Club Alpino Italiano Sezione di Treviglio. Attività di Alpinismo Giovanile. i-miei-nodi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Club Alpino Italiano Sezione di Treviglio. Attività di Alpinismo Giovanile. i-miei-nodi"

Transcript

1 Club Alpino Italiano Sezione di Treviglio Attività di Alpinismo Giovanile i-miei-nodi

2 Il nodo semplice Formare un asola con la corda (1). Facendo ruotare in senso orario la corda formare un anello (2) e bloccarlo (3).

3 Il nodo semplice, come dice il nome, è uno dei più facili nodi da imparare e più veloce da realizzare. Appartiene alla tipologia dei nodi di arresto e costituisce la base da cui partire per la costruzione di nodi più complessi. Non viene generalmente utilizzato in alpinismo ma, da un punto di vista didattico, e utile illustrarne il processo di esecuzione Infilare il capo libero nell anello passando dall ALTO (4) verso il BASSO (5) Il Nodo Semplice (6)

4 Il nodo a otto Eseguire i passi dall 1 al 3 come illustrato nell esecuzione del Nodo Semplice

5 Il nodo ad otto appartiene alla categoria dei nodi d'arresto. Sicuramente è il più famoso nodo d'arresto, grazie soprattutto al pregio di non stringersi eccessivamente e di non usurare o indebolire il cavo. Può essere usato anche come nodo di giunzione tra due corde dello stesso diametro o tra due capi della stessa corda (otto ripassato). In arrampicata, alpinismo e speleologia una sua variante (nodo ad otto ripassato o nodo delle guide con frizione) viene utilizzata per collegare la corda all'imbragatura ed in genere per manovre di assicurazione Infilare il capo libero nell anello passando dal BASSO verso l ALTO (5) Nodo ad Otto correttamente eseguito (6).

6 Il nodo a otto La modalità di esecuzione è la stessa del nodo ad otto. La differenza è che si impiega il cordino (o la corda) piegata in doppio (1-2)

7 con asola Il nodo ad otto con asola si esegue alla stessa maniera del nodo ad otto con l'unica differenza che viene preparato impiengando una porzione di corda piegata in doppio. Al termine dell'esecuzione si formerà un'asola sulla corda, che in alpinismo ed in arrampicata può trovare diversi tipi di applicazione. Costituisce anche la base di partenza per la formazione di un nodo a palla. 3 4 Eseguire i passi dall 1 al 3 come illustrato nell esecuzione del Nodo Semplice ed infilare il capo libero nell anello passando dal BASSO verso l ALTO (3) Nodo ad Otto con asola correttamente eseguito (4).

8 Il nodo a otto Il Nodo ad Otto è il punto di partenza (1). Infilare il capo libero come in figura (2). Fare 'seguire il capo libero alla corda del nodo ad Otto (3-6). Il cordino infilato, segue il percorso del cordino del nodo di partenza (6).

9 ripassato Il nodo ad otto ripassato detto anche nodo delle guide con frizione infilato e/o otto inseguito, è un nodo bloccante che viene comunemente usato in arrampicata e alpinismo per la legatura in cordata permettendo di collegare in modo sicuro la corda (o le corde) all'imbragatura indossata dallo sportivo. E' un'evoluzione del nodo otto: "Ripassare" questo nodo è concettualmente facile, ma la sua esecuzione esemplare, con i due rami di corda che non si incrociano ma scorrono sempre tra loro paralleli, può essere difficoltosa; deve essere eseguito prestando attenzione a che la corda si disponga in spire ordinate Una volta terminato di infilare il capo libero si ottengono due 'Nodi ad Otto' con i cordini che corrono parallelamente l uno rispetto all altro senza accavallarsi. (7). Il nodo viene in seguito stretto (8)

10 Il nodo a palla Il Nodo ad Otto con asola è il punto di partenza (1). Prevedere allo scopo un'asola sufficientemente lunga da ripassare attorno al nodo ad otto, infilandone l'estremita nel nodo stesso come indicato nelle figure (2-3).

11 Il nodo a palla si realizza sulla corda, fra i componenti di una cordata che procede su ghiacciaio. Per eseguirlo si parte da un nodo ad otto con asola, prevedendo un'asola sufficiente per poterlo ripassare 2 volte. A nodo concluso dovrà rimanere una piccola asola all'estremità del nodo. Deve essere esattamente una pallottola. In effetti il suo scopo è quello di costituire un blocco allo scorrimento della corda sul bordo del crepaccio. 4 5 I successivi passaggi (4) e (5) illustrano l'ulteriore giro da effettuarsi attorno all'otto qualora vi sia la necessità di ingrossare adeguatamente il nodo a palla, per esempio se si utilizza una mezza corda.

12 Il nodo per.. allacci Come si allacciano gli scarponi? Ecco una breve guida in 6 passaggi che vi illustra come eseguire una corretta allacciatura dei vostri scarponi, in grado di resistere a qualsiasi escursione in montagna! 1 2 3

13 are gli scarponi Per memorizzare il procedimento descrivi a lato di ogni immagine le operazioni che vengono suggerite, aiutando guardando il filmati disponibile al link: https://www.youtube.com/watch?v=bxsi9nqhntg Buon divertimento! 4 5 6

14 per divertirsi con... Quanti modi conosci per infilare le stringhe nelle scarpe? Ti suggeriamo qualche legatura diversa da quelle abitualmente adottate. Non ti resta che sperimentare. Buon divertimento!

15 le stringhe!

16 Club Alpino Italiano Sezione di Treviglio (BG) Commissione di Alpinismo Giovanile novembre 2016

NODI E CORDE APPUNTI

NODI E CORDE APPUNTI NODI E CORDE APPUNTI I NODI di base, pag.1 I NODI Autobloccanti, pag.5 I NODI per l imbragatura e la sicura, pag.7 I NODI di giunzione. pag.11 1 I nodi di base: Pagina quadro I nodi autobloccanti I nodi

Dettagli

VIA FERRATA. Premessa

VIA FERRATA. Premessa VIA FERRATA Premessa Una via ferrata è un percorso in parete, attrezzato con infissi metallici (fittoni, cavi d acciaio, gradini, scale, ponti, ecc) da utilizzare per la progressione. Questo tipo d attrezzatura

Dettagli

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO CLU LPINO ITLINO C I CLU LPINO ITLINO E S C U RSIONISMO Club lpino Italiano SEZIONE DI TREGNGO Ettore Castiglioni CLU LPINO ITLINO CLU LPINO ITLINO SEZIONE DI TREGNGO Vicolo Cipolla, 20-37039 Tregnago

Dettagli

Corso Base di Alpinismo A1 2009-2010 DISPENSA SUI NODI

Corso Base di Alpinismo A1 2009-2010 DISPENSA SUI NODI SCUOLA INTERSEZIONALE SIBILLA DI ALPINISMO E SCIALPINISMO Corso Base di Alpinismo A1 2009-2010 DISPENSA SUI NODI NODI A cosa servono i nodi in Alpinismo? formare una cordata congiungere corde e chiudere

Dettagli

LA QUASI TOTALITÀ DEL TESTO CONTENUTO IN QUESTA DISPENSA È STATO TRATTO DAI MANUALI DEL C.A.I. PREMESSA

LA QUASI TOTALITÀ DEL TESTO CONTENUTO IN QUESTA DISPENSA È STATO TRATTO DAI MANUALI DEL C.A.I. PREMESSA LA QUASI TOTALITÀ DEL TESTO CONTENUTO IN QUESTA DISPENSA È STATO TRATTO DAI MANUALI DEL C.A.I. ALPINISMO SU GHIACCIO E MISTO E ALPINISMO SU ROCCIA ; SONO STATE CAMBIATE LA QUASI TOTALITÀ DELLE FOTO ED

Dettagli

SISTEMA VANZO. descrizione sequenza operativa

SISTEMA VANZO. descrizione sequenza operativa PARANCO MEZZO POLDO Il "mezzo Poldo" è un paranco utilizzato nella pratica alpinistica e scialpinistica, non è molto veloce ma garantisce il successo del recupero anche se ad agire si è da soli. Il "mezzo

Dettagli

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica CAI - ALPINISMO GIOVANILE Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011 Segnaletica C A I B o r g o m a n e r o A l p i n i s m o G i o v a n i l e 2 0 1 1 Pagina 1 Classificazione dei sentieri Sentiero

Dettagli

CDR LA SCALETTA DELLA SCALATA

CDR LA SCALETTA DELLA SCALATA CDR L E D I S P E N S E D E L C ORSO D I R O C C I A P R O G R E S S I O N E D E L L A C O R D A T A LA SCALETTA DELLA SCALATA Questa dispensa riporta in maniera schematica: 1. le fasi della progressione

Dettagli

RECUPERO da CREPACCIO

RECUPERO da CREPACCIO recupero da crepaccio 1 RECUPERO da CREPACCIO G. Galli - maggio 2010 recupero da crepaccio 2 premessa 1 condizioni dell incidente la caduta in un crepaccio può verificarsi per un alpinista: legato e preventivamente

Dettagli

Nodi e Manovre per l Escursionismo C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario

Nodi e Manovre per l Escursionismo C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario Club Alpino Italiano Sezione di Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento Nodi e Manovre per l Escursionismo Sommario Introduzione... 3 1. Nodi per legarsi... 4 1.1. Nodo delle Guide... 4 1.2. Nodo a

Dettagli

Tike Saab guide alpine

Tike Saab guide alpine Tike Saab guide alpine Arrampicata su roccia e vie ferrate Dalla mia esperienza di guida alpina ho cercato di sintetizzare al massimo le cose più utili e necessarie per iniziare a frequentare la montagna

Dettagli

TECNICHE DI RECUPERO DA CREPACCIO

TECNICHE DI RECUPERO DA CREPACCIO CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo e Sci Alpinismo Scuola Centrale di Alpinismo Scuola Centrale di Sci Alpinismo TECNICHE DI RECUPERO DA CREPACCIO Approvato dalla CNSASA il

Dettagli

In collaborazione con CENTRO STUDI MATERIALI E TECNICHE

In collaborazione con CENTRO STUDI MATERIALI E TECNICHE In collaborazione con CENTRO STUDI MATERIALI E TECNICHE La sicurezza sui sentieri attrezzati: materiali e tecniche Con la collaborazione del Centro Studi Materiali e Tecniche. Questo documento riporta

Dettagli

2a descrivere i materiali

2a descrivere i materiali 2a descrivere i materiali 2l descrivere i materiali 2m descrivere i materiali 2n descrivere i materiali 2o descrivere i materiali 2p descrivere i materiali 2q descrivere i materiali 2r descrivere i materiali

Dettagli

PER RIPASSARE NODI E MANOVRE

PER RIPASSARE NODI E MANOVRE PER RIPASSARE NODI E MANOVRE COLLEGAMENTO DELLA CORDATA Nodo delle guide con frizione Detto anche nodo Savoia o Otto ripassato. Deve essere eseguito il più vicino possibile all'imbrago e possibilmente

Dettagli

Club Alpino Italiano Scuola di Alpinismo e di Arrampicata Libera Cosimo Zappelli Sezioni C.A.I. M. Bacci Viareggio - E.

Club Alpino Italiano Scuola di Alpinismo e di Arrampicata Libera Cosimo Zappelli Sezioni C.A.I. M. Bacci Viareggio - E. Club Alpino Italiano Scuola di Alpinismo e di Arrampicata Libera Cosimo Zappelli Sezioni C.A.I. M. Bacci Viareggio - E. Bertini Prato La parola chiave in montagna è Sicurezza 2 Materiale I cordini e i

Dettagli

Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2014

Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2014 Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2014 La Scuola di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera Franco Alletto della Sezione de CAI di Roma organizza il corso avanzato di scialpinismo che si svolgerà

Dettagli

Il nodo Savoia che deve il suo nome al fatto di essere compreso nello stemma di Casa Savoia, conosciuto anche come nodo d'amore o nodo a otto.

Il nodo Savoia che deve il suo nome al fatto di essere compreso nello stemma di Casa Savoia, conosciuto anche come nodo d'amore o nodo a otto. I NODI Tutti gli Scouts devono sapere fare i nodi. Fare un nodo sembra una cosa molto semplice; però, c'è il giusto modo di farlo, e ci sono modi sbagliati, e gli Scouts devono conoscere la maniera giusta.

Dettagli

La catena di assicurazione in ferrata

La catena di assicurazione in ferrata Club Alpino Italiano Sezione Pontedera Scuola Cosimo Zappelli Scuola Lucca Scuola Alpi Apuane Corso monotematico su vie ferrate 2013 (M-F1) La catena di assicurazione in ferrata giovedì 9 maggio 2013 a

Dettagli

Progressione della cordata Catena e tecniche di assicurazione

Progressione della cordata Catena e tecniche di assicurazione 11 Corso di Alpinismo su Roccia 2013 Scuola permanente di Alpinismo «Cosimo Zappelli» Progressione della cordata Catena e tecniche di assicurazione a cura di Claudio Luperini Stasera parleremo di: _ come

Dettagli

Catena di assicurazione

Catena di assicurazione 12 Corso di Roccia 2015 Scuola permanente di Alpinismo «Cosimo Zappelli» 9 aprile 2015 Catena di assicurazione lezione a cura di Sergio Pistolesi - slide di Claudio Luperini Stasera parleremo di: catena

Dettagli

Nodi di congiunzione. Nodo del Pescatore,il suo uso e' particolare, per unire corde dello stesso spessore

Nodi di congiunzione. Nodo del Pescatore,il suo uso e' particolare, per unire corde dello stesso spessore Classificazione NODI per USO Si classificano secondo il loro uso, in modo che, quando si presenta la necessità, tu abbia sempre una o più soluzioni possibili. Distinguiamo perciò: i nodi di congiunzione:

Dettagli

CAPITOLO XX I PRINCIPALI NODI

CAPITOLO XX I PRINCIPALI NODI CAPITOLO XX I PRINCIPALI NODI NODI D ARRESTO I nodi d'arresto si eseguono all'estremità dei cavi, allo scopo d'impedire che essi si sfilino da fori o da bozzelli; vengono impiegati nelle manovre correnti

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO

CLUB ALPINO ITALIANO CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo e Sci Alpinismo Scuola centrale di Alpinismo Scuola centrale di Sci Alpinismo AGGIORNAMENTO SU TECNICHE E MANOVRE DI CORDA Approvato dalla

Dettagli

PROGRESSIONE IN CONSERVA CON MINORI

PROGRESSIONE IN CONSERVA CON MINORI 2012 CAI - Scuola Centrale di Alpinismo Giovanile PROGRESSIONE IN CONSERVA CON MINORI Dispensa di Alpinismo Giovanile edita nel mese di settembre 2012 a cura della Scuola Centrale di Alpinismo Giovanile.

Dettagli

Le Fasi della manovra sono:

Le Fasi della manovra sono: È indispensabile per una questione di sicurezza imparare a svolgere la manovra seguendo una sequenza di operazioni predeterminate. Le Fasi della manovra sono: 1. Auto-assicurazione 2. Predisposizione dell'ancoraggio

Dettagli

Le altezze dei monti aiutano la mente

Le altezze dei monti aiutano la mente Montagnaterapia Le altezze dei monti aiutano la mente Intterrviisstta I a SANDRO CARPINETA pssiichiiattrra Per noi contano soprattutto tre dimensioni, quando conduciamo gruppi di montagnaterapia: la dimensione

Dettagli

Nodi Marinari. Nodi d'arresto

Nodi Marinari. Nodi d'arresto Nodi Marinari Nodi d'arresto I nodi d'arresto si eseguono all'estremità dei cavi, allo scopo d'impedire che essi si sfilino da fori o da bozzelli. L'applicazione più elementare dei nodi d'arresto è il

Dettagli

Nomenclatura: DORMIENTE: l'estremità della corda che nell'esecuzione del nodo viene tenuta ferma; CORRENTE: l'estremità che viene fatta girare.

Nomenclatura: DORMIENTE: l'estremità della corda che nell'esecuzione del nodo viene tenuta ferma; CORRENTE: l'estremità che viene fatta girare. Gruppo scout Pieve di Cento I I PRIMI NODI Nomenclatura: DORMIENTE: l'estremità della corda che nell'esecuzione del nodo viene tenuta ferma; CORRENTE: l'estremità che viene fatta girare. Nodo semplice

Dettagli

QUALCHE NOTIZIA SULLE CORDE

QUALCHE NOTIZIA SULLE CORDE QUALCHE NOTIZIA SULLE CORDE Corda ritorta È quella costituita da 3-4 legnuoli ritorti fra di loro: i legnuoli a loro volta sono costituiti dall intreccio di più trefoli detti anche filati formati ciascuno

Dettagli

PROGRAMMA SETTIMANALE ESTATE 2014

PROGRAMMA SETTIMANALE ESTATE 2014 Ci trovate a Malè in Piazza Regina Elena,17 nei seguenti orari: dal 30 giugno al 14 settembre dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle 20, agosto dal lunedì a sabato dalle ore 17 alle 20 347 7457328 oppure

Dettagli

Materiali e Tecniche Alpine. MTA International sagl

Materiali e Tecniche Alpine. MTA International sagl Materiali e Tecniche Alpine MTA International sagl L idea Dare consulenza, aiuto e Intervenire per ridurre gli incidenti sul lavoro, durante il soccorso tecnico ed evitare incidenti o infortuni inutili

Dettagli

SCUOLA DI SPELEOLOGIA C. FINOCCHIARIO Corso Base di speleologia 2015 DISPENSA SUI NODI

SCUOLA DI SPELEOLOGIA C. FINOCCHIARIO Corso Base di speleologia 2015 DISPENSA SUI NODI SCUOLA DI SPELEOLOGIA C. FINOCCHIARIO Corso Base di speleologia 2015 DISPENSA SUI NODI I nodi si possono definire come una manovra che sfruttando la somma degli attriti rende solidali due corde o la corda

Dettagli

AUTOSOCCORSO SU ROCCIA

AUTOSOCCORSO SU ROCCIA AUTOSOCCORSO SU ROCCIA LE OPERAZIONI SEGUENTI DEVONO ESSERE BEN CHIARE NELLA MENTE DI CHI LE ESEGUE E FRUTTO DI PERIODICHE ESERCITAZIONI, AFFINCHÈ NON SIANO CAUSA DI FATALI CONSEGUENZE, ALTRIMENTI FERMARSI

Dettagli

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra il Consorzio di gestione del Parco regionale delle Orobie Bergamasche, di seguito

Dettagli

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita. 1150 m 15 km. 5 h (senza soste)

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita. 1150 m 15 km. 5 h (senza soste) Monte Rotondo dal Santuario di Macereto Monti Sibillini DATA ESCURSIONE: 29 Giugno 2015 ORA PARTENZA: 8.30 RITROVO: DISLIVELLO: DISTANZA: DIFFICOLTA TECNICA: Ussita 1150 m 15 km EE DURATA: ACCOMPAGNATORE:

Dettagli

le splendide montagne Presentazione della mostra Le splendide montagne

le splendide montagne Presentazione della mostra Le splendide montagne Presentazione della mostra Le splendide montagne una mostra di con in occasione dei festeggiamenti di un progetto dello studio Aldo Faleri Genesi Il titolo Le splendide montagne è la mostra che Gallerie

Dettagli

WELLCOME Vi accoglieremo con gioia per farvi. WELLCOME Vi accoglieremo con gioia per farvi

WELLCOME Vi accoglieremo con gioia per farvi. WELLCOME Vi accoglieremo con gioia per farvi BENVENUTI Vi accoglieremo con gioia per farvi passare alcuni indimenticabili momenti immersi nella natura. Famiglia Talmon e collaboratori WELLCOME Vi accoglieremo con gioia per farvi passare alcuni indimenticabili

Dettagli

AUTO SOCCORSO in parete CORSO di Tecniche e Manovre

AUTO SOCCORSO in parete CORSO di Tecniche e Manovre AUTO SOCCORSO in parete CORSO di Tecniche e Manovre Diamo pure per scontato, e già questo è un azzardo, che sappiate che passare da una situazione orizzontale, condizione che consideriamo normale, ad una

Dettagli

Collegamento degli ancoraggi Confronto tra le tecniche di assicurazione

Collegamento degli ancoraggi Confronto tra le tecniche di assicurazione Collegamento degli ancoraggi Confronto tra le tecniche di assicurazione ATTENZIONE Il materiale di questo "pdf" è una parte del PowerPoint "Soste e tecniche di assicurazione -2013" che trovate nel DVD

Dettagli

Equipaggiamento e materiali

Equipaggiamento e materiali Club Alpino Italiano Sezione Pontedera Corso escursionismo avanzato (E2) 2014 Equipaggiamento e materiali giovedì 27 marzo 2014 a cura di Sergio Pistolesi Istruttore Sezionale Abbigliamento Il principio

Dettagli

PROGRESSIONE SU GHIACCIAIO DELLA CORDATA

PROGRESSIONE SU GHIACCIAIO DELLA CORDATA Dispensa informativa sulla PROGRESSIONE SU GHIACCIAIO DELLA CORDATA Nota: questa dispensa e stata realizzata a cura di M.Meroni e L.Castelli ed e frutto sia dell esperienza degli istruttori della Scuola

Dettagli

Notiziario della Commissione Interregionale Scuole Alpinismo, SciAlpinismo e Arrampicata Libera TER

Notiziario della Commissione Interregionale Scuole Alpinismo, SciAlpinismo e Arrampicata Libera TER Notiziario della Commissione Interregionale Scuole Alpinismo, SciAlpinismo e Arrampicata Libera TER Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 Conv. In L: 27/02/2004 n. 46 Art. 1, comma 2, DR/CBPA

Dettagli

Manovre di autosoccorso: Paranchi

Manovre di autosoccorso: Paranchi Angela Montanari Paranchi Pag. 1/8 Manovre di autosoccorso: Paranchi Recupero di ferito con paranco mezzo Poldo con piastrina. Questo sistema di recupero va adottato, oltre che in alpinismo su ghiaccio

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO SCUOLA DI ALPINISMO E SCIALPINISMO SILVIO SAGLIO - MILANO

CLUB ALPINO ITALIANO SCUOLA DI ALPINISMO E SCIALPINISMO SILVIO SAGLIO - MILANO Questa dispensa è dedicata all impegno, appassionato e competente, di un amico e di un compagno di cordata, Marcello Meroni (INA) Ultimo aggiornamento e revisione: Massimo Pantani (INA, CLSASA) Sett 2010

Dettagli

Ancoraggi e tecniche di assicurazione

Ancoraggi e tecniche di assicurazione Scuola di Alpinismo e Scialpinismo FALC CORSO DI ALPINISMO AVANZATO A2 2012 Ancoraggi e tecniche di assicurazione Claudio Caldini (INSA) Ramon Maj (IA) Ancoraggi su roccia Ancoraggi naturali spuntoni,

Dettagli

PROGRAMMAestate 2016. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO

PROGRAMMAestate 2016. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO SCUOLA INTERSEZIONALE DI ALPINISMO, SCIALPINISMO E ARRAMPICATA LIBERA VALLE SERIANA www.caibergamo.it/scuolavalleseriana scuolavalleseriana@caibergamo.it PROGRAMMAestate 2016 ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE

Dettagli

L'arrampicata in età evolutiva

L'arrampicata in età evolutiva Club Alpino Italiano Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti di educazione fisica della scuola secondaria di primo e secondo grado L'arrampicata in età evolutiva - Dall arrampicarsi all arrampicare

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA. L Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio. Club Alpino Italiano Gruppo Regionale Lazio. in tema di Collaborazione formativa

PROTOCOLLO D INTESA TRA. L Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio. Club Alpino Italiano Gruppo Regionale Lazio. in tema di Collaborazione formativa PROTOCOLLO D INTESA TRA L Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio e Club Alpino Italiano in tema di Collaborazione formativa L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO, di seguito denominato USR Lazio,

Dettagli

Linee Guida Commissioni

Linee Guida Commissioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE di COSENZA GIOVANNI BARRACC0 Linee Guida Commissioni Approvate dal Consiglio Direttivo in data 11/11/2008 GLI ORGANI TECNICI PERIFERICI (OTP) Art. 4 dello Statuto della Sezione:

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA

CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA Considerazioni sui metodi di contenimento delle sollecitazioni durante la caduta nell arrampicata libera Gola di Gorropu LA CATENA DI ASSICURAZIONE

Dettagli

PARTENZE DA PESCARA 2011

PARTENZE DA PESCARA 2011 PARTENZE DA PESCARA 2011 Viale G. Bovio 102/106 65123 PESCARA Tel. 0854213201 Fax 0854213230 e-mail: agenzia@pentatur.it www.pentatur.it e-mail: agenzia@pentatur.it www.pentatur.it BRUNICO MERANO BRESSANONE

Dettagli

CORSO DI ALPINISMO Dispensa informativa sulla progressione su ghiacciaio

CORSO DI ALPINISMO Dispensa informativa sulla progressione su ghiacciaio CORSO DI ALPINISMO Dispensa informativa sulla progressione su ghiacciaio INTRODUZIONE La conoscenza della neve e dei fenomeni legati alla sua trasformazione e l'esperienza di numerose ascensioni non sono

Dettagli

Approfondimenti: Acqua, Sole, Usura. Norme e caratteristiche costruttive. Massimo Polato

Approfondimenti: Acqua, Sole, Usura. Norme e caratteristiche costruttive. Massimo Polato Norme e caratteristiche costruttive Approfondimenti: Acqua, Sole, Usura - Prima Parte - CORDE DINAMICHE DA ALPINISMO: NORME e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La CORDA La Norma di riferimento è la EN 892 -

Dettagli

SANT AMBROGIO IN MONTAGNA PONTE DI LEGNO / TONALE DA SABATO 05 DIC. A MARTEDI 08 DICEMBRE 2015

SANT AMBROGIO IN MONTAGNA PONTE DI LEGNO / TONALE DA SABATO 05 DIC. A MARTEDI 08 DICEMBRE 2015 SANT AMBROGIO IN MONTAGNA PONTE DI LEGNO / TONALE DA SABATO 05 DIC. A MARTEDI 08 DICEMBRE 2015 Soggiorno presso Hotel Mignon ( www.albergomignon.it ) di Ponte di Legno Località da raggiungersi tramite

Dettagli

La "sosta classica" Nella "sosta classica", i due ancoraggi sono collegati tra loro con due moschettoni ed un anello di cordino.

La sosta classica Nella sosta classica, i due ancoraggi sono collegati tra loro con due moschettoni ed un anello di cordino. La "sosta classica" 6 aprile 2005 La progressione della cordata su una parete è caratterizzata dal movimento non contemporaneo degli alpinisti. Durante la progressione della cordata, la sosta è il punto

Dettagli

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA Agenda Direttiva 6/2006 Effetto giroscopico La Matrice Scheda di guida Contributi Video dalla Spagna DIRETTIVA 2006/126/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

Schede tecniche per lavoro su funi

Schede tecniche per lavoro su funi Schede tecniche per lavoro su funi Tecniche e materiali per i lavori in quota nell attività di soccorso, quadro didattico ANVVFC,, Presidenza Nazionale, marzo 2008 pag 1 Scheda : 0 PRINCIPI GENERALI: lavori

Dettagli

I.T.T. A.Pozzo Trento Progetto Fare memoria 2014. Programma uscita classi prime giovedì 5 giugno 2014

I.T.T. A.Pozzo Trento Progetto Fare memoria 2014. Programma uscita classi prime giovedì 5 giugno 2014 Programma uscita classi prime giovedì 5 giugno 2014 Giovedì 5 giugno 2014 dalle 10.30-13.00 le classi prime effettueranno un uscita in città sui luoghi della memoria con guida del Museo storico di Trento,

