Parte I LE NORME DI COMPORTAMENTO. Capitolo II LE DICHIARAZIONI LESIVE (ART. 5)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Parte I LE NORME DI COMPORTAMENTO. Capitolo II LE DICHIARAZIONI LESIVE (ART. 5)"

Transcript

1 INDICE Prefazione, digiuseppe QUATTROCCHI... XIII Introduzione, diantonio D AVIRRO... XVII pag. Parte I LE NORME DI COMPORTAMENTO Capitolo I DOVERI ED OBBLIGHI GENERALI (ART. 1) a cura di MICHELE DUCCI 1. Premessa I soggetti I principi di lealtà, correttezza e probità Obbligo di segretezza Obbligo di presentazione Sanzioni e procedura Capitolo II LE DICHIARAZIONI LESIVE (ART. 5) a cura di MICHELE DUCCI 1. Premessa Condotta e soggetti La prova liberatoria Considerazioni ulteriori Sanzioni e procedura Capitolo III IL DIVIETO DI SCOMMESSE (ART. 6) a cura di MARCO GIGLIOLI 1. Premessa: origine e scopo della norma prevista dall art. 6 C.G.S La struttura del divieto I soggetti destinatari della norma... 42

2 VI Indice 2.2. La condotta vietata Non punibilità del tentativo La prova della condotta vietata Concorso fra l inosservanza del divieto di scommesse di cui all art. 6 C.G.S. e l inosservanza dei doveri di comportamento di cui all art. 1, comma 1, C.G.S Le sanzioni Capitolo IV L ILLECITO (ARTT. 7E8) a cura di ANTONIO D AVIRRO 1. Premessa L illecito in generale L illecito sportivo (art. 7) La struttura dell illecito sportivo L alterazione dello svolgimento o del risultato di una gara o di una competizione: il problema dell idoneità degli atti La proposta illecita Percezione della proposta Serietà della proposta L incentivazione a vincere, quale proposta illecita La proposta anomala La proposta illecita finalizzata ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica Il fine della condotta illecita La prova dell illecito sportivo La prova in generale Le intercettazioni telefoniche: utilizzabilità Valore probatorio delle intercettazioni telefoniche Fonte diretta e fonte indiretta Qualità soggettiva dell interlocutore telefonico Il caso pratico Utilizzabilità e valore probatorio dei tabulati telefonici La prova audiovisiva L accusa di illecito sportivo Valore probatorio dell accusa indiretta Valore probatorio dell accusa diretta L omessa denuncia Il fondamento dell obbligo di denuncia Il presupposto dell omessa denuncia L illecito sportivo: sanzioni Le sanzioni Criteri di determinazione della sanzione L aggravante dell alterazione dello svolgimento o del risultato della gara Il caso concreto

3 Indice VII 6.5. Derogabilità ai criteri che stabiliscono una pena predeterminata nei casi di illecito sportivo: l attenuante della collaborazione degli incolpati prevista dall art Le varie forme di responsabilità per illecito sportivo La responsabilità delle società sportive La responsabilità diretta La responsabilità oggettiva La responsabilità presunta Il caso concreto L illecito amministrativo Le false comunicazioni Compensi illeciti ai tesserati La prescrizione Procedimenti per illecito sportivo e illecito amministrativo Il procedimento per illecito in generale L istruzione Il giudizio I gravami Capitolo V L ASSOCIAZIONE FINALIZZATA ALLA COMMISSIONE DI ILLECITI (ART. 9) a cura di MAURO MESSERI 1. Introduzione Genesi dell istituto Premessa Interesse tutelato dalla norma Soggetto attivo Coloro che promuovono, costituiscono o gestiscono l associazione Partecipazione all associazione Elemento oggettivo La condotta La costituzione dell associazione ed il vincolo associativo Il programma illecito La struttura organizzativa dell associazione I rapporti fra l illecito associativo e gli illeciti-fine Differenza tra illecito associativo e concorso di persone nell illecito Rapporto tra illecito associativo e concorso di persone nell illecito Elemento soggettivo Il dolo L errore sull illiceità dello scopo La desistenza Consumazione Momento consumativo

4 VIII Indice 8.2. Tentativo Illecito permanente Continuazione Circostanze Questioni processuali Procedibilità Determinazione del giudice competente Lacuna processuale Legittimazione ad intervenire nel giudizio Sanzioni Entrata in vigore Capitolo VI DOVERI E DIVIETI IN MATERIA DI TESSERAMENTI, TRASFERIMENTI E CESSIONI (ART. 10) a cura di MARCO GIGLIOLI 1. Brevi cenni storici Le regole di comportamento previste dai commi 1e2dell art. 10 C.G.S I divieti I doveri Le sanzioni Il calciatore straniero La violazione delle disposizioni in materia di tesseramento e cessione di contratto di calciatore proveniente o provenuto da federazione estera La falsa attestazione di cittadinanza e l elusione delle norme in materia di ingresso in Italia e di tesseramento di calciatore extracomunitario La partecipazione a competizioni sportive di calciatori sotto falso nome o senza titolo La violazione delle disposizioni in materia di incentivazione e promozione dei giocatori locali Altre violazioni in materia di tesseramenti Il recesso e l interruzione dell esecuzione del contratto di prestazione sportiva senza giusta causa Capitolo VII I FATTI VIOLENTI ED I COMPORTAMENTI DISCRIMINATORI (ARTT. 11, 12, 13 E 14) a cura di MARIO TADDEUCCI SASSOLINI 1. I fatti violenti La responsabilità per comportamenti discriminatori

5 Indice IX Capitolo VIII LA VIOLAZIONE DELLA CLAUSOLA COMPROMISSORIA (ART. 15) a cura di MARIO TADDEUCCI SASSOLINI 1. Contenuto e limiti del precetto L interpretazione della Corte Federale Le pronunce della giustizia amministrativa La nuova disciplina introdotta dalla legge 280/ Le sanzioni Capitolo IX L ESITO DELLA GARA (ART. 17) a cura di FEDERICO BAGATTINI emario TADDEUCCI SASSOLINI 1. Premessa Le condotte tipiche Le condotte indeterminate e la giurisprudenza sportiva Parte II LE NORME PROCEDURALI a cura di FEDERICO BAGATTINI Capitolo I LE SANZIONI 1. Premessa Sanzioni Sanzioni a carico della società (art. 18) Sanzioni a carico di dirigenti, soci e tesserati della società (art. 19) Sospensione cautelare (art. 20) Recidiva (art. 21) Esecuzione delle sanzioni (art. 22) Applicazione di sanzioni su richiesta delle parti (art. 23) Collaborazione degli incolpati (art. 24) Prescrizione (art. 25) Amnistia, riabilitazione e indulto (art. 26), grazia (art. 27) Capitolo II GLI ORGANI DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA 1. Principi generali Indipendenza e autonomia Terzietà Diritto di difesa

6 X Indice 1.4. Astensione e ricusazione La Commissione di garanzia della giustizia sportiva (art. 34 statuto) Giudice Sportivo (art. 29) Competenza Commissioni Disciplinari (art. 30) Competenze La Corte di Giustizia Federale (art. 31) La Procura Federale (art. 32) Capitolo III I PROCEDIMENTI 1. Premessa Reclami di parte e ricorsi di organi federali (art. 33) Svolgimento dei procedimenti (art. 34) Mezzi di prova e formalità procedurali (art. 35) Infrazioni connesse allo svolgimento della gara La prova televisiva Comportamento sostenitori Regolarità gara, campo e posizione partecipanti Denuncia o deferimento Sanzioni non economiche Procedimenti di seconda istanza (art. 36) Procedimenti innanzi alla Corte di giustizia federale (art. 37) Termini dei procedimenti e modalità di trasmissione degli atti (art. 38) Revocazione (art. 39) Capitolo IV LA GIUSTIZIA SPORTIVA IN AMBITO REGIONALE DELLA L.N.D. E NEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 1. Premessa Gradi di giudizio (art. 44) Sanzioni (art. 45) Norme procedurali (art. 46) Parte III INTERCETTAZIONI TELEFONICHE NELL ILLECITO SPORTIVO: PROBLEMATICHE ED ASPETTI INTERPRETATIVI-LINGUISTICI a cura di ANGELO MASTROMATTEO 1. La prova dell illecito sportivo Le intercettazioni telefoniche: utilizzabilità Valore probatorio delle intercettazioni telefoniche

7 Indice XI 4. Valutazione del contenuto delle intercettazioni telefoniche con riferimento alla comunicazione linguistica ed alla contestualizzazione Considerazioni conclusive APPENDICE Codice di Giustizia Sportiva, pubblicato in Comunicato Ufficiale della Segreteria Federale n. 19/A del 21 giugno

INDICE PARTE I SPORT E GIUSTIZIA. CAPITOLO 1 I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA ORDINARIA di Piero Sandulli

INDICE PARTE I SPORT E GIUSTIZIA. CAPITOLO 1 I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA ORDINARIA di Piero Sandulli INDICE Premessa............................................. Introduzione al tema....................................... XIII XVII PARTE I SPORT E GIUSTIZIA I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA

Dettagli

CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA

CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA Art. 1 Doveri e obblighi generali 1. Le società, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli ufficiali di gara e ogni altro soggetto che svolge

Dettagli

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE Sanzioni penali e sanzioni sportive SANZIONI INDICE SANZIONI PENALI L.401/89 - Art. 1. Frode in competizioni sportive pag.

