BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA"

Transcript

1 I manuali di Budgetonline.it BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA 1

2 SEZIONE 1: LO SCHEMA OPERATIVO La tecnologia più utilizzata perché universalmente conosciuta e praticata è certamente rappresentata da Microsoft Excel (utilizzato anche dalla nostra Società per la realizzazione di tutti i suoi Software) con la quale sono realizzati i prospetti ed i moduli che verranno illustrati nell'ambito della presente Guida. L'Utente, se lo ritiene, può seguire altre possibili soluzioni oppure, più semplicemente, utilizzare uno dei nostri programmi presenti sulla piattaforma. 2

3 Passando alla fase pratica possono essere ipotizzate le seguenti fasi operative: 1. Analisi dei dati di bilancio 2. Scelta dei parametri economici e finanziari 3. Previsione dei costi di gestione e della struttura 4. Realizzazione del Budget economico 5. Calcolo del cash flow 6. Determinazione ed analisi degli scostamenti mensili SEZIONE 1.1: Analisi dei dati di bilancio Poiché, come abbiamo già accennato in precedenza, l'elaborazione delle previsioni basano la loro attendibilità anche sui dati storici, sarà necessario costruire uno schema nel quale inserire i dati riferiti al precedente esercizio. Quindi, si inizierà con lo Stato Patrimoniale, secondo il seguente schema: 3

4 STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO 2013 Immobilizzazioni lorde in esercizio ,90 (meno) Fondo ammortamento ,11 Immobilizzazioni nette in esercizio ,79 Immobilizzazioni in corso e anticipi per immob.ni - IMMOB.NI TECNICHE NETTE ,79 ATTIVITA' IMMAT. E ONERI PLUR. NETTI ,02 Crediti commerciali a breve termine ,39 Crediti diversi a breve termine ,78 (meno) Fondo svalutazione crediti - CREDITI NETTI A BREVE TERMINE ,19 ALTRE ATTIVITA' A BREVE TERMINE 1.032,91 Titoli e attività finanz. a breve termine netti - Cassa e Banche ,66 ATTIVITA' LIQUIDE ,66 A T T I V O N E T T O ,07 Capitale sociale ,69 CAPITALE VERSATO ,69 RISERVE ,85 UTILI/(-)PERDITE ESERCIZI PRECEDENTI - CAPITALE NETTO ,34 Fondo indennità di fine rapporto ,88 Fondi oneri e spese future ,04 FONDI ACCANTONAMENTI ,92 Anticipi da clienti e fatturazioni sospese - DEBITI COMMERCIALI A BREVE TERMNINE ,66 FONDI IMPOSTE - DEBITI DIVERSI A BREVE TERMINE ,38 4 ALTRE PASSIVITA' A BREVE TERMINE ,65 PASSIVITA' CORRENTI ,14 P A S S I V O N E T T O ,07

5 Quindi si passerà al Conto economico Conto Economico riclassificato Ricavi di esercizio ,99 (meno) Sconti, abbuoni, resi e rettifiche - RICAVI NETTI DI ESERCIZIO ,99 (meno) Acquisti netti ,00 Variaz.scorte, materie prime ,11 (meno) Spese per prestazioni di servizi ,16 (meno) Spese per il personale ,51 (meno) Accantonamento al Fondo indennità ,71 (meno)quota ammortamento ordinario ,05 (meno)accanton. svalutaz. crediti e div ,46 (più) Saldo proventi ed oneri diversi ,29 (più) Proventi finanziari ,81 (meno) Oneri finanziari netti ,73 UTILE CORRENTE ,99 (meno) Imposte nette ,19 RISULTATO NETTO RETTIFICATO ,20 5 Ovviamente i prospetti in parola saranno personalizzati dall'utente secondo le proprie esigenze

6 SEZIONE 2: Inserimento dei Parametri economici e finanziari(previsioni) Sulla base dei valori di Bilancio e delle altre informazioni, bisognerà ipotizzare l'andamento economico e finanziario dell'esercizio da elaborare. Quindi: E' necessario ipotizzare una percentuale di incremento e/o decremento del fatturato globale annuo rispetto al precedente esercizio e calcolarne il valore Quest'ultimo dovrà quindi essere suddiviso nei vari mesi dell'anno in base ad uno schema personalizzato dall'utente; il nostro software propone il seguente euro VENDITE MENSILI ANNO 2014 GEN ,08 FEB ,31 MAR ,01 APR ,58 MAG ,05 GIU ,12 LUG ,81 AGO ,18 SET ,71 OTT ,76 NOV ,58 DIC ,13 TOT ,30 6

7 Per calcolare gli incassi previsti a livello mensile ed annuale è necessario predisporre dei parametri necessari per trasformare i fatturati(conto economico) in entrate ed uscite(budget finanziario). Ad esempio, se a Gennaio si emettono fatture per euro ad un cliente che paga a giorni si rende necessario suddividere i euro( aggiungendoci anche l'iva) dividendoli in 3 valori: 1/3 a Febbraio, 1/3 a Marzo ed 1/3 ad Aprile. Poiché sarebbe impossibile eseguire questi calcoli per ogni fattura e per ogni Cliente, si rende necessario ipotizzare una formula ed un procedimento che, automaticamente, suddivide e somma i valori di competenza di ogni mese. Il nostro Software contiene i seguenti moduli INCASSO CLIENTI PAG.FORNITORI ANNO 2014 ANNO ,33 GEN 0,25 GEN 0,33 FEB 0,25 FEB 0,33 MAR 0,25 MAR APR 0,25 APR MAG GIU LUG AGO SET MAG GIU LUG AGO SET che, collegati a quello precedente, esegue tutte le operazioni necessarie; l'utente può eseguire altre impostazioni ed utilizzare prospettiche personalizzate. 7

8 SEZIONE 3: I Costi di gestione e della struttura Una volta ultimata la fase di inserimento dei dati di bilancio, quella relativa alle previsioni di sviluppo dei ricavi e quella della determinazione delle modalità di incasso dei crediti e di pagamento ai Fornitori è necessario predisporre un prospetto che comprenda tutte le voci di Ricavo e di Costo dell'esercizio precedente e di quello da elaborare. Nel nostro software è così impostato % su Ricavi 0 ANNO 1 % su Ricavi RICAVI DIVERSI 623,74 previsioni 654,93 VENDITE E CORRISPETTIVI 4.480,58 previsioni 4.704,61 ALTRI RICAVI COMMERCIALI 51,01 previsioni 51,01 PROVENTI DIVERSI E FINANZIARI 195,17 previsioni 195,17 Costo Materiali % su Fatturato Caratteristico 2,12 2,12 TOTALE ACQUISTI NETTI 82,03 previsioni 99,93 VARIAZIONE SEMILAVORATI PRODOTTI E COMMESSE. 25,56 VARIAZIONE SCORTE MATERIE PRIME, MATERIALI, MERCI. - 13,69 Costo % Prestazioni Terzi su Fatt.Caratt. 29,34 previsioni 29,34 COSTO DEL VENDUTO 1.410,45 previsioni 1.480,40 31,47 PRESTAZIONI-SERVIZI DI TERZI 1.314,73 previsioni 1.380,47 PERSONALE DIPENDENTE 27, ,38 Totali 1281, ,25 Retribuzioni Lorde e Competenze Accessorie 18,41 824,77 previsioni 866,01 18,41 Oneri Sociali 6,40 286,58 previsioni 300,91 6,40 TFR 1,57 70,41 previsioni 54,98 1,17 INAIL 0,63 28,34 previsioni 29,76 0,63 ALTRE 0,68 30,28 previsioni 30,28 0,64 8 nel i dati inseriti per l'anno zero provengono dal Bilancio di verifica mentre quelli proposti dal Software sono in parte elaborati in base alle previsioni inserite dall'utente nel foglio "Param" ed in parte calcolati e proposti automaticamente. L'Utente potrà eseguire altre elaborazioni e prospettiche

9 UTENZE DIVERSE-ALTRE FONTI ENERG. 3,47 155,38 Totali 170,92 3,63 ACQUA 0,26 11,44 previsioni 12,58 0,27 OLIO COMUSTIBILE 0,00 - previsioni - 0,00 FITTI-LEASING-RISCALD-CONDIZ-PULIZIE-CONDOM. 3,29 147,39 Totali 147,39 3,13 LEASING CAPANNONE 2,96 132,65 previsioni 132,65 2,82 TASSE-TRIBUTI-ONERI-PERDITE VARIE 3,88 173,96 Totali 173,96 3,70 Oneri diversi di gestione 3,33 149,16 previsioni 149,16 3,17 Perdite di Realizzo-Oneri vari 0,00 - previsioni - 0,00 IRAP 0,03 1,34 previsioni 1,34 0,03 Imposte e Tasse 0,52 23,46 previsioni 23,46 0,50 AMMORTAMENTI ED ACCANT.RISCHI DIV. Quote Annuali 6,37 285,44 previsioni 285,44 6,07 ORGANI SOCIETARI Costo Annuo 2,77 123,95 previsioni 123,95 2,63 INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI 4,06 181,87 Totali 181,87 3,87 Rate annuali Mutui ( quota Capitale) 0,00 previsioni 0,00 9

10 SEZIONE 4: Realizzazione del Budget economico Il prospetto riepilogativo del Budget Economico dell'esercizio rappresenta il risultato numerico di tutte le informazioni e di tutti i valori inseriti, in prima istanza, dal Bilancio dell'esercizio precedente e, successivamente, con la determinazione delle previsioni di incremento e/o decremento di tutte le voci dei Ricavi e dei Costi generali e della struttura operativa illustrati nell'apposita sezione. Nel nostro software il modulo è così strutturato BUDGET ECONOMICO DESCRIZIONI / PERIODI Anno 0 GEN DIC Anno 1 RICAVI DIVERSI 623,74 45,38 55,58 654,93 VENDITE E CORRISPETTIVI 4.506,14 325,99 399, ,61 ALTRI RICAVI COMMERCIALI 51,01 4,25 4,25 51,01 PROVENTI DIVERSI E FINANZIARI 195,17 16,26 16,26 195,17 TOTALE RICAVI 5.376,07 391,88 475, ,72 COSTO DEL VENDUTO 1.410,45 102,58 125, ,44 GESTIONE AUTOVEICOLI 4,71 0,43 0,43 5,18 TASSE-TRIBUTI-ONERI-PERDITE VARIE 173,96 14,50 14,50 173,96 ORGANI SOCIETARI 123,95 10,33 10,33 123,95 TOTALE COSTI 4.918,70 413,58 436, ,45 MARGINE LORDO 457,37-21,70 38,73 927,27 AMMORTAMENTI ED ACCANT.RISCHI DIV. 285,44 23,79 23,79 285,44 INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI 181,87 15,16 15,16 181,87 REDDITO LORDO - 9,94-60,64-0,21 459,96 10 L'Utente può ovviamente personalizzare sia la prospettica che il calcolo dei ricavi e dei costi mensili

11 SEZIONE 5: Calcolo del cash flow Questa sezione può essere definita come la sintesi di tutte le informazioni ed i valori inseriti nella fase di costruzione del Budget; nel prospetto in esame vengono calcolati ed inseriti i più diversi parametri della gestione: incassi derivanti dalle vendite mensili tenendo presenti le modalità di incasso crediti, pagamento dei fornitori in base agli acquisti ed alle modalità di pagamento mediamente concordate, spese per il Personale dipendente considerando i periodi di pagamento di eventuali mensilità aggiuntive, uscite relative alle spese generali e di gestione, rimborsi di muti e finanziamenti a medio/lungo termine, ecc. A questo punto, quindi, possiamo esprimere due diverse considerazioni: A livello preventivo, e quindi nel momento in cui stiamo costruendo il nostro Budget, l'analisi dei flussi finanziari attesi in base alle previsioni fatte nei precedenti passaggi, consente all'utente di valutare se le previsioni corrispondono alle necessità, per l'azienda, di poter raggiungere l'equilibrio fra entrate ed uscite previste nel periodo. Ove il risultato non risultasse soddisfacente o fosse addirittura negativo( uscite maggiori delle entrate) l'imprenditore avrà la necessita di elaborare diverse simulazioni ipotizzando varie strategie realisticamente attuabili al fine di migliorare la situazione( ad esempio, diminuendo del 5% il prezzo di vendita ed allungando di 30 giorni le modalità di pagamento concesse alla clientela quali maggior volumi di ricavo si possono acquisire? Ed il maggior margine commerciale derivante dall'iniziativa quali modifiche porterà alla redditività aziendale ed alla gestione finanziaria?). Queste ed altre ipotesi( così come abbiamo avuto modo di illustrare nella sezione dedicata al Budget economico) possono essere facilmente realizzate utilizzando il nostro Software oppure elaborate dall'utente con altre metodologie 11

12 BUDGET FINANZIARIO ANNO 1 ( 000) DESCRIZIONE / PERIODI GEN FEB MAR APR GIU LUG NOV DIC TOT VENDITE, RICAVI,PROVENTI 35,86 176,09 311,65 466,00 598,94 623,21 598,95 575, ,13 CLIENTI ES. PRECEDENTE(2) 347,26 347,26 347, ,78 DI CUI IVA VENDITE 86,21 88,11 100,14 111,19 121,17 86,90 80,49 104, ,26 TOTALE INCASSI 383,12 523,35 658,91 466,00 598,94 623,21 598,95 575, ,91 ALTRE ENTRATE - ALTRE USCITE - VARIAZIONI FINANZIARIE TOTALE ENTRATE 383,12 523,35 658,91 466,00 598,94 623,21 598,95 575, ,91 PAGAM.FORNITORI ANNO PRECED. 281,18 281,18 281,18 281, ,71 PERSONALE DIPENDENTE 138,94 112,66 85,87 85,87 85,87 147,73 92,43 151, ,44 GESTIONE AUTOVEICOLI 0,43 0,43 0,43 0,43 0,43 0,43 0,43 0,43 5,18 COSTO DEL VENDUTO 9,39 46,10 81,71 122,49 158,52 165,23 158,53 151, ,21 UTENZE DIVERSE-ALTRE FONTI ENERG. 14,24 14,24 14,24 14,24 14,24 14,24 14,24 14,24 170,92 TASSE-TRIBUTI-ONERI-PERDITE VARIE 14,50 14,50 14,50 14,50 14,50 14,50 14,50 14,50 173,96 INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI 57, ,89-57, ,87 RATE MUTUI(Quota Capitale) 0, , ,00 IVA A DEBITO(1) - 51,06 75,31 61,14 72,42 76,36 74,07 46,92 715,08 ORGANI SOCIETARI 10,33 10,33 10,33 10,33 10,33 10,33 10,33 10,33 123,95 TOTALE USCITE 690,72 695,18 728,24 788,75 521,00 2,00 529,21 554, ,44 SALDO FINANZIARIO PERIODO -307,61-171,83-69,33-322,76 77,94 621,21 69,74 20,80-499,53 CASSA-BANCHE PERIODO PREC -534,93-842, , , , ,71-476,46-406,73-385,92 NUOVO SALDO CASSA-BANCHE -842, , , , ,71-658,50-406,73-385,92 12 saldo CL ,85 Saso Fr 1 242,52

13 Il nostro prospetto del cash flow si compone di 4 raggruppamenti: Ricavi Variazioni finanziarie Costi Saldi di periodo del cash flow Saldi al 31/12 dei Clienti e Fornitori 1) Per quanto riguarda i Ricavi sono suddivisi in 3 voci: Vendite, Ricavi e Proventi che corrispondono agli incassi previsti in base ai fatturati mensili del Budget economico ai quali il software ha applicato le modalità di incasso medie previste per i clienti così come esposto nell'apposito modulo del foglio "Param" Clienti esercizio precedente che evidenzia quanto, mensilmente, si ritiene da incassare relativamente ai crediti vantati al 31 dicembre dell'anno prima ai quali il programma ha applicato per modalità di incasso esposte nell'apposito modulo del foglio "Param" Di cui iva vendite indica quanta imposta è compresa nella voce Ricavi; serve solo a titolo informativo in quanto il valore è già compreso nella prima riga del prospetto. 2) Variazioni finanziarie 13 Questa parte del prospetto può essere utilizzata se l'utente ritiene che, nel corso dell'anno possano verificarsi entrate diverse da quelle commerciali( esempio aumento del capitale sociale, incasso di contribuiti e sovvenzioni, ecc.) oppure uscite diverse da quelle previste nei costi( ad esempio maxi canone leasing, depositi cauzionali, ecc.). Il saldo delle variazioni finanziarie di

14 andrà ad aggiungere, automaticamente agli Incassi già evidenziati formando la voce complessiva Totale Entrate. 3) Costi Per quanto riguarda questo raggruppamento bisogna tener presente quanto segue: Pagamento Fornitori anno precedente evidenzia quanto, mensilmente, si ritiene da pagare relativamente ai debiti a breve al 31 dicembre dell'anno prima; anche in questo caso il programma ha applicato per modalità di pagamento esposte nell'apposito modulo del foglio "Param" Per quanto riguarda il Personale dipendente il Software applica di default la regola secondo la quale ogni mese si paga 1/12 del costo totale annuo; tale scelta è stata fatta considerando che non esiste una soluzione applicabile a tutte le tipologie di Aziende( industria, artigianato, commercio, servizi, ecc.) ed a tutto il Personale( dipendenti con busta paga, collaboratori, ecc.); ovviamente il Software permette all'utente di suddividere mensilmente l'esborso finanziario effettivo modificando direttamente gli importi proposti dal programma sostituendoli con quelli calcolati in Azienda. La stessa impostazione è stata applicata a tutte le voci dei costi generali e di struttura; anche in questo caso è possibile modificarle in tutto od in arte in base alle valutazioni dell'utilizzatore. Per quanto riguarda Rate Muti e Finanziamenti( quota capitale) è bene tener presente: 14 che gli importi annui provengono dai valori inseriti nella cella H64 del foglio "Param" che, quanto sopra, si riferisce esclusivamente alla sola quota capitale dei finanziamenti a medio/lungo termine così come indicato dai piani di

15 ammortamento allegati al contratto di mutuo; le quote interessi, infatti, sono infatti comprese nella voce interessi passivi e non devono essere duplicati che la suddivisione nell'anno e stata calcolata automaticamente dal software applicando quanto previsto dell'apposito modulo del foglio "Param" Per la voce iva a debito bisogna tener presente che il valore esposto non tiene conto di tutte le variabili ipotizzabili nel campo dell'imposta( iva in sospensione, crediti e compensazioni, ecc.);anche in questo caso, quindi, sarà l'utente a modificare il valore proposto con quello ritenuto più coerente con le rilevazioni contabili e fiscali dell'azienda 4. Saldi di periodo del cash flow I valori evidenziano le previsioni dei saldi cassa-banche alla fine di ogni periodo ed in progressivo da gennaio; comprendo anche i saldi alla fine dell'anno precedente. 5) Saldi al 31/12 dei Clienti e Fornitori Si tratta di utili indicatori sui saldi Clienti/ Fornitori che rileverà la contabilità aziendale alla fine dell'anno se tutte le previsioni di incasso e pagamenti annuali rispetteranno le previsioni del Budget. 15

16 SEZIONE 6: Determinazione ed analisi degli scostamenti mensili Gli inserimenti dei dati effettivi in sostituzione di quelli previsti daranno luogo agli scostamenti; tali informazioni sono di particolare importanza per l'imprenditore in quanto evidenziano eventuali tendenze, di alcuni costi, a superare le previsioni. Così come indicheranno se il volume dei ricavi rispetta quelli indicati nel Budget economico. Per ottenere tali scostamenti è necessario predisporre un modulo nel quale vengono inseriti sia i valori previsti nel Budget che quelli effettivamente riscontrati. Ovviamente, gli scostamenti obbligheranno l'azienda a modificare il Budget economico ed il Cash flow per adeguarli alla nuova realtà economica e finanziaria. Inseriamo, di seguito, la prospettica elaborata automaticamente dal nostro software cui l'utente, volendo, si potrà riferire ove volesse adottare la procedura per la determinazione degli scostamenti mensili. 16

17 2.014 EFF BDG DIFF DESCRIZIONI / PERIODI(000) GEN RICAVI DIVERSI 47,54 0,00 47,54 RICAVI CARATTERISTICI 341,51 0,00 341,51 ALTRI RICAVI COMMERCIALI 4,25 0,00 4,25 PROVENTI DIVERSI E FINANZIARI 16,26 0,00 16,26 TOTALE RICAVI 409,57 0,00 409,57 COSTO SERVIZI E VENDITE 107,46 0,00 107,46 GESTIONE AUTOPARCO 0,43 0,00 0,43 PERSONALE DIPENDENTE 111,80 0,00 111,80 UTENZE DIVERSE-ALTRE FONTI ENERG. 14,24 0,00 14,24 FITTI-LEASING-RISCALD-CONDIZ- PULIZIE-CONDOM. 12,28 0,00 12,28 CONSULENZE-PRESTAZIONI- SERVIZI TECNICI 6,71 0,00 6,71 COSTI DIRETTI PRODUZIONE SERVIZI 121,72 0,00 121,72 SPESE COMMERCIALI-MARKETING 11,40 0,00 11,40 SPESE AMMINISTRATIVE 3,05 0,00 3,05 SPESE GENERALI 9,51 0,00 9,51 TASSE-TRIBUTI-ONERI-PERDITE VARIE 14,50 0,00 14,50 ORGANI SOCIETARI 10,33 0,00 10,33 0,00 0,00 0,00 0,00 TOTALE COSTI 423,44 0,00 423,44 0,00 0,00 0,00 MARGINE LORDO -13,87 0,00-13,87 0,00 0,00 0,00 AMMORTAMENTI ED ACCANT.RISCHI DIV. 23,79 0,00 23,79 17 INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI 15,16 0,00 15,16 0,00 0,00 0,00 REDDITO LORDO -52,81 0,00-52,81

18 18

Budget e Cash flow Agenzie di Viaggi e Turismo

Budget e Cash flow Agenzie di Viaggi e Turismo Budget e Cash flow Agenzie di Viaggi e Turismo E un software dedicato alla categoria che, oltre a tutte le elaborazioni de Budget e Cash-Flow elabora una serie di prospetti che aiutano l Azienda a determinare

Dettagli

Budget economico e finanziario per Appalti, Cantieri e Commesse di lavoro

Budget economico e finanziario per Appalti, Cantieri e Commesse di lavoro Budget economico e finanziario per Appalti, Cantieri e Commesse di lavoro Il software consente alle Aziende che operano nel campo delle costruzioni, delle manutenzioni, della produzione per commesse di

Dettagli

Budget e Cash flow Ristoranti e Mense

Budget e Cash flow Ristoranti e Mense Budget e Cash flow Ristoranti e Mense E un software dedicato alla categoria che, oltre a tutte le elaborazioni de Budget e Cash-Flow elabora una serie di prospetti che aiutano l Azienda a determinare l

Dettagli

Aziende Commerciali e servizi:budget e cash flow per Reparti e Consolidato

Aziende Commerciali e servizi:budget e cash flow per Reparti e Consolidato Aziende Commerciali e servizi:budget e cash flow per Reparti e Consolidato Molto spesso nelle Aziende commerciali e/o di Servizi si ha la necessità di analizzare, sia a livello economico che finanziario,

Dettagli

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Le attività da svolgere per la realizzazione del Business Plan da parte del sono le seguenti: 1. Inserimento del resoconto dell'anno 2.

Dettagli

Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali

Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali E' un Software ideato e realizzato per poter essere facilmente utilizzato dalle Piccole e Medie Imprese che non possono contare su una struttura

Dettagli

Costo Industriale e Budget per Linee di produzione

Costo Industriale e Budget per Linee di produzione Costo Industriale e Budget per Linee di produzione E un Software decisamente innovativo che, ancora più degli altri, offre alle PMI la possibilità di avvicinarsi alla problematica della determinazione

Dettagli

Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi

Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi La procedura è quasi tutta automatizzata restando a carico dell'utente le seguenti, limitate, attività: 1. Inserimento degli ultimi 2 Bilanci

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN O.S. Organizzazione e servizi S.r.l. Dott. Dante Romanò Come realizzare un Business Plan : una guida semplice completa di un modello gratuito per il calcolo dei

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali

Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali A.A. 2013-2014 Prof. Attilio Bruni Corso di Laurea in Comunicazione d Impresa, Marketing e Nuovi Media Il modello finanziario e il bilancio previsionale

Dettagli

- Salumificio - Business plan

- Salumificio - Business plan - Salumificio - Business plan (tabelle) 1 INDICE 1. Pianificazione economico-finanziaria 2009-2012... 3 a. Conto economico... 3 Ricavi... 3 Costi... 4 b. Stato Patrimoniale... 6 c. Analisi finanziaria...

Dettagli

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario.

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario. Il processo di formulazione del budget dell impresa si conclude con il consolidamento dei singoli budget settoriali in un unico bilancio previsionale (MASTER BUDGET), che si compone dei seguenti documenti

Dettagli

Foglio di lavoro: INPUT 1

Foglio di lavoro: INPUT 1 Foglio di lavoro: INPUT 1 - Scelta dei principi contabili utilizzati per la redazione del bilancio - Indicazione del numero di anni a consuntivo disponibili - Per attivare le versioni di bilancio c.c.

Dettagli

fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali

fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali INDICE ELABORATO 1) Illustrazione delle ipotesi alla base del Business Plan 2) Analisi sintetica

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sul controllo di gestione ed è articolato in una parte obbligatoria e tre

Dettagli

Bplanning. Manuale d uso. Indice

Bplanning. Manuale d uso. Indice Bplanning Manuale d uso Indice Desk... 2 Assumption... 3 Linee Prodotto... 4 Personale... 4 Investimenti... 5 Ammortamenti... 6 Finanziamenti... 7 Imposte... 7 Conto Economico input... 8 Stato Patrimoniale

Dettagli

Srl La predisposizione del piano finanziario

Srl La predisposizione del piano finanziario Srl La predisposizione del piano finanziario 1 Srl stato patrimoniale al 31/12/24 Attività Passività Software e licenze 55., 22., Impianti generici 15., 28., Mobili ed arredi 124., 12., Macchine elettroniche

Dettagli

COMUNICATO STAMPA *********

COMUNICATO STAMPA ********* COMUNICATO STAMPA Comunicato ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile Ad integrazione del comunicato stampa diffuso il 20 gennaio 2009, a seguito del Consiglio di Amministrazione della, si rende noto

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET Il sistema di pianificazione aziendale integrato. 1. Scenari ambientali, previsionali generali, bilanci passati Riferimenti ambientali Posizionamento strategico

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO Mette in evidenza il risultato della gestione annuale e deriva dal sistema contabile il cui scopo è la registrazione di tutti i fatti gestionali che hanno effetti sulle variazioni

Dettagli

MANUALE D USO ANALISI DI BILANCIO 2007

MANUALE D USO ANALISI DI BILANCIO 2007 MANUALE D USO ANALISI DI BILANCIO 2007 AVVERTENZE: 2006 - Bsness Analisi di Bilancio 2007 è un software registrato presso la S.I.A.E. E assolutamente vietata la riproduzione anche parziale. RACCOMANDAZIONI:

Dettagli

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Bilanci preventivi e piani finanziari perché utilizzarli? Simulazione di scenari e valutazione impatto variabili di business Analisi compatibilità

Dettagli

Business Plan 5 anni Start Up nuove iniziative

Business Plan 5 anni Start Up nuove iniziative Businss Plan 5 Start Up nuov iniziativ E' una vrsion dl Businss Plan ddicata alla nascita di nuov iniziativ imprnditoriali; il programma consnt di valutar la convninza conomica ( rdditività attsa ) la

Dettagli

PIANO DI BUSINESS (ESTRATTO)

PIANO DI BUSINESS (ESTRATTO) PIANO DI BUSINESS (ESTRATTO) 1 Sommario CHI E UNIACQUE... 3 IL TERRITORIO... 4 IL SERVIZIO... 5 PREVISIONE 2011-2013... 10 ACQUISIZIONI E INVESTIMENTI 2011-2013... 11 SITUAZIONE EC/FIN: NOTE METODOLOGICHE...

Dettagli

Codice fiscale 97219890155. Bilancio 2014. Bilancio di esercizio al 31/12/2014 Pagina 1 di 15

Codice fiscale 97219890155. Bilancio 2014. Bilancio di esercizio al 31/12/2014 Pagina 1 di 15 Bilancio 2014 Bilancio di esercizio al 31/12/2014 Pagina 1 di 15 AITR ASSOCIAZIONE ITALIANA TURISMO RESPONSABILE Codice fiscale 97219890155 Partita iva 08693820964 VIA TOMMASO DA CAZZANIGA SNC - 20144

Dettagli

Il software pur essendo abbastanza complesso strutturalmente è invece facile da utilizzare.

Il software pur essendo abbastanza complesso strutturalmente è invece facile da utilizzare. Il presente software può essere utilizzato da quelle aziende che devono avviare una nuova attività, per effettuare l'analisi di fattibilità economico-finanziaria relativa ai prossimi 5 esercizi. Il software

Dettagli

ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE

ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE ALCUNE STAMPE OTTENIBILI CON IL SOFTWARE BUDGET & BUSINESS PLAN BUDGET DELLE VENDITE (Euro) PRODOTTI E 2014 2015 2016 2017 2018 2019

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili Non può mancare in una azienda, anche se di piccole dimensioni, una pianificazione finanziaria. La pianificazione finanziaria è indispensabile per tenere sotto

Dettagli

Firenze 20-21-27 aprile 2011

Firenze 20-21-27 aprile 2011 Il controllo di gestione per le IMPRESE ALBERGHIERE Terza giornata Dalla pianificazione al Controllo La gestione finanziaria Firenze 20-21-27 aprile 2011 GLI OBIETTIVI DELL INCONTRO 1. Definire il Concetto

Dettagli

CONTI PATRIMONIALI (E FINANZIARI )

CONTI PATRIMONIALI (E FINANZIARI ) IL BILANCIO D ESERCIZIO: COSA E E COME SI LEGGE (e soprattutto come si utilizza nel controllo di gestione dell impresa) STATO PATRIMONIALE = FOTOGRAFIA DEL PATRIMONIO CONTO ECONOMICO = FILM DELLA GESTIONE

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL VIA PALLODOLA 23 19038 - SARZANA (SP) CODICE FISCALE 00148620115 CAPITALE SOCIALE EURO 844.650 BILANCIO DI ESERCIZIO CHIUSO AL 31.12.2013 Nota integrativa La presente

Dettagli

I piani aziendali prevedono, per il primo semestre dell'esercizio 2007, di cedere il 75% del lotto di terreno ad uso civile.

I piani aziendali prevedono, per il primo semestre dell'esercizio 2007, di cedere il 75% del lotto di terreno ad uso civile. NOTA DI RICLASSIFICAZIONE Come si evince dai prospetti di bilancio, l'azienda è proprietaria di un appezzamento di terreno: per il 50% è adibito ad uso industriale, mentre la restante parte ha destinazione

Dettagli

Esercitazione di riepilogo. Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012. Conto Economico della Beta al 31/12/2012

Esercitazione di riepilogo. Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012. Conto Economico della Beta al 31/12/2012 Esercitazione di riepilogo Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012 Conto Economico della Beta al 31/12/2012 1. Transazioni a. Il 2 settembre 2012 viene acquistato un brevetto per un valore di 35000

Dettagli

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Michele Pisani La redazione del bilancio preventivo modulo 4 Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Le macro-fasi di redazione del preventivo operazioni

Dettagli

ESAMI DI MATURITA 2011 SVOLGIMENTO SECONDA PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE PER ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE I.G.E.A.

ESAMI DI MATURITA 2011 SVOLGIMENTO SECONDA PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE PER ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE I.G.E.A. ESAMI DI MATURITA 2011 SVOLGIMENTO SECONDA PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE PER ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE I.G.E.A. A cura di A.N.I.N.S.E.I. www.aninsei.it Soluzione a cura dei proff. Biscontin Franco e Carnio

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali

SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali SIMPOL DUE Architettura e funzionalità generali Indice Obiettivi Architettura Rendiconto economico e Budget Personale Ammortamenti Break Even Point Cruscotto aziendale χ Budget Vendite χ Costi commerciali

Dettagli

CONTABILITÀ ECONOMICA

CONTABILITÀ ECONOMICA CONTABILITÀ ECONOMICA PREVISIONE LIQUIDAZIONE RILEVAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI RICLASSIFICAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI IN BASE ALLA CAUSALE ECONOMICA: DI CAPITALE FINANZIARIO E DI REDDITO RILEVAZIONE

Dettagli

Bilancio di previsione di ciascun anno in forma sintetica, aggregata e semplificata, anche con il ricorso a rappresentazioni grafiche

Bilancio di previsione di ciascun anno in forma sintetica, aggregata e semplificata, anche con il ricorso a rappresentazioni grafiche Art. 29, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. Delibera ANAC n. 50/2013

Dettagli

Allegato 1 prospetti di bilancio PURICELLI CONTO ECONOMICO 2006

Allegato 1 prospetti di bilancio PURICELLI CONTO ECONOMICO 2006 PURICELLI S.p.A. Al termine di una lunga discussione con i suoi principali collaboratori, il dr. Rossini -amministratore unico della PURICELLI S.p.A. - aveva deciso di acquistare nuovi macchinari e di

Dettagli

CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA"

CORSO SPERIMENTALE - Progetto BROCCA ITC CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA" Anno 24 Tema di: ECONOMIA AZIENDALE La contabilità generale si fonda sul quadro dei conti e sulle note illustrative che spiegano il loro funzionamento. Il candidato

Dettagli

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro)

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro) Prospetti contabili infrannuali della Capogruppo per il semestre chiuso al 30 giugno 2007 Conto economico 1 semestre 2007 1 semestre 2006 Ricavi verso terzi 14.025 8.851 Ricavi parti correlati 2.772 3.521

Dettagli

Impostazione dell equazione

Impostazione dell equazione Impostazione dell equazione In base all equazione generale ATTIVO = PASSIVO si giunge allo stesso risultato impostando: Equazione di Equilibrio Dove: X=(A-P0-R0)/(1-i) X = Fabbisogno finanziario a breve

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI 1 LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA DECISIONI RILEVANTI: DI UN AZIENDA COMPRENDE TRE DECISIONI DI DIVIDENDO

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro La dimensione economico finanziaria del business plan Davide Moro I prospetti economico finanziari Da cosa è costituito un prospetto economicofinanziario Un preventivo economico-finanziario completo richiede

Dettagli

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Management Sergio Branciari s.branciari@univpm.it Simone Poli s.poli@univpm.it L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi San Benedetto

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ECAPITAL 2016 PERCORSO DI FORMAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PIANO ECONOMICO-FINANZIARIO DOTT. CARLO SCIDA Guida alla compilazione del Business Plan ASPETTI GENERALI L orizzonte temporale previsto

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Release : 2014_1 Settore : Start up Commercio Natura giuridica Snc/Ditte Individuali Release 2

Release : 2014_1 Settore : Start up Commercio Natura giuridica Snc/Ditte Individuali Release 2 Release : 2014_1 Settore : Start up Commercio Natura giuridica Snc/Ditte Individuali Release 2 Guida all Utilizzo del Modello Excel Premessa Il Modello permette di elaborare I Previsionali Patrimoniale,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Crema

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Crema Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Crema Circoscrizione del Tribunale di Crema BILANCIO DI PREVISIONE 2012 Assemblea generale degli Iscritti 25nov11 Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

Il software è rivolto esclusivamente a Start up per la verifica della sostenibilità del proprio business e può essere distinto in due parti:

Il software è rivolto esclusivamente a Start up per la verifica della sostenibilità del proprio business e può essere distinto in due parti: BUSINESS PLAN START UP Stesura di Business plan per start up per verificare la fattibilità e la sostenibilità finanziaria del progetto/investimento. Adatto sia per uso interno sia per l eventuale presentazione

Dettagli

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Codice fiscale 02225450309 Partita iva 02225450309 VIA CARNIA LIBERA 1944, 15-33028 TOLMEZZO UD Numero R.E.A. 244558 Registro Imprese di UDINE n. 02225450309 Capitale Sociale

Dettagli

finanziari e rendiconto finanziario

finanziari e rendiconto finanziario Le analisi di bilancio: i flussi finanziari e rendiconto finanziario Prof. Luca IANNI Docente di Controllo di Gestione Università G.d Annunzio di Chieti Pescara Revisore Legale dei Conti Le analisi per

Dettagli

LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione

LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione Impresa individuale esercente attività mercantile Piano dei conti e prospetto di raccordo LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione P Banche c.c Fondi liquidi Attivo P c.c. postali Fondi liquidi

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano Il piano economico-finanziario Ruolo e inquadramento dello strumento Il piano economico-finanziario (PEF) costituisce una parte di un più ampio strumento di formalizzazione di un idea imprenditoriale :

Dettagli

CONSORZIO TURISTICO AREA PISANA società consortile a responsabilità limitata

CONSORZIO TURISTICO AREA PISANA società consortile a responsabilità limitata società consortile a responsabilità limitata Sede Via Pietrasantina c/o Bus Terminal - 56100 PISA (PI) Codice Fiscale, partita IVA e iscrizione Registro Imprese di Pisa n. 0170429 050 9 Repertorio Economico

Dettagli

Allegato D CONCEDENTE

Allegato D CONCEDENTE Allegato D CONCEDENTE FinBard S.p.a. Loc. Grand Chemin, 34 11020 - Saint-Christophe(AO) Telefono: +39.0165.230053 - Fax: +39.0165.236214 finbard@netvallee.it www.infobard.it OGGETTO: CONCESSIONI-CONTRATTO

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Esame di Stato anno scolastico 2014/2015 Svolgimento seconda prova di Economia aziendale La

Dettagli

il rendiconto di gestione 2014, sottoposto alla Vostra visione per l approvazione, evidenzia un

il rendiconto di gestione 2014, sottoposto alla Vostra visione per l approvazione, evidenzia un ORDINE DEI FARMACISTI DELLE PROVINCE DI MILANO, LODI, MONZA E BRIANZA Milano 20129 Viale Piceno 18 NOTA INTEGRATIVA AL RENDICONTO GESTIONALE DELL ESERCIZIO 2014 Gentili Colleghe, Egregi Colleghe, il rendiconto

Dettagli

Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento

Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 5 Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento Walter Roverelli Sulla base del seguente bilancio di verifica al 31/12/n, redatto

Dettagli

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA IL TRATTAMENTO CONTINUATIVO E SISTEMATICO DEL FLUSSO INFORMATIVO CONSENTE L

Dettagli

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 BILANCIO D ESERCIZIO: LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 BILANCIO D ESERCIZIO: LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 BILANCIO D ESERCIZIO: LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO Bilancio d esercizio ART. 2423 Codice Civile Stato Patrimoniale Conto economico Nota integrativa ART.

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Analisi finanziaria: i flussi di cassa I flussi di cassa: le 4 aree gestionali Il flusso di cassa della gestione corrente I flussi

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

queste ricordiamo: la direzione del personale; la direzione della ricerca e sviluppo; la direzione generale.

queste ricordiamo: la direzione del personale; la direzione della ricerca e sviluppo; la direzione generale. IL BUDGET DELLE STRUTTURE CENTRALI Le strutture centrali riguardano le funzioni aziendali non coinvolte direttamente nel processo produttivo - distributivo. Tra queste ricordiamo: la direzione del personale;

Dettagli

MELI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI Walter Meli Franco Confalonieri Riccardo Albanesi Francesca Oltolini Davide Valla Luca Bandera ottobre 2000

MELI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI Walter Meli Franco Confalonieri Riccardo Albanesi Francesca Oltolini Davide Valla Luca Bandera ottobre 2000 Walter Meli Franco Confalonieri Riccardo Albanesi Francesca Oltolini Davide Valla Luca Bandera ottobre 2000 IL TRATTAMENTO DEL LEASING NELL'ANALISI DI BILANCIO DELLE IMPRESE LOCATARIE PUBBICATO SU AMMINISTRAZIONE

Dettagli

L ANALISI DELLA DINAMICA CONSUNTIVA 1

L ANALISI DELLA DINAMICA CONSUNTIVA 1 Newsletter Phedro giugno 2006 L ANALISI DELLA DINAMICA CONSUNTIVA 1 Prof. R. Cappelletto 2 Dott. Gabriele Toniolo 3 1. La Valutazione del Rischio Storico Nel processo di analisi del rischio l analista

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L utile di periodo evidenzia un sostanziale pareggio, al netto dell accantonamento per 87,5 /milioni a Fondo Rischi Finanziari Generali, destinato alla copertura del

Dettagli

Svolgimento Tema di Economia d azienda

Svolgimento Tema di Economia d azienda Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 10 Esame di Stato 2015 Indirizzi: Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Linguistico Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Informatico Svolgimento

Dettagli

1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo. Impresa individuale esercente attività mercantile. Download

1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo. Impresa individuale esercente attività mercantile. Download Download Impresa individuale esercente attività mercantile 1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo Nome del conto Natura 10 P Banche c.c Fondi liquidi 11 P c.c. postali Fondi liquidi 12 P

Dettagli

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Sintesi di Stato Patrimoniale Attivo 31.12.2011 31.12.2012

Dettagli

Manuale d uso di Budget 2014

Manuale d uso di Budget 2014 Tutte le informazioni sul software BUDGET 214 sul nostro sito http://www.bsness.com/budget.htm Manuale d uso di Budget 214 AVVERTENZE: 213 - Budget 214 è un software registrato presso la S.I.A.E. E assolutamente

Dettagli

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015 Comunicato Stampa Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015 RISULTATI CONSOLIDATI Ricavi a 60,5 milioni (69,3 milioni nel 2014) EBITDA 1 a 2,9 milioni (0,4 milioni nel 2014) EBIT 2

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2012/2013 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2012/2013 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2012/2013 Svolgimento Tema di Economia aziendale La traccia assegnata come seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico Economico Aziendale) è incentrato

Dettagli

Release : 2014_2 Settore : Start up Commercio Natura giuridica s.r.l.

Release : 2014_2 Settore : Start up Commercio Natura giuridica s.r.l. Release : 2014_2 Settore : Start up Commercio Natura giuridica s.r.l. Guida all Utilizzo del Modello Excel Premessa Il Modello permette di elaborare I Previsionali Patrimoniale, Economici e Finanziari

Dettagli

al budget di cassa mensile

al budget di cassa mensile un esempio molto semplice : dal bilancio previsionale al budget di cassa mensile Lo stato patrimoniale dell anno x : ATTIVO PASSIVO Cassa 5.000 Fornitori Clienti 300.000 Banche Scorte 100.000 Capitale

Dettagli

Release : 2014_1 Settore : Start up Manifatturiero Natura giuridica s.r.l.

Release : 2014_1 Settore : Start up Manifatturiero Natura giuridica s.r.l. Release : 2014_1 Settore : Start up Manifatturiero Natura giuridica s.r.l. Guida all Utilizzo del Modello Excel Premessa Il Modello permette di elaborare I Previsionali Patrimoniale, Economici e Finanziari

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO 2 CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore - MCC per la presentazione delle

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale 2006

Commento al tema di Economia aziendale 2006 Commento al tema di Economia aziendale 2006 Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici Commerciali è incentrato sulla gestione finanziaria dell impresa ed è articolato in

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca YMER - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO SPERIMENTALE Progetti MERCURIO e SIRIO

Dettagli

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO PARTE VI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore per la presentazione delle proposte di delibera al

Dettagli

AZIENDA FARMACEUTICA MUNICIPALIZZATA BUSTO GAROLFO (MI)

AZIENDA FARMACEUTICA MUNICIPALIZZATA BUSTO GAROLFO (MI) AZIENDA FARMACEUTICA MUNICIPALIZZATA BUSTO GAROLFO (MI) RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO 2015 In conformità all art. 56 dello Statuto Aziendale viene redatto il bilancio preventivo economico

Dettagli

il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata

il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata Il rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario è un prospetto riassuntivo delle variazioni intervenute nelle grandezze patrimoniali

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL Sede in VIA PALLODOLA 23 SARZANA Codice Fiscale 00148620115 - Numero Rea P.I.: 00148620115 Capitale Sociale Euro 844.650 Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PROGETTO BROCCA

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PROGETTO BROCCA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PROGETTO BROCCA Anno 2000 Tema di: ECONOMIA AZIENDALE Il candidato sta esaminando, con alcuni amici neo-diplomati, la possibilità di iniziare un attività imprenditoriale in

Dettagli

Esercitazione sul bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Esercitazione sul bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Esercitazione sul bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio LA SOCIETA ALFA FASI costituzione dell azienda; gestione dell azienda; determinazione dei risultati. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONCETTI

Dettagli

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir tire e da indici Olivia Leone Il candidato illustri brevemente quali sono i principali vincoli da

Dettagli