Dettagli

LUGLIO 2005. 2-3 luglio EE. Sentiero P.G. Frassati CAI Penne. 3 luglio EE. Pizzo Camarda - dalla Valle del Chiarino CAI Ascoli Piceno

LUGLIO 2005. 2-3 luglio EE. Sentiero P.G. Frassati CAI Penne. 3 luglio EE. Pizzo Camarda - dalla Valle del Chiarino CAI Ascoli Piceno Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga CE.D.A.P. - CENTRO DOCUMENTAZIONE AREE PROTETTE POLO PER LA DIDATTICA AMBIENTALE PUNTO INFORMATIVO DEL PARCO Palazzo Patrizi - via Beretra, 1 64046 Montorio

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO SCUOLA DI ESCURSIONISMO EZIO MENTIGAZZI CAI TORINO Via Barbaroux 1, TORINO Tel:011546031 CORSO ASE LEZIONI BASE CULTURALE COMUNE

CLUB ALPINO ITALIANO SCUOLA DI ESCURSIONISMO EZIO MENTIGAZZI CAI TORINO Via Barbaroux 1, TORINO Tel:011546031 CORSO ASE LEZIONI BASE CULTURALE COMUNE CLUB ALPINO ITALIANO SCUOLA DI ESCURSIONISMO EZIO MENTIGAZZI CAI TORINO Via Barbaroux 1, TORINO Tel:011546031 CORSO ASE LEZIONI BASE CULTURALE COMUNE PIANO DIDATTICO REGOLAMENTO PIANO DIDATTICO CORSO 1

Dettagli

La Stagione detta i tempi in cui forgiare le proprie passioni

La Stagione detta i tempi in cui forgiare le proprie passioni La Stagione detta i tempi in cui forgiare le proprie passioni Mappa OUTDOOR PARK Esperienze in Outdoor Outdoor: esperienze a contatto con la natura L'outdoor è un'attività che si basa sull'impegno e il

Dettagli

Assemblea Ordinaria Scuola Nazionale di Speleologia (19 maggio)

Assemblea Ordinaria Scuola Nazionale di Speleologia (19 maggio) Club Alpino Italiano Scuola Nazionale di Speleologia Gruppo Speleologico Valtiberino CAI Sansepolcro Costacciaro 17-18 - 19 maggio 2013 Assemblea Ordinaria Scuola Nazionale di Speleologia (19 maggio) La

Dettagli

AC1 1 di 6 RISCHI. del richiedente. se con più ripristinare la. volta anche. percentualee. interesse ed del tasso di cambio. Tutte le altre euro.

AC1 1 di 6 RISCHI. del richiedente. se con più ripristinare la. volta anche. percentualee. interesse ed del tasso di cambio. Tutte le altre euro. 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Cesaree Ponti Spa Forma giuridica: Società per Azioni Sede egale: Piazza Duomo 19 20121 Milano Tel 0272277.1 Fax 028900332 C.P. 948 Milano Capitale Sociale euro 8.000.000,00

Dettagli

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI presentazione a cura di Valerio Bozza Vicepresidente CAI Salerno Responsabile Manutenzione Sentieri Dalla vecchia alla nuova carta L edizione del 1994 Scala 1:30.000

Dettagli

PRESENTAZIONE A.S.D. SCI CLUB CORMANO. Sommario La società Informazioni generali Corsi di Sci

PRESENTAZIONE A.S.D. SCI CLUB CORMANO. Sommario La società Informazioni generali Corsi di Sci PRESENTAZIONE A.S.D. SCI CLUB CORMANO Sommario La società Informazioni generali Corsi di Sci LA SOCIETA : CHI SIAMO? Siamo, in primo luogo degli appassionati dello sci che praticano questo sport da più

Dettagli

La Catena di Assicurazione (CdA)

La Catena di Assicurazione (CdA) La Catena di Assicurazione (CdA) Agenda: Richiami di fisica I materiali che compongono la CdA Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione Cos e È l insieme degli elementi che permettono, in caso di caduta,

Dettagli

CAIROMA INFORMA. Numero 12 18 luglio 2012

CAIROMA INFORMA. Numero 12 18 luglio 2012 CAIROMA INFORMA Numero 12 18 luglio 2012 Cari amici, per i mesi di luglio ed agosto, ancora interessanti appuntamenti in montagna ed in città. Tante le proposte, fra scienza, tecnologia e musica in alta

Dettagli

QUADRO NORMATIVO PER LE RETI

QUADRO NORMATIVO PER LE RETI 1 QUADRO NORMATIVO PER LE RETI ELETTRICHE DI DISTRIBUZIONE GESTITE DA ENEL DISTRIBUZIONE S.P.A. 1.1 INTRODUZIONE Nel presente capitolo verrà illustrato per grandi linee il quadro normativo Italiano che

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO CORSO A.S.E.

CLUB ALPINO ITALIANO CORSO A.S.E. S.R.E. - SCUOLA REGIONALE ESCURSIONISMO CLUB ALPINO ITALIANO CORSO A.S.E. D ESCURSIONISMO BIENNO 2010 ABBIGLIAMENTO EQUIPAGGIAMENTO ATTREZZATURA CATENA DI SICUREZZA CLASSIFICAZIONE DEI MATERIALI ESCURSIONISTICI

Dettagli

Presidenza Nazionale ANVVFC

Presidenza Nazionale ANVVFC Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo Volontariato e Protezione Civile Presidenza Nazionale ANVVFC AI COMITATI PROVINCIALI LORO SEDE AI COMITATI REGIONALI LORO SEDE OGGETTO: Corsi di formazione.

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Collegio Provinciale delle Guide Alpine Provincia Autonoma di Bolzano

Collegio Provinciale delle Guide Alpine Provincia Autonoma di Bolzano Collegio Provinciale delle Guide Alpine Provincia Autonoma di Bolzano Maurizio Lutzenberger Tecniche di corda per la guida alpina. Edizione 2002 Tecniche di corda per la guida alpina. 1. Corde, fettucce

Dettagli

PIANO REGOLATORE DEI SENTIERI

PIANO REGOLATORE DEI SENTIERI PIANO REGOLATORE DEI SENTIERI Nel citato Manuale CAI n. 10 CATASTO SENTIERI (pag. 21 e seguenti) sono riportate le istruzioni per la realizzazione di un piano regolatore dei sentieri in funzione della

Dettagli

Costruirsi un microscopio

Costruirsi un microscopio Costruirsi un microscopio I. INFORMAZIONI PRELIMINARI: PRINCIPIO OTTICO Nella sua configurazione di base, il microscopio è costituito da due lenti: l obiettivo e l oculare (Figura 1). L obiettivo è una

Dettagli

-IDROLOGIA -MANOVRE DI CORDA

-IDROLOGIA -MANOVRE DI CORDA 7/1/1 -IDROLOGIA -MANOVRE DI CORDA versione 1.1 novembre 14-SANDRO DEMELAS Il Regime idrologico in Sardegna, l esempio del Flumendosa. Regime del Flumendosa(196/7) 1 1 VARIABILITA STAGIONALE 1 3 4 6 7

Dettagli

Corso di Alpinismo Dispensa informativa sulla progressione su roccia

Corso di Alpinismo Dispensa informativa sulla progressione su roccia Paolo Gaetani, Marcello Meroni 17/06/2003 Corso di Alpinismo Dispensa informativa sulla progressione su roccia INDICE INTRODUZIONE...1 1. PREPARAZIONE DELLA CORDATA...2 2. COME LEGARSI IN CORDATA...2 3.

Dettagli

Formazione. Il presente documento illustra i vari livelli di formazione, le funzioni nonché i relativi requisiti legati alla formazione.

Formazione. Il presente documento illustra i vari livelli di formazione, le funzioni nonché i relativi requisiti legati alla formazione. Formazione La formazione di tutte le persone che partecipano alle operazioni di salvataggio in montagna e la rispettiva organizzazione fanno parte dei compiti principali del Soccorso Alpino Svizzero. Il

Dettagli

PROGRAMMAestate 2014. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO

PROGRAMMAestate 2014. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO SCUOLA INTERSEZIONALE DI ALPINISMO, SCIALPINISMO E ARRAMPICATA LIBERA VALLE SERIANA www.caibergamo.it/scuolavalleseriana scuolavalleseriana@caibergamo.it PROGRAMMAestate 2014 ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

ORGANICO ACCOMPAGNATORI

ORGANICO ACCOMPAGNATORI ORGANICO ACCOMPAGNATORI COTTARELLI IRIS FEDRIGA MICHELE SANZOGNI DAVIDE SCALVINONI VANNA FRANZONI LUIGI BAISINI PAOLO BARBIERI GIOVANNI RE MICHELE MARTINELLI CARLO RE GRAZIANO FRANZONI VALENTINO FIORA

Dettagli

ASSOCIAZIONI SICURE. Ce.Se.Vo.Ca. LA MIA ASSOCIAZIONE RISPETTA GLI ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA? Ce.Se.Vo.Ca.

ASSOCIAZIONI SICURE. Ce.Se.Vo.Ca. LA MIA ASSOCIAZIONE RISPETTA GLI ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA? Ce.Se.Vo.Ca. Ce.Se.Vo.Ca. Centro Servizi per il Volontariato di Capitanata ASSOCIAZIONI SICURE LA MIA ASSOCIAZIONE RISPETTA GLI ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA? associazionismo Ce.Se.Vo.Ca. (Centro

Dettagli

LA CATENA DI ASSICURAZIONE Parte I materiali

LA CATENA DI ASSICURAZIONE Parte I materiali Scuola Inter - Sezionale di Alpinismo e Scialpinismo G. Ribaldone LA CATENA DI ASSICURAZIONE Parte I materiali Alessandro Co' - Raffaele Pagliano Che cos'è la Catena di Assicurazione? E' un insieme di

Dettagli

Etna Sky Marathon 3 ed. Corsa in montagna attorno al vulcano attivo più alto d Europa 2 novembre 2008

Etna Sky Marathon 3 ed. Corsa in montagna attorno al vulcano attivo più alto d Europa 2 novembre 2008 Etna Sky Marathon 3 ed. Corsa in montagna attorno al vulcano attivo più alto d Europa 2 novembre 2008 La società sportiva Skytribe e l agenzia Mandala Tour di Catania, organizzano la terza edizione della

Dettagli

Via Orazio Vecchi, 21 50127 F I R E N Z E

Via Orazio Vecchi, 21 50127 F I R E N Z E Al Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale Ancona Il Villaggio Olimpico di Bardonecchia (TO) offre alle scuole della regione Marche, in periodi distinti per ogni provincia, l opportunità di realizzare

Dettagli

Tecniche di Assicurazione: confronto tra classica e ventrale

Tecniche di Assicurazione: confronto tra classica e ventrale Club Alpino Italiano Commissione Centrale Materiali e Tecniche Tecniche di Assicurazione: confronto tra classica e ventrale A cura di Giuliano Bressan, Claudio Melchiorri 1/65 Nota introduttiva Questo

Dettagli

Visura per utenti non registrati

Visura per utenti non registrati Rilascio Roma 18 Novembre 2008 Visura per utenti non registrati Direzione Marketing Servizi e Prodotti per le Imprese Direzione Marketing Servizi e Prodotti per le Imprese pag 1 di 12 Obiettivi Il nuovo

Dettagli

PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA

PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA SUI SENTIERI DEI LUPI, DEGLI ORSI E DEI SANTI EREMITI CAMPO DI VOLONTARIATO DESCRIZIONE PROGETTO Il Parco Nazionale della Majella (Abruzzo) è uno dei 24 parchi nazionali italiani.

Dettagli

Il Club Alpino Italiano

Il Club Alpino Italiano Il Club Alpino Italiano STORIA ORGANIZZAZIONE ATTIVITA Un po di storia.. Dire CAI e dire Torino è un po la stessa cosa. Torino cullata dalle Alpi è stata la culla del Club Alpino. Infatti, all una del

Dettagli

Kit Linea Vita. Scheda progettisti. Kit Linea Vita. Verifica del fissaggio Disegno piastre base Calcolo dell altezza minima d installazione

Kit Linea Vita. Scheda progettisti. Kit Linea Vita. Verifica del fissaggio Disegno piastre base Calcolo dell altezza minima d installazione Scheda progettisti Kit Linea Vita Verifica del fissaggio Disegno piastre base Calcolo dell altezza minima d installazione 0505 Manutenzione 4 1/anno C certificato UNI EN 795:2002 Distanza max tra i pali

Dettagli

Club Alpino. Ala di Stura. Programma 2012. www.caialadistura.it info@caialadistura.it

Club Alpino. Ala di Stura. Programma 2012. www.caialadistura.it info@caialadistura.it Club Alpino Italiano Ala di Stura Programma 2012 www.caialadistura.it info@caialadistura.it Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli

Dettagli

www.orangelanguageschool.es IMPARARE LO SPAGNOLO E SVILUPPARE LE ABILITÁ CALCISTICHE NELLA FAMOSA SCUOLA CALCIO DEL VILLARREAL C.F.!

www.orangelanguageschool.es IMPARARE LO SPAGNOLO E SVILUPPARE LE ABILITÁ CALCISTICHE NELLA FAMOSA SCUOLA CALCIO DEL VILLARREAL C.F.! IMPARARE LO SPAGNOLO E SVILUPPARE LE ABILITÁ CALCISTICHE NELLA FAMOSA SCUOLA CALCIO DEL VILLARREAL C.F.! Orange Language School (OLS) in collaborazione con Villarreal C.F et i suoi club associati offrono

Dettagli

Scarpone da trekkingalpinismo. Scarpa da trekking

Scarpone da trekkingalpinismo. Scarpa da trekking COSA PORTARE NELLO ZAINO EQUIPAGGIAMENTO DA TREKKING E DA ESCURSIONISMO Quando si prepara lo zaino vengono sempre gli sessi dubbi...questo lo porto o non lo porto??...e questo mi servirà?? Se avete dei

Dettagli

Sicurezza e ambiente negli sport sulla neve

Sicurezza e ambiente negli sport sulla neve Sicurezza e ambiente negli sport sulla neve Editore: Ufficio federale dello sport UFSPO Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM Autori: Domenic Dannenberger (capodisciplina

Dettagli

SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA (PERCORSI PARALLELI E PROGETTI MIRATI DI TERRITORIO

SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA (PERCORSI PARALLELI E PROGETTI MIRATI DI TERRITORIO SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA (PERCORSI PARALLELI E PROGETTI MIRATI DI TERRITORIO Cenni storici Il Servizio S.F.A. nasce nel giugno del 2001 in conformità con quanto stabilito nel Capitolato speciale

Dettagli

Locomotiva a vapore Gr 940

Locomotiva a vapore Gr 940 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO LOCOMOTIVA F.S. gr 905 Locomotiva a vapore Gr 940 Istruzioni per il montaggio Questa scatola di montaggio è dedicata a una delle locomotive più diffuse, più longeve e anche

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO STATALE DARIO PAGANO ROMA PEI. a.s. 2010-20011

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO STATALE DARIO PAGANO ROMA PEI. a.s. 2010-20011 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO STATALE DARIO PAGANO ROMA PEI a.s. 2010-20011 Documento da allegare alla programmazione curricolare della classe... e al fascicolo personale dell alunn......... La programmazione,

Dettagli

Alla scoperta dei vulcani del Mediterraneo 29 giugno 5 luglio 2014

Alla scoperta dei vulcani del Mediterraneo 29 giugno 5 luglio 2014 2014 Alla scoperta dei vulcani del Mediterraneo 29 giugno 5 luglio 2014 Divertiti a salire i tre fantastici vulcani attivi della Sicilia, nel cuore del Mare Mediterraneo! Organizzato da: Club Alpino Italiano

Dettagli

(4) I Nodi. Guida alla costruzione dei nodi più utilizzati. Argomenti trattati:

(4) I Nodi. Guida alla costruzione dei nodi più utilizzati. Argomenti trattati: (4) I Nodi Guida alla costruzione dei nodi più utilizzati Argomenti trattati: 4.1 Clinch 4.2 Clinch ritornato 4.3 Uni knots 4.4 Pallina 4.5 Palomar 4.6 Ami Special 4.7Arenicola 4.8 Allbright 4.9 Palamito

Dettagli

Alcune considerazioni teoriche e sperimentali sui carichi di rottura delle corde

Alcune considerazioni teoriche e sperimentali sui carichi di rottura delle corde Alcune considerazioni teoriche e sperimentali sui carichi di rottura delle corde di Silvano Melotti 1. Premessa Lo sviluppo nella costruzione delle corde statiche e il perfezionamento degli autobloccanti

Dettagli