Guida pratica per la famiglia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida pratica per la famiglia"

Transcript

1 Desensibilizzazione Sublinguale Guida pratica per la famiglia Colpire l allergia all origine

2

3 Sommario CHE COS'È L'ALLERGIA? COSA SONO GLI ALLERGENI E COME EVITARLI? COME TRATTARE LE ALLERGIE RESPIRATORIE? PERCHÉ RICORRERE A UNA DESENSIBILIZZAZIONE E COME AGISCE? COME ESEGUIRE UNA DESENSIBILIZZAZIONE SUBLINGUALE? QUAL È LA DURATA DI UNA DESENSIBILIZZAZIONE? QUANDO COMINCIARE UNA DESENSIBILIZZAZIONE? COME SAPERE SE LA DESENSIBILIZZAZIONE È EFFICACE? QUALI SONO GLI EFFETTI INDESIDERATI DELLA DESENSIBILIZZAZIONE? SI PUÒ INTERROMPERE TEMPORANEAMENTE UNA DESENSIBILIZZAZIONE? CHE FARE IN CASO DI DIMENTICANZA DEL TRATTAMENTO? IL VOSTRO TRATTAMENTO IN PRATICA LESSICO DELL ALLERGIA 1

4 Cos è l allergia? L'allergia è una reazione immunitaria specifica verso sostanze, presenti nell ambiente naturale, quali acari, pollini o peli di animali, innocue per i soggetti normali. In pratica l'organismo produce anticorpi di tipo IgE che riconoscono la sostanza alla quale l'organismo stesso è sensibile scatenando un'infiammazione quando avviene il contatto. Questa infiammazione può prodursi a livello di: - occhi, con una congiuntivite e una sensazione di pizzicore, arrossamento e una lacrimazione - naso, con una rinite che può manifestarsi con prurito al naso, starnuti, naso che cola e una sensazione di ostruzione - gola, con prurito alla laringe e tosse - bronchi, colpi di tosse e crisi d'asma - pelle, con la possibile comparsa di prurito, eczema e dermatiti di vario tipo. Alcuni di questi sintomi possono anche manifestarsi contemporaneamente nella stessa persona. La rinite e l asma sono spesso associati. Più del 75% degli asmatici soffrono anche di una rinite allergica. La rinite può evolvere in asma soprattutto nel bambino. Tra il 10 e il 20% dei bambini che soffrono di rinite allergica diventano asmatici. 2

5 Cosa sono gli allergeni e come evitarli? Gli allergeni responsabili della rinite o dell'asma sono di due tipi: Gli allergeni stagionali che compaiono in funzione delle stagioni e del clima: si tratta dei pollini e di certe muffe. L ALLERGIA I pollini sono impossibili da eliminare dall'ambiente. Nel corso dei periodi di pollinazione viene raccomandato di chiudere le finestre e di evitare di passeggiare in aperta campagna con un tempo soleggiato. Quando si viaggia in automobile, i finestrini vanno tenuti chiusi. Gli allergeni perenni che sono presenti permanentemente soprattutto in casa: - Gli acari, responsabili in genere di forme di rinite allergica persistent e. Per ridurre il numero di acari viene raccomandato di coprire il materasso con una fodera speciale antiacari. - Gli animali domestici, e in particolare gatti e cani, che possono ugualmente essere all'origine di reazioni allergiche importanti. I peli di animali sono difficili da eliminare, e quindi è preferibile evitare di tenere l'animale in casa. 3

6 Come trattare le allergie respiratorie? L'eliminazione degli allergeni non sempre è efficace, spesso è anzi impossibile come nel caso dei pollini. L'allergia respiratoria deve essere trattata con farmaci finalizzati al controllo dei sintomi. I farmaci sono essenzialmente gli antistaminici, i corticosteroidi per via nasale o bronchiale, i colliri antiallergici, i broncodilatatori, gli antileucotrieni. Questi farmaci sono efficaci perché riducono significativamente i sintomi, ma devono essere presi permanentemente finché il disturbo persiste, in quanto i sintomi ricompaiono all'interruzione del trattamento. Questi farmaci sono dunque necessari e non devono essere interrotti senza il parere del vostro medico. 4

7 In associazione con i farmaci antiallergici che trattano i sintomi dell'allergia, il vostro specialista vi ha prescritto una desensibilizzazione o immunoterapia specifica che agisce sulle cause della vostra allergia. Il trattamento mediante desensibilizzazione consiste nella somministrazione di estratti allergenici ai quali voi siete sensibili e che sono stati messi in evidenza mediante l anamnesi, i test cutanei ed eventualmente i test in vitro richiesti dal vostro medico e praticati su un campione del vostro sangue. Perché eseguire una desensibilizzazione e come agisce? L'obiettivo della desensibilizzazione è di abituare progressivamente il vostro organismo alla presenza dell'allergene che vi provoca disturbi. In questo modo, la desensibilizzazione permetterà: - di diminuire i sintomi dell'allergia e di migliorare il vostro stato di salute - di diminuire l'assunzione di farmaci antiallergici sintomatici, quali antistaminici corticosteroidi, broncodilalatatori, ecc. - di evitare l'aggravamento della vostra allergia - di evitare la comparsa di nuove allergie. Esistono due modalità di somministrazione, una per via sublinguale e una per via iniettiva. L ALLERGIA 5

8 Come eseguire una desensibilizzazione sublinguale? Il trattamento si presenta sotto forma di una soluzione contenuta in un flacone munito di pompa dosatrice. La dose viene somministrata premendo sulla pompa e viene mantenuta sotto la lingua per 2 minuti prima di deglutire. Nel caso di un bambino sarà il genitore a provvedere alla somministrazione della dose. Il trattamento viene assunto preferibilmente il mattino a digiuno. Le dosi prescritte dal vostro medico sono adattate alla vostra sensibilità allergica e lui solo potrà modificarle in caso di bisogno. 6

9 Quel è la durata di una desensibilizzazione? La desensibilizzazione comporta due fasi: La fase iniziale, con una durata da 3 giorni, se si parte dal flacone viola a 300 IR, a 10 giorni, se si parte dal flacone blu a 10 IR. La fase di mantenimento, che segue la fase iniziale, che dura tra 3 a 5 anni. LA DESENSIBILIZZAZIONE Perché questa fase dura da 3 a 5 anni? Lo scopo del trattamento di desensibilizzazione è di curare la causa della vostra allergia e di modificare in modo durevole il vostro stato allergico affinché i sintomi non ricompaiano dopo l'interruzione del trattamento. Per ottenere questo effetto a lungo termine è necessario che il trattamento di desensibilizzazione duri almeno 3 anni. In caso di interruzione, è tassativo riprendere il trattamento al fine di non perderne i benefici. 7

10 Quando cominciare una desensibilizzazione? A partire dall'età di 4 anni e solitamente prima dei 60 anni. Nel caso di allergia ai pollini, il trattamento di desensibilizzazione inizia prima dell'arrivo dei pollini in causa e viene proseguito durante la stagione pollinica: Per esempio In caso di allergia al polline di betulla il trattamento viene iniziato preferibilmente a novembre-gennaio. Il trattamento può essere in seguito interrotto alla fine della stagione e ripreso l'anno seguente ricominciando dalla fase iniziale. Nel caso di allergie agli acari, al gatto o alle muffe, il trattamento di desensibilizzazione può essere iniziato in qualsiasi periodo dell'anno e continuato per almeno 8-10 mesi, ricordandosi di non sospenderlo nei periodi di massima presenza dell allergene. Un trattamento di desensibilizzazione non potrà essere iniziato se soffrite di malattie del sistema immunitario, quali malattie auto-immuni e deficit immunitari oppure in caso di gravidanza. Per contro, secondo le linee guida, può essere proseguito se la gravidanza ha luogo durante il corso della desensibilizzazione. Per ragioni pratiche, si eviterà di iniziare il trattamento appena prima della partenza per le vacanze. 8

11 Come sapere se la desensibilizzazione è efficace? Occorrono circa 12 mesi di trattamento per valutare l'efficacia della desensibilizzazione perenne. Nel caso di allergie ai pollini, bisogna attendere il 2 anno di trattamento per giudicarne l'efficacia. Il trattamento viene giudicato efficace quando: - i sintomi dell'allergia diminuiscono o addirittura scompaiono - consumo di farmaci antiallergici diminuisce progressivamente nel corso della desensibilizzazione. LA DESENSIBILIZZAZIONE 9

12 La desensibilizzazione sublinguale è generalmente ben tollerata ma può, come tutti i trattamenti medici, essere accompagnata da effetti indesiderati. Gli effetti indesiderati riscontrati più frequentemente sono prurito o una sensazione di bruciore a livello delle labbra o della bocca, talvolta accompagnati da un leggero rigonfiamento sotto la lingua. Talora possono comparire dolori addominali con o senza diarrea. Infine si possono verificare, più raramente, sintomi caratteristici dell'allergia (starnuti, tosse, lacrimazione, asma). Quali sono gli effetti indesiderati della desensibilizzazione sublinguale? Occorre sapere che gli effetti indesiderati sono di intensità moderata e scompaiono spesso spontaneamente e raramente comportano l interruzione del trattamento. Che fare nei casi di reazioni a livello della bocca, o di dolori gastroenterici, o di comparsa dei sintomi dell'allergia? Se questa reazione è leggera: Riprendere il trattamento il giorno successivo riducendo la dose secondo le indicazioni fornite dal vostro medico. Se questa reazione è importante: In questo caso sospendere momentaneamente il trattamento e chiamare il vostro medico prescrittore per chiedere consiglio. 10

13 Si può interrompere temporaneamente una desensibilizzazione? Alcune situazioni possono interferire con il proseguimento del trattamento e portare il vostro medico a interrompere temporaneamente il trattamento in corso. È in particolare il caso di: vaccinazione o richiami di vaccinazione infezione con febbre superiore a 38 C forme infettive intercorrenti con interessamento gastrointestinale ferite alla bocca per varie cause, quali estrazione di denti, cure dentarie, ecc. crisi d'asma o esacerbazione della malattia. GLI EFFETTI In tutti i casi bisogna informare il vostro specialista o il vostro medico. Occorre ricordare che gli altri trattamenti dell'allergia non devono essere interrotti senza l'accordo del medico. 11

14 Che fare in caso di dimenticanza di assunzione del trattamento? In caso di dimenticanza di assunzione del trattamento, continuate il giorno successivo come d'abitudine. Se avete dimenticato di seguire il trattamento per meno di una settimana, potete riprenderlo senza alcun cambiamento. Al di là di una settimana di interruzione, chiamate il vostro specialista o il vostro medico per chiedere consiglio. Il vostro trattamento in pratica Conservazione I flaconi non devono essere congelati, ma conservati in frigorifero ad una temperatura compresa tra i +2ºC e i +8ºC e mantenuti nella loro scatola in posizione verticale. In caso di spostamenti: - mantenere preferibilmente i flaconi nella scatola in posizione verticale - in caso di viaggio aereo, conservare i flaconi in cabina e non nella stiva, in quanto sussiste il rischio di perdita del prodotto per effetto della depressurizzazione. 12

15 EVIDENZE DI STABILITÀ DEL PRODOTTO Sulla base della stabilità del prodotto in studi condotti a temperatura ambiente, STALORAL può essere conservato a temperatura ambiente (non superiore ai 25 C) per un periodo fino a tre mesi. Durata di conservazione: - la data di scadenza è indicata sulla scatola e sul flacone - dopo l apertura del flacone, fate affidamento sulle informazioni contenute nel foglietto illustrativo. Utilizzo del trattamento Qualunque sia il prodotto che vi è stato prescritto fate affidamento sulle avvertenze che illustrano le tappe da seguire per utilizzare correttamente l erogatore. EFFETTI Come continuare il trattamento? rispettare le dosi prescritte rispettare le indicazioni date dal medico assicurarsi di avere sempre quantità sufficienti per rispettare la terapia avvertire il medico quando ci si avvicina alla fine del flacone. Rinnovo Il trattamento va seguito sotto prescrizione medica. E solo il vostro dottore è abilitato a rinnovare o no la prescrizione. 13 GLI

16 Lessico dell allergia Acaro: Allergene: Allergia: Allergologo: Anamnesi: Anticorpi: Antigene: organismo facente parte del gruppo degli artropodi che comprende anche gli insetti, i ragni e i crostacei. Numerosi acari sono parassiti dell uomo, portatori di varie malattie (è il caso delle zecche). Una moltitudine di altri acari, microscopici, vivono nei nostri appartamenti, nelle moquettes e nei letti. Sono responsabili di diverse allergie. sostanza che causa una reazione allergica. I pollini, le spore delle muffe, gli acari, gli epiteli animali e i veleni di imenotteri, rappresentano le allergie più comuni, costituite da un mosaico di allergeni. reazione immunitaria diretta contro una sostanza riconosciuta come estranea, cioè un antigene, che viene chiamato in questo caso allergene. Esistono numerose manifestazioni dell allergia dal raffreddore da fieno fino all asma. specialista dell allergia, della diagnostica e trattamento. È un dottore che ha acquisito una competenza nel campo ed è il solo che può stabilire una diagnosi precisa dell allergia e prescrivere una desensibilizzazione. insieme di informazioni che fornisce il malato (o i parenti) al medico sulla storia della sua malattia. sostanza secreta dall organismo in risposta al riconoscimento di una molecola estranea (antigene = un allergene nel caso di un allergia). Nel caso dell allergia gli anticorpi prodotti sono le immunoglobuline E (Ig E). sostanza riconosciuta come estranea all organismo tramite un elemento del suo sistema di difesa. La risposta immunitaria può essere umorale, con produzione di anticorpi, o cellulare, cioè basata sull attivazione di linfociti. 14

17 Antistaminico: farmaco che agisce contro l istamina, riducendo la reazione allergica. Asma bronchiale: Atopia: Broncodilatatore: Shock anafilattico: Congiuntivite: malattia infiammatoria cronica dei bronchi caratterizzata da episodi di difficoltà respiratoria (dispnea) più marcata nell espirazione accompagnata da una sorta di fischio e tosse spesso notturna. predisposizione ereditaria alle malattie allergiche. Si può trattare di una rinite allergica, un asma allergico, un eczema atopico di un allergia alimentare. farmaco utilizzato nel trattamento dell asma per dilatare i bronchi. reazione allergica generale potenzialmente grave caratterizzata da problemi cardio-respiratori e che necessita quindi di un trattamento di urgenza (iniezione di adrenalina). infiammazione della congiuntiva dell occhio (occhio rosso). LESSICO Corticoide: ormone prodotto normalmente dalle ghiandole surrenali con elevato potere anti-infiammatorio. Il cortisone è un esempio di corticoide. Dermatite: termine che indica un infiammazione della pelle. Desensibilizzazione specifica: metodo di cura delle allergie che consiste nel somministrare per via iniettiva o sublinguale dosi crescenti di allergene affinchè l organismo non reagisca più al loro contatto. È il solo trattamento insieme all allontanamento dell allergene che può permettere una guarigione. 15

18 Lessico dell allergia Dispnea: difficoltà respiratoria con aumento della frequenza e dell ampiezza dei movimenti respiratori, accompagnata da sensazione di oppressione toracica e angoscia. Eczema: infiammazione della pelle che provoca rossore, prurito e desquamazioni. Bonifica: Estratti allergenici: Istamina: Imenotteri: eliminazione dell allergene tramite misure di prevenzione (ad es. coprimaterasso e federe). prodotti preparati a partire da allergeni naturali e utilizzati per la diagnosi (test cutanei) e il trattamento delle malattie allergiche (desensibilizzazione). La qualità di questi estratti grazie alla standardizzazione ha raggiunto altimissimi livelli. molecola del nostro organismo liberata da cellule chiamate mastociti durante una reazione allergica (quando l allergene interagisce con un anticorpo presente su queste cellule). famiglie di insetti caratterizzati da 2 paia di ali motrici (ape, vespa, calabrone ecc.). Iper-attività reazione eccessiva dei bronchi alle aggressioni non specifiche, in particolare bronchiale: nell asmatico. Iposensibilizzazione: vedi desensibilizzazione. Immunità: capacità di difesa dell organismo di fronte ad un fattore esterno. Immunoglobuline: famiglia di proteine che costituiscono gli anticorpi. Ne esistono diverse classi; quella delle immunoglobuline E o IgE è coinvolta nelle allergie. 16

19 Infiammazione: reazione caratterizzata da un aumento della temperatura locale, un dolore e un afflusso di globuli bianchi di provenienza sanguigna. L infiammazione allergenica ha un ruolo importante nell asma, la rinite e l eczema. Interleuchine: Leucotriene: Linfociti: proteina che assicura la comunicazione tra i globuli bianchi. Ne esistono tantissime implicate nei fenomeni infiammatori. L interleuchina 4 sembra avere effetto sull asma. Alcune interleuchine sono anche utilizzate come farmaci. mediatore prodotto dalle cellule del sistema immunitario in caso di reazioni di ipersensibilità. Ha la capacità di far contrarre la muscolatura bronchiale. categorie di globuli bianchi che intervengono nelle reazioni immunitarie. I linfociti B (o cellule B) producono gli anticorpi. I linfociti T (o cellule T) hanno funzioni diverse; una categoria collabora con le cellule B producendo gli anticorpi, un altro uccide gli invasori. LESSICO Mastociti: Edema: Pneumoallergene o aeroallergene: Pollini: cellule presenti nel sangue e nei tessuti, che presentano granuli contenenti diversi mediatori chimici (in particolare l istamina). Durante i fenomeni allergici, avviene una degranulazione di questi mastociti con liberazione dei mediatori presenti. accumulo anormale di acqua in un tessuto. L edema di Quincke è un edema gigante a livello del viso e del collo corrispondente ad una reazione allergica molto grave (anafilattica). allergene inalabile tramite le vie respiratorie. sostanze prodotte dalle piante a scopo riproduttivo. I pollini disseminati nell aria tramite il vento, al momento delle pollinazioni, sono altamente allergizzanti. 17

20 Lessico dell allergia Pollinosi: Test cutanei: Provocazione: insieme delle manifestazioni allergiche (riniti, congiuntiviti, più raramente asma) dovute all allergia ai pollini. Per esempio raffreddore da fieno. test praticati dall allergologo che permettono di mettere in evidenza il o gli allergeni responsabili di una manifestazione allergica. il test di provocazione mira a riprodurre, sotto controllo medico, i sintomi della reazione allergica per valutare con precisione il ruolo dell allergene responsabile dello scatenamento dei sintomi. Prurito: Sintomo frequente di una manifestazione allergica. Rinite: Sensibilizzazione: Sinusite: Sistema immunitario: infiammazione della mucosa nasale che si traduce talvolta in starnuti, pruriti, ostruzione e naso che cola. Può essere di origine allergica. Se si presenta solo durante determinate stagioni si parla di rinite stagionale; se è presente tutto l anno si parla di rinite perenne. quando un allergene entra in contatto per la prima volta con l organismo. È la prima tappa di una reazione allergica. infiammazione dei seni nasali (cavità ossee del viso). La sinusite può essere la conseguenza di una rinite allergica. l organismo dispone di un sistema che gli permette di difendersi dalle aggressioni esterne. Test (cutaneo, sono i test che devono essere effettuati per poter individuare l allergene in di provocazione): causa e poter curare efficacemente l allergia. È lo specialista che esegue questi test. Orticaria: affezione cutanea caratterizzata da pomfi (rigonfiamenti cutanei) accompagnata da prurito. 18

21 Note 19

22 Note

23

24 Viale Certosa, 191 (ang. Via Tibullo, 2) Milano Tel. : fax Gi&Gi Srl

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica La Desensibilizzazione o Immunoterapia Allergene specifica Le allergie interessano il 25% della popolazione italiana e raggiungeranno 1 persona su 2 entro il 2010 La ragione di questo aumento è in parte

Dettagli

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI LE ALLERGIE RESPIRATORIE Cosa sono e come si manifestano LA REAZIONE ALLERGICA Le allergie sono una reazione eccessiva

Dettagli

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 1 Mi informo... Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 2 Cos è l allergia? Definizione L allergia è una

Dettagli

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica.

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. A Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. Allergia - Ipersensibilità dell'organismo verso una sostanza di origine

Dettagli

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie Nelle ultime decadi la prevalenza delle malattie allergiche dell apparato respiratorio (asma bronchiale e rinite allergica) è progressivamente aumentata.

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

Conosco l allergia. Definizione. Spontanee da foraggio Mazzolina, fleolo, paleo odoroso, loglio, fienarola

Conosco l allergia. Definizione. Spontanee da foraggio Mazzolina, fleolo, paleo odoroso, loglio, fienarola Mi informo... Conosco l allergia Definizione Le graminacee costituiscono una grande famiglia botanica che riunisce all incirca 12.000 specie di piante. Esistono numerose varietà di graminacee spontanee

Dettagli

l Allergia agli Acari

l Allergia agli Acari l Allergia agli Acari SINTOMI DELL ALLERGIA AGLI ACARI I sintomi dell allergia agli acari sono soprattutto respiratori, durano tutto l anno ma possono intensificarsi durante due periodi chiave: il mese

Dettagli

01 - Il trattamento per le allergie: le cose da sapere

01 - Il trattamento per le allergie: le cose da sapere 01 - Il trattamento per le allergie: le cose da sapere Indice dei contenuti Che cos'è effettivamente un'allergia? Che cos'è effettivamente un'allergia?... 1 Perchè è assolutamente necessario ricorrere

Dettagli

L allergia L allergia è una reazione eccessiva del sistema immunitario verso una sostanza, detta allergene, che solitamente non dà alcun problema nella maggior parte della popolazione. L allergia può essere

Dettagli

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili.

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. MED Utile nella protezione delle mucose nasali in caso di congestioni rino-faringee. Think Green. Live Green. Cos è l allergia. L allergia è un disturbo del sistema

Dettagli

Allergia. Cosa sono e come si presentano. Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico

Allergia. Cosa sono e come si presentano. Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico Allergia Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico Cosa sono e come si presentano Le allergie sono una eccessiva reazione a sostanze che in

Dettagli

Un materasso può contenerne circa 2 milioni e in un grammo di polvere se ne possono trovare fino a 2.000.

Un materasso può contenerne circa 2 milioni e in un grammo di polvere se ne possono trovare fino a 2.000. Mi informo... Conosco l allergia Definizione Gli acari sono aracnidi (ragni) microscopici (da 200 a 600 μm) e possiedono 4 paia di zampe articolate. La femmina è più grossa del maschio ed esistono più

Dettagli

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006 Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri Dr. Grazia Manfredi 2006 A.R.I.A. Position Paper 2001 Allontanamento dell allergene indicato

Dettagli

ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE

ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE Informazioni e consigli per i pazienti allergici Your Partner in Anaphylaxis + Immunotherapy Cara paziente allergica, Caro paziente allergico, Gli acari della

Dettagli

Che cosa sono le allergie?

Che cosa sono le allergie? Che cosa sono le allergie? IL SISTEMA DI DIFESA DELL ORGANISMO Il corpo umano è dotato di un sofisticato sistema di difesa che si è evoluto per proteggere l organismo da una serie di minacce, tra cui i

Dettagli

diventare asma? Può una rinite Versione italiana Dallo starnuto al respiro sibilante?

diventare asma? Può una rinite Versione italiana Dallo starnuto al respiro sibilante? Può una rinite diventare asma? Versione italiana Dallo starnuto al respiro sibilante? Quello che i pazienti allergici dovrebbero sapere sul legame tra rinite allergica e asma Per una migliore gestione

Dettagli

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato PROGETTO ARIA ITALIA GESTIONE DELLA RINITE ALLERGICA E DEL SUO IMPATTO SULL ASMA ALLERGIC RHINITIS IMPACT ON AND ITS AST H MA TM Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato in collaborazione con

Dettagli

PELI DI ANIMALI E SQUAME DI ANIMALI

PELI DI ANIMALI E SQUAME DI ANIMALI PELI DI ANIMALI E SQUAME DI ANIMALI Informazioni e consigli per i pazienti allergici Your Partner in Anaphylaxis + Immunotherapy Cara paziente allergica, Caro paziente allergico, Soffrite di un allergia

Dettagli

Riconoscere i sintomi dell'allergia ai pollini

Riconoscere i sintomi dell'allergia ai pollini ALLERGIE STAGIONALI É arrivata la primavera, la natura si risveglia, i microscopici granuli, contenuti negli stami dei fiori, cominciano a svolazzare numerosissimi per l aria, è il ciclo della natura che

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Gli unici test rapidi a domicilio per allergie Test allergico generico (IgE) Test allergico alle uova Test intolleranza al glutine Test allergico

Dettagli

TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO ALL INTERNO!

TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO ALL INTERNO! PRIMAVERA tempo di allergie all interno Le cause I farmaci 3 5 TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO ALL INTERNO! sommario MARZO 2007 - N. 3 - Anno 2 Il Mensile d informazione per la salute ed il benessere Rinite

Dettagli

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dipartimento di Area Medica per Intensità di Cure Resp. Dott. Livio Simioni La primavera è la stagione della rinascita ma anche delle allergie ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dott. Pietro Tartaro

Dettagli

Meglio informati sul raffreddore

Meglio informati sul raffreddore Informazioni per i pazienti Meglio informati sul raffreddore Quelli con l arcobaleno Informazioni sul raffreddore Il naso sano La mucosa nasale sana produce muco 1, che trattiene le particelle di polvere

Dettagli

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Le muffe fanno parte, insieme ai lieviti e ai funghi a cappello sia mangerecci sia velenosi, di un vastissimo quanto eterogeneo gruppo di organismi,

Dettagli

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo 1 Categorie di reazioni ai cibi reazioni immunologiche mediate da anticorpi IgE

Dettagli

Le allergie respiratorie. Cosa sono, quali sono i sintomi e come possiamo curarle. Collana piùinforma

Le allergie respiratorie. Cosa sono, quali sono i sintomi e come possiamo curarle. Collana piùinforma Le allergie respiratorie. Cosa sono, quali sono i sintomi e come possiamo curarle. Collana piùinforma Prof. GIORGIO CIPRANDI Medico Chirurgo Nato a Milano il 24/10/1957. Laurea in Medicina e Chirurgia

Dettagli

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir FOGLIO ILLUSTRATIVO PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. M.A.T.A. PFS Sospensione iniettabile

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. M.A.T.A. PFS Sospensione iniettabile FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE M.A.T.A. PFS Sospensione iniettabile Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale. Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno

Dettagli

LA SALUTE DEL BAMBINO E L AMBIENTE

LA SALUTE DEL BAMBINO E L AMBIENTE LA SALUTE DEL BAMBINO E L AMBIENTE CODICE / (da compilarsi a cura del centro di coordinamento) 1 1 Il codice deve essere formato da una lettera che identifica la zona/comune di rilevazione e da cifre che

Dettagli

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari Le allergie alimentari A cura del Dott. Renato Caviglia, MD, PhD Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Dottore di Ricerca in Scienze Epato-Gastroenterologiche Introduzione L'allergia

Dettagli

L asma non va in vacanza

L asma non va in vacanza L asma non va in vacanza Non dimenticare di controllare ASMA e RINITE allergica anche d estate A cura della Merck Sharp & Dohme (Italia) S.p.A.Via G. Fabbroni, 6-00191 Roma www.msd-italia.it www.univadis.it

Dettagli

ORALVAC plus Soluzione oromucosale

ORALVAC plus Soluzione oromucosale FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE ORALVAC plus Soluzione oromucosale Leggete attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale. Conservate questo foglio. Potreste aver bisogno

Dettagli

ALLERGIE. Dott Marco Binotti. AOU Maggiore della Carità di Novara SCDO Terapia Intensiva Neonatale

ALLERGIE. Dott Marco Binotti. AOU Maggiore della Carità di Novara SCDO Terapia Intensiva Neonatale ALLERGIE Dott Marco Binotti AOU Maggiore della Carità di Novara SCDO Terapia Intensiva Neonatale Un problema non nuovo. L allergia è nota fin dai tempi piu remoti; il primo caso di cui si ha conoscenza

Dettagli

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria

Dettagli

Foglio Illustrativo. SEBANEZ 50 microgrammi/erogazione Spray Nasale, Sospensione Mometasone Furoato

Foglio Illustrativo. SEBANEZ 50 microgrammi/erogazione Spray Nasale, Sospensione Mometasone Furoato Foglio Illustrativo SEBANEZ 50 microgrammi/erogazione Spray Nasale, Sospensione Mometasone Furoato Legga attentamente questo foglio illustrativo prima di usare questo medicinale perché contiene importanti

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE Venom ATL - Ape Terapia Iniziale: 550 μg; Terapia di Mantenimento: 120 μg Polvere e solvente per soluzione iniettabile Principio attivo: veleno d ape

Dettagli

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

Mio figlio ha l eczema?

Mio figlio ha l eczema? FONDATION Mio figlio ha l eczema? Informazioni fornite ai genitori e utili per gli insegnanti Dott. Jacques ROBERT Pediatra - Allergologo A cura della FONDAZIONE PER LA DERMATITE ATOPICA Capire l eczema

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. Quattro + mpl adjuvant 1,0 ml Sospensione iniettabile

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. Quattro + mpl adjuvant 1,0 ml Sospensione iniettabile FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE Quattro + mpl adjuvant 1,0 ml Sospensione iniettabile Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale. Conservi questo foglio.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Aggiornamento: luglio 2013 a cura di

RASSEGNA STAMPA Aggiornamento: luglio 2013 a cura di COMUNICATO STAMPA SIAIP Tempo d estate, le allergie non vanno in vacanza I consigli della SIAIP 02 luglio 2013 RASSEGNA STAMPA Aggiornamento: luglio 2013 a cura di Materiali di comunicazione COMUNICATO

Dettagli

CETUXIMAB (Erbitux) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

CETUXIMAB (Erbitux) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI CETUXIMAB (Erbitux) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Allergia e asma in gravidanza

Allergia e asma in gravidanza Allergia e asma in gravidanza In collaborazione con la Commissione di specialità della Società Svizzera di Allergologia e Immunologia (SSAI) Autore Prof. dott. med. Arthur Helbling, specialista FMH in

Dettagli

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie ASMA BRONCHIALE Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie 2 aeree. Il restringimento è intermittente

Dettagli

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati?

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? Domande e risposte 30 novembre 2010 Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? In sintesi: La tosse è un sintomo comune nei bambini

Dettagli

PROGETTO INDOOR SCHOOL

PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria degli scolari e degli adolescenti

Dettagli

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi 1 / 8 2 / 8 La mucosa polvere manifesta rappresenta su dell infanzia. 6. rinite Nella e nasale allergica con peli popolazione il congestione quinto di a animali. seguito è definita disturbo pediatrica

Dettagli

Allergeni inalanti. Cosa significa allergia? Quali sono gli allergeni responsabili delle malattie respiratorie allergiche? Malattie allergiche

Allergeni inalanti. Cosa significa allergia? Quali sono gli allergeni responsabili delle malattie respiratorie allergiche? Malattie allergiche Cosa significa allergia? Con il termine allergia o atopia si intende una reazione abnorme del sistema immunitario verso sostanze comunemente innocue per l'organismo. Ogni contatto successivo con quella

Dettagli

Denominazione del medicinale STILLA DECONGESTIONANTE 0,05% collirio, soluzione Tetrizolina Cloridrato

Denominazione del medicinale STILLA DECONGESTIONANTE 0,05% collirio, soluzione Tetrizolina Cloridrato PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo e un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi e transitori facilmente

Dettagli

PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO

PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO FOGLIO ILLUSTRATIVO PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi e

Dettagli

Allergico al veleno di ape o al veleno di vespa? PUNTURE DI APE O DI VESPA POSSONO ESSERE FATALI

Allergico al veleno di ape o al veleno di vespa? PUNTURE DI APE O DI VESPA POSSONO ESSERE FATALI Allergico al veleno di ape o al veleno di vespa? PUNTURE DI APE O DI VESPA POSSONO ESSERE FATALI Ë INDIRIZZI DI RIFERIMENTO PER SOSPETTA ALLERGIA AL VELENO DI IMENOTTERI Ospedale Regionale di Bolzano,

Dettagli

INDAGINE COMPARTO PANIFICATORI PASTICCERI

INDAGINE COMPARTO PANIFICATORI PASTICCERI INDAGINE COMPARTO PANIFICATORI PASTICCERI Collaborazione ASL Como- UOOML Desio - Centro di allergologia Ospedale S.Raffaele Milano Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro ASL Como Direttore M.Rita

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Informazioni per i pazienti Reggio Emilia, settembre 2015 Artropatia psoriasica DESCRIZIONE

Dettagli

I bambini allergici a scuola

I bambini allergici a scuola I bambini allergici a scuola Qualche numero.. Le allergie alimentari interessano l 8% dei bambini nei primi 3 anni di vita, il 3-4% di quelli in età scolare, e rimangono persistenti nel 2% dopo i 10 anni.

Dettagli

VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario

VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario con il contributo educazionale di indice Indice 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Cos è l angioedema ereditario (AEE)? 4 Come si manifesta? 6 Come viene diagnosticato?

Dettagli

UFFICIO STAMPA & RASSEGNA STAMPA a cura di

UFFICIO STAMPA & RASSEGNA STAMPA a cura di SICUREZZA ALIMENTARE Tutte le risposte su allergie e intolleranze: il quiz dalla FSA inglese. A cura di Roberto Bernardini e di Iride dello Iacono del SIAIP Pubblicato da Redazione Il Fatto Alimentare

Dettagli

Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano. Test di provocazione orale con alimento Documento condiviso

Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano. Test di provocazione orale con alimento Documento condiviso Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano Bianchi Annamaria, Caferri Monaldo, Candelotti Paolo, Carotti Giuliana, De Angelis Fiorella, De Colli Rosa, Filomeni Nazzareno, Franceschini

Dettagli

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN PRIMO SOCCORSO PATOLOGIE RESPIRATORIE ANATOMIA E FISIOLOGIA LA FUNZIONE PRINCIPALE DELL APPARATO RESPIRATORIO È DI FORNIRE AI TESSUTI UN SUFFICIENTE APPORTO DI OSSIGENO PER SODDISFARNE LE RICHIESTE ENERGETICHE

Dettagli

ALLERGI E, INTOLLE R A N Z E, VACCINA Z I O N I

ALLERGI E, INTOLLE R A N Z E, VACCINA Z I O N I ALLERGI E, INTOLLE R A N Z E, VACCINA Z I O N I 1 Le allergie sono una patologia frequente nella nostra generazione, in particolare nei bambini e nei giovani. Questo fenomeno, raro all inizio del secolo,

Dettagli

PRIMA DELL USO LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO

PRIMA DELL USO LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO OK pratica VN2/2013/65 Foglio illustrativo PRIMA DELL USO LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

IDI. Rassegna Stampa del 09/05/2015

IDI. Rassegna Stampa del 09/05/2015 IDI Rassegna Stampa del 09/05/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice a cura di: IRCCS E. MEDEA LA NOSTRA FAMIGLIA (Direttore sanitario Dott. M. Molteni) UO FARMACOLOGIA CLINICA AO L. SACCO (Direttore Prof. E. Clementi) Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M.

Dettagli

RISULTATI DEL QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLE ALLERGIE RESPIRATORIE SOMMINISTRATO IN OCCASIONE DELLA I GIORNATA DEL POLLINE E DELLE POLLINOSI

RISULTATI DEL QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLE ALLERGIE RESPIRATORIE SOMMINISTRATO IN OCCASIONE DELLA I GIORNATA DEL POLLINE E DELLE POLLINOSI RISULTATI DEL QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLE ALLERGIE RESPIRATORIE SOMMINISTRATO IN OCCASIONE DELLA I GIORNATA DEL POLLINE E DELLE POLLINOSI (Elaborazione a cura della dott.ssa Filomena Lo sasso dirigente

Dettagli

"2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5

2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 "2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 VIDEOANIMAZIONE E DISCUSSIONE SU CASI SIMULATI SUL TEMA: I SINTOMI E LA GESTIONE DELLE ALLERGIE RESPIRATORIE E SINDROMI CORRELATE (RUOLO DEL PAZIENTE, DEL FARMACISTA

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Gemadol 10% crema Etofenamato

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Gemadol 10% crema Etofenamato Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Gemadol 10% crema Etofenamato 000020_024180_20150829_Rev 01 Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

LE ALLERGIE IN CANI E GATTI. Che cos è un allergia?

LE ALLERGIE IN CANI E GATTI. Che cos è un allergia? LE ALLERGIE IN CANI E GATTI Che cos è un allergia? La scienza medica veterinaria ha compiuto negli ultimi decenni passi da gigante: ciò ha contribuito alla scoperta di numerose malattie un tempo sconosciute

Dettagli

04 - Le allergie agli acari della polvere: le cose da sapere

04 - Le allergie agli acari della polvere: le cose da sapere 04 - Le allergie agli acari della polvere: le cose da sapere Indice dei contenuti Che cosa sono gli acari della polvere domestica Che cosa sono gli acari della polvere domestica?... 1 I sintomi allergici...

Dettagli

Herpes zoster. (fuoco di Sant Antonio)

Herpes zoster. (fuoco di Sant Antonio) (fuoco di Sant Antonio) Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è (Cosa è L è un infezione causata dal virus Varicella Zoster (che per semplicità chiameremo VZV) che è caratterizzata dalla

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

aha! Centro Allergie Svizzera Scheibenstrasse 20 3014 Berna 22 info@aha.ch www.aha.ch

aha! Centro Allergie Svizzera Scheibenstrasse 20 3014 Berna 22 info@aha.ch www.aha.ch aha! Centro Allergie Svizzera Scheibenstrasse 20 3014 Berna 22 info@aha.ch www.aha.ch Allergia? aha.ch Grazie di cuore a tutti gli sponsor! Grazie agli sponsor, possiamo essere presenti in nove località

Dettagli

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore FOSTER 100/6 microgrammi per erogazione soluzione pressurizzata per inalazione Beclometasone dipropionato - formoterolo fumarato diidrato. La terapia

Dettagli

Inchiesta presso i centri di manutenzione autostradale SMS

Inchiesta presso i centri di manutenzione autostradale SMS Inchiesta presso i centri di manutenzione autostradale SMS Processionaria della quercia, processionaria del pino e euprottide (Euproctis chrysorrhea) 1 Situazione iniziale Per i servizi di manutenzione

Dettagli

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ;

Dettagli

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia scuola morbillo vaccino parotite rosolia Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2004 Il morbillo è

Dettagli

La "croce" delle allergie incrociate

La croce delle allergie incrociate newsletter n. 21-2010 La "croce" delle allergie incrociate Conosci il fastidioso prurito su lingua, labbra e in gola dopo un piacevole morso a una mela? Hai rilevato gonfiore a livello della mucosa orale

Dettagli

Allergie e intolleranze alimentari: differenze, sintomi e i test per individuarle

Allergie e intolleranze alimentari: differenze, sintomi e i test per individuarle Allergie e intolleranze alimentari: differenze, sintomi e i test per individuarle La maggior parte delle persone non presenta problemi con la varietà di cibi a disposizione. C è una piccola percentuale

Dettagli

Il sistema immunitario: LE MALATTIE CHIARA SARACENI 3B A.S.2011-2012

Il sistema immunitario: LE MALATTIE CHIARA SARACENI 3B A.S.2011-2012 Il sistema immunitario: LE MALATTIE CHIARA SARACENI 3B A.S.2011-2012 DIFESA DELL ORGANISMO IMMUNITA INNATA IMMUNITA ACQUISITA Immunità innata IMMUNITA ACQUISITA IMMUNITA CELLULO-MEDIATA IMMUNITA UMORALE

Dettagli

Ideazione e realizzazione: Franco Frati, Paola Puccinelli, Cristoforo Incorvaia Contributo scientifico: Cristoforo Incorvaia, P.

Ideazione e realizzazione: Franco Frati, Paola Puccinelli, Cristoforo Incorvaia Contributo scientifico: Cristoforo Incorvaia, P. Nome Cognome Ideazione e realizzazione: Franco Frati, Paola Puccinelli, Cristoforo Incorvaia Contributo scientifico: Cristoforo Incorvaia, P. Mathelier-Fusade, J.F. Fontaine, T. Haddad, P. Rufin, F. Saint-Martin,

Dettagli

Che cosa è la infezione da HIV?

Che cosa è la infezione da HIV? Che cosa è l HIV? L HIV - human immunodeficiency virus è un virus che progressivamente distrugge le difese del nostro corpo contro le infezioni e alcuni tumori Che cosa è la infezione da HIV? L infezione

Dettagli

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie LE CURE TERMALI Le cure inalatorie LE ACQUE TERMALI DI COMANO Curano la pelle, migliorano la vita L acqua di Comano è un acqua oligominerale caratterizzata dalla presenza di sali di bicarbonato, calcio,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA)

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) Novembre 2010 MUCOLITICI PER USO ORALE E RETTALE: CONTROINDICAZIONE NEI BAMBINI AL DI SOTTO DEI 2 ANNI Gentile Dottoressa, Gentile Dottore,

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME Cos è? L artrite Lyme è causata dal batterio Borrelia burgdorferi (borreliosi di Lyme) e si trasmette con il morso di zecche quali l ixodes ricinus.

Dettagli

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana L OCCHIO SECCO

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana L OCCHIO SECCO IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana L OCCHIO SECCO CAMPAGNA DI INFORMAZIONE DI SANITA' PUBBLICA SULLE MALATTIE CHE CAUSANO CECITA' O IPOVISIONE NELL'AMBITO DI PROGRAMMI

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Tobramicina e Desametasone EG 0,3% + 0,1% collirio, soluzione Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Tobramicina e Desametasone EG 0,3% + 0,1% collirio, soluzione Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Tobramicina e Desametasone EG 0,3% + 0,1% collirio, soluzione Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale

Dettagli

allergie allergie Cosa sono Come si manifestano

allergie allergie Cosa sono Come si manifestano automedicazione per chi va in vacanza all estero allergie allergie Cosa sono L allergia è una ipersensibilità ad una particolare sostanza, detta allergene, che, quando è inalata, ingerita o toccata, produce

Dettagli

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

ALLERGIE RESPIRATORIE maggio 2012 di Luca Fortuna docente SIMO corsi base e Specializzazioni

ALLERGIE RESPIRATORIE maggio 2012 di Luca Fortuna docente SIMO corsi base e Specializzazioni ALLERGIE RESPIRATORIE maggio 2012 di Luca Fortuna docente SIMO corsi base e Specializzazioni Mal di testa, naso chiuso o che cola, mal di gola, lacrimazione, tosse e starnuti sono i sintomi più comuni

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

Eczema atopico o costituzionale

Eczema atopico o costituzionale Eczema Dermatosi allergiche Affezione dell epidermide, è una dermatosi infiammatoria pruriginosa. Avviene la dilatazione degli spazi intercellulari dello strato spinoso per edema provocato dalla fuoriuscita

Dettagli

MORSI DI ANIMALI MORSI DI ANIMALI

MORSI DI ANIMALI MORSI DI ANIMALI MORSI DI ANIMALI Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI MORSI DI ANIMALI OBIETTIVI SAPERE: - i pericoli legati ai morsi di animali - principali animali con cui abbiamo a che fare SAPER FARE: - riconoscere

Dettagli

NB. Le informazioni riportate di seguito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del tuo medico.

NB. Le informazioni riportate di seguito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del tuo medico. Le nostre Schede Pratiche IL BAMBINO ASMATICO NB. Le informazioni riportate di seguito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del tuo medico. CHE COS'E'

Dettagli

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Diagnosi clinica di Asma nell adulto Dott.ssa Andreina Boschi - specialista in pneumologia. medico di medicina generale Asma:

Dettagli

DERMATITE ATOPICA NEL CANE: TERAPIA NATURALE

DERMATITE ATOPICA NEL CANE: TERAPIA NATURALE DERMATITE ATOPICA NEL CANE: TERAPIA NATURALE La Dermatite Atopica e un'ipersensibilità ereditaria verso allergeni inalatori L'età di insorgenza della malattia è compresa tra 1 e 3 anni nel 75% dei cani

Dettagli