Magnetic Resonance Imaging

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Magnetic Resonance Imaging"

Transcript

1 1 Magnetic Resonance Imaging Structural Functional Diffusion Spectroscopy Modified from Brain Imaging Center website And much more, such as perfusion, angiography, ASL, CDI, SWI, etc. Brief history of MRI 1946 Bloch and Purcell independently describe the NMR phenomenon 1952 Bloch and Purcell Nobel Prize in Physics 1971 Damadian: NMR used to distinguish healthy and malignant tissues 1973 Lauterbur: Back-projection MRI Ernst: Fourier Transform based MRI 1977 Mansfield: Echo-Planar Imaging Ernst Nobel Prize in Chemistry 1990 Ogawa: BOLD and fmri : first taskrelated BOLD responses Early 90s -fmrirelated analysis software development Breathing air Breathing 100% O Lauterbur and Mansfield Nobel Prize in Medicine High-field (>7T scanner) applications

2 2 fmri Papers Published per Year EPI is sold on standard clinical scanners Courtesy of P. Bandettini fmri Papers Published per Year Friston K., Science, 2009

3 3 From neuroimaging to neuroethics Motor (black) Primary Sensory (red) Integrative Sensory (violet) Basic Cognition (green) High-Order Cognition (yellow) Emotion (blue) J. Illes, M. P. Kirschen, J. D. E. Gabrielli, Nature Neuroscience, 2003 Le metodologie di esplorazione funzionale in vivo del cervello Bioingegneria Matematica Fisica Psicologia Neurologia Farmacologia Marketing e Economia Morale e Etica Giurisprudenza

4 4 MRI vs. fmri Alta risoluzione (1 mm) MRI fmri Bassa risoluzione (~3 mm ma anche meno) Una singola immagine fmri segnale Blood Oxygenation Level Dependent (BOLD) come misura indiretta dell attività neuronale Più immagini (es., ogni 2-3 s per 5 minuti) attività neuronale ossiemoglobina segnale fmri La risonanza magnetica funzionale Principi fisici dell'imaging funzionale mediante risonanza magnetica Segnale BOLD e suo legame con l'attività neurale Tecniche di analisi dei dati fmri

5 5 Atomo di idrogeno 1 H ELETTRONE - PROTONE + NUCLEO Proprietà di una particella subatomica massa spin Carica S N Rapporto giromagnetico 1H = MHz/T Momento magnetico (dovuto alla rotazione di una carica elettrica) Momento angolare (dovuto alla rotazione di una massa)

6 6 Risonanza Magnetica Se i protoni posti nel campo magnetico statico B 0 vengono eccitati con un impulso e.m. a frequenza w (frequenza di precessione) si ha il fenomeno della risonanza magnetica nucleare U U U U U U Impulso di eccitazione U U U U U U Risonanza Orientatione degli spin In assenza di B 0 In presenza di B 0 B0

7 7 Frequenza di precessione B 0 B 0 Equazione di Larmor: Frequenza di precessione w = B o Campo magnetico statico Rapporto giromagnetico w = x 1.5 = MHz : siamo nella banda delle radiofrequenze (RF) Risonanza Magnetica: l Impulso di eccitazione a radiofrequenza (RF) Impulso di eccitazione RF B0 EX. 90 Antenna (bobina) RF

8 8 Risonanza Magnetica Parametri di misura: FA TR TE FA - Flip angle: angolo tra B 0 e M; è proporzionale alla durata dell impulso RF TR - Tempo di ripetizione: tempo tra un impulso RF ed il successivo TE - Tempo di Eco: tempo tra l emissione di un impulso RF e la ricezione del segnale Variando opportunamente i valori dei parametri di acquisizione FA, TR e TE si possono ottenere immagini pesate T2, T2*, T1 o PD

9 9 Magnetizzazione netta M E la somma vettoriale di tutti gli spins coinvolti nel fenomeno z B0 z M m 3 m 2 y x m n m 1 Parametri relativi ai tessuti Densità Protonica PD Tempo di rilassamento trasversale T2 Interazione spin-spin Tempo di rilassamento longitudinale T1 Interazione spin-lattice

10 S e g n a l e 10 Tempo di rilassamento T2 Sangue (T2 362ms.) Rene (T2 124ms.) grasso (T2 108ms.) Tempo Perché T2, T1, PD? 1 T = 1 T 1 * disom 2 T 2 2 Immagini pesate T2W T1W PDW

11 11 Il gradiente di campo magnetico Come viene generato e cosa è? Antenne di corrente che producono campi magnetici aggiuntivi che variano nello spazio B 0 Gradiente X, Y, Z w = B A cosa serve? Per selezionare una regione di interesse e codificare la zona sorgente del segnale ricevuto Tre gradienti Z Y X Y X

12 12 Dal K-spazio all immagine K-spazio Trasformata di Fourier (IFFT) bidimensionale Spazio reale Immagini 2D Selezione fetta Codifica di Fase Fette 2D y z x Codifica di lettura

13 13 Immagini 2D multipiano Multi-Planar acquisition All 5 slices in the same TR Più fette sono acquisite durante un singolo intervallo TR Sessione sperimentale

14 14 Necessary Equipment 4T magnet RF Coil gradient coil (inside) Magnet Gradient Coil RF Coil Source for Photos: Joe Gati fmri for Dummies The Big Magnet Very strong 1 Tesla (T) = 10,000 Gauss Earth s magnetic field = 0.5 Gauss 4 Tesla = 4 x 10, = 80,000X Earth s magnetic field Continuously on Main field = B0 Robarts Research Institute 4T x 80,000 = B 0 Source: fmri for Dummies

15 15 Magnet Safety: Little Things Aneurysm clips can be pulled off vessels, leading to death Flying things can kill people. Even in less severe incidents, they can fly into the magnet and damage it or require an expensive shutdown. fmri for Dummies Subject Safety Anyone going near the magnet subjects, staff and visitors must be thoroughly screened: Subjects must have no metal in their bodies: pacemaker aneurysm clips metal implants (e.g., cochlear implants) interuterine devices (IUDs) some dental work (but fillings are okay) Subjects must remove metal from their bodies jewellery, watch, piercings coins, etc. wallet any metal that may distort the field (e.g., underwire bra) This subject was wearing a hair band with a ~2 mm copper clamp. Left: with hair band. Right: without. Source: Jorge Jovicich Females must not be pregnant or at risk of conceiving Some institutions even require pregancy tests for any female, every session Subjects must be given ear plugs (acoustic noise can reach 120 db) fmri for Dummies

16 16 Fall-off of Magnetic Field fmri for Dummies Sessione sperimentale Stimolazione visiva, tattile e uditiva con dispositivi MR-compatibili Misurazione conduttanza cutanea e parametri periferici (ECG, respiro, po2) Guanto sensoriale per i movimenti

17 17 Principi fisici dell'imaging funzionale mediante risonanza magnetica Segnale BOLD e suo legame con l'attività neurale Tecniche di analisi dei dati fmri Esplorazione funzionale in vivo dei correlati neurometabolici dell attività cerebrale Neurovascular coupling attività neuronale sinaptica attività della pompa Na + /K + richiesta di ATP richiesta di ossigeno e glucosio flusso ematico cerebrale metabolismo ossidativo del glucosio e produzione di ATP

18 18 Le basi del contrasto BOLD Che cosa accade al consumo di ossigeno? BOLD: Blood Oxygenation Level Dependent Vasculature Source: Menon & Kim, TICS fmri for Dummies

19 19 fmri fmri: functional Magnetic Resonance Imaging: Tecnica che utilizza il segnale BOLD per visualizzare il metabolismo cerebrale mediante MRI. Il segnale BOLD permette l individuazione dei cambiamenti locali cerebrali di ossigenazione ematica durante una stimolazione fisiologica Il segnale BOLD si basa sui cambiamenti fisiologici delle proprietà magnetiche del sangue: OSSIEMOGLOBINA DEOSSIEMOGLOBINA DIAMAGNETICA PARAMAGNETICA PROPRIETA MAGNETICHE DEI MATERIALI Se immersi in un campo magnetico B0: FERROMAGNETICI: interazione violenta (attrattiva o repulsiva) DIAMAGNETICI: interazione debole repulsiva PARAMAGNETICI: interazione debole attrattiva Il nostro corpo è prevalentemente diamagnetico

20 20 PROPRIETA MAGNETICHE DEI MATERIALI Se un materiale si trasforma da diamagnetico a paramagnetico (es. ossiemoglobina-deossiemoglobina) si ha una variazione di suscettività magnetica cioè di interazione con B0. variazione di suscettività magnetica Variazione del tempo di rilassamento T2* T2* PROPRIETA MAGNETICHE DELL EMOGLOBINA Il gruppo emoglobinico che influenza il rilassamento protonico è il gruppo eme: ospita un atomo di Fe 2+ che è il diretto responsabile delle interazioni paramagnetiche con i protoni acquosi (nonostante si trovi in una tasca idrofobica apolare proteica)

21 21 Deoxygenated blood attenuates T 2* -weighted MR images O 2 MRI volume element decrease of venous dhb during increased perfusion: O 2 The influence of arterial blood on the BOLD signal is probably insignificant (it contains low dhb and represent less than 25% of CBV)

22 22 Le basi del contrasto BOLD Ossiemoglobina e desossiemoblobina hanno differenti proprietà magnetiche RIPOSO O ossihb 2 ATTIVAZIONE deossihb L. Pauling, C. D. Coryell, PNAS, K.R. Thulborn, J. C. Waterton, et al., Biochim. Biophys. Acta., 1982 S. Ogawa, T. M. Lee, A. R. Kay, D. W. Tank, PNAS, O 2 Le basi del contrasto BOLD

23 23 Le basi del contrasto BOLD deossiemoglobina T 2 * Segnale flusso deossiemoglobina T 2 * Segnale BOLD Time Course fmri for Dummies

24 24 fmri Activation Flickering Checkerboard OFF (60 s) - ON (60 s) -OFF (60 s) - ON (60 s) - OFF (60 s) Brain Activity Kwong et al., 1992 Time fmri for Dummies fmri Measures the Population Activity population activity depends on how active the neurons are how many neurons are active manipulations that change the activity of many neurons a little have a show bigger activation differences than manipulations that change the activation of a few neurons a lot attention activity learning activity fmri may not match single neuron physiology results Verb generation Verb generation after 15 min practice Ideas from: Scannell & Young, 1999, Proc Biol Sci Raichle & Posner, Images of Mind cover image

25 25 fmri BRAIN Il segnale BOLD non fornisce una misurazione diretta dell attività neurale perché misura un effetto indiretto (la risposta emodinamica) di tale attività Il segnale BOLD non fornisce una misurazione assoluta dell attività neurale, ma relativa Durante una sessione fmri vengono acquisite immagini funzionali in assenza di stimoli, che serviranno come immagini di controllo (livello basale, di riposo del segnale BOLD) Durante il periodo di acquisizione, vengono presentati degli stimoli che possono essere: sensoriali, task motori o cognitivi Lo stesso task viene ripetuto periodicamente in modo da fare una media statistica di tutti i valori delle immagini relativi all attivazione L immagine finale si ottiene facendo una sottrazione mediata tra l immagine acquisita durante l assenza di stimoli e l immagine acquisita durante la presentazione dello stimolo in modo da ottenere un immagine statistica parametrica, che viene poi sovrapposta all immagine anatomica fmri BRAIN

26 26 Acquisizione delle immagini funzionali e strutturali del cervello Negli studi fmri le immagini funzionali del cervello (T2*-pesate) vengono acquisite usando sequenze gradient echo, del tipo echo planar (EPI) Ogni TR vengono acquisite tutte le immagini tomografiche 2D (fette) relative ad un intero volume cerebrale: immagini funzionali a bassa risoluzione spaziale Per avere una dettagliata anatomia del cervello: acquisite immagini strutturali ad alta risoluzione spaziale T1-pesate del tipo spoiled gradient recall (SPGR) La struttura dati fondamentale (dataset): insieme di array 3D di valori numerici; ciascun array 3D: un volume cerebrale. Tutti i volumi cerebrali funzionali vengono acquisiti in successione temporale in un intero run di scansione Ogni elemento di un array 3D: un voxel del volume cerebrale, con le sue coordinate di posizione (x,y,z); il suo valore numerico: intensità del segnale MRI nel voxel corrispondente I valori di uno stesso voxel in tutti i volumi cerebrali costituiscono una serie temporale (time series) I dataset che si riferiscono alle immagini anatomiche di localizzazione sono formati da un unico volume cerebrale La risonanza magnetica funzionale Principi fisici dell'imaging funzionale mediante risonanza magnetica Segnale BOLD e suo legame con l'attività neurale Tecniche di analisi dei dati fmri

27 27 reconstruction registration smoothing Interpretazione dei risultati, correlazione con dati comportamentali e verifica dell ipotesi Analisi dei dati: postprocessing Organizzazione degli esperimenti fmri Rationale: ipotesi sperimentale Selezione, screening, test psicologici e comportamentali Preprocessing e sessione sperimentale Paradigma sperimentale Acquisizione dei dati Visione Sagittale Numero delle fette e.g., 10 Spessore Es., 6 mm Risoluzione Es., 192 mm / 64 = 3 mm 3 mm Risoluzione VOXEL (Volumetric Pixel) 3 mm 6 mm Matrice Es. 64 x 64 Field of View (FOV) Es cm

28 28 BOLD Contrast Imaging BASELINE STIMULI ACTIVATION NO STIMULI - BASELINE O 2 ACTIVATION O 2 La misura dell attività neuronale Visualizzazione di superfici corticali con le relative attivazioni Passaggio 2D 3D Risposta nelle regioni d interesse Correlazione con modello di risposta emodinamica L attività correlata al modello è rappresentata come un attivazione nei singoli voxel

29 29 Strategie di reclutamento neuronale 1. Block Design 2. Mixed Block Design 3. Slow Event-Related 4. Fast Event-Related 5. Self-Paced 6. Sparse intermixed Che cosa può fare l fmri Comprendere l organizzazione cerebrale del cervello sano localizzare i circuiti cerebrali coinvolti in compiti specifici caratterizzare i cambiamenti nel corso del tempo (da pochi secondi, fino a anni) determinare il legame con i correlati comportamentali (accuratezza, ecc.) Applicazioni cliniche - mappatura cerebrale prechirurgica Ricerca clinica - valutazione del processo di guarigione e della plasticità - caratterizzazione della popolazione clinica con compiti specifici o durante la condizione di riposo Courtesy of P. Bandettini

30 30 Che cosa non può fare l fmri SNR troppo basso per l uso clinico di routine (richiede troppo tempo) Richiede la collaborazione del paziente (troppo sensibile al movimento) Risoluzione spaziale troppo bassa (in ogni voxel ci sono milioni di neuroni) Risoluzione temporale troppo bassa (emodinamica variabile e lenta) Legato in maniera troppo indiretta all attività neuronale Troppe variabili fisiologiche interferiscono con il segnale Richiede un compito (non si può registrare il segnale BOLD a riposo) Spazio ridotto e forte rumore Courtesy of P. Bandettini Verso il futuro TECNOLOGIA METODOLOGIA APPLICAZIONI INTERPRETAZIONE

31 31 INTERPRETAZIONE Neuronal Activation??? Hemodynamics Measured Signal? Noise INTERPRETAZIONE Birn et al., NeuroImage, 2001 Logothetis et al., Nature, 2001 Magistretti et al, Science, 2009

32 32 TECNOLOGIA Hardware upgrade 8 channel parallel receiver coil 16 channel parallel receiver coil GE birdcage GE 8 channel coil Nova 8 channel coil TECNOLOGIA Risonanza ad alti campi Yacoub et 2008 Sereno et 1995

33 33 TECNOLOGIA Multi-sensory integration Visual Auditory Multisensory Beauchamp et al., 2007 METODOLOGIA Neuronal Activation Input Strategies Resting State Correlations Activation: correlation with reference function Rest: seed voxel in motor cortex B. Biswal et al., MRM, 34:537 (1995)

34 34 METODOLOGIA Neuronal Activation Input Strategies Hasson, et al (2004), Science, 303, METODOLOGIA Reading hidden intentions Haynes et al., Current Biology, 2007

35 35 Che cosa potrebbe fare l fmri Uso complementare per la diagnosi clinica -diagnosi precoce di patologie Trattamento clinico e valutazione della terapia -migliore comprensione dei meccanismi patologici per la terapia specifica -valutazione degli effetti dei farmaci -valutazione dell evoluzione della terapia e biofeedback -mappatura dei foci epilettogeni -valutazione della fisiologia neurovascolare Usi non clinici -lie detection -predizione di comportamenti e preferenze/tendenze -brain/computer interface Principi fisici dell'imaging funzionale mediante risonanza magnetica Segnale BOLD e suo legame con l'attività neurale Tecniche di analisi dei dati fmri

36 36 Design Jargon: Runs session: all of the scans collected from one subject in one day run (or scan): one continuous period of fmri scanning (~5-7 min) experiment: a set of conditions you want to compare to each other condition: one set of stimuli or one task Note: Terminology can vary from one fmri site to another (e.g., some places use scan to refer to what we ve called a volume). 2 stimulus conditions + 1 baseline condition (fixation) A session consists of one or more experiments. Each experiment consists of several (e.g., 1-8) runs More runs/expt are needed when signal:noise is low or the effect is weak. Thus each session consists of numerous (e.g., 5-20) runs (e.g., hours) Design Jargon: Paradigm paradigm (or protocol): the set of conditions and their order used in a particular run epoch: one instance of a run condition first intact objects epoch first scrambled objects epoch second intact objects epoch volume #1 (time = 0) epoch 8 vol x 2 sec/vol = 16 sec volume #136 (time = 136 vol x 2 sec/vol = 272 sec = 4:32) Time

37 37 fmri Experiment Stages: Prep 1) Prepare subject Consent form Safety screening Instructions and practice trials if appropriate 2) Shimming putting body in magnetic field makes it non-uniform adjust 3 orthogonal weak magnets to make magnetic field as homogenous as possible 3) Sagittals Note: That s one g, two t s Take images along the midline to use to plan slices In this example, these are the functional slices we want: 12 slices x 6 mm fmri Experiment Stages: Anatomicals 4) Take anatomical (T1) images high-resolution images (e.g., 0.75 x 0.75 x 3.0 mm) 3D data: 3 spatial dimensions, sampled at one point in time 64 anatomical slices takes ~4 minutes 64 slices x 3 mm

38 38 Slice Terminology SAGITTAL SLICE Number of Slices e.g., 10 Slice Thickness e.g., 6 mm In-plane resolution e.g., 192 mm / 64 = 3 mm 3 mm IN-PLANE SLICE VOXEL (Volumetric Pixel) 3 mm 6 mm Matrix Size e.g., 64 x 64 Field of View (FOV) e.g., 19.2 cm fmri Experiment Stages: Functionals 5) Take functional (T2*) images images are indirectly related to neural activity usually low resolution images (3 x 3 x 6 mm) all slices at one time = a volume (sometimes also called an image) sample many volumes (time points) (e.g., 1 volume every 2 seconds for 136 volumes = 272 sec = 4:32) 4D data: 3 spatial, 1 temporal fmri for Dummies

39 39 Analisi dei dati fmri Ricostruzione delle immagini del cervello Per ogni volume cerebrale: leggere la sequenza tomografica di immagini (fette) 2D in ingresso e convertirla (assemblarla) in un dataset volumetrico (array 3D) E necessario conoscere le informazioni sulla temporizzazione della scansione: numero di fette 2D acquisite nella direzione spaziale z in un TR, corrispondenti ad un singolo volume cerebrale numero di volumi cerebrali acquisiti nel tempo in un intero run di scansione; corrisponde al numero di TR (istanti temporali, time points) presenti in un run, detto anche numero di reps del run considerato. Convenzione: asse x: identifica la direzione R-L (R = right, L = left); un valore di x identifica una fetta sagittale del cervello; asse y: identifica la direzione A-P (A = anterior, P = posterior); un valore di y identifica una fetta coronale del cervello; asse z: identifica la direzione I-S (I = inferior, S = superior); un valore di z identifica una fetta assiale del cervello Ricostruzione delle immagini del cervello In generale gli outliers o spikes sono valori assunti da un voxel in particolari istanti di una serie temporale, che sono molto diversi dagli altri valori di quel voxel in tale serie temporale Nei primi istanti della serie il voxel considerato assume valori molto alti: è affetto da molto rumore, dovuto a possibili artefatti dello scanner (il campo magnetico generato all interno dello scanner dalle bobine di eccitazione a radiofrequenza non ha ancora raggiunto lo stato stazionario).

40 40 Ricostruzione delle immagini del cervello Rimuovendo per esempio i primi tre istanti dalla serie temporale: il potenziale outlier diventa molto più evidente Registrazione dei volumi cerebrali E utile rappresentare graficamente gli andamenti temporali dei 6 parametri di movimento in funzione degli istanti delle serie temporali del dataset considerato: Si notano dei picchi nei valori dei parametri di movimento in corrispondenza dell istante: t 160 sec: in quel momento il soggetto ha mosso improvvisamente la testa facendo uno scatto. Il volume cerebrale I 160 (x) è molto più disallineato dal volume base J(x) di quanto lo sono gli altri volumi I n (x), con n 160 sec

41 41 Registration To Standard Spaces Transforming Datasets to Talairach-Tournoux Coordinates The original purpose of AFNI (circa 1994 A.D.) was to perform the transformation of datasets to Talairach-Tournoux (stereotaxic) coordinates The transformation can be manual, or automatic In manual mode, you must mark various anatomical locations, defined in Jean Talairach and Pierre Tournoux Co-Planar Stereotaxic Atlas of the Human Brain Thieme Medical Publishers, New York, 1988 Marking is best done on a high-resolution T1-weighted structural MRI volume In automatic mode, you need to choose a template to which your data are allineated. Different templates are made available with AFNI s distribution. You can also use your own templates. Transformation carries over to all other (follower) datasets in the same directory Click Define Markers to open the markers panel Press this IN to create or change markers Color of primary (selected) marker Color of secondary (not selected) markers Size of markers (pixels) Size of gap in markers Clear (unset) primary marker Select which marker you are editing Set primary marker to current focus location Carry out transformation to +acpc coordinates Perform quality check on markers (after all 5 are set)

42 42 Stage 2: Scaling to Talairach-Tournoux (+tlrc) coordinates: Once the AC-PC landmarks are set and we are in ACPC view, we now stretch/shrink the brain to fit the Talairach-Tournoux Atlas brain size (sample TT Atlas pages shown below, just for fun) Most anterior to AC 70 mm AC to PC 23 Most inferior to 42 mm AC mm PC to most 79 AC posterior to most left (or mm superior right) mm Length of cerebrum Height of cerebrum Width of cerebrum 172 mm 116m 136 m mm Head Motion: Main Artifacts 1. Head motion leads to spurious activation (particularly at the edges) 2. Regions move over time 3. Motion of head (or any other large mass) leads to changes to field map fmri for Dummies

43 43 Spurious Activation at Edges time1 time2 A B C Slide modified from Duke course fmri for Dummies Spurious Activation at Edges spurious activation is a problem for head motion during a run but not for motion between runs fmri for Dummies

44 z translation y translation 44 Motion Correction Algorithms pitch roll yaw x translation Align each volume of the brain to a target volume using six parameters: three translations and three rotations Target volume: the functional volume that is closest in time to the anatomical image fmri for Dummies Application of Gaussian kernel Usually expressed in #mm FWHM Full Width Half Maximum Typically ~2 times voxel size Spatial Smoothing Slide from Duke course fmri for Dummies

45 45 Filtraggio spaziale dei volumi cerebrali E possibile specificare il valore del parametro che rappresenta la larghezza del filtro Gaussiano di smoothing utilizzato, cioè il raggio utilizzato per la funzione di blurring Quanto più largo è il filtro, maggiore è il blurring (allargamento delle aree di attivazione) che si ottiene, ma maggiore è anche la perdita di risoluzione spaziale Effects of Spatial Smoothing on Activity Unsmoothed Data Smoothed Data (kernel width 5 voxels) Slide from Duke course fmri for Dummies

46 46 Effect of Filtering spatial smoothing. before after Source: Brain Voyager course slides Normalizzazione delle serie temporali e calcolo della variazione percentuale del segnale BOLD rispetto alla baseline 1 3 2

47 47 I disegni sperimentali I due disegni sperimentali di stimolazione maggiormente utilizzati in fmri sono il block design e l event related Le caratteristiche dei vari disegni sperimentali variano da autore ad autore Block design Block design: il segnale BOLD ricevuto è alto perché le risposte ai singoli stimoli si sommano tra loro in modo lineare All interno di un blocco il segnale BOLD non ha il tempo di tornare al valore di baseline perciò in genere non si può isolare la risposta ad un singolo stimolo A Simple Experiment: LO Localizer Lateral Occipital Complex responds when subject views objects Blank Screen Intact Objects TIME One volume (12 slices) every 2 seconds for 272 seconds (4 minutes, 32 seconds) Condition changes every 16 seconds (8 volumes) Scrambled Objects

48 48 I disegni sperimentali Varianti del block design Mixed block design Nel mixed block design la durata temporale dei singoli blocchi di stimolazione e dei periodi di rest tra i blocchi varia casualmente Self paced block design Nel self paced block design è il soggetto che si autosomministra gli stimoli all interno dei vari blocchi I disegni sperimentali Event related Slow event related Fast event related Event related: il segnale BOLD ricevuto è piuttosto basso (perciò maggiormente affetto da rumore) perché rappresenta la risposta ad un singolo stimolo Tra uno stimolo ed il successivo in genere il segnale BOLD ha il tempo di tornare al valore di baseline perciò si può cercare di isolare la risposta ad un singolo stimolo

49 49 Analisi di regressione lineare Negli studi fmri si misurano le variazioni del segnale BOLD provocate da una risposta emodinamica, indotta dalla variazione di attività neuronale-sinaptica in un determinato distretto cerebrale; tale variazione rappresenta la risposta del cervello ad una particolare condizione di stimolo, variabile nel tempo Sistema = distretto cerebrale considerato f(t) = andamento temporale dello stimolo applicato y(t) = variazione misurata del segnale BOLD proveniente dal sistema Il sistema può essere comunque complesso, possiamo non sapere come è fatto internamente, ma se è lineare e stazionario, la sua risposta y(t) ad un arbitrario segnale d ingresso f(t) può essere ricavata, se si conosce la risposta h(t) del sistema ad un segnale impulsivo (funzione delta di Dirac) δ(t) applicato al suo ingresso La funzione h(t) è chiamata risposta impulsiva del sistema considerato t 0 = b t e t c Analisi di regressione lineare Di solito si sceglie la funzione: h per t per t 0 0 b = 8.6; c = sec (Cohen, 1977). h(t) ha un ritardo temporale, rispetto allo stimolo, di 1-2 secondi, un tempo di salita di 4-5 secondi ed un tempo di discesa di 4-6 secondi. Quando vengono presentati più stimoli successivi, tra loro più vicini nel tempo della durata delle singole risposte emodinamiche h(t), alcune parti di tali funzioni risultano sovrapposte. Supponiamo che il nostro modello ideale del cervello sia lineare: la risposta emodinamica complessiva ai vari stimoli presentati è data dalla somma delle risposte emodinamiche ai singoli stimoli.

50 50 Analisi di regressione lineare Il network neuronale del cervello può essere rappresentato con un sistema non lineare, perciò anche la risposta emodinamica misurata con l fmri è non lineare Il modello lineare, anche se non perfettamente corretto, è molto utile e largamente utilizzato per il fitting dei dati delle serie temporali dei datasets fmri. Analisi di regressione lineare Esperimenti con stimoli a blocchi: intervalli di attivazione estesi nel tempo. La risposta emodinamica complessiva è alta e persistente nel tempo: segnale BOLD di intensità maggiore.

51 51 Analisi di regressione lineare multipla Esempio con 2 diversi stimoli d ingresso: f 1, f 2 1 r1 = f1 h 2 r2 = f2 h curva rossa; curva verde; Modello ideale del segnale BOLD: β 1 r 1 + β 2 r 2 (curva blu) Si trovano i due valori: β 1 = 1.5, β 2 = 0.6 Con tali valori il modello ideale (curva blu) costituisce, per tutti i voxel (serie temporali) del datasets fmri considerato, il fitting migliore dei dati reali Z (curva grigia) Analisi di regressione lineare multipla Il modello effettua un analisi statistica di regressione lineare multipla delle serie temporali contenute nei datasets fmri Bisogna fornire in ingresso al modello: 1) i dati reali Z n (segnale BOLD che effettivamente si riceve e si misura) per tutti i voxels (serie temporali) del dataset fmri considerato 2) un diverso regressore r i n (risposta del modello ideale) per ogni diverso stimolo d ingresso f i n Restituisce in uscita un dataset contenente le stime, secondo il metodo della somma dei minimi quadrati, dei valori dei coefficienti di regressione lineare β i Viene calcolato, per ogni coefficiente βi, il relativo valore stimato in corrispondenza di ogni voxel del dataset fmri d ingresso

52 52 Calculating Signal:Noise Ratio Pick a region of interest (ROI) outside the brain free from artifacts (no ghosts, susceptibility artifacts). Find mean ( ) and standard deviation (SD). Pick an ROI inside the brain in the area you care about. Find and SD. SNR = brain / outside = 200/4 = 50 e.g., =4, SD=2.1 [Alternatively SNR = brain / SD outside = 200/2.1 = 95 (should be 1/1.91 of above because /SD ~ 1.91)] When citing SNR, state which denominator you used. e.g., = 200 Head coil should have SNR > 50:1 Surface coil should have SNR > 100:1 Source: Joe Gati, personal communication fmri for Dummies Why SNR Matters Note: This SNR level is not based on the formula given Huettel, Song & McCarthy, 2004, Functional Magnetic Resonance Imaging fmri for Dummies

53 53 Physiological Noise Respiration every 4-10 sec (0.3 Hz) moving chest distorts susceptibility Cardiac Cycle every ~1 sec (0.9 Hz) pulsing motion, blood changes Solutions gating avoiding paradigms at those frequencies fmri for Dummies Ghosts Other Artifacts Hardware Malfunctions Metallic Objects (e.g., hair tie) Spikes fmri for Dummies

54 54 Functional images ~2s Activation Statistics fmri Signal (% change) ROI Time Course Time Condition Statistical Map superimposed on anatomical MRI image Time Region of interest (ROI) ~ 5 min fmri for Dummies Statistical Maps & Time Courses Use stat maps to pick regions Then extract the time course fmri for Dummies

55 MR SIGNAL (ARBITRARY UNITS) MR SIGNAL (% Change) 55 Time Courses Arbitrary signal varies from voxel to voxel, day to day, subject to subject TIME To make the y-axis more meaningful, we usually convert the signal into units of % change: 100*(x - baseline)/baseline Changes are typically in the order of %. fmri for Dummies Stats on Anatomical fmri for Dummies

The Rise of fmri 746 papers (2001) MRI vs. fmri. MRI vs. fmri. Principi fisici dell'imaging funzionale mediante risonanza magnetica

The Rise of fmri 746 papers (2001) MRI vs. fmri. MRI vs. fmri. Principi fisici dell'imaging funzionale mediante risonanza magnetica Number of papers (PubMed) 800 700 600 500 400 300 200 100 The Rise of fmri 746 papers (2001) MRI studies brain anatomy. MRI vs. fmri Functional MRI (fmri) studies brain function. Slide modified from Mel

Dettagli

Tecniche di esplorazione funzionale in vivo del cervello

Tecniche di esplorazione funzionale in vivo del cervello Tecniche di esplorazione funzionale in vivo del cervello Ing. Lorenzo Sani E-mail: lorenzo.sani@bioclinica.unipi.it Laboratorio di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica Facoltà di Medicina,

Dettagli

Metodi di immagine del sistema nervoso centrale. Statici: permettono di visualizzare la struttura del SNC Radiografia. Risonanza magnetica (NMR-MRI)

Metodi di immagine del sistema nervoso centrale. Statici: permettono di visualizzare la struttura del SNC Radiografia. Risonanza magnetica (NMR-MRI) Metodi di immagine del sistema nervoso centrale Statici: permettono di visualizzare la struttura del SNC Radiografia Tomografia assiale computerizzata (TAC) Risonanza magnetica (NMR-MRI) Di i i tt di t

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

La Risonanza Magnetica Nucleare

La Risonanza Magnetica Nucleare La Risonanza Magnetica Nucleare Storia della risonanza magnetica Principi fisici MRI Apparecchiature RMN Aspetti di sicurezza per impianti RMN La Risonanza Magnetica Nucleare La risonanza magnetica nucleare

Dettagli

Capitolo 1 Risonanza Magnetica Funzionale: fmri

Capitolo 1 Risonanza Magnetica Funzionale: fmri Capitolo 1 Risonanza Magnetica Funzionale: fmri 1.1 Introduzione La risonanza magnetica funzionale (fmri) è una metodica di recente introduzione nel campo dell imaging. La sua comparsa risale ai primi

Dettagli

USO DIAGNOSTICO E DI COMPLESSI METALLICI

USO DIAGNOSTICO E DI COMPLESSI METALLICI USO DIAGNOSTICO E DI COMPLESSI METALLICI Uso diagnostico di complessi di gadolinio La Risonanza Magnetica e un fenomeno che accade quando i nuclei di alcuni atomi immersi in un campo magnetico statico

Dettagli

Corso di formazione avanzata in Risonanza Magnetica applicata alle nuove tecnologie

Corso di formazione avanzata in Risonanza Magnetica applicata alle nuove tecnologie Corso di formazione avanzata in Risonanza Magnetica applicata alle nuove tecnologie 22 Settembre - 8 Ottobre 2014 Aule padiglione 3 - NIC Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi Largo G.A. Brambilla,

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA. Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA

Università degli Studi di Ferrara FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA. Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Università degli Studi di Ferrara FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Presidente: Prof. Paolo Mannella TESI DI LAUREA Il ruolo

Dettagli

Angiografia con Risonanza Magnetica

Angiografia con Risonanza Magnetica Università degli studi di Ferrara CORSO di LAUREA in TECNICHE di RADIOLOGIA MEDICA, per IMMAGINI e RADIOTERAPIA Angiografia con Risonanza Magnetica 12 05 2012 Paolo Vespa Considerazionigenerali: Con il

Dettagli

1 - PRINCIPI FISICI DELL IMAGING CON RISONANZA MAGNETICA

1 - PRINCIPI FISICI DELL IMAGING CON RISONANZA MAGNETICA 1 - PRINCIPI FISICI DELL IMAGING CON RISONANZA MAGNETICA Introduzione Il fenomeno della Risonanza Magnetica (RM) coinvolge campi magnetici e onde elettromagnetiche a radiofrequenza (RF). È stato scoperto

Dettagli

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più.

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Piante transgeniche prive di geni marker I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Possibili problemi una volta in

Dettagli

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION PAGINA 1 DI 7 SPECIFICATION Customer : ELCART Applied To : Product Name : Piezo Buzzer Model Name : : Compliance with ROHS PAGINA 2 DI 7 2/7 CONTENTS 1. Scope 2. General 3. Maximum Rating 4. Electrical

Dettagli

Speciale Corsi di Risonanza Magnetica

Speciale Corsi di Risonanza Magnetica Catalogo corsi 2016 Area Sanità Speciale Corsi di Risonanza Magnetica via F. Cavallotti 8 - Codigoro (FE) tel. 0533 713 275 - fax 0533 717 314 e-mail info@formatsas.com www.formatsas.com Iscrizione al

Dettagli

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration).

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration). Università degli studi di Ferrara IMMATRICOLAZIONE online ai corsi di DOTTORATO PhD: Instructions for ENROLMENT of the winners English version below 1) EFFETTUARE IL LOGIN: collegarsi da qualsiasi postazione

Dettagli

Risonanza Magnetica. Imaging a Risonanza Magnetica : eccitazione-emissione in campo magnetico di elevata intensità. Campo magnetico e bobina RF

Risonanza Magnetica. Imaging a Risonanza Magnetica : eccitazione-emissione in campo magnetico di elevata intensità. Campo magnetico e bobina RF Risonanza Magnetica Arturo Brunetti CdL spec. in Ingegneria Biomedica Università degli Studi di Napoli Federico II 2008-2009 1 Imaging a Risonanza Magnetica : eccitazione-emissione in campo magnetico di

Dettagli

Confronto tra le probabilita di interazione tra neutroni termici e raggi X

Confronto tra le probabilita di interazione tra neutroni termici e raggi X Neutron Imaging Tecniche nucleari per analizzare strutture superficiali o interne di materiali hanno un impiego esteso. Tra le moderne tecniche una delle piu diffuse e quella basata sulla radiografia/radioscopia

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

LA RISONANZA MAGNETICA I PRINCIPI FISICI DELLA RM

LA RISONANZA MAGNETICA I PRINCIPI FISICI DELLA RM LA RISONANZA MAGNETICA I PRINCIPI FISICI DELLA RM Principi di Risonanza Magnetica La Risonanza Magnetica consta di quell insieme di tecniche che, sfruttando le capacità magnetiche ed elettriche dell elettrone,

Dettagli

L Immagine Digitale e RM

L Immagine Digitale e RM L Immagine Digitale e RM Queste diapositive fanno parte di un corso completo e sono a cura dello staff di rm-online.it E vietata la riproduzione anche parziale Intro Tutto il lavoro effettuato in risonanza

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE, SISTEMA DI RICOSTRUZIONE, SISTEMA DI VISUALIZZAZIONE

SISTEMA DI MISURAZIONE, SISTEMA DI RICOSTRUZIONE, SISTEMA DI VISUALIZZAZIONE LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: MODALITA DI FORMAZIONE DELL IMMAGINE SISTEMA DI MISURAZIONE, SISTEMA DI RICOSTRUZIONE, SISTEMA DI VISUALIZZAZIONE SISTEMA DI MISURAZIONE: ACQUISIZIONE DELL IMMAGINE TC Un

Dettagli

Risonanza Magnetica Arturo Brunetti

Risonanza Magnetica Arturo Brunetti Risonanza Magnetica Arturo Brunetti Il fenomeno Nuclear Magnetic Resonance (NMR) Magnetic Resonance Imaging (MRI) La tecnica 1 Nuclear Magnetic Resonance The Nobel Prize in Physics Historical remarks 1952

Dettagli

CONFIGURATION MANUAL

CONFIGURATION MANUAL RELAY PROTOCOL CONFIGURATION TYPE CONFIGURATION MANUAL Copyright 2010 Data 18.06.2013 Rev. 1 Pag. 1 of 15 1. ENG General connection information for the IEC 61850 board 3 2. ENG Steps to retrieve and connect

Dettagli

IMAGING IBRIDO E MOLECOLARE La nuova diagnostica per immagini. Vincenzo Positano

IMAGING IBRIDO E MOLECOLARE La nuova diagnostica per immagini. Vincenzo Positano IMAGING IBRIDO E MOLECOLARE La nuova diagnostica per immagini Vincenzo Positano L imaging rappresenta la base di conoscenza per le applicazioni di realtà virtuale in medicina e chirurgia Alta risoluzione

Dettagli

GerbView. 25 novembre 2015

GerbView. 25 novembre 2015 GerbView GerbView ii 25 novembre 2015 GerbView iii Indice 1 Introduzione a GerbView 2 2 Schermo principale 2 3 Top toolbar 3 4 Barra strumenti sinistra 4 5 Comandi nella barra del menu 5 5.1 File menu.......................................................

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003 Mod. 1067 DS1067-019 LBT8388 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE Sch./Ref.1067/003 ITALIANO DESCRIZIONE GENERALE L interfaccia 1067/003 consente di collegare alla Centrale 1067/032 o 1067/042 (ver. 2.00

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

sdforexcontest2009 Tool

sdforexcontest2009 Tool sdforexcontest2009 Tool Guida all istallazione e rimozione. Per scaricare il tool del campionato occorre visitare il sito dell organizzatore http://www.sdstudiodainesi.com e selezionare il link ForexContest

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

Insegna eco a bandiera

Insegna eco a bandiera Insegna eco a bandiera h b Insegna eco bifacciale Insegna eco bifacciale a bandiera misura personalizzabile. Disponibile con stampa applicata o solo struttura. Insegna con struttura composta da telaio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

DESIGN IS OUR PASSION

DESIGN IS OUR PASSION DESIGN IS OUR PASSION Creative agency Newsletter 2014 NOVITA' WEB MANAGEMENT NEWS BUSINESS BREAKFAST Live the SITE experience with us! From September 2014 Carrara Communication has introduced to their

Dettagli

drag & drop visual programming appinventor storia appinventor un esempio di drag & drop programming: Scratch

drag & drop visual programming appinventor storia appinventor un esempio di drag & drop programming: Scratch drag & drop visual programming appinventor realizzazione app per Google Android OS appinventor è un applicazione drag & drop visual programming Contrariamente ai linguaggi tradizionali (text-based programming

Dettagli

MAGNETIC RESONANCE imaging and spectroscopy

MAGNETIC RESONANCE imaging and spectroscopy Applicazioni della NMR Struttura e funzioni di macromolecole Metabolismo Identificazione di molecole presenza/assenza di molecole Imaging MRI Magnetic Resonance Imaging MAGNETIC RESONANCE imaging and spectroscopy

Dettagli

EMODINAMICA DEL FLUSSO EMATICO

EMODINAMICA DEL FLUSSO EMATICO EMODINAMICA DEL FLUSSO EMATICO FLUSSO LAMINARE SI OSSERVA PER VELOCITA DI FLUSSO CONTENUTE E COSTANTI. LE MOLECOLE DEL FLUIDO TENDONO A DISPORSI IN LAMELLE DI SCORRIMENTO CONCENTRICHE, IL CUI MOTO RISULTA

Dettagli

Mini totem. Dimensioni: cm 45x150x35.

Mini totem. Dimensioni: cm 45x150x35. Mini totem 45 cm MINI TOTEM Mini totem per uso esterno ed interno, facilmente trasportabile. Disponibile con stampa applicata (fronte e retro) o solo struttura. Struttura composta da telaio in alluminio

Dettagli

Area 1: storia e cultura politico-istituzionale

Area 1: storia e cultura politico-istituzionale 20 quesiti ripartiti nelle aree: storia e cultura politico-istituzionale, ragionamento logico, lingua italiana, lingua inglese. 5 quesiti supplementari nell area matematica per chi volesse iscriversi in

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Risonanza Magnetica. Risonanza Magnetica

Risonanza Magnetica. Risonanza Magnetica Risonanza Magnetica La per Imaging (MRI) e' una tecnica utilizzata principalmente in campo medico per produrre immagini ad alta definizione dell'interno del corpo umano. L'MRI e' basata sui principi della

Dettagli

Risonanza Magnetica Nucleare: quale futuro?

Risonanza Magnetica Nucleare: quale futuro? Università degli Studi di Messina Dipartimento di Protezionistica Ambientale, Sanitaria, Sociale ed Industriale Scuola di Specializzazione in Fisica Sanitaria Risonanza Magnetica Nucleare: quale futuro?

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

BRAIN IMAGING: il ruolo della Risonanza Magnetica

BRAIN IMAGING: il ruolo della Risonanza Magnetica BRAIN IMAGING: il ruolo della Risonanza Magnetica L. Barberini Dept. of Public Health, Molecular and Clinical Medicine, University of Cagliari, Cagliari 28 Febbraio 2014 Aula Magna Ingegneria the ancient

Dettagli

SVILUPPO DI TECNICHE DI SEGMENTAZIONE DI IMMAGINI CEREBRALI

SVILUPPO DI TECNICHE DI SEGMENTAZIONE DI IMMAGINI CEREBRALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN FISICA CURRICULUM TECNOLOGIE FISICHE INNOVATIVE TESI DI LAUREA SVILUPPO DI TECNICHE DI SEGMENTAZIONE

Dettagli

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 User satisfaction survey Technology Innovation 2010 Survey results Ricordiamo che l intervallo di valutazione

Dettagli

Guida alla configurazione Configuration Guide

Guida alla configurazione Configuration Guide Guida alla configurazione Configuration Guide Configurazione telecamere IP con DVR analogici, compatibili IP IP cameras configuration with analog DVR, IP compatible Menu principale: Fare clic con il pulsante

Dettagli

Name on a passport, HANGTAG

Name on a passport, HANGTAG recagroup design architecture art cinema travel music food Name on a passport, HANGTAG A quick look at printing techniques for hangtags RECA GROUP The hangtag of a garment is its ID card, its passport,

Dettagli

Radio VHF ed HF. Telecomunicazioni per l Aerospazio. P. Lombardo DIET, Univ. di Roma La Sapienza Radio VHF ed HF- 1

Radio VHF ed HF. Telecomunicazioni per l Aerospazio. P. Lombardo DIET, Univ. di Roma La Sapienza Radio VHF ed HF- 1 Radio VHF ed HF P. Lombardo DIET, Univ. di Roma La Sapienza Radio VHF ed HF- 1 Alcune delle bande aeronautiche P. Lombardo DIET, Univ. di Roma La Sapienza Radio VHF ed HF- 2 Disposizione antenne su aeromobile

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

quali sono scambi di assicurazione sanitaria

quali sono scambi di assicurazione sanitaria quali sono scambi di assicurazione sanitaria Most of the time, quali sono scambi di assicurazione sanitaria is definitely instructions concerning how to upload it. quali sono scambi di assicurazione sanitaria

Dettagli

Decode NGS data: search for genetic features

Decode NGS data: search for genetic features Decode NGS data: search for genetic features Valeria Michelacci NGS course, June 2015 Blast searches What we are used to: online querying NCBI database for the presence of a sequence of interest ONE SEQUENCE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ - 0MNSWK0082LUA - - ITALIANO - DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ Il produttore non accetta responsabilità per la perdita di dati, produttività, dispositivi o qualunque altro danno o costo associato (diretto

Dettagli

Ing. Anna Gaglianese anna.gaglianese@for.unipi.it

Ing. Anna Gaglianese anna.gaglianese@for.unipi.it Spettroscopia MRS Ing. Anna Gaglianese anna.gaglianese@for.unipi.it La risonanza magnetica nucleare (NMR) è un metodo non invasivo utilizzato per ottenere immagini cliniche e studi sul metabolismo in vivo.

Dettagli

Come funziona il cervello? D.ssa Daniela Bonino daniela.bonino@bioclinica.unipi.it

Come funziona il cervello? D.ssa Daniela Bonino daniela.bonino@bioclinica.unipi.it Come funziona il cervello? D.ssa Daniela Bonino daniela.bonino@bioclinica.unipi.it Neuroscienze cognitive Psicologia biologica o fisiologica Correlati neurometabolici e funzionali dell attività mentale

Dettagli

On Line Press Agency - Price List 2014

On Line Press Agency - Price List 2014 On Line Press Agency - Price List Partnerships with Il Sole 24 Ore Guida Viaggi, under the brand GVBusiness, is the official publishing contents supplier of Il Sole 24 Ore - Viaggi 24 web edition, more

Dettagli

Studio in vivo del corpo umano:

Studio in vivo del corpo umano: Introduzione all acquisizione e all elaborazione di alcuni segnali biomedici Studio in vivo del corpo umano: Emissione spontanea di energia da parte del corpo: Elettrocardiogramma (ECG), elettromiogramma(emg),

Dettagli

THIS DOCUMENT WILL GUIDE YOU STEP BY STEP THROUGH THE DONATION PROCESS RELATED TO THE CROWDFUNDING CAMPAIGN MADE BY STANZE AL GENIO S HOUSE MUSEUM.

THIS DOCUMENT WILL GUIDE YOU STEP BY STEP THROUGH THE DONATION PROCESS RELATED TO THE CROWDFUNDING CAMPAIGN MADE BY STANZE AL GENIO S HOUSE MUSEUM. QUESTO DOCUMENTO TI GUIDA PASSO PASSO NELLA PROCEDURA DI DONAZIONE NELL AMBITO DELLA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI PROMOSSA DALLA CASA MUSEO STANZE AL GENIO. THIS DOCUMENT WILL GUIDE YOU STEP BY STEP THROUGH

Dettagli

UNIVERSITÀ DEL SALENTO

UNIVERSITÀ DEL SALENTO UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Dipartimento di Fisica TESI DI LAUREA TRIENNALE ANALISI STATISTICA DEL RUMORE IN MAPPE DTI DELL ENCEFALO RELATORE Dott. Giorgio

Dettagli

18/04/2013. Risonanza Magnetica edispositivi Medici Impiantabili attivi (Pacemaker e ICD): approcci sperimentali per la valutazione dei rischi

18/04/2013. Risonanza Magnetica edispositivi Medici Impiantabili attivi (Pacemaker e ICD): approcci sperimentali per la valutazione dei rischi La Risonanza Magnetica Risonanza Magnetica edispositivi Medici Impiantabili attivi (Pacemaker e ICD): approcci sperimentali per la valutazione dei rischi Giovanni Calcagnini Dip. Tecnologie e Salute Istituto

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

LabMecFit. versione beta. by S.Frasca Dipartimento di Fisica Università Sapienza Roma

LabMecFit. versione beta. by S.Frasca Dipartimento di Fisica Università Sapienza Roma LabMecFit versione beta by S.Frasca Dipartimento di Fisica Università Sapienza Roma LabMecFit è un programma che permette di elaborare i dati prodotti da DataStudio. I dati devono essere salvati da DataStudio

Dettagli

Per il progetto MESA 2015 andremo ad utilizzare Unity3D per la creazione di alcuni exergame da utilizzar ein ambito riabilitativo.

Per il progetto MESA 2015 andremo ad utilizzare Unity3D per la creazione di alcuni exergame da utilizzar ein ambito riabilitativo. STATE MACHINE Per il progetto MESA 2015 andremo ad utilizzare Unity3D per la creazione di alcuni exergame da utilizzar ein ambito riabilitativo. Per poter gestire in modo efficiente lo sviluppo di vari

Dettagli

M257SC. Scanner per lastre Scanner for slabs

M257SC. Scanner per lastre Scanner for slabs M257SC Scanner per lastre Scanner for slabs M257SC Scanner per lastre utilizzato per la creazione di foto digitali a colori ad alta defi nizione e per il rilevamento dei dati dimensionali. Per ogni lastra

Dettagli

why? what? when? where? who?

why? what? when? where? who? why? l azienda overview l innovazione innovation WeAGoo è un azienda italiana specializzata nella raccolta di informazioni turistiche brevi ed essenziali a carattere storico, artistico, culturale, naturalistico

Dettagli

Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems

Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems Guide line for projects and managmenet of the geologic monitoring systems Dr. Geologo Luca Dei Cas Dirigente U.O. Centro Monitoraggio Geologico di ARPA Lombardia The Geologic Monitoring Center (CMG) started

Dettagli

ITALTRONIC SUPPORT XT SUPPORT XT

ITALTRONIC SUPPORT XT SUPPORT XT SUPPORT XT 289 CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 60715 Materiale Blend (PC/ABS) autoestinguente GENERAL FEATURES Standard EN 60715 Material self-extinguishing Blend (PC/ABS) Supporti modulari per schede

Dettagli

Le sequenze di impulsi

Le sequenze di impulsi Principi fisici- applicazioni cliniche e sicurezza in RM 3-6 APRILE, 2001 Villa Olmo - Como Le sequenze di impulsi Renzo Campanella Dipartimento di Fisica - Università di Perugia La madre di tutte le sequenze

Dettagli

HARDTOP MINI HARDTOP BUSINESS CARD PAD

HARDTOP MINI HARDTOP BUSINESS CARD PAD HARDTOP Il consolidato incontro qualità/prezzo Stampato in quadricromia offset sotto la superficie in plastica antistatica ruvida con base in gomma sintetica spessore 2 o 4 mm. Formati standard: cm 23

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT Si prega il medico di famiglia di rispondere con accuratezza ad ogni singola domanda The Medical Attendant is requested to take particular

Dettagli

Strategies for young learners

Strategies for young learners EUROPEAN CLIL PROJECTS CLIl Web 2.0--Indicazioni Strategies for young learners ramponesilvana1@gmail.com S.Rampone(IT) DD Pinerolo IV Circolo ramponesilvana1@gmail.com Indicazioni Nazionali O competenza

Dettagli

Abstract Women Collection

Abstract Women Collection Abstract collection Head: J 271 Mod.: 3919 Body Col.: 287 Glossy White 2 Head: J 269 Body Col.: Glossy Black Mod.: 3965 3 Head: J 250 Mod.: 3966 Body Col.: 287 Glossy White 4 Head: J 248 Body Col.: 287

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof. Pietro Terrosi Vagnoli ARGOMENTO TRATTATO LA RISONANZA

Dettagli

Posta elettronica per gli studenti Email for the students

Posta elettronica per gli studenti Email for the students http://www.uninettunouniverstiy.net Posta elettronica per gli studenti Email for the students Ver. 1.0 Ultimo aggiornamento (last update): 10/09/2008 13.47 Informazioni sul Documento / Information on the

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making)

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making) consenso informato (informed consent) scelta informata (informed choice) processo decisionale condiviso (shared-decision making) Schloendorff. v. Society of NY Hospital 105 NE 92 (NY 1914) Every human

Dettagli

Examples of chemical equivalence

Examples of chemical equivalence hemical equivalence Two spins are chemically equivalent if: There is a symmetry operation that exchange their positions, or There is a dynamic process between two or more energetically equivalent conformations

Dettagli

WITTUR SPA LIST OF POSSIBLE CONFIGURATIONS FOR REFURBISHMENTS ELENCO DELLE CONFIGURAZIONI DISPONIBILI PER LE MODERNIZZAZIONI / / / / / / / / / / / / /

WITTUR SPA LIST OF POSSIBLE CONFIGURATIONS FOR REFURBISHMENTS ELENCO DELLE CONFIGURAZIONI DISPONIBILI PER LE MODERNIZZAZIONI / / / / / / / / / / / / / LIST OF POSSIBLE CONFIGURATIONS FOR REFURBISHMENTS ELENCO DELLE CONFIGURAZIONI DISPONIBILI PER LE MODERNIZZAZIONI Landing entrances replaceable parts Porte di piano parti sostituibili Car doors replaceable

Dettagli

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC Cambiare il testo in rosso con i vostri estremi Esempi di lettere in Inglese per la restituzione o trattenuta di acconti. Restituzione Acconto, nessun danno all immobile: Vostro Indirizzo: Data

Dettagli

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web.

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web. Corso di Ontologie e Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie Prof. Alfio Ferrara, Prof. Stefano Montanelli Definizioni di Semantic Web Rilievi critici Un esempio Tecnologie e linguaggi

Dettagli

Definizione di segnale

Definizione di segnale Signal detection Laura Sottosanti Ugo Moretti Definizione di segnale Information that arises from one or multiple sources (including observations and experiments), which suggests a new potentially causal

Dettagli

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL INDICE TABLE OF CONTENTS 1. Introduzione... pag. 3 1. Introduction... pag. 3 2. Requisiti di sistema... pag. 3 1. System requirements... pag. 3 3. Installazione...

Dettagli

UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA

UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Tesi di Laurea Analisi statistica di propagazione di campo elettromagnetico in ambiente urbano. Relatori:

Dettagli

Tecnica dello studio Body in R.M.N.

Tecnica dello studio Body in R.M.N. Tecnica dello studio Body in R.M.N. Collo in R.M.N. Utilizzo della bobina neurovascular. Centraggio sulla cartilagine tiroidea. Viene invitato il Pz. a deglutire il meno possibile al fine di evitare artefatti

Dettagli

Facoltà di Medicina e Chirurgia

Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia TESI DI LAUREA Risonanza Magnetica a 7 Tesla: stato dell arte e prospettive CANDIDATO Gabriele Gangarossa RELATORE

Dettagli

GREENOVA AB - Nedre Humlebacken 24-791 44 Falun, Falun (Sweden)

GREENOVA AB - Nedre Humlebacken 24-791 44 Falun, Falun (Sweden) GREENOVA AB - Nedre Humlebacken 24-791 44 Falun, Falun (Sweden) Partita IVA n SE556789377001 - Organisations n 556789-3770 Banca d'appoggio: Skandinaviska Enskilda Banken IBAN: SE6350000000054061026399

Dettagli

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page.

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page. This release introduces some new features: -TUNE PITCH -FREE SPACE -TUNER -DRUMKIT EDITOR From the PARAM MIDI page, it is possible to modify the "TUNE PITCH" parameter, which allows you to tune up the

Dettagli

Fusione di immagini PET, CT, MR: dalla clinica alle applicazioni avanzate. Dott. Roberto Sghedoni Dott.ssa Federica Fioroni Servizio di Fisica Medica

Fusione di immagini PET, CT, MR: dalla clinica alle applicazioni avanzate. Dott. Roberto Sghedoni Dott.ssa Federica Fioroni Servizio di Fisica Medica Fusione di immagini PET, CT, MR: dalla clinica alle applicazioni avanzate Dott. Roberto Sghedoni Dott.ssa Federica Fioroni Servizio di Fisica Medica L evoluzione tecnologica ha reso disponibili numerose

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

UNIVERSITY OF CAMBRIDGE INTERNATIONAL EXAMINATIONS Cambridge International Level 3 Pre-U Certificate Principal Subject

UNIVERSITY OF CAMBRIDGE INTERNATIONAL EXAMINATIONS Cambridge International Level 3 Pre-U Certificate Principal Subject UNIVERSITY OF CAMBRIDGE INTERNATIONAL EXAMINATIONS Cambridge International Level 3 Pre-U Certificate Principal Subject *4627338292* ITALIAN 9783/03 Paper 3 Writing and Usage May/June 2012 2 hours 15 minutes

Dettagli

HTA e screening. Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia

HTA e screening. Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia HTA e screening Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia L Aquila 20 Giugno 2012 Perchè? Obiettivi di un Sistema Sanitario Dare una risposta alle aspettative dei cittadini fornendo servizi di altà qualità

Dettagli

Attuatore a relè Manuale di istruzioni

Attuatore a relè Manuale di istruzioni Attuatore a relè Manuale di istruzioni www.ecodhome.com 1 Sommario 3 Introduzione 4 Descrizione e specifiche prodotto 5 Installazione 6 Funzionamento 6 Garanzia 2 Introduzione SmartDHOME vi ringrazia per

Dettagli

SOMMARIO GENERALITÀ 3 AGGIORNAMENTO FIRMWARE 4 PROGRAMMAZIONE DEL MICROPROCESSORE 7 AGGIORNAMENTO MULTICOM 302 / 352 4 AGGIORNAMENTO MULTI I/O 5

SOMMARIO GENERALITÀ 3 AGGIORNAMENTO FIRMWARE 4 PROGRAMMAZIONE DEL MICROPROCESSORE 7 AGGIORNAMENTO MULTICOM 302 / 352 4 AGGIORNAMENTO MULTI I/O 5 MultiCOM - Mult lti I/O - Remote Panel - Istruzioni aggiornamento firmware - - Firmware upgrade instructions - SOMMARIO GENERALITÀ 3 AGGIORNAMENTO FIRMWARE 4 AGGIORNAMENTO MULTICOM 301 / 351 4 AGGIORNAMENTO

Dettagli

Spin Applicazioni Magnetiche S.r.l. Programmi di calcolo per la simulazione elettromeccanica, termica e meccatronica

Spin Applicazioni Magnetiche S.r.l. Programmi di calcolo per la simulazione elettromeccanica, termica e meccatronica Spin Applicazioni Magnetiche S.r.l. Programmi di calcolo per la simulazione elettromeccanica, termica e meccatronica -Applicazioni multifisiche - 1 Sommario PORTUNUS & Simulink hardware e struttura di

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZIONE DEL FILE DI E-POSTER INSTRUCTIONS HOW TO EDIT YOUR ELECTRONIC POSTER FILE

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZIONE DEL FILE DI E-POSTER INSTRUCTIONS HOW TO EDIT YOUR ELECTRONIC POSTER FILE ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZIONE DEL FILE DI E-POSTER INSTRUCTIONS HOW TO EDIT YOUR ELECTRONIC POSTER FILE E-POSTER AD ORIENTAMENTO ORIZZONTALE ITA 2 Realizzazione del file PDF Funzioni Opzionali Realizzazione

Dettagli

Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla clinica

Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla clinica Corso postcongressuale XV congresso SIGU Come refertare e comunicare varianti genomiche Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli