La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali"

Transcript

1 COMPETITIVITA La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali Dalla Dia alla Scia anche per le attività di vendita e somministrazione di alimenti e bevande Cosimo Nicola PAGLIARONE * La Legge n 122 del , legge di conversione del Decreto-legge n 78 del (Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica) ha previsto all art. 49 (disposizioni in materia di conferenza di servizi) comma 4 bis una ridefinizione dell art. 19 della legge n 241 del introducendo un sistema innovativo teso a semplificare l iter procedurale per l inizio dell esercizio di attività imprenditoriali, commerciali ed artigianali. Detto articolo 19, così come riformulato, prevede che:.. Ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva,permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale e non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio degli stessi, è sostituito da una segnalazione dell interessato, con la sola esclusione dei casi in cui sussistano vincoli ambientali, paesaggistici o culturali e degli atti rilasciati dalle Amministrazioni preposte alla difesa nazionale, alla pubblica sicurezza, all immigrazione, all asilo, alla cittadinanza, all amministrazione della giustizia, all amministrazione delle finanze, ivi compresi gli atti concernenti le reti di acquisizione del gettito, anche derivante dal gioco, nonché di quelli imposti dalla normativa comunitaria. Inoltre al comma 4-ter del ridetto art. 49 della L.122/2010 è specificato che:.le espressioni segnalazione certificata di inizio attività e SCIA sostituiscono rispettivamente, quelle di dichiarazione di inizio attività e DIA ovunque ricorrano, anche come parte di una espressione più ampia, e la disciplina di cui al comma 4-bis sostituisce direttamente, dalla data di entrata in vigore della legge di conversione n 122/2010 del Decreto legge 78/2010 quella della dichiarazione di inizio attività recata da ogni normativa statale e regionale. La segnalazione in quanto certificata va appunto corredata da:

2 AUTOCERTIFICAZIONI (elementi soggettivi) tipo - dichiarazioni sostitutive di certificazioni - dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà - per quanto riguarda tutti gli stati, le qualità personali ed i fatti previsti negli artt. 46 e 47 del D.P.R. n 445 del 28 dicembre 2000 (disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa) con relative sanzioni; ATTESTAZIONI ED ASSEVERAZIONI (elementi oggettivi) da parte di Tecnici abilitati con acclusi gli elaborati grafici per consentire le verifiche di competenza della Amministrazione (Es. conformità degli impianti elettrico-idrico-fognante, agibilità e destinazione d uso, requisiti edilizio-urbanistici igienico-sanitari, certificato/nulla osta provvisorio per la prevenzione incendi, superamento barriere architettoniche, impatto acustico dell attività esercitata ecc.) DICHIARAZIONI DI CONFORMITA (elementi oggettivi) rilasciate da Agenzia per le Imprese identificata all art.38 ( Impresa in un giorno ) comma 3 lett. c) e comma 4 della legge 133 del , legge di conversione del Decreto legge n 112 del (disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica, la perequazione tributaria). Agenzia per le Imprese, intesa come soggetti privati (singoli o associati) accreditati dal Ministero Sviluppo Economico sulla base di requisiti e modalità previsti nel D.P.R. n 159 del ed integrati dai successivi regolamenti da emanarsi. Tali soggetti privati accreditati, completato il sopralluogo all attività nei casi previsti dalla legge, in caso di istruttoria con esito positivo, rilasciano una dichiarazione di conformità che, nell attestare la sussistenza dei requisiti oggettivi e presupposti richiesti dalla normativa per la realizzazione, la trasformazione, il trasferimento e la cessazione dell esercizio dell attività d impresa, costituisce titolo autorizzatorio per l esercizio dell attività stessa. Qualora si tratti di procedimenti che comportano discrezionalità amministrativa e tecnica professionale da parte della Pubblica Amministrazione, le Agenzie svolgeranno unicamente attività istruttoria che va a supportare lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), di cui al D.P.R. n 160 del (semplificazione e riordino della disciplina sullo SUAP) al quale SUAP è rimandata ogni ulteriore decisione, sia come procedure da seguire sia come provvedimento autorizzatorio da rilasciare. Le succitate autocertificazioni, attestazioni, asseverazioni, dichiarazioni di conformità, vanno a sostituire anche eventuali PARERI di Organi / Enti appositi o VERIFICHE PREVENTIVE previsti dalla normativa, salvo sempre le verifiche successive effettuate dall Amministrazione competente, nella programmata attività di vigilanza. Tale nuovo regime di semplificazione (SCIA) si applica, nel rispetto della Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n 3637/C del prot , anche alle attività di vendita e somministrazione di alimenti e bevande. Pertanto, ad avviso, l esercizio delle attività disciplinate dagli articoli 64, 65, 66, 67, 68 e 69 del Decreto Legislativo n 59 del 26 marzo 2010 (attuazione della Direttiva 2006/123/CE servizi nel mercato interno) è soggetto alla SCIA che viene a sostituire il titolo autorizzatorio previsto dalla Legge 287/1991 art.3 commi 1 e 7. Nello stesso D.Lgs n 59/2010 all art.71 comma 6 è disposto che, per quanto attiene ai requisiti soggettivi oltre a quelli demandati all autocertificazione, l interessato che vuole accedere all esercizio di attività

3 commerciali e di somministrazione di prodotti alimentari deve possedere uno dei seguenti requisiti professionali: - frequenza con esito positivo di un corso specifico in materia, riconosciuto dalla Regione; - rapporto di dipendenza con mansione nel settore in azienda alimentaristica per la durata di anni due, anche non consecutivi, nel quinquennio precedente; - diploma di scuola secondaria superiore o laurea con percorso di studi attinente il settore alimentare. L attività oggetto di SCIA può essere iniziata dalla data di presentazione della stessa (SCIA) all Amministrazione competente. Quest ultima ha 60 giorni di tempo dal ricevimento della SCIA, per le dovute verifiche dei requisiti e presupposti di legge ed in caso di accertate carenze/mancanze, procede a sancire il fermo dell attività salvo che, ove ciò sia possibile, l interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività e gli effetti derivati entro un termine fissato dall Amministrazione, in ogni caso non inferiore a 30 giorni. L Amministrazione competente arriva al fermo dell attività con provvedimenti di autotutela oppure con provvedimenti interdittivi in caso di pericolo immediato per la salute e sicurezza pubblica o in caso di mancanza/falsità delle autocertificazioni, attestazioni, asseverazioni, dichiarazioni di conformità cui seguono le corrispondenti sanzioni previste dalla legge. Per le attività che prevedono l obbligo dell autorizzazione ex art. 3 commi 1 e 7 della Legge 287/91, il procedimento di richiesta è soggetto a quanto disposto dagli artt della legge 241/90(silenzio-assenso) per cui decorsi 30 giorni dalla richiesta dell autorizzazione senza intervento della P.A., l attività può essere avviata. In caso di mancanza dell AUTORIZZAZIONE o della SEGNALAZIONE (SCIA) l Amministrazione competente procede all applicazione dell art. 64 comma 9 D.Lgs 59/2010 che prevede la sanzione da 2500 a ( 5000 in considerazione del favor rei ) e come pena accessoria alla sanzione principale, la chiusura dell esercizio a seguito della sospensione del provvedimento autorizzatorio o della segnalazione. Per maggiore chiarezza si riporta uno schema riassuntivo dei vari casi in cui applicare il regime della SCIA oppure dell AUTORIZZAZIONE. Con riferimento alle attività disciplinate dal Decreto Legislativo n 59 /2010 (art. 64, 65, 66, 67, 68, 69) sono soggette alla SCIA di cui all art. 19 della Legge 241/90,così come ridefinito dall art.49 comma 4-bis della Legge 122/2010 le seguenti attività: Il trasferimento di sede ed il trasferimento di gestione o della titolarità degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande di cui all art.64 comma 1 D.Lgs 59/2010; l avvio di attività di somministrazione di alimenti e bevande riservata ai soggetti elencati alle lettere a), b), c), d), e), f), g), e h) del comma 6 art.3 Legge 287/91 secondo l art.64 comma 2;

4 l avvio di attività di somministrazione di alimenti e bevande esercitate da Circoli Privati (D.P.R. n 235 del 04 aprile 2001), ferma restando l applicabilità ai soli casi in cui detto regolamento prevede la DIA, stante il richiamo dell art. 64 comma 2 D.Lgs 59/2010; l avvio dell attività di vendita dei prodotti appartenenti al settore merceologico alimentare e non alimentare nelle strutture denominate esercizi di vicinato (art.4 comma 1, lett. d) del Decreto Lgs n 114 del 31 marzo 1998) di cui all art.65 D.Lgs 59/2010 nonché le attività effettuate mediante le forme speciali di vendita (Spacci interni -Apparecchi automatici Vendita per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione Vendita presso il domicilio dei consumatori) di cui agli artt. 66, 67, 68 e 69 D.Lgs 59/2010. L inammissibilità dell istituto della SCIA con la conseguente necessità dell AUTORIZZAZIONE (ex art. 3 comma 1 e 7 della Legge 287/91)si evidenzia nei seguenti casi: l avvio dell attività di somministrazione di alimenti e bevande, comprese quelle alcooliche di qualsiasi gradazione (Legge 287/91) nelle zone del territorio comunale che, in attuazione dell art.64 comma 3 D.Lgs 59/2010, siano state assoggettate o siano assoggettabili a strumenti di programmazione urbanistico-commerciale disposti dalla disciplina di settore (Piani commerciali, artigianali, industriali); trasferimento di attività di somministrazione di alimenti e bevande da una sede collocata in zona non assoggettata a programmazione ad una sede collocata in una zona tutelata da programmazione, o anche in caso di trasferimento di sede nell ambito delle stesse zone tutelate; l avvio dell attività di commercio sulle aree pubbliche, su posteggi dati in concessione, o su qualsiasi area purché in forma itinerante (art. 28 del D.Lgs 114/98 modificati da art.70 D.Lgs 59/2010); l avvio dell attività di vendita nelle strutture denominate medie strutture, grandi strutture, o centri commerciali (artt.4, 6, 8, 9 D.Lgs 114/98). Va inoltre ricordato, per completezza, che il recente Decreto legge n 138 del 13 agosto 2011 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo - manovra Tremonti!) all art. 6 comma1 prevede l aggiunta all art.19 della Legge n 241 del del seguente comma 6-ter.. la segnalazione certificata di inizio attività, la denuncia e la dichiarazione di inizio attività si riferiscono ad attività liberalizzate e non costituiscono provvedimenti taciti direttamente impugnabili. Gli interessati possono sollecitare l esercizio delle verifiche spettanti all Amministrazione e, in caso di inerzia, esperire l azione di cui all art. 31 commi 1, 2, e 3 del Decreto Lgs n 104 del (azione avverso il silenzio e declaratoria di nullità). In attesa di ulteriori e più meditate precisazioni da convenirsi in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni, corre l obbligo di fare cenno, anche, al giudizio espresso nella recente nota del Ministero della Salute in risposta a quesito della Camera di Commercio di Milano ed inviata per conoscenza agli Assessorati alla sanità regionali, secondo cui, a conferma di quanto sopra detto, il nuovo istituto della SCIA si applica ad interventi soggetti a mero accertamento di requisiti generali previsti dalla legge, mentre non può operare per interventi che presuppongono un giudizio

5 discrezionale amministrativo-tecnico dell Amministrazione competente. Infatti, la ratio della nuova disposizione è volta a garantire la liberalizzazione delle attività imprenditoriali solo in presenza dell esercizio di un potere vincolato da parte della Pubblica Amministrazione. * già Direttore Struttura Complessa SIAN ASL Taranto.

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica Lo scorso 20 gennaio 2016 il Consiglio dei Ministri ha approvato

Dettagli

COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO

COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) Art. 19 della Legge 7 agosto 1990 n 241 come modificato dall art. 49, comma 4-bis del D.L. 31.05.2010 n 78

Dettagli

CITTA DI LONIGO. (Provincia di Vicenza)

CITTA DI LONIGO. (Provincia di Vicenza) CITTA DI LONIGO (Provincia di Vicenza) Allo sportello unico per l edilizia del Comune di LONIGO VIA CASTELGIUNCOLI 5 36045 LONIGO (VI) OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.).

Dettagli

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPAN

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPAN ATTIVITA DI ESTETISTA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) INIZIO ATTIVITÀ - SUBINGRESSO TRASFERIMENTO DI SEDE VARIAZIONI - CESSAZIONE ATTIVITA Al Comune di * COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI

Dettagli

COMUNE DI ENEGO STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.).

COMUNE DI ENEGO STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.). COMUNE DI ENEGO PROVINCIA DI VICENZA 18-22-01-11 STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE Piazza San Marco, 1 36052 ENEGO (VI) Cod. Fisc./Part. IVA: 00460560246 Servizio Tesoreria: C/C Postale n. 17948365

Dettagli

ALL APERTURA DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SI APPLICA ANCORA IL REGIME DELL AUTORIZZAZIONE ESPRESSA O SI APPLICA LA SCIA?

ALL APERTURA DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SI APPLICA ANCORA IL REGIME DELL AUTORIZZAZIONE ESPRESSA O SI APPLICA LA SCIA? ALL APERTURA DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SI APPLICA ANCORA IL REGIME DELL AUTORIZZAZIONE ESPRESSA O SI APPLICA LA SCIA? L art. 64, c. 1 del D.LGS. n. 26 marzo 2010 n. 59 di

Dettagli

SEMLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA PER LE STRUTTURE RICETTIVE LA SCIA DA PRESENTARE AL SUAP

SEMLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA PER LE STRUTTURE RICETTIVE LA SCIA DA PRESENTARE AL SUAP SEMLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA PER LE STRUTTURE RICETTIVE LA SCIA DA PRESENTARE AL SUAP SAVERIO PANZICA saverio.panzica@regione.sicilia.it saveriopanzica@alice.it Taormina DEFINIZIONI - ORIGINE STRUTTURE

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA 3 DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIO CULTURALE 2 SERVIZIO POLITICHE CULTURALI - DEL TURISMO E DELLO SPORT Cod. Fiscale 00 397 470 873 Documento informativo sui controlli

Dettagli

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, modificato dalla legge n. 122/2010 e del D.P.R. 19.12.2001, n.

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA. nato a: il: residente in:

Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA. nato a: il: residente in: Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA Marca da bollo ( 14,62) c. a. Sportello Unico per le Attività Produttive di... Il sottoscritto 1 : nato a:

Dettagli

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov.

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov. Allo Sportello Unico per le attività produttive Comune di SALA CONSILINA OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011.

Dettagli

ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO - PER CORRISPONDENZA - TRAMITE TELEVISIONE - ALTRO SISTEMA DI COMUNICAZIONE

ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO - PER CORRISPONDENZA - TRAMITE TELEVISIONE - ALTRO SISTEMA DI COMUNICAZIONE ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO - PER CORRISPONDENZA - TRAMITE TELEVISIONE - ALTRO SISTEMA DI COMUNICAZIONE SITUAZIONI POSSIBILI - inizio - inizio nuovo settore - inizio per subingresso dante causa: stesso

Dettagli

Pratiche amministrative legate all inizio attività. Maria Loreta Raso

Pratiche amministrative legate all inizio attività. Maria Loreta Raso Pratiche amministrative legate all inizio attività Maria Loreta Raso 1 L iniziativa economica privata è libera art. 41, comma1, Cost. 2 Chi è imprenditore Chi esercita professionalmente un attività economica

Dettagli

La SCIA agevola l avvio dell attività

La SCIA agevola l avvio dell attività La SCIA agevola l avvio dell attività L a modifica apportata alla legge 122/10 ha carattere di principio generale e stabilisce che possono essere intraprese con la Scia le attività non sottoposte a limite

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Variazione della sede della filiale di agenzia di viaggi Allo Sportello

Dettagli

la scia nella polizia amministrativa

la scia nella polizia amministrativa Mar c o Ma s s a v e l l i la scia nella polizia amministrativa Normativa, prassi e procedure operative e sanzionatorie Aggiornato al D.L. n. 133/2014 convertito con Legge n. 164/2014 (c.d. Sblocca Italia

Dettagli

Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo

Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo p.c. Al dott. Daniele Belotti Assessore Territorio e Urbanistica Regione Lombardia Via Sassetti 32 20124 Milano Ministero dell economia e delle

Dettagli

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov.

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov. Allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune di SALA CONSILINA OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011.

Dettagli

La Scia in Friuli Venezia Giulia di Ornella Donat

La Scia in Friuli Venezia Giulia di Ornella Donat La Scia in Friuli Venezia Giulia di Ornella Donat Proprio quando stavano per uscire queste brevi note, è giunta la notizia, seppure per via informale, che la Direzione centrale lavoro, formazione, commercio

Dettagli

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative.

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative. RegioneLombardia Giunta Regionale Direzione Generale Semplificazione e Digitalizzazione Prot. D 1.20 l 1.2356 Milano 16 marzo 2011 Ai Comuni della Lombardia Alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato

Dettagli

Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee?

Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee? Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee? Il DPR 160/2010 prescrive che la presentazione delle Segnalazioni o delle Istanze allo Sportello Unico comunale

Dettagli

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.)

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) INORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.), previsto dal D.Lgs. n. 112/98, in attuazione della legge

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Variazione strutturale Agenzia di viaggi Allo Sportello Unico per

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Apertura nuova Agenzia di viaggi Allo Sportello Unico per le attività

Dettagli

MUNICIPIO DI MESSINA ASSESSORATO ALLE POLITICHE DEL TERRITORIO DIPARTIMENTO ATTIVITA EDILIZIE E REPRESSIONE ABUSIVISMO Via Industriale is.

MUNICIPIO DI MESSINA ASSESSORATO ALLE POLITICHE DEL TERRITORIO DIPARTIMENTO ATTIVITA EDILIZIE E REPRESSIONE ABUSIVISMO Via Industriale is. MUNICIPIO DI MESSINA ASSESSORATO ALLE POLITICHE DEL TERRITORIO DIPARTIMENTO ATTIVITA EDILIZIE E REPRESSIONE ABUSIVISMO Via Industriale is. F/H n 32 Prot. 237447 del 22/09/2010 Regione Siciliana Assessorato

Dettagli

SCIA PER INSTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI

SCIA PER INSTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI SCIA PER INSTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI [ ] INSEGNE D'ESERCIZIO n. [ ] TARGHE PROFESSIONALI n. [ ] TENDE DA SOLE n. [ ] VETROFANIE n. [ ] n. [ ] NUOVA INSTALLAZIONE [ ] SOSTITUZIONE [ ] MANTENIMENTO

Dettagli

Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3. CAPO II Semplificazione della regolamentazione

Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3. CAPO II Semplificazione della regolamentazione Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3 CAPO II Semplificazione della regolamentazione ART. 3 Semplificazione amministrativa 1. L'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, è sostituito

Dettagli

Regolamento per la semplificazione amministrativa delle attività produttive IMPRESA FACILE

Regolamento per la semplificazione amministrativa delle attività produttive IMPRESA FACILE Regolamento per la semplificazione amministrativa delle attività produttive IMPRESA FACILE Approvato con deliberazione C.C. n. 60 del 06/11/2008 Art. 1 Principi e finalità 1. Il Comune intende proseguire

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA ESERCIZI DI VICINATO. TRASFERIMENTO IN PROPRIETA oppure TRASFERIMENTO IN GESTIONE (voltura)

COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA ESERCIZI DI VICINATO. TRASFERIMENTO IN PROPRIETA oppure TRASFERIMENTO IN GESTIONE (voltura) COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA ESERCIZI DI VICINATO TRASFERIMENTO IN PROPRIETA oppure TRASFERIMENTO IN GESTIONE (voltura) L attività di vendita può essere iniziata subito dopo la presentazione al

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E/O BEVANDE IN CIRCOLI PRIVATI 1 GESTITA DIRETTAMENTE DAI SOCI. CF/PI tel. email

SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E/O BEVANDE IN CIRCOLI PRIVATI 1 GESTITA DIRETTAMENTE DAI SOCI. CF/PI tel. email COMUNE DI SPILAMBERTO Provincia di Modena Servizio Pianificazione Territoriale Ufficio Interventi Economici Attività Produttive Via Roncati, 2 41057 Spilamberto Tel. 059 789944-961 - Fax 059.785721 commercio@comune.spilamberto.mo.it

Dettagli

Dalla DIA alla SCIA: le riforme e i problemi ancora aperti

Dalla DIA alla SCIA: le riforme e i problemi ancora aperti PON GAS FSE 2007 2013, Obiettivo Convergenza, Asse E - Capacità istituzionale Progetto: Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione Seminario Semplificazione dell azione amministrativa,

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI VARIAZIONE STRUTTURALE DI AGENZIA DI VIAGGI (art. 19 legge 241/1990 e s.m.i) DD.G.R. 816/2010 e 95/2011

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI VARIAZIONE STRUTTURALE DI AGENZIA DI VIAGGI (art. 19 legge 241/1990 e s.m.i) DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI VARIAZIONE STRUTTURALE DI AGENZIA DI VIAGGI (art. 19 legge 241/1990 e s.m.i) DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 AL SERVIZIO ATTIVITA' PRODUTTIVE DEL COMUNE DI SANT'ANASTASIA Ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI Allegato alla delibera di C.C. n 49 del 27 settembre 2010 Il Segretario Direttore Generale Sacco Stevanella dott. Paolo CITTA di PIAZZOLA sul BRENTA Provincia di Padova Cap 35016 Cod.Fisc. 80009670284

Dettagli

L'attività edilizia c.d. libera e l'inquadramento giuridico della SCIA - dott.ssa Valeria Tarroni

L'attività edilizia c.d. libera e l'inquadramento giuridico della SCIA - dott.ssa Valeria Tarroni L'attività edilizia c.d. libera e l'inquadramento giuridico della SCIA dott.ssa Valeria Tarroni responsabile del Servizio Pianificazione Urbanistica, Edilizia privata e Ambiente del Comune di Imola Quadro

Dettagli

L evoluzione dell art. 19 della legge n. 241/1990: dalla denuncia alla segnalazione

L evoluzione dell art. 19 della legge n. 241/1990: dalla denuncia alla segnalazione LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ La segnalazione certificata di inizio attività (Scia), nell estate scorsa ha sostituito la dichiarazione di inizio attività (Dia), con obiettivi di semplificazione,

Dettagli

oggetto: decreto legislativo n. 59/2010 e legge regionale n. 29/2005 quesiti vari

oggetto: decreto legislativo n. 59/2010 e legge regionale n. 29/2005 quesiti vari prot. n. 0023008/P-/COM-4-8 (29/05/PQ) riferimento: 23086 dd. 25/11/2010 allegato Trieste, 3 dicembre 2010 All Associazione Intercomunale e, p.c. Alla Direzione Centrale Funzione Pubblica, Autonomie Locali

Dettagli

CAT Informa : Circolare Ministeriale 3635/C interpretativa sulla Direttiva Servizi.

CAT Informa : Circolare Ministeriale 3635/C interpretativa sulla Direttiva Servizi. UFFICIO LEGISLATIVO Prot. 14/2010 Modena 24 maggio 2010 Ai Segretari di Zona Al personale Cat Loro sedi CAT Informa : Circolare Ministeriale 3635/C interpretativa sulla Direttiva Servizi. Gent.mi colleghi,

Dettagli

GESTIONE DI REPARTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA)

GESTIONE DI REPARTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) GESTIONE DI REPARTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Al Comune di IL SOTTOSCRITTO Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F Luogo di nascita: Stato Provincia Comune

Dettagli

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO - MUNICIPIO.. Via. - 00.. R O M A OGGETTO : SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività di noleggio di veicoli senza conducente. (ai sensi del D.P.R. 481 del 19.12.2001

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Data di nascita Cittadinanza Sesso M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune. Residenza: Provincia Comune. con permesso di soggiorno

Data di nascita Cittadinanza Sesso M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune. Residenza: Provincia Comune. con permesso di soggiorno COMUNE DI VEZZANO LIGURE AREA VIGILANZA SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE P.Iva. 00109960112 via Goito n 2 (2 Piano) 19020 VezzanoLigure La Spezia www.comune.vezzanoligure.sp.it - annarosa.carpanini@comune.vezzanoligure.sp.it

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE ATTIVITÀ TEMPORANEA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di *.. Ai sensi del d.lgs. n.59/2010 (art. 64) e della

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO - PREDISPORNE TRE COPIE (una per il Comune, una per la CCIAA, una per l esercente) - copia per il Comune MOD. scia ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

Dettagli

Art. 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3

Art. 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3 7644 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 38 del 14-03-2011 REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3 Procedimenti amministrativi in materia di commercio: Attuazione della direttiva 2006/123/CE

Dettagli

Semplificazione amministrativa. Scheda di sintesi. Il Silenzio della Pubblica Amministrazione.

Semplificazione amministrativa. Scheda di sintesi. Il Silenzio della Pubblica Amministrazione. Semplificazione amministrativa. Scheda di sintesi Il Silenzio della Pubblica Amministrazione. Il silenzio dell Amministrazione potrebbe essere la spia di un mal funzionamento della stessa, alla luce della

Dettagli

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 6

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 6 FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 6 Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114 (art. 18 e 26 comma 5),

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Segnalazione Certificata di Inizio Attività A.G.C. Turismo e Beni Culturali Settore Strutture Ricettive e Infrastrutture Turistiche Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Legge regionale n. 5/2001 Disciplina

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Segnalazione Certificata di Inizio Attività Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Legge Regionale n. 5/2001 Disciplina dell attività Allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune di Torre del

Dettagli

S.C.I.A. Segnalazione Certificata di Inizio Attività art. 19 della L. n. 241/90 e s.m.i.

S.C.I.A. Segnalazione Certificata di Inizio Attività art. 19 della L. n. 241/90 e s.m.i. S.C.I.A. Segnalazione Certificata di Inizio Attività art. 19 della L. n. 241/90 e s.m.i. Informazioni generali Ai sensi dell'art. 2, comma 1, del DPR 160/2010 lo Sportello Unico per le Attività Produttive

Dettagli

QUADRO DI SINTESI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA L.R. N. 3/2013 DI MODIFICA DELLA L.R. N. 16/2008 E S.M.

QUADRO DI SINTESI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA L.R. N. 3/2013 DI MODIFICA DELLA L.R. N. 16/2008 E S.M. QUADRO DI SINTESI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA L.R. N. 3/2013 DI MODIFICA DELLA L.R. N. 16/2008 E S.M. Con l approvazione della legge regionale 4 febbraio 2013, n. 3 (pubblicata sul B.U.R. n. 1, Parte

Dettagli

NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ

NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, modificato dalla legge n. 122/2010 e del D.P.R. 19.12.2001, n.

Dettagli

Estate di stagnazione turistica

Estate di stagnazione turistica N.19 1/15 settembre 2010 - Quindicinale online di informazione tecnico-professionale per FEDERALBERGHI EDIZIONE QUADRI Estate di stagnazione turistica Le nostre preoccupazioni in avvio di stagione estiva

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori

Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori Ufficio IV - Promozione della Concorrenza Risoluzione del 15.09.2008 prot. n.0024368 OGGETTO : Decreto legislativo

Dettagli

STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE STRUTTURE ALBERGHIERE Art. 22 L.R. 33/2002

STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE STRUTTURE ALBERGHIERE Art. 22 L.R. 33/2002 STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE STRUTTURE ALBERGHIERE Art. 22 L.R. 33/2002 S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività ai sensi dell art. 34 del D.L. n. 201/2011 come modificato dalla legge di

Dettagli

AL SUAP DEL COMUNE DI ROVIGO INDIRIZZO PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA): suap.comune.rovigo@pecveneto.it

AL SUAP DEL COMUNE DI ROVIGO INDIRIZZO PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA): suap.comune.rovigo@pecveneto.it spazio per la protocollazione Prima di consegnare il presente modulo, munirsi di una copia fotostatica che, timbrata dall ufficio competente, vale come ricevuta per tutti gli eventuali ulteriori usi. Forme

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 43 del 30.06.2010 Modificato con delibera di Consiglio Comunale n. 68 del 27.09.2010

Dettagli

L introduzione dell istituto della S.C.I.A. per l avvio delle attività produttive

L introduzione dell istituto della S.C.I.A. per l avvio delle attività produttive Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ragusa COMUNE DI RAGUSA L introduzione dell istituto della S.C.I.A. per l avvio delle attività produttive Il sistema delle relazioni all interno della Pubblica

Dettagli

Giampietro BOSCAINO Direzione Centrale Prevenzione e Sicurezza Tecnica

Giampietro BOSCAINO Direzione Centrale Prevenzione e Sicurezza Tecnica Sportello Unico per le Attività Produttive (D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160) - Indirizzi applicativi di armonizzazione tra le procedure di prevenzione incendi ed il procedimento automatizzato di cui

Dettagli

COMUNE DI PASTORANO Provincia di Caserta

COMUNE DI PASTORANO Provincia di Caserta COMUNE DI PASTORANO Provincia di Caserta Via L. Caracciolo n. 6-81050 Pastorano (CE) - Tel.: 0823-879021 - Fax: 0823-879335 - C.F. e P. I.V.A.: 02703380614 Sito internet: http://www.pastorano.gov.it SPORTELLO

Dettagli

L INVIO CONTESTUALE DELLE PRATICHE RI/SUAP

L INVIO CONTESTUALE DELLE PRATICHE RI/SUAP L INVIO CONTESTUALE DELLE PRATICHE RI/SUAP La Comunicazione Unica La Segnalazione Certificata di Inizio Attività Il Suap Il coordinamento degli adempimenti Le modalità di predisposizione SCIA Le modalità

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE ATTIVITÀ TEMPORANEA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di Ai sensi del d.lgs. n.59/2010 (art. 64) e della legge

Dettagli

Allegato A 1) LA SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA

Allegato A 1) LA SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA Allegato A Circolare in ordine agli effetti delle disposizioni di cui alla direttiva 2006/123/CE del 12 dicembre 2006, relativa ai servizi del mercato interno e al d. lgs. 26 marzo 2010, n 59 recante Attuazione

Dettagli

COMUNE DI NARNI. (Provincia di Terni) Disciplina comunale delle attività di estetista. Legge 4 gennaio 1990, n. 1 e s.m.i.

COMUNE DI NARNI. (Provincia di Terni) Disciplina comunale delle attività di estetista. Legge 4 gennaio 1990, n. 1 e s.m.i. COMUNE DI NARNI (Provincia di Terni) Disciplina comunale delle attività di estetista Legge 4 gennaio 1990, n. 1 e s.m.i. Regolamento I N D I C E Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Normativa di riferimento

Dettagli

SCIA Attività di SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA

SCIA Attività di SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA SCIA Attività di SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA in occasione di Sagre, Fiere, Manifestazioni Religiose, Tradizionali e Culturali, Eventi Locali Straordinari e altre Iniziative a Carattere Imprenditoriale

Dettagli

Mod. S.C.I.A. - Attività di vendita diretta di prodotti agricoli - Allegato "A" alla determina dirigenziale n 86 del 29/04/2011

Mod. S.C.I.A. - Attività di vendita diretta di prodotti agricoli - Allegato A alla determina dirigenziale n 86 del 29/04/2011 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI ai sensi dell'art. 4 D.lgs. n 228/2001 e s.m.i. e art. 19 Legge n 241/90 e s.m.i. Legge 122/2010 Il/La sottoscritto/a

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello)

COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. COM 6bis - SCIA Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114 (art. 18 e 26 comma 5),del D.L.gs. 59/10

Dettagli

nat a prov. il residente in cap. prov. alla via n con sede nel comune di alla via n iscritta al Registro Imprese della C.C.I.A.A. di al n alla via n

nat a prov. il residente in cap. prov. alla via n con sede nel comune di alla via n iscritta al Registro Imprese della C.C.I.A.A. di al n alla via n Allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune di SALA CONSILINA OGGETTO: Segnazione Certificata di Inizio Attività per somministrazione temporanea di imenti e bevande in occasione di feste,

Dettagli

Attività artigianali Estetisti / Tatuatori

Attività artigianali Estetisti / Tatuatori Attività artigianali Estetisti / Tatuatori Descrizione L attività di estetista comprende tutti i trattamenti e le prestazioni eseguiti sulla superficie del corpo umano il cui scopo esclusivo o prevalente

Dettagli

Prosegue incessantemente e non senza tensioni il processo di semplificazione degli

Prosegue incessantemente e non senza tensioni il processo di semplificazione degli cosiddetto sistema Italia, con una prima tappa fondamentale rappresentata dall entrata in vigore, dallo scorso 1 aprile 2010, della comunicazione unica (cosiddetta ComUnica ) introdotta nell ordinamento

Dettagli

COMUNE DI NARNI. Disciplina comunale delle attività di acconciatore. Regolamento. (Provincia di Terni) Legge 17 agosto 2005, n.

COMUNE DI NARNI. Disciplina comunale delle attività di acconciatore. Regolamento. (Provincia di Terni) Legge 17 agosto 2005, n. COMUNE DI NARNI (Provincia di Terni) Disciplina comunale delle attività di acconciatore Legge 17 agosto 2005, n. 174 Regolamento I N D I C E Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Normativa di riferimento

Dettagli

12100 CUNEO. Il/La sottoscritto/a.. nato/a a.. (.) il. residente in. Via... n...

12100 CUNEO. Il/La sottoscritto/a.. nato/a a.. (.) il. residente in. Via... n... All'Ill.mo Signor Sindaco di 12100 CUNEO OGGETTO : SCIA Segnalazione certificata di inizio attività per reintestazione di autorizzazione per l'attività di somministrazione di alimenti e bevande. Il/La

Dettagli

Controlli sulle imprese

Controlli sulle imprese Controlli sulle imprese Art. 25 del d.lgs. 33/2013 Oggetto dei controlli è la verifica della conformità delle attività esercitate a quanto autorizzato, ovvero del contenuto delle dichiarazioni rilasciate

Dettagli

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune _. Via o... n. C.A.P. con sede nel Comune di Provincia

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune _. Via o... n. C.A.P. con sede nel Comune di Provincia Forme speciali di vendita al dettaglio: PER CORRISPONDENZA -- TELEVISIONE - ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE - AL DOMICILIO DEL CONSUMATORE - S.C.I.A. Segnalazione Certificata di Inizio Attività CAPCF29C.RTF

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Comune di Castelfranco Emilia REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO APPROVATO CON DELIB. C.C. 166 DEL 30.06.2010 Pagina 1 di 6 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Art. 1 Oggetto

Dettagli

COM 6 CORRISPONDENZA, TV, ALTRI SISTEMI

COM 6 CORRISPONDENZA, TV, ALTRI SISTEMI spazio per la protocollazione Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE DI SESTO FIORENTINO COM 6 CORRISPONDENZA, TV, ALTRI SISTEMI PRIVACY: Nel compilare questo modello le chiederemo di

Dettagli

OGGETTO : SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività di laboratorio di. (Cognome), (Nome). SEGNALA

OGGETTO : SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività di laboratorio di. (Cognome), (Nome). SEGNALA SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO - MUNICIPIO.. Via. - 00.. R O M A OGGETTO : SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività di laboratorio di (art. 19 legge 241/90 s.m.i;, D.Lgs. n. 59/2010; Legge

Dettagli

VENDITA AL DETTAGLIO PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

VENDITA AL DETTAGLIO PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Spazio riservato all ufficio per la protocollazione della denuncia inizio attività 1 COMUNE DI NOVARA Servizio Polizia Municipale Commercio VENDITA AL DETTAGLIO PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI

Dettagli

TRASMETTERE SOLO CON RACCOMANDATA CON AVVISO DI RICEVIMENTO. Al COMUNE DI LA LOGGIA

TRASMETTERE SOLO CON RACCOMANDATA CON AVVISO DI RICEVIMENTO. Al COMUNE DI LA LOGGIA TRASMETTERE SOLO CON RACCOMANDATA CON AVVISO DI RICEVIMENTO Al COMUNE DI LA LOGGIA Il sottoscritto nato a il residente in Via Cod. fiscale nazionalità Tel. cellulare (se richiedente è una società) nella

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2008 Certificato Cisq Cert n. 99.212 del 28.10.2009 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA VERONA

UNI EN ISO 9001:2008 Certificato Cisq Cert n. 99.212 del 28.10.2009 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA VERONA N. prot.: 17400/22.2 Uff. Registro delle Imprese Sigla: Rif: Data 22.06.2010 Spett.li ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO A tutti gli iscritti Loro

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD.

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 1 Al Comune di * Ai sensi del D. L.gs. 114/98 (art. 7 e 26 comma 5),

Dettagli

(*) è necessario essere in possesso di uno dei requisiti per il settore alimentare di cui all art. 71 comma 6 del D.Lgs 59/2010

(*) è necessario essere in possesso di uno dei requisiti per il settore alimentare di cui all art. 71 comma 6 del D.Lgs 59/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI Segnalazione Certificata Inizio Attività Ai sensi dell art. 19 della Legge 7 agosto 1990 n. 241 AL COMUNE DI CENESELLI

Dettagli

luogo di nascita provincia o stato estero di nascita data di nascita

luogo di nascita provincia o stato estero di nascita data di nascita spazio per il protocollo E 14 AL COMUNE DI: Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) per subentro Articoli 19 della legge 7 agosto 1990, n.241, 14, comma 11 e 15, comma 7 della legge regionale

Dettagli

INDIRIZZI E CRITERI APPLICATIVI DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL SUAP/SUE TELEMATICO

INDIRIZZI E CRITERI APPLICATIVI DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL SUAP/SUE TELEMATICO ALLEGATO A INDIRIZZI E CRITERI APPLICATIVI DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL SUAP/SUE TELEMATICO ART.1 DEFINIZIONI Ai fini dei presenti criteri s intende: per SUAP: lo Sportello Unico per le Attività

Dettagli

LA GESTIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE

LA GESTIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE Milano, 6 marzo 2015 LA GESTIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE Vendita e Somministrazione di alimenti e bevande: modulistica e finalità di semplificazione per le Imprese messe

Dettagli

Gestione associata SUAP

Gestione associata SUAP Gestione associata SUAP Comuni aderenti CAPRALBA CREMOSANO DOVERA MONTE CREMASCO PANDINO SPINO D'ADDA VAIANO CREMASCO Manuale delle procedure Parte 1 SCIA telematica Versione da consegnare (gennaio 2012)

Dettagli

Altre attività Internet Point / Phone Center

Altre attività Internet Point / Phone Center Altre attività Internet Point / Phone Center Descrizione La Segnalazione Certificata relativa all'attività di internet point e/o phone center, redatta ai sensi dell'art. 19 della Legge n. 241/1990 e s.m.i.,

Dettagli

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune Residenza: Provincia Comune Via o... n. C.A.P.

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune Residenza: Provincia Comune Via o... n. C.A.P. STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERO CLASSIFICATO (affittacamere, attività ricettiva in esercizio di ristorazione, country house, residence, ostello per la gioventù, casa per ferie/centro vacanze,

Dettagli

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello)

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 6bis Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114

Dettagli

Compilare tutti i campi della presente dichiarazione e allegare copia del documento di riconoscimento MOD. SCIA-COM 6. Cognome Nome C.F.

Compilare tutti i campi della presente dichiarazione e allegare copia del documento di riconoscimento MOD. SCIA-COM 6. Cognome Nome C.F. FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE (D.Lgs.59/2010, art. 68 e del D.Lgs. 114/1998, artt. 18 e 26 comma 5 SEGNALAZIONE CERTIFICATA

Dettagli

(PE 03)DENUNCIA INIZIO ATTIVITA PER SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE DI CUI AGLI ARTT. 42 E 45 DELLA L.R. n. 28/2005

(PE 03)DENUNCIA INIZIO ATTIVITA PER SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE DI CUI AGLI ARTT. 42 E 45 DELLA L.R. n. 28/2005 SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE Timbro ufficiale (spazio riservato all ufficio) COMUNE DI FIRENZE Alla Direzione Sviluppo Economico Servizio Attività Produttive (P.O. Attività di Somministrazione)

Dettagli

Circolare N.134 del 13 ottobre 2011. SISTRI e SCIA. Cosa è cambiato dopo la manovra di ferragosto

Circolare N.134 del 13 ottobre 2011. SISTRI e SCIA. Cosa è cambiato dopo la manovra di ferragosto Circolare N.134 del 13 ottobre 2011 SISTRI e SCIA. Cosa è cambiato dopo la manovra di ferragosto SISTRI e SCIA: cosa è cambiato dopo la manovra di ferragosto Gentile cliente, con la presente, desideriamo

Dettagli

Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico

Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico SICUREZZA. Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico GLI EFFETTI DELLA COLLABORAZIONE TRA REGIONE SARDEGNA E VIGILI DEL FUOCO Il regolamento per la semplificazione

Dettagli

(PROVINCIA DI ROMA) Il sottoscritto (Cognome e nome) prov. il e residente a CAP _ prov. in Via / P.zza n. C.F. cittadinanza 1

(PROVINCIA DI ROMA) Il sottoscritto (Cognome e nome) prov. il e residente a CAP _ prov. in Via / P.zza n. C.F. cittadinanza 1 CITTÀ DI ARTENA (PROVINCIA DI ROMA) Protocollo Generale del Comune AL S.U.A.P. Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Artena SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TRASFERIMENTO

Dettagli