Relazione di sintesi:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione di sintesi:"

Transcript

1 San Stino di Livenza 04/09/2009 Relazione di sintesi: Strumentazione utilizzata: Termocamera Flir B400_western mat , obiettivo FOV 25 *19 /0.4 m, obiettivo grandangolare 10 mm/ 45, In riferimento alla richiesta di identificare eventuali cause che possano contribuire all umidità di risalita che si evidenziano nel piano seminterrato, si è voluto verificare la situazione in essere con più interventi al fine di elaborarle, confrontare le immagini ad infrarosso, mettendo in evidenza quegli aspetti che più possano dare luogo alle valutazioni del caso. L analisi effettuata, ha escluso eventuali supposizioni nate e successivamente scartate per evidenza oggettiva, quali : presenza di condense per punto di rugiada, condotte stradali con perdite, acqua derivante dello scolo per scarichi di altre proprietà, tubazione di alimentazione idrica rotta, eventuali tubazioni interne rotte. p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 1 di 10

2 Individuazione dei danni: I danni derivanti dall umidità di risalita presenti nel seminterrato sono visibili ad occhio nudo ed al tatto, sono altresì confermati dalle immagini termografiche. p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 2 di 10

3 Indagini esterne all abitazione: Le indagini esterne evidenziano in modo non uniforme delle zone con terreno superficiale più umido, segnalano la presenza di acqua che in corrispondenza delle zone più calde tende ad evaporare, p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 3 di 10

4 Confronto di alcune immagini significative nei periodi di indagine eseguiti a distanza di alcuni giorni Luglio con quelle del 04/09/2009. Le immagini di Luglio si riferiscono ad immagini susseguite ad un periodo di pioggia primaverile, quelle di Settembre invece sono immagini in un periodo di secca. Immagini di Luglio: Immagini di Settembre: Area irrigata p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 4 di 10

5 p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 5 di 10

6 p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 6 di 10

7 Analisi territoriale, influenze esterne, andamento maree: p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 7 di 10

8 p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 8 di 10

9 Valutazione delle immagini: Le immagini che si sono volute mettere a confronto vogliono in qualche modo indicare come ci sia una correlazione tra tipologia del terreno e frequenza della pioggia con andamento delle maree. Questi sono tutti fattori che influiscono ad aumentare o a diminuire le infiltrazioni nell abitazione. I confronti effettuati indicano un terreno con scarso drenaggio mentre nei periodi di siccità il terreno superficiale tende a seccarsi a tal punto da essere arido. L ipotesi formulata prende in considerazione gli elementi rilevati ( sopra descritti) e li mette in correlazione con delle opere realizzate tre anni fa e precisamente sono, la chiusura del fosso, la realizzazione di un passo carraio in calcestruzzo che interrompe la continuità del terreno. Secondo le valutazioni effettuate questi due elementi hanno modificato seppure per poco lo scolo delle acque del terreno costituendo assieme alla tipologia del terreno ed assieme alle maree e all acqua piovana un ristagno nel sottosuolo che ha messo in evidenza i punti critici dell isolamento della struttura semi-interrata. Le ipotesi di risanamento: Le ipotesi di risanamento non sono così semplici da applicare per una serie di motivazioni dettate dei costi di realizzazione e dai metodi invasivi che possono creare. Indicheremo alcuni metodi che ci sembrano consoni e che sono indubbiamente da valutare con gli esperti di ogni singola applicazione, si ritiene sia comunque indispensabile per tutti i metodi una valutazione delle quote di falda e della conformazione del terreno da abbinare con una serie di perforazioni che indichino l ingresso della falda, al fine di selezionare il metodo più idoneo, intervento da eseguirsi con geologo. Risanamento da realizzarsi dall interno, consiste nell utilizzare una serie di prodotti che vanno ad impermeabilizzare le parti interne dell abitazione, può essere necessario rimuovere parte dell intonaco e del perimetro del pavimento, Iniezioni con fori eseguiti internamente di materiale che andranno ad ostruire i fori le crepe o le cavillature esterne ( può essere considerato come una toppa inserita esternamente alla muratura molto efficace e pratica se la struttura di impermeabilizzazione esterna fosse abbastanza integra, e comunque importante che vi sia una pressione della falda sufficiente a p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 9 di 10

