CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO"

Transcript

1 CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO Cap. 1. Definizioni - 1 -

2 1 DEFINIZIONI 4 2 OGGETTO DELL APPALTO IMPORTI BIENNALI PRESUNTI DURATA 5 3 ATTIVAZIONE DEI SERVIZI 5 4 VARIAZIONI 6 5 SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE E TRASLOCO SERVIZI DI MOVIMENTAZIONE ORDINARIA IN PRESIDIO Descrizione del servizio Modalità di erogazione del servizio Materiali di imballaggio Attrezzature e automezzi di sollevamento e di trasporto Tipologia di automezzi di sollevamento a nolo Tipologia di automezzi di trasporto a nolo Modalità di richiesta e tempi di intervento SERVIZI DI MOVIMENTAZIONE A RICHIESTA Descrizione del servizio Modalità di richiesta del servizio e tempi d intervento SERVIZIO DI SPEDIZIONE E CONSEGNA APPARECCHIATURE ELETTRONICHE, MATERIALE VARIO ED ARREDI DESCRIZIONE DEL SERVIZIO MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO SERVIZIO DI DEPOSITO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO SERVIZI DI CORRIERE SERVIZIO DI CORRIERE NAZIONALE Descrizione del servizio Modalità di erogazione del servizio SERVIZIO DI CORRIERE DI CITTÀ Descrizione del servizio Modalità di erogazione del servizio GESTIONE DELLE SPEDIZIONI, GESTIONE DELLE MANCATE CONSEGNE E GESTIONE DELLE GIACENZE Gestione delle spedizioni Gestione delle mancate consegne Gestione delle giacenze 20 6 DETERMINAZIONE DEL CORRISPETTIVO SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE E TRASLOCO 21 Cap. 1. Definizioni - 2 -

3 6.2 SERVIZIO DI SPEDIZIONE E CONSEGNA DI APPARECCHIATURE ELETTRONICHE, MATERIALE VARIO ED ARREDI RAPPORTO PESO/VOLUME DEI PACCHI DETERMINAZIONE DEL CORRISPETTIVO SERVIZIO DI DEPOSITO SERVIZIO CORRIERE RAPPORTO PESO/VOLUME DEI PLICHI DETERMINAZIONE DEL CORRISPETTIVO 23 7 PRESCRIZIONI RIGUARDANTI IL PERSONALE 24 8 PRESCRIZIONI RIGUARDANTI LE ATTREZZATURE E GLI AUTOMEZZI 24 9 CONTROLLO DEI SERVIZI CONTROLLO DEL SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE E TRASLOCO PIANO DI CAMPIONAMENTO DEGLI ORDINI DI SERVIZIO INDICATORE DI RIFERIMENTO PER IL CONTROLLO DEL SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE E TRASLOCO Controllo del rispetto dei tempi di intervento Controllo dei tempi stabiliti per l esecuzione delle attività Controllo sull affidabilità del servizio Controllo sulla congruità qualitativa e quantitativa della documentazione richiesta per il servizio Controllo del grado di soddisfazione degli utenti CONTROLLO DEL SERVIZIO DI SPEDIZIONE E CONSEGNA APPARECCHIATURE ELETTRONICHE, MATERIALE VARIO ED ARREDI E DEL SERVIZIO DI CORRIERE INDICATORE DI RIFERIMENTO DEL SERVIZIO DI SPEDIZIONE E CONSEGNA APPARECCHIATURE ELETTRONICHE, MATERIALE VARIO ED ARREDI E DEL SERVIZIO DI CORRIERE Controllo del rispetto dei tempi di ritiro Piano di campionamento degli edifici Controllo dei tempi di consegna PENALI SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE E TRASLOCO, SERVIZIO DI SPEDIZIONE E CONSEGNA APPARECCHIATURE ELETTRONICHE E MATERIALE VARIO ED ARREDI, SERVIZIO DI DEPOSITO E SERVIZIO DI CORRIERE PENALI RELATIVE ALLA VALUTAZIONE DEL SERVIZIO PENALI RELATIVE A SINGOLI INADEMPIMENTI PREZZI MODALITÀ DI PAGAMENTO 35 ALLEGATO A ELENCO EDIFICI 37 ALLEGATO B - MODULO PER LE RICHIESTE 38 Cap. 1. Definizioni - 3 -

4 1 DEFINIZIONI Termine Attivazione dei Servizi Committente Consistenza Contratto Corrispettivo Edifici Prestatore Rapporto di Servizio Richiesta di Attivazione dei Servizi Servizi Verbale di Affidamento dei servizi Definizione L Attivazione dei Servizi avverrà previa redazione di apposito Verbale di Affidamento dei Servizi da parte del Committente controfirmato per accettazione dal Prestatore (cfr. capitolo 3 del presente Capitolato Tecnico) Lottomatica S.p.A. Quantità di riferimento per il calcolo dei corrispettivi dovuti dal Committente al Prestatore per l esecuzione dei Servizi (servizio di movimentazione e trasloco, servizio di spedizione e consegna di apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi, servizio di deposito e servizio di corriere). Il contratto che Lottomatica S.p.A. stipulerà con il Prestatore per la fornitura del servizio di movimentazione e trasloco, servizio di spedizione e consegna di apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi, servizio di deposito e servizio di Corriere. Il corrispettivo dovuto dal Committente a fronte delle attività effettuate il cui importo verrà determinato applicando lo sconto offerto sui prezzi unitari posti a base d asta (cfr. capitolo 11 del presente Capitolato Tecnico) ed adeguato in relazione alle variazioni consentite di cui al capitolo 4 del presente Capitolato Tecnico. Gli Edifici dove verranno espletati i Servizi; l elenco degli Edifici è riportato nell allegato A del presente Capitolato Tecnico. Il numero degli Edifici nonché la loro ubicazione e metratura potranno subire variazioni nel corso del Contratto. L impresa o il raggruppamento temporaneo di imprese o il Consorzio risultato aggiudicatario e che sottoscriverà il Contratto, obbligandosi nei confronti del Committente a quanto nello stesso previsto. Documento redatto dal Prestatore al termine delle attività di movimentazione (cfr. paragrafo 5.1 del presente Capitolato Tecnico). Documento con il quale il Committente da inizio alla procedura di attivazione dei Servizi (cfr. capitolo 3 del presente Capitolato Tecnico) I servizi oggetto del presente appalto sono: -servizio di movimentazione e trasloco; -servizio di spedizione e consegna di apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi; -servizio di deposito; -servizio di Corriere. Documento redatto dal Committente e controfirmato per accettazione dal Prestatore per attestare l affidamento dei Servizi. 2 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento dei Servizi di Facchinaggio e Trasporto di seguito indicati: Servizio di movimentazione e trasloco: - Servizi di movimentazione ordinaria - in presidio; Cap. 1. Definizioni - 4 -

5 - Servizi di movimentazione a richiesta. Servizio di spedizione e consegna apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi; Servizio di deposito; Servizio di Corriere: - Servizio di Corriere nazionale; - Servizio di Corriere di città. 2.1 IMPORTI BIENNALI PRESUNTI Di seguito si riporta la tabella riassuntiva degli importi biennali presunti: I.1 I.2 I.3 I.4 I.5 Importo per il servizio di movimentazione (in presidio e a richiesta) e trasloco Importo per il nolo a caldo di attrezzature e automezzi di sollevamento e di trasporto Importo per il servizio di spedizione e consegna apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi Importo per il servizio di deposito Importo per il servizio di corriere (nazionale e di città) Importo presunto biennale totale , , , , , ,00 Tabella DURATA L appalto avrà durata di 24 (ventiquattro) mesi decorrenti dalla data di sottoscrizione del contratto. 3 ATTIVAZIONE DEI SERVIZI L Attivazione dei Servizi avverrà previa sottoscrizione del Verbale di Affidamento dei Servizi, redatto dal Committente e controfirmato per accettazione dal Prestatore, costituito da due sezioni: 1. elenco degli edifici (di cui all allegato A del presente Capitolato Tecnico); per ciascun edificio si dovrà indicare: l ubicazione, l orario di lavoro; giorni di apertura settimanale; 2. la tipologia dei servizi che verranno attivati: in particolare per ciascun edificio per il quale è richiesto il Servizio di movimentazione in presidio, dovrà essere indicato il numero di unità di presidio richieste, i giorni dell anno in cui è richiesto il servizio e le relative fasce orarie giornaliere. Cap. 3. Attivazione dei servizi - 5 -

6 Nel Verbale di Affidamento dei Servizi verranno, altresì, indicati: - il nominativo del Responsabile di Commessa del Prestatore ed i relativi recapiti di riferimento (n di telefono mobile, n di telefono fisso ed indirizzo ); - le aree/magazzini messi a disposizione del Committente da parte del Prestatore (rif. paragrafo 5.3 del presente Capitolato Tecnico); - data di avvio dei Servizi. 4 VARIAZIONI Durante il periodo di validità del Contratto il Committente avrà la facoltà di: a) sospendere o cessare l espletamento di uno o più dei servizi oggetto del presente appalto; b) attivare servizi che non erano attivati in fase di affidamento degli stessi; c) variare il numero degli edifici di riferimento di cui all allegato A al presente Capitolato Tecnico. Le variazioni di cui ai precedenti punti a) e b) verranno comunicate al Prestatore con un preavviso di almeno 5 (cinque) giorni lavorativi e risulteranno dal Verbale di Affidamento dei Servizi con conseguente adeguamento dei corrispettivi. Le variazioni di cui al precedente punto c) non verranno comunicate al Prestatore. Cap. 4. VARIAZIONI - 6 -

7 5 SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO I servizi che il Committente potrà attivare sono: Servizio di Movimentazione e Trasloco ( rif. par. 5.1), Servizio di spedizione e consegna (trasporto) di apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi (rif. par. 5.2), Servizio di Deposito (rif. par. 5.3), Servizio di Corriere (rif. par. 5.4). Con riferimento alla esecuzione di tutte le attività di cui ai servizi in oggetto valgono le seguenti prescrizioni generali. Il Prestatore dovrà: - attenersi alle direttive operative ed amministrative che verranno impartite dal Committente; - produrre e consegnare tutta la reportistica, inerente ai Servizi, nel rispetto delle cadenze previste; - svolgere i servizi nel rispetto delle procedure operative previste dal Committente per la movimentazione dei beni e dei materiali; il Committente si riserva la facoltà di richiedere, ad insindacabile giudizio ed in qualsiasi momento, la sostituzione immediata delle persone non ritenute idonee ai compiti loro assegnati; - non effettuare prestazioni non previste nel presente Capitolato Tecnico senza preventiva autorizzazione da parte del Committente. I servizi dovranno essere erogati nel rispetto delle normative vigenti per l utilizzo di attrezzature, macchinari e materiali previsti in ambito UE. Le attività dovranno essere svolte da personale professionalmente adeguato, dotato delle migliori attrezzature disponibili e dei materiali più idonei a risolvere, di volta in volta, le diverse necessità d intervento. 5.1 SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE E TRASLOCO Il servizio consiste nell esecuzione del complesso di attività inerenti lo spostamento di beni e materiali nell ambito: dello stesso edificio (propriamente movimentazioni interne ); da un edificio ad un altro (propriamente traslochi ). Inoltre, per la sede di ROMA sita in Viale del Campo Boario 56/d, il Prestatore dovrà fornire mezzi e strumenti idonei per spostamenti di materiale e attrezzature da ufficio, da e per il magazzino. I servizi che il Committente potrà attivare sono: Servizi di movimentazione ordinaria - in presidio ( rif. punto 5.1.1); Servizi di movimentazione a richiesta (rif. punto 5.1.2). Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto - 7 -

8 5.1.1 Servizi di movimentazione ordinaria in presidio Descrizione del servizio Il Prestatore dovrà assicurare un presidio fisso, inteso come presenza di operatori dedicati alle attività di smontaggio, imballaggio e montaggio beni, spostamento e movimentazione di arredi, di attrezzature e apparecchiature, di materiale cartaceo e di consumo. Il servizio dovrà essere prestato nelle sedi sottoindicate e nella fascia oraria - definita ordinaria - nei giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, secondo le seguenti turnazioni: - presso la sede di Roma in Viale del Campo Boario 56/d c.a.p , n. 4 (quattro) persone dalle ore 8.30 alle ore e n. 2 (due) persone dalle ore 9.30 alle ore 18.30; - presso la sede di Roma in Via Benzoni 22a/24 c.a.p , n. 1 (uno) persona dalle ore 8.30 alle ore con una pausa pranzo di un ora, indicativamente dalle ore alle ore 14.00, salvo diverso accordo tra il Committente ed il Prestatore. Il Committente potrà richiedere prestazioni in orari diversi da quelli della fascia ordinaria e/o nei giorni festivi. Si riportano nel seguito, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le attività specifiche che dovranno essere effettuate nell ambito del servizio di movimentazione ordinaria: - collocazione degli imballi nei luoghi di raccolta o stoccaggio del Committente, in attesa della spedizione; - smontaggio degli arredi e/o delle attrezzature; - spostamento fino al luogo di destinazione; - rimontaggio degli arredi e/o delle attrezzature; - disimballaggio dell eventuale contenuto degli arredi e riposizionamento negli stessi arredi; - allestimento postazioni di lavoro secondo lay-out forniti dal Committente; - verifiche del corretto montaggio e collaudi finali (nel caso di arredi); - carico e scarico di pedane di carta, cartone, materiale elettronico e/o altro materiale; - ritiro immediato dei residuati della movimentazione, ivi compresi gli imballaggi, nel rispetto delle disposizioni di Legge vigenti in materia di gestione dei rifiuti. Nell area di Roma sono previsti spostamenti di materiale da e per il magazzino di Via Benzoni, la sede di Viale del Campo Boario, gli uffici di Via Mosca e gli uffici di Santa Palomba (RM). In particolare tra le sede di Viale del Campo Boario ed il magazzino di Via Benzoni sono previsti n. 4 (quattro) viaggi giornalieri A/R Nell ambito del servizio di movimentazione ordinaria sono comprese le seguenti attività: - supporto nella gestione delle merce in arrivo e/o in partenza; - supporto nella distribuzione della posta in arrivo e/o in partenza; - reintegro della carta per fax e fotocopiatrici; Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto - 8 -

9 - reintegro toner dei fax e fotocopiatrici; - prelievo dei toner esausti dai piani e/o deposito presso un punto di raccolta indicato dal Committente; - carico e scarico delle merci in partenza o in arrivo presso le sedi oggetto del servizio. Rientrano, inoltre, nel servizio di movimentazione ordinaria come attività accessorie le seguenti prestazioni: - piccole riparazioni di mobili, quali sedie, tavoli, scrivanie, cassettiere ecc.; - sostituzioni di piani scrivanie, alette porta video, cassettiere ecc. (con altri forniti dal committente); - montaggio/smontaggio/taglio di scaffalature di ogni genere con relativi ancoraggi; - montaggio/smontaggio/posizionamento di bacheche, lavagne a muro, ecc.; - sostituzione delle targhette situate sulle porte di ingresso e degli uffici. Le movimentazioni saranno richieste dal Committente e gestite mediante la procedura di cui al successivo punto e comunque effettuate nel rispetto delle modalità predefinite ovvero da definire, se necessario, a seconda della tipologia di intervento richiesto. Al termine delle attività, il Prestatore dovrà redigere il Rapporto di Servizio, in duplice copia, controfirmata dai rappresentanti del Committente e del Prestatore. Nel Rapporto di Servizio dovranno essere indicati il servizio prestato, le risorse utilizzate, le ore ed i mezzi impiegati. Una copia del Rapporto di Servizio dovrà essere allegata alla fattura e una copia dovrà essere consegnata al rappresentante del Committente che avrà presieduto al servizio Modalità di erogazione del servizio Il servizio dovrà essere svolto nel pieno rispetto delle specifiche esigenze del Committente. In particolare, nella erogazione del servizio di movimentazione ordinaria il Prestatore dovrà: fornire attrezzature e mezzi necessari per la movimentazione, quali - a titolo esemplificativo - carrelli manuali tipo transpallet e contenitori adeguati alle esigenze del servizio di volta in volta richiesto dal Committente. Si fa presente che il Prestatore fornirà a proprio carico sia i materiali necessari all imballaggio che le attrezzature necessarie per lo spostamento; utilizzare automezzi dotati di copertura idonea a proteggere il carico dagli agenti atmosferici e con conducente che provveda anche alle operazioni di carico/scarico; in particolare si richiede la dotazione fissa di una piccola autovettura, di un motorino attrezzato e di un "furgone lamierato" della portata di circa 30/35 q e la dotazione saltuaria (una volta a settimana in media) di un automezzo da 35 q.li, dotato di sponda idraulica. Tutti i mezzi dovranno necessariamente essere dotati dei necessari permessi per entrare nelle zone a Traffico Limitato (ZTL ) in Roma; dotarsi di attrezzature ed utensileria necessarie all espletamento delle attività di piccola manutenzione (a titolo esemplificativo e non esaustivo, trapani, cassetta completa attrezzi ed utensili da lavoro, chiavi, viti, stop a muro, stop a cartongesso, colla, silicone, ecc.); Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto - 9 -

10 dotarsi di idonee attrezzature e materiali per la posa in opera di quadri. Il coordinamento e la gestione delle risorse operative assegnate al presidio fisso verrà svolto dal Committente previa emissione di Ordini di Servizio, secondo il fac-simile di cui all Allegato B al presente Capitolato Tecnico, diretti al Prestatore. Il servizio dovrà essere eseguito in modo da non danneggiare i pavimenti, le parti verniciate, le pareti, le tappezzerie, i mobili, le attrezzature e tutti gli altri oggetti presenti nei locali nonché i beni ed i materiali movimentati e i locali interessati dall attività. Il Prestatore sarà considerato direttamente responsabile dei materiali affidatigli e sarà sua cura esaminarli all inizio delle operazioni al fine di constatarne l integrità. Il Prestatore avrà inoltre la responsabilità di: provvedere alla delimitazione o, se necessario, alla recinzione delle aree di lavoro e all adozione dei procedimenti idonei a garantire il rispetto delle norme di sicurezza in relazione alla peculiarità del lavoro; ottenere tutte le autorizzazioni e i permessi necessari nel caso in cui le aree di lavoro siano pubbliche; adottare le misure di prevenzione e protezione dai rischi specifici esistenti nelle aree di lavoro o da quelli derivanti dall eventuale interferenza con i lavori del Committente. Qualora la rimozione del contenuto di arredi venga effettuata dai dipendenti del Committente, il Prestatore dovrà in ogni caso fornire - con opportuno anticipo - appositi contenitori e materiali per l imballaggio e comunque entro il termine concordato con il Committente. Le attività di gestione dei rifiuti prodotti nell espletamento del servizio dovranno essere eseguite in conformità alle norme di legge vigenti in materia. La figura del produttore dei rifiuti va identificata nel titolare del Prestatore che, con la firma del contratto, si impegna ad effettuare il servizio. Al momento del carico e dello spostamento dei materiali, il Prestatore dovrà compilare una scheda di trasporto beni (bolla di ritiro e consegna) in cui: - dovranno essere elencati i colli da trasportare e il loro numero; - dovrà essere indicata la localizzazione dell origine e della destinazione. Tale scheda di trasporto beni dovrà essere sottoscritta dall incaricato del Prestatore e controfirmata da un rappresentante del Committente presso cui si trova il materiale da spostare; copia della scheda di trasporto beni dovrà essere lasciata al rappresentante del Committente responsabile della consegna e del ritiro dei colli trasportati. Al momento della consegna a destinazione dei colli, la stessa scheda dovrà essere controfirmata da un incaricato del destinatario/rappresentante del Committente, con verifica della corrispondenza dei colli consegnati/movimentati e quelli indicati nella parte compilata dal Prestatore e con indicazione della data/ora di partenza e della data/ora di consegna. Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

11 Sulla scheda di trasporto beni, alla consegna, saranno annotati dall incaricato del destinatario/rappresentante del Committente, eventuali danni arrecati, con responsabilità del Prestatore, ai colli trasportati. Nel caso di trasporto mediante l uso di automezzi, il Prestatore dovrà produrre l apposito Documento di trasporto (DDT ). Settimanalmente il Prestatore è tenuto a consegnare al Committente un report relativo a tutte le movimentazioni effettuate (rendicontazione settimanale) a cui dovranno essere allegate: le Schede di movimentazione beni; copia dei Documenti di trasporto; i Rapporti di servizio. Nell esecuzione delle attività il Prestatore dovrà tenere in considerazione tutti i possibili problemi quali, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, quelli derivanti dalle caratteristiche degli accessi alle sedi, dalla portata dei pavimenti, dalle dimensioni e dai pesi delle apparecchiature Materiali di imballaggio Tutto il materiale necessario all imballaggio dei beni da movimentare (ad esempio, cartoni per contenere i documenti ed accessori vari, pluriball, nastro adesivo, pallets, e quanto altro necessario al trasferimento dei suddetti beni) fornito dal Prestatore è compreso nel corrispettivo per il servizio di movimentazione e trasloco. I materiali forniti dovranno essere riciclabili e quando non più utilizzabili dovranno essere inviati ad una Pubblica Discarica a cura e spese del Prestatore Attrezzature e automezzi di sollevamento e di trasporto Le attrezzature e gli automezzi necessari per lo svolgimento del servizio saranno forniti dal Prestatore, a proprio carico, e dovranno essere rispondenti alle norme di buona tecnica (norme CE od altre) ed in regola con le norme vigenti in materia di prevenzione infortuni nonché essere adeguati alle caratteristiche dei materiali da trasportare. L utilizzo delle attrezzature necessarie al trasporto è compreso nel prezzo unitario del servizio di movimentazione e trasloco, fatto salvo i casi in cui dovesse risultare necessario l utilizzo delle attrezzature e degli automezzi di sollevamento e di trasporto di cui ai successivi punti e per l utilizzo dei quali verrà riconosciuto al Prestatore il corrispettivo relativo al nolo degli stessi. Per le attrezzature e gli automezzi valgono le prescrizioni generali di cui al capitolo 8 del presente Capitolato Tecnico Tipologia di automezzi di sollevamento a nolo Si riporta di seguito l elenco degli automezzi di sollevamento per l utilizzo dei quali verrà riconosciuto al Prestatore il corrispettivo relativo al nolo degli stessi: a) Scala aerea elettrica e/o manuale con massimo sbraccio di 16 mt e portata massima di 2 q.li; Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

12 b) Scala aerea montata su furgone con sbraccio massimo fino a 26 mt e portata massima di 2 q.li; c) Piattaforma con sbraccio massimo fino a 16 mt e portata massima di 10 q.li con cestello di dimensioni idonee per i traslochi; d) Piattaforma con sbraccio massimo fino a 16 mt e portata massima di 20 q.li con cestello di dimensioni idonee per i traslochi; e) Gatto delle scale a batteria con potenziale fino a 5 q.li; f) Carrelli elevatori con portata di 10 q.li, con forche frontali; g) Carrelli elevatori con portata di q.li, con forche frontali; h) Carrelli elevatori con portata di q.li, con forche laterali; i) Camion con grù con portata della gru di q.li, provvisto di granchio ; j) Autogrù con portata di q.li Per il nolo degli automezzi di cui alle lettere a), b), e), i) e j), il prezzo sarà determinato applicando lo sconto offerto dal Prestatore al listino di cui alla tabella 11 (rif. capitolo 11 del presente Capitolato Tecnico). Per il nolo degli automezzi di cui alle lettere c), d), f), g) e h), il Prestatore sarà tenuto a preventivare il corrispettivo dello stesso. Il preventivo dovrà essere predisposto e consegnato al Committente per l approvazione entro il primo giorno successivo alla richiesta. Il Prestatore dovrà dare inizio alle attività entro e non oltre 24 (ventiquattro) ore dall approvazione del preventivo. Ricevuta l approvazione da parte del Committente, il Prestatore darà inizio alle attività come da programma, modalità ed importo concordati. Il prezzo unitario per il nolo degli automezzi sopra elencati è comprensivo delle ore di lavoro dell autista/manovratore, delle eventuali ore di viaggio tra una destinazione e un'altra e delle ore di attesa, dei consumi di carburante e di lubrificante e di quanto altro necessario al funzionamento Tipologia di automezzi di trasporto a nolo Si riporta di seguito l elenco degli automezzi di trasporto per l utilizzo dei quali verrà riconosciuto al Prestatore il corrispettivo relativo al nolo degli stessi: k) Automezzo di portata utile fino 10 q.li; l) Automezzo di portata utile oltre 10 q.li fino a 35; m) Automezzo di portata utile oltre 35 q.li fino a 120; n) Automezzo di portata utile oltre 35 q.li fino a 120 con gru /Sponda idraulica. Il prezzo per il nolo degli automezzi sarà determinato applicando lo sconto offerto dal Prestatore al listino di cui alla tabella 11 (rif. capitolo 11 del presente Capitolato Tecnico). Il prezzo unitario per il nolo degli automezzi sopra elencati è comprensivo delle ore di lavoro dell autista per la durata del trasporto conteggiata da inizio carico a fine scarico dei colli, dei consumi di carburante e di lubrificante e di quanto altro necessario al funzionamento. Non sono previste fasce chilometriche di differenziazione del prezzo unitario. Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

13 Modalità di richiesta e tempi di intervento Tutte le attività di cui al precedente punto verranno richieste dal Committente al Prestatore via e- mail o via fax. Con riferimento alle attività di trasloco valgono in generale le prescrizioni di cui al successivo punto ; In particolare il personale in presidio dovrà dare immediatamente corso alle attività secondo quanto richiesto e indicato dal Committente Servizi di movimentazione a richiesta Descrizione del servizio Il servizio di movimentazione a richiesta consiste nell esecuzione di movimentazioni di beni e materiali da effettuarsi previa specifica richiesta del Committente. Detto servizio sarà richiesto dal Committente mediante la procedura di cui al punto del presente Capitolato Tecnico e nel rispetto delle modalità predefinite ovvero da definire, se necessario, a seconda della tipologia di intervento richiesto Modalità di richiesta del servizio e tempi d intervento Il Committente farà pervenire al Prestatore, a mezzo fax o , un Ordine di Servizio utilizzando un modulo apposito il cui fac-simile è allegato sub B al presente Capitolato Tecnico, che riporterà a titolo esemplificativo i seguenti dati: località; numero di persone necessarie; tipologia del servizio; oggetto della richiesta (es. descrizione sommaria dell attività richiesta); le relative ubicazioni di origine e di destinazione; i tempi per l effettuazione degli spostamenti ed indicazione del tempo limite data e ora- di inizio delle attività. In caso di urgenza, le attività potranno essere richieste anche verbalmente; in tale ultimo caso, per il pagamento del servizio farà fede la firma del responsabile del Committente sulla scheda di trasporto beni o DDT. Il Prestatore sarà tenuto a preventivare l importo dell attività, anche a seguito di eventuale sopralluogo effettuato allo scopo di prendere visione dei luoghi; il preventivo dovrà contenere almeno le seguenti informazioni necessarie alla identificazione delle attività da effettuare e alla loro programmazione: riferimento all Ordine di Servizio; Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

14 identificazione e descrizione delle attività da eseguire (definizione delle specifiche delle attività); data di inizio e durata previste; numero delle risorse (manodopera) e delle ore di lavoro necessari per l esecuzione dell attività; numero e tipologia delle attrezzature e dei mezzi necessari per l esecuzione dell attività (compresi i mezzi a nolo); importo preventivato. Il preventivo dovrà essere approvato dal Committente prima dell inizio delle attività Il costo delle risorse (manodopera) necessarie per l esecuzione dell attività dovrà essere determinato applicando lo sconto offerto dal Prestatore al listino di cui alla tabella 11 Codice P1 (rif. capitolo 11 del presente Capitolato Tecnico). Il preventivo dovrà essere predisposto e consegnato al Committente per l approvazione entro il primo giorno successivo alla richiesta. Il Prestatore dovrà dare inizio alle attività entro e non oltre 24 (ventiquattro) ore dall approvazione del preventivo. Ricevuta l approvazione da parte del Committente, il Prestatore darà inizio alle attività come da programma, modalità ed importo concordati. Al termine delle attività, il Prestatore dovrà redigere il Rapporto di Servizio, in duplice copia, controfirmata dai rappresentanti del Committente e del Prestatore. Nel Rapporto di Servizio dovranno essere indicati il servizio prestato, le risorse utilizzate, le ore ed i mezzi impiegati. Una copia del Rapporto di Servizio dovrà essere allegata alla fattura e una copia dovrà essere consegnata al rappresentante del Committente che avrà presieduto al servizio. Settimanalmente il Prestatore è tenuto a consegnare al Committente un report relativo a tutte le movimentazioni effettuate (rendicontazione settimanale) a cui dovranno essere allegate: le Schede di movimentazione beni; copia dei Documenti di trasporto; i Rapporti di servizio. 5.2 SERVIZIO DI SPEDIZIONE E CONSEGNA APPARECCHIATURE ELETTRONICHE, MATERIALE VARIO ED ARREDI Descrizione del servizio Il servizio di spedizione e consegna apparecchiature elettroniche, materiale vario (tabulati, modulistica, manuali) ed arredi in ambito nazionale dovrà essere effettuato tra le sedi del Committente (site in Roma e sul territorio nazionale) nonché dalle sedi del Committente verso Enti esterni e viceversa. Le sedi del Committente sono riportate nell Allegato A di cui al presente Capitolato Tecnico. Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

15 Il servizio di spedizione e consegna apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi consiste nell effettuazione delle seguenti attività: ritiro presso le sedi del Committente, effettuato secondo le modalità di cui al punto del presente Capitolato Tecnico, di apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi; il ritiro dovrà essere effettuato dal Prestatore a richiesta, secondo i tempi di volta in volta concordati con il Committente e comunque sempre in relazione alle necessità dello stesso. I colli da consegnare potranno avere i seguenti pesi e destinazioni: - pacchi per Italia peninsulare contenenti apparecchiature elettroniche ed arredi il cui peso non superi i 100 Kg; - pacchi per Italia insulare contenenti apparecchiature elettroniche ed arredi il cui peso non superi i 100 Kg; - pacchi per Italia peninsulare contenenti tabulati, modulistica e manuali il cui peso non superi i 40 Kg; - pacchi per Italia insulare contenenti tabulati, modulistica e manuali il cui peso non superi i 40 Kg; - pacchi per Italia peninsulare contenenti tabulati, modulistica e manuali il cui peso non superi i 100 Kg; - pacchi per Italia insulare contenenti tabulati, modulistica e manuali il cui peso non superi i 100 Kg; consegna presso le destinazioni indicate dal Committente nell Ordine di Servizio, inviato al Prestatore a mezzo fax o utilizzando un modulo apposito il cui fac-simile è allegato (sub B) al presente Capitolato Tecnico. I tempi di consegna richiesti sono: - entro 3 (tre) giorni dall effettuazione del ritiro (qualora la consegna cada di giorno festivo, si intende la stessa riferita al primo giorno lavorativo successivo), per consegne da effettuare in tutta Italia escluse le isole (Italia peninsulare); - entro 5 (cinque) giorni dall effettuazione del ritiro (qualora la consegna cada di giorno festivo, si intende la stessa riferita al primo giorno lavorativo successivo), per consegne da effettuare presso le isole (Italia insulare). Il Committente dovrà ricevere entro 10 (dieci) giorni una copia della bolla di consegna regolarmente datata e controfirmata e dovrà essere informato - via fax o via o tramite il servizio di assistenza on line del Prestatore - dell avvenuta consegna dei colli. Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

16 5.2.2 Modalità di erogazione del servizio Il servizio di spedizione e consegna apparecchiature elettroniche, materiale vario ed arredi verrà gestito con Ordini di Servizio che il Committente - attraverso la procedura descritta al punto del presente Capitolato Tecnico - farà pervenire al Prestatore almeno 48 (quarantotto) ore prima dell intervento richiesto. 5.3 SERVIZIO DI DEPOSITO Descrizione del servizio Il Committente potrà richiedere al Prestatore di rendere disponibili dei propri magazzini/aree all interno dei propri magazzini, per custodire materiale di consumo, arredi, apparecchiature, materiale cartaceo etc. per il periodo di tempo indicato dal Committente stesso. Il servizio potrà essere attivato dal Committente in fase di affidamento dei servizi o durante il periodo di validità del contratto; nel Verbale di Affidamento dei Servizi saranno indicati le aree/magazzini messi a disposizione del Committente da parte del Prestatore (rif. capitolo 3) Modalità di erogazione del servizio Il servizio dovrà essere svolto nel pieno rispetto delle specifiche esigenze del Committente. In particolare, nell esecuzione del servizio il Prestatore dovrà: posizionare i beni in appositi box container dotati di sistemi di sicurezza. Qualora venissero utilizzati più box dovrà essere redatto un elenco dei numeri dei colli contenuti in ogni singolo box; effettuare periodicamente dei controlli in ogni singolo box per verificare che tutto sia perfettamente in ordine. I depositi dovranno essere completamente pavimentati, non umidi, ben rifiniti e dotati degli impianti di sicurezza previsti dalle normative vigenti. Ogni box dovrà essere areato costantemente. I beni dovranno essere custoditi e vigilati 0/24 h. a mezzo di vigilanti o personale del Prestatore o tramite impianti di allarme. Le attività di movimentazione/stoccaggio all interno del magazzino e il trasporto dei colli dal/al magazzino alle/dalle sedi di destinazione verranno effettuate secondo quanto previsto ai paragrafi 5.2 e 5.1 del presente Capitolato Tecnico; il Prestatore avrà cura di emettere, nell ambito del servizio in oggetto, i Documenti di Trasporto (DDT) relativi ai trasporti che sarà necessario effettuare. Il Prestatore è tenuto a riportare in un apposito registro, costantemente aggiornato, tutte le operazioni di carico e scarico dei beni in deposito; il Prestatore è tenuto a consegnare mensilmente al Committente una copia del registro. Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

17 5.4 SERVIZI DI CORRIERE I servizi di Corriere consistono nel ritiro e consegna, da luoghi e presso destinatari indicati dal Committente, di plichi e pacchi, sia in ambito nazionale che cittadino. I servizi che possono essere attivati dal Committente sono: - Servizio di Corriere nazionale - Servizio di Corriere di città Sono comprese nei servizi suddetti le seguenti attività: - Gestione delle spedizioni (rif. punto del presente Capitolato Tecnico); - Gestione delle mancate consegne (rif. punto del presente Capitolato Tecnico). - Gestione delle giacenze (rif. punto del presente Capitolato Tecnico); Servizio di Corriere nazionale Descrizione del servizio Le attività di riferimento del servizio sono: ritiro, presso le sedi del Committente di cui all Allegato A al presente Capitolato Tecnico, di plichi e pacchi delle seguenti dimensioni e pesi: - plichi e pacchi le cui dimensioni non superino i 70 cm come somma dei tre lati ed il cui peso non superi i 3 Kg; - plichi e pacchi le cui dimensioni non superino i 150 cm come somma dei tre lati ed il cui peso non superi i 15 Kg; - plichi e pacchi le cui dimensioni non superino i 150 cm come somma dei tre lati ed il cui peso non superi i 30 Kg; - plichi e pacchi il cui peso ecceda i 30 kg fino ad un massimo di 100 Kg. consegna di plichi e pacchi di cui sopra presso le destinazioni indicate dal Committente; gestione delle spedizioni, delle mancate consegne e delle giacenze (cfr. punti , e del presente Capitolato Tecnico) Modalità di erogazione del servizio Il servizio dovrà essere svolto nel pieno rispetto delle specifiche esigenze del Committente e secondo le modalità di seguito descritte. Il ritiro dei plichi e pacchi dovrà essere effettuato dal Prestatore: - di norma una volta al giorno (ogni giorno lavorativo, escluso il Sabato ed i giorni festivi), entro le fasce orarie indicate dal Committente per singola sede; le sedi per cui il Committente richiede il ritiro giornaliero e le fasce orarie per il ritiro saranno riportate nel Verbale di Affidamento dei Servizi; Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

18 - due volte al giorno (ogni giorno lavorativo, escluso il Sabato ed i giorni festivi), entro le fasce orarie indicate dal Committente, per le sedi di particolare importanza; le sedi per cui il Committente richiede il ritiro due volte al giorno e le fasce orarie per il ritiro saranno riportate nel Verbale di Affidamento dei Servizi; - a richiesta, e comunque con frequenze inferiori alla giornaliera, per tutte le altre sedi e secondo tempi indicati dal Committente. Con riferimento alla consegna di plichi e pacchi, i tempi richiesti sono: - 24 (ventiquattro) ore dall effettuazione del ritiro (qualora la consegna cada di giorno festivo, si intende la stessa riferita al primo giorno lavorativo successivo), per consegne da effettuare in tutta Italia escluse le Isole (Italia peninsulare), e per almeno il 95% delle spedizioni; - 48 (quarantotto) ore dall effettuazione del ritiro (qualora la consegna cada di giorno festivo, si intende la stessa riferita al primo giorno lavorativo successivo), per consegne da effettuare presso le isole (Italia insulare), e per almeno il 95% delle spedizioni. I ritiri e le consegne effettuati saranno quotidianamente registrati dal Committente su apposita modulistica in cui saranno altresì registrate informazioni quali: data, ora di ritiro/consegna, ditta esecutrice, nominativo e firma operatore. Tale modulistica sarà firmata dall incaricato del Committente della consegna e del ritiro dei plichi e pacchi rispettivamente da spedire e da ricevere, per attestazione dell avvenuto ritiro e/o dell avvenuta consegna degli stessi. Il servizio comprende, altresì, le attività di gestione delle spedizioni, di gestione delle mancate consegne e di gestione delle giacenze, di cui ai successivi punti , e del presente Capitolato Tecnico; pertanto, con particolare riferimento alla consegna, il Prestatore garantirà al Committente la possibilità di verificare lo stato della consegna, ivi compresa l avvenuta consegna Servizio di Corriere di città Descrizione del servizio Il servizio consiste nella effettuazione del ritiro e della consegna di plichi e pacchi nell ambito della città di Roma o in zone ad essa limitrofe. Le attività di riferimento del servizio sono: ritiro presso le sedi indicate dal Committente - site all interno del G.R.A o nelle immediate vicinanze - effettuato secondo le modalità di cui al successivo punto del presente Capitolato Tecnico, di plichi e pacchi delle seguenti dimensioni e pesi: - plichi e piccoli pacchi il cui peso non superi i 2 Kg; - plichi e piccoli pacchi il cui peso sia superiore a 2 Kg ed inferiore a 5 Kg; consegna presso le destinazioni indicate dal Committente - site entro il G.R.A. o nelle immediate vicinanze - di plichi e/o pacchi di cui sopra, effettuata secondo le prescrizioni di cui al successivo punto del presente Capitolato Tecnico; Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

19 gestione delle spedizioni, delle mancate consegne e delle giacenze (cfr. punti , e del presente Capitolato Tecnico) Modalità di erogazione del servizio Il servizio dovrà essere svolto nel pieno rispetto delle specifiche esigenze del Committente e secondo le modalità di seguito descritte. Il personale preposto all esecuzione del servizio dovrà essere reperibile e munito di cellulare/telefono. Ritiro Il ritiro dei plichi e/o pacchi dovrà essere effettuato dal Prestatore, su richiesta del Committente e secondo tempi indicati dal Committente entro la fascia oraria compresa tra le ore 8.00 e le ore dei giorni lavorativi dal lunedì al venerdì. Tale attività potrebbe essere richiesta dal Committente, in via eccezionale, anche nella giornata di sabato con un preavviso al Prestatore di 24 (ventiquattro) ore. Al momento del ritiro l addetto al servizio dovrà rilasciare all utente copia della lettera di vettura del fornitore del plico o collo ritirato in cui sarà indicata data e ora del ritiro nonchè il nome in chiaro di chi effettua il servizio. Sarà cura del personale del Committente indicare il nome e l indirizzo del destinatario sulla lettera di vettura. In caso di ritiro presso terzi la lettera di vettura sarà compilata dall addetto al servizio. La lettera di vettura dovrà essere composta da 3 (tre) fogli di carta autoinchiostranti; una copia per chi spedisce, una per chi effettua il servizio e la terza copia dovrà essere allegata al riepilogo settimanale da inviare a: Lottomatica S.p.A. Facility Services Viale del Campo Boario, 56/D Roma Consegna La consegna dei plichi e/o pacchi dovrà essere effettuata al piano; potrà inoltre essere richiesta la distribuzione di quanto trasportato a più persone nella stessa sede. I tempi di consegna richiesti sono suddivisi in : normali: entro 24 (ventiquattro) ore dalla richiesta (qualora la consegna cada di giorno festivo, si intende la stessa riferita al primo giorno lavorativo successivo); urgenti: entro 12 (dodici) ore dalla richiesta urgentissimi: entro 3 (tre) ore dalla richiesta I ritiri e le consegne effettuati saranno quotidianamente registrati dal Committente su apposita modulistica in cui saranno altresì registrate informazioni quali: data, ora di ritiro/consegna, ditta esecutrice, nominativo e firma operatore. Tale modulistica sarà firmata dall incaricato del Committente della consegna e del ritiro dei plichi e pacchi, rispettivamente da spedire e da ricevere, per attestazione dell avvenuto ritiro e/o dell avvenuta consegna degli stessi. Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

20 Il servizio comprende, altresì, le attività di gestione delle spedizioni, di gestione delle mancate consegne e di gestione delle giacenze, di cui ai successivi punti , e ; pertanto, con particolare riferimento alla consegna, il Prestatore garantirà al Committente la possibilità di verificare lo stato della consegna, ivi compresa l avvenuta consegna Gestione delle spedizioni, gestione delle mancate consegne e gestione delle giacenze Si descrivono di seguito i servizi richiesti al Prestatore per la gestione delle spedizioni, delle mancate consegne e delle giacenze, da fornire presso le sedi del Committente riportate nell Allegato A di cui al presente Capitolato Tecnico Gestione delle spedizioni Il Prestatore dovrà mettere a disposizione del Committente un sistema di gestione delle spedizioni che consenta di effettuare le seguenti attività: o o monitoraggio delle spedizioni attraverso un servizio di assistenza via web al fine di consentire al Committente di seguire le spedizioni fino alla consegna. Gli esiti delle spedizioni dovranno essere disponibili, entro 12 (dodici) ore dalla consegna, sul sito Internet del Prestatore nel quale dovrà essere attivo anche un servizio di re call e re mail. fornitura di assistenza dedicata dalla quale il Committente potrà avere tracciature degli esiti di consegna, monitoraggio e catalogazione delle prove firmate del passaggio del Prestatore presso i punti di consegna richiesti dallo stesso. Il Prestatore dovrà altresì mettere a disposizione del Committente un Numero Verde per la richiesta da parte del Committente stesso di qualsiasi informazione Gestione delle mancate consegne Nel caso si verificasse un impedimento alla consegna (indirizzo errato, destinatario trasferito o altro) il Prestatore dovrà giustificarne la causa comunicandola tempestivamente al Committente e se impossibilitato alla consegna dovrà restituire il pacco/plico secondo le modalità di seguito elencate: - in caso di mancata consegna per destinatario sconosciuto, i pacchi/plichi dovranno essere restituiti al mittente negli stessi tempi previsti per la spedizione stessa; - in caso di mancata consegna per destinatario assente, i plichi/pacchi dovranno essere consegnati al destinatario entro 5 giorni dal prima consegna non andata a buon fine; decorso tale periodo senza che la consegna sia andata a buon fine, i plichi/pacchi dovranno essere restituiti al mittente Gestione delle giacenze Lo svincolo e l eventuale rientro al Committente della spedizioni in giacenza dovrà avvenire dopo 5 (cinque) giorni lavorativi qualora non pervengano al Prestatore le informazioni necessarie per la riconsegna. Cap. 5. Servizi di Facchinaggio e Trasporto

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASPORTO E SUPPORTO OPERATIVO PER GLI UFFICI, CENTRALI E DISTACCATI, DELL ACI IN ROMA E PER L UFFICIO PROVINCIALE ACI DI ROMA CIG n.5393972e7e tra L AUTOMOBILE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO QUICK PACK EUROPE

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO QUICK PACK EUROPE Validità a partire dal: 05 agosto 2013 CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO QUICK PACK EUROPE Le presenti Condizioni Generali, che si compongono di 13 articoli, disciplinano il Servizio Quick Pack Europe (di

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

affidati a chi da molto tempo unisce la professionalità nei traslochi alla cura dei valori umani.

affidati a chi da molto tempo unisce la professionalità nei traslochi alla cura dei valori umani. presentazione Con i vostri mobili si trasportano anche i vostri ricordi e le vostre emozioni... affidati a chi da molto tempo unisce la professionalità nei traslochi alla cura dei valori umani. Grazie

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA NS. RIFERIMENTI

PROVINCIA DI GENOVA NS. RIFERIMENTI PROVINCIA DI GENOVA OGGETTO Servizio di trasloco, trasporto, facchinaggio, movimentazione e consegna di beni vari per le esigenze degli immobili della Provincia di Genova COMMITTENTE/CONTRAENTE Direzione

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

Contratto unico unico mandato.

Contratto unico unico mandato. CODICE DI CONDOTTA Codice di Condotta A.I.T.I. Il Codice di condotta A.I.T.I. integra il Codice etico per imprese operanti nei servizi di trasloco pubblicato da Unioncamere. Il Codice di condotta A.I.T.I.,

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA ASSE IV LEADER Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali Programma di Sviluppo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

CONTRATTO di prestazione di servizi

CONTRATTO di prestazione di servizi CONTRATTO di prestazione di servizi tra CLENEAR S ROSY di Nappi Maria Rosaria con sede in Via Moncenisio, 27-20031 Cesano Maderno (MI) E Nome Cognome. luogo e data di nascita residenza o domicilio.. codice

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli