 Fax 059340733

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

Tecniche di indagine termovisiva

Tecniche di indagine termovisiva Tecniche di indagine termovisiva Si basano sull analisi del flusso radiante di un oggetto. La calibrazione deve tener conto dell emittanza, della distanza sorgenterivelatore, della Temperatura dell ambiente.

Dettagli

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI ai sensi della vigente normativa (L. R. 28 maggio 2007 n. 13 - Regione Piemonte) Gli obiettivi della certificazione energetica degli edifici Migliorare la trasparenza

Dettagli

L ARCHITETTURA GOTICA

L ARCHITETTURA GOTICA L ARCHITETTURA GOTICA LE ORIGINI DEL GOTICO Per architettura gotica si intende quell architettura nata in Francia, poi sviluppatasi in Germania e diffusasi in tutto il continente europeo, a partire dal

Dettagli

Contenuti Riepilogo Termogrammi

Contenuti Riepilogo Termogrammi Impianto Fotovoltaico Indagine Termografica su impianto fotovoltaico - Sede M.A.E. Analisi Termografica Sito 01 Indagine Termografica impianto fotovoltaico Zona industriale Fresilia - 86059 Frosolone (IS)

Dettagli

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI 1 1.1 Comune di Cismon, Cismon. Fabbrica ex Lancia. (ora in parte adibita a fungaia) ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI LUOGO. Cismon, OGGETTO. Fabbrica ex

Dettagli

TERMOGRAFIA MEDICA. Consente di rilevare la distribuzione calorica a livello della superficie corporea cutanea (mappa termica)

TERMOGRAFIA MEDICA. Consente di rilevare la distribuzione calorica a livello della superficie corporea cutanea (mappa termica) TERMOGRAFIA MEDICA Consente di rilevare la distribuzione calorica a livello della superficie corporea cutanea (mappa termica) In situazioni di equilibrio termico con l ambiente, la temperatura di una specifica

Dettagli

GLENDA CASERTA IL RILIEVO DEL CASTELLO DI LIMATOLA

GLENDA CASERTA IL RILIEVO DEL CASTELLO DI LIMATOLA GLENDA CASERTA IL RILIEVO DEL CASTELLO DI LIMATOLA 1. Introduzione Ogni indagine storica operata su di un manufatto storico è imprescindibile da un corretto ed accurato rilievo, in particolar modo quando

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

VISUALIZZARE LE PERDITE ENERGETICHE E RILEVARE CARENZE O DIFETTI DI ISOLAMENTO:

VISUALIZZARE LE PERDITE ENERGETICHE E RILEVARE CARENZE O DIFETTI DI ISOLAMENTO: La termografia è uno strumento eccellente per mappare le perdite energetiche di un edificio. L'ispezione ad infrarossi rappresenta un potente mezzo non invasivo per monitorare e diagnosticare le condizioni

Dettagli

EX CONVENTO DI SAN BERNARDINO

EX CONVENTO DI SAN BERNARDINO EX CONVENTO DI SAN BERNARDINO Restauro edifici danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 Relatore : Ing. Andrea Scarpa Vicenza 25 Ottobre 2013 Progettista architettonico Malte e intonaci in cocciopesto

Dettagli

La termocamera per professionisti esigenti

La termocamera per professionisti esigenti We measure it. La termocamera per professionisti esigenti testo 890 testo 890 We measure it. Specifiche dei modelli Caratteristiche Rilevatore Sensibilità termica (NETD) Frequenza di rinfresco delle immagini

Dettagli

Ministero della Difesa Direzione Generale dei Lavori e del Demanio Ufficio Generale Dismissione Immobili Piazza della Marina, 4-00196 Roma

Ministero della Difesa Direzione Generale dei Lavori e del Demanio Ufficio Generale Dismissione Immobili Piazza della Marina, 4-00196 Roma Allegato A Ministero della Difesa Direzione Generale dei Lavori e del Demanio Ufficio Generale Dismissione Immobili Piazza della Marina, 4-00196 Roma RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice ERM3234

Dettagli

EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl

EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA EDIFICIO RESIDENZIALE IN BIOEDILIZIA A BASSO CONSUMO ENERGETICO Piano di Lottizzazione loc. Bassone lotto B5 EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl

Dettagli

Data: 15/11/2009 Filename: RelazioneTermografica Document Code: TR20091115.01 Attachment N.: 0 Store: CaSe/Thermo/20091115Rossi

Data: 15/11/2009 Filename: RelazioneTermografica Document Code: TR20091115.01 Attachment N.: 0 Store: CaSe/Thermo/20091115Rossi 1/30 Author(s): G. Candotti CaSe Approved by: G. Candotti CaSe Distribution list: M. Rossi Committente Sommario 1 Esterno via dell Istria 18...2 1.1 Rilevazioni... 4 1.2 Risultanze e indicazioni... 9 1.2.1

Dettagli

PETRARCA 20 LA MAGIA DI IERI INCONTRA LA TECNOLOGIA DI OGGI

PETRARCA 20 LA MAGIA DI IERI INCONTRA LA TECNOLOGIA DI OGGI P REATR R PET C AA2 R 0 CA 20 P PETRARCA 20 LA MAGIA DI IERI INCONTRA LA TECNOLOGIA DI OGGI IL PROGETTO Petrarca 20 nasce da un armoniosa unione tra classicità e design. Inizialmente opificio con abitazione

Dettagli

I have no special gift, I am passionately curious

I have no special gift, I am passionately curious 1-SBAC Fisica 1/8 MOTIVAZIONI AL CORSO DI FISICA Cosa e la Fisica? dal greco physis = natura studia i fenomeni naturali leggi fisiche (rendere semplice un problema complesso) I have no special gift, I

Dettagli

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO Comune di Rivarolo del Re ed Uniti (CR) RELAZIONE FINALE - Audit leggeri - Audit di dettaglio - Certificazione energetica - Installazione del sistema

Dettagli

2001 - in corso Badia di S. Spirito al Morrone

2001 - in corso Badia di S. Spirito al Morrone 2001 - in corso Badia di S. Spirito al Morrone Sulmona (L Aquila) Introduzione L edificio oggetto dell intervento è situato nella valle del fiume Gizio, alle falde del Monte Morrone e a poca distanza dall

Dettagli

acquarello di Marcella Morlacchi

acquarello di Marcella Morlacchi acquarello di Marcella Morlacchi Anno Domini 1415 2015 La torre del Pennello ha vinto la sfida contro l usura dei secoli e l energia distruttiva del terremoto. Il 5 settembre 2015, a conclusione di un

Dettagli

CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA

CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA restauro degli affreschi delle decorazioni a tempera di soffitti e pareti degli elementi in cotto e materiale lapideo RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Presentazione DIAGNOSTICA TERMOGRAFICA

Presentazione DIAGNOSTICA TERMOGRAFICA Presentazione DIAGNOSTICA TERMOGRAFICA Il settore della diagnostica non invasiva La Sinet s.r.l. opera da anni nel settore della diagnostica non invasiva attraverso l impiego della tecnica termografica.

Dettagli

TERMOGRAFIA NEL SETTORE INDUSTRIALE: UN APPROFONDIMENTO

TERMOGRAFIA NEL SETTORE INDUSTRIALE: UN APPROFONDIMENTO TERMOGRAFIA NEL SETTORE INDUSTRIALE: UN APPROFONDIMENTO La termografia trova nell industria un terreno particolarmente adatto per la sua applicazione. Le applicazioni della termografia in campo industriale

Dettagli

Adele Mormino Lina Bellanca. Restauro e documentazione L esperienza della Soprintendenza BCA di Palermo

Adele Mormino Lina Bellanca. Restauro e documentazione L esperienza della Soprintendenza BCA di Palermo Adele Mormino Lina Bellanca Restauro e documentazione L esperienza della Soprintendenza BCA di Palermo Cantieri oggetto di applicazione del programma SICAR: Albergo dei Poveri Arsenale della Real Marina

Dettagli

ISO 9869:1994 - Thermal insulation Building elements - In-situ measurement of thermal resistance and thermal transmittance

ISO 9869:1994 - Thermal insulation Building elements - In-situ measurement of thermal resistance and thermal transmittance Relazione di calcolo Determinazione della resistenza e della trasmittanza termica in opera di una parete con isolante riflettente Riferimenti normativi ISO 9869:1994 - Thermal insulation Building elements

Dettagli