SANZIONI (tabelle di sintesi)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SANZIONI (tabelle di sintesi)"

Transcript

1 (tabelle di sintesi)

2

3 DELL OBBLIGO DI DICHIARAZIONE ANNUALE IVA ART. 5 - DLGS 471/1997 Dichiarazione omessa: con IVA dovuta senza IVA dovuta (IVA a credito o saldo a zero) Dichiarazione infedele con incidenza sull imposta Dichiarazione irregolare senza incidenza sull imposta, dichiarazione errata, inesatta o incompleta, redatta su modulo non conforme o che non consente l individuazione del contribuente o che non contiene altri elementi utili per i controlli Dichiarazione con rimborso non dovuto Da 120 a 240% dell IVA dovuta Minimo 258 euro Da 258 a 2065 euro Da 100 a 200% della maggiore IVA a debito, o del minor credito IVA Da 258 a 2065 euro Da 100 a 200% dell IVA Se presentata entro 90 giorni: 21,50 euro (1/12) più sanzione ridotta eventuale omesso versamento Se presentata entro 90 giorni dichiarazione valida per rimborso o detrazione Sanzione ridotta di 21,50 euro (1/12) Ridotta al 10% (1/10) se regolarizzata entro il termine di presentazione della dichiarazione successiva La misura della sanzione minima e massima è elevata del 10% nelle ipotesi di omessa o infedele indicazione dei dati previsti nei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore, nonché nei casi di indicazione di cause di esclusione o di inapplicabilità degli studi di settore non sussistenti. La maggiorazione non si applica se la maggiore imposta accertata o la minore imposta detraibile o rimborsabile, a seguito della corretta applicazione degli studi di settore, non è superiore al 10% di quella dichiarata. Se regolarizzata entro la dichiarazione successiva la sanzione è ridotta a 25,80 euro (1/10) Difformità tra i dati indicati nel modello VR e la dichiarazione DELL OBBLIGO DI DICHIARAZIONE PERIODICA IVA ART. 5 - DLGS 471/1997 Dichiarazione omessa Dichiarazione infedele (con incidenza sulla determinazione dell imposta) Dichiarazione irregolare (errata, inesatta o incompleta nei dati senza incidenza sul tributo) Da 258 a 2065 euro Da 258 a 2065 euro Da 258 a 2065 euro L obbligo di presentare la dichiarazione periodica è stato abolito anche se la norma sanzionatoria è rimasta 1669

4 DELL OBBLIGO DI DICHIARAZIONE ANAGRAFICA Dichiarazione di inizio, variazione e cessione attività, omessa, tardiva o inesatta ART. 5 - DLGS 471/1997 Da 516 a 2065 euro 103 euro (1/5) se corretta entro 30 gg. dalla richiesta dell Ufficio DELL OBBLIGO DI FATTURAZIONE Fatturazione omessa o infedele di operazioni imponibili Fatturazione omessa o infedele di operazioni: non imponibili esenti Fattura con dati inesatti riferiti alla identificazione delle parti Omessa autofatturazione ai sensi degli artt. 17 e 34 del D.P.R. n. 633 del 1972 Responsabilità del cessionario o committente ART. 6 - DLGS 471/1997 Dal 100 al 200% dell imposta non fatturata Dal 5 al 10% del corrispettivo Se rileva ai fini del reddito Se non rileva ai fini del reddito Da 258 a 2065 euro Da 100 al 200% dell imposta Sanzione del 100% dell imposta non fatturata 10% dell imposta (1/10 del minimo) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione con minimo 51,60 euro 0,5% del corrispettivo (1/10 del minimo) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione con minimo 51,60 euro 25,80 euro (1/10) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione 25,80 euro (1/10) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione 10% dell imposta (1/10 del minimo) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione con minimo 51,60 euro Non è dovuta l imposta ma solo la sanzione 1670

5 Responsabilità del cessionario o committente per l acquisto dei mezzi tecnici di cui all articolo 74, primo comma, lettera d), del DPR n. 633/72 per i quali gli sia stato rilasciato un documento privo dell indicazione della denominazione del soggetto passivo che ha assolto l imposta o con indicazioni manifestamente non veritiere Fattura con dati inesatti che non influenzano la determinazione dell imposta Mancata integrazione del documento attestante la vendita dei mezzi tecnici di cui all articolo 74, primo comma, lettera d), del DPR n. 633/72 con la denominazione e la partita IVA del soggetto passivo che ha assolto l imposta. Mancata indicazione della denominazione e la partita IVA di chi ha assolto l imposta da parte del soggetto che realizza o commercializza i mezzi tecnici e i supporti fisici atti a veicolare i mezzi stessi di cui all articolo 74, primo comma, lettera d), quarto periodo, del DPR n. 633/72. ART. 6 - DLGS 471/1997 Minimo 258 euro Sanzione pari al 20% del corrispettivo dell acquisto non documentato regolarmente. Sanzione pari al 20% del corrispettivo della cessione non documentato regolarmente. Sanzione amministrativa pari al 20% del valore riportato sul supporto fisico non prodotto regolarmente. Sanzione esclusa qualora provveda a regolarizzare l operazione con le seguenti modalità: a) se non ha ricevuto la fattura, entro quattro mesi dalla data di effettuazione dell operazione, presentando all ufficio competente nei suoi confronti, previo pagamento dell imposta, entro il trentesimo giorno successivo, un documento in duplice esemplare dal quale risultino le indicazioni prescritte dall articolo 21 del DPR n. 633/72; b) se ha ricevuto una fattura irregolare, presentando all ufficio indicato nella lettera a), entro il trentesimo giorno successivo a quello della sua registrazione, un documento integrativo in duplice esemplare recante le stesse indicazioni, previo versamento della maggior imposta eventualmente dovuta. Sanzione esclusa qualora provveda, entro il quindicesimo giorno successivo all acquisto dei mezzi tecnici, a presentare all ufficio competente nei suoi confronti un documento contenente i dati relativi all operazione irregolare. 25,80 euro (1/10) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione Qualora le indicazioni siano non veritiere, le sanzioni sono aumentate al 40 per cento. 1671

6 Mancato assolvimento dell imposta con il meccanismo dell inversione contabile Applicazione dell imposta in fattura nei casi in cui è previsto il meccanismo dell inversione contabile con omissione del versamento. Mancata emissione della fattura nei casi in cui è previsto il meccanismo dell inversione contabile ART. 6 - DLGS 471/1997 Sanzione amministrativa dal 100% al 200% dell imposta minimo 258 euro Sanzione amministrativa dal 100% al 200% dell imposta minimo 258 euro Sanzione amministrativa dal 100% al 200% dell imposta minimo 258 euro Qualora l imposta sia stata assolta, ancorché irregolarmente, dal cessionario o committente ovvero dal cedente o prestatore, fermo restando il diritto alla detrazione, la sanzione amministrativa è pari al 3% dell imposta irregolarmente assolta, con un minimo di 258 euro, e comunque non oltre euro per le irregolarità commesse nei primi tre anni di applicazione. Al pagamento delle sanzioni nonché al pagamento dell imposta, sono tenuti solidalmente entrambi i soggetti obbligati all applicazione del meccanismo dell inversione contabile. Il cessionario o committente ha l obbligo di regolarizzare l omissione ai sensi dell art. 6, comma 8, del D.Lgs. 471/97 applicando, comunque, il meccanismo dell inversione contabile DELL OBBLIGAZIONE DI REGISTRAZIONE Mancata, tardiva o errata registrazione: dei corrispettivi imponibili delle fatture emesse imponibili delle note di variazione in aumento con imposta inferiore Mancata, tardiva o errata registrazione di operazioni non imponibili o esenti ART. 6 - DLGS 471/1997 Dal 100 al 200% dell imposta non registrata Dal 5 al 10% del corrispettivo Se rileva ai fini del reddito (da a , di lire) Se non rileva ai fini del reddito 10% dell imposta (1/10 del minimo) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione con minimo 25,80 0,5% del corrispettivo (1/10 del minimo) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione con minimo 51,60 euro 25,80 euro (1/10) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione Detrazione indebita Sanzione del 100% imposta detratta 10% dell imposta (1/10 del minimo) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione 1672

7 DELL OBBLIGO DI EMISSIONE RICEVUTE E SCONTRINI FISCALI Mancata o inferiore emissione di: ricevuta fiscale scontrino fiscale Mancata annotazione nel registro di emergenza ART. 6 - DLGS 471/ % dell imposta corrispondente Sanzione accessoria: sospensione della licenza da 3 giorni a 1 mese se vengono accertate in 5 anni ed in giorni diversi 4 distinte violazioni. Il provvedimento di sospensione è immediatamente esecutivo. Se l importo complessivo dei corrispettivi omessi è superiore a euro la sospensione è disposta per un periodo da un mese a sei mesi. Mancata installazione misuratore fiscale Da a euro Sanzione accessoria: sospensione della licenza da 15 giorni a 2 mesi e in caso di recidiva da 2a6mesi Mancata richiesta interventi misuratore fiscale Chiunque manomette o altera i misuratori fiscali consente l utilizzazione di misuratori manomessi forma o utilizza stampati documenti o registri sostitutivi manomessi Da a euro Norma introdotta dall articolo 24 del D.L. n. 74/2000 emesso a seguito della depenalizzazione VIOLAZIONI RELATIVE ALLE ESPORTAZIONI Mancata prova delle esportazioni dirette e triangolari (art. 8, 1 comma, lett. a) Mancata esportazione nei termini da parte del cessionario non residente art. 8, 1 comma, lett. b) art. 38-quater Cessioni senza imposta in mancanza di dichiarazione d intento Acquisti e importazioni senza pagamento di imposta in mancanza dei requisiti ovvero in caso di superamento del limite Errate indicazioni di dati all esportazione per eccedenze quantitative superiori al 5% Omessa numerazione, annotazione e conservazione delle dichiarazioni di intento rese o ricevute Omessa annotazione dell andamento del plafond relativo al secondo mese precedente ART 7 - DLGS 471/1997 Dal 100 al 200% dell IVA relativa La sanzione va commisurata sull imposta che sarebbe dovuta Dal 50 al 100% dell IVA relativa La sanzione non si applica se nei 30 giorni successivi alla scadenza si regolarizza la fattura e si versa l imposta Dal 100 al 200% dell IVA Dal 100 al 200% dell IVA Dal 100 al 200% dell IVA Da 516 a euro Mancata esportazione nei termini in caso di plafond vincolato : sanzione dal 50 al 100% nessuna sanzione se si regolarizza entro 30 giorni dal termine La sanzione va commisurata sull imposta che sarebbe dovuta Le sanzioni precedenti non sono state abrogate 51,60 euro (1/10) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione 1673

8 Mancata comunicazione dei dati della dichiarazione di intento ricevuta ART 7 - DLGS 471/1997 Dal 100 al 200%, dell IVA non applicata Inoltre, il fornitore è ritenuto responsabile in solido con l esportatore abituale dell imposta evasa, se la stessa è correlata alla infedeltà della dichiarazione ricevuta DELL OBBLIGO RELATIVO ALLA CONTABILITÀ Irregolare o mancata tenuta o conservazione dei registri IVA Mancata esibizione libri, registri e scritture o sottrazione alla verifica Contribuenti minori Agricoltori: mancato rispetto degli obblighi per superamento limite fino al 50% Mancata denuncia da parte degli organi di controllo che sottoscrivono la dichiarazione, della mancata istituzione delle scritture contabili Mancata sottoscrizione della dichiarazione da parte degli stessi organi ART. 9 - DLGS 471 del 1997 Da a euro Da a euro Se l evasione IVA è superiore a ,69 euro per esercizio 516 euro Se le irregolarità sono di scarsa rilevanza e senza ostacolo all accertamento Da 258 a euro Da a euro Se la mancata sottoscrizione è senza giustificato motivo ALTRE VIOLAZIONI ART DLGS 471/1997 Mancata restituzione di questionari Inottemperanza all invito di comparizione Omessa Comunicazione Annuale Dati Iva o invio della stessa con dati incompleti o inesatti 25,80 euro (1/10) se sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione Non è possibile effettuare il ravvedimento 1674

9 VIOLAZIONI OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE ART DLGS 471 del 1997 Mancata prova cessione intracomunitaria Mancata o infedele annotazione acquisiti intracomunitari Omessa comunicazione al fornitore comunitario del proprio numero di identificazione IVA Illegittima detrazione IVA su acquisto intracomunitario Pubblici ufficiali che immatricolano mezzi di trasporto senza IVA Enti non commerciali e agricoltori esonerati: Omessa o inesatta dichiarazione mensile acquisti (mod. intra 12) Dal 100 al 200% dell IVA relativa Dal 100 al 200% dell IVA dovuta La sanzione va commisurata sull imposta che sarebbe dovuta 100% dell imposta detratta Anche se non è stata comunicata la partita IVA e l operazione è stata assoggettata in altro Stato membro Dal 120 al 240% dell imposta dovuta senza debito d imposta Minimo 258 euro Omesso o parziale versamento 30% importo non versato 2,5% o 3% in caso di ravvedimento Omessa presentazione anteriore acquisto (mod. intra 13) VIOLAZIONI MODELLI INTRASTAT ART DLGS 471 del 1997 Omessa presentazione di ciascun modello Omissione parziale, irregolarità e inesattezza di ciascun modello Da 516 a euro Ridotta a 1/10 del minimo (euro 51,60) se presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all anno in cui è stata commessa la violazione (ris. n. 20/E, ). Da 516 a euro Nessuna sanzione in caso di integrazione dei dati anche a seguito di richiesta DATI STATISTICI ART. 34 COMMA 5 - D.LGS. 41/95 Omissione irregolarità o inesattezze commesse da: persone fisiche enti e società Da 206 a euro Da 516 a euro Le sanzioni sono erogate dall ufficio ISTAT 1675

10 DELL OBBLIGO DI VERSAMENTO ART DLGS 471 del 1997 Omesso o insufficiente versamento periodico IVA Omesso o insufficiente versamento IVA Compensazione con crediti inesistenti Sanzione amministrativa unica pari al 30% dell imposta non versata o versata in meno Sanzione pari al 30% dell importo indebitamente compensato Sanzione dal 100 al 200% dell importo indebitamente compensato Sanzione pari al 200% dell importo indebitamente compensato 2,5% (1/12) se il versamento è eseguito entro 30 giorni dalla data di scadenza 3% (1/10) se il versamento è eseguito dopo 30 giorni dalla scadenza ma entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo in cui è stata commessa la violazione 10% (1/3) se il versamento è eseguito entro 30 giorni dalla richiesta dell ufficio a seguito di controllo formale (art. 2 D.Lgs. 462 del 1997) Per le violazioni commesse fino al 28 novembre 2008 Per le violazioni commesse dal 29 novembre 2008 Per le violazioni commesse dall 11 febbraio 2009 qualora l ammontare sia per ciascun anno solare superiore a cinquantamila euro. 1676

11 RAVVEDIMENTO (ART. 13 D.LGS. 472/1997 MODIFICATO DAL D.L. 185/2008) RIDUZIONI Omesso versamento periodico, o di acconto Omessa presentazione della dichiarazione Irregolarità sostanziali su operazioni imponibili (fatturazione e registrazione, certificazione superamento plafond, ecc.) Dichiarazione infedele (con incidenza sull imposta) Irregolarità formali (rilevabili d ufficio): operazioni non imponibili o esenti ogni altra violazione che non comporta rettifica o accertamento di maggiore imposta anche relativa alla dichiarazione Omessa presentazione della dichiarazione periodica 2,5% entro 30 giorni dal termine di versamento; 3% oltre 30 giorni, ma entro il termine di presentazione della dichiarazione 21,50 euro (1/12 di 258 euro) se sanata entro 90 giorni (oltre i 90 giorni la dichiarazione è omessa) 10% dell imposta (1/10 del minimo) se sanate entro il termine di presentazione della dichiarazione con minimo di 51,60 euro (1/10 di 516,00 euro) 10% dell imposta (1/10 del minimo) se la dichiarazione viene integrata entro il termine di scadenza e della dichiarazione successiva 25,80 euro (1/10 del minimo) se l irregolarità viene sanata entro il termine di presentazione della dichiarazione (attenuante) Nessuna sanzione se l irregolarità non reca pregiudizio (esimente) 21,50 euro (1/12 di 258 euro) se sanata entro 30 giorni (oltre i 30 giorni la dichiarazione è omessa) 10% se pagata entro 30 giorni dalla richiesta dell ufficio a seguito di controllo formale (Art. 2 D.Lgs. 462 del 1997) Il ravvedimento non opera sul cumulo delle irregolarità La sanzione prodromica assorbe quella successiva L omesso versamento è sempre sanzionato Se l errore non viene sanato ma è rilevato dall ufficio, la sanzione può ridursi ad 1/4 (con applicazione del cumulo giuridico) per mancata impugnazione dell atto L obbligo di presentare la dichiarazione periodica è stato abolito anche se la norma sanzionatoria è rimasta 1677

12 D.LGS N. 74/2000 VALORE DA RECLUSIONE A Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti Art2 Inferiore a ,07 euro 6 mesi 2 anni Pari o maggiore a ,07 euro 18 mesi 6 anni Dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici diversi dai precedenti di cui sopra Art3 Dichiarazione infedele (alternativa alle precedenti) Art4 Omessa dichiarazione (Oltre il 90 giorno dal termine di presentazione) Art5 Presenza congiunta di: a) imposta evasa maggiore di ,53 euro per singola imposta + b) elementi attivi sottratti maggiori del 5% dell attivo in dichiarazione o superiori a ,70 euro Presenza congiunta di: a) imposta evasa maggiore di ,38 euro per singola imposta + b) elementi attivi sottratti maggiori del 5% dell attivo in dichiarazione o superiori a ,60 euro Con imposta evasa maggiore di ,53 euro 18 mesi 6 anni 1 anno 3 anni 1 anno 3 anno Emissione fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per consentire a terzi l evasione Art.8 Occultamento o distruzione di documenti e scritture contabili (al fine di evasione propria o di terzi) Art. 10 Sottrazione fraudolenta di beni (Simulazione o altri atti) per rendere inefficace la riscossione coattiva Art. 11 Omesso versamento IVA (fino al 27 dicembre dell anno successivo) Compensazione IVA indetraibile con altri tributi Art. 10-ter e Art. 10-quater fino a ,07 euro 6 mesi 2 anni da ,07 euro (per periodo di imposta) Maggiore di ,69 euro (imposte, interessi e sanzioni amministrative) 18 mesi 6 anni 6 mesi 5 anni 6 mesi 4 anni Maggiore di euro 6 mesi 2 anni ACCESSORIE Interdizione uffici direttivi società e imprese Incapacità a contrattare con la Pubblica amministrazione Interdizione, rappresentanza e assistenza tributaria Interdizione perpetua a componente commissioni tributarie Pubblicazione e sentenza (articolo 36 Cod. Pen.) Interdizione dai pubblici uffici - Art

Sanzioni in materia di imposte dirette e di imposta sul valore aggiunto. Sanzioni in materia di imposte dirette

Sanzioni in materia di imposte dirette e di imposta sul valore aggiunto. Sanzioni in materia di imposte dirette Sanzioni 26. D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471 (G.U. 8-1-1998, n. 5, s.o.). Riforma delle sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposta sul valore aggiunto e di riscossione dei

Dettagli

LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI

LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI Gli aggiornamenti più recenti Sanzioni in materia di monitoraggio fiscale aggiornamento agosto 2014 SANZIONE AMMINISTRATIVA MONITORAGGIO FISCALE REATI TRIBUTARI SANZIONI

Dettagli

LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI

LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI Gli aggiornamenti più recenti Sanzioni in materia di monitoraggio fiscale aggiornamento gennaio 2015 SANZIONE AMMINISTRATIVA MONITORAGGIO FISCALE REATI TRIBUTARI SANZIONI

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO. 1. Gli aspetti generali e la prima interpretazione dell Amministrazione finanziaria... pag.

INDICE CAPITOLO PRIMO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO. 1. Gli aspetti generali e la prima interpretazione dell Amministrazione finanziaria... pag. INDICE CAPITOLO PRIMO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO 1. Gli aspetti generali e la prima interpretazione dell Amministrazione finanziaria... pag. 9 CAPITOLO SECONDO LE SINGOLE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI 1. Gli omessi

Dettagli

La revisione degli aspetti penali ai sensi dell articolo 8 Legge delega 23/2014

La revisione degli aspetti penali ai sensi dell articolo 8 Legge delega 23/2014 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La riforma delle sanzioni tributarie La revisione degli aspetti penali ai sensi dell articolo 8 Legge delega 23/2014 di Sanvito Corrado Milano, Corso Europa,

Dettagli

AUMENTATE LE SANZIONI RIDOTTE E IL TASSO D INTERESSE PER IL RAVVEDIMENTO

AUMENTATE LE SANZIONI RIDOTTE E IL TASSO D INTERESSE PER IL RAVVEDIMENTO Circolare informativa n. 6 del 12 Gennaio 2011 AUMENTATE LE SANZIONI RIDOTTE E IL TASSO D INTERESSE PER IL RAVVEDIMENTO L art. 1, comma 20, Finanziaria 2011, c.d. Legge di stabilità 2011, ha modificato,

Dettagli

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Padova, 23 agosto 2010 L AUTOFATTURA Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Per le prestazioni di servizi e le cessioni di beni rese da operatori non residenti nei

Dettagli

Informativa n. 38. La manovra di Ferragosto ( DL 13.8.2011 n. 138 convertito nella L. 14.9.2011 n. 148) - Novità in materia di reati tributari INDICE

Informativa n. 38. La manovra di Ferragosto ( DL 13.8.2011 n. 138 convertito nella L. 14.9.2011 n. 148) - Novità in materia di reati tributari INDICE Informativa n. 38 del 21 settembre 2011 La manovra di Ferragosto ( DL 13.8.2011 n. 138 convertito nella L. 14.9.2011 n. 148) - Novità in materia di reati tributari INDICE 1 Premessa... 2 2 Operatività

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO

LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO Periodico quindicinale FE n. 10 14 agosto 2012 LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO ABSTRACT Il cosiddetto Decreto Semplificazioni Fiscali è intervenuto sull obbligo di comunicazione delle dichiarazioni

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2011

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2011 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2011 Regime per l imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità Nel Quadro VA il rigo VA14 è stato denominato «Regime per l imprenditoria giovanile e lavoratori in

Dettagli

I principali reati tributari (normativa in vigore dal 17/9/2011)

I principali reati tributari (normativa in vigore dal 17/9/2011) I principali reati tributari (normativa in vigore dal 17/9/2011) by Redazione - Tuesday, February 03, 2015 http://www.ascheri.net/2015/02/03/principali-reati-tributari-normativa-vigore-dal-1792011/ Attenzione

Dettagli

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 TESTI LEGISLATIVI... 11 1. Legge 25 giugno 1999, n. 205 (Delega al Governo per la depenalizzazione dei reati minori e modifiche al sistema penale e tributario):

Dettagli

RAVVEDIMENTO OPEROSO: CARATTERISTICHE E PROCEDURE

RAVVEDIMENTO OPEROSO: CARATTERISTICHE E PROCEDURE Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 14/11/2012. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

Le novità fiscali introdotte dai D.L. nn.. 70, 98 e 138 del 2011

Le novità fiscali introdotte dai D.L. nn.. 70, 98 e 138 del 2011 Le novità fiscali introdotte dai D.L. nn.. 70, 98 e 138 del 2011 1 ACCERTAMENTO ESECUTIVO RISCOSSIONE PROVVISORIA 2 Accertamento esecutivo Art. 29 D.L. n. 78/2010 Gli avvisi di accertamento, i connessi

Dettagli

I REATI TRIBUTARI PUNITI PENALMENTE

I REATI TRIBUTARI PUNITI PENALMENTE I REATI TRIBUTARI PUNITI PENALMENTE INTRODUZIONE I contribuenti che effettuano comportamenti "illeciti" da un punto di vista tributario devono conoscere le conseguenze non solo amministrative, ma spesso

Dettagli

L ILLECITO TRIBUTARIO

L ILLECITO TRIBUTARIO L ILLECITO TRIBUTARIO Costituisce illecito tributario ogni inosservanza degli obblighi attinenti al rapporto giuridico d imposta. Trattasi di fatti giuridicamente rilevanti da cui l ordinamento tributario

Dettagli

pag. ABBREVIAZIONI... SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 GIURISPRUDENZA E DOTTRINA... 15 CAPITOLO PRIMO

pag. ABBREVIAZIONI... SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 GIURISPRUDENZA E DOTTRINA... 15 CAPITOLO PRIMO pag. ABBREVIAZIONI... XIX SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 GIURISPRUDENZA E DOTTRINA......................... 15 CAPITOLO PRIMO I DELITTI IN MATERIA DI DICHIARAZIONE: ELEMENTI COMUNI 1. I

Dettagli

CIRCOLARE N.18/E. OGGETTO: Misura e ravvedibilità delle sanzioni applicate in sede di controllo automatizzato delle dichiarazioni

CIRCOLARE N.18/E. OGGETTO: Misura e ravvedibilità delle sanzioni applicate in sede di controllo automatizzato delle dichiarazioni CIRCOLARE N.18/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni Roma, 10 maggio 2011 aprile 2011 OGGETTO: Misura e ravvedibilità delle sanzioni applicate

Dettagli

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 49 16.12.2013 Unico: ravvedimento entro il 30.12 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti A cura di Devis

Dettagli

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT EMISSIONE DELLA FATTURA PER I SERVIZI EXTRATERRITORIALI - MODALITA D INTEGRAZIONE DELLE FATTURE ESTERE PER I SERVIZI GENERICI RESI AD OPERATORI

Dettagli

Sanzioni per indebite compensazioni

Sanzioni per indebite compensazioni Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 68 05.03.2014 Sanzioni per indebite compensazioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione Come noto, in caso di effettuazione di

Dettagli

LE NOVITA IVA 2013. Studio Del Nevo srl

LE NOVITA IVA 2013. Studio Del Nevo srl LE NOVITA IVA 2013 Studio Del Nevo srl FONTE NORMATIVA Recepimento della Direttiva 2010/45/UE Obiettivi: Standardizzare ed uniformare i 27 Paesi della UE in ambito fiscale Ridurre i costi amministrativi

Dettagli

NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335. pagina 1 di 30

NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335. pagina 1 di 30 NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335 pagina 1 di 30 DPR 633/72 Art. 4 7 10 13 16 17 Argomento Enti pubblici e pubblica autorità (adeguamento sentenze Corte UE) D.L. 179/2012

Dettagli

D AZEGLIO SERVIZI SRL

D AZEGLIO SERVIZI SRL D AZEGLIO SERVIZI SRL Consulenza alle imprese Bologna, lì 4 dicembre 2015 AI CLIENTI LORO INDIRIZZI CIRCOLARE NR. 21/2015 Oggetto: INNALZATE LE SOGLIE PENALI DEGLI OMESSI VERSAMENTI DI IVA E RITENUTE Il

Dettagli

Varese, 3 novembre 2015 CIRCOLARE N. 5/2015

Varese, 3 novembre 2015 CIRCOLARE N. 5/2015 R E G G I O R I E A S S O C I A T I Via Cavour n. 8 200 - Varese Varese, 3 novembre 205 CIRCOLARE N. 5/205 Con la presente circolare segnaliamo le principali novità introdotte in materia di riscossione

Dettagli

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E.

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E. ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E A c u r a d i : Giovanni Scagnelli Dottore Commercialista Associazione IC T Dott.C

Dettagli

Il Decreto Semplificazioni

Il Decreto Semplificazioni Paola Costa Il Decreto legislativo n. 175/2014, in attuazione della delega in materia di semplificazioni fiscali, introduce il Modello 730 precompilato per lavoratori dipendenti e pensionati e numerose

Dettagli

REVERSE CHARGE NELLE OPERAZIONI CON L ESTERO: ASPETTI SANZIONATORI

REVERSE CHARGE NELLE OPERAZIONI CON L ESTERO: ASPETTI SANZIONATORI Circolare N. 22 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 22 marzo 2011 REVERSE CHARGE NELLE OPERAZIONI CON L ESTERO: ASPETTI SANZIONATORI Per le operazioni territorialmente rilevanti in Italia poste

Dettagli

SANZIONI TRIBUTARIE PENALI

SANZIONI TRIBUTARIE PENALI SANZIONI TRIBUTARIE PENALI Le sanzioni tributarie trovano il loro primo fondamento nella legge "manette agli evasori" D.L. 10 luglio 1982, n. 429, convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 1982, n.

Dettagli

Circolare n. 7/2013 del 06 febbraio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi

Circolare n. 7/2013 del 06 febbraio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi Circolare n. 7/2013 del 06 febbraio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi OGGETTO: Novità 2013 nei rapporti internazionali Gentile cliente, Il decreto salva-infrazioni che ha recepito la Direttiva 2010/45/

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Entro il 28 febbraio 2014 i titolari di partita Iva sono tenuti a presentare

Dettagli

Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 471

Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 471 Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 471 "Riforma delle sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposta sul valore aggiunto e di riscossione dei tributi, a norma dell'articolo

Dettagli

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA Art. 1, commi 324-335, Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (recepimento direttiva 2010/45/Ue del 13 luglio 2010) a cura di Franco Ricca 1 Nazionalità della fattura

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 1. Introduzione... 11 2. L Iva Principali fonti normative... 11 3. Campo di applicazione... 12 3.1 Presupposto oggettivo Cessioni di beni... 13 3.2

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE

IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE Suppl. al n. 45/98 Pag. 7 IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE Decreto Legislativo (DLG) n. 471 del 18 dicembre 1997, pubblicato nel Suppl. Ord. n. 4/L alla Gazzetta Ufficiale n. 5 del 08/01/1998 Testo aggiornato

Dettagli

STUDIO BELCASTRO. Dott. Claudio Belcastro. claudio.belcastro@studiobelcastro.it web www.studiobelcastro.it

STUDIO BELCASTRO. Dott. Claudio Belcastro. claudio.belcastro@studiobelcastro.it web www.studiobelcastro.it Dott. Claudio Belcastro Dott. Emanuela Candido Rag. Maria Teresa Cimarosa Dott. Franco Chiudino Rag. Sandra Macrì Rag. Caterina Piccolo Dott. Sergio Policheni Rag. Santina Sansotta Dott. Francesco Strangio

Dettagli

INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI

INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E IL MODELLO 770 IL MODELLO F24 E CODICI TRIBUTO MAGGIORMENTE

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 04 del 3 febbraio del 2012 Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2011 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere

Dettagli

La raccolta delle recenti risposte delle Finanze in materia di sanzioni tributarie

La raccolta delle recenti risposte delle Finanze in materia di sanzioni tributarie 17/06/2000 Suppl. al n. 24/2000 Pag. 59 La raccolta delle recenti risposte delle Finanze in materia di sanzioni tributarie SOMMARIO CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLE FINANZE N. 98 E DEL 17 MAGGIO 2000 60 8

Dettagli

LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE

LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE D.Lgs. n. 74/2000 Artt. da 1 a 14, D.Lgs. n. 158/2015 Con la pubblicazione sulla G.U. del Decreto attuativo della

Dettagli

Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: le principali novità in materia di IVA

Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: le principali novità in materia di IVA Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: le principali novità in materia di IVA Ufficio Studi - Sezione Analisi giuridiche Legge finanziaria per il 2008 Le principali novità riguardano: I. Aliquote

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI E VERSAMENTI UNIFICATI: COME SI APPLICA IL RAVVEDIMENTO OPEROSO

DICHIARAZIONE DEI REDDITI E VERSAMENTI UNIFICATI: COME SI APPLICA IL RAVVEDIMENTO OPEROSO DICHIARAZIONE DEI REDDITI E VERSAMENTI UNIFICATI: COME SI APPLICA IL RAVVEDIMENTO OPEROSO A cura di Sabrina Arcangeli Ufficio Controlli Fiscali e Tiziana Sabattini Area di Staff Relazioni Esterne. Riff.

Dettagli

La nuova dichiarazione d intento

La nuova dichiarazione d intento La nuova dichiarazione d intento Settore Fisco e Diritto d Impresa Questo materiale è predisposto da Assolombarda per i propri associati. Ogni altra forma di utilizzo o riproduzione non è consentita senza

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE

IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE Pag. 546 n. 5/99 30/01/1999 IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE LA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLE FINANZE SULLA RIFORMA DELLE NON PENALI IN MATERIA DI IMPOSTE DIRETTE, DI IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO E DI

Dettagli

Le misure per i controlli e per le definizioni delle controversie fiscali. Ravvedimento

Le misure per i controlli e per le definizioni delle controversie fiscali. Ravvedimento Milano, 20 febbraio 2009 Le misure per i controlli e per le definizioni delle controversie fiscali Ravvedimento Utilizzo indebito dei crediti tributari e le modalità di accesso alle agevolazioni ACCERTAMENTO

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Quale documentazione attesta la vendita on line

Quale documentazione attesta la vendita on line Conferenza organizzata dall Associazione ICT Dott.Com Quale documentazione attesta la vendita on line Direzione Regionale del Piemonte a cura di Sandra Migliaccio Ufficio Fiscalità Generale 1 22 novembre

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA IVA NEI RAPPORTI CON L ESTERO: FATTURAZIONE, RIMBORSI E MODELLI INTRASTAT. Dott. Salvatore GIORDANO

LA NUOVA DISCIPLINA IVA NEI RAPPORTI CON L ESTERO: FATTURAZIONE, RIMBORSI E MODELLI INTRASTAT. Dott. Salvatore GIORDANO LA NUOVA DISCIPLINA IVA NEI RAPPORTI CON L ESTERO: L FATTURAZIONE, RIMBORSI E MODELLI INTRASTAT Dott. Salvatore GIORDANO Diretta 1 febbraio 2010 MOMENTO DI EFFETTUAZIONE DELLA PRESTAZIONE 1) La direttiva

Dettagli

OMESSA TENUTA DEI REGISTRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI: le sanzioni.

OMESSA TENUTA DEI REGISTRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI: le sanzioni. DOMANDA: da giugno 2009 a febbraio 2010 sono stato presidente di una associazione sportiva dilettantistica, credendo che fosse differente da altre tipologie di società non istallai i registri contabili

Dettagli

Newsletter Ed. Speciale 29 settembre 2015

Newsletter Ed. Speciale 29 settembre 2015 Newsletter Ed. Speciale 29 settembre 2015 Legale - Fiscale Diritto delle società e fiscalità d'impresa Revisione del sistema sanzionatorio: avvio in due tempi Revisione del sistema sanzionatorio: avvio

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

Periodico informativo n. 111/2011 S P E C I A L E R A V V E D I M E N T O O P E R O S O

Periodico informativo n. 111/2011 S P E C I A L E R A V V E D I M E N T O O P E R O S O Periodico informativo n. 111/2011 S P E C I A L E R A V V E D I M E N T O O P E R O S O L istituto del ravvedimento operoso, disciplinato dall art.13 del D.Lgs. n.472/1997, prevede che il contribuente

Dettagli

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI L art. 21, DL n. 78/2010, al fine di contrastare l evasione fiscale e le frodi in materia di IVA, ha introdotto un nuovo adempimento, quello di comunicare telematicamente

Dettagli

Mondo fiscale. ottobre 05. www.sidasrl.it

Mondo fiscale. ottobre 05. www.sidasrl.it CONCESSIONARI IMPORTI DOVUTI ALL AMMINISTRAZIONE MONOPOLI DI STATO D.M. 7 dicembre 2004 RECUPERO DI CREDITI TRIBUTARI ASSISTENZA RECIPROCA D.M. 22 luglio 2005, n. 179 VALUTE ESTERE ACCERTAMENTO CAMBIO

Dettagli

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 36/2015 RIFORMA DEL SISTEMA SANZIONATORIO: ASPETTI PENALI

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 36/2015 RIFORMA DEL SISTEMA SANZIONATORIO: ASPETTI PENALI Dott. Paolo Simoni Dott. Grazia Marchesini Dott. Alberto Ferrari Dott. Federica Simoni Rag. Lidia Gandolfi Dott. Francesco Ferrari Dott. Enrico Ferra Dott. Agostino Mazziotti Bologna, 16/11/2015 Ai Signori

Dettagli

RIFORMA DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE TRIBUTARIE NOVITA DEL D. LGS. N. 158/2015

RIFORMA DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE TRIBUTARIE NOVITA DEL D. LGS. N. 158/2015 Milano, 30 ottobre 2015 CIRCOLARE N. 27/2015 RIFORMA DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE TRIBUTARIE NOVITA DEL D. LGS. N. 158/2015 Con il D. Lgs. 24.9.2015 n. 158, pubblicato sul S.O. n. 55 alla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI

REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI Circolare N. 27 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 8 aprile 2011 REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI Dallo scorso 1 aprile vige l obbligo di applicazione del reverse

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia In vigore dal 01 gennaio 2001 CRITERI GENERALI PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA TRIBUTARIA Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

RISOLUZIONE N. 21/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 21/E. Quesito RISOLUZIONE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 20 FEBBRAIO 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Inversione contabile ai sensi dell'articolo 17, comma secondo, del DPR n. 633 del 1972 - irrilevanza

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: NUOVE MODALITA DI VERSAMENTO DELL IVA NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. Premesse, riferimenti normativi e decorrenza

Dettagli

Comune di Badia Calavena PROVINCIA DI VERONA

Comune di Badia Calavena PROVINCIA DI VERONA Comune di Badia Calavena PROVINCIA DI VERONA Tel. 045 / 7810503 045 / 7810685 Fax. 045 / 7810266 C R I T E R I PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONI DI NORME IN MATERIA DI TRIBUTI

Dettagli

IL NUOVO MODELLO E LE NUOVE MODALITA DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE D INTENTO DA PARTE DEGLI ESPORTATORI ABITUALI

IL NUOVO MODELLO E LE NUOVE MODALITA DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE D INTENTO DA PARTE DEGLI ESPORTATORI ABITUALI IL NUOVO MODELLO E LE NUOVE MODALITA DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE D INTENTO DA PARTE DEGLI ESPORTATORI ABITUALI Chiarimenti della Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 31/E del 30 dicembre 2014 L art.

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO

CIRCOLARE DELLO STUDIO Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

Fiscalità 2015: RECENTI SENTENZE E PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI IVA. Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015. In collaborazione con

Fiscalità 2015: RECENTI SENTENZE E PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI IVA. Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015. In collaborazione con Fiscalità 2015: RECENTI SENTENZE E PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI IVA Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015 In collaborazione con Recenti sentenze e provvedimenti in materia di Iva Corte di Giustizia

Dettagli

Sanzioni penal-tributarie: riforma operativa dal 22 ottobre della Dott.ssa Roberta De Pirro

Sanzioni penal-tributarie: riforma operativa dal 22 ottobre della Dott.ssa Roberta De Pirro Sanzioni penal-tributarie: riforma operativa dal 22 ottobre della Dott.ssa Roberta De Pirro Le modifiche al sistema delle sanzioni penali tributarie hanno decorrenza immediata: infatti, la riforma della

Dettagli

Roma, 23 dicembre 2010. Prot. n.

Roma, 23 dicembre 2010. Prot. n. CIRCOLARE N. 59/E Roma, 23 dicembre 2010 Direzione Centrale Normativa Settore Imposte Indirette Ufficio Iva Prot. n. OGGETTO: Applicabilità del meccanismo dell inversione contabile o reverse charge alle

Dettagli

I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI

I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI Circolare n. 05 del 21 febbraio 2011 A tutti i Clienti Loro sedi I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI Come noto, dal 2010, sono state introdotte rilevanti novità in materia di territorialità

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA RELATIVA ALL ANNO 2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 9 D.P.R. 7 DICEMBRE 2001 N. 435; ART. 8BIS D.P.R. 22 LUGLIO 1998 N. 322; PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 71 del 13 Maggio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi I reati fiscali tenui potrebbero essere non punibili Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con

Dettagli

OPERAZIONI CON L ESTERO: TEMPI E MODALITA EMISSIONE E REGISTRAZIONE FATTURE

OPERAZIONI CON L ESTERO: TEMPI E MODALITA EMISSIONE E REGISTRAZIONE FATTURE OPERAZIONI CON L ESTERO: TEMPI E MODALITA EMISONE E REGISTRAZIONE FATTURE Bologna, 2 Ottobre 2014 D.ssa Nadia Gentina SERVIZI ESTERO: MOMENTO DI EFFETTUAZIONE (ART. 6 DPR 633/72 LEGGE 217/2011) SERVIZI

Dettagli

ACCONTO IVA SCHEMA DI SINTESI. Versamento IVA per il mese di dicembre dell'anno precedente. x 88% = Al lordo dell'acconto IVA versato lo scorso anno.

ACCONTO IVA SCHEMA DI SINTESI. Versamento IVA per il mese di dicembre dell'anno precedente. x 88% = Al lordo dell'acconto IVA versato lo scorso anno. SOMMARIO TO SCHEMA DI SINTESI GENERALITÀ SCRITTURE CONTABILI METODI POSSIBILI PRINCIPALI ESCLUSIONI ESEMPI DI SCOMPUTO DELL ACCON APPENDICE SUL METODO ALTERNA TIVO ESEMPI DI COMPILAZIONE MOD. F2 RAVVEDIMENTO

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

PARTE VII > COMUNICAZIONI, ACCERTAMENTI ESECUTIVI, SANZIONI E CARTELLE

PARTE VII > COMUNICAZIONI, ACCERTAMENTI ESECUTIVI, SANZIONI E CARTELLE PARTE VII > COMUNICAZIONI, ACCERTAMENTI ESECUTIVI, SANZIONI E CARTELLE 1. LE COMUNICAZIONI DELL AGENZIA E GLI ACCERTAMENTI ESECUTIVI Il controllo delle dichiarazioni Le comunicazioni derivanti dai controlli

Dettagli

SPESOMETRO ANNO 2013

SPESOMETRO ANNO 2013 Tipologia: FISCO Protocollo: 2005414 Data: 28.03.2014 Oggetto: spesometro anno 2013 SPESOMETRO ANNO 2013 Gentile Associato, come noto, l art. 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 ha previsto l obbligo

Dettagli

E M A N A il seguente decreto legislativo: T ITOLO I REVISIONE DEL SISTEMA SANZIONATORIO PENALE TRIBUTARIO

E M A N A il seguente decreto legislativo: T ITOLO I REVISIONE DEL SISTEMA SANZIONATORIO PENALE TRIBUTARIO b) al ne di razionalizzare le competenze, le direzioni generali che svolgono compiti analoghi sono accorpate; c) con riferimento alle strutture che operano a livello territoriale sia ministeriale sia delle

Dettagli

Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti

Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti Roma, 31/10/2015 Spett.le Cliente Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO CATANIA 15 MARZO 2011 LA LEGGE DI STABILITA 2011 E LE ULTIME NOVITA PER PROFESSIONISTI E IMPRESE Dott. Ernesto GATTO BLOCCO COMPENSAZIONI DAL 2011 NON E PIU CONSENTITO UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE I CREDITI

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011

CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011 CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011 OGGETTO: NOVITᾺ FISCALI APPLICABILI DAL PERIODO D IMPOSTA 2011 Di seguito Vi segnaliamo in sintesi le principali novità introdotte per il periodo d imposta 2011,

Dettagli

ADEMPIMENTI DI INIZIO ANNO

ADEMPIMENTI DI INIZIO ANNO Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott. Oscar Sartor Dott.ssa

Dettagli

La circolare per i clienti 06 agosto 2012

La circolare per i clienti 06 agosto 2012 La circolare per i clienti 06 agosto 2012 Anteprima I dati delle dichiarazioni dei redditi vanno on-line pag. 2 Annotazione cumulativa anche per registrare incassi e pagamenti pag. 2 Società in perdita:

Dettagli

Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88

Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88 Pb-(mod_09_I_Ed_02_Rev_01 / g:segreteria 2005\CIRCOLARI\AM SERVIZI\gest rimb iva.doc / 14/02/05) Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88 AGLI ENTI ASSOCIATI FR/ FISCO ENTI PUBBLICI ECONOMICI

Dettagli

2. LE NOVITA DELLA LEGGE NR. 228 DEL 24 DICEMBRE 2012 (LEGGE DI STABILITA )

2. LE NOVITA DELLA LEGGE NR. 228 DEL 24 DICEMBRE 2012 (LEGGE DI STABILITA ) 02 2013 09 Gennaio 1. PAGAMENTI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 2. LE NOVITA DELLA LEGGE NR. 228 DEL 24 DICEMBRE 2012 (LEGGE DI STABILITA ) 3. NOVITA DEL DECRETO CRESCITA BIS 1. PAGAMENTI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE INFORMATIVA N. 088 02 APRILE 2013 IVA IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Artt. 30 e 38-bis, DPR n. 633/72 Provvedimento Agenzia Entrate 20.3.2012 I soggetti in possesso di specifici requisiti possono

Dettagli

CASA E FISCO. Aggiunti con Emendamento Fleres

CASA E FISCO. Aggiunti con Emendamento Fleres CASA E FISCO VADEMECUM SCUDO FISCALE 2009 Lo scudo fiscale prevede la possibilità di regolarizzare le attività finanziarie o patrimoniali detenute all estero in violazione della normativa relativa al monitoraggio

Dettagli

1 aprile 2011: reverse charge anche per cellulari e microprocessori

1 aprile 2011: reverse charge anche per cellulari e microprocessori 1 Aprile 2011, ore 09:00 Escluse le cessioni effettuate nella fase di vendita al dettaglio 1 aprile 2011: reverse charge anche per cellulari e microprocessori Il meccanismo del reverse charge si applica

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

RAVVEDIMENTO OPEROSO E NUOVI REATI TRIBUTARI RAG. GUIDO BERARDO CREMA, 12 NOVEMBRE 2015

RAVVEDIMENTO OPEROSO E NUOVI REATI TRIBUTARI RAG. GUIDO BERARDO CREMA, 12 NOVEMBRE 2015 RAVVEDIMENTO OPEROSO E NUOVI REATI TRIBUTARI RAG. GUIDO BERARDO CREMA, 12 NOVEMBRE 2015 PROGRAMMA Gli strumenti deflattivi: esame delle novità introdotte dalla Legge di stabilità 2015 Come cambia l approccio

Dettagli

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Ai Gentili Clienti IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Di seguito si illustrano per sommi capi gli aspetti principali dei suddetti adempimenti. Scadenze Comunicazione Iva Presentazione 28/02/2013 Dichiarazione

Dettagli

Ricordiamo tuttavia che le prestazioni accessorie vengono attratte dall operazione principale (es. addebito spese di trasporto su cessione di beni).

Ricordiamo tuttavia che le prestazioni accessorie vengono attratte dall operazione principale (es. addebito spese di trasporto su cessione di beni). 09 febbraio 2012 INTRASTAT: Periodicità degli elenchi e termini di presentazione Con la presente comunicazione si intende fornire un quadro completo dei principali adempimenti in materia di compilazione

Dettagli

INFORMATIVA N. 1/2013. LEGGE DI STABILITA 2013 Novità in materia di fatturazione

INFORMATIVA N. 1/2013. LEGGE DI STABILITA 2013 Novità in materia di fatturazione STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 8.1.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 E mail: segreteria@studiogorini.it FAX 031.27.33.84 INFORMATIVA N. 1/2013 LEGGE

Dettagli

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B LEGA PRO LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si

Dettagli

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l.

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. RISOLUZIONE N. 54/E Roma, 16 marzo 2007 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. La Direzione Regionale ha trasmesso un istanza

Dettagli

Riforma del diritto penale tributario (DLgs. 24.9.2015 n. 158) - Novità relative ai singoli reati

Riforma del diritto penale tributario (DLgs. 24.9.2015 n. 158) - Novità relative ai singoli reati Riforma del diritto penale tributario (DLgs. 24.9.2015 n. 158) - Novità relative ai singoli reati Novità Circolare numero 37 del 28 novembre 2015 Via Leoncino, 22 37121 Verona - IT Foro Buonaparte, 67

Dettagli

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 PERIODICO INFORMATIVO N. 08/2010 Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 Come di consueto entro la fine del mese di febbraio va presentata, esclusivamente in via telematica, la Comunicazione dati IVA.

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Il Consiglio dei ministri ha approvato in data 30 ottobre 2014 il Decreto delegato

Dettagli

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 Ai Gentili Clienti Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 1 La L. 24.12.2012, n. 228 (legge di Stabilità 2013) ha introdotto novità in materia di fatturazione da applicare su tutte le operazioni

Dettagli

vicies semel, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni,

vicies semel, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni, 1 Brevi note sulla novella in tema di reati tributari recata dall art. 2, comma 36- vicies semel, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011 n.

Dettagli