Opzione Conto Welfare cosa fare, come farlo, quando farlo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Opzione Conto Welfare cosa fare, come farlo, quando farlo"

Transcript

1 UNITÀ SINDACALE Falcri Silcea GRUPPO UNICREDIT Opzione Conto Welfare cosa fare, come farlo, quando farlo L accordo 9 luglio 2103 sul Premio Straordinario, che sostituisce quest anno il Premio Aziendale/VAP, ha sancito la possibilità per tutti i dipendenti di UniCredit (ad esclusione di alcune casistiche particolari) di ricevere il medesimo Premio sul proprio Conto Welfare ed utilizzarlo con benefici fiscali e previdenziali diversificati per spese per i figli, pagamenti di coperture integrative di UniCa e versamenti aggiuntivi nella propria posizione individuale nei Fondi Pensione. Nel comunicato di luglio, intitolato C era una volta il VAP abbiamo evidenziato (alle pagine 4 e 5 in particolare) i notevoli benefici fiscali e di netto per il lavoratore, ottenibili versando il Premio 2012 nel proprio Conto Welfare ed utilizzando tale somma per le casistiche consentite dalla legge. Rimandiamo per tutte le informazioni già inserite al comunicato che alleghiamo. Tempistica entro il 30 settembre 2013 è effettuabile la scelta di destinazione del Premio Straordinario accedendo da portale in MYHR Welfare e benefit Conto Welfare Fai le tue scelte, l opzione è già impostata sul SI al versamento sul Conto Welfare, può essere modificata a NO per ricevere un importo inferiore nel lordo della retribuzione di ottobre; a partire dal 25 di ottobre 2013 qualora l importo sia stato destinato al proprio Conto Welfare, viene accreditato ed è disponibile per chiedere un rimborso di spese previste dalle norme per figli e assistenza o per la destinazione alla propria posizione previdenziale individuale presso un Fondo Pensione Convenienza In primo luogo è necessario ricordare che: in caso di accredito al proprio Conto Welfare l importo sarà di Euro in caso di richiesta di erogazione nella paga di ottobre l importo sarà di Euro 840 lordi Per quanto riguarda l importo netto che il singolo collega andrà a percepire, si evidenzia che: qualora un collega abbia spese per i figli rimborsabili dal proprio Conto Welfare, può beneficiare di un importo netto circa triplo rispetto al netto che percepirebbe se scegliesse la liquidazione dell importo nella paga di ottobre; qualora un collega destini l importo affluito al proprio Conto Welfare a versamento sulla propria posizione/conto individuale acceso presso un Fondo Pensioni l importo accreditato sarà più che doppio rispetto all accredito in paga e nel caso in cui al Fondo Pensione (anche immediatamente) venga richiesta un anticipazione potrà ricevere un importo netto circa doppio rispetto all importo netto che si troverebbe in busta paga in ottobre; rammentiamo che la legge prevede la facoltà di ogni iscritto a Fondi Pensione con posizione individuale di fruire dopo 8 anni, a richiesta, di un anticipazione fino al 30% della posizione senza motivazioni e senza

2 alcuna necessità di documentazione. Nel caso in cui tale importo venga liquidato come prestazione pensionistica il vantaggio aumenta di un ulteriore 10% almeno. nel caso di pagamento di spese integrative per le coperture di UniCa, l importo netto di cui si può beneficiare è superiore rispetto all importo trattenuto direttamente nella retribuzione per il pagamento delle medesime coperture. E evidente che solo chi non abbia alcuna delle 3 possibilità di utilizzo/destinazione descritte o avesse una necessità impellente di monetizzare il Premio (che ammonterà a 440 Euro netti per i lavoratori a tempo pieno che percepiscono una retribuzione lorda annua tra e Euro) potrebbe aver convenienza a farsi accreditare l importo in busta paga. Chi ha già effettuato una scelta può modificarla? Si la scelta è modificabile fino alla giornata del 30 settembre 2013, inserendo la password autorizzante. Se il/la collega non ha ancora un Conto Welfare, cosa deve fare per attivarlo? Nulla, con la sola scelta di versare il Premio (scelta che è automatica se il/la collega non fa alcunchè) nel proprio Conto Welfare, l accensione viene fatta automaticamente dalla procedura. Quando posso utilizzare il Conto Welfare per l importo versato del Premio? Il 25 di ottobre 2013, l importo del Premio verrà evidenziato sulla busta paga del mese per il suo accredito al proprio Conto Welfare e risulterà visibile da portale e disponibile sullo stesso Conto. I documenti relativi alle spese effettuate nel 2013 potranno essere inviati per il rimborso fino all 11 dicembre 2013 e per chi ha previsione di spese che sosterrà il prossimo anno da poter detrarre nel 2014 è prevista la possibilità di utilizzare nuovamente i fondi eventualmente residuati sul proprio Conto Welfare del Premio 2012 dal al Rimborso di spese effettuate per i figli dal proprio Conto Welfare Quali sono le modalità con cui farsi rimborsare delle spese fatte per i figli e per quali spese? Le modalità sono semplici bisogna scansionare i documenti giustificativi come unico file allegato, inserire i dati richiesti ed indicare l importo di cui avere il rimborso ed inviare la richiesta dalla procedura Conto Welfare. Le spese rimborsabili sono le seguenti: Spese sostenute per Asili nido pubblici e privati, scuole di ogni ordine e grado pubbliche o private paritarie, Università e Master nonché spese per corsi di lingue, libri scolastici e colonie/centri estivi/campus, soggiorni di studio. Le spese sono rimborsabili anche se sostenute per scuole, corsi o soggiorni effettuati all estero con particolari documentazioni descritte più avanti. Quali dati devono indicare i documenti di spese per essere rimborsati? I documenti validi fiscalmente sono le fatture, le ricevute fiscali, i bollettini postali, i bollettini MAV dai quali risultino il pagamento e la data del pagamento ed in cui siano presenti: i dati identificativi completi dell istituto o società che fornisce il servizio o i libri; tipologia della spesa (quali ad esempio:iscrizione, frequenza, asilo nido, acquisto ed elencazione libri); indicazione della data di effettivo pagamento (o la ricevuta elettronica per MAV o bonifici per rilevarla).

3 marca da bollo per spese superiori al 77,47 Euro o indicazione di esenzione. Quali informazioni particolari possono essere utili? Le fatture o i documenti di pagamento di tasse scolastiche, libri di testo, asili nido, centri estivi, corsi di lingue devono essere intestati al genitore/dipendente che chiede il rimborso o al figlio; L accredito del rimborso al dipendente senza alcune trattenuta, avverrà con la paga del mese successivo a quello dell invio della richiesta di utilizzo del Conto Welfare con allegata la documentazione prevista dalla normativa; Sono spese rimborsabili le rette di asilo e scolastiche e le tasse scolastiche non le spese per il servizio di mensa ed i contributi volontari; nelle fatturazioni le due spese devono essere tenute distinte; Sono rimborsabili anche i costi sostenuti per scuole, corsi di lingue, asili ecc. all estero, è necessaria la presentazione di una traduzione autenticata della fattura pagata e se il pagamento è in valuta diversa dall Euro va applicato il tasso di cambio del giorno di pagamento della/e fattura/e; La Traduzione autenticata può essere fatta da qualsiasi traduttore, anche non iscritto all albo, e deve essere accompagnata da una dichiarazione ufficiale resa presso la Cancelleria del tribunale. I corsi/viaggi di studio all estero dei figli sono rimborsabili sia per le spese di iscrizione e frequenza che anche per le spese di soggiorno, sono escluse le sole spese di viaggio; Le spese di soggiorno per corsi di lingue e di studio sono rimborsabili anche se il soggetto destinatario (l albergo) è diverso dall organizzatore del corso o del viaggio richiedendo l indicazione sulla fattura della motivazione di spese di soggiorno per fruizione corsi di studio o di lingue. L utilizzo dei servizi di Colonie, Centri estivi e Centri per il periodo natalizio consentono il rimborso di spese per figli fino a 18 anni di età, non è più necessario che la struttura che svolge il servizio possieda un codice ateco; Sono rimborsabili anche fatture o ricevute fiscali per Colonie, Centri Estivi, Campus o emesse da Parrocchie, Enti religiosi, Associazioni no profit qualora sullr stesse risulti la motivazione di partecipazione a Colonie, Centri estivi ecc. Per il rimborso dei libri scolastici non è sufficiente lo scontrino della libreria, cartoleria o altro esercizio è necessaria una fattura/ricevuta fiscale con l elencazione dei libri di testo acquistati e la lista dei libri di testo adottati dalla scuola/università; Qualora sia prevista la detraibilità fiscale del 19% della spesa in dichiarazione annuale dei redditi (ad esempio tasse universitarie, rette asili) possono essere portate in detrazione nella dichiarazione fiscale le spese per la differenza tra quanto pagato nel 2013 e gli importi prelevati dal proprio Conto Welfare per le stesse spese; Tutti i movimenti ed il saldo del proprio Conto Welfare saranno rilevabili sia sull evidenza a portale che come movimento non tassato sulla retribuzione del mese in cui vengono versati/pagati; Nel caso previsto di richiesta di rimborso per spese universitarie del coniuge il documento può essere intestato anche al coniuge stesso, ma il pagamento della spesa deve essere sostenuto dal dipendente stesso e debitamente documentato (deve essere uscito dal conto del dipendente se pagato con bonifico o altro metodo informatico o deve portare una specifica sulla fattura o documento di pagamento nel caso di pagamento in contanti). Le spese già sostenute dall inizio dell anno 2013, rientranti nelle casistiche previste per l utilizzo del proprio Conto Welfare possono essere utilizzate per i rimborsi? Certamente, tutte le ricevute valide per spese rientranti nei piani e pagate dal 1 gennaio 2013 rientrano in quelle che danno titolo ai rimborsi dal proprio Conto Welfare se presentata fino a tutto l 11 dicembre 2013; pertanto, l importo dei Euro del Premio

4 versato sul proprio Conto Welfare può essere prelevato presentando ad esempio le rette dei primi mesi del 2013 per l asilo del figlio/a o il versamento delle tasse universitarie a saldo già pagato, solitamente, nel mese di aprile 2013 relativo all anno accademico 2012/2013 del figlio/a. Quote del Conto Welfare destinate alla propria posizione previdenziale individuale aperta presso un Fondo Pensione E l opzione che potrebbe riguardare la maggior parte dei colleghi che destinano il Premio al proprio Conto Welfare. Il versamento di importi confluiti nel Conto Welfare a favore della propria posizione individuale presso il Fondo Pensione di appartenenza, consente di fruire di una fiscalità più favorevole rispetto al pagamento della retribuzione di ottobre. I lavoratori iscritti da almeno 8 anni a Fondi Pensione con posizioni individuali possono fruire di anticipazioni sull ammontare accantonato per i seguenti motivi: fino al 75% dell accantonato per acquisto prima casa per se e per i figli e per spese per ristrutturazioni della stessa; fino al 75% dell accantonato per spese mediche gravi sostenute (fin dall iscrizione); fino al 30% dell accantonato senza motivazione e senza documentazione. Quest ultima possibilità di anticipazione consente ai lavoratori titolari di posizioni previdenziali individuali di richiedere e venire in possesso in un tempo compreso tra 2 e 6 mesi, ad esempio, di quanto versato tramite conto Welfare senza motivazioni e senza documentazione e con applicazione di una tassazione del 23%. Per esemplificare nel caso di un lavoratore con Euro di reddito annuo, che decida di richiedere un anticipazione per monetizzare il solo importo destinato alla posizione previdenziale dal suo Conto Welfare dei Euro, raffrontato con il caso di scelta dell opzione di pagamento nella paga di ottobre come importo lordo del Premio Straordinario 2012, comporta queste conseguenze: SCELTA Importo LORDO Importo NETTO Premio in Conto Welfare ed immediatamente versato nella posizione previdenziale individuale (con l incasso di un anticipazione tassata al 23%) Premio nella paga di ottobre (-9% inps e -38% fiscale) Segnaliamo che la tassazione del Fondo Pensione potrebbe essere effettuata per aliquote diverse dal 23% (ma non molto dissimili) in quanto nel caso di posizioni accese anteriormente al 2005 la tassazione dell importo anticipato è diversificata per periodo di afflusso e per tipologia degli afflussi (contributivi o da rendimenti). Nel caso di incasso di una prestazione pensionistica futura la tassazione sarà del 15% o di aliquote inferiori fino al 9%, secondo l anzianità di iscrizione al Fondo. Va altresì evidenziato che in presenza di contribuzioni aziendali e personali con percentuali elevate, i colleghi con redditi consistenti (superiori al Euro lordi annui) potrebbero esaurire l ammontare annuo dei 5.164,57 Euro a tassazione agevolata ed avere un equivalenza fiscale tra versamento alla posizione previdenziale e accredito in busta paga. Rimane comunque la convenienza del maggior importo versato a previdenza rispetto all accredito lordo nella retribuzione. L ammontare cumulato della quota annuale versata a previdenza complementare esente fiscalmente fino a 5.164,57 Euro annui - che è data dalla somma delle contribuzioni aziendali e del lavoratore, ne è escluso il TFR maturando eventualmente conferito è evidenziata nello statino stipendio alla voce on.ded. f.do pens in basso nel riquadro dei dati statistici.

5 Chi ha già attiva una posizione previdenziale individuale? Gli iscritti al Fondo di Gruppo UniCredito sezione 2, al Fondo Banca di Roma sezione 2, al Fondo Caritro, al Fondo Cassa di risparmio di Trieste, al Fondo Caccianiga Treviso gestione speciale, al Fondo Previbank (ex dipendenti Rolo banca), al Fondo Previp (ex dipendenti Locat, CrTorino iscritti ante, Banca dell Umbria, Madiocredito dell Umbria, On Banca) ed ai Fondi aperti Pioneer, Teseo, Previgen e altri sono già titolari di una posizione a capitalizzazione individuale e quella posizione risulta valida per la destinazione della quota di Conto Welfare. Chi deve aprire una posizione previdenziale individuale? Gli iscritti al Fondo di Gruppo UniCredit - sezione 1 ante che non l abbiano già attivata nella sezione 2 dello stesso Fondo di Gruppo UniCredit, senza necessità di conferimento del TFR maturando; Gli iscritti al Fondo Caccianiga di Treviso - gestione ordinaria che non l abbiano già attivata nella gestione speciale dello stesso Fondo Caccianiga di Treviso senza la necessità di conferimento del TFR maturando; I non iscritti ad alcun Fondo Pensione o iscritti al Fondo Pensioni CrTorino, al Fondo Banca Cuneese Lamberti Meinardi, al Fondo CrRoma che non abbiano optato per il passaggio al Fondo di Gruppo UniCredit, al Fondo Banco di Sicilia e FondINPS: dovranno accendere una posizione a capitalizzazione individuale presso il Fondo di Gruppo UniCredit sezione 2. Quando si può versare alla propria posizione previdenziale presso un Fondo Pensioni l importo del proprio Conto Welfare relativo al Premio Straordinario? Come? In qualsiasi momento a partire dal 25 di ottobre, data in cui diventa disponibile nel proprio Conto Welfare l importo destinato del Premio Straordinario. Scansionando ed inviando il un modulo di richiesta che verrà reso disponibile a tutti coloro che hanno disponibilità sul proprio Conto Welfare, quindi sarà accessibile dal 25 ottobre 2013, nell applicativo del Piano Welfare. Quando l importo entra nella posizione individuale? Come per i rimborsi di spesa, l importo destinato a previdenza affluisce nella posizione previdenziale individuale alla fine del mese successivo a quello di formalizzazione della richiesta di spostamento dell importo dal proprio Conto Welfare alla propria posizione previdenziale. Quale remunerazione hanno gli importi nel proprio Conto Welfare? Gli importi giacenti sul proprio Conto Welfare NON SONO REMUNERATI AL DIPENDENTE, mentre una volta affluiti alla propria posizione presso il Fondo Pensione beneficiano dei rendimenti del Fondo stesso. Come e quando si chiede l anticipazione al proprio Fondo Pensione per utilizzare parte degli accantonamenti giacenti sulla propria posizione previdenziale individuale? Oltre alle norme di legge richiamate nella pagina precedente ogni Fondo ha norme e procedure diversificate per la richiesta delle anticipazione a seconda della motivazione. Se la richiesta è senza motivazione e senza documentazione fino al 30% della posizione maturata, previsto dalla legge previdenziale, non occorre allegare nulla ed è sufficiente la semplice richiesta sottoscritta ed inviata al Fondo di appartenenza. Le strutture di Unità Sindacale Falcri/Silcea restano a disposizione per fornire indicazioni e modulistiche sulle richieste ai lavoratori interessati.

6 PIANI SANITARI DI UNICA Le spese già sostenute nel 2013 per il pagamento coperture di Unica, sono utili al recupero di importi affluiti nel proprio conto Welfare. Quali sono le spese che danno titolo al recupero dal proprio Conto Welfare? Le spese sono: La differenza pagata per sottoscrivere piani assicurativi superiori a quello previsto per il proprio inquadramento; Il pagamento della copertura per familiari non a proprio carico; Il pagamento della copertura dentaria facoltativa per l estensione al nucleo familiare; La scelga di spesare tali coperture aggiuntive con le disponibilità affluite il 25 ottobre nel proprio Conto Welfare, darà luogo ad una compensazione fiscale nella retribuzione suppletoria di dicembre 2013, ai primi giorni di gennaio 2014 che ricomprenda anche la rateazione del mese di dicembre. Il prossimo anno si potranno recuperare le spese che si avranno nel 2014 per le medesime motivazioni. Anche la spesa per la polizza dentaria del dipendente può essere recuperata? NO Come si deve procedere? Parimenti all opzione previdenza, scansionando ed inviando un modulo di richiesta che sarà disponibile ai colleghi che abbiano una disponibilità versata sul proprio Conto Welfare, quindi dal 25 ottobre, nell applicativo del Piano Welfare. Che convenienza c è per il lavoratore? Le spese per i Piani Sanitari sono esenti dalla base contributiva e fiscale fino all ammontare di 3.615,20 Euro annui, la medesima esenzione è già applicata nelle retribuzioni in cui sono addebitate e quindi il vantaggio per queste tipologia di spesa è solo quello di beneficiare dei 300 Euro in più dell importo del Conto Welfare rispetto alla liquidazione degli 840 Euro lordi nella retribuzione. Concludendo Ancora molti risultano i dubbi e le possibilità di sviluppo dei Piani Welfare. Rammentiamo anche che: Si possono recuperare anche parzialmente importi di spese effettuate, chiedendo il rimborso parziale di una fattura di importo superiore alla disponibilità esistente sul proprio Conto Welfare; Le spese per pagamento badanti, case di cura, baby sitter, ludoteche, Tablet e Smartphone, abbigliamento, auto e moto, casa e le altre presenti nella sezione convenzioni NON RIENTRANO NELLE TIPOLOGIE AMMESSE PER L UTILIZZO DEGLI IMPORTI DEL PROPRIO CONTO WELFARE, ma presentano del vantaggi di costi a seguito di convenzioni commerciali; L importo derivante dal Premio Aziendale/Vap del 2011 di 350 Euro PER CHI HA OPTATO PER VERSARLO SUL PROPRIO CONTO WELFARE, se ancora giacente in quanto non utilizzato deve essere utilizzato entro l 11 dicembre 2013 o affluirà automaticamente alla propria posizione previdenziale individuale, se non fosse stata aperta a quella data la posizione ANDRA PERSO.

7 Le spese eventualmente effettuate tra l 11 dicembre 2013 ed il 31 dicembre 2013 NON SARANNO RECUPERABILI PER IL CONTO WELFARE è quindi consigliabile anticiparle o posticiparle, se ciò può essere utile; Le spese sostenute dal lavoratore per corsi di studio che riguardo lo stesso NON sono valide al rimborso dal Conto Welfare; Per un interpretazione prudenziale aziendale il Conto Welfare non viene acceso a tutti i dipendenti soggetti a pignoramento per non ridurre la retribuzione del creditore soggetto a pignoramento; E possibile destinare un emolumento al Conto Welfare in modo parziale, è il caso ad esempio dell assegno per l accudimento di familiari disabili, destinabile da un minimo di 100 Euro ad un massimo di Euro, per altri emolumenti potrebbe essere attivata in futuro la stessa possibilità; Unità Sindacale ha ribadito all Azienda la volontà di concordare delle regole di gestione comuni dello strumento Conto Welfare che attualmente è unicamente ed integralmente di gestione aziendale. I benefici per i lavoratori che le attuali norme sul Welfare consentono e le possibili evoluzioni future di tali opportunità, impongono al sindacato di essere parte attiva nella definizione e nel controllo di tali possibilità che incidono direttamente sul potere d acquisto dei lavoratori. Abbiamo anche presentato una serie di richieste su temi riguardanti le possibilità e le casistiche rientranti nel Welfare con lo scopo di rendere più ampie le casistiche e le facoltà per i lavoratori e richiesto un incontro di approfondimento sul Welfare sul quale ci impegniamo a ritornare a breve. Milano, 24 settembre 2013 Unità Sindacale Falcri/Silcea Gruppo UniCredit

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto l articolo 3 della legge 29 maggio 1982, n. 297; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252; Visto l articolo 1, comma 755, della legge 27 dicembre

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 1. Devo iscrivermi al secondo anno (anni successivi, anni fuori corso) del Corso di Laurea in Giurisprudenza, come devo fare? Nei termini stabiliti dall Ateneo

Dettagli

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL La tua Busta Paga INDICE Ad Personam 8 Ad Personam Ex Art. 66 8 Ad Personam Inquadramento Superiore 8 Anzianità: Assegno Mensile 6 Anzianità: Premio 14 Apprendisti 21 Arretrati 14 Assistenza Sanitaria:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Dicembre 2013 I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Con l approssimarsi della fine dell anno abbiamo ritenuto opportuno predisporre, a supporto degli Utenti, una specifica circolare riepilogativa sugli aspetti

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Dai valore al tuo domani. fondo pensione

Dai valore al tuo domani. fondo pensione Dai valore al tuo domani fondo pensione fondo pensione E grande la soddisfazione per aver raggiunto l'obiettivo di realizzare il primo Fondo di Previdenza Complementare di categoria gestito da una Cassa

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5003 Nota Informativa per i potenziali Aderenti (depositata

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli