0) Dotazione minima necessaria:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "0) Dotazione minima necessaria:"

Transcript

1 PREMESSA Questi incontri hanno lo scopo di diffondere l uso delle risorse concretamente offerte dalle recenti innovazioni tecnologiche e giuridiche in materia di processo civile telematico (PCT). La situazione attuale della cancelleria rende opportuno incentivare l accesso al processo civile telematico in generale, il ricevimento delle comunicazioni tramite PEC ed il deposito degli atti processuali in formato digitale in particolare. Inoltre il pct offre tangibili possibilità di semplificazione dei nostri incombenti quotidiani, permettendo una maggior efficienza nel lavoro, non solo nella consultazione dei registri di cancelleria. Ma solo con il contributo di ognuno di noi sarà possibile raggiungere l ambito traguardo di rendere più funzionale e umano il comune ambiente di lavoro. 0) Dotazione minima necessaria: - una casella di Posta Elettronica Certificata PEC censita nell Albo Avvocati e nel Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (c.d. ReGIndE) (nel nostro caso è l indirizzo ); - un personal computer, fornito di collegamento ad internet, sul quale siano preventivamente stati installati un programma per navigare in internet, c.d. browser, aggiornato e dotato di supporto SSL (Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, SeaMonkey, Safari, ecc.), eventualmente un programma di gestione della posta elettronica (Outlook, outlook express, Mozilla Thunderbird, Evolution, Apple Mail, ecc.) se non si preferisce consultare la PEC sul sito del proprio gestore (per noi avvocati riminesi è Legal Mai https://postacertificata.ordineavvocatirimini.it/login - raggiungibile anche tramite link sul sito del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Rimini, un programma di creazione/lettura file.pdf, (Acrobat Reader, CCP pdf creator, PRIMO PDF, PDF998, ecc.)

2 un software per la compressione-decompressione dei file (in formato.zip,.rar,.arj) e, per depositare gli atti, il dispositivo di firma digitale collegato al lettore smart card o porta usb, un programma in grado di imbustare ed apporre la firma digitale sull atto da inviare (vedi sotto); - un dispositivo di firma digitale (smart card o chiavetta usb) recante i due certificati (il primo di autenticazione e il secondo di firma) conformi alla normativa vigente (vedi CNS Carta Nazionale dei Servizi); - uno scanner con relativo software di gestione; - una stampante bianco/nero. 1) Ricevimento delle comunicazioni di cancelleria tramite PEC Negli ultimi mesi sono avvenute importanti innovazioni riguardanti gli strumenti processuali telematici in ambito civile. Fra le più importanti, dopo la modifica delle regole tecniche operante dal , la cessazione dal del vecchio polisweb (c.d. maschera blu del portale accessogiustizia.it) l attivazione del PST (c.d. maschera verde del portale accessogiustizia.it) e l inizio dal della spedizione dei biglietti di cancelleria tramite posta elettronica certificata (la c.d. PEC) con la correlativa cessazione del servizio di comunicazioni telematiche tramite una apposita pagina del servizio polisweb. Si rammenta che da novembre 2011 a questo indirizzo vengono trasmesse le comunicazioni di Cancelleria, se è stato attivato. Conseguentemente, come peraltro già comunicato con avvisi a suo tempo più volte reiterati, chi non avesse attivato il proprio indirizzo PEC non avrà più alcuna comunicazione dall Ufficio, né a mezzo fax né tramite ufficiale giudiziario, dovendosi recare personalmente presso la stanza n bis della cancelleria dove verranno depositati tutti gli atti non comunicabili telematicamente. Il suggerimento, ovvio, è quindi quello di attivare la casella di Posta Elettronica Certificata fornita dal Consiglio (il cui indirizzo è stato formato aggiungendo al nome e cognome il grazie ad una convenzione a suo tempo stipulata dal Consiglio dell Ordine con Legalmail).

3 Dopo l attivazione riceverete una conferma ufficiale da Legalmail che il vostro indirizzo è stato inserito nel REGINDE. Vi consigliamo di consultarla spesso, meglio se quotidianamente, per evitare di dover subire scadenze di termini (ai fini della decorrenza, conta che la comunicazione sia arrivata alla vostra casella PEC ed è irrilevante se la leggete o meno, così come del resto accadeva anche con le raccomandate). In prospettiva il Consiglio dell Ordine continuerà a garantire a tutti gli iscritti una casella di posta elettronica certificata (casella PEC su dominio ordineavvocatirimini), sostenendone i costi per garantire l univocità degli indirizzi nel loro complesso e favorirne la diffusione e l utilizzo, fermo restando che l attivazione ed il successivo uso competono esclusivamente al titolare (e comunque ciascun iscritto può, a proprie cure e spese, munirsi di caselle PEC presso altro fornitore di Sua preferenza in tal caso occorre assolutamente che il nuovo indirizzo PEC venga comunicato all Ordine, che provvederà ad inviarlo al Reginde ). Per consultare la PEC non occorre la firma digitale e neppure un programma particolare di posta, basta collegarsi via internet al portale legalmail di accesso alla Posta Elettronica Certificata di ogni iscritto all indirizzo https://postacertificata.ordineavvocatirimini.it Se vi è più comodo, potete aggiungere l account PEC all indirizzo di posta elettronica ordinaria, qualora utilizziate mozilla thunderbird, outlook express o altro programma di posta, ma in tal caso è consigliabile configurarlo in modo che non cancelli il messaggio, ma lo conservi sul server fino all esaurimento dello spazio disponibile nella casella di posta elettronica! Consigliamo l attivazione del servizio fornito da Legalmail per l archiviazione, denominato Archivio di sicurezza Attenzione dobbiamo segnalarvi che, fino al rilascio di una nuova versione da noi pretesa nei confronti di Lextel, per utilizzare QUADRA (portale dei servizi PCT di Lextel, con cui l Ordine è convenzionato), occorre configurare la propria utenza PEC sul portale perdendo la possibilità di utilizzarla in autonomia con altri client di posta elettronica o direttamente sul sito di Legalmail o su smartphone, ecc. La PEC assume inoltre grande importanza se si valuta che già oggi sia prevista la possibilità di effettuare le notifiche tra Avvocati con questo mezzo (Art. 4 L. 53/1994), come pure a soggetti terzi aventi indirizzo PEC pubblicato su pubblici elenchi (Art. 3, comma 3bis, L. 53/1994) (e vi è già l obbligo di legge per le aziende e partite iva di munirsene), oppure più semplicemente potremo tenere corrispondenza che finora inviavamo per raccomandata o raccomandata a.r. con questa modalità. Ma occorrerà approfondire queste tematiche nel corso di futuri incontri.

4 Per ora ci limiteremo a vedere come si apre, come si legge un messaggio PEC, come se ne estrapolano gli allegati. All apertura della PEC, il messaggio si presenterà come nella figura sottostante. Per aprire l allegato oggetto della comunicazione dovremo effettuare un doppio click sull allegato cerchiato in rosso: dopo di che ci troveremo all interno della comunicazione della cancelleria, contenente nel testo tutti i riferimenti del fascicolo (n.r.g., giudice, ecc.) e, ancora, tra gli allegati, un file denominato attoacq.pdf.zip, su cui dovremo cliccare nuovamente due volte per aprirlo (trattasi di archivio compresso):

5 infine, all interno dell archivio compresso, troveremo il provvedimento del giudice, in formato pdf, denominato (sempre e comunque) in maniera generica: attoacq.pdf. Cliccando due volte su questo file, si aprire il PDF contenente provvedimento che ci riguarda! il testo del

6 2) Consultazione del nuovo PST : il Portale Servizi Telematici del Ministero della Giustizia Ora passiamo alla consultazione. Sinora è stata la modalità più diffusa di utilizzo, in particolare tramite il punto di accesso fornito da Lextel, per consultare lo stato dei nostri fascicoli processuali. Di recente è stato attivato un punto d accesso funzionale e completo a cura del Ministero della Giustizia all indirizzo Per fruire del servizio di consultazione basta disporre del certificato di firma digitale (la chiavetta usb o la tessera di cui dovreste essere già in possesso). Tutti i Colleghi sono invitati ad iniziare il suo utilizzo, in quanto in un prossimo futuro non sarà rinnovata la convenzione con Lextel grazie alla quale oggi ognuno di noi può accedere al punto di accesso fornito da essa. Come si fa? Dunque, prima accendete il computer, vi collegate ad internet ed inserite il dispositivo di firma digitale nel lettore o nella porta usb. Poi andate sul sito del PST. Qui potete vedere, in alto al centro, la parola login. Oppure la vedete di fianco a servizi riservati. Dopo aver fatto clic col mouse, di solito compare una scritta d avvertimento, dovuta al fatto che il certificato del sito è ministeriale e non ritenuto affidabile. Clickare sullo scudo rosso Continuare con il sito Web (scelta non consigliata)

7 Dovete pertanto cliccare (se usate mozilla firefox) su sono consapevole dei rischi (o equivalente) e poi su aggiungi eccezione ed ancora su conferma eccezione di sicurezza ; finalmente compare una finestra con la scritta accedi con smartcard su cui dovete cliccare per far comparire la finestra dove scrivere la password. Cliccate su ok e finalmente siete entrati. Questa la schermata iniziale: Cliccate su Effettua Login Vi comparirà la seguente ulteriore schermata:

8 Cliccate su smartcard. Vi comparirà la finestra per la scelta del certificato (se la smartcard (o business key) è inserita correttamente:

9 Selezionate il certificato e cliccate. Vi apparirà il campo di inserimento del PIN: Inserite il vostro PIN Entrerete nel portale destinato agli utenti abilitati alla consultazione dei registri riservati

10 La prima volta dovete selezionare i tribunali di interesse e salvare la lista. Le volte successive, basta aprire il menù a tendina, scegliere l ufficio, poi a fianco il registro (civile, lavoro, esecuzioni mobiliari o immobiliari, concorsuali) ed ancora a fianco il ruolo (avvocato) e cliccare su consulta. Vi apparirà, infine, il fascicolo d ufficio, organizzato con le solite tre schede, cui siamo già abituati, ma con una diversa veste grafica

11 3) Passiamo ora al deposito degli atti Per provvedere al deposito di ricorsi per ingiunzione od atti processuali presso le Cancellerie in via telematica, da quando è stato abbandonato definitivamente dal Ministero (con Decreto Ministeriale 21 febbraio 2011, n. 44) il sistema di trasmissione degli atti tramite i Punti di Accesso autorizzati (i famosi PDA), passando al sistema di invio tramite PEC, è necessario un apposito programma (il c.d. Redattore Atti ), in aggiunta al dispositivo di firma digitale e all indirizzo PEC. In realtà il nome più corretto sarebbe imbustatore perché di fatto si limita a creare la c.d. busta telematica, secondo i parametri tecnici indicati dal D.G.S.I.A., dentro la quale dovremo mettere l atto e gli eventuali documenti da depositare, busta che verrà poi inviata all Ufficio Giudiziario, tramite un messaggio PEC, che, generato - sempre in automatico - dallo stesso programma, partirà dal vostro indirizzo PEC, come mittente, e verrà spedito all indirizzo PEC dell Ufficio Giudiziario di destinazione. Ciascun ufficio giudiziario italiano è dotato di un proprio esclusivo ed univoco indirizzo PEC per la ricezione delle buste telematiche. Per il Tribunale di Rimini, ad esempio, gli atti, correttamente imbustati ed allegati ad un vostro messaggio PEC, potrebbero essere inviati direttamente all indirizzo: Tuttavia, la creazione della busta da allegare al messaggio PEC, è di difficilissima realizzazione, per chi non abbia competenze informatiche specifiche. Di qui la necessità di avvalersi di un software che generi la busta e spedisca l intero messaggio per conto nostro, andando in automatico a reperire gli indirizzi dei vari Uffici giudiziari direttamente presso il sito del Ministero della Giustizia. Siccome l adozione di tale modalità di deposito ridurrebbe certamente le perdite di tempo davanti alla Cancelleria e permetterebbe di raggiungere un maggior grado d efficienza nell utilizzo delle (poche) risorse disponibili, è divenuto necessario coinvolgere attivamente ogni avvocato del Foro, pur nella consapevolezza che nessun miglioramento sarà possibile se non sarà condiviso e supportato dall insostituibile impegno collaborativo di tutte le parti coinvolte, siano essi Magistrati, Personale di Cancelleria ed Avvocati. A quanto consta, l unico programma imbustatore gratuito era quello fornito dal ministero della Giustizia (sul sito purtroppo in versione sperimentale mai aggiornata.

12 Bisogna precisare che sinora disponevamo di un Redattore Atti integrato nel sito della Lextel, ma occorreva configurare la PEC su detto sito ed aprire un conto prepagato, sul quale venivano addebitati i costi del deposito, anche se la recente offerta lascia intravedere futuri sviluppi. Al fine di permettere a ciascuno di utilizzare le nuove tecnologie con maggior consapevolezza, siccome sul mercato esistono numerosi prodotti, più o meno complessi, e il Consiglio non ha ritenuto di poter reperire in esclusiva un unico fornitore rispondente alle esigenze professionali e personali di ognuno, è stata sollecitata la formulazione di una proposta scontata rispetto al prezzo di listino da parte di vari operatori. Tali produttori sono: LexTeam (con il prodotto Easy PCT), Giuffré (con il prodotto Consolle), Lextel (con il prodotto Quadra ) e Il momento legislativo s.r.l. (con il prodotto Modulo PCT) Abbiamo chiesto ad ognuno di questi produttori di organizzare a partire da settembre una serie di incontri in occasione dei quali potranno spiegare compiutamente il funzionamento dei loro Redattori Atti, la loro proposta economica, gli ulteriori servizi che possono fornire a noi Avvocati. Inoltre abbiamo chiesto agli stessi di predisporre dei video tutorial della durata di trenta minuti c.a. con i quali spiegheranno il funzionamento dei loro Redattori Atti. Appena possibile saranno messi a Vostra disposizione attraverso il sito internet dell Ordine. Prossimamente saranno aggiornate anche le prassi inerenti alle modalità di deposito in base alle recenti modifiche regolamentari, ad esempio il limite della busta è stato aumentato da 10 a 30 MB e, se lo scanner è bene impostato (non a colori con 600 dpi ma semplicemente in bianco e nero o in scala di grigio con 150/200 dpi), si tratta di un limite più che adeguato, anche considerando che l operazione di firma di per sé aumenta la dimensione della busta. A brevissimo (si parla già della fine dell estate) sarà possibile, anche per il nostro Foro, disporre delle ulteriori funzionalità già messe ufficialmente a disposizione dal Ministero della Giustizia con comunicazione tecnica del D.G.S.I.A. del 26 giugno u.s., nell ambito dell ampliamento delle tipologie di atti depositabili telematicamente dagli avvocati per l iscrizione a ruolo dei procedimenti : o citazione generica o citazione in appello o citazione in materia di sfratto morosità finità locazione o citazione materia societaria

13 o citazione in riassunzione e riassunzione in appello o atto di opposizione a decreto ingiuntivo o iscrizione a ruolo di ricorso generico o iscrizione a ruolo ricorso in appello o iscrizione a ruolo per un provvedimento cautelare ante causam o iscrizione a ruolo di un ricorso per divorzio giudiziale o congiunto o iscrizione a ruolo di un ricorso per separazione giudiziale o consensuale o iscrizione a ruolo di un ricorso per sequestro giudiziario o iscrizione a ruolo di un ricorso ex art. 702 bis c.p.c. o completamento gestione richiesta di esecutorietà decreti ingiuntivi o notifiche via SMS

14 ESTRATTO DALLE SCHEDE INFORMATIVE REPERIBILI SUL SITO DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Comunicazioni telematiche Strumenti e prerequisiti per la ricezione delle comunicazioni e delle notificazioni per via telematica Le comunicazioni e le notificazioni per via telematica sono eseguite secondo le regole tecniche di cui al DM 44/2011 e le relative specifiche tecniche definite nel provvedimento del 18 luglio Il professionista che intende ricevere comunicazioni o notificazioni via PEC deve: essere censito nel Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (RegIndE); essere dotato di casella di PEC, regolarmente censita nel RegIndE; essere dotato di certificato di autenticazione (smart card o chiavetta USB) per accedere all area di download del Portale dei Servizi Telematici. Registro Generale degli Indirizzi Elettronici In accordo con quanto regolamentato dal DM 44/2011, il Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (ReGIndE), gestito dal Ministero della Giustizia, contiene i dati identificativi nonché l indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dei soggetti abilitati esterni, ovverossia: appartenenti ad un ente pubblico professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge ausiliari del giudice non appartenenti ad un ordine di categoria o che appartengono ad ente/ordine professionale che non abbia ancora inviato l albo al Ministero della giustizia (questo non si applica per gli avvocati, il cui specifico ruolo di difensore implica che l invio dell albo deve essere sempre fatto dall ordine di appartenenza o dall ente che si difende). Il ReGIndE non gestisce informazioni già presenti in registri disponibili alle PP.AA., nell ambito dei quali sono recuperati, ad esempio ai fini di eseguire notifiche ex art. 149 bis c.p.c., gli indirizzi di PEC delle imprese o le CEC-PAC dei cittadini. L inserimento di un soggetto abilitato esterno nel RegIndE avviene a seguito di registrazione secondo le modalità indicate nel provvedimento contenente le specifiche tecniche al DM 44/2011, di seguito sintetizzate. Registrazione di un soggetto da parte di ordini professionali o ad Enti pubblici Gli enti pubblici e gli ordini professionali possono procedere alla registrazione dei soggetti abilitati esterni appartenenti all ordine/ente secondo le modalità descritte nella scheda Registrazione soggetti nel Registro Generale Indirizzi Elettronici da parte di ordini professionali ed enti pubblici. Per i soggetti abilitati esterni che svolgono il ruolo di difensore è obbligatorio che la registrazione venga eseguita dall ordine professionale o dall ente di appartenenza. Il contenuto del ReGIndE è consultabile dai soggetti abilitati esterni tramite funzionalità disponibili sul proprio Punto di Accesso o sull area riservata di questo Portale. Consultazione del Registro Generale degli Indirizzi Elettronici Il Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (acronimo ReGIndE), è consultabile all interno dell area riservata di questo Portale sezione Servizi - dove viene messa a disposizione la funzione di ricerca alfabetica per cognome del soggetto iscritto nel registro (indicando almeno 2 iniziali); si può opzionalmente aggiungere ai parametri di ricerca anche l ente di appartenenza scelto tra quelli censiti attraverso un apposito menù a tendina. La ricerca permette di visualizzare, per ciascun soggetto, le seguenti informazioni: Nome Cognome Codice fiscale Ente di appartenenza Indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) Domicilio legale Ricezione delle comunicazioni inviate dall ufficio giudiziario Le comunicazioni per via telematica inviate dall ufficio giudiziario al soggetto abilitato esterno sono eseguite secondo le regole tecniche di cui al DM 44/2011 e le richiamate specifiche tecniche emanate con provvedimento del 18 luglio 2011; detto provvedimento individua anche i soggetti abilitati esterni. In accordo con tali regole, la comunicazione eseguita con strumento telematico viene inviata all indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) che il soggetto abilitato esterno ha provveduto a registrare nel Registro degli Indirizzi Elettronici. Il destinatario riceverà, all indirizzo registrato, un messaggio di PEC contenente il testo della comunicazione, l eventuale atto oggetto di comunicazione e due file contenenti i dati strutturati (formato XML) contenuti nella comunicazione stessa.

15 Per la lettura dei file strutturati, in formato XML, è necessario utilizzare un apposito editor non essendo sufficiente il browser di navigazione. In caso di presenza di dati sensibili, la comunicazione viene effettuata per estratto: attraverso la PEC viene comunicato l avviso di disponibilità della comunicazione che sarà scaricabile integralmente da una apposita area riservata del Portale dei Servizi Telematici previa autenticazione del soggetto tramite certificato (smart card o chiavetta USB) e utilizzando l URL indicato nel messaggio di PEC di avviso. A seguito dell invio di un messaggio PEC di comunicazione, l ufficio giudiziario mittente riceverà: - ricevuta di Avvenuta Consegna (RdAC): la data e l ora della RdAC definiscono il momento in cui la comunicazione si intende perfezionata e, quindi, il contenuto portato a conoscenza del destinatario. La RdAC è conservata nel fascicolo informatico. - avviso di Mancata Consegna: corrisponde alla impossibilità di consegnare il messaggio di PEC nella casella di posta del destinatario. Nel caso in cui l invio abbia esito mancata consegna si applica quanto disposto dal DM 44/2011 art 16. Consultazioni Il Processo Telematico, così come regolamentato dal D.M. 44/2011 e dalle richiamate specifiche tecniche di cui al decreto del 18 luglio 2011, mette a disposizione servizi per la consultazione delle informazioni relative ai procedimenti civili presso un ufficio giudiziario. La consultazione, che riguarda sia i dati che descrivono l iter del procedimento (dati dei registri di cancelleria) sia il contenuto documentale del fascicolo processuale, è soggetta ai vincoli di accesso definiti dalla normativa vigente. Sono definite, pertanto, delle stringenti regole di visibilità delle informazioni in funzione del ruolo che l utente svolge nell ambito dello specifico procedimento. A tale scopo è richiesta l identificazione c.d. forte, tramite token crittografico (smart card, chiavetta USB o altro dispositivo sicuro), del soggetto che accede al servizio. Nell area pubblica è disponibile una particolare modalità di consultazione, definita anonima, che permette di conoscere i soli dati di gestione dell iter processuale (informazioni contenute nei registri di cancelleria) mostrando, però, in formato oscurato (caratteri * ) le informazioni che potrebbero far risalire all identità dei soggetti coinvolti a vario titolo. Ai soggetti abilitati è destinato anche un servizio di consultazione del Registro Generale degli Indirizzi Elettronici. Consultazione pubblica dei registri Nella sezione Servizi è disponibile per il cittadino il servizio di consultazione dello stato del procedimento e dei dati contenuti nei registri di cancelleria. L accesso al servizio è pubblico, senza necessità di autenticazione. Le informazioni sono restituite e visualizzate in forma anonima. In particolare, sono sottoposti ad oscuramento: i dati anagrafici delle parti processuali e dei loro procuratori; i dettagli del fascicolo processuale dai quali sia possibile risalire ad informazioni di carattere personale e riservato, anche attraverso l interrogazione di altre banche dati. Per poter eseguire la consultazione è necessario individuare l ufficio giudiziario -attraverso una scelta guidata per area geograficae, quindi, indicare la tipologia di procedimento (registro) a cui si è interessati: Contenzioso Civile Diritto del Lavoro Volontaria Giurisdizione Procedure Concorsuali Esecuzioni Mobiliari Esecuzioni Immobiliari Procedimenti civili presso l ufficio del Giudice di Pace Il sistema propone un insieme di parametri di ricerca del procedimento in funzione del tipo di registro selezionato. La descrizione dei parametri in base ai quale eseguire la ricerca, insieme alla lista delle informazioni restituite, è contenuta nell allegato alla presente scheda pratica Criteri di ricerca e informazioni consultabili. Le ricerche nell ambito delle procedure Concorsuali si riferiscono unicamente ai Fallimenti e all Amministrazione Straordinaria delle grandi imprese insolventi (riferimento alle leggi c.d. Marzano e Prodi-bis). In tal caso il nome del creditore (già dichiarato fallito o insolvente) non sarà soggetto ad oscuramento. Dalla sezione Servizi sarà, inoltre, possibile accedere al Portale dei Fallimenti che fornisce servizi specifici e interattivi ai soggetti interessati alle procedure di fallimento. Strumenti e prerequisiti per la consultazione dei registri e del fascicolo informatico Il dominio giustizia rende disponibile il servizio di consultazione dello stato del procedimento e dei dati contenuti nei registri di cancelleria, oltreché l accesso ai documenti in formato elettronico contenuti nel fascicolo informatico. L accesso è consentito ai professionisti (avvocati e ausiliari del giudice), ai privati, alle imprese e agli enti; il sistema permette la consultazione in accordo a diversi livelli di visibilità. I prerequisiti sono: essere in possesso di token crittografico (smart card, chiavetta USB o altro dispositivo sicuro), che sono rilasciati da una Certification Authority (CA), accreditata da DigitPA (si veda l elenco a questo link) oppure una Carta Nazionale dei Servizi (CNS), rilasciata da una Pubblica Amministrazione (es. Carta Regionale dei Servizi); inoltre, per i professionisti (avvocati e ausiliari del giudice) essere registrati nel Registro Generale degli Indirizzi Elettronici. L accesso ai servizi di consultazione avviene previa identificazione informatica su di un punto di accesso autorizzato o sul portale dei servizi telematici (vedi Specifiche Tecniche, art. 24, comma 7). Accesso tramite portale dei servizi telematici Per accedere alle funzioni di consultazione tramite questo Portale (sezione Servizi), occorre effettuare il login utilizzando il pulsante Accedi ; verrà richiesta l autenticazione tramite token crittografico. Il Ministero non fornisce alcun servizio di assistenza o formazione sui servizi resi disponibili sul portale dei servizi telematici.

16 Accesso tramite software specifico È inoltre possibile eseguire la consultazione utilizzando un software esterno appositamente sviluppato (in generale nell ambito di sistemi gestionali specifici). Anche in questo caso l autenticazione dell utente sarà eseguita dal Portale e richiederà il possesso del token crittografico. Visibilità nella consultazione delle informazioni e ruoli dell'utente La consultazione dello stato del procedimento, dei dati contenuti nei registri di cancelleria e dei documenti in formato elettronico che costituiscono il fascicolo informatico è strettamente legata al ruolo che il soggetto svolge nell ambito del procedimento (avvocato, consulente, delegato, parte, ecc). I profili di accesso, inoltre, sono definiti sulla base del ruolo con il quale il soggetto è registrato nel Registro Generale degli indirizzi Elettronici (RegIndE). I registri di cancelleria a cui è possibile accedere sono i seguenti: Contenzioso Civile Diritto del Lavoro Esecuzioni Mobiliari Esecuzioni Immobiliari Procedure Concorsuali Procedimenti civili presso l ufficio del Giudice di Pace Nelle tabelle seguenti sono schematizzati i criteri di accesso alle informazioni. Si comunica che al momento non sono disponibili le consultazioni con il ruolo Parte. Deposito atti giudiziari Il deposito per via telematica di atti inerenti un procedimento giudiziario avviene nel rispetto della normativa regolamentare concernente l uso di strumenti telematici e tecnologie dell informazione e della comunicazione nel processo civile e nel processo penale di cui al D.M. n 44 del 21 febbraio 2011 (Regolamento concernente le regole tecniche per l'adozione nel processo civile e nel processo penale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, in attuazione dei principi previsti dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni, ai sensi dell articolo 4, commi 1 e 2, del decreto-legge 29 dicembre 2009, n. 193, convertito nella legge 22 febbraio 2010 n.24 ). Le schede pratiche di seguito disponibili permettono di individuare i prerequisiti necessari per poter eseguire il deposito e descrivono le caratteristiche e i flussi inerenti l invio formale di un atto da parte di un soggetto abilitato esterno o interno verso la cancelleria. Il deposito per via telematica di atti giudiziari è possibile, allo stato dell arte, solo nell ambito dei procedimenti civili di cognizione, lavoro, esecuzioni civili individuali e concorsuali. Strumenti e prerequisiti per il deposito di Atti telematici da parte di avvocati e ausiliari del giudice In accordo con quanto previsto dal D.M. n. 44 del 21 febbraio 2011 e dalle relative specifiche tecniche definite nel provvedimento del 18 luglio 2011, il deposito di un atto per via telematica è eseguito attraverso il sistema della Posta Elettronica Certificata (PEC). L atto e i suoi allegati vengono inviati utilizzando un messaggio di PEC [Deposito atto generico] indirizzata all ufficio giudiziario (consultabile dal catalogo [link al catalogo servizi]). Il professionista deve pertanto: essere censito nel Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (RegIndE); essere dotato di casella di PEC, regolarmente censita nel RegIndE. Non possono essere utilizzate a tale scopo gli indirizzi di posta elettronica certificata per le comunicazione tra cittadino e pubblica amministrazione (CEC-PAC) essere dotato di certificato di firma digitale su token crittografico (smart card o chiavetta USB); disporre di un apposito software per la creazione della busta telematica, secondo le specifiche tecniche definite nel provvedimento del 18 luglio 2011; a questo riguardo si precisa che questi software sono disponibili sul mercato, avendo da tempo questo Ministero fornito alle software house tutte le specifiche. il Ministero non fornisce software per questa funzione. Deposito generico di un atto Il deposito di un atto in formato elettronico è conforme alle regole tecniche di cui al DM 44/2011 e alle richiamate specifiche tecniche emanate con provvedimento del 18 luglio 2011; detto provvedimento individua anche i soggetti esterni abilitati al deposito. L atto da depositare (file in formato PDF ottenuto come trasformazione testuale) e gli eventuali allegati (nei formati ammessi) devono essere inseriti in una struttura informatica denominata busta telematica da inviare, come allegato ad un messaggio di Posta Elettronica Certificata (PEC), all indirizzo telematico dell ufficio giudiziario destinatario, consultabile sul catalogo dei servizi telematici. Il file PDF relativo all atto deve essere firmato digitalmente dal soggetto che procede al deposito. Le informazioni fondamentali riferite all atto devono essere inserite in una apposita struttura dati (file XML), specifica per ogni tipologia di atto, anch essa sottoscritta con firma digitale e inserita nella busta telematica. Sono presenti sul mercato diversi software che permettono la creazione di tale struttura dati. Il deposito è accettato solo se il soggetto mittente del messaggio di PEC risulta registrato nel Registro Generale degli Indirizzi Elettronici. Le tipologie di atto depositabili telematicamente sono riportate nei documenti elenco atti depositabili cognizione e elenco atti depositabili esecuzioni e fallimenti] a condizione che l ufficio giudiziario interessato sia stato autorizzato [link al servizio catalogo Telematico] alla trasmissione telematica di quel tipo di atto, ai sensi dell art 35 comma 1 del D.M. 44/2011. A seguito dell invio del messaggio di PEC relativo ad un deposito, il mittente riceverà dal dominio Giustizia: - ricevuta di Avvenuta Consegna (RdAC) la data e l ora della RdAC determina il momento della ricezione ai fini dei termini processuali. Nel caso in cui la RdAC sia rilasciata dopo le ore 14.00, il deposito si considera effettuato il giorno feriale immediatamente successivo. - Avviso Mancata Consegna (AMC) in alternativa alla RdAC: equivale all impossibilità a consegnare la PEC di deposito alla casella di posta elettronica certificata dell ufficio giudiziario adito. In questo caso si consiglia di ritentare l invio della PEC di deposito o di rivolgersi al proprio gestore di PEC ovvero al proprio Punto di Accesso (PdA) nel caso di PEC integrata nelle funzionalità del PdA

17 - esito controlli automatici è un messaggio di PEC in cui viene riportato l esito dei controlli inerenti le verifiche formali del messaggio e della busta telematica - esito intervento della cancelleria è un messaggio di PEC in cui viene riportato l esito dell intervento di accettazione dell atto da parte della cancelleria o della segreteria dell Ufficio Giudiziario Deposito iscrizione a ruolo Nel caso di deposito telematico di una Iscrizione a Ruolo, la busta telematica sarà formata come nel caso di deposito generico ma una particolare menzione deve essere fatta per gli allegati. Sarà necessario inserire tra gli allegati del deposito, oltre ad altri documenti di pertinenza del procedimento: - copia per immagine di procura alle liti, ove prevista - relata di notifica, nel caso di citazione - ricevuta pagamento del contributo unificato e dei diritti di cancelleria, nei casi in cui previsto Relata di notifica Al deposito telematico viene allegata la copia per immagine (scansione) delle relazioni di notificazione restituite in formato cartaceo dall ufficio NEP. L iscrizione a ruolo si intende eseguita con velina con l obbligo da parte del depositante di presentare, alla prima udienza, l originale dell atto di citazione notificato e le relazioni di notificazione in formato originale cartaceo. Il cancelliere provvederà alla verifica della corrispondenza tra atto di citazione originale notificato e atto depositato telematicamente e all esito ne dichiarerà la conformità tramite asseverazione dell atto di citazione Ricevuta di pagamento Si distinguono le seguenti situazioni. Pagamento eseguito in modalità telematica Al deposito deve essere allegata la Ricevuta Telematica (RT), attestante l avvenuto pagamento, come file di dati firmato digitalmente dal soggetto Prestatore di Servizio di Pagamento. Qualora non fosse possibile, la RT può essere inserita anche come allegato generico in formato PDF. Nel caso di pagamento eseguito con più operazioni, si allegano tutte le Ricevute Telematiche relative al versamento della somma per contributo unificato e diritti di cancelleria. E possibile pagare telematicamente con una unica operazione, e quindi ottenendo un unica Ricevuta Telematica, contributo unificato e diritti di cancelleria. Pagamento eseguito in maniera tradizionale Al deposito viene allegata la copia per immagine (scansione) della ricevuta di pagamento in formato cartaceo. L originale della ricevuta sarà consegnato successivamente alla cancelleria.

18 Pagamento telematico del contributo unificato, dei diritti e delle spese (in corso di attivazione a Rimini luglio 2012) Pagamenti telematici E' possibile eseguire in modalità telematica i pagamenti relativi a spese di giustizia, diritti e contributo unificato così come previsto dalla normativa vigente, dal Codice dell'amministrazione Digitale (D. Lgs 235/2010 art 5) e dal D.M. 44 del 12 febbraio L'attestazione dell'avvenuto pagamento è un documento informatico rilasciato dal soggetto autorizzato ad erogare servizi di pagamento e da questi firmato digitalmente. Il documento informatico ha valore 'liberatorio' per il soggetto a nome del quale è stato eseguito il pagamento. Le schede presentate nella sottostante sezione forniscono indicazioni pratiche, elencano i prerequisiti necessari e informano circa le modalità operative per poter eseguire i versamenti in modalità telematica. Pagamento telematico del contributo unificato, dei diritti e delle spese Il pagamento su canale telematico dei diritti e delle spese di giustizia è eseguito secondo le regole tecniche di cui al DM 44/2011 e le relative specifiche tecniche definite nel provvedimento del 18 luglio Permette al soggetto abilitato esterno di pagare on-line le spese di giustizia ed i diritti. Il pagamento telematico può essere eseguito: attraverso funzionalità messe a disposizione da un Punto di Accesso. utilizzando l apposito servizio a disposizione nella sezione Servizi di questo Portale, previa autenticazione tramite smart card o chiavetta. Il soggetto deve essere preventivamente registrato nel Registro Generale degli Indirizzi Telematici. Il versamento può essere eseguito attraverso i seguenti canali: Poste Italiane utilizzando come strumenti di pagamento Carte di credito Visa o MasterCard, Carta Postepay o addebito su conto corrente postale (BancoPostaOnline o BancoPostaImpresaOnline) Circuito bancario (al momento solo Unicredit Credit Management Bank) utilizzando bonifico bancario verso apposito conto corrente bancario intestato alla Tesoreria dello Stato. Tale modalità di pagamento può essere utilizzata solo se l utente è titolare di un conto corrente presso una filiale Unicredit Credit Management Bank e previa autorizzazione di manleva nei confronti dell istituto di credito. Le informazioni necessarie per poter procedere al pagamento telematico sono: ufficio giudiziario causale del pagamento: contributo unificato, diritti di cancelleria, diritto di copia. Il contributo unificato e i diritti di cancelleria necessari per l iscrizione a ruolo possono essere versati con una unica operazione importo da versare nel caso di pagamento tramite bonifico bancario, le coordinate bancarie del conto corrente di addebito della cifra versata (IBAN) indicazione del soggetto pagatore (colui che esegue materialmente in versamento - titolare dello strumento di pagamento) indicazione del soggetto versante (soggetto debitore nei confronti della pubblica amministrazione). A fronte di una operazione di pagamento, il sistema restituisce una ricevuta di avvenuto versamento (ricevuta telematica, RT), nella forma di documento informatico firmato digitalmente dal soggetto scelto come erogatore del servizio di pagamento (prestatore di servizio di pagamento), e contenente, tra le altre informazioni: identificativo univoco di pagamento permette di individuare un pagamento, nei confronti del Ministero della Giustizia, in maniera univoca e certa esito del pagamento. Nel caso in cui con una unica operazione sia stato eseguito il versamento per contributo unificato e diritti di cancelleria, sarà dettagliato anche l esito di ogni singolo pagamento causale di ogni singolo versamento istituto attestante l avvenuto pagamento. La RT così ottenuta può essere utilizzata sia nell ambito di un flusso telematico (a norma del DM 44/2011) sia in modalità tradizionale. Nel primo caso: la RT può essere inserita, come allegato, nella busta telematica relativa al deposito di iscrizione a ruolo. la RT può essere associata ad una richiesta di copia al fine di renderne possibile il rilascio. Nel caso di utilizzo tradizionale, la ricevuta telematica deve essere stampata e consegnata all ufficio giudiziario come attestazione dell avvenuto versamento. Il pagamento è individuato in modalità univoca dal codice identificativo del pagamento riportato nella ricevuta. Versamenti multipli Nel caso in cui il pagamento di diritti, contributi o spese sia eseguito attraverso più versamenti è necessario inoltrare all ufficio giudiziario (o attraverso un flusso telematico o in maniera tradizionale) tutte le ricevute telematiche riferite al pagamento. Esempio: nel caso di contributo unificato pari a euro, se il pagamento telematico è stato eseguito attraverso due differenti versamenti di rispettivamente 200 e 300 euro è necessario: nel caso di flusso telematico, allegare al deposito entrambe le RT (quella relativa a 200 euro e quella relativa a 300 euro); nel caso di utilizzo tradizionale, stampare e consegnare all ufficio giudiziario entrambe le ricevute telematiche. Esiti del pagamento La ricevuta telematica riporta le seguenti informazioni inerenti l esito dei versamenti eseguiti (un versamento può essere composto da più pagamenti): esito versamento assume i valori: 0, tutti i pagamenti si sono conclusi con esito positivo 1, tutti i pagamenti si sono conclusi con esito negativo 2, il versamento è stato eseguito parzialmente ovvero alcuni pagamenti hanno avuto esito negativo. per ogni pagamento concluso con esito positivo, vengono riportati: importo del versato descrizione esito del pagamento data del pagamento causale del pagamento

19 PORTALE SERVIZI TELEMATICI COMUNICAZIONI DI CANCELLERIA NELLA PEC Si insiste sulla importanza per ogni Collega di attivare e quindi di consultare quotidianamente la propria Posta Elettronica Certificata. DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI REDATTORE ATTI TELEMATICI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI PER LA GIUSTIZIA CIVILE E PROCESSO TELEMATICO PCT COGNIZIONE - ELENCO ATTI DEPOSITABILI AGGIORNATO AL 20 OTTOBRE 2010 PCT COGNIZIONE ELENCO ATTI DEPOSITABILI L elenco che segue si riferisce agli atti dell ambito cognizione che è possibile depositare telematicamente presso le sedi dove è consentito ai sensi del decreto ex art. 62 D.M. 17/7/2008 (i decreti per le singole sedi sono pubblicati sul sito, alla pagina Uffici Giudiziari). PROCEDIMENTI DI INGIUNZIONE Ricorso per decreto ingiuntivo Produzione documenti richiesti ATTI ISTRUTTORI Comparsa di risposta ex art. 167 c.p.c. Comparsa di intervento ex art. 105 c.p.c. Comparsa conclusionale e memoria di replica ex artt. 190 e 281 quinquies Memorie ex art. 183 c.p.c. Memorie conclusionali ex art. 12 D.Lgs. 5/2003 Memorie autorizzate dal Giudice nel corso del procedimento ai sensi dell art. 127 c.p.c. Correzione di errore materiale (art. 288 c.p.c.) MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI PER LA GIUSTIZIA CIVILE E PROCESSO TELEMATICO PCT ESECUZIONI E FALLIMENTI - ELENCO ATTI DEPOSITABILI AGGIORNATO AL 26 OTTOBRE 2010 PCT ESECUZIONI E FALLIMENTI ELENCO ATTI DEPOSITABILI L elenco che segue si riferisce agli atti dell ambito esecuzioni civili individuali e concorsuali che è possibile depositare telematicamente presso gli Uffici Giudiziari nei quali sia stato attivato il servizio telematico di deposito atti ai sensi del decreto ex art. 62 D.M. 17/7/2008 (i decreti per le singole sedi sono pubblicati sul sito, alla pagina Uffici Giudiziari). ESECUZIONI CIVILI Introduttivi o Atto di pignoramento ed iscrizione a ruolo Atti di parte o Atto di intervento/istanza correzione errore materiale sullìatto di intervento o Istanza di distribuzione o Istanza ex art 41 TUB o Rinuncia all'esecuzione o Rinuncia al mandato o Atto costituzione avvocato/sostituzione del procuratore costituito o Sostituzione creditore per successione nel credito o Rinuncia nei confronti di uno o più debitori o Nota di precisazione/variazione del credito o Istanza di vendita esecuzioni mobiliari e immobiliari o Istanza di assegnazione o Deposito relazione notarile ex art 569 e dettaglio relazione notarile o Atto non codificato Atti del Professionista o Relazione del CTU o integrazione relazione CTU o Progetto di distribuzione del CTU perito contabile o Relazione notarile ex art 569 e dettaglio relazione notarile o Istanza di proroga del CTU perito immobiliare

20 o Deposito perizia del CTU perito immobiliare o Atto non codificato Atti del Delegato o Relazione periodica o Avviso di vendita art 570 cpc o Verbale di aggiudicazione o Deposito del Prezzo o Istanza di revoca/decadenza aggiudicatario o Minuta decreto di trasferimento o Proposta progetto di distribuzione o Progetto di distribuzione o Aggiudicazione lotto (verbale di vendita) o Atto non codificato Atti del Custode o Rendiconto Custode o Istanza generica custode o Istanza liquidazione custode o Atto non codificato PROCEDURE CONCORSUALI Introduttivi o Istanza di fallimento Atti di Parte o Atto di costituzione avvocato o Atto di sostituzione procuratore costituito o Atto di deposito mandato per creditore insinuato o Deposito Memorie o Domanda di ammissione al passivo o Rinuncia al credito oggetto di insinuazione o Domanda di rivendicazione, restituzione e separazione cose mobili ex art. 103 l.f. o Rinuncia al credito oggetto di rivendicazione o Atto non codificato Atti del Professionista o Deposito relazione CTU o Deposito integrazione CTU o Deposito perizia del CTU perito immobiliare o Relazione notarile ex art 569 o Atto non codificato Atti del Curatore o Elenco insinuazioni e progetto stato passivo o Rendiconto del curatore o Piano di riparto o Verbale di inventario (beni inventariati e beni esclusi) o Relazione iniziale ex art. 33 l. fall. o Relazione periodica ex art. 33 l. fall. o Istanza di vendita e programma di liquidazione o Atto non codificato

IL PCT: PROCESSO CIVILE TELEMATICO

IL PCT: PROCESSO CIVILE TELEMATICO Gli strumenti necessari al PcT(PEC, ReGindE, Portale Giustizia e PolisWeb, esame fascicoli, punti di accesso, redattore atti e busta telematica, depositi elaborati) 1 DA QUANDO INIZIERA L OBBLIGO? OBBLIGATORIETA

Dettagli

Il Processo Civile Telematico

Il Processo Civile Telematico Il Processo Civile Telematico avv. Pierluigi Basile 8 aprile 2015 Cosa è il PCT Il Processo Telematico è un progetto del Ministero della Giustizia che si propone di rendere possibile lo scambio di informazioni

Dettagli

Corso di aggiornamento PROCESSO CIVILE TELEMATICO, INFORMATIZZAZIONE DELLO STUDIO E RICERCA GIURIDICA ONLINE. 31 gennaio 2014 Ivrea (TO)

Corso di aggiornamento PROCESSO CIVILE TELEMATICO, INFORMATIZZAZIONE DELLO STUDIO E RICERCA GIURIDICA ONLINE. 31 gennaio 2014 Ivrea (TO) Corso di aggiornamento PROCESSO CIVILE TELEMATICO, INFORMATIZZAZIONE DELLO STUDIO E RICERCA GIURIDICA ONLINE 31 gennaio 2014 Ivrea (TO) Agenda Agenda Panoramica sul Processo Civile Telematico Le principali

Dettagli

Il Portale dei Servizi Telematici

Il Portale dei Servizi Telematici TRIBUNALE DI CAGLIARI Il Portale dei Servizi Telematici GUIDA INFORMATIVA AI SERVIZI TELEMATICI DELLA GIUSTIZIA Perchè questa guida La presente Guida Informativa si rivolge all utenza degli Uffici Giudiziari

Dettagli

DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO SCOPO DEL PROGETTO Il Processo Civile Telematico (PCT) è un progetto del Ministero della giustizia finalizzato allo scambio telematico di atti giuridici

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. www.procedure.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO Istruzioni per i professionisti ausiliari del Giudice e per i CTU Vademecum realizzato dalla società Aste Giudiziarie Inlinea

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO Firenze, 21 luglio 2014 Hotel Mediterraneo Eros Ceccherini La lunga strada del processo telematico D.LGS 7 MARZO 2005 N. 82 PRINCIPI PER L ADOZIONE

Dettagli

Processo civile telematico. Nozioni di base e decreto ingiuntivo

Processo civile telematico. Nozioni di base e decreto ingiuntivo Processo civile telematico Nozioni di base e decreto ingiuntivo 1. Cosa si vuole raggiungere con il Processo civile telematico? Migliorare l efficienza della parte burocratica dei procedimenti. Questo

Dettagli

Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio. Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU

Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio. Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU Art 16-bis D.L. 179/2012 come convertito in Legge "Salvo quanto previsto

Dettagli

Il Momento Legislativo

Il Momento Legislativo Il Momento Legislativo Modulo PCT Redattore atti Iscrizione a ruolo telematica delle procedure esecutive mobiliari, immobiliari e presso terzi 31 marzo 2015 1 Introduzione Le diapositive che seguono illustreranno

Dettagli

Introduzione al Processo Civile Telematico

Introduzione al Processo Civile Telematico Ordine degli Avvocati di Matera Introduzione al Processo Civile Telematico Breve vademecum per affrontare una svolta epocale. Un nuovo linguaggio Innovazione Per poter accedere a questo servizio occorre

Dettagli

Regione Toscana. Nome del progetto Cancelleria Telematica. Progetto Punto d Accesso Regione Toscana

Regione Toscana. Nome del progetto Cancelleria Telematica. Progetto Punto d Accesso Regione Toscana Regione Toscana Nome del progetto Cancelleria Telematica Progetto Punto d Accesso Regione Toscana Documento Manuale utente del PdA per Avvocati e CTU Acronimo del documento CT-MUT-PDA Stato del documento

Dettagli

Cristina Ferrari. Assistente Studi Professionali Tel/Fax 02 43 98 67 43 Cell. 331 487 34 97 E-mail:crissferr@virgilio.it

Cristina Ferrari. Assistente Studi Professionali Tel/Fax 02 43 98 67 43 Cell. 331 487 34 97 E-mail:crissferr@virgilio.it Tel/Fax 02 43 98 67 43 Cell. 331 487 34 97 E-mail:crissferr@virgilio.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO - INVIO TELEMATICO DECRETO INGIUNTIVO 30 GIUGNO 2014 OBBLIGATORIETÀ DEL DEPOSITO TELEMATICO ATTI PROCESSUALI*

Dettagli

Il Portale dei Servizi Telematici

Il Portale dei Servizi Telematici TRIBUNALE DI POTENZA Il Portale dei Servizi Telematici GUIDA INFORMATIVA AI SERVIZI TELEMATICI DELLA GIUSTIZIA 1 2 Perchè questa guida La presente Guida Informativa si rivolge all utenza degli Uffici Giudiziari

Dettagli

PdA Cancelleria Telematica. Manuale utente Avvocati e CTU. Pagina 2 di 26

PdA Cancelleria Telematica. Manuale utente Avvocati e CTU. Pagina 2 di 26 PdA Cancelleria Telematica REGIONE TOSCANA INDICE REGIONE TOSCANA... 1 COMUNICAZIONI...7 COPIA TEMPORANEA LOCALE...8 ESECUZIONE E FALLIMENTI FASCICOLI PREFERITI...12 FASCICOLI...13 SENTENZE...15 UDIENZE...16

Dettagli

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO Guida all uso www.accessogiustizia.it Servizio PCT PROCESSO CIVILE TELEMATICO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche, con servizi

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

>> La Soluzione Lextel

>> La Soluzione Lextel >> La Soluzione Lextel 1 Tecnologie La postazione del professionista deve essere dotata di alcune tecnologie di base per partecipare al PCT: Dispositivo di firma digitale con certificati di autenticazione

Dettagli

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico Il Punto d accesso viene definito dalla normativa sul Processo Telematico (D.M.Giustizia 21/2/2011 n. 44 e ss. mm. ii.) come struttura tecnologica-organizzativa

Dettagli

Convegno PROCESSO CIVILE TELEMATICO. NAPOLI 17 Giugno 2014 ore 14.30 Basilica di San Giovanni Maggiore

Convegno PROCESSO CIVILE TELEMATICO. NAPOLI 17 Giugno 2014 ore 14.30 Basilica di San Giovanni Maggiore Convegno PROCESSO CIVILE TELEMATICO NAPOLI 17 Giugno 2014 ore 14.30 Basilica di San Giovanni Maggiore Convegno PROCESSO CIVILE TELEMATICO NAPOLI 17 Giugno 2014 ore 14.30 Gli strumenti informatici propedeutici

Dettagli

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico Il Punto d accesso viene definito dalla normativa sul Processo Telematico (D.M.Giustizia 21/2/2011 n. 44 e ss. mm. ii.) come struttura tecnologica-organizzativa

Dettagli

L ABC DEL PCT. Notizie sul Processo Civile Telematico applicato alle procedure concorsuali.

L ABC DEL PCT. Notizie sul Processo Civile Telematico applicato alle procedure concorsuali. L ABC DEL PCT Notizie sul Processo Civile Telematico applicato alle procedure concorsuali. A cura del Gruppo di lavoro sul P.C.T. Ordine Dottori Commercialisti di Firenze SIETE PRONTI? Da un punto di vista

Dettagli

IL P C T. Il Processo Telematico a Orvieto. >> La Soluzione Lextel

IL P C T. Il Processo Telematico a Orvieto. >> La Soluzione Lextel IL P C T Il Processo Telematico a Orvieto >> La Soluzione Lextel 1 Il Processo Civile Telematico È lo sviluppo delle procedure civili tramite l'uso delle nuove tecnologie dell'informazione in modo sicuro,

Dettagli

IL PROCESSO TELEMATICO DEL LAVORO. Avv. Daniela Muradore

IL PROCESSO TELEMATICO DEL LAVORO. Avv. Daniela Muradore IL PROCESSO TELEMATICO DEL LAVORO Avv. Daniela Muradore LA PEC D.l. n. 185/2008 convertito in Legge 28 gennaio 2009, n. 2 e successive modificazioni art. 16 comma 7 art. 16 comma 7-bis I professionisti

Dettagli

Livorno, 22/07/2014 Prot. n. 427/2014 Ill.mo Sig. Presidente del Tribunale Dott. Carlomaria Garbellotto

Livorno, 22/07/2014 Prot. n. 427/2014 Ill.mo Sig. Presidente del Tribunale Dott. Carlomaria Garbellotto Livorno, 22/07/2014 Prot. n. 427/2014 Ill.mo Sig. Presidente del Tribunale Dott. Carlomaria Garbellotto Tribunale di Ivrea Via Patrioti, 26 10015 Ivrea (TO) Oggetto: Piattaforma web Procedure.it per la

Dettagli

Servizi Polisweb. Guida all uso. www.accessogiustizia.it POLISWEB NAZIONALE POLISWEB PCT POLISWEB SIECIC CASSAZIONE

Servizi Polisweb. Guida all uso. www.accessogiustizia.it POLISWEB NAZIONALE POLISWEB PCT POLISWEB SIECIC CASSAZIONE Guida all uso www.accessogiustizia.it Servizi Polisweb POLISWEB NAZIONALE POLISWEB PCT POLISWEB SIECIC CASSAZIONE Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretto della Corte d Appello di Napoli. Il Processo Civile Telematico: Kit informativo per l Avvocato

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretto della Corte d Appello di Napoli. Il Processo Civile Telematico: Kit informativo per l Avvocato Progetto GOL! Giustizia On Line Distretto della Corte d Appello di Napoli Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO TELEMATICO E L'OBBLIGO DELLE COMUNICAZIONI E

Dettagli

Progetto di formazione sul Processo Telematico PUNTO DI ACCESSO PORTALE SERVIZI TELEMATICI - APP CONSOLLE AVVOCATO PAGAMENTI TELEMATICI

Progetto di formazione sul Processo Telematico PUNTO DI ACCESSO PORTALE SERVIZI TELEMATICI - APP CONSOLLE AVVOCATO PAGAMENTI TELEMATICI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA Progetto di formazione sul Processo Telematico PUNTO DI ACCESSO PORTALE SERVIZI TELEMATICI - APP CONSOLLE AVVOCATO PAGAMENTI TELEMATICI Verona 18 aprile 2014 Statistica

Dettagli

La piattaforma web per il Processo Civile Telematico

La piattaforma web per il Processo Civile Telematico La piattaforma web per il Processo Civile Telematico INTRODUZIONE Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A., in virtù di una pluriennale esperienza professionale in ambito giudiziario, ha seguito da vicino il processo

Dettagli

STEP 2 di seguito i vari passaggi per la registrazione al Re.G.Ind.E:

STEP 2 di seguito i vari passaggi per la registrazione al Re.G.Ind.E: STEP 1 - Il singolo professionista dovrà: 1. essere in possesso di una mail certificata definita P.E.C. (posta elettronica certificata). Nel caso il professionista sia un ingegnere iscritto all Ordine

Dettagli

Commissione FALLCO Componenti:

Commissione FALLCO Componenti: Commissione FALLCO Componenti: Filippo Favi, Francesco Biancalani, Alessandra Cocci, Daniela Cocci, Roberto Tosa, Daniele Vignaroli. Strumenti necessari per il Processo Civile Telematico 2 INDICE 1. STRUMENTI

Dettagli

Processo Telematico:

Processo Telematico: Processo Telematico: Gli strumenti per il processo civile e penale Argomenti trattati: Posta Elettronica Certificata PEC Dispositivi di accesso e firma digitale Il corso si reitererà nelle date: 9 ottobre

Dettagli

Manuale utenti per Avvocati

Manuale utenti per Avvocati Manuale utenti per Avvocati La figura seguente illustra la home page della cancelleria telematica per gli avvocati CONSULTAZIONE FASCICOLI Per accedere alla consultazione dei fascicoli è necessario possedere

Dettagli

Servizi Polisweb. Guida all uso. www.accessogiustizia.it POLISWEB NAZIONALE POLISWEB PCT CASSAZIONE

Servizi Polisweb. Guida all uso. www.accessogiustizia.it POLISWEB NAZIONALE POLISWEB PCT CASSAZIONE Guida all uso www.accessogiustizia.it Servizi Polisweb POLISWEB NAZIONALE POLISWEB PCT CASSAZIONE Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni

Dettagli

GUIDA AL PRIMO ACCESSO A POLISWEB Revisione gennaio 2010

GUIDA AL PRIMO ACCESSO A POLISWEB Revisione gennaio 2010 Revisione gennaio 2010 Polisweb è un sistema che permette all avvocato di collegarsi ai registri di cancelleria di tutti i Tribunali di merito abilitati al servizio e vedere lo stato delle proprie pratiche

Dettagli

GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA

GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA Vademecum per la redazione e l invio del ricorso per ingiunzione telematico e degli atti del processo civile telematico (per

Dettagli

Introduzione al PCT. Vincenzo Gunnella. Roma 3 aprile 2014

Introduzione al PCT. Vincenzo Gunnella. Roma 3 aprile 2014 Introduzione al PCT Vincenzo Gunnella Roma 3 aprile 2014 Che cos è il PCT Una serie di servizi telematici per: Ufficio giudiziario Depositare atti e documenti Notaio Ricevere comunicazioni e notificazioni

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Processo Civile Telematico per Procedure Concorsuali ed Esecutive. 30 Giugno 2014 LE NOVITA

Processo Civile Telematico per Procedure Concorsuali ed Esecutive. 30 Giugno 2014 LE NOVITA Processo Civile Telematico per Procedure Concorsuali ed Esecutive 30 Giugno 2014 LE NOVITA INDICE ARGOMENTI: 1. LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA LEGGE 228/2012, 2. COSA CAMBIA PER IL CURATORE/COMMISSARIO/PROFESSIONISTA

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO L ABC DEL PCT

PROCESSO CIVILE TELEMATICO L ABC DEL PCT PROCESSO CIVILE TELEMATICO L ABC DEL PCT OTTOBRE 2014 GRUPPO DI LAVORO DELLA F.I.I.F. FONDAZIONE ITALIANA PER L INNOVAZIONE FORENSE PREMESSA Tutte le slide reperibili sul sito www.pergliavvocati.it ScreenCast

Dettagli

Il Momento Legislativo

Il Momento Legislativo Il Momento Legislativo Modulo PCT Redattore atti Come redigere un ricorso per decreto ingiuntivo telematico 1 Introduzione Le diapositive che seguono illustreranno le funzioni di redazione ed invio atti

Dettagli

Avv. Giorgio Cesare Amerio Avv. Giuseppe Vitrani PROCESSO TELEMATICO LE ESECUZIONI INDIVIDUALI E CONCORSUALI

Avv. Giorgio Cesare Amerio Avv. Giuseppe Vitrani PROCESSO TELEMATICO LE ESECUZIONI INDIVIDUALI E CONCORSUALI Avv. Giorgio Cesare Amerio Avv. Giuseppe Vitrani PROCESSO TELEMATICO LE ESECUZIONI INDIVIDUALI E CONCORSUALI PROGRAMMA Aspetti comuni alle procedure concorsuali nel processo telematico Le procedure esecutive

Dettagli

Fallco e il PCT Atti depositabili dal Curatore

Fallco e il PCT Atti depositabili dal Curatore Atti depositabili dal Curatore (L elenco che segue si riferisce agli atti dell ambito procedure concorsuali che è possibile depositare telematicamente presso gli Uffici Giudiziari nei quali sia stato attivato

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza Vademecum pratico operativo per l'attuazione del Protocollo sul Processo Civile Telematico sottoscritto dal Presidente del

Dettagli

VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO

VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO Il RICORSO per decreto ingiuntivo telematico deve essere redatto con il software tradizionalmente utilizzato dall avvocato (Word,

Dettagli

Si fa presente che la cancelleria non stamperà in nessun caso copia cartacea degli atti e dei documenti depositati

Si fa presente che la cancelleria non stamperà in nessun caso copia cartacea degli atti e dei documenti depositati TRIBUNALE CIVILE DI ROMA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA ISTRUZIONI OPERATIVE PER IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI DI PARTE DEL CONTENZIOSO ATTRAVERSO LA PIATTAFORMA DEL PROCESSO TELEMATICO Il Tribunale

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO TREVISO Via Verdi 18 TEL. 0422 5596 + 21-12-10-20-19 - FAX 0422 559618 SITO WEB: www.ordineavvocatitreviso.it Prot. n.

Dettagli

IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO ALL ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE 132/2015 ASPETTI PRATICI

IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO ALL ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE 132/2015 ASPETTI PRATICI IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO ALL ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE 132/2015 ASPETTI PRATICI 20.8.2015 PUBBLICATA IN GAZZETTA UFFICIALE LA LEGGE N. 132/2015 CHE CONVERTE (CON MODIFICHE) IL D.L. 83/2015 Deposito

Dettagli

Ordine Avvocati Corte di Cassazione

Ordine Avvocati Corte di Cassazione Ordine Avvocati Corte di Cassazione Convegno 18 Novembre 2014 Relazione a cura di Domenico Condello Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Roma IL DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO COME FARE? COSA FARE?

Dettagli

Formazione 2015 Comm. Informatica OAT

Formazione 2015 Comm. Informatica OAT Formazione 2015 Comm. Informatica OAT 1. l ABC del Processo Telematico e dei servizi telematici attivi a Torino; 2. Processo telematico: gli strumenti necessari (PEC e firma digitale) e le notificazioni

Dettagli

Vademecum Professionisti ausiliari del Giudice

Vademecum Professionisti ausiliari del Giudice Vademecum Professionisti ausiliari del Giudice Processo Civile Telematico Sezione Commerciale del Tribunale di Lecce Il presente documento di prassi è stato elaborato C.O.Gruppo srl con il supporto della

Dettagli

COME PROCEDERE ALL'ISCRIZIONE TELEMATICA DI UN PIGNORAMENTO IMMOBILIARE DAL

COME PROCEDERE ALL'ISCRIZIONE TELEMATICA DI UN PIGNORAMENTO IMMOBILIARE DAL COME PROCEDERE ALL'ISCRIZIONE TELEMATICA DI UN PIGNORAMENTO IMMOBILIARE DAL 31.03.2015 (entrata in vigore della modifica delle norme sulle esecuzioni contenute nel D.L. 12.09.2014, n. 132 convertito dalla

Dettagli

Il Processo Telematico Oggi. Avv. Maria Grazia D Amico Foro di Torino

Il Processo Telematico Oggi. Avv. Maria Grazia D Amico Foro di Torino Il Processo Telematico Oggi Avv. Maria Grazia D Amico Foro di Torino I servizi telematici della giustizia civile, disciplinati da una specifica normativa, consentono l interoperabilità tra soggetti abilitati

Dettagli

Pagamento Telematico delle Spese di Giustizia

Pagamento Telematico delle Spese di Giustizia Pagamento Telematico delle Spese di Giustizia Per informazioni e contatti sul conto corrente necessario per provvedere al pagamento telematico delle spese di giustizia invia una mail a info@aiga.it Sarai

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO GUIDA RAPIDA AGLI ADEMPIMENTI

PROCESSO CIVILE TELEMATICO GUIDA RAPIDA AGLI ADEMPIMENTI PROCESSO CIVILE TELEMATICO GUIDA RAPIDA AGLI ADEMPIMENTI Il Processo Civile Telematico o PCT è la rete informatica gestita dal Ministero della Giustizia per l automazione dei flussi informativi e documentali

Dettagli

VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI NOTIFICATI AI SENSI DELL ART. 3 BIS l. 53/1994

VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI NOTIFICATI AI SENSI DELL ART. 3 BIS l. 53/1994 VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI NOTIFICATI AI SENSI DELL ART. 3 BIS l. 53/1994 Avv. Roberto Arcella - Dr. Stefano Baldoni sommario premessa normativa... 1 raccomandazione preliminare...

Dettagli

VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE, DEPOSITO ED ESTRAZIONE COPIE DEGLI ATTI TELEMATICI DI PARTE CONTENZIOSO CIVILE. (ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2014)

VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE, DEPOSITO ED ESTRAZIONE COPIE DEGLI ATTI TELEMATICI DI PARTE CONTENZIOSO CIVILE. (ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2014) ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BERGAMO TRIBUNALE ORDINARIO DI BERGAMO VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE, DEPOSITO ED ESTRAZIONE COPIE DEGLI ATTI TELEMATICI DI PARTE CONTENZIOSO CIVILE (ultimo aggiornamento: 14 Luglio

Dettagli

www.accessogiustizia.it GUIDA ALL USO

www.accessogiustizia.it GUIDA ALL USO www.accessogiustizia.it GUIDA ALL USO INDICE Punto di accesso al Dominio Giustizia pagina 4 Il sistema Polisweb Tribunale Civile e Corte d Appello pagina 6 Il sistema di consultazione pagina 8 L Agenda

Dettagli

1 ACCESSO A FASCICOLO TELEMATICO PER LA PARTE NON COSTITUITA

1 ACCESSO A FASCICOLO TELEMATICO PER LA PARTE NON COSTITUITA Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ACCESSO A FASCICOLO TELEMATICO PER LA PARTE NON COSTITUITA 1.1 Caratteristiche nuova funzionalità Nei sistemi SICID e SIECIC sono stati implementati, con aggiornamento

Dettagli

Descrizione Stato Regime Personalizzazione del PDA con indirizzo web e logo dell'ordine Attivo Opzionale

Descrizione Stato Regime Personalizzazione del PDA con indirizzo web e logo dell'ordine Attivo Opzionale La Direzione Generale Dott. A. Giuffrè Editore S.p.A. Via Busto Arsizio n. 40 20151 Milano tel. 02 38089 456 fax 02 38089 454 Milano,. Presentazione dei servizi della Dott. A. Giuffrè Editore S.p.A. per

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE 13 GENNAIO 2015 La presente nota operativa dello StaffPCT del Tribunale di Firenze è un estratto di alcune indicazioni contenute nella circolare

Dettagli

Ordine degli Avvocati di Rimini

Ordine degli Avvocati di Rimini Ordine degli Avvocati di Rimini CONVENZIONI SOFTWARE REDATTORI BUSTA TELEMATICA Di seguito si riportano le convenzioni stipulate alla data del mese di giugno 2013 dal Consiglio dell Ordine con alcuni Fornitori

Dettagli

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico PROCEDURE.IT Procedure.it nasce dall esigenza di fornire uno strumento per raggiungere nuovi margini di efficienza nella gestione

Dettagli

DISPOSITIVO DI AUTENTICAZIONE E FIRMA DIGITALE

DISPOSITIVO DI AUTENTICAZIONE E FIRMA DIGITALE DISPOSITIVO DI AUTENTICAZIONE E FIRMA DIGITALE 1) Che cos'é? é un dispositivo (generalmente sottoforma di carta di credito o, spesso, di "chiavetta" USB) contenente i certificati digitali di autenticazione

Dettagli

entro 5 gg. ( x ESE MOB. c/o TERZI e ESE AUTOV.) dalla maturata inefficacia del pignoramento >>>>>

entro 5 gg. ( x ESE MOB. c/o TERZI e ESE AUTOV.) dalla maturata inefficacia del pignoramento >>>>> Come è noto la novella delle Esecuzioni Civili ha previsto che: l UNEP Deve consegnare al CREDITORE 1) Verbale /atto di pignoramento 2) Titolo Esecutivo 3) Atto di precetto il CREDITORE Deve depositare

Dettagli

BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI

BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia. Per leggere una copia della licenza

Dettagli

Il Processo Civile Telematico e il Consulente Tecnico d Ufficio (C.T.U.) Uno schema operativo verso l invio telematico della C.T.U.

Il Processo Civile Telematico e il Consulente Tecnico d Ufficio (C.T.U.) Uno schema operativo verso l invio telematico della C.T.U. Il Processo Civile Telematico e il Consulente Tecnico d Ufficio (C.T.U.) Uno schema operativo verso l invio telematico della C.T.U. La fonte principale di informazioni è il seguente sito internet: http://pst.giustizia.it/pst/it/homepage.wp

Dettagli

IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT

IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT Il professionista che riveste l incarico di delegato alle operazioni di vendita, al fine del deposito degli atti delle procedure di esecuzione immobiliare

Dettagli

Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA

Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI Verona 29 aprile 2014 Il tempo scorre. Sostituire il testo

Dettagli

WWW.PROCEDURE.IT. Il software per gli ausiliari del Giudice. per esecuzioni e fallimenti

WWW.PROCEDURE.IT. Il software per gli ausiliari del Giudice. per esecuzioni e fallimenti WWW.PROCEDURE.IT Il software per gli ausiliari del Giudice nell ambito del PCT per esecuzioni e fallimenti La Società Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A., in virtù di una pluriennale esperienza professionale

Dettagli

L ABC del Processo Telematico

L ABC del Processo Telematico L ABC del Processo Telematico Strumenti del Processo telematico: PEC, Firma digitale, PdA, Redattore Atti; Servizi telematici attivi a Torino/per iscritti all OAT PdA: Polisweb, Torino Facile, 335, Pagamenti

Dettagli

VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE DEPOSITO ATTI TELEMATICI DI PARTE ESECUZIONI. (ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2014)

VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE DEPOSITO ATTI TELEMATICI DI PARTE ESECUZIONI. (ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2014) ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BERGAMO TRIBUNALE ORDINARIO DI BERGAMO VADEMECUM AVVOCATI GESTIONE DEPOSITO ATTI TELEMATICI DI PARTE ESECUZIONI (ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2014) Per i procedimenti esecutivi,

Dettagli

Manuale operativo per la gestione della procedura digitale di rendicontazione del

Manuale operativo per la gestione della procedura digitale di rendicontazione del Manuale operativo per la gestione della procedura digitale di rendicontazione del OccupaMI 2013: Bando contributi alle pmi per il sostegno all occupazione 1. Finalità delle procedure digitali La nuova

Dettagli

Vademecum dell Avvocato digitale

Vademecum dell Avvocato digitale * Responsabile Emilio Franhcomme Vademecum dell Avvocato digitale Nozioni minime di informatica nell ambito del PCT (Processo Civile Telematico) Gennaio 2014 Sommario: Cosa serve all Avvocato per essere

Dettagli

POLISWEB e l integrazione in Suite Avvocato Elite

POLISWEB e l integrazione in Suite Avvocato Elite POLISWEB e l integrazione in Suite Avvocato Elite Sommario POLISWEB e l integrazione in Suite Avvocato Elite... 1 L'architettura del sistema Polisweb nazionale e il Polisweb PCT... 2 I punti di Accesso...

Dettagli

FAMIGLIA VOLONTARIA GIURISDIZIONE il deposito telematico degli atti processuali introduttivi

FAMIGLIA VOLONTARIA GIURISDIZIONE il deposito telematico degli atti processuali introduttivi FAMIGLIA VOLONTARIA GIURISDIZIONE il deposito telematico degli atti processuali introduttivi FAMIGLIA VOLONTARIA GIURISDIZIONE il deposito telematico degli atti processuali introduttivi Gli atti che possono

Dettagli

Manuale di sopravvivenza per avvocati sull orlo di una crisi di nervi IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO: COME USCIRNE FONDAMENTALMENTE VIVI A COSTO ZERO.

Manuale di sopravvivenza per avvocati sull orlo di una crisi di nervi IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO: COME USCIRNE FONDAMENTALMENTE VIVI A COSTO ZERO. Manuale di sopravvivenza per avvocati sull orlo di una crisi di nervi IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO: COME USCIRNE FONDAMENTALMENTE VIVI A COSTO ZERO. Il 30 giugno 2014 nei procedimenti civili, contenziosi

Dettagli

Introduzione... 1 1. Requisiti... 2 2. Istruzioni... 2

Introduzione... 1 1. Requisiti... 2 2. Istruzioni... 2 Sommario Introduzione... 1 1. Requisiti... 2 2. Istruzioni... 2 Introduzione Dal 15 ottobre 2013, ai sensi dell art 16 del d.m. 44/2011, le comunicazioni e le notificazioni al professionista ausiliario

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DELLA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA

VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DELLA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DELLA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA Per depositare telematicamente la COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA la stessa deve essere redatta con il software tradizionalmente

Dettagli

Guida alla lettura del D.M. 44/2011 (Regolamento PCT)

Guida alla lettura del D.M. 44/2011 (Regolamento PCT) Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 26.3.2015 La Nuova Procedura Civile, 1, 2015 Editrice Guida alla lettura del D.M. 44/2011 (Regolamento PCT)

Dettagli

poter depositare qualsiasi tipologia di atti presso gli uffici giudiziari abilitati dal Ministero della Giustizia.

poter depositare qualsiasi tipologia di atti presso gli uffici giudiziari abilitati dal Ministero della Giustizia. Manuale utente del Redattore atti SLPct EVOLUZIONI SOFTWARE www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore atti SLpct è stato implementato da Regione Toscana per permettere

Dettagli

Processo civile telematico!

Processo civile telematico! Tribunale di Lecce Sezione commerciale Processo civile telematico Protocollo tecnico operativo 22 luglio 2014 Il presente documento di prassi è stato elaborato a cura di C.O.Gruppo srl con il supporto

Dettagli

Gli adempimenti burocratico-amministrativida soddisfare in tema di semplificazione e anticorruzione

Gli adempimenti burocratico-amministrativida soddisfare in tema di semplificazione e anticorruzione SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La fatturazione elettronica e gli adempimenti burocratico-amministrativida soddisfare in tema di gestione degli appalti, lavori, servizi e forniture tramite Centrali

Dettagli

Aprire la Consolle dell Avvocato e, dopo avere inserito il vostro PIN, cliccare sulla sinistra della consolle, e utilizzare la funzione Live :

Aprire la Consolle dell Avvocato e, dopo avere inserito il vostro PIN, cliccare sulla sinistra della consolle, e utilizzare la funzione Live : Guida per il deposito telematico di atti (memorie, comparse con relativi documenti) tramite Consolle dell Avvocato vvocato. @@@ @@@ @@@ Aprire la Consolle dell Avvocato e, dopo avere inserito il vostro

Dettagli

Processo Telematico: il futuro dista tre passi.

Processo Telematico: il futuro dista tre passi. Processo Telematico: il futuro dista tre passi. BROCHURE MODULI CLIENS_ultima_0910.indd 1 27-10-2010 11:00:55 Oggi grazie al Processo Telematico le parti costituite in giudizio e l Ufficio Giudiziario

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. per la corretta preparazione. di un DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO

GUIDA OPERATIVA. per la corretta preparazione. di un DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO GUIDA OPERATIVA per la corretta preparazione di un DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO Con la Consolle dell Avvocato di Netservice - Per gli Avvocati dell Ordine di Prato e dell Ordine di Pistoia - Introduzione

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MANUALE UTENTE Versione SNT: 1.4.4 Versione 2.2 09 Febbraio 2015 Indice 1. Generalità... 4

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. per la corretta preparazione. di un DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO

GUIDA OPERATIVA. per la corretta preparazione. di un DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO GUIDA OPERATIVA per la corretta preparazione di un DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO Con la Consolle dell Avvocato di Netservice - Per gli Avvocati dell Ordine di Prato e dell Ordine di Pistoia - Introduzione

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT

TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT Oggetto: novità normative AI SIGG. MAGISTRATI AL PERSONALE AMMINISTRATIVO e, p. c. AL SIG. PRESIDENTE DEL TRIBUNALE AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI SEDE

Dettagli

39 TITOLO IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO NELLA PRATICA E NELLA QUOTIDIANITA. #pctino - l assistente telematico

39 TITOLO IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO NELLA PRATICA E NELLA QUOTIDIANITA. #pctino - l assistente telematico 39 TITOLO IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO NELLA PRATICA E NELLA QUOTIDIANITA #pctino - l assistente telematico 40 L ABC DELL AVVOCATO TELEMATICO DIECI CONSIGLI UTILI 1) COME ADERIRE AL PACCHETTO GOLD È possibile

Dettagli

Dipartimento dell organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati

Dipartimento dell organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati Dipartimento dell organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati Sistema Notifiche Telematiche in ambito penale Vademecum breve per l

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <> << Società fallita>>

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <<numero ed anno del fallimento>> << Società fallita>> TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO > Si informa che con Sentenza il Tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 25 giugno 2014)

Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 25 giugno 2014) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 25 giugno 2014) 1 Le tre modalità di notifica secondo la nuova L. n. 53/1994 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 Che

Dettagli

TRIBUNALE DI TRENTO PRASSI CONCORDATE SUL PROCESSO TELEMATICO I. RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO

TRIBUNALE DI TRENTO PRASSI CONCORDATE SUL PROCESSO TELEMATICO I. RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TRIBUNALE DI TRENTO PRASSI CONCORDATE SUL PROCESSO TELEMATICO I. RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO 1. Redazione dell atto Il ricorso può essere predisposto con qualsiasi programma di elaborazione di testi

Dettagli

Processo civile telematico: obiettivi, funzioni e prospettive

Processo civile telematico: obiettivi, funzioni e prospettive Processo civile telematico: obiettivi, funzioni e prospettive Ing. Giulio Borsari Ministero della Giustizia Dipartimento dell organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione generale

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del modulo di deposito di istanza ante causam

Istruzioni per la compilazione del modulo di deposito di istanza ante causam Istruzioni per la compilazione del modulo di deposito di istanza ante causam Questa nota descrive le attività necessarie per preparare il modulo per il deposito telematico di un istanza ante causam. Sommario

Dettagli

SCHEMA RIEPILOGATIVO DELLE ATTESTAZIONI DI CONFORMITA NELLE NOTIFICHE E NEI DEPOSITI CON FORMULE

SCHEMA RIEPILOGATIVO DELLE ATTESTAZIONI DI CONFORMITA NELLE NOTIFICHE E NEI DEPOSITI CON FORMULE SCHEMA RIEPILOGATIVO DELLE ATTESTAZIONI DI CONFORMITA NELLE NOTIFICHE E NEI DEPOSITI CON FORMULE Avv. Mirco Minardi Foro di Ancona Aggiornato al 18/09/2015 In rete è possibile trovare molti schemi riepilogativi

Dettagli