Il nuovo volto del Quirinale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il nuovo volto del Quirinale"

Transcript

1 Statua femminile panneggiata rinvenuta nel corso degli scavi del 2004 nei giardini del Quirinale, marmo bianco, II secolo d.c. Introduzione di Louis Godart L attenzione di Carlo Azeglio Ciampi al mondo della cultura è stata una delle costanti del suo settennato. Del resto, da fedele interprete della Costituzione repubblicana, ama citare l art. 9 La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione, per aggiungere che un tale articolo non è presente in altre Costituzioni. Questa attenzione si è rivolta in modo particolare al patrimonio della dotazione presidenziale; grazie al costante incoraggiamento del Presidente, chi ha avuto l onore di dirigere l Ufficio per la Conservazione del Patrimonio Artistico della Presidenza della Repubblica ha potuto intraprendere e portare a termine tutte le indagini che potevano arricchire la conoscenza del Palazzo del Quirinale e della tenuta di Castel Porziano. Il vasto complesso architettonico del Palazzo del Quirinale ha quasi mezzo millennio di vita: è quindi inevitabile che, in seguito a lavori di manutenzione, emergano spesso strutture antiche o tornino alla luce capolavori del passato di cui si erano perse le tracce. È ovviamente nel palazzo stesso che sono state effettuate le indagini e realizzati i restauri più complessi e importanti. Gli scavi nei giardini Nel , gli scavi intrapresi per procedere alla posa d impianti tecnologici nei giardini hanno restituito varie strutture abitative, la cui datazione oscilla tra la fine del I secolo a.c. e la piena età imperiale (III secolo d.c.). Nell estate del 2004 un secondo scavo è stato condotto nel settore dei giardini che si trova tra il palazzo stesso e la cosiddetta Porta giardini. Lo scavo ha restituito un vasto complesso di abitazioni risalenti a un periodo compreso tra il I secolo a.c. e l VIII secolo d.c. A questo complesso è associato uno stabilimento termale di notevoli proporzioni, che non si è potuto indagare. Negli strati inferiori sono state scoperte tre tombe a incinerazione, databili tra la metà del III e l inizio del II secolo a.c. Il ritrovamento di una statua femminile seduta, coperta da un mantello e la testa cinta da un diadema, è stato certamente l evento che ha marcato questa ricerca nei giardini. Uno studio preliminare di questo pregevole reperto ha permesso di ipotizzare che si tratti di una statua di Giunone che, forse, faceva parte di un gruppo scultoreo raffigurante la triade capitolina, la quale vedeva associati Giove, alla sua destra Minerva e alla sua sinistra Giunone. L acqua e la luce I papi scelsero il Colle come luogo di residenza per l amenità dei giardini e delle vigne che ne coprivano buona parte della superficie. Grandi lavori di ingegneria idraulica portarono l acqua nei giardini a partire dal 1592 sotto il pontificato di Clemente VIII Aldobrandini. Grandiose fontane furono costruite di cui l unica superstite è la Fontana dell Organo. Nell Ottocento, l aspetto del giardino subì radicali mutamenti: le siepi di bosso e di alloro, che fino ad allora avevano rigidamente scandito le sue geometrie, furono in parte eliminate e sostituite da vaste porzioni di prato con piante sparse. L intento era quello di conferire all insieme un impressione di maggiore spontaneità e libertà, secondo un indirizzo botanico che ebbe nell appassionato e competente Gregorio XVI Cappellari ( ) un grande sostenitore e un efficace interprete. Dopo aver portato a termine, nel 2002, la complessa operazione d illuminazione della facciata restaurata del palazzo, è stato affrontato, nel 2003, il problema dell illuminazione dei giardini. Così la domenica 1 giugno 2003, in occasione del ricevimento per la Festa della Repubblica, gli ospiti del Capo dello Stato hanno potuto, per la prima volta, ammirare la nuova illuminazione, a conclusione di un ciclo di lavori che consentono ai cittadini d Italia e del mondo di ammirare nella loro pienezza gli splendori del complesso del Quirinale. Oramai, ogni volta che le esigenze protocollari della vita del palazzo lo richiedono, al calare della notte, la luce che si riflette nei rami degli alberi sottolinea la geometria delle siepi e proietta gli alti fusti verso il cielo, dando una vita nuova all antico giardino che tanto aveva affascinato i pontefici di una Roma illuminata dagli ultimi fuochi del Rinascimento. La Fontana dell Organo Il restauro della Fontana dell Organo, unico monumento della fine del Cinquecento rimasto

2 nei giardini, consente ora l organizzazione di concerti. Il restauro della facciata del Palazzo e della Manica Lunga Il complesso del Quirinale è il risultato di una plurisecolare vicenda di costruzioni, aggiunte, modificazioni che hanno attraversato epoche, gusti ed esigenze di funzionalità variate. Nel 1995, in occasione dell inizio dei lavori di restauro del fronte verso il giardino dell ala di Paolo V, l allora responsabile del Servizio per la Conservazione del Patrimonio Artistico, Angiola Maria Romanini, volle impostare le scelte di restauro del colore degli intonaci secondo un criterio storicofilologico. Grazie a una proficua collaborazione con l Istituto Centrale per il Restauro nella persona dell allora direttore Michele Cordaro furono effettuati sondaggi che rivelarono in tratti più o meno estesi il paramento originale di gran parte delle diverse ali che tra il Cinquecento e il Seicento diedero vita al palazzo odierno. Le indagini stratigrafiche condotte dall I.C.R. nel Cortile d Onore confermarono definitivamente come il progetto architettonico originario mirasse alla simulazione di un palazzo scolpito nella pietra, progetto anche ripreso, con tecniche di cantieri differenti, per le altre tre ali del cortile. L eccezionalità del ritrovamento degli intonaci originari indusse la Romanini a impostare non un mero lavoro di tinteggiatura, ma il recupero della configurazione precedente dell architettura, riportando in vista le superfici antiche della facciata del Mascarino e del cornicione dipinto delle tre ali laterali. Il risultato è sotto i nostri occhi: il colore travertino ha restituito alla facciata la sua antica e sobria bellezza. Al termine dei restauri della facciata disegnata da Domenico Fontana alla fine del Cinquecento e dell ala del palazzo edificata da Maderno nel 1613 sulla via del Quirinale, occorreva affrontare il restauro e il ripristino del colore degli edifici della Manica Lunga, realizzati da Urbano VIII e destinati all alloggio delle guardie svizzere intorno al 1638, e completati da Ferdinando Fuga nella prima metà del Settecento. Lo stesso Fuga progettò l ultimo degli edifici della Manica Lunga, la Palazzina destinata al Segretario delle Cifre, che in seguito verrà utilizzata come alloggio prima dai regnanti e poi dai Presidenti della Repubblica. Per gli edifici della Manica Lunga e della palazzina del Fuga abbiamo scelto il colore travertino, in base alle indicazioni e agli insegnamenti emersi in occasione dei lavori della facciata del palazzo. Che questa scelta fosse proprio quella che rispecchiava l intento di Mascarino e dei tre grandi architetti che dopo di lui hanno edificato il palazzo, appare oggi evidente grazie allo spettacolare ritrovamento, nel novembre 2005, nella Sala dei Parati Piemontesi, di un affresco rappresentante il Quirinale e recante la data Sul dipinto appaiono, ambedue di colore bianco travertino, sia la palazzina gregoriana disegnata da Mascarino, sia l ala orientale del palazzo voluta da Paolo V Borghese e realizzata da Flaminio Ponzio. I lavori di restauro dell insieme dei fabbricati sono terminati nel Lo scalone d onore Durante alcuni lavori di restauro dello Scalone d Onore, realizzato da Flaminio Ponzio, sono emerse, in un ambiente situato al termine della rampa settentrionale, parti della decorazione della volta. Su una lunetta è rappresentato, su un fondo giallo oro, un puttino tra due volatili, un airone e un cigno, immersi in un paesaggio esotico, evocato dalle ampie foglie di una pianta tropicale, forse una palma o un banano. La ricerca condotta presso l Archivio storico del Quirinale ha permesso di datare il dipinto al 1879 e di attribuirne la paternità al Brugnoli, un artista che ha trattato lo stesso tema iconografico in un bozzetto conservato nella sede della Galleria Comunale d Arte Moderna di Roma. La Galleria di Alessandro VII I tre saloni (Sala Gialla, Sala di Augusto, Sala degli Ambasciatori) dell ala del palazzo prospiciente la piazza del Quirinale costituivano una grandiosa galleria, edificata intorno al 1588, nel corso dei lavori promossi da papa Sisto V Peretti. Nel 1655 papa Alessandro VII Chigi decise di far decorare le pareti della galleria con un lungo fregio ad affresco e affidò la direzione dell impresa al sessantenne e oramai celebre Pietro da Cortona ( ). Il maestro si occupò della progettazione della decorazione e del reclutamento dei pittori, ma sembra che non sia intervenuto direttamente nell esecuzione degli affreschi. Nel , in occasione di lavori richiesti da Napoleone Particolare della volta della Fontana dell Organo.

3 Annibale Brugnoli e Davide Natali, Scena con putti danzanti e musicanti, peduccio, Scalone d Onore, parete nord. Pagina 15 Galleria di Alessandro VII (tratto costituente la Sala di Augusto) dopo il restauro. e affidati all architetto Raffaele Stern, la galleria, di cui furono murate le finestre che davano sul Cortile d Onore e coperte le pareti con, come scrive Alessandra Ghidoli, uno scialbo incoerente e una carta fodera, fu suddivisa nei tre grandi saloni appena citati. L imperatore intendeva destinare questi ambienti alla famiglia imperiale. Tutti i critici concordavano nel ritenere che in occasione di questi lavori la maggior parte della decorazione realizzata dai collaboratori di Pietro da Cortona fosse stata irrimediabilmente distrutta. Della decorazione secentesca delle pareti restavano solo gli ovali, i riquadri e i due grandi affreschi che ornavano le pareti brevi, firmati rispettivamente da Maratta e Mola, mentre le pitture di raccordo erano state sostituite a metà Ottocento da modesti monocromi. Negli ovali e nei riquadri rettangolari sono raffigurate scene bibliche realizzate da una squadra di pittori diretti da Pietro da Cortona e composta da artisti di cultura e di formazione diverse. Tra essi era preponderante la presenza di discepoli del maestro quali Ciro Ferri, Lazzaro Baldi, Carlo Cesi, oppure stranieri come Dughet e Schor o ancora Borgognone. La descrizione più completa della decorazione a monocromo, che decorava le pareti sotto le storie bibliche, ci viene dal Titi, che in un lavoro del 1686 ne parla diffusamente: Le figure e altri ornamenti di chiaro scuro che tramezzano l Istorie suddette furono condotte dai pennelli del Chiari, da Canini, da Cesi, d Egidio a altri; e li paesi e prospettive con colonne e verdure sono lavori di Giovan Francesco Grimaldi Bolognese e Giovan Paolo Tedesco. G.B. Mola, in un documento del 1663, cita, oltre Grimaldi, Lazzaro Baldi e altri pittori, aggiungendo che tutti lavoravano sotto la direzione di Pietro da Cortona. Norbert Wibiral pubblicò nel 1960 i documenti contabili del pontificato di Alessandro VII relativi alla decorazione della galleria e redatti all indomani della sua realizzazione. Gli elementi di queste due descrizioni corrispondono esattamente a quanto affermato dal Titi nel suo lavoro del È del resto quanto appare da due disegni che furono ritrovati da Sabine Jacob e dallo stesso Wibiral. Il primo è conservato nella Christ Church Library di Oxford (inv. 0973) ed è attribuito a Pietro da Cortona. Il disegno raffigura un segmento della galleria che lascia intravedere due finestre sormontate da un pannello rettangolare retto da due ignudi accovacciati e da un pannello circolare retto da putti e decorato con ghirlande. Questi pannelli si alternano con colonne doriche in mezzo alle quali si possono scorgere, come descrive bene Titi, paesaggi e prospettive con verzure. Il secondo disegno, conservato al Kunstmuseum di Düsseldorf (F. P. 8070), rappresenta uno stadio più avanzato del progetto di decorazione. Vi si può individuare la stessa distribuzione degli elementi decorativi ma i pannelli circolari sono sostituiti con pannelli ovali che sono quelli che si possono ammirare ancora oggi. Nel maggio del 2001, in occasione del previsto rifacimento per messa a norma degli impianti elettrici nella Sala degli Ambasciatori, gli storici dell arte dell Ufficio per la Conservazione del Patrimonio Artistico chiesero di poter far eseguire alcuni saggi per individuare, sotto il vecchio parato, l eventuale presenza della decorazione secentesca. Grande fu l emozione nel constatare che le pitture erano mirabilmente conservate sotto gli strati dell Ottocento e che era possibile riportare alla luce le opere realizzate dai maestri della fine del Seicento. Nel maggio del 2002 abbiamo completato il restauro degli affreschi della parete della Sala degli Ambasciatori prospiciente la piazza del Quirinale. Una volta recuperate le pitture della parete occidentale della Sala degli Ambasciatori, decisi di affrontare il recupero della Sala di Augusto per verificare la presenza di affreschi sopravvissuti alle ingiurie del tempo e degli uomini. I primi sondaggi evidenziarono l ottimo stato di conservazione di affreschi secenteschi sia sulla parete occidentale che su quella orientale della sala. Di fronte alla qualità delle pitture riscoperte, decisi di riaprire le finestre chiuse da Stern per restituire quel segmento della galleria al suo antico splendore. Il risultato finale è sotto gli occhi di tutti: le pitture sono tornate alla luce, eccezionalmente ben conservate; inoltre, riaprendo le finestre che danno sul Cortile d Onore, è stato possibile rinvenire il pavimento del 1656 insieme a due iscrizioni A IVI POM (Alexander VII Pontifex Optimus Maximus), nonché due splendide persiane con lo stemma di Clemente XIII Rezzonico ( ).

4 Pagina 17 Pittore ignoto, Cartouche con la Fontana dell Acqua Paola, affresco, Salone dei Corazzieri, particolare della parete sud. Oggi la luce che penetra dalle grandi finestre che danno sia sul Cortile d Onore, sia sulla piazza, illumina le pitture del salone e permette di capire quanto l aspetto della luminosità, cancellato dagli interventi eseguiti nel periodo napoleonico, fosse in realtà essenziale alla fine del Seicento. Lo studio degli affreschi recuperati non è ancora iniziato. Occorrerà verificare le affermazioni di Titi e Mola e tentare di attribuire ad ognuno dei vari artisti citati da questi due autori, vale a dire a Fabrizio Chiari, Giovanni Angelo Canini, Carlo Cesi, Egidio Schor per i monocromi, Giovan Francesco Grimaldi Bolognese, Giovan Paolo Schor e Lazzaro Baldi per le colonne e i paesaggi di verzure, i capolavori tornati alla luce. La Sala Regia o Salone dei Corazzieri Nei primi anni del Seicento, papa Paolo V Borghese diede all architetto Carlo Maderno l incarico di ristrutturare l ala sud del palazzo. Nell ambito di questi lavori che prevedevano la costruzione della Cappella Paolina e degli appartamenti papali, fu realizzata la Sala Regia, oggi conosciuta come Salone dei Corazzieri. La Sala Regia era destinata principalmente agli incontri ufficiali del pontefice con le delegazioni diplomatiche straniere in visita alla Santa Sede. Dopo l austera parentesi della Controriforma, il papato capiva di essere riuscito ad arginare il Protestantesimo. La vittoria in Francia del partito cattolico, in Europa centrale la recessione della Chiesa riformista, il Giubileo trionfale del 1600, l apertura di relazioni con il Giappone dimostravano che la crisi provocata dalla Riforma era oramai superata. La decorazione della Sala Regia celebra quindi l universalità della Chiesa guidata da Paolo V. Il soffitto in legno intagliato e dorato su campo azzurro è decorato con rosoni, aquile e draghi, animali araldici dei Borghese; alle estremità si possono ammirare due stemmi di Paolo V. Oggi, al centro della grande sala (468 metri quadrati), lo stemma sabaudo sostituisce un pezzo della decorazione originaria che raffigurava lo Spirito Santo. Il pavimento in marmi antichi riproduce il disegno geometrico del soffitto. Oltre all inserimento del grande stemma sabaudo, alla fine dell Ottocento fu dipinto, al di sotto degli affreschi secenteschi, un fregio con gli stemmi delle città dello Stato Unitario. Nel 1615 Lanfranco e Tassi, contattati dal papa per affrescare le pareti, avevano pensato di dipingere integralmente i muri. Il progetto, troppo costoso, fu abbandonato per una soluzione più semplice. Gli affreschi avrebbero coperto la sola parte superiore dei muri, mentre la parte inferiore sarebbe stata decorata con una tappezzeria in pelle, di colore turchese, decorata con motivi in oro e argento. Il grande fregio dipinto nella parte superiore della sala è stato eseguito tra il 1616 e il 1617 sotto la direzione dei maestri Agostino Tassi ( ), Giovanni Lanfranco ( ) e Carlo Saraceni ( ) con l aiuto di alcuni collaboratori. Il lavoro è sublime: raffigurando i ritratti degli ambasciatori stranieri venuti dal Giappone, dalla Persia, dall Africa per rendere omaggio a Paolo V, i pittori sono riusciti a celebrare l universalità della religione romana, sottolineando che l azione missionaria della Chiesa si estendeva oramai ai confini del mondo. Il fregio dorico che sembra sostenere questo mirabile apparato iconografico e in alcuni punti oblitera parte dei dipinti, è assai freddo e monotono paragonato alle pitture di Tassi, Lanfranco e Saraceni e non corrisponde certo a quelle che furono le intenzioni dei maestri del Seicento che avevano, lo sappiamo, progettato un fregio più piccolo ma molto più vivace. Perché è scomparso il fregio del Seicento? Sappiamo che al momento dell occupazione napoleonica del Quirinale, l architetto Raffaele Stern si preoccupò della decorazione della Sala Regia che fu ribattezzata Salone dei Marescialli. Eliminò la tappezzeria oramai logora, le iscrizioni pontificie che ornavano gli architravi dei portali, fece restaurare gli affreschi di Lanfranco, Saraceni e Tassi e modificò il fregio disegnato nel Seicento, sostituendolo con un cornicione a tempera più alto e inserendo nella decorazione nuova simboli militari ed emblemi imperiali. Nel 1814, dopo la disfatta di Napoleone, Pio VII riprese possesso del Quirinale e si adoperò immediatamente per cancellare gli emblemi imperiali voluti dai Francesi. Il fregio commissionato solo due anni prima fu modificato in modo da coprire con una superficie a finto marmo i simboli degli odiati invasori raffigurati nelle metope. Nel 1980, un restauratore che lavorava nel Salone dei Corazzieri, Arnolfo Crucianelli, ebbe la felice intuizione di fare un piccolo

5 Pagina 19 Campetto con la veduta del Palazzo del Quirinale, affresco, Sala dei Parati Piemontesi, particolare della parete ovest. sondaggio sotto il fregio dorico, nell angolo destro della parete sud del salone, vicino al monocromo raffigurante la Cappella Paolina di Santa Maria Maggiore. Riportò alla luce una delle metope secentesche a sfondo dorato nella quale erano disegnati due scudi incrociati. Altri sondaggi effettuati nel 1997 hanno permesso di stabilire che in altri tre punti, sotto l ingombrante cornicione ottocentesco, l originale fregio del Seicento era sopravvissuto alle offese degli uomini. Per questo motivo, durante l estate del 2004, il Presidente Ciampi e il Segretario Generale Gifuni m incoraggiarono ad avviare una campagna sistematica di sondaggi lungo l intero perimetro del Salone dei Corazzieri. I risultati furono eloquenti: ovunque il fregio del Seicento era mirabilmente conservato e in alcuni punti apparivano anche, sotto il fregio dorico dell Ottocento, tracce della decorazione napoleonica. Nell autunno del 2005, a cura della Soprintendenza, sono iniziati i lavori di ripristino del fregio secentesco di Tassi, Saraceni e Lanfranco. Alla fine di marzo 2006 il maestoso fregio dei grandi maestri che hanno dipinto le ambascerie straniere venute a rendere omaggio al papa è tornato alla luce e la Sala Regia voluta da Paolo V all inizio del suo pontificato ha ritrovato il suo aspetto di quattrocento anni orsono, quando la Città Eterna riscopriva l amore per la vita che aveva ispirato e fatto sognare l Italia del Rinascimento. La Sala dei Parati Piemontesi Nel mese di maggio 2005, un evento del tutto casuale, l improvviso distacco di un brano d intonaco della volta realizzata da Rodolfo Morgari nel 1888, è all origine della magnifica scoperta di un fregio secentesco nella zona superiore delle pareti. Dal rapporto redatto da Raffaele Stern nel settembre del 1811 per la sistemazione del palazzo su ordine di Napoleone, si rivela che nella sala, inclusa nell appartamento di rappresentanza e adibita ad ambiente di passaggio, è menzionato un preesistente fregio dipinto a fresco e un cornicione in stucco, mentre volta e pareti sono definite prive di ornamenti. Peraltro, come già ricordato da Giuliano Briganti nel 1962, un documento del 1609 ricorda due fregi ad affresco, il primo con le fabbriche, putti e figure allegoriche, il secondo con le Istorie di Abramo. Dovendo procedere al restauro del soffitto ottocentesco, abbiamo allestito un ponteggio e deciso di staccare i parati per effettuare una serie di saggi nella speranza di trovare tracce dei dipinti del Seicento. I risultati delle nostre ricerche hanno oltrepassato ogni nostra aspettativa. Sono tornati alla luce sulle quattro pareti della sala gli affreschi che illustrano alcune delle grandi realizzazioni architettoniche, le cosiddette fabbriche, promosse da Paolo V Borghese durante il suo pontificato, di cui tratta appunto il documento del 1609 citato da Briganti. Tra le fabbriche compaiono due progetti particolarmente cari al papa: l ampliamento della basilica di San Pietro e la costruzione della sua cappella funeraria nella basilica di Santa Maria Maggiore. L affresco della parete nord con il primo quadro mostra una veduta a volo d uccello della Fortezza di Ferrara che documenta la trasformazione del sistema difensivo realizzata dal pontefice per garantire la sicurezza della popolazione. Nella parete est appare la basilica di San Pietro che il papa, appena eletto al pontificato, decise di completare. Le straordinarie immagini che mostrano sulla parete sud tre differenti visuali della basilica di Santa Maria Maggiore, offrono a restauro compiuto, insieme alla rappresentazione di San Pietro, numerosi spunti di riflessione. Completa il ciclo, sulla parete ovest, l ultimo rinvenimento: una veduta del tutto inedita del palazzo del Quirinale color travertino mentre al centro sono rappresentati i Granai pontifici costruiti da Gregorio XIII e ampliati da Paolo V inglobando l Aula Ottagona delle Terme di Diocleziano. La veduta include il Palazzo alle Terme di Sisto V e la Porta Quirinalis. Si tratta di uno scorcio della Roma Cinque e Secentesca in gran parte scomparsa quando fu costruita la ferrovia nell Ottocento. Altri ambienti del palazzo, quali gli Appartamenti Imperiali e il Torrino, sono stati restaurati e il riordino dei loro arredi è stato portato a termine; la musealizzazione delle collezioni di porcellane e argenti è stata completata nelle tre grandiose sale prospicienti il Cortile d Onore che costituiscono oggi la Vasella; il pubblico può finalmente ammirare nel Fabbricato Cipolla e nella ex- Falegnameria di Castel Porziano le più prestigiose delle 104 carrozze che facevano parte delle collezioni sabaude; nello stesso Fabbricato Cipolla sono stati restaurati gli ambienti destinati ad accogliere i finimenti e le livree; tra il 1999 e il

6 La seconda sala della Vasella vecchia del Quirinale, dopo il restauro. In evidenza la vetrina delle porcellane di Sèvres con il Servizio verde del ca. 2006, 79 arazzi, decine di tappezzerie ad arazzo e 24 tappeti di pregio sono stati restaurati dal Centro Manutenzione e Restauro Arazzi; a Castel Porziano il grande mosaico rinvenuto nell antico vicus Augustanus è stato collocato nell ambito dei giardini e gli stessi fabbricati del Castello, dalla facciata monumentale del palazzo a quella della chiesa parrocchiale, alla torre con l orologio sono stati restaurati. Infine un grande plastico che riproduce l intero complesso del Quirinale è stato collocato in un ambiente del Cortile d Onore, presso l ingresso principale che originariamente costituiva l androne di accesso al palazzo da via del Quirinale. Questi lavori hanno modificato profondamente il volto del Quirinale, evidenziandone la storia secolare e rendendone l approccio più accessibile ai cittadini d Italia e del mondo. Il Presidente Ciampi si è impegnato per avvicinare la sede della Presidenza della Repubblica agli Italiani, augurando che tutti considerino il Quirinale come loro casa ; ha incoraggiato la realizzazione di pubblicazioni in grado di consentire una sempre più capillare diffusione dell attività culturale legata al Colle ; ha voluto che ognuno fosse orgoglioso della maestosa e lineare bellezza di un monumento testimone di tanti avvenimenti della storia della Cristianità e dell Occidente. Questi vari e ambiziosi obiettivi sono stati raggiunti; oggi più che mai il popolo italiano vede nel palazzo che domina il più alto dei sette colli di Roma lo scrigno che racchiude i tesori di una storia millenaria e il simbolo eretto a difesa dei nostri principi repubblicani e democratici.

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA LA MODERNA VIA URBANA RICALCA IL PERCORSO DI UN ANTICA STRADA ROMANA (IL VICUS PATRICIUS), SEDE DI RESIDENZE PATRIZIE DI EPOCA REPUBBLICANA E IMPERIALE, A CUI SI ALTERNAVANO

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Bando di concorso per opere d arte

Bando di concorso per opere d arte MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE ALLE OO.PP. PER IL LAZIO ABRUZZO E SARDEGNA Bando di concorso per opere d arte Art. 1 Oggetto del concorso Il Provveditorato

Dettagli

martedì 26 maggio ore 14.00 mostra grafico pittorica, Il borgo Loreto e il suo conservatorio presso Scuola primaria Nobile, via G.

martedì 26 maggio ore 14.00 mostra grafico pittorica, Il borgo Loreto e il suo conservatorio presso Scuola primaria Nobile, via G. 1. La scuola adotta un monumento www.lascuolaadottaunmonumento.it a cura della Fondazione Napoli Novantanove www.napolinovantanove.org dal 1 maggio al 2 giugno gli alunni degli istitui scolastici che aderiscono

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

a Mons. Josef Clemens, Città del Vaticano

a Mons. Josef Clemens, Città del Vaticano 1 Parole di saluto all apertura della mostra di Pittura «Vi sia la luce» Galleria dell Istituto Portoghese di Sant Antonio in Roma 21 maggio 2008, ore 18. 30 a Mons. Josef Clemens, Città del Vaticano Eccellenza,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

L ape nell arte di Bernini

L ape nell arte di Bernini di Renzo Barbattini e Giuseppe Bergamini L ape nell arte di Bernini Si deve al genio di Gian Lorenzo Bernini (Napoli 1598 - Roma 1680), mirabile interprete della nuova concezione estetica barocca, la realizzazione

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R.

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VIGENTE MODIFICATO ARTICOLO 31 ZONE AGRICOLE 1. Sono considerate zone agricole assimilabili alle zone E del D.M. n

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Opera d Arte società cooperativa, è

Opera d Arte società cooperativa, è LE PROPOSTE DIDATTICHE DI OPERA D ARTE Per la scuola, per i gruppi, per le associazioni, per la terza età, per i singoli, per chiunque voglia consolidare o arricchire le proprie conoscenze sulla storia

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

«Lasciate che i bambini vengano a me»

«Lasciate che i bambini vengano a me» 1 Omelia «Lasciate che i bambini vengano a me» Celebrazione eucaristica in ricordo del centenario della nascita di Dina Bellotti Pittrice dei Papi XXVII Domenica del Tempo Ordinario (B) Basilica «Santa

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO Laboratorio Fotografico Omegna.doc missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL a cura di FRANCESCO LILLO Associazione Culturale Mastronauta progetto PER FARE UN ALBERO Laboratorio Fotografico Omegna.doc

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli