Programma di Ricerca Regione-Università

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma di Ricerca Regione-Università"

Transcript

1 Programma di Ricerca Regione-Università Area 2 - Bando 2013 Ricerca per il Governo Clinico Note per la compilazione della modulistica e della scheda di budget del progetto completo Questa nota è intesa fornire indicazioni utili alla preparazione del progetto completo della proposta di ricerca. Il progetto deve essere redatto in lingua italiana. Il testo deve essere scritto in modo chiaro e comprensibile per consentire agli Esperti di valutare quanto più accuratamente possibile la proposta. Anche se il progetto dovrà essere sottoposto alla valutazione del Comitato Etico (CE) non è richiesto, in questa fase, presentare la modulistica specifica relativa ai CE. Si prenda nota dei seguenti suggerimenti: 1. Tutti gli acronimi devono essere resi per esteso la prima volta che vengono utilizzati nel testo (per esempio inserendo nel testo la frase Glasgow Coma Score, da qui in avanti GCS ); 2. Le referenze devono includere: - autori (se più di 6 riportare i primi tre e di seguito et al ); - titolo; - libro o rivista; - anno di pubblicazione; - numero del volume e numero delle pagine. Per i libri deve essere indicata anche la casa editrice e la città in cui la stessa ha sede. 3. L uso di materiali a colori deve essere generalmente evitato per facilitarne la fotocopiatura. La modulistica è suddivisa in 4 moduli: Modulo 1 Informazioni generali sul progetto Modulo 2 Budget del progetto Modulo 3 Descrizione del progetto e sintesi delle attività di tutte le Unità operative di ricerca (d ora in avanti Unità operative) partecipanti al progetto. Modulo 4 Descrizione del contributo di ciascuna Unità Operativa partecipante Occorre prestare particolare attenzione nella scelta del modulo in formato pdf appropriato per la compilazione del progetto tra i 4 messi a disposizione: - MOD03UO.pdf ; se il progetto prevede fino a 3 Unità Operative - MOD06UO.pdf ; se il progetto prevede da 4 a 6 Unità Operative - MOD09UO.pdf ; se il progetto prevede da 7 a 9 Unità Operative - MOD12UO.pdf ; se il progetto prevede da 10 a 12 Unità Operative In conclusione il criterio che guida la scelta del modulo pdf da compilare è esclusivamente il numero di Unità Operative richieste dal progetto. Ciascun pdf infatti include i Moduli logici precedentemente descritti e un numero variabile, dipendente dal numero di UO previste, di tabelle per la compilazione dei budget e dei dati del personale di ciascuna UO del progetto. 1

2 Nel caso in cui il numero di Unità Operative fosse maggiore di 12, occorre contattare telefonicamente oppure a mezzo mail il Consorzio di Bioingegneria e Informatica Medica (CBIM) per poter ricevere un modulo ad hoc. CBIM Consorzio di Bioingegneria e Informatica Medica Tel : Di seguito si riportano istruzioni sintetiche per la compilazione dei singoli moduli e relativi campi testo. NB. Tutte le informazioni indicate da asterisco (*) sono obbligatorie: la mancanza di tali informazioni potrebbe comportare l'esclusione del progetto dal finanziamento. Il progetto deve essere accompagnato da una lettera in cui il responsabile scientifico descrive in che modo si è tenuto conto dei suggerimenti emersi nella fase di valutazione della Lettera di Intenti. La lettera di accompagnamento deve essere caricata in formato pdf sul sito del Workflow della ricerca dell'emilia-romagna. Modulo 1 - Informazioni generali sul progetto Istruzioni per compilare i campi testo del Modulo 1. Ente che presenta la Proposta Selezionare dalla tendina l Azienda Ospedaliero-Universitaria/IRCCS che presenta il progetto. Tipologia di ricerca Selezionare dalla tendina la voce appropriata. Area tematica e Quesito di ricerca Selezionare dalla tendina la voce appropriata. Titolo del progetto (max 200 caratteri spazi inclusi) Il titolo deve essere in grado di rendere l obiettivo principale del progetto. Titolo breve (max 50 caratteri spazi inclusi) Il titolo breve deve essere il più conciso e chiaro possibile. Parole chiave (max 3 parole) Indicare parole chiave pertinenti al progetto e ai suoi obiettivi. Responsabile scientifico del progetto e Responsabile amministrativo Compilare indicando le informazioni richieste. Elenco delle Unità Operative partecipanti Si precisa che "Unità Operativa" è intesa nella accezione data nell ambito dei progetti di ricerca finalizzata (altra struttura aziendale e/o di altra Azienda/IRCCS) e non nella accezione data nell organizzazione aziendale. Non possono essere Unità Operativa, con conseguente assegnazione diretta di finanziamento, Enti non appartenenti al SSR. Le collaborazioni onerose di detti Enti vanno esposte nel budget del progetto alla voce "Servizi". 2

3 Nell elencare le Unità Operative partecipanti è necessario procedere come esemplificato di seguito: Unità Operativa 1. - Denominazione (Es. Dipartimento..) - Ente (es. Azienda Ospedaliero-Universitaria di.., Azienda USL di., IRCCS ) - Coordinatore scientifico, indicare nome cognome e titolo - Breve descrizione del contributo della UO Unità Operativa 2. Nel caso le UO non dovessero coincidere con quelle indicate nella lettera di intenti si ritiene utile ricordare che è obbligatoria la presenza quale UO di almeno una Azienda USL. Costo [totale] stimato del progetto Indicare il costo totale stimato del progetto, ossia la somma del finanziamento totale e del cofinanziamento (laddove applicabile) Finanziamento [totale] del progetto Indicare l ammontare totale del finanziamento richiesto al Programma di Ricerca Regione-Università nel rispetto di quanto stabilito nel bando Area Cofinanziamento Indicare l ammontare del cofinanziamento qualora applicabile Durata prevista del progetto La durata prevista del progetto deve essere espressa in mesi Modulo 2 Budget Il costo stimato del progetto è composto dalla somma del finanziamento richiesto e del cofinanziamento, qualora applicabile. La specificazione del Budget nel Modulo 2 è relativa al solo finanziamento richiesto. 2.1 Personale Le spese di personale devono riguardare soggetti specificamente arruolati per l attività del progetto. La durata dei contratti di lavoro non potrà superare la durata del progetto di ricerca - Per ciascuna figura professionale coinvolta nel progetto è necessario specificare: Numero: numero unità. Qualifica: indicare il profilo professionale. Unità Operativa: indicare la/le sede/sedi presso la/le quale/i si prevede verrà svolta l attività lavorativa: Centro coordinatore (Unità Operativa 1) e/o quale delle altre Unità Operative. Per le Unità Operative individuare sempre il numero coerentemente a quando indicato nei moduli 1 e 4. Scegliere per il tramite della apposita tendina. Tipologia di rapporto: indicare il tipo di contratto di lavoro che verrà stipulato (es. contratto di lavoro a tempo determinato; co.co.pro; dottorato di ricerca, o equivalente; assegno di ricerca; altro). Competenze/ruolo: indicare il ruolo e il tipo di incarico, per esempio coordinamento, analisi dei dati, monitoraggio, etc. (è possibile indicare anche più di un incarico). 3

4 Mesi/uomo dedicato e % del tempo pieno: indicare la durata del contratto (in mesi) e la percentuale su tempo pieno (30%, 50%, 75%, 100%). Nel caso di una persona che collabora per 18 mesi con un impegno a tempo parziale (per esempio per il 50% dell equivalente del tempo pieno) si dovrà indicare nella colonna Mesi/uomo dedicati : 18 e % del tempo pieno : 50%. Il personale di segreteria/amministrativo può essere incluso solo per i progetti che prevedono la partecipazione di numerosi centri; tale personale deve di norma essere impiegato a tempo parziale. Anche per l attività di analisi statistica dei dati di un progetto deve di norma essere previsto un impegno a tempo parziale. Retribuzione: indicare l importo complessivo della retribuzione previsto per l intera durata del progetto. 2.2 Attrezzature e materiali L'acquisto di attrezzature specifiche per lo svolgimento della ricerca deve essere motivato e non può rappresentare comunque la parte principale dell'utilizzo del finanziamento. Non sono ammesse spese relative a mobili e/o arredi (es. scrivanie, sedie) né per fax, telefoni e cellulari. 2.3 Servizi Come da bando la spesa per la partecipazione a convegni, workshop e seminari non può superare (duemilacinquecento), inteso come valore complessivo della spesa ammesso per l intera durata del progetto e per tutti i centri partecipanti. Come da bando la spesa per le missioni non può superare (duemilacinquecento), inteso come valore complessivo della spesa ammesso per l intera durata del progetto e per tutti i centri partecipanti. A ciascun progetto ammesso a finanziamento, ai fini della pubblicazione dei risultati in forma "open access", saranno riconosciuti (tremila) in aggiunta all importo del finanziamento concesso per la realizzazione del progetto stesso. Tale somma andrà a coprire i costi di pubblicazione sia su riviste completamente open (es. PloS, BMC, etc; in seguito verrà fornita una lista delle riviste open access) sia su riviste non open, ma che consentono la pubblicazione a pagamento di articoli in questa modalità, e sarà liquidata unicamente nell ipotesi in cui dalla rendicontazione economica risulti che a fronte delle attività di ricerca svolte dal progetto sia stato pubblicato almeno un articolo nelle forme sopra descritte. La richiesta relativa a tale quota potrà essere avanzata entro e non oltre 24 mesi dalla data di chiusura dello stesso. Nell ipotesi in cui le spese per la pubblicazione in "open access" effettivamente sostenute fossero inferiori a (tremila), la quota residua potrà essere utilizzata per eventuali spese aggiuntive ricadenti comunque nelle voci di costo "Attrezzature" e/o "Missioni" e/o "Partecipazione a convegni/conferenze". Tali spese dovranno in ogni caso essere rendicontate. Raccolta dati: il costo per le CRF elettroniche dovrebbe, di norma, essere compreso entro (diecimila) per anno. 2.4 Prospetto riassuntivo costi Si devono specificare i costi previsti per ciascuna delle voci principali riportate nelle sezioni precedenti suddivisi per anno (Costi anno 1 ( ), Costi anno 2 ( )) 2.5 Distribuzione dei costi per Unità Operativa La tabella viene compilata automaticamente in base ai dati forniti per le singole UO. 2.6 Budget per singola Unità Operativa La tabella deve essere compilata per ciascuna delle Unità Operative elencate nel Modulo 1. Modulo 3 Descrizione del progetto e sintesi delle attività di tutte le Unità Operative partecipanti alla ricerca Istruzioni per compilare i campi testo del Modulo 3. Riassunto (max caratteri spazi inclusi) Deve essere preparato nella forma di abstract strutturato. Si includano le informazioni ordinate secondo lo schema: Background; Obiettivi; Metodi; Risultati attesi. 4

5 Sintesi delle conoscenze già disponibili sull argomento (max caratteri spazi inclusi) Deve essere presentata una sintesi aggiornata delle conoscenze già disponibili sull argomento che si intende studiare (preferibilmente citando revisioni sistematiche della letteratura, se disponibili). Va eventualmente fatto riferimento a studi attualmente in corso (e dei quali il gruppo di ricerca sia a conoscenza) a livello italiano e internazionale sullo stesso argomento. Quali nuove conoscenze il progetto apporterà rispetto a quanto già si conosce (max caratteri spazi inclusi). Specificare in modo conciso sia le nuove conoscenze che il progetto permetterà di ottenere, sia le potenziali applicazioni sul piano clinico e di organizzazione dell assistenza. Dettagliata descrizione degli obiettivi del progetto (max caratteri spazi inclusi) Indicare in modo chiaro e sintetico gli obiettivi primari e secondari del progetto. Metodologia (max caratteri spazi inclusi) I principali elementi che devono essere chiariti sono di seguito brevemente richiamati: 1. Criteri di inclusione e di esclusione dei pazienti/soggetti Indicare le caratteristiche della popolazione di pazienti/soggetti che si intende studiare insieme al setting clinico (struttura specialistica ospedaliera, ambulatoriale, ecc). Devono anche essere chiaramente descritti i criteri di inclusione e di esclusione e i tempi previsti per l arruolamento e la raccolta dati. 2. Intervento/i Devono essere chiaramente descritte le caratteristiche della tecnologia/intervento/esposizione oggetto dello studio. 3. Setting Descrivere il contesto organizzativo: ospedale, territorio, ecc. 4. Esiti/outcome(s) Indicare sempre quale sarà/saranno l outcome/gli outcomes primari e quali quelli secondari, la modalità con la quale verranno rilevati (es. da documentazione corrente, con meccanismi di follow up attivo e valutazione da parte di valutatori clinici, ecc.) e se è prevista una valutazione interna della validità della rilevazione (es. confronti tra fonti o rilevatori diversi). 5. Disegno di studio Se si tratta di uno studio non sperimentale (osservazionale), specificare se si tratta di disegno trasversale, caso-controllo, coorte (in quest ultimo caso, specificare se la direzionalità è retrospettiva o prospettica). Se il disegno è sperimentale, esplicitare il metodo che verrà utilizzato per assegnare i soggetti al tipo di intervento (es. randomizzazione). 6. Dimensione pianificata dello studio e sua giustificazione Dovrà essere fornita una giustificazione della dimensione (nr. di soggetti/osservazioni) scelta per lo studio. Se si tratta di uno studio clinico controllato, dovrà essere presentato un formale calcolo della dimensione del campione ritenuto necessario, contestualmente alla esplicitazione della differenza ritenuta rilevante da cogliere dei risultati attesi. Nel caso di studi osservazionali dovrà comunque essere giustificata la congruità della dimensione campionaria scelta, soprattutto in funzione del numero di eventuali confronti che si intendono eseguire. 7. Modalità e tempistica di raccolta dati Qui vanno indicate le modalità e i tempi con cui le informazioni verranno raccolte. Dovranno essere brevemente descritti: le principali misure/variabili utilizzate, le potenziali fonti di distorsione e di confondimento, così come le contromisure che verranno utilizzate per controllarle. Fattibilità (max caratteri spazi inclusi). Fornire informazioni sulla disponibilità nel centro coordinatore e/o nei centri partecipanti - delle infrastrutture (servizi e apparecchiature) necessarie per la conduzione del progetto. Descrivere anche la realizzabilità del progetto nel rispetto dei tempi previsti dal bando. Descrizione dell'impatto del progetto sul sistema sanitario regionale (max caratteri spazi inclusi). Descrivere l'impatto che il progetto potrà avere in decisioni rilevanti per migliorare l'appropriatezza degli interventi e in generale come potrà influire sulle politiche sanitarie. Illustrare anche la possibilità che il progetto ha di migliorare la capacità di fare ricerca delle persone e delle infrastrutture coinvolte. 5

6 Lista di indicatori per misurare l'impatto del progetto (max caratteri spazi inclusi). Prevedere l'utilizzo di indicatori sia quantitativi sia qualitativi che possano misurare l'impatto del progetto. Descrivere l'orizzonte temporale atteso per poter evidenziare il cambiamento. Trasferibilità dei risultati al contesto sanitario regionale (max caratteri spazi inclusi). Si deve qui sinteticamente indicare quali si ritiene saranno le ricadute dei risultati sul piano della assistenza ai pazienti, della organizzazione dei servizi, della efficienza ed economicità per il sistema sanitario regionale. Bibliografia relativa ai temi del progetto (max di 25 referenze bibliografiche) Elencare fino a un massimo di 25 referenze bibliografiche pertinenti e rilevanti Prodotti del progetto (max caratteri spazi inclusi) Si intende qui il termine prodotto nella sua accezione più ampia comprendendo quindi procedure, modalità operative, protocolli, manuali, software, ecc.. Indicare la tempistica con cui i prodotti saranno disponibili. Tempogramma (max caratteri spazi inclusi, escluso Gantt) Il Gantt, in formato pdf, dovrà essere allegato al progetto completo. Referenze del progetto (max 25) Elencare le referenze bibliografiche strettamente rilevanti per la proposta presentata a supporto del background e razionale dello studio. Breve curriculum vitae (CV) del Coordinatore Scientifico del progetto (max caratteri spazi inclusi). Descrizione delle principali aree di interesse e dell esperienza nel campo della ricerca. Riportare l'impact factor totale e l'indice di Hirsch. Pubblicazioni del Coordinatore Scientifico del progetto (max 10 referenze bibliografiche) Elencare fino a un massimo di 10 referenze bibliografiche rilevanti per il progetto, pubblicate nel periodo Modulo 4 Descrizione del contributo di ciascuna Unità Operativa di Ricerca Istruzioni per compilare i campi testo del Modulo 4. Il Modulo 4 deve essere compilato per ciascuna delle Unità Operative partecipanti elencate nel Modulo 1. Il numero di caratteri indicato è da riferirsi quindi a ogni singola Unità Operativa. Coordinatore scientifico della Unità Operativa Si indichino nell ordine: - Nome e cognome - Istituzione di appartenenza - Qualifica professionale - Indirizzo - Telefono - fax - Legale rappresentante Si indichino nell ordine: - Nome e cognome - Istituzione di appartenenza - Qualifica professionale - Indirizzo - Telefono fax - Descrivere il contributo specifico e originale che questa Unità Operativa apporterà al progetto (max caratteri spazi inclusi) 6

7 Metodologia (max caratteri spazi inclusi) Per questo campo testo si faccia riferimento ai dettagli richiesti alla stessa voce nel Modulo 2, con l avvertenza di porre attenzione al diverso numero di caratteri disponibili Personale dedicato all attività di progetto Si indichino: - il profilo professionale - mesi/uomo dedicati al progetto Breve curriculum vitae del Coordinatore scientifico della Unità Operativa (max caratteri spazi inclusi) Pubblicazioni del Coordinatore scientifico della Unità Operativa (max 10 referenze bibliografiche rilevanti per il progetto, pubblicate nel periodo ) 7

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI FONDI PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA NELL AREA DELL ONCOLOGIA CLINICA E DELLA CARDIOLOGIA ANNO 2011

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI FONDI PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA NELL AREA DELL ONCOLOGIA CLINICA E DELLA CARDIOLOGIA ANNO 2011 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI FONDI PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA NELL AREA DELL ONCOLOGIA CLINICA E DELLA CARDIOLOGIA ANNO 2011 La Fondazione Umberto Veronesi bandisce un pubblico concorso

Dettagli

BANDO AIFA 2012 PER LA RICERCA INDIPENDENTE SUI FARMACI

BANDO AIFA 2012 PER LA RICERCA INDIPENDENTE SUI FARMACI BANDO AIFA 2012 PER LA RICERCA INDIPENDENTE SUI FARMACI SCHEMA DI PRESENTAZIONE DELLA LETTERA DI INTENTI La presentazione della lettera di intenti dovrà avvenire entro le ore 12.00 del 23 aprile 2012,

Dettagli

Programma di Ricerca Regione - Università 2010-2012 Area 1 Ricerca Innovativa Bando giovani ricercatori

Programma di Ricerca Regione - Università 2010-2012 Area 1 Ricerca Innovativa Bando giovani ricercatori Programma di Ricerca Regione - Università 2010-2012 Area 1 Ricerca Innovativa Bando giovani ricercatori Finalità e caratteristiche generali Il Servizio sanitario regionale (SSR) ha identificato la ricerca

Dettagli

Finanziamento di Progetti di Ricerca in Oncologia. Bando interno per l anno 2013

Finanziamento di Progetti di Ricerca in Oncologia. Bando interno per l anno 2013 < Finanziamento di Progetti di Ricerca in Oncologia Bando interno per l anno 2013 La Direzione Scientifica emana per l anno 2013 un bando interno per finanziare mediante il budget della Ricerca Corrente

Dettagli

-FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012

-FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012 -FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012 BANDO IN MEDICINA TERMALE RIABILITATIVA E OTORINOLARINGOIATRICA PROGETTI DI RICERCA FoRST invita a sottoporre proposte di finanziamento

Dettagli

Titolo. Background. Obiettivi. Metodi Tipo di studio (disegno) Centro/i partecipante/i Popolazione

Titolo. Background. Obiettivi. Metodi Tipo di studio (disegno) Centro/i partecipante/i Popolazione La SIFC promuove la ricerca clini ca nel campo della Fibrosi Cistica in Italia mediante la valutazione di progetti scientifici multicentrici e m ultidisciplinari. La Commissione Permanente Ricerca e Sviluppo

Dettagli

Ministero della salute

Ministero della salute Ministero della salute Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie Guida alla Redazione dei Progetti CCM 2014 Al fine della stesura dei progetti CCM 2014, si illustra di seguito

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

BANDO. Premi di Ricerca SIOMMMS per giovani ricercatori

BANDO. Premi di Ricerca SIOMMMS per giovani ricercatori BANDO Premi di Ricerca SIOMMMS per giovani ricercatori Regolamento Per il biennio 2014/2016 la SIOMMMS (Società Italiana dell Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie Metaboliche dello Scheletro)

Dettagli

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA SEZIONE RICERCA MEDICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Partnership e rete... 3 Modalità di presentazione delle domande... 4 Contributo e cofinanziamento...

Dettagli

1. PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI CONGIUNTI DI MOBILITA

1. PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI CONGIUNTI DI MOBILITA BANDO PER LA RACCOLTA DI PROGETTI CONGIUNTI DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI COLLABORAZIONE SCIENTIFICA E TECNOLOGICA TRA ITALIA E BRASILE PER IL PERIODO 2008-2010 Nell

Dettagli

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Linee guida per la classificazione e conduzione degli studi osservazionali sui farmaci IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Ministero della Salute

Dettagli

Siamo angeli con un ala soltanto e possiamo volare solo restando abbracciati Alla cortese attenzione Direttore generale dott.

Siamo angeli con un ala soltanto e possiamo volare solo restando abbracciati Alla cortese attenzione Direttore generale dott. Alla cortese attenzione Direttore generale dott. Delendi Mauro Direttore scientifico dott. Tamburlini Giorgio Direttore sanitario dott. Canciani Giampaolo Dott. Severini Giovanni Maria Trieste, 22 maggio

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale.

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale. DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO SANITA PUBBLICA VETERINARIA, NUTRIZIONE E SICUREZZA ALIMENTI DIREZIONE GENERALE SICUREZZA ALIMENTI E NUTRIZIONE UFFICIO IV DELL

Dettagli

BANDO STARTING GRANTS 2015

BANDO STARTING GRANTS 2015 BANDO STARTING GRANTS 2015 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO A seguito di una prima valutazione degli executive summary da parte del Comitato Scientifico, i candidati selezionati dovranno

Dettagli

BANDO. Premi di Ricerca SIOMMMS per giovani ricercatori

BANDO. Premi di Ricerca SIOMMMS per giovani ricercatori BANDO Premi di Ricerca SIOMMMS per giovani ricercatori Regolamento Per il biennio 2015/2017 la SIOMMMS (Società Italiana dell Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie Metaboliche dello Scheletro)

Dettagli

Oggetto: Istruzioni per la gestione amministrativa del grant assegnato ai progetti per l annualità 2016 deliberata da AIRC nel 2015.

Oggetto: Istruzioni per la gestione amministrativa del grant assegnato ai progetti per l annualità 2016 deliberata da AIRC nel 2015. Milano, 19/11/2015 Oggetto: Istruzioni per la gestione amministrativa del grant assegnato ai progetti per l annualità 2016 deliberata da AIRC nel 2015. Il presente documento ha lo scopo di illustrare le

Dettagli

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 BANDO per le associazioni socie del Cesvot per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 volontariato ANNO 2015 Pagina 1 1. Chi può presentare Hanno diritto a presentare

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2014 - Articolo

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento delle attività di consulenza e di ricerca

Regolamento per lo svolgimento delle attività di consulenza e di ricerca Regolamento per lo svolgimento delle attività di consulenza e di ricerca Indice Art. 1 Norme generali... 2 Art. 2 Strutture e personale coinvolti... 2 Art. 3 Sottomissione delle proposte di progetto e

Dettagli

Linee guida per la rendicontazione dei finanziamenti dei progetti di ricerca sanitaria finalizzata

Linee guida per la rendicontazione dei finanziamenti dei progetti di ricerca sanitaria finalizzata Linee guida per la rendicontazione dei finanziamenti dei progetti di ricerca sanitaria finalizzata La Regione, in coerenza con quanto previsto dalla programmazione sanitaria nazionale e regionale, allo

Dettagli

IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312

IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312 IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312 Vista la legge 15/3/97 n. 127 ed in particolare l'art. 17 comma 96; il D.M. 21/5/98 n. 242, recante il regolamento per la disciplina dei professori a contratto, ed in

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO 1 Bando 2009 ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA - RICERCA SCIENTIFICA E IN CAMPO SANITARIO FORMAZIONE - TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DI ATTIVITA

Dettagli

STUDIO NO PROFIT FINANZIATO DOMANDA DI PARERE AI COMITATI ETICI PER LA SPERIMENTAZIONE CLINICA

STUDIO NO PROFIT FINANZIATO DOMANDA DI PARERE AI COMITATI ETICI PER LA SPERIMENTAZIONE CLINICA SPERIMENTAZIONI OSSERVAZIONALI STUDIO NO PROFIT FINANZIATO DOMANDA DI PARERE AI COMITATI ETICI PER LA SPERIMENTAZIONE CLINICA A CURA DELLO SPERIMENTATORE RESPONSABILE E DEL DIRETTORE DELL UNITÀ OPERATIVA

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 TITOLO DEL PROGETTO: ENTE/IMPRESA PROPONENTE 1 Alla GIURIA DEL GRAN PRIX

Dettagli

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014 CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014 La (di seguito Fondazione Lilly) vuole rispondere all esigenza di incoraggiare la ricerca scientifica in campo biomedico

Dettagli

REGIONE TOSCANA SETTORE LAVORO

REGIONE TOSCANA SETTORE LAVORO - ALLEGATO B) REGIONE TOSCANA SETTORE LAVORO FORMULARIO di presentazione di progetti volti alla realizzazione di opere e servizi di pubblica utilità a valere sul P.O.R. Toscana FSE 2014-2020 1 SEZIONE

Dettagli

Allegato 2 Facsimile formulario aggiornato

Allegato 2 Facsimile formulario aggiornato Allegato 2 Facsimile formulario aggiornato Il presente documento riporta le informazioni che saranno richieste nel formulario on line. Sezione 1 - Dati sintetici del Piano Formativo 1.1 TITOLO DEL PIANO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2013 - Articolo

Dettagli

1. PROGETTI CONGIUNTI PER LO SCAMBIO DEI RICERCATORI

1. PROGETTI CONGIUNTI PER LO SCAMBIO DEI RICERCATORI BANDO PER LA RACCOLTA DI PROGETTI CONGIUNTI DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA NELL AMBITO DEL PROGRAMMA ESECUTIVO PER LA COOPERAZIONE CULTURALE SCIENTIFICA E TECNOLOGICA FRA ITALIA E QUEBEC Nel quadro

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Linee guida alla compilazione del Modello on line C Unione Europea Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Fondo Europeo per i Rifugiati Fondo Europeo per i Rimpatri

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO ART. 1 OBIETTIVI DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento è volto a sostenere le iniziative di promozione del volontariato organizzate

Dettagli

Avviso per il reclutamento di docenti/consulenti per il conferimento di incarichi di docenza all interno del catalogo corsi AREA Science Park.

Avviso per il reclutamento di docenti/consulenti per il conferimento di incarichi di docenza all interno del catalogo corsi AREA Science Park. Avviso per il reclutamento di docenti/consulenti per il conferimento di incarichi di docenza all interno del catalogo corsi AREA Science Park. Articolo 1 Oggetto L Ufficio Formazione per le Imprese del

Dettagli

Gestione Commissariale Ex Provincia di Carbonia Iglesias

Gestione Commissariale Ex Provincia di Carbonia Iglesias Gestione Commissariale Ex Provincia di Carbonia Iglesias Legge Regionale 28.06.2013, n. 15 Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Gestione Commissariale - D.P.G.R. N. 90 del 02.07.2013

Dettagli

Progetto presentato all Azienda Sanitaria Locale di Varese ...

Progetto presentato all Azienda Sanitaria Locale di Varese ... SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI ai sensi della l.r. n. 23/99 Politiche regionali per la famiglia art. 4, comma 4 BIS interventi finalizzati a contrastare il fenomeno della violenza, anche

Dettagli

RICERCA E INNOVAZIONE 6

RICERCA E INNOVAZIONE 6 RICERCA E INNOVAZIONE 6 247 248 6.1 CREAZIONE DELLA INFRASTRUTTURA PER RICERCA E INNOVAZIONE Sviluppo della infrastruttura locale Obiettivi: sviluppare la capacità di produrre ricerca e sviluppo e gestire

Dettagli

Con la presente, il/la sottoscritto prof./prof.ssa

Con la presente, il/la sottoscritto prof./prof.ssa PRESENTAZIONE DI PROGETTO DIDATTICO da inserire nel P.O.F. per l a.s. _2014/15 Alla c.a della F.S. PER LA GESTIONE DEL P.O.F. per il tramite del DIRIGENTE SCOLASTICO e p.c. al Direttore S.G.A. Con la presente,

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

IO CONTO Incontro con le scuole "polo" Stato di avanzamento del progetto

IO CONTO Incontro con le scuole polo Stato di avanzamento del progetto Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie IO CONTO Incontro con le scuole "polo" Stato di avanzamento

Dettagli

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA AVVERTENZA AI FINI DELLA COMPILAZIONE: La presente

Dettagli

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato BANDO Progetti di formazione per il volontariato Anno 2016 1. Chi può presentare I progetti possono essere presentati da tutte le associazioni di volontariato con sede legale nel territorio della regione

Dettagli

P A G I N A 1 Fondazione Presidio ospedaliero F.lli Montecchi Suzzara (Via General Cantore 14-tel. 0376/51711)

P A G I N A 1 Fondazione Presidio ospedaliero F.lli Montecchi Suzzara (Via General Cantore 14-tel. 0376/51711) P A G I N A 1 Fondazione Presidio ospedaliero F.lli Montecchi Suzzara (Via General Cantore 14-tel. 0376/51711) BANDO ANNO 2015 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DA FINANZIARE SINO AD UN MASSIMO DEL 50%

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE NELL AMBITO DI PROGRAMMI E PROGETTI FINALIZZATI ART.1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento definisce e disciplina

Dettagli

FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa

FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa PREMESSA La programmazione FSE 2007-2013 prevede che le erogazioni a favore del beneficiario avvengano secondo il seguente schema:

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE RAGIONIERI 00198 Roma Via G. Paisiello, 24 - www.consrag.it

CONSIGLIO NAZIONALE RAGIONIERI 00198 Roma Via G. Paisiello, 24 - www.consrag.it Norme di attuazione sull applicazione delle tecnologie di e-learning agli eventi formativi previsti nei programmi di formazione professionale continua per i ragionieri commercialisti Indice 1. Definizioni..3

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente BANDO PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE 1. Oggetto e finalità L Assessorato all Ambiente

Dettagli

ALLEGATO A1. Al modulo di domanda del bando pubblico per la presentazione di domande di finanziamento Informazione nel settore agricolo

ALLEGATO A1. Al modulo di domanda del bando pubblico per la presentazione di domande di finanziamento Informazione nel settore agricolo ALLEGATO A1 Al modulo di domanda del bando pubblico per la presentazione di domande di finanziamento Informazione nel settore agricolo Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007 2013 Asse IV Leader

Dettagli

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO D Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/10 marca da bollo Indicare il motivo di esenzione : 1 organismi di volontariato iscritti al Registro regionale di cui alla L.R.

Dettagli

BANDO PUBBLICO PROGRAMMA INMP 2015 PER PROGETTI DI SANITÀ PUBBLICA IN TEMA DI SALUTE, MIGRAZIONE E POVERTA

BANDO PUBBLICO PROGRAMMA INMP 2015 PER PROGETTI DI SANITÀ PUBBLICA IN TEMA DI SALUTE, MIGRAZIONE E POVERTA BANDO PUBBLICO PROGRAMMA INMP 2015 PER PROGETTI DI SANITÀ PUBBLICA IN TEMA DI SALUTE, MIGRAZIONE E POVERTA RAZIONALE Il progetto interregionale 2014 prevede, al paragrafo E.5, che l INMP persegua i propri

Dettagli

Parte 1) Codice unico di progetto - CUP: il Codice unico di progetto - CUP è inserito a cura del Servizio Gestione Rapporti con il Territorio.

Parte 1) Codice unico di progetto - CUP: il Codice unico di progetto - CUP è inserito a cura del Servizio Gestione Rapporti con il Territorio. SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE PER ATTIVITA' CONVENZIONALE ISTITUZIONALE (Art. 1 c. 2 lettera a) del Regolamento di Ateneo per lo svolgimento di attività convenzionale) Parte 1) Codice unico di progetto - CUP:

Dettagli

Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale

Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale PREMESSA Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. finanziamento di idee progettuali

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. finanziamento di idee progettuali FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014 finanziamento di idee progettuali nel settore rilevante c) salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa * * * ART.1 PREMESSE La Fondazione

Dettagli

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 La (di seguito Fondazione Lilly) e la Fondazione Cariplo vogliono rispondere all esigenza di incoraggiare la ricerca

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ALLEGATO SCHEMA PRESENTAZIONE PROGETTI Organizzazioni di volontariato ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Il presente modulo deve

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Regolamento per la selezione

Dettagli

Bando. Premessa. Obiettivi e finalità

Bando. Premessa. Obiettivi e finalità Bando Premessa L ANIA ritiene fondamentale il rapporto di collaborazione con le Associazioni dei Consumatori e per mantenere un confronto stabile ed un dialogo costante ha creato il Forum Consumatori.

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

LILT - Bando di ricerca sanitaria 2015 Programma 5 per mille anno 2013 INDIZIONE

LILT - Bando di ricerca sanitaria 2015 Programma 5 per mille anno 2013 INDIZIONE 1. Premesse LILT - Bando di ricerca sanitaria 2015 Programma 5 per mille anno 2013 INDIZIONE Il Programma Nazionale della Ricerca 2011-13 (PNR) evidenzia come le patologie legate allo stile di vita ed

Dettagli

GIQAR PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE AUDITOR

GIQAR PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE AUDITOR GIQAR PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE AUDITOR PREPARATO DA (M. M. Brunetti, Co-ordinatore gruppo GLP) data: REVISIONATO E APPROVATO DA (M. M. Brunetti, Co-ordinatore gruppo GLP) data: (D. Marcozzi, Co-ordinatore

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PLURIENNALI DI RICERCA SANITARIA FINALIZZATA PER L ANNO 2012. ART. 1 La Ricerca

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO NELLE AZIENDE SANITARIE Le presenti linee di indirizzo regionali per la gestione del rischio clinico nelle Aziende Ospedaliere e nelle Aziende Unità

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Direzione Centrale per gli affari generali e per la gestione delle risorse finanziarie e strumentali DOMANDA DI CONTRIBUTO RELATIVA

Dettagli

Linee guida per la gestione e la rendicontazione dei progetti di ricerca di base finanziati dalla RAS nell ambito della L.R. 7.8.2007, n.

Linee guida per la gestione e la rendicontazione dei progetti di ricerca di base finanziati dalla RAS nell ambito della L.R. 7.8.2007, n. UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI SASSARI Linee guida per la gestione e la rendicontazione dei progetti di ricerca di base finanziati dalla RAS nell ambito della L.R. 7.8.2007,

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE DI RENDICONTAZIONE vers. 25/05/2010

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE DI RENDICONTAZIONE vers. 25/05/2010 BANDO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA COLLABORATIVA DELLE PMI D.G.R. 1043 del 7 luglio 2008 Asse 1 POR FESR 2007-2013 - PRRIITT Misura 3.1.A ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE DI RENDICONTAZIONE

Dettagli

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione Pianeta Galileo Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica presentati da Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, della Toscana 1. Finalità

Dettagli

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare iniziative di Sostegno a Programmi e reti di volontariato nelle Regioni del Sud Italia Sommario Sezione

Dettagli

CONTENUTO DELL OFFERTA TECNICA E CRITERI DI VALUTAZIONE

CONTENUTO DELL OFFERTA TECNICA E CRITERI DI VALUTAZIONE ALLEGATO 2 CONTENUTO DELL OFFERTA TECNICA E CRITERI DI VALUTAZIONE La Società dovrà fornire nell offerta tecnica le informazioni di seguito precisate utilizzando la scheda di offerta tecnica di cui all

Dettagli

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi riguardanti la storia della comunità, dell economia e delle istituzioni trentine budget complessivo 150.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione. Versione 1.0

Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione. Versione 1.0 Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione Versione 1.0 ANNO 2007 INDICE INTRODUZIONE... 3 CAP 1. REQUISITI E MODALITA DI ACCESSO... 4 CAP 1.1 MODALITA

Dettagli

CAPITOLO 4 LA CREAZIONE DI TABELLE D ATTIVITÀ E SCHEDE DI SPESA

CAPITOLO 4 LA CREAZIONE DI TABELLE D ATTIVITÀ E SCHEDE DI SPESA CAPITOO 4 A CREAZIONE DI TABEE D ATTIVITÀ E SCHEDE DI SPESA 55 A CREAZIONE DI TABEE D ATTIVITÀ E SCHEDE DI SPESA 57 Questo capitolo descrive l uso del Q per sviluppare budget e piani di lavoro basati sul

Dettagli

PIANO EMERGENZA FAMIGLIA

PIANO EMERGENZA FAMIGLIA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA Dipartimento 10 FONDAZIONE CALABRIA ETICA PIANO EMERGENZA FAMIGLIA AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI FINALIZZATI AL SOSTEGNO ALIMENTARE

Dettagli

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino budget disponibile: 200.000 euro termine per la presentazione dei progetti

Dettagli

CONCORSO DI IDEE. Manuale per la compilazione delle proposte progettuali

CONCORSO DI IDEE. Manuale per la compilazione delle proposte progettuali CONCORSO DI IDEE Manuale per la compilazione delle proposte progettuali Pagina 1 di 13 1. INFORMAZIONI GENERALI Denominazione dell impresa Nome del rappresentante legale Nome dell imprenditore (se diverso

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO (Programma di Azione Nazionale per l Agricoltura Biologica e i Prodotti Biologici per gli anni 2008 e 2009 Azione 2.2.

PROGETTO ESECUTIVO (Programma di Azione Nazionale per l Agricoltura Biologica e i Prodotti Biologici per gli anni 2008 e 2009 Azione 2.2. PROGETTO ESECUTIVO (Programma di Azione Nazionale per l Agricoltura Biologica e i Prodotti Biologici per gli anni 2008 e 2009 Azione 2.2.) Decreto del.... n.... Relativo al Piano di fattibilità trasmesso

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE. Bando LAIV 2009

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE. Bando LAIV 2009 GUIDA ALLA PRESENTAZIONE Bando LAIV 2009 INDICE Guida alla presentazione dei progetti pag. 1. Iter di presentazione dei progetti sul bando LAIV 2009 3 2. Come presentare il pre-progetto 3 3. Come presentare

Dettagli

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Lo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio 2015 è stato predisposto ai

Dettagli

Bando per la erogazione di contributi

Bando per la erogazione di contributi Fondazione Wanda Di Ferdinando Bando per la erogazione di contributi Anno 2015 La Fondazione Wanda Di Ferdinando è un Ente Privato che si propone l attuazione di iniziative del più alto interesse sociale

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004 Sezione A) - Tipologie di intervento previste - Presentazione

Dettagli

L obiettivo del presente documento è la definizione di linee guida per la selezione delle richieste di

L obiettivo del presente documento è la definizione di linee guida per la selezione delle richieste di LINEE GUIDA PER I PROGETTI DI SOLIDARIETA E DI PROMOZIONE SOCIALE AUTOSTRADE PER L ITALIA SPA PREMESSA L obiettivo del presente documento è la definizione di linee guida per la selezione delle richieste

Dettagli

descrizione del progetto di ricerca oggetto della prestazione: Oggetto Attività di ricerca e sviluppo nell ambito del progetto Dermonet

descrizione del progetto di ricerca oggetto della prestazione: Oggetto Attività di ricerca e sviluppo nell ambito del progetto Dermonet AVVISO N. 80/15 - Data di pubblicazione dell'avviso sul web: 12/10/2015 - Data di scadenza della Selezione: 18/10/2015 AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER L INDIVIDUAZIONE DI UN COLLABORATORE AL QUALE

Dettagli

http://www.area.trieste.it/opencms/opencms/area/it/opportunita/albo_docenti/default.aspx

http://www.area.trieste.it/opencms/opencms/area/it/opportunita/albo_docenti/default.aspx Avviso per il reclutamento di docenti/consulenti per il conferimento di incarichi di docenza all interno dei percorsi della Fondazione ITS Nuove Tecnologie della Vita A. Volta. Articolo 1 Oggetto L Ufficio

Dettagli

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO "DAI DISTRETTI PRODUTTIVI AI DISTRETTI TECNOLOGICI -2" Distretto 9.2 - Elettronica e Meccanica di Precisione MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

Dettagli

Azione 1: Partecipazione a programmi comunitari di ricerca e/o di cooperazione

Azione 1: Partecipazione a programmi comunitari di ricerca e/o di cooperazione DISCIPLINA SPECIFICA DELLE AZIONI RELATIVE AI CONTRIBUTI PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITÀ INTERNAZIONALI DELL ATENEO Il presente documento detta la disciplina specifica delle seguenti azioni istituite

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Linea 3 - possibilità alle aziende che vogliano sperimentare formule di conciliazione dei tempi La

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Linee guida per la gestione e la rendicontazione dei

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Delibera di Giunta - N.ro 2004/1016 - approvato il 31/5/2004 Oggetto: LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Prot. n. (SAM/03/27628) LA GIUNTA DELLA REGIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli