Convegno AICQ 21 giugno Sandro Golzio Città di Torino Direttore Divisione Patrimonio, Partecipazioni e Sistema Informativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Convegno AICQ 21 giugno 2005. Sandro Golzio Città di Torino Direttore Divisione Patrimonio, Partecipazioni e Sistema Informativo"

Transcript

1 Convegno AICQ 21 giugno 2005 Sandro Golzio Città di Torino Direttore Divisione Patrimonio, Partecipazioni e Sistema Informativo

2 QUALITÀ DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Qualità della P.A. significa fornire risposte positive alle aspettative dei cittadini Cittadini, e non Clienti, in quanto Cliente presuppone possibilità di scelta, mentre per molti servizi (quelli regolatori/autorizzativi) la PA è ancora monopolista

3 QUALITÀ DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Aspettative dei cittadini da parte della PA 1. Facilità di contatto (sportelli accessibili, orari definiti sui bisogni dei cittadini, ) 2. Risposte chiare 3. Risposte veloci 4. Risposte sensate (che non comportino inutili adempimenti)

4 QUALITÀ DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Fornire risposte sensate rientra nella sfera della Semplificazione Amministrativa in senso lato (non solo le regole giuridiche, ma ancor più spesso organizzazione e cultura degli uffici). E l altra faccia della qualità: front office e back office devono cambiare insieme!!

5 QUALITÀ DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I primi tre punti invece rientrano nel quadro delle interfacce ( punti di contatto) tra PA e cittadini. Per migliorare il rapporto tra PA e cittadini occorre: Lavorare sui punti di contatto Lavorare sul back office

6 LAVORARE SUI PUNTI DI CONTATTO L approccio non può che essere a tutto tondo, multidimensionale, per garantire la massima personalizzazione dei servizi Call Center E-government (Web e servizi on-line) Prevenzione digital divide (multicanalità formazione punti di accesso pubblico Le tre modalità innovative sopra indicate si affiancano e si integrano con i tradizionali sportelli fisici

7 Rupar sistemapiemonte LA VISION: IL FRONT OFFICE UNICO DI SISTEMA PIEMONTE CITTADINI/IMPRESE FRONT OFFICE UNICO ENTI DELLA P.A. BACK OFFICE

8 DAL CENTRALINO TRADIZIONALE AL CALL CENTER (1) Risposte fornite dal centralino: inoltro chiamate, informazioni generali sugli uffici e su attività ed eventi specifici Mediamente 1000/1500 chiamate, con picchi che quadruplicano il numero di chiamate Riferimento generale per i cittadini per tutto quanto avviene in Città Circa 70 addetti che ruotano su due turni (coprendo anche il sabato e gli eventi straordinari) Addetti provenienti dall interno dell amministrazione, con significativo turn over

9 DAL CENTRALINO TRADIZIONALE AL CALL CENTER (2) Nel 2003, avvio dell evoluzione dei servizi forniti dal centralino tradizionale verso servizi più complessi Formazione dei centralinisti, 12 postazioni dedicate alle attività di call center di 1 livello (il 2 livello per le risposte più complesse rimane all interno degli uffici responsabili delle varie attività) Avvio su area tributi, alcuni servizi dell area scuole per l infanzia, e quindi avvio integrazione con servizio verbali dei Vigili Urbani Definizione di un primo sistema di tracciamento delle chiamate e delle risposte

10 LA RICERCA AICQ E IL SUO CONTESTO In questo contesto si colloca la ricerca condotta da AICQ e Politecnico per la definizione di un insieme di parametri su cui monitorare costantemente la qualità del servizio reso, tenendo conto di una duplice esigenza: 1. Fornire uno strumento di misurazione interno (utilizzato dai responsabili del call center per tener sotto controllo il servizio) 2. Fornire una metodologia di monitoraggio da parte di soggetti terzi a garanzia dei cittadini

11 E-GOVERNMENT E WEB Si tratta di un insieme di attività dove la Città di Torino ha ottenuto significativi riconoscimenti anche nel recente passato Tra i più significativi: Nel 2004: primo posto tra le Città Digitali in Italia(indagine CENSIS) Novembre 2003: miglior servizio web (rivista LABITALLIA) 2003: e-citzenship award (TeleCities) 2002: miglior sito italiano dall indagine dell Università di Monaco di Baviera (basato su 1300 indicatori) 2001: e-government best practice (Unione Europea) 1997 Primo sito web della PA (Premio WWW Sole24ore) Nel 2004, oltre 50 milioni di pagine lette Una media di visitatori unici al mese

12 CHE COS E L E-GOVERNMENT E-Government è la continua ottimizzazione dei processi di erogazione dei servizi pubblici e della partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, che passa attraverso la trasformazione dei rapporti interni alle amministrazioni e tra queste e l esterno. Passa attraverso l adozione di innovazioni tecnologiche, con particolare riferimento alla Rete (Internet) ed alle altre tecnologie dell informazione.

13 CHE COS E L E-GOVERNMENT Le parole chiave: Ottimizzazione dei processi CAMBIAMENTO Erogazione di servizi pubblici Trasformazione dei rapporti FORMAZIONE RINNOVO DI CULTURA Adozione di innovazioni tecnologiche NECESSITA DI APPROFONDIMENTO

14 LA MULTICANALITÀ CONVERGENTE (la chiave) SISTEMI DI AUTENTICAZIONE (la porta) CITTADINI IMPRESE Gli ambiti: - Servizi comunali - Sanità - Lavoro e formazione professionale - Scuola - Accesso alla PA centrale SISTEMA INFORMATIVO DELLA CITTA (il back office)

15 TORINOFACILE E FACILISSIMA Autenticazione dei cittadini per l accesso ai servizi Profilazione dei titolari della carta Iniziativa riconosciuta come good practice a livello europeo (Bruxelles, novembre 2001).

16 L EVOLUZIONE: CITTÀFACILE CittàFacile rappresenta l evoluzione dell esperienza attuale: convergono altri 170 Comuni (nel quadro del progetto di e-government A2C Piemonte ), e si costruisce un sistema integrato di servizi e di strumenti per la gestione delle relazioni col cittadino. SERVIZI RELAZIONI CITTADINI/IMPRESE

17 IL PROGETTO DI E-GOV (AtoC) Nasce e sviluppa l esperienza di TorinoFacile Oggi aggrega circa 170 Comuni piemontesi per cittadini Sviluppato di concerto con i progetti delle Province piemontesi (servizi alle aziende) e della Regione Piemonte (infrastrutture) Obiettivo del progetto: costruire una modalità unificata di accesso ai servizi della pubblica amministrazione utilizzando la rete internet

18 IL PROGETTO DI E-GOV (AtoC) Problema di fondo: garantire a tutti i cittadini pari opportunità di accesso Ieri: difficoltà di accesso agli sportelli fisici (orari sovrapposti al normale orario di lavoro, collocazione degli uffici in aree non sempre e da tutti facilmente accessibili) Oggi e sempre più in prospettiva: esclusione di chi non ha strumenti o capacità necessarie per usufruire dei servizi on line

19 IL PROGETTO DI E-GOV (AtoC) L amministrazione che vuole garantire la qualità dei propri servizi deve attrezzarsi per fornire modalità differenziate di accesso: Sportelli polifunzionali presso i quali sia possibile usufruire degli stessi servizi presenti on line Punti di accesso pubblici alla rete Internet Corsi per fornire gli strumenti culturali e tecnici per accedere ai servizi Accesso ai servizi attraverso il telefono

20 IL PROGETTO DI E-GOV (AtoC) Alcuni dati: n. 80 circa punti di accesso pubblici già attivi Internet Over60 (circa 900 corsi per anziani entro fine 2005)

21 IL PROGETTO DI E-GOV (AtoC) Accesso ai servizi attraverso il telefono: Strumento oggi disponibile per la totalità della popolazione senza rilevanti barriere all accesso Soluzioni per rendere possibile l accesso: Tecnologica (riconoscimento vocale per l accesso ai servizi, integrazione con il Web: progetto europeo HOPS in corso) Organizzativa: sviluppo Call Center e sua ulteriore evoluzione verso un vero Contact Center che permetta ai cittadini di interagire per telefono con la PA, usufruendo dei principali servizi messi a punto nell ambito dell egovernment

22 IL CONTACT CENTER INTEGRATO I clienti della Città di Torino (cittadini, altre persone fisiche, imprese) dovranno potersi relazionare con un sistema integrato di contact center capace di prendere in carico le istanze e di risolverle. Attraverso: Call Center Web Call Center (intermediazione della navigazione) Voice portal Sportelli fisici: circoscrizioni, altri uffici sul territorio

23 LA VISION DEL CONTACT CENTER INTEGRATO Aiuto semantico alla richiesta Community multiente Servizi di prossimità organizzativo CITIZEN Profilazione esplicita richiesta Risposta Callcenter professional s Formazione continua Motore di conoscenza: knowledge e Content operativo Requisito feed-back relazione one-to-one. Report, trouble ticket system, Audit Logo Società del Relatore

24 PROSPETTIVE In conclusione, quali prospettive: Sviluppo servizi on line Accesso ai servizi anche attraverso il telefono Centralità del Call Center che evolve in un vero e proprio Contact Center, sviluppando altresì la personalizzazione dei servizi (profilazione dei cittadini e sviluppo di servizi personalizzati proposti ai cittadini)

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

CONTACT CENTER. 17-20 Maggio 2010 FORUM PA

CONTACT CENTER. 17-20 Maggio 2010 FORUM PA CONTACT CENTER Il contact center è il modo più strutturato ed efficiente per organizzare e gestire le relazioni multicanale con i cittadini/utenti in presenza di grandi numeri. 2 INCREMENTO NELL EFFICIENZA

Dettagli

Il Flusso Informativo dal Comune al Cittadino

Il Flusso Informativo dal Comune al Cittadino Il Flusso Informativo dal Comune al Cittadino Il Flusso Informativo dal Comune al Cittadino Introduzione e Metodologia Analisi della Richiami di altre esperienze Ipotesi e Conclusioni Introduzione e Metodologia

Dettagli

Forum PA, 8 maggio 2006

Forum PA, 8 maggio 2006 Forum PA, 8 maggio 2006 Perché servire i contribuenti? L Agenzia deve perseguire il massimo livello di adesione agli obblighi fiscali (tax compliance) attraverso l attività di informazione ed assistenza

Dettagli

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003 Tecnologie, Prodotti e Servizi per l Electronic Banking Dott.. Fausto Bolognini - Direttore Generale Punti chiave NECESSITÀ del mercato Cosa vogliono le aziende? Cosa offre il mondo web? Limiti dell attuale

Dettagli

REPORT GRUPPO DI LAVORO III

REPORT GRUPPO DI LAVORO III REPORT GRUPPO DI LAVORO III Piattaforma web Network per la RCS per la gestione dei flussi informativi ed organizzazione Centrale di produzione coordinata e permanente delle pillole informative del SSR

Dettagli

Il sito istituzionale: novità e prospettive

Il sito istituzionale: novità e prospettive Il sito istituzionale: novità e prospettive Forum PA 2010 Roma, 17 maggio 2010 Roma, 17 maggio 2010 Inps Sempre più vicini a te Roma, 17 maggio 2010 2 Continua l impegno per essere sempre più vicini alle

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Esperienze di Customer Satisfaction Management

Esperienze di Customer Satisfaction Management Esperienze di Customer Satisfaction Management L'utilizzo di Mettiamoci la faccia per una gestione integrata della CS Il caso dell'inail Forum della PA Roma 10 maggio 2011 Giuseppe Mazzetti Direttore centrale

Dettagli

PIATTAFORMA COMUNE ED INTEGRAZIONE TRA LE AMMINISTRAZIONI LINEA AMICA FASE 2

PIATTAFORMA COMUNE ED INTEGRAZIONE TRA LE AMMINISTRAZIONI LINEA AMICA FASE 2 PIATTAFORMA COMUNE ED INTEGRAZIONE TRA LE AMMINISTRAZIONI LINEA AMICA FASE 2 Evoluzione del Network di Linea Amica Meno costi per le PA, più efficienza per il cittadino 15 Marzo 2011 OGGI Linea Amica:

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41 Pag. 1 di 10 SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME agosto 2010 Pag. 2 di 10 SOMMARIO 1. SCOPO DEL DOCUMENTO...3 2. INQUADRAMENTO...3 3. LO USER GROUP SPORTELLO UNICO...4 4. IL SOFTWARE PER

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica (a cura dell Area Comunicazione e Servizi al cittadino, con il supporto dell Ufficio Monitoraggio e Ricerca di FormezPA) INDICE 1. Introduzione

Dettagli

STATO AVANZAMENTO LAVORI

STATO AVANZAMENTO LAVORI ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) aggregazione di comuni denominata GRANDE MANTOVA ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) AGGREGAZIONE DI COMUNI CITTA DI CURTATONE PORTO MANTOVANO

Dettagli

Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati.

Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati. Parlare al cittadino e comunicare attraverso Internet: comunicazione e raccolta dati. Marzo 2002 - Paolo Sensini 00 XX 1 Tipologie servizi (1) Servizi vetrina Esempio tipo Struttura Pregi e difetti Servizi

Dettagli

E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione

E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione Ornella Nicotra a.a. 2001-2002 Modulo europeo Action Jean Monnet Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari

Dettagli

Abi - Dimensione cliente Servizi High Tech nella gestione HighTouch. 11 Aprile 2012

Abi - Dimensione cliente Servizi High Tech nella gestione HighTouch. 11 Aprile 2012 Abi - Dimensione cliente Servizi High Tech nella gestione HighTouch 11 Aprile 2012 Agenda L attuale modello BCC Roma Il modello obiettivo 2 Bcc di Roma: Chi Siamo La BCC di Roma fa parte del sistema del

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

INDICE del documento. Contact Center

INDICE del documento. Contact Center INDICE del documento 1 Descrizione del servizio di... 2 1.1 Obiettivi del... 2 1.2 Servizi del in Fase Transitoria... 2 1.3 Supporti informativi per il... 3 2 Modello Organizzativo del servizio di... 4

Dettagli

803.001 www.lineaamica.gov.it. Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana

803.001 www.lineaamica.gov.it. Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana 803.001 www.lineaamica.gov.it Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana 1 LINEA AMICA Linea Amica, attiva dal 29 gennaio 2009, fornisce ai cittadini informazioni e assistenza nei rapporti

Dettagli

Il contact center INPS al servizio dell'utente

Il contact center INPS al servizio dell'utente Il contact center INPS al servizio dell'utente Francesco Colasuonno Responsabile sviluppo servizi di call center INPS Martedì, 4 giugno 2002 Hotel Excelsior Gallia Milano Martedì 11 giugno 2002 Sheraton

Dettagli

Il contact center INPS al servizio dell'utente

Il contact center INPS al servizio dell'utente Il contact center INPS al servizio dell'utente Francesco Colasuonno Responsabile sviluppo servizi di call center INPS Martedì, 4 giugno 2002 Hotel Excelsior Gallia Milano Martedì 11 giugno 2002 Sheraton

Dettagli

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Forum PA 2010 Roma, 17 maggio 2010 Roma, 17 maggio 2010 Stato dell arte Roma, 17 maggio 2010 2 Il processo di rinnovamento del sito web Inps procede per

Dettagli

PROGETTO PER L INTERCONNESSIONE E LA CONDIVISIONE DELLE INFORMAZIONI TRA LE STRUTTURE INFORMATIVE PIEMONTESI

PROGETTO PER L INTERCONNESSIONE E LA CONDIVISIONE DELLE INFORMAZIONI TRA LE STRUTTURE INFORMATIVE PIEMONTESI PROGETTO PER L INTERCONNESSIONE E LA CONDIVISIONE DELLE INFORMAZIONI TRA LE STRUTTURE INFORMATIVE PIEMONTESI Regione Piemonte Comunicazione Istituzionale della Giunta Regionale Direttore: Roberto Moisio

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA Presidenza del Consiglio dei ministri Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA 1 Agenda digitale italiana - Innovazione digitale nella PA - Infrastrutture abilitanti per la digitalizzazione

Dettagli

Attuazione della normativa sull accessibilità

Attuazione della normativa sull accessibilità Attuazione della normativa sull accessibilità Dott. Antonio De Vanna Commissione per l impiego delle ICT a favore delle categorie svantaggiate Responsabile Ufficio Accessibilità dei Sistemi Informatici

Dettagli

Il cittadino al centro dell amministrazione

Il cittadino al centro dell amministrazione Il cittadino al centro dell amministrazione L individuazione della sede La sede è stata individuata sulla base delle condizioni logistiche e progettuali dell Ente Parcellizzazione delle sedi presenti sul

Dettagli

EGOV.COMUNE.VENEZIA.IT il portale dei servizi del Comune di Venezia

EGOV.COMUNE.VENEZIA.IT il portale dei servizi del Comune di Venezia Portali EGOV.COMUNE.VENEZIA.IT il portale dei servizi del Comune di Venezia L ESIGENZA Nel quadro delle politiche di e-government e per migliorare i servizi ai cittadini, molte amministrazioni locali hanno

Dettagli

La gestione integrata dei rapporti con il Cittadino e scenari di edemocracy. 09/05/2005 Ilaria Scala CRM Consultant

La gestione integrata dei rapporti con il Cittadino e scenari di edemocracy. 09/05/2005 Ilaria Scala CRM Consultant La gestione integrata dei rapporti con il Cittadino e scenari di edemocracy 09/05/2005 Ilaria Scala CRM Consultant Agenda Un CRM per la PA Scenari di applicazione Bibliografia e Webliografia 2 Un CRM per

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Il progetto BresciaGov della Provincia di Brescia

Il progetto BresciaGov della Provincia di Brescia T Il progetto BresciaGov della Provincia di Brescia Popolazione interessata / ambito territoriale coperto: 1.242.923 abitanti (185 Comuni aderenti al progetto) Ambito Progetto: e-government Settore: Innovazione

Dettagli

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Agenda Digitale Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Dott. Nicola A. Coluzzi Ufficio Società dell'informazione

Dettagli

Il Piemonte di fronte alle sfide dell'agenda Digitale

Il Piemonte di fronte alle sfide dell'agenda Digitale Il Piemonte di fronte alle sfide dell'agenda Digitale Diffusione e appropriazione delle ICT da parte degli attori del sistema regionale Linux Day 2012 Free Software, Free Business Torino, 26 ottobre 2012

Dettagli

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano 20060 Trezzano Rosa Piazza XXV Aprile, 1 C.F. 83502090158 P.IVA 04670940156 info@comune.trezza norosa.mi.it www.comune.trezzanorosa.mi.it Tel. 02 920199 Tecnico

Dettagli

Gli Sportelli Polifunzionali e i Servizi Innovativi. Napoli, 28 febbraio 2012

Gli Sportelli Polifunzionali e i Servizi Innovativi. Napoli, 28 febbraio 2012 Gli Sportelli Polifunzionali e i Servizi Innovativi Napoli, 28 febbraio 2012 Gli Sportelli Polifunzionali Coordinamento Intersettoriale Relazioni con i Cittadini Il servizio Sportello Polifunzionale è

Dettagli

Il cittadino digitale. Francesco Meschia, Erminio Ribet CSI-Piemonte

Il cittadino digitale. Francesco Meschia, Erminio Ribet CSI-Piemonte Il cittadino digitale Francesco Meschia, Erminio Ribet CSI-Piemonte Identitàpersonalevsidentitàdigitale L identità digitale non è la semplice trasposizione elettronica di quella fisica. Per fare chiarezza

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE LIGURIA CUP LIGURIA CENTRO UNIFICATO DI PRENOTAZIONI SANITARIE DELLA REGIONE LIGURIA

REGIONANDO 2000 REGIONE LIGURIA CUP LIGURIA CENTRO UNIFICATO DI PRENOTAZIONI SANITARIE DELLA REGIONE LIGURIA REGIONANDO 2000 REGIONE LIGURIA CUP LIGURIA CENTRO UNIFICATO DI PRENOTAZIONI SANITARIE DELLA REGIONE LIGURIA Descrizione del progetto Il progetto prevede la realizzazione di un Centro unico di prenotazione

Dettagli

La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana

La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana Iniziativa del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione, in collaborazione con tutte le amministrazioni pubbliche che hanno

Dettagli

Forum PA Roma - 10 aprile 2006. dott. Antonio Sannelli Comune di Bergamo - Sistemi Informativi

Forum PA Roma - 10 aprile 2006. dott. Antonio Sannelli Comune di Bergamo - Sistemi Informativi Forum PA Roma - 10 aprile 2006 Il comune di Bergamo Capofila del progetto di e-government POLIS ComuneAmico.net Candidato per la formazione di un CST sul territorio Candidato ad essere capofila del progettazione

Dettagli

La comunicazione istituzionale e i nuovi mezzi di comunicazione

La comunicazione istituzionale e i nuovi mezzi di comunicazione La comunicazione istituzionale e i nuovi mezzi di comunicazione Graziella Priulla Docente di Sociologia dei processi comunicativi presso l Università di Catania 1 Premessa Nelle società aperte non si può

Dettagli

Progetto Attivazione servizi online per disabili e categorie protette

Progetto Attivazione servizi online per disabili e categorie protette Progetto Servizi innovativi nel settore dei servizi per il lavoro PON Governance e Azioni di Sistema Obiettivo Convergenza 2007-2013 (FSE) Progetto Attivazione servizi online per disabili e categorie protette

Dettagli

S.I.L.P SISTEMA INFORMATIVO LAVORO PIEMONTE

S.I.L.P SISTEMA INFORMATIVO LAVORO PIEMONTE S.I.L.P SISTEMA INFORMATIVO LAVORO PIEMONTE SERVIZI DI INFRASTRUTTURA Vista d'insieme Questo documento definisce la visione d insieme del nuovo Sistema Informativo Lavoro ed è teso ad illustrare le caratteristiche

Dettagli

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A.

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A. Milano, 18 novembre 2009 Gestione della conformità alle normative, Dematerializzazione e Collaborazione in tempo reale: il valore di una piattaforma integrata per gli Enti Pubblici Locali Dalla strategia

Dettagli

400 ORE di cui 190 ore presso la Pubblica Amministrazione Dati nazionali per durata della fila superiore ai 20 minuti

400 ORE di cui 190 ore presso la Pubblica Amministrazione Dati nazionali per durata della fila superiore ai 20 minuti ELIMINA CODE ON LINE IL PROBLEMA Secondo l ISTAT ogni italiano nel 2012 ha passato in coda 400 ORE di cui 190 ore presso la Pubblica Amministrazione Dati nazionali per durata della fila superiore ai 20

Dettagli

Riuso. Progetto di e-government CiTel. Comune di Pisa. www.e.pisa.it. Comune di Pisa Progetto di e-government CiTel RISPARMIA IL TUO TEMPO

Riuso. Progetto di e-government CiTel. Comune di Pisa. www.e.pisa.it. Comune di Pisa Progetto di e-government CiTel RISPARMIA IL TUO TEMPO Comune di Pisa Progetto di e-government CiTel RISPARMIA IL TUO TEMPO www.e.pisa.it Riuso Progetto di e-government CiTel Comune di Pisa 22 settembre 2011 CiTel - Architettura Generale Erogazione Cittadini

Dettagli

Chi siamo, about Pmi-feratel

Chi siamo, about Pmi-feratel A B C Deskline! Chi siamo, about Pmi-feratel PMI IT for Tourism è azienda leader in Italia nell Information Technologies in ambito turistico; dealer esclusivista del brand feratel media technologies AG

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 16 maggio 2011, n. 1101

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 16 maggio 2011, n. 1101 16959 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 16 maggio 2011, n. 1101 DGR 1079/2008. Linee Guida per i siti web delle Aziende ed Istituti Pubblici del SSR e per l utilizzo della posta elettronica certificata.

Dettagli

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità Il nuovo paradigma dei servizi Ing. Giuseppe Lacerenza Roma, 21 maggio 2007 Il nuovo paradigma dei servizi Indice Sogei e il Sistema informativo della

Dettagli

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Allegato 1) Provincia di Como Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Approvato con la deliberazione del Presidente della Provincia

Dettagli

Contact Center Regionale Multicanale. Progetto IQuEL

Contact Center Regionale Multicanale. Progetto IQuEL interoperabilità verso il Progetto IQuEL Ver. 1.0 Sommario 1. Contact Center Regionale Multicanale: Obiettivi di progetto... 3 2. Interoperabilità fra il Progetto Contact Center Regionale Multicanale e

Dettagli

DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT

DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT Definio Reply dà una risposta concreta ed efficiente alle richieste sempre più pressanti provenienti dal mercato del risparmio gestito, in termini di strumenti di analisi

Dettagli

I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale. Università degli Studi di Roma Tor Vergata I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale Università degli Studi di Roma Tor Vergata Roma, 13 Marzo 2014 Rivoluzione Industriale e Rivoluzione Digitale Rivoluzione

Dettagli

Linea Amica. Progetto. Linea Amica. Il Contact Center multicanale della P.A. italiana

Linea Amica. Progetto. Linea Amica. Il Contact Center multicanale della P.A. italiana Progetto Linea Amica 803 999 Il Contact Center multicanale della P.A. italiana Formez Centro di Formazione Studi Ufficio Comunicazione ed Editoria 1 Concept del Servizio Linea Amica è il Contact Center

Dettagli

Nuove soluzioni organizzative e servizi integrati per l e-gov nella provincia di Como: Dai progetti ComOnLine e Comon.Net alla piattaforma

Nuove soluzioni organizzative e servizi integrati per l e-gov nella provincia di Como: Dai progetti ComOnLine e Comon.Net alla piattaforma Nuove soluzioni organizzative e servizi integrati per l e-gov nella provincia di Como: Dai progetti ComOnLine e Comon.Net alla piattaforma Giuliano Noci Politecnico di Milano Obiettivi di Clicc@Servizi

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

Obiettivi del progetto Nuove funzionalita Registrazione utenti Conclusioni

Obiettivi del progetto Nuove funzionalita Registrazione utenti Conclusioni Reingegnerizzazione i i del sistema informativo della DGLC-UIBM Antonio Maria Tambato Bologna, 23 Ottobre 2013 Divisione X Sistemi informativi AGENDA Obiettivi del progetto Nuove funzionalita Registrazione

Dettagli

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Convegno di studio La biometria entra nell e-government Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Alessandro Alessandroni Cnipa alessandroni@cnipa.it Alessandro Alessandroni è Responsabile

Dettagli

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Dott.ssa Maria Pia Giovannini Responsabile dell Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse umane e finanziarie e

Dettagli

tribunale di napoli carta dei servizi

tribunale di napoli carta dei servizi tribunale di napoli carta dei servizi indice Il progetto regionale e la Carta dei servizi 3 1. INTRODUZIONE ALLA CARTA DEI SERVIZI 4 1.1. Cos è la Carta 4 1.2. Metodo di lavoro 5 1.3. Le norme ed i principi

Dettagli

Chi siamo, about Pmi-feratel

Chi siamo, about Pmi-feratel A B C Deskline! Chi siamo, about Pmi-feratel PMI IT for Tourism è azienda leader in Italia nell Information Technologies in ambito turistico; dealer esclusivista del brand feratel media technologies AG

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014, convertito

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, 1 C.A.P. 10010 - PROVINCIA DI TORINO Tel. 0125/72154 - Fax 72190 http://www.comune.piverone.to.it Cod. fisc. 84001150014 E-mail : comune.piverone@comune.piverone.to.it

Dettagli

Servizi Online UIBM. Milano, 21 ottobre 2015

Servizi Online UIBM. Milano, 21 ottobre 2015 Servizi Online UIBM Milano, 21 ottobre 2015 Direzione Generale Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi Divisione VI Gestione Informatica Ing. Cristiano Di Carlo (coordinatore informatico)

Dettagli

Il motore semantico della PA piemontese. Marta Garabuggio - Regione Piemonte Carlo Fortunato CSI - Piemonte

Il motore semantico della PA piemontese. Marta Garabuggio - Regione Piemonte Carlo Fortunato CSI - Piemonte Marta Garabuggio - Regione Piemonte Carlo Fortunato CSI - Piemonte Sommario Lo scenario Il web della PA piemontese Gli obiettivi La soluzione individuata La tassonomia a faccette Il vocabolario controllato

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGETTO FORMATIVO POLIZIA LOCALE 1 Premesse 1. IL COSTANTE E RAPIDO CAMBIAMENTO DI NORME

Dettagli

sviluppo della Società dell Informazione

sviluppo della Società dell Informazione Le attività della Regione Abruzzo per il supporto alle Smart Community Domenico Longhi Bologna 16 ottobre 2013 Sviluppo della Società dell Informazione La Regione Abruzzo si èdotata di strumenti normativi,

Dettagli

Titolo I Definizioni ed ambito di applicazione

Titolo I Definizioni ed ambito di applicazione Disposizioni dell Autorità per l energia elettrica e il gas in tema di qualità dei servizi telefonici dei venditori di energia elettrica e di gas ai clienti finali Titolo I Definizioni ed ambito di applicazione

Dettagli

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P.

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P. Provincia Regionale di Catania denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 Carta dei servizi Ufficio U.R.P. Palazzo Minoriti Via Etnea, 67 95124 Catania Come si accede ai servizi

Dettagli

Altri strumenti di comunicazione degli Enti locali

Altri strumenti di comunicazione degli Enti locali Altri strumenti di comunicazione degli Enti locali 18-19 lezione - 3 novembre 2011 La Guida ai Servizi realizzata da molte Pubbliche Amministrazioni rappresenta uno degli strumenti cartacei più tradizionali

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

Governance nei Contact Center della PA e di aziende di settori regolamentati

Governance nei Contact Center della PA e di aziende di settori regolamentati Benchmarking Governance nei Contact Center della PA e di aziende di settori regolamentati Relativo al 2011 A cura di Livio Rolle Organizzazione, Modalità KPI Percorso Previsioni Rapporto/integrazione Verifica

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO DIREZIONE GENERALE PIANO DI RIDUZIONE DEL CONSUMO DI CARTA ANNI 2010-2012

COMUNE DI FOLIGNO DIREZIONE GENERALE PIANO DI RIDUZIONE DEL CONSUMO DI CARTA ANNI 2010-2012 COMUNE DI FOLIGNO DIREZIONE GENERALE PIANO DI RIDUZIONE DEL CONSUMO DI CARTA ANNI 2010-2012 APPROVATO CON D.G.C. N. 429 DEL 27/10/2010 1 INDICE Premessa. Pag. 3 Rilevazione della situazione attuale. Pag.

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014

STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 01-014 (Aggiornamento Tecnico 014 del 30 SETTEMBRE 013) Premessa La trasparenza è intesa come accessibilità totale delle informazioni

Dettagli

Comune di Sclafani Bagni Provincia di Palermo

Comune di Sclafani Bagni Provincia di Palermo Comune di Sclafani Bagni Provincia di Palermo Progetto per l acquisizione ed integrazione di nuovi servizi informatici (Rimodulazione approvata con deliberazione Giunta comunale n. 81 del 12/12/2012) È

Dettagli

Lepida@Unife: Rete e Servizi

Lepida@Unife: Rete e Servizi Direzione Generale Centrale Organizzazione, Personale,Sistemi Informativi e Telematica Lepida@Unife: Rete e Servizi Polo Scientifico e Tecnologico, Università di Ferrara 22 gennaio 2007 Regione Emilia-Romagna/

Dettagli

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ROMANO CANAVESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L

Dettagli

FORUM PER LA SOCIETA DELL INFORMAZIONE Enti Territoriali e Società dell Informazione: La Riforma Federalista e la Rete

FORUM PER LA SOCIETA DELL INFORMAZIONE Enti Territoriali e Società dell Informazione: La Riforma Federalista e la Rete FORUM PER LA SOCIETA DELL INFORMAZIONE Enti Territoriali e Società dell Informazione: La Riforma Federalista e la Rete Torino, 27 settembre 1999 STRUMENTI PER PROGETTARE ED ATTUARE LA RIFORMA Relatore:

Dettagli

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14 RAPPORTO MENSILE Periodo di riferimento Gennaio 14 Indice Sezione 1 - Riepilogo mensile Linea Amica... 2 Tab. 1.1 - Numero di contatti gestiti da operatore per canale e destinazione... 2 Graf. 1.2 - Linea

Dettagli

SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA. Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento

SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA. Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento LA NORMATIVA LA NUOVA SMART CARD DEL CITTADINO PROBLEMA: IL

Dettagli

Interactive Web Contact Servizi Integrati di Multicanalità

Interactive Web Contact Servizi Integrati di Multicanalità Interactive Web Contact Servizi Integrati di Multicanalità Release del 17 settembre 2013 RBS Retail Banking Services // Piazzale dell Industria, 46-00144 Roma - Tel. 06 874171 - info@rbs24.eu Piattaforma

Dettagli

Amministrazioni insieme. Guida alla creazione e manutenzione di sportelli e servizi multiente I passi da seguire Comunicare la rete

Amministrazioni insieme. Guida alla creazione e manutenzione di sportelli e servizi multiente I passi da seguire Comunicare la rete Comunicare la rete Dall analisi realizzata emerge che l attenzione alla comunicazione degli sportelli multiente è molto alta nella fase iniziale, di creazione e lancio dell iniziativa. La comunicazione

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO. Progetto Semplifica. Con il contributo di

COMUNE DI FIUMICINO. Progetto Semplifica. Con il contributo di COMUNE DI FIUMICINO Progetto Semplifica Con il contributo di Soggetti attuatori con la partecipazione di Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Lazio Semplifica Gli obiettivi di fondo

Dettagli

Pag 1. Approvato con la deliberazione di Consiglio Comunale

Pag 1. Approvato con la deliberazione di Consiglio Comunale COMUNE DI TOSCOLANO MADERNO Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014,

Dettagli

Scheda del defunto Agenda cimiteriale Contratto di concessione Avviso di scadenza del contratto di concessione

Scheda del defunto Agenda cimiteriale Contratto di concessione Avviso di scadenza del contratto di concessione Servizi Cimiteriali Censimento strutture Applicativo grafico Definizione blocchi tomba «complessi» Eliminazione e aggiunta di singole tombe su schema grafico già definito Importazione mappe e disegni tecnici

Dettagli

L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca. Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab

L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca. Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab Milano, 16 marzo 2010 Priorità ICT di investimento e indagine per le banche Italiane canali Fonte:ABI

Dettagli

803.001 www.lineaamica.gov.it

803.001 www.lineaamica.gov.it 803.001 www.lineaamica.gov.it Linea Amica: il contact center multicanale della PA italiana Formez PA, 6 settembre 2011 1 FILOSOFIA DEL PROGETTO LINEA AMICA Linea Amica è il Contact Center multicanale della

Dettagli

Comune di Vigevano Progetti People e SOL (ServiziOnLine) L armonia dei tuoi tempi

Comune di Vigevano Progetti People e SOL (ServiziOnLine) L armonia dei tuoi tempi Comune di Vigevano Progetti People e SOL (ServiziOnLine) L armonia dei tuoi tempi Popolazione interessata / ambito territoriale coperto: Il progetto si riferisce all ambito territoriale del Comune di Vigevano,

Dettagli

e.toscana Compliance visione d insieme

e.toscana Compliance visione d insieme Direzione Generale Organizzazione e Sistema Informativo Area di Coordinamento Ingegneria dei Sistemi Informativi e della Comunicazione I.T.S.A.E. e.toscana Compliance visione d insieme Gennaio 2007 Versione

Dettagli

Italian Cyber Security Report 2014

Italian Cyber Security Report 2014 L esperienza della R. A. Friuli Venezia Giulia Servizio Documento rilasciato Sistemi secondo Informativi la licenza CC BY-NC-ND ed E-Government 3.0 IT 1. Introduzione 1.1 Sistema Informativo Integrato

Dettagli

I mercati verticali. #oncspring@operanetcenter. Relatori: Simona Cattoni Paolo Pesarin

I mercati verticali. #oncspring@operanetcenter. Relatori: Simona Cattoni Paolo Pesarin I mercati verticali #oncspring@operanetcenter Relatori: Simona Cattoni Paolo Pesarin Sanità Assistenza domiciliare Pianificare visite Gestire interventi Monitorare attività Uso di materiali di consumo

Dettagli

Che cos e'? 11/05/2015 Pionero Digital Innovation

Che cos e'? 11/05/2015 Pionero Digital Innovation NUOVI PORTALI DI SMART GOVERNMENT DEL COMUNE DI MILANO: L ECOSISTEMA DEI SERVIZI DIGITALI PER COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, SERVIZI ONLINE, TURISMO E SERVIZI DI INFOMOBILITA 11 maggio, 2015 E il primo cantiere

Dettagli

ENGINEERING PER IL MERCATO IDRICO

ENGINEERING PER IL MERCATO IDRICO ENGINEERING PER IL MERCATO IDRICO ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA Engineering è il leader italiano nel settore dei servizi e del software, con oltre 6.500 specialisti distribuiti tra Italia, Belgio,

Dettagli

Project Automation S.p.a.

Project Automation S.p.a. PROJECT AUTOMATION S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ è la denominazione assunta nel 1999 da Philips Automation S.p.a., a sua volta costituita nel 1987 rilevando dalla Divisione Industrial & ElectroAcustic

Dettagli

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale,

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale, REGIONE PIEMONTE BU3 16/01/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 9 dicembre 2013, n. 40-6859 Iniziativa volta a garantire maggiore equita' nell'erogazione delle agevolazioni nell'ambito sanitario delle

Dettagli

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge josh Protocol! è il rivoluzionario sistema di Protocollo Informatico scalabile ed idoneo alle esigenze di grandi e piccole amministrazioni Non

Dettagli

COMUNICAZIONE PER L INNOVAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

COMUNICAZIONE PER L INNOVAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COMUNICAZIONE PER L INNOVAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Corso di Alta Formazione - Pubblica Amministrazione, Sanità e No Profit Premessa E comprovato che in ogni organizzazione la formazione riveste

Dettagli