NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A."

Transcript

1 11 Broadway, Suite 630 New York, NY Tel (212) Fax (212) aprile 2015 NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Dove andrà il dollaro? Stephen Jen, investitore fino a qualche anno fa economista presso il Fondo Monetario Internazionale, ha affermato che nel mondo vi è una scarsità strutturale di dollari per cui la pressione verso l aumento di valore del dollaro continuerà ancora per diverso tempo. Egli ha spiegato che al di fuori degli Stati Uniti vi sono debitori che hanno preso prestiti per 9 bilioni di dollari e gran parte di questi prestiti dovranno essere pagati nei prossimi anni. Inoltre, molte banche centrali che avevano ridotto nel passato le proprie riserve di dollari stanno ora cambiando direzione. La percentuale di dollari come moneta di riserva internazionale era scesa al 60% nel 2011 dal 73% nel 2000, ma tra il 2011 e il 2014 è risalita al 63%. Jen prevede quindi che nei prossimi mesi il dollaro raggiungerà il valore di 96 centesimi per euro con un aumento del 9%. Non tutti, però, sono della stessa opinione: Chris Turner, capo della Foreign Exchange Strategy di ING Groep NV, ritiene che il dollaro arriverà alla parità con l euro verso la metà del David Bloom, Global Head of Currency Strategy presso HSBC Holdings Plc., sostiene invece che la salita del dollaro si fermerà. Adrian Lee dell omonima ditta di investimenti sostiene che il dollaro continuerà a rafforzarsi e cita come motivo la riduzione del deficit commerciale statunitense a seguito del repentino declino dei prezzi del petrolio e dell aumento di produzione energetica negli U.S.A., fattori che hanno contribuito a fare scendere il deficit commerciale statunitense dal 5,9% del PIL nel 2006 al 2,3% nel L effetto dell aumento del valore del dollaro sui consumi negli Stati Uniti L aumento del 24% del valore del dollaro dal giugno 2014 a questa parte sta pian piano mostrando i suoi effetti nell economia americana. Il primo è quello del calo dei prezzi per gli importatori e il secondo è la conseguente riduzione dei prezzi ai consumatori, denominata pass-through. Questo era l argomento principale di un articolo su Bloomberg News dell 11 marzo. È certo che i consumatori non riceveranno il beneficio totale del declino dei prezzi all importazione. Infatti, molti fornitori esteri che hanno sofferto a lungo continuando a esportare negli U.S.A. nonostante la difficoltà generata dall euro forte stanno ora finalmente recuperando un po di profitti. Le categorie di prodotti che potranno far registrare riduzioni per i consumatori sono l abbigliamento e le automobili. Questo vasto declino dei prezzi dei prodotti di largo consumo dovrebbe servire ad aumentare il reddito disponibile dei consumatori, con il quale essi potranno spendere ancora di più. Dal momento che il 70% del PIL degli Stati Uniti è composto dal settore dei consumi, il calo dei prezzi all importazione dovrebbe contribuire all espansione dell economia del paese. Secondo una ricerca della Federal Reserve Bank di San Francisco condotta nel 2011, le importazioni costituivano il 13,9% della spesa al consumo per prodotti e servizi. Uno studio di Goldman suggerisce che il declino dell 1% nell abbigliamento importato riduce il prezzo al consumatore dello 0,4%.

2 La metà degli americani risparmia poco o nulla Secondo un reportage della CNN, che cita una ricerca condotta da Bankrate, la metà delle famiglie americane risparmiano meno del 5% dei loro redditi e il 18% non risparmia nulla. Solo un quarto delle famiglie risparmia più del 10% dei redditi. Bankrate raccomanda una percentuale di risparmi pari al 15% dei redditi. Storicamente gli americani risparmiano meno che gli europei. Uno dei fattori può essere la maggiore facilità di trovare lavoro negli U.S.A. per cui non era necessario mantenere un cuscino di protezione in caso di lunghi periodi di disoccupazione. Il comportamento di molte famiglie può essere cambiato a seguito della grande recessione, tuttavia è più difficile cambiare le abitudini di spesa un po come è difficile mettersi a dieta. La questione dei risparmi diventa invece più grave per coloro che vanno in pensione. Negli Stati Uniti il sistema pensionistico è privato ed è limitato a una percentuale bassa di aziende. I pagamenti del Social Security, che iniziano normalmente all'età di 66 anni o a 62 anni per coloro che accettano pagamenti mensili inferiori, in genere non sono sufficienti a sbarcare il lunario. Il massimo mensile per chi inizia a ricevere i pagamenti a 66 anni nel 2015 è di $ Il mercato del lavoro è ancora fiacco Il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti è sceso al 5,5% a febbraio. Tuttavia, il mercato del lavoro rimane debole: il tasso di partecipazione alla forza lavoro è calato di 0,1 punti percentuali e la quota di coloro che sono disoccupati da lungo tempo o che sono costretti a lavorare part-time per ragioni economiche è ancora a livelli elevati. Inoltre, questa situazione ha ripercussioni sugli stipendi: la crescita annuale dei salari reali considerata normale è tra il 3% e il 4%, mentre la crescita si trova oggi ben al di sotto di tale fascia. 2

3 Gli indicatori di una futura espansione del settore casa negli U.S.A. Dopo anni di sofferenze, si spera finalmente che il settore della casa negli Stati Uniti si riprenda e alla grande. Secondo alcuni analisti vi sono buoni motivi per un nuovo boom del settore. Dopo la grande recessione vi è oggi un elevato numero di giovani tra i 20 e i 25 anni, i quali creano una situazione demografica che dovrebbe generare una solida domanda di abitazioni. A causa della recessione è aumentato il numero di giovani che sono rimasti o sono tornati ad abitare con i genitori. Quasi un terzo dei giovani tra i 18 e i 34 anni ora abita con i genitori. La percentuale è passata dal 27% nel 2004 al 31% nel 2013 e ora, con il miglioramento dell economia, si prevede che questa percentuale scenderà man mano ai livelli esistenti tra il 1990 e il

4 Inoltre, va notato che la formazione di nuove famiglie ha fatto registrare un sostanziale aumento negli ultimi mesi e questo dovrebbe condurre a un aumento della domanda di abitazioni. Le vendite di case esistenti balzano al livello più alto da 18 mesi I dati di marzo relativi alle vendite di case esistenti (existing home sales) pubblicati dalla National Association of Realtors (NAR) mostrano un aumento del 6,1% rispetto al mese precedente a un tasso annuale stagionalizzato di 5,19 milioni di unità, il livello più alto dal settembre 2013 e l incremento mensile maggiore dal dicembre Inoltre, le vendite sono aumentate del 10,4% rispetto a un anno fa, l incremento annuale più alto dall agosto Il prezzo medio di vendita a marzo è stato di dollari, in aumento del 7,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Secondo Lawrence Yun, capo economista della NAR, la combinazione dei bassi tassi d interesse e della continua stabilità sul mercato del lavoro sta risollevando la fiducia degli acquirenti e potrà finalmente liberare la domanda latente accumulatasi negli ultimi anni. Lieve aumento anche per gli housing starts Secondo dati dell U.S. Census Bureau, le nuove abitazioni messe in opera sono aumentate a marzo del 2% rispetto al mese precedente a un tasso annuale stagionalizzato di unità (-2,5% rispetto allo stesso periodo del 2014). Alla crescita delle costruzioni di case monofamiliari, salite del 4,4% rispetto a febbraio a un tasso di unità, ha fatto da contrappeso il declino delle multifamiliari, scese del 7,1% a un tasso di unità. Esaminando i dati per regione, si nota che hanno registrato un aumento il Nord-Est (+114,9% a un tasso annuale stagionalizzato di unità) e il Midwest (+31,3%, unità), mentre hanno mostrato un calo il Sud (-3,5%, unità) e l Ovest (-19,3%, unità). 4

5 Il mercato dei rifacimenti nel 2015 Secondo il Leading Indicator of Remodeling Activity (LIRA) utilizzato dal Joint Center for Housing Studies (JCHS) dell Università di Harvard, l aumento della spesa per rifacimenti residenziali rallenterà durante i primi mesi del 2015, ma recupererà terreno nell ultimo trimestre dell anno. L indice LIRA prevede che il tasso di crescita del settore per tutto il 2015 sarà del 2,9% rispetto all anno precedente, con una spesa totale per rifacimenti di 147,4 miliardi di dollari. Le importazioni dall Italia nei primi due mesi del 2015 Nei mesi di gennaio e febbraio 2015 gli Stati Uniti hanno importato prodotti dall Italia per un valore di 6,5 miliardi di dollari, un aumento del 10,8% rispetto al primo biennio dello scorso anno. I principali beni importati sono stati: medicinali e altri prodotti per uso terapeutico ($405 milioni), autoveicoli ($383m), vini ($223m), calzature ($189m), dipinti ($172m), parti per velivoli come mongolfiere, dirigibili e areoplani ($157m), articoli da viaggio ($143m), valvole ($139 milioni), montature per occhiali ($118m), turboreattori, eliche e altre turbine a gas ($111m), arredamento ($87m), elettrodomestici ($78m), olio d oliva ($76m), gioielleria ($66m), marmi ($59m), abbigliamento da uomo ($58m), piastrelle di ceramica smaltate ($47m) e formaggi ($46m). Perché certi container dall Italia vengono bloccati alla dogana U.S.A.? Negli ultimi anni un crescente numero di container provenienti dall Italia è stato fermato in dogana all arrivo negli Stati Uniti dai funzionari dell ufficio dell APHIS, che fa parte dell U.S. Department of Agriculture. APHIS sono le iniziali di Animal and Plant Health Inspection Service, l ente che ha il compito di proteggere l agricoltura da piante e insetti potenzialmente dannosi. Alcuni anni fa l arrivo dalla Cina dell Asian Longhorned Beetle causò danni per centinaia di milioni di dollari con la distruzione di intere foreste. I funzionari del Ministero dell Agricoltura statunitense distribuivano dei biglietti da visita con la foto chiedendo ai passanti, qualora avessero visto questo insetto, di telefonare immediatamente per chiamare una squadra di disinfestazione. Questo episodio generò un po di panico al ministero e da allora molti dei container che arrivano negli U.S.A. vengono ispezionati e, se vengono trovati insetti o lumache, ne viene ordinata la fumigazione con il bromuro di metile oppure il ritorno al mittente. È evidente che in casi come questi il danno per gli esportatori può essere notevole. Pertanto un associazione italiana di fabbricanti, Confindustria Ceramica di Sassuolo (MO), ha istituito un programma di prevenzione che in pochi mesi è riuscito a ridurre i blocchi in dogana del 40%. 5

6 Quali sono i porti di partenza delle esportazioni italiane verso gli U.S.A.? Nel mese di marzo 2015 l Italia ha esportato prodotti verso gli Stati Uniti per un peso totale di circa tonnellate. I principali porti di partenza delle merci sono stati i seguenti: La Spezia con 160mila tonnellate equivalenti a circa il 38% del totale, Genova con 96mila tonnellate (23%), Livorno con 71mila tonnellate (17%) e a seguire Napoli (28mila ton., 7%), Augusta (18mila ton., 4%), Civitavecchia (16mila ton., 4%), Cagliari (12mila ton., 3%), Gioia Tauro (8mila ton., 2%) e altri. Export dall'italia verso gli U.S.A. a marzo 2015 Porto di partenza Migliaia di tonnellate % sul totale LA SPEZIA % GENOVA % LIVORNO % NAPOLI % AUGUSTA (SR) % CIVITAVECCHIA (ROMA) % CAGLIARI % GIOIA TAURO (RC) % RAVENNA % SALERNO % SAVONA % SUBTOTALE % ALTRI (stima) % TOTALE (stima) % I principali porti U.S.A. di destinazione nel 2014 Nel 2014 gli Stati Uniti hanno importato dall Italia per un valore di circa 42 miliardi di dollari. I primi dieci porti di destinazione sono stati: New York, NY ($13,2mld); Savannah, GA ($3,5mld); Chicago, IL ($3mld); Houston, TX ($2,9mld); Los Angeles, CA ($2,5mld); Cleveland, OH ($2mld); Norfolk, VA ($1,5mld); New Orleans, LA ($1,3mld); Miami, FL ($1,3mld); Detroit, MI ($1,2mld). Highlights della bilancia commerciale 2014 degli Stati Uniti I principali paesi dai quali gli U.S.A. hanno importato nel 2014 sono stati Cina (per un valore di 466,7 miliardi di dollari), Canada ($346,1mld), Messico ($294,2mld), Giappone ($133,9mld) e Germania ($123,2mld). L export statunitense è stato diretto principalmente verso Canada (per un valore di 312,1 miliardi di dollari), Messico ($240,3mld), Cina ($124mld), Giappone ($67mld) e Regno Unito ($53,9mld). Conseguentemente, il deficit della bilancia commerciale con la Cina è pari a 342,7 miliardi di dollari, quello con il Canada di $34mld, con il Messico di $53,9mld e con il Giappone di $66,9mld. 6

7 Come evitare i pesticidi nella frutta e nella verdura La rivista Consumer Reports ha pubblicato sul numero di maggio 2015 un reportage sulla presenza di pesticidi nella frutta e nella verdura. I consumatori americani sono preoccupati per i danni alla salute che possono derivare dall ingerire regolarmente alimenti che contengono pesticidi. Un modo per evitare o per lo meno per ridurre sostanzialmente i prodotti che contengono pesticidi è quello di acquistare esclusivamente prodotti biologici (chiamati organic negli U.S.A.). Tuttavia, non tutti possono permettersi di pagare in media il 50% in più per acquistare frutta e verdura biologica. Allo scopo di minimizzare l esposizione ai pesticidi, gli esperti di Consumer Reports hanno pubblicato una lista di prodotti di produzione standard, non biologica, dove i residui di pesticidi sono molto bassi e non si ritiene che provochino danni alla salute. Nei casi in cui i residui di pesticidi sono eccessivamente elevati, la rivista raccomanda l acquisto di prodotti biologici. Tra la frutta che è meglio evitare perché contenente residui eccessivamente elevati di pesticidi vengono elencate le pesche dal Cile e dagli U.S.A.; i mandarini dal Cile, Sudafrica e U.S.A.; le susine dal Cile; le nettarine dagli U.S.A. e dal Cile; mele, fragole, meloni e mirtilli dagli U.S.A.; il mango dal Brasile. Tra le verdure da evitare vengono elencati i fagiolini dal Guatemala, dal Messico e dagli U.S.A.; i peperoni dolci e i peperoncini da Messico e U.S.A.; zucche, sedano e patate dagli U.S.A.; cetrioli e pomodori da Messico e U.S.A.; le carote dal Canada, Messico e U.S.A.; gli asparagi dal Perù; le melanzane dal Messico. La domanda di prodotti biologici aumenta più velocemente dell offerta Con la domanda di prodotti biologici che aumenta a un tasso più veloce dell offerta, molte aziende che vendono tali prodotti si stanno dando da fare per assicurare le forniture acquistando fattorie o finanziando i produttori. La produzione non è aumentata pari passo con il consumo anche per via del fatto che, come scrive Ilan Brat in un recente articolo in prima pagina sul Wall Street Journal, la conversione dall agricoltura standard a quella biologica è costosa e presenta anche dei rischi. Secondo la Organic Trade Association, le vendite al dettaglio di prodotti biologici negli Stati Unti tra il 2004 e il 2013 sono triplicate raggiungendo i 32,3 miliardi di dollari. Il numero di aziende agricole è aumentato in modo parallelo. La scarsità di prodotti biologici riguarda raccolti come la soia, la cui produzione negli U.S.A. è limitata e buona parte viene importata. Un altro prodotto biologico la cui domanda supera l offerta è il latte, che viene acquistato principalmente per nutrire i bambini, più a rischio degli adulti quando consumano prodotti che contengono pesticidi. Il mercato dei prodotti biologici raggiunge un livello record nel 2014 Secondo quanto comunicato dalla Organic Trade Association, il fatturato dei prodotti biologici, alimentari e non alimentari, negli U.S.A. ha raggiunto nel 2014 il livello record di 39,1 miliardi di dollari, con un aumento dell 11,3% rispetto all anno precedente. Le vendite di prodotti alimentari biologici costituiscono oggi il 5% delle vendite totali di alimentari. Le vendite di latticini biologici hanno fatto registrare un aumento dell 11% rispetto al 2013, raggiungendo i $5,46 miliardi. Le vendite di prodotti biologici non-alimentari costituiscono l 8% del totale del mercato dei prodotti biologici. Il 78% dei consumatori che acquistano prodotti biologici fa la spesa nei supermercati tradizionali. 7

8 La FDA limita la quantità massima di fluoro nell acqua in bottiglia Il 27 aprile la Food and Drug Administration, l agenzia federale statunitense che regola i prodotti alimentari e farmaceutici, ha raccomandato ai produttori di acqua in bottiglia di limitare la quantità di fluoro a 0,7 milligrammi per litro. Il fluoro serve a prevenire la carie nei denti, tuttavia una quantità troppo elevata può causare lo scolorimento dello smalto dei denti. La situazione del mercato degli alcolici negli Stati Uniti Il Wine Council, un associazione indipendente senza scopo di lucro, e la Nielsen Company, società specializzata in ricerche di mercato, hanno presentato i risultati della ricerca annuale condotta sul mercato statunitense degli alcolici. Tra le ultime tendenze, le più importanti sono le seguenti: la crescita della cosiddetta igeneration, composta da 60 milioni di nuovi consumatori che quest anno entreranno nel mercato delle bevande alcoliche avendo raggiunto l età minima per poterle acquistare, introdurrà cambiamenti importanti a causa dell uso elevato di internet negli acquisti; il pubblico femminile (54%) ha superato quello maschile nei consumi di alcolici e le donne sono ora la nuova forza negli acquisti di whisky; i vini rossi sono in aumento, con un incremento delle vendite nel 2014 del 15% e con un prezzo medio per bottiglia di $8,33; il 69% di coloro che bevono vino frequentemente bevono anche birra con alta frequenza; il 36% dei bevitori di vino usano Facebook, il 20% You Tube e il 38% Twitter; i Millennials, i consumatori di età tra 21 e 38 anni, costituiscono il 30% di coloro che bevono con alta frequenza, al secondo posto dopo i Baby Boomers, la generazione dei nati nel dopoguerra. I Millennials cercano anche vini da paesi come Portogallo, Nuova Zelanda e Grecia e il 56% considera gli articoli sui vini molto importanti; il consumo di vino sta aumentando a un tasso più veloce degli altri alcolici. È guerra tra i dettaglianti e i grossisti di vino Negli Stati Uniti, dopo l abolizione del proibizionismo, la Costituzione concesse agli stati l esclusiva regolamentazione del commercio di vini e liquori. Ne conseguì che fino a qualche anno fa la distribuzione di vini era ristretta alla catena produttore-grossista-dettagliante. Il risultato fu la creazione di un oligopolio costituito da un numero limitato di grossisti e i principali grossisti hanno dimensioni superiori a quelle dei maggiori produttori di vini. Qualche anno fa una decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti permise la vendita diretta dalle cantine ai consumatori negli stati in cui la pratica era legale. La vendita diretta permette ai piccoli produttori, che hanno difficoltà a trovare grossisti interessati a vendere i loro vini, di poter vendere al di fuori del proprio stato. Alcuni mesi fa Empire Wine, uno dei maggiori dettaglianti di vini nello stato di New York, ebbe la sfrontatezza di vendere e spedire vini a clienti al di fuori dello stato di New York in stati che non permettono l acquisto di vini da dettaglianti situati in altri stati. La New York State Liquor Authority iniziò un processo disciplinare nei confronti di Empire Wine, che rispose facendo causa allo Stato di NY, affermando che esso non aveva potere legale sulla questione e che aveva violato il diritto del dettagliante di operare nel mercato. Nella disputa sono entrate l associazione nazionale dei grossisti (Wine and Spirits Wholesalers of America) a favore dello Stato di NY e la National Association of Wine Retailers a difesa del dettagliante. In effetti, sembra che lo Stato di NY non sia parte in causa perché i clienti che fanno gli ordini acquistano franco negozio New York. E se è illegale importare nello stato del cliente da dettaglianti di altri stati, la disputa è tra lo stato che proibisce e l acquirente e non con il dettagliante. 8

9 Le dieci Business Schools preferite dagli studenti In genere la classifica delle università americane dove si può ricevere il Master in Business Administration (MBA) viene redatta sulla base delle opinioni di esperti e di manager. In aprile il Graduate Management Admission Council ha invece pubblicato i risultati di una ricerca condotta presso studenti e laureati delle Business Schools statunitensi. I risultati sono diversi da quelli tradizionali. I programmi di MBA preferiti sono risultati nell ordine: 1. Stanford University s Graduate Business School 2. The University of Maryland s Smith School of Business 3. Harvard Business School 4. The University of California at Berkeley s School of Business 5. Brigham Young University s Marriot School 6. The University of Chicago s Booth School of Business 7. The University of Pennsylvania s Wharton School 8. The University of Virginia s Darden School of Business 9. Northwestern University s Kellogg School 10. The University of California at Los Angeles s Anderson School Un sicuro indicatore economico Un eccellente indicatore economico è l'andamento degli affari di indovini, cartomanti e chiaroveggenti. Nel rione di Midwood a Brooklyn il negozio New Age Mystical Readings, che aveva aperto all'inizio della grande recessione e dove i clienti andavano per farsi leggere la mano e per consultare i tarocchi, ha chiuso i battenti all'inizio del Segno che l'economia migliora e la gente investe meno nel cercare di avere notizie sul proprio futuro. Lo studio D. Grosser and Associates, Ltd, fondato nel 1984, fornisce consulenza alle aziende che operano negli Stati Uniti, conduce ricerche di importatori e studi di fattibilità, organizza seminari sul mercato USA, prepara programmi pubblicitari e promozionali per aziende, consorzi e associazioni di categoria, e pubblica newsletter settoriali per i clienti. Per ulteriori informazioni o per assistenza circa il mercato statunitense, o per avere copie delle guide si prega di contattare i nostri rappresentanti in Italia: Studio Ligabue Paola & C. Sas, Via Guido da Castello 5, Reggio Emilia Tel: , fax , 9

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Gli Stati Uniti non vogliono rinunciare all uso dei nomi Parmesan, Feta e Mozzarella

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Gli Stati Uniti non vogliono rinunciare all uso dei nomi Parmesan, Feta e Mozzarella 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 25 Marzo 2014 NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Gli Stati Uniti non vogliono rinunciare

Dettagli

26 luglio 2012 NOTIZIE ECONOMICHE DAGLI STATI UNITI

26 luglio 2012 NOTIZIE ECONOMICHE DAGLI STATI UNITI 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 26 luglio 2012 NOTIZIE ECONOMICHE DAGLI STATI UNITI Per avere successo

Dettagli

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A.

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 15 Dicembre 2014 NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Ricchi immigranti finanziano

Dettagli

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A.

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. L economia americana : previsioni per il 2015

Dettagli

Il settore vinicolo negli USA. Paolo Ceresa

Il settore vinicolo negli USA. Paolo Ceresa Il settore vinicolo negli USA Paolo Ceresa Milano, 8 Maggio 2015 American Chamber of Commerce in Italy American Chamber of Commerce in Italia (AmCham) è un organizzazione privata senza scopo di lucro fondata

Dettagli

IL Mercato Statunitense

IL Mercato Statunitense IL Mercato Statunitense Aggiornamento giugno 2013 Avv. Charles Bernardini Ungaretti & Harris LLP Chicago, Illinois cbernardini@uhlaw.com 312.977.4377 1 A.T. Kearney 2013 Foreign Direct Investment Confidence

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

NEWSLETTER NORD AMERICA

NEWSLETTER NORD AMERICA 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 22 settembre 2014 NEWSLETTER NORD AMERICA Un analisi dell andamento del

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F

Dettagli

NEWSLETTER SULL ECONOMIA DEGLI STATI UNITI. Il Wall Street Journal si lamenta che il dollaro è alla deriva

NEWSLETTER SULL ECONOMIA DEGLI STATI UNITI. Il Wall Street Journal si lamenta che il dollaro è alla deriva 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 949-8192 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 13 ottobre 2009 NEWSLETTER SULL ECONOMIA DEGLI STATI UNITI Il Wall Street

Dettagli

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A.

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Che cosa farà la FED? Alla fine di gennaio la

Dettagli

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T STATI UNITI REALE Pil 1,8% t/t 0,4% t/t 1,6% a/a 1,7% a/a Consumi privati 2,6% t/t 1,8% t/t 1,9% a/a 1,8% a/a 3% t/t 14% t/t 5,5% a/a 7,2% a/a 0,4% t/t 13,2% t/t non residenziali 3,7% a/a 5,5% a/a 14%

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

PAVIA & HARCOURT LLP

PAVIA & HARCOURT LLP PAVIA & HARCOURT LLP Iniziative MACFRUIT 2005 Cesena, 7 Maggio 2005 IL MERCATO AMERICANO PER GLI PRODOTTI ALIMENTARI LE SUE OPPORTUNITA LA SUA REGOLAMENTAZIONE LA DISTRIBUZIONE I. MERCATO AMERICANO E LE

Dettagli

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite 8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 9 ottobre 214 Agenda 1 Italia: in lento recupero dal 215 2 Consumi: il peggio è alle spalle?

Dettagli

NEWSLETTER ECONOMIA NORDAMERICA

NEWSLETTER ECONOMIA NORDAMERICA 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 28 novembre 2013 NEWSLETTER ECONOMIA NORDAMERICA Aumentano del 4% le esportazioni

Dettagli

USA. Il mercato dei macchinari. per gelaterie, pasticceria e. prodotti da forno UFFICIO ICE CHICAGO ITALIAN TRADE COMMISSION

USA. Il mercato dei macchinari. per gelaterie, pasticceria e. prodotti da forno UFFICIO ICE CHICAGO ITALIAN TRADE COMMISSION USA Il mercato dei macchinari per gelaterie, pasticceria e prodotti da forno UFFICIO ICE CHICAGO ITALIAN TRADE COMMISSION 401 N MICHIGAN AVENUE, SUITE 3030 60611 CHICAGO, ILLINOIS E-mail: chicago@ice.it

Dettagli

Tendenze dei canali di vendita al dettaglio

Tendenze dei canali di vendita al dettaglio ProWein 2015 Indagine sommaria / 25 Febbraio 2015 Tendenze dei canali di vendita al dettaglio È un fatto ampiamente accettato nel commercio mondiale del vino che i canali di vendita al dettaglio attraverso

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Brasile IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Tra i BRIC (Brasile Russia India Cina paesi caratterizzati da una notevole crescita del PIL), il Brasile rappresenta il paese che indubbiamente sta dando segnali

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI Conegliano, 20 febbraio 2014 DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI I temi di approfondimento

Dettagli

OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE. Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais - Brasile

OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE. Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais - Brasile OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE 2002 Camera Italo-Brasiliana di Commercio e Industria Rio de Janeiro - Brasile Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO)

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) I Forum di Cronache di Gusto Taormina, 20 ottobre 2014 IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento Lo scenario:

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A.

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. 25 Febbraio 2014 NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Aumentano del 4% le importazioni USA dall Italia nel 2013 Le importazioni statunitensi dall Italia nel 2013 hanno fatto registrare 38,7 miliardi di dollari con

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PREAVVISO DI SPEDIZIONI DI PRODOTTI ALIMENTARI IMPORTATI

INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PREAVVISO DI SPEDIZIONI DI PRODOTTI ALIMENTARI IMPORTATI PROTEZIONE DELLE FORNITURE DI PRODOTTI ALIMENTARI NEGLI STATI UNITI FDA U.S. Food and Drug Administration Ministero della Sanita e dei Servizi Sociali degli Stati Uniti INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PREAVVISO

Dettagli

BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE

BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE The New Climate Economy Report EXECUTIVE SUMMARY La Commissione Mondiale per l Economia ed il Clima fu istituita per esaminare se sia possible ottenere una crescita economica

Dettagli

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico A cura del CeSPI (Centro Studi di Politica Internazionale) n. 18 - Ottobre 2010 ABSTRACT - L economia messicana era in difficoltà già prima della

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

NEWSLETTER NORD AMERICA

NEWSLETTER NORD AMERICA 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 26 Agosto 2014 NEWSLETTER NORD AMERICA ECONOMIA Le prospettive dell economia

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce IL MERCATO AGROALIMENTARE IN THAILANDIA Il settore del Food in Thailandia è sicuramente uno dei piu promettenti e in rapida crescita. La concorrenza sta crescendo di pari passo; ogni anno infatti assistiamo

Dettagli

Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze. Roberto Pinton

Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze. Roberto Pinton Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze Roberto Pinton Federazione unitaria interprofessionale Fondata nel 1992 35 associazioni nazionali o regionali di agricoltori biologici 2

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929

CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929 CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929 Sintesi del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Facoltà di Scienze Politiche - per l'insegnamento di Geografia Economica. Milano, aprile

Dettagli

L organizzazione delle filiere biologiche italiane. Roberto Pinton

L organizzazione delle filiere biologiche italiane. Roberto Pinton L organizzazione delle filiere biologiche italiane Roberto Pinton Federazione unitaria interprofessionale Fondata nel 1992 35 associazioni nazionali o regionali di agricoltori biologici 2 associazioni

Dettagli

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014 Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze Maggio 2014 1 Sommario 1. IL CONSUMO DI VINO 3 2. TENDENZE DEL COMMERCIO MONDIALE DI VINO NEL 2013 6 3. PRINCIPALI ESPORTATORI NEL 2013 8 4. PRINCIPALI IMPORTATORI

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

IL POPOLO GRECO SI TROVA AD AFFRONTARE un ulteriore

IL POPOLO GRECO SI TROVA AD AFFRONTARE un ulteriore AGGIUNGI UN GRECIA, IN AZIENDA TORNA LA RACMA? D Sull orlo del collasso finanziario, il più debole dei paesi europei è di fronte a scelte difficili, anche di politica monetaria. Il modello argentino attuato

Dettagli

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A.

NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. 11 Broadway, Suite 630 New York, NY 10004 Tel (212) 661-0435 Fax (212) 661-0422 d@grosserconsulting.com www.grosserconsulting.com 18 Maggio 2015 NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. La bolla monetaria della Federal

Dettagli

Azioni di marketing nel mercato USA per aziende Italiane operanti nei segmenti del Food and Wine, del Turismo, della Moda e del Design

Azioni di marketing nel mercato USA per aziende Italiane operanti nei segmenti del Food and Wine, del Turismo, della Moda e del Design Azioni di marketing nel mercato USA per aziende Italiane operanti nei segmenti del Food and Wine, del Turismo, della Moda e del Design Le Camere di Commercio Italo Americane del Midwest e del Texas: i

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014

Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014 Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014 La promozione del sistema industriale italiano all'estero: migliorare efficacia ed efficienza. Le azioni. Grazie dottor

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

Dalla Lombardia al Nord America. Promozione dei prodotti tipici agroalimentari.

Dalla Lombardia al Nord America. Promozione dei prodotti tipici agroalimentari. Dalla Lombardia al Nord America. Promozione dei prodotti tipici agroalimentari. Gentile Impresa, Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Buonitalia Spa si sono impegnate a realizzare un progetto per

Dettagli

20 marzo 2015. USA: ricchezza netta delle famiglie e sue componenti

20 marzo 2015. USA: ricchezza netta delle famiglie e sue componenti Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

UFFICIO COMUNALE DI STATISTICA

UFFICIO COMUNALE DI STATISTICA COMUNE DI PISTOIA Piazza del Duomo 51100 Pistoia Tel. 0573.3711 Ufficio Statistica via dei Macelli 11/C 51100 Pistoia Tel. 0573 371 922 911 - Fax 0573 371928 - e-mail statistica@comune.pistoia.it UFFICIO

Dettagli

EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE:

EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE: EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE: Australia, Brasile, Canada, Cina e Hong Kong, Corea

Dettagli

DOING BUSINESS IN ITALIA 2013

DOING BUSINESS IN ITALIA 2013 DOING BUSINESS IN ITALIA 2013 Regolamentazioni più efficienti per le Piccole e Medie Imprese Augusto Lopez-Claros Director, Global Indicators & Analysis World Bank-IFC Roma, Italia - 14 Novembre 2012 Gli

Dettagli

602,5 abitanti/kmq. Cinese tradizionale (mandarino), Taiwanese e Hakka. Buddismo e Taoismo. Nuovo Dollaro di Taiwan (TWD) Repubblica Presidenziale

602,5 abitanti/kmq. Cinese tradizionale (mandarino), Taiwanese e Hakka. Buddismo e Taoismo. Nuovo Dollaro di Taiwan (TWD) Repubblica Presidenziale TAIW AN Dati di base Superficie 36.180 kmq Popolazione 21.800.000 Densità di popolazione Lingua ufficiale Religione Unità monetaria Forma istituzionale Sede di governo 602,5 abitanti/kmq Cinese tradizionale

Dettagli

Il mercato dell odontoiatria e lo sviluppo congiunturale in Germania (marzo 2009)

Il mercato dell odontoiatria e lo sviluppo congiunturale in Germania (marzo 2009) Il mercato dell odontoiatria e lo sviluppo congiunturale in Germania (marzo 2009) Andamento congiunturale Secondo il parere degli esperti economici pubblicato recentemente, le previsioni congiunturali

Dettagli

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE Bolzano, 29 maggio 2015 PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Il Made in Italy Dop e Igp :

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno La pubblicità in cifre 2006 totale anno PARTE 1 I MACRO INDICATORI ECONOMICI La crescita del prodotto interno lordo Dati a prezzi costanti 1995; variazioni percentuali medie annue. paesi 1994 1995 1996

Dettagli

PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI AGROALIMENTARI LOMBARDI IN NORDAMERICA (USA CANADA) 2010

PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI AGROALIMENTARI LOMBARDI IN NORDAMERICA (USA CANADA) 2010 Gentile Impresa, PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI AGROALIMENTARI LOMBARDI IN NORDAMERICA (USA CANADA) 2010 Camera di Commercio di Mantova, Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Buonitalia Spa si sono

Dettagli

Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico

Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 4 aprile 2013 Agenda 1 Alla ricerca

Dettagli

SOLO ITALIANO 2014 L ECCELLENZA DEL VINO ITALIANO IN RUSSIA SIMPLY ITALIAN PER LA PRIMA VOLTA A LONDRA UN AUTUNNO IN USA E ASIA DICONO DI NOI...

SOLO ITALIANO 2014 L ECCELLENZA DEL VINO ITALIANO IN RUSSIA SIMPLY ITALIAN PER LA PRIMA VOLTA A LONDRA UN AUTUNNO IN USA E ASIA DICONO DI NOI... newsletter, n 3 giugno 2014 www.simplyitaliangreatwines.com SOLO ITALIANO 2014 L ECCELLENZA DEL VINO ITALIANO IN RUSSIA Nuovi eventi in calendario per Simply Italian Great Wines che, dopo la Germania,

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 30 settembre 2013 Settembre 2013 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di settembre 2013, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al

Dettagli

Economia Politica II H-Z Lezione 1b

Economia Politica II H-Z Lezione 1b Economia Politica II H-Z Lezione 1b Sergio Vergalli vergalli@eco.unibs.it Vergalli - Lezione 1 Iperinflazione 4 Zimbabwe: il 12 maggio 2006 il governo ha dichiarato che in aprile l inflazione ha raggiunto

Dettagli

Il Made in Italy in Messico PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in Messico PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in Messico PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il Messico, con 105,9 milioni di abitanti, un PIL nominale di circa 886,4 miliardi di USD ed un PIL

Dettagli

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Tendenze e prospettive strategiche Gennaio 2015 La rilevanza del settore agroalimentare In Italia il processo di produzione e distribuzione di prodotti agroalimentari

Dettagli

Il mercato tedesco dell odontoiatria. e la congiuntura economica in Germania

Il mercato tedesco dell odontoiatria. e la congiuntura economica in Germania Il mercato tedesco dell odontoiatria e la congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania L economia tedesca verso il ristagno Molti ritengono ormai che l economia tedesca

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

L attacco One-O-One alla Coca Cola 1

L attacco One-O-One alla Coca Cola 1 L attacco One-O-One alla Coca Cola 1 Il segmento delle bibite a base di cola copre circa il 35% dei consumi totali di bevande gassate in Italia, per un valore complessivo valutabile in circa 500 mld (dati

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

Per maggiori informazioni sui servizi di gestione e recupero crediti di Intrum Justitia visitate il sito www.intrum.it - 5 -

Per maggiori informazioni sui servizi di gestione e recupero crediti di Intrum Justitia visitate il sito www.intrum.it - 5 - Intrum Justitia approfondisce i dati della ricerca European Payment Index 2014 e pubblica i risultati relativi a ritardi di pagamento, perdite su crediti nei più importanti settori economici. In Europa,

Dettagli

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale. Caso 1 La politica monetaria negli USA

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale. Caso 1 La politica monetaria negli USA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Caso 1 La politica monetaria negli USA Prof. Gianmaria Martini La congiuntura degli USA Il Sole-24 Ore utilizza frequentemente

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

Come entrare con successo nel mercato più grande del mondo

Come entrare con successo nel mercato più grande del mondo Come entrare con successo nel mercato più grande del mondo ExportUSA New York, Corp. Societa' di consulenza specializzata sugli Stati Uniti. Sede a New York e ufficio di rappresentanza a Rimini. Focus

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c i a

Dettagli

Consumi finali delle famiglie pro-capite

Consumi finali delle famiglie pro-capite Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Domanda e Offerta Domanda e Offerta Il meccanismo di mercato Variazioni dell equilibrio di mercato Elasticità della domanda e dell offerta Elasticità di breve e di lungo periodo Gli effetti dell intervento

Dettagli

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC)

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC) 16 giugno 2011 Maggio 2011 PREZZI AL CONSUMO Dati definitivi Nel mese di maggio, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra un aumento

Dettagli

NEWSLETTER 5º MAGGIO 2014 I ª Edizione

NEWSLETTER 5º MAGGIO 2014 I ª Edizione NEWSLETTER 5º MAGGIO 2014 I ª Edizione L Italia supera la Francia. Messico, + 13% consumo di vino Nel quadro del Simply Italian Great Wines Americas Tour iniziato il 4 febbraio a Miami per proseguire oggi,

Dettagli

Hong Kong Scheda Paese

Hong Kong Scheda Paese Hong Kong Scheda Paese marzo 2013 Per ogni approfondimento, contattare: ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Area Agroalimentare Linea Agroindustria

Dettagli

NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO.

NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO. ANFAO NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO. STATI UNITI, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, INGHILTERRA, PAESI EMERGENTI: QUESTI

Dettagli

elò ITALIA Going to China

elò ITALIA Going to China elò ITALIA Going to China elò ITALIA: l unione di esperti per il massimo dei risultati Consulvendite Srl Italy Professional Srl SG Consulting Core Business aziendale Società specializzata nella consulenza

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 31 ottobre 2013 Ottobre 2013 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di ottobre 2013, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo

Dettagli

Gennaio 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

Gennaio 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 3 febbraio 2015 Gennaio 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di gennaio 2015, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo

Dettagli

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere 02 Luglio 2012 Il petrolio greggio è uno dei prodotti più utilizzati e richiesti nel

Dettagli

Le obbligazioni indicizzate all inflazione

Le obbligazioni indicizzate all inflazione Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Le obbligazioni indicizzate all inflazione Le obbligazioni indicizzate all inflazione Le obbligazioni indicizzate all inflazione

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005 PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2 L AREA EURO Nonostante i timori legati all impatto dei prezzi del greggio, l economia mondiale è ancora

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche

La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche Da un confronto con la situazione fotografata quattro anni fa si evidenzia

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli