ACQUA per tutti! Anno X Marzo n.1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ACQUA per tutti! Anno X Marzo 2014. n.1"

Transcript

1 n.1 Anno X Marzo 2014 AMREF Italia Onlus Quadrimestrale di AMREF Italia Onlus Via Alberico II, Roma Dir. Resp. Maurizio Paganelli N.1 - Anno X - marz/magg 2014 ACQUA per tutti! Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 Aut. GIPA/C/RM Iscriz. Trib. Roma n.617/2004 del 30/12/2004 Stampa: EDIThink srl Roma - Via di Torrevecchia, 605/a

2 Le conseguenze della scarsità dell acqua nel continente africano sono gravissime per donne e bambini, a cui viene tradizionalmente assegnato il compito di ricerca dell acqua, quasi sempre presso fonti non protette (fiumi stagionali, pozze, fonti e acquitrini). Gli effetti sociali sono disastrosi: incuria dei figli, mancanza d igiene domestica, assenteismo scolastico. E malattie come la diarrea che possono risultare mortali. 2 Un bambino in Africa ha una probabilità 520 volte maggiore di morire di diarrea rispetto ad un bambino nato in Europa. 3

3 EDITORIALE DEL DIRETTORE sommario Acqua è vita 5 OroBlu... al centro della vita 6 Giornata Mondiale dell'acqua 7 Sud Sudan 8 5 Notizie per 5 minuti 10 Tutti a scuola Tutti a tavola 11 Tu sarai con lui 12 di Tommy Simmons Quando l'italia scoprì l'acqua calda In questo inverno italiano sopravviviamo alle intemperie grazie al calore dei nostri termosifoni e l'acqua calda che vi scorre dentro. Tutto l'anno abbiamo a portata di mano l'acqua che ci disseta, l'acqua per cucinare, per lavare i piatti e gli abiti, l'acqua necessaria all'igiene personale e le pulizie di casa, l'acqua per i servizi igienici. Tutta quest'acqua, così necessaria alla qualità della nostra vita e alla qualità della nostra salute, è sempre disponibile -a casa, in ufficio, a volte da fontanelle per strada - tanto che la maggior parte del tempo non ci rendiamo neanche conto di averla e non pensiamo a quanto sia preziosa, dimenticando che anche in Europa, addirittura ai tempi dei nonni dei meno giovani tra di noi, solo una minoranza della popolazione aveva accesso all'acqua corrente in casa. Oggi, in gran parte dell'africa, nelle zone urbane come in quelle rurali, l'acqua resta un bene essenziale quasi irraggiungibile. L'obiettivo minimo dei governi e della società civile è garantire a tutti una fonte d'acqua pulita e sostenibile nell'arco di tre chilometri (tre chilometri!) - eppure in molte parti del continente neanche questo obiettivo minimo è stato ancora raggiunto. Come ogni anno, in occasione della Giornata Mondiale dell'acqua (22 Marzo) AMREF Italia lancia un appello per far sì che il diritto all'acqua non sia solo un arida dichiarazione di principio o d intenti ma una concreta realtà accessibile a tutti. Grazie ai nostri appelli e alla coscienza dei nostri sostenitori in Italia, negli ultimi tredici anni abbiamo realizzato e protetto oltre tremila fonti d acqua (pozzi, dighe, acquedotti) dando concretamente l accesso a un bene essenziale a milioni di persone, formando migliaia di operatori, operai e tecnici del settore e facendo da volano per lo sviluppo sostenibile. Nel 2014, contiamo ancora sull attenzione e sul sostegno di chi ci segue, per portare, tutti insieme, ad ulteriori progressi in questa lunga sfida che intendiamo vincere. Le aziende social Direttore Responsabile Maurizio Paganelli Direttore Esecutivo Valeria Sabato Art Direction Viviana Mattacchioni Comitato di redazione Guendalina Sassoli - Valeria Sabato Paola Magni Hanno Collaborato Enrica Arcangeli - Francesca Giannetta Ilaria Baron Toaldo - Teresa Reale Foto Archivio Amref Stampa a cura di EDIThinksrl.it Roma DONA ONLINE numero verde ACQUAè Vita L acqua è vita. Eppure quasi 800 milioni di persone non hanno accesso a una fonte sicura di acqua potabile e 2,5 miliardi di persone non hanno servizi igienici adeguati. A LIVELLO SANITARIO: il mancato o limitato accesso all acqua pulita ha un impatto devastante. L acqua impura e la mancanza di igiene costituiscono una delle prime cause di decesso nei bambini africani, per i quali disturbi come la diarrea possono risultare mortali. Un bambino in Africa ha una probabilità 520 volte maggiore di morire di diarrea rispetto ad un bambino nato in Europa. A LIVELLO SOCIALE: le conseguenze della scarsità dell acqua nel continente africano hanno gravissime conseguenze per donne e bambine, alle quali viene tradizionalmente assegnato il compito di ricerca dell acqua. Questo significa che sono costrette a dedicare anche fino a 10 ore al giorno alla ricerca e al trasporto dell'acqua, quasi sempre presso fonti non protette (fiumi stagionali, pozze, fonti e acquitrini). Di conseguenza le madri non riescono a prendersi cura dei figli, l igiene domestica scarseggia, le bambine e le ragazze non possono frequentare la scuola. A LIVELLO ECONOMICO: si calcola che per ogni dollaro investito in infrastrutture idriche e igieniche, se ne ricavano 8 in aumento di produttività. In Africa circa 40 miliardi di ore di lavoro all anno sono sprecate per andare ad attingere acqua da fonti spesso contaminate. È stato stimato che l Africa subsahariana, per la mancanza di accesso ad acqua pulita, perde ogni anno circa il 5% del proprio Pil: 28,4 miliardi di dollari. Attraverso il programma WASH ("Acqua e Igiene"), AMREF migliora l accesso all acqua potabile, attraverso la costruzione di pozzi, acquedotti e cisterne per la raccolta dell acqua piovana, rafforzando questo intervento con una formazione continua delle comunità sulle norme di educazione igienicosanitaria e sulla prevenzione delle infezioni causate dall insalubrità dell acqua.

4 22 Marzo OROBLU... al centro della vita... per l 'AFRICA Ricorre la Giornata Mondiale dell'acqua: un'occasione per ricordare che in Africa subsahariana l accesso all acqua pulita è un diritto umano fondamentale tuttora negato a più del 40% della popolazione. Acqua non significa solo la possibilità di dissetarsi: senza acqua pulita non funziona un ospedale, e un chirurgo non può operare; senza acqua una scuola si ammala, e un villaggio non può crescere; senza acqua non c'è raccolto, e una madre non può nutrire i suoi figli; senza acqua non c'è igiene, e di acqua sporca si muore. non c'è futuro... LE DONNE non possono partorire in sicurezza ƒ Ecco perché AMREF da sempre è impegnata per dare accesso ad acqua pulita alle comunità più vulnerabili. I progetti idrico-sanitari sostenuti da AMREF Italia dal 2000 a oggi hanno coinvolto centinaia di comunità in Kenya, Uganda e Tanzania. Pozzi di superficie e di profondità, sorgenti protette e acquedotti, cisterne: in questi paesi AMREF Italia negli ultimi 13 anni ha garantito accesso ad acqua pulita e sicura a più di 1 milione e mezzo di persone. SENZA... un OSPEDALE non funziona e un medico non può operare i pazienti KENIA nei distretti di Kajiado, Kitui, Makueni, Malindi e Magarini, in un anno abbiamo dato l'accesso all acqua pulita e a fonti idriche sicure a oltre persone Un set di piantine per le donne ACQUA PULITA... africane, il mio regalo per te.... non c'è RACCOLTO e una MADRE non può nutrire i propri figli 6 abbiamo creato 212 pozzi di superficie per persone e 22 pozzi giganti per persone abbiamo realizzato 2 dighe di cui beneficiano persone abbiamo realizzato 3 pozzi nuovi artesiani e 1 è stato riabilitato di cui beneficiano persone abbiamo realizzato 10 km di acquedotto di cui beneficiano circa persone... nelle SCUOLE non c'è igiene e i bambini si ammalano 12 mesi di risultati abbiamo realizzato 2 sorgenti di cui beneficiano circa 3500 persone abbiamo distribuito circa piantine alle comunità beneficiarie È una questione di sete. Ma non solo con le comunità locali abbiamo costituito 183 nuovi comitati di gestione dell acqua, 25 artigiani Fai in modo che l'acqua non sia più causa di morte ma diventi il seme della vita nelle scuole costruito 20 nuove aule, 48 latrine VIP, 15 cisterne per la raccolta di acqua piovana per lo sviluppo e la manutenzione dei pozzi e dei servizi sanitari scopri cosa puoi fare a pag. 15 7

