CRUSCOTTO REGIONALE INDICATORI PER L AUTOVALUTAZIONE CON IL MODELLO CAF

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRUSCOTTO REGIONALE INDICATORI PER L AUTOVALUTAZIONE CON IL MODELLO CAF"

Transcript

1 CRUSCOTTO REGIONALE INDICATORI PER L AUTOVALUTAZIONE CON IL MODELLO CAF (vademecum elaborato dal gruppo tecnico regionale: Dirigenti Scolastici Niccoletta Cipolli, Franca Da Re, Nicola Marchetti, Catterina Pasqualin, Docenti Paola Marconi, Brunilde Pozzan, Paolo Scapinello, Mariarita Ventura) Si prevede che la compilazione venga effettuata da ogni istituzione scolastica per ogni ordine e grado presente in essa. I tempi sono indicativi e vanno adattati sia in base al contesto sia in funzione della pratica del riesame all interno dell istituzione scolastica. In prima battuta si prevede una fase di sperimentazione, in seguito alla quale validare lo strumento costruito, anche attraverso focus group di scuole che lo hanno adottato. DATI GENERALI DELL ISTITUTO SCOLASTICO 1. n sedi 2. n docenti (effettivamente in servizio) di cui n docenti con orario non completo (spezzoni, part-time, ) 3. % docenti a tempo determinato su totale docenti effettivamente in servizio 4. n personale ATA (effettivamente in servizio) 5. % ATA a tempo determinato su totale ATA effettivamente in servizio 6. Anzianità media di servizio dei docenti 7. Anzianità media di servizio del personale ATA 8. n alunni iscritti 9. % studenti con disabilità 10. % studenti di cittadinanza non italiana 11. % studenti in ritardo in ingresso su totale studenti in ingresso (solo per scuola secondaria 2 grado) 12. n classi 13. n medio allievi per classe

2 CRITERIO INDICATORE Tempi Strumenti - Risorse 6.1 Risultati della misurazione del grado di soddisfazione dei cittadini/clienti 1.Livello di soddisfazione studenti aprile Esempi centro risorse regionale 2.Livello di soddisfazione genitori aprile Esempi centro risorse regionale 6.2 Indicatori di misurazione dell'orientamento ai cittadini/clienti 1.% di studenti provenienti da un altro bacino d utenza Giugno Segreteria didattica 2.n ore medie settimanali di attività extracurricolari erogate agli studenti Docente FS o responsabile di progetto n. totale di ore erogate % studenti coinvolti in attività extracurricolari Docente FS o responsabile di progetto 4. n. iniziative promosse e organizzate dalle rappresentanze studentesche (solo per scuola secondaria 2 grado) Comitato studentesco 5.n ore di recupero / n classi (solo per scuola secondaria 1 e 2 grado) Docente FS o

3 6.% studenti che partecipano ad attività di recupero e sostegno su n studenti in difficoltà (solo per scuola secondaria 1 e 2 grado) studenti in difficoltà = studenti con almeno 2 insufficienze Docente FS o 7. n ore medie settimanali di potenziamento n. totale di ore erogate 33 Docente FS o Potenziamento = ogni attività che mira ad un accrescimento della formazione della persona 8. % studenti che partecipano alle attività di potenziamento Docente FS o 9.N reclami presi in carico N. reclami = n. di segnalazioni formalmente registrate DS o Responsabile Qualità 10.% partecipazione delle famiglie incontri scuola/famiglia Incontri scuola/famiglia = tutti gli incontri che vedono la partecipazione della componente famiglia n. totale partecipazioni _ delle _ famiglie alle riunioni _ pianificate * 100 n. totale famiglie n. riunioni * contare ogni famiglia per un numero pari alle partecipazioni Considerare l indicatore per i vari ambiti: OO.CC. (solo rappresentanti); incontri tematici e seminari; assemblee di classe, incontri individuali, iniziative in corrispondenza di attività del POF (in quest ultimo caso considerare come n. totale solo le famiglie destinatarie) Staff di direzione e Segreteria didattica

4 11. n. iniziative promosse e organizzate dal Comitato Genitori Comitato genitori 7.1 Risultati della misurazione del grado di soddisfazione e motivazione del personale 7. 2 Indicatori dei risultati relativi al personale 12. n ore settimanali di apertura al pubblico della Segreteria DSGA 1.Livello di soddisfazione dei docenti aprile Esempi centro risorse regionale 2.Livello di soddisfazione del personale ATA aprile Esempi centro risorse regionale 1.% docenti in servizio nella scuola da un n di anni >3 Giugno Ufficio Personale 2.% ATA in servizio nella scuola da un n di anni >3 Giugno Ufficio Personale 3.N medio assenze docenti (eccetto ferie, mandati amministrativi, maternità, gravi patologie) n.assenze docenti / n. docenti effettivamente in servizio 4.N medio assenze ATA (eccetto ferie, mandati amministrativi, maternità, gravi patologie) n.assenze ATA / n. ATA effettivamente in servizio Ufficio Personale Ufficio Personale 5.% personale che partecipa a gruppi di lavoro o commissioni FS POF

5 6.% personale con incarichi di leadership (coordinamento di altri colleghi o progetti) (n. soggetti con incarichi di leadership) / (n. totale docenti in servizio) Dirigente scolastico, collaboratori del Dirigente scolastico, fiduciari/coordinatori di plesso, coordinatori di classe, coordinatori dipartimento, funzioni strumentali, responsabili di commissione, di progetto, di gruppi di lavoro (inseriti nel POF), Coordinatore del Comitato Didattico Scientifico, DSGA, coordinatori Personale ATA (dove esistono), Responsabile interno della sicurezza, Responsabile dell autovalutazione d Istituto, Responsabile della Qualità (per le scuole certificate o là dove esiste) e Rappresentante della direzione (per le scuole certificate o là dove esiste). 7.% personale interno (appartenente all'istituto) sul totale di personale coinvolto in attività aggiuntive di insegnamento e/o di arricchimento dell'offerta formativa Ufficio Personale Segreteria o FS POF 8.N di encomi formalizzati da parte del DS DS 9.% docenti coinvolti nell'aggiornamento previsto dal PAF dell'istituto Ufficio Personale o FS 10.N ore medie di aggiornamento dei docenti (coerenti con il POF) Ufficio Personale o FS 8.1 Risultati della percezione degli stakeholder sulle performance 11.% docenti coinvolti in attività di aggiornamento (coerenti con il Ufficio Personale o FS POF) 12.N ore medie di aggiornamento ATA (coerenti con la funzione Ufficio Personale o FS svolta) 13.% ATA coinvolti in attività di aggiornamento (coerenti con la Ufficio Personale o FS funzione svolta) 14. % personale che chiede trasferimento volontario giugno Ufficio Personale 1.Livello di soddisfazione dei portatori di interesse aprile Esempi centro risorse regionale 2.% partecipazione genitori alle elezioni dei rappresentanti di classe giugno 3.n iniziative organizzate con il coinvolgimento diretto dei genitori Fine a.s. DS e

6 sociali 4.n lettere di apprezzamento/ringraziamento dall esterno verso la scuola Fine a.s. DS 5.n presenze dei rappresentanti del territorio in occasioni in cui ne è previsto il coinvolgimento Fine a.s. DS 8.2 Indicatori della performance sociale dell'istituzione scolastica 6.n presenze dei rappresentanti del territorio a iniziative pubbliche organizzate dalla scuola 1.N ore annuali di apertura scuola all esterno (uso degli spazi scolastici da parte del territorio o per attività rivolte ad esso) Esempi: - scuola aperta, centri pomeridiani, attività culturali e sportive anche gestite da terzi; - corsi di informatica, lingua straniera ecc. rivolti alla cittadinanza ecc. Fine a.s. Fine a.s. DS Staff di direzione, 2.N di riconoscimenti e premi ricevuti Esempi: - attestazioni di stima da parte di Amministratori, associazioni, cittadini - premi ottenuti alla partecipazione a concorsi, gare, ecc. - premi ottenuti per la gestione dell organizzazione Raccolti sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo Staff di direzione, 3.N articoli sulla stampa e servizi televisivi riguardanti l Istituto (positivi) Raccolti sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo

7 4.N rapporti di partnership formalizzati con convenzioni, accordi di programma, contratti, ecc. attivi nell'anno in corso 5.N di interventi a seminari attinenti la scuola, richiesti al personale della scuola 6.N. di iniziative di volontariato e solidarietà Esempi iniziative progettate e realizzate dalla scuola: (esempio - adozioni a distanza; - corrispondenze, - mostre, raccolte fondi, opuscoli, ecc. - iniziative di supporto a organizzazioni umanitarie - iniziative dirette di volontariato rivolte a persone o in associazioni iniziative di cui sopra organizzate da altri, a cui la scuola partecipa Raccolti sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo; Raccolti documentati nelle sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo Raccolti sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo; documentati nelle attività del POF DS e DSGA Ufficio personale Staff di direzione

8 7. N. iniziative per la difesa salute e ambiente realizzate dalla scuola Esempi: - iniziative didattico-educative di educazione alla salute, alimentare, ambientale. - iniziative di miglioramento, abbellimento, pulizia dell ambiente scolastico - raccolta differenziata all interno della scuola - mostre, raccolte fondi, opuscoli, ecc. - iniziative di supporto a organizzazioni ecologiste, animaliste e di promozione della salute - adozioni di monumenti, siti naturali, rifugi per animali, ecc. - iniziative di informazione alla cittadinanza su temi della salute e dell ambiente a seguito di attività di ricerca e studio Raccolti sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo; documentati nelle attività del POF Staff di direzione 8. N. iniziative per il consumo consapevole realizzate dalla scuola Esempi - iniziative didattico-educative di educazione alla salute, alimentare, ambientale. - iniziative di informazione e di ricerca con gli alunni sulle modalità di scelta dei prodotti - iniziative di informazione alla cittadinanza su temi della salute e dell ambiente a seguito di attività di ricerca e studio - a livello amministrativo: utilizzo di carta riciclata, prodotti eco-certificati, pianificazione con gli enti gestori delle forniture nelle mense Raccolti sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo; documentati nelle attività del POF Staff di direzione 9. n. di iniziative di cui sopra organizzate da altri, a cui la scuola partecipa

9 10. N di iniziative per comportamenti etici Esempi - iniziative didattico educative sulla legalità - partecipazione a iniziative di democrazia partecipata: es. Consigli Comunali dei ragazzi, partecipazione alle sedute dei Consigli Comunali ordinari, ecc. - organizzazione e/o partecipazione ad iniziative per la difesa dei diritti umani, ecc. - iniziative di conoscenza e diffusione della Costituzione.. Raccolti sistematicamente e organizzati al momento del riesame: fine anno scolastico o inizio del nuovo; documentati nelle attività del POF Staff di direzione 9.1 Risultati esterni: output e outcome rispetto agli obiettivi 1. Raccolta di dati relativi a prove strutturate di apprendimento di Istituto, di rete, nazionali (prove INVALSI, Esami di Stato) (Gli istituti scolastici provvedono a raccogliere e a valutare al proprio interno i dati relativi agli esiti di prove strutturate cui hanno partecipato gli alunni dell istituto) Durante l anno scolastico Referente per la valutazione/ autovalutazione 2.% ex-studenti (diplomati tre anni prima) occupati su totale diplomati dell'anno di riferimento che hanno scelto di non proseguire gli studi (solo per scuola secondaria 2 grado) (Gli istituti scolastici superiori individuano una modalità di indagine sistematica per rilevare i dati). aprile Indagine telefonica o via posta elettronica o tramite terzi (ad es. AlmaDiploma) 3. % ex-studenti (diplomati tre anni prima) occupati impiegati in attività coerenti con il proprio titolo di studio su totale occupati (solo per istituti professionali e tecnici) (Gli istituti scolastici superiori(tecnici e professionali) individuano una modalità di indagine sistematica per rilevare i dati). aprile Indagine telefonica o via posta elettronica o tramite terzi (ad es. AlmaDiploma

