Alternanza scuola-lavoro: Un esperienza in azienda come addetta alla vendita.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alternanza scuola-lavoro: Un esperienza in azienda come addetta alla vendita."

Transcript

1 Alternanza scuola-lavoro: Un esperienza in azienda come addetta alla vendita. Giustini Josephine Introduzione Mi chiamo Josephine Giustini, faccio parte di un progetto di recupero per la dispersione scolastica. Ho frequentato un percorso di alternanza scuola-lavoro. I problemi che ho riscontrato a livello scolastico sono stati in alcune materie e nel mio sistema di studio. Il mio metodo si basa su studiare a memoria, metodo che mi ha causato problemi nell esposizione durante le interrogazioni. Il percorso di alternanza scolastica si è sviluppato principalmente in uno stage presso un centro commerciale. L intero percorso didattico, invece, si è diviso in 3 fasi: -Stage e esperienze lavorative; - Percorso psicologico tra test e sedute dallo psicologo; -Convention e condivisione dell esperienze con altre scuole. AZIENDA OSPITANTE: La Vedi sas di A. Vecchio & C. Nel commercio da oltre trent'anni, la storia della Vedi sas comincia nel lontano 1973 quando, il vecchio mulino a cilindri gestito dal patriarca Luciano Vecchio, venne chiuso per aprire il primo supermercato in Via Bosco Cappuccio a Lentini. L'attività commerciale non rimase l'unica. Il 15 dicembre del 1988, la famiglia Vecchio inaugurava la Standa, il primo ipermercato presente sul territorio di Lentini con una superficie di 2500 mq. Un forte impegno e una grossa sfida a cui se ne associarono altre a distanza di pochi anni con l'apertura, nel 1990, del supermercato in Via Milazzo e successivamente, nel 1993 di un altro ad Augusta in via Roma. Nel 1994, seguì poi, l'apertura del punto vendita nel quartiere dei Santuzzi, in Via Gramsci e l'anno dopo, nel 1995 quello di Sortino nel viale Mario Giardino. Il 2002 è stato, poi, segnato dall'apertura del panificiopizzeria Sipan, in via Libertà a Lentini. A distanza di vent anni, la struttura in C/da M.Marcellino ha subito un evoluzione, si è ampliata a

2 livello di spazi raggiungendo i 5000 mq di area commerciale ed è riuscita ad offrire alla clientela una gamma sempre più completa di prodotti diversi con l aggregazione di altre strutture come l Eurospin,l Oviesse e Unieuro. Il lavoro di ristrutturazione eseguito negli ultimi mesi ha compreso anche la realizzazione di una hall che si collega direttamente agli ingressi dei punti vendita, all interno della quale la clientela può trovare un bar, una parafarmacia e un negozio di scarpe. DEFINIZIONE SOCIETARIA: Il centro commerciale LA VELA si trova a Carlentini, è una struttura che ha al suo interno un negozio di abbigliamento ( OVS ), un supermercato ( CONAD ), un discount ( EUROSPIN ), un negozio di elettrodomestici ( UNIEURO ), una parafarmacia, un negozio di scarpe e un bar. All interno della struttura è anche presente un azienda che si occupa di trasporti, SITRANS, S.r.l.. Le società del centro commerciale LA VELA sono: - La V.E.D.I S.A.S - La V.E.D.I SUPERMERCATI S.r.l. - La SIPAN S.r.l - La V.E.D.I S.r.l. SUPERMERCATI ALLEGATO 1 : organigramma società gruppo La Vela

3 GRUPPO LA VELA V.E.D.I S.A.S SITRANS S.r.l. SIPAN S.r.l V.E.D.I S.r.l. Supermercati Conad OVS Trasporti e Produzione EUROSPIN Logica pane La società in accomandita semplice (S.A.S) è una società di persone con due tipi di soci: - i soci accomandatari: che rispondono delle obbligazioni della società illimitatamente; - i soci accomandanti: che rispondono solo nei limiti della quota conferita alla società. La Società a responsabilità limitata (S.r.l.) è una società nella quale i soci versano un capitale iniziale e sono limitatamente responsabili solo per quel capitale investito. In caso di fallimento i beni personali dei soci non possono essere toccati dai creditori a meno che non esistano delle discussioni o altre garanzie prestate dai soci.

4 Facendo un analisi del territorio abbiamo notato che il centro commerciale si trova vicino a due grandi strutture: - IPER SIMPLY - PENNY MARKET - La vicinanza con altri centri commerciali rende necessarie continue strategie di Marketing per mantenere la clientela. Il Marketing è il processo mediante il quale le imprese creano valore per i clienti e instaurano con loro solide relazioni al fine di ottenere in cambio un ulteriore valore. Vengono riconosciuti tre tipi di marketing: - marketing analitico: studio del mercato, della clientela dei concorrenti; - marketing strategico: è un'attività di pianificazione, tradotta in pratica da un'impresa, per ottenere, pur privilegiando il cliente, la fedeltà e la collaborazione da parte di tutti gli attori del mercato. - marketing operativo: attiene invece a tutte quelle scelte che l'azienda pone in essere per raggiungere i suoi obiettivi strategici. Il processo di Marketing si fonda sull analisi dei seguenti punti: Bisogno dei clienti; Offerta del mercato; Soddisfazione dei clienti; Relazioni con i clienti.