10 far aderire la toppa ).Questo secondo metodo può essere necessario abbinarlo al primo elencato. Risanamento eseguito esternamente consistente nell applicare una guaina tra fondamenta e muratura su tutto il perimetro dell abitazione, è indubbiamente un metodo molto invasivo. Risanamento eseguito esternamente consistente nel creare attorno all abitazione una tubazione drenate che possa far scolare l acqua del sottosuolo, metodo invasivo che comporta scavi nel giardino, ma che potrebbe risolvere con costi anche più contenuti il problema evidenziato. Non viene comunque esclusa la possibilità di abbinarlo al risanamento interno. Risanamento eseguito esternamente consiste nel creare un diaframma ( opera in cls eseguita con catenaria e getto di calcestruzzo) che crea una sorta di barriera sotterranea all ingresso della falda, la verifica del geologo è fondamentale perché l opera può avere una profondità ed una lunghezza importante. Sarebbe nostro piacere dare una soluzione definitiva pratica e non invasiva ma gli elementi che abbiamo colto dall indagine termografica con altri elementi caratteristici del luogo non ci danno la possibilità di esprimerci in maniera diversa. E anche giusto evidenziare che le infiltrazioni sembrano siano aumentate successivamente alla chiusura del fosso fronte strada e alla realizzazione del passo carraio di calcestruzzo. Potrebbe anche darsi che sia le tubazioni del fosso, magari prive di fori drenanti o insufficienti, assieme al passo carraio realizzato con delle fondamenta, contribuiscano a contenere all interno dell area circoscritta l acqua di falda che poi filtra per le crepe dall isolamento perimetrale. Sarebbe sufficiente una video-ispezione con telecamera della tubazione per verificare l esistenza dei fori drenanti, se ciò fosse una ipotesi plausibile potrebbe essere sufficiente il posizionamento di un tubo drenante posto parallelo al fosso o in una area circoscritta, non escludendo la possibilità di utilizzare in supporto l intervento interno. La risoluzione tecnica definitiva risulta comunque non di facile soluzione per tutte le valutazioni formulate, si ritiene sia indispensabile una valutazione geologica del terreno. Distinti saluti. p.i./c.f registro imprese n. VE della C.C.I.A.A. di Venezia. Pagina 10 di 10

VISUALIZZARE LE PERDITE ENERGETICHE E RILEVARE CARENZE O DIFETTI DI ISOLAMENTO:

VISUALIZZARE LE PERDITE ENERGETICHE E RILEVARE CARENZE O DIFETTI DI ISOLAMENTO: La termografia è uno strumento eccellente per mappare le perdite energetiche di un edificio. L'ispezione ad infrarossi rappresenta un potente mezzo non invasivo per monitorare e diagnosticare le condizioni

Dettagli

Patologia e diagnostica edilizia Relazione Caso Individuale: Efflorescenze sui setti controterra

Patologia e diagnostica edilizia Relazione Caso Individuale: Efflorescenze sui setti controterra Patologia e diagnostica edilizia Relazione Caso Individuale: Efflorescenzee sui setti controterra FARINA Gianluigi matr.. 776801 Sommario INTRODUZIONE... 3 ANALISI DELLA PATOLOGIA... 4 SOLUZIONI PROPOSTE...

Dettagli

Tubi di Drenaggio. con flangiatura elicoidale continua sull intera lunghezza.

Tubi di Drenaggio. con flangiatura elicoidale continua sull intera lunghezza. Tubi di Drenaggio DRENAGGIO dei TERRENI L adozione dei tubi Spirodrain è la miglior soluzione per risolvere qualsiasi problema di drenaggio dei terreni e di raccolta delle acque sotterranee. I tubi Spirodrain

Dettagli

LA TERMOGRAFIA COME RISOLUZIONE DI "EVENTO DANNOSO"

LA TERMOGRAFIA COME RISOLUZIONE DI EVENTO DANNOSO LA TERMOGRAFIA COME RISOLUZIONE DI "EVENTO DANNOSO" L'esperienza dello Studio Taccone S.r.l. in circostanze conseguenti a " indagine sullo stato conservativo dei fabbricati" legate alla influorescenza

Dettagli

TERMOCAMERA ANALISI TERMOGRAFICA

TERMOCAMERA ANALISI TERMOGRAFICA TERMOCAMERA Una telecamera termografica a infrarossi (o termocamera) è uno strumento che rileva a distanza l'energia termica (infrarossa) e la converte in immagini fotografiche o video, fornendo al contempo

Dettagli

Rilievi Termometrici. Nuove Tecnologie per l Ingegneria. e monitoraggi manutentivi. Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS)

Rilievi Termometrici. Nuove Tecnologie per l Ingegneria. e monitoraggi manutentivi. Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS) Rilievi Termometrici e monitoraggi manutentivi Nuove Tecnologie per l Ingegneria g Studio Tecnico Rende (CS) Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS) 2 Perchè conviene monitorare agli infrarossi

Dettagli

A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche

A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche A&L Ingegneria effettua diagnosi termografiche, controlli non distruttivi e perizie con l ausilio di termocamere. Con la tecnica diagnostica della termografia si

Dettagli

Guida al drenaggio delle opere interrate COME DIFENDERSI DAGLI EFFETTI DELLE PIOGGE TROPICALI: APPLICAZIONI VERTICALI, ORIZZONTALI E PER TETTI VERDI

Guida al drenaggio delle opere interrate COME DIFENDERSI DAGLI EFFETTI DELLE PIOGGE TROPICALI: APPLICAZIONI VERTICALI, ORIZZONTALI E PER TETTI VERDI Guida al drenaggio delle opere interrate COME DIFENDERSI DAGLI EFFETTI DELLE PIOGGE TROPICALI: APPLICAZIONI VERTICALI, ORIZZONTALI E PER TETTI VERDI MEMBRANE ALVEOLARI MEMBRANE ALVEOLARI SCENARIO Dagli

Dettagli

Individuazione di tubazioni mal isolate. Con la termografia è possibile individuare tubazioni non isolate inquadrando la parete dall esterno.

Individuazione di tubazioni mal isolate. Con la termografia è possibile individuare tubazioni non isolate inquadrando la parete dall esterno. Individuazione di tubazioni mal isolate Con la termografia è possibile individuare tubazioni non isolate inquadrando la parete dall esterno. 1 Individuazione tubazioni acqua calda Controllando termograficamente

Dettagli

Biogas Leachate Recovery. Progetto Life+ 2009

Biogas Leachate Recovery. Progetto Life+ 2009 S.p.A. www.gaia.at.it Biogas Leachate Recovery Progetto Life+ 2009 PROGETTO BIOLEAR : costruzione, coltivazione, chiusura e recupero ambientale della discarica Progetto BioLeaR: idea, obiettivi e risultati

Dettagli

RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA INDAGINE TERMOGRAFICA RELATIVA ALL APPARTAMENTO SITO IN ROMA IL TECNICO

RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA INDAGINE TERMOGRAFICA RELATIVA ALL APPARTAMENTO SITO IN ROMA IL TECNICO RELAZIONE TECNICA Via Antonio Salandra, 18-00187 Roma Tel: 0692956046 Fax: 0692932490 info@ingegnererandazzo.it www.ingegnererandazzo.it INDAGINE TERMOGRAFICA RELATIVA ALL APPARTAMENTO SITO IN ROMA ELABORATO

Dettagli

Indagini termografiche

Indagini termografiche Indagini termografiche informazioni sintetiche sulle possibili applicazioni in ambito edile, impiantistico ed industriale Servizi di Termografia dbabitat srl fornisce il servizio di analisi, indagine e

Dettagli

Consolidamento e impermeabilizzazione con betoncino additivato

Consolidamento e impermeabilizzazione con betoncino additivato Consolidamento e impermeabilizzazione con betoncino additivato Mordagà Mirko, Ingegnere, Docente a contratto presso DESTEC - Dipartimento di Ingegneria dell Energia, dei Sistemi del Territorio e delle

Dettagli

A R C H. P A O L O B E R T I N I B I O - A R C H I T E T T U R A F E N G S H U I C O N S U L E N Z A E N E R G E T I C A T E R M O G R A F I A

A R C H. P A O L O B E R T I N I B I O - A R C H I T E T T U R A F E N G S H U I C O N S U L E N Z A E N E R G E T I C A T E R M O G R A F I A A R C H. P A O L O B E R T I N I B I O - A R C H I T E T T U R A F E N G S H U I C O N S U L E N Z A E N E R G E T I C A T E R M O G R A F I A PRESENTAZIONE L attività dello Studio è frutto dell esperienza

Dettagli

Scheda tecnica scavo piscina 8x4 prefabbricata con scala romana e realizzazione soletta

Scheda tecnica scavo piscina 8x4 prefabbricata con scala romana e realizzazione soletta Scheda tecnica scavo piscina 8x4 prefabbricata con scala romana e realizzazione soletta Caratteristiche principali piscina: Dimensioni vasca: come da disegno Perimetro totale: 25,14 m (22 m dritto - 3,14m

Dettagli

Aspetti tecnici per spiegare la presenza di umidità - muffa e condensa sui muri o su pavimenti e pareti fredde in genere

Aspetti tecnici per spiegare la presenza di umidità - muffa e condensa sui muri o su pavimenti e pareti fredde in genere Aspetti tecnici per spiegare la presenza di umidità - muffa e condensa sui muri o su pavimenti e pareti fredde in genere La presenza di muffa sulle pareti è una situazione tipica di condensa dell umidità

Dettagli

UTILIZZO DELL ELETROSMOSI PER LA STABILIZZAZIONE DEI TERRENI COESIVI 1

UTILIZZO DELL ELETROSMOSI PER LA STABILIZZAZIONE DEI TERRENI COESIVI 1 UTILIZZO DELL ELETROSMOSI PER LA STABILIZZAZIONE DEI TERRENI COESIVI 1 Pasquale Armillotta (*) 1. Premessa Il terreno di fondazione è la parte del terreno che riceve il carico di una costruzione e ne risente

Dettagli

00:00:00 00:01:00 00:02:00 00:03:00 00:04:00

00:00:00 00:01:00 00:02:00 00:03:00 00:04:00 ACQUA E UMIDITA : PROBLEMI DEL PASSATO TECNICHE DI ASCIUGATURA E RICERCA GUASTI 00:00:00 00:01:00 00:02:00 00:03:00 00:04:00 impatto prime misure di emergenza 00:00:00 00:01:00 QUANDO L ACQUA FA DANNI...

Dettagli

Indice 1 INTRODUZIONE... 2 2 INDAGINI GEOGNOSTICHE E RICOSTRUZIONE IDROGEOLOGICA... 3 3 RIDUZIONE DELLA PERMEABILITÀ E DEWATERING...

Indice 1 INTRODUZIONE... 2 2 INDAGINI GEOGNOSTICHE E RICOSTRUZIONE IDROGEOLOGICA... 3 3 RIDUZIONE DELLA PERMEABILITÀ E DEWATERING... DIMENSIONAMENTO DI UN INTERVENTO DI DEWATERING CON RIDUZIONE DELLA PERMEABILITÀ A cura di Giovanni Formentin, Loris Colombo, Vincenzo Francani Giovanni.Formenti@tethys-geco.it, Loris.colombo@polimi.it,

Dettagli

IL RADON NEI FABBRICATI

IL RADON NEI FABBRICATI Conferenza con l architetto Alessandro Cornaggia IL RADON NEI FABBRICATI Come risanare dal radon gli ambienti nelle nostre case I.I.S.S. Greppi, Progetto Scuola e casa a misura di radon Primo piano dell

Dettagli

SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE

SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE Geoplast www.geoplast.it Ciclo naturale dell acqua La gestione delle acque meteoriche è importante al fine di ripristinare il naturale ciclo dell

Dettagli

TERMOGRAFIA a infrarossi

TERMOGRAFIA a infrarossi TERMOGRAFIA a infrarossi L'energia termica, o infrarossa, consiste in luce la cui lunghezza d'onda risulta troppo grande per essere individuata dall'occhio umano. A differenza della luce visibile, nel

Dettagli

4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO

4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO -------------------------------------------------------------------------------------- oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di

Dettagli

IMEC SNC www.imec-risanamenti.it info@imec.tv tel. 0422 433807

IMEC SNC www.imec-risanamenti.it info@imec.tv tel. 0422 433807 ISPEZIONI FOGNATURE E VIDEOISPEZIONE TUBAZIONI Serietà Competenza Professionalità IMEC L ispezione televisiva è uno strumento di grande entità per il monitoraggio delle reti fognarie, condotte, canali

Dettagli

Indagini termografiche Esempi di applicazione Studio Mantovani IR

Indagini termografiche Esempi di applicazione Studio Mantovani IR Collaudo di una casa prefabbricata a basso consumo energetico. L immagine termica dimostra l ottimo isolamento delle pareti e dell intero involucro (temp. amb. interna 21 C temp. sup. esterna 0,6 C). Viene

Dettagli

Esempi indagini termografiche. Esempi di indagine

Esempi indagini termografiche. Esempi di indagine Esempi indagini termografiche Esempi di indagine Nel visibile il certificatore energetico difficilmente riesce a individuare le strutture L immagine nell infrarosso permette di svelare aspetti sconosciuti,

Dettagli

PAVIMENTAZIONI DRENANTI

PAVIMENTAZIONI DRENANTI PAVIMENTAZIONI DRENANTI INDICE pag 3 IL PROBLEMA pag 15 DRY-BETON pag 4 LA SOLUZIONE pag 19 DRENO-BETON pag 5 CARATTERISTICHE TECNICHE pag 21 BORGO VENETO-FILTER pag 7 CERTIFICAZIONI pag 23 GRIGLIATO 50X50

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI

ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI IMPIANTO TERMICO TRADIZIONALE 20 C 22 C 40 C 17 C La normativa di riferimento per gli impianti di riscaldamento a pavimento per edifi ci residenziali ed uffi

Dettagli

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI]

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] 2014 PROGETTARE BIOEDILE Giovanni Tona [LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] Analisi delle cause delle più frequenti lesioni presenti negli edifici con struttura in cemento armato, e metodi di

Dettagli

Report tecnico informativo

Report tecnico informativo Torino, 5 marzo 2013 Report 0014/13 Alla c.se attenzione del: Sig. Cliente Via dimostrativa - 10100 Torino Amministratore del Condominio di Via da identificare Torino Report tecnico informativo Oggetto:

Dettagli

CATANIA 21-05-2009 Ing. Simone Zanessi. Water & Wastewater

CATANIA 21-05-2009 Ing. Simone Zanessi. Water & Wastewater Noleggio e Dewatering:Tutte le soluzioni per il drenaggio di scavi,cantieri e gallerie. Utilizzo dei by-pass fognari per interventi con tecnologie No-Dig CATANIA 21-05-2009 Ing. Simone Zanessi Informazioni

Dettagli

La superficie complessiva di deflusso delle acque piovane da smaltire nel sottosuolo risulta di 460 mq ed è così suddivisa:

La superficie complessiva di deflusso delle acque piovane da smaltire nel sottosuolo risulta di 460 mq ed è così suddivisa: 1. Premesse La seguente relazione idraulica è redatta allo scopo di indicare le modalità di raccolta, deflusso e smaltimento delle acque meteoriche di dilavamento del nuovo tratto di pista ciclopedonale

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Ponti termici e Serramenti Novembre 2011 Cosa sono i ponti termici I Ponti Termici sono punti o zone dove il comportamento termico dell edificio è diverso

Dettagli

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) per ampliamento attività industriale / artigianale ditta CORTI MARMI & GRANITI S.r.l., via Villaggio Sereno n

Dettagli

Nuovo impianto fognario. Modifica impianto esistente

Nuovo impianto fognario. Modifica impianto esistente RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE DI ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 03-04-2006, e successive modifiche ed integrazioni. Immobile sito nella frazione

Dettagli

ed errori di cantiere

ed errori di cantiere UMIDITÀ STRUTTURE INTERRATE ed errori di cantiere Sempre più spesso, in interventi di ristrutturazione o di nuova costruzione, vi è la necessità di realizzare nuovi spazi sotterranei per box, cantine,

Dettagli

INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO MINORE...

INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO MINORE... INDICE 1. PREMESSA... 2 2. INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO MINORE... 4 2.1 CARATTERISTICHE DEL RETICOLO IDRICO COMUNALE... 4 2.2 CRITERI DI INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO MINORE E COMPETENZE DI GESTIONE....

Dettagli

LINEA MURI DI CONTENIMENTO

LINEA MURI DI CONTENIMENTO LINEA MURI DI CONTENIMENTO Costruisce il futuro Sistemi di contenimento dei pendii - Tipologie: I muri ottenuti tramite la posa in opera dei blocchi di contenimento della MA.CE.VI. in condizioni di : -

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2015

VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2015 Allegato B) VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2015 INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE "TERNO BENE COMUNE" IN ORDINE AL CIMITERO, ACQUA NELLE TOMBE E LAVORI ALLE CAPPELLE. Passiamo

Dettagli

Corso di Auditor Termografico degli Edifici

Corso di Auditor Termografico degli Edifici Corso di Auditor Termografico degli Edifici Prossime date 14-18 Settembre 2009 9-13 Novembre 2009 Sede Sede FLIR di Limbiate (MI) Durata 40 ore L indagine termografica in edilizia rappresenta uno strumento

Dettagli

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA PREMESSA La Stazione Marittima del Porto di Pescara è un edificio a pianta centrale di forma decagonale, dell altezza totale di m 6,00, ad un piano dell altezza interna di m 5,00, della superficie complessiva

Dettagli

L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 2 a parte

L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 2 a parte Roberto Ricca e-mail: r.ricca@inprotec.it L utilizzo della termografia come strumento diagnostico in edilizia 2 a parte 1 Utilizzo della termografia in edilizia Quando può essere effettuato il controllo

Dettagli

CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA P. Trefiletti

CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA P. Trefiletti CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA P. Trefiletti CORSO DI GEOLOGIA APPLICATA-Cremona SISTEMA IDROLOGICO Un sistema idrologico è un sistema dinamico che rappresenta una frazione del ciclo globale dell acqua

Dettagli

uomini, organizzazione, macchine

uomini, organizzazione, macchine uomini, organizzazione, macchine servizi di consulenza e noleggio per offrire soluzione a tutti i problemi di drenaggio, grazie anche alla miglior flotta di macchine disponibile sul mercato Consulenti

Dettagli

Cos è la termografia... pag. 2. Chi può operare con la Termografia: certificazione del personale... pag. 4

Cos è la termografia... pag. 2. Chi può operare con la Termografia: certificazione del personale... pag. 4 Indice Cos è la termografia... pag. 2 Chi può operare con la Termografia: certificazione del personale... pag. 4 Principali campi di applicazione - verifica dell'isolamento: dispersioni termiche dovute

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE (rev. 20140217) 1. Prima dell installazione deve essere verificata l idoneità tecnica del suolo dal punto di vista strutturale, eventuali

Dettagli

PREVENTIVO DI SPESA Condominio Sant'Alberto - Via 4 Rusteghi - Via Molinara - Verona Computo per la sistemazione del giardino.

PREVENTIVO DI SPESA Condominio Sant'Alberto - Via 4 Rusteghi - Via Molinara - Verona Computo per la sistemazione del giardino. PREVENTIVO DI SPESA Condominio Sant'Alberto - Via 4 Rusteghi - Via Molinara - Verona Computo per la sistemazione del giardino 1 2 3 4 5 6 ALLESTIMENTO ED INSTALLAZIONE DEL CANTIERE, recinzioni e segnalazioni

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA. Intervento di Restauro e Risanamento conservativo. della Chiesa di Montosero dedicata a Sant Andrea

RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA. Intervento di Restauro e Risanamento conservativo. della Chiesa di Montosero dedicata a Sant Andrea RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA Intervento di Restauro e Risanamento conservativo della Chiesa di Montosero dedicata a Sant Andrea Anno 2010 1. Introduzione Questa relazione ha l obiettivo di mettere in

Dettagli

TECNICHE E SOLUZIONI

TECNICHE E SOLUZIONI TECNICHE E SOLUZIONI Il problema dell umidità La presenza di umidità e il suo smaltimento da parte della muratura sono problematiche molto diffuse, riscontrabili sia sugli edifici storici che nelle nuove

Dettagli

CALCESTRUZZO INTRINSECAMENTE IMPERMEABILE PER STRUTTURE INTERRATE

CALCESTRUZZO INTRINSECAMENTE IMPERMEABILE PER STRUTTURE INTERRATE CALCESTRUZZO INTRINSECAMENTE IMPERMEABILE PER STRUTTURE INTERRATE Prescrizioni e schemi da evidenziare sin dalle prime fasi progettuali e per inserimento nei disegni esecutivi 1) Approntamento del cantiere

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA PROGETTO ESECUTIVO

COMUNE DI NOVENTA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA PROGETTO ESECUTIVO COMUNE DI NOVENTA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DEL SEMINTERRATO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO A. FOGAZZARO A) RELAZIONE ILLUSTRATIVA Rev. 00 28

Dettagli

ANALISI TERMOGRAFICA DELL EDIFICIO XXXXXX XXXXXXXX

ANALISI TERMOGRAFICA DELL EDIFICIO XXXXXX XXXXXXXX ANALISI TERMOGRAFICA DELL EDIFICIO XXXXXX XXXXXXXX PROVA N. 013/LA XXXX, agosto 06 Committente: Consulente: Relatore: XXXXXXXX XXXXXXXX ing. Marco Stabile Edificio sede XXXXXXXXXX C/../laboratorio/relazioni/06

Dettagli

Perizia tecnica relazione integrativa

Perizia tecnica relazione integrativa Studio di Ingegneria Ing.Vincenzo Sanzone Via Palmerino n 42, Palermo Partita IVA : 05993070829 Email: ing.sanzone@libero.it Perizia tecnica relazione integrativa Condominio Via Selinunte n 9 Palermo,