5 EMERGENZA SUD SUDAN Stiamo portando soccorso a migliaia di vittime della guerra ADESSO DOPO Maridi, Sud Sudan, 25 febbraio 2014 testimonianza dal campo del nostro Direttore Thomas Simmons Rispetto al Sud Sudan estremo del conflitto, Maridi, cittadina a 180 chilometri ad ovest della capitale Juba, è l altro versante della madaglia: è un oasi di pace. Da qui la guerra, le paure per i suoi sviluppi, le tensioni, non paiono esistere. Chi vi abita e vi lavora sa che più a est e a nord, per motivi politici, forse etnici o economici, e a volte per opportunismo da sciacalli, si combatte e la gente fugge dalla brutalità anche più estrema. Chi sta a Maridi sa che in questo paese di circa dodici milioni di abitanti quasi un milione di persone sono state costrette a lasciare le proprie case, che migliaia di altre sono morte vicino alle loro case, e sa che il paese sta affrontando una crisi che mai si sarebbe immaginato una manciata di anni fa, quando ufficialmente è nato sulle ceneri di decenni di conflitto col Sudan a nord da qui. Ma chi sta a Maridi stenta ad immaginare quanto conosce. NATO "NUDO" solo pochi anni fa, nel corso delle ultime settimane il Sud Sudan è sprofondato in un grave conflitto civile che ha provocato migliaia di morti e feriti, oltre 1 milione di sfollati e profughi e cancellato d'un colpo molti dei progressi conquistati nei suoi primi anni di vita. AMREF sta intervenendo nell'emergenza, contribuendo alla cura e riabilitazione dei feriti da arma da fuoco negli Stati interessati dal conflitto e migliorando allo stesso tempo le condizioni di vita dei sopravvissuti. In particolare, stiamo operando per aumentare l'accesso ai servizi medici e chirurgici di emergenza per i superstiti del conflitto in quattro ospedali nel Sud Sudan (Juba Teaching Hospital, Wau, Kwajok e Rumbek) e fornire servizi di consulenza post trauma psicofisico ai feriti. AMREF sta dotando i quattro ospedali dei farmaci e delle forniture chirurgiche essenziali per la cura e l'assistenza ai 8 feriti, mentre i pazienti situati in aree remote vengono trasportati presso le strutture mediche più vicine. Il progetto interessa tutte le vittime - sia civili che militari - che si trovano già negli ospedali per il trattamento dei traumi. "Il Sud Sudan è nato, come nazione, dalle macerie di un pluridecennale conflitto con il nord del paese. Nel corso di vent'anni di guerra tutte le sue infrastrutture sono andate distrutte, i tassi di malattia e di mortalità sono cresciuti esponenzialmente e vi è stata una quasi totale assenza di scolarizzazione ad ogni livello" dichiara Tommy Simmons, direttore di AMREF Italia, che ricorda: "Lavoriamo a fianco della popolazione civile del Sud Sudan sin dal 1998, formando il personale sanitario essenziale per la tutela della salute della popolazione e per la costruzione del suo futuro. Abbiamo formato gran parte del personale che oggi, intensamente e quotidianamente, sta lavorando a fianco dei civili vittime e in fuga dalla violenza e, non appena le condizioni lo permetteranno, riprenderemo in mano questo essenziale percorso di costruzione del futuro. Oggi desideriamo essere al fianco del Sud Sudan per lenire