ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE"

Transcript

1 ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE

2 ALCUNE STAMPE OTTENIBILI CON IL SOFTWARE BUDGET & BUSINESS PLAN

3 BUDGET DELLE VENDITE (Euro) PRODOTTI E SERVIZI CONSUNTIVO PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE FATTURATO TOTALE Variazione Percentuale - 17,06% 23,30% 17,73% 9,54% 8,82% G.D.O Variaz. Percentuale - 12,01 20,00 17,40 9,40 8,45 Mix Fatturato 82,22% 78,68% 76,58% 76,36% 76,26% 76,00% RETAILERS Variaz. Percentuale - 31,00 38,00 25,00 10,00 10,00 Mix Fatturato 17,78% 19,89% 22,27% 23,64% 23,74% 24,00% CLIENTI DIRETTI Variaz. Percentuale - 0,00 0,00-100,00 0,00 0,00 Mix Fatturato 0,00% 1,43% 1,16% 0,00% 0,00% 0,00% ALTRI PRODOTTI Variaz. Percentuale - 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Mix Fatturato 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% ALTRI PRODOTTI Variaz. Percentuale - 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Mix Fatturato 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% ALTRI SERVIZI Variaz. Percentuale - 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Mix Fatturato 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% ALTRI SERVIZI Variaz. Percentuale - 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Mix Fatturato 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% TOTALE FATTURATO TOTALE MIX 100,00% 100,00% 100,00% 100,00% 100,00% 100,00%

4 BUDGET COMPLESSIVO DEL COSTO DEL LAVORO (Euro) AREA OPERATIVA PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE LAVORO INTERNO: NR DIPENDENTI AREA PRODUTTIVA NR DIPENDENTI AREA AMMINISTR. E GEN NR DIPENDENTI AREA COMMERCIALE NR DIPENDENTI R. & S.-STIPENDI TECNICI NR DIPENDENTI LAVORO ESTERNO TOT. COSTO LAVORO

5 B U D G E T D E G L I I N V E S T I M E N T I INVESTIMENTI PREVISIONALI IMPORTO AMM.TO IMPORTO AMM.TO IMPORTO AMM.TO IMPORTO AMM.TO IMPORTO AMM.TO (AL NETTO I.V.A.) INVESTIMENTO ORD. ANT. INVESTIMENTO ORD. ANT. INVESTIMENTO ORD. ANT. INVESTIMENTO ORD. ANT. INVESTIMENTO ORD. ANT. TERRENI 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 IMMOBILI OPERATIVI ,0 0, ,0 0,0 0 3,0 0,0 0 3,0 0,0 0 3,0 0,0 IMPIANTI 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 MACCHINARI 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 ATTREZZATURE ,0 0, ,0 0, ,0 0, ,0 0, ,0 0,0 ARREDI E MOBILI 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 MACCHINE ELETTRON. 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 MEZZI TRASPORTO 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 BENI NON OPERATIVI 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 0 0,0 0,0 BREV.,MARCHI,SOFTW. 0 0,0-0 0,0-0 0,0-0 0,0-0 0,0 - PUBBLICITA' 0 0,0-0 0,0-0 0,0-0 0,0-0 0,0 - STUDI E RICERCHE 0 20,0-0 20,0-0 20,0-0 20,0-0 20,0 - ALTRI COSTI PLUR. 0 0, , ,0-0 20,0-0 20,0 - PARTECIPAZIONI TOTALE

6

7

8 SEGUE COSTI D'ESERCIZIO Var.% 2017 Var.% 2018 Var.% 2019 Var.% Perdite Crediti Ordinarie Varie Trasporti Italia Trasporto Export/Noli/Dogane Spese Promozione Vendite Informazioni Commerciali Montaggi Attrezzature minute Consul. Commerc. e Tecniche Rimborsi Spese Dipendenti Cataloghi, Listini, Depliant Internet e Servizi Telematici Assicurazioni Commerciali Spese Export/Nuovi Merc. Asia Spese Export/Nuovi Merc. Amer Collaborazioni Continuative Collaborazioni Occasionali Omaggi AMMORTAMENTI ,3% ,8% ,7% ,1% Ammortamenti Mat.e Immat Recupero Econ.Amm.ti Ant Ammortamenti Anticipati ONERI FINANZIARI ,2% ,5% ,7% ,4% Interessi su Breve Interessi su Medio-Lungo Altri Oneri Finanziari IMPOSTE DIRETTE D'ESERCIZIO ,1% ,5% ,6% ,8% Imposte correnti d'esercizio COMPONENTI STRAORDINARI ,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% Minusvalenze e Svalutazioni Sopravvenienze Passive Perdite su Crediti Perdita su Cambi RETTIFICHE A RICAVI ,3% ,7% ,5% ,8% Resi da Clienti Sconti, Premi e Arrot. Passivi COSTI PRESUNTI FUTURI ,6% ,3% ,0% ,8% Acc.to Svalutazione Crediti Acc.to T.F.R Imposte Differite/Anticipate Acc.to Svalutaz. Magazzino Altri Accantonamenti >12 mesi COSTI NON OPERATIVI ,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 TOTALE COSTI ,5% ,5% ,2% ,6%

9

10

11

12

13

14 RENDICONTO FINANZIARIO MENSILE 2015 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Banche iniziali a breve (di cui sbf) (di cui fidi cassa) Flusso di cassa gestione operat Imposte Oneri finanziari Dividendi Investimenti netti Variaz. Mutui e Debiti Fin. a ML Operazioni sul Capitale Proprio Variaz. Altri Finanz. a breve Saldo finanziar. netto del mese Banche finali a breve (di cui sbf) (di cui fidi cassa) (di cui fuori fidi cassa)

15

16

17 RIMANENZE FINALI DI MATERIE PRIME E PRODOTTI IN CORSO PRODOTTI E SERVIZI G.D.O MATERIE PRIME PRODOTTI IN CORSO RETAILERS MATERIE PRIME PRODOTTI IN CORSO CLIENTI DIRETTI MATERIE PRIME PRODOTTI IN CORSO ALTRI PRODOTTI MATERIE PRIME PRODOTTI IN CORSO ALTRI PRODOTTI MATERIE PRIME PRODOTTI IN CORSO MATERIE PRIME PRODOTTI IN CORSO TOTALE RIMANENZE

18 BUDGET DEGLI ACQUISTI PRODOTTI E SERVIZI PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE PREVISIONALE G.D.O Materie Prime Prod. Finiti Industriali RETAILERS Materie Prime Prod. Finiti Industriali CLIENTI DIRETTI Materie Prime Prod. Finiti Industriali ALTRI PRODOTTI Materie Prime Prod. Finiti Industriali ALTRI PRODOTTI Materie Prime Prod. Finiti Industriali Totale Materie Prime Totale Prodotti Finiti TOTALE ACQUISTI

19 DETTAGLIO I.V.A. PREVISIONALE MENSILE 2015 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre TOTALE SALDO INIZIALE IVA A DEBITO: Vendite Rettifiche Manuali Proventi Diversi Rettifiche Manuali Cessione Beni Strumentali Rettifiche Manuali IVA A CREDITO: Acquisti Rettifiche Manuali Spese Generali- Altri Costi Rettifiche Manuali Acquisti Beni Strumentali Rettifiche Manuali SALDO MENSILE (74.110) (12.171) Plafond Residuo Acquisti Netto Plafond Rimborso/Compensazione

20 DETTAGLIO IMPOSTE CORRENTI DELL'ESERCIZIO (Euro) CALCOLO IRES UTILE LORDO CIVILISTICO VARIAZ. IN AUMENTO VARIAZ. IN DIMINUZIONE ECCED. PERD. ESERC. PREC REDDITO IMPONIBILE IMPOSTA AD ALIQ. ORDIN CREDITI IMPOSTA - DETRAZ IMPOSTE DELL'ESERCIZIO RIT. ACC. SU INT. ATT. C/C ECCED. IMP. ESERC. PREC PRIMO ACCONTO SECONDO ACCONTO SALDO - ECCEDENZA CALCOLO IRAP VALORE DELLA PRODUZ VARIAZ. IN AUMENTO VARIAZ. IN DIMINUZIONE BASE IMPONIBILE IMPOSTA LORDA CRED. IMPOSTA - DETRAZ IRAP DOVUTA ECCED. IMP. ESERC. PREC PRIMO ACCONTO SECONDO ACCONTO SALDO - ECCEDENZA

21 ALCUNE STAMPE OTTENIBILI CON IL SOFTWARE ANALISI DI BILANCIO E RATING BASILEA 3

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39 RATING CREDITIZIO Media Media Media Valutazione Segmento: PMI sempl. sempl. sempl. Giudizio Tre (Punteggio espresso da 0 a 100) storica prosp. totale nd RISCHIO FINANZIARIO Positivo RISCHIO OPERATIVO RISCHIO ANDAMENTALE RATING AZIENDALE Positivo Pd 1,3% 1,5% 5,0% 1,3% 1,5% 0,5% 0,2% 0,1% GARANZIE PERSONALI GARANZIE REALI RATING OPERAZIONE Positivo Scala tipo S. & P. BBB- BB+ B+ BBB- BB+ A- A+ AA BB A- BBB Scala tipo Moody's Baa3 Ba1 B1 Baa3 Ba1 A3 A1 Aa2 Ba2 A3 Baa2

40

41

42 ALCUNE STAMPE OTTENIBILI CON IL SOFTWARE VALUTAZIONE AZIENDALE

43

44 VALUTAZIONE CON METODO REDDITUALE PURO (Euro) TIPO DI REDDITO ADOTTATO MEDIO MEDIO MEDIO IPOTESI IPOTESI IPOTESI PER LA VALUTAZIONE STORICO PROSPETTICO COMPLESSIVO IV V VI REDDITO MEDIO ADOTTATO TASSO PER CALCOLO RENDITA: 8,50 8,50 8,50 9,00 9,50 10,00 - RENDIMENTO NORMALE 2,50 2,50 2,50 2,50 2,50 2,50 - PREMIO PER IL RISCHIO 6,00 6,00 6,00 6,50 7,00 7,50 - CORRETTIVO PER INFLAZIONE 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ANNI PER RENDITA LIMITATA TASSO ATTUAL. RENDITA LIMITATA 8,50 8,50 8,50 9,00 9,50 10,00 VALORE AZIENDA VALORE UNITARIO AZIONE-QUOTA Fattore di ponderazione 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 MINIMA MASSIMA MEDIA SEMPL. MEDIA POND. VALORE AZIENDA VALUTAZIONE AZIONE-QUOTA

45 VALUTAZIONE CON METODO PATRIMONIALE MISTO (Euro) TIPO DI REDDITO ADOTTATO MEDIO MEDIO MEDIO IPOTESI IPOTESI IPOTESI PER LA VALUTAZIONE STORICO PROSPETTICO COMPLESSIVO IV V VI REDDITO MEDIO ADOTTATO PATRIMONIO NETTO CORRENTE TASSO DI RENDIMENTO NORMALE 6,00 6,00 6,00 6,00 7,00 8,00 TASSO ATTUALIZZAZIONE RENDITA 2,50 2,50 2,50 2,50 2,50 2,50 ANNI PER CALCOLO AVVIAMENTO a) AVVIAMENTO - (BADWILL) b) PATRIMONIO NETTO CORRENTE Moltiplicatore per Avviamento 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Moltiplicatore per Patrimonio netto 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 VALORE AZIENDA (a+b) VALORE UNITARIO AZIONE-QUOTA Fattore di ponderazione 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 MINIMA MASSIMA MEDIA MEDIA POND. VALUTAZIONE AZIENDA VALUTAZIONE AZIONE-QUOTA

46 VALUTAZIONE CON METODO FINANZIARIO D.C.F. (Euro) TIPO DI FLUSSI DI CASSA UNLEVERED IPOTESI IPOTESI IPOTESI IPOTESI IPOTESI ADOTTATO PER LA VALUTAZIONE FREE CASH FLOW II III IV V VI FLUSSI DI CASSA DA ATTUALIZZARE: ( ) NR. ANNI DI FLUSSI DA ATTUALIZZARE TOT. FLUSSI DI CASSA DA ATTUALIZZ TASSO PER ATTUALIZZAZIONE FLUSSI 9,00 9,00 9,00 9,00 9,00 9,00 VALORE RESIDUO AZIENDALE: - FLUSSI o NOPAT DA ADOTTARE ANNI PER RENDITA LIMITATA TASSO PER CALCOLO RENDITA 9,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 - VALORE RESIDUO AZIENDALE NOMIN TASSO ATTUALIZZ. VALORE RESID. 9,00 9,00 9,00 9,00 9,00 9,00 SINTESI DELLA VALUTAZIONE: a) + V.A.N. FLUSSI DI CASSA b) + V.A.N. VALORE RESIDUO AZIEND = (a+b) c) - INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO ( ) (0) (0) (0) (0) (0) d) + PATRIMONIO NON OPERATIVO e) - ALTRO VALORE AZIENDA (a+b-c+d-e) VALORE UNITARIO AZIONE-QUOTA Fattore di ponderazione 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 MINIMA MASSIMA MEDIA SEMPL. MEDIA POND. VALUTAZIONE AZIENDA VALUTAZIONE AZIONE-QUOTA

47 SINTESI VALUTAZIONE AZIENDALE METODI VALORE QUOTA % PREMIO SCONTO Fattore DI VALUTAZIONE COMPLESSO CEDUTA MAGGIORANZA MINORANZA ponde= (Euro) AZIENDALE 100,00 0,00 0,00 razione PATRIMONIALE PURO ,00 REDDITUALE PURO ,00 PATRIMONIALE MISTO ,00 FINANZIARIO D.C.F ,00 METODO E.V.A ,00 METODO DEI MULTIPLI ,00 VALUTAZIONE MINIMA: Azienda Quota VALUTAZIONE MASSIMA: Azienda Quota VALUTAZIONE MEDIA SEMPLICE: Azienda Quota VALUTAZIONE MEDIA PONDER.: Azienda Quota VALUTAZIONE FINALE: Azienda Quota

ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE

ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI SOFTWARE DELLA SUITE www.topvalue.it info@topvalue.it ALCUNE STAMPE OTTENIBILI CON IL SOFTWARE BUDGET & BUSINESS PLAN BUDGET DELLE VENDITE (Euro) PRODOTTI

Dettagli

ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI MODULI DEL PROGRAMMA

ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI MODULI DEL PROGRAMMA ESEMPI DI STAMPE E GRAFICI OTTENIBILI CON I VARI MODULI DEL PROGRAMMA REALIZZATO BY www.topvalue.it info@topvalue.it 1 ALCUNE STAMPE OTTENIBILI CON IL MODULO DI BUDGET & BUSINESS PLAN 2 BUDGET DELLE VENDITE

Dettagli

Srl La predisposizione del piano finanziario

Srl La predisposizione del piano finanziario Srl La predisposizione del piano finanziario 1 Srl stato patrimoniale al 31/12/24 Attività Passività Software e licenze 55., 22., Impianti generici 15., 28., Mobili ed arredi 124., 12., Macchine elettroniche

Dettagli

PRINCIPALI NOVITA DELLA VERSIONE 2015

PRINCIPALI NOVITA DELLA VERSIONE 2015 PRINCIPALI NOVITA DELLA VERSIONE 2015 IN TUTTI I MODULI OPERATIVI Migrazione al moderno linguaggio di programmazione Visual Studio 2013. Revisione ed aggiornamento grafico dell interfaccia, delle tabelle

Dettagli

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora FAC-SIMILE Mod.PEF/Pitagora Comune di Monza Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO,

Dettagli

ESERCITAZIONE DEL 12 NOVEMBRE 2013 (CON SOLUZIONI)

ESERCITAZIONE DEL 12 NOVEMBRE 2013 (CON SOLUZIONI) ESERCITAZIONE DEL 12 NOVEMBRE 2013 (CON SOLUZIONI) Si rilevino le seguenti scritture di rettifica di fine anno sul bilancio della società ABC Srl qui allegato. 1) Rilevazione delle seguenti quote di ammortamento:

Dettagli

Stampa Bilancio Dal 01/01/2013 Al 31/12/2013 (Artt. 2424 e 2424-bis)

Stampa Bilancio Dal 01/01/2013 Al 31/12/2013 (Artt. 2424 e 2424-bis) Pag. 1 CONTO ECONOMICO A) Valore della produzione 2.337.018,68 2.304.701,40 RICAVI DA VENDITE E PRESTAZIONI 2.260.952,32 2.245.293,22 RICAVI R.S.A. - CASA DI SOGGIORNO 2.090.612,80 2.096.274,38 RICAVI

Dettagli

P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI

P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI FACSIMILE mod/pef Ambrosini Comune di Monza P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO, STATO PATRIMONIALE E FLUSSI DI CASSA PREVISIONALI

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO 2015

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO 2015 BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO 2015 A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) RICAVI a) DELLE VENDITE E DELLE PRESTAZIONI 1- Ricavi vendita contanti 880.000,00 886.155,63 578.443,03 2- Ricavi vendita assistenza S.S.N.

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO.

IL RENDICONTO FINANZIARIO. IL RENDICONTO FINANZIARIO. Lezione 3 Castellanza, 3 Ottobre 2007 2 Il Rendiconto Finanziario Il Rendiconto Finanziario costituisce per l analisi della dinamica finanziaria ciò che il conto economico rappresenta

Dettagli

I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO

I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI DEI FLUSSI MONETARI AZIENDALI RIGUARDA ESSENZIALMENTE IL TRATTAMENTO DA RISERVARE ALLE TRE TIPOLOGIE DI FLUSSI CHE COMPONGONO IL FLUSSO FINANZIARIO

Dettagli

MEDICI SENZA FRONTIERE ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE AL 31 DICEMBRE 2009 (IN EURO) 2009 2008 parziali totali parziali totali

MEDICI SENZA FRONTIERE ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE AL 31 DICEMBRE 2009 (IN EURO) 2009 2008 parziali totali parziali totali ATTIVO A) CREDITI VERSO ASSOCIATI PER VERSAMENTO QUOTE B) IMMOBILIZZAZIONI MEDICI SENZA FRONTIERE ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE AL 31 DICEMBRE 2009 (IN EURO) 2009 2008 parziali totali parziali totali I

Dettagli

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro)

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro) Prospetti contabili infrannuali della Capogruppo per il semestre chiuso al 30 giugno 2007 Conto economico 1 semestre 2007 1 semestre 2006 Ricavi verso terzi 14.025 8.851 Ricavi parti correlati 2.772 3.521

Dettagli

Modello indicativo di Piano economico-finanziario (P.E.F.)

Modello indicativo di Piano economico-finanziario (P.E.F.) Concessione del diritto di superficie a tempo determinato dell'immobile di proprietà comunale sito in Lentate sul Seveso denominato "Parco Militare" ALLEGATO B Modello indicativo di Piano economico-finanziario

Dettagli

Firenze 20-21-27 aprile 2011

Firenze 20-21-27 aprile 2011 Il controllo di gestione per le IMPRESE ALBERGHIERE Terza giornata Dalla pianificazione al Controllo La gestione finanziaria Firenze 20-21-27 aprile 2011 GLI OBIETTIVI DELL INCONTRO 1. Definire il Concetto

Dettagli

FONDAZIONE SCUOLA INTERREGIONALE DI POLIZIA LOCALE P.IVA : 02658900366

FONDAZIONE SCUOLA INTERREGIONALE DI POLIZIA LOCALE P.IVA : 02658900366 DATA : 31/12/2011 PAGINA Nr. : 1 FONDAZIONE SCUOLA INTERREGIONALE DI POLIZIA LOCALE P.IVA : 02658900366 Stampato con tecnologia di stampa FISCOLASER www.dataprintgrafik.it S T A T O P A T R I M O N I A

Dettagli

Foglio di lavoro: INPUT 1

Foglio di lavoro: INPUT 1 Foglio di lavoro: INPUT 1 - Scelta dei principi contabili utilizzati per la redazione del bilancio - Indicazione del numero di anni a consuntivo disponibili - Per attivare le versioni di bilancio c.c.

Dettagli

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo AMBROSINI

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo AMBROSINI FAC SIMILE mod/pef Ambrosini Comune di Monza Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo AMBROSINI anni 20 PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO,

Dettagli

1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Iva % Amm.% iva. - - - - - 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00

1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Iva % Amm.% iva. - - - - - 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 1) Immobilizzazioni Macchinari e attrezzature di produzione 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Iva % Amm.% iva - 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno a) 20% 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 b) 20% 33,0% 0,00 0,00

Dettagli

Bplanning. Manuale d uso. Indice

Bplanning. Manuale d uso. Indice Bplanning Manuale d uso Indice Desk... 2 Assumption... 3 Linee Prodotto... 4 Personale... 4 Investimenti... 5 Ammortamenti... 6 Finanziamenti... 7 Imposte... 7 Conto Economico input... 8 Stato Patrimoniale

Dettagli

Rendiconto O.U.A. 2013. Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che

Rendiconto O.U.A. 2013. Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che Rendiconto O.U.A. 2013 Premessa Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che finanziari. È opportuno precisare che tale risultato, dipeso anche dall

Dettagli

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA IL TRATTAMENTO CONTINUATIVO E SISTEMATICO DEL FLUSSO INFORMATIVO CONSENTE L

Dettagli

Aspetti quantitativi del Business Plan INTRODUZIONE ALLA COSTRUZIONE DI UN PIANO ECONOMICO FINANZIARIO

Aspetti quantitativi del Business Plan INTRODUZIONE ALLA COSTRUZIONE DI UN PIANO ECONOMICO FINANZIARIO Business Plan 2 aprile 2012-18:00 Facoltà di Economia Catania Aspetti quantitativi del Business Plan INTRODUZIONE ALLA COSTRUZIONE DI UN PIANO ECONOMICO FINANZIARIO Aurelio Alizzio E C O N O M I A E G

Dettagli

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro La dimensione economico finanziaria del business plan Davide Moro I prospetti economico finanziari Da cosa è costituito un prospetto economicofinanziario Un preventivo economico-finanziario completo richiede

Dettagli

La riclassificazione del bilancio di esercizio per le analisi economicofinanziarie

La riclassificazione del bilancio di esercizio per le analisi economicofinanziarie La riclassificazione del bilancio di esercizio per le analisi economicofinanziarie Corso di Economia Aziendale (esercitazioni) Dott. Sergio Paternostro Università degli Studi di Palermo Solvibilità aziendale

Dettagli

Business Plan 2010-2016 Campobasso, Novembre 2010

Business Plan 2010-2016 Campobasso, Novembre 2010 Gestione Agroalimentare Molisana S.r.l. Business Plan 2010-2016 2016 Campobasso, Novembre 2010 Indice 1. Premessa 1.1 La GAM pag. 4 1.2 La Filiera Avicola Molisana pag. 5 2. Business Plan 2.1 Ipotesi generali

Dettagli

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

A) VALORE DELLA PRODUZIONE CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni merci conto vendite - resi su vendite - ribassi e abbuoni passivi 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso

Dettagli

LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione

LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione Impresa individuale esercente attività mercantile Piano dei conti e prospetto di raccordo LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione P Banche c.c Fondi liquidi Attivo P c.c. postali Fondi liquidi

Dettagli

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa TESTO ESERCITAZIONE CODIFICATO 1. In data 2/12 si paga al fornitore Le bottiglie Srl, tramite bonifico bancario, un

Dettagli

Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi

Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi La procedura è quasi tutta automatizzata restando a carico dell'utente le seguenti, limitate, attività: 1. Inserimento degli ultimi 2 Bilanci

Dettagli

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 a cura di Ericka Costa SCRITTURE IN P.D. 1. L utile dell esercizio precedente viene distribuito come segue: 7.000 tra i soci,

Dettagli

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario.

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario. Il processo di formulazione del budget dell impresa si conclude con il consolidamento dei singoli budget settoriali in un unico bilancio previsionale (MASTER BUDGET), che si compone dei seguenti documenti

Dettagli

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Michele Pisani La redazione del bilancio preventivo modulo 4 Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Le macro-fasi di redazione del preventivo operazioni

Dettagli

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Management Sergio Branciari s.branciari@univpm.it Simone Poli s.poli@univpm.it L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi San Benedetto

Dettagli

COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA IMPIANTO PER L'UTILIZZO RISORSA IDRICA AI FINI DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA SUL TORRENTE FIBBIO IN LOCALITÀ MONTORIO IN PROSSIMITA DELLA SORGENTE FONTANON

Dettagli

1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo. Impresa individuale esercente attività mercantile. Download

1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo. Impresa individuale esercente attività mercantile. Download Download Impresa individuale esercente attività mercantile 1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo Nome del conto Natura 10 P Banche c.c Fondi liquidi 11 P c.c. postali Fondi liquidi 12 P

Dettagli

Il software è rivolto esclusivamente a Start up per la verifica della sostenibilità del proprio business e può essere distinto in due parti:

Il software è rivolto esclusivamente a Start up per la verifica della sostenibilità del proprio business e può essere distinto in due parti: BUSINESS PLAN START UP Stesura di Business plan per start up per verificare la fattibilità e la sostenibilità finanziaria del progetto/investimento. Adatto sia per uso interno sia per l eventuale presentazione

Dettagli

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali Capitolo 8 Analisi per flussi 1. Considerazioni generali Il rendiconto finanziario è un prospetto che raggruppa, in relazione a determinati scopi di formazione, le variazioni (flussi) intervenute nella

Dettagli

!"# $ "% $ &# * ' "&() * + ' &( ) " + ' &(), ""! - -. / "

!# $ % $ &# * ' &() * + ' &( )  + ' &(), ! - -. / !"# $ "% $ &# * ' "&() * + ' &( ) " + ' &(), ""! - -. / "!" #$% & ( '!"# &#!% $ "% "% # # ' "&() + ' *# *# &( ) + ' # # &() & ) ) )*+ *" ' "&() + ' *# &( ) + ' # &(), ""! - * &%,( -. *- / " ./ 0-1/1/ 1

Dettagli

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO Normativa italiana 1. Allocazione di valori nello Stato patrimoniale Si proceda all individuazione delle poste di Stato patrimoniale nelle quali trovano iscrizione

Dettagli

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Le attività da svolgere per la realizzazione del Business Plan da parte del sono le seguenti: 1. Inserimento del resoconto dell'anno 2.

Dettagli

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano Adelante Dolmen società cooperativa sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo delle

Dettagli

RADIOLOGIACLINICASRL. Bilancio dell esercizio chiuso al 31/12/2013

RADIOLOGIACLINICASRL. Bilancio dell esercizio chiuso al 31/12/2013 RADIOLOGIACLINICASRL Bilancio dell esercizio chiuso al 31/12/2013 Sede legale VIA LUIGI CADORNA N. 19 PADOVA PD Iscritta al Registro Imprese di PADOVA C.F. e numero iscrizione 01506850286 Iscritta al R.E.A

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Contabilità e bilancio di Paolo Montinari IMPORTANTE PDF Il volume è disponibile anche in versione pdf Le istruzioni per scaricare il file sono a pag. 493 N.B.: Nelle versioni elettroniche del volume tutti

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Salvatore Nucci, gennaio 2011 L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale

Dettagli

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL CON UNICO SOCIO 20900 MONZA (MI) VIA LARIO, 15 Capitale sociale:. 50.000,00 interamente versato Codice fiscale: 06660880961 Partita IVA: 06660880961 Iscritta presso

Dettagli

BUSINESS PLAN Attraverso l'analisi dei dati degli ultimi due bilanci di esercizio e l'inserimento di alcuni dati previsionali, verrà elaborato

BUSINESS PLAN Attraverso l'analisi dei dati degli ultimi due bilanci di esercizio e l'inserimento di alcuni dati previsionali, verrà elaborato BUSINESS PLAN Attraverso l'analisi dei dati degli ultimi due bilanci di esercizio e l'inserimento di alcuni dati previsionali, verrà elaborato un Business plan completo di Bilancio previsionale, Rendiconto

Dettagli

BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA

BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA I manuali di Budgetonline.it BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA 1 SEZIONE 1: LO SCHEMA OPERATIVO La tecnologia più utilizzata perché universalmente conosciuta e praticata è certamente rappresentata

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari IL RENDICONTO FINANZIARIO Prof. Luca Fornaciari 1 SOMMARIO 1. Finalità e Normativa di riferimento 2. Ruolo del Rendiconto nel Bilancio d esercizio 3. Contenuto, Struttura e Metodi d analisi 4. Logiche

Dettagli

CONTABILITÀ ECONOMICA

CONTABILITÀ ECONOMICA CONTABILITÀ ECONOMICA PREVISIONE LIQUIDAZIONE RILEVAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI RICLASSIFICAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI IN BASE ALLA CAUSALE ECONOMICA: DI CAPITALE FINANZIARIO E DI REDDITO RILEVAZIONE

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE Corso di finanziamenti di impresa a.a. 2014-2015 Dott.ssa Diletta Tancini diletta.tancini@yahoo.it Agenda Premessa Il caso dell impresa ALFA S.R.L.

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 PROPOSTO DIVIDENDO DI 0,10 EURO, + 15% RISPETTO AL 2000 UTILE NETTO: +12,7% A 21,4 MILIONI DI EURO RICAVI NETTI: +3,5%

Dettagli

LE OPERAZIONI DI CHIUSURA E RIAPERTURA DEI CONTI

LE OPERAZIONI DI CHIUSURA E RIAPERTURA DEI CONTI Capitolo 14 LE OPERAZIONI DI CHIUSURA E RIAPERTURA DEI CONTI a cura di Nicola Pecchiari Basic Financial Accounting - Cap.14 Le operazioni di chiusura e riapertura 1. Redazione del secondo bilancio di verifica,

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

Piano dei Conti (2014)

Piano dei Conti (2014) Pag. 1 1 ATTIVITA' 10 20 CREDITI PER QUOTE ASS.VE DA INCASSARE 10 CREDITI PER QUOTE ASS.VE DA INCASSARE 10 CREDITI PER QUOTE ASS.VE DA INCASSARE 10 Crediti per quote ass.ve da incassare IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

BUSINESS PLAN EASY ISTRUZIONI PER L UTILIZZO

BUSINESS PLAN EASY ISTRUZIONI PER L UTILIZZO BUSINESS PLAN EASY ISTRUZIONI PER L UTILIZZO Introduzione Raccorda automaticamente i dati economico finanziari dell ultimo bilancio disponibile dell azienda con quelli previsionali inseriti dall utente

Dettagli

Linee Guida per la redazione del Piano economico-finanziario

Linee Guida per la redazione del Piano economico-finanziario Linee Guida per la redazione del Piano economico-finanziario LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO Con la presente nota l Amministrazione Comunale fornisce alcune linee guida per

Dettagli

CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE

CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE ANTICIPI DA CLIENTI 1) ANTICIPI PER MERCI E/O MATERIE PRIME 2) ANTICIPI DA CLIENTI PER SERVIZI IN DIMINUZIONE DELLE DISPONIBILITA PASSIVO CORRENTE Nel caso

Dettagli

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Traccia di Economia aziendale di Emanuele Perucci Il candidato, dopo aver sinteticamente illustrato le varie forme di finanziamento

Dettagli

VIA BLIGNY 1/A 42124 REGGIO NELL'EMILIA RE 01586410357 01586410357 STATO PATRIMONIALE

VIA BLIGNY 1/A 42124 REGGIO NELL'EMILIA RE 01586410357 01586410357 STATO PATRIMONIALE 11620 REGGIO CHILDREN S.R.L. Data di stampa 9/06/2014 Pagina 1 di 5 Riferimenti bilancio Esercizio: 2013.0 Esercizio 2013 Bilancio di Verifica: BDV2013.0 Bilancio di verifica al 31/12/2012 Piano dei Conti:

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L utile di periodo evidenzia un sostanziale pareggio, al netto dell accantonamento per 87,5 /milioni a Fondo Rischi Finanziari Generali, destinato alla copertura del

Dettagli

CONTO SALDI DARE AVERE

CONTO SALDI DARE AVERE Simulazione n. 1 La situazione dei conti al 30/11/2014 della società Even Srl che svolge attività mercantile, presenta i seguenti saldi: CONTO SALDI DARE AVERE Attrezzature 200.000,00 Banca di Roma c/c

Dettagli

Riclassificazione del bilancio d esercizio

Riclassificazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 9 Riclassificazione del bilancio d esercizio Marcella Givone COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica,

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN O.S. Organizzazione e servizi S.r.l. Dott. Dante Romanò Come realizzare un Business Plan : una guida semplice completa di un modello gratuito per il calcolo dei

Dettagli

L'importanza del Business Plan. Maurizio Longo

L'importanza del Business Plan. Maurizio Longo L'importanza del Business Plan Elementi tecnici ed economici Maurizio Longo A cosa serve un Business Plan A richiedere un finanziamento in Banca E poi??? Il BP è uno strumento dinamico che serve per capire

Dettagli

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ANNO 2006 PRIMA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1 1) Il candidato rediga il I Bilancio di verifica al 31/12/2005 della società

Dettagli

PIANO DEI CONTI natura conto

PIANO DEI CONTI natura conto STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA' - PIANO DEI CONTI natura conto CONTO RIEPILOGATIVO CONTO DI MASTRO MASTRINO DI SOTTOCONTO 01 CASSA 02 BANCHE 03 TITOLI 0101 Cassa contanti 0102 Cassa assegni 0103 Cassa corsi

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: CESSIONE DI AZIENDA O RAMO DI AZIENDA

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: CESSIONE DI AZIENDA O RAMO DI AZIENDA PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: CESSIONE DI AZIENDA O RAMO DI AZIENDA 1 Operazione di natura straordinaria che consiste nel trasferimento del complesso dei beni

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI NUORO BILANCIO di previsione triennale per gli anni 2014/2016

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI NUORO BILANCIO di previsione triennale per gli anni 2014/2016 Allegato 22: Bilancio di Previsione Triennale Stato patrimoniale previsionale attivo 2014 2015 2016 A) Immobilizzazioni I. Immateriali 1) Costi di impianto e di ampliamento 2) Costi di ricerca, di sviluppo

Dettagli

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI 1 LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA DECISIONI RILEVANTI: DI UN AZIENDA COMPRENDE TRE DECISIONI DI DIVIDENDO

Dettagli

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO per passare all analisi del fabbisogno e della copertura finanziaria occorre terminare l analisi economica. i ricavi sono stati previsti nel dossier mercato alcuni costi sono

Dettagli

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Impianti e Macchinari 3.043 Attrezzature industriali 1.500 Automezzi 2.900 Fabbricati Industriali Mobili e Arredi 12.900 2.000 22.343

Dettagli

PREVENTIVO ECONOMICO PREVENTIVO ECONOMICO ANNO 2013

PREVENTIVO ECONOMICO PREVENTIVO ECONOMICO ANNO 2013 ORDINE DEGLI ARCHITETTI,PIANIFICATORI,PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TERAMO CORSO DE MICHETTI 35 64100 TERAMO C.F. 92000630670 PROVENTI PREVENTIVO ECONOMICO ANNO 2013 Descrizione Previsioni

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale 2006

Commento al tema di Economia aziendale 2006 Commento al tema di Economia aziendale 2006 Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici Commerciali è incentrato sulla gestione finanziaria dell impresa ed è articolato in

Dettagli

Stato Patrimoniale esercizio 2005 2004 2005

Stato Patrimoniale esercizio 2005 2004 2005 Attivo parziali totali Parziali totali 1 Immobilizzazioni materiali e immateriali: 154.808,95 a) Beni immobili Beni immobili strumentali: b) Beni mobili d'arte 100.197,00 145.524,00 c) Beni mobili strumentali

Dettagli

Esercizi di ingresso. 1) Scritture in Partita Doppia

Esercizi di ingresso. 1) Scritture in Partita Doppia Esercizi di ingresso 1) Scritture in Partita Doppia 03/04 ACQUISTI DI MERCI 13.885,20 03/04 IVA A CREDITO 2.777,04 03/04 DEBITI V/FORNITORI 504,00 03/04 INTERESSI PASSIVI V/FORNITORI 84,66 03/04 DEBITI

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano Il piano economico-finanziario Ruolo e inquadramento dello strumento Il piano economico-finanziario (PEF) costituisce una parte di un più ampio strumento di formalizzazione di un idea imprenditoriale :

Dettagli

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO L Alba Spa è società svolgente attività industriale e al 31/12/n prima di procedere alle scritture di assestamento di bilancio presenta le seguenti situazioni contabili:

Dettagli

Usando la cassa come misura della liquidità, l azienda è più o meno liquida alla fine dell esercizio di quanto fosse al 1 gennaio?

Usando la cassa come misura della liquidità, l azienda è più o meno liquida alla fine dell esercizio di quanto fosse al 1 gennaio? Copyright 2008 The Companies srl Capitolo 5 Il conto economico e la misurazione dei costi Problemi Problema 5-1 Ace SpA opera in un economia con alti livelli inflazionistici. Il 1 gennaio l indice dei

Dettagli

Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali

Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali E' un Software ideato e realizzato per poter essere facilmente utilizzato dalle Piccole e Medie Imprese che non possono contare su una struttura

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

- Salumificio - Business plan

- Salumificio - Business plan - Salumificio - Business plan (tabelle) 1 INDICE 1. Pianificazione economico-finanziaria 2009-2012... 3 a. Conto economico... 3 Ricavi... 3 Costi... 4 b. Stato Patrimoniale... 6 c. Analisi finanziaria...

Dettagli

La riclassificazione dei prospetti di bilancio: il caso Cinque S.p.A.

La riclassificazione dei prospetti di bilancio: il caso Cinque S.p.A. La riclassificazione dei prospetti di bilancio: il caso Cinque S.p.A. Parte I La riclassificazione dello Stato Patrimoniale Si proceda a collocare le voci sotto elencate riprese dal bilancio di esercizio

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Dott. Nicola LUCIDO Commercialista in Pescara Ricercatore area aziendale Fondazione Nazionale dei Commercialisti Arezzo 5 ottobre 2015 LA NOSTRA AGENDA 1.La definizione di rendiconto

Dettagli

CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA"

CORSO SPERIMENTALE - Progetto BROCCA ITC CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA" Anno 24 Tema di: ECONOMIA AZIENDALE La contabilità generale si fonda sul quadro dei conti e sulle note illustrative che spiegano il loro funzionamento. Il candidato

Dettagli

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Sintesi di Stato Patrimoniale Attivo 31.12.2011 31.12.2012

Dettagli

Concetto di flusso. Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X

Concetto di flusso. Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X Concetto di flusso Valore dell elemento patrimoniale al 1/1/X Valore dell elemento patrimoniale al 31/12/X Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X Il prospetto di sintesi di rappresentazione dei flussi

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari 1 ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari ESERCIZIO (1) Variazioni del reddito, patrimonio, CCN e cassa Si ipotizzi di analizzare il bilancio della azienda BETA chiuso

Dettagli

Prima prova scritta prima sessione 2012

Prima prova scritta prima sessione 2012 Prima prova scritta prima sessione 2012 Tema n. 1 estratto Il candidato illustri, anche con eventuali esempi, il significato di capitale di funzionamento, capitale di liquidazione, capitale economico e

Dettagli

Bilancio al 31/12/2013

Bilancio al 31/12/2013 ! " #$ $% #&''% ( FONDAZIONE MONDO DIGITALE Sede in: VIA UMBRIA, 7-00187 - ROMA (RM) Codice fiscale: 06499101001 Partita IVA: 06499101001 Fondo Patrimoniale: Euro 2.181.603,07 Fondo Patr. versatop: Euro

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo

Dettagli

Esempi scritture contabili Costituzione Spa

Esempi scritture contabili Costituzione Spa Esempi scritture contabili Costituzione Spa 1 Esempi scritture contabili Vincolo 25% 2 Esempi scritture contabili Versamento restante parte del capitale sociale 3 Esempi scritture contabili Registrazione

Dettagli

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE SITUAZIONE ECONOMICA FINALE materie prime c/acquisti 2.., prodotti c/vendite 2.5., costi di trasporto 5., lavori su ordinazione 3., fitti passivi 2., materie prime c/rimanenze finali 25., salari e stipendi

Dettagli

BILANCIO ECONOMICO RILEVAZIONI NEL SISTEMA CONTABILE

BILANCIO ECONOMICO RILEVAZIONI NEL SISTEMA CONTABILE BILANCIO ECONOMICO RILEVAZIONI NEL SISTEMA CONTABILE Lezione n 9-10 Maggio 2013 Alberto Balducci IL SISTEMA CONTABILE DELL AZIENDA A.S.L. 2 OBIETTIVI DELL IMPIANTO CONTABILE DELL AZIENDA ASL 1) RILEVARE

Dettagli

Elaborazione del bilancio d esercizio

Elaborazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 7 Elaborazione del bilancio d esercizio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica

Dettagli