Ritardo digitale, come ne usciamo? Politica, Amministrazione e Tecnologie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ritardo digitale, come ne usciamo? Politica, Amministrazione e Tecnologie"

Transcript

1 Ritardo digitale, come ne usciamo? Politica, Amministrazione e Tecnologie 1 Flavia Marzano

2 Ogni nuova tecnologia comporta un adattamento comportamentale, una diversa forma mentis 2 Flavia Marzano

3 Non basta imparare una tecnica, occorre un nuovo codice della strada 3 Flavia Marzano

4 L adattamento comportamentale quando è collettivo diventa trasformazione sociale 4 Flavia Marzano

5 Di fronte alle trasformazioni sociali la politica può esserne travolta o cercare di comprenderle e governarle. 5 Flavia Marzano

6 Governare una trasformazione sociale indotta da un evoluzione tecnologica comporta comprenderne le dinamiche 6 Flavia Marzano

7 Per scrivere il codice della strada non occorre essere pilota di F1, ma occorre capire che cosa accade diverso dal passato 7 Flavia Marzano

8 Senza consapevolezza delle nuove dinamiche si governano i nuovi processi come pura estensione quantitativa di quelli vecchi. 8 Flavia Marzano

9 Esempi? Estensione al Web delle leggi sulla stampa, IVA su ebook, Università di massa come estensione dell università di élite 9 Flavia Marzano

10 L accesso di massa ai servizi online non è come lo sportello con una coda più lunga e un impiegato più veloce 10 Flavia Marzano

11 Cambiano le domande dell utente e le risposte del servizio, quindi il servizio deve essere riprogettato da chi ha la consapevolezza delle nuove domande e delle nuove risposte 11 Flavia Marzano

12 La formazione di una classe di amministratori e di politici consapevoli è un processo ineludibile! 12 Flavia Marzano

13 Per fare scuola guida non basta essere esperto di motori serve esperienza delle situazioni che si possono verificare sulla strada 13 Flavia Marzano

14 Sentiment analisys di ciò che i destinatari dei servizi si aspettano? Semplificazione e non adozione di tecnologie mal progettata. Revisione del processo organizzativo e non informatizzazione as is 14 Flavia Marzano

15 Nome, Cognome, Data di nascita e Codice Fiscale e se invece codificassimo la residenza? CIE, CNS, Tessera Sanitaria 15 Flavia Marzano

16 Si rischia l eterogenesi dei fini, ottenere un risultato opposto a quello desiderato: Maggiore spesa Peggiori servizi Moltiplicazione degli adempimenti (carta + digitale) 16 Flavia Marzano

17 Chi deve affrontare e risolvere questi problemi deve sapere che cosa vuole ottenere, deve avere un idea delle possibilità che la tecnologia gli offre e sapere a chi rivolgersi 17 Flavia Marzano

18 @flavia_marzano flavia(dot)marzano gmail(dot)com it.linkedin.com/in/flaviamarzano/ 18 Flavia Marzano

19 Credits itok=mcsl4hqq default/files/u1/carta%20nazionale%20dei%20servizi.bmp risata.jpg 19 Flavia Marzano

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali)

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) Gentile Signora / Gentile Signore, desideriamo informarla sulle finalità

Dettagli

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014)

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO la classe 3 A indirizzo

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

ALL. A Competenze chiave di cittadinanza

ALL. A Competenze chiave di cittadinanza ALL. A Competenze chiave di cittadinanza Cosa sono Dove se ne parla Riferimenti europei L intreccio Nel dettaglio A cosa servono Cosa contrastare Come si acquisiscono Le competenze chiave di cittadinanza

Dettagli

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde 1. Premesse 1.1 Per incarico della Regione Lombardia, Lombardia Informatica S.p.A. cura la realizzazione della Carta Regionale dei Servizi (CRS) e la sua

Dettagli

Archivi e database. Prof. Michele Batocchi A.S. 2013/2014

Archivi e database. Prof. Michele Batocchi A.S. 2013/2014 Archivi e database Prof. Michele Batocchi A.S. 2013/2014 Introduzione L esigenza di archiviare (conservare documenti, immagini, ricordi, ecc.) è un attività senza tempo che è insita nell animo umano Primi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE ENTE-PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI TENUTA SAN ROSSORE Località CASCINE VECCHIE 56122 PISA tel. (050) 539111 fax (050) 533650 cod. fisc. 93000640503 p. iva 00986640506 SERVIZIO SEGRETERIA

Dettagli

Istituto Comprensivo Tiriolo Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di primo grado

Istituto Comprensivo Tiriolo Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di primo grado Istituto Comprensivo Tiriolo Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di primo grado Piazza della Libertà, 14 88056 TIRIOLO (Cz) Tel. 0961.991018 Fax 0961.024807 Cod. Mecc: CZIC86500R Cod. Fisc. 80004080794

Dettagli

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Programma Il Codice dell Amministrazione Digitale Il Documento Informatico

Dettagli

Il progetto Vindis: un'occasione per costruire una rete di esperienze significative a supporto dei DSA

Il progetto Vindis: un'occasione per costruire una rete di esperienze significative a supporto dei DSA Il progetto Vindis: un'occasione per costruire una rete di esperienze significative a supporto dei DSA Lucia Ferlino Istituto Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Genova Luigi

Dettagli

Relazione sul disegno di legge provinciale N. /14

Relazione sul disegno di legge provinciale N. /14 Relazione sul disegno di legge provinciale N. /14 Digitalizzazione, trasparenza e semplificazione del rapporto tra cittadina/o e Pubblica Amministrazione Gentili consigliere e consiglieri, Con il lancio

Dettagli

Convenzione per il rilascio delle credenziali di Sistema piemonte da parte delle scuole paritarie TRA. La Regione Piemonte Assessorato all Istruzione

Convenzione per il rilascio delle credenziali di Sistema piemonte da parte delle scuole paritarie TRA. La Regione Piemonte Assessorato all Istruzione Convenzione per il rilascio delle credenziali di Sistema piemonte da parte delle scuole paritarie TRA La Regione Piemonte Assessorato all Istruzione e le Associazioni di rappresentanza delle scuole paritarie

Dettagli

considerato che la materia sopra citata, rientra nell Area formativa affidata alla società Elea S.p.A.;

considerato che la materia sopra citata, rientra nell Area formativa affidata alla società Elea S.p.A.; REGIONE PIEMONTE BU50 12/12/2013 Codice DB0711 D.D. 10 ottobre 2013, n. 642 Formazione obiettivo "Scrivere per il web, reputation e relazione digitale, web marketing". Spesa di euro 5.517,18 (cap. 106601/2013)

Dettagli

Piano di Lavoro. di STA (Scienze e Tecnologie Applicate) Primo Biennio

Piano di Lavoro. di STA (Scienze e Tecnologie Applicate) Primo Biennio Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Via Gallo Pecca n.4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE Tel. 0124/45.45.11 - Fax 0124/45.45.45 Cod. Fisc. 85502120018 E-mail:

Dettagli

Web 2.0 e Social Network: quali opportunità in area nutrizione?

Web 2.0 e Social Network: quali opportunità in area nutrizione? I MILLE VOLTI DELLA NUTRIZIONE Università degli Studi di Milano - Bicocca Auditorium Guido Martinotti Flavio D Annunzio Web 2.0 e Social Network: quali opportunità in area nutrizione? www.digitalforacademy.com

Dettagli

Partner Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale

Partner Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale Partner Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale DATA 23/06/15 OGGETTO PROTOCOLLO Convenzione servizi di Firma Digitale e Posta Elettronica Certificata per gli Studi Commercialisti ODCEC Prato Pec

Dettagli

Did on line con FedERa e Lavoro per te

Did on line con FedERa e Lavoro per te Cl Comunicazione Parma Did on line con FedERa e Lavoro per te Parma, 16 maggio 2013 il caso dei lavoratori precari della scuola CHE COS E LA DID DID = Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro

Dettagli

TECNICHE DI GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLE SCORTE

TECNICHE DI GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLE SCORTE STRUTTURA UDA UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF. A.S. 2015/2016 TITOLO FORZE ED INTERAZIONI TECNICHE DI GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLE SCORTE COD. 02 A PRESENTAZIONE Destinatari Alunni classi quarta

Dettagli

COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive

COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive PRESENTAZIONE PRATICHE TELEMATICHE SUAP Con l entrata in vigore del D.P.R. 7/09/2010, n.160 Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Approvato con Decreto dell Amministratore Unico n. 7 del 26/01/2015 INDICE INTRODUZIONE: 1. LO STATO DI ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RECATE DAL D.LGS.

Dettagli

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014)

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe 4 sezione

Dettagli

Seminario Processi Innovativi

Seminario Processi Innovativi Seminario Processi Innovativi Agenda Semplificazione Agenda Digitale Fatturazione Elettronica e Split Payment Agenda Semplificazione Settori Strategici Individuati Cittadinanza Digitale Welfare e Salute

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE. Carta di Qualità dei Servizi

SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE. Carta di Qualità dei Servizi SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE Carta di Qualità dei Servizi Presentazione del servizio 1. Presentazione generale Il SUE (Sportello Unico per l'edilizia) - art. 5 D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico

Dettagli

DA QUESTA MISSIONE HA AVUTO VITA IL BLOG CAMICIAECRAVATTA.COM: NO TENDENZE NE MODA MA SOLIDI CONSIGLI BASATI SULLO STILE CLASSICO MASCHILE

DA QUESTA MISSIONE HA AVUTO VITA IL BLOG CAMICIAECRAVATTA.COM: NO TENDENZE NE MODA MA SOLIDI CONSIGLI BASATI SULLO STILE CLASSICO MASCHILE DA QUESTA MISSIONE HA AVUTO VITA IL BLOG CAMICIAECRAVATTA.COM: NO TENDENZE NE MODA MA SOLIDI CONSIGLI BASATI SULLO STILE CLASSICO MASCHILE 2010 2011 2012 2013 2014 OLTRE 250 ARTICOLI SCRITTI SULL ABBIGLIAMENTO

Dettagli

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Dr. Alberto Carrera Responsabile Sistema Informativo Aziendale ASL1 Imperiese Dr. Roberto

Dettagli

PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA

PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA ALLEGATO N. B1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA PER REALIZZAZIONE, ESTENSIONE, POTENZIAMENTO E AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO DI RETI WI-FI PUBBLICHE: VENETO FREE WI-FI D.G.R. n... Alla Regione del

Dettagli

News dal gruppo e aggiornamento in materia di privacy

News dal gruppo e aggiornamento in materia di privacy News dal gruppo e aggiornamento in materia di privacy A cura di: Dott. ssa Paola Zambon Referente del Gruppo E-commerce ICT Torino, 11 marzo 2010 Gruppo di Lavoro E-commerce Information & Communication

Dettagli

ATTIVAZIONE E RICARICA

ATTIVAZIONE E RICARICA Roma, 26 novembre 2007 1 Rendere più semplice la vita delle persone grazie a servizi innovativi, facili e convenienti. E questo l obiettivo per cui nasce Poste Mobile, la nuova società con la quale il

Dettagli

IL FISCO. Ridurre i tempi e i costi amministrativi derivanti dagli adempimenti fiscali.

IL FISCO. Ridurre i tempi e i costi amministrativi derivanti dagli adempimenti fiscali. 3. IL FISCO Cittadini e imprese considerano gli adempimenti fiscali molto gravosi e, d altra parte, il sistema fiscale si presenta assai complesso. Il decreto legislativo contenente disposizioni in materia

Dettagli

Scia SUAP contestuale con Comunica - Procedura on-line

Scia SUAP contestuale con Comunica - Procedura on-line Scia SUAP contestuale con Comunica - Procedura on-line La SCIA SUAP contestuale con la COMUNICA si effettua compilando on-line la SCIA sul portale del SUAP il quale invierà il pacchetto zip contenente

Dettagli

Intervento al Corso Università digitale. Filippo D Arpa. 14 Novembre 2011

Intervento al Corso Università digitale. Filippo D Arpa. 14 Novembre 2011 Intervento al Corso Università digitale Filippo D Arpa 14 Novembre 2011 Indice Premessa Introduzione al nuovo C.A.D Le linee guida Università Digitale Le iniziative in corso in UNIPA Premessa Piano egov

Dettagli

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi CNIPA massella@cnipa.it Workshop per dirigenti responsabili dei servizi di protocollo e flussi documentali CNIPA 9 novembre 2007 1 Alcuni numeri

Dettagli

Servizi online per le Aziende e i Consulenti. Avvio sperimentazione della procedura di Iscrizione Azienda con dipendenti su web INTERNET

Servizi online per le Aziende e i Consulenti. Avvio sperimentazione della procedura di Iscrizione Azienda con dipendenti su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Servizi online per le Aziende

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Istituto Comprensivo n.1 G. Mazzini-E.Fermi Via Mazzini n.68 67051 Avezzano (AQ) tel. 0863413379/fax 0863410724 cod. mecc. AQIC84000R C.F. 90041360661 email: aqic84000r@istruzione.it PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

PEC: a che punto siamo? Roma, 29 luglio 2010

PEC: a che punto siamo? Roma, 29 luglio 2010 PEC: a che punto siamo? Roma, 29 luglio 2010 Indice 1.PEC: la visione 2.PEC: le azioni 2.1 Pubblica amministrazione 2.2 Professionisti 2.3 Imprese 2.4 Cittadini 3. PEC: i risultati 2 1. PEC: La visione

Dettagli

L azione di semplificazione per l impresa l di Regione Lombardia. Obiettivi di fine Legislatura e il caso del sistema MUTA

L azione di semplificazione per l impresa l di Regione Lombardia. Obiettivi di fine Legislatura e il caso del sistema MUTA L azione di semplificazione per l impresa l di Regione Lombardia. Obiettivi di fine Legislatura e il caso del sistema MUTA Paolo Mora Direttore Generale D.G. Commercio, Fiere e Mercati Indice 1. Normativa

Dettagli

Tutto è più semplice. Un territorio online per cittadini e imprese.

Tutto è più semplice. Un territorio online per cittadini e imprese. Un territorio online per cittadini e imprese. Mantova, 10 Febbraio 2015 Digitalizzare i processi e le procedure, un obbligo di legge ma soprattutto una scelta per essere al passo con il mondo delle imprese

Dettagli

Città di Gravina in Puglia Provincia di Bari

Città di Gravina in Puglia Provincia di Bari Allegato A alla Deliberazione della Giunta Comunale n. del Città di Gravina in Puglia Provincia di Bari PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014-2016 (Art. 10 del Decreto Legislativo 14

Dettagli

Contrasto all abbandono scolastico in contesto interculturale

Contrasto all abbandono scolastico in contesto interculturale Contrasto all abbandono scolastico in contesto interculturale Il metodo QPA - Questionario sui Processi di Apprendimento - Il metodo QPA INDICE Premessa... 2 I. QPA: quadro teorico... 4 II. Modello di

Dettagli

Elenco dei Corsi e dei Servizi - 2014

Elenco dei Corsi e dei Servizi - 2014 Elenco dei Corsi e dei Servizi - 2014 Tipologie di servizi offerti Corsi formativi personalizzati, individuali o per gruppi. Si possono scegliere tra quelli consigliati oppure richiedere moduli specializzati

Dettagli

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Premessa La semplificazione è essenziale per recuperare il ritardo competitivo dell Italia, liberare le risorse per tornare a crescere e restituire

Dettagli

Comunità Collinare Vigne & Vini

Comunità Collinare Vigne & Vini Copia Albo Comunità Collinare Vigne & Vini PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE N.3/2014 OGGETTO: D.LGS. 14 MARZO 2013 - APPROVAZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, 1 C.A.P. 10010 - PROVINCIA DI TORINO Tel. 0125/72154 - Fax 72190 http://www.comune.piverone.to.it Cod. fisc. 84001150014 E-mail : comune.piverone@comune.piverone.to.it

Dettagli

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI 23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI E248 Il sistema di protocollo informatico nella gestione degli archivi delle P.A.... pag. 2 E344 Le regole tecniche in materia

Dettagli

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015 Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO Vendita per Corrispondenza, Radio, Televisione o altri sistemi di

Dettagli

La Posta Elettronica Certificata

La Posta Elettronica Certificata La Posta Elettronica Certificata Cedacri S.p.A. Sede legale: Via del Conventino n. 1 43044 Collecchio (Parma) C.F./Partita IVA e Iscrizione al Registro delle Imprese di Parma: 00432960342 R.E.A.: 128475

Dettagli

Approfondimenti. Percorso F. Come si ottiene il marchio Ecolabel. Nuovo progetto turismo. Lezione 1 La qualità dell impresa turistica

Approfondimenti. Percorso F. Come si ottiene il marchio Ecolabel. Nuovo progetto turismo. Lezione 1 La qualità dell impresa turistica Nuovo progetto turismo 1 Approfondimenti O N S E Approfondimenti Percorso F Lezione 1 La qualità dell impresa turistica Come si ottiene il marchio Ecolabel L Ecolabel europeo identifica una struttura ricettiva

Dettagli

I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30

I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30 I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30 Martedì, 11 giugno Avv. Luigi Foglia Ing. Andrea Caccia Il documento informatico e la sua conservazione Il Documento informatico:

Dettagli

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020 Sanità digitale Cosa e perchè L innovazione digitale dei processi sanitari è un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, ridurre

Dettagli

PORTALE REGIONALE DELLA SISMICA

PORTALE REGIONALE DELLA SISMICA PORTALE REGIONALE DELLA SISMICA IL SISTEMA DI GESTIONE ELETTRONICA DELLE PRENOTAZIONI Napoli, 4 luglio 2012 Francesco Castagna Coordinatore Commissione Informatica, Ordine Ingegneri della Provincia di

Dettagli

Nuove regole dal 1 Gennaio 2015

Nuove regole dal 1 Gennaio 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 357 03.12.2014 Servizi e commerce a privati UE Nuove regole dal 1 Gennaio 2015 Categoria: IVA Sottocategoria: Territorialità A decorrere dal 1

Dettagli

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi A CHE PUNTO SIAMO Cogliere opportunità le dell evoluzione normativa Dagli anni 90 l innovazione

Dettagli

WEB DINAMICO E PARTECIPAZIONE INTERATTIVA. STRATEGIE E PERCORSI DI INTERAZIONE CON LA CITTADINAZA.

WEB DINAMICO E PARTECIPAZIONE INTERATTIVA. STRATEGIE E PERCORSI DI INTERAZIONE CON LA CITTADINAZA. WEB DINAMICO E PARTECIPAZIONE INTERATTIVA. STRATEGIE E PERCORSI DI INTERAZIONE CON LA CITTADINAZA. "Da Internet passa la partecipazione tra la Pubblica amministrazione e il cittadino, la riforma della

Dettagli

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA Ufficio Segreteria Codice Ente 10332 ANNO 2015 DELIBERAZIONE N. 6 del 11/02/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile

Dettagli

IL RUOLO DELLA PROVINCIA PER L'INNOVAZIONE NEI PICCOLI COMUNI

IL RUOLO DELLA PROVINCIA PER L'INNOVAZIONE NEI PICCOLI COMUNI IL RUOLO DELLA PROVINCIA PER L'INNOVAZIONE NEI PICCOLI COMUNI Pasquale Volontà Responsabile Sistema Informativo e Statistica della Provincia di Asti METTIAMOCI LA FACCIA UFFICI COINVOLTI NELLA SPERIMENTAZIONE

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Telecomunicazioni Classe: 1BM A.S. 2015/16 Docenti: Lombino Giuseppe Codocente Gianello Annalisa ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 16 alunni maschi di cui quattro

Dettagli

SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA. Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento

SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA. Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento LA NORMATIVA LA NUOVA SMART CARD DEL CITTADINO PROBLEMA: IL

Dettagli

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Manuale Operativo FER CEL-PAS Lato Compilatore Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Revisione del Documento: 06 Data revisione: 13-01-2013 INDICE DEI CONTENUTI Indice 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO per allievi con DSA

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO per allievi con DSA Via Vicenza n. 63 07026 Olbia tel. 0789 66936 fax 0789 642352 Cod. Scuola SSTD010001 - C.F. 91025160903 E-mail: SSTD010001@istruzione.it PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO per allievi con DSA ANNO SCOLASTICO_

Dettagli

in rapporto con le competenze chiave di cittadinanza

in rapporto con le competenze chiave di cittadinanza in rapporto con le competenze chiave di cittadinanza 1 Componenti dell Asse dei linguaggi Padronanza della lingua italiana come ricezione e produzione, orale e scritta Conoscenza di almeno una lingua straniera

Dettagli

C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como

C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Cod. Ente 10570 Numero 16 Del 23-02-2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE

Dettagli

La digitalizzazione aumenta l efficienza, la sicurezza e l affidabilità dei flussi di informazioni e dei processi commerciali.

La digitalizzazione aumenta l efficienza, la sicurezza e l affidabilità dei flussi di informazioni e dei processi commerciali. 1 Con la sua competenza nella trasmissione di informazioni egraziealsuoknow how tecnico, la Posta svolge un ruolo importante. Mette a disposizione componenti di infrastruttura digitali su tre livelli:

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Ente (di seguito Soggetto fruitore) P. IVA nella persona di domiciliato per la carica in in qualità di VISTI

CONVENZIONE TRA. Ente (di seguito Soggetto fruitore) P. IVA nella persona di domiciliato per la carica in in qualità di VISTI SCHEMA DI CONVENZIONE APERTA PER L ACCESSO DA PARTE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AI DATI DEGLI STUDENTI E DEI LAUREATI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO AI SENSI DELL ARTICOLO 58 DEL CODICE DELL

Dettagli

Forum PA, 8 maggio 2006

Forum PA, 8 maggio 2006 Forum PA, 8 maggio 2006 Perché servire i contribuenti? L Agenzia deve perseguire il massimo livello di adesione agli obblighi fiscali (tax compliance) attraverso l attività di informazione ed assistenza

Dettagli

Oggetto: Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per i Presidenti degli Ordini provinciali.

Oggetto: Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per i Presidenti degli Ordini provinciali. Cod. E20B/P2 Protocollo Generale (Uscita) Cod.OR/FF/or cnappcrm aoo generale Circolare n. 71 Prot.: 0001261 Data: 08/05/2014 Ai Presidenti degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO/EDUCATIVO SPECIFICO PER ALUNNI CON D. S. A.

PERCORSO DIDATTICO/EDUCATIVO SPECIFICO PER ALUNNI CON D. S. A. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PERCORSO DIDATTICO/EDUCATIVO SPECIFICO PER ALUNNI CON D. S. A. Anno Scolastico Nome e cognome - Classe Data e luogo di nascita Diagnosi specialistica

Dettagli

QUALI SONO LE SCADENZE PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA? In collaborazione con

QUALI SONO LE SCADENZE PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA? In collaborazione con QUALI SONO LE SCADENZE PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA? COME FUNZIONA LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PA? QUALI SONO GLI ADEMPIMENTI PER LE PA? LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DEVONO Attivare il servizio

Dettagli

Il processo di liquidazione delle spese di giustizia

Il processo di liquidazione delle spese di giustizia Il processo di liquidazione delle spese di giustizia IL CICLO DELLA SPESA ANTICIPATA 1. Istanza di liquidazione 2. Decreto di liquidazione 3. Notifiche ed esecutività del decreto; 4. Invio della spesa

Dettagli

Ref. Prof.ri TIC e Informatica e Laboratorio A PRESENTAZIONE

Ref. Prof.ri TIC e Informatica e Laboratorio A PRESENTAZIONE UNITÀ DI APPRENDIMENTO TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE Ref. Prof.ri TIC e Informatica e Laboratorio A.S. 2015-2016 TITOLO : Il PC: un amico utile COD. U.d.A N 1/4 A PRESENTAZIONE Destinatari

Dettagli

2015 CATALOGO FORMATIVO

2015 CATALOGO FORMATIVO 2015 CATALOGO FORMATIVO AREA MARKETING Il marketing del pdv Dipendenti di attività commerciali. 40 ore. -Conoscere i principi di base del marketing e della comunicazione per essere veri professionisti

Dettagli

L integrazione tra una Rete Agenti e la Rete Commerciale della Banca: una forte opportunità di successo Gualtiero Terzi - A.D.

L integrazione tra una Rete Agenti e la Rete Commerciale della Banca: una forte opportunità di successo Gualtiero Terzi - A.D. L integrazione tra una Rete Agenti e la Rete Commerciale della Banca: una forte opportunità di successo Gualtiero Terzi - A.D. BNL Finance Milano, 30 novembre 2010 Le Nuove Regole Disposizioni di Banca

Dettagli

CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... Piano informatizzazione

Dettagli

STRUTTURA UDA U.D.A. 4. Classe III A PRESENTAZIONE

STRUTTURA UDA U.D.A. 4. Classe III A PRESENTAZIONE STRUTTURA UDA UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO di TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE E APPLICAZIONI U.D.A. 4 Classe III A.S. 2015/2016 TITOLO: Componenti fondamentali di un impianto Strumenti di misura

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini.

Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini. REGIONE PIEMONTE BU32 08/08/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini. A relazione degli Assessori Vignale, Ghiglia,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione e il Ministro della Giustizia. per

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione e il Ministro della Giustizia. per PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione e il Ministro della Giustizia per l innovazione digitale nella Giustizia Roma, 26 novembre 2008 Finalità Realizzare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI GALLICANO (Provincia di Lucca) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE 1 INDICE 1. Oggetto.3 2. Accesso al servizio...3 3. Finalità della pubblicazione...3 4. Atti da pubblicare....3

Dettagli

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma SCUOLA DIGITALE Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma Smart communities Alfabetizzazione informatica E-commerce Agenda digitale italiana E-government, Investimenti Sicurezza Infrastrutture Ricerca

Dettagli

L istituzionalizzazione delle attività di comunicazione e il ruolo delle Università

L istituzionalizzazione delle attività di comunicazione e il ruolo delle Università L istituzionalizzazione delle attività di comunicazione e il ruolo delle Università Cari Convenuti, in primo luogo, desidero ringraziare i promotori e gli organizzatori per aver reso possibile la realizzazione

Dettagli

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 1. PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità,

Dettagli

Qualità percepita nell ambulatorio della Terapia del Dolore dell Ospedale G. Salvini di Garbagnate M.se nell anno 2014

Qualità percepita nell ambulatorio della Terapia del Dolore dell Ospedale G. Salvini di Garbagnate M.se nell anno 2014 AZIENDA OSPEDALIERA GUIDO SALVINI GARBAGNATE MILANESE Direzione Generale Ufficio Marketing e Comunicazione Relazioni con il Pubblico Tel. 02/994302600 Fax 02/994302078 E-mail: marketing@aogarbagnate.lombardia.it

Dettagli

La Comunicazione Unica Gli strumenti informatici. Marco Bordo Genova, 26 ottobre 2009

La Comunicazione Unica Gli strumenti informatici. Marco Bordo Genova, 26 ottobre 2009 La Comunicazione Unica Gli strumenti informatici Marco Bordo Genova, 26 ottobre 2009 Argomenti Pratica telematica concetti Prerequisiti tecnici per la C.U.: Firma digitale Accesso a registroimprese.it

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE, DIREZIONE REGIONALE DELLA TOSCANA. L Ordine dei Consulenti del Lavoro

PROTOCOLLO D INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE, DIREZIONE REGIONALE DELLA TOSCANA. L Ordine dei Consulenti del Lavoro PROTOCOLLO D INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE, DIREZIONE REGIONALE DELLA TOSCANA E L Ordine dei Consulenti del Lavoro LE PARTI Agenzia delle Entrate, nella persona del Direttore Regionale, dott.ssa Giovanna

Dettagli

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE FORUMPA SANITA' 2001 Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: VERSO UN DISTRETTO FORTE Amministrazione proponente:

Dettagli

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5.

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5. Via Alberti 4 38033 CAVALESE tel. 0462-241311 fax 0462-241322 C.F. 91016130220 e-mail: info@comunitavaldifiemme.tn.it pec: comunita@pec.comunitavaldifiemme.tn.it www.comunitavaldifiemme.tn.it PIANO DI

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE APRIRE UN IMPRESA MODIFICARE I DATI DI UN IMPRESA CHIUDERE UN IMPRESA APPENDICI

PRIMA DI INIZIARE APRIRE UN IMPRESA MODIFICARE I DATI DI UN IMPRESA CHIUDERE UN IMPRESA APPENDICI Da oggi è possibile espletare tutti gli adempimenti per aprire un impresa con una singola comunicazione al Registro delle Imprese. Questa comunicazione contiene tutte le informazioni fiscali, previdenziali

Dettagli

Efficienza e innovazione nella PA

Efficienza e innovazione nella PA Roma, 10 dicembre 2009 Efficienza e innovazione nella Fausto Bolognini CEO Agenda Lo scenario di riferimento per la Le soluzioni di Quercia Software per la Le nuove opportunità legate al nodo CBI 2 I principali

Dettagli

Brochure Internet. Versione 2010.1 The Keyrules Company s.r.l. Pagina 2 di 8

Brochure Internet. Versione 2010.1 The Keyrules Company s.r.l. Pagina 2 di 8 Ogni organizzazione possiede un sistema di regole che la caratterizzano e che ne assicurano il funzionamento. Le regole sono l insieme coordinato delle norme che stabiliscono come deve o dovrebbe funzionare

Dettagli

Il SIERC ed il rilascio della autorizzazione sismica

Il SIERC ed il rilascio della autorizzazione sismica PON GAS FSE 2007 2013, Obiettivo Convergenza, Asse E - Capacità istituzionale Progetto: Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione Seminario La semplificazione delle procedure per le

Dettagli

LA SCUOLA SI-CURA SI CURA DI ME!

LA SCUOLA SI-CURA SI CURA DI ME! SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA REATINA PERCORSO DIDATTICO SICUREZZA NELLA SCUOLA LA SCUOLA SI-CURA SI CURA DI ME! Anno scolastico 2014 2015. Il ruolo educativo e formativo della Scuola

Dettagli

la possibilità di usufruire di un sistema di gestione documentale.

la possibilità di usufruire di un sistema di gestione documentale. UTAX propone ai propri clienti una vasta gamma di prodotti in grado di soddisfare tutte le svariate richieste che ogni giorno vengono sottoposte ad agenti e rivenditori. Elevata affidabilità, facilità

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA Scuola Primaria Classi prime A.S. 2015/16

PROGETTO ACCOGLIENZA Scuola Primaria Classi prime A.S. 2015/16 Unione Europea Repubblica Italiana Regione Siciliana Istituto Omnicomprensivo Pestalozzi Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di I Grado a Indirizzo Musicale Scuola Secondaria di II Grado

Dettagli

La previdenza complementare: fondi aperti

La previdenza complementare: fondi aperti La previdenza complementare: fondi aperti e pip Gabriele Livi Responsabile Ufficio Legislazione del Lavoro 10 marzo 2015 La riforma della previdenza La riforma della previdenza obbligatoria: introduzione

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive - Corso Sangallo, 38 52048 (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del Comune - SUAP ONLINE

Dettagli

CIRCOLARE STRAORDINARIA RIDUZIONE PREMIO E FINANZIAMENTO INAIL

CIRCOLARE STRAORDINARIA RIDUZIONE PREMIO E FINANZIAMENTO INAIL via Zeviani 8 37131 Verona tel. 045 8400925 - fax 045 8489830 www.cptverona.it - info@cptverona.it Cod. fiscale 93035570238 P. Iva 03984060230 Verona, 21 febbraio 2013 A tutte le imprese iscritte alla

Dettagli

Modulo E7.02 Mod.COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 01 del 29/10/2014

Modulo E7.02 Mod.COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 01 del 29/10/2014 Modulo E7.02 Mod.COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 01 del 29/10/2014 Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ (ai sensi del D.L. 78/10 convertito

Dettagli

Logo creato da Giancarlo Zucconelli UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO. Tandem@CLA. Tandem@CLA DIARIO D APPRENDIMENTO*

Logo creato da Giancarlo Zucconelli UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO. Tandem@CLA. Tandem@CLA DIARIO D APPRENDIMENTO* Logo creato da Giancarlo Zucconelli UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO Tandem@CLA Tandem@CLA DIARIO D APPRENDIMENTO* A.A. Semestre Nome Cognome Nome e Cognome del Partner di

Dettagli

VITA DIGITALE VITA REALE IL RICORDO DEL FAR WEST

VITA DIGITALE VITA REALE IL RICORDO DEL FAR WEST AVVISI AI NAVIGANTI VITA DIGITALE VITA REALE Non esiste più una separazione tra la vita on-line e quella off-line. Quello che scrivi e le immagini che pubblichi sui social network hanno quasi sempre un

Dettagli