CAP VII Esportazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAP VII Esportazione"

Transcript

1 VII.1 MARCATORI DVD. CAP VII Esportazione Dopo aver ottenuto, in seguito alle diverse forme di rielaborazione sia delle tracce video che delle tracce audio, un video che risponda alle proprie aspettative, occorre passare all ultima fase del montaggio video, che è la Masterizzazione, la fase che consente di esportare il frutto del lavoro di montaggio in una forma che sia compatibile con i lettori DVD da tavolo oppure per la pubblicazione via WEB. Se si dispone di un software esterno per l autoring DVD, come per esempio DVD WORKSHOP 2 oppure SONIC DVD.IT, potremo editare il video nel formato MPEG2 e poi elaborarlo e comporre il DVD stesso con l altro software. In alternativa, si può salvare il file elaborato direttamente su DVD direttamente attraverso Adobe Premiere Pro. Consideriamo quest ultima opzione. Il primo passaggio da realizzare consiste nell inserire all interno della sequenza dei marcatori DVD in corrispondenza dei cambi di scena o dei cambi di capitolo. Si tratta di Indici che vengono inseriti da Adobe Premiere all interno del video che servono per suddividerlo in capitoli così indicizzati appunto. Questo consente, una volta realizzato il DVD, di poter utilizzare i tasti di arretramento o avanzamento di capitolo e di muoversi da un capitolo all altro all interno del video. Per inserire marcatori DVD basta cliccare sul tasto apposito, indicato nella figura VII.1 che si trova sotto l etichetta con il nome della sequenza nella timeline, e che è il pulsante Imposta marcatore. FIGURA VII.1 Adobe Premiere Pro CS3 INSERIRE MARCATORI DVD. Prima di inserire il primo marcatore occorre posizionare il cursore del righello temporale della timeline in posizione iniziale del video, poi cliccare sul pulsante imposta marcatore. Si aprirà la finestra Marcatore DVD (Figura VI.3) che consentirà di impostare tramite un menù a tendina il tipo di marcatore. Scegliere in tale menù il tipo 97

2 marcatore menu principale. Adobe premiere Inserirà un indice nella posizione iniziale e il primo fotogramma del video verrà visualizzato all interno del menù principale del DVD. In questo modo, cliccando sul fotogramma stesso o sul tasto ad esso poi associato, inizierà la riproduzione. Nella stessa finestra Marcatore DVD è possibile inserire un titolo per il marcatore digitandolo nell apposita etichetta in alto, accanto alla voce Nome. Per esempio si digiterà dunque al parola Inizio, trattandosi della posizione iniziale. Se si aggiunge lo spunto nella casella posta accanto alla voce Pulsante di menù animato, all interno del menù del DVD verrà visualizzata una sequenza di fotogrammi al posto dell immagine fissa corrispondente al primo fotogramma del capitolo. Si otterrà cioè un menù animato. Nella posizione prestabilita, sulla timeline, dopo aver cliccato sull OK e chiuso la finestra Marcatore DVD, apparirà una piccola icona, mostrata nella figura VII.2, che indicherà l inserimento del marcatore avvenuto. Dopo aver fissato il marcatore iniziale e principale, si procederà a fissare i successivi marcatori, corrispondenti ai diversi capitoli. Così, per esempio, dopo i titoli di testa è possibile fissare un nuovo marcatore. Per fare ciò, bisogna scorrere con il cursore agganciandolo e trascinandolo sul righello temporale della timeline sino al punto esatto in cui comincia il successivo capitolo e si vuole fissare il nuovo marcatore. Questa volta, quando si è individuata la corretta posizione per l inserimento del marcatore e si è premuto sul pulsante Imposta marcatore, nella finestra marcatore DVD si sceglierà il tipo Marcatore scena. Dunque si digiterà il nome per il marcatore, per esempio Capitolo 1. Anche in questo caso, dopo aver cliccato su OK e chiusa la finestra, si noterà sul righello temporale della timeline l inserimento nella posizione prima indicata dell icona che indica l inserimento avvenuto del marcatore di scena. Mentre il Marcatore menù principale consente al lettore DVD di associare alla posizione indicata il pulsante premendo il quale inizierà la riproduzione del DVD, i marcatori di scena consentono di indicizzare i diversi capitoli, i diversi passaggi di scena e dunque di scegliere la visualizzazione della scena desiderata semplicemente cliccando sul pulsante associato da tale marcatore alla scena stessa. FIGURA VII.2 Adobe Premiere Pro CS3 INSERIRE MARCATORI DVD. 98

3 FIGURA VII.3 Adobe Premiere Pro CS3 INSERIRE MARCATORI DVD. VII.2 MASTERIZZAZIONE. Dopo aver inserito un marcatore per l inizio di ogni scena in tutto il video e anche prima dei titoli di coda, si può aprire il software di masterizzazione integrato in Adobe Premere. Selezionata la voce Layout DVd dal menù Finestra, come nella figura VII.4, si aprirà la nuova schermata di cui alla figura VII.5, in cui è possibile scegliere la grafica del menù, che apparirà sul lettore DVD da tavolo. Se si fa doppio clic nella finestra anteprima sul titolo predefinito, apparirà una piccola finestra e sarà possibile modificarlo per personalizzarlo secondo le proprie esigenze. Dopo aver modificato i titoli che predefiniti sono in lingua inglese e aver spostato anche ove possibile le etichette corrispondenti, è possibile premere sul pulsante Anteprima DVD, in basso a destra nella schermata e visualizzare l effetto ottenuto. Questo consente di operare come se già si lavorasse su un lettore da tavolo e verificare che tutto funzioni correttamente prima della masterizzazione conclusiva. Dopo aver chiuso l anteprima DVD, semplicemente tramite la X che chiude la finestra, si potrà dunque passare a premere il pulsante 99

4 Masterizza DVD. Dopo aver premuto tale pulsante si aprirà la schermata di interfaccia con il masterizzatore. FIGURA VII.4 Adobe Premiere Pro CS3 LAYOUT DVD. FIGURA VII.5 Adobe Premiere Pro CS3 GRAFICA MENU. 100

5 FIGURA VII.6 Adobe Premiere Pro CS3 MASTERIZZAZIONE. Nell etichetta Percorso masterizzazione viene indicato il percorso relativo all hardware, al masterizzatore installato nel sistema su cui stiamo operando. Nell etichetta Nome disco, si può inserire il titolo che si desidera dare al DVD. Si può specificare anche il numero di copie che del filmato si vogliono effettuare. Nel caso si richiedano ppiù di una copia, dopo aver masterizzato il primo DVD, il software lo espellerà e chiederà l inserimento di un nuovo DVD vergine per procedere alle successive masterizzazione. Per quanto riguarda le impostazioni di codifica del DVD, le predefinite, che sono quelle indicate nell ultima etichetta in basso della schermata, sono più che adeguate per qualunque uso, ma si possono ottimizzare cliccando sul pulsante Impostazioni. Si può scegliere se salvare il video su DVD e dunque se utilizzare un masterizzatore, ma mettendo l apposito puntino in alto, si può anche decidere di salvare il video in una cartella DVD su disco, di cui nell etichetta apposita tramite il pulsante Sfoglia si potrà indicare il percorso corretto e questo consentirà di masterizzare successivamente il video anche con altro programma, per esempio con Nero. Infine, è anche possibile la scelta di editare il video in un Immagine ISO, masterizzabile anch essa da programma esterno. Dopo aver selezionato l opzione Disco ed inserito un DVD vergine nel masterizzatore, si può cliccare sul pulsante Brucia, in alto a destra. Il software analizzerà, codificherà e masterizzerà il video. Mentre effettuerà tali operazioni si visualizzerà la schermata apposita, di cui alla figura VI.7, di masterizzazione in corso. Il risultato conclusivo sarà un DVD compatibile con qualunque lettore da tavolo. 101

6 Il menù Layout DVD, che ci consente dal menu Finestra di editare un menu DVD e masterizzarlo direttamente dal software Adobe Premiere, è presente solo dalla versione di Adobe Premiere 1.5 in avanti. Nelle versioni più datate, ad esempio la versione 6.0 oppure la versione 6.5, non è presente. Dunque, in quelle versioni si deve necessariamente masterizzare con un software esterno. FIGURA VII.7 Adobe Premiere Pro CS3 MASTERIZZAZIONE IN CORSO. La limitazione che più si nota quando si utilizza la masterizzazione tramite Adobe Premiere di cui abbiamo appena parlato, consiste nel fatto che non è una vera e propria scelta relativamente alla grafica per il menù del DVD che si realizza. Bisogna adattarsi alla grafica offerta. Ecco perché è forse più preferito esportare il video e masterizzarlo con altro programma. VII.3 ESPORTAZIONE. Per esportare il video e poi masterizzarlo con altro software, all esterno di Adobe Premiere, occorre utilizzare la voce Esporta dal menù File, che offre però più opzioni, come mostrato nella figura VI.8 Se si sceglie l opzione Filmato si esporterà l intero file, ma è possibile esportare anche un singolo Fotogramma o solo le tracce Audio. Se ad esempio si vuole esportare solo l audio, basta selezionare l apposita voce File/Esporta/Audio e poi nella finestra 102

7 che si aprirà, la finestra Esporta audio, indicare il nome con cui desideriamo salvare il file audio e cliccato sul pulsante impostazioni, in basso a destra nella finestra, scegliere il tipo di codifica, come nella figura VII.9. FIGURA VII.8 Adobe Premiere Pro CS3 ESPORTAZIONE. FIGURA VII.9 Adobe Premiere Pro CS3 IMPOSTAZIONI ESPORTAZIONE AUDIO. Nella categoria Audio, selezionata sulla destra della finestra Impostazioni per l esportazione delle clip audio, infatti, sulla destra si possono innanzitutto leggere le impostazioni predefinite. 103

8 Per impostazione predefinita, il programma salva l audio in formato wave (non compresso) a hz, cioè a 48 Khz, con tipo di campionamento a 16 bit in stereo. Attraverso la piccola freccia alla destra dell etichetta Compressione, è possibile visualizzare il menù a tendina con le opzioni che possono essere impostate per personalizzare appunto la compressione (Figura Vi.10). In tal modo si sceglierà un diverso codec per la compressione del file audio rispetto a quello impostato come predefinito. Nell elenco non è compreso il codec MP3. Se invece si vuole esportare solo un singolo fotogramma, occorre prima sistemare il cursore del righello temporale della timeline nell esatta posizione corrisponde al fotogramma da esportare, poi utilizzare la voce File/Esporta/Fotogramma (Vedi Figura VII.8). Si aprirà la finestra Esporta fotogramma, in cui si dovrà semplicemente indicare il percorso in cui salvare il fotogramma e poi premere il pulsante salva. In questo caso, se prima di salvare si preme il pulsante Impostazioni e si accede alla finestra omonima, si potrà scegliere il tipo di file tra BITMAP, GIF, Targa o TIFF. FIGURA VII.10 Adobe Premiere Pro CS3 COMPRESSIONE AUDIO. FIGURA VII.11 Adobe Premiere Pro CS3 ESPORTARE FOTOGRAMMI. 104

9 Se infine si opta per l esportazione dell intero filmato, attraverso la voce File/Esporta/Filmato, e nella finestra che si aprirà Esporta filmato si preme il pulsante Impostazioni, si visualizzerà la finestra Impostazioni per l esportazione dei filmati (Figura VII.12) in cui, nella categoria Generali, si potrà scegliere il tipo di file per l esportazione tra quelli elencati nel menù a tendina. Predefinito è il formato Microsoft DV AVI e ai meno esperti si consiglia di non modificare tale impostazione. Per quanto riguarda la categoria Video, che si può selezionare sulla sinistra, consente di visualizzare ed eventualmente modificare le impostazioni definite all inizio del progetto (Figura VI.13), quindi la compressione DV PAl, le dimensioni del fotogramma di 720x576 pixel, con proporzione 4:3, e la frequenza di 25 fotogrammi al secondo (fps). FIGURA VII.12 Adobe Premiere Pro CS3 IMPOSTAZIONI ESPORTAZIONE FILMATI. FIGURA VII.13 Adobe Premiere Pro CS3 IMPOSTAZIONI ESPORTAZIONE FILMATI. 105

10 È possibile agire nella stessa finestra Impostazioni per l esportazione dei filmati anche per quanto concerne le impostazioni relative all audio, impostando sulla sinistra la categoria Audio, ma la compressione non potrà essere modificata come nel caso in cui si agisce salvando solo l audio, il file rimarrà non compresso, però sarà possibile modificare la frequenza di campionamento, scegliendo un opzione differente tra quelle proposte nel menù a tendina (Figura VII.14). FIGURA VI.14 Adobe Premiere Pro CS3 IMPOSTAZIONI ESPORTAZIONE FILMATI. È possibile scegliere anche il canale tra mono e stereo. Abbassando la frequenza di campionamento dell audio, si possono lievemente ridurre le dimensioni del file, perdendo un po di qualità audio rispetto a quella predefinita. VII.4 ADOBE MEDIA ENCODER. Se si deve inserire il filmato in DVD di cui si intende fare successivamente l autoring, conviene selezionare la differente voce File/Esporta/Adobe Media Encoder (Figura VI.15). Si tratta di un plug-in di Adobe Premiere, che consente, tramite la nuova interfaccia che appunto si visualizzerà, di definire tutte le proprietà del video (Figura VII.16). Sulla destra, si procederà a selezionare in tale finestra il formato che più interessa, scegliendolo tra le opzioni offerte dal menù a tendina Formato, come nella figura VII.17. I formati MPEG 1 e MPEG1- VCS sono formati molto compressi, con fotogrammi ridimensionati, più piccoli rispetto alle dimensioni standard di 720x576 pixel impostate 106

11 all inizio e permettono di generare un file video in grado di stare su un CD ROM che può essere visualizzato tramite lo standard VCD. FIGURA VII.15 Adobe Premiere Pro CS3 ADOBE MEDIA ENCODER. FIGURA VII.16 Adobe Premiere Pro CS3 ADOBE MEDIA ENCODER. FIGURA VII.17 Adobe Premiere Pro CS3 ADOBE MEDIA ENCODER. 107

12 Rispetto a questi formati, l MPEG2-SVCD (supervideocd) che consente di generare un file video che occupa lievemente più spazio rispetto a quello generato nei precedenti formati, ma con qualità migliore sia a livello video che a livello audio. Se il video deve essere masterizzato su DVD, si deve scegliere il formato MPEG2-DVD, perché si eviteranno le perdite di qualità durante le fasi di codifica del file rispetto alla qualità originale acquisita dalla videocamera. Occorre poi modificare l opzione Predefinito (Figura VII.18). Cliccandovi si apriranno moltissime possibilità. FIGURA VII.18 Adobe Premiere Pro CS3 PREDEFINITO. La scelta sarà limitata alle opzioni DV-PAL o 16:9 o 4:3 (Figura VII. 19). Tra le opzioni DV PAL bisognerà poi scegliere in base ad esigenza di qualità, tra le opzioni di qualità alta o bassa, in base alla frequenza di campionamento, al tipo di campionamento del video. Si può impostare la qualità alta o la qualità bassa a seconda della durata del video. Se per esempio si vuole masterizzare un video di tre ore in un solo DVD, conviene selezionare una qualità bassa, con una frequenza di campionamento video più bassa possibile. Questo per ottenere un file meno pesante che possa entrare nell unico DVD che si vuole masterizzare, pur mantenendo lo standard qualitativo di un DVD. Infatti, va precisato che Qualità bassa non significa intaccare lo standard qualitativo che rimane quello del DVD, ma in corrispondenza di scene veloci o di fotogrammi neri particolarmente persistenti si creerà un lieve effetto di pixelizzazione, quindi una minore qualità. Per quanto riguarda le differenti scelte a livello di campionamento, si passa dai 4 ai 7 Mb al secondo per la qualità alta e dai 3 ai 6 Mb al secondo per la qualità bassa. Più la frequenza di campionamento sarà bassa, meno peserà il file ma minore sarà la qualità. Come pure, più la frequenza di campionamento sarà alta, maggiori saranno le dimensioni del file che si otterrà e migliore sarà la qualità. Per quanto concerne il modo di codifica, ce ne sono di due tipi: 108

13 Il VBR, che sta per Bitrade variabile, e il CBR, che sta per Bitrade costante. Il software analizza fotogramma per fotogramma il video e, nel caso di bitrade costante, codifica i fotogrammi senza variare la frequenza di campionamento, generando dei file lievemente più pesanti. Il VBR, invece, fa in modo che il software modifichi istante per istante, fotogramma per fotogramma, la frequenza di campionamento. Questo genera un filmato con la stessa qualità a livello di campionamento di un filmato CBR, ma meno pesante. Per il tipo di codifica sono possibili due opzioni: a una oppure a due passate. Nel momento in cui inizia la codifica, prima di salvare il file, il software opererà una volta sola oppure due volte consecutive la codifica dell intero video. Ovviamente, la codifica in due passate occupa più del doppio del tempo, ma offre una lieve miglioria nella qualità di visualizzazione ed un minor spazio occupato. FIGURA VII.19 Adobe Premiere Pro CS3 OPZIONI. Si può dunque scegliere l opzione DV PAL 4:3 Qualità alta 7 Mb CBR 1 passata. A questo punto, si deve modificare prima di passare oltre, un altra proprietà, che è il multiplexer( figura VII.20). Cliccato sull etichetta Multiplexer che rende visibile la scheda Multiplexer, nella parte in basso a destra della schermata, bisogna, tra le due opzioni di base, aggiungere il puntino accanto alla voce Multiplexing DVD. In questo modo, durante l esportazione, i file video e i file audio verranno preparati per la masterizzazione in un DVD, con capitoli per le scene, ecc ecc ecc. 109

14 FIGURA VII.20 Adobe Premiere Pro CS3 MULTIPLEXING. Infine, cliccando su OK, si tornerà alla finestra Salva file, in cui si dovrà indicare il nome file e il percorso di salvataggio, perché dopo aver cliccato sul pulsante Salva, inizierà la codifica. VII.5 PUBBLICAZIONE SUL WEB. Per quanto concerne infine l esportazione finalizzata alla pubblicazione sul web, conviene sempre utilizzare la voce File/Esporta/Adobe Media Encoder, ma questa volta quando si aprirà la schermata di Adobe Media Encoder, per le impostazioni di esportazione, invece di selezionare il formato MPEG2-DVD, si sceglierà un formato con maggiore compressione video, ad esempio Windows Media (Figura VII.21) oppure il QuickTime, che appunto sono i formati migliori in termini di rapporto tra qualità e compressione. FIGURA VII.21 Adobe Premiere Pro CS3 ESPORTAZIONE SUL WEB. FIGURA VII.22 Adobe Premiere Pro CS3 PREDEFINITO. 110

15 Anche in questo caso nel menù predefinito si possono selezionare opzioni diverse (Figura VII.22). Molte di tali opzioni, accanto alla tipologia mostrano un numero relativo alla velocità di download. Se quindi per esempio, si deve rendere il video meno pesante, per facilitare la visualizzazione sul web con un download quanto più veloce possibile, visualizzabile anche da chi possiede ancora un modem a 56 K, si possono scegliere dei formati di compressione che ottimizzano il video per renderlo scaricabile anche da persone che non possiedono la banda larga, come l opzione PAL a 32 K oppure PAL a 64 K. Tra le altre opzioni, si nota che oltre a quelle NTSC, ci sono delle opzioni WM9 con numero che indica la presunta velocità di download, ma senza la sigla PAL. Tutte le opzioni che non contengono o la sigla NTSC o la sigla PAL presubilmente non sono compatibili con le televisioni, ma questo vuol dire che possono essere visualizzate su monitor di un computer. Dopo aver effettuato tutte le scelte possibili per la personalizzazione, è possibile visualizzare la dimensione che si presumi avrà il file con le impostazioni effettuate. Basta dare un occhiata in basso, accanto al pulsante OK della finestra (Figura VII.23). FIGURA VII.23 Adobe Premiere Pro CS3 DIMENSIONE STIMATA FILE. FIGURA VII.24 Adobe Premiere Pro CS3 SORGENTE. Sempre nella schermata attuale si può dare un occhiata a due serie di numeri che si trovano nel monitor a sinistra. La serie di numeri che si trova in basso a sinistra del monitor, con la dicitura Sorgente, (Figura VII.24) indica le dimensioni dei fotogrammi, che appunto nello standard scelto è di 720x576 pixel. La seria in basso a destra del monitor con la dicitura Output, invece, indica il formato dei fotogrammi che salveremo per la pubblicazione su spazio web. La dimensione dei fotogrammi salvata per la pubblicazione su spazio web, 111

16 infatti, sarà inferiore a quella standard, precisamente nella figura VII.24 è di 384x288, perché si è impostata una velocità di download a 512 K. Se si riduce la velocità di dowbnload, per esempio a 256 K, si riduranno automaticamente anche le dimensioni indicate da tale serie di numeretti sotto il monitor con la dicitura Output, cioè le dimensioni dei fotogrammi che avrà il video che destineremo alla pubblicazione sul web, nell esempio scenderà a 320x240. Riducendo le dimensioni del fotogramma, ovviamente si riduce anche il peso del file e il download diventa più rapido. Pi il fotogramma è piccolo, più veloce sarà il download e dunque la visualizzazione del video anche da chi non ha linee veloci di connessione. VII.6 RENDERING. Il processo che trasforma tutta gli elementi delle timeline in un video unico e completo viene chiamato Rendering. Tale processo chiaramente obbligato è integrato nell ultima fase del Montaggio Video. Tramite il rendering, dunque, il montaggio effettuato viene trasformato in filmato che può essere esportato su supporto fisico (VHS, CD, DVD, ecc.) oppure trattato per essere pubblicato sul WEB. Il tempo di rendering varia a seconda della complessità e della lunghezza del montaggio, ma è anche influenzato dalle caratteristiche hardware del PC e quindi dalla potenza di calcolo, dalla quantità di RAM, dalla presenza di particolari schede per il rendering, ecc. Per esempio, un PC di media potenza può convertire 1 ora di montaggio in un file mpeg per DVD in circa 4-6 ore. In ambito professionale, si utilizzano delle workstation video che permettono il Rendering in tempo reale, quindi senza alcuna elaborazione finale. 112

REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE

REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE FOTOGRAFIE CON EFFETTI SPECIALI E COLONNA SONORA Uno dei migliori programmi per raggiungere l obiettivo è gratuito ed è presente in WINDOWS XP: si tratta di

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 Che cos'è EDIUS EDIUS è un software di editing non lineare per il montaggio video su PC. Questo programma offre una vasta gamma di possibilità

Dettagli

Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof.

Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof. Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof. Eugeni Gruppo di laboratorio prof. Manuppella realizzato

Dettagli

Montaggio video. La "composizione" avviene attraverso tagli e unioni per mezzo di attrezzature meccaniche (come la moviola)

Montaggio video. La composizione avviene attraverso tagli e unioni per mezzo di attrezzature meccaniche (come la moviola) Montaggio video Il montaggio è la principale fase della cosiddetta post-produzione di un filmato, durante la quale il materiale disponibile è visionato, analizzato e ricomposto in base ad esigenze narrative,

Dettagli

Realizzare un film con Windows Movie Maker

Realizzare un film con Windows Movie Maker Realizzare un film con Windows Movie Maker La Teca Didattica Movie Maker è un applicazione di Windows poco sfruttata a scuola, ma molto carina e facile da usare per realizzare piccoli film con i compagni

Dettagli

come fare Montare un video girato con la fotocamera

come fare Montare un video girato con la fotocamera come fare Montare un video girato con la fotocamera O2 Montare un video girato con la fotocamera LA MAGGIOR PARTE DELLE FOTOCAMERE DIGITALI DELLE ULTIME GENERAZIONI POSSONO EFFETTUARE RIPRESE VIDEO ANCHE

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007

GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007 GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007 Inserire un grafico di Excel in una diapositiva Per iniziare la gestione di componenti multimediali in una presentazione PowerPoint, cominciamo con

Dettagli

Laboratorio Arte e multimedia A - C. Trevisan. Modalità di produzione dei video per l esame e la partecipazione a Enel Digital Contest

Laboratorio Arte e multimedia A - C. Trevisan. Modalità di produzione dei video per l esame e la partecipazione a Enel Digital Contest IUAV fda Laboratorio Arte e multimedia A - C. Trevisan Modalità di produzione dei video per l esame e la partecipazione a Enel Digital Contest In Cinema 4D, impostare il formato 1024x768 (da preferire)

Dettagli

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 27

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 27 Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 27 Creazione di filmati e riversamento su nastro Lezione 27: Creazione di filmati e riversamento su nastro In quest ultima parte del nostro corso ci occuperemo

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1 Introduzione Strumenti di Presentazione Power Point Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Con il termine STRUMENTI DI PRESENTAZIONE, si indicano programmi in grado di preparare presentazioni

Dettagli

Guida rapida all uso di Kdenlive

Guida rapida all uso di Kdenlive Questa documentazione è stata convertita dalla pagina Kdenlive/Manual/QuickStart di KDE UserBase. Traduzione della documentazione: Daniele Micci 2 Indice 1 Creare un nuovo progetto 5 2 Aggiungere clip

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

IV CAP IMPORTAZIONE ED ELABORAZIONE DI IMMAGINI

IV CAP IMPORTAZIONE ED ELABORAZIONE DI IMMAGINI IV CAP IMPORTAZIONE ED ELABORAZIONE DI IMMAGINI IV.1 Importazione di immagini vettoriali. Con Flash è possibile realizzare grafica vettoriale, oppure è possibile elaborare sia grafica vettoriale creata

Dettagli

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino -

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino - Capitolo3 LAVORARE CON LE IMMAGINI E certo che l impatto visivo in un sito internet è molto importante ma è bene tenere presente che immagini e fotografie, pur arricchendo la struttura grafica di un web,

Dettagli

Caratteristiche principali Supporto nativo per videocamere RED ora disponibile*

Caratteristiche principali Supporto nativo per videocamere RED ora disponibile* Caratteristiche principali Supporto nativo per videocamere RED ora disponibile* Il nuovo plug-in RED crea il flusso di lavoro più veloce, più flessibile e della migliore qualità possibile per la produzione

Dettagli

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government NexusPub APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) NexusPub è stato realizzato con il contributo tecnologico di 0 rev. 10.2.1_010714

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI Spesso si rende utile utilizzare un applicazione per verificare il tipo di dati video e audio utilizzati per la compressione video o per analizzare il file video se non riusciamo a visualizzarlo nel nostro

Dettagli

Procedure di ripristino del sistema.

Procedure di ripristino del sistema. Procedure di ripristino del sistema. Procedura adatta a sistemi con sistema operativo Microsoft Windows 8 In questo manuale verranno illustrate tutte le procedure che potrete utilizzare per creare dei

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17 Le immagini statiche Lezione 17: Le immagini statiche All interno di un filmato possono trovare spazio, per diverse ragioni delle immagini statiche, come disegni e, soprattutto, fotografie. Gli utilizzi

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

Copia di DVD by Mira Marco

Copia di DVD by Mira Marco Copia di DVD by Mira Marco Avviare l icona simile al volpino rosso cliccandoci due volte con il tasto sinistro: non succede nulla? No, però se guardi bene vicino all ora è apparsa l icona del volpino Icona

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Power Point prima lezione

Power Point prima lezione 1 Power Point prima lezione Aprire il programma Il programma Power Point serve per creare presentazioni. Si apre dal menu start programmi o con l icona l sul desktop 1 Aprire il programma Il programma

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Software per la registrazione delle schede Istat D.11 sulle dimissioni dagli istituti di cura per aborto spontaneo. Manuale d uso

Software per la registrazione delle schede Istat D.11 sulle dimissioni dagli istituti di cura per aborto spontaneo. Manuale d uso Software per la registrazione delle schede Istat D.11 sulle dimissioni dagli istituti di cura per aborto spontaneo Manuale d uso PER LA REGISTRAZIONE DEI DATI SI RACCOMANDA DI UTILIZZARE LA VERSIONE DELL

Dettagli

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2 Le Palette (parte prima) Come abbiamo accennato le Palette permettono di controllare e modificare il vostro lavoro. Le potete spostare e nascondere come spiegato nella prima lezione. Cominciamo a vedere

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO MANUALE UTENTE Computer Palmare WORKABOUT PRO INDICE PROCEDURA DI INSTALLAZIONE:...3 GUIDA ALL UTILIZZO:...12 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO:...21 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE: Per il corretto funzionamento

Dettagli

Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint Microsoft introduzione a E' un programma che si utilizza per creare presentazioni grafiche con estrema semplicità e rapidità. Si possono realizzare presentazioni aziendali diapositive per riunioni di marketing

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

Capitolo 3. Figura 34. Successione 1,2,3...

Capitolo 3. Figura 34. Successione 1,2,3... Capitolo 3 INSERIMENTO DI UNA SERIE DI DATI Alcuni tipi di dati possono essere immessi in modo automatico evitando operazioni ripetitive o errori e consentendo un risparmio di tempo. Ad esempio per inserire

Dettagli

Guida OpenOffice.org Impress

Guida OpenOffice.org Impress Guida OpenOffice.org Impress Introduzione ad Impress IMPRESS è un programma nato per creare presentazioni e lezioni di aspetto professionale. È un programma inserito nella versione standard del pacchetto

Dettagli

L ALBUM DI PINNACLE. 1. Raccogliere in una o più cartelle le foto. e.g. 2. Aprire PINNACLE quindi file>>nuovo progetto

L ALBUM DI PINNACLE. 1. Raccogliere in una o più cartelle le foto. e.g. 2. Aprire PINNACLE quindi file>>nuovo progetto L ALBUM DI PINNACLE 1. Raccogliere in una o più cartelle le foto. 2. Aprire PINNACLE quindi file>>nuovo progetto 3. Aprire menù IMPOSTAZIONI e scegliere editing; si apre la finestra 4. Regolare i tempi

Dettagli

Come costruire una presentazione. PowerPoint 1. ! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video ipertestuali, animate e multimediali

Come costruire una presentazione. PowerPoint 1. ! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video ipertestuali, animate e multimediali PowerPoint Come costruire una presentazione PowerPoint 1 Introduzione! PowerPoint è uno degli strumenti presenti nella suite Office di Microsoft! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video

Dettagli

TotalMedia. BARRA DEI PULSANTI La barra dei pulsanti a scomparsa appare per alcuni secondi ogni volta che spostate il mouse sullo schermo.

TotalMedia. BARRA DEI PULSANTI La barra dei pulsanti a scomparsa appare per alcuni secondi ogni volta che spostate il mouse sullo schermo. TotalMedia INTRODUZIONE Benvenuti in ArcSoft TotalMedia, l applicazione multimediale all-in-one che vi permette di gestire e utilizzare le vostre immagini digitali, i video, i programmi TV, la radio e

Dettagli

Indice INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice INTRODUZIONE.............................................. XIII PARTE PRIMA.................................................. 1 1 Iniziare con i DVD e i VCD........................................

Dettagli

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Credo sia utile impostare fin da subito le unità di misura. InDesign > Unità e incrementi Iniziamo poi creando un nuovo documento. File

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi NAVIGATOR Primi Passi Guida con i Primi Passi per conoscere il software NAVIGATOR per la visualizzazione, registrazione e centralizzazione degli impianti IP Megapixel Professionali. Versione: 1.0.0.72

Dettagli

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP Desktop (scrivania) Il Desktop è la prima schermata che appare all accensione del computer. icone Barra delle applicazioni Le piccole immagini che appaiono

Dettagli

Prospetti per NET MEETING (collegamenti per videoconferenze,chat, in rete, oppure fra due computer.(anno1996)

Prospetti per NET MEETING (collegamenti per videoconferenze,chat, in rete, oppure fra due computer.(anno1996) Prospetti per NET MEETING (collegamenti per videoconferenze,chat, in rete, oppure fra due computer.(anno1996) Per queste operazioni occorre disporre di una WEB CAM(se si deve ancora acquistare,ricordarsi

Dettagli

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO:

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: IL WORD PROCESSOR SOMMARIO 1. Introduzione. - 2. Requisiti di base per le operazioni di Word Processing. - 3. La creazione di un documento di testo. - 4. La

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

Realizzare una presentazione con PowerPoint

Realizzare una presentazione con PowerPoint Realizzare una presentazione con PowerPoint Indice Interfaccia di PowerPoint... 1 Avvio di PowerPoint e creazione di una nuova presentazione... 2 Inserimento di titoli e immagini... 4 Inserimento di altre

Dettagli

Indice. 1 Introduzione 5. 2 Preimpostazioni 6. 3 Configurazione dell interfaccia utente 7. 4 Configurazione 9

Indice. 1 Introduzione 5. 2 Preimpostazioni 6. 3 Configurazione dell interfaccia utente 7. 4 Configurazione 9 Questo documento è stato convertito dalla pagina di K3b su KDE UserBase, aggiornata al 20 gennaio 2011. Aggiornamento alla versione 2.0 da parte del Documentation Team di KDE Traduzione dell interfaccia

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Inserire audio in una presentazione Power Point e in un sito web

Inserire audio in una presentazione Power Point e in un sito web Inserire audio in una presentazione Power Point e in un sito web A cura di Aldo Torrebruno (altorre@como.polimi.it) In una presentazione realizzata con Microsoft Power Point 1 (d ora in avanti PP) è possibile

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

Guida alla personalizzazione dei documenti in formato Open Document (ODT)

Guida alla personalizzazione dei documenti in formato Open Document (ODT) Guida alla personalizzazione dei documenti in formato Open Document (ODT) La procedura di personalizzazione in formato ODT affianca la gestione in HTML e non sovrascrive i documenti già personalizzati.

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE MODULO 6

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE MODULO 6 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE MODULO 6 2012 A COSA SERVE POWER POINT? IL PROGRAMMA NASCE PER LA CREAZIONE DI PRESENTAZIONI BASATE SU DIAPOSITIVE (O LUCIDI) O MEGLIO PER PRESENTARE INFORMAZIONI IN MODO EFFICACE

Dettagli

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione.

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su Salva modifiche per completare l operazione. Fig. 8 La finestra Gestione file con il file appena caricato 9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione. Fig. 9 Il corso con la nuova

Dettagli

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERONELLA E ZIMELLA Commissione Informatica a.s. 2010-2011 Coordinatore di commissione Maddalena Dal Degan GUIDA a cura di Maddalena Dal Degan - Iniziare il progetto pag 3 - I segnalibri

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Procedura di creazione di un set di dischi di ripristino del sistema.

Procedura di creazione di un set di dischi di ripristino del sistema. Procedura di creazione di un set di dischi di ripristino del sistema. Procedura adatta a sistemi con sistema operativo Microsoft Windows 8 Consigliamo di eseguire quest operazione alla prima accensione

Dettagli

Divar - Archive Player. Manual d uso

Divar - Archive Player. Manual d uso Divar - Archive Player IT Manual d uso Divar Archive Player Manuale d uso IT 1 Divar Digital Versatile Recorder Divar Archive Player Manuale d'uso Sommario Guida introduttiva.............................................

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

Quaderni per l'uso di computer

Quaderni per l'uso di computer Quaderni per l'uso di computer con sistemi operativi Linux Ubuntu 2 DESKTOP, FINESTRE, CARTELLE E FILE a cura di Marco Marchetta Aprile 2013 1 DESKTOP E FINESTRE LA CARTELLA HOME : Dispositivi, Computer

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di Windows Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 IL DESKTOP Quando si avvia il computer, si apre la seguente schermata che viene

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0. per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U

Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0. per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0 per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U 1 Uso del manuale Manuale stampato CanoScan FB320U/FB620U Guida introduttiva Descrive le procedure per

Dettagli

TUTORIAL PER POWER POINT 2003

TUTORIAL PER POWER POINT 2003 TUTORIAL PER POWER POINT 2003 Avvia il programma Power Point dal pulsante Start >Tutti i programmi > Microsoft Office > Power Point 2003 Dopo l apertura della finestra, nella barra dei Menu Formato seleziona

Dettagli

Installazione alla portata di tutti: Ubuntu e derivate

Installazione alla portata di tutti: Ubuntu e derivate Installazione alla portata di tutti: Ubuntu e derivate Prima di iniziare... Scaricare l'immagine.iso della distribuzione scelta (nel caso di questa guida Kubuntu); Masterizzare il file scaricato su di

Dettagli

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail Reti Informatiche: Internet e posta elettronica Tina Fasulo 2012 Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail 1 Parte prima: navigazione del Web Il browser è un programma che consente

Dettagli

Personalizzazione del PC

Personalizzazione del PC È la prima volta che utilizzi Windows 7? Anche se questa versione di Windows è molto simile a quella precedente, potrebbero tornarti utili alcune informazioni per partire a razzo. Questa Guida contiene

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Manuale d uso. rev. 270406

Manuale d uso. rev. 270406 Manuale d uso istudio rev. 270406 1 Indice Capitolo 1: istudio il convertitore di film e musica per ipod Capitolo 2: Primi passi Come fare per...5 Installazione...5 Capitolo 3: Usare istudio Impostazioni...7

Dettagli

Software per la registrazione delle schede Istat D.11 sulle dimissioni dagli istituti di cura per aborto spontaneo. Manuale d uso

Software per la registrazione delle schede Istat D.11 sulle dimissioni dagli istituti di cura per aborto spontaneo. Manuale d uso Software per la registrazione delle schede Istat D.11 sulle dimissioni dagli istituti di cura per aborto spontaneo Manuale d uso INTRODUZIONE Il software è stato realizzato dall Istat con l obiettivo di

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

Il Programma... 3 I moduli... 3 Installazione... 3 La finestra di Login... 4 La suite dei programmi... 6 Pannello voci... 10

Il Programma... 3 I moduli... 3 Installazione... 3 La finestra di Login... 4 La suite dei programmi... 6 Pannello voci... 10 MANCA COPERTINA INDICE Il Programma... 3 I moduli... 3 Installazione... 3 La finestra di Login... 4 La suite dei programmi... 6 Pannello voci... 10 epico! è distribuito nelle seguenti versioni: epico!

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

X-Sign Basic Manuale Utente

X-Sign Basic Manuale Utente X-Sign Basic Manuale Utente Copyright Copyright 2015 di BenQ Corporation. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, salvata in

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3

NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3 NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3 Il passaggio dalla versione 2.2.xxx alla versione 2.3.3729 può essere effettuato solo su PC che utilizzano il Sistema Operativo Windows XP,

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

ScanGear Toolbox CS per Windows

ScanGear Toolbox CS per Windows Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS per Windows per Scanner a colori CanoScan 1 Sommario Informazioni su ScanGear Toolbox CS... 4 Installazione di ScanGear Toolbox CS... 5 Requisiti di sistema...

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

Gestione Rapporti (Calcolo Aree)

Gestione Rapporti (Calcolo Aree) Gestione Rapporti (Calcolo Aree) L interfaccia dello strumento generale «Gestione Rapporti»...3 Accedere all interfaccia (toolbar)...3 Comandi associati alle icone della toolbar...4 La finestra di dialogo

Dettagli

Modulo 6 Strumenti di presentazione

Modulo 6 Strumenti di presentazione Modulo 6 Strumenti di presentazione Gli strumenti di presentazione permettono di realizzare documenti ipertestuali composti da oggetti provenienti da media diversi, quali: testo, immagini, video digitali,

Dettagli

Obiettivo Generare un file.notebook integrato con testo, collegamenti, video, suoni e immagini ed esportarlo in diversi formati: PDF, HTML e JPG.

Obiettivo Generare un file.notebook integrato con testo, collegamenti, video, suoni e immagini ed esportarlo in diversi formati: PDF, HTML e JPG. SMART Board Prerequisiti PC Pentium III - 128Mb di Ram- 110 Mb di spazio su HD - casse acustiche - software Notebook e driver di SMART Board Videoproiettore - LIM Installazione software Smart Board su

Dettagli

Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator

Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator Il formato PDF/A rappresenta lo standard dei documenti delle Pubbliche Amministrazioni adottato per consentire la conservazione digitale

Dettagli

Manuale dell utente. Ahead Software AG

Manuale dell utente. Ahead Software AG Manuale dell utente Ahead Software AG Indice 1 Informazioni su InCD...3 1.1 Cos è InCD?...3 1.2 Requisiti per l uso di InCD...3 1.3 Aggiornamenti...4 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...4 2

Dettagli

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows Basi di Informatica Il sistema operativo Windows Perchè Windows? MS-DOS: Interfaccia di solo testo Indispensabile conoscere i comandi Linux & Co. : Meno diffuso soprattutto nelle aziende Bella interfaccia

Dettagli

L amministratore di dominio

L amministratore di dominio L amministratore di dominio Netbuilder consente ai suoi clienti di gestire autonomamente le caselle del proprio dominio nel rispetto dei vincoli contrattuali. Ciò è reso possibile dall esistenza di un

Dettagli