AMPLIFON S.P.A. VERBALE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 13 DICEMBRE 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AMPLIFON S.P.A. VERBALE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 13 DICEMBRE 2010"

Transcript

1 AMPLIFON S.P.A. VERBALE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 13 DICEMBRE 2010 Il giorno 13 dicembre 2010 ad ore hanno inizio in Milano, Via Ripamonti 131/133 i lavori dell'assemblea ordinaria di Amplifon S.p.A. Assume, ai sensi dell art. 11. dello Statuto sociale, la Presidenza della presente adunanza la Signora Anna Maria Formiggini nella sua veste di Presidente del Consiglio di Amministrazione. Premette che con avviso pubblicato sul quotidiano Finanza e Mercati in data 12 novembre 2010 è stata indetta in questo luogo e ora l Assemblea degli Azionisti di Amplifon S.p.A.. Comunica che, al fine di verificare e assicurare il regolare svolgimento dell Assemblea (in coerenza con lo Statuto della Società), ha costituito un Ufficio composto da personale di fiducia (gli Incaricati ), che hanno provveduto e provvederanno nel seguito dei lavori assembleari a verificare l identità personale degli intervenuti e la regolarità delle certificazioni attestanti la titolarità delle azioni, nonché delle deleghe in conformità alle vigenti disposizioni normative, documenti che dichiara acquisiti agli atti della Società. Informa che, sulla base di tali verifiche, risultano presenti n. 5 persone portatrici, in proprio o per delega di n azioni ordinarie pari al 68,415% del capitale sociale e che pertanto l Assemblea è regolarmente costituita e può validamente deliberare in sede ordinaria; naturalmente, si riserva di aggiornare le presenze a ogni singola votazione. Invita il Segretario del Consiglio avv. Luigi Colombo, con il consenso dei presenti, a redigere il verbale della presente assemblea in sede ordinaria. Ricorda che l Assemblea è stata convocata per discutere e deliberare sul seguente: Ordine del Giorno 1. Piani di Stock Option a favore dei dipendenti della Società e delle sue controllate; 2. Piano di Azionariato a favore del Management per il (Performance Stock Grant). Informa gli azionisti che è funzionante un sistema di registrazione audiovisiva dello svolgimento dei lavori assembleari, al solo fine di rendere più agevole la redazione del verbale, e che non possono essere introdotti da alcuno altri strumenti di registrazione, apparecchi fotografici e congegni similari; 1

2 Ricorda che chi si assenta deve farlo rilevare all uscita della sala, consegnando lo scontrino di presenza, che verrà restituito in caso di rientro; Proseguendo, il Presidente: Da atto che sono stati regolarmente espletati gli adempimenti informativi di cui all art. 125 bis del D. Lgs. 58/1998. Da atto che le Relazioni degli Amministratori relative all ordine del giorno sono state messe a disposizione del pubblico, presso la sede sociale, sul sito internet e alla Società di gestione del mercato, entro il termine di pubblicazione dell'avviso di convocazione, come disposto dall'art. 125-ter del D. Lgs. 58/1998. Da lettura dell elenco nominativo dei soggetti che partecipano, direttamente o indirettamente in misura superiore al 2% del capitale sociale sottoscritto rappresentato da azioni con diritto di voto, secondo le risultanze del libro soci, integrate dalle comunicazioni ricevute ai sensi dell art. 120 del D.Lgs. 58/1998 e da altre informazioni a disposizione: n. azioni % sul capitale data comunicazione Ampliter NV ,730% 06/12/2010 BlackRock Inc ,013% 12/10/2010 Tamburi Invest. Partners S.p.A ,035% 12/11/2010 Allianz SE (*) ,037% 20/09/2007 (*) possedute indirettamente tramite altre società del Gruppo Precisa che in data 12 novembre 2010 è stata depositata l'attestazione di variazione del capitale sociale conseguente all'emissione di n azioni ordinarie, interamente sottoscritte. Le comunicazioni effettuate ai sensi dell'art. 120 del D. Lgs. 58/1998, in data antecedente a tale aumento non tengono pertanto conto della possibile diluizione della partecipazione intervenuta a seguito di tale variazione. Comunica che alla data odierna non esistono accordi rilevanti ai sensi dell art. 122 del D. Lgs. 58/98, aventi ad oggetto o effetti sulle azioni della Società. Comunica altresì che è stato consentito di assistere ai lavori assembleari, mediante un sistema televisivo a circuito chiuso, a giornalisti qualificati, esperti e analisti finanziari, la cui lista nominativa 2

3 è a disposizione degli azionisti; che sono presenti in sala, oltre agli Incaricati già citati, per motivi di servizio, alcuni funzionari della Società e del Gruppo la cui lista nominativa è altresì a disposizione di chiunque volesse averne visione, e che tutti sono identificabili mediante apposito cartellino; Invita gli azionisti che si trovassero eventualmente carenti di legittimazione al voto, ai sensi di legge, a farlo presente. Nessuno chiede la parola. Dichiara che il capitale sociale sottoscritto e versato alla data odierna è di ed è diviso in azioni ordinarie del valore nominale di 0,02 ciascuna; Precisa che alla data odierna, la Società possiede direttamente n azioni proprie, corrispondenti al 3,16% del capitale sociale. Dà atto e constata che del Consiglio di Amministrazione sono presenti, oltre al Presidente Il Vice Presidente Sig.ra Susan Carol Holland L Amministratore Delegato e Direttore Generale Sig. Franco Moscetti Hanno giustificato la loro assenza i signori: Giampio BRACCHI Maurizio COSTA Umberto ROSA Vanni Emanuele TREVES Sono presenti i Sindaci effettivi: Giuseppe LEVI Mauro COAZZOLI Gabriele PESARESI * * * * Il Presidente passa a trattare il primo punto all ordine del giorno che reca quanto segue: Piani di Stock Option a favore dei dipendenti della Società e delle sue controllate. L'odierna Assemblea Ordinaria è stata convocata per sottoporre alla approvazione degli Azionisti, ai sensi dell art. 114-bis, comma 1, del decreto 3

4 legislativo n. 58/1998, i piani di attribuzione di azioni a favore dei dipendenti della Società e delle sue controllate nonché per conferire al Consiglio di Amministrazione idonei poteri per darvi esecuzione. Le informazioni rilevanti riguardanti il Programma di Stock Option sono contenute nel Documento Informativo che è stato consegnato all ingresso in sala, predisposto in conformità alle prescrizioni di cui all art. 114-bis del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, nonché alle prescrizioni dell art. 84-bis del Regolamento Consob in materia di informazioni che devono essere comunicate al mercato in relazione all attribuzione di piani di compensi basati su strumenti finanziari a favore di componenti del Consiglio di Amministrazione, di dipendenti o di collaboratori non legati alla Società da rapporti di lavoro subordinato, nonché a favore di componenti del consiglio di amministrazione, di dipendenti o di collaboratori di altre società controllanti o controllate. Il Documento Informativo è stato predisposto al fine di sottoporre alla presente Assemblea degli Azionisti l approvazione del piano di Stock Option che prevede l offerta di diritti d opzione per la sottoscrizione di azioni ordinarie della Società ai dipendenti della Società e del Gruppo al fine di incentivare e fidelizzare i dipendenti. Si precisa che alla luce della definizione contenuta all art. 84-bis del Regolamento Emittenti, il Piano di Stock Option , avuto riguardo agli Assegnatari dello stesso, si qualifica come piano di particolare rilevanza, in quanto rivolto, inter alia, ai soggetti con funzioni di direzione nella Società ed ai dirigenti che hanno regolare accesso alle informazioni privilegiate e detengono il potere di adottare decisioni di gestione che possono incidere sull evoluzione e sulle prospettive future della Società ai sensi dell art sexies, comma 1, lett. c)- c.2) del Regolamento Emittenti. Il Piano di Stock Option completa il programma di Stock Option , che ha preso avvio dalla delibera dell assemblea straordinaria del 27 aprile 2006, la quale ha conferito la delega al consiglio di amministrazione, ai sensi dell art del codice civile, ad aumentare il capitale sociale per un ammontare massimo di nominali mediante emissione di azioni ordinarie della Società del valore nominale di 0,02 da offrire in opzione ai dipendenti della Società e delle sue controllate con esclusione del diritto d opzione ai sensi dell art. 2441, ultimo comma del codice civile. In data 28 ottobre 2010, il consiglio di amministrazione ha esercitato integralmente la suddetta delega deliberando di aumentare il capitale sociale di Ai fini di fornire un informazione completa ed esaustiva circa il programma di Stock Option , il Documento Informativo contiene, altresì, nell allegato 1, il riepilogo sintetico dei dati essenziali dei piani di Stock Option e dei diritti d opzione che sono stati assegnati, in attuazione di tali piani, in data 15 marzo 2007, 18 dicembre 2008 e 6 novembre

5 Il Presidente coglie l occasione per esprimere i ringraziamenti al Consiglio di Amministrazione per il lavoro svolto, nell interesse della Società, nell attuazione di tali piani. Passa quindi la parola al Dottor Giovanni Caruso, Responsabile delle Risorse Umane del Gruppo (Chief Human Resources Officer), per una presentazione sugli aspetti maggiormente rilevanti relativi al Programma di Stock Option, contenuti nel documento informativo predisposto ai sensi dell art. 84-bis del Regolamento Consob che è stato consegnato all ingresso in sala. Il dott. Caruso presenta i contenuti dei piani di incentivazione azionaria per il Management che sono oggetto del punto 1 all ordine del giorno e poi del punto 2 all ordine del giorno, evidenziando che la premessa che si accinge a fare è comune ai due programmi, anche se al riguardo del punto 1 all ordine del giorno si approfondirà in modo particolare il Programma di Stock Option. Una premessa doverosa è il background in cui questi piani si collocano. Il background è legato alle condizioni di business in cui l'azienda si trova ad operare, che sono caratterizzate come è noto da una forte turbolenza dello scenario economico-finanziario, dall aggravamento della pressione competitiva che si è avuta negli ultimi anni nei nostri mercati in tutto il mondo e dalla sfavorevole evoluzione del quadro normativo e regolatorio in diversi Paesi, dovuta in larga parte al peggioramento del debito pubblico. Questi fattori di contesto impongono al nostro Gruppo di attuare un ulteriore cambio di marcia al fine di accelerare la crescita organica, crescendo quindi in un modo più significativo rispetto ai concorrenti, incrementare le nostre performance operative e la generazione di cassa e questo anche al fine di poter cogliere in un modo sostenibile le opportunità realmente attrattive di crescita straordinaria, sia nei mercati dove siamo già operanti, ma dove occorre rafforzare l attuale dimensione competitiva, sia nei nuovi mercati ad alto interesse strategico. E notizia ufficiale dello scorso venerdì 10 dicembre quella della finalizzazione dell acquisizione in Australia, Nuova Zelanda e India del Gruppo NHC. Tutto ciò comporterà anche per il management un ulteriore cambio di marcia in modo da essere all altezza di sfide molto diverse rispetto al passato, sia per difficoltà che per intensità, e di confrontarsi con i più elevati standard internazionali in termini di focus strategico, eccellenza e velocità operativa, tensione innovativa, commitment a raggiungere risultati sempre più elevati ed a conciliare in modo virtuoso creazione di valore per gli azionisti e per i clienti. Questa premessa, solo per sottolineare che stiamo parlando di piani rivolti alle risorse strategiche del nostro gruppo, ma che sono, in una visione più ampia, rivolti ad incrementare le capacità competitive della nostra azienda e ad incrementare il valore creato per gli azionisti. 5

6 Il dott. Caruso precisa che i piani di incentivazione azionaria sono destinati a diversi segmenti della popolazione aziendale. In primo luogo, alla fascia degli Executives, ossia ai componenti dell Executive Leadership Team (otto persone). In secondo luogo, agli International Key Managers, le circa 70 persone che hanno le più alte responsabilità professionali e manageriali nei Paesi e nel Corporate. Inoltre, come si tratterà in particolare nel secondo punto all ordine del giorno, alle persone che sono titolari dei ruoli di Sales Management (circa 150) e che quindi si occupano della gestione del territorio e dei punti di vendita in tutti i Paesi nei quali il Gruppo è presente, fondamentale catena di trasmissione fra la strategia e l esecuzione di questa. Infine, ai Talenti, cioè coloro che oggi non occupano posizioni di Executives o di International Key Managers, ma che hanno il potenziale per esserlo un giorno e che, quindi, rappresentano il futuro del nostro Gruppo ed ai cosiddetti Key Performers, persone che hanno nel loro ruolo attuale una competenza particolarmente critica e che generano performance assolutamente fondamentali per il Gruppo. Rispetto a questo profilo di destinatari si possono individuare tre obiettivi che si propongono a riferimento dei piani di incentivazione azionaria: 1. Rafforzare la fidelizzazione e la motivazione del management ed il suo allineamento agli interessi degli azionisti nella creazione di valore per il Gruppo. 2. Consolidare il peso della componente variabile della remunerazione, soprattutto in questo caso di medio-lungo periodo, nell ambito della politica retributiva, enfatizzando il concetto di pay for performance, in termini di creazione di valore o di miglioramento della capacità competitiva del Gruppo. 3. Rafforzare l attrattività e la competitività del pacchetto retributivo di Amplifon, con riferimento particolare ai settori dell healthcare, del largo consumo e del retail a livello internazionale. Ciò detto, il dott. Caruso passa a presentare rapidamente le caratteristiche del programma di Stock Option, che peraltro è noto agli Azionisti in quanto avviato il 27 aprile 2006, quando l Assemblea degli Azionisti deliberò la proposta di un aumento di capitale, che fu in seguito eseguita dal Consiglio a supporto dell attuazione del programma. Il programma di Stock Option si è articolato fino ad oggi su tre piani, già operativi, ed un quarto piano ( ) che oggi viene sottoposto all'attenzione dell'assemblea. Il dott. Caruso riassume le caratteristiche dei piani fino ad oggi esistenti, come già riportato nel Documento Informativo di competenza. Quello che oggi si propone è di completare questo programma con un piano che avrà le seguenti caratteristiche: - coprirà il 2010 e il 2011 con due cicli di assegnazioni, il primo dei quali sarà proposto all attenzione del Consiglio di Amministrazione del 16 6

7 dicembre 2010, mentre il secondo sarà finalizzato entro il mese di aprile 2011; - metterà a disposizione un totale di opzioni, a completamento della capienza di opzioni prevista dal citato programma approvato dall Assemblea degli azionisti del 27 aprile 2006; - si rivolgerà ad un massimo di 20 Manager del gruppo, neo-assunti o neo-promossi a posizioni di Executive o International Key Manager sarà confermata la struttura di regolamento operativo dei piani precedenti (vesting 50% dopo 24 mesi e 50% dopo 36 mesi dalla data di assegnazione, 5 anni di periodo di esercizio per entrambe le tranche, prezzo di esercizio pari alla media aritmetica dell azione Amplifon S.p.A. nei 30 giorni antecedenti alla data di assegnazione, condizioni individuali e aziendali per l esercizio inalterate, come descritte nel Documento Informativo di competenza). Va segnalato che tra i partecipanti sarà compreso anche un amministratore di Società controllate. Infatti, a seguito dell acquisizione del Gruppo NHC che si è perfezionata lo scorso venerdì 10 dicembre, è stato in pari data nominato tra gli altri come amministratore di Società collegate allo stesso Gruppo NHC, il Dottor Alberto Baroli, assunto recentemente con la responsabilità della funzione di Chief Innovation & Development Officer del Gruppo Amplifon. La segnalazione è necessaria in quanto questo nominativo non era previsto nell ambito del Documento Informativo perché al momento della pubblicazione non c era evidenza né della data di finalizzazione dell acquisizione della società australiana, né dell incarico del Dott. Baroli. Il Presidente invita quindi il Segretario a dare lettura della proposta di deliberazione. L Assemblea ordinaria di Amplifon S.p.A. - esaminato il documento informativo predisposto ai sensi dell art. 84-bis del regolamento adottato dalla Consob con delibera n del 14 maggio 1999, come successivamente modificato: delibera - di approvare i Piani di Stock Option a favore dei dipendenti della Società e delle sue controllate secondo quanto indicato nel Documento Informativo; - di conferire al Consiglio di Amministrazione ogni potere necessario od opportuno per istituire e dare esecuzione ai Piani di Stock Option. In particolare, a titolo meramente esemplificativo, il Consiglio di Amministrazione avrà il potere, con facoltà di subdelega, (i) di individuare nominativamente gli assegnatari dei Diritti d Opzione ed il numero dei Diritti d Opzione da assegnare; (ii) di apportare le modifiche che si rendessero necessarie al caso di mutamento della normativa applicabile. 7

8 Il Presidente apre la discussione sui Piani di Stock Option a favore dei dipendenti della Società e delle sue controllate. Interviene l'azionista Rimbotti il quale chiede che gli venga fornita copia del verbale dell'assemblea non appena possibile e copia del documento al quale il Dott. Caruso ha fatto riferimento nel corso della sua presentazione. Dopo aver precisato che il presente intervento vale a commentare anche quanto verrà discusso nel successivo punto all'ordine del giorno, l'azionista rileva che l'evoluzione operativa gestionale e strategica del Gruppo Amplifon è a suo avviso molto soddisfacente e che quindi vi è un senso preciso nei piani oggi presentati. Naturalmente potranno essere fatte più precise analisi al momento della presentazione del bilancio al 31 dicembre 2010 ma, considerate le informazioni fornite nel corso della presente Assemblea, viste anche le notizie di stampa, l'azionista ritiene di poter affermare che il 2010 si presenta come un anno molto positivo per Amplifon, sia pure con tutte le difficoltà di contesto con le quali il gruppo si è dovuto confrontare. Tra l altro l Azionista esprime apprezzamento per la finalizzazione dell acquisizione del Gruppo NHC e vede con favore l'inserimento quale amministratore di un senior manager come Alberto Baroli. In conclusione pertanto l'azionista plaude alla gestione e dichiara di approvare i piani Stock Option. Interviene la Dott.ssa Anelli per delega dell'azionista Efin Economia e Finanza S.r.l. la quale ringrazia il Responsabile delle Risorse Umane del Gruppo per la trasparenza e per aver svolto un intervento così dettagliato e chiarificatore sulle motivazioni del piano di Stock Option. Espone di non essere concettualmente d'accordo sui piani di Stock Option in quanto si presume che coloro che assumono delle posizioni di responsabilità debbano necessariamente produrre tutti gli sforzi possibili per allineare i propri interessi a quelli della Società e degli Azionisti. Valuta come interessante il rilievo esposto dal Dott. Caruso secondo il quale questi strumenti sono adatti a fidelizzare le risorse chiave ed a stabilire un criterio di "pay for performance" ma, a suo giudizio, esistono altri metodi per applicare efficacemente questo criterio di gestione retributiva. L'Azionista ritiene che l'utilizzo delle Stock Option sia indubbiamente utile ma non così indispensabile per rendere attrattiva Amplifon sul mercato del lavoro manageriale, se non altro perché Amplifon ha sempre perseguito strategie di valorizzazione del personale che si sono rilevate efficaci strumenti di fidelizzazione. Preannuncia pertanto la propria astensione su entrambi i punti dell'ordine del giorno esprimendo peraltro compiacimento per l'attività profusa dal management in favore della Società e degli Azionisti. 8

9 Nessun altro avendo richiesto di intervenire il Presidente dichiara chiusa la discussione ed informa i Signori Azionisti sui dati definitivi delle azioni presenti o rappresentate. Sono presenti n. 5 persone portatrici in proprio o per delega di n azioni ordinarie, pari al 68,415% del capitale avente diritto di voto. Invita i Signori Azionisti a non assentarsi dalla sala durante la votazione; prega, se qualcuno desidera allontanarsi, di farlo ora, prima che la votazione abbia inizio. Pone quindi in votazione per alzata di mano l approvazione dei Piani di Stock Option a favore dei dipendenti della Società e delle sue controllate. All'esito della votazione rileva e dichiara che il primo punto all'ordine del giorno è stato approvato a maggioranza: Azioni favorevoli n pari al 98,49% Azioni contrarie n (De Rosa Giovanni per delega West Yorkshire Pension Fund, Triodos Sicav I, 1199 Healthcare Employees Pension Trust, ACI Multi Strategy Market Neutral Master Fund, Commonwealth of Pennsylvania Public School, Shell Pensions Trust Ltd As Trustee, Shell Trust (Bermuda) Ltd As Trustee, Shell Trust (Bermuda) Ltd As Trustee, Stichg Bewr Beher Beroepvr Management, Stichting PensionEnFonds Medische Specialisten, Stichting PensionEnFonds Voor Huisartsen, Stichting Shell PensionEnFonds; Montanarella Bruno per delega California Public Employees Retirement System, Carl Spaengler Kapitalalangegesellschaft, Commonwealth Of Pennsylvania Public School, Commonwealth Of Pennsylvania Public School, Gen Brd of Pension & Health BNF of the Un Method, National Pensions Reserve Fund Commission, National Pensions Reserve Fundd Commission, Public Employees Retirement System of Ohio, Sei Global Master Fund Pan European Small, Trust Fund Advisors International Group, Ullico Diversified International Equity, School Employees Retirement System of Ohio) pari al 1,51% Azioni astenute n. 10 (Anelli Maria Luisa per delega Efin Economia e Finanza S.r.l.). Il Presidente passa a trattare il secondo punto all'ordine del giorno che reca quanto segue: Piano di Azionariato a favore del management per il (Performance Stock Grant Plan). L'odierna Assemblea ordinaria è stata convocata per sottoporre alla approvazione degli Azionisti, ai sensi dell art. 114-bis, comma 1, del decreto legislativo n. 58/1998 (c.d. Testo Unico della Finanza), il Piano di Azionariato 9

10 a favore del management per il (Performance Stock Grant Plan), nonché per conferire al Consiglio di Amministrazione idonei poteri per darvi esecuzione. Per una descrizione del contenuto del Piano di Performance Stock Grant predisposto ai sensi dell art. 84-bis del regolamento adottato dalla Consob con delibera n del 14 maggio 1999, come successivamente modificato, si rinvia al Documento Informativo, allegato alla relazione illustrativa. Passa quindi la parola al Dottor Giovanni Caruso, Responsabile delle Risorse Umane del Gruppo, per una presentazione sugli aspetti maggiormente rilevanti contenuti del Documento Informativo predisposto ai sensi dell art. 84- bis del Regolamento Consob. Il Dott. Caruso sottolinea che in questo caso, ancora più che nel punto 1 all ordine del giorno, considerati gli elementi innovativi contenuti nel piano di Performance Stock Grant, l obiettivo è di far comprendere i meccanismi di funzionamento di questo programma che sono già stati illustrati nel Documento Informativo, ma con una visione d insieme e chiarezza di termini idonee a favorire la massima trasparenza. Il Dott. Caruso presenta quindi le caratteristiche fondamentali del Piano, per alcuni aspetti innovative: - il Piano viene sostenuto da una massimo di azioni proprie, come da delibera dell Assemblea degli Azionisti del 21 aprile 2010; - per Performance Stock Grant si intende un piano di incentivazione azionaria che consiste nell assegnazione gratuita di diritti che saranno convertiti totalmente o parzialmente in un corrispondente numero di azioni al termine del periodo di maturazione (4 anni) se tutte le condizioni saranno soddisfatte; - il Piano si articolerà in diversi cicli di assegnazione che copriranno il periodo e che verranno deliberati dal Consiglio di Amministrazione a mano a mano che gli attuali piani di Stock Option avranno concluso il periodo di maturazione e quindi esaurito il loro compito di fidelizzazione, retention e motivazione del management; - l assegnazione delle azioni sarà subordinata da una parte alla performance del prezzo dell azione e dall altra parte alla performance dell individuo riferito a ciascun anno del periodo di maturazione (penalizzazione del 25% per ciascun anno di valutazione della prestazione inferiore al livello Pienamente soddisfacente ); - la performance del prezzo dell azione sarà rapportata ad una scala di valori-target che saranno definiti per ogni ciclo di assegnazione dal Consiglio di Amministrazione e sarà misurato (in termini di media aritmetica) nel corso del cosiddetto grant period, ossia il periodo di tre mesi che segue l approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione della bozza di bilancio relativa all ultimo anno (ossia al quarto anno) del periodo di maturazione. Se l azione nel corso del grant period non dovesse raggiungere almeno il livello minimo dei 10

11 valori-target (valore-soglia o threshold ), nessuna azione verrà assegnata ai partecipanti; - alla conclusione del grant period le azioni verranno assegnate e diverranno immediatamente disponibili; - ogni diritto decadrà da parte del partecipante in caso di dimissioni volontarie o licenziamento per motivi disciplinari nel corso del Piano. Le altre clausole relative a situazioni particolari individuali ed aziendali sono descritte nel Documento Informativo di competenza; - il Consiglio di Amministrazione delibererà in materia di regolamento operativo, valori-target per la misurazione della performance dell azione, lista dei beneficiari per ogni ciclo di assegnazione e quantità dei diritti assegnati. Infine, il Dott. Caruso informa che, qualora la presente Assemblea approvasse il Piano, verrà proposto al Consiglio di Amministrazione del 16 dicembre 2010 di deliberare in merito al primo ciclo di assegnazione ( ), che sarà rivolto quasi esclusivamente ai Sales Manager del Gruppo (circa 150 persone in totale) i quali per la prima volta sono coinvolti in piani di incentivazione azionaria oltre che ai due Senior Manager (e amministratori delle Società controllate) del Gruppo australiano NHC recentemente acquisito, Paul Mirabelle e John Pappalardo. Il Dott. Caruso elenca quindi i nominativi dei Manager del Gruppo che ricoprono incarichi di Amministratori presso la Capogruppo o Società controllate e che, in conformità a quanto previsto al punto 1.1 del Documento Informativo, potranno partecipare ai successivi cicli di assegnazione, fermo restando che il Consiglio di Amministrazione della Società, su delega dell Assemblea Ordinaria degli Azionisti, provvederà a determinare il numero dei Diritti da assegnare e la lista dei partecipanti per ogni ciclo di assegnazione nonché ad approvare il Regolamento operativo. Il Presidente invita il Segretario a dare lettura della proposta di deliberazione. L Assemblea ordinaria di Amplifon S.p.A. esaminato il documento informativo predisposto ai sensi dell art. 84-bis del regolamento adottato dalla Consob con delibera n del 14 maggio 1999, come successivamente modificato: delibera - di approvare il Piano di azionariato a favore del Management per il (Performance Stock Grant) secondo quanto indicato nel Documento Informativo ed in particolare di individuare fra i beneficiari i seguenti nominativi, in qualità di amministratori della Società o di società controllate: 1 assegnazione: Paul Mirabelle, John Pappalardo; Successivi cicli di assegnazione: Franco Moscetti, Ugo Giorcelli, Gilbert Ferraroli, Heinz Ruch, Richard Darmon, Robert Leitl, Steve Fleming, Peter Peters, Christian Rutishauser, Enrico Bortesi, Paolo Boffano, Alberto Baroli, Rostyslav Koscharsky, James Whittaker, Michelle Lawson, Nandha Vadakkeppatte, Andrew Webb, Stefan Tragatsch. 11

12 - di conferire al Consiglio di Amministrazione ogni potere necessario od opportuno per istituire e dare esecuzione al Piano di azionariato a favore del Management per il (Performance Stock Grant). In particolare, il Consiglio di Amministrazione avrà il potere, con facoltà di subdelega, di (i) dare attuazione al Piano di Performance Stock Grant ; (ii) individuare nominativamente i Beneficiari; (iii) determinare il numero dei Diritti da assegnare a ciascun Beneficiario; e (iv) approvare il regolamento del Piano di Performance Stock Grant e la documentazione connessa. Il Presidente apre la discussione sulla proposta testé esposta. L'azionista Rimbotti interviene per chiedere precisazioni sul perché si parli di bozza di Bilancio a proposito del periodo di grant, dato che è l Assemblea che ha la responsabilità di approvare il bilancio e quindi chiede quale documentazione verrebbe presa in considerazione nell'ipotesi in cui l'assemblea non dovesse approvare la bozza di bilancio sottoposta dal Consiglio di Amministrazione ma dovesse apportarvi delle variazioni. L'Azionista Rimbotti sottolinea quindi l opportunità di agganciare l'applicazione del Piano al bilancio approvato dall'assemblea e non alla bozza approvata dal Consiglio di Amministrazione e chiede altresì chiarimenti sul tipo di metodologia che si è pensato di utilizzare per pesare la performance individuale. Il Dott. Caruso risponde che nel Gruppo Amplifon si applica un sistema di valutazione della performance che è uguale per tutti i Manager del gruppo, che consiste nella valutazione dei risultati rispetto agli obiettivi identificati all inizio dell anno e consiste anche nella valutazione delle competenze e delle capacità professionali che la persona ha messo in opera per presidiare adeguatamente il suo ruolo. Questo sistema è identico per tutti i Manager del gruppo in tutti i Paesi e prevede la valutazione da parte del superiore diretto, con la validazione del superiore di secondo livello, coerentemente al principio del one over one. Comunque, la Direzione Risorse Umane si fa garante del rispetto dei principi di equità e di applicazione degli stessi standard professionali tra le diverse unità del Gruppo. In merito all altra obiezione, il Dott. Caruso precisa che è stato individuato il periodo tra il marzo ed il giugno successivo all ultimo anno di ogni ciclo perché proprio in questo periodo avvengono le cose più rilevanti nella gestione ordinaria ai fini dell andamento del titolo, cioè l approvazione della bozza di bilancio da parte del Consiglio di Amministrazione (con relativa comunicazione al mercato) e, successivamente, l approvazione del bilancio da parte dell Assemblea. Per questo motivo si è preferito prendere come riferimento il trimestre che copre entrambi questi momenti. Interviene l'amministratore Delegato, Dott. Franco Moscetti, il quale risponde che, in termini concettuali, l'azionista Rimbotti ha ragione ad affermare che il 12

13 bilancio viene approvato dall'assemblea ma ribadisce anche che la soluzione individuata va sostanzialmente nella direzione da lui stesso auspicata ponendo un arco di tempo più ampio di quanto non sia un giorno puntuale per la valutazione dell'andamento dell'azione. La Dott.ssa Anelli, in rappresentanza di Efin Economia e Finanza S.r.l., evidenzia che non sempre vi è corrispondenza tra una buona performance del Management ed un corrispondente andamento del titolo il quale potrebbe anche non aumentare di valore pur in presenza dell approvazione di un bilancio positivo. Risponde l'amministratore Delegato condividendo le osservazioni appena svolte e sottolineando che può in effetti capitare che vi sia disallineamento tra i concreti risultati raggiunti dall'azienda e l'immediato apprezzamento di valore delle azioni. L'Azionista Rimbotti interviene per sostenere che, a suo giudizio, il fatto di agganciarsi al prezzo dell azione è tutto sommato corretto anche in relazione alla performance aziendale ed allo sforzo fatto dal management. Nessun altro avendo richiesto di intervenire il Presidente dichiara chiusa la discussione. Informa i Signori Azionisti sui dati definitivi delle azioni presenti o rappresentate. Sono presenti n. 5 persone portatrici in proprio o per delega di n azioni ordinarie, pari al 68,415% del capitale avente diritto di voto. Invita i Signori Azionisti a non assentarsi dalla sala durante la votazione; prega, se qualcuno desidera allontanarsi, di farlo ora, prima che la votazione abbia inizio. Pone in votazione per alzata di mano la proposta illustrata: Rileva e dichiara che il secondo punto all ordine del giorno è stato approvato a maggioranza. Azioni Favorevoli n pari all'88,08% Azioni Contrarie n (De Rosa Giovanni per delega West Yorkshire Pension Fund, Triodos Sicav I, 1199 Healthcare Employees Pension Trust, A I Dupont Testamentari Trust, Altria Corporate Services Master Retirement, Blackrock Active Equità Funds, Blackrock Asset Management, Blackrock Asset Management Pensions, Blackrock Pan Europe Alpha Tilts Funds, British Coal Staff Superannuation Scheme, Canada Post Corporation Pension Plan, CI Corporate Class Ltd, CI Global Small Companies Fund, Comerica Bank of Munder Int Small Cup, Comgest Growth Plc, Dupont Defined Contribution Plan Trust, Evelyn & Walter Haas Jr Fund, Food & Agricolure Organisation, Globeflex 13

14 International Partners Ltd, Globeflex International Partners Ltd, GMO International Small Companies Fund, Government of Norway, Hess Corporation Employees Pension Plan, Honeywell Master Pension Trust, L Select, Meadwestaco Corp Master Retirement, Norges Bank (Central Bank of Norway), Optimix Wholesale Global Smaller Comp, Pfizer Inc. Retirement Annuity Plan, Public Employees Retirement Association, SBC Master Pension Trust, Share, State of Indiana Public Employees Ret, State Universities Retirement System, Stichting PensionEnFonds Arzo Nobel, Strategic Inv. Management Int. Equity, Univest, Vanguard FTSE All Word Small Cap Ind. Fund, Vanguard Investment Series Plc; Montanarella Bruno per delega Active Intern. Small Cap Lending Common Trust FD, AIG Global Funds, AIG Global Funds, Alaska Permanent Fund Corporation, Alliancebernstein Ltd, Bell Atlantic Master Trust, College Retirement Equities Fund, Invesco Funds Series 4, Invesco Funds Series 4, Invesco Perpetual Global Smaller Co. Fund, Mellon Investment Funds ICVC Newton Bal. Fund, Mellon Investment Funds ICVC Newton Bal. Fund, MSCI Eafe Small Cap Provisional Index Sec., Panagora Asset Management Absolute Return, Pioneer Asset Management SA, Pioneer Asset Management SA, Royal Bank of Scotland as Trustee of Newton FD, San Diego Gas & Elc. Co Nuclear Facilities, Sempra Energy Pension Master Trust, Smallcap World Fund Inc., SPDR S&P International Small Cap ETF, SSGA EMU Midcap Alpha Equity Fund, State of Alaska Retirement & Benefits Plans, State Street Bank & Trust Comp. Inv. Funds, State Street Bank & Trust Comp. Inv. Funds, State Street Bank & Trust Comp. Inv. Funds, State Street Global Advisor Cayman, State Street Midcap Europe, United Mine Workes of America 1974 Pens. Trust, United Mine Workes of America 1974 Pens. Trust, Acadian International All Cap Fund, Acadian International Small Cap Fund, Anadarko Petroleum Corporation Master Fund, Bank of America Pension Pla, Baron International Growth Fund, BGI MSCI Eafe Small Cap Equity Index Fund, BGI MSCI Emu Imi Index Fund B, Blackrock Institutional Trust company, Blackrock Institutional Trust Company, Blackrock Institutional Trust Company, Blackrock Institutional Trust Company, Blackrock Institutional Trust Company, BMO Harris International Special Equity Portf., Caceis Bank Luxembourg, California State Teachers Retirement System, California State Teachers Retirement System, CIBC International Small Companies Fund, Commonwealth of Pennsylvania Public School, Connecticut General Life Insurance Company, Dgam Eafe Equity Fund L.P., Dimensional Fund Advisors Plc, Dominion Resources Inc., Dominion Resources Inc., Euro Alpha Tilts Fund B, Euro Ex-UK Alpha Tilts Fund B, FCP CDC Prime Croissance, Florida Retirement System, Florida Retirement System, Forward International Small Companies Fund, Frontiers International Equitypool, Gmam Investment Funds Trust, Illinois State Board of Investment, Imperial International Equity Pool, Imperial Overseas Equity Pool, ING International Smallcap, International Alpha Tilts Fund B, International Paper Company Commingled Inv., International Paper Company Commingled Inv., Mainstay 130/30 International Fund, Mainstay Epoch International Small Cap Fund, Munder International Small Cap Fund, Municipal Employees Retir. System of Michigan, Nikkociti Trust & 14

15 Banking Corp., Ohio Police & Fire Pension Fund, Orange County Employees Retirement System, Pacific Select Fund Internat. Small Cap Protfolio, Pictet International Small Companies Fund LLC, Pinnacle International Small To Mid Cap Value, Principal Funds Inc Diversified Intern. Fund, Principal Global Equity Growth Fund, Principal Life Insurance Company, Principal Life Insurance Company, Principal Variable Contracts Funds Inc., RBS Group Pension Fund, Regime de Rentes du Mpuvement Desjardins, Renaissance Europe, Rogerscasey Target Solutions LLC, Rydex Series Funds Equity Market Neutral Fund, San Diego City Employees Retirement System, Santa Barbara County Employees Ret. System, Southern CA United Food Commercial Workers, State of Connecticut Retir. Plans & Trust Funds, State of Wisconsin Investment Board, State of Wisconsin Investment Board, Sunamerica Equity Funds Sunamerica Internat., Suncorp Investment Manag. World Equities, The Cleveland Clinic Foundation, The Regents of the University of California, UAW Retiree Medical Benefits Trust, UAW Retiree Medical Benefits Trust, UAW Retiree Medical Benefits Trust, Unisuper, UPS Group Trust, US Retirement Trust, Valic Company II-Intern. Small Cap Equity Fund, Virginia Retirement System, West Virginia Management Board, School Employees Retirement System of Ohio) pari all'11,92% Azioni Astenute n. 10 (Maria Luisa Anelli per delega Efin Economia e Finanza s.r.l.) Null altro essendovi da deliberare, il Presidente dichiara chiusa l Assemblea alle ore Il Segretario Luigi Colombo Il Presidente Anna Maria Formiggini 15

16

17

18

19

20

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Luglio 2014 2014 Comitato per la Corporate Governance Tutti i diritti di riproduzione, di adattamento totale o parziale e di memorizzazione

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Ignis Asset Management

Ignis Asset Management Ignis Asset Management Indice 2 Storia di Ignis 3 Ignis oggi 4 Eredità 5 Punti di forza 6 Capacità: innovazione, competenza ed esperienza 7 Panoramica sui prodotti 8 Assistenza clienti: il potere delle

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Relazione sulle Politiche di Remunerazione

Relazione sulle Politiche di Remunerazione SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Società cooperativa con sede legale in Verona, Lungadige Cangrande n. 16 Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all Albo dei Gruppi Assicurativi 019

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli