NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A."

Transcript

1 11 Broadway, Suite 630 New York, NY Tel (212) Fax (212) aprile 2015 NEWSLETTER ECONOMIA U.S.A. Dove andrà il dollaro? Stephen Jen, investitore fino a qualche anno fa economista presso il Fondo Monetario Internazionale, ha affermato che nel mondo vi è una scarsità strutturale di dollari per cui la pressione verso l aumento di valore del dollaro continuerà ancora per diverso tempo. Egli ha spiegato che al di fuori degli Stati Uniti vi sono debitori che hanno preso prestiti per 9 bilioni di dollari e gran parte di questi prestiti dovranno essere pagati nei prossimi anni. Inoltre, molte banche centrali che avevano ridotto nel passato le proprie riserve di dollari stanno ora cambiando direzione. La percentuale di dollari come moneta di riserva internazionale era scesa al 60% nel 2011 dal 73% nel 2000, ma tra il 2011 e il 2014 è risalita al 63%. Jen prevede quindi che nei prossimi mesi il dollaro raggiungerà il valore di 96 centesimi per euro con un aumento del 9%. Non tutti, però, sono della stessa opinione: Chris Turner, capo della Foreign Exchange Strategy di ING Groep NV, ritiene che il dollaro arriverà alla parità con l euro verso la metà del David Bloom, Global Head of Currency Strategy presso HSBC Holdings Plc., sostiene invece che la salita del dollaro si fermerà. Adrian Lee dell omonima ditta di investimenti sostiene che il dollaro continuerà a rafforzarsi e cita come motivo la riduzione del deficit commerciale statunitense a seguito del repentino declino dei prezzi del petrolio e dell aumento di produzione energetica negli U.S.A., fattori che hanno contribuito a fare scendere il deficit commerciale statunitense dal 5,9% del PIL nel 2006 al 2,3% nel L effetto dell aumento del valore del dollaro sui consumi negli Stati Uniti L aumento del 24% del valore del dollaro dal giugno 2014 a questa parte sta pian piano mostrando i suoi effetti nell economia americana. Il primo è quello del calo dei prezzi per gli importatori e il secondo è la conseguente riduzione dei prezzi ai consumatori, denominata pass-through. Questo era l argomento principale di un articolo su Bloomberg News dell 11 marzo. È certo che i consumatori non riceveranno il beneficio totale del declino dei prezzi all importazione. Infatti, molti fornitori esteri che hanno sofferto a lungo continuando a esportare negli U.S.A. nonostante la difficoltà generata dall euro forte stanno ora finalmente recuperando un po di profitti. Le categorie di prodotti che potranno far registrare riduzioni per i consumatori sono l abbigliamento e le automobili. Questo vasto declino dei prezzi dei prodotti di largo consumo dovrebbe servire ad aumentare il reddito disponibile dei consumatori, con il quale essi potranno spendere ancora di più. Dal momento che il 70% del PIL degli Stati Uniti è composto dal settore dei consumi, il calo dei prezzi all importazione dovrebbe contribuire all espansione dell economia del paese. Secondo una ricerca della Federal Reserve Bank di San Francisco condotta nel 2011, le importazioni costituivano il 13,9% della spesa al consumo per prodotti e servizi. Uno studio di Goldman suggerisce che il declino dell 1% nell abbigliamento importato riduce il prezzo al consumatore dello 0,4%.

2 La metà degli americani risparmia poco o nulla Secondo un reportage della CNN, che cita una ricerca condotta da Bankrate, la metà delle famiglie americane risparmiano meno del 5% dei loro redditi e il 18% non risparmia nulla. Solo un quarto delle famiglie risparmia più del 10% dei redditi. Bankrate raccomanda una percentuale di risparmi pari al 15% dei redditi. Storicamente gli americani risparmiano meno che gli europei. Uno dei fattori può essere la maggiore facilità di trovare lavoro negli U.S.A. per cui non era necessario mantenere un cuscino di protezione in caso di lunghi periodi di disoccupazione. Il comportamento di molte famiglie può essere cambiato a seguito della grande recessione, tuttavia è più difficile cambiare le abitudini di spesa un po come è difficile mettersi a dieta. La questione dei risparmi diventa invece più grave per coloro che vanno in pensione. Negli Stati Uniti il sistema pensionistico è privato ed è limitato a una percentuale bassa di aziende. I pagamenti del Social Security, che iniziano normalmente all'età di 66 anni o a 62 anni per coloro che accettano pagamenti mensili inferiori, in genere non sono sufficienti a sbarcare il lunario. Il massimo mensile per chi inizia a ricevere i pagamenti a 66 anni nel 2015 è di $ Il mercato del lavoro è ancora fiacco Il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti è sceso al 5,5% a febbraio. Tuttavia, il mercato del lavoro rimane debole: il tasso di partecipazione alla forza lavoro è calato di 0,1 punti percentuali e la quota di coloro che sono disoccupati da lungo tempo o che sono costretti a lavorare part-time per ragioni economiche è ancora a livelli elevati. Inoltre, questa situazione ha ripercussioni sugli stipendi: la crescita annuale dei salari reali considerata normale è tra il 3% e il 4%, mentre la crescita si trova oggi ben al di sotto di tale fascia. 2

3 Gli indicatori di una futura espansione del settore casa negli U.S.A. Dopo anni di sofferenze, si spera finalmente che il settore della casa negli Stati Uniti si riprenda e alla grande. Secondo alcuni analisti vi sono buoni motivi per un nuovo boom del settore. Dopo la grande recessione vi è oggi un elevato numero di giovani tra i 20 e i 25 anni, i quali creano una situazione demografica che dovrebbe generare una solida domanda di abitazioni. A causa della recessione è aumentato il numero di giovani che sono rimasti o sono tornati ad abitare con i genitori. Quasi un terzo dei giovani tra i 18 e i 34 anni ora abita con i genitori. La percentuale è passata dal 27% nel 2004 al 31% nel 2013 e ora, con il miglioramento dell economia, si prevede che questa percentuale scenderà man mano ai livelli esistenti tra il 1990 e il

4 Inoltre, va notato che la formazione di nuove famiglie ha fatto registrare un sostanziale aumento negli ultimi mesi e questo dovrebbe condurre a un aumento della domanda di abitazioni. Le vendite di case esistenti balzano al livello più alto da 18 mesi I dati di marzo relativi alle vendite di case esistenti (existing home sales) pubblicati dalla National Association of Realtors (NAR) mostrano un aumento del 6,1% rispetto al mese precedente a un tasso annuale stagionalizzato di 5,19 milioni di unità, il livello più alto dal settembre 2013 e l incremento mensile maggiore dal dicembre Inoltre, le vendite sono aumentate del 10,4% rispetto a un anno fa, l incremento annuale più alto dall agosto Il prezzo medio di vendita a marzo è stato di dollari, in aumento del 7,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Secondo Lawrence Yun, capo economista della NAR, la combinazione dei bassi tassi d interesse e della continua stabilità sul mercato del lavoro sta risollevando la fiducia degli acquirenti e potrà finalmente liberare la domanda latente accumulatasi negli ultimi anni. Lieve aumento anche per gli housing starts Secondo dati dell U.S. Census Bureau, le nuove abitazioni messe in opera sono aumentate a marzo del 2% rispetto al mese precedente a un tasso annuale stagionalizzato di unità (-2,5% rispetto allo stesso periodo del 2014). Alla crescita delle costruzioni di case monofamiliari, salite del 4,4% rispetto a febbraio a un tasso di unità, ha fatto da contrappeso il declino delle multifamiliari, scese del 7,1% a un tasso di unità. Esaminando i dati per regione, si nota che hanno registrato un aumento il Nord-Est (+114,9% a un tasso annuale stagionalizzato di unità) e il Midwest (+31,3%, unità), mentre hanno mostrato un calo il Sud (-3,5%, unità) e l Ovest (-19,3%, unità). 4

5 Il mercato dei rifacimenti nel 2015 Secondo il Leading Indicator of Remodeling Activity (LIRA) utilizzato dal Joint Center for Housing Studies (JCHS) dell Università di Harvard, l aumento della spesa per rifacimenti residenziali rallenterà durante i primi mesi del 2015, ma recupererà terreno nell ultimo trimestre dell anno. L indice LIRA prevede che il tasso di crescita del settore per tutto il 2015 sarà del 2,9% rispetto all anno precedente, con una spesa totale per rifacimenti di 147,4 miliardi di dollari. Le importazioni dall Italia nei primi due mesi del 2015 Nei mesi di gennaio e febbraio 2015 gli Stati Uniti hanno importato prodotti dall Italia per un valore di 6,5 miliardi di dollari, un aumento del 10,8% rispetto al primo biennio dello scorso anno. I principali beni importati sono stati: medicinali e altri prodotti per uso terapeutico ($405 milioni), autoveicoli ($383m), vini ($223m), calzature ($189m), dipinti ($172m), parti per velivoli come mongolfiere, dirigibili e areoplani ($157m), articoli da viaggio ($143m), valvole ($139 milioni), montature per occhiali ($118m), turboreattori, eliche e altre turbine a gas ($111m), arredamento ($87m), elettrodomestici ($78m), olio d oliva ($76m), gioielleria ($66m), marmi ($59m), abbigliamento da uomo ($58m), piastrelle di ceramica smaltate ($47m) e formaggi ($46m). Perché certi container dall Italia vengono bloccati alla dogana U.S.A.? Negli ultimi anni un crescente numero di container provenienti dall Italia è stato fermato in dogana all arrivo negli Stati Uniti dai funzionari dell ufficio dell APHIS, che fa parte dell U.S. Department of Agriculture. APHIS sono le iniziali di Animal and Plant Health Inspection Service, l ente che ha il compito di proteggere l agricoltura da piante e insetti potenzialmente dannosi. Alcuni anni fa l arrivo dalla Cina dell Asian Longhorned Beetle causò danni per centinaia di milioni di dollari con la distruzione di intere foreste. I funzionari del Ministero dell Agricoltura statunitense distribuivano dei biglietti da visita con la foto chiedendo ai passanti, qualora avessero visto questo insetto, di telefonare immediatamente per chiamare una squadra di disinfestazione. Questo episodio generò un po di panico al ministero e da allora molti dei container che arrivano negli U.S.A. vengono ispezionati e, se vengono trovati insetti o lumache, ne viene ordinata la fumigazione con il bromuro di metile oppure il ritorno al mittente. È evidente che in casi come questi il danno per gli esportatori può essere notevole. Pertanto un associazione italiana di fabbricanti, Confindustria Ceramica di Sassuolo (MO), ha istituito un programma di prevenzione che in pochi mesi è riuscito a ridurre i blocchi in dogana del 40%. 5

6 Quali sono i porti di partenza delle esportazioni italiane verso gli U.S.A.? Nel mese di marzo 2015 l Italia ha esportato prodotti verso gli Stati Uniti per un peso totale di circa tonnellate. I principali porti di partenza delle merci sono stati i seguenti: La Spezia con 160mila tonnellate equivalenti a circa il 38% del totale, Genova con 96mila tonnellate (23%), Livorno con 71mila tonnellate (17%) e a seguire Napoli (28mila ton., 7%), Augusta (18mila ton., 4%), Civitavecchia (16mila ton., 4%), Cagliari (12mila ton., 3%), Gioia Tauro (8mila ton., 2%) e altri. Export dall'italia verso gli U.S.A. a marzo 2015 Porto di partenza Migliaia di tonnellate % sul totale LA SPEZIA % GENOVA % LIVORNO % NAPOLI % AUGUSTA (SR) % CIVITAVECCHIA (ROMA) % CAGLIARI % GIOIA TAURO (RC) % RAVENNA % SALERNO % SAVONA % SUBTOTALE % ALTRI (stima) % TOTALE (stima) % I principali porti U.S.A. di destinazione nel 2014 Nel 2014 gli Stati Uniti hanno importato dall Italia per un valore di circa 42 miliardi di dollari. I primi dieci porti di destinazione sono stati: New York, NY ($13,2mld); Savannah, GA ($3,5mld); Chicago, IL ($3mld); Houston, TX ($2,9mld); Los Angeles, CA ($2,5mld); Cleveland, OH ($2mld); Norfolk, VA ($1,5mld); New Orleans, LA ($1,3mld); Miami, FL ($1,3mld); Detroit, MI ($1,2mld). Highlights della bilancia commerciale 2014 degli Stati Uniti I principali paesi dai quali gli U.S.A. hanno importato nel 2014 sono stati Cina (per un valore di 466,7 miliardi di dollari), Canada ($346,1mld), Messico ($294,2mld), Giappone ($133,9mld) e Germania ($123,2mld). L export statunitense è stato diretto principalmente verso Canada (per un valore di 312,1 miliardi di dollari), Messico ($240,3mld), Cina ($124mld), Giappone ($67mld) e Regno Unito ($53,9mld). Conseguentemente, il deficit della bilancia commerciale con la Cina è pari a 342,7 miliardi di dollari, quello con il Canada di $34mld, con il Messico di $53,9mld e con il Giappone di $66,9mld. 6

7 Come evitare i pesticidi nella frutta e nella verdura La rivista Consumer Reports ha pubblicato sul numero di maggio 2015 un reportage sulla presenza di pesticidi nella frutta e nella verdura. I consumatori americani sono preoccupati per i danni alla salute che possono derivare dall ingerire regolarmente alimenti che contengono pesticidi. Un modo per evitare o per lo meno per ridurre sostanzialmente i prodotti che contengono pesticidi è quello di acquistare esclusivamente prodotti biologici (chiamati organic negli U.S.A.). Tuttavia, non tutti possono permettersi di pagare in media il 50% in più per acquistare frutta e verdura biologica. Allo scopo di minimizzare l esposizione ai pesticidi, gli esperti di Consumer Reports hanno pubblicato una lista di prodotti di produzione standard, non biologica, dove i residui di pesticidi sono molto bassi e non si ritiene che provochino danni alla salute. Nei casi in cui i residui di pesticidi sono eccessivamente elevati, la rivista raccomanda l acquisto di prodotti biologici. Tra la frutta che è meglio evitare perché contenente residui eccessivamente elevati di pesticidi vengono elencate le pesche dal Cile e dagli U.S.A.; i mandarini dal Cile, Sudafrica e U.S.A.; le susine dal Cile; le nettarine dagli U.S.A. e dal Cile; mele, fragole, meloni e mirtilli dagli U.S.A.; il mango dal Brasile. Tra le verdure da evitare vengono elencati i fagiolini dal Guatemala, dal Messico e dagli U.S.A.; i peperoni dolci e i peperoncini da Messico e U.S.A.; zucche, sedano e patate dagli U.S.A.; cetrioli e pomodori da Messico e U.S.A.; le carote dal Canada, Messico e U.S.A.; gli asparagi dal Perù; le melanzane dal Messico. La domanda di prodotti biologici aumenta più velocemente dell offerta Con la domanda di prodotti biologici che aumenta a un tasso più veloce dell offerta, molte aziende che vendono tali prodotti si stanno dando da fare per assicurare le forniture acquistando fattorie o finanziando i produttori. La produzione non è aumentata pari passo con il consumo anche per via del fatto che, come scrive Ilan Brat in un recente articolo in prima pagina sul Wall Street Journal, la conversione dall agricoltura standard a quella biologica è costosa e presenta anche dei rischi. Secondo la Organic Trade Association, le vendite al dettaglio di prodotti biologici negli Stati Unti tra il 2004 e il 2013 sono triplicate raggiungendo i 32,3 miliardi di dollari. Il numero di aziende agricole è aumentato in modo parallelo. La scarsità di prodotti biologici riguarda raccolti come la soia, la cui produzione negli U.S.A. è limitata e buona parte viene importata. Un altro prodotto biologico la cui domanda supera l offerta è il latte, che viene acquistato principalmente per nutrire i bambini, più a rischio degli adulti quando consumano prodotti che contengono pesticidi. Il mercato dei prodotti biologici raggiunge un livello record nel 2014 Secondo quanto comunicato dalla Organic Trade Association, il fatturato dei prodotti biologici, alimentari e non alimentari, negli U.S.A. ha raggiunto nel 2014 il livello record di 39,1 miliardi di dollari, con un aumento dell 11,3% rispetto all anno precedente. Le vendite di prodotti alimentari biologici costituiscono oggi il 5% delle vendite totali di alimentari. Le vendite di latticini biologici hanno fatto registrare un aumento dell 11% rispetto al 2013, raggiungendo i $5,46 miliardi. Le vendite di prodotti biologici non-alimentari costituiscono l 8% del totale del mercato dei prodotti biologici. Il 78% dei consumatori che acquistano prodotti biologici fa la spesa nei supermercati tradizionali. 7

8 La FDA limita la quantità massima di fluoro nell acqua in bottiglia Il 27 aprile la Food and Drug Administration, l agenzia federale statunitense che regola i prodotti alimentari e farmaceutici, ha raccomandato ai produttori di acqua in bottiglia di limitare la quantità di fluoro a 0,7 milligrammi per litro. Il fluoro serve a prevenire la carie nei denti, tuttavia una quantità troppo elevata può causare lo scolorimento dello smalto dei denti. La situazione del mercato degli alcolici negli Stati Uniti Il Wine Council, un associazione indipendente senza scopo di lucro, e la Nielsen Company, società specializzata in ricerche di mercato, hanno presentato i risultati della ricerca annuale condotta sul mercato statunitense degli alcolici. Tra le ultime tendenze, le più importanti sono le seguenti: la crescita della cosiddetta igeneration, composta da 60 milioni di nuovi consumatori che quest anno entreranno nel mercato delle bevande alcoliche avendo raggiunto l età minima per poterle acquistare, introdurrà cambiamenti importanti a causa dell uso elevato di internet negli acquisti; il pubblico femminile (54%) ha superato quello maschile nei consumi di alcolici e le donne sono ora la nuova forza negli acquisti di whisky; i vini rossi sono in aumento, con un incremento delle vendite nel 2014 del 15% e con un prezzo medio per bottiglia di $8,33; il 69% di coloro che bevono vino frequentemente bevono anche birra con alta frequenza; il 36% dei bevitori di vino usano Facebook, il 20% You Tube e il 38% Twitter; i Millennials, i consumatori di età tra 21 e 38 anni, costituiscono il 30% di coloro che bevono con alta frequenza, al secondo posto dopo i Baby Boomers, la generazione dei nati nel dopoguerra. I Millennials cercano anche vini da paesi come Portogallo, Nuova Zelanda e Grecia e il 56% considera gli articoli sui vini molto importanti; il consumo di vino sta aumentando a un tasso più veloce degli altri alcolici. È guerra tra i dettaglianti e i grossisti di vino Negli Stati Uniti, dopo l abolizione del proibizionismo, la Costituzione concesse agli stati l esclusiva regolamentazione del commercio di vini e liquori. Ne conseguì che fino a qualche anno fa la distribuzione di vini era ristretta alla catena produttore-grossista-dettagliante. Il risultato fu la creazione di un oligopolio costituito da un numero limitato di grossisti e i principali grossisti hanno dimensioni superiori a quelle dei maggiori produttori di vini. Qualche anno fa una decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti permise la vendita diretta dalle cantine ai consumatori negli stati in cui la pratica era legale. La vendita diretta permette ai piccoli produttori, che hanno difficoltà a trovare grossisti interessati a vendere i loro vini, di poter vendere al di fuori del proprio stato. Alcuni mesi fa Empire Wine, uno dei maggiori dettaglianti di vini nello stato di New York, ebbe la sfrontatezza di vendere e spedire vini a clienti al di fuori dello stato di New York in stati che non permettono l acquisto di vini da dettaglianti situati in altri stati. La New York State Liquor Authority iniziò un processo disciplinare nei confronti di Empire Wine, che rispose facendo causa allo Stato di NY, affermando che esso non aveva potere legale sulla questione e che aveva violato il diritto del dettagliante di operare nel mercato. Nella disputa sono entrate l associazione nazionale dei grossisti (Wine and Spirits Wholesalers of America) a favore dello Stato di NY e la National Association of Wine Retailers a difesa del dettagliante. In effetti, sembra che lo Stato di NY non sia parte in causa perché i clienti che fanno gli ordini acquistano franco negozio New York. E se è illegale importare nello stato del cliente da dettaglianti di altri stati, la disputa è tra lo stato che proibisce e l acquirente e non con il dettagliante. 8

9 Le dieci Business Schools preferite dagli studenti In genere la classifica delle università americane dove si può ricevere il Master in Business Administration (MBA) viene redatta sulla base delle opinioni di esperti e di manager. In aprile il Graduate Management Admission Council ha invece pubblicato i risultati di una ricerca condotta presso studenti e laureati delle Business Schools statunitensi. I risultati sono diversi da quelli tradizionali. I programmi di MBA preferiti sono risultati nell ordine: 1. Stanford University s Graduate Business School 2. The University of Maryland s Smith School of Business 3. Harvard Business School 4. The University of California at Berkeley s School of Business 5. Brigham Young University s Marriot School 6. The University of Chicago s Booth School of Business 7. The University of Pennsylvania s Wharton School 8. The University of Virginia s Darden School of Business 9. Northwestern University s Kellogg School 10. The University of California at Los Angeles s Anderson School Un sicuro indicatore economico Un eccellente indicatore economico è l'andamento degli affari di indovini, cartomanti e chiaroveggenti. Nel rione di Midwood a Brooklyn il negozio New Age Mystical Readings, che aveva aperto all'inizio della grande recessione e dove i clienti andavano per farsi leggere la mano e per consultare i tarocchi, ha chiuso i battenti all'inizio del Segno che l'economia migliora e la gente investe meno nel cercare di avere notizie sul proprio futuro. Lo studio D. Grosser and Associates, Ltd, fondato nel 1984, fornisce consulenza alle aziende che operano negli Stati Uniti, conduce ricerche di importatori e studi di fattibilità, organizza seminari sul mercato USA, prepara programmi pubblicitari e promozionali per aziende, consorzi e associazioni di categoria, e pubblica newsletter settoriali per i clienti. Per ulteriori informazioni o per assistenza circa il mercato statunitense, o per avere copie delle guide si prega di contattare i nostri rappresentanti in Italia: Studio Ligabue Paola & C. Sas, Via Guido da Castello 5, Reggio Emilia Tel: , fax , 9

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 16 marzo 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde LETTERA DA WALL STREET Di John Mauldin Dio salvi il dollaro Tutti i privilegi del biglietto verde Il termine privilegio esorbitante si riferisce al presunto vantaggio da parte degli Stati Uniti di avere

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

Gli anni 1920 e l industria dell automobile

Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 20 e l industria dell automobile L economia americana fu colpita nel 1921 da una dura depressione, provocata da una brusca diminuzione delle esportazioni,

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE COMUNICATO STAMPA Claudia Buccini +39 02 63799210 claudia.buccini@eur.cushwake.com CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE Causeway Bay a Hong Kong

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE Ing Giuseppe Magro Presidente Nazionale IAIA 1 Italia 2 La Valutazione Ambientale Strategica

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c RSB0001 In quale/i dei disegni proposti l area tratteggiata é maggiore dell area lasciata invece bianca? a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. b) In nessuno dei due. c) Nel disegno contrassegnato

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

Annuario dei dati ambientali

Annuario dei dati ambientali Annuario dei dati ambientali CAPITOLO IV RADIAZIONI NON IONIZZANTI Autori: Giovanni FINOCCHIARO Coordinatore: ha fornito contributi: Patrizia VALENTINI ISPRA 2 IV. LA PERCEZIONE DEI CITTADINI EUROPEI E

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA a cura di ANNA MARIA CIUFFA Giuseppe Vadalà, responsabile della Divisione Sicurezza Agroalimentare e Agroambientale del Corpo forestale

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

Green economy e green management : aziende e territori

Green economy e green management : aziende e territori Green economy e green management : aziende e territori di Edo Ronchi Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile La coincidenza della grande recessione del 2008-2009,una crisi finanziaria e

Dettagli

a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino

a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino storia del 900 per la scuola di base a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino il materiale di questa unità didattica può essere liberamente utilizzato chi lo utilizza è pregato di darne comunicazione

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli