DINO BUZZATI, NARRATORE FANTASTICO DI OPPOSTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DINO BUZZATI, NARRATORE FANTASTICO DI OPPOSTI"

Transcript

1 DINO BUZZATI, NARRATORE FANTASTICO DI OPPOSTI DI IRENE BATTAGLINI 12 marzo 2012 Mark Twain insinua che il racconto della nostra vita tende a prendere il sopravvento sul dato storico. Ma chi è il narratore che con queste invenzioni e censure costruisce la nostra biografia? Chi è l editor che opera tutti quei tagli per comporre con i fatti un romanzo? Eugene Delacroix aveva messo in giro la voce che il suo vero padre fosse Talleyrand. La leggenda di Jung era di discendere da una relazione illegittima di Goethe. [ ] La mia vita è, come dice Auden, «superflua»; il motivo per cui vi interessa la mia biografia è dato dalle mie opere, perciò è in esse che si trova il «me» che cercate. I James Hillman, Il codice dell Anima. Carattere, vocazione, destino. Adelphi, 1997, pp. 219 e segg. Se l attitudine al multiforme poggia sulla duttilità espressiva del mezzo, della sostanza che si modella alla forma, fino ad farne un'unica realtà tesa verso il Sé dell opera messa a disposizione del mondo, ed è una questione collocata nella storia dell arte, la domanda irrisolta dell artista Buzzati, innovatore e precursore della multimedialità, resta a carico dell identità dell uomo (Belluno, 1906 Milano 1972). Dino Buzzati, pittore. Fu anche giornalista, critico d arte, scrittore di talento senza pari, metafisico della letteratura contemporanea. I biografi e gli studiosi hanno indovinato il

2 talento di Dino Buzzati attraverso la sua larghissima opera di cronista capace di una foto artistica della realtà (Carlo Bo), di romanziere che tocca l apice della notorietà con Il deserto dei tartari, di illustratore, di fumettista, di critico d arte e librettista, e naturalmente di pittore. L utilizzo dei mezzi, dei supporti e delle tecniche di tutto lo spettro della figurazione e della linguistica, è considerato dai critici un epifenomeno allargato del suo talento di narratore del fantastico, del surrealismo, capace di una potente misura metafisica. Ed è certamente questa lettura ad accreditarsi presso coloro che indagano una produzione che abbraccia una vita spesa nel tentativo di raggiungere, ogni volta, un luogo ulteriore dell identità. Non si tratta di passaggi, di fasi. Il lavoro di Buzzati sembra procedere proprio con quella dinamica propria della contaminazione tra linguaggi, e può essere considerato un precursore di una multimedialità che sta connotando il fantastico e il trasversale che è proprio del nostro tempo. Moltissimo si è scritto a proposito del rapporto tra giornalista cronista, acclamato, brillante, noir, e scrittore dalla fantasmatica abilità di narratore di immagini e di atmosfere cupe, di sortilegi scampati, di letture di angoli invisibili del quotidiano, di mitologie giocate ai margini tra fiaba, fantascienza, allegoria. Dino Buzzati sostiene in Vecchia auto, di essere «un pittore per il quale, per hobby, durante un periodo purtroppo alquanto prolungato, ha fatto anche lo scrittore e il giornalista. Il mondo invece crede che sia viceversa, le mie pitture quindi non le può prendere sul serio. Le pittura per me non è un hobby, ma il mestiere; hobby per me è scrivere. Ma dipingere e scrivere per me sono in fondo la stessa cosa. Che dipinga o scriva, io perseguo il medesimo scopo, che è quello di raccontare delle storie». In questa rivelazione, Hillman sosterebbe essere esplicitata la teoria della ghianda, nella quale sono conservati gli elementi, le voci, quel qualcosa che ci chiama a percorrere una determinata strada, un curioso insieme circostanze che ci ha colpito con la forza di un annunciazione: Ecco quello che devo fare, ecco quello che devo avere. Ecco chi sono. [ ] O forse la chiamata non è stata così vivida, così netta, ma più simile a piccole spinte verso un determinato approdo, mentre ci lasciavamo galleggiare nella corrente pensando ad altro. Retrospettivamente, sentiamo che era la mano del destino (Hillman, Il codice dell Anima, p. 17). II

3 La teoria della ghianda sostiene che siamo venuti al mondo con un immagine che ci definisce, che definisce la nostra individualità e la nostra identità ultima. In questa teoria, ciascuno di noi incarna l idea di se stesso, come direbbero Platone e Plotino, in una forma, un idea, un immagine, che possiede una innata intenzionalità angelica o demoniaca, come se fosse una scintilla di coscienza ; la teoria inoltre afferma che tale immagine, definita come daimon, abbia a cuore il nostro interesse perché ci ha scelti come compagni e come immagine per il proprio, in un reciproco scambio di sostegno e di indicazioni, in una sorta di mentoring interiore. Il daimon di Dino Buzzati lo ha tenuto in vita facendogli attraversare il destino della narrazione, dandogli il compito di raccontare delle storie. Raccontare una storia, l ha mantenuto in vita indipendentemente dal mezzo usato, l ha reso protagonista della propria esistenza a tutto tondo, rendendolo voce autorevole della contemporaneità nel mondo della comunicazione, dell arte, della letteratura. Mondi differenti, abitati da diverse forme di navigazione e di esplorazione. Egli sostiene, poco prima di morire: «la vita si allontana così rapidamente peccato: avrei ancora molti quadri da dipingere». Che, secondo la nostra teoria, potrebbe voler dire, ho ancora molte storie da raccontare, ma so che il mio tempo è limitato, come se il garante dell esistenza gli mostrasse una clessidra, e non un abbandono. E interessante la posizione di Dino Buzzati rispetto alla sua personale teoria della ghianda e rispetto alla chiamata del destino. Buzzati sembra emergere dalla condizione di gettatezza, di solitudine e di vulnerabilità, proprio attraverso questa provvidenziale e copiosa necessità di raccontare, di donare al pubblico quel mondo fantastico che in lui albergava, e nel quale faceva ritorno di quando in quando, per attingervi ogni forma di idea rivoluzionaria sulla comunicazione, come fa con l opera Poema a fumetti nel 1969, che rappresenta, come sostiene egli stesso «un deciso ritorno ai motivi e all atmosfera che frequentavo in gioventù». III Le opere fanno ampio ricorso all ironia, e non possiederanno mai la connotazione drammatica di Salvador Dalì o la potenza onirica di René Magritte; egli non sembra sposare un manifesto politico attraverso le sue opere, mentre la sua opera è quasi un apprendimento continuo al policentrismo, una didattica del polisemico fuorviato dallo spostamento sempre in avanti, sempre oltre l argine di una possibile chiamata del daimon.

4 Egli impone al destino una dialettica, si mette a discutere, attraverso i suoi lavori, sulla bontà delle scelte del daimon. Mette in discussione; frammenta; va a ritroso (Egli stesso dirà che il Poema a Fumetti rappresenta «un deciso ritorno ai motivi e all atmosfera che frequentavo in gioventù», un richiamo al romantico viaggio tra il disegno e la scrittura), pone in contrasto all interno di una ambivalenza, (come nel famosissimo quadro del 1958, Piazza del Duomo a Milano, in cui la piazza ricorda un pascolo ultramondano e il duomo una corona di rocce che rassomiglia ad un fantastico caravanserraglio vagamente antropomorfo); non si sottrae al confronto con il passato (come nel quadro racconto I giorni perduti, «I tuoi giorni perduti. I giorni che hai perso. Li aspettavi, vero? Sono venuti. Che ne hai fatto? Guardali, intatti, ancora gonfi. E adesso? Kazirra guardò. Formavano un mucchio immenso. Scese giù per la scarpata e ne aprì uno. C era dentro una strada d autunno, e in fondo Graziella, la sua fidanzata, che se ne andava per sempre. E lui neppure la chiamava.»); si prende molte libertà, grazie al fantastico, che lo tiene in qualche modo lontano dal mondo letterario degli anni cinquanta e sessanta, tutto orientato al dibattito politico sociale. IV Il fantastico quindi, come via di fuga e come ormeggio, come tappeto volante e come lampada dei desideri, in una opposizione simultanea o successiva di due sentimenti, di due espressioni, di due atti contraddittori (desiderio paura, amore odio, affermazione negazione), come si vede chiaramente nei fumetti, nelle potenti immagini che lo hanno assimilato alla popart di Andy Wharol e Lichtenstein, con il contrasto potente del colore, con l uso della

5 didascalia denuncia, come ad esempio nei lavori ispirati a Peellaert (la cui influenza daimonica è già presente nei primi dipinti di Buzzati). I termini opposti sono vissuti assieme e sperimentati separatamente in una specie di giustapposizione o di mescolanza inestricabile, in cui la maestria del giornalista si fa risposta alla domanda pittorica, che è più ingenua all apparenza formale. La bizzarria, il fantastico, ma soprattutto l onirico, integrano tutta l opera caratterizzata da aberrazioni e deformità, che pur senza aderire al manifesto mistico di Dalì, ci fa entrare in contatto con la stranezza che ci rimane addosso dopo aver ascoltato con timore e tremore il frastuono senza risposta del mondo. I fumetti appaiono in una sequela di azioni che sembrano un susseguirsi di paradossi capricciosamente concatenati, alludendo ad un Sé caratterizzato dalla impenetrabilità ma straordinariamente coerente nella ricerca tematica e nell uso dei linguaggi. Se andassimo a ritroso a ricercare gli elementi a supporto della teoria della ghianda, potremmo anche dire che la progettualità di Buzzati non appartiene ad una distribuzione temporale lineare, e che tutto il movimento della sua carriera artistica si esprime in una dinamica a grappolo, come se intorno ad un tema, ad un concetto, ci fossero l illustrazione, il dipinto, il colore, il racconto, il personaggio, il tema esistenziale, il libretto musicale, il dramma, il romanzo, la cronaca, il reportage. Tutte caratterizzazioni di categorie che non stanno negli stessi campi semantici, e che si avvicendano in una danza polimorfa ed enigmatica, in cui sta nascosta la verità ultima che lui vuole passare al lettore, al pubblico. Una mescolanza semiotica che ti impone un ragionamento largo, una logica metaforica sfumata, decentrata dall Io, che è portato come sulla Luna, o sull Isola dei Morti di Boecklin, a rendere ragione delle sue istanze tutte differenti, tutte possibili, il più delle volte invisibili e nascoste, eroiche nel silenzio di un sipario che si chiude. V L identità dello stesso autore è dunque la tematizzazione centrale, la ricerca di questa descrive una ondivaga traiettoria che ricorda un diagramma frattalico, incentrato sull ulteriore, sul rimando ad altro, come accade con la firma dipinta, che sarà poi inserita in tante sue opere, messa a rimarcare non tanto il possesso di un opera, quanto il diritto ad una lettura personale, che sposti il Sé nel racconto di Sé.

6 Le azioni nascoste sono le più stimabili. Più ne vedo nella storia, più mi piace. Non sono state nascoste del tutto. Si sono venute a sapere. Quel poco da cui sono trapelate, ne aumenta il merito. La cosa più bella è non averle potute nascondere. Il fascino della morte esiste solo per i coraggiosi. L'uomo è così grande, che la sua grandezza appare soprattutto nel fatto che non vuole riconoscersi miserabile. Un albero non si riconosce grande. Significa essere grandi, riconoscersi grandi. Significa essere grandi, non volersi riconoscere miserabili. La sua grandezza confuta la sua miseria. Grandezza di un re. Quando scrivo il mio pensiero, non mi sfugge. Quest'azione mi fa ricordare la mia forza, che dimentico a ogni istante. Io m'istruisco in proporzione al mio pensiero incatenato. Tendo soltanto a conoscere la contraddizione tra la mia mente e il nulla. Il cuore dell'uomo è un libro che ho imparato ad apprezzare. Non imperfetto, non decaduto, l'uomo non è più il grande mistero. Non permetto a nessuno, neppure a Elohim, di dubitare della mia sincerità. Noi siamo liberi di fare il bene. Il giudizio è infallibile. Noi non siamo liberi di fare il male. L'uomo è il vincitore delle chimere, la novità di domani, la regolarità di cui geme il caos, il soggetto della conciliazione. Giudica ogni cosa. Non è debole. Non è verme. È il depositario del vero, l'accumulo di certezze, la gloria, non il rifiuto dell'universo. Se si umilia, io lo esalto. Se si esalta, io lo esalto ancora di più. Lo concilio con se stesso. Giunge a capire di essere la sorella dell'angelo. Non c'è niente d'incomprensibile. Conte di Lautréamont Se l identità artistica proposta da Dino Buzzati rimanda a quella degli antichissimi filosofi, degli autorevoli studiosi dell uomo, presso i quali la scienza, la musica, la poesia, non erano che elementi espressivi della Musa, l identità dell uomo fa pensare ad un Buzzati precursore della modernità liquida di Bauman, alla perdita dei parametri identitari nella cosiddetta post modernità, fenomeno che gli psicologi sociali osservano verificarsi, sebbene con declinazioni e modalità le più diverse, nelle relazioni in rete. VI Dino Buzzati ci àncora al concreto, al fatto, al disegno, alla parola, al segno, come ultima zattera per traghettarci al simbolico estremo, nel quale la perdita delle coordinate si fa virale necessità di sperimentazione di assenza del corpo. Su questo avrebbe avuto molto da dire e da raccontare. Come ha fatto Pirandello, in Uno, nessuno e centomila, e in Sei personaggi in cerca d autore. Tema difficile quello della non identità, cui l arte contemporanea sta cercando di rispondere.

Premio Sheikh Zayed per il libro

Premio Sheikh Zayed per il libro Premio Sheikh Zayed per il libro 1 Sommario Nota sul premio...3 Obiettivi del premio...4 I settori del premio...5 Per candidarsi al premio...7 Le regole della giuria...9 Contatti...10 2 Nota sul premio

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

Il Decadentismo. Claude Monet Tramonto a Venezia 1908

Il Decadentismo. Claude Monet Tramonto a Venezia 1908 Il Decadentismo Claude Monet Tramonto a Venezia 1908 Movimento culturale nato in Francia nel 1880 e ben presto diffuso in tutta Europa. Prende il nome dalla rivista transalpina «Le Décadent». I caratteri

Dettagli

LA CHIAVE D INGRESSO

LA CHIAVE D INGRESSO LA CHIAVE D INGRESSO Una personalità così ricca e così umanamente complessa quale quella che emerge dai manoscritti di Sandra Sabattini non poteva non essere analizzata da un punto di vista psico-grafologico.

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI Nel laboratorio vengono presentati e analizzati, attraverso la sperimentazione di materiali e tecniche

Dettagli

Pubblicate esordienti?

Pubblicate esordienti? Emanuela De Crescenzo Francesco De Filippo Pubblicate esordienti? Guida pratica per chi ha un libro nel cassetto Indice Visto si stampi! pag. 7 L editore: i manoscritti? Li leggiamo tutti pag. 11 Il lettore:

Dettagli

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE 273 COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE L articolo di giornale è principalmente un testo che informa su una notizia, che racconta un fatto, cercando di esporre il maggior numero di elementi necessari

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

LICEO CLASSICO DELLA COMUNICAZIONE PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AL LICEO CLASSICO MARIO ALLEGRETTI DI VIGNOLA

LICEO CLASSICO DELLA COMUNICAZIONE PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AL LICEO CLASSICO MARIO ALLEGRETTI DI VIGNOLA LICEO CLASSICO DELLA COMUNICAZIONE PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AL LICEO CLASSICO MARIO ALLEGRETTI DI VIGNOLA 02 Le materie di questo Liceo classico sono le stesse previste dal MIUR dopo

Dettagli

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici Prima Lezione Come nasce una storia Il materiale necessario ad uno scrittore Il corso che viene presentato, di

Dettagli

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette IL QUOTIDIANO La prima pagina è la facciata del quotidiano, presenta gli avvenimenti trattati più rilevanti e solitamente sono commentati; gli articoli sono disposti secondo uno schema fisso che ha lo

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

L AUTORE DEL MESE DI DuDag

L AUTORE DEL MESE DI DuDag L AUTORE DEL MESE DI DuDag E Novecento di Baricco, ma senza speranza! Ha la capacità dei russi di raccontare le umane cose, ma non c è un briciolo di salvezza nella sua scrittura (Alcuni commenti a Il

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio.

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio. ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio Obiettivi specifici ITALIANO Attività ASCOLTO - Applicare le strategie dell ascolto

Dettagli

Mimmo Jodice, perdersi a guardare

Mimmo Jodice, perdersi a guardare Professione Mimmo Jodice, perdersi a guardare Riflessioni sulla fotografia: cos è la fotografia? Cos è la luce? Perché la scelta del bianconero? Cosa cambia con la fotografia digitale? Come avvicinarsi

Dettagli

Ci racconti cos'è e come nasce The Global Hamlet?

Ci racconti cos'è e come nasce The Global Hamlet? C'è una vera novità nel campo editoriale. Un progetto rivoluzionario che nasce dalla creatività e dall'esperienza di Simone Barillari, noto editor e traduttore, molto apprezzato da editori e lettori. Stavolta

Dettagli

! " # $ % & ' & ' & ( " "'

!  # $ % & ' & ' & (  ' ! " # $% !" # $ % ' ' ( ""' '' ( ) '' * + - '. /012 3 4 '5678 ' 3 /12 /8 2 /2 67 ' 9 ' ''' : 9 ' ; < '7 67 < ' /9+'= 2 67 ' 4 : 4./( >54" ( 1? '*2 3> ''. @ /A 'B=8 '2 8. 67 : + ''C * 8 ' 8 67 ; 1 /' 2

Dettagli

Perchè il disegno è importante?

Perchè il disegno è importante? I disegni dei bambini. Nella nostra scuola il disegno è l attività prevalente dei bambini; ed è anche un attività di fondamentale importanza per molti motivi. Per aiutare anche i genitori a comprendere

Dettagli

E un grande illusionista, Cees Nooteboom, un maestro nella creazione di effetti di rispecchiamento, di eco, di rifrazione. I suoi romanzi sono abili

E un grande illusionista, Cees Nooteboom, un maestro nella creazione di effetti di rispecchiamento, di eco, di rifrazione. I suoi romanzi sono abili POSTFAZIONE 389 390 E un grande illusionista, Cees Nooteboom, un maestro nella creazione di effetti di rispecchiamento, di eco, di rifrazione. I suoi romanzi sono abili costruzioni in cui il lettore viene

Dettagli

"IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO"

IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO Intervento al Convegno organizzato dall associazione assistenti sociali il 3 dicembre 2011 sul tema "IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO" Titolo dell intervento:

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO Organizzato da Museo del Novecento Ad Artem, concessionario servizi educativi Museo del Novecento In collaborazione con Casa editrice Il Castoro

Dettagli

Regole di buona scrittura

Regole di buona scrittura Regole di buona scrittura Cosa serve sapere prima di scrivere Questo documento non è completo né esaustivo riguardo i temi trattati e non contiene delle regole definitive ma solo dei punti cardine da cui

Dettagli

Mirella Bolondi, Terra di silenzi

Mirella Bolondi, Terra di silenzi C'è sempre una prima volta a cura di CHIARA BERTAZZONI Mirella Bolondi, Terra di silenzi di CHIARA BERTAZZONI Quando la diversità diventa una ricchezza Con l'appuntamento di questo mese nel nostro salotto

Dettagli

GINO TAROZZI. Tra sogno e realtà

GINO TAROZZI. Tra sogno e realtà GINO TAROZZI Tra sogno e realtà Copertina: particolare dell opera Verso il tramonto sul Po Realizzazione grafica: Basile Vito for Virtualstudios Coordinamento editoriale: Deborah Petroni Rubens Fogacci

Dettagli

Il Fumetto: storia e valenza educativa

Il Fumetto: storia e valenza educativa Il Fumetto: storia e valenza educativa Il fumetto per molto tempo non è stato considerato un prodotto del genio creativo umano al pari di altre realtà artistiche e culturali. Il fumetto è invece un'arte

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

La Bibbia: messaggio di salvezza. NARRARE il linguaggio proprio dell educazione religiosa

La Bibbia: messaggio di salvezza. NARRARE il linguaggio proprio dell educazione religiosa La Bibbia: messaggio di salvezza NARRARE il linguaggio proprio dell educazione religiosa IRC e INDICAZIONI NAZIONALI INSEGNAMENTO- APPRENDIMENTO Contenuti-conoscenze/abilità FORMAZIONE- TRASFORMAZIONE

Dettagli

Cosa i libri ci raccontano

Cosa i libri ci raccontano Cosa i libri ci raccontano Molto spesso, quando apriamo un libro, non abbiamo voglia di leggerlo a causa delle troppe parole inserite in modo casuale nelle infinite pagine. Attraverso i libri portati per

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi

www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi Come rappresentare le azioni Ruggero Eugeni identifica tre modi in cui è possibile rappresentare un movimento o un azione: 1) movimento

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

Comunicazione & Scrittura

Comunicazione & Scrittura 1-2 aprile 2011 Comunicazione & Scrittura a cura di Roberto Traverso 1º incontro Attore, regista e scrittore lavorano allo stesso modo ma con strumenti diversi. La tecnica è diversa. A questa va aggiunta

Dettagli

La post-modernità e noi. Nerviano, 25 marzo, 1 e 8 aprile 2014.

La post-modernità e noi. Nerviano, 25 marzo, 1 e 8 aprile 2014. La post-modernità e noi. Nerviano, 25 marzo, 1 e 8 aprile 2014. Da quando e come se ne parla. 1972 - MIT, club di Roma, I limiti dello sviluppo 1979 - J.F.Lyotard, La condizione post-moderna: rapporto

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

Il fumetto tra i banchi di scuola

Il fumetto tra i banchi di scuola Il fumetto tra i banchi di scuola Claudio Masciopinto IL FUMETTO TRA I BANCHI DI SCUOLA saggio A Pupa e Angelo Tutte le immagini sono Copyright dei loro autori, dei loro rappresentanti o di chi comunque

Dettagli

Editoriale. Cinzia Chiesa*

Editoriale. Cinzia Chiesa* 9 Editoriale Cinzia Chiesa* Che cosa significa interrogarsi oggi sul tema delle origini? A quale ordine di significati rimanda questo concetto? E ancora, quali implicazioni hanno queste riflessioni per

Dettagli

LA COSTRUZIONE DEL SENSO DELLA FORMAZIONE ATTRAVERSO LA NARRAZIONE DI STORIE

LA COSTRUZIONE DEL SENSO DELLA FORMAZIONE ATTRAVERSO LA NARRAZIONE DI STORIE Manifesto per una formazione umanistica Una nuova iniziativa della Casa della Cultura: un manifesto, sottoscritto da 12 autorevoli studiosi, relativo alla formazione degli adulti. CONTRIBUTO DI PRATI GIACOMO

Dettagli

PROGETTO DIDATTICO CULTURALE Primi Suoni Laboratorio di scoperta e d invenzione sonora attraverso la natura.

PROGETTO DIDATTICO CULTURALE Primi Suoni Laboratorio di scoperta e d invenzione sonora attraverso la natura. PROGETTO DIDATTICO CULTURALE Primi Suoni Laboratorio di scoperta e d invenzione sonora attraverso la natura. L associazione Nel Centro Del Caos, intende promuovere e diffondere laboratori artistici nelle

Dettagli

CLEMENTE FANTASMINO TRASPARENTE/favole d arte

CLEMENTE FANTASMINO TRASPARENTE/favole d arte PINACOTECHE - SCUOLA PRIMARIA Accogliamo i bambini di scuola primaria con percorsi differenziati tra primo e secondo ciclo. Create per i più piccoli lasciatevi guidare dalle nostre favole d arte per una

Dettagli

MASTER DI GIORNALISMO. Direttore didattico: Luisa Briganti Docenti: Franco Fracassi, Massimo Lauria, Giorgia Pietropaoli

MASTER DI GIORNALISMO. Direttore didattico: Luisa Briganti Docenti: Franco Fracassi, Massimo Lauria, Giorgia Pietropaoli MASTER DI GIORNALISMO Direttore didattico: Luisa Briganti Docenti: Franco Fracassi, Massimo Lauria, Giorgia Pietropaoli MODULO I CORSO BASE DI GIORNALISMO (8 settimane) Il corso serve ad apprendere le

Dettagli

SCUOLA ELEMENTARE ALBERTO MARIO 22 CIRCOLO DIDATTICO DI NAPOLI

SCUOLA ELEMENTARE ALBERTO MARIO 22 CIRCOLO DIDATTICO DI NAPOLI SCUOLA ELEMENTARE ALBERTO MARIO 22 CIRCOLO DIDATTICO DI NAPOLI Elaborazione e costruzione progettuale di Maria Rosaria Sabini docente e referente per la Filosofia e i Bambini 2 FILOSOFIA E I BAMBINI CURRICOLO

Dettagli

La traduzione - come incontro tra due lingue e. culture: italiana e vietnamita

La traduzione - come incontro tra due lingue e. culture: italiana e vietnamita La traduzione - come contro tra due lgue e culture: italiana e vietnamita PREMESSA Noi esseri telligenti, a differenza degli altri esseri viventi, usiamo un sistema molto complesso per comunicare tra noi,

Dettagli

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche?

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? {oziogallery 463} 01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? Da sempre! Fin da piccola ho avuto una grande passione per l arte, mi soffermavo spesso a contemplare

Dettagli

PAROLE, TESTI E STORIE. 3 Modulo PENSARE PER STORIE

PAROLE, TESTI E STORIE. 3 Modulo PENSARE PER STORIE PAROLE, TESTI E STORIE 3 Modulo PENSARE PER STORIE E OGGI COSA MI RACCONTI? ASCOLTA.E LA MIA STORIA 20-21 Settembre 2010 1 Indice Tra le Indicazioni per il Curricolo 07e gli Orientamenti 91 Il pensiero

Dettagli

Esperienze di morte e trasformazione di Carl Gustav Jung

Esperienze di morte e trasformazione di Carl Gustav Jung Esperienze di morte e trasformazione di Carl Gustav Jung Fabio Efficace Psicologo-Associazione Medica Italiana per lo Studio dell ipnosi INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria, n 38-39, settembre

Dettagli

LINGUA E CULTURA STRANIERA

LINGUA E CULTURA STRANIERA LINGUA E CULTURA STRANIERA LICEO CLASSICO LINEE GENERALI E COMPETENZE Lo studio della lingua e della cultura straniera deve procedere lungo due assi fondamentali tra loro interrelati: lo sviluppo di competenze

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Alla ricerca di se stessi Federica Cortina 2 Titolo Alla ricerca di se stessi Autore Federica Cortina Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono

Dettagli

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente.

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente. Che cos è un testo? Il termine testo (dal latino textus "intreccio, tessuto") sta ad indicare un insieme di parole, scritte od orali, strutturato in base alle norme di una certa lingua per comunicare un

Dettagli

Giorgio De Chirico 1888-1978

Giorgio De Chirico 1888-1978 Giorgio De Chirico 1888-1978 De Chirico e la Metafisica La Metafisica è quella verità nuova che si cela in ogni oggetto se solo si riesce a vederlo o immaginarlo al di fuori del suo solito contesto La

Dettagli

Dalla fisica al giornalismo

Dalla fisica al giornalismo Dalla fisica al giornalismo di Marco Cagnotti Non c è atto di libertà individuale più splendido che sedermi a inventare il mondo davanti a una macchina da scrivere. (Gabriel García Márquez) Marzo 1993:

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

Ponzio a Bologna Maggio 2009

Ponzio a Bologna Maggio 2009 Ponzio a Bologna Maggio 2009 Intervento di Gregorio Scalise Il filosofo Hans Blumenberg parla di esistenza di un inadeguatezza del linguaggio rispetto alla sensazione, topos che ricorre nella poesia, e

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

H. SCHURMANN, Gesù davanti alla sua morte, Morcelliana, Brescia 1983. Cf Mc 8, 31 Lc 9, 22 17, 25; 24, 44; Mt 16, 21; Gv 3, 14.

H. SCHURMANN, Gesù davanti alla sua morte, Morcelliana, Brescia 1983. Cf Mc 8, 31 Lc 9, 22 17, 25; 24, 44; Mt 16, 21; Gv 3, 14. Gesù e la sua croce necessaria Ha previsto Gesù la sua morte? Che senso vi ha attribuito? E come l'ha integrata nella sua missione? Lo spunto per porre queste domande mi è stato offerto da uno studio di

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

X edizione de I Colloqui Fiorentini Nihil Alienum Alessandro Manzoni Sentir, riprese, e meditar. Intervista Raffaele Cavalluzzi 1

X edizione de I Colloqui Fiorentini Nihil Alienum Alessandro Manzoni Sentir, riprese, e meditar. Intervista Raffaele Cavalluzzi 1 XedizionedeIColloquiFiorentini NihilAlienum AlessandroManzoni Sentir,riprese,emeditar IntervistaRaffaeleCavalluzzi 1 ValerioCapasa:«Sentiremeditar»puòsintetizzarel approcciodimanzoniallarealtàsottoilvigilesostegnodella

Dettagli

Sillabaria Scritture di Donne 2012-13

Sillabaria Scritture di Donne 2012-13 Sillabaria Scritture di Donne 2012-13 COSTRUZIONE E PRESENTAZIONE DI UN MONDO NARRATIVO La narrativa è composta di tre elementi principali: trama, personaggi e ambientazione. Gli scrittori passano ore

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

Studiò a Roma e a Bonn (in Germania) dove si laureò; tornò in Italia nel 1892 e si. La casa dove nacque Pirandello

Studiò a Roma e a Bonn (in Germania) dove si laureò; tornò in Italia nel 1892 e si. La casa dove nacque Pirandello Luigi Pirandello è stato uno dei più importanti scrittori e drammaturghi italiani, conosciuto, famoso e apprezzato in tutto il mondo, e fu anche premiato con il Nobel per la letteratura nel 1934. Nacque

Dettagli

DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO

DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO COMUNE DI CREMONA Assessorato Politiche Educative, Formazione Professionale e Rapporti con l Università DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO GLI OBIETTIVI L iniziativa

Dettagli

NARRARE LA FEDE. Come potenziare le abilità di comprensione attraverso il racconto biblico. Fiorenza Pestelli

NARRARE LA FEDE. Come potenziare le abilità di comprensione attraverso il racconto biblico. Fiorenza Pestelli NARRARE LA FEDE Come potenziare le abilità di comprensione attraverso il racconto biblico Fiorenza Pestelli Nella Bibbia ci sono persone che evocano la possibilità di cambiare nella vita. Noi possiamo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO

SCUOLA PRIMARIA DANTE ALIGHIERI PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO Favorire la formazione del pensiero critico e creativo attraverso lo sviluppo di una

Dettagli

Internet come spazio pubblico costituzionale. Sulla costituzionalità delle norme a tutela del diritto d autore deliberate dall Agcom

Internet come spazio pubblico costituzionale. Sulla costituzionalità delle norme a tutela del diritto d autore deliberate dall Agcom F O C U S T M T 24 N O V E M B R E 2014 Internet come spazio pubblico costituzionale. Sulla costituzionalità delle norme a tutela del diritto d autore deliberate dall Agcom di Andrea Morrone Professore

Dettagli

Contenuti Multimediali per i libri scolastici Società Editrice Dante Alighieri. Riflettere

Contenuti Multimediali per i libri scolastici Società Editrice Dante Alighieri. Riflettere Riflettere Il Mito ieri e oggi La poesia definita epica racconta storie e leggende che fanno parte del cosiddetto patrimonio mitico. Un mito, dal greco mythos - racconto, è una narrazione di avvenimenti

Dettagli

DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi

DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi PROGETTO L ARTE DEL RACCONTO E DEL SILENZIO DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi Partendo dalla considerazione che il quadro racconta una storia, trasmette emozioni, è traccia di un significato e porta

Dettagli

Sempre più spesso ci domandiamo quale debba essere l atteggiamento. dell arte contemporanea di fronte ai drammi del mondo attuale, se la pittura,

Sempre più spesso ci domandiamo quale debba essere l atteggiamento. dell arte contemporanea di fronte ai drammi del mondo attuale, se la pittura, A TUO RISCHIO E PERICOLO Lorenzo Canova A Ferdinando Baldi e Amedeo Canova, vittime antiche di un lavoro crudele Sempre più spesso ci domandiamo quale debba essere l atteggiamento dell arte contemporanea

Dettagli

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche CMC CENTRO CULTURALE DI MILANO Inaugurazione mostra Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche Intervengono: Giovanni Chiaramonte fotografo Joel Meyerowitz fotografo Milano 10/11/1999 CMC CENTRO CULTURALE

Dettagli

Programmazione preventiva Italiano

Programmazione preventiva Italiano Programmazione preventiva Italiano Prof. ssa Gabriela Fantato Classe: 1 B- ITE Anno scol. 2014-15 PROGRAMMA PREVENTIVO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L insegnamento della disciplina, tenendo conto della centralità

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Biblioteca comunale di Su Planu e Selargius Comune di Selargius Assessorato alla pubblica istruzione e cultura

Biblioteca comunale di Su Planu e Selargius Comune di Selargius Assessorato alla pubblica istruzione e cultura Biblioteca comunale di Su Planu e Selargius Comune di Selargius Assessorato alla pubblica istruzione e cultura La biblioteca comunale di Su Planu, sede decentrata della biblioteca centrale di Selargius

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Intervista a Maria Mattioni Oblique Studio 2010 Stelio Mattioni. Lo scrittore perduto. Intervista a Maria Mattioni di Annalisa Bizzarri Oblique Studio 2010 La signora

Dettagli

Energia oggi e domani: Sfida ed opportunità. Vincenzo Balzani Dipartimento di Chimica G. Ciamician Università di Bologna vincenzo.balzani@unibo.

Energia oggi e domani: Sfida ed opportunità. Vincenzo Balzani Dipartimento di Chimica G. Ciamician Università di Bologna vincenzo.balzani@unibo. Energia oggi e domani: Sfida ed opportunità Vincenzo Balzani Dipartimento di Chimica G. Ciamician Università di Bologna vincenzo.balzani@unibo.it Scuola di Dottorato in Scienze e Alta Tecnologia Università

Dettagli

Tocco d artista per dieci grandi classici

Tocco d artista per dieci grandi classici Tocco d artista per dieci grandi classici NOVITÀ Diec tra i più celebrati e amati si presentano in una veste inedita e preziosa, firmata da Tullio Pericoli. ORIGINALITÀ Il tratto elegante, ironico e vibrante

Dettagli

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri.

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri. Presentazione Questa estate ci siamo regalati un corso di Esercizi spirituali al Mericianum di Desenzano tenuti dall Autore che ha l età di uno dei nostri figli. Ora ci arriva un suo libro. È un libro

Dettagli

Turi Calafato: il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare, il gusto di fotografare

Turi Calafato: il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare, il gusto di fotografare Turi Calafato: il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare, il gusto di fotografare di Agnese Maugeri - 03, dic, 2014 http://www.siciliajournal.it/turi-calafato-il-desiderio-di-scoprire-la-voglia-di-emozionare-il-gusto-difotografare/

Dettagli

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia.

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia. 1. Macroarea progettuale 4 CREATIVITA ED ESPRESSIVITA 2. Coordinatore progetto DE MARCHI ANTONIETTA. 3. Obiettivi Sviluppare la creatività e la manualità. Potenziare lo sviluppo della motricità fine e

Dettagli

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Il tema scelto vuole trasmettere ai bambini l importanza del patrimonio letterario classico. Inoltre, presentando la figura dell EROE,

Dettagli

NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA

NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA Questo progetto nasce come continuazione e approfondimento del lavoro dello scorso anno, si è pensato di continuare in questa direzione prendendo

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROVE D INGRESSO PER LA CLASSE PRIMA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROVE D INGRESSO PER LA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROVE D INGRESSO PER LA CLASSE PRIMA Le prove d ingresso della classe prima mireranno ad accertare i prerequisiti posseduti dagli alunni all ingresso della Scuola Primaria. Esse

Dettagli

Filosofia del Linguaggio: prospettive di ricerca

Filosofia del Linguaggio: prospettive di ricerca Filosofia del Linguaggio: prospettive di ricerca Numero 4 Febbraio 2008 Intervista a Luigi Perissinotto Etica e mistica in Ludwig Wittgenstein Laura Beritelli http://www.humana-mente.it Biblioteca Filosofica

Dettagli

didattica Prodotti DIDATTICA Dispositivi didattici per l Irc

didattica Prodotti DIDATTICA Dispositivi didattici per l Irc DIDATTICA didattica di Giuseppe Tacconi Università degli Studi di Verona Dispositivi didattici per l Irc Prodotti Gli allievi possono essere stimolati a ricostruire e a far proprie le conoscenze producendo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ambito disciplinare ITALIANO Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 TRAGUARDI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE al termine della

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE. Scuola Primaria / Secondaria I grado

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE. Scuola Primaria / Secondaria I grado CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE Scuola Primaria / Secondaria I grado TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno utilizza le conoscenze e le abilità relative

Dettagli

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech Dopo il Silenzio Di Pietro Grasso Presentazione di regia Di Alessio Pizzech Dopo la significativa esperienza di Per non Morire di mafia, tratto dall omonimo libro, che dopo il fortunato battesimo Spoletino

Dettagli

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano Competenze chiave Comunicazione nella madre lingua competenza digitale imparare a imparare competenze

Dettagli

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Contiene tre tipi di letteratura: Apocalisse: «Rivelazione (αποκαλυψις) di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2014/2015 ITALIANO CLASSE PRIMA COMPETENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2014/2015 ITALIANO CLASSE PRIMA COMPETENZE Istituto Comprensivo di Calderara di Reno Scuola Secondaria di Primo Grado Due Risorgimenti PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2014/2015 ITALIANO CLASSE PRIMA COMPETENZE CONTENUTI LETTURA Conoscere le strategie

Dettagli

MANIFESTO DELLA SEZIONE SCUOLA DELLA CONSULTA DI BIOETICA ONLUS

MANIFESTO DELLA SEZIONE SCUOLA DELLA CONSULTA DI BIOETICA ONLUS MANIFESTO DELLA SEZIONE SCUOLA DELLA CONSULTA DI BIOETICA ONLUS 1. La sezione Scuola è un gruppo di studio e di lavoro della Consulta di Bioetica Onlus che persegue finalità e valori espressi nello statuto

Dettagli

1. Esplorare immagini, forme e oggetti presenti nell ambiente utilizzando le capacità visive, gestuali, tattili e cinestesiche.

1. Esplorare immagini, forme e oggetti presenti nell ambiente utilizzando le capacità visive, gestuali, tattili e cinestesiche. SEZIONE A: Traguardi formativi CLASSE TERZA COMPETENZE ABILITÁ CONOSCENZE A- Esprimersi,comunicare e sperimentare le tecniche e i codici propri del linguaggio visuale e audiovisivo. 1. Esplorare immagini,

Dettagli

Io ho un sogno avere un sogno

Io ho un sogno avere un sogno Io ho un sogno avere un sogno Martin Luther King 1 Indice dei contenuti Introduzione Capitolo 1 - Definizione di SOGNO. Capitolo 2 - Analisi del sogno. Freud. Approccio scientifico al fenomeno onirico

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ARTE E IMMAGINE

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ARTE E IMMAGINE A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

Maravigliosamente. un amor mi distringe. mi tene ad ogn'ora.

Maravigliosamente. un amor mi distringe. mi tene ad ogn'ora. Maravigliosamente unamormidistringe miteneadogn'ora. LaprimaparoladellapoesiapiùbelladiGiacomodaLentinicontienetuttolostupore dell uomocolpitodall amore. L amorenonèunsentimento,maun energia,hascritto

Dettagli

ELIO VITTORINI CONVERSAZIONE IN SICILIA

ELIO VITTORINI CONVERSAZIONE IN SICILIA ELIO VITTORINI CONVERSAZIONE IN SICILIA nuova edizione aggiornata a cura di Giovanni Falaschi con una nota di Sergio Pautasso alle illustrazioni di Renato Guttuso in appendice una corrispondenza immaginaria

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA

RELAZIONE SPECIALISTICA RELAZIONE SPECIALISTICA Il territorio, nel quale l I.C. DELEDDA-SAN GIOVANNI BOSCO opera, risulta carente nell offerta culturale e la scarsità di strutture ricreative, sportive, spazi di aggregazione per

Dettagli

Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze.

Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze. Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze. Criterio 1. Competenza situata Descrizione Per valutare per

Dettagli

Capitolo 2. Il racconto cinematografico: scrivere un film

Capitolo 2. Il racconto cinematografico: scrivere un film Capitolo 2 Il racconto cinematografico: scrivere un film IL RACCONTO CINEMATOGRAFICO Tim Burton il raccontastorie Big Fish Una storia non sempre ha un senso, e quasi mai è veritiera E la storia sotto forma

Dettagli