l'impatto dell'emergenza. Negli ospedali del paese giacciono migliaia di feriti bisognosi di cure ma mancano il personale specializzato, gli strumenti e i farmaci necessari per curarli. Il nostro servizio dei Flying Doctors ha identificato gli ospedali dove l'emergenza è maggiore e sta reperendo, nei paesi limitrofi, i medici, i chirurghi, le infermiere, i materiali necessari ad intervenire. Dall'Italia lanciamo un appello alla solidarietà per reperire i fondi per finanziare questa urgente ed essenziale iniziativa umanitaria, che non può essere in alcun modo posticipata". PER ADERIRE ALL'APPELLO: C/C POSTALE BONIFICO IBAN IT19 H Intestato ad AMREF Italia Onlus, causale "Emergenza Sud Sudan" Donazioni online con carte di credito circuito VISA e Mastercard - Paypal su Nelle strade, nei mercati, nelle scuole la vita procede normale. Gli alberi di mango sono stracarichi di frutti ancora acerbi e la preoccupazione dei bambini è la breve, per loro lunga, attesa fino a quando non matureranno, regalando a tutti una stagione di frutti più che sufficienti per tutti e parecchia gioia. Nelle scuole di AMREF che siamo venuti a visitare tutto procede regolarmente, seppure l avvio delle lezioni è stato rimandato per permettere il rientro, dai vari angoli del paese in subbuglio, di studenti e docenti. Nel National Health Training Institute, dove vengono formati assistenti medici ed ostetriche, mi ha molto colpito vedere seduti ai loro banchi studenti e studentesse con le uniformi pulite e stirate, i quaderni e i libri di testo aperti, i docenti in piedi alla lavagna. Qualcuno ancora non è arrivato, però la maggioranza è qui, a costruire il proprio futuro e quello del paese nonostante le avversità estreme in un altrove molto vicino. Alla scuola sono rientrati studenti di ogni angolo del paese, e qui convivono, come dovrebbero, etnie che in quell'altrove si combattono. Anche l unico liceo scientifico femminile del Sud Sudan, aperto 14 mesi fa, ha ripreso le attività e tutte le ragazze che hanno completato il primo anno di corso sono rientrate una gran bella notizia, perché il rischio di perderne qualcuna per strada c è sempre. Tra dieci giorni arriveranno anche le ragazze che frequenteranno il primo anno della scuola, e il numero di allieve da seguire e tutelare raddoppierà. Le ragazze sono tutte dello Stato dell Equatoria Occidentale uno dei dieci stati di questo immenso paese e mentre in altre zone le preoccupazioni, anche dei più giovani, sono concentrate sulla mera sopravvivenza, qui non pensano che al loro futuro di studentesse e ai loro sogni sulle professioni che seguiranno. Sono tutte molto ambiziose. A Maridi nel corso delle ultime settimane si è registrato un marcato afflusso di sfollati, in particolare in fuga dalla capitale Juba, ma si tratta soprattutto di gente nata qui, ed è stata riaccolta dalla comunità di origine. Le autorità sono preoccupate dall aumento di bocche che il mercato deve sfamare e di pazienti spesso senza risorse che l ospedale deve curare, ma rispetto alle sfide che affrontano altre parti del paese, qui pare di essere in un piccolo eden, in un paese diverso dal Sud Sudan visto solo pochi giorni fa. 9

6 * 5 N o t i z i e p e r 5 M i n u t i F a m i g l i a f e r i t a F o s s a C o m u n e Ttutti a scuola Sud Sudan: un padre con le sue bambine, trasferiti presso il Juba Teaching Hospital dalla cittadina Malakal. La bambina più piccola è quella che riporta le ferite più gravi, ma il padre ha dovuto portare con sé anche le altre due figlie perché entrambe le sue mogli sono rimaste uccise nel corso dei rastrellamenti. Tutti a tavola Una fossa comune a Bor, cittadina del Sud Sudan sulle rive del Nilo. Fino allo scoppio della guerra, a dicembre 2013, vi abitavano circa persone. Oggi Bor è una città fantasma: tutti gli abitanti sono fuggiti o morti e vi restavano solo gli uomini in uniforme delle forze governative. M e d i c o Il 7 aprile di ogni anno ricorre la Giornata Mondiale della Salute, per ricordare l'anniversario della fondazione dell'organizzazione Mondiale della Sanità nel Ogni anno viene selezionato un tema che evidenzia un settore prioritario di salute pubblica. Quest'anno la giornata è dedicata alle malattie trasmesse da vettori, come la malaria. Un'occasione per AMREF per riportare l'attenzione di governi e società civile sul diritto globale al personale sanitario qualificato. 10 Il Juba Teaching Hospital è uno dei quattro ospedali del Sud Sudan in cui stanno operando le equipe chirurgiche di emergenza dei Flying Doctors di AMREF. M a l a r i a M a m m e Il 25 Aprile si celebra la Giornata Mondiale contro la Malaria. Secondo l'organizzazione Mondiale della Sanità, dal 2000 i tassi di mortalità per malaria nel mondo sono diminuiti di oltre il 25%, ma ancora molto c'è da fare. La malaria uccide ogni anno circa persone in tutto il mondo, il 91% in Africa. L'86% di questi decessi avviene tra i bambini sotto i 5 anni. Il trattamento per la malaria rappresenta il 40% della spesa sanitaria pubblica e il 25% del reddito delle famiglie in Africa. Sono 3099 le ostetriche formate finora in 13 paesi africani grazie ai sostenitori della campagna globale Stand Up For African Mothers, mentre 1914 studentesse e studenti hanno intrapreso, e stanno frequentando con successo, i corsi organizzati da AMREF. A tutte le madri e a tutte le ostetriche africane, il nostro migliore augurio per la Giornata Mondiale delle Ostetriche (5 maggio) e per la Festa della Mamma (11 maggio). di Ilaria Baron Toaldo Il diritto a una corretta alimentazione: è questo il tema del progetto di gemellaggio tra le scuole di Italia e Kenya che AMREF propone per l anno scolastico 2013/14. Tanti bambini italiani e keniani si conosceranno raccontando reciprocamente le tradizioni culinarie delle loro famiglie, confrontando i rispettivi mercati locali, esplorando la correlazione tra buon cibo, acqua e salute. Mary Wambui, Project Officer del progetto scuole di AMREF sulla Costa del Kenya, si dice entusiasta del tema scelto: "La proposta didattica e le attività previste saranno davvero stimolanti per gli alunni - dice - e sono certo che ci permetteranno di incoraggiare gli insegnanti a sperimentare nuovi approcci e percorsi formativi". Pubblicheremo sul blog e sulla pagina facebook di AMREF i lavori realizzati dagli alunni italiani e keniani, dando voce alle loro personali riflessioni sul diritto di tutti i bambini ad un adeguata alimentazione. Per maggiori informazioni sulle nostre proposte didattiche o per diventare una scuola amica di AMREF scrivere a: o telefonare al numero: 02/ , chiedendo di Ilaria Baron Toaldo. 11

7 Tu sarai con lui quando nascerà, quando andrà a scuola, mentre diventerà uomo e con il suo lavoro farà crescere il suo paese. CON UN LASCITO TESTAMENTARIO A FAVORE DI AMREF SARAI PROTAGONISTA DI UNA NUOVA STORIA Grazie al suo lascito, infatti, oltre 3000 persone hanno oggi a disposizione acqua pulita e potabile. Intere comunità godono, grazie alla sua scelta, di enormi benefici in una zona in cui fino a due anni fa, a causa dell assenza di acqua, tutti gli abitanti erano costretti a pensare solo alla sopravvivenza correndo pericoli enormi (usando acqua contaminata, scavando buche profonde fino a 10 metri con altissimo rischio di crolli) perché non esistevano alternative. Mi sono resa conto che veramente, come spesso si sente dire, per fare testamento non occorre avere grandi capitali ma un grande cuore, una giusta dose di razionalità e soprattutto la determinazione a volere che i nostri principi vivano anche dopo di noi. C E CHI LO HA GIA FATTO E CE NE PARLA. MARIA LUISA PARMESANI RACCONTA Quali sono le motivazioni che l hanno spinta a redigere un lascito testamentario a favore di un organizzazione non profit? Ritengo i bambini la vera meraviglia della terra e provo un profondo disagio pensando che molti di loro soffrono la fame e la sete. Un altro motivo che mi ha suggerito un lascito testamentario è la grande stima che nutro per il lavoro di AMREF da quando ho realizzato con loro due pozzi in Kenya e Tanzania. Quando ha iniziato a pensare di fare testamento? Con l avanzare dell età ho voluto lasciare in ordine ogni cosa. Che modalità di testamento ha scelto di effettuare (olografo o con il supporto di un notaio) e perché? Ho depositato il mio testamento olografo presso un notaio che lo ha pubblicato per evitare eventuali contestazioni da parte dei parenti molto lontani. Cosa rappresenta per lei questa scelta? Sento questa decisione quasi come un dovere verso chi ha tanto meno di noi. Forse c è una punta di egoismo nel non aiutare chi ha bisogno mentre siamo ancora in vita, ma poiché non si può sapere ciò che il futuro ci riserva, è necessaria una certa prudenza. Francesca Giannetta Sono Francesca Giannetta e da 5 anni lavoro per AMREF, nel settore della raccolta fondi. A settembre, mi è stato chiesto di sviluppare una Campagna sui Lasciti Testamentari per raccontare ai donatori l impegno di AMREF su questo delicato argomento. Sono sincera, inizialmente la mia reazione è stata di grande perplessità. Ero preoccupata al pensiero di dovermi occupare di una tema così complesso, che riguarda una scelta tanto intima. Come parlarne e a chi? E soprattutto un grande dubbio di fondo: è giusto farlo? 12 Ho pensato a come mi sarei posta io di fronte a qualcuno che mi parlasse di lasciti, mi sono detta che a soli 35 anni, con un mutuo e una bimba di un anno da tirare su, forse avrei trovato prematuro riflettere su una scelta di questo tipo e ho concluso: perché mai dovrei fare testamento?! Questo mi ha spinto a confrontarmi con alcuni sostenitori che hanno già incluso AMREF nelle loro volontà, e che mi hanno spiegato e raccontato il perché di questa loro scelta. Solo allora ho capito che il mio punto di vista era completamente sbagliato. E sì pensare di fare un lascito testamentario è in realtà una scelta di grande consapevolezza legata al desiderio di trovare una giusta collocazione in questa vita, per lasciarne un segno. Diga realizzata grazie ad un lascito Questa mia nuova prospettiva si è poi rafforzata quando ho avuto l'opportunità di vedere con i miei occhi il progetto che abbiamo realizzato grazie al lascito testamentario di un nostro storico donatore: il signor Cozzolino. Ebbene, ho toccato con mano come, lontano da qui - nella valle di Kanduti e Kalulu, chiamata un tempo Valle Dimenticata dai suoi stessi abitanti - il suo ricordo viva in maniera prepotente e duratura. Dice Alice Maluu, una anziana del villaggio di Kanduti: E sorprendente come in alcuni mesi e una stagione delle piogge questa diga di sabbia, realizzata con AMREF, abbia cambiato le nostre vite. Adesso abbiamo acqua in abbondanza! Ni muvea mono (molte grazie), Dario Cozzolino. PER RICEVERE INFORMAZIONI O CHIARIMENTI: Francesca Giannetta tel grandidonazioni.amref.it Che sensazione prova oggi dopo aver preso questa decisione? Sono soddisfatta e tranquilla. Sono fiduciosa che AMREF possa essere il giusto tramite tra noi e l Africa che ha bisogno di aiuto. 13

8 5xmille una firma x AMREF È una questione di sete Ma non solo QUEST ANNO PUOI DESTINARE IL 5 X MILLE DELLE TUE TASSE ALL AFRICA, FIRMANDO PER AMREF NELLA PROSSIMA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. FIRMA NEL QUADRO DEDICATO ALLE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITÀ SOCIALE (ONLUS), E POI RIPORTA SOTTO LA TUA FIRMA, IL CODICE FISCALE DI AMREF: * c o n A M R E F n e l c o r e LE AZIENDE SOCIAL AL FIANCO DI AMREF E DELL'AFRICA Tra le nuove aziende amiche di AMREF che hanno scelto di avviare un percorso di Responsabilità Sociale con noi diamo il benvenuto ad ALD AUTOMOTIVE. Al centro di questa collaborazione c è ancora una volta il progetto idrico in Kenya e, in particolare, la costruzione di pozzi in villaggi che vivono tutt oggi l emergenza acqua. Il Paese è infatti affetto da carenza idrica cronica: un keniano non ha a disposizione il quantitativo annuo minimo di acqua potabile necessario per i bisogni basilari. A questo deve aggiungersi la qualità dell acqua reperibile dove, in media, solo il 59% è considerata pulita e quindi utilizzabile, situazione che peggiora maggiormente nelle aree rurali, dove il livello si attesta intorno al 52%. 30 euro 5 sistemi di lavaggio per le mani per impedire la diffusione delle malattie tra i bambini 50 euro 500 PASTICCHE DI CLORO per la purificazione dell acqua contaminata e analisi batteriologica delle fonti 100 euro 10 FILTRI PER POZZI E CISTERNE per trattenere le sostanze nocive e rendere l acqua sicura 250 euro 70 METRI DI ACQUEDOTTO per trasportare l acqua pulita nei villaggi >Con una donazione puoi fare la differenza: 500 euro 1 CISTERNA ad uso domestico delle famiglie (contiene fino a litri) 750 euro STUDI E SCAVI IDROLOGICI per la costruzione dei pozzi euro COSTRUZIONE DI UN POZZO per garantire l'accesso all'acqua pulita e potabile in un villaggio euro COSTRUZIONE DI UN POZZO E AVVIO DI ORTI E VIVAI per garantire la sicurezza alimentare di un'intera comunità 14 Sostenendo AMREF attraverso la costruzione di 8 pozzi in Kenya, nella regione del Makueni, ALD AUTOMOTIVE garantirà l accesso ad acqua pulita e potabile alle popolazioni locali, rafforzando le capacità delle comunità di gestire autonomamente le risorse idriche e formando le comunità (in special modo le donne) nella realizzazione di orti comunitari, al fine di migliorare lo stato nutrizionale delle famiglie. ALD Automotive è la società del Gruppo Société Générale specializzata nel settore del noleggio a lungo termine e di gestione flotte auto aziendali. Grazie all esperienza e alla motivazione del suo Staff, ALD Automotive si posiziona tra i leader nel settore a lungo termine in Italia e nel Mondo. Siamo orgogliosi di questa nuova partnership con un azienda attenta alla professionalità, all innovazione e allo spirito di gruppo. In questa importante nuova sfida ALD Automotive ha scelto di mettere al centro i propri dipendenti, vera forza del gruppo dimostrando di aver compreso appieno come un percorso di responsabilità sociale rivolto a loro contribuisce a creare meccanismi virtuoso e la creazione di valore condiviso. Ai dipendenti sarà riservata un'esperienza unica in grado di valorizzare e migliorare il commitment verso l'azienda e i valori che l'azienda vuole trasmettere sia internamente che all'esterno. Saranno infatti gli attori di questo percorso di solidarietà che si concluderà con una visita finale per guardare coi i loro occhi il risultato del loro sostegno: pozzi in grado di portare acqua pulita e vita a mamme, bimbi e comunità intere. COME CONOSCERE, SOSTENERE E AIUTARE AMREF PER FARE QUALCOSA DI DAVVERO GRANDE Scegli il progetto che ti sta più a cuore e sostienilo in modo diretto dall inizio alla fine! Un volo dei Flying Doctors, un pozzo o un aula scolastica? Visita la sezione Grandi Donazioni del nostro sito o contatta Flaminia Fabiano al numero FESTEGGIA CON AMREF LE TUE OCCASIONI DEL CUORE Matrimonio, nozze d oro e d argento, liste regalo, laurea, battesimo, comunione, cresima, anniversario, ma anche compleanno, onomastico possono diventare un occasione per donare il tuo aiuto all Africa di AMREF. APRICI LE PORTE DELLA TUA AZIENDA Proponi alla tua azienda di unirsi a AMREF, una scelta di grande valore che le permetterà di avere un ruolo importante nella costruzione di un futuro migliore per l Africa. DONA IL TUO 5XMILLE Trasforma la tua dichiarazione dei redditi in una donazione per l Africa. Codice Fiscale AMREF *Roma Sede Centrale Via Alberico II, tel I fax DIVENTA SOSTENITORE REGOLARE AFRICAN Una scelta speciale e consapevole, un modo semplice, sicuro e comodo di essere al nostro fianco, ogni giorno. A SCUOLA CON AMREF Tante proposte per affrontare in classe i temi dell'educazione allo Sviluppo e avviare un percorso di conoscenza dell Africa e di sostegno ai progetti sul campo. Vai al blog! ORGANIZZA UN EVENTO Un torneo di calcetto, una mostra fotografica, un concerto per parlare di Africa e raccogliere fondi. DIVENTA PROTAGONISTA DI UNA NUOVA STORIA Disponi un lascito in favore di AMREF. Qualunque cosa deciderai di lasciare, porterà un cambiamento duraturo nella vita di intere comunità africane. Per informazioni contatta Francesca Giannetta al numero Milano Via Carroccio 12, I tel C/C Postale N intestato ad AMREF Italia Onlus Via Alberico II, Roma C/C Bancario IBAN IT19H intestato ad AMREF Italia Onlus Monte dei Paschi di Siena - Ag. 2 Roma Carta di credito Telefonando al numero o donando sul sito RID Domiciliazione bancaria o postale (scarica il modulo dal sito o telefona ) Numero Verde

9 16

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO ITALIAN (IT) MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO Gli sponsor di progetti umanitari e di squadre di formazione professionale finanziati con sovvenzioni globali sono tenuti

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

la SALUTE vien con l'acqua

la SALUTE vien con l'acqua n.1 Anno IX Marzo 2013 la SALUTE vien con l'acqua AMREF Italia Onlus Quadrimestrale di AMREF Italia Onlus Via Alberico II, 4-00193 Roma Dir. Resp. Maurizio Paganelli N.1 - Anno IX- Marz/Giug 2013 All'interno:

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

NOI CON GLI ALTRI CAMERUN

NOI CON GLI ALTRI CAMERUN NOI CON GLI ALTRI CAMERUN Solidarietà e cooperazione come valori fondanti per le nuove generazioni Promosso da: Fondazione Un cuore si scioglie onlus, in collaborazione con la Regione Toscana e Mèta cooperativa

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

YET S O F A R F R O M SAF E T Y

YET S O F A R F R O M SAF E T Y UNHCR / A. D Amato YET S O F A R F R O M SAF E T Y 70.000 59.000 60.000 26.300 9.700 22.500 165.000 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 Totale di arrivi via mare MEDITERRANEO RIFUGIATI E MIGRANTI RISCHIANO

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Impressum Novembre 2012 Editore Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Famiglia e politiche sociali

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma Produzioni dal Basso Manuale di utilizzo della piattaforma FolkFunding 2015 Indice degli argomenti: 1 - CROWDFUNDING CON PRODUZIONI DAL BASSO pag.3 2 - MODALITÁ DI CROWDFUNDING pag.4 3- CARICARE UN PROGETTO

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa"

Diego Piacentini: Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" Diego Piacentini da teenager e oggi In occasione dei 100 anni dell'afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli