WORKSHOP REFERENTI INTEGRITY LEGA PRO VADEMECUM REFERENTI. Firenze, 26 Ottobre 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WORKSHOP REFERENTI INTEGRITY LEGA PRO VADEMECUM REFERENTI. Firenze, 26 Ottobre 2015"

Transcript

1 WORKSHOP REFERENTI INTEGRITY LEGA PRO VADEMECUM REFERENTI Firenze, 26 Ottobre 2015

2 Il ruolo della Lega Pro La Lega Pro fa della lotta alla contraffazione delle scommesse sportive, della lotta al doping e a ogni pratica illecita UNA SCELTA PRIORITARIA La lotta alla contraffazione è difficile e spietata, combattuta contro organizzazioni criminali aggressive, pericolose, dotate di risorse finanziarie consistenti e facilitate da un assenza di coordinamento della lotta e della legislazione tra i paesi. La Lega Pro vuole continuare a garantire la felicità ai bambini preservando il gioco del calcio dalle bande criminali, utilizzando il massimo della tecnologia a disposizione.

3 La nostra risposta Partnership con Sportradar: agenzia leader a livello mondiale nella lotta al frauding e al monitoraggio dei dati Valori: Innalzamento della barriera valoriale con l adozione del Codice Etico e la creazione del Comitato Etico Integrity Office: Istituzionalizzazione di un ufficio dedicato al monitoraggio, formazione, educazione e prevenzione

4 Il Match-fixing Il Match Fixing è il sistema attraverso il quale si altera una competizione sportiva. La corruzione distrugge l integrità e con essa la credibilità dello sport, degli atleti, degli arbitri, dei club, delle Leghe.

5 Su cosa si scommette? SU TUTTO!!! Ormai su un incontro di calcio è possibile scommettere su qualsiasi cosa: sul numero dei falli laterali, quale squadre otterrà il primo calcio d angolo, chi commetterà il primo fallo, il numero dei cartelli (gialli o rossi) se e quanti rigori saranno concessi, chi segnerà per primo, chi avrà il maggior possesso palla..e centinaia di altre possibili varianti. Il risultato è che una singola partita di calcio può essere suddivisa in circa 400 eventi quotabili

6 Su cosa si scommette? L introduzione dell OVER è stato un dato dirompente: Si scommette sul fatto che nella partita possano essere segnate più di un certo numero di reti. Cosa è cambiato? La partita poteva finire regolarmente ad esempio con la manipolazione termina 2-2 o 3-3 oppure terminare 1-0 -con la manipolazione termina 3-1 o 3-2 Il calciatore coinvolto nella combine, nei verbali degli interrogatori si chiede Cosa ho fatto? La partita è comunque terminata in pareggio oppure la partita è comunque stata vinta dalla stessa squadra L OVER è stato quindi un mezzo che ha determinato un disastro nella percezione valoriale e c è voluto del tempo per far comprendere che il reato c era ed era solo l inizio di un percorso senza ritorno

7 Attività Integrity svolte - Prevenzione, Formazione, Educazione con dirigenti, arbitri, calciatori, è la strada maestra per fornire a tutti i tesserati gli strumenti di conoscenza del fenomeno e per spingerli ad un azione attiva. - Nella stagione 2010/11 è stato siglato un accordo con Sportradar, agenzia specializzata nella lotta ai fenomeni della contraffazione sulle scommesse sportive. È così assicurato il monitoraggio di tutte le partite di Lega Pro. - Ogni partita dei campionati di Lega Pro e di Coppa Italia è monitorata e Sportradar segnala ogni anomalia nei flussi delle giocate in qualsiasi parte del mondo dovesse verificarsi.

8 Sportradar Agenzia leader nella lotta al match-fixing e al monitoraggio dei dati I servizi di sicurezza offerti sono un sistema di rilevamento attivo 24 ore su 24 e un attività costante per la prevenzione delle frode sportiva

9 Il sistema di rilevazione e trasmissione dati FLUSSO DI INFORMAZIONI DURANTE I CAMPIONATI: Procedure DATI SPORTIVI Raccolta Dati Monitoraggio Integrità dei dati Collegamento al Fraud Detection System Invio Report alla Lega Pro Analisi Report UISS (Unità Informativa Scommesse Sportive) PROCURA FEDERALE

10 Interazione con le forze di contrasto INTERPOL, FIFA, GISS, UISS e UEFA: continuerà il rapporto di collaborazione mediante l interscambio informativo CODICE ETICO: per la prima volta diviene obbligatoria la sua sottoscrizione al momento delle iscrizioni al campionato. Tutti i tesserati dovranno sottoscriverlo. SPORTRADAR: prosegue l accordo per monitorare tutte le partite di Lega Pro (FDS) e con le attività di prevenzione (FPS)

11 Le azioni degli Integrity Officers A. Monitoraggio di tutte le gare di Campionato e Coppa Italia di Lega Pro attraverso l FDS (Fraud Detection System), con il costante interscambio informativo/operativo con gli analisti di Sportradar B. Segnalazione immediata di anomalie nei flussi delle giocate, alle unità dell UISS e del GISS del Ministero degli Interni e alla Procura Federale, in modo che le forze di contrasto svolgano tutte le attività che ritengono utili e necessarie; C. Redazione del Piano di FORMAZIONE-EDUCAZIONE-PREVENZIONE verso tutti i tesserati affinché acquisiscano la dimensione del pericolo e si approprino di strumenti atti a comprendere e denunciare azioni che mirino all integrità del gioco del calcio; D. Istituzione in ogni Club di un Referente Integrity. Si è costituito un reticolo sul territorio nazionale capace di dialogare con il personale del proprio club, di farlo con la struttura centrale di Lega Pro ed anche capace di organizzare iniziative, corsi di formazione e/o informazione rivolti al territorio ove è insediato il proprio club di appartenenza; E. Organizzazione dell INTEGRITY TOUR, ovvero seminari e incontri in ogni città con tutti i club e anche alcuni Istituti scolastici, in modo da ampliare l area di consapevolezza dei rivali.

12 Integrity Officers PECULIARITÀ DELL INTEGRITY OFFICE: Grande professionalità e formazione continua; Rapporti diretti con le autorità sportive e di pubblica sicurezza; Rapporti continui ed immediati con i club; Garanzia di riservatezza totale

13 Il progetto Integrity Tour L Integrity Tour è un progetto itinerante ideato e promosso dalla Lega Pro finalizzato ad informare i club del fenomeno delle frodi legate alle scommesse sportive ed a svolgere un'attenta attività di educazione e prevenzione. Durante gli incontri formativi, svolti nelle sedi delle singole società di Lega, vengono spiegate le modalità di azione dei manipolatori, alcuni possibili tentativi di approccio di entrare con i tesserati, le tipologie di sanzioni sportive e penali previste e le modalità di denuncia. Gli incontri sono rivolti a diversi interlocutori, fra cui presidenti dei Club, dirigenti, giocatori della prima squadra e dei settori giovanili, tecnici, delegati della Lega Pro e arbitri della Can Pro. Il Tour, iniziato nella stagione insieme al partner tecnologico Sportradar, ha visto fin dalla stagione l ingresso di ICS (Istituto Credito Sportivo) come Integrity Partner. Tale partnership è tuttora rafforzata.

14 RISULTATI Integrity DELLA Tour LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Dal 2011 al 2015 l azione della Lega Pro ha coinvolto tutto il territorio nazionale: 86 città 86 club tesserati 14

15 Workshop - Giornata Tipo Ore Incontro con i calciatori e lo staff tecnico prima squadra e con i dirigenti della società Ore 14:30 Incontro con i calciatori e lo staff tecnico di tutte le squadre giovanili over 15

16 Referenti Integrity dei Club: compiti Coordinamento con l integrity office della Lega Pro in caso di necessità d intervento per il verificarsi di alert (Modalità di denuncia). Condivisione informazioni con l integrity office della Lega Pro (segnalare i casi di pericolo, persone e situazioni sospette, richiedere e fornire informazioni). Organizzazione della tappa dell Integrity Tour della società d appartenenza. Contatto sul territorio (formazione dei giovani, contatto con le scuole, rapporto con le forze di contrasto). Gestione scout Sportradar per le partite casalinghe (accredito in tribuna stampa, postazione idonea con connessione internet, consegna formazioni nel pre-match ed invio delle stesse al responsabile Sportradar).

17 RISULTATI Modalità DELLA di denuncia LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE In virtù degli accordi e degli impegni assunti con le Forze di Polizia e con le Istituzioni statali e sportive, qualora si dovesse verificare nella vostra società un approccio volto al tentativo di combine, o se anche solo ne aveste il dubbio, dovrete subito: 1. Avvertire senza indugio l Integrity Office della Lega Pro. 2. Presentare un atto di denuncia/querela presso gli uffici delle forze dell'ordine (Questure, Commissariati di Pubblica Sicurezza, Arma dei Carabinieri) o presso la Procura della Repubblica. 3. Denunciare tali atti presso la Procura Federale della FIGC allegando la denuncia/querela 4. Inoltrare tutta la documentazione all Integrity Office della Lega Pro che provvede all immediato invio della stessa all UISS ed al GISS. 17

18 RISULTATI Sanzioni DELLA sportive LOTTA e penali ALLA CONTRAFFAZIONE Codice di Giustizia Sportiva: Art. 6 (Divieto di scommesse) Codice di Giustizia Sportiva: Art. 7 (Illecito sportivo e obbligo di denunzia) Sanzioni Penali: Frode in competizioni sportive L.401/89, Art.1 Sanzioni Penali: Art. 416 C.P. Associazione per delinquere 18

19 RISULTATI Sanzioni DELLA Sportive LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Codice di Giustizia Sportiva: Art. 6 (Divieto di scommesse) Ai soggetti dell ordinamento federale, ai dirigenti, ai soci e ai tesserati delle societa appartenenti al settore professionistico è fatto divieto... ( ) di effettuare o accettare scommesse, direttamente o per interposta persona, che abbiano ad oggetto incontri ufficiali FIFA, UEFA e FIGC. La violazione del divieto...comporta la sanzione dell inibizione o della squalifica non inferiore a 3 anni e dell ammenda non inferiore ad euro 25 mila. Il mancato adempimento dell obbligo di informare la Procura Federale della FIGC..comporta la sanzione dell inibizione o della squalifica non inferiore a 6 mesi e dell ammenda non inferiore a euro. 19

20 RISULTATI Sanzioni DELLA Sportive LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Codice di Giustizia Sportiva: Art. 7 (Illecito sportivo e obbligo di denunzia) Il compimento..di atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione ovvero ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica costituisce illecito sportivo. I soggetti..che comunque abbiano avuto rapporti con societa o persone che abbiano posto in essere taluno degli atti indicati.. ovvero che ne siano venuti a conoscenza..hanno l obbligo di informarne, senza indugio, la Procura federale della FIGC. I soggetti riconosciuti responsabili di illecito sportivo, sono puniti con una sanzione non inferiore all inibizione o alla squalifica per un periodo minimo di 4 anni e con l ammenda non inferiore ad euro 50 mila. Il mancato rispetto dell obbligo di informazione della Procura federale e sanzionato con l inibizione o la squalifica non inferiore ad 1 anno e l ammenda non inferiore ad euro 30 mila. 20

21 RISULTATI Sanzioni DELLA Penali LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Sanzioni Penali: Frode in competizioni sportive L.401/89, Art.1 Chiunque offre o promette denaro o altra utilità o vantaggio a taluno dei partecipanti ad una competizione sportiva..al fine di raggiungere un risultato diverso da quello conseguente al corretto e leale svolgimento della competizione È punito con la reclusione da 2 a 6 anni e con la multa da euro a Se il risultato e influente ai fini dello svolgimento di scommesse, la pena della reclusione è aumentata fino alla metà e si applica la multa da euro a euro

22 RISULTATI Sanzioni DELLA Penali LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Sanzioni Penali: Art. 416 C.P. Associazione per delinquere Quando 3 o più persone si associano allo scopo di commettere più delitti, coloro che promuovono o costituiscono l associazione sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da 3 a 7 anni. Per il solo fatto di partecipare all associazione, la pena è della reclusione da 1 a 5 anni. 22

23 CONTATTI VITTORIO ANGELACCIO Tel Mob EMANUELE PAOLUCCI Tel Mob

VADEMECUM REFERENTI INTEGRITY

VADEMECUM REFERENTI INTEGRITY VADEMECUM REFERENTI INTEGRITY Premesse La lotta alla contraffazione è difficile e spietata, combattuta contro organizzazioni criminali aggressive, pericolose, dotate di risorse finanziarie consistenti

Dettagli

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE Sanzioni penali e sanzioni sportive SANZIONI INDICE SANZIONI PENALI L.401/89 - Art. 1. Frode in competizioni sportive pag.

Dettagli

LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE SANZIONI PENALI E SANZIONI SPORTIVE

LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE SANZIONI PENALI E SANZIONI SPORTIVE LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE SANZIONI PENALI E SANZIONI SPORTIVE Integrity Partner Lega Pro e Istituto per il Credito Sportivo insieme per rafforzare la passione nel calcio. La partnership

Dettagli

Si allega al presente comunicato: - il quadro riepilogativo delle attività ufficiali della stagione sportiva 2015/2016 (allegato n.

Si allega al presente comunicato: - il quadro riepilogativo delle attività ufficiali della stagione sportiva 2015/2016 (allegato n. 1.2 Scuole di Calcio Le Scuole di Calcio e di Calcio a 5, vengono riconosciute dalla F.I.G.C. che ne cura il controllo e il coordinamento per il tramite del Settore Giovanile e Scolastico sulla base dei

Dettagli

LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE FRANCESCO GHIRELLI, DIRETTORE GENERALE LEGA PRO

LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE FRANCESCO GHIRELLI, DIRETTORE GENERALE LEGA PRO Sorbonne-ICSS Sport Integrity Symposium 11-13 September, 2012, Paris LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE FRANCESCO GHIRELLI, DIRETTORE GENERALE LEGA PRO 1 La Lega Pro È la terza Lega professionistica

Dettagli

Federazione Italiana Rugby

Federazione Italiana Rugby 1 Federazione Italiana Rugby Norme che disciplinano l attività di Coppa Italia a 7 Femminile per la stagione sportiva 2014/2015. Coppa Italia a 7 Femminile 2014/2015. La Coppa Italia è considerata una

Dettagli

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2012/2013 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l

Dettagli

22 Torneo FELICE FERRANDINI Categoria Esordienti 2002 REGOLAMENTO

22 Torneo FELICE FERRANDINI Categoria Esordienti 2002 REGOLAMENTO REGOLAMENTO Art. 1 ORGANIZZAZIONE L A.C.D. Lucento indice ed organizza, sotto l egida della F.I.G.C. Settore Giovanile e Scolastico, la 22^ edizione del Torneo calcistico a carattere provinciale denominato:

Dettagli

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI Categorie e limiti di età. MICRO - MINI 2004/2005/2006/2007 PROPAGANDA 2002/2003 UNDER 15 2000/2001 UNDER 18 1997/1998/1999 LIBERA 1996 e prec. PIGIESSIADI 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 1 Stagione Sportiva 2010/2011 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

Denominazione della società:

Denominazione della società: LICENZE NAZIONALI Titolo III Criteri Sportivi e Organizzativi Modulo T - Programma di Formazione del Settore Giovanile PROTOCOLLO FIGC Termine deposito: 31 ottobre 2014 Società richiedente Licenza Nazionale

Dettagli

GUIDA REGOLAMENTO DELL ELENCO SPECIALE DEI DIRETTORI SPORTIVI FIGC. Di Francesco Casarola

GUIDA REGOLAMENTO DELL ELENCO SPECIALE DEI DIRETTORI SPORTIVI FIGC. Di Francesco Casarola GUIDA REGOLAMENTO DELL ELENCO SPECIALE DEI DIRETTORI SPORTIVI FIGC Di Francesco Casarola Copyright Aprile 2015 SOMMARIO 1. Introduzione 2. Soggetti a. Direttori sportivi b. Collaboratore della gestione

Dettagli

Risoluzione del Parlamento europeo del 14 marzo 2013 sulle partite truccate e la corruzione nello sport (2013/2567(RSP))

Risoluzione del Parlamento europeo del 14 marzo 2013 sulle partite truccate e la corruzione nello sport (2013/2567(RSP)) P7_TA-PROV(2013)0098 Partite truccate e corruzione nello sport Risoluzione del Parlamento europeo del 14 marzo 2013 sulle partite truccate e la corruzione nello sport (2013/2567(RSP)) Il Parlamento europeo,

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 31 del 27 Ottobre 2011

Comunicato Ufficiale N 31 del 27 Ottobre 2011 Stagione Sportiva 2011/2012 Comunicato Ufficiale N 31 del 27 Ottobre 2011 IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA DIVISIONE CALCIO FEMMINILE È INTEGRALMENTE CONSULTABILE PRESSO IL SITO INTERNET DELLA DIVISIONE ALL

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale Stagione Sportiva 2014/2015 (da redigere su carta intestata della Società organizzatrice)

Dettagli

INTEGRITY TOUR LEGA PRO 2013-2014 IL BILANCIO IN NUMERI. 3 elementi chiave dell Integrity Tour Lega Pro: prevenzione, formazione, informazione

INTEGRITY TOUR LEGA PRO 2013-2014 IL BILANCIO IN NUMERI. 3 elementi chiave dell Integrity Tour Lega Pro: prevenzione, formazione, informazione INTEGRITY TOUR LEGA PRO 2013-2014 IL BILANCIO IN NUMERI 3 elementi chiave dell Integrity Tour Lega Pro: prevenzione, formazione, informazione 9 mesi di attività dell Integrity Tour nel 2013-14 37 città

Dettagli

ISLAND FUN VILLAGE REGOLAMENTO CAMPIONATO 2013/2014

ISLAND FUN VILLAGE REGOLAMENTO CAMPIONATO 2013/2014 ISLAND FUN VILLAGE REGOLAMENTO CAMPIONATO 2013/2014 -TESSERAMENTO GIOCATORI I tesseramenti dei calciatori / dirigenti saranno ammessi fino al 31/12/2012 senza alcuna deroga. I giocatori che non avranno

Dettagli

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo.

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo. 2) ATTIVITÀ GIOVANILE AGONISTICA L attività giovanile è ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti,

Dettagli

Campionato Serie C Regionale

Campionato Serie C Regionale Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.fip.it/calabria COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

N. CXXVIII Legge sulla frode e contraffazione delle banconote e monete in euro. 30 dicembre 2010

N. CXXVIII Legge sulla frode e contraffazione delle banconote e monete in euro. 30 dicembre 2010 N. CXXVIII Legge sulla frode e contraffazione delle banconote e monete in euro. 30 dicembre 2010 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO - Visto il Trattato del Laterano, sottoscritto

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale Stagione Sportiva 2013/2014 (da redigere su carta intestata della Società

Dettagli

GARA ANCONA - GROSSETO del 30.04.2010 - s.s. 2009 2010

GARA ANCONA - GROSSETO del 30.04.2010 - s.s. 2009 2010 La Federazione Italiana Giuoco Calcio comunica che il Procuratore Federale, esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica di Cremona ed espletata la conseguente attività

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 247 DEL 4 GIUGNO 2012. Coppa Italia 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 REGOLAMENTO

COMUNICATO UFFICIALE N. 247 DEL 4 GIUGNO 2012. Coppa Italia 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 REGOLAMENTO COMUNICATO UFFICIALE N. 247 DEL 4 GIUGNO 2012 Coppa Italia 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 (di seguito la Competizione ) REGOLAMENTO 1) ORGANIZZAZIONE e DENOMINAZIONE DELLA COMPETIZIONE Organizzatrice

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7

REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7 REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7 1. ISCRIZIONE AI CAMPIONATI E QUOTA DI CAMPO L iscrizione ad ogni campionato è gratuita. Le squadre che si iscrivono ad ogni singola

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico \ Lega Nazionale Dilettanti Emilia Romagna 2011-12

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico \ Lega Nazionale Dilettanti Emilia Romagna 2011-12 Allegato F FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico \ Lega Nazionale Dilettanti Emilia Romagna 2011-12 Regolamenti per Tornei a carattere Regionale e Provinciale Attività di Base

Dettagli

ASD AQUILEIA REGOLAMENTI TORNEI GIOVANILI DI CALCIO

ASD AQUILEIA REGOLAMENTI TORNEI GIOVANILI DI CALCIO ASD AQUILEIA REGOLAMENTI TORNEI GIOVANILI DI CALCIO CITTA DI AQUILEIA 2013 REGOLAMENTO CATEGORIA ALLIEVI Art. 1 organizzazione La società ASD AQUILEIA indice ed organizza un torneo a carattere regionale

Dettagli

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C.

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. Parte I I SOGGETTI TITOLO Vl. - I CALCIATORI Art. 27 I calciatori 1. I calciatori tesserati per la F.I.G.C. sono qualificati nelle seguenti categorie: a) "professionisti";

Dettagli

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Osservatorio sui Diritti dei Minori CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Per i giovani e con i giovani Presentazione Il Codice di autoregolamentazione dello Sport è una dichiarazione di intenti,

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 001 COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l indirizzo

Dettagli

PRATICHE TESSERAMENTO STRANIERI DA INVIARE A MILANO

PRATICHE TESSERAMENTO STRANIERI DA INVIARE A MILANO PRATICHE TESSERAMENTO STRANIERI DA INVIARE A MILANO PRATICHE TESSERAMENTO DA INVIARE A MILANO PRIMO TESSERAMENTO DI ATLETI STRANIERI MINORENNI LND MAI TESSERATI ESTERO E MAI TESSERATI IN ITALIA Calciatori

Dettagli

Parte I LE NORME DI COMPORTAMENTO. Capitolo II LE DICHIARAZIONI LESIVE (ART. 5)

Parte I LE NORME DI COMPORTAMENTO. Capitolo II LE DICHIARAZIONI LESIVE (ART. 5) INDICE Prefazione, digiuseppe QUATTROCCHI... XIII Introduzione, diantonio D AVIRRO... XVII pag. Parte I LE NORME DI COMPORTAMENTO Capitolo I DOVERI ED OBBLIGHI GENERALI (ART. 1) a cura di MICHELE DUCCI

Dettagli

A.S.D. Città di Sesto Matricola FIGC N. 930007 Matricola CONI N. 95012

A.S.D. Città di Sesto Matricola FIGC N. 930007 Matricola CONI N. 95012 Sede Legale: Via General Cantore, 105/B 20099 Sesto San Giovanni Sede: Campo Sportivo Comunale Falck, Via General Cantore, 106 20099 Sesto San Giovanni Tel./Fax n. 02/2425574 Campo Sportivo Comunale Pertini,

Dettagli

focus 71.689 1.387.046 23,9% 7.657

focus 71.689 1.387.046 23,9% 7.657 focus 71.689 squadre Le squadre in attività nel 2010-2011 sono 71.689, delle quali 470 professionistiche, 17.020 dilettantistiche e 54.199 impegnate in attività di settore giovanile. Hanno disputato 704.496

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008. Premessa

REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008. Premessa REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008 Premessa allegato "A" alla delibera di G.C. n 54 del 07.04.2008 Lo spirito che darà vita al Torneo di calcio a 11 Coppa Città di Sinnai 2008 si fonda

Dettagli

Oggetto: Nullità dei trasferimenti di Thiago Motta e Diego Alberto Milito al Football Club Internazionale Milano

Oggetto: Nullità dei trasferimenti di Thiago Motta e Diego Alberto Milito al Football Club Internazionale Milano A: Procura Federale FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio Via Gregorio Allegri, 14 00198 Roma Commissione Trasferimenti FIGC Via Gregorio Allegri, 14 00198 Roma e P.C. A: UEFA Organs for the Administration

Dettagli

- ASSOCIAZIONE EX ART. 9 CGS

- ASSOCIAZIONE EX ART. 9 CGS Roma, 6 novembre 2015 Il Procuratore Federale, esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, espletata l attività istruttoria in sede disciplinare,

Dettagli

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI Premessa Lo spirito che darà vita al 47 Torneo di calcio a 11 Coppa Città di Sinnai 2014 si fonda sul principio

Dettagli

Codice etico. Aprile 2012. delle Società, dei Dirigenti e dei Tesserati di Lega Pro

Codice etico. Aprile 2012. delle Società, dei Dirigenti e dei Tesserati di Lega Pro Codice etico Aprile 2012 delle Società, dei Dirigenti e dei Tesserati di Lega Pro INDICE Premessa p. 3 1. Principi generali p. 5 Art. 1. Principi olimpici p. 5 Art. 2. Principi di legalità p. 5 Art. 3.

Dettagli

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela SOMMARIO Ipotesi di attacco informatico La procedibilità su querela o d ufficio La querela: contenuto e modalità di presentazione Cosa è la denuncia Brevi cenni sull esposto Le ipotesi di attacco informatico

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 65

Comunicato Ufficiale N. 65 Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N. 65 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque 3.1. ATTIVITA NAZIONALE STAGIONE SPORTIVA

Dettagli

L identificazione può essere effettuata in forma indiretta, anche senza la presenza fisica del cliente, nei casi seguenti:

L identificazione può essere effettuata in forma indiretta, anche senza la presenza fisica del cliente, nei casi seguenti: Normativa Antiricilaggio: guida pratica UMCI Esaminiamo i vari adempimenti a seconda degli obblighi: a) Identificazione del cliente L identificazione consiste nella verifica dell identità del cliente e

Dettagli

Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO

Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 13.11.2012 COM(2012) 655 final Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO che autorizza la Commissione europea a partecipare, per conto dell Unione europea, ai negoziati

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 158/L DEL 4 DICEMBRE 2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 158/L DEL 4 DICEMBRE 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 158/L DEL 4 DICEMBRE 2015 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 158/323 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 212/A della F.I.G.C., pubblicato in data

Dettagli

Fiscal News N. 129. La circolare di aggiornamento professionale. 15.03.2012 Decreto 231 per le società di calcio. Premessa

Fiscal News N. 129. La circolare di aggiornamento professionale. 15.03.2012 Decreto 231 per le società di calcio. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 129 15.03.2012 Decreto 231 per le società di calcio Categoria: Società Sottocategoria: Responsabilità amministrativa A cura di Carlo De Luca Il

Dettagli

PARERE CONSULTIVO. della Commissione nominata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e così composta:

PARERE CONSULTIVO. della Commissione nominata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e così composta: PARERE CONSULTIVO della Commissione nominata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e così composta: Avv. Gerhard Aigner Prof. Massimo Coccia Prof. Roberto Pardolesi * * * I. PREMESSA 1. La Federazione

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 171/A Il Consiglio Federale - Nella riunione del 30 aprile 2013; - ravvisata la necessità

Dettagli

ATTIVITA GIOVANILE. VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795

ATTIVITA GIOVANILE. VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE CALABRIA ATTIVITA GIOVANILE VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo

Dettagli

REGOLAMENTO COPPA ITALIA LEGA PRO 2015/2016

REGOLAMENTO COPPA ITALIA LEGA PRO 2015/2016 NOVEMBRE 2008 COMUNICATO UFFICIALE N. 65/L DEL 5 AGOSTO 2015 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 65/142 REGOLAMENTO COPPA ITALIA LEGA PRO 2015/2016 La Lega organizza per l'annata sportiva 2015-2016 la

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CHEERLEADING ACROBATICO E DANCE DOA 01/09/2013 31/12/2014

FEDERAZIONE ITALIANA CHEERLEADING ACROBATICO E DANCE DOA 01/09/2013 31/12/2014 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI Stagione Sportiva 1 settembre 2013-31 dicembre 2014 1 IMPORTANTE Le Disposizioni Organizzative Annuali (D.O.A.), emesse dalla Federazione Italiana Cheerleading Acrobatico

Dettagli

1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP

1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP Il Comitato Regionale Umbria della F.I.G.C. indice ed organizza il 1 TROFEO PERUGIA CUP Campo Federale di Prepo R E G O L A M E N T O U F F I C I A L E STAGIONE SPORTIVA 2011/2012

Dettagli

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE SETA SPA PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE Aggiornamento n. 1 del 5 febbraio 2016. 1 PREMESSA Il presente documento costituisce l aggiornamento n. 1 del Piano di Prevenzione della Corruzione (d ora

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015

Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015 1 INDICE MISSION SCENARIO ATTUALE CRITICITA AZIONI 2 MISSION Avviare un programma di rilancio del movimento calcistico femminile nel

Dettagli

Comunicato Ufficiale N.64

Comunicato Ufficiale N.64 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N.64 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 3.1.1. ATTIVITA NAZIONALE STAGIONE SPORTIVA

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE PREMESSA CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS La parte iniziale del regolamento è riferita alle norme di carattere generale inerenti l organizzazione dei Campionati di: Calcio a 5 maschile e femminile,

Dettagli

REGOLAMENTO CAT. ESORDIENTI 1 ANNO

REGOLAMENTO CAT. ESORDIENTI 1 ANNO Via Vitellia,50 00152 Roma Matr. F.I.G.C. 932234 P.I. 04737721003 Tel. 06.5806854 Fax. 06.58179406 www.olimpiacalcio.it ugo.bassani@tiscali.it REGOLAMENTO CAT. ESORDIENTI 1 ANNO ART.1 ORGANIZZAZIONE LA

Dettagli

A.S.D. Montello C.A.V.

A.S.D. Montello C.A.V. A.S.D. Montello C.A.V. 31040 VOLPAGO DEL MONTELLO (TREVISO) Stadio Comunale: Volpago del Montello (TV) Via Sansovino n. 7 Colori sociali: bianco celeste Telefono e fax 0423 871496 e-mail calciomontello@libero.it

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 3.1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

Art. 1 RISPETTO DEL REGOLAMENTO AICS DOVERI E OBBLIGHI GENERALI

Art. 1 RISPETTO DEL REGOLAMENTO AICS DOVERI E OBBLIGHI GENERALI ASSOCIAZIONE ITALIANA CULTURA E SPORT COMITATO PROVINCIALE DI PISTOIA Via Bellaria, 35 51100 PISTOIA ( PT ) Tel. 0573-367529 - FAX 0573/34933 e-mail: pistoia@aics.it Art. 1 RISPETTO DEL REGOLAMENTO AICS

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE NUMERO 14

COMUNICATO UFFICIALE NUMERO 14 AICS Comitato Regionale - Comunicato Ufficiale N. 13 1 COMITATO REGIONALE TOSCANO VIA FRA BARTOLOMMEO 29-50132 FIRENZE e.mail info@aicstoscana.it calcio@aicstoscana.it Sito - www.aicstoscana.it Responsabile

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004 Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate Approvato definitivamente dal Parlamento l

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI 2015-2016

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI 2015-2016 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI 2015-2016 AFFILIAZIONE - RIAFFILIAZIONE - TESSERAMENTO Il Consiglio Federale, nella riunione tenutasi in data 28 maggio 2015, ha deliberato, ai sensi dell art. 27.3,

Dettagli

STRUTTURAZIONE E REGOLAMENTAZIONE FASI FINALI PROVINCIALI CALCIO A 5 CALCIO A 7 MASCHILE

STRUTTURAZIONE E REGOLAMENTAZIONE FASI FINALI PROVINCIALI CALCIO A 5 CALCIO A 7 MASCHILE STRUTTURAZIONE E REGOLAMENTAZIONE FASI FINALI PROVINCIALI CALCIO A 5 CALCIO A 7 MASCHILE FASI FINALI PROVINCIALI Le Fasi Finali Provinciali c5/c7 sono parte integrante dei Campionati 2013/14 e la mancata

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione PROTOCOLLO DI AZIONE VIGILANZA COLLABORATIVA CON L AGENZIA NAZIONALE PER L ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO D IMPRESA S.P.A. (INVITALIA) PREMESSO CHE - L art.

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO STAGIONE 2012/2013 FINALE REGIONALE 2 GIUGNO 2013 LENO (BS)

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO STAGIONE 2012/2013 FINALE REGIONALE 2 GIUGNO 2013 LENO (BS) SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO STAGIONE 2012/2013 FINALE REGIONALE 2 GIUGNO 2013 LENO (BS) TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE PREMESSA Si ricorda che la manifestazione è una festa a carattere

Dettagli

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA 6 CAMPIONATO PROVINCIALE 6 COPPA UISPFC di CALCIO a 11 Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI Norme di Partecipazione e Deroghe al Regolamento Nazionale di Calcio a 11 Stagione

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 037

Comunicato Ufficiale N. 037 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 037 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque ATTIVITA NAZIONALE STAGIONE SPORTIVA

Dettagli

TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO

TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO Art. 1 Doveri e obblighi generali 1. Le società, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli ufficiali di gara e ogni altro soggetto che svolge attività di carattere agonistico,

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

61 Torneo VIAREGGIO CUP World Football Tournament COPPA CARNEVALE

61 Torneo VIAREGGIO CUP World Football Tournament COPPA CARNEVALE 61 Torneo VIAREGGIO CUP World Football Tournament COPPA CARNEVALE Art. 1 - Lo Sporting Club Centro Giovani Calciatori a.s.d. di Viareggio indice e organizza, con la collaborazione della F.I.G.C., con il

Dettagli

a cura della FIGC - Settore Giovanile e Scolastico

a cura della FIGC - Settore Giovanile e Scolastico Criteri di ammissione ai Campionati Regionali 1/16 I Comitati Regionali dovranno pubblicare sui Comunicati Ufficiali la composizione degli organici (numero dei gironi e numero squadre ammesse) ed i meccanismi

Dettagli

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 La Divisione Calcio a Cinque organizza la Supercoppa stagione Sportiva 2015/2016, riservata

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE n. 42 dell 11 luglio 2014

COMUNICATO UFFICIALE n. 42 dell 11 luglio 2014 COMUNICATO UFFICIALE n. 42 dell 11 luglio 2014 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AFFILIAZIONE/RIAFFILIAZIONE E TESSERAMENTO (Stagione Sportiva 2014/15) Il Consiglio Federale, nella riunione tenutasi in data 3/4

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 48/L DEL 21 LUGLIO 2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 48/L DEL 21 LUGLIO 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 48/L DEL 21 LUGLIO 2015 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 48/91 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 37/A della F.I.G.C., pubblicato in data 17

Dettagli

Associazione Sportiva Dilettantistica

Associazione Sportiva Dilettantistica Ispirato al codice etico del CONI SOCIETA NAUTICA GRIGNANO Associazione Sportiva Dilettantistica Rev. Oggetto Approvazione Data 00 01 Modello Organizzativo ai sensi del SOMMARIO INTRODUZIONE...3 1. Destinatari...4

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO Modalità operative per le sale bingo

ANTIRICICLAGGIO Modalità operative per le sale bingo ANTIRICICLAGGIO Modalità operative per le sale bingo Convegno ASCOB Roma 18 Luglio 2012 Dott. Franco Fantozzi Direttore Sicurezza e Compliance CODERE ITALIA SpA RICICLAGGIO: LE DIMENSIONI DEL FENOMENO

Dettagli

CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA

CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA Art. 1 Doveri e obblighi generali 1. Le società, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli ufficiali di gara e ogni altro soggetto che svolge

Dettagli

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti 15 aprile 2015 LE FRODI ALL IVA LA LOTTA ALLE FRODI ALL IVA ESIGENZE

Dettagli

IL BAMBINO (centralità)

IL BAMBINO (centralità) Il Vero soggetto della Nostra proposta educativa SOCIETA di CALCIO Personalità Scuola Dirigente Educatore Sportivo Allenatore Preparatore Motorio Medico Psicologo IL BAMBINO (centralità) EVOLUZIONE (crescita)

Dettagli

Tassa di approvazione Torneo : (1^squadre 100,00 Att.Ricreativa/ C5 100,00 Juniores/ Under 52,00)

Tassa di approvazione Torneo : (1^squadre 100,00 Att.Ricreativa/ C5 100,00 Juniores/ Under 52,00) Fac simile lettera di trasmissione al C.R.V. su carta intestata della Società organizzatrice, PER I SOLI TORNEI DILETTANTI (NON GIOVANILI) : Data Spett.le F.I.G.C. C.R.V. L.N.D. Ufficio Approvazione Tornei

Dettagli

UNIONE BILIARDO GENOVA

UNIONE BILIARDO GENOVA UNIONE BILIARDO GENOVA REGOLAMENTO DISCIPLINARE ART. 1 DOVERI DELLE SOCIETA E DEI TESSERATI Le società affiliate e i tesserati sono soggetti all osservanza dei Regolamenti dello Statuto UBG, in ogni rapporto

Dettagli

COMITATO PROVINCIALE COSENZA

COMITATO PROVINCIALE COSENZA COMITATO PROVINCIALE COSENZA 02 settembre 2015 1 MOVIMENTO SPORTIVO POPOLARE ITALIA Comitato Provinciale Cosenza Lega Calcio Cosenza 1^ Traversa Kennedy, 4 87037 RENDE (CS) Tel. e fax 0984 446750 e-mail:

Dettagli

Calciatori o calciatrici (extracomunitari) e (comunitari) MAI TESSERATI ALL ESTERO / Primo tesseramento in Italia nella stagione sportiva 2012/2013

Calciatori o calciatrici (extracomunitari) e (comunitari) MAI TESSERATI ALL ESTERO / Primo tesseramento in Italia nella stagione sportiva 2012/2013 PRATICHE TESSERAMENTO DA INVIARE A MILANO PRIMO TESSERAMENTO DI ATLETI STRANIERI MINORENNI LND MAI TESSERATI ESTERO E MAI TESSERATI IN ITALIA Calciatori o calciatrici (extracomunitari) e (comunitari) MAI

Dettagli

categoria : periodo di svolgimento : I NOMI DELLE SQUADRE PARTECIPANTI ED IL CALENDARIO DELLE GARE completo

categoria : periodo di svolgimento : I NOMI DELLE SQUADRE PARTECIPANTI ED IL CALENDARIO DELLE GARE completo Fac simile lettera di trasmissione al C.R.V. su carta intestata della Società organizzatrice, PER I SOLI TORNEI DILETTANTI (NON GIOVANILI) : Data Spett.le F.I.G.C. C.R.V. L.N.D. Ufficio Approvazione Tornei

Dettagli

COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA INVIO DOCUMENTAZIONE

COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA INVIO DOCUMENTAZIONE COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA LE LISTE DI SVINCOLO PER RINUNCIA (EX ART.107 N.O.I.F.) PRODOTTE ON LINE DALLA SOCIETA, PER AVERE VALIDITA DEVONO ESSERE RESE DEFINITIVE, STAMPATE, FIRMATE DAL LEGALE RAPPRESENTANTE

Dettagli

SOCIETÀ ORGANIZZATRICE:

SOCIETÀ ORGANIZZATRICE: XV TORNEO DIVERTIAMOCI INSIEME NORCIA 01_04 APRILE 2015 REGOLAMENTO CAT. ESORDIENTI 1 ANNO 2003 ART.1 ORGANIZZAZIONE L ALLEANZA SPORTIVA ITALIANA E L ASSOCIAZIONE SCUOLA GIOCO E SPORT INDICONO ED ORGANIZZANO

Dettagli

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it REGOLAMENTO - NORME ART. 1 SPORTING MAGI A.S.D. indice ed organizza il 2^ TORNEO di calcio a 5, per giocatori

Dettagli

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 REGOLAMENTO LIMITAZIONI campionati SERIE A Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 Sono considerati di pari livello

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 245/A Il Consiglio Federale Ritenuta la necessità di modificare il Regolamento dell

Dettagli

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441-346 0825520-346 4133777 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.calabria.fip.it

Dettagli

Sistema Licenze Nazionali 2014/2015 Lega Nazionale Professionisti Serie B

Sistema Licenze Nazionali 2014/2015 Lega Nazionale Professionisti Serie B Sistema Licenze Nazionali 2014/2015 Lega Nazionale Professionisti Serie B Le società, per partecipare al Campionato di Serie B stagione sportiva 2014/2015, devono ottenere la Licenza Nazionale e a tal

Dettagli

SU CARTA INTESTATA DELLA SOCIETA. Gara amichevole

SU CARTA INTESTATA DELLA SOCIETA. Gara amichevole Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale Taranto Via Puglie, 20 74121 TARANTO Oggetto: Autorizzazione Torneo Torneo Gara amichevole Disciplina Specialità Variante Contenuto Livello Indor Beach

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015 I) ATTIVITA UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all art. 49, punto 1,

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

COMMISSIONE PREMI DI PREPARAZIONE

COMMISSIONE PREMI DI PREPARAZIONE COMMISSIONE PREMI DI PREPARAZIONE Presidente: Vittorio Barbotto Componenti: Giovanni Agrusti Vittorio Bartolomei Ciro Capone Cecilia Caregnato Bernardo Castrichini Luigi De Francisci Enrico Duranti Renato

Dettagli

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1 Stagione sportiva 2006/2007 Comunicato Ufficilale N 1 4 Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica Corsi di formazione e di informazione Fuoriclasse cup C. ATTIVITA PROMOZIONALE

Dettagli

Guida antidoping della UEFA per i giocatori

Guida antidoping della UEFA per i giocatori Guida antidoping della UEFA per i giocatori Perché alcuni atleti assumono farmaci dopanti? A volte gli atleti fanno uso di farmaci proibiti per cercare di migliorare la propria velocità, la forza e la

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S.

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S. REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S. REGOLAMENTO SANITARIO Premessa Il presente regolamento disciplina le funzioni specifiche del Settore Sanitario Federale, nel rispetto della normativa nazionale e regionale,

Dettagli

Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida

Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida La Federazione Scacchistica Italiana Comitato Regionale Pugliese in collaborazione con il C.O.N.I. Comitato

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE INDICAZIONI GENERALI Si ricorda che la manifestazione è una festa regionale/provinciale

Dettagli