Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE"

Transcript

1 COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE ASIA INVEST PARTENARIATO UE-Sri Lanka INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 3 PROGRAMMA AL-Invest Fase III INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 5 PRO - INVEST INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER ATTIVITA RELATIVE AI SERVIZI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE PUBBLICATO DALL UNITA DI GESTIONE DI PROINVEST PER CONTO DELLA COMMISSIONE EUROPEA 7 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER INIZIATIVE IN MATERIA DEL SETTORE PRIVATO E DIALOGO POLITICO PUBBLICATO DALL UNITA DI GESTIONE DI PROINVEST PER CONTO DELLA COMMISSIONE EUROPEA 9 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER L ORGANIZZAZIONE DI INIZIATIVE DI PARTENARIATO SETTORIALE PUBBLICATO DALL UNITA DI GESTIONE DI PROINVEST PER CONTO DELLA COMMISSIONE EUROPEA 11 LINEA DI BILANCIO B INVITO A PRESENTARA PROPOSTE NEL SETTORE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SUL LAVORO 13 PMI INVITO A PRESENTARE PROPOSTE DI PROGETTO SOVVENZIONI PER LO SVILUPPO E LA DIFFUSIONE DI BUONE PRASSI PER LIMITARE I RISCHI LEGATI ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 14 Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 1

2 RST VI PROGRAMMA QUADRO INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER UN'AZIONE INDIRETTA DI RST NELL'AMBITO DEL PROGRAMMA SPECIFICO DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE "STRUTTURARE LO SPAZIO EUROPEO DELLA RICERCA" (79/08) 16 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE DI AZIONE INDIRETTA DI RST NELL'AMBITO DEL PROGRAMMA SPECIFICO DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE "INTEGRARE E RAFFORZARE LO SPAZIO EUROPEO DELLA RICERCA" (79/04) 17 CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SULLA MOBILITA ATTO DI CANDIDATURA LINEA DI BILANCIO B ANNO EUROPEO DELLE PERSONE CON DISABILITA BANDO PER PROGETTI TRANSNAZIONALI (ID:VP/2003/14) 20 Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 2

3 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2003 per il Programma Asia -Invest Partenariato UE-Sri Lanka 2004 pubblicato dalla Oggetto: Con il presente invito la intende attuare il Programma Asia Invest destinato a rafforzare le strategie commerciali delle imprese a livello internazionale, promuovendo la cooperazione tra L'Europa e l'asia (Asia del sud e del sud est e la Cina), in campo commerciale. In particolare viene data l opportunità di creare partenariati tra PMI europee e asiatiche, potenziare lo sviluppo del settore privato asiatico, sotto forma di assistenza tecnica e iniziative di carattere istituzionale. Azioni Il bando Asia-Partenariat agevola gli incontri su vasta scala tra imprese dell Asia, radunando settori di reciproco interesse per il paese ospite che organizza l incontro e la UE. Il progetto deve essere organizzato da un ente senza fini di lucro, in rappresentanza delle aziende nazionali. Beneficiari: La domanda di sovvenzione può essere presentata da operatori pubblici o del settore privato in rappresentanza delle piccole e medie imprese o imprese ed enti intermediari incaricati di promuovere il commercio e gli investimenti tra l UE e l Asia. Questi ultimi hanno la possibilità di inserire varie categorie, tra cui: camere di commercio, associazioni settoriali del commercio e dell industria, federazioni dei datori di lavoro e gli enti e le amministrazioni locali che agevolino e incentivano gli scambi commerciali e gli investimenti. Area geografica: Unione europea e Asia Contributo: Scadenza: Il contributo comunitario può coprire fino ad un massimo del 50% dei costi totali ammissibili del progetto. L'importo massimo degli aiuti non rimborsabili è di Euro, mentre quello minimo è di Euro. Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, utilizzando esclusivamente il modulo di candidatura standard allegato alle linee guida, entro il 3 Luglio 2003, ore (ora dell'europa centrale) al seguente indirizzo: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 3

4 Ufficio di cooperazione EuropeAid Direzione D, Asia Unit D5, Gestione finanziaria e contrattuale Ufficio L 41 3/89 B-1049 Brussels, Belgio Fonte: GUUE C 78 del 01/04/2003 Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 4

5 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Per il programma Al-Invest Fase III ( ) Oggetto: Con il presente invito la intende promuovere ed aiutare il settore privato a decentrare l esecuzione e l attuazione del programma Al-Invest in Europa e in America latina tramite un unico contratto di sovvenzione. Il programma procederà seguendo i risultati conseguiti nelle prime due fasi ( ; ) Azioni Le attività dovranno inserirsi in una delle seguenti componenti: - La promozione di tecnologie e know how europei nel settore delle PMI latinoamericane e presso le organizzazioni rappresentative di intermediazione allo scopo di rafforzare i legami a livello microeconomico e intermedio tra le due regioni. - Incoraggiare la partecipazione di imprese dei paesi meno sviluppati e porre l'accento sul sostegno alle imprese di questi paesi al fine di accrescere la loro conoscenza dell accesso al mercato internazionale mediante la promozione del commercio e degli investimenti. L'impostazione regionale del programma contribuirà inoltre a favorire la creazione di legami tra imprese Sud-Sud. - Sviluppare il programma sulla base dei risultati e a partire dagli insegnamenti tratti dalle prime due fasi dei programmi AL-INVEST,ARIEL e ATLAS. - Potenziare gli strumenti del programma per ottenere una maggiore flessibilità, una migliore fornitura dell'assistenza e metodi più efficaci per dar seguito alle opportunità di attività imprenditoriali. - Rafforzare e dotare di effettive capacità la rete esistente di Coopecos in Europa e di Eurocentros in America latina. - Introdurre strumenti per lo sviluppo di capacità per risolvere il problema dell'asimmetria dell'informazione delle capacità imprenditoriali tra l'america latina e l'europa. - L'istituzione di una piattaforma per un «meccanismo di feedback» sulle questioni legate al commercio. In particolare, tale meccanismo rappresenterà uno strumento per identificare settori concreti di intervento che consentiranno una migliore fornitura dell'assistenza tecnica relativa al commercio prevista a seguito degli impegni assunti dall'ue alla conferenza di Doha. L area geografica interessata, riguarderà i 15 stati membri dell UE e i seguenti paesi: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Repubblica di El Salvador, Uruguay e Venezuela. Contributo: Il contributo comunitario può coprire fino ad un massimo del 80% dei costi totali ammissibili del progetto. L'importo massimo degli aiuti non rimborsabili è di Euro. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 5

6 Beneficiari: Consorzi composti da almeno quattro organizzazioni partner, specializzate nelle seguenti attività: - Organizzazione di incontri settoriali tra imprese - Sviluppo della cooperazione tra imprese - Sviluppo di capacità delle PMI in campo commerciale e finanziario degli investimenti - Sviluppo di capacità istituzionali per le organizzazioni delle settore privato Scadenza e Modalità: Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, utilizzando esclusivamente il modulo di candidatura standard allegato alle linee guida, entro il 6 Giugno 2003, ore (ora dell'europa centrale) seguendo le indicazioni che si possono ottenere scrivendo all indirizzo di posta elettronica: Fonte: GUUE C 77 del 29/03/2003 Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 6

7 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Per attività relative ai servizi per lo sviluppo delle imprese pubblicato dall unità di gestione di ProInvest (PRIMS/CDE) per conto della Oggetto: Il presente invito a presentare proposte è rivolto a organizzazioni intermediarie che operino nel campo dei servizi per lo sviluppo delle imprese, il cui campo di azione comprenda investimenti e accordi di cooperazione tra imprese. Azioni: Le sovvenzioni sono volte a finanziare misure specifiche che possono essere attuate nelle seguenti attività: Sviluppo delle capacità e formazione ad hoc per organizzazioni intermediarie ACP - (codice attività n.131): Attività per lo sviluppo di capacità relative alla promozione degli investimenti e assistenza per una formazione ad hoc alle organizzazioni intermediarie che saranno aiutate a creare o ampliare la gamma dei loro servizi per lo sviluppo delle imprese relativi alla promozione degli investimenti. Lo scopo è quello di fornire alle organizzazioni intermediarie selezionate la competenza e i mezzi necessari per aiutare le imprese e i loro membri ad attuare investimenti e accordi di partenariato. Rafforzamento delle agenzie di promozione degli investimenti a livello regionale - (codice attività n.132): Attività per lo sviluppo delle capacità e assistenza per una formazione ad hoc alle agenzie di promozione degli investimenti (API) e alle zone EPZ (Export Promotion Zones) che saranno aiutate a creare o ampliare la gamma dei loro servizi per lo sviluppo delle imprese. Lo scopo è quello di fornire alle API e alle zone EPZ selezionate la competenza e i mezzi necessari per aiutare i loro clienti a promuovere e ad attuare investimenti e accordi di partenariato. Beneficiari: Codice di attività n. 131 L'invito in oggetto si rivolge ad almeno due organizzazioni intermediarie ACP, le cui attività comprendano investimenti e cooperazioni tra imprese (ad esempio: camere di commercio e industria, associazioni professionali e settoriali, federazioni di datori di lavoro e istituzioni finanziarie), inoltre le domande potranno essere presentate da organizzazioni regionali del settore privato che rappresentino almeno due paesi. Codice di attività n. 132 Agenzie ACP regionali di promozione degli investimenti (API) e/o gruppi di almeno 2 API ACP (comprese le zone EPZ) operanti a livello nazionale nell'ambito della stessa regione. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 7

8 Contributo: Il contributo comunitario può coprire fino ad un massimo del 67% dei costi totali ammissibili del progetto. L'importo massimo degli aiuti non rimborsabili è di Euro. Fonte: GUUE C 79 del 02/04/03 Modalità e Scadenza: Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, utilizzando esclusivamente il modulo di candidatura standard allegato alle linee guida, entro i seguenti termini: 30 Aprile; 16 Giugno; 15 Settembre; 15 Ottobre le linee guida possono essere richieste via fax al: [(32-2) ] o per posta elettronica Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 8

9 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Per iniziative in materia di promozione del settore privato e dialogo politico pubblicato dall unità di gestione di ProInvest (PRIMS/CDE) per conto della Oggetto: Azioni: Il presente invito a presentare proposte è rivolto a iniziative di carattere pubblico-privato in materia di dialogo politico, attuate da organizzazioni intermediarie, il cui campo di azione comprenda investimenti e accordi di cooperazione tra imprese. I progetti dovranno essere finalizzati, a promuovere e ad incentivare le seguenti attività: Pianificazione di strategie di dialogo politico - (codice attività n.112): Elaborazione di proposte per piani d'azione intesi a promuovere iniziative di carattere pubblico-privato relative al miglioramento del contesto e del clima per gli investimenti (ad es. riforme della politica e della normativa in materia di investimenti, elaborazione di un quadro di regolamentazione per gli investimenti, sistema giuridico in materia di tutela o garanzia degli investimenti, attuazione delle migliori pratiche in tema di promozione degli investimenti, promozione di pacchetti di investimento, criteri di partenariato pubblico-privato (in materia di trattamento e gestione delle acque), strategie e criteri per accordi di partenariato economico connessi agli investimenti,...). Elaborazione di proposte in tema di politica degli investimenti - (codice attività n.113): Attività relative all'elaborazione, sulla base di piani d'azione, documenti strategici iniziali, di proposte politiche adeguatamente fondate pronte per essere presentate alle autorità regionali/nazionali e attività volte al rafforzamento delle organizzazioni intermediarie nel campo del dialogo politico. Attuazione di proposte politiche e lobbying - (codice attività n.114): Assistenza tecnica alle organizzazioni intermediarie ACP nelle attività di lobbying presso le autorità regionali/nazionali finalizzate all'introduzione di specifici miglioramenti nel contesto regionale/nazionale per gli investimenti e attuazione di specifiche proposte politiche. Per ulteriori informazioni, cfr. le «Linee guida per i candidati». Beneficiari:. L'invito in oggetto si rivolge ad organizzazioni intermediarie ACP, le cui attività comprendano investimenti e cooperazioni tra imprese, ad esempio: camere di commercio e industria, associazioni professionali e settoriali, federazioni di datori di lavoro e agenzie ACP, comprese le zone EPZ (Export Processing Zones). Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 9

10 Fonte: GUUE C 79 del 02/04/2003 Modalità e Scadenze: Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, utilizzando esclusivamente il modulo di candidatura standard allegato alle linee guida, entro i seguenti termini: 30 Aprile; 16 Giugno; 15 Settembre; 15 Ottobre le linee guida possono essere richieste via fax al: [(32-2) ] o per posta elettronica Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 10

11 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Per l organizzazione di iniziative di partenariato settoriale pubblicato dall unità di gestione di ProInvest (PRIMS/CDE) per conto della Oggetto: Azioni: Il presente invito a presentare proposte è rivolto a organizzazioni intermediare che promuovano iniziative di partenariato settoriale. Saranno finanziate le attività di formazione inerenti: Riunioni di partenariato subsettoriale (codice attività n.124): Contributo finanziario, a titolo di compartecipazione ai costi e secondo la domanda, a organizzazioni intermediarie ACP e UE che desiderano promuovere e organizzare riunioni di partenariato subsettoriale. Gli obiettivi sono: a) facilitare gli investimenti e gli accordi di cooperazione tra imprese (I&ACI) sudsud e nord-sud nel sottosettore selezionato b) incoraggiare la cooperazione tra organizzazioni intermediarie UE e ACP c) rafforzare la capacità delle organizzazioni intermediarie di organizzare riunioni di partenariato subsettoriale negli ACP. Missioni di partenariato settoriale o subsettoriale negli ACP (codice attività n.126-1): Sostegno a organizzazioni intermediarie ACP per l'organizzazione di missioni di partenariato settoriale o subsettoriale in regioni/paesi ACP. Gli obiettivi delle missioni di partenariato sono: a) facilitare gli investimenti e gli accordi di cooperazione tra imprese (I&ACI) sudsud e nord-sud b) sviluppare o rafforzare i collegamenti esistenti tra le organizzazioni intermediarie UE e ACP. Iniziative di gemellaggio-guida tra imprese (codice attività n.126-2): Sostegno a organizzazioni intermediarie ACP e UE per l'identificazione di specifiche opportunità di attività di gemellaggio-guida tra imprese UE e ACP e per l'organizzazione di missioni di gemellaggio-guida ad hoc. Gli obiettivi di questa attività sono promuovere investimenti e partenariati sud-sud e nord-sud nello stesso settore di attività e aiutare le organizzazioni intermediarie ACP ad usare strumenti del tipo gemellaggio-guida. Missioni ACP di partenariato nell'ue o in paesi ACP (codice attività n.127): Sostegno per l'identificazione e la selezione di imprese ACP ai fini della loro partecipazione a eventi intesi a promuovere gli investimenti e gli accordi di cooperazione tra imprese (I&ACI) nell'ue e in paesi ACP. L'obiettivo di questa componente è quello di facilitare la partecipazione di delegazioni di imprese ACP a eventi intesi a promuovere investimenti e partenariati al fine di accrescere l'afflusso di investimenti, tecnologia, know-how e capacità manageriali. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 11

12 Beneficiari: Codice attività n.124 Raggruppamenti di almeno tre organizzazioni intermediarie private, pubbliche e semipubbliche di tre paesi ACP e almeno tre organizzazioni intermediarie di tre Stati membri dell'unione europea. Codice attività n Organizzazioni intermediarie UE e ACP. La domanda deve essere presentata da almeno una organizzazione intermediaria ACP insieme ad almeno due organizzazioni intermediarie di due diversi paesi dell'ue. Codice attività n Una o più organizzazioni intermediarie ACP nazionali o regionali private, pubbliche o semipubbliche a) almeno due organizzazioni intermediarie di due diversi Stati membri dell'ue b) almeno una organizzazione intermediaria di un altro paese ACP. Codice attività n.127 Almeno una organizzazione intermediaria ACP insieme ad almeno a) una organizzazione intermediaria UE b) una organizzazione intermediaria ACP di un altro paese ACP. Area geografica: tutti i paesi ACP Contributo: Modalità e Scadenze: Il contributo comunitario può coprire fino ad un massimo del 67% dei costi totali ammissibili del progetto. L importo massimo varia a seconda delle attività. - Codice attività n.124: EUR - Codice attività n.126-1: EUR - Codice attività n.126-2: EUR - Codice attività n.127: EUR Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, utilizzando esclusivamente il modulo di candidatura standard allegato alle linee guida, entro i seguenti termini: 30 Aprile; 16 Giugno; 15 Settembre; 15 Ottobre le linee guida possono essere richieste via fax al: [(32-2) ] o per posta elettronica Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 12

13 Invito ristretto a presentare proposte nel settore della salute e della sicurezza sul lavoro VP/2003/19 Oggetto: Azioni: Con il presente invito la Commissione intende sostenere progetti nel settore della salute e della sicurezza, incentivando in questo modo l impegno degli ispettori del lavoro verso una politica di attuazione del diritto comunitario. Le sovvenzioni sono volte a cofinanziare progetti a beneficio esclusivo delle autorità nazionali degli stati membri, sviluppati nell'ambito dei seguenti settori: 1) Scambio di ispettori tra le amministrazioni degli stati membri 2) Valutazione dei sistemi nazionali di ispettorato del lavoro Contributo: Beneficiari: il bilancio disponibile per questo progetto è di Così suddivisi: - Per il progetto 1 è di Per il progetto 2 è di Candidati di uno qualsiasi degli stati membri, e che ne abbiano l autorità competente, in materia di ispezioni, nel settore della salute e della sicurezza professionali, ed in possesso dei seguenti requisiti: - in possesso di uno statuto giuridico indipendente - in possesso di una struttura di gestione amministrativa e finanziaria indipendente - aventi a disposizione risorse finanziarie non esclusivamente costituite da sovvenzioni ed aiuti forniti da istituzioni europee - in grado di assicurare il finanziamento delle proprie attività per tutto il periodo di realizzazione dell azione proposta - in grado di condurre a termine l azione proposta dal punto di vista tecnico Scadenza: 30 Settembre 2003 Le domande di sovvenzione dovranno essere inviate al seguente indirizzo: DG Occupazioni e affari sociali EMPL/D/--Sanita pubblica, sicurezza e igiene sul lavoro Edificio Jean Monnet C3 066A L-2920 Lussemburgo Fax (352) Fonte: GUUE C 82 del 05/04/2003 Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 13

14 AGENZIA EUROPEA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO INVITO A PRESENTARE PROPOSTE DI PROGETTO Sovvenzioni per lo sviluppo e la diffusione di buona prassi efficace per limitare i rischi legati alla sicurezza ed alla salute nelle piccole e medie imprese (PMI) Obbiettivi: L agenzia europea per la sicurezza e la salute in prospettiva del cofinanziamento di progetti rivolti a promuovere in maniera significativa la riduzione dei rischi legati alla salute ed alla sicurezza nelle PMI, sollecita le stesse alla presentazione di progetti idonei alla riduzione dei rischi legati alla salute ed alla sicurezza. Azioni: Le sovvenzioni sono volte a finanziare misure specifiche che possono essere attuate nelle seguenti attività: a) Attività di formazione relative alla riduzione dei rischi legati alla sicurezza e alla salute nelle PMI b) Informazione e comunicazione relative ai rischi legati alla sicurezza e alla salute ed alle misure preventive destinate alle PMI c) Presentazione di esempi efficaci di buona prassi volti a limitare i rischi legati alla sicurezza e alla salute nelle PMI. Beneficiari: Sono ammessi a presentare proposte di candidatura tutte le persone fisiche, le associazioni di persone fisiche e tutte le persone giuridiche (istituzioni, associazioni, imprese, ecc.) legalmente costituite e registrate ai sensi della legge. Le categorie ammesse sono le seguenti: - aziende, PMI in particolare, - enti ed organizzazioni locali, regionali, nazionali ed europei, - parti sociali (organizzazioni di datori di lavoro, sindacati), - organizzazioni settoriali, organizzazioni di servizio volontario, - istituti di assicurazione professionale, - servizi di prevenzione, - enti professionali, organizzazioni commerciali e artigianali, camere di commercio e dell'industria. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 14

15 I progetti si suddividono in due categorie: a) Progetti nazionali Rientrano in questa categoria le proposte di progetto presentate da uno o più richiedenti aventi sede in un unico Stato membro dell'unione europea. b) Progetti europei/trasnazionali Rientrano in questa categoria tutti i progetti presentati da almeno 2 richiedenti aventi sede in diversi Stati membri dell'unione europea. Modalità e Scadenza: Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, in triplice copia, utilizzando esclusivamente il modulo di candidatura standard allegato alle linee guida, entro i seguenti termini: 23 Giugno; per le proposte di progetto nazionale 30 Giugno; per le proposte di progetto europeo/transnazionale al seguente indirizzo di posta: riferimento OSHA/SME/2003 Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro Gran Via 33, E Bilbao le linee guida possono essere richieste via fax al: (34-94) o per posta elettronica sme Fonte: GUUE C 81 del 04/04/2003 Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 15

16 Invito a presentare proposte per un'azione indiretta di RST nell'ambito del programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione "Strutturare lo Spazio europeo della ricerca" Oggetto: Aree tematiche: La in data 6 dicembre 2002, ha adottato il programma di lavoro che presenta dettagliatamente gli obiettivi e le priorità del VI Programma Quadro, relativo ad un programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e di dimostrazione dal titolo "Strutturare lo spazio europeo della ricerca" ( ). Ricerca ed innovazione, (centri relais per l innovazione IRC). Beneficiari: Contributo: Modalità e Scadenza: Imprese, Centri di ricerca, Ricercatori, Organizzazioni scientifiche e tecnologiche, Università. La dotazione finanziaria indicativa per il bando in oggetto è di 74 milioni di Euro. Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, entro il 2 Luglio 2003, ore (ora di Bruxelles), all indirizzo seguente e con la seguente dicitura: «FP6 Research Proposals» (Codice identificativo dell'invito:fp innov-2) B-1049 Bruxelles Oppure, consegnate direttamente o tramite terzi all indirizzo seguente e con la seguente dicitura: «FP6 Research Proposals» (Codice identificativo dell'invito:fp innov-2) Rue de Genève,1 B-1140 Bruxelles Fonte: GUUE 79 del 02/04/2003 Informazioni: Information desk Innovazione Direzione generale per le imprese L-2920 Lussemburgo Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 16

17 Inviti a presentare proposte di azione indiretta di RST nell ambito del programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione Integrare lo Spazio europeo della ricerca Oggetto: La in data 6 dicembre 2002, ha adottato il programma di lavoro che presenta dettagliatamente gli obiettivi e le priorità del VI Programma Quadro, relativo ad un programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e di dimostrazione dal titolo "Strutturare lo spazio europeo della ricerca" ( ). Aree tematiche: Tutte le aree tematiche prioritarie, (azioni di sostegno specifico SSA per i paesi candidati associati). Beneficiari: Imprese, Centri di ricerca, Ricercatori, Organizzazioni Scientifiche e tecnologiche, Università. Contributo: Modalità e Scadenza: La dotazione finanziaria indicativa per il bando in oggetto ammonta a 9 milioni di Euro. Le domande per ottenere il contributo comunitario dovranno essere inviate, entro il 26 Giugno 2003, ore (ora di Bruxelles), all indirizzo seguente e con la seguente dicitura: «FP6 Research Proposals» (Codice identificativo dell'invito:fp acc-ssa-general) B-1049 Bruxelles Oppure, consegnate direttamente o tramite terzi all indirizzo seguente e con la seguente dicitura: «FP6 Research Proposals» (Codice identificativo dell'invito: FP ACC-SSA-General) Rue de Genève,1 B-1140 Bruxelles Fonte: GUUE 79 del 02/04/2003 Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 17

18 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE VP/2003/17 Campagna di informazione sulla mobilità Oggetto: Obbiettivo: Azioni: Programma di informazione sulla mobilità dei lavoratori in ambito europeo rivolto ai datori di lavoro sulle possibilità e opportunità che il mercato nazionale ed europeo offrono in materia di specializzazioni. Il presente invito cofinazierà attività d informazione all interno dell unione europea e dello spazio economico europeo all interno della campagna d informazione sulla mobilità. l obbiettivo della campagna è favorire l informazione sulle opportunità di mobilità nell Unione europea, agevolando la conoscenza di effettiva carenza di manodopera in determinati settori, occupazioni e regioni. Ogni attività di informazione, essendo rivolte sia a lavoratori e persone in cerca di lavoro che a datori di lavoro, dovrà diversificarsi, a seconda dei casi, e dell'ambiente in cui si rivolge. Tutte le iniziative dovranno rivolgersi ad un contesto più ampio possibile, esse saranno preferite ad attività analoghe ma isolate. Le attività in generale dovranno: - rivolgersi alle persone in cerca di lavoro e ai datori di lavoro, nell'ottica dell'utente finale, - essere chiaramente incentrate sulla sensibilizzazione in merito agli effetti positivi della mobilità, - affrontare l'argomento in modo pratico e concreto, - rispettare l'approccio generale comune della campagna, ad esempio l'idea, lo slogan e il logo comuni che verranno elaborati dalla Commissione. Le singole attività potranno diversificare la campagna delle informazioni con varie iniziative, ad esempio: - la produzione e la diffusione di materiale informativo, - informazioni in rete, - l'impiego di call centre, - lo scambio di messaggi di posta elettronica, - l'organizzazione di incontri e seminari informativi, - la partecipazione a fiere professionali. La campagna di informazione avrà in comune un idea, uno slogan e un logo che saranno abbinate a tutte le varie attività, e alla struttura generale che sarà fornita dalla Commissione. Beneficiari: Organizzazioni e reti europee esistenti e già consolidate, le quali dovranno coinvolgere il maggior numero di paesi europei e siano costituiti da: - enti pubblici e privati che forniscono servizi per l'occupazione, - sindacati, datori di lavoro e organizzazioni imprenditoriali a vari livelli, incluse le organizzazioni di settore, - istituti di istruzione e formazione pubblici e privati, - enti pubblici locali e regionali. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 18

19 Contributo: Modalità Scadenza: Il contributo della Comunità sarà concesso esclusivamente a progetti il cui costo superi i Euro. Non verranno erogati contributi in misura superiore a Euro. Tutte le attività dovranno iniziare nel 2003 ed essere attuate tra settembre 2003 e fine giugno Le candidature potranno essere presentate in una delle lingue ufficiali dell UE, ma nel caso la lingua utilizzata non sia il francese o l inglese si raccomanda di allegare una traduzione in francese o inglese. Le domande per ottenere il contributo comunitario e le eventuali domande dovranno essere inviate, in triplice copia, entro il 30 Maggio 2003, ai seguenti indirizzi: Henric Stjernquist Tel.(32-2) Ida Monclair Tel.(32-2) DG EMPL Unità A3 j-27 05/50 B-1049 Bruxelles Fonte: GUUE C 90 del 15/04/2003 Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 19

20 2003 Anno Europeo delle persone con disabilità: bando per progetti transnazionali (ID:VP/2003/14) Oggetto: Azioni: Obiettivo del bando è la promozione del riconoscimento dei diritti delle persone disabili nonché della loro integrazione nei vari contesti sociali, incentivando la cooperazione tra gli Stati membri. Saranno finanziate azioni transnazionali volte al trasferimento di buone prassi, informazioni e apprendimento reciproco rispetto alle seguenti tematiche cui la Commissione darà priorità nell assegnazione del contributo comunitario: 1. promozione delle pari opportunità per le persone disabili da parte delle autorità locali e regionali in qualità di datori di lavoro e fornitori di servizi 2. promozione della disabilità come fattore economico di opportunità e di rischio economico per i datori di lavoro e per i produttori di beni e servizi 3. promozione della partecipazione dei disabili nel processo decisionale a tutti i livelli istituzionali, organizzativi e sociali 4. promozione alle politiche di sostegno e assistenza alle famiglie delle persone disabili 5. miglioramento dell accessibilità per i disabili all ambiente esterno (strade, edifici, trasporti pubblici, ecc ) 6. miglioramento dell immagine delle persone disabili tramite l utilizzo dei mass media. Beneficiari: Contributo: Enti e organismi pubblici e privati attivi nel campo della promozione dei diritti dei disabili (autorità nazionali, locali e regionali, parti sociali, ONG, università e centri di ricerca, media, imprese private, enti responsabili per la promozione dei diritti dei disabili). Il cofinanziamento comunitario potrà coprire fino all 80% delle spese totali ammissibili e dovrà essere compreso tra e Euro per progetto. Scadenza: 13 giugno 2003 Fonte: Informazioni: Sito internet della Direzione Generale Occupazione e Affari sociali: DG Occupazione e Affari sociali, Unità Integrazione delle persone con disabilità Rue Joseph II, Bruxelles Fax E mail: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 20

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Assessorato Attività Economiche Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità

Dettagli

Persone fisiche e giuridiche aventi sede: - negli Stati Membri dell'u.e., - negli Stati associati al programma e il Centro Comune di Ricerca.

Persone fisiche e giuridiche aventi sede: - negli Stati Membri dell'u.e., - negli Stati associati al programma e il Centro Comune di Ricerca. 5FP - 5 Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico OGGETTO Decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 dicembre 1998 relativa al 5 Programma Quadro comunitario di finanziamento a favore

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EACEA 29/2015 : Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei Attuazione del regime del sottoprogramma Cultura Europa

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi Stati membri dell Unione europea Paesi candidati Dott.ssa Stefania Zanna La ricerca: investire nella società della conoscenza Spesa per ricerca e sviluppo

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA Quale è la competenze dell Unione europea nell ambito della cultura? Il trattato di Maastricht (1993) ha consentito all'unione europea, storicamente orientata

Dettagli

Europa per i cittadini 2007-2013

Europa per i cittadini 2007-2013 Europa per i cittadini 2007-2013 Il Programma ha come scopo primario la promozione della cittadinanza europea attiva, ovvero il coinvolgimento diretto dei cittadini e delle organizzazioni della società

Dettagli

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva Descrizione generale Il Programma Leonardo da Vinci si propone di collegare le politiche alle pratiche nel campo dell istruzione e formazione

Dettagli

Le tipologie di finanziamento comunitario

Le tipologie di finanziamento comunitario Le tipologie di finanziamento comunitario Breve introduzione I Programmi Comunitari sono stati creati con l'obiettivo di coinvolgere, attraverso finanziamenti agevolati, il settore pubblico e quello privato

Dettagli

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili Dott. Marco Orazi Dott. Michele Archetti Dott.ssa Paola Porcellana Dott.ssa Mara Zanatta Dott.ssa Francesca Lodrini Dott. Massimo Colombo Dott.ssa

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

Come accedere ai. finanziamenti dell UE. in via diretta? M. Adele Camerani Cerizza Esperta finanziamenti europei e consulente Sunesys

Come accedere ai. finanziamenti dell UE. in via diretta? M. Adele Camerani Cerizza Esperta finanziamenti europei e consulente Sunesys M. Adele Camerani Cerizza Esperta finanziamenti europei e consulente Sunesys Come accedere ai finanziamenti dell UE in via diretta? Le risorse finanziarie del bilancio comunitario messe a disposizione

Dettagli

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno Progetto dall'iter alle reti: Implementazione Sportello Unico Rassegna delle principali possibilità di finanziamento a disposizione

Dettagli

Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali

Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali Firenze, 18 dicembre 2012 Prot. n. 127477 - Ai Presidi di Facoltà - Ai Direttori di Dipartimento e p.c. Ai Segretari Amministrativi

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15)

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2 DESCRIZIONE DELLA MISURA 8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2.2.1 Base Giuridica Art.

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

Le tipologie di finanziamento comunitario

Le tipologie di finanziamento comunitario Le tipologie di finanziamento comunitario Breve introduzione I Programmi Comunitari sono stati creati con l'obiettivo di coinvolgere, attraverso finanziamenti a fondo perduto, il settore pubblico e quello

Dettagli

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 Il Background del Programma LLP Dichiarazione di Bologna (1999): costruzione di uno spazio europeo dell istruzione superiore Consiglio di Lisbona (2000):

Dettagli

Gestione diretta: I programmi comunitari

Gestione diretta: I programmi comunitari Gestione diretta: I programmi comunitari Modalità Strumenti Gestione diretta Programmi UE a finanziamento diretto IPA ENI 4 Strumenti geografici PI DCI Assistenza esterna EIDHR 3 Strumenti tematici IfS

Dettagli

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione From the Lifelong Learnig Programme to Erasmus for All Investing in high quality education and training Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi Pacinotti di Bologna 24 maggio 2013 Il contributo del

Dettagli

Programma UE LIFE 2014-2020. Programma per l Ambiente e l'azione per il Clima

Programma UE LIFE 2014-2020. Programma per l Ambiente e l'azione per il Clima Programma UE LIFE 2014-2020 Programma per l Ambiente e l'azione per il Clima Regolamento UE n. 1293/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell 11 dicembre 2013 istituisce il Programma per l ambiente

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a formulare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a formulare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a formulare proposte EACEA 46/2014: Progetti di traduzione letteraria Attuazione dei progetti del sottoprogramma Cultura: progetti di traduzione

Dettagli

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000)

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) «DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) COME NASCE? Il programma subentra a tre programmi che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ovvero i programmi specifici Daphne III e

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! I programmi comunitari 2014-2020 Modalità Strumenti Programmi UE Gestione diretta a finanziamento diretto 4 Strumenti geografici IPA ENI PI DCI Assistenza

Dettagli

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD IB/1043/99IT (EN) COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE I RELAZIONI ESTERNE: POLITICA COMMERCIALE, RELAZIONI CON L AMERICA SETTENTRIONALE, L ESTREMO ORIENTE, L AUSTRALIA E LA NUOVA ZELANDA Direzione F

Dettagli

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione Il FRI sostiene investimenti realizzati da imprese lombarde in forma diretta o in joint-venture con altre imprese, finalizzati alla creazione di insediamenti

Dettagli

LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020

LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 \ OBIETTIVI TEMATICI (art.9 Reg.Generale) Interventi attivabili nel periodo 2014-2020 Grado

Dettagli

L ET T E RA D ALLERTA

L ET T E RA D ALLERTA TECLA UPI Le Opportunità di Finanziamento dell UE L ET T E RA D ALLERTA 28 Agosto 2008 I N Q U E S T O N U M E R O Call for proposals EAC/16/08 Progetto Pilota - Rete di strutture esistenti che sostengono

Dettagli

Cura del Documento: Giuseppe Gargano. Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia

Cura del Documento: Giuseppe Gargano. Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia Cura del Documento: Giuseppe Gargano Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia Tipologia di cooperazione Area eleggibile Transfrontaliera Ai sensi dell art. 7(1) del reg. 1083/2006,

Dettagli

Finanziamenti dell Unione europea: fonti di informazione on-line

Finanziamenti dell Unione europea: fonti di informazione on-line Finanziamenti dell Unione europea: fonti di informazione on-line Principali Fonti UE di aggiornamento Eur-Lex Legislazione in vigore e in preparazione a cura dell Ufficio delle pubblicazioni ufficiali

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

Youth Europe Service

Youth Europe Service Socrates Grundtvig Autonomous citizens in United Europe Opuscolo realizzato da: Youth Europe Service nell ambito del programma SOCRATES GRUNDTVIG 2 Azione n. 06-ITA01-S2G01-00306-1 L'Europa è a portata

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore. Call 2012 Azioni 1, 2 e 3

PROGRAMMA ERASMUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore. Call 2012 Azioni 1, 2 e 3 PROGRAMMA ERAUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore Call 2012 Azioni 1, 2 e 3 Scadenze presentazione progetti: 30/04/2012 Scadenze presentazione

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Linea 3 - possibilità alle aziende che vogliano sperimentare formule di conciliazione dei tempi La

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Programmi di finanziamento sul trasferimento tecnologico in Italia

Programmi di finanziamento sul trasferimento tecnologico in Italia Programmi di finanziamento sul trasferimento tecnologico in Italia Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione)

Dettagli

Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE. Che cos è JESSICA?

Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE. Che cos è JESSICA? JESSICA Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE Che cos è JESSICA? JESSICA (Joint European Support for Sustainable Investment

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. newsletter N.4 Dicembre 2013 Questo numero è stato realizzato da: Franca Fiacco ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione,

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE ACP-EU JOINT PARLIAMENTARY ASSEMBLY ASSEMBLEE PARLEMENTAIRE PARAIRE ACP-UE Commissione per lo sviluppo economico, le finanze e il commercio ACP-UE/101.868/B 19.3.2015 PROGETTO DI RELAZIONE sul finanziamento

Dettagli

III.2 Condizioni finanziarie e contrattuali specifiche relative al finanziamento di progetti

III.2 Condizioni finanziarie e contrattuali specifiche relative al finanziamento di progetti RETTIFICA della guida al programma "Europa per i cittadini" CAPITOLO I INTRODUZIONE I.4 Temi prioritari del Programma "Europa per i cittadini" I temi permanenti (pagina 6-8) sono sostituiti da: Priorità

Dettagli

I finanziamenti europei. Fabrizio Spada Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea

I finanziamenti europei. Fabrizio Spada Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea I finanziamenti europei Fabrizio Spada Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea Quali fondi? Chi gestisce i fondi europei? COMMISSIONE; 22% PAESI TERZI E ORG INTERNAZ; 2% STATI

Dettagli

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE Pubblicato il Bando per la presentazione di proposte relativo al Programma Socrates a sostegno del settore dell'istruzione Obiettivi

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

IL TEMA SALUTE NELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

IL TEMA SALUTE NELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 Workshop Politiche di Integrazione Socio- Sanitaria: modelli a confronto e sfide per un futuro sostenibile IL TEMA SALUTE NELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 Cittadella, 23-24 settembre 2014 IL

Dettagli

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA Bologna, 30 gennaio 2014 Relatore: Laura Borlone ERASMUS! UN NUOVO PROGRAMMA EUROPEO NEL CAMPO DELL ISTRUZIONE DELLA FORMAZIONE

Dettagli

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici Europa, sostegno ed Partecipazione e reti ecomusei Interessa? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione europea In che ambiti? Con chi? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO SPAZIO ALPINO 2007-2013

PROGRAMMA OPERATIVO SPAZIO ALPINO 2007-2013 PROGRAMMA OPERATIVO SPAZIO ALPINO 2007-2013 Finalità: Obiettivo generale Accrescere la competitività e l attrattività dell area di cooperazione sviluppando azioni comuni in tutti i campi che richiedono

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Erasmus+: obiettivi generali Il programma Erasmus+ contribuisce

Dettagli

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento Erasmus + 2014-2020 Azioni: Prevede tre tipi di azioni fondamentali: La mobilità individuale ai fini di apprendimento: la mobilità rappresenta una quota significativa del bilancio complessivo. Tale incremento,

Dettagli

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Allegato 1 alla D.G.R. 14/11/2011, nr. 765 GIUNTA REGIONALE DELL'ABRUZZO PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Con il presente progetto si intende, attraverso una Sovvenzione Globale (artt.

Dettagli

La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda.

La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Ambienti di lavoro sani e sicuri Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi www.healthy-workplaces.eu INVITO

Dettagli

Fondi Europei. Una panoramica delle nuove regole finanziarie e delle opportunità di finanziamento per il periodo 2007-2013

Fondi Europei. Una panoramica delle nuove regole finanziarie e delle opportunità di finanziamento per il periodo 2007-2013 Fondi Europei Una panoramica delle nuove regole finanziarie e delle opportunità di finanziamento per il periodo 2007-2013 Dipartimento per le Politiche Europee Presidenza del Consiglio dei Ministri Contributo

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

TURISMO, BRAMBILLA: "400 ML PER I CONTRATTI DI SVILUPPO, PER LA PRIMA VOLTA SOSTEGNO CONCRETO DEL GOVERNO A INVESTIMENTI NEL TURISMO"

TURISMO, BRAMBILLA: 400 ML PER I CONTRATTI DI SVILUPPO, PER LA PRIMA VOLTA SOSTEGNO CONCRETO DEL GOVERNO A INVESTIMENTI NEL TURISMO TURISMO, BRAMBILLA: "400 ML PER I CONTRATTI DI SVILUPPO, PER LA PRIMA VOLTA SOSTEGNO CONCRETO DEL GOVERNO A INVESTIMENTI NEL TURISMO" "Per la prima volta in Italia, il governo dispone un concreto e significativo

Dettagli

Il programma Europa Creativa. Perché Europa Creativa? Obiettivi generali. Obiettivi specifici

Il programma Europa Creativa. Perché Europa Creativa? Obiettivi generali. Obiettivi specifici EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EAC/S16/2013 Progetti di cooperazione europea Scadenza: 5 marzo 2014 Scadenza presentazione all URI 21 febbraio 2014 Il programma

Dettagli

PMI : Conferenza Bologna 2000 Business Symposium. TAVOLA ROTONDA 2 : Partenariati locale, Distretti industriali e Globalizzazione delle PMI

PMI : Conferenza Bologna 2000 Business Symposium. TAVOLA ROTONDA 2 : Partenariati locale, Distretti industriali e Globalizzazione delle PMI PMI : Conferenza Bologna 2000 Business Symposium TAVOLA ROTONDA 2 : Partenariati locale, Distretti industriali e Globalizzazione delle PMI TEMI DI DISCUSSIONE Questa nota è destinata a fornire una base

Dettagli

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 512 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 21.11.2011 Categoria Previdenza e lavoro Sottocategoria Agevolazioni

Dettagli

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE 1. PREMESSA Spinner 2013 è il programma per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e

Dettagli

Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link. NEWSLETTER "L'EUROPA IN LINEA" - ANNO VII n 03 del 24.03.

Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link. NEWSLETTER L'EUROPA IN LINEA - ANNO VII n 03 del 24.03. Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link NEWSLETTER "L'EUROPA IN LINEA" - ANNO VII n 03 del 24.03.2010 La nostra offerta formativa Una delle maggiori criticità riscontrate

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

LE NOVITÀ DELLA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2007-2013

LE NOVITÀ DELLA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2007-2013 LE NOVITÀ DELLA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2007-2013 Pierandrea Zotti Roma, 28 novembre 2008 Indice LE NOVITÀ DELLA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2007-2013 1. Le politiche di sviluppo economico dell Unione Europea:

Dettagli

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ALLO SVILUPPO DELL UE

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ALLO SVILUPPO DELL UE ROADSHOW 2015 LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ALLO SVILUPPO DELL UE NUOVI TREND ED OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE ITALIANE LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ALLO SVILUPPO DELL UE GIORGIO SQUINZI PRESIDENTE CONFINDUSTRIA

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

MILANO PER IL CO-SVILUPPO

MILANO PER IL CO-SVILUPPO MILANO PER IL CO-SVILUPPO Contributi a favore della solidarietà e della cooperazione internazionale 2009-2010 Comune di Milano Il Bando Milano per il co-sviluppo del Comune di Milano Obbiettivi chiave

Dettagli

Ministero del Commercio Internazionale

Ministero del Commercio Internazionale Ministero del Commercio Internazionale La missione SPRINT Puglia è lo sportello operativo a livello regionale, per promuovere e favorire l accesso delle PMI e degli operatori economici pugliesi ad iniziative,

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE DELL UNIONE EUROPEA

LA DOCUMENTAZIONE DELL UNIONE EUROPEA LA DOCUMENTAZIONE DELL UNIONE EUROPEA Come ci si può documentare sull UE? Il modo più veloce per documentarsi sull UE è la consultazione del sito ufficiale dell Unione europea (http://europa.eu), dal quale

Dettagli

Requisiti di partecipazione a bandi italiani ed europei

Requisiti di partecipazione a bandi italiani ed europei Requisiti di partecipazione a bandi italiani ed europei Rachele Radaelli Politecnico di Milano - Laboratorio di Cooperazione Internazionale (DiAP) Caratteri e forme di finanziamento Attività finanziate

Dettagli

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 1 Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 2 Obiettivi specifici A. Sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 IV (Atti adottati prima del 1 o dicembre 2009, in applicazione del trattato CE, del trattato UE e del trattato Euratom) DECISIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

VADEMECUM FINANZIAMENTI EUROPA

VADEMECUM FINANZIAMENTI EUROPA VADEMECUM FINANZIAMENTI EUROPA Programmi di sostegno dell Unione Europea per le PMI Una panoramica delle principali opportunità di finanziamento per le PMI europee Sommario Introduzione...2 1. Opportunità

Dettagli

APRE Veneto: struttura e servizi. Unioncamere del Veneto Filippo Mazzariol 14 novembre 2013 Lamezia Terme

APRE Veneto: struttura e servizi. Unioncamere del Veneto Filippo Mazzariol 14 novembre 2013 Lamezia Terme APRE Veneto: struttura e servizi Unioncamere del Veneto Filippo Mazzariol 14 novembre 2013 Lamezia Terme APRE Veneto Mandato nazionale come sportello regionale dell Agenzia per la Promozione della Ricerca

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

Click toeditmaster titlestyle

Click toeditmaster titlestyle LifelongLearningProgramme: opportunità per vivere l Europa Servizio istruzione, università e ricerca Centro risorse per l istruzione e l orientamento Punto di diffusione per il FVG delle rete Euroguidance

Dettagli

COMMISSIONE INVITO A PRESENTARE PROPOSTE VP/2003/17 GUIDA PER I CANDIDATI (2003/C 90/04) CAMPAGNA D'INFORMAZIONE SULLA MOBILITÀ

COMMISSIONE INVITO A PRESENTARE PROPOSTE VP/2003/17 GUIDA PER I CANDIDATI (2003/C 90/04) CAMPAGNA D'INFORMAZIONE SULLA MOBILITÀ C 90/4 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 15.4.2003 COMMISSIONE INVITO A PRESENTARE PROPOSTE VP/2003/17 GUIDA PER I CANDIDATI (2003/C 90/04) CAMPAGNA D'INFORMAZIONE SULLA MOBILITÀ LINEA DI BILANCIO

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Finanziamenti dell Unione europea: funzionamento e fonti di informazione on-line Perché una strategia per l Europa 2020? La crisi degli ultimi anni ha determinato

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 43/7 DEL 1.9.2015

DELIBERAZIONE N. 43/7 DEL 1.9.2015 Oggetto: Strategia per l internazionalizzazione del sistema produttivo regionale. Programma regionale triennale per l internazionalizzazione 2015-2018. L Assessore dell industria evidenzia alla Giunta

Dettagli

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 Co-finanziamento per progetti imprenditoriali di co-sviluppo 1 presentati da immigrati senegalesi e ghanesi regolarmente residenti in Italia Codice di riferimento: MIDA- 02-

Dettagli

internazionalizzazione@regione.lombardia.it

internazionalizzazione@regione.lombardia.it Finalità: Favorire i processi di internazionalizzazione delle micro piccole medie imprese Risorse: 5.440.000 Ambiti di intervento: Valore del voucher: MPMI lombarde (escluso settore agricolo) Misura A:

Dettagli

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015 POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Linea 3 - Ambito 1 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

INNOVA NET Bando per partecipanti alla selezione di 10 Idee d impresa

INNOVA NET Bando per partecipanti alla selezione di 10 Idee d impresa INNOVA NET Bando per partecipanti alla selezione di 10 Idee d impresa TRAINING AND INNOVATION UNIVERSITY CONSORTIUM POLYTECHNIC OF BARI UNIVERSITY OF PATRAS ARTICOLO 1 Finalità e oggetto Nell'ambito del

Dettagli

Commissione Europea Formazione in servizio per il personale impegnato nell educazione degli adulti GRUNDTVIG Programma di apprendimento permanente

Commissione Europea Formazione in servizio per il personale impegnato nell educazione degli adulti GRUNDTVIG Programma di apprendimento permanente Commissione Europea Formazione in servizio per il personale impegnato nell educazione degli adulti GRUNDTVIG Programma di apprendimento permanente Questa azione sostiene la partecipazione del personale

Dettagli

Partnership Pubblico-Privato. Privato per il lavoro dignitoso

Partnership Pubblico-Privato. Privato per il lavoro dignitoso P Partnership Pubblico-Privato Privato per il lavoro dignitoso Partnerships Pubblico-Privato Privato per il lavoro dignitoso La a povertà, ovunque sia, costituisce una minaccia per la prosperità di tutti*

Dettagli

Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME)

Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME) Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME) Obiettivo Il passaggio dalla programmazione 2007-13 a quella 2014-2020 porterà molti cambiamenti

Dettagli

CONSORZIO Spinner - Bologna. Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa

CONSORZIO Spinner - Bologna. Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa CONSORZIO Spinner - Bologna Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa PREMESSA La Sovvenzione Globale Interventi per la qualificazione delle risorse

Dettagli

SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria. Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016

SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria. Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016 SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 BUDGET ASSEGNATO: circa 33 miliardi di

Dettagli

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta #OPENFESR Dalle idee al commento del Programma Operativo FESR 2014-2020 La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta Raffaele Colaizzo

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

Al servizio di gente unica. Direzione Centrale Cultura, sport e solidarietà

Al servizio di gente unica. Direzione Centrale Cultura, sport e solidarietà Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: 2020: i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA CREATIVA La cultura come elemento di competitività del

Dettagli