La Commissione ha tenuto le riunioni nei giorni giugno 2010 e 5 6 luglio 2010 presso l'università Commerciale «Luigi Bocconi».

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Commissione ha tenuto le riunioni nei giorni 11 28 29 giugno 2010 e 5 6 luglio 2010 presso l'università Commerciale «Luigi Bocconi»."

Transcript

1 RELAZIONE FINALE DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE DELLA VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE UNIVERSITARIO DI RUOLO DI II FASCIA PER IL SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS P/10 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE Profilo C - INDETTA DALL'UNIVERSITA' COMMERCIALE LUIGI BOCCONI CON D.R. N. 122 DEL 12 GIUGNO 2008 IL CUI AVVISO E APPARSO SULLA GAZZETTA UFFICIALE N. 50-4^ SERIE SPECIALE DEL 27 GIUGNO La Commissione giudicatrice per la valutazione comparativa a n. 1 posto di professore universitario di ruolo di II fascia per il settore scientifico disciplinare SECS P/10 Organizzazione aziendale per la Facoltà di Economia dell Università Commerciale Luigi Bocconi è stata nominata, con D.R. n. 36 del 1 marzo 2010, nelle persone: Prof. Marco DE MARCO Prof. Luigi MANZOLINI Prof. Vincenzo PERRONE Prof. Andrea TRACOGNA Prof. Mauro ZAVANI La Commissione, in seguito a regolare convocazione, si è riunita a Milano, mediante conference-call in data 19 maggio 2010 alle ore 11:00, nominando Presidente il prof. Vincenzo Perrone e Segretario il prof. Luigi Manzolini. La Commissione ha preso atto, in tale data, che il dott. Marcello Valtolina è stato designato responsabile della procedura. La Commissione ha tenuto le riunioni nei giorni giugno 2010 e 5 6 luglio 2010 presso l'università Commerciale «Luigi Bocconi». Di tutte le riunioni sono stati redatti i verbali, che vengono consegnati al Responsabile del procedimento assieme al testo della presente relazione. Nella riunione del giorno 19 maggio si è provveduto, oltre che a nominare il Presidente ed il Segretario, a dare lettura del bando di concorso e a prendere visione delle leggi a cui si fa riferimento nel bando stesso ed in particolare dei compiti che la Commissione è chiamata a svolgere. A tale riguardo la Commissione ha ricordato che i titoli e le pubblicazioni dei candidati, che hanno presentato domanda in forza della riapertura dei termini, sono da ritenersi validi solo se conseguiti entro il termine del 28 luglio La Commissione ha stabilito i criteri per la valutazione dei curricula, titoli e pubblicazioni scientifiche presentati da ciascun candidato (all. 1 ) e li ha consegnati al Responsabile del procedimento amministrativo per la pubblicazione all Albo Ufficiale e sul sito web dell Ateneo. La Commissione ha quindi preso in esame l elenco trasmesso dall Ufficio del Personale Docente dell Università, dei candidati che hanno presentato regolare domanda di ammissione al concorso: 1

2 ELENCO DEI CANDIDATI: Cognome e nome Luogo e data di nascita CARIGNANI ANDREA Nato a Milano il 7 ottobre 1970 CORDELLA ANTONIO Nato a Parma il 10 luglio 1970 DI GUARDO MARIA CHIARA Nata a Catania il 10 giugno 1974 FALDETTA GUGLIELMO Nato a Palermo il 18 dicembre 1975 FIORETTI GUIDO Nato a Terni il 23 gennaio 1964 GERLI FABRIZIO Nato a Venezia il 28 ottobre 1972 GIANECCHINI MARTINA Nata a Este (PD) il 12 aprile 1976 HINNA ALESSANDRO Nato a Roma il 1 dicembre 1974 IMPERATORI BARBARA in Meucci Nata a Ferrara il 20 agosto 1967 MANGIA GIANLUIGI Nata a Capua (CE) il 10 dicembre 1974 MARCHEGIANI LUCIA in Rizzolli Nata Latina il 30 settembre 1978 MARTONE ANDREA Nato a Santa Maria Capua Vetere (CE) il giugno 1962 MARTURANO ANTONIO Nato a Taranto il 10 giugno 1965 MONTANARI FABRIZIO Nato a Piacenza il 29 marzo 1975 MONTEFUSCO ANDREA Nato a Genova il 10 marzo 1963 MORABITO VINCENZO Nato a Reggio Calabria il 20 novembre 1968 PAOLETTI FRANCESCO GIOVANNI Nato a Monza (MI) il 27 maggio 1966 PITTINO DANIEL Nato a Udine il 24 maggio 1974 PROSERPIO LUIGI Nato a Erba (CO) il 3 gennaio 1971 VIRILI FRANCESCO Nato a Terni il 27 maggio 1965 VIRTUANI ROBERTA Nata a Pavia il 18 giugno 1962 Ogni Commissario ha dichiarato di non trovarsi in rapporto di parentela o affinità fino al 4 grado incluso, con gli altri Commissari o con i candidati. La Commissione, infine, ha preso atto che le domande sono conformi al Bando, le pubblicazioni sono state presentate nei termini previsti e i candidati possiedono i requisiti per partecipare alla valutazione comparativa. La riunione ha avuto termine alle ore 11:35. La Commissione riconvocatasi il giorno 11 giugno 2010, dopo aver preso atto della rinuncia scritta pervenuta da parte dei candidati: dott. Gianluigi Mangia, dott. Vincenzo Morabito, dott. Fabrizio Montanari, dott.ssa Martina Gianecchini e dott.ssa Roberta Virtuani a partecipare alla presente valutazione comparativa, ha esaminato in ordine alfabetico per ogni candidato le intere documentazioni pervenute alla Commissione stessa, la quale ha espresso per ogni candidato i giudizi individuali e il giudizio collegiale, approvato all'unanimità, al quale si è giunti dopo ampia discussione (all. 2 ). Le prove d'esame si sono svolte entrambe in modo regolare nei giorni giugno 2010 e 5 6 luglio I candidati hanno sostenuto le prove in ordine alfabetico. 2

3 La Commissione ha preso atto delle rinunce arrivate all Università Bocconi da parte dei candidati: Alessandro Hinna, Fabrizio Gerli, Francesco Virili, Andrea Carignani, Daniel Pittino e Antonio Marturano. Prima dell inizio della riunione del 28 giugno 2010, la Commissione constata l assenza dei candidati: Antonio Cordella e Guglielmo Faldetta. I candidati hanno innanzitutto sostenuto una discussione sui titoli scientifici presentati, allo scopo di consentire alla Commissione di accertare la padronanza degli argomenti da parte dei candidati e la loro capacità di inquadrarli nel più ampio contesto scientifico e culturale della disciplina. Su tale discussione ciascun Commissario ha espresso, per ciascun candidato, il proprio giudizio e la Commissione, dopo ampia discussione, è giunta alla formulazione del giudizio collegiale (all. 3 ). A ciascun candidato sono state consegnate cinque buste chiuse e numerate da 1 a 5, contenenti ciascuna un tema. Ogni candidato ha sorteggiato tre buste su cinque ed ha proceduto alla lettura dei temi e all immediata scelta di uno dei tre, quale argomento della lezione da svolgersi. I due argomenti non estratti, dei cinque, sono stati letti, di volta in volta, a voce alta. Le prove didattiche sono state svolte aperte al pubblico. Sulla prova didattica, ciascun Commissario ha espresso per ogni candidato il proprio giudizio e la Commissione dopo aver preso atto dei giudizi individuali ha proceduto alla formulazione di un giudizio collegiale per ciascun candidato su tale prova (all. 4 ). La Commissione dopo aver riesaminato le valutazioni collegiali già formulate è pervenuta, dopo approfondita discussione, alla formulazione dei giudizi complessivi (all. 5 ). La Commissione dopo la rilettura dei giudizi complessivi e dopo ponderata valutazione comparativa dei candidati, tenuto conto che può dichiarare i nominativi di due idonei, ha deliberato all'unanimità che i dottori (elencati in ordine alfabetico) Barbara IMPERATORI e Luigi PROSERPIO sono idonei a ricoprire il posto di professore universitario di ruolo di seconda fascia per il settore scientifico - disciplinare SECS P/10 Organizzazione aziendale. La Commissione ha proceduto quindi alla redazione della presente relazione finale che viene redatta in duplice copia e sottoscritta da tutti i Commissari in data 6 luglio 2010 al termine dei lavori, nei locali dell'università Commerciale "Luigi Bocconi" di Milano. Viene altresì allegato l'elenco di tutti gli allegati (all. "6"), ognuno indicato con un numero da "1" a "6". 3

4 La Commissione, esaurito il mandato affidatole, consegna al Responsabile del procedimento gli atti concorsuali. Milano, 6 luglio 2010 La Commissione f.to Prof. Marco DE MARCO f.to Prof. Luigi MANZOLINI (Segretario) f.to Prof. Vincenzo PERRONE (Presidente) f.to Prof. Andrea TRACOGNA f.to Prof. Mauro ZAVANI 4

5 Allegato 1 Criteri di valutazione a) originalità ed innovatività della produzione scientifica e rigore metodologico; b) apporto individuale del candidato nei lavori in collaborazione. In proposito la Commissione decide che i lavori in collaborazione saranno valutati per la parte esplicitamente attribuita al candidato nel lavoro o risultante da apposita dichiarazione. Quando l attribuzione non sia formalmente indicata, il lavoro sarà valutato sulla base della coerenza con la restante attività scientifica e con la specifica competenza riconoscibile al candidato rispetto agli altri coautori; c) congruenza della attività del candidato con le discipline ricomprese nel settore scientifico - disciplinare per il quale è bandita la procedura ovvero con tematiche interdisciplinari che le comprendano; d) rilevanza scientifica della collocazione editoriale delle pubblicazioni e loro diffusione all interno della comunità scientifica; e) continuità temporale della produzione scientifica anche in relazione alla evoluzione delle conoscenze nello specifico settore scientifico - disciplinare. A tal fine la Commissione farà ricorso, ove possibile, a parametri riconosciuti in ambito scientifico internazionale. Costituiscono, in ogni caso, titoli da valutare specificamente nelle valutazioni comparative: a) l attività didattica svolta anche all'estero; b) i servizi prestati negli Atenei e negli Enti di ricerca italiani e stranieri; c) l attività di ricerca, comunque svolta, presso soggetti pubblici e privati italiani e stranieri; d) i titoli di dottore di ricerca, la fruizione di borse di studio finalizzate ad attività di ricerca; e) il servizio prestato nei periodi di distacco presso i soggetti di cui all'articolo 3, comma 2, del decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 297; f) l organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca; g) il coordinamento di iniziative in campo didattico e scientifico svolte in ambito nazionale ed internazionale. 5

6 Allegato 2 Giudizi sui curriculum, titoli e pubblicazioni scientifiche Dott. Andrea CARIGNANI Ha conseguito un Dottorato di ricerca in Sistemi Informativi Aziendali presso l Università LUISS di Roma nel 1999 ed è attualmente ricercatore di Organizzazione Aziendale presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo dell Università IULM di Milano. Il curriculum del candidato si caratterizza per un intensa attività di docenza e di coordinamento didattico. Vi sono anche docenze all estero come visiting lecturer. Il candidato ha anche partecipato a progetti di ricerca del MIUR dello IULM e del CeTIF. Ai fini dell attuale valutazione il candidato presenta 36 titoli come autore singolo o coautore con determinazione analitica del contributo. Si tratta di monografie, atti di convegni,articoli in lingua italiana e alcuni in inglese, spagnolo, rumeno con una prevalente focalizzazione sulle tecnologie dell informazione. Il taglio è spesso descrittivo. Il candidato ha dimostrato un costante interesse per i contatti con la comunità internazionale. Il candidato presenta trentasei titoli come autore singolo o coautore, con determinazione analitica del contributo. Si tratta di monografie, atti di convegni, articoli in lingua italiana e alcuni in inglese, spagnolo, rumeno, con una chiara e prevalente enfasi sulle tecnologie dell informazione e della comunicazione, in prevalenza riconducibili ai filoni della manualistica e della pubblicistica divulgativa. Il complesso dei titoli e delle pubblicazioni presentate non copre in misura ampia i campi disciplinari della declaratoria del raggruppamento disciplinare di riferimento per il quale è bandita la presente valutazione comparativa. Il candidato presenta per la valutazione 36 lavori prodotti nel periodo che va dal 1997 ad oggi. Pur dimostrando una buona continuità nell attività di ricerca, si tratta prevalentemente di relazioni a convegni, il più delle volte internazionali, come ad esempio la Multi-conference on Computer Science and IS, ad Amsterdam nel Seguono diversi libri in italiano, opere in genere di taglio divulgativo e realizzate in collaborazione con altri colleghi italiani, o sintesi personali della letteratura esistente come l opera del 2005 IT IS- Il ruolo delle tecnologie nella teoria e nella pratica dei sistemi informativi edito da Franco Angeli, Milano. Gli articoli sono prevalentemente pubblicati su riviste bancarie italiane ed hanno un orientamento applicativo di sostegno alla pratica manageriale nel campo dell utilizzo delle Information and Communication Technology. L impegno scientifico complessivo del candidato ha avuto uno sviluppo prevalentemente nazionale, una finalità di sistematizzazione di conoscenze esistenti e di loro applicazione alla soluzione di problemi aziendali. Molto ricca ed articolata è invece l esperienza didattica. Il candidato presenta per la valutazione un numero consistente di lavori prodotti nel periodo che va dal 1997 ad oggi, dimostrando una buona continuità nell attività di ricerca scientifica. Trattasi prevalentemente di relazioni a convegni, libri in italiano, opere in genere di taglio divulgativo. Gli articoli sono prevalentemente pubblicati su riviste italiane di settore (prevalentemente bancarie) rivolte ad un pubblico di manager, con un taglio applicativo, nel campo dell utilizzo delle Information and Communication Technology. Il candidato presenta un unica pubblicazione su rivista internazionale presentata con altri due autori nel Intensa è l esperienza didattica del candidato, che ha insegnato in corsi di diversi livelli da under-graduate a master. Il profilo scientifico del candidato, come risulta dai titoli e pubblicazioni presentate, appare quindi complessivamente debole. 6

7 Il candidato ha presentato per la valutazione 36 pubblicazioni nelle quali è risultato in alcune singolo autore ed in altre coautore. La ricerca scientifica si è sviluppata prevalentemente su tematiche inerenti le tecnologie dell informazione e della comunicazione. Le pubblicazioni presentate sono alcune di tipo monografico mentre i numerosi articoli in riviste in lingua italiana ma anche in inglese, spagnolo e rumeno non risultano riconducibili a riviste considerate di prestigio a livello internazionale. Il contenuto delle pubblicazioni e la ricerca scientifica svolta sono solo in parte riconducibili al raggruppamento disciplinare oggetto della presente valutazione. Buona l attività didattica svolta. Il candidato presenta per la valutazione 36 lavori prodotti nel periodo che va dal 1997 ad oggi. Pur dimostrando una buona continuità nell attività di ricerca, si tratta prevalentemente di relazioni a convegni, il più delle volte internazionali, come ad esempio la Multi-conference on Computer Science and IS, ad Amsterdam nel Seguono diversi libri in italiano, opere in genere di taglio divulgativo e realizzate in collaborazione con altri colleghi italiani, o sintesi personali della letteratura esistente come l opera del 2005 IT IS- Il ruolo delle tecnologie nella teoria e nella pratica dei sistemi informativi edito da Franco Angeli, Milano. Gli articoli sono prevalentemente pubblicati su riviste bancarie italiane ed hanno un orientamento applicativo di sostegno alla pratica manageriale nel campo dell utilizzo delle Information and Communication Technology, che è l area nella quale il candidato è specializzato. Nessuna delle pubblicazioni presentate è citata in modo significativo a livello internazionale né si riscontrano pubblicazioni su riviste riconosciute a livello internazionale per la loro autorevolezza scientifica. L unica pubblicazione su rivista internazionale presentata è l articolo scritto con altri due autori nel 1999, apparso su Logistics and Information Management. Il profilo scientifico del candidato appare quindi piuttosto debole, essendosi espresso prevalentemente in ambito nazionale e più con lavori di ricerca applicata che con contributi di ricerca scientifica con una buona e innovativa base teorica e un approfondito lavoro sul campo per la raccolta dati. Decisamente migliore e più ricca è l esperienza didattica del candidato, che ha insegnato in corsi di diversi livelli da under-graduate a master, e da segnalare è anche l impegno in attività di servizio come coordinatore sia di iniziative didattiche che di progetti di ricerca. Dott. Antonio CORDELLA Laureato in Italia, il candidato ha successivamente sviluppato all estero la propria formazione conseguendo nel 2004 un PhD presso l Università di Goteborg, in Svezia. Attualmente è Lecturer of Information Systems presso la London School of Economics. Il candidato presenta come singolo autore due pubblicazioni di ottimo livello internazionale su temi attinenti alla disciplina: e-government :towards the e-buocratic form apparso su Journal of Information Technology e Transaction Costs and information systems sempre sullo stesso journal. Altri lavori come coautore insieme a personalità di alto livello della comunita scientifica. Il candidato ha presentato comunicazioni a convegni peer reviewed che sono considerati di riferimento. Vi sono inoltre lavori in lingua italiana tra cui uno su Studi organizzativi. Il profilo scientifico del candidato è senza dubbio buono. Presenta ai fini della valutazione comparativa sette pubblicazioni, di cui tre come singolo autore, di cui due su Journal of Information Technology di alto valore scientifico in tema di relazione tra ICT e costi di transazione e di e-government, e una su Studi organizzativi. Le altre quattro pubblicazioni sono in collaborazione, e l attribuzione del contributo individuale non è formalmente indicata e chiaramente riconoscibile. 7

8 Il candidato dimostra uno specifico approfondimento del campo disciplinare dei sistemi informativi (Social Studies of Information Systems, Information Infrastructure, E-Government ed E-Commerce), oltre che una significativa esperienza di respiro internazionale. Il complesso dei titoli e delle pubblicazioni presentate non copre in misura ampia i campi disciplinari della declaratoria del raggruppamento disciplinare di riferimento per il quale è bandita la presente valutazione comparativa. Le pubblicazioni più importanti del candidato sono internazionali. In particolare se ne segnalano due entrambe apparse sul Journal of Information Technology (rivista di prestigio nello specifico ambito disciplinare). La prima del 2006 intitolata Transaction cost and information system: does IT add up? sviluppa teoricamente l impatto dell innovazione tecnologica sul livello dei costi di transazione. La seconda del 2007 intitolata E-Government: towards the e-bureaucratic form? tratta di un tema al quale l autore ha dedicato altri contributi importanti in capitoli di libri internazionali, un articolo apparso su Electronic Journal of E-Government e qualche articolo in italiano, ovvero quello dell apporto delle tecnologie alla modernizzazione delle forme di governo pubblico. E da apprezzare il fatto che i due articoli in questione siano stati scritti dal solo candidato che dimostra la capacità di misurarsi con i complessi meccanismi di review propri delle riviste internazionali. Il profilo scientifico maturato sino a qui dal candidato è apprezzabile soprattutto per la capacità di contribuire al dibattito scientifico internazionale. Più circoscritta è invece l esperienza didattica. Le pubblicazioni più importanti del candidato sono apparse sul Journal of Information Technology (rivista di prestigio nello specifico ambito disciplinare), e sono scritte individualmente, il che dimostra la capacità del candidato di misurarsi in autonomia con i complessi meccanismi di review internazionali. Il candidato appare complessivamente più rivolto all approfondimento teorico che alla ricerca sul campo, con un unico lavoro empirico pubblicato su Scandinavian Journal of Information Systems. Il profilo scientifico del candidato è complessivamente buono, caratterizzandosi soprattutto per una frequente partecipazione a conferenze internazionali. Si evidenzia nel curriculum la capacità di ottenimento di fondi per progetti di ricerca a livello europeo. L attività didattica, svolta anche in qualità di visiting professor presso Università di ottimo livello, non pare tuttavia particolarmente intensa. Il candidato, pur non presentando numerose pubblicazioni di rilievo scientifico, è però autore in particolare di due articoli pubblicati, come unico autore, su riviste internazionali considerate di prestigio. Dalle pubblicazioni emergono le buone capacità di analisi teorica del candidato e il relativo minore interesse alla verifica empirica. Buona partecipazione a convegni e conferenze di carattere internazionale, scarsa l attività didattica. Le pubblicazioni più importanti del candidato sono internazionali. In particolare se ne segnalano due entrambe apparse sul Journal of Information Technology (rivista di prestigio nello specifico ambito disciplinare). La prima del 2006 intitolata Transaction cost and information system: does IT add up? sviluppa teoricamente l impatto dell innovazione tecnologica sul livello dei costi di transazione. La seconda del 2007 intitolata E-Government: towards the e-bureaucratic form? tratta di un tema al quale l autore ha dedicato altri contributi importanti in capitoli di libri internazionali, un articolo apparso su Electronic Journal of E-Government e qualche articolo in italiano, ovvero quello dell apporto delle tecnologie alla modernizzazione delle forme di governo pubblico. E da apprezzare il fatto che i due articoli in questione siano stati scritti dal solo candidato che dimostra la capacità di misurarsi con i complessi meccanismi di review propri delle riviste internazionali. Sulla base di quanto proposto per la valutazione, il candidato sembra più portato alla speculazione teorica che alla ricerca empirica orientata al test di ipotesi. L unico lavoro di ricerca sul campo sembra essere lo studio di caso pubblicato dallo Scandinavian Journal of 8

9 Information Systems. Il profilo scientifico del candidato è quindi buono anche se il numero di pubblicazioni di assoluto rilievo è limitato al paio di lavori importanti già citati. Si nota nel curriculum l ottenimento di fondi per progetti di ricerca in particolare relativi all applicazione delle tecnologia alle attività di tipo giudiziario. Il candidato inoltre ha partecipato a numerose conferenze internazionali ed è stato invitato come visiting professor presso Università di buon livello. L attività didattica non pare particolarmente intensa ed articolata, soprattutto se confrontata con l impegno standard nel nostro sistema nazionale. I due corsi di cui è attualmente responsabile sono dedicati rispettivamente all e-business e all e-government. Dott.ssa Maria Chiara DI GUARDO Ricercatore confermato presso la Facoltà di Economia dell Università di Cagliari. Presso l Università di Catania aveva conseguito nel 2002 il titolo di Dottore di ricerca in Economia aziendale. Come candidata al dottorato è stata dal settembre 2001 al luglio 2002 allo IESE di Barcellona. Oltre alla monografia sulle strategie di innovazione tecnologica la candidata presenta una serie di lavori prodotti insieme ad altri studiosi, alcuni di prestigio dove l attribuzione delle varie parti è chiaramente indicata. La gamma dei temi trattati è vasta: innovazione tecnologica,strategie competitive,valutazione di progetti R&D, strategia sociale e competitiva dell impresa, distretti industriali. Dimostra di conoscere le fonti scientifiche dei temi che tratta e le metodologie di ricerca e di essere dotata di un buon potenziale. La candidata presenta venticinque pubblicazioni, tra cui una monografia sulle strategie di innovazione tecnologica ed una serie di lavori in collaborazione con altri studiosi, dove l attribuzione delle varie parti e dei singoli contributi è chiaramente indicata. La gamma dei temi trattati è riconoscibile:prevalenti sono quelli dell innovazione tecnologica, della open innovation, dell innovazione e strategie competitive, delle alleanze strategiche, della valutazione di progetti di Ricerca & Sviluppo, della strategia e politica sociale dell impresa, e dei distretti industriali. L insieme della produzione scientifica testimonia conoscenza propria delle fonti e chiara padronanza delle metodologie della ricerca. Il complesso dei titoli e delle pubblicazioni presenta una relativa congruenza con le specifiche discipline ricomprese nel settore SCES P/10 Organizzazione aziendale, ancora passibile di estensione e rafforzamento. La candidata presenta per la valutazione della propria produzione scientifica 25 pubblicazioni, alcune delle quali internazionali. Tra queste si segnalano in particolare quelle frutto della collaborazione con il professor Cassiman di IESE: l articolo del 2008 Organizing R&D project to profit from innovation insights from co-opetition (coautore anche G. Valentini) e il capitolo Organizing innovation in competitive strategy research apparso in un handbook a cura di un collega italiano. Il tema sviluppato con continuità nella ricerca scientifica condotta dalla candidata è quello dell innovazione in particolare nel contesto dei distretti di imprese. Questo tema ha dato luogo anche a diverse comunicazioni a convegni, anche internazionali. La candidata ha anche pubblicato come singolo autore un libro in italiano nel 2006 per i tipi di Franco Angeli ancora sulle strategie di innovazione tecnologica. In generale il profilo scientifico della candidata appare buono anche se focalizzato su temi di organizzazione industriale che hanno spazio limitato nell ambito disciplinare di riferimento per questa procedura di valutazione. Intensa e significativa è l esperienza didattica riportata nel curriculum. L attività didattica e di ricerca della candida è intensa e continua, sul piano temporale. Gli ambiti su cui la candidata ha svolto le sue ricerca sono riferibili al campo dell organizzazione delle attività di 9

10 ricerca e sviluppo e di innovazione, da un lato, e alle attività di innovazione nel settore della microelettronica, dall altro. La collocazione editoriale dei lavori è variegata, con una presenza di articoli di buon livello scientifico, pubblicati su riviste nazionali e internazionali referate. Oltre alla monografia sulle strategie di innovazione tecnologica la candidata presenta una serie di lavori prodotti insieme ad altri studiosi dove l attribuzione delle varie parti è chiaramente indicata. Il giudizio complessivo sui titoli e le pubblicazioni presentati per la valutazione è positivo. La candidata presenta 9 articoli su riviste di carattere internazionale e due working papers, 2 monografie in cui è coautrice e 6 capitoli in pubblicazioni curate da altri studiosi e 3 articoli su riviste italiane. La candidata oltre alle numerose pubblicazioni come coautrice presenta anche una propria monografia nella quale indirizza la sua attività di ricerca su tematiche inerenti le strategie di innovazione tecnologica. Nell ambito dei numerosi temi trattati emergono in particolare gli approfondimenti su campi di ricerca attinenti l innovazione tecnologica, l innovazione strategica e competitiva, le alleanze strategiche e i distretti industriali. I temi vengono trattati con corretta metodologia di ricerca ma ancora passibili di ulteriori approfondimenti. Buona l attività didattica svolta. La candidata presenta per la valutazione della propria produzione scientifica 25 pubblicazioni, alcune delle quali internazionali. Tra queste si segnalano in particolare quelle frutto della collaborazione con il professor Cassiman di IESE: l articolo del 2008 Organizing R&D project to profit from innovation insights from co-opetition (coautore anche G. Valentini) e il capitolo Organizing innovation in competitive strategy research apparso in un handbook a cura di un collega italiano. Il tema sviluppato con continuità nella ricerca scientifica condotta dalla candidata è quello dell innovazione in particolare nel contesto dei distretti di imprese. Questo tema ha dato luogo anche a diverse comunicazioni a convegni, anche internazionali e ad alcuni libri in italiano. La candidata dimostra di avere una buona attitudine alla collaborazione con altri ricercatori e una buona padronanza della metodologia di ricerca. I temi sui quali si è maggiormente impegnata non sono strettamente caratteristici della disciplina dell organizzazione aziendale, essendo più coerenti con una impostazione macro di organizzazione industriale e di analisi dei distretti economici. La candidata ha maturato sin qui un buon profilo scientifico che necessita di ulteriore approfondimento maggiormente coerente con la specificità della disciplina organizzativa. L esperienza didattica è significativa per varietà e livelli ai quali è stata cumulata nel tempo. Dott. Guglielmo FALDETTA E ricercatore universitario dal 2008 presso la Facoltà di Economia dell Università Kore di Enna presso la quale è anche professore a contratto di Organizzazione delle Aziende e dei Servizi. E titolare di un Dottorato di Ricerca in Economia Aziendale ottenuto nel 2004 presso l Università degli Studi di Catania. Docente fino dal 2004 di economia aziendale e in seguito di economia e gestione delle imprese, dal 2007 assume una docenza a contratto di Organizzazione aziendale. Il candidato ai fini della valutazione presenta 14 pubblicazioni di cui una in inglese sul Journal of Business Ethics. Pur lasciando intravvedere un elevato potenziale nel campo della ricerca scientifica, la copertura delle tematiche della declaratoria del raggruppamento non è ancora sufficientemente estesa. Il candidato ai fini della valutazione presenta quattordici pubblicazioni di cui una in inglese sul Journal of Business Ethics in tema di Open Source Model. I fondamenti del programma di ricerca scientifica del candidato sono solidi e passibili di potenziali sviluppi, anche se una soddisfacente copertura delle tematiche della declaratoria del raggruppamento di Organizzazione aziendale non risulta ancora completamente raggiunta. 10

11 Il candidato allega per la valutazione quattordici pubblicazioni quasi tutte in lingua italiana. Comprendono un volume di divulgazione scientifica, Introduzione allo studio dell azienda come rete di relazioni interpersonali, pubblicato da Giuffrè nel 2005, e un altro con Sorci I gruppi come strumenti di governo delle aziende (Giuffrè 2008). Ha anche pubblicato il risultato delle sue ricerche sulla Rivista Italiana di Ragioneria e di Economia Aziendale come per esempio: Il piano di zona come strumento per incrementare la qualità relazionale nei servizi sociali nel Il suo unico contributo in una rivista di lingua inglese è rappresentato dal The content of freedom in resources: the open source model, in Journal of Business Ethics, nel Il candidato ha avuto una discreta attività di partecipazione a congressi nazionali e internazionali nel campo dell etica, dell ITC e dello studio dell imprenditorialità. E stato altresì l organizzatore o co-organizzatore di convegni. L esperienza scientifica del candidato è buona anche se prevale un approccio descrittivo ai problemi e non si rilevano progetti che abbiano comportato la raccolta di dati e il test di ipotesi originali. Buona l esperienza didattica. Il candidato presenta per la valutazione quattordici pubblicazioni quasi tutte in lingua italiana, che comprendono alcuni lavori monografici sul tema dei gruppi d impresa e delle reti di relazioni interpersonali. Intensa è inoltre l attività di partecipazione a congressi nazionali e internazionali nel campo dell etica, l ITC e l entrepreneurship. E stato anche organizzatore e co-organizzatore di convegni di livello nazionale. Il suo unico contributo in una rivista di livello accademico internazionale è apparso su Journal of Business Ethics, nel L attività didattica riferita al settore disciplinare di Organizzazione Aziendale è limitata al solo biennio immediatamente precedente all avvio della procedura di valutazione. Nel complesso, il candidato dimostra per le pubblicazioni presentate - un buon potenziale di ricerca, che potrà essere ulteriormente arricchito in futuro. Il candidato presenta una serie di pubblicazioni tra cui emerge in particolare un articolo pubblicato sul Journal of Business Ethics inerente il tema dello Open Source Model. Nel complesso si ritiene che il candidato, pur mostrando una discreta propensione all attività di ricerca abbia bisogno di un ulteriore percorso di maturazione e approfondimento. Il candidato allega per la valutazione quattordici pubblicazioni quasi tutte in lingua italiana, comprendono un volume di divulgazione scientifica, Introduzione allo studio dell azienda come rete di relazioni interpersonali, pubblicato da Giuffrè nel 2005, e un altro con Sorci I gruppi come strumenti di governo delle aziende (Giuffrè 2008). Ha anche pubblicato il risultato delle sue ricerche sulla Rivista Italiana di Ragioneria e di Economia Aziendale come per esempio: Il piano di zona come strumento per incrementare la qualità relazionale nei servizi sociali nel Il suo unico contributo in una rivista di lingua inglese è rappresentato dal The content of freedom in resources: the open source model, in Journal of Business Ethics, nel Il candidato ha avuto una discreta attività di partecipazione a congressi nazionali e internazionali nel campo dell etica, l ITC e l entrepreneurship. E stato altresì l organizzatore di convegni come per esempio Il dono, le sue ambivalenze, e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare, Università Milano Bicocca, La produzione scientifica è apprezzabile anche se prevalentemente sviluppata in ambito nazionale. Un numero limitato poi di lavori, e non necessariamente i più significativi, è del tutto coerente con l ambito disciplinare specifico di questa procedura di valutazione. Lo stesso limite si rileva con riguardo alla esperienza didattica, che è ampia ma solo recentemente indirizzata verso corsi di organizzazione. 11

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale.

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale. PROCEDUM VALUTATIVA DI CHIAMATA RISERVATA PER I.A COPERTUM DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO AI SENSI DELL',ART. 24 CO. 6 DEL -A LEGGE N.240l2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/G1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

\ L v. VERBALE N. l (SedutaPreliminare)

\ L v. VERBALE N. l (SedutaPreliminare) ' PROCEDURA PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE ALLE FUNZION DI PROFESSORE UNIVERSITARIO DI PRIMA E SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE10/G1GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA INDETTA

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

L internazionalizzazione della comunità scientifica degli aziendalisti senza rinunciare alle proprie radici 1

L internazionalizzazione della comunità scientifica degli aziendalisti senza rinunciare alle proprie radici 1 L internazionalizzazione della comunità scientifica degli aziendalisti senza rinunciare alle proprie radici 1 Al contrario di quanto spesso si ritenga, il vento dell internazionalizzazione è iniziato presto

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

La valutazione dei corsi di dottorato

La valutazione dei corsi di dottorato La valutazione dei corsi di dottorato Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Dicembre 2014 1 Premessa Questo documento illustra i criteri e gli indicatori che l ANVUR intende utilizzare

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli