ESERCITAZIONE SU GHIACCIAIO 2007

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESERCITAZIONE SU GHIACCIAIO 2007"

Transcript

1 1 ESERCITAZIONE SU GHIACCIAIO 2007 Carlo Petrongolo, Gruppo Focolaccia 12 Novembre INTRODUZIONE Questa dispensa riassume alcune tecniche di progressione e di autosoccorso in ghiacciaio, ed e' rivolta agli scialpinisti della Focolaccia per preparare la loro esercitazione di Novembre Alcune di queste manovre sono state provate a secco a Vecchiano, e saranno verificate su ghiacciaio a Cervinia. Ho usato i manuali del Collegio Nazionale Guide Alpine Italiane (CNGAI), del CAI, della Petzl, ed ho navigato a lungo sul web. In particolare, rimando alla dispensa di Henri, pubblicata nel nostro sito web nel 2006, per tutto quello che manca in questa mia. Ho anche utilizzato molte discussioni e consigli di alpinisti piu' bravi ed esperti di me. Ovviamente, tutti gli errori ed omissioni sono solo colpa mia, e sono grato a chi me le fara' notare. Questa dispensa va letta ricordando una cosa ovvia: la Focolaccia e' un gruppo di scialpinisti, e non e' una scuola di scialpinismo. Cio' significa che come liberi e responsabili scialpinisti non siamo obbligati a seguire nessuna bibbia e nessuna chiesa, ma dobbiamo cogliere fior da fiore, usando tutti i manuali che conosciamo, la nostra fantasia ed intelligenza, e l'esperienza nostra ed altrui. A maggior ragione, questo scritto non e' assolutamente una bibbia, ma serve solo per i meno esperti, ed e' ampiamente correggibile. Ricordo pero' che le chiacchiere scritte o parlate non servono a niente, se non facciamo i compiti a casa, provando e riprovando, facendo errori e correggendoli, e trovando ognuno di noi le manovre che gli sembrano migliori, perche' ogni manovra puo' avere molte varianti, che piacciono ad uno ma non ad un altro. Ho sciato su diversi ghiacciai, alcuni molto crepacciati, ed una sola volta ero in sci e legato. Ho anche visto migliaia di scialpinisti su ghiacciai, tutti in sci e slegati. Poiche' questo avviene nel 99% dei casi, prima di tutto dobbiamo conoscere come progredire slegati, in sicurezza e tranquillita', e come ricuperare un caduto slegato in un crepaccio, il piu' facilmente e rapidamente possibile. Successivamente, possiamo anche imparare a procedere legati, ed a bloccare il caduto. Quindi, riassumo solo le manovre da slegati, ed rimando alla bibliografia per quelle da legati.

2 2 2. NODI USATI 1. Inglese doppio. 2. Prusik [1]. 3. Barcaiolo. 4. Bulino. 3. MATERIALE PERSONALE MINIMO Piccozza e ramponi in acciaio. Imbraco basso. Reverso [2]. 3 moschettoni HMS, con ghiera express, per sosta, reverso, discesa, e salita. 2 mosch N, per carrucole. 3 cordini in kevlar [3] da 5.5 mm e 3 m (o 2 da 3 m e 2 da 1.5 m). 4. GRUPPI 4 persone. 2 1/2 corde da 30 m. 2 chiodi da ghiaccio.

3 3 5. PROGRESSIONE SLEGATI Longe: bulino all'anello dell'imbraco [4, p420], barca con mosch al capo, agganciato all'imbraco. Gli ultimi portano corde e chiodi. Corde filate in un sacchetto: capo interno con mosch su barca, capo esterno con nodo. Crepacci perpendicolari o paralleli alla marcia: in fila indiana o sfalsati. Dossi si, conche no. Crepacci: Bordi, allargamento, restringimento, cambio di pendenza, incrocio di ghiacciai. Ponti di colore diverso, e gradini fra i bordi. 6. PREPARAZIONE DEL RICUPERO DA CREPACCIO Considero un caduto slegato, che non collabora. Quindi bisogna fare la sosta, scendere nel crepaccio, legare il caduto, risalire, e ricuperare come al punto Sosta Chiodi, o piccozza, o pala, o sci e bastoncini [5, p152], o sci a corpo morto. Cordino 3 m, basso, affogato nella neve, con mosch.

4 Discesa su corda fissa Mosch del capo corda in quello di sosta. Portare piccozza e ramponi. Sopra: longe e reverso. Sotto: prusik corto a 3 giri Legare il caduto Cordino negli spallacci dello zaino [6], longe del caduto passata nel cordino. Corda con barca al mosch della longe del caduto Salita su corda fissa 2 prusik lunghi a 3 giri: imbraco e staffa. 7. RICUPERO CON PARANCO 7.1. Introduzione Se il caduto pesa P, bisogna sollevare 2P, a causa degli attriti. Un soccorritore solleva al massimo la meta' del proprio peso. Quindi servono 4 soccorritori per 1 caduto, se non si fa un paranco con n mosch (carrucole). Con n mosch in serie, basta tirare con forza F = P/2 n-1. Tirare con mani ed imbraco, legando la corda con prusik, che serve anche da autoassicurazione. In letteratura sono descritti decine di paranchi, e loro varianti, ma i 3 che descrivo sono i migliori, per semplicita', efficienza, ed adattabilita' a tutte le situazioni.

5 Inizio Reverso nella sosta, corda dentro, carica sopra. Prusik a 4 giri M1 verso il bordo. Anti-attrito sul bordo Paranco semplice [7, p20] F = P Passare corda in M1. Due tirano Paranco doppio [8] (o mezzo poldo [4, p465]) F = P/2 Mosch M2 al capo corda (o di uno spezzone di 6 m). Passare M2 nel mosch di sosta ed in M1. Passare corda scarica (o spezzone) in M2. Uno tira la corda (o lo spezzone).

6 Paranco triplo [9] F = P/4 Mosch M3 al capo corda. Passare corda in M1 (paranco semplice). Prusik 4 giri M2 sulla corda che esce da M1. Passare M3 nel mosch di sosta ed in M2 (paranco doppio). Passare corda scarica in M3. Uno tira. Ho usato le istruzioni e la figura di Roberto Cagnacci. NB M1(Roberto)=M1(io). M2(Roberto)=M2(io). M3(Roberto)=mosch di sosta(io). M4(Roberto)=M3(io).

7 7 8. RINGRAZIAMENTI Ringrazio in particolare la GA Alberto Paleari, l INA Bruno Barsuglia, l'insa Marco Orsenigo, l'ia Orlando Vanni, l'isa Henri Avancini, Roberto Cagnacci, e Lorenzo Martinelli. Grazie anche a tutti i soci della Focolaccia, che con la loro fantasia, entusiasmo, e lavoro, hanno verificato queste tecniche, hanno corretto i miei errori, ed hanno inventato e provato alcune manovre qui descritte. 9. NOTE [1] Migliore su ghiaccio. [2] Assicuratore di primo e secondi, discensore, autobloccante per recupero. Puo' essere sostituito dalla piastrina nelle manovre qui descritte. [3] Carico di rottura = 1800 kg-peso. Nylon, dyneema, ed autobloccanti meccanici no per autobloccanti: il nylon brucia le corde, il dyneema fonde, i meccanici rovinano le corde. [4] Manuale CAI, Alpinismo su Ghiaccio e Misto. E' nel nostro sito. [5] Manuale CNGAI, Sicurezza. [6] Roberto Cagnacci, Antonio Mori, Moreno Simoni, ed Alberto Vigolo, Vecchiano Lo zaino tiene la schiena in posizione corretta, ma aumenta un po' P. [7] Manuale CNGAI, Autosoccorso. [8] Marco Gnech, Mirco Martelli, Stefano Triani, ed il quarto del loro gruppo, Plateau Rosa' Ho ricuperato Costantino con questo paranco, tirando da solo. [9] Roberto Cagnacci, Lorenzo Martinelli, Antonio Mori, Moreno Simoni, ed Alberto Vigolo, Vecchiano 2007.

CLUB ALPINO ITALIANO

CLUB ALPINO ITALIANO CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo e Sci Alpinismo Scuola centrale di Alpinismo Scuola centrale di Sci Alpinismo AGGIORNAMENTO SU TECNICHE E MANOVRE DI CORDA Approvato dalla

Dettagli

Manovre di autosoccorso: Paranchi

Manovre di autosoccorso: Paranchi Angela Montanari Paranchi Pag. 1/8 Manovre di autosoccorso: Paranchi Recupero di ferito con paranco mezzo Poldo con piastrina. Questo sistema di recupero va adottato, oltre che in alpinismo su ghiaccio

Dettagli

RECUPERO da CREPACCIO

RECUPERO da CREPACCIO recupero da crepaccio 1 RECUPERO da CREPACCIO G. Galli - maggio 2010 recupero da crepaccio 2 premessa 1 condizioni dell incidente la caduta in un crepaccio può verificarsi per un alpinista: legato e preventivamente

Dettagli

TECNICHE DI RECUPERO DA CREPACCIO

TECNICHE DI RECUPERO DA CREPACCIO CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo e Sci Alpinismo Scuola Centrale di Alpinismo Scuola Centrale di Sci Alpinismo TECNICHE DI RECUPERO DA CREPACCIO Approvato dalla CNSASA il

Dettagli

Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2014

Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2014 Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2014 La Scuola di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera Franco Alletto della Sezione de CAI di Roma organizza il corso avanzato di scialpinismo che si svolgerà

Dettagli

SISTEMA VANZO. descrizione sequenza operativa

SISTEMA VANZO. descrizione sequenza operativa PARANCO MEZZO POLDO Il "mezzo Poldo" è un paranco utilizzato nella pratica alpinistica e scialpinistica, non è molto veloce ma garantisce il successo del recupero anche se ad agire si è da soli. Il "mezzo

Dettagli

PROGRESSIONE SU GHIACCIAIO DELLA CORDATA

PROGRESSIONE SU GHIACCIAIO DELLA CORDATA Dispensa informativa sulla PROGRESSIONE SU GHIACCIAIO DELLA CORDATA Nota: questa dispensa e stata realizzata a cura di M.Meroni e L.Castelli ed e frutto sia dell esperienza degli istruttori della Scuola

Dettagli

LA QUASI TOTALITÀ DEL TESTO CONTENUTO IN QUESTA DISPENSA È STATO TRATTO DAI MANUALI DEL C.A.I. PREMESSA

LA QUASI TOTALITÀ DEL TESTO CONTENUTO IN QUESTA DISPENSA È STATO TRATTO DAI MANUALI DEL C.A.I. PREMESSA LA QUASI TOTALITÀ DEL TESTO CONTENUTO IN QUESTA DISPENSA È STATO TRATTO DAI MANUALI DEL C.A.I. ALPINISMO SU GHIACCIO E MISTO E ALPINISMO SU ROCCIA ; SONO STATE CAMBIATE LA QUASI TOTALITÀ DELLE FOTO ED

Dettagli

PER RIPASSARE NODI E MANOVRE

PER RIPASSARE NODI E MANOVRE PER RIPASSARE NODI E MANOVRE COLLEGAMENTO DELLA CORDATA Nodo delle guide con frizione Detto anche nodo Savoia o Otto ripassato. Deve essere eseguito il più vicino possibile all'imbrago e possibilmente

Dettagli

Corso Base di Alpinismo A1 2009-2010 DISPENSA SUI NODI

Corso Base di Alpinismo A1 2009-2010 DISPENSA SUI NODI SCUOLA INTERSEZIONALE SIBILLA DI ALPINISMO E SCIALPINISMO Corso Base di Alpinismo A1 2009-2010 DISPENSA SUI NODI NODI A cosa servono i nodi in Alpinismo? formare una cordata congiungere corde e chiudere

Dettagli

Corso di Arrampicata Libera

Corso di Arrampicata Libera Scuola di Alpinismo, Sci Alpinismo e Arrampicata Libera BISMANTOVA Scuola delle sezioni CAI di Reggio Emilia, Sassuolo e Castelnovo ne Monti Corso di Arrampicata Libera organizzato presso la Sezione di

Dettagli

Club Alpino Italiano Scuola di Alpinismo e di Arrampicata Libera Cosimo Zappelli Sezioni C.A.I. M. Bacci Viareggio - E.

Club Alpino Italiano Scuola di Alpinismo e di Arrampicata Libera Cosimo Zappelli Sezioni C.A.I. M. Bacci Viareggio - E. Club Alpino Italiano Scuola di Alpinismo e di Arrampicata Libera Cosimo Zappelli Sezioni C.A.I. M. Bacci Viareggio - E. Bertini Prato La parola chiave in montagna è Sicurezza 2 Materiale I cordini e i

Dettagli

Ancoraggi e tecniche di assicurazione

Ancoraggi e tecniche di assicurazione Scuola di Alpinismo e Scialpinismo FALC CORSO DI ALPINISMO AVANZATO A2 2012 Ancoraggi e tecniche di assicurazione Claudio Caldini (INSA) Ramon Maj (IA) Ancoraggi su roccia Ancoraggi naturali spuntoni,

Dettagli

CDR LA SCALETTA DELLA SCALATA

CDR LA SCALETTA DELLA SCALATA CDR L E D I S P E N S E D E L C ORSO D I R O C C I A P R O G R E S S I O N E D E L L A C O R D A T A LA SCALETTA DELLA SCALATA Questa dispensa riporta in maniera schematica: 1. le fasi della progressione

Dettagli

ANCORAGGI SOSTE INDICE DELLA SERATA TECNICHE DI ASSICURAZIONE DISCESA IN CORDA DOPPIA. Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione La corda doppia

ANCORAGGI SOSTE INDICE DELLA SERATA TECNICHE DI ASSICURAZIONE DISCESA IN CORDA DOPPIA. Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione La corda doppia ANCORAGGI SOSTE TECNICHE DI ASSICURAZIONE DISCESA IN CORDA DOPPIA (CAPP. 4-5-6 MANUALE GHIACCIO VERTICALE) INDICE DELLA SERATA Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione La corda doppia 1 ANCORAGGI Ancoraggi

Dettagli

Club Alpino Italiano Sezione Monte Nero - Cividale del Friuli PROGRAMMA CORSI. Scuola di Alpinismo e Scialpinismo V. Vuattolo

Club Alpino Italiano Sezione Monte Nero - Cividale del Friuli PROGRAMMA CORSI. Scuola di Alpinismo e Scialpinismo V. Vuattolo Club Alpino Italiano Sezione Monte Nero - Cividale del Friuli PROGRAMMA CORSI 2015 Scuola di Alpinismo e Scialpinismo V. Vuattolo Regolamento 2015 1. La SCUOLA di ALPINMO e SCIALPI- NMO Vanni Vuattolo

Dettagli

NODI E CORDE APPUNTI

NODI E CORDE APPUNTI NODI E CORDE APPUNTI I NODI di base, pag.1 I NODI Autobloccanti, pag.5 I NODI per l imbragatura e la sicura, pag.7 I NODI di giunzione. pag.11 1 I nodi di base: Pagina quadro I nodi autobloccanti I nodi

Dettagli

AUTOSOCCORSO SU ROCCIA

AUTOSOCCORSO SU ROCCIA AUTOSOCCORSO SU ROCCIA LE OPERAZIONI SEGUENTI DEVONO ESSERE BEN CHIARE NELLA MENTE DI CHI LE ESEGUE E FRUTTO DI PERIODICHE ESERCITAZIONI, AFFINCHÈ NON SIANO CAUSA DI FATALI CONSEGUENZE, ALTRIMENTI FERMARSI

Dettagli

CORSO DI ALPINISMO Dispensa informativa sulla progressione su ghiacciaio

CORSO DI ALPINISMO Dispensa informativa sulla progressione su ghiacciaio CORSO DI ALPINISMO Dispensa informativa sulla progressione su ghiacciaio INTRODUZIONE La conoscenza della neve e dei fenomeni legati alla sua trasformazione e l'esperienza di numerose ascensioni non sono

Dettagli

PROGRAMMAestate 2016. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO

PROGRAMMAestate 2016. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO SCUOLA INTERSEZIONALE DI ALPINISMO, SCIALPINISMO E ARRAMPICATA LIBERA VALLE SERIANA www.caibergamo.it/scuolavalleseriana scuolavalleseriana@caibergamo.it PROGRAMMAestate 2016 ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE

Dettagli

Catena di assicurazione e caratteristiche dei materiali

Catena di assicurazione e caratteristiche dei materiali Scuola di Alpinismo e Scialpinismo FALC CORSO DI ALPINISMO AVANZATO A2 2012 Catena di assicurazione e caratteristiche dei materiali Claudio Caldini (INSA) - Ramon Maj (IA) La catena di assicurazione è

Dettagli

PROGRAMMAestate 2014. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO

PROGRAMMAestate 2014. ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE MODULO D ISCRIZIONE COMPILARE IN OGNI SUA PARTE IN STAMPATELLO SCUOLA INTERSEZIONALE DI ALPINISMO, SCIALPINISMO E ARRAMPICATA LIBERA VALLE SERIANA www.caibergamo.it/scuolavalleseriana scuolavalleseriana@caibergamo.it PROGRAMMAestate 2014 ISCRIZIONI e PARTECIPAZIONE

Dettagli

Corso di Alpinismo su cascate di ghiaccio - AC1 2014

Corso di Alpinismo su cascate di ghiaccio - AC1 2014 Corso di Alpinismo su cascate di ghiaccio - AC1 2014 La Scuola di Alpinismo, e Arrampicata Libera Del Piceno delle Sezioni CAI di Ascoli Piceno, Fermo, San Benedetto del Tronto, organizza un corso avanzato

Dettagli

La "sosta classica" Nella "sosta classica", i due ancoraggi sono collegati tra loro con due moschettoni ed un anello di cordino.

La sosta classica Nella sosta classica, i due ancoraggi sono collegati tra loro con due moschettoni ed un anello di cordino. La "sosta classica" 6 aprile 2005 La progressione della cordata su una parete è caratterizzata dal movimento non contemporaneo degli alpinisti. Durante la progressione della cordata, la sosta è il punto

Dettagli

Nodi e Manovre per l Escursionismo C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario

Nodi e Manovre per l Escursionismo C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario Club Alpino Italiano Sezione di Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento Nodi e Manovre per l Escursionismo Sommario Introduzione... 3 1. Nodi per legarsi... 4 1.1. Nodo delle Guide... 4 1.2. Nodo a

Dettagli

GRUPPO RAGNI DELLA GRIGNETTA SCUOLA D ALPINISMO 60 CORSO ROCCIA 2012

GRUPPO RAGNI DELLA GRIGNETTA SCUOLA D ALPINISMO 60 CORSO ROCCIA 2012 Lezioni Pratiche GRUPPO RAGNI DELLA GRIGNETTA SCUOLA D ALPINISMO 60 CORSO ROCCIA 2012 Sabato 5 maggio Barzio Ritrovo: ore 8.00 c/o parcheggio Domenica 6 maggio Barzio Ritrovo: ore 8.00 c/o parcheggio Domenica

Dettagli

AUTO SOCCORSO in parete CORSO di Tecniche e Manovre

AUTO SOCCORSO in parete CORSO di Tecniche e Manovre AUTO SOCCORSO in parete CORSO di Tecniche e Manovre Diamo pure per scontato, e già questo è un azzardo, che sappiate che passare da una situazione orizzontale, condizione che consideriamo normale, ad una

Dettagli

Presidenza Nazionale ANVVFC

Presidenza Nazionale ANVVFC Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo Volontariato e Protezione Civile Presidenza Nazionale ANVVFC AI COMITATI PROVINCIALI LORO SEDE AI COMITATI REGIONALI LORO SEDE OGGETTO: Corsi di formazione.

Dettagli

Catena di assicurazione e caratteristiche dei materiali

Catena di assicurazione e caratteristiche dei materiali Catena di assicurazione e caratteristiche dei materiali Corso FALC ARG1 2010 Claudio Caldini La catena di assicurazione è l insieme di elementi che permettono, in caso di caduta, di limitare i danni agli

Dettagli

scuola di alpinismo, scialpinismo e arrampicata celso gilberti

scuola di alpinismo, scialpinismo e arrampicata celso gilberti corsi2014 scuola di alpinismo, scialpinismo e arrampicata celso gilberti club alpino italiano sezione di udine scuola di alpinismo, scialpinismo e arrampicata celso gilberti ORGANICO ISTRUTTORI Direttore

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO CORSO A.S.E.

CLUB ALPINO ITALIANO CORSO A.S.E. S.R.E. - SCUOLA REGIONALE ESCURSIONISMO CLUB ALPINO ITALIANO CORSO A.S.E. D ESCURSIONISMO BIENNO 2010 ABBIGLIAMENTO EQUIPAGGIAMENTO ATTREZZATURA CATENA DI SICUREZZA CLASSIFICAZIONE DEI MATERIALI ESCURSIONISTICI

Dettagli

La Catena di Assicurazione (CdA)

La Catena di Assicurazione (CdA) La Catena di Assicurazione (CdA) Agenda: Richiami di fisica I materiali che compongono la CdA Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione Cos e È l insieme degli elementi che permettono, in caso di caduta,

Dettagli

PROGRESSIONE IN CONSERVA CON MINORI

PROGRESSIONE IN CONSERVA CON MINORI 2012 CAI - Scuola Centrale di Alpinismo Giovanile PROGRESSIONE IN CONSERVA CON MINORI Dispensa di Alpinismo Giovanile edita nel mese di settembre 2012 a cura della Scuola Centrale di Alpinismo Giovanile.

Dettagli

Notiziario della Commissione Interregionale Scuole Alpinismo, SciAlpinismo e Arrampicata Libera TER

Notiziario della Commissione Interregionale Scuole Alpinismo, SciAlpinismo e Arrampicata Libera TER Notiziario della Commissione Interregionale Scuole Alpinismo, SciAlpinismo e Arrampicata Libera TER Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 Conv. In L: 27/02/2004 n. 46 Art. 1, comma 2, DR/CBPA

Dettagli

Collegamento degli ancoraggi Confronto tra le tecniche di assicurazione

Collegamento degli ancoraggi Confronto tra le tecniche di assicurazione Collegamento degli ancoraggi Confronto tra le tecniche di assicurazione ATTENZIONE Il materiale di questo "pdf" è una parte del PowerPoint "Soste e tecniche di assicurazione -2013" che trovate nel DVD

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO SCUOLA DI ALPINISMO E SCIALPINISMO SILVIO SAGLIO - MILANO

CLUB ALPINO ITALIANO SCUOLA DI ALPINISMO E SCIALPINISMO SILVIO SAGLIO - MILANO Questa dispensa è dedicata all impegno, appassionato e competente, di un amico e di un compagno di cordata, Marcello Meroni (INA) Ultimo aggiornamento e revisione: Massimo Pantani (INA, CLSASA) Sett 2010

Dettagli

Progressione della cordata Catena e tecniche di assicurazione

Progressione della cordata Catena e tecniche di assicurazione 11 Corso di Alpinismo su Roccia 2013 Scuola permanente di Alpinismo «Cosimo Zappelli» Progressione della cordata Catena e tecniche di assicurazione a cura di Claudio Luperini Stasera parleremo di: _ come

Dettagli

Tike Saab guide alpine

Tike Saab guide alpine Tike Saab guide alpine Arrampicata su roccia e vie ferrate Dalla mia esperienza di guida alpina ho cercato di sintetizzare al massimo le cose più utili e necessarie per iniziare a frequentare la montagna

Dettagli

Le Fasi della manovra sono:

Le Fasi della manovra sono: È indispensabile per una questione di sicurezza imparare a svolgere la manovra seguendo una sequenza di operazioni predeterminate. Le Fasi della manovra sono: 1. Auto-assicurazione 2. Predisposizione dell'ancoraggio

Dettagli

Introduzione allo Zaino.

Introduzione allo Zaino. Club Alpino Italiano Introduzione allo Zaino. NOTIZIARIO DELLA CRLSA ANNO 1 N 1 C.R.L.S.A. Commissione Regionale Lombarda Scuole di Alpinismo Cari istruttori lombardi, eccoci, quindi al grande momento.

Dettagli

Schede tecniche per lavoro su funi

Schede tecniche per lavoro su funi Schede tecniche per lavoro su funi Tecniche e materiali per i lavori in quota nell attività di soccorso, quadro didattico ANVVFC,, Presidenza Nazionale, marzo 2008 pag 1 Scheda : 0 PRINCIPI GENERALI: lavori

Dettagli

Catena di assicurazione

Catena di assicurazione 12 Corso di Roccia 2015 Scuola permanente di Alpinismo «Cosimo Zappelli» 9 aprile 2015 Catena di assicurazione lezione a cura di Sergio Pistolesi - slide di Claudio Luperini Stasera parleremo di: catena

Dettagli

La catena di assicurazione in ferrata

La catena di assicurazione in ferrata Club Alpino Italiano Sezione Pontedera Scuola Cosimo Zappelli Scuola Lucca Scuola Alpi Apuane Corso monotematico su vie ferrate 2013 (M-F1) La catena di assicurazione in ferrata giovedì 9 maggio 2013 a

Dettagli

Ente Scuola per l Addestramento Professionale Edile

Ente Scuola per l Addestramento Professionale Edile Ente Scuola per l Addestramento Professionale Edile (Costituito ai sensi dell art. 93 del C.C.N.L. 05.07. 95 per imprese edili ed affini e dagli accordi collettivi provinciali) CORSO PER ADDETTO MONTAGGIO,

Dettagli

BOZZA DI LAVORO INTERNA DELLA CNSASA, OTP E SCUOLE CENTRALI Milano 15-9-07

BOZZA DI LAVORO INTERNA DELLA CNSASA, OTP E SCUOLE CENTRALI Milano 15-9-07 1 BOZZA DI LAVORO INTERNA DELLA CNSASA, OTP E SCUOLE CENTRALI Milano 15-9-07 PERCORSI FORMATIVI PER IL CONSEGUIMENTO DI COMPETENZE ALPINISTICHE ovvero le competenze minime necessarie per svolgere in sicurezza

Dettagli

Oggetto : Corso F-SAIS 2012 per aspiranti istruttori sezionali Scuola G Vagniluca ( ASPA -ASPR -ASPSA -ASPAL - ASPSE )

Oggetto : Corso F-SAIS 2012 per aspiranti istruttori sezionali Scuola G Vagniluca ( ASPA -ASPR -ASPSA -ASPAL - ASPSE ) - All organico della Scuola G. Vagniluca - Agli Aspiranti della Scuola G. Vagniluca - Ai Presidenti di Sezione del Cai Umbro - Al Presidente Gr Cai Umbria - Al Direttore della Scuola di alpinismo Monteluco

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo Allegato n 9 PIANO DIDATTICO CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO AE 1 LIVELLO STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

Tecniche di Assicurazione: confronto tra classica e ventrale

Tecniche di Assicurazione: confronto tra classica e ventrale Club Alpino Italiano Commissione Centrale Materiali e Tecniche Tecniche di Assicurazione: confronto tra classica e ventrale A cura di Giuliano Bressan, Claudio Melchiorri 1/65 Nota introduttiva Questo

Dettagli

Corso di Alpinismo Dispensa informativa sulla progressione su roccia

Corso di Alpinismo Dispensa informativa sulla progressione su roccia Paolo Gaetani, Marcello Meroni 17/06/2003 Corso di Alpinismo Dispensa informativa sulla progressione su roccia INDICE INTRODUZIONE...1 1. PREPARAZIONE DELLA CORDATA...2 2. COME LEGARSI IN CORDATA...2 3.

Dettagli

PREDISPOSIZIONE DI SOSTE IN ALPINISMO E IN ARRAMPICATA

PREDISPOSIZIONE DI SOSTE IN ALPINISMO E IN ARRAMPICATA PREDISPOSIZIONE DI SOSTE IN ALPINISMO E IN ARRAMPICATA Marzo 2006 - Revisionato e formattato, per la Scuola di Alpinismo e Scialpinismo Silvio Saglio - SEM Milano, da Massimo Pantani - INA (CLSASA) - sulla

Dettagli

Collegio Provinciale delle Guide Alpine Provincia Autonoma di Bolzano

Collegio Provinciale delle Guide Alpine Provincia Autonoma di Bolzano Collegio Provinciale delle Guide Alpine Provincia Autonoma di Bolzano Maurizio Lutzenberger Tecniche di corda per la guida alpina. Edizione 2002 Tecniche di corda per la guida alpina. 1. Corde, fettucce

Dettagli

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO CLU LPINO ITLINO C I CLU LPINO ITLINO E S C U RSIONISMO Club lpino Italiano SEZIONE DI TREGNGO Ettore Castiglioni CLU LPINO ITLINO CLU LPINO ITLINO SEZIONE DI TREGNGO Vicolo Cipolla, 20-37039 Tregnago

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA

CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA Considerazioni sui metodi di contenimento delle sollecitazioni durante la caduta nell arrampicata libera Gola di Gorropu LA CATENA DI ASSICURAZIONE

Dettagli

CORSO HEMS 2014 PIEMONTE Corso teorico-pratico di soccorso in ambiente impervio per Medici ed Infermieri dei Servizi di Elisoccorso Sanitario

CORSO HEMS 2014 PIEMONTE Corso teorico-pratico di soccorso in ambiente impervio per Medici ed Infermieri dei Servizi di Elisoccorso Sanitario in collaborazione con CORSO HEMS 2014 PIEMONTE Corso teorico-pratico di soccorso in ambiente impervio per Medici ed Infermieri dei Servizi di Elisoccorso Sanitario BARDONECCHIA (TO), 31 marzo 04 aprile

Dettagli

LA CATENA DI ASSICURAZIONE. Lezione a cura di Torrini Andrea

LA CATENA DI ASSICURAZIONE. Lezione a cura di Torrini Andrea LA CATENA DI ASSICURAZIONE Lezione a cura di Torrini Andrea PARLEREMO IN QUESTA LEZIONE DI: Significato di CATENA DI ASSICURAZIONE Dimensionamento della CATENA DI ASSICURAZIONE Forza di Arresto Fattore

Dettagli

SCUOLA DI SPELEOLOGIA C. FINOCCHIARIO Corso Base di speleologia 2015 DISPENSA SUI NODI

SCUOLA DI SPELEOLOGIA C. FINOCCHIARIO Corso Base di speleologia 2015 DISPENSA SUI NODI SCUOLA DI SPELEOLOGIA C. FINOCCHIARIO Corso Base di speleologia 2015 DISPENSA SUI NODI I nodi si possono definire come una manovra che sfruttando la somma degli attriti rende solidali due corde o la corda

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo PIANO DIDATTICO Allegato n 9 CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO 1 LIVELLO AE/AC STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

Relazione dott.ssa Cecilia Carreri, convegno S.Martino di Castrozza Il tema che tratteremo riguarda la responsabilità della Guida Alpina nell

Relazione dott.ssa Cecilia Carreri, convegno S.Martino di Castrozza Il tema che tratteremo riguarda la responsabilità della Guida Alpina nell Relazione dott.ssa Cecilia Carreri, convegno S.Martino di Castrozza Il tema che tratteremo riguarda la responsabilità della Guida Alpina nell accompagnamento nel fuori pista, cioè fuori dalle piste attrezzate

Dettagli

PERCORSO ALPINISTICO

PERCORSO ALPINISTICO PERCORSO ALPINISTICO CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO PERCORSO FORMATIVO Richiesta di Ammissione Controllo Dati Iscrizione Selezione Tecnico-Attitudinale per tutte

Dettagli

Club Alpino. Ala di Stura. Programma 2012. www.caialadistura.it info@caialadistura.it

Club Alpino. Ala di Stura. Programma 2012. www.caialadistura.it info@caialadistura.it Club Alpino Italiano Ala di Stura Programma 2012 www.caialadistura.it info@caialadistura.it Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli

Dettagli

VIA FERRATA. Premessa

VIA FERRATA. Premessa VIA FERRATA Premessa Una via ferrata è un percorso in parete, attrezzato con infissi metallici (fittoni, cavi d acciaio, gradini, scale, ponti, ecc) da utilizzare per la progressione. Questo tipo d attrezzatura

Dettagli

SCELTA E PREPARAZIONE DELLA GITA SCIALPINISTICA

SCELTA E PREPARAZIONE DELLA GITA SCIALPINISTICA SCELTA E PREPARAZIONE DELLA GITA SCIALPINISTICA Nuove proposte della Scuola Centrale di Sci Alpinismo del CAI Maurizio Dalla Libera Istruttore INA e INSA, Scuola Centrale di Sci Alpinismo del CAI Email:

Dettagli

Indagine sulle tecniche di assicurazione

Indagine sulle tecniche di assicurazione Metodi di assicurazione in montagna e falesia: tecniche e problemi Arco 31 ottobre 2004 Indagine sulle tecniche di assicurazione Claudio Melchiorri INA CCMT SCA Indagine sulle tecniche di assicurazione

Dettagli

LA CATENA DI ASSICURAZIONE Parte I materiali

LA CATENA DI ASSICURAZIONE Parte I materiali Scuola Inter - Sezionale di Alpinismo e Scialpinismo G. Ribaldone LA CATENA DI ASSICURAZIONE Parte I materiali Alessandro Co' - Raffaele Pagliano Che cos'è la Catena di Assicurazione? E' un insieme di

Dettagli

Scuola di Alpinismo e Scialpinismo ADAMELLO / TULLIO CORBELLINI. Roccia Ghiaccio Alpinismo Arrampicata Cascate Scialpinismo

Scuola di Alpinismo e Scialpinismo ADAMELLO / TULLIO CORBELLINI. Roccia Ghiaccio Alpinismo Arrampicata Cascate Scialpinismo Scuola di Alpinismo e Scialpinismo ADAMELLO / TULLIO CORBELLINI Roccia Ghiaccio Alpinismo Arrampicata Cascate Scialpinismo Scuola di Alpinismo e Scialpinismo ADAMELLO / TULLIO CORBELLINI La La scuola scuola

Dettagli

2015 CLIMBING EQUIPMENT

2015 CLIMBING EQUIPMENT 2015 CLIMBING EQUIPMENT CLIMBING PASSION Climbing Technology (CT) è il marchio commerciale di Aludesign S.p.A., azienda con quasi 30 anni di esperienza internazionale nella progettazione e produzione di

Dettagli

MEMORIA INIZIALE CNSASA - PARTE 1 MILANO 5-12-06

MEMORIA INIZIALE CNSASA - PARTE 1 MILANO 5-12-06 1 MEMORIA INIZIALE CNSASA - PARTE 1 MILANO 5-12-06 COMMISSIONE NAZIONALE SCUOLE DI ALPINISMO E SCI ALPINISMO Elenco dei tipi di corsi rivolti ai soci CAI Nota introduttiva: la CNSASA sta aggiornando le

Dettagli

In montagna tra libertà e consapevolezza! Corsi 2014. www.scuolacastelcorno.org www.facebook.com/scuolacastelcorno. C.A.I. S.A.T.

In montagna tra libertà e consapevolezza! Corsi 2014. www.scuolacastelcorno.org www.facebook.com/scuolacastelcorno. C.A.I. S.A.T. In montagna tra libertà e consapevolezza! Corsi 2014 www.scuolacastelcorno.org www.facebook.com/scuolacastelcorno C.A.I. S.A.T. Rovereto e Mori Scuola di alpinismo, scialpinismo, arrampicata libera Castel

Dettagli

CAI ALA di STURA Programma 2016

CAI ALA di STURA Programma 2016 CAI ALA di STURA Programma 2016 Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli appassionati della montagna, e per motivi pratici, che interessano

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PALESTRA ARRAMPICATA CAI CORSICO

REGOLAMENTO GENERALE PALESTRA ARRAMPICATA CAI CORSICO REGOLAMENTO GENERALE PALESTRA ARRAMPICATA CAI CORSICO NORME GENERALI 1. Il presente Regolamento disciplina l ingresso e l utilizzo della palestra di arrampicata CAI Corsico e gestita dalla Scuola di Alpinismo

Dettagli

Linee guida per prima emergenza e salvataggio

Linee guida per prima emergenza e salvataggio PIMUS Linee guida per prima emergenza e salvataggio Tecniche e materiali per i lavori in quota nell attività di soccorso, quadro didattico ANVVFC,, Presidenza Nazionale, febbraio 2008 pag 1 Emergenza e

Dettagli

In collaborazione con CENTRO STUDI MATERIALI E TECNICHE

In collaborazione con CENTRO STUDI MATERIALI E TECNICHE In collaborazione con CENTRO STUDI MATERIALI E TECNICHE La sicurezza sui sentieri attrezzati: materiali e tecniche Con la collaborazione del Centro Studi Materiali e Tecniche. Questo documento riporta

Dettagli

Escursione alla Capanna Regina Margherita q. 4.554 Pta Gnifetti 23/24 Giugno 2012

Escursione alla Capanna Regina Margherita q. 4.554 Pta Gnifetti 23/24 Giugno 2012 Escursione alla Capanna Regina Margherita q. 4.554 Pta Gnifetti 23/24 Giugno 2012 Premetto che questo mio resoconto dà molto spazio agli aspetti fotografici di un esperienza alpinistica che è stata da

Dettagli

Manovre di corda (Febbraio 2009)

Manovre di corda (Febbraio 2009) Manovre di corda (Febbraio 2009) Prefazione Le manovre di corda fanno parte del DNA degli alpinisti e degli speleologi. In questo breve trattato sono presentate le sole manovre di base che possono rendersi

Dettagli

1975-2015 40 anni di attività

1975-2015 40 anni di attività ...un altro passo verso una nuova emozione... Trova il negozio più vicino a te e acquista on line su www.df-sportspecialist.it Foto Matteo Della Bordella - Testimonial DF Sport Specialist 1975-2015 40

Dettagli

-IDROLOGIA -MANOVRE DI CORDA

-IDROLOGIA -MANOVRE DI CORDA 7/1/1 -IDROLOGIA -MANOVRE DI CORDA versione 1.1 novembre 14-SANDRO DEMELAS Il Regime idrologico in Sardegna, l esempio del Flumendosa. Regime del Flumendosa(196/7) 1 1 VARIABILITA STAGIONALE 1 3 4 6 7

Dettagli

Le tecniche di assicurazione in parete

Le tecniche di assicurazione in parete Club Alpino Italiano Commissione Centrale Materiali e Tecniche Le tecniche di assicurazione in parete a cura di: Vittorio Bedogni, Giuliano Bressan, Claudio Melchiorri, Gigi Signoretti, Carlo Zanantoni

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione Ligure SOTTOSEZIONE BOLZANETO

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione Ligure SOTTOSEZIONE BOLZANETO CLUB ALPINO ITALIANO Sezione Ligure SOTTOSEZIONE BOLZANETO A cura di Marcello Lucentini e Lucia Goldoni Febbraio 2001 PREMESSA Pag. 5 ---------------- //// ---------------- PARTE PRIMA Pag. 7 Articolo

Dettagli

PROGRAMMA GITE. Scialpinismo

PROGRAMMA GITE. Scialpinismo 42 Scialpinismo PROGRAMMA GITE Domenica 18 gennaio 2015 Val di Campiglio: Monte Serodoli 2708 m Gita facile, un po complessa per l orientamento, prevalentemente invernale e che permette una bella sciata

Dettagli

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica CAI - ALPINISMO GIOVANILE Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011 Segnaletica C A I B o r g o m a n e r o A l p i n i s m o G i o v a n i l e 2 0 1 1 Pagina 1 Classificazione dei sentieri Sentiero

Dettagli

LA CATENA DI ASSICURAZIONE: LA NORMATIVA EUROPEA E I COMPONENTI

LA CATENA DI ASSICURAZIONE: LA NORMATIVA EUROPEA E I COMPONENTI Commissione Lombarda Materiali e Tecniche LA CATENA DI ASSICURAZIONE: LA NORMATIVA EUROPEA E I COMPONENTI Andrea Manes SICUREZZA Inerente materiali e tecniche Parliamo di catena di assicurazione senza

Dettagli

CHO OYU 8201 m RELAZIONE TECNICA DELLA SALITA PER LA VIA NORMALE SUL LATO NORD (TIBET)

CHO OYU 8201 m RELAZIONE TECNICA DELLA SALITA PER LA VIA NORMALE SUL LATO NORD (TIBET) CHO OYU 8201 m RELAZIONE TECNICA DELLA SALITA PER LA VIA NORMALE SUL LATO NORD (TIBET) IL CHO OYU VISTO DALLA PIANA DI TINGRI LA VIA NORMALE SUL VERSANTE NORD-OVEST TEMPISTICA PER LA SALITA E DISCESA CAMPO

Dettagli

Assemblea Ordinaria Scuola Nazionale di Speleologia (19 maggio)

Assemblea Ordinaria Scuola Nazionale di Speleologia (19 maggio) Club Alpino Italiano Scuola Nazionale di Speleologia Gruppo Speleologico Valtiberino CAI Sansepolcro Costacciaro 17-18 - 19 maggio 2013 Assemblea Ordinaria Scuola Nazionale di Speleologia (19 maggio) La

Dettagli

Equipaggiamento e materiali

Equipaggiamento e materiali Club Alpino Italiano Sezione Pontedera Corso escursionismo avanzato (E2) 2014 Equipaggiamento e materiali giovedì 27 marzo 2014 a cura di Sergio Pistolesi Istruttore Sezionale Abbigliamento Il principio

Dettagli

La Catena di Assicurazione: la normativa europea e i componenti

La Catena di Assicurazione: la normativa europea e i componenti Club Alpino Italiano Commissione Regionale Lombarda Materiali e Tecniche La Catena di Assicurazione: la normativa europea e i componenti Ottobre 2004 a cura di: Andrea Manes SOMMARIO LA CATENA DI ASSICURAZIONE:

Dettagli

GRUPPO SCOIATTOLI DENTI DELLA VECCHIA

GRUPPO SCOIATTOLI DENTI DELLA VECCHIA GRUPPO SCOIATTOLI DENTI DELLA VECCHIA Premessa Illustrazione Caio, wwwcaiocomix.com Scopo della serata presentare i vari tipi di ancoraggi possibili su roccia informare sul metodo di posa corretta degli

Dettagli

Banca Dati delle Leggi Regionali nel testo coordinato LEGGE REGIONALE 16/01/2002, N. 002. Disciplina organica del turismo. da Art. 1 ad Art.

Banca Dati delle Leggi Regionali nel testo coordinato LEGGE REGIONALE 16/01/2002, N. 002. Disciplina organica del turismo. da Art. 1 ad Art. Banca Dati delle Leggi Regionali nel testo coordinato LEGGE REGIONALE 16/01/2002, N. 002 Disciplina organica del turismo. da Art. 1 ad Art. 181 *** TITOLO I PRINCIPI GENERALI Principi generali da Art.

Dettagli

Alpinismo a giornata: misto

Alpinismo a giornata: misto Società Guide Alpine Courmayeur Strada Villair 02 1101 Courmayeur, Aosta Italy Phone : +9 0165 842064 info@guidecourmayeur.com http://www.guidecourmayeur.com Alpinismo a giornata: misto INTRODUZIONE Quattro

Dettagli

La macchina del tempo Pag. 3. Arrampicata sportiva 6 Alpinismo e arrampicata 6. Regole di gioco 7. Qualità psico-fisiche 7

La macchina del tempo Pag. 3. Arrampicata sportiva 6 Alpinismo e arrampicata 6. Regole di gioco 7. Qualità psico-fisiche 7 Dedicato a: Professor Letterio Di Mauro, preside del liceo Mascheroni, che ha dato inizio all avventura dell arrampicata a scuola nel 1993 e a quelli che, nati piromani, non vogliono morire pompieri INDICE

Dettagli

ADDETTI AI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI

ADDETTI AI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI UFFICIO GUIDE SCUOLA DI ALPINISMO a.s.d. trekking alpinismo avventura c/o Libreria Stella Alpina Via Corridoni 14 b/r Firenze - Tel. 055-411.688 fax 055-6531.854 Partita IVA 05441240487 - c.f. 94115740485

Dettagli

Questo Tour è uno degli anelli di scialpinismo più belli e gratificanti delle Alpi.

Questo Tour è uno degli anelli di scialpinismo più belli e gratificanti delle Alpi. scialpinismo DOVE: Valle d Aosta - Piemonte LIVELLO tecnico: scialpinismo livello 2 LIVELLO condizione fisica: scialpinismo liv 3 DURATA: 6 giorni DATE: a richiesta PERIODO: metà marzo a fine aprile RITROVO:

Dettagli

Approfondimenti: Acqua, Sole, Usura. Norme e caratteristiche costruttive. Massimo Polato

Approfondimenti: Acqua, Sole, Usura. Norme e caratteristiche costruttive. Massimo Polato Norme e caratteristiche costruttive Approfondimenti: Acqua, Sole, Usura - Prima Parte - CORDE DINAMICHE DA ALPINISMO: NORME e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La CORDA La Norma di riferimento è la EN 892 -

Dettagli

AUTOSOCCORSO REGOLE DI COMPORTAMENTO

AUTOSOCCORSO REGOLE DI COMPORTAMENTO AUTOSOCCORSO REGOLE DI COMPORTAMENTO 2013 AUTOSOCCORSO & Soccorso Organizzato E l azione di soccorso attuata immediatamente dalle persone superstiti all evento 2 Fase di sopravvivenza Fase di asfissia

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 1.1

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 1.1 PROGRAMMA DEL CORSO COD. 1.1 (D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 art. 73 Allegato VI Accordo Stato Regioni del 22/02/2012) Durata del corso Date e orari del corso Sede del corso parte teorica Sede del corso parte

Dettagli

Mondo Verticale Relazioni di Vie di Arrampicata

Mondo Verticale Relazioni di Vie di Arrampicata Mondo Verticale Relazioni di Vie di Arrampicata Progetto: Andrea Narduzzi, Antonio Barba. Relazioni aggiornate a Luglio 2006. Tutte le relazioni sono Copyright by Andrea Narduzzi, Antonio Barba, Vie di

Dettagli

Gruppo Promotore Mesocco, 13 novembre 2006 Sentieri delle cime (GPS delle cime) C O M U N I C A T O

Gruppo Promotore Mesocco, 13 novembre 2006 Sentieri delle cime (GPS delle cime) C O M U N I C A T O Gruppo Promotore Mesocco, 13 novembre 2006 Sentieri delle cime (GPS delle cime) C O M U N I C A T O Il GPS delle cime Una neonata associazione a Mesocco che contribuirà ad arricchire l offerta per il tempo

Dettagli

Oggetto: Progetto di valorizzazione turistico-ambientale attraverso l arrampicata sportiva.

Oggetto: Progetto di valorizzazione turistico-ambientale attraverso l arrampicata sportiva. Oggetto: Progetto di valorizzazione turistico-ambientale attraverso l arrampicata sportiva. L associazione DirezioneVerticale, impegnata nello sviluppo e nella valorizzazione del territorio Ambientale

Dettagli

Club Alpino Italiano Commissione Centrale per la Speleologia Scuola Nazionale di Speleologia. Gruppo Lavoro Materiali

Club Alpino Italiano Commissione Centrale per la Speleologia Scuola Nazionale di Speleologia. Gruppo Lavoro Materiali Club Alpino Italiano Commissione Centrale per la Speleologia Scuola Nazionale di Speleologia Gruppo Lavoro Materiali Nuove ricerche su corde, cordini e moschettoni (protocolli di sperimentazione) Premessa

Dettagli

2a descrivere i materiali

2a descrivere i materiali 2a descrivere i materiali 2l descrivere i materiali 2m descrivere i materiali 2n descrivere i materiali 2o descrivere i materiali 2p descrivere i materiali 2q descrivere i materiali 2r descrivere i materiali

Dettagli

chi condivide questo progetto

chi condivide questo progetto I.P. SICURI IN FALESIA chi condivide questo progetto 1. Servizio Regionale CNSAS Lombardia 2. Centro Nivo-Meteorologico della Regione Lombardia - Bormio 3. Servizio Valanghe del CAI 4. Scuola Regionale

Dettagli