5 Nella strategia di marketing del gruppo Conad,in particolare, in cui io ho vissuto la mia esperienza lavorativa, c è una profonda ricerca di soddisfacimento delle esigenze e delle richieste del cliente. Lo slogan che segue la campagna pubblicitaria della Conad, infatti, è Persone oltre le cose. Infatti, il messaggio che Conad vuole trasmettere al cliente è quello di persone che sono a disposizione dei clienti per soddisfare le loro esigenze e dove la gente può sentirsi compresa e a casa. I punti Conad, infatti, sono diversi per tipologia di spazi e metratura e dunque di referenze proposte alla clientela. Ci sono tre tipi di Conad: Conad Superstore, Conad e Conad city. Di seguito abbiamo le diverse insegne che si riferiscono ai diversi punti vendita: Il canale Conad Superstore coniuga la facilità e la praticità della spesa vicino casa con la completezza assortimentale ed i maggiori servizi di aree commerciali ampie. Sono punti vendita che rappresentano la sintesi migliore di qualità e convenienza, per la capacità di rispondere con assortimenti qualificati, prezzi competitivi, servizio e un'eccellente organizzazione. Conad City è il canale di prossimità, con dimensioni contenute e un'attenta selezione delle referenze proposte. Per permetterti di fare una spesa conveniente e di qualità vicino a casa e velocemente.

6 LA MIA ESPERIENZA: La mia esperienza all interno di questo centro commerciale si è concentrata principalmente sul ruolo di cassiera e di addetto alla vendita. Come cassiera, ho potuto notare il funzionamento delle casse, l emissione e la registrazione degli scontrini fiscali,utilizzo bancomat, carte di credito,buoni spesa. Lo scontrino fiscale Lo scontrino è un documento fiscale rilasciato all atto di acquisti di beni o servizi: in genere viene emesso in occasione di acquisti di prodotti o di servizi ricevuti presso locali aperti al pubblico (quali negozi, bar, ecc ) o presso venditori ambulanti (mercati, fiere ecc ), in alternativa alla Ricevuta Fiscale. Vediamo di seguito le caratteristiche di questo documento spesso sottovalutato dal consumatore, perché comunemente, ma erroneamente, a quel pezzetto di carta non viene attribuita la doverosa importanza, pensando che nessun beneficio sia ad esso correlato. Lo scontrino fiscale viene emesso da un registratore di cassa, e deve essere corredato di alcuni elementi identificativi, quali: il nome dell esercente; la partita iva dell'esercente;

7 il prezzo individuale di ogni prodotto acquistato o di ogni servizio ricevuto; l importo totale; data ed ora di emissione; numero progressivo giornaliero Utilizzo Bancomat/carte di credito Un pagamento alternativo all utilizzo dei contanti può essere quello tramite le carte bancomat o le carte di credito che avviene tramite l utilizzo di un apposito macchinario chiamato pos che si effettua transazioni bancarie di somme di denaro tra la banca del cliente e la banca del supermercato.

8 Fattura e Iva La fattura è un documento fiscale obbligatorio emesso da un soggetto fiscale per comprovare l avvenuta cessione di beni o prestazione di servizi ed il diritto a riscuoterne il prezzo. L'operazione di emissione di una fattura prende il nome di fatturazione. La fattura è composta da una parte "descrittiva" e da una parte "tabellare". Parte descrittiva: - Dati del venditore; - Dati del compratore; - Data di emissione; - Numero della fattura; - Altri dati non obbligatori (modalità di pagamento).

9 Parte tabellare: - La quantità e la descrizione delle merci; - Il prezzo unitario e l'importo complessivo di ciascuna merce; - Gli sconti mercantili concessi al compratore; - Eventuali spese accessorie a carico del compratore (assicurazione, trasporto, ecc.); - Base imponibile su cui si calcola l'iva; - Aliquota IVA (4% - 10% - 22%); - Totale fattura. Ci sono due tipi di fatture quella differita e quella immediata. Fattura differita La fattura differita può essere emessa solo con riferimento alle cessioni di beni mobili la cui consegna o spedizione risulti da documento di trasporto. Fattura immediata La fattura immediata deve essere emessa e consegnata o spedita al cliente (anche a mezzo di sistemi elettronici) entro lo stesso giorno di effettuazione della vendita o prestazione del servizio. Da ciò si evince che la fattura immediata non ha carattere accompagnatorio, per cui i beni venduti possono viaggiare senza alcun documento.

10 L iva è l'imposta sul valore aggiunto, che colpisce sempre il consumatore finale. L iva è generale perché colpisce tutti i consumatori, e neutra perché il suo importo non risente dei passaggi che la merce subisce x arrivare al consumatore finale. L iva ha 3 presupposti: Presupposto soggettivo: deve trattarsi di una cessione di beni o di una prestazione di servizi rientrante tra quelle previste dalla normativa Presupposto oggettivo: le operazioni di cui al punto precedente devono essere effettuate nell'esercizio di imprese, arti e professioni. La conseguenza di tale norma è, ad esempio, la non assoggettabilità ad IVA delle vendite effettuate da privati Presupposto territoriale: le operazioni devono essere effettuate all'interno dello stato. Esistono tre aliquote Iva in vigore in Italia: 4 per cento (aliquota minima), applicata ad esempio alle vendite di generi di prima necessità (alimentari, stampa quotidiana o periodica, ecc.); 10 per cento (aliquota ridotta), applicata ai servizi turistici (alberghi, bar, ristoranti e altri prodotti turistici), a determinati prodotti alimentari e particolari operazioni di recupero edilizio; 22 per cento (aliquota ordinaria), da applicare in tutti i casi in cui la normativa non prevede una delle due aliquote precedenti.

11 Nel settore amministrativo del centro commerciale, abbiamo analizzato, invece, i contratti di lavoro, le buste paga le cambiali. Contratti di lavoro Il contratto individuale di lavoro dipendente è un contratto stipulato tra un datore di lavoro e un lavoratore, necessariamente persona fisica per la costituzione di un rapporto di lavoro. È un contratto in virtù del quale, il lavoratore al servizio del datore di lavoro è obbligato a lavorare al servizio del datore di lavoro per un tempo determinato o indeterminato (lavoro dipendente o subordinato) ed il datore di lavoro a pagare un salario prestabilito a tempo o a cottimo, oltre che una quota di contributi previdenziali. In assenza di regolare contratto di lavoro registrato tra le parti si parla di lavoro nero.

12 La busta paga La busta paga è un documento che il datore di lavoro fornisce al lavoratore, relativo all'importo della retribuzione da questi percepita, per un determinato periodo di lavoro. In essa vengono anche riportate le trattenute relative alle imposte e gli enti di previdenza sociale. La busta paga solitamente contiene, oltre all'ammontare della retribuzione: - Dati anagrafici del datore di lavoro; - Dati identificativi del dipendente (nome, cognome, qualifica); - Periodo di riferimento; - Elementi fissi della retribuzione; - La parte variabile; - Trattenute fiscali; - Trattenute previdenziali

13 La cambiale La cambiale è un titolo di credito la cui funzione tipica è quella di differire il pagamento di una somma in denaro. Esistono due tipi di cambiale: - Tratta, il traente dà ordine al trattario di pagare una somma al portatore del titolo. Per legge il traente garantisce la cambiale - Pagherò, l emittente fa una promessa di pagamento al creditore, che è il beneficiario del titolo. La cambiale viene firmata dall emittente.

14 Informatica Il sistema infomatico su cui è stata elaborata la tesina sull alternanza è windows 8, di cui microsoft word come sistema per elaborare il testo. Si è anche usufruito dell aiuto di internet per reperire immagini ed approfondimenti vari. Il tipo di carattere utilizzato per il testo è il Times New Roman, oltre all utilizzo delle varie funzioni di impagginazione offerte da Mword.

15 Subject: BUSINESS PROPOSAL With reference to the talks which, with this letter we confirm our advanced business proposal for the supply of food to the prices listed below: - 30 kg Pistachio di Bronte, - 20 kg tomato of Pachino, kg of oranges type tarocco, kg of lemons. Waiting for your kind confirmation, we take this opportunity to send you our greetings. Sign company

16 Objet: PROPOSITION D'AFFAIRE En référence aux négociations qui, avec cette lettre, nous confirmons notre proposition d'affaires de pointe pour la fourniture de denrées alimentaires aux prix indiqués ci-dessous: - 30 kg pistache - 20 kg de tomates de Pachino kg d'oranges Type Tarocco kg de citrons En attente de votre confirmation genre, nous saisissons cette occasion pour vous envoyer nos salutations. Signe Entreprise

Stage in azienda:dalla scuola alla gestione aziendale

Stage in azienda:dalla scuola alla gestione aziendale Stage in azienda:dalla scuola alla gestione aziendale Flavio Fava INTRODUZIONE Mi chiamo Flavio Fava e provengo dal Liceo Scientifico Elio Vittorini. Dopo aver chiesto il trasferimento all istituto tecnico

Dettagli

Strategie di vendita nel settore abbigliamento

Strategie di vendita nel settore abbigliamento Strategie di vendita nel settore abbigliamento Giuliana Di Natale Introduzione: Mi chiamo Giuliana Di Natale, sono stata inserita in un progetto per la dispersione scolastica che ha come obbiettivo il

Dettagli

TITOLO. Amministrazione e contabilità in una impresa

TITOLO. Amministrazione e contabilità in una impresa TITOLO Amministrazione e contabilità in una impresa Autore: Jessica Vacanti Introduzione: Mi chiamo Jessica Vacanti, sono stata inserita in un progetto di recupero per la dispersione scolastica attraverso

Dettagli

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI Economia aziendale è una disciplina che studia l azienda; è un insieme di persone e di beni con un organizzazione e uno scopo: SODDISFARE I BISOGNI. Le aziende si

Dettagli

La fatturazione e L IVA. Prof. Pietro Samarelli

La fatturazione e L IVA. Prof. Pietro Samarelli La fatturazione e L IVA Prof. Pietro Samarelli La fattura 2 La fattura è il documento più importante della vendita; E obbligatoria per legge; ha una funzione fiscale (contiene il calcolo dell IVA); ha

Dettagli

CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO

CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO L'I.V.A. è un'imposta indiretta sui consumi, in vigore in tutti i paesi dell'unione europea e la cui sigla significa imposta sul valore aggiunto. L imposta sul valore

Dettagli

Amministrazione di un impresa:dietro le quinte di un centro commerciale. Una tesina di Giuseppe D'Amico

Amministrazione di un impresa:dietro le quinte di un centro commerciale. Una tesina di Giuseppe D'Amico Amministrazione di un impresa:dietro le quinte di un centro commerciale. Una tesina di Giuseppe D'Amico Introduzione Mi chiamo Giuseppe D'Amico, ho 18 anni e faccio parte del progetto alternanza scuola-lavoro

Dettagli

Istituto Professionale per i Servizi dell Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Angelo Berti PROGRAMMA PER CANDIDATI PRIVATISTI

Istituto Professionale per i Servizi dell Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Angelo Berti PROGRAMMA PER CANDIDATI PRIVATISTI DISCIPLINA AMMINISTRAZIONE ALBERGHIERA CLASSE TERZA IFP La costituzione dell impresa turistico-ristorativa (caratteristiche principali) Le tasse, le imposte e di documenti della vendita con particolare

Dettagli

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. La fattura

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. La fattura Albez edutainment production Economia Aziendale I La fattura 1 La fattura E il principale documento della compravendita ed attesta l avvenuta esecuzione del contratto da parte dell impresa venditrice e

Dettagli

VERIFICA DI FINE MODULO 2

VERIFICA DI FINE MODULO 2 erifica di fine modulo 2 pag. 1 di 6 ERIICA DI INE MODULO 2 Strumenti di regolamento degli scambi commerciali 1. Segna con una crocetta la risposta esatta. 1. Il bonifico bancario viene effettuato per

Dettagli

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Distribuzione Le scelte nella rete di distribuzione La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Le scelte nella rete di distribuzione Dove vogliamo

Dettagli

COMPITI per le VACANZE

COMPITI per le VACANZE AREA TECNICO PROFESSIONALE TECNICA ED ECONOMIA AZIENDALE 1 OAS COMPITI per le VACANZE Rispondi alle seguenti domande: 1. Che tipo di attività svolgono le aziende commerciali? Quali aziende commerciali

Dettagli

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. L Imposta sul Valore Aggiunto (IVA)

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. L Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) Albez edutainment production Economia Aziendale I L Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) 1 Sommario L IVA Il valore aggiunto Facciamo un esempio I presupposti dell IVA Riassumendo Le operazioni ai fini IVA

Dettagli

DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE

DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE Classe 3 A (Ristorazione) Anno Scolastico 2014/15 STRUMENTI OPERATIVI 1. L Imposta sul Valore Aggiunto - Le aliquote IVA 2. La fattura - La base imponibile 3. Lo scorporo

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità

Dettagli

INDICE PREMESSA. NORMATIVA Registrazione Imposta sul valore aggiunto (IVA) Il calcolo dell IVA Le liquidazioni e i versamenti dell imposta

INDICE PREMESSA. NORMATIVA Registrazione Imposta sul valore aggiunto (IVA) Il calcolo dell IVA Le liquidazioni e i versamenti dell imposta INDICE PREMESSA ELEMENTI FONDAMENTALI DA CONOSCERE Cos è una fattura Chi deve emettere la fattura Forma e contenuto della fattura La base imponibile e le aliquote Le cessioni e le prestazioni accessorie

Dettagli

PIANO DIDATTICO CORSO R.E.C. ABILITANTE / SETTORE ALIMENTARE

PIANO DIDATTICO CORSO R.E.C. ABILITANTE / SETTORE ALIMENTARE PIANO DIDATTICO CORSO R.E.C. ABILITANTE / SETTORE ALIMENTARE LEGISLAZIONE SUL COMMERCIO DI VENDITA AL PUBBLICO 1) GENERALITA SUL COMMERCIO - Cosa vuol dire commercio - Chi è il commerciante - Le funzioni

Dettagli

18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI

18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI CONTABILITA GENERALE 18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 17 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La

Dettagli

INFORMATICO CONTABILE

INFORMATICO CONTABILE CORSO PER LA FORMAZIONE DI INFORMATICO CONTABILE PRESENTAZIONE Il corso di preparazione come INFORMATICO CONTABILE vuole formare giovani diplomati o laureati da avviare nel mondo del lavoro nel settore

Dettagli

Società di capitali. Forma giuridica

Società di capitali. Forma giuridica Società di capitali Forma giuridica Le società di capitali sono definite tali in quanto in esse prevale l'elemento oggettivo, costituito dal capitale, rispetto a quello soggettivo rappresentato dai soci.

Dettagli

ESERCIZI SU FATTURAZIONE, ASSEGNI E CAMBIALI

ESERCIZI SU FATTURAZIONE, ASSEGNI E CAMBIALI ESERCIZI SU FATTURAZIONE, ASSEGNI E CAMBIALI 1 Scelta multipla Indica con una crocetta la risposta esatta. a) È u strumento di pagamento a iniziativa del venditore: 1. il rilascio di un asseg bancario

Dettagli

Commercial Paper. Definizione e presentazione dello strumento finanziario

Commercial Paper. Definizione e presentazione dello strumento finanziario Commercial Paper Definizione e presentazione dello strumento finanziario L accensione di una commercial paper ( polizza di credito commerciale) consente ad un impresa di ottenere un finanziamento da un

Dettagli

STUDIO SESANA ASSOCIATI. Legge 24 dicembre 2007 n. 244

STUDIO SESANA ASSOCIATI. Legge 24 dicembre 2007 n. 244 LEGGE FINANZIARIA per il 2008 Legge 24 dicembre 2007 n. 244 Con la presente Circolare è nostra intenzione portare a Vostra conoscenza per grandi linee e senza pretesa di completezza, impossibile considerata

Dettagli

LE IMPOSTE NELLA COSTITUZIONE ITALIANA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa

LE IMPOSTE NELLA COSTITUZIONE ITALIANA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa LE IMPOSTE NELLA COSTITUZIONE ITALIANA GLI ADEMPIMENTI FISCALI PER L AVVIO DI UN ATTIVITÀ. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa LE IMPOSTE NELLA COSTITUZIONE ITALIANA Le imposte

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 3 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità

Dettagli

RISOLUZIONE N.228 /E

RISOLUZIONE N.228 /E RISOLUZIONE N.228 /E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 giugno 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - ALFA Spa - Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212). Registrazione dei corrispettivi

Dettagli

PROGETTO FATTURA. Gestire la contabilità e l'azienda con il web TUTORIAL 1 COME SI EMETTE UNA FATTURA

PROGETTO FATTURA. Gestire la contabilità e l'azienda con il web TUTORIAL 1 COME SI EMETTE UNA FATTURA Gestire la contabilità e l'azienda con il web TUTORIAL 1 COME SI EMETTE UNA FATTURA EMETTERE UNA FATTURA AI SENSI DELLE VIGENTI LEGGI E MOLTO SEMPLICE: SI INSERISCONO I DATI DEL CLIENTE SI INSERISCE LA

Dettagli

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n.