10 4.% ex-studenti (diplomati tre anni prima) che hanno regolarmente svolto gli esami universitari su totale diplomati dell'anno di riferimento iscritti all'università (solo per scuola secondaria 2 grado) (Gli istituti scolastici superiori individuano una modalità di indagine sistematica per rilevare i dati) aprile Indagine telefonica o via posta elettronica Uffici statistica delle Università 5. % ex-alunni promossi primo anno scuola successiva (solo per scuola primaria e secondaria 1 grado) 6. % di scostamento rispetto al consiglio orientativo (secondaria di I grado) (n. alunni che non hanno seguito il consiglio/n.totale licenziati)x100 settembre a.s. successivo luglio Richiesta scritta agli istituti di iscrizione degli ex-studenti Raccolta dati: Segreteria o funzione strumentale o Responsabile della Qualità A conclusione delle iscrizioni, si può registrare se il consiglio orientativo è stato seguito o meno 7. % ex-alunni che hanno seguito il consiglio orientativo e siano stati promossi nel primo anno scuola successiva (solo per scuola secondaria 1 grado) su totale alunni che hanno seguito il consiglio orientativo Settembre a.s. successivo Richiesta scritta agli istituti di iscrizione degli ex-studenti Raccolta dati: Assistente Amministrativa o funzione strumentale o Responsabile della Qualità

11 8. N medio giorni di assenza degli alunni (solo per scuola 1 ciclo) n giorni di assenza di tutti gli studenti / n. studenti totale 9. N medio ore di assenza degli studenti (solo per scuola secondaria 2 grado) n ore di assenza di tutti gli studenti / n. studenti totale Giugno Giugno Scheda di rilevazione dei dati di scrutinio integrato con il dato delle assenze Raccolta dati: Assistente Amministrativa o funzione strumentale o Responsabile della Qualità Scheda di rilevazione dei dati di scrutinio integrato con il dato delle assenze Raccolta dati: Assistente Amministrativa o funzione strumentale o Responsabile della Qualità 10. % progetti attivati in partnership su totale progetti Giugno/luglio Scheda di monitoraggio progetti Raccolta dati:amministrativo o funzione strumentale o Responsabile della Qualità

12 9.2 Risultati interni N iscrizioni dell'anno in corso, del precedente, di due anni prima Dopo il termine delle iscrizioni, per l anno in corso Tabella raccolta dati in excel da registrare in A settembre, aggiornamento periodico alunni arrivati in corso d anno Rapporto computer a disposizione degli alunni /alunni Rilevazione annuale ad acquisti completati (Gennaio) Tabella raccolta dati per ciascun plesso (responsabile aula informatica); % di utilizzo aule speciali (biblioteca, laboratori scientifici, tecnologici, multimediali, informatici, artistico-espressivi, spazi polivalenti...) rispetto al monteore annuale (n. ore utilizzo totali / (monteore annuale x n. aule considerate))x % di studenti che risponde questionario soddisfazione Rilevazione periodica e raccolta dati complessiva a fine anno scolastico (giugno) Aprile /giugno Tabella orari di utilizzo delle aule Tabella per plesso da aggiornarsi in corso d anno Tabella riassuntiva in excel a cura della Tabella di restituzione dei dati del questionario elaborata dall incaricato della somministrazione

13 5. % di famiglie che risponde questionario soddisfazione Aprile /giugno Tabella di restituzione dei dati del questionario elaborata dall incaricato della somministrazione 6. % di docenti che risponde questionario soddisfazione 7. % di personale ATA che risponde questionario soddisfazione Aprile /giugno Aprile /giugno Tabella di restituzione dei dati del questionario elaborata dall incaricato della somministrazione Tabella di restituzione dei dati del questionario elaborata dall incaricato della somministrazione

14 8. % spese d'investimento su totale spese 9. % spese tecnologie su totale spese di investimento 10. % spese progetti di innovazione didattica su totale spese progetti Nota: per innovazione didattica si intende ciò che è risultato di attività di ricerca e sperimentazione ed ha ricaduta diretta nella pratica didattica 11. % spesa per formazione del personale su totale stanziato 12. % entrate derivanti da partnership e finanziamenti non istituzionali su totale entrate (sono esclusi i contributi annualmente richiesti alle famiglie all'atto dell'iscrizione e le partite di giro) Gennaio/febbraio Gennaio/febbraio Gennaio/febbraio Gennaio/febbraio Gennaio/febbraio Tabella raccolta dati a completamento del Programma Annuale e del conto consuntivo da compilarsi a cura del DSGA Tabella raccolta dati a completamento del Programma Annuale e del conto consuntivo da compilarsi a cura del DSGA Tabella raccolta dati a completamento del Programma Annuale e del conto consuntivo da compilarsi a cura del DSGA e dati raccolti da schede progetto Tabella raccolta dati a completamento del Programma Annuale da compilarsi a cura del DSGA Tabella raccolta dati a completamento del Programma Annuale da compilarsi a cura del DSGA

15 13. % studenti in ritardo nel percorso scolastico (sul totale complessivo degli alunni) (solo per scuola secondaria 2 grado) Giugno A settembre, aggiornamento periodico alunni arrivati in corso d anno Tabella raccolta dati sulle iscrizioni, a cura della 14.% studenti promossi per anno di corso (solo per scuola secondaria 1 e 2 grado) N.B. Questo dato deve essere considerato con lo scorporo degli studenti dell ultimo anno della secondaria ) Giugno/settembre Verbali di scrutinio e Tabella riassuntiva a cura della 15. % alunni a cui si rivolgono programmazioni individualizzate o personalizzate (solo per 1 ciclo) Novembre Tabelle riassuntive da compilarsi a cura dei docenti con i dati dei Verbali del Consiglio di Classe e delle Programmazioni di Modulo Raccolta complessiva dei dati a cura della didattica 16. % promossi agli esami di Stato (solo per scuola secondaria di 1 e 2 grado) Luglio Tabelloni esiti esami Tabella riepilogativa dei dati a cura della 17. % passaggi ad altra scuola o formazione professionale nel biennio iniziale (solo per scuola secondaria 2 grado) Fine a.s. Tabella riepilogativa dei dati a cura della

16 18. % passaggi ad altra scuola o formazione professionale nel triennio finale (solo per scuola secondaria 2 grado) Fine a.s. Tabella riepilogativa dei dati a cura della 19. % passaggi da altra scuola o formazione professionale nel biennio iniziale (solo per scuola secondaria 2 grado) Fine a.s. Tabella riepilogativa dei dati a cura della 20. % passaggi da altra scuola o formazione professionale nel triennio finale (solo per scuola secondaria 2 grado) Fine a.s. Tabella riepilogativa dei dati a cura della 21. % abbandoni nel triennio finale (solo per scuola secondaria 2 grado) Fine a.s. Tabella riepilogativa dei dati a cura della 22. % di nulla osta in uscita durante l anno per motivi scolastici su totale alunni(solo per 1 ciclo) Giugno Tabella riepilogativa dei dati a cura della 23. % alunni in entrata durante l anno (solo per 1 ciclo) Giugno Tabella riepilogativa dei dati a cura della giugno 2009

QUADRO DI RIFERIMENTO TEORICO

QUADRO DI RIFERIMENTO TEORICO Modelli a confronto QUADRO DI RIFERIMENTO TEORICO Modello trentino Modello ripreso: dal CIPP model di Stufflebeam (1971): trae origine da un approccio valutativo caratterizzato da un idea della valutazione

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE secondo il Modello CAF. Questionari di gradimento e Indicatori di risultato

AUTOVALUTAZIONE secondo il Modello CAF. Questionari di gradimento e Indicatori di risultato AUTOVALUTAZIONE secondo il Modello CAF Questionari di gradimento e Indicatori di risultato Cristina Cosci Dirigente scolastico Valutatore EFA (External Feedback Actor) Firenze 22 aprile 2013 QUESTIONARI

Dettagli

Analisi Quaderno di benchmarking

Analisi Quaderno di benchmarking Laboratorio per lo Sviluppo della Qualità nella Scuola IPSS B. Montagna Polo di Vicenza Analisi Quaderno di benchmarking Laboratorio per lo sviluppo della Qualità nella scuola ITSCG "8 MARZO" - Mirano

Dettagli

Laboratorio per lo Sviluppo della Qualità nella Scuola IPSS B. Montagna Polo di Vicenza. Nuovo SIQuS. Polo di Vicenza

Laboratorio per lo Sviluppo della Qualità nella Scuola IPSS B. Montagna Polo di Vicenza. Nuovo SIQuS. Polo di Vicenza Laboratorio per lo Sviluppo della Qualità nella Scuola IPSS B. Montagna Polo di Vicenza Nuovo SIQuS Polo di Vicenza Sistema Informativo per la Qualità nella Scuola Che cos è? E una filosofia ma è anche

Dettagli

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF A cura del GAV 1 Cosa è stato fatto: Il GAV ha : - Somministrato a tutto il personale un questionario per la raccolta di informazioni in merito ai

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DELLE RISORSE UMANE INTERNE GRUPPI DI LAVORO E COMMISSIONI

ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DELLE RISORSE UMANE INTERNE GRUPPI DI LAVORO E COMMISSIONI Organigramma P.O.F. 2011-2012 ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DELLE RISORSE UMANE INTERNE GRUPPI DI LAVORO E COMMISSIONI - Staff direttivo. - Figure strumentali. - Servizio prevenzione e protezione dei rischi.

Dettagli

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO IC SAN SPERATO CARDETO ISTITUTO COMPRENSIVO San Sperato - Cardeto Via Riparo Cannavò, 24-89133 Reggio Calabria Telefono 0965/672052-683088 - 673553 - Fax 0965/673650 COD. MEC. RCIC875006- Cod. Fisc. 92081250802

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO a.s. 2015/2016

PIANO DI MIGLIORAMENTO a.s. 2015/2016 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE ANTONIO PACINOTTI 84018 SCAFATI (SA) TEL 081/8030377 FAX 081/8563843 E.MAIL satf04000d@istruzione.it CF. 80103800639 C.I.SATF04000D PIANO DI MIGLIORAMENTO a.s. 2015/2016 A)Analisi

Dettagli

Funzionigramma d Istituto

Funzionigramma d Istituto Dirigente Scolastico Assicura la gestione unitaria dell istituzione È il rappresentante legale È responsabile della gestione delle risorse finanziare e strumentali e dei risultati del servizio Organizza

Dettagli

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori 1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori La Mission e la Vision dell Istituto sono state definite chiaramente all interno dello staff di presidenza, condivise

Dettagli

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE VINCENZO MANZINI PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2013-2015

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE VINCENZO MANZINI PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2013-2015 ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico Moderno Liceo

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale. Indicazioni operative

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale. Indicazioni operative 1 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale Indicazioni operative Priorità strategiche della valutazione - Riduzione della

Dettagli

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF A cura del GAV Da MARZO Progetto FORMIUR CAF per il Miglioramento delle performance delle Istituzioni scolastiche. Migliora organizzazione COSA FA

Dettagli

Procedura GESTIONE DEL POF

Procedura GESTIONE DEL POF SOMMARIO Pag 1 di 7 1. Scopo... 2 2. Applicabilità... 2 3. Termini e Definizioni... 2 4. Riferimenti... 2 5. Responsabilità ed Aggiornamento... 2 6. Modalità operative... 3 6.1 Individuazione esigenze

Dettagli

SCHEDA PROGETTO A.S. 2014-2015

SCHEDA PROGETTO A.S. 2014-2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Tecnico di Stato per il Turismo Livia Bottardi 00155 Roma - Via Filiberto Petiti, 97 06 22709273

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

Prot.2272/A19 Biancavilla, 30.06.2010

Prot.2272/A19 Biancavilla, 30.06.2010 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana - Regione Siciliana DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO BIANCAVILLA Via dei Mandorli s.n. - 95033 Biancavilla (CT) Tel.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2014 2016

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2014 2016 PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2014 2016 (ai sensi del decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150/2009) FINALITÀ OPERATIVE E CONTESTO FORMATIVO DI RIFERIMENTO Il presente documento ha l intento di

Dettagli

Circolare interna n. 3 Bisceglie, 3 settembre 2013

Circolare interna n. 3 Bisceglie, 3 settembre 2013 Circolare interna n. 3 Bisceglie, 3 settembre 2013 Oggetto: Istanze FF.SS. a.s. 2013/2014 Ai Sigg. Docenti Al sito web All ALBO S E D I di BISCEGLIE E TRANI Si comunica che le istanze, corredate dai curricula,

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

FUNZIONI STRUMENTALI ( 5 ) E COMPITI CONNESSI

FUNZIONI STRUMENTALI ( 5 ) E COMPITI CONNESSI Prot. n.5501 / C24 Salerno, 23.09.2015 ALL.n.2 A TUTTI I DOCENTI IN SERVIZIO p.c. Al DSGA ALL ALBO AGLI ATTI Oggetto : Funzioni Strumentali 2015 / 2016 e termini domanda. Come deliberato dal Collegio dei

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ALLEGATO N. 3 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio SCHEDA DI PRESENTAZIONE PROGETTO Area a rischio e lotta contro l emarginazione scolastica

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto di Istruzione Superiore Leonardo da Vinci - Ripamonti Via Belvedere, 18 22100 Como - Tel. 031 520745 - Fax 031 50719 Piano annuale delle

Dettagli

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati)

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) 1) Pensi alla sua istituzione scolastica, comprensiva delle diverse sedi e dei diversi gradi di scuola. Quanto è d accordo con le seguenti affermazioni?

Dettagli

L'IS si impegna nella creazione e/o prosecuzione di rapporti con enti, istituzioni che operano nel sociale, nel volontariato e nell istruzione

L'IS si impegna nella creazione e/o prosecuzione di rapporti con enti, istituzioni che operano nel sociale, nel volontariato e nell istruzione REPORT DI SINTESI DELL'AUTOVALUTAZIONE RELATIVO AI PUNTI DI FORZA E ALLE AREE DA MIGLIORARE DEI FATTORI ABILITANTI E DEI RISULTATI per individuare 3 azioni di miglioramento significative per l'is da mettere

Dettagli

Area POTENZIAMENTO Scientifico

Area POTENZIAMENTO Scientifico Area POTENZIAMENTO Scientifico ALLEGATO 5c Necessità di miglioramento Il potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche, teso sia all individuazione di percorsi funzionali alla premialità

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE INTRODUZIONE Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. Lo schema proposto di seguito è stato sviluppato nell ambito del progetto Miglioramento delle performance

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA CORSI DI RECUPERO

ISTRUZIONE OPERATIVA CORSI DI RECUPERO Pag 1 di 7 1. SCOPO Scopo di questa IO è descrivere le modalità, i tempi e le responsabilità nell erogazione delle attività di recupero che vede l Istituto in relazione sia con le famiglie che con gli

Dettagli

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A 55 risposte su 70 email inviate. 78 % Contesto e Risorse La struttura dell'edificio è considerata in modo positivo 98,1 % dei docenti. I laboratori sono adeguatamente attrezzati per il 66 % dei docenti.

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Allegato all Atto d indirizzo al Collegio dei docenti per la predisposizione del Piano Triennale dell Offerta Formativa.

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

04 15/01/14 Inserimento cartella personale 03 15/10/13 Cambio intestazione 02 2/05/09 III edizione

04 15/01/14 Inserimento cartella personale 03 15/10/13 Cambio intestazione 02 2/05/09 III edizione I.S. PRU04 Pag. 1 di 9 Procedura GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RIFERIMENTI 4. RESPONSABILITA 5. MODALITA OPERATIVE 6. MODULISTICA APPLICABILE REV. DATA MOTIVAZIONE

Dettagli

Griglia semi-strutturata per l intervista ai dirigenti scolastici

Griglia semi-strutturata per l intervista ai dirigenti scolastici Griglia semi-strutturata per l intervista ai dirigenti scolastici Lo strumento è stato costruito con riferimento al modello CIPP (Contesto - Input - Processi Prodotti). Nell ambito delle singole aree sono

Dettagli

PROCEDURA PIANIFICAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA (POF) E DI PROGETTAZIONE

PROCEDURA PIANIFICAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA (POF) E DI PROGETTAZIONE PROCEDURA E DI PROGETTAZIONE Pag. 1/13 LISTA DELLE REVISIONI REV/ED DATA REDATTO VERIFICATO APPROVATO 0/000 16-02-04 01 01.10.09 Pag. 2/13 Indice della Procedura 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 3

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE (art. 10, comma 1, lettera a, del D.Leg.vo n. 150/2009)

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE (art. 10, comma 1, lettera a, del D.Leg.vo n. 150/2009) ISTITUTO COMPRENSIVO di CIVIDALE DEL FRIULI Via Udine 15/2 33043 Provincia di Udine C.F.: 94127320300 codice meccan.: UDIC851001 e-mail: udic851001@istruzione.it - pec: udic851001@pec.istruzione.it TEL/FAX

Dettagli

INDICE 1.SCOPO 2.CAMPO DI APPLICAZIONE 3.RESPONSABILITÀ 4.DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5.INDICATORI DI PROCESSO 6.RIFERIMENTI 7.

INDICE 1.SCOPO 2.CAMPO DI APPLICAZIONE 3.RESPONSABILITÀ 4.DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5.INDICATORI DI PROCESSO 6.RIFERIMENTI 7. www.iacpignataromaggiore.it Proc.09 Stesura del POF INDICE 1.SCOPO 2.CAMPO DI APPLICAZIONE 3.RESPONSABILITÀ 4.DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5.INDICATORI DI PROCESSO 6.RIFERIMENTI 7.ARCHIVIAZIONI SCOPO Questa

Dettagli

SUCCESSO SCOLASTICO, COMPETENZE DI BASE, EQUITA DEGLI ESITI

SUCCESSO SCOLASTICO, COMPETENZE DI BASE, EQUITA DEGLI ESITI PROGETTO READY TO GO SUCCESSO SCOLASTICO, COMPETENZE DI BASE, EQUITA DEGLI ESITI DESCRIZIONE Il progetto ha come obiettivo quello di accrescere le competenze di base, il recupero degli alunni con carenze

Dettagli

Piano di Miglioramento Rivalutiamoci

Piano di Miglioramento Rivalutiamoci Unione Europea Fondo Sociale Europeo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Distretto Scolastico N 15 Istituto Comprensivo III V.Negroni

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO CAVA DE TIRRENI Via A. Salsano - CAVA DE TIRRENI 84013 (SA)

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO CAVA DE TIRRENI Via A. Salsano - CAVA DE TIRRENI 84013 (SA) Ministero dell Istruzione, dell Università, della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO CAVA DE TIRRENI Via A. Salsano - CAVA DE TIRRENI 84013 (SA) Scuola partecipante Progetti Europei Autonomia

Dettagli

FUNZIONE STRUMENTALE AL POF: AREA 1 - GESTIONE 1-2 -3 a.s. 2013/2014

FUNZIONE STRUMENTALE AL POF: AREA 1 - GESTIONE 1-2 -3 a.s. 2013/2014 Relazione finale FUNZIONE STRUMENTALE AL POF: AREA 1 - GESTIONE 1-2 -3 a.s. 2013/2014 OGNI ESSERE UMANO E COME UN SEME: AL DI LA DEI SUOI COMPORTAMENTI, RACCHIUDE QUALITA INNUMEREVOLI CHE RICHIEDONO UN

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO DI ISTITUTO TECNICO E PROFESSIONALE AGRARIO - FIRENZE... RESPONSABILE: Prof.ssa Angela Baldini

PIANO DI MIGLIORAMENTO DI ISTITUTO TECNICO E PROFESSIONALE AGRARIO - FIRENZE... RESPONSABILE: Prof.ssa Angela Baldini PIANO DI MIGLIORAMENTO DI ISTITUTO TECNICO E PROFESSIONALE AGRARIO - FIRENZE... RESPONSABILE: Prof.ssa Angela Baldini PRIMA SEZIONE Il periodo dedicato all auto-valutazione ha visto impegnato il gruppo

Dettagli

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità)

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità) PREMESSA La presente Carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art. 149 del Trattato dell Unione Europea e costituisce un documento di

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. a.s. 2014-2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. a.s. 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 8 CIRCOLO «S. PIO X» V. Mastelloni 71100 Foggia Tel. 0881633507 Fax 0881687789 Codice Mecc. FGEE00800R C.F. 80033900715 E-mail: FGEE00800R@istruzione.it Sito: www.scuolasanpiox.it

Dettagli

Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti"

Istituto Tecnico Turistico Statale Andrea Gritti Carta dei Servizi A.S. 2004 / 2005 Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti" Via Muratori, 7 - Mestre (VE) Tel. 041/5350505 E-mail: segreteria@istitutogritti.it http://www.istitutogritti.it CARTA

Dettagli

SCHEDA PROGETTO A.S. 2014-2015

SCHEDA PROGETTO A.S. 2014-2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Tecnico di Stato per il Turismo Livia Bottardi 00155 Roma - Via Filiberto Petiti, 97 06 22709273

Dettagli

Liceo Scientifico G. Spezia

Liceo Scientifico G. Spezia Liceo Scientifico G. Spezia LICEO SCIENTIFICO - LICEO LINGUISTICO - LICEO CLASSICO via Menotti 5/7-28845 Domodossola (VB) - Tel 0324 44740 - Fax 0324 480436 Relazione sulla visita Data audit: 4/04/2011

Dettagli

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015.

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015. Prot. N 4024/C23 Ariano Irpino 26/08/2015 A tutti i docenti dell IISS Ruggero II Loro sedi Per quanto di competenza alla DSGA Al personale ATA Al sito internet dell Istituto OGGETTO : Comunicato impegni

Dettagli

DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE. Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione. Documenti / evidenze

DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE. Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione. Documenti / evidenze DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione Il collegio dei docenti del I Circolo di Termini Imerese ha deliberato di autovalutarsi secondo

Dettagli

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali AREA 1: Gestione del piano dell Offerta Formativa e delle azioni di Autovalutazione* Coordinamento, monitoraggio e valutazione delle attività del POF Coordina la stesura, la gestione, l aggiornamento,

Dettagli

Rapporto Autovalutazione I.I.S. P. LEVI. Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola -TOIS04300D

Rapporto Autovalutazione I.I.S. P. LEVI. Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola -TOIS04300D Rapporto Autovalutazione I.I.S. P. LEVI Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola -TOIS04300D 1. Contesto e risorse 1.1 Popolazione scolastica 1.2 Territorio e capitale sociale 1.3 Risorse economiche

Dettagli

IPS S. D Acquisto Bagheria

IPS S. D Acquisto Bagheria IPS S. D Acquisto Bagheria Anno scolastico 2015 2016 PIANO DELLE ATTIVITÀ COLLEGIALI DEI DOCENTI CON RELATIVI IMPEGNI AL PERSONALE DOCENTE AGLI ALUNNI E LORO GENITORI AL DSGA INIZIO ANNO SCOLASTICO CLASSI

Dettagli

Rapporto DI AUTOVALUTAZIONE

Rapporto DI AUTOVALUTAZIONE Rapporto DI AUTOVALUTAZIONE Amministrazione/Ufficio Istituto Professionale di Stato Milani - Meda Approvato in data 10 settembre 2013 dal Dirigente scolastico Prof.ssa Claudia Crippa 1 Criterio 1: Leadership

Dettagli

a.s. 2015/ 2016 FUNZIONE STRUMENTALE AREA 3:

a.s. 2015/ 2016 FUNZIONE STRUMENTALE AREA 3: a.s. 2015/ 2016 AREA 3: RESPONSABILE E COORDINATORE DELLE ATTIVITA DI ACCOGLIENZA E DI INTEGRAZIONE DI ALLIEVI DIVERSAMENTE ABILI E CON DIFFICOLTA SPECIFICA DI APPRENDIMENTO (DSA) NOMINATIVO DEL RESPONSABILE

Dettagli

Formazione docenti/ autovalutazione

Formazione docenti/ autovalutazione Formazione docenti/ autovalutazione Il nostro istituto è chiamato a valutare la significatività Il significato da attribuire al processo di autovalutazione è di migliorare la qualità del servizio come

Dettagli

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015 8 CIRCOLO DIDATTICO "A. ROSMINI" Corso Italia, 7-76123 ANDRIA C.F. 90000300724 Tel 0883/246459 - Fax 0883/292770 email: baee05600t@istruzione.it Sito web: www.circolodidatticorosmini.gov.it pec baee05600t@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Scolastico: Relazione conclusiva Autovalutazione. IIS Caterina da Siena. Viale Lombardia, 89 20131, Milano. Data: 13-6-2014.

Istituto Scolastico: Relazione conclusiva Autovalutazione. IIS Caterina da Siena. Viale Lombardia, 89 20131, Milano. Data: 13-6-2014. Istituto Scolastico: IIS Caterina da Siena Viale Lombardia, 89 20131, Milano Relazione conclusiva Autovalutazione Data: 13-6-2014 Pagina 1 di 16 CRITERIO 1 LEADERSHIP 1.1. Orientare l istituzione attraverso

Dettagli

Questionario scuola statali 2 ciclo di istruzione

Questionario scuola statali 2 ciclo di istruzione Questionario scuola statali 2 ciclo di istruzione Denominazione Scuola I.S. "LORENZO MOSSA" Data invio 27/02/2015 08:11:37 Codice Meccanografico ORIS00600Q URL di riferimento http://ext.pubblica.istruzione.it/invalsi/index.php/571168

Dettagli

1.1. Orientare l organizzazione, attraverso lo sviluppo di una missione, una visione e dei valori

1.1. Orientare l organizzazione, attraverso lo sviluppo di una missione, una visione e dei valori ESEMPI RAV Criterio 1: Leadership 1.1. Orientare l organizzazione, attraverso lo sviluppo di una missione, una visione e dei valori Mission e vision dell Istituto trovano una formulazione esplicita nel

Dettagli

Scuola S.PIO X Foggia

Scuola S.PIO X Foggia PIANO DI MIGLIORAMENTO Scuola S.PIO X Foggia a.s. 2014-2015 RESPONSABILE del Piano: Giovanna Caserta Composizione del gruppo che segue la progettazione del PdM: Nome e Cognome Ruolo nell organizzazione

Dettagli

+ Il Questionario Scuola

+ Il Questionario Scuola Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale + Il Questionario Scuola Il format delle sperimentazioni VM e VALES 1 + Il Questionario

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

IIS De Filippis Galdi Polo Umanistico Cava de Tirreni Liceo Classico Linguistico Musicale delle Scienze Umane Economico Sociale

IIS De Filippis Galdi Polo Umanistico Cava de Tirreni Liceo Classico Linguistico Musicale delle Scienze Umane Economico Sociale IIS De Filippis Galdi Polo Umanistico Cava de Tirreni Liceo Classico Linguistico Musicale delle Scienze Umane Economico Sociale Funzionigramma Incarichi 1 Profilo delle funzioni strumentali Compiti comuni

Dettagli

Oggetto: Convocazione Collegio dei Docenti Unitario n.1 e n.2 Settembre 2015

Oggetto: Convocazione Collegio dei Docenti Unitario n.1 e n.2 Settembre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORBOLO Via Garibaldi,29 43058 SORBOLO (PR) Tel 0521/697705 Fax 0521/698179 e-mail: pric81400t@istruzione.it pric81400t@pec.istruzione.it http://icsorbolomezzan.scuolaer.it codice

Dettagli

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO SOMMINISTRATO ALLE FAMIGLIE. risposte non totale totale schede 1 Il ruolo del tutor 27 74 68 19 169 188 2

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO SOMMINISTRATO ALLE FAMIGLIE. risposte non totale totale schede 1 Il ruolo del tutor 27 74 68 19 169 188 2 ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO SOMMINISTRATO ALLE FAMIGLIE A) La comunicazione con le famiglie Insufficiente Sufficiente Buono risposte non totale date risposte totale schede 1 Il ruolo del tutor 27 74

Dettagli

Pianificazione ed erogazione delle attività educative e didattiche

Pianificazione ed erogazione delle attività educative e didattiche Pag. 1 di 17 SOMMARIO Pag. 1. Scopo e campo di applicazione 2 2. Applicabilità 2 3. Riferimenti 2 4. Termini e definizioni 2 5. Modalità operative 3 5.1 Generalità 3 6 - Documentazione 16 7 - Indicatori

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO RESPONSABILE DEL PIANO La Dirigente scolastica Grassi Grazia RIELABORAZIONE DEL PIANO Dall Osso Silvia

Dettagli

Il Piano di Miglioramento (PdM) del LEONARDO DA VINCI NISCEMI

Il Piano di Miglioramento (PdM) del LEONARDO DA VINCI NISCEMI ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE "LEONARDO DA VINCI" - NISCEMI Cod. Mecc. CLIS002004 C.F.: 82002400859 Via Carlo Alberto Dalla Chiesa s.n. - Tel. 953082 Fax 0933-955873 - e-mail: clis002004@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro RAV Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro fotografia); individuazione dei punti di forza e di

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Istituzione Scolastica Nome Codice meccanografico ISTITUTO COMPRENSIVO "ED. DE AMICIS" CTIC84700E Responsabile del Piano (DS) Cognome e Nome MALFITANA SALVATORE Telefono 3381358255

Dettagli

PORTALE KK 2.0 DESCRIZIONE

PORTALE KK 2.0 DESCRIZIONE PORTALE KK 2.0 DESCRIZIONE Il Portale KK 2.0 nasce dall esperienza decennale di Know K. nei registri elettronici e portali per le scuole, soluzioni completamente web. Il Portale KK 2.0 è un servizio che

Dettagli

8 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO. 8.1 Generalità 8.2 MONITORAGGI E MISURAZIONI. 8.2.1 Soddisfazione dei cliente

8 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO. 8.1 Generalità 8.2 MONITORAGGI E MISURAZIONI. 8.2.1 Soddisfazione dei cliente 8 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO 8.1 Generalità l I.I.S. G.Antonietti, allo scopo di assicurare la conformità del proprio Sistema di Gestione della Qualità alla norma di riferimento UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. lì Al Collegio dei Docenti e p.c. al Consiglio d Istituto ai genitori agli alunni al personale ATA Agli atti All albo OGGETTO: atto d indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Liceo - Pietro Siciliani. Via di Leuca, 2/L 73100 LECCE 0832-246023-246020-305664. E-mail:LEPM01000Q@istruzione.it REGOLAMENTO VIAGGI

Liceo - Pietro Siciliani. Via di Leuca, 2/L 73100 LECCE 0832-246023-246020-305664. E-mail:LEPM01000Q@istruzione.it REGOLAMENTO VIAGGI Liceo - Pietro Siciliani Via di Leuca, 2/L 73100 LECCE 0832-246023-246020-305664 E-mail:LEPM01000Q@istruzione.it REGOLAMENTO VIAGGI Art.1 Finalità 1. L arricchimento dell offerta formativa, prodotto specifico

Dettagli

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014 ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO CAF E TEMPI Avvio attività processo AV Processo AV Predisposizione Piano di miglioramento Periodo di riferimento 8 mesi GLI STEP DEL VIAGGIO CAF FASI PROCESSO AUTOVALUTAZIONE

Dettagli

Procedura PR-5.5-01 GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE

Procedura PR-5.5-01 GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE Procedura PR-5.5-01 Questo documento è di esclusiva proprietà dell IIS Giacomo Antonietti, sono vietate ogni forma di riproduzione e divulgazione se non espressamente autorizzate da parte del Dirigente

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI  G. G A L I L E I  http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " Via G.B. Nicol, 35-10051 AVIGLIANA (TO) - TEL. 011-9328042 - FAX 0119320988 http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it Relazione

Dettagli

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO AUTOANALISI D ISTITUTO SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO RAV A partire dal corrente anno scolastico tutte le scuole del Sistema Nazionale di Istruzione, statali e paritarie,

Dettagli

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2015

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G.Rodari Via Aquileia, 1 20021 Baranzate (MI) Tel/fax 02-3561839 Cod. Fiscale 80126410150 Cod. meccanografico MIIC8A900C

Dettagli

I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Rilevazione dei BES presenti: n disabilità certificate (Legge 104/92 art. 3, commi

Dettagli

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015)

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015) MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO CREMONA TRE Via San Lorenzo, 4-26100 Cremona Tel. 0372 27786 - Fax 0372 534835 e-mail: CRIC82000X@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

Autonomia e Programmazione dell Offerta Formativa. di Dario Cillo

Autonomia e Programmazione dell Offerta Formativa. di Dario Cillo Autonomia e Programmazione dell Offerta Formativa di Dario Cillo Sperimentazione art. 3 DPR 419/74 Carta Servizi scolastici e Progetto Educativo di Istituto Legge 11 luglio 1995, n. 273 DPCM 7 giugno 1995

Dettagli

RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2014

RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 Pagina 1 di 9 La Pianificazione dell Offerta Formativa (biennale), coerente con le Linee di indirizzo triennali approvate

Dettagli

AVVIO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE

AVVIO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale Piazza delle Regioni - 85100 Potenza INCONTRI DEL 13/19/25 FEBBRAIO 2015 AVVIO

Dettagli

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI A.S. 2014/2015 AREA 1. REVISIONE E GESTIONE DEL POF REVISIONE E GESTIONE DEL POF ATTIVITA INTERNE PER IL POTENZIAMENTO E AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AREA 2. SERVIZI AL PERSONALE DOCENTE GESTIONE

Dettagli

LETTURA E INTERPRETAZIONE DEI DATI

LETTURA E INTERPRETAZIONE DEI DATI LETTURA E INTERPRETAZIONE DEI DATI ESEMPI GLSNV AICQ EducationER -Progetto Formazione DPR 80 Relatore/i Sheila Bombardi Renzana Gallo PRESUPPOSTO L autovalutazione/valutazione, in generale, è sempre l

Dettagli

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O G U L L O C O S E N Z A IV

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O G U L L O C O S E N Z A IV UnioneEuropea SviluppoRegionale I S T I T U T O C O M P R E N S I V O G U L L O C O S E N Z A IV Via Popilia 87100 Cosenza Telefono e Fax DS/DSGA 0984.411647 C.F. 98077690786 e-mail csic89600l@istruzione.it

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

ITIS HENSEMBERGER MONZA piano delle attività a.s. 2015/16

ITIS HENSEMBERGER MONZA piano delle attività a.s. 2015/16 PAG. 1/12 Legenda 1. Presa di servizio collegio docenti 20' 08.10-08.30 2. Comunicazioni del DS mar 1 set recupero debiti formativi dalle ore 08.30 mer 2 set recupero debiti formativi dallle ore 08.30

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA

PIANO DELLE ATTIVITA LICEO STATALE FRANCESCO DE SANCTIS LICEO LINGUISTICO e LICEO delle SCIENZE UMANE VIA CORNALIAS 169 tel. 070284995 fax 070287305 e-mail: capm030003@istruzione.it sito web: http://liceodesanctiscagliari.it

Dettagli

Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno)

Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno) Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno) Tel. & Fax 081/916424 Autonomia Scolastica 57 www.scuolacriscuolopaqani.gov.it e-mail: samm13400c@istruzioni.it

Dettagli

FIGURE DEL PIANO DELLE ATTIVITA CONNESSO CON L ORGANIGRAMMA FUNZIONALE DI ISTITUTO AREA DELLA GESTIONE E DELLA ORGANIZZAZIONE (PERSONALE DOCENTE)

FIGURE DEL PIANO DELLE ATTIVITA CONNESSO CON L ORGANIGRAMMA FUNZIONALE DI ISTITUTO AREA DELLA GESTIONE E DELLA ORGANIZZAZIONE (PERSONALE DOCENTE) FIGURE DEL PIANO DELLE ATTIVITA CONNESSO CON L ORGANIGRAMMA FUNZIONALE DI ISTITUTO AREA DELLA GESTIONE E DELLA ORGANIZZAZIONE (PERSONALE DOCENTE) FIGURE DI SISTEMA 1 COLLABORATORE DEL D.S. CON FUNZIONI

Dettagli

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO SOMMINISTRATO ALLE FAMIGLIE

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO SOMMINISTRATO ALLE FAMIGLIE ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO SOMMINISTRATO ALLE FAMIGLIE a comunicazione con le famiglie totale risposte schede 1 ruolo del tutor 49 60 63 19 172 191 2 il sito internet della scuola 37 83 54 17 174 191

Dettagli

I.C. ALCMEONE - CROTONE A.S. 2012/2013 RELAZIONE FINALE. Funzione strumentale Area 2: VALUTAZIONE e AUTOANALISI D ISTITUTO

I.C. ALCMEONE - CROTONE A.S. 2012/2013 RELAZIONE FINALE. Funzione strumentale Area 2: VALUTAZIONE e AUTOANALISI D ISTITUTO I.C. ALCMEONE - CROTONE A.S. 2012/2013 RELAZIONE FINALE Funzione strumentale Area 2: VALUTAZIONE e AUTOANALISI D ISTITUTO Insegnanti incaricate: Muraca Rita Silvana, Raffaela Messina e Giuseppina Elicrisio

Dettagli