Dettagli

LEZIONE 1 14 ottobre 2009

LEZIONE 1 14 ottobre 2009 Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria DASTEC Dipartimento Arte Scienza e Tecnica del Costruire Facoltà di Architettura CORSO DI LAUREA IN ARCHITETTURA QUINQUENNALE LM-4 Laboratorio di

Dettagli

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO UNI UNI EN EN 1264/1-2-3-4 Presentazione a cura di: RDZ S.p.A. Configurazione della norma Configurazione della norma UNI UNI EN

Dettagli

Best Management Practices per l invarianza idraulica e ambientale del territorio. Marco Maglionico

Best Management Practices per l invarianza idraulica e ambientale del territorio. Marco Maglionico Best Management Practices per l invarianza idraulica e ambientale del territorio Marco Maglionico Effetti dell urbanizzazione sul ciclo idrologico L urbanizzazione provoca alterazioni al regime delle acque

Dettagli

Comune di Bertinoro (BO) Fratta Terme - comparto attuativo CA 15

Comune di Bertinoro (BO) Fratta Terme - comparto attuativo CA 15 Comune di Bertinoro (BO) Fratta Terme - comparto attuativo CA 15 Relazione idraulica per il dimensionamento del sistema di smaltimento delle acque meteoriche, reflue e degli invasi di laminazione Luglio,

Dettagli

ANALISI TERMOGRAFICA CERTIFICATA

ANALISI TERMOGRAFICA CERTIFICATA LA TERMOGRAFIA AL VOSTRO SERVIZIO U n a r e t e d i t e c n i c i c e r t i f i c a t i d i s p o n i b i l i n e l l e d i v e r s e r e g i o n i. ANALISI TERMOGRAFICA CERTIFICATA Cliente: WATERGY S.R.L.

Dettagli

Marco Maglionico Università di Bologna Dipartimento DICAM

Marco Maglionico Università di Bologna Dipartimento DICAM La gestione delle acque meteoriche nelle aree urbane: aspetti idraulici e ambientali Marco Maglionico Dipartimento marco.maglionico@unibo.it Effetti dell urbanizzazione sul ciclo idrologico L urbanizzazione

Dettagli

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica Dott. Ing. Georg Felderer Via Negrelli Straße 13 39100 Bolzano / Bozen Tel.: 0471 054040 KLIMAHOUSE 07 Il WineCenter a Caldaro Il WineCenter a Caldaro

Dettagli

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia 1 Concetti e spunti applicativi Relatore: Ing. Ignazio Termine Master Division Vaillant Impianti con pompe di calore geotermiche: elementi di

Dettagli

MESSAGGIO MUNICIPALE

MESSAGGIO MUNICIPALE Risoluzione municipale no.280 Paradiso, 27.03.2014 del 17.03.2014 a10mmc: MM1807/2014 - PA/aa Dicastero Territorio MESSAGGIO MUNICIPALE No. 1807/2014 accompagnante la richiesta di un credito quadro di

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006.

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. Immobile sito nella frazione di, via, n, Censito in Catasto

Dettagli

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI ai sensi della vigente normativa (L. R. 28 maggio 2007 n. 13 - Regione Piemonte) Gli obiettivi della certificazione energetica degli edifici Migliorare la trasparenza

Dettagli

QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione

QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione La società si impegna a fare uso riservato di queste notizie ed informazioni. E importante rispondere a tutte le domande

Dettagli

ALTO TREVIGIANO SERVIZI S.r.l. Pag. 1

ALTO TREVIGIANO SERVIZI S.r.l. Pag. 1 ALTO TREVIGIANO SERVIZI S.r.l. Pag. 1 CONDOTTA CORNUDA SALVATRONDA COLLETTORE PRIMARIO DEL BACINO SCOLANTE DELLA LAGUNA DI VENEZIA STRALCIO I PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE GEOLOGICO - GEOTECNICA DATA FEBBRAIO

Dettagli

COMMISSARIO DELEGATO PER L EMERGENZA CONCERNENTE GLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI DEL 26 SETTEMBRE 2007

COMMISSARIO DELEGATO PER L EMERGENZA CONCERNENTE GLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI DEL 26 SETTEMBRE 2007 ORDINANZA N. 3 DEL 22.01.08 Oggetto: O.P.C.M. n. 3621 del 18.10.2007. Interventi urgenti di protezione civile diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eccezionali eventi meteorologici che hanno

Dettagli

L UMIDITA NELLE COSTRUZIONI

L UMIDITA NELLE COSTRUZIONI Lezione del 05/12/2007 L UMIDITA NELLE COSTRUZIONI Responsabile di efflorescenze e subflorescenze, dovute alle migrazioni delle cristallizzazioni saline (che può creare anche distacchi). Tipi di umidità,

Dettagli

INDAGINE TERMOGRAFICA

INDAGINE TERMOGRAFICA Pag. 1 di 6 INDAGINE TERMOGRAFICA 1. Scopo La visione Termografica di un oggetto è la riproduzione istantanea tramite grafica computerizzata (a colori o in bianco e nero) della mappa delle temperature

Dettagli

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture.

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. CONSOLIDAMENTI Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. Essa non può prescindere dai risultati di un accurata

Dettagli

RELEO S.r.l. Sede Operativa: Via Ravenna, 562 Fossanova San Marco 44124 Ferrara Tel. +39 0532 740625 www.releo.it commerciale@releo.

RELEO S.r.l. Sede Operativa: Via Ravenna, 562 Fossanova San Marco 44124 Ferrara Tel. +39 0532 740625 www.releo.it commerciale@releo. RELEO S.r.l. Vai al sistema GEOPIER Vai al sistema IMPACT RELEO S.r.l. Il Sistema Geopier, attraverso l utilizzo di colonne di ghiaia compattata, è un valido ed efficace metodo di consolidamento di terreni

Dettagli

PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA PERCORSO DI ABILITAZIONE

PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA PERCORSO DI ABILITAZIONE PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA PERCORSO DI ABILITAZIONE PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA Dott. Geol. Maurizio Gorla Responsabile Ufficio Geologia CAP Holding S.p.A. PROGETTAZIONE

Dettagli

Umidità : indicazioni di bonifica

Umidità : indicazioni di bonifica Umidità : indicazioni di bonifica Gennaio 2006 1.0 premessa Le note che seguono costituiscono il compendio del documento Umidità : lettura degli indizi che propone alcune indicazioni di massima per leggere

Dettagli

Sistema. per EVITARE la formazione di MUFFE da condensa rispettando la classe A. www.rumorblock.it. DANI System s.a.s. ELEMENTI DEL SISTEMA

Sistema. per EVITARE la formazione di MUFFE da condensa rispettando la classe A. www.rumorblock.it. DANI System s.a.s. ELEMENTI DEL SISTEMA Sistema per EVITARE la formazione di MUFFE da condensa rispettando la classe A MUFFE per mancanza di aerazione Sistema AIRPLAK aerazione naturale per un ambiente sano ELEMENTI DEL SISTEMA Guida rapida

Dettagli

165 CAPITOLO 13: PROVE MECCANICHE IN SITO

165 CAPITOLO 13: PROVE MECCANICHE IN SITO 165 Introduzione Rispetto alle prove eseguite in laboratorio, quelle in sito presentano sia dei vantaggi che degli svantaggi. 1. Tra i vantaggi delle prove in sito di può dire che queste sono più rapide

Dettagli

ENERGIA E RUMORE QUASI ZERO Nuove norme e soluzioni per gli edifici di domani

ENERGIA E RUMORE QUASI ZERO Nuove norme e soluzioni per gli edifici di domani Nuove norme e soluzioni per gli edifici di domani ISOLAMENTO TERMICO, UMIDITA E CONDENSA: Individuare problemi e proporre soluzioni con l ausilio della Termografia Nicola Genna FLIR Systems Srl Diritti

Dettagli

CALCOLI IDRAULICI DRENAGGIO DELLA PIATTAFORMA STRADALE

CALCOLI IDRAULICI DRENAGGIO DELLA PIATTAFORMA STRADALE CALCOLI IDRAULICI DRENAGGIO DELLA PIATTAFORMA STRADALE Premesse La rete per l evacuazione delle acque meteoriche dal corpo stradale, viene progettata in maniera da captare la totalità delle acque piovane

Dettagli

QUESTIONARIO C.A.R DECENNALE POSTUMA PER LEGGE 210

QUESTIONARIO C.A.R DECENNALE POSTUMA PER LEGGE 210 QUESTIONARIO C.A.R DECENNALE POSTUMA PER LEGGE 210 La Società si impegna a fare uso riservato delle notizie e delle informazioni riportate in questo questionario. 1) Nominativi Contraente Domiciliato in

Dettagli

IL RISANAMENTO DELLA MURATURA UMIDA

IL RISANAMENTO DELLA MURATURA UMIDA www.colorificiopaulin.com info@colorificiopaulin.com LE PRINCIPALI CAUSE DI DEGRADO DEI MATERIALI DI COSTRUZIONE La penetrazione dell acqua all interno delle opere murarie rappresenta per l edilizia una

Dettagli

SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO. drainpanel. soluzione innovativa per la gestione delle acque

SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO. drainpanel. soluzione innovativa per la gestione delle acque SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO drainpanel soluzione innovativa per la gestione delle acque ALTA CAPACITÀ DRENANTE RESISTENTE SOVRAPPONIBILE w w w. g e o p l

Dettagli

Barriera antiumidità a iniezione. Senza solventi. Ruredil

Barriera antiumidità a iniezione. Senza solventi. Ruredil Barriera antiumidità a iniezione Senza solventi Ruredil IN CARTUCCE PR ONTE ALL USO Ripristino Consolidamento Il problema L umidità nelle murature può essere causata da pioggia, condensa o risalita capillare

Dettagli

GARDENA Sprinkler-System Guida all impianto interrato

GARDENA Sprinkler-System Guida all impianto interrato GARDENA Sprinkler-System Guida all impianto interrato 360 0 270 0 270 0...e il verde vive Quali e quanti irrigatori installare? Come si progetta l impianto d irrigazione? In questa guida si trovano tutte

Dettagli

www.impiantitalia.it

www.impiantitalia.it 1. Impianti a pavimento IL RISCALDAMENTO A PAVIMENTO Il riscaldamento a pavimento rappresenta forse il più antico sistema ideato dall uomo per la distribuzione del calore nelle abitazioni; dall esame di

Dettagli

CAUSE DELL UMIDITÀ. Molteplici cause possono determinare fenomeni di umidità nelle murature, le più comuni sono:

CAUSE DELL UMIDITÀ. Molteplici cause possono determinare fenomeni di umidità nelle murature, le più comuni sono: CAUSE DELL UMIDITÀ Molteplici cause possono determinare fenomeni di umidità nelle murature, le più comuni sono: 1. Umidità derivante dal sottosuolo: Direttamente collegata ai fenomeni di risalita capillare

Dettagli

Wall & Wall sagl Via Funicolare n 2 6900 Lugano CH

Wall & Wall sagl Via Funicolare n 2 6900 Lugano CH Wall & Wall sagl Via Funicolare n 2 6900 Lugano CH Il sistema Biodry Technology inverte il flusso delle molecole eliminando definitivamente il problema dell'umidità di risalita Capillare. In collaborazione

Dettagli

Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG)

Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG) Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG) Metodo di indagine termografica La termografia all'infrarosso è una particolare tecnica telemetrica in grado di determinare, con notevole risoluzione

Dettagli

IL VALORE AMBIENTALE DELL IRRIGAZIONE LA RICARICA DELLA FALDA

IL VALORE AMBIENTALE DELL IRRIGAZIONE LA RICARICA DELLA FALDA Con il patrocinio di 14 SETTEMBRE 2015 IL VALORE AMBIENTALE DELL IRRIGAZIONE LA RICARICA DELLA FALDA Relatore: ing. Umberto Niceforo direttore Consorzio Brenta Le radici nella geografia e nella storia

Dettagli

L attività tecnica di prevenzione del dissesto strutturale degli edifici. Ing. Alessandro Uberti - Libero professionista

L attività tecnica di prevenzione del dissesto strutturale degli edifici. Ing. Alessandro Uberti - Libero professionista L attività tecnica di prevenzione del dissesto strutturale degli edifici Ing. Alessandro Uberti - Libero professionista INTRODUZIONE Generalità sulle lesioni e si metodi di individuazione delle cause dei

Dettagli

INDICE cls per cantiere

INDICE cls per cantiere Linea Cantiere INDICE cls per cantiere CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO LEGGERO PG. 4 GRIGLIE ACCIAIO ZINCATO PG. 4 CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO PESANTE PG. 5 GRIGLIE

Dettagli

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO COMUNE DI NICHELINO SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PER IL PAESAGGIO DEL PIEMONTE SOPRINTENDENZA PER I BENI STORICO-ARTISTICI E DEMOANTROPOLOGICI DEL PIEMONTE CNA - POLITECNICO DI TORINO IL

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

SUDS Sustainable Urban Drainage Systems

SUDS Sustainable Urban Drainage Systems SUDS Sustainable Urban Drainage Systems La gestione sostenibile in-situ dei deflussi delle acque meteoriche Lucia Bortolini Dip. TESAF Università di Padova Effetti urbanizzazione sul deflusso delle acque

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Il settore delle fondazioni speciali è uno

Il settore delle fondazioni speciali è uno > Mercato di Denise Sagrillo Le risposte del settore geotecnico delle fondazioni speciali alla crisi Presentiamo in quattro capitoli una tesi di laurea che consente di individuare e analizzare le strategie

Dettagli

La città che avanza Scorre il fiume nella pianura, libero e silente. Batte la pioggia, sulla città che avanza e gonfia il fiume, non più silente, ma

La città che avanza Scorre il fiume nella pianura, libero e silente. Batte la pioggia, sulla città che avanza e gonfia il fiume, non più silente, ma La città ce avanza Scorre il fiume nella pianura, libero e silente. Batte la pioggia, sulla città ce avanza e gonfia il fiume, non più silente, ma inorgoglito dalla sua portanza. Si dipana, sgomita e invade

Dettagli

Basta tentare! - Incomincia a vederci chiaro

Basta tentare! - Incomincia a vederci chiaro Basta tentare! - Incomincia a vederci chiaro Tecnologia ad infrarossi applicata al settore delle costruzioni ed al risparmio energetico Una gamma completa di termocamere adatte a tutte le esigenze di impiego

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA La lunghezza standard per il palo della turbina da 3kw per installazione a terra varia da un minimo di 2mt ad un massimo di 6mt; per installazione

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

QUESTIONARIO CAR E DECENNALE POSTUMA EDILIZIA CIVILE

QUESTIONARIO CAR E DECENNALE POSTUMA EDILIZIA CIVILE QUESTIONARIO CAR E DECENNALE POSTUMA EDILIZIA CIVILE Questionario per l assicurazione tutti i rischi della costruzione di opere civili (C.A.R.) E per l'assicurazione DECENNALE POSTUMA danni diretti all

Dettagli

INDICE 1 - PREMESSA... 2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3 IPOTESI DI PROGETTO... 5 4 RETICOLO IDRICO SUPERFICIALE... 7

INDICE 1 - PREMESSA... 2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3 IPOTESI DI PROGETTO... 5 4 RETICOLO IDRICO SUPERFICIALE... 7 INDICE 1 - PREMESSA... 2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3 IPOTESI DI PROGETTO... 5 3.1 DIMENSIONAMENTO SECONDO IL PIANO DI RISANAMENTO DELLE ACQUE DELLA REGIONE LOMBARDIA... 5 4 RETICOLO IDRICO SUPERFICIALE...

Dettagli