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n. S.U.S.O. Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO CIRCOLARE n. 1/2014 La presente per informare i signori Associati sulle

Dettagli

Evoluzione della distribuzione nel sistema agroalimentare

Evoluzione della distribuzione nel sistema agroalimentare Evoluzione della distribuzione nel sistema agroalimentare dia n.1 dia n.2 Funzione e ruolo della distribuzione La distribuzione produce un servizio commerciale, inteso come il risultato delle attività

Dettagli

C11968 - COOP CENTRO ITALIA/GRANDI MAGAZZINI SUPERCONTI-SUPERCONTI SUPERMERCATI TERNI- SUPERCONTI SERVICE Provvedimento n. 25294

C11968 - COOP CENTRO ITALIA/GRANDI MAGAZZINI SUPERCONTI-SUPERCONTI SUPERMERCATI TERNI- SUPERCONTI SERVICE Provvedimento n. 25294 C11968 - COOP CENTRO ITALIA/GRANDI MAGAZZINI SUPERCONTI-SUPERCONTI SUPERMERCATI TERNI- SUPERCONTI SERVICE Provvedimento n. 25294 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del

Dettagli

Dizionario economico dalla A alla Z

Dizionario economico dalla A alla Z A Dizionario economico dalla A alla Z Aliquota ( rate ): percentuale dell'imponibile proprio da pagare. Varia a seconda della tassa: fissa o aumenta con l' aumentare dell'imponibile. Ammortamento ( ammortization

Dettagli

7. La costituzione d impresa e le principali operazioni di gestione

7. La costituzione d impresa e le principali operazioni di gestione 102 C) Il Piano dei conti Capitolo 3 Il Piano dei conti è un elenco ragionato di tutti gli oggetti di conto che il contabile prevede di attivare per le proprie registrazioni e contiene le note illustrative

Dettagli

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE pag. 1 Maiora s.r.l. è il soggetto della distribuzione organizzata del Sud Italia, nato nel 2012 dall accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato. La sua

Dettagli

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI Esempio di costituzione di una S.r.l. Si costituisce il 31 ottobre la S.r.l. Beta, con un capitale sociale di 300.000 sottoscritto dai soci seguenti: - socio A: quota

Dettagli

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 2 B SIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 2 B SIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOCENTE: Prof. Agnese Maria Pancino RIPASSO FATTURA I CALCOLI FINANZIARI L interesse e i problemi diretti L interesse e i problemi inversi Il montante e i problemi diretti Il montante e i problemi inversi

Dettagli

Le contabilità sezionali. Prof. Sartirana

Le contabilità sezionali. Prof. Sartirana Le contabilità sezionali Prof. Sartirana Le contabilità delle disponibilità liquide Contabilità della cassa Contabilità dei conti correnti bancari Contabilità dei conti correnti postali Per gestire la

Dettagli

Gestione Ristorante IL SOFTWARE PIÙ COMPETITIVO E CONVENIENTE D ITALIA

Gestione Ristorante IL SOFTWARE PIÙ COMPETITIVO E CONVENIENTE D ITALIA Gestione Ristorante. IL SOFTWARE PIÙ COMPETITIVO E CONVENIENTE D ITALIA La Nuova Didattica s.a.s. Viale delle Palme, 61 80040 Cercola (NA) Italia Tel.: +39-081/5552121 Fax: +39-081/2991 1/8 PRESENTAZIONE

Dettagli

TESSERA RICARICABILE NELLE MENSE SCOLASTICHE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI: IVA AL 4%

TESSERA RICARICABILE NELLE MENSE SCOLASTICHE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI: IVA AL 4% TESSERA RICARICABILE NELLE MENSE SCOLASTICHE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI: IVA AL 4% a cura Federico Gavioli Oggetto: Ricaricare una tessera magnetica utilizzabile esclusivamente nelle mense scolastiche

Dettagli

Costituzione società in Austria

Costituzione società in Austria Costituzione società in Austria Sunday, August 03, 2014 http://www.ascheri.co.uk/costituzione-societa-in-austria/ 1. Tipi di societa' in Austria 2. Costituzione di una societa' in Austria 3. Guida alla

Dettagli

LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 23 DICEMBRE 2014, N. 190. (Supplemente n. 99 Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014)

LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 23 DICEMBRE 2014, N. 190. (Supplemente n. 99 Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014) Circolare n. 1 del 25 gennaio 2015 LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 23 DICEMBRE 2014, N. 190 (Supplemente n. 99 Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014) Gentile Cliente, di seguito vengono riepilogate

Dettagli

PROF. ALBANO SALVATORE

PROF. ALBANO SALVATORE Istituto Statale di Istruzione Superiore Zenale e Butinone Economia aziendale KIT ESTIVO CLASSE 2^BTT PROF. ALBANO SALVATORE Fascicolo A Esercitazioni obbligatorie per tutti gli studenti da consegnare

Dettagli

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

I TITOLI DI CREDITO. Nel pagherò concorrono: a) il trattario e il traente. b) il traente e il beneficiario. c) l emittente e il beneficiario.

I TITOLI DI CREDITO. Nel pagherò concorrono: a) il trattario e il traente. b) il traente e il beneficiario. c) l emittente e il beneficiario. I TITOLI DI CREDITO Il titolo di credito: a) conferisce un diritto di credito. b) incorpora un diritto di credito. c) vale quale prova di un contratto stipulato fra le parti. L esecutività è: a) caratteristica

Dettagli

Micred Group. Busto Arsizio 21052 (VA) - P.za Trento Trieste 1 - Tel 0331.1393017 - Fax 0331.621473. P.Iva 03306590120 - info@micredgroup.

Micred Group. Busto Arsizio 21052 (VA) - P.za Trento Trieste 1 - Tel 0331.1393017 - Fax 0331.621473. P.Iva 03306590120 - info@micredgroup. Micred Group Busto Arsizio 21052 (VA) - P.za Trento Trieste 1 - Tel 0331.1393017 - Fax 0331.621473 P.Iva 03306590120 - info@micredgroup.it PRESTITI PERSONALI I prestiti personali sono delle forme di finanziamento

Dettagli

COMMERCIAL PAPER (POLIZZA DI CREDITO COMMERCIALE)

COMMERCIAL PAPER (POLIZZA DI CREDITO COMMERCIALE) COMMERCIAL PAPER (POLIZZA DI CREDITO COMMERCIALE) DEFINIZIONE E CARATTERISTICHE La polizza di credito identifica una particolare operazione che si concretizza mediante la circolazione di un complesso di

Dettagli

Metodo storico L'acconto è pari all'88% del versamento effettuato o che si sarebbe dovuto effettuare per l ultimo periodo dell anno precedente.

Metodo storico L'acconto è pari all'88% del versamento effettuato o che si sarebbe dovuto effettuare per l ultimo periodo dell anno precedente. 1 Nota PATTO DI NON CONCORRENZA POST CONTRATTUALE.- È NULLO QUANDO LA ZONA DI ESTENSIONE DEL DIVIETO DI CONCORRENZA È PIÙ AMPIA DELLA ZONA OGGETTO DEL MANDATO A seguito di richieste di chiarimento pervenute

Dettagli

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO PRESTA DENARO MUTUANTE MUTUATARIO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO 1 LA SUA MISURA, RAPPORTATA A 100

Dettagli

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO Regione Campania COMMISSIONE D ESAME PER L ACCESSO ALL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO EX ART. 5 LEGGE 264/91 ANNO 2002 DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO E01 Che cosa s intende

Dettagli

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati Mini bond: alternativa alla crisi delle PMI Il mercato italiano La dipendenza del tessuto produttivo italiano dal sistema bancario è significativamente più alta rispetto agli altri paesi europei, tanto

Dettagli

ELEMENTI DI DIRITTO CIVILE, COMMERCIALE, SOCIALE E FISCALE LA CUI CONOSCENZA E NECESSARIA PER L ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE.

ELEMENTI DI DIRITTO CIVILE, COMMERCIALE, SOCIALE E FISCALE LA CUI CONOSCENZA E NECESSARIA PER L ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE. ELENCO DI QUIZ RELATIVI ALLA PROVA SCRITTA DELL'ESAME DI CUI ALL'ART. 6 COMMA 3 DELLA LEGGE 15/1/1992 N 21 ELABORATI SULLA BASE DEL PROGRAMMA DI CUI ALL'ART. 19 DELLA LEGGE REGIONALE N 58 DEL 26/10/1993.

Dettagli

OGGETTO: DAL 17 SETTEMBRE 2011 PASSA AL 21% L ALIQUOTA IVA ORDINARIA

OGGETTO: DAL 17 SETTEMBRE 2011 PASSA AL 21% L ALIQUOTA IVA ORDINARIA OGGETTO: DAL 17 SETTEMBRE 2011 PASSA AL 21% L ALIQUOTA IVA ORDINARIA Con la pubblicazione in G.U. del 16 settembre 2011 della legge di conversione n.148 del 14/09/11 del D.L. n.138/11 - c.d. Manovra bis

Dettagli

Roma, 06/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi

Roma, 06/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Roma, 06/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La limitazione alla circolazione del contante Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

Molto più di un buono benzina

Molto più di un buono benzina Molto più di un buono benzina Promoshopping è: è un voucher di spesa al portatore spendibile presso oltre 4.500 punti vendita convenzionati di oltre 50 insegne italiane e straniere. è un buono benzina

Dettagli

IL REGIME FISCALE DEGLI OMAGGI - IMPOSTE SUI REDDITI, IRAP E IVA

IL REGIME FISCALE DEGLI OMAGGI - IMPOSTE SUI REDDITI, IRAP E IVA IL REGIME FISCALE DEGLI OMAGGI - IMPOSTE SUI REDDITI, IRAP E IVA INDICE 1 Premessa 2 Imposte sui redditi e IRAP 2.1 Omaggi ai clienti 2.2 Omaggi ai dipendenti e ai soggetti assimilati 2.3 IRAP 2.3.1 Omaggi

Dettagli

Informative e news per la clientela di studio

Informative e news per la clientela di studio Informative e news per la clientela di studio AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Si informa che, in conseguenza del mancato rinvio dell IVA annunciato dal governo italiano nelle settimane precedenti,

Dettagli

Circolazione del contante: pagamenti oltre i 1.000 tra privati

Circolazione del contante: pagamenti oltre i 1.000 tra privati 24.01.2012 Circolazione del contante: pagamenti oltre i 1.000 tra privati Categoria Sottocategoria Antiriciclaggio Varie Il comma 1 dell'articolo 12 del Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201 ha previsto

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 44 del 6 dicembre 2013 Il regime fiscale degli omaggi - Imposte sui redditi, IRAP e IVA INDICE 1 Premessa... 2 2 Imposte sui redditi e IRAP... 2 2.1 Omaggi ai

Dettagli

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti IL PREZZO DEL SOFTWARE E DI 36 EURO iva compresa per acquistarlo clicca QUI, poi su software e quindi

Dettagli

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 1 ottobre 2013. CIRCOLARE N. 10 / 2013. AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Dall 1/10/2013 l aliquota IVA ordinaria passa dal 21% al 22%. Come da Comunicato stampa

Dettagli

ingmotors.it franchising@ingmotors.it

ingmotors.it franchising@ingmotors.it ingmotors.it franchising@ingmotors.it COSA FACCIAMO CHI SIAMO IngMotors è la divisione mobilità elettrica della Ing4Energy, società di ingegneria elettrica fondata nel 2007 operante nel settore della produzione

Dettagli

IVA Imposta sul valore aggiunto (concetti base per le implicazioni contabili)

IVA Imposta sul valore aggiunto (concetti base per le implicazioni contabili) IVA Imposta sul valore aggiunto (concetti base per le implicazioni contabili) IMPOSTA INDIRETTA sui consumi che si applica alle: 1. cessioni di beni; 2. prestazioni di servizi; compiute nel territorio

Dettagli

Psicologo e libera professione

Psicologo e libera professione Psicologo e libera professione aspetti amministrativi, fiscali, previdenziali 04/12/08 a cura del dott. Andrea Tamanini Lavoro autonomo Definizione Modalità di svolgimento dell attività Adempimenti iniziali

Dettagli

Come e quando far valere le erogazioni liberali

Come e quando far valere le erogazioni liberali Il sistema tributario italiano prevede numerose agevolazioni fiscali, per i contribuenti che effettuano erogazioni liberali a favore di determinate categorie di enti di particolare rilevanza sociale, sia

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO PARTECIPAZIONE GRATUITA Programma di Studio: MODULO 1 CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA LAVORATIVE Il concetto di lavoro autonomo

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania Dalla pianificazione dell investimento all avvio dell attività imprenditoriale INVENTALAVORO JOB 2011 Catania, Le Ciminiere 14, 15, 16 dicembre 2011 LA PIANIFICAZIONE DELL INVESTIMENTO La creazione di

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione Come leggere la Busta Paga G.I. G.I. Formazione Formazione La Busta Paga Cos è A Cosa Serve Come è Composta COS E La Busta Paga è il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per

Dettagli

Fiscal Flash N. 252. La notizia in breve. 30. 09.2013 Iva ordinaria: da domani aliquota al 22%

Fiscal Flash N. 252. La notizia in breve. 30. 09.2013 Iva ordinaria: da domani aliquota al 22% Fiscal Flash La notizia in breve N. 252 30. 09.2013 Iva ordinaria: da domani aliquota al 22% Categoria: Iva Sottocategoria: Aliquote applicabili Da domani l'aliquota Iva ordinaria passa dal 21 al 22 per

Dettagli

DA.MA. srl. Il regime fiscale degli omaggi - Imposte sui redditi, IRAP e IVA CIRCOLARI EUTEKNE PER LA CLIENTELA NUMERO 44-9 DICEMBRE 20151

DA.MA. srl. Il regime fiscale degli omaggi - Imposte sui redditi, IRAP e IVA CIRCOLARI EUTEKNE PER LA CLIENTELA NUMERO 44-9 DICEMBRE 20151 DA.MA. srl Il regime fiscale degli omaggi - Imposte sui redditi, IRAP e IVA 1 1 PREMESSA La concessione di omaggi da parte delle imprese e degli esercenti arti e professioni rappresenta un fatto usuale,

Dettagli

Buoni pasto: trattamento fiscale

Buoni pasto: trattamento fiscale Stampa Buoni pasto: trattamento fiscale admin in Nell ambito dei rapporti di lavoro dipendente, nonché dei rapporti «parasubordinati», variamente denominati in base alle leggi che regolano la materia,

Dettagli

Il Marketing come leva per lo start up di una rete d imprese. a cura di Claudia Ravelli

Il Marketing come leva per lo start up di una rete d imprese. a cura di Claudia Ravelli Il Marketing come leva per lo start up di una rete d imprese a cura di Claudia Ravelli Marketing non è vendere. Marketing è costruire un marchio nella mente dei potenziali clienti. (Al & Laura Ries) Marketing

Dettagli

Operazioni di gestione

Operazioni di gestione DISPENSA XXXXXXXXXXXXX MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Dispensa Operazioni di gestione ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE Le liquidazioni

Dettagli

L innovazione della fidelity nel mondo retail

L innovazione della fidelity nel mondo retail Relatore: Vincenzo Tondolo L innovazione della fidelity nel mondo retail Panoramica sul mondo fidelity Come funziona A chi si rivolge Quali strumenti sono in circolazione Differenze tra i vari sistemi

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

STUDIO SESANA ASSOCIATI. Legge 27 dicembre 2006 n. 296

STUDIO SESANA ASSOCIATI. Legge 27 dicembre 2006 n. 296 LEGGE FINANZIARIA per il 2007 Legge 27 dicembre 2006 n. 296 Decreto Legge collegato e Manovra bis anno 2006 Con la presente Circolare è nostra intenzione portare a Vostra conoscenza per grandi linee e

Dettagli

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento e di hedging I prestiti sono concessi nell ambito di un predefinito rapporto di fido o di affidamento

Dettagli

Roma, 27-28 novembre 2006

Roma, 27-28 novembre 2006 Roma, 27-28 novembre 2006 Benchmark del processo di migrazione: nuove tecnologie e servizi innovativi, outsourcer di esperienza e modelli di offerta per le Banche orientati al Cliente Fausto Bolognini

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE Come viene alimentata la posizione previdenziale? Il finanziamento è attuato mediante contribuzione a carico del lavoratore, del datore di lavoro e tramite

Dettagli

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

ANALISI QUALITATIVA DEL CAPITALE I FINANZIAMENTI

ANALISI QUALITATIVA DEL CAPITALE I FINANZIAMENTI CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE Anno Accademico 2011 2012 Lezione 6 ANALISI QUALITATIVA DEL CAPITALE I FINANZIAMENTI

Dettagli

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese Incarichi professionali, collaborazioni, subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi Tipologia del Lavoro autonomo abituale Esercizio di arti e professioni 1 (art. 5, DPR 633/72) Reddito

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga * aggiornato al 20 luglio 2009 CHE COS È è un documento obbligatorio

Dettagli

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015 Sondrio, 5 gennaio 2015 A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015 Oggetto: Le novità del 2015 La legge di Stabilità per l anno 2015 ha portato una serie di rilevanti novità.

Dettagli

Materia: Economia Aziendale Classi: Turismo / Relazioni Internazionali e Marketing /Amministrazione e Finanza PRIMO BIENNIO

Materia: Economia Aziendale Classi: Turismo / Relazioni Internazionali e Marketing /Amministrazione e Finanza PRIMO BIENNIO IIS Algarotti Venezia Anno Scolastico 2014/2015 Risultati di Apprendimento Materia: Economia Aziendale Classi: Turismo / Relazioni Internazionali e Marketing /Amministrazione e Finanza Strumenti di lavoro

Dettagli

Perché investire in Slovenia

Perché investire in Slovenia SLOVENIA Perché investire in Slovenia È membro dell Unione Europea. Adotta l Euro. È confinante all Italia. È dotata di ottime infrastrutture. Qualità delle risorse umane. Ha una fiscalità agevolata. Offre

Dettagli

PROGETTO SCONTI BANCOPOSTA

PROGETTO SCONTI BANCOPOSTA PROGETTO SCONTI BANCOPOSTA Gentile CDG One/CDG Service, nell ottica di ampliare sempre di più le aree di Business del proprio network, CDG- ONE ha sottoscritto un accordo quadro con COBRA ITALIA per un

Dettagli

I. T. C. " S. BANDINI " - SIENA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE 1^ Sez. A AFM PROGRAMMA di ECONOMIA D AZIENDA

I. T. C.  S. BANDINI  - SIENA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE 1^ Sez. A AFM PROGRAMMA di ECONOMIA D AZIENDA I. T. C. " S. BANDINI " - SIENA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE 1^ Sez. A AFM PROGRAMMA di ECONOMIA D AZIENDA I SISTEMI DI MISURA E GLI ARROTONDAMENTI. I sistemi di misurazione. Il sistema metrico decimale.

Dettagli

START-UP INNOVATIVE: PRINCIPALI AGEVOLAZIONI. Stefano Battaglia Dottore Commercialista in Torino U.G.D.C.E.C. Torino

START-UP INNOVATIVE: PRINCIPALI AGEVOLAZIONI. Stefano Battaglia Dottore Commercialista in Torino U.G.D.C.E.C. Torino START-UP INNOVATIVE: PRINCIPALI AGEVOLAZIONI Stefano Battaglia Dottore Commercialista in Torino U.G.D.C.E.C. Torino Torino, lunedì 20 ottobre 2014 LE PRINCIPALI AGEVOLAZIONI DI CUI AL D.L. N. 179/2012

Dettagli

ESTENSIONE REVERSE CHARGE

ESTENSIONE REVERSE CHARGE Saluzzo, lì 12 gennaio 2015 Egr. CLIENTE Prot. n. 01/15/FISC LA LEGGE FINANZIARIA 2015 E stata pubblicata sulla G.U. 29/12/2014 la Finanziaria 2015 (Legge n. 190/2014) c.d. Legge di stabilità 2015, ed

Dettagli

Forma giuridica dell impresa

Forma giuridica dell impresa Forma giuridica dell impresa Quando una impresa si costituisce deve affrontare il problema di quale forma giuridica scegliere: Impresa individuale Società di persone (S.s., S.n.c., S.a.s.) Società di capitali

Dettagli

ESTENSIONE APPLICAZIONE REVERSE CHARGE

ESTENSIONE APPLICAZIONE REVERSE CHARGE Bergamo, gennaio 2015 CIRCOLARE N. 2/Consulenza aziendale OGGETTO: Finanziaria 2015 Recentemente è stata pubblicata sulla G.U. la legge 23-12-2014 n 90 (c.d. finanziaria 2015) che contiene numerosi provvedimenti

Dettagli