E-LEARNING E SISTEMA UNIVERSITARIO OSSERVATORIO E-LEARNING 2005

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E-LEARNING E SISTEMA UNIVERSITARIO OSSERVATORIO E-LEARNING 2005"

Transcript

1 E-LEARNING E SISTEMA UNIVERSITARIO OSSERVATORIO E-LEARNING 200 Elena Valentini Evento di apertura di IeLM Sala Conferenze del CNIPA 6 aprile Osservatorio E-learning Osservatorio E-learning 200

2 L elearning nelle Università - RISULTATI dell Osservatorio 200 Gruppo di lavoro-facoltà di Scienze della Comunicazione Università La Sapienza di Roma NOME E COGNOME Valerio Eletti (Direzione Scientifica) Mario Morcellini (Direzione Scientifica) Elena Valentini (Coordinamento) Luca Bernardo Vitaliano Capicotto Brunella D Errico Claudia Malvaso Lucia Senni Ivana Zodda RIFERIMENTO Docente di Editoria Multimediale e di Progettazione per la FaD Preside di Scienze della Comunicazione Dottoranda Laureata in Editoria Multimediale (Prof. Eletti) Dottorando Laureato in Soc. della Comunicazione (Prof. Morcellini) Laureando in Informatica Generale (Prof. Costa) Laureata in Informatica Generale (Prof. Costa) Laureata in Editoria Multimediale (Prof. Eletti) Laureata in Informatica Generale (Prof. Costa) Laureata in Informatica Generale (Prof. Costa) 3 Osservatorio E-learning 200 L elearning nelle Università italiane - SINTESI L Osservatorio elearning 200 per l Università (*) si è caratterizzato per: individuazione dei trend (confronto dei dati 200 con quelli 2003 e 2004) analisi di nuovi fenomeni (introduzione di nuove aree nell indagine 200) contestualizzazione dei casi italiani nel panorama internazionale (benchmark) (*) Realizzato da un gruppo di lavoro dalla Facoltà di Sc.della Comunicazione dell Università La Sapienza di Roma, in stretta collaborazione con il il Metid del Politecnico di Milano diretto da A. Colorni. 4 Osservatorio E-learning 200

3 L elearning nelle Università italiane - SINTESI Ecco in sintesi i dati salienti emersi dall indagine 200: in generale: è superato ormai il dibattito pro o contro l elearning nelle università: l attenzione si sta spostando sui problemi concreti da risolvere (più sui problemi metodologici, economici e normativi che su quelli tecnici) sul fronte tecnico, infatti, si allarga la presenza di centri elearning di ateneo, mentre le piattaforme commerciali perdono terreno di fronte alle soluzioni open source, controllabili in maniera più diretta sul fronte dei contenuti, servizi e consulenze, si rafforza la tendenza a scambiare esperienze con l esterno: in uscita: con la vendita di contenuti e consulenze didattico/metodologiche in entrata: con l acquisizione di consulenze di tipo tecnologico/organizzativo Una nuova ricerca dell Osservatorio quest anno è stata dedicata proprio al rapporto fra Ateneo e Territorio, per valutare l ingresso dell università nella vita socio-economica dell ambiente geografico circostante Osservatorio E-learning 200 L elearning nelle Università italiane - SINTESI Permangono però diversi ostacoli alla diffusione dei nuovi strumenti per la formazione. Il principale ostacolo per l affermazione dell elearning nelle università italiane è la mancanza di norme adeguate per la valorizzazione del lavoro dei docenti impegnati nell elearning: tutela del diritto d autore riconoscimento del lavoro fatto on line in sostituzione di quello da fare in presenza valorizzazione delle attività di elearning per la carriera universitaria 6 Osservatorio E-learning 200

4 L elearning nelle Università internazionali - SINTESI Chiudiamo la sintesi con uno sguardo su quanto avviene nelle altre università fuori dal nostro Paese: in tutto il mondo si sta consolidando l utilizzo dell elearning nelle università nella FaD universitaria si stanno affermando modelli ibridi di 1a, 2a e 3a generazione, con un recupero operativo dell e-reading inserito in processi di tipo cooperativo si cominciano a profilare iniziative internazionali per definire sistemi valutativi standard che permettano di comparare le esperienze delle diverse nazioni Si profilano due tipi di modelli elearning: Learning Objects vs Learning Activities corrispondenti a: Organizzation vs Education Inst. E veniamo alla presentazione della ricerca, con i dati quantitativi >>> 7 Osservatorio E-learning 200 L elearning nelle Università - RISULTATI dell Osservatorio 200 METODO di analisi RISULTATI. Lo scenario internazionale Modelli emergenti di università virtuali: la tassonomia Unesco Università virtuali analizzate: per continente, secondo la tassonomia Unesco Evoluzione delle università esaminate nel 2004 Tipologie di prezzi e tasse per i corsi on line internazionali RISULTATI. Lo scenario italiano Analisi dei portali di tutti i 77 atenei italiani Modalità di impiego delle risorse Ict Visibilità delle attività di e-learning nei portali di ateneo Modalità di erogazione: confronto Consorzi e università telematiche Analisi delle risposte al Questionario Il campione esaminato Trend dei dati base dal 2003 al 200 Nuove osservazioni 200 Rapporti università - territorio 8 Osservatorio E-learning 200

5 L elearning nelle Università - RISULTATI dell Osservatorio 200 METODO di analisi RISULTATI. Lo scenario internazionale Modelli emergenti di università virtuali: la tassonomia Unesco Università virtuali analizzate: per continente, secondo la tassonomia Unesco Evoluzione delle università esaminate nel 2004 Tipologie di prezzi e tasse per i corsi on line internazionali RISULTATI. Lo scenario italiano Analisi dei portali di tutti i 77 atenei italiani Modalità di impiego delle risorse Ict Visibilità delle attività di e-learning nei portali di ateneo Modalità di erogazione: confronto Consorzi e università telematiche Analisi delle risposte al Questionario Il campione esaminato Trend dei dati base dal 2003 al 200 Nuove osservazioni 200 Rapporti università - territorio 9 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Il metodo di analisi Lo scenario internazionale ed europeo Analisi di materiale informativo, progetti e ricerche su e-learning Site watching introduzione della tassonomia Unesco per la categorizzazione degli atenei Campione osservato 12 università già analizzate nell indagine 2004, con lo scopo di verificarne l eventuale evoluzione 18 nuovi casi, scelti con il criterio di una loro uniforme distribuzione su tutti i continenti, secondo la tassonomia Unesco 10 Osservatorio E-learning 200

6 RISULTATI dell Osservatorio Il metodo di analisi Lo scenario italiano 1. Analisi dei portali on line dei 77 atenei italiani Site watching dei 77 siti di ateneo e delle sezioni o dei portali Campus One. Sono stati esclusi i siti di Facoltà e di Corsi di Laurea Griglie di analisi sui parametri pregressi (2004) e sui nuovi parametri Campione osservato la totalità degli atenei italiani 11 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Il metodo di analisi Lo scenario italiano 2. Analisi dei risultati dei questionari distribuiti a tutti gli atenei* Questionario di analisi dell offerta di e-learning Riproposta delle domande del questionario 2004 Indagine di nuovi aspetti: motivazione e supporto docenti problema del diritto d autore offerta di e-learning delle università per PMI e territorio Individuazione dei casi di eccellenza per il rapporto università - territorio Inserimento di nuove domande nel questionario Invio di un secondo questionario agli atenei così individuati Campione osservato hanno risposto al primo questionario 34 atenei, pari al 44% del totale 12 Osservatorio E-learning 200

7 L elearning nelle Università - RISULTATI dell Osservatorio 200 METODO di analisi RISULTATI. Lo scenario internazionale Modelli emergenti di università virtuali: la tassonomia Unesco Università virtuali analizzate: per continente, secondo la tassonomia Unesco Evoluzione delle università esaminate nel 2004 Tipologie di prezzi e tasse per i corsi on line internazionali RISULTATI. Lo scenario italiano Analisi dei portali di tutti i 77 atenei italiani Modalità di impiego delle risorse Ict Visibilità delle attività di e-learning nei portali di ateneo Modalità di erogazione: confronto Consorzi e università telematiche Analisi delle risposte al Questionario Il campione esaminato Trend dei dati base dal 2003 al 200 Nuove osservazioni 200 Rapporti università - territorio 13 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario internazionale Modelli emergenti di università virtuali: la tassonomia Unesco Evolution of an existing institution Università tradizionali che offrono sia corsi in modo tradizionale, sia in rete. È il modello prevalente in Italia. Newly created institution Università virtuali che erogano corsi esclusivamente in modo virtuale. In Italia solo di recente, con l istituzione e l accreditamento delle università telematiche, questo modello trova una prima applicazione. Consortium Consorzi di università (in alcuni casi anche privati) che erogano corsi a distanza. Il modello trova riscontro nella realtà italiana con il Consorzio Nettuno. Commercial enterprise offering online education Aziende che attivano e gestiscono offerte formative on line o università focalizzate su area business (offrono principalmente MBA on line full-time o part-time). 14 Osservatorio E-learning 200

8 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario internazionale Università virtuali analizzate: per continente, secondo la tassonomia Unesco Evolution of an existing university AFRICA University of South Africa AMERICA Athabasca Univ. (Canada) Phoenix Univ. (Usa) Nova Southeastern University (Usa) ASIA EUROPA Umea University (Svezia) Utrech University (Olanda) Università di Brema (Germania) OCEANIA University of Southern Queensland (Australia) Deakin University (Australia) Newly created istitution African Virtual University (Kenya) Virtual University of Tunisia Capella University (Usa) Indira Gandhi Open Nat. Univ. (India) The Open University of Hong Kong International Cyber University (Korea) Syrian Virtual University Universitat Oberta de Catalunya (Spagna) The Open University (UK) CNED (Francia) FernUniversitaet in Hagen (Germania) Open Learning (Australia) Consortium Cardean University (Usa) Illinois Virtual Campus (Usa) Universitas 21Global (Singapore) Swedish Net University Agency (Svezia) Consorzio Canege (Francia) Finnish Virtual University (Finlandia) UK Healthcare Education Partnership (Gran Bretagna) E- Learnz (Nuova Zelanda) Commercial Enterprise LEGENDA LEGENDA Nuovi Nuovi casi casi analizzati analizzati solo solo nel nel Casi Casi analizzati analizzati nel nel e e nel nel Purple Train (Singapore) Virtual Global University (Germania) 1 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario internazionale Evoluzione delle università esaminate nel 2004 Hanno registrato innovazioni significative rispetto ai parametri del 2004: aumento di studenti, corsi, poli decentrati, ecc e rispetto a nuovi parametri, in particolare per la certificazione qualità: in EUROPA: Universitat Oberta de Catalunya (Spagna), Utrecht University (Olanda) in AMERICA: Athabasca Open University (Canada) in ASIA: Indira Gandhi National University (India) in OCEANIA: University Of Southern Queensland (Australia) Non sono stati rilevati cambiamenti significativi invece nelle seguenti università: in AMERICA: Cardean University (USA) in EUROPA: Finnish Virtual University (Finlandia), Umea University (Svezia), UK Healthcare Education Partnership (Regno Unito), Università di Brema (Germania), Consorzio Canege (Francia) in AFRICA: University Of South Africa (Sud Africa) 16 Osservatorio E-learning 200

9 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario internazionale Alcune conclusioni sullo scenario internazionale l utilizzo dell elearning si sta diffondendo nelle istituzioni di tutti i continenti in quasi la metà del campione osservato si nota uno sforzo di miglioramento dei prodotti e dei servizi erogati, con particolare attenzione a: certificazione di qualità, moltiplicazione dei poli decentrati e dei relativi corsi (correlato spesso con un aumento di iscrizioni). progressiva tendenza verso la standardizzazione delle tipologie delle istituzioni che offrono prodotti e servizi di e-learning, come esemplificato dalla tassonomia Unesco* * la tassonomia Unesco, così come gli altri strumenti internazionali di classificazione, non prende in considerazione (almeno per ora) la qualità dei prodotti, dei metodi e dei servizi forniti e quindi nemmeno l efficacia, l efficienza e il gradimento dei contenuti e dei metodi adottati 17 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario internazionale Tipologie di prezzi e tasse per i corsi on line internazionali The Capella University (Usa) Newly created institution Phoenix University (Usa) Evolution of an existing university Universitas 21Global (Singapore) Consortium Virtual Global University (Germania) Commercial enterprise Deakin University (Australia) Evolution of an existing university AFRICA Il costo dei corsi di laurea dipende dalla tipologia. Alcuni esempi. Corso di laurea in Scienze: $ 1.7 ( 1.230) per 6 crediti formativi MBA: $ 1.62 ( 1.270) per 3 crediti formativi AMERICA Corso di laurea: $ 460 / credit hour* ( 30) Corso post-laurea: $ 70 / credit hour ( 440) Dottorato: $ 64 / credit hour ( 490) ASIA Variabile a seconda del paese di residenza degli studenti. Alcuni esempi. Programma full time per studenti residenti a Singapore: $ ( 9.130) MBA full time per studenti residenti in Italia: circa $ ( ) EUROPA Variabile a seconda del tipo di corso e del paese di residenza degli studenti. Alcuni esempi. MBA full-time: 2.10 per ogni semestre (per un totale di 4 semestri) MBA part-time: variabile in funzione del numero di corsi (il primo costa 0, i successivi 430); rata ridotta di a semestre per studenti residenti nei paesi del Terzo mondo. OCEANIA Corso di laurea: da $ 1.70 ( 1.360) a $ ( 2.020) per singolo corso MBA: $ ( ) *credit *credit hour hour = = ch ch = = un ora un ora di di lezione lezione Corso Corso di di laurea: laurea: ch ch Master: Master: ch; ch; Dottorato: Dottorato: ch ch 18 Osservatorio E-learning 200

10 L elearning nelle Università - RISULTATI dell Osservatorio 200 METODO di analisi RISULTATI. Lo scenario internazionale Modelli emergenti di università virtuali: la tassonomia Unesco Università virtuali analizzate: per continente, secondo la tassonomia Unesco Evoluzione delle università esaminate nel 2004 Tipologie di prezzi e tasse per i corsi on line internazionali RISULTATI. Lo scenario italiano Analisi dei portali di tutti i 77 atenei italiani Modalità di impiego delle risorse Ict Visibilità delle attività di e-learning nei portali di ateneo Modalità di erogazione: confronto Consorzi e università telematiche Analisi delle risposte al Questionario Il campione esaminato Trend dei dati base dal 2003 al 200 Nuove osservazioni 200 Rapporti università - territorio 19 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: site watching Partiamo dall osservazione sistematica della presenza dell elearning nei portali di tutti i 77 atenei italiani. Fra i tanti risultati ottenuti dall indagine, presentiamo qui alcuni dati significativi che contestualizzano e collocano l elearning nei portali delle università italiane. Ovvero: le modalità di impiego delle risorse Ict la visibilità delle attività di elearning nel sito di ateneo: naming del link profondità a livello gerarchico nel sito collocazione spaziale del link nella pagina le diverse modalità di erogazione utilizzate Completa questo quadro generale una prima indicazione sulle università telematiche, che costituiranno un tema da analizzare nel 2006, quando saranno tutte operative. Vediamo uno per uno questi punti >>> 20 Osservatorio E-learning 200

11 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: site watching IL CONTESTO: LE MODALITA DI IMPIEGO DELLE RISORSE ICT 100% 90% 80% 70% 60% 0% 40% 30% 20% 10% 0% 94% (72) 83% (64) 70% (4) 70% (4) % (42) Gestione Comunicazione E-publishing Fad Trasmissione amministrativa eventi 23% (18) Altri servizi Le attività di FaD si inseriscono in un contesto che vede gli atenei italiani utilizzare la rete Internet per la gestione informatizzata di diversi servizi e contenuti digitali. Si registra una fruibilità generalizzata di servizi digitali con diffusione medio-alta a tutti i livelli considerati. Nota: l universo di di riferimento è pari a Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: site watching VISIBILITA DELLE ATTIVITA DI E-LEARNING NEI SITI DI ATENEO: NAMING DEI LINK 3% 30% 2% 20% 1% 10% 31% (11) 22% (8) 17% (6) 8% (3) 22% (8) % 0% e-learning formazione a distanza didattica on line teledidattica altro Il naming più attribuito al link è quello appartenente all area semantica e-learning, seguito da quello di formazione a distanza e didattica on line ; il termine teledidattica si usa in minima parte. In un caso su 4 per nominare il link si usa il nome dal progetto di e-learning o altri termini come web-didattica, corsi a distanza, webcorsi ecc. Nota: l universo di di riferimento è pari a Osservatorio E-learning 200

12 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: site watching VISIBILITA DELLE ATTIVITA : PROFONDITA A LIVELLO GERARCHICO DEI LINK 3% 30% 2% 33% (12) 2% (9) 2% (9) 20% 1% 10% % 6% (2) 6% (2) 3% (1) 3% (1) 0% 2 click 1 click 3 click 6 click 7 click 4 click click Il link alle attività di e-learning è in home page in un sito su 4, a due click in un sito su 3, a 3 click in un sito su quattro. Resta un ateneo su in cui servono dai 4 fino ai 7 click per raggiungere le attività di e-learning. Nota: l universo di di riferimento è pari a Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: site watching MODALITA DI EROGAZIONE (32%) 44 (7%) 10 (13%) 28 (36%) (6%) 11 (14%) e-learning teledidattica web enhanced Indagine 2004 Indagine 200 Aumenta decisamente la diffusione di tutte le modalità di erogazione. L elearning propriamente detto continua ad essere la modalità di erogazione più diffusa, scavalcando la soglia del 0% Nota: l universo di di riferimento è pari a Osservatorio E-learning 200

13 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: site watching Università telematiche e consorzi utili all elearning Università telematiche non statali accreditate* Guglielmo Marconi (Decreto Gazzetta Ufficiale n.6 del ) TEL.M.A. (Decreto Gazzetta Ufficiale n.122 del ) Leonardo Da Vinci (Decreto Gazzetta Ufficiale n.269 del ) UniNettuno (Decreto.04.0 Gazzetta Ufficiale n. 109 del ) Consorzi che si occupano di innovazione tecnologica CINI - Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica CISIR-Consorzio Interuniversitario per i Servizi Innovativi in Rete CNIT - Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni Consorzi che erogano corsi in teledidattica ed e-learning FOR.COM Formazione per la comunicazione ICON - Italian Culture on the Net NETTUNO - Network per l'università Ovunque * I I dati sono aggiornati a settembre Osservatorio E-learning 200 L elearning nelle Università - RISULTATI dell Osservatorio 200 METODO di analisi RISULTATI. Lo scenario internazionale Modelli emergenti di università virtuali: la tassonomia Unesco Università virtuali analizzate: per continente, secondo la tassonomia Unesco Evoluzione delle università esaminate nel 2004 Tipologie di prezzi e tasse per i corsi on line internazionali RISULTATI. Lo scenario italiano Analisi dei portali di tutti i 77 atenei italiani Modalità di impiego delle risorse Ict Visibilità delle attività di e-learning nei portali di ateneo Modalità di erogazione: confronto Consorzi e università telematiche Analisi delle risposte al Questionario Il campione esaminato Trend dei dati base dal 2003 al 200 Nuove osservazioni 200 Rapporti università - territorio 26 Osservatorio E-learning 200

14 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari E proseguiamo con l analisi delle risposte inviate da 34 atenei (44%) al questionario diffuso alla totalità dell universo in esame (77 atenei). Fra i numerosi risultati ottenuti dall indagine, presentiamo qui alcuni dati significativi. Ovvero: le macrotendenze che emergono nel confronto fra i dati del 200, 2004 e 2003 le difficoltà per la diffusione dell elearning nelle università incentivo o supporto al docente interessato all elearning assistenza tecnica per lo sviluppo di elearning valutazione dei docenti che avviano percorsi in elearning assistenza ai docenti durante l erogazione in elearning rapporto fra università e territorio Vediamo uno per uno questi punti >>> 27 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Università che hanno partecipato attivamente all indagine 200 Il questionario dell Osservatorio 200 è stato inviato a tutti i 77 atenei italiani. Hanno risposto 34 Università, pari al 44% del totale: Bergamo, Bolzano, Cagliari, Calabria, Ferrara, Foggia, Genova, L Aquila, Liuc - Carlo Cattaneo di Castellanza, Lumsa, Macerata, Messina, Milano Bocconi, Milano Bicocca, Milano Statale, Modena e Reggio Emilia, Napoli Federico II, Napoli Orientale, Piemonte Orientale, Politecnico di Bari, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Roma La Sapienza, Roma 3, Roma Campus Biomedico, Siena, Trento, Urbino, Udine, Università per Stranieri di Perugia, Università Politecnica delle Marche, Tuscia, Valle d Aosta, Venezia Il campione risulta significativo. 28 Osservatorio E-learning 200

15 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Confronto rispetto a parametri base Indicatori Osservatorio 2003 Osservatorio 2004 Osservatorio 200* Università che offrono e-learning 72,2% 83% 8% Università con centro di ateneo (dedicato o informatico) 26% 7% 82% Università con piattaforma sviluppata inhouse vs outsourcing % vs 17% 24% vs 38% 26% vs 3% Principali difficoltà nell adozione di modalità e-learning 1. Diffidenza verso metodologie poco sperimentate 1. Diffidenza e scarsa informazione 2. Scarse risorse umane dedicabili 3. Alti costi di investimento e gestione 1. Scarse risorse umane dedicabili 2. Diffidenza e scarsa informazione e formazione del corpo docente Principali motivazioni nell adozione di modalità e-learning 1. Maggiore qualità ed efficacia di apprendimento 1. Maggiore flessibilità ed efficienza 2. Maggiore qualità didattica 1. Maggiore qualità didattica 2. Maggiore flessibilità ed efficienza 29 Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Sono previste forme di incentivo e supporto che motivino il docente all impiego dell e-learning? 2 22 (6%) (29%) 10 7 (21%) (1%) 1 (3%) 3 (9%) 0 Si, supporto tecnico Si, forme di No, nessuna tutela del diritto d autore Si, le ore in Si, presenza sonoriconoscimento sostituite da dell impegno quelle a didattico a distanza livello di carriera Altro il il campione è pari a università su su commentiamo questi dati 30 Osservatorio E-learning 200

16 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Sono previste forme di incentivo e supporto che motivino il il docente all impiego dell e-learning? (6%) (29%) 7 (21%) (1%) 1 (3%) 3 (9%) 0 Si, Si, supporto supporto Si, Si, forme forme di di No, No, nessuna nessuna Si, Si, le le ore ore in in Si, Si, tecnico tecnico tutela tutela del del diritto diritto presenza presenza sono sonoriconoscimento d autore d autore sostituite sostituite da da dell impegno quelle quelle a didattico didattico a distanza distanza livello livello di di carriera carriera Altro Altro Solo il 3% degli atenei del campione prevede il riconoscimento dell impegno didattico on line a livello di carriera il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Sono previste forme di incentivo e supporto che motivino il il docente all impiego dell e-learning? (6%) (29%) 7 (21%) (1%) 1 (3%) 3 (9%) 0 Si, Si, supporto supporto Si, Si, forme forme di di No, No, nessuna nessuna Si, Si, le le ore ore in in Si, Si, tecnico tecnico tutela tutela del del diritto diritto presenza presenza sono sonoriconoscimento d autore d autore sostituite sostituite da da dell impegno quelle quelle a didattico didattico a distanza distanza livello livello di di carriera carriera Altro Altro Solo nel 1% dei casi l attività svolta dal docente per l elearning va a compensare il lavoro da fare in presenza il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200

17 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Sono previste forme di incentivo e supporto che motivino il il docente all impiego dell e-learning? (6%) (29%) 7 (21%) (1%) 1 (3%) 3 (9%) 0 Si, Si, supporto supporto Si, Si, forme forme di di No, No, nessuna nessuna Si, Si, le le ore ore in in Si, Si, tecnico tecnico tutela tutela del del diritto diritto presenza presenza sono sonoriconoscimento d autore d autore sostituite sostituite da da dell impegno quelle quelle a didattico didattico a distanza distanza livello livello di di carriera carriera Altro Altro si comincia ad affacciare la possibilità di riconoscere i diritti d autore: vengono attualmente riconosciuti in un caso su tre il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Sono previste forme di incentivo e supporto che motivino il il docente all impiego dell e-learning? (6%) (29%) 7 (21%) (1%) 1 (3%) 3 (9%) 0 Si, Si, supporto supporto Si, Si, forme forme di di No, No, nessuna nessuna Si, Si, le le ore ore in in Si, Si, tecnico tecnico tutela tutela del del diritto diritto presenza presenza sono sonoriconoscimento d autore d autore sostituite sostituite da da dell impegno quelle quelle a didattico didattico a distanza distanza livello livello di di carriera carriera Altro Altro nel resto dei casi non viene data alcuna forma di incentivo (21%) o al più un supporto tecnico (6% degli atenei). il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200

18 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari L assistenza tecnica è offerta ai docenti durante lo sviluppo del corso e sono incoraggiati ad usufruirne 1 non presente 9% 9% 9% 18% 2 poco presente 3 parzialmente presente 21% 4 largamente presente 34% completamente presente non risposte/non so Il supporto tecnico è abbastanza diffuso, a conferma di quanto già rilevato, seppur con livelli variabili: da parzialmente a largamente presente nel 6% degli atenei. il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari I docenti sono valutati durante il processo di cambiamento che li vede passare dall insegnamento in aula all insegnamento on line 1 non presente 6% 6% 6% 18% 12% 2% 2 poco presente 3 parzialmente presente 4 largamente presente completamente presente non risposte/non so In generale gli atenei non hanno ancora maturato pienamente al proprio interno la capacità di valutazione necessaria per l inserimento dell e-learning nei percorsi formativi: la valutazione è infatti assente o poco presente complessivamente nel 64% dei casi il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200

19 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari L assistenza e la formazione dei docenti continuano durante lo sviluppo e l erogazione del corso on line 9% 3% 9% 18% 1 non presente 2 poco presente 3 parzialmente presente 37% 24% 4 largamente presente completamente presente non risposte/non so Un altra criticità è rappresentata dall assistenza e dalla formazione dei docenti durante lo sviluppo e l erogazione dei corsi on line: è assente o poco presente nel 42% dei casi. il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Rapporti tra Università e territorio Avete svolto o avete intenzione di attuare attività di e- learning per aziende o associazioni del territorio (ad esempio associazioni degli industriali e degli artigiani locali)? Si, abbiamo avviato attività di e- learning per PMI e associazioni locali 16% 26% No, non abbiamo avviato attività di e-learning per PMI e associazioni locali, ma abbiamo intenzione di farlo entro il il prossimo anno No, non abbiamo avviato attività di 8% e-learning per PMI e associazioni locali e non abbiamo intenzione di farlo per il il momento Gli atenei che hanno dato risposta affermativa sono otto: Bocconi Milano, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, Siena, Udine, Urbino, Valle d Aosta, Venezia. Secondo molti atenei la tendenza dovrebbe consolidarsi e aumentare il il campione è pari a università su su Osservatorio E-learning 200

20 RISULTATI dell Osservatorio Lo scenario italiano: questionari Rapporti tra Università* e territorio Al questionario di approfondimento hanno riposto l Università di Ferrara la Ca Foscari di Venezia e la Carlo Bo di Urbino Finalità definire possibili modelli di e-learning applicabili alla formazione avanzata e continua analizzare e sviluppare metodologie a supporto della gestione e valutazione di progetti di e-learning per le realtà produttive delle micro imprese progettare e realizzare ambienti di formazione funzionali ai bisogni delle aziende private Organizzazione interna media risorse umane impiegate: circa 10 (progettista, esperto di contenuti, tutor, ecc.) strutture coinvolte: strutture dedicate all e-learning (es.: Carid a Ferrara), centri che hanno avviato altre attività di e-learning (es.: Ssis Veneto per Ca Foscari), Dipartimenti dell Università, ecc. Target PMI e Associazione Industriali, personale di enti pubblici, professionisti occupati, quadri o dirigenti bisognosi di qualificazione o riconversione professionale, ecc. Costi e investimenti Una forchetta molto ampia cha va dai 12 mila per singolo progetto ai 400 mila in totale 39 Osservatorio E-learning 200 L elearning nelle Università - RISULTATI dell Osservatorio 200 Per i dettagli della ricerca si veda la pubblicazione del volume Osservatorio elearning 200 oppure contattare la Segreteria Anee: oppure contattare il responsabile o il coordinatore del Gruppo di lavoro di Scienze della Comunicazione dell Università la Sapienza di Roma: 40 Osservatorio E-learning 200

Grafico 1: Immatricolati per ripartizione geografica, valori percentuali. Isole 11% Sud 23% Centro 24%

Grafico 1: Immatricolati per ripartizione geografica, valori percentuali. Isole 11% Sud 23% Centro 24% IMMATRICOLAZIONI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 1 Il numero complessivo degli immatricolati risulta pari a circa 312 mila unità e appare lievemente inferiore rispetto al passato anno accademico (-3%). Le Università

Dettagli

Andrea Cammelli Università di Bologna - Direttore AlmaLaurea

Andrea Cammelli Università di Bologna - Direttore AlmaLaurea AIGA Associazione Italiana Giovani Avvocati XX Congresso Nazionale Le Avvocature tra paleogiustizia e società contemporanea Andrea Cammelli Università di Bologna - Direttore AlmaLaurea TAORMINA, 10 OTTOBRE

Dettagli

AREA - USO. Valore nazionale degli indicatori

AREA - USO. Valore nazionale degli indicatori AREA - USO Valore nazionale degli indicatori N Nome 2010 2006 2002 11 (Prestiti + ILL passivi + DD passivi) / Utenti potenziali 2,5 2.63 2.42 13 Partecipanti ai corsi di formazione/ studenti iscritti *100

Dettagli

DIPARTIMENTO PER L'UNIVERSITÀ, L'ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA E PER LA RICERCA

DIPARTIMENTO PER L'UNIVERSITÀ, L'ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA E PER LA RICERCA DIPARTIMENTO PER L'UNIVERSITÀ, L'ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA E PER LA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER L'UNIVERSITÀ, LO STUDENTE E IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Al Rettore Al Direttore

Dettagli

Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario

Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Contributi della Segreteria Tecnica Prime analisi sulle strutture disponibili

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

Entrate Quote associative anno 2015 162.000,00 (all. A 2015) Interessi attivi 600,00 Quote iscrizione partecipanti Convegno 2015 18.

Entrate Quote associative anno 2015 162.000,00 (all. A 2015) Interessi attivi 600,00 Quote iscrizione partecipanti Convegno 2015 18. CONVEGNO DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AMMINISTRAZIONI UNIVERSITARIE Bilancio preventivo ANNO 2015 Fondo iniziale di cassa 100.000,00 Entrate Quote associative anno 2015 162.000,00 (all. A 2015) Interessi

Dettagli

Università di Macerata dati e classifiche 2013

Università di Macerata dati e classifiche 2013 Università di Macerata dati e classifiche 2013 INDICE I RISULTATI DELLA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELLA RICERCA 2004-2010 2 LE UNIVERSITÀ AL TOP PER LA QUALITÀ DEI PRODOTTI DELLA RICERCA 3 LE MEDIE UNIVERSITÀ

Dettagli

RAPPORTO SVIMEZ 2014 SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO PARTE SECONDA - EMERGENZA SOCIALE E DIRITTI DI CITTADINANZA

RAPPORTO SVIMEZ 2014 SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO PARTE SECONDA - EMERGENZA SOCIALE E DIRITTI DI CITTADINANZA RAPPORTO SVIMEZ 2014 SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO PARTE SECONDA - EMERGENZA SOCIALE E DIRITTI DI CITTADINANZA IX. Il sistema universitario del Mezzogiorno e gli interventi per la qualità e l'efficienza

Dettagli

Università Politecnica delle Marche. Classe 17 - Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale

Università Politecnica delle Marche. Classe 17 - Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Politecnica delle Marche ECONOMIA E COMMERCIO 5 ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE 15 ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE SPS/09: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO Politecnica

Dettagli

Note metodologiche. numero dei laureati nel Profilo 2009. tipologia del corso

Note metodologiche. numero dei laureati nel Profilo 2009. tipologia del corso Note metodologiche Il Profilo dei Laureati 2009 utilizza in modo integrato: la documentazione degli archivi amministrativi dei 51 Atenei che hanno aderito ad AlmaLaurea prima del 2009; le informazioni

Dettagli

Oggetto: Offerta formativa 2011-2012. Attuazione DM 22 settembre 2010, n. 17.

Oggetto: Offerta formativa 2011-2012. Attuazione DM 22 settembre 2010, n. 17. DIPARTIMENTO PER L'UNIVERSITÀ, L'ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA E PER LA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER L'UNIVERSITÀ, LO STUDENTE E IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Al Rettore Al Direttore

Dettagli

L organizzazione dei servizi di supporto alla ricerca delle Università Italiane. 10 dicembre 2015 Assemblea Generale Codau, Politecnico di Milano

L organizzazione dei servizi di supporto alla ricerca delle Università Italiane. 10 dicembre 2015 Assemblea Generale Codau, Politecnico di Milano L organizzazione dei servizi di supporto alla delle Università Italiane 10 dicembre 2015 Assemblea Generale Codau, Politecnico di Milano Cambiamenti nel mondo della IN QUALE CONTESTO SI TROVANO AD OPERARE

Dettagli

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri «Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri Aree interne del Paese Assegnazione FFO Università Aree interne Ateneo 2015

Dettagli

LA QUALITA' DELLA RICERCA NELLE 14 AREE/12 - SCIENZE GIURIDICHE

LA QUALITA' DELLA RICERCA NELLE 14 AREE/12 - SCIENZE GIURIDICHE LA QUALITA' DELLA RICERCA NELLE 14 AREE/12 - SCIENZE GIURIDICHE Questa tabella mostra i voti dei dipartimenti delle università [1] e delle sottostrutture degli enti nelle 14 aree scientifiche e la percentuale

Dettagli

Risultati della ricerca Trovati 85 corsi di laurea in 52 Università:

Risultati della ricerca Trovati 85 corsi di laurea in 52 Università: Risultati della ricerca Trovati 85 corsi di laurea in 52 Università: Lista Università Università Politecnica delle MARCHE http://www.univpm.it Ingegneria Informatica e dell'automazione, ANCONA Università

Dettagli

CLASSIFICA RAGGRUPPAMENTO FACOLTA SCIENTIFICO-TECNICHE

CLASSIFICA RAGGRUPPAMENTO FACOLTA SCIENTIFICO-TECNICHE CLASSIFICA RAGGRUPPAMENTO FACOLTA SCIENTIFICO-TECNICHE N.B. per tutte le questioni di natura metodologica e la guida alle lettura si rinvia alla nota metodologica 2010 consultabile seguendo il link: http://www.censisguida.it/document/it/nota_metodologica/universita

Dettagli

Scienze dell educazione Scienze della formazione Scienze sociali

Scienze dell educazione Scienze della formazione Scienze sociali Scienze dell educazione Scienze della formazione Scienze sociali LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) I T A L I A CLASSE DELLE LAUREE LM-85 bis - SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Università degli Studi

Dettagli

L indagine 2014. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 59

L indagine 2014. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 59 1. L indagine 014 Il Profilo dei Laureati 013 (indagine 014) prende in considerazione quasi 30.000 laureati di 64 Atenei italiani (rispetto alla scorsa indagine partecipa per la prima volta anche l Ateneo

Dettagli

L indagine 2013. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 65

L indagine 2013. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 65 1. L indagine 2013 Il Profilo dei Laureati 2012 (indagine 2013) prende in considerazione quasi 227.000 laureati di 63 Atenei italiani, 2 dei quali partecipano per la prima volta (Roma Tor Vergata e Enna

Dettagli

Aree di ricerca CUN Area 1 - Scienze matematiche e informatiche Area 2 - Scienze fisiche Area 3 - Scienze chimiche Area 4 -Scienze della terra Area 5 - Scienze biologiche Area 6 - Scienze mediche Area

Dettagli

GRUPPO di FACOLTA BARI. Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI

GRUPPO di FACOLTA BARI. Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI BARI Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI Agraria 37 41 52 Economia 53 49 64 Farmacia 17 29 41 Giurisprudenza 49 32 82 Lettere e Filosofia 53 41 65 Lingue e Letterature straniere

Dettagli

Sommario 1 ANALISI DELL OFFERTA FORMATIVA DI CORSI DI LAUREA UNIVERSITARI ATTIVATI IN ITALIA

Sommario 1 ANALISI DELL OFFERTA FORMATIVA DI CORSI DI LAUREA UNIVERSITARI ATTIVATI IN ITALIA Analisi dell offerta formativa di corsi di laurea universitari attivati in Italia sui temi di interesse della cooperazione internazionale allo sviluppo per l anno accademico 2007/2008 * Sommario 1 ANALISI

Dettagli

RICONOSCIMENTI NELLE UNIVERSITA ITALIANE

RICONOSCIMENTI NELLE UNIVERSITA ITALIANE RICONOSCIMENTI NELLE UNIVERSITA ITALIANE Questa è la lista dei riconoscimenti Universitari in Italia, aggiornato a Settembre 2013. Le informazioni riportate sono state reperite navigando sui siti internet

Dettagli

Totale Entrate 180.600,00. Totale Generale Entrate 280.600,00. Totale Spese 280.600,00 Accantonamento 0,00 Totale Generale Spese 280.

Totale Entrate 180.600,00. Totale Generale Entrate 280.600,00. Totale Spese 280.600,00 Accantonamento 0,00 Totale Generale Spese 280. CONVEGNO DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AMMINISTRAZIONI UNIVERSITARIE Bilancio preventivo ANNO 2015 Fondo iniziale di cassa 100.000,00 Entrate Quote associative anno 2015 162.000,00 (al i. A 2015) Interessi

Dettagli

AREA - COSTI. Valore nazionale dell indicatori

AREA - COSTI. Valore nazionale dell indicatori AREA - COSTI Valore nazionale dell indicatori N Nome 2010 2006 2002 22 spese per il personale/spese totali SBA *100 46,90 48,60 55 47 costo medio di download di full tex - - 2,9 48 costo medio per sessione

Dettagli

sui criteri per la utilizzazione della quota di riequilibrio del fondo per il finanziamento ordinano delle università

sui criteri per la utilizzazione della quota di riequilibrio del fondo per il finanziamento ordinano delle università Il sistema universitario I principi costituzionali e fini dell'università La Costituzione della repubblica italiana afferma il principio che l'arte e la scienza sono 'bere ebbero ne è l'insegnamento A

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Economia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-33 - SCIENZE ECONOMICHE

Economia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-33 - SCIENZE ECONOMICHE Economia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-33 - SCIENZE ECONOMICHE Università

Dettagli

Executive Summary. Osservatorio ANEE/ASSINFORM 2005. e-learning in Italia : una strategia per l innovazione

Executive Summary. Osservatorio ANEE/ASSINFORM 2005. e-learning in Italia : una strategia per l innovazione Executive Summary Osservatorio ANEE/ASSINFORM 2005 con il patrocinio del Ministro per l Innovazione e le Tecnologie e il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e-learning in Italia

Dettagli

RETTORE PROF. VINCENZO ZARA. Gruppo di lavoro CRUI sull apprendimento permanente

RETTORE PROF. VINCENZO ZARA. Gruppo di lavoro CRUI sull apprendimento permanente RETTORE PROF. VINCENZO ZARA Gruppo di lavoro CRUI sull apprendimento permanente Indice INQUADRAMENTO NORMATIVO E DI INDIRIZZO IN AMBITO EUROPEO INQUADRAMENTO NORMATIVO IN AMBITO NAZIONALE STATO DELL ARTE

Dettagli

UN AGGIORNAMENTO DEL SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/11 (Economia degli Intermediari Finanziari)

UN AGGIORNAMENTO DEL SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/11 (Economia degli Intermediari Finanziari) UN AGGIORNAMENTO DEL SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/11 (Economia degli Intermediari Finanziari) di Paola Vezzani 1 Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia 1 Indice 1. INTRODUZIONE...3

Dettagli

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2006

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2006 TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2006 PROFESSIONE SEDI ATTUARIO e ATTUARIO IUNIOR CHIMICO e CHIMICO IUNIOR CAMERINO CATANIA

Dettagli

Le visite di accreditamento periodico nella nuova AVA

Le visite di accreditamento periodico nella nuova AVA Le visite di accreditamento periodico nella nuova AVA Alessio Ancaiani «Verso una nuova AVA: la proposta ANVUR» Perugia 8 aprile 2016 Revisione del 12/04/2016 La visita di accreditamento periodico La visita

Dettagli

Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE

Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE

Dettagli

ASSEMBLEA DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA. La Seconda Università di Napoli e il DDL 1905. Le ragioni di una protesta

ASSEMBLEA DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA. La Seconda Università di Napoli e il DDL 1905. Le ragioni di una protesta ASSEMBLEA DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA La Seconda Università di Napoli e il DDL 1905 Le ragioni di una protesta Caserta, 25 giugno 2010 tesi tesi L Università costa troppo Bisogna ridurre i FFO tesi L Università

Dettagli

DATI FINALI 1. UNIVERSITÀ DI BARI:

DATI FINALI 1. UNIVERSITÀ DI BARI: DATI FINALI. UNIVERSITÀ DI BARI: Agraria Farmacia Lettere e filosofia Lingue e lett. Straniere Medicina e Chirurgia Medicina veterinaria Biotecnologie Sc Formazione Sc Politiche Agraria: : Farmacia: :

Dettagli

TABELLA DISPONIBILITA CORSI TFA DA ISTITUIRE PRESSO GLI ATENEI UNIVERSITARI D ITALIA

TABELLA DISPONIBILITA CORSI TFA DA ISTITUIRE PRESSO GLI ATENEI UNIVERSITARI D ITALIA TABELLA DISPONIBILITA CORSI TFA DA ISTITUIRE PRESSO GLI ATENEI UNIVERSITARI D ITALIA A013 Chimica e tecnologie chimiche A016 Costruzioni,tecnologie delle costruzioni e disegno tecnico A017 Discipline economico

Dettagli

La capacità di attrarre studenti stranieri come fattore di competitività

La capacità di attrarre studenti stranieri come fattore di competitività the Italian Think Tank Le Università italiane nel mercato globale dell innovazione La capacità di attrazione di studenti stranieri Un progetto di marketing per l Italia 2009 -Position paper - Questo paper

Dettagli

TEST ECONOMIA 2013. Progetto TOLC Economia (seguito presentazione del 17 maggio 2013) Analisi dei risultati e confronto anni precedenti

TEST ECONOMIA 2013. Progetto TOLC Economia (seguito presentazione del 17 maggio 2013) Analisi dei risultati e confronto anni precedenti Prof. Armando Brandolese Presidente CISIA Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico TEST ECONOMIA 2013 Progetto TOLC Economia (seguito presentazione del 17 maggio 2013) Analisi dei risultati e confronto anni

Dettagli

Oggetto: ORIENTAMENTO IN USCITA PER LA SCELTA STUDI POST DIPLOMA Università, Accademie e Formazione Professionale Post Diploma.

Oggetto: ORIENTAMENTO IN USCITA PER LA SCELTA STUDI POST DIPLOMA Università, Accademie e Formazione Professionale Post Diploma. Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Artistico Statale Medardo Rosso via Calatafimi n 5-23900 Lecco Tel. 0341369278 Fax. 0341364378 email segreteria@artisticolecco.it Circ 153

Dettagli

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2003 PROFESSIONE SEDI ATTUARIO e ATTUARIO IUNIOR CHIMICO e CHIMICO IUNIOR BARI CAMERINO CATANIA

Dettagli

TEST ECONOMIA 2014 Svilippo progetto TOLC-Economia

TEST ECONOMIA 2014 Svilippo progetto TOLC-Economia scienze www.cisiaonline.it TEST ECONOMIA 2014 Svilippo progetto TOLC-Economia Prof. Claudio Casarosa Direttore CISIA Roma, 3 ottobre 2014, Assemblea Conferenza Area 13 I CONSORZIATI Consorziate 40 Università

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2014 PROFESSIONE SEDI ATTUARIO e ATTUARIO IUNIOR CHIMICO e CHIMICO IUNIOR COMO (Univ. dell

Dettagli

Note metodologiche. numero dei laureati nel Profilo 2013. tipologia del corso

Note metodologiche. numero dei laureati nel Profilo 2013. tipologia del corso Note metodologiche Il Profilo dei Laureati 2013 utilizza in modo integrato: la documentazione degli archivi amministrativi dei 64 Atenei che hanno aderito ad AlmaLaurea prima del 2013; le informazioni

Dettagli

5. IL MERCATO DELLA FORMAZIONE A DISTANZA

5. IL MERCATO DELLA FORMAZIONE A DISTANZA 5. IL MERCATO DELLA FORMAZIONE A DISTANZA Quali segnali provengono dal mercato dell e-learning? Diventerà effettivamente un settore cardine dell economia mondiale o si tratta di un settore destinato ad

Dettagli

Esiti dei Premi di Laurea AICA-Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 2010

Esiti dei Premi di Laurea AICA-Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 2010 Esiti dei Premi di Laurea AICA-Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 21 All edizione 21 del bando per l assegnazione dei premi di laurea AICA-Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, di

Dettagli

Piano nazionale per le Lauree Scientifiche

Piano nazionale per le Lauree Scientifiche Piano nazionale per le Lauree Scientifiche Roma, 20 Aprile 2011 Nicola Vittorio Coordinatore per il MIUR del PLS 1 Il sito PLS http://www.progettolaureescientifiche.eu/ 2 Piemonte Lombardia Università

Dettagli

E-learning: Metodi e Strumenti. Elena Ferrari Università dell Insubria, Como

E-learning: Metodi e Strumenti. Elena Ferrari Università dell Insubria, Como E-learning: Metodi e Strumenti Elena Ferrari Università dell Insubria, Como E-learning Definisce metodi/strumenti di apprendimento con cui si trasferiscono le conoscenze a distanza: spaziale e/o temporale

Dettagli

Presentazione risultati indagine conoscitiva sull utilizzo dell Europass Supplemento al Diploma. ISFOL Centro Nazionale Europass

Presentazione risultati indagine conoscitiva sull utilizzo dell Europass Supplemento al Diploma. ISFOL Centro Nazionale Europass Presentazione risultati indagine conoscitiva sull utilizzo dell Europass ISFOL Centro Nazionale Europass 1 Indagine conoscitiva sull utilizzo dell Europass Popolazione: 76 Atenei, che, su richiesta del

Dettagli

PARTONO I TFA: ECCO LA MAPPA

PARTONO I TFA: ECCO LA MAPPA PARTONO I TFA: ECCO LA MAPPA Agli inizi di marzo è uscita la notizia che entro giugno ( si direbbe tra il 9 e il 19 giugno) la tribolata vicenda dei TFA dovrebbe trovare attuazione con le prime prove preselettive,

Dettagli

Giurisprudenza I T A L I A LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LMG/01 GIURISPRUDENZA

Giurisprudenza I T A L I A LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LMG/01 GIURISPRUDENZA LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI GIURISPRUDENZA Giurisprudenza I T A L I A Università degli Studi di BARI ALDO MORO http://www.uniba.it GIURISPRUDENZA, TARANTO GIURISPRUDENZA,

Dettagli

Il CINI e le certificazioni

Il CINI e le certificazioni Il CINI e le certificazioni Prof. Paolo Ciancarini Direttore del Consorzio Prof. Marco Ferretti Responsabile progetto EUCIP Roma, 24 luglio 2007 Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica

Dettagli

Executive Summary. Osservatorio e-learning 2006 Aitech-Assinform

Executive Summary. Osservatorio e-learning 2006 Aitech-Assinform Executive Summary Osservatorio e-learning 2006 Aitech-Assinform e-learning in Italia : una strategia per l innovazione imprese, pubblica amministrazione, scuola, università Novembre 2006 OBIETTIVI DELLA

Dettagli

Esiti dei test preliminari

Esiti dei test preliminari Esiti dei test preliminari Per ogni classe sono evidenziati gli Atenei per i quali il numero di è inferiore al numero di posti. di A013 - CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE Prova sostenuta il 25/07/2012 - Valutati

Dettagli

Il Consiglio Federale Svizzero ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati "Parti",

Il Consiglio Federale Svizzero ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati Parti, Accordo tra il Consiglio Federale Svizzero ed il Governo della Repubblica Italiana sul reciproco riconoscimento delle equivalenze nel settore universitario Il Consiglio Federale Svizzero ed il Governo

Dettagli

EUCIP4U Certificazioni professionali informatiche nei curricula universitari Progetto nazionale AICA-CINI-CRUI per l inserimento nel mondo

EUCIP4U Certificazioni professionali informatiche nei curricula universitari Progetto nazionale AICA-CINI-CRUI per l inserimento nel mondo EUCIP4U Certificazioni professionali informatiche nei curricula universitari Progetto nazionale AICA-CINI-CRUI per l inserimento nel mondo universitario delle certificazioni europee nel settore ICT 1 EUCIP4

Dettagli

Decreto Ministeriale 24 febbraio 2003

Decreto Ministeriale 24 febbraio 2003 Decreto Ministeriale 24 febbraio 2003 Ordinanza ministeriale 24 febbraio 2003 con la quale vengono indette per l'anno 2003 le sessioni di esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio delle professioni

Dettagli

Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/ 2001

Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/ 2001 Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 P rofessioni regolamentate dal D.P.R. 328/ 2001 Allegati Ordinanza Ministeriale 22 gennaio 2007 Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 Professioni regolamentate

Dettagli

Tirocinio Formativo Attivo:

Tirocinio Formativo Attivo: Tirocinio Formativo Attivo: contingente di personale della scuola da collocare in esonero parziale o totale e la loro ripartizione tra l (Decreto Interministeriale n. 210 del 26 marzo 2013) 1 / 20 Documentazione

Dettagli

Newsletter DaBaCU n 4, Settembre 2010

Newsletter DaBaCU n 4, Settembre 2010 Newsletter DaBaCU n 4, redatta mensilmente dello staff DaBaCU, Centro METID del Politecnico di Milano. http://www.dabacu.polimi.it I primi risultati del progetto accessibili alla pagina: http://www.dabacu.polimi.it/web/guest/catalogo

Dettagli

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Promulga. la seguente legge: Art.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Promulga. la seguente legge: Art. LEGGE 7 febbraio 2013, n. 15 Ratifica ed esecuzione dell'accordo sul reciproco riconoscimento dei titoli di studi universitari rilasciati nella Repubblica italiana e nella Repubblica di San Marino ai fini

Dettagli

innovazione PER del business IL business 15 e 16/06/2012 6 e 7/07/2012 20 e 21/07/2012 Polo Tecnologico di Pordenone Andrea Galvani Via Roveredo, 20/b

innovazione PER del business IL business 15 e 16/06/2012 6 e 7/07/2012 20 e 21/07/2012 Polo Tecnologico di Pordenone Andrea Galvani Via Roveredo, 20/b PER Polo Tecnologico di Andrea Galvani Via Roveredo, 0/b Innovazione, Innovazione per il business è un ciclo di incontri di formazione breve indirizzati ai decisori aziendali per stimolare le capacità

Dettagli

Anno 2007 - dati aggiornati al 3 settembre 2008

Anno 2007 - dati aggiornati al 3 settembre 2008 IMT ALTI STUDI LUCCA ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA/ISTITUTO DI ASTROFISICA SPAZIALE ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA/ISTITUTO DI RADIOASTRONOMIA SEDE BOLOGNA ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA/OSSERVATORIO

Dettagli

Ingegneria discipline varie

Ingegneria discipline varie Ingegneria discipline varie I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-8 - INGEGNERIA

Dettagli

Qui di seguito riportiamo i risultati dei test professioni sanitarie 2013: graduatorie nazionali definitive

Qui di seguito riportiamo i risultati dei test professioni sanitarie 2013: graduatorie nazionali definitive Qui di seguito riportiamo i risultati dei test professioni sanitarie 2013: graduatorie nazionali definitive Fonte: Controcampus.it Per gli studenti che hanno sostenuto il test di Professioni Sanitarie

Dettagli

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri I laureati con competenze di ingegneria in Italia Anno 2012 (c.r. 447-I) Roma, novembre 2013 Ing. Armando Zambrano Ing. Fabio Bonfà Ing. Gianni Massa Ing. Riccardo

Dettagli

Università che hanno comunicato il numero complessivo dei posti disponibili per singola facoltà

Università che hanno comunicato il numero complessivo dei posti disponibili per singola facoltà Allegato 3 Contingente riservato agli studenti non comunitari residenti all'estero per l'anno accademico 2001/2002 per i corsi di laurea e di diplomi universitari attivati secondo l'ordinamento didattico

Dettagli

I laureati di cittadinanza estera

I laureati di cittadinanza estera 14. I laureati di cittadinanza estera Tra il 2006 e il 2012 la quota dei laureati di cittadinanza estera è aumentata, passando dal 2,3 al 3,0 per cento. Quasi il 60 per cento dei laureati esteri provengono

Dettagli

per l assegnazione del premio Made NEW in Italy 2009

per l assegnazione del premio Made NEW in Italy 2009 Bando di concorso per l assegnazione del premio Made NEW in Italy 2009 1. COS È Made NEW in Italy? Il Premio Made NEW in Italy, promosso dal Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia

Dettagli

AlmaLaurea 2015: rapporto laureati lavoro delle Università

AlmaLaurea 2015: rapporto laureati lavoro delle Università Page 1 of 5 AlmaLaurea 2015: rapporto laureati lavoro delle Università Italiane Anche quest anno, come di consueto, è stato pubblicato l attesissimo Rapporto AlmaLaurea 2015 sulla condizione occupazionale

Dettagli

Il Modello Politecnico

Il Modello Politecnico Il Modello Politecnico Convegno "E-learning nell'ateneo torinese: quale futuro?" Università degli Studi di Torino - 19 settembre 2003 METID[a cura di Alberto Colorni - Direttore] METID dentro il Politecnico

Dettagli

La città e gli studenti

La città e gli studenti La città e gli studenti S E S S I O N E T E M A T I C A 4 CO- C H A I R S P R O F. M I C H E L E B U G L I E S I R E T T O R E U N I V E R S I T À C À F O S C A R I, V E N E Z I A M A R Z I A F O R O N

Dettagli

SEZ.: DATI DI INSEGNAMENTO

SEZ.: DATI DI INSEGNAMENTO DOMANDA PER NOMINA IN COMMISSIONI DI ESAMI DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLE LIBERE PROFESSIONI DI: PERITO AGRARIO, PERITO INDUSTRIALE E GEOMETRA - SESSIONE 2015 - MODULO A/1 PER PROFESSORI UNIVERSITARI

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

FFO 2014 Per troppi atenei un pessimo regalo La nostra scheda di approfondimento

FFO 2014 Per troppi atenei un pessimo regalo La nostra scheda di approfondimento FFO 2014 Per troppi atenei un pessimo regalo La nostra scheda di approfondimento Gennaio 2015 Cambiano i Ministri dei Governi, ma quelli destinati al MIUR, anche se sono ex Rettori di atenei, non riescono

Dettagli

Indagine sugli studenti iscritti

Indagine sugli studenti iscritti di Verona Direzione Finanza e Controllo Area Contabilità, Finanza e Sistemi di Controllo Indagine sugli studenti iscritti AA.AA. 2008/09-2009/10 ALLEGATO 2 Fonte dati Anagrafe Nazionale Studenti INDICE

Dettagli

Conferenza di Catania 3 Gruppo di Lavoro: Nuove Tecnologie ed Insegnamento a Distanza

Conferenza di Catania 3 Gruppo di Lavoro: Nuove Tecnologie ed Insegnamento a Distanza Conferenza di Catania 3 Gruppo di Lavoro: Nuove Tecnologie ed Insegnamento a Distanza Maria Amata Garito Professore di Tecnologie dell Istruzione e dell Apprendimento Facoltà di Psicologia Università di

Dettagli

Tav. 6.8b - Studenti della Valle d'aosta iscritti per ateneo, facoltà e genere - Anni accademici 2011/2012-2012/2013

Tav. 6.8b - Studenti della Valle d'aosta iscritti per ateneo, facoltà e genere - Anni accademici 2011/2012-2012/2013 Tav. 6.8b - Studenti della Valle d'aosta iscritti per ateneo, facoltà e genere - Anni accademici 2011/2012-2012/2013 ANNO ACCADEMICO 2012/2013 ATENEO FACOLTA' Maschi Femmine Totale Aosta Classe non richiesta

Dettagli

PROFILO DEI LAUREATI 2002. Giovedì 12 giugno 2003 IUAV Università degli Studi

PROFILO DEI LAUREATI 2002. Giovedì 12 giugno 2003 IUAV Università degli Studi PROFILO DEI LAUREATI 2002 Giovedì 12 giugno 2003 IUAV Università degli Studi Piemonte Orientale Università di Torino Politecnico di Torino Genova Milano IULM Parma Modena e Reggio Emilia Trento IUAV Udine

Dettagli

MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione

MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET - http://offf.miur.it CLASSE DELLE LAUREE

Dettagli

MEDIEN I TV Cinema Fotografia Multimedia

MEDIEN I TV Cinema Fotografia Multimedia MEDIEN I TV Cinema Fotografia Multimedia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET - http://offf.miur.it CLASSE DELLE LAUREE L-20

Dettagli

Atenei italiani con le facoltà, le sedi, gli indirizzi, i recapiti telefonici e i corsi di laurea attivati.

Atenei italiani con le facoltà, le sedi, gli indirizzi, i recapiti telefonici e i corsi di laurea attivati. Atenei italiani con le facoltà, le sedi, gli indirizzi, i recapiti telefonici e i corsi di laurea attivati. ABRUZZO Università degli Studi "Gabriele D'Annunzio" Via dei Vestini, 31-66013 Chieti - Tel.

Dettagli

Analisi delle relazioni dei Nuclei di valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche per il 2002

Analisi delle relazioni dei Nuclei di valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche per il 2002 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Analisi delle relazioni dei Nuclei di valutazione sulle opinioni degli studenti

Dettagli

http://www.miur.it/0006menu_c/0012docume/0015atti_m/7684ordina_cf2.htm

http://www.miur.it/0006menu_c/0012docume/0015atti_m/7684ordina_cf2.htm MIUR - Università Pagina 1 di 3 Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2009 Ordinanza esami di Stato abilitazione professionale sessioni anno 2009. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001 VISTA la legge

Dettagli

Offerta formativa Master di primo e secondo livello, corsi di Perfezionamento A.A. 2013/2014

Offerta formativa Master di primo e secondo livello, corsi di Perfezionamento A.A. 2013/2014 Federazione ISTITUITA AI SENSI DELLE LEGGI: Nazionale 4.8.1965 N. 1103 E 31.1.1983 N. 25 Collegi C.F. 01682270580 Professionali Tecnici Sanitari di Radiologia Medica Offerta formativa di primo e secondo

Dettagli

La scienza di oggi, la tecnologia di domani

La scienza di oggi, la tecnologia di domani Essere un centro di eccellenza a livello internazionale nel campo dell Information and Communication Technology, basato su un infrastruttura di calcolo potente e all avanguardia, una continua innovazione

Dettagli

Rapporto sui risultati della VQR 2004-2010

Rapporto sui risultati della VQR 2004-2010 Rapporto sui risultati della VQR 2004-2010 6 maggio 2014 PREMESSA. L esercizio di Valutazione della Qualità della Ricerca si è concluso a fine Giugno 2013, con la pubblicazione di un Rapporto Finale ANVUR

Dettagli

Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2015 n. 197 Esami di Stato di abilitazione Dottore Commercialista ed Esperto Contabile anno 2015

Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2015 n. 197 Esami di Stato di abilitazione Dottore Commercialista ed Esperto Contabile anno 2015 Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2015 n. 197 Esami di Stato di abilitazione Dottore Commercialista ed Esperto Contabile anno 2015 VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive modificazioni,

Dettagli

Linee guida della proposta di sottoscrizione ottobre 2004

Linee guida della proposta di sottoscrizione ottobre 2004 Linee guida della proposta di sottoscrizione ottobre 2004 Il presente documento rappresenta le linee guida proposte da Casalini Libri per la sottoscrizione alle proprie banche dati da parte degli atenei

Dettagli

Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2015. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001

Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2015. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001 Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2015 n. 198 Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2015. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001 VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e

Dettagli

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma L Open Source per l elearningl ATutor vs Moodle Veronica Mobilio - CNIPA Scegliere una piattaforma Le PA che decidono di erogare progetti formativi in modalità elearning si trovano di fronte alla necessità

Dettagli

elearning Stato dell arte e prospettive di sviluppo con il patrocinio del Ministro dell Innovazione e Tecnologia

elearning Stato dell arte e prospettive di sviluppo con il patrocinio del Ministro dell Innovazione e Tecnologia elearning Stato dell arte e prospettive di sviluppo con il patrocinio del Ministro dell Innovazione e Tecnologia Milano, 30 giugno 2003 1 Osservatorio E-learning 2003 Le Università Italiane e l e-learning

Dettagli

SERVIZIO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI UFFICIO II

SERVIZIO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI UFFICIO II SERVIZIO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI UFFICIO II CONTINGENTE RESIDUO DEI POSTI RISERVATI AGLI STUDENTI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL'ESTERO, PER L'ANNO ACCADEMICO 2000/2001. CORSI DI LAUREA:

Dettagli

Offerta formativa Master di primo e secondo livello, corsi di Perfezionamento A.A. 2014/2015

Offerta formativa Master di primo e secondo livello, corsi di Perfezionamento A.A. 2014/2015 Federazione ISTITUITA AI SENSI DELLE LEGGI: Nazionale 4.8.1965 N. 1103 E 31.1.1983 N. 25 Collegi C.F. 01682270580 Professionali Tecnici Sanitari di Radiologia Medica Offerta formativa di primo e secondo

Dettagli

Presentazione Corso di Laurea in Commercio Estero

Presentazione Corso di Laurea in Commercio Estero Presentazione Corso di Laurea in Commercio Estero Guido Max Mantovani, C.E.G.-Treviso, Direttore Treviso, 16 settembre 2011 1 Laurea [3 anni] mercato del lavoro Laurea Magistrale [2 anni] Master di primo

Dettagli