Dettagli

TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO

TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO Art. 1 Doveri e obblighi generali 1. Le società, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli ufficiali di gara e ogni altro soggetto che svolge attività di carattere agonistico,

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA SPORTIVA

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA SPORTIVA REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA SPORTIVA Approvato con delibere Presidente CONI n. 138/72 del 30/9/2014 e n. 148 dell 8/10/2014 Presa d atto Consiglio Federale del 30/9/2014 delibera n. 213 Ratificato da Giunta

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIX Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING 1.1. Introduzione... 1 1.2. I pregiudizi... 2 1.3. La tutela.... 4 1.4. La mancanza di una

Dettagli

GARA ANCONA - GROSSETO del 30.04.2010 - s.s. 2009 2010

GARA ANCONA - GROSSETO del 30.04.2010 - s.s. 2009 2010 La Federazione Italiana Giuoco Calcio comunica che il Procuratore Federale, esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica di Cremona ed espletata la conseguente attività

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA APPROVATO DAL CONSIGLIO FEDERALE IL 19 MARZO 2005 (APPROVATO DALLA GIUNTA NAZIONALE DEL C.O.N.I. CON DELIBERA N. 233 DEL 18 MAGGIO 2005) 1 REGOLAMENTO

Dettagli

CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA

CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO Art. 1 Doveri e obblighi generali 1. Le società, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli ufficiali di gara e ogni altro soggetto che svolge

Dettagli

ORGANI DI GIUSTIZIA COMPETENZE, MODALITA RECLAMI E RICORSI (termini e contributi accesso)

ORGANI DI GIUSTIZIA COMPETENZE, MODALITA RECLAMI E RICORSI (termini e contributi accesso) ORGANI DI GIUSTIZIA, MODALITA RECLAMI E RICORSI (termini e contributi accesso) GIUDICI SPORTIVI Il Giudice Sportivo Nazionale e i Giudici Sportivi Regionali pronunciano in prima istanza, senza udienza

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

2. L'ignoranza dello Statuto e delle norme federali non può essere invocata ad alcun effetto.

2. L'ignoranza dello Statuto e delle norme federali non può essere invocata ad alcun effetto. Codice di Giustizia Sportiva TITOLO I NORME DI COMPORTAMENTO Art. 1 Doveri e obblighi generali 1. Le società, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli ufficiali di gara e ogni altro soggetto che svolge

Dettagli

LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE SANZIONI PENALI E SANZIONI SPORTIVE

LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE SANZIONI PENALI E SANZIONI SPORTIVE LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE SANZIONI PENALI E SANZIONI SPORTIVE Integrity Partner Lega Pro e Istituto per il Credito Sportivo insieme per rafforzare la passione nel calcio. La partnership

Dettagli

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 TESTI LEGISLATIVI... 11 1. Legge 25 giugno 1999, n. 205 (Delega al Governo per la depenalizzazione dei reati minori e modifiche al sistema penale e tributario):

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX CAPITOLO I LINEAMENTI DI ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE 1. Ordinamento professionale forense, pluralità degli ordinamenti

Dettagli

Tribunale Nazionale di Arbitrato o per lo Sport

Tribunale Nazionale di Arbitrato o per lo Sport Tribunale Nazionale di Arbitrato o per lo Sport L ARBITRO UNICO Avv. Aurelio Vessichelli nominato ai sensi dell art. 6, comma 4 del Codice dei giudizi innanzi al Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo

Dettagli

CODICE DI GIUSTIZIA FEDERALE

CODICE DI GIUSTIZIA FEDERALE CODICE DI GIUSTIZIA FEDERALE Aprropvato con: - Delibera Commissariale AeCI n. 675 del 28 novembre 2012 - Delibera CONI n. 435 del 29 novembre 2012 Art. 1 Generalità Il presente codice descrive le violazioni

Dettagli

- ASSOCIAZIONE EX ART. 9 CGS

- ASSOCIAZIONE EX ART. 9 CGS Roma, 6 novembre 2015 Il Procuratore Federale, esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, espletata l attività istruttoria in sede disciplinare,

Dettagli

Codice di Comportamento Sportivo

Codice di Comportamento Sportivo Codice di Comportamento Sportivo Garante del Comportamento Sportivo Stadio Olimpico Curva Sud Gate 23 00135 - ROMA e-mail: garante@coni.it Deliberato dal Consiglio Nazionale nella riunione del 30 ottobre

Dettagli

INDICE DEL SECONDO VOLUME

INDICE DEL SECONDO VOLUME INDICE DEL SECONDO VOLUME Avvertenza... pag. XI I CRITERI DI IMPUTAZIONE OGGETTIVA DEL FATTO ALL AUTORE LA RESPONSABILITÀ OGGETTIVA 1. La responsabilità oggettiva nel Codice Rocco e il suo contrasto con

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA VII INDICE-SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni.... pag. XV Capitolo Primo PREMESSA 1. Premessa.... pag. 1 2. Evoluzione storica. Appalti urbanistica edilizia....» 2 3. Le norme applicabili....»

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI Valerio de GIOIA COME SI SCRIVE L ATTO GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Con la collaborazione di Sonia GRASSI Giovanna SPIRITO Carlo TANGARI SOMMARIO Premessa

Dettagli

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE a cura di Remo Danovi 1. Tenuta albi - Pena interdittiva accessoria sentenza penale di condanna La cancellazione dall Albo degli Avvocati, disposta come conseguenza

Dettagli

ESPOSTO. per. JUVENTUS FOOTBALL CLUB S.p.A.

ESPOSTO. per. JUVENTUS FOOTBALL CLUB S.p.A. Torino, 10 maggio 2010 All Ill.mo Presidente del C.O.N.I. All Ill.mo Presidente della F.I.G.C. Alla Ecc.ma Procura Federale presso la F.I.G.C. Att.ne dell Ill.mo Procuratore Federale Capo ESPOSTO per JUVENTUS

Dettagli

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE INDICE pag. Prefazione.... XV PARTE I Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE 1.1. La garanzia costituzionale del diritto di difesa in

Dettagli

Regolamento di Giustizia e Disciplina

Regolamento di Giustizia e Disciplina R E G O L A M E N T O D I G I U S T I Z I A E D I S C I P L I N A TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 Diritti e doveri generali 1. Il presente Codice di giustizia sportiva della FIGH è adottato in conformità

Dettagli

IL SISTEMA SANZIONATORIO

IL SISTEMA SANZIONATORIO IL SISTEMA SANZIONATORIO EX D. LGS. 231/2001 1 L introduzione di un sistema disciplinare volto a sanzionare il mancato rispetto delle misure contenute nel Modello 231/2001, aggiornato alla L. 190/2012,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO INDICE-SOMMARIO Introduzione... Avvertenze e abbreviazioni... XV XIX Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO 1.1.1. Sistemainquisitorioedaccusatorio...

Dettagli

INDICE SOMMARIO INDICE SOMMARIO

INDICE SOMMARIO INDICE SOMMARIO INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI 1. Origine della moderna figura dell agente nel quadro dei rapporti di distribuzione commerciale - Suo inserimento nel diritto positivo

Dettagli

Il Codice di Comportamento. Sportivo

Il Codice di Comportamento. Sportivo Il Codice di Comportamento Ostia Lido (RM) - Aran Blu Hotel - Lungomare degli Abruzzi 66/70, 28 febbraio 1 marzo 2015 Sportivo Breve sintesi C.C.S. (Codice di Comportamento Sportivo) L Art. 13 bis dello

Dettagli

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C.

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. Parte I I SOGGETTI TITOLO II.- LE SOCIETÀ Art. 14 Ambito di applicazione 1. Ai fini delle presenti norme organizzative e di ogni altra disposizione avente efficacia

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI 1. Origine della figura dell agente nel quadro dei rapporti di distribuzione commerciale e suo inserimento nel diritto positivo italiano....................

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO 1. Il diritto tributario e le entrate dello Stato... pag. 1 2. Le fonti del diritto...» 6 3. Le fonti

Dettagli

CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA - A I A -

CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA - A I A - CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA - A I A - ARBITRI Approvato dal Comitato dei Garanti Cavalese ( TN ) 30 Settembre 2011 1 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. RIFERIMENTI NORMATIVI ED EXTRA

Dettagli

CODICE DISCIPLINARE Effetti s.r.l.

CODICE DISCIPLINARE Effetti s.r.l. CODICE DISCIPLINARE Effetti s.r.l. Approvato all unanimità dagli Amministratori con decisione del 21 aprile 2009 SOMMARIO Art. 1 PREMESSA Art. 2 ILLECITI DISCIPLINARI E CRITERI SANZIONATORI Art. 3 LAVORATORI

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 Allegato n. 2 Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XV PARTE PRIMA LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO CAPITOLO 1 LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1. L illecito tributario...

Dettagli

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti Indice sommario Presentazione (di PAOLOEFISIO CORRIAS) 1 PARTE PRIMA Il contratto e le parti Capitolo I (di CLAUDIA SOLLAI) 13 Le fonti del contratto di agenzia 1. La pluralità di fonti. Il codice civile

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione della sesta edizione... Presentazione della seconda edizione... PREMESSA

INDICE SOMMARIO. Presentazione della sesta edizione... Presentazione della seconda edizione... PREMESSA Presentazione della sesta edizione... Presentazione della seconda edizione... pag. V VII PREMESSA 1. L assicurazione della responsabilità civile e il suo evolversi nel tempo... 1 2. Possibilità di una

Dettagli

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI Presentazione... VII PARTE PRIMA LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI CAPITOLO I LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1 L illecito tributario... 3 2 Reati finanziari e tributari... 5 3 Soggetto

Dettagli

LEGA CALCIO UISP BERGAMO

LEGA CALCIO UISP BERGAMO REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 7 REGOLAMENTO ORGANICO ART. 1 - DOVERI DELLE SQUADRE E DEI TESSERATI a) Le squadre iscritte al Campionato Provinciale di Calcio a 7 hanno il dovere dell osservanza

Dettagli

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 1. Le norme antiriciclaggio previste dal decreto legislativo n. 231 del 21 novembre 2007: applicabilità al nuovo reato di autoriciclaggio pag.

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 1 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 TRIBUNALE FEDERALE NAZIONALE SEZIONE DISCIPLINARE COMUNICATO UFFICIALE N. 17/TFN Sezione Disciplinare (2014/2015)

Dettagli

I MEMO-MANUALI Schemi e tavole sinottiche

I MEMO-MANUALI Schemi e tavole sinottiche I MEMO-MANUALI Schemi e tavole sinottiche Roberto GAROFOLI MEMO MANUALE CON SCHEMI E TAVOLE SINOTTICHE DI PENALE II edizione con il coordinamento di Luisa e Maria COLOSIMO INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI CAPITOLO

Dettagli

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Piazzale Flaminio, 9-00196 ROMA (RM) TEL. (06)328221 FAX: (06)32822717 SITO INTERNET: http://www.lnd.it/ Stagione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone)

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) 1. Aspetti

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII INDICE Prefazione... XIII Schemi 1 Divieto di patti successori (art. 458 c.c.)... 3 2 Tutela possessoria dei beni ereditari prima dell accettazione dell eredità (artt. 460, c. 1, c.c.; 703 e 704 c.p.c.)...

Dettagli

INDICE GENERALE. pag. Introduzione (le ragioni di un corso)... CAPITOLO I L ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE

INDICE GENERALE. pag. Introduzione (le ragioni di un corso)... CAPITOLO I L ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE Introduzione (le ragioni di un corso)... XI CAPITOLO I L ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE 1. Le professioni intellettuali... 3 2. L ordinamento giuridico professionale.... 8 3. L ordinamento forense.

Dettagli

Camera di Conciliazione e Arbitrato per lo Sport

Camera di Conciliazione e Arbitrato per lo Sport Camera di Conciliazione e Arbitrato per lo Sport I L C O L L E G I O A R B I T R A L E On. Prof. Avv. Pier Luigi Ronzani Avv. Guido Cecinelli Prof. Marcello Foschini Prof. Avv. Luigi Fumagalli Prof. Avv.

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA FISG

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA FISG REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA FISG 1 FEDERAZIONE ITALIANA SPORT DEL GHIACCIO REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 Affiliati e tesserati. Doveri ed obblighi 1. Gli affiliati ed i tesserati

Dettagli

1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna

1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna Indice Prefazione di Giancarlo Pezzuto e Gianfranco Tomassoli pag. xiii 1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna 1.1 Premessa» 2 1.2 Profili giuridici e operativi»

Dettagli

ACCOGLIMENTO ED ESPULSIONE DEI CITTADINI STRANIERI

ACCOGLIMENTO ED ESPULSIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOMMARIO Presentazione... XIII PARTE PRIMA ACCOGLIMENTO ED ESPULSIONE DEI CITTADINI STRANIERI CAPITOLO 1 L INGRESSO DELLO STRANIERO NEL TERRITORIO DELLO STATO 1. Stranieri e apolidi... 3 2. Le condizioni

Dettagli

Fiscal News N. 129. La circolare di aggiornamento professionale. 15.03.2012 Decreto 231 per le società di calcio. Premessa

Fiscal News N. 129. La circolare di aggiornamento professionale. 15.03.2012 Decreto 231 per le società di calcio. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 129 15.03.2012 Decreto 231 per le società di calcio Categoria: Società Sottocategoria: Responsabilità amministrativa A cura di Carlo De Luca Il

Dettagli

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 Studio Legale avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via G. Verdi 14 Oggetto del Decreto 231/01 Il Decreto 231/01

Dettagli

L ORDINAMENTO SPORTIVO ITALIANO CORSO ALLENATORI PRIMO LIVELLO

L ORDINAMENTO SPORTIVO ITALIANO CORSO ALLENATORI PRIMO LIVELLO L ORDINAMENTO SPORTIVO ITALIANO CORSO ALLENATORI PRIMO LIVELLO Principio della pluralità degli ordinamenti giuridici Istituzione o Ordinamento giuridico - Plurisoggettività (composto da soggetti aderenti

Dettagli

CODICE DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA

CODICE DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA Deliberazione n. 1532 Consiglio Nazionale CONI del 10 febbraio 2015 Approvato con Decreto Presidenza Consiglio dei Ministri del 3-4-2015 CODICE DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA INDICE SOMMARIO DEL CODICE DELLA

Dettagli

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA I MANUALI DEL PROFESSIONISTA Michele ADINOLFI - Francesco GRECO Francesco MAZZOTTA - Marco TOLLA Marco THIONE - Fernando RAPONE Manuale di Diritto tributario Prefazione Conoscendo l importante percorso

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA TITOLO I Art.1 Circoli e Associazioni: 1. Le società, associazioni ed organismi sportivi dilettantistici affiliati (di seguito: Circoli) o aggregati (di seguito: Associazioni)

Dettagli

IL COLLEGIO ARBITRALE. composto da:

IL COLLEGIO ARBITRALE. composto da: Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport IL COLLEGIO ARBITRALE composto da: Prof. Avv. Massimo Zaccheo Prof. Guido Calvi Prof. Avv. Maurizio Benincasa Presidente Arbitro Arbitro riunito in conferenza

Dettagli

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE I COMPENDI D AUTORE diretti da Roberto GAROFOLI Per concorsi pubblici e abilitazione forense propone: I COMPENDI D AUTORE : Diritto Civile Diritto Penale Procedura

Dettagli

IL COLLEGIO ARBITRALE. Avv. Gabriella Palmieri (Presidente) Avv. Prof. Tommaso Edoardo Frosini (Arbitro) Avv. Aurelio Vessichelli (Arbitro)

IL COLLEGIO ARBITRALE. Avv. Gabriella Palmieri (Presidente) Avv. Prof. Tommaso Edoardo Frosini (Arbitro) Avv. Aurelio Vessichelli (Arbitro) Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport IL COLLEGIO ARBITRALE Avv. Gabriella Palmieri (Presidente) Avv. Prof. Tommaso Edoardo Frosini (Arbitro) Avv. Aurelio Vessichelli (Arbitro) riunito in conferenza

Dettagli

IL D.M. 18 FEBBRAIO 1982

IL D.M. 18 FEBBRAIO 1982 Tutela sanitaria: istruzioni per l uso Quali norme regolano la tutela sanitaria per chi pratica attività sportiva dilettantistica? Quali sono i documenti imprescindibili? Cosa fare in caso di infortunio?

Dettagli

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 La Divisione Calcio a Cinque organizza la Supercoppa stagione Sportiva 2015/2016, riservata

Dettagli

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C.

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. Parte II LE FUNZIONI TITOLO VII. - RAPPORTI TRA SOCIETA E CALCIATORI Art. 91 Doveri delle società 1. Le società, in relazione alla Serie di appartenenza, sono

Dettagli

SISTEMA SANZIONATORIO

SISTEMA SANZIONATORIO Sommario Introduzione... 2 Le violazioni e le misure disciplinari... 2 SISTEMA SANZIONATORIO PER I LAVORATORI DIPENDENTI... 3 LAVORATORI DIPENDENTI NON DIRIGENTI (QUADRI, IMPIEGATI, OPERAI)... 3 DIRIGENTI...

Dettagli

INDICE GENERALE PARTE I L ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE

INDICE GENERALE PARTE I L ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE PARTE I L ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE 1. Le professioni intellettuali... 3 2. L ordinamento giuridico professionale.... 7 3. L ordinamento forense. Normativa.... 10 4. L ordinamento forense. Struttura

Dettagli

1. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D.

1. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti Settore Giovanile e Scolastico COMITATO PROVINCIALE AUTONOMO DI TRENTO Via G.B. Trener, 2/2-38121 Trento Tel: 0461 98.40.50 98.42.62 - Fax:

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA ANALISI E COMMENTI SEZIONE I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI E LICENZIAMENTI PER MOTIVI SOGGETTIVI

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA ANALISI E COMMENTI SEZIONE I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI E LICENZIAMENTI PER MOTIVI SOGGETTIVI Abbreviazioni... Pag. XI Avvertenze e Legenda (per la lettura dei «medaglioni»)...» XV LICENZIAMENTI, SOGGETTIVI E OGGETTIVI, E SANZIONI: UNA INTRODUZIONE CON LE NOVITÀ DEL «COLLEGATO LAVORO» di Marcello

Dettagli

Capitolo I FINALITÀ E STRUMENTI DELLA DISCIPLINA DEI SERVIZI DI INVE- STIMENTO

Capitolo I FINALITÀ E STRUMENTI DELLA DISCIPLINA DEI SERVIZI DI INVE- STIMENTO INDICE SOMMARIO Premessa... XIII Capitolo I FINALITÀ E STRUMENTI DELLA DISCIPLINA DEI SERVIZI DI INVE- STIMENTO 1. La funzione economica dei prestatori dei servizi di investimento. 1 2. I servizi di investimento...

Dettagli

LEGA CALCIO UISP MONZA-BRIANZA

LEGA CALCIO UISP MONZA-BRIANZA NORME DI PARTECIPAZIONE CAMPIONATO A 11 GIOCATORI 2010-2011 a) DEFINIZIONE ATTIVITA La presente attività è dichiarata dalla Lega Calcio UISP Monza Brianza: attività ufficiale - ambito agonistico. Si articola

Dettagli

PARTE SPECIALE - 3 - Illeciti ambientali

PARTE SPECIALE - 3 - Illeciti ambientali PARTE SPECIALE - 3 - Illeciti ambientali 51 1. Funzione della Parte Speciale - 3 - Per effetto del D.Lgs. n. 121/2011, dal 16 agosto 2011 è in vigore l'art.25 - undecies, D.Lgs. n. 231/2001, che prevede

Dettagli

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2015 2017 DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Capo I Disposizioni generali

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2015 2017 DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Capo I Disposizioni generali PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2015 2017 DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Capo I Disposizioni generali Art. 1 Responsabile per la prevenzione della corruzione 1. Il Responsabile per la prevenzione

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. Anni 2014-2016

PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. Anni 2014-2016 PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2014-2016 1 TITOLO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Paragrafo 1 (Premessa) 1. La legge 6 novembre

Dettagli

Il reato di frode in competizioni sportive

Il reato di frode in competizioni sportive Matteo Bonatti Il reato di frode in competizioni sportive La norma (introdotta nel 1989 per arginare il fenomeno del calcio-scommesse scoppiato negli anni 80), salvaguarda il bene ideale del leale svolgimento

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte generale... pag. 1. Capitolo I La responsabilità (F. Martini)...» 3

INDICE SOMMARIO. Parte generale... pag. 1. Capitolo I La responsabilità (F. Martini)...» 3 Indice sommario 1.1 INDICE SOMMARIO Parte generale...................... pag. 1 Capitolo I La responsabilità (F. Martini)............» 3 1.1. Gli elementi costitutivi della responsabilità.............»

Dettagli

IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE

IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE SOMMARIO Prefazione di Umberto Scotti... I collaboratori... V XVII PARTE PRIMA IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE CAPITOLO 1 KNOW-HOW E SEGRETO NELL EVOLUZIONE DELLE FONTI di ALBERTO CAMUSSO 1. Introduzione...

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII INDICE Prefazione... XIII Schemi I IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE... 3 1 Contratto di assicurazione in generale (art. 1882 c.c.)... 15 2 Contratto di assicurazione obbligatoria R.C.A. (art. 1917 c.c.)...

Dettagli

INDICE. Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI

INDICE. Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI Indice VII INDICE Presentazione.... V Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI Capitolo Primo LE FONTI NORMATIVE DELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE 1. Generalità....

Dettagli

1. Profili generali dell idealtipo subordinato a tempo indeterminato. L art.2094c.c... 23

1. Profili generali dell idealtipo subordinato a tempo indeterminato. L art.2094c.c... 23 xi Presentazione... vii INTRODUZIONE IL DIRITTODEL LAVOROEDELLAPREVIDENZA COME SCIENZA GIURIDICA AUTONOMA 1. Rivoluzioneindustrialeedirittodeiborghesi... 3 1.1. La prima disciplina civilistica e la difesa

Dettagli

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C.

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. Parte I I SOGGETTI TITOLO Vl. - I CALCIATORI Art. 27 I calciatori 1. I calciatori tesserati per la F.I.G.C. sono qualificati nelle seguenti categorie: a) "professionisti";

Dettagli

Circolare Informativa n 1/2013. L Istituto del Licenziamento e la Riforma del lavoro

Circolare Informativa n 1/2013. L Istituto del Licenziamento e la Riforma del lavoro Circolare Informativa n 1/2013 L Istituto del Licenziamento e la Riforma del lavoro e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 11 INDICE Premessa pag. 3 1) Destinatari della norma

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13

INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13 INDICE Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L AUTOTUTELA 1. Inquadramento normativo... pag. 31 1.1 Le fonti... pag. 32 1.2 Gli

Dettagli

Adeguamenti normativi in materia di Sicurezza nei luoghi di lavoro.

Adeguamenti normativi in materia di Sicurezza nei luoghi di lavoro. Adeguamenti normativi in materia di Sicurezza nei luoghi di lavoro. Informativa generale Con la Legge. 3 agosto 2007 n. 123 recanti Misure in tema di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro e

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 COMUNICATO UFFICIALE N. 7/C (2006/2007) Si dà atto che la Commissione d Appello Federale, nella riunione tenutasi

Dettagli

Comunicato Ufficilale N 1. Stagione sportiva 2006/2007. Attività giovanile, attività femminile e Calcio a cinque. Giovanissimi.

Comunicato Ufficilale N 1. Stagione sportiva 2006/2007. Attività giovanile, attività femminile e Calcio a cinque. Giovanissimi. Stagione sportiva 2006/2007 Comunicato Ufficilale N 1 3 Attività giovanile, attività femminile e Calcio a cinque Giovanissimi Allievi B. ATTIVITÀ GIOVANILE 1 - CATEGORIA GIOVANISSIMI A. CARATTERISTICHE

Dettagli

PANDORA LE ULTIMISSIME TRACCE

PANDORA LE ULTIMISSIME TRACCE Roberto GAROFOLI PANDORA LE ULTIMISSIME TRACCE PER IL CONCORSO IN MAGISTRATURA ULTIMISSIME TRACCE DI CIVILE, PENALE E AMMINISTRATIVO AD ALTA PROBABILITÀ CONCORSUALE 2014 SOMMARIO PARTE PRIMA CIVILE SEZIONE

Dettagli

Sistema Licenze Nazionali 2014/2015 Lega Nazionale Professionisti Serie B

Sistema Licenze Nazionali 2014/2015 Lega Nazionale Professionisti Serie B Sistema Licenze Nazionali 2014/2015 Lega Nazionale Professionisti Serie B Le società, per partecipare al Campionato di Serie B stagione sportiva 2014/2015, devono ottenere la Licenza Nazionale e a tal

Dettagli

WORKSHOP REFERENTI INTEGRITY LEGA PRO VADEMECUM REFERENTI. Firenze, 26 Ottobre 2015

WORKSHOP REFERENTI INTEGRITY LEGA PRO VADEMECUM REFERENTI. Firenze, 26 Ottobre 2015 WORKSHOP REFERENTI INTEGRITY LEGA PRO VADEMECUM REFERENTI Firenze, 26 Ottobre 2015 Il ruolo della Lega Pro La Lega Pro fa della lotta alla contraffazione delle scommesse sportive, della lotta al doping

Dettagli

MANUALE DEL RISARCIMENTO PER IL DANNO ALLA PERSONA

MANUALE DEL RISARCIMENTO PER IL DANNO ALLA PERSONA Novità Aprile 2014 Con Rassegna delle più significative sentenze suddivisa in base alle più importanti e attuali questioni giurisprudenziali Patrimoniale Non patrimoniale Biologico Morale Esistenziale

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLE ATTIVITA SPORTIVE DELL ACI SOMMARIO. PARTE I Titolo I - Disposizioni Generali

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLE ATTIVITA SPORTIVE DELL ACI SOMMARIO. PARTE I Titolo I - Disposizioni Generali REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLE ATTIVITA SPORTIVE DELL ACI Art. 1 Ambito di applicazione Art. 2 L attività sportiva automobilistica Art. 3 Rappresentanza presso la FIA Art. 4 Rappresentanza

Dettagli

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 SOMMARIO SOMMARIO Prefazione... XVII CAP. 1 INVALIDITA` E IRREGOLARITA` MATRIMONIALI Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 F001 Formula per far dichiarare nullo il matrimonio

Dettagli

Codice di Comportamento Sportivo

Codice di Comportamento Sportivo Codice di Comportamento Sportivo Garante del Codice di Comportamento Sportivo Stadio Olimpico Curva Sud Gate 23 00135 - ROMA e-mail: garante@coni.it Deliberato dal Consiglio Nazionale nella riunione del

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XV CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE Guida bibliografica... 3 1. Le diverse forme di accettazione dell eredità... 7 2. L apertura

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894

CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894 CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894 Ritenuto in fatto 1. Con decreto dì sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente del 26 ottobre 2012, il GIP presso il Tribunale

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA E PIANO PER LA TRASPARENZA

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA E PIANO PER LA TRASPARENZA PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA E PIANO PER LA TRASPARENZA 2015-2017 PARTE PRIMA PREMESSA Art. 1 Finalità Art. 2 Definizioni Art. 3 Il responsabile della prevenzione della

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO BOZZA DI MODIFICA STATUTO FEDERALE (attualmente al vaglio del Commissario ad Acta nominato dal Coni) Il nuovo articolato introdotto in adeguamento al nuovo Codice

Dettagli

LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI. COMUNICATO UFFICIALE N. 52 DEL 21 settembre 2006

LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI. COMUNICATO UFFICIALE N. 52 DEL 21 settembre 2006 LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI COMUNICATO UFFICIALE N. 52 DEL 21 settembre 2006 DECISIONI DELLA COMMISSIONE DISCIPLINARE Si riportano le decisioni assunte nel corso della riunione del 14 settembre 2006

Dettagli

SCHEDA BIOGRAFICA. ESPERIENZE PROFESSIONALI Consigliere di Stato, in seguito a pubblico concorso, con decorrenza 2005

SCHEDA BIOGRAFICA. ESPERIENZE PROFESSIONALI Consigliere di Stato, in seguito a pubblico concorso, con decorrenza 2005 SCHEDA BIOGRAFICA Corso di Laurea: Giurisprudenza Insegnamento: Diritto Amministrativo e profili di Diritto Processuale Amministrativo Nome: Roberto Cognome: Giovagnoli r.giovagnoli@uninettunouniversity.net

Dettagli

Sommario generale. Capitolo primo

Sommario generale. Capitolo primo Sommario generale Capitolo primo 1/1 Introduzione all opera 1/2 Note di presentazione degli autori 1/3 Sommario generale 1/4 Indice formule su CD-Rom 1/5 Elenco delle abbreviazioni utilizzate negli indici

Dettagli