professione illustratore Bologna Children s Book Fair 2012 Visitateci allo stand: Hall 26 A/170

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "professione illustratore Bologna Children s Book Fair 2012 Visitateci allo stand: Hall 26 A/170"

Transcript

1 professione illustratore Bologna Children s Book Fair 2012 Visitateci allo stand: Hall 26 A/170

2 EDITORIALE NOTIZIE DALL INTERNO INDICE premio ars in fabula Ars in Fabula e Bologna Children s Book Fair premiano il talento unpublished 4 Progetto_ Mauro Evangelista Redazione_ Eleonora Sarti e Alessandra Sconosciuto Testi_ Luca Tortolini e Cristiana Clerici Grafica e impaginazione_ Simona Castellani Claudia palmarucci e il caso orecchio acerbo 6 Fausta orecchio intervista 8 il gigante generoso intervista a paola parazzoli 9 Eleonora Sarti Il 2011 per fabbricadellefavole è stato un anno da ricordare: abbiamo festeggiato, infatti, il decimo anno di attività nella formazione con i corsi di illustrazione, che hanno preparato il terreno per la nascita di ARS IN FABULA Master, un traguardo costellato da risultati al di là di ogni previsione. Con il progetto ARS IN FABULA abbiamo infatti siglato collaborazioni consolidate con importanti realtà del mondo editoriale; abbiamo visto, con orgoglio ed emozione, molti nostri diplomati Master fare il loro esordio da illustratori con pubblicazioni sia in Italia che all estero e con selezioni a premi e mostre di livello internazionale (Mostra Illustratori e Grammatica delle Figure di Bologna, Illustrarte, CJ). Di certo però un dono che ci ha toccato nel profondo è il Premio Andersen Protagonisti della Cultura 2011, che dà un nuovo senso al nostro lavoro. Un onore, certo, ma anche una responsabilità, quella di guardare avanti con un nuovo sguardo. Ci siamo quindi concessi un regalo, un nuovo abito per presentarci alla Fiera del Libro di Bologna 2012, un nuovo modo per raccontare chi siamo, con la nostra storia e i nostri progetti, dedicando ampio spazio agli autori, editori e illustratori che collaborano con noi e che con noi condividono questo percorso, aiutandoci a crescere e ad ampliare i nostri orizzonti. Questa nuova veste, quasi come un albo, racconta con parole e immagini il nostro mondo, quello in cui ci piace vivere, con l entusiasmo di accogliere chi viene a trovarci. Ci piace pensare di farvi respirare tra queste pagine l atmosfera che si crea nelle nostre calde estati dedicate all illustrazione; gli aperitivi con gli allievi e i loro maestri nelle piazzette di Macerata; le affollate e allegre cene all aperto; le passeggiate notturne nei vicoli segreti del centro storico. In quei momenti Macerata diventa davvero quel piccolo mondo prezioso, dove piccole e grandi alchimie diventano ugualmente possibili. Ci auguriamo che il nostro racconto vi appassioni, ma che non vi basti, facendo nascere invece quella curiosità e quel desiderio di intraprendere il viaggio verso Macerata. Per qualcuno il primo viaggio, per qualcun altro un gradito ritorno. L illustrazione della copertina e quella dell editoriale sono di Gabriel Pacheco Una libreria fatta ad... Ars ovvero le pubblicazioni degli allievi Master Lo stage e Scuola Holden macerata città del cuore intervista a carll cneut i protagonisti dello Stage 2012 Scuola Holden, Andrea Rauch e Roberto Innocenti il corso speciale con giovanna zoboli calendario attività 2012 offerta formativa il master corsi di illustrazione seminari e incontri con gli autori la squadra Premio Andersen 2011 a fabbricadellefavole Editoria? parliamone giorgio marangoni intervista Ars in... fabula al telefono In alto_ Luisa Zana* Al centro_ Federica De Marco* In basso_ Daniele Diella*

3 4 Il Premio ARS IN FABULa Ars in Fabula e Bologna Children s Book Fair premiano il talento unpublished In questa pagina_ Lisa Gelli* Nella pagina accanto_ Illustrazione in basso _Silke De Vivo* Quest anno al Bologna Children s Book Fair portate, tra le altre, una novità importante: il premio ARS IN FABULA. Come è nata l idea? Come molti dei nostri progetti anche questo è nato in un momento decisamente informale. L estate scorsa, durante il periodo delle nostre attività, in uno dei tanti aperitivi serali, ho assistito a un fulminante brain storming tra Fabian Negrin, Giorgia Grilli e Michela Avi. Un crescente botta e risposta e il Premio Ars in Fabula ha preso forma davanti ai miei occhi. Il passo successivo è stato fatto in un altro aperitivo con il direttore dell Accademia Giorgio Marangoni e Roberta Chinni, la direttrice del Bologna Children s Book Fair, in quei giorni anche lei a Macerata. Quindi, quali sono le particolarità di questo premio? Il Premio ARS IN FABULA è destinato a un giovane selezionato alla Mostra Illustratori della Fiera del Libro di Bologna che non ha ancora pubblicato - quindi il suo talento non si è ancora scontrato con le difficoltà della professione e vuole offrirgli la possibilità di proporsi a un editore e affrontare una commissione editoriale attraverso il corso Master. La giuria sarà composta da un gruppo di docenti del Master ed il vincitore verrà comunicato in una manifestazione durante i giorni della fiera. Il premio consiste nell iscrizione gratuita al corso e nell alloggio a Macerata. master Ogni anno si arriva al Bologna Children s Book Fair carichi di idee e voglia di scoprire le novità. Si fanno molti incontri, vecchie e nuove amicizie che si consolidano e si rinnovano. Il tutto all interno della fiera che brulica d intensa energia, allegria e serietà rivolte alla passione (commerciale, professionale e affettiva) per quell oggetto che si chiama libro. A questo appuntamento fabbricadellefavole non manca. Tra le novità che porta in fiera c è il Premio ARS IN FABULA. Ne parliamo con Mauro Evangelista che è il fondatore DI fabbricadellefavole e l ideatore dei vari progetti dell associazione, tra cui il Master ARS IN FABULA. Come mai nasce questo premio? L idea che c è dietro alla nascita di questo premio è la stessa che, in qualche maniera, ha generato tutta la nostra attività, cioè di formare e valorizzare giovani illustratori. Quello che a volte non si pensa è che un giovane che viene selezionato per la prima volta a Bologna può essere stato giudicato per una particolarità del suo stile o un segno piacevole, ma non è detto che dietro ci sia una vera preparazione o la capacità di saper poi affrontare impegni professionali. Quindi, credo che il master possa offrire una buona occasione. Il Master è attivo da molti anni e ha ora una formula consolidata, ma prima di questo Master non esisteva nulla di simile, sicuramente non in Italia. Com è nata l idea di un Master di questo tipo? Per l ideazione del Master non ho fatto altro che seguire quello che dovrebbe essere l assunto di un corso universitario post lauream: lo stretto rapporto con il mondo del lavoro. Ho immaginato quindi un corso che simulasse l intero iter della realizzazione di un libro illustrato, che andasse dalla suddivisione del testo allo studio dei personaggi, dallo storyboard al lay-out, fino alla realizzazione delle illustrazioni. Pensavo anche che sarebbe stato fantastico se ogni allievo avesse potuto lavorare a un testo originale assegnato da un editore, così ho cominciato a dialogare con gli editori con cui lavoravo o con cui ero più in contatto. Pensavo fosse una follia, invece trovai molto entusiasmo e disponibilità. Oltre ad essere un grafico, un illustratore e pittore, sei anche docente all Accademia di Belle Arti di Macerata e docente coordinatore del Master. Qual è il compito del docente coordinatore? È un lavoro estremamente delicato e allo stesso tempo una esperienza meravigliosa. Seguo i ragazzi per tutta la durata del master, anche quando lavorano con gli altri docenti. Seguo quindi tutto l iter progettuale del loro libro affrontando molti problemi, anche perché gli allievi si misurano per la prima volta con questo lavoro. Spesso bisogna colmare più di una lacuna nella loro preparazione artistica. Quali sono, nel particolare, le tappe del Master? Si inizia d estate facendo palestra. Due settimane con Paola Parazzoli (Rizzoli), Pia Valentinis, Fausta Orecchio (Orecchio Acerbo) e Fabian Negrin. Si illustra una poesia, una frase o una parola, si prepara uno storyboard o una copertina e così via. Attraverso la guida e i diversi punti di vista degli editori e degli illustratori si fa pratica con l illustrazione. La terza settimana è quella cruciale: vengono assegnati i progetti-libro agli allievi che conosceranno quindi da quale editore sono stati scelti e quale testo è stato loro assegnato. È un momento che tutti aspettano con molta ansia, come è comprensibile, e che immediatamente si scioglie lasciando il posto al panico e all ansia da prestazione. Questo è il momento in cui entro in ballo direttamente. Assieme a Maurizio Quarello si lavora con gli allievi per due settimane che sono preliminari all impostazione del progetto-libro. La grande responsabilità di lavorare con importanti editori al primo libro, non mette in difficoltà gli allievi? Certamente, ma si diventa grandi solo affrontando problemi, non evitandoli. Poi, affrontare il primo progetto-libro al master, significa poterlo fare in tutta sicurezza supportati da una solida rete di protezione. Altrimenti, normalmente, lo si fa nella solitudine del proprio studio. Terminato questo primo periodo, inizia una palestra di altro tipo, più mirata alla ricerca artistica e pittorica. Voglio che gli allievi si allontanino dal progetto, che sperimentino lasciando venir fuori anche le idee più bislacche, utilizzando più tecniche possibili. L obiettivo è piantare dei semi che possano germogliare fruttuosamente, e questo è un compito difficile perché bisogna guidarli con esercizi appropriati alla loro crescita. In questo modo si tornerà sul progetto-libro più sicuri e con qualche strumento in più e si comincerà a preparare il lavoro per la fiera del libro. Dopo la prima verifica il rapporto tra l allievo e l editore diventa più stretto e il mio compito è quello di guidare il lavoro sulla base delle indicazioni dell editore, fino al termine. Nel corso degli anni ci sono state molte pubblicazioni. Questo è uno dei modi di mettere in relazione l allievo con il mondo del lavoro. Ce ne parli? Tra i tanti sogni che avevo nel pensare a questo Master, quello che sicuramente sembrava più irraggiungibile era il veder pubblicare realmente il lavoro degli allievi. Ero destinato invece a stupirmi di nuovo. Abbiamo pubblicato, credo, quindici opere prime e molte sono attualmente in corso di pubblicazione. Alcune pubblicazioni sono l effetto del lavoro sul progetto-libro, altre invece, sono nate nel periodo di stage, ovvero l ultima parte del corso. Sono cinque settimane in cui gli allievi incontrano nuovi docenti illustratori e affrontano nuove commissioni, non più ad personam, ma collettive. In questo periodo di stage, ad esempio, con il progetto della Scuola Holden Save the Story, alcuni allievi hanno avuto modo di pubblicare con il gruppo Biblioteca di Repubblica - L Espresso. Le opportunità d incontro e scambio che Ars in Fabula offre sono molte: non solo con il Master, ma anche attraverso le mostre degli allievi, i seminari eccetera. Diversi allievi sono alla seconda o terza pubblicazione, magari con un editore diverso da quello con cui avevano affrontato il corso, perché, appunto, il master offre molte possibilità di mostrare e fare apprezzare il proprio lavoro. Per l organizzazione, l amministrazione e la comunicazione del progetto Ars in Fabula hai bisogno di un gruppo di lavoro, di uno staff. Ce ne parli? Anche il miglior progetto, per vedere la luce, necessita di molto lavoro, competenza e passione. Lo staff è molto preparato, ha lavorato e continua a lavorare sodo. Oggi il progetto ha raggiunto la sua configurazione definitiva con l istituzione, all Accademia di Belle Arti di Macerata, di un indirizzo in Illustrazione (triennio e biennio), con il Master come naturale percorso di specializzazione. Poi abbiamo pensato a un servizio, denominato GiovinAstri, che serve a dare ai diplomati sicurezza una volta terminato il master, in quella fase delicata in cui si cominciano a muovere i primi passi nel mondo professionale. Continuiamo così a seguirli nei nuovi progetti, promuovendoli presso editori e agenti letterari, dando loro visibilità attraverso mostre e sito internet, o creando appositi progetti con autori affermati ed emergenti. Siamo un piccolo staff e questo richiede ad ognuno di dover e saper fare molte cose, spesso molto diverse tra loro. Oggi stiamo un po più suddividendo i compiti, ma continuiamo a decidere collettivamente su ogni cosa. Eleonora Sarti oltre ad essere la nostra frontwoman, o più istituzionalmente presidente, è colei che cura tutta la parte finanziaria, le relazioni istituzionali e quelle internazionali. Alessandra Sconosciuto è quella che ha tradotto l idea del Master in progetto esecutivo, individua gli editori partner. Mi affianca da sempre nel Master tenendo i rapporti tra gli allievi e gli editori. Mi affianca come art director, tenendo sotto osservazione i nuovi maestri dell illustrazione. Michela Avi, mia moglie, è la responsabile della comunicazione e trova nomi buffi ad ogni cosa che organizziamo. Francesco Giustozzi, giovane e raffinato illustratore, il nostro junior, veicola la comunicazione nel web, si occupa del sito e della grafica interna, allestisce mostre e subisce passivamente il mobbing collettivo. Quanto a me, svolta la pianificazione annuale, me ne ritorno dai miei studenti. 5

4 MASTER 6 CLAUDIA PALMARUCCI e il caso Orecchio Acerbo Un libro denso ed elegante, accurato nel testo, nel disegno, nel progetto editoriale, che pone di slancio Claudia Palmarucci tra le più significative promesse dell illustrazione italiana Andrea Rauch sul blog di Prìncipi & Princìpi fervida bravura con cui un giovane e sicuro talento come Claudia Palmarucci ha saputo interpretarlo. Walter Fochesato su Andersen Dice Mauro Evangelista: Orecchio Acerbo fu il primo editore a comunicarci la volontà di pubblicare il lavoro di un allievo, nella prima edizione del Master. Si trattava del libro La Governante di Edouard Osmont, e l allieva in questione era Sara Gavioli. Lo champagne scorse a fiumi (in realtà era semplice prosecco, ma che indimenticabile sapore!). Nella seconda edizione del Master avvenne la stessa fortunata coincidenza, con il progetto di Claudia Palmarucci per il libro La Rosa di Ljudmila Petrusevskaja. Nuovi tappi saltarono! Detto molto sottovoce ma, visto il livello dei lavori dei nuovi allievi, per non farci trovare impreparati, teniamo in fresco altre bottiglie. Questa particolare magia, che si è creata tra il corso master e l editore Orecchio Acerbo è per noi un fantastico caso ovviamente non a caso. Claudia Palmarucci è nata a Tolentino nel 1985, allieva dell Accademia di Belle Arti di Macerata, frequenta il Master ARS IN FABULA nell anno 2009/2010 e i corsi estivi di Vitali Konstantinov e Maurizio Quarello. Il suo libro di esordio è La Rosa di Ljudmila Petrusevskaja (2011) con il quale è stata selezionata a Ilustrarte 2011 e al prestigioso CJ Picture Book Il suo secondo libro è I musicanti di Brema dei fratelli Grimm (2012), entrambi editi da Orecchio Acerbo. Parliamo con lei della sua esperienza. Cominciamo chiedendoti di quando hai saputo della pubblicazione del libro La Rosa. Come hai reagito alla notizia? Nonostante Fausta Orecchio mi avesse detto di essere interessata al progetto già dopo aver visionato lo storyboard, non ho mai creduto alla pubblicazione fino alla conferma ufficiale. Quando mi è stato comunicato sono svenuta: il mio primo libro... e con Orecchio Acerbo! Il formidabile testo di Ljudmila Petrusevskaja ti è stato assegnato dall editore nel Master Ars in Fabula. A questo progetto hai lavorato un anno. Come hai vissuto questo periodo? All inizio non è stato semplice, soprattutto perché non avevo uno stile ben definito e tantomeno alcuna esperienza nel campo dell illustrazione. Ne La Rosa convergono mesi di ricerca stilistica e tecnica, settimane dedicate ad una concretizzazione ideativa supportata da approfondimenti teorici che mi aiutassero a definire, nella mia testa prima che su carta, quelle sensazioni che avevo avuto già ad una prima lettura del racconto. Di certo tenacia e volontà mi sono state indispensabili. Ho dovuto cercare il mio stile e il mio immaginario personale, e l ho dovuto cercare in me; ma l ho fatto con entusiasmo, poiché credo che nel momento in cui senti di non avere più entusiasmo significa che stai perdendo la strada. I rapporti e il confronto del tuo lavoro con i docenti del Master, durante la lavorazione del progetto, come sono stati? Durante il master ho avuto la fortuna di lavorare con illustratori eccezionali che si sono dimostrati essere anche ottimi docenti. Mi hanno raccontato tutto del loro lavoro, senza riserve, consigliandomi, sostenendomi, aiutandomi ad affrontare i miei limiti e a superare le mie innumerevoli ansie. Tutti loro hanno contribuito alla mia formazione, ognuno in maniera differente. Anzi, credo proprio che il punto di forza di questo Master stia nel fatto che ti permetta di lavorare a contatto con molti illustratori dagli stili e personalità distinte: questo evita a chi è alle prime armi di scivolare inevitabilmente nell emulazione stereotipata. Ammetto che, nonostante sia riconoscente a ciascuno di loro, devo molto a Mauro Evangelista, docente coordinatore del Master. Mi ha seguito durante tutto il percorso e continua a farlo tutt ora. Credo che il suo pregio più grande sia la capacità di riuscire a tirare fuori il meglio di ogni allievo, cercando di capire le peculiarità di ognuno e di svilupparle in maniera completamente indipendente dai propri gusti personali. Ho sempre percepito la sua sincera fiducia nel mio lavoro e in quello di altri miei colleghi. Lo stesso potrei dire di Maurizio Quarello, che non ho avuto come docente durante il percorso Master, ma nei corsi estivi, che ogni anno fabbricadellefavole organizza. Il ruolo editori partner Gli editori partner del master AIF, tra i più importanti nel panorama editoriale (vedi pag. 40) svolgono un ruolo di primo piano per il corso. Ogni anno propongono uno o più racconti al Master e Individuano gli allievi che ritengono più adatti ad illustrare i testi proposti, fornendo le caratteristiche tecniche di formato del libro, collana di riferimento, numero delle illustrazioni eccetera. Durante l anno seguono il lavoro dell allievo, dallo storyboard alla realizzazione delle immagini definitive. Svolgono il ruolo di docenti in aula e di relatori nei Seminari di Editoria. Invece con l editore? Riferendoci sempre al periodo di lavoro sul progetto, come è stato? Vorrei lavorare con Orecchio Acerbo tutta la vita! Mi piace collaborare con chi crede in questo lavoro e sceglie di farlo consapevole delle proprie responsabilità culturali. Chi crede nel tuo lavoro ti trasmette grande entusiasmo. Per cambiare argomento, la decisione di iscriverti al Master e investire tempo e energie in un percorso di formazione specialistico quando è arrivata? Non conoscevo quasi nulla dell illustrazione prima di entrare in Accademia. Ho avuto la fortuna di essere al posto giusto nel momento giusto: in quegli anni infatti iniziava la rivoluzione portata da fabbricadellefavole con il Master e la scuola di Illustrazione. Un illuminazione. La rosa testo di Ljudmila Petrusevkaja illustrazioni di Claudia Palmarucci* edito da Orecchio Acerbo Editore Roma, 2011 Copertina e illustrazione tratta da_ I musicanti di Brema testo dei Fratelli Grimm illustrazioni di Claudia Palmarucci edito da Orecchio Acerbo Editore Roma, 2012 Ritorniamo all illustrazione. Ormai sei un illustratrice professionista a tutti gli effetti. Dopo il buon esito del primo, è arrivato per te il secondo libro: I musicanti di Brema dei fratelli Grimm sempre per Orecchio Acerbo, che esce ora in occasione della Fiera di Bologna. Anche questo è un bellissimo libro. Come è stato affrontare un testo classico? Beh grazie! Un testo classico si porta sempre dietro un iconografia con cui bisogna fare i conti. A parte ciò, sia nel testo de La Rosa che ne I musicanti di Brema ho trovato molto di me e questo è bellissimo e rende tutto più facile. Dei Grimm mi piace il fatto che non nascondano morali scontate, banali illusioni, ma anzi narrino le paure più primitive di ogni bambino, che diventano poi a volte le fobie di un adulto. 7

5 FAUSTA ORECCHIO INTERVISTA MASTER IL Gigante generoso Intervista a Paola Parazzoli editor ragazzi di uno dei più grandi gruppi editoriali italiani MASTER Fausta Orecchio, tra il 1994 e il 2000 lavora nel campo editoriale, ridisegnando la linea grafica di importanti case editrici italiane. Nel 2001 Fausta Orecchio (con Simone Tonucci) fonda la casa editrice Orecchio Acerbo Chiediamo a Fausta se ci racconta la sua esperienza di docente e editore partner nel Master Ars in Fabula. Da sempre si dedica con amore al tema dell illustrazione e dei libri illustrati ed è anche autrice di storie e rime per la prima infanzia. Ha ideato e curato moltissimi progetti, per diversi marchi editoriali tra cui Fabbri-Rizzoli, dove attualmente lavora in qualità di editor dei libri illustrati per ragazzi. Copertina prima edizione / 2010 nuova edizione Lampi Light / 2012 La Governante testo di Edouard Osmont illustrazioni di Sara Gavioli edito da Orecchio Acerbo Editore, Roma Orecchio Acerbo da diversi anni partecipa al Master come editore partner. Che ruolo avete all interno del Master? Ogni anno proponiamo uno o due racconti al Master, individuando fra gli allievi quelli che ci sembrano più adatti a illustrare i racconti. Definiamo il formato e prepariamo un impaginato di massima e poi, nel corso dell anno - insieme ad Ars in Fabula - seguiamo il loro lavoro, dallo storyboard alla realizzazione delle immagini definitive. Se il lavoro finale è buono, magari prendiamo in considerazione l ipotesi della pubblicazione. È quello che è accaduto con La Rosa illustrato da Claudia Palmarucci, e La governante di Edouard Osmont illustrato da Sara Gavioli. Il Master ti vede anche in veste di docente. È importante avere un rapporto diretto con i giovani che stanno imboccando la strada dell illustrazione? Sì, anche se per me è molto difficile. Ma alla fine, dalla settimana di docenza che già da qualche anno faccio insieme a Fabian Negrin, esco sempre arricchita, più consapevole. Da parte mia, quello che faccio soprattutto è provare a dare agli allievi degli stimoli che magari li portino a sperimentare strade meno battute. E al tempo stesso discutere con loro sul lavoro dell illustratore che è difficilissimo, perché richiede insieme grande maestria e grande umiltà. Quali sono le pecche e le mancanze più frequenti nei progetti-libro dei giovani illustratori? La pecca maggiore è quella di concentrarsi poco sul disegno, di nascondere dietro uno stile la difficoltà di disegnare. Al tempo stesso mi pare che oggi il problema più grande sia quello dei modelli con cui i giovani illustratori si confrontano. L esordio di Claudia Palmarucci con le illustrazioni del bellissimo libro La Rosa è considerato da molti sorprendente per il grande talento nel disegno e nell interpretazione. Ora è al secondo libro. Ci racconta come ha seguito il lavoro d esordio di Claudia, e la scelta d investire in giovani talenti ancora sconosciuti? Claudia va molto avanti da sola. Con lei ci si confronta quasi a libro finito Io l ho vista al lavoro la prima volta proprio sul testo che poi abbiamo pubblicato, perché lei era fra gli allievi durante la mia settimana di docenza del Quell anno abbiamo dedicato una parte del corso alla realizzazione dello storyboard di La rosa. Lo story di Claudia era completamente diverso da quello che poi è diventato il libro, ma era comunque estremamente interessante e con una bella idea: se non ricordo male il personaggio che profuma di rosa era un uomo e tutti gli altri normali erano uomini con teste di animali. E così, per realizzare il progetto-libro, ho deciso che Claudia era l allieva più adatta. In seguito, durante l anno, sia il progetto che lo stile di Claudia sono profondamente cambiati, cambiati in meglio, e sono convinta che La Rosa sia un libro che mette in luce un talento ben più maturo dell età e dell esperienza di Claudia. Perché investire sui giovani? Beh credo sia quello che, fra le tante altre cose, dovrebbe fare ogni editore. Altrimenti leggeremmo sempre gli stessi libri e guarderemmo sempre le stesse immagini, giusto? Alfonsina Ciculi* Il bambino colabrodo Rizzoli Paola, lei è autrice, editor e ora docente presso il Master di Primo Livello Ars in Fabula. Potrebbe parlarci del suo percorso professionale? Mi sono laureata in lettere moderne con indirizzo artistico, e al secondo anno di università ho iniziato a lavorare per una casa editrice che si occupava di libri per bambini: la AMZ, fondata a metà degli anni Cinquanta da Mario Abriani. Dovendo scegliere il soggetto di tesi, ho cercato un tema che si coniugasse col mio lavoro: l illustrazione editoriale. Da AMZ, sono passata in De Agostini e da lì in Rizzoli, dove ho continuato a occuparmi di libri illustrati per ragazzi. Un momento di svolta per me è stato il coordinamento di due collane di albi illustrati: Le Grandi Fiabe, pubblicate dal Corriere della Sera nel 2005; e tre anni dopo, la Bibbia Illustrata, per Sole 24 Ore e Corriere: dover gestire in tempi ristretti, cadenzati dalle uscite in edicola, molti illustratori e tantissime illustrazioni alla volta, mi ha insegnato a scegliere, a guardare, ad abbinare gli illustratori e le immagini giuste per ogni testo. Ci può parlare del suo lavoro in veste di Editor, in cosa consiste esattamente? Il ruolo di un editor che si occupa di libri illustrati è spesso quello di sposare il lavoro dell autore con quello dell illustratore. O di trasformare un idea iniziale o l abbozzo di un progetto creativo in un libro. È un ruolo delicato, che implica grande rispetto. Bisogna saper coordinare, suggerire e a volte correggere il tiro senza soverchiare. Com è nata la collaborazione con il Master Ars in Fabula? In modo naturale. Ho incontrato Mauro Evangelista nel , in occasione della produzione de Le Grandi Fiabe: lo stile di Mauro era perfetto per Il Gigante Egoista di Oscar Wilde. Da lì abbiamo cominciato a collaborare insieme e a conoscerci meglio. Nel 2008 sono stata chiamata da Ars in Fabula: mi hanno chiesto se per l anno successivo me la sarei sentita di tenere una docenza per il loro neonato master. Ho accettato con entusiasmo. Se non sbaglio il corso che tiene è insieme a Pia Valentinis? Esatto. In realtà, essendo un corso che ha come focus l illustrazione, io ho il ruolo di affiancare Pia che è una partner meravigliosa con cui è nato un sodalizio forte, di grande sintonia. Lei ha un ruolo fondamentale in questo corso. Che percorso segue solitamente il corso che tiene a Macerata? Di solito iniziamo con le presentazioni: gli studenti ci raccontano il loro percorso e ci mostrano in modo molto veloce i portfolio. Poi passiamo subito al lavoro pratico, per farli sciogliere: annunciato il tema che li seguirà per tutta la settimana, si chiede ai ragazzi di fare subito un po di ginnastica. Di solito cominciano con uno o due disegni pensati per un racconto breve che viene loro assegnato. Il secondo giorno gli affidiamo un nuovo racconto, più lungo, e richiediamo quattro schizzi e così via, cercando di amplificare la richiesta fino ad ottenere uno storyboard completo di un racconto accompagnato da due o più illustrazioni definite. Da un lato cerchiamo di farli lavorare nella fretta, velocizzando gli schizzi per sveltire la traduzione delle idee in immagini, dall altro gli chiediamo di imparare a impostare lo storyboard di un libro di 24 o 32 pagine. 8 9

6 MASTER Preparare lo storyboard aiuta i ragazzi a capire da subito qual è la sequenza e facilita la ricerca delle immagini. Li aiuta anche a comprendere che ci possono essere più punti di vista per rappresentare una stessa scena, e che non si devono accontentare della prima a cui hanno pensato. Inoltre partire dall impostazione dello storyboard aiuta a tracciare il ritmo della storia, a sentire la musicalità e la cadenza della narrazione. A fine giornata ci riuniamo tutti insieme attorno al tavolo per cercare di discutere insieme il lavoro fatto. È un rito importante: gli studenti trovano il coraggio di muovere osservazioni a se stessi ma anche agli altri, si va formando un pensiero critico personale e comune. La visione singola dei portfolio è un altro momento topico: i portfolio sono spesso rivelatori del percorso dei ragazzi, che talvolta deve essere tracciato daccapo per mettere in giusta luce quel che ancora non hanno scoperto di sé. È fondamentale capire la strada fatta fino a quel momento e sentire da loro la direzione che vorrebbero prendere. Quali sono i valori e le informazioni che desidera trasmettere agli allievi? Spesso i ragazzi arrivano senza sapere bene che cos è il mestiere dell illustratore, sanno disegnare ma non hanno idea di che cosa voglia dire illustrare un libro, o addirittura progettarlo. Molto spesso non sanno leggere un testo, vale a dire che faticano a leggere fra le righe del racconto, a cogliere non solo quel che è scritto ma anche ciò che NON è scritto: il non detto è importante perché può dare il via ad una rappresentazione che consenta all illustrazione di diventare un valore aggiunto e non solo decorazione o rappresentazione speculare del testo. Inoltre spesso gli studenti arrivano digiuni di conoscenze sull oggetto libro. Non sanno di che cosa è fatto: copertina, risguardi, frontespizio e occhiello, ma anche i diversi tipi di carta, i formati, la grafica. Imparare gli aspetti più tecnici aiuta anche a scegliere e dosare i linguaggi da adottare, a modulare la narrazione in base a quanto spazio si ha a disposizione, e così via. Sono elementi essenziali. Il mio compito consiste proprio in questo: sollecitare i ragazzi a guardare tutti gli aspetti del libro; considerarne i contenuti, ma anche lo scheletro e la forma. Il Bambino colabrodo testo di Arianna Giorgia Bonazzi illustrazioni di Alfonsina Ciculi* edito da Rizzoli Editore Milano, 2011 Io credo agli unicorni testo di Michael Morpurgo illustrazioni di Marco Lafirenza edito da Rizzoli Editore Milano, 2010 Parliamo del progetto libro, il cuore del Master Ars in Fabula, questo è il primo vero incontro degli studenti con il mestiere di illustratore per l editoria. All inizio delle lezioni, ognuna delle case editrici partner del master mette a disposizione degli alunni una storia, sia inedita che classica, che verrà affidata loro alla terza settimana del corso divenendo il loro progetto libro, ed è senza dubbio una fase molto interessante del lavoro. Quali sono solitamente la reazione degli allievi agli aspetti concreti del lavoro, e le difficoltà che si riscontrano in questa fase di lavoro? Quanto conta lo scambio, anche vivace, fra editor e illustratore? La Fiera di Bologna è un ottima occasione per incontrare gli illustratori cui, in veste di editor, ho assegnato un progetto. Lo scambio è importante, e nelle fasi iniziali, è mediato dalla figura del tutor, il cui ruolo è di seguire i ragazzi nei mesi successivi alla fase in aula. Io intervengo nel momento in cui mi viene sottoposto il progetto, che solitamente è ad uno stadio abbastanza avanzato: mi arrivano infatti storyboard e una o due tavole definitive. In questa fase l editor consiglia l illustratore, indicando se ha rispettato i canoni dettati dalla casa editrice. Le limitazioni imposte dal lavoro sono una prova importante cui solitamente i ragazzi rispondono bene, del resto il master prepara gli studenti proprio a questo, li aiuta a prendere confidenza con l immagine in relazione al libro, a misurarsi con i limiti imposti e a trovare soluzioni per arrivare a terminare il progetto, indipendentemente dal fatto che venga pubblicato o meno. Food for the winter testo di Rick Sampedro illustrazioni di Estella Guerrera* edito da Helbling Languages, 2011 L usignolo dell imperatore della Cina testo di Stefano Bordiglioni illustrazioni di Arianna Operamolla* edito da Edizioni EL, 2011 The Time Capsule testo di Robert Campbell illustrazioni di Arianna Operamolla* edito da Helbling Languages, 2011 The hidden story of buildings testo di autore sconosciuto illustrazioni di Luisa Zana* edito da Kyowon Co., 2010 Seoul Korea Il bambino di vetro testo di Fabrizio Silei illustrazioni di Marco Somà* edito da Einaudi Ragazzi, 2011 Trasferire la propria esperienza professionale deve essere faticoso ma anche soddisfacente. Veder fiorire dei talenti, nonostante il tempo passato insieme sia relativamente poco, è sempre una gioia. Durante l anno si perdono i contatti con i ragazzi, vincono la timidezza e la soggezione verso la mia figura: a me talvolta spetta il compito di scuoterli un po se sento che, nonostante la voglia di fare, si stanno arenando. È faticoso, i ritmi sono veloci, ma è un lavoro piacevole. Qual è, dal suo punto di vista, il valore aggiunto del Master Ars in Fabula? Il valore aggiunto di questo master è saper trasformare la capacità di disegnare degli allievi in capacità narrativa, vale a dire far loro acquisire maggior dimestichezza con il libro, conoscerne le dinamiche interne per sfruttarle al meglio. Arianna Operamolla* 10 11

7 ISBN MASTER Una libreria fatta ad... Ars ovvero le pubblicazioni degli allievi Master Il trionfo dello zero testo di Gianni Rodari illustrazioni di Elena Del Vento edito da Emme Edizioni 2011 Il topo e la montagna testo di Antonio Gramsci illustrazioni di Marco Lorenzetti* edito da Gallucci Editore Roma, 2012 Il trionfo dello zero dice Gaia Stock, editor di Edizioni EL Einaudi Ragazzi EMME EDIZIONI, è una delle filastrocche inserite in Filastrocche in cielo e in terra che personalmente preferisco da sempre. Ce ne sono anche altre sorprendenti con i numeri protagonisti (penso ad esempio a Promosso più due, tratta da Favole al telefono o a La passeggiata dei numeri tratta da Il Pianeta degli alberi di Natale). Il trionfo dello zero ha qualcosa di speciale perché non solo i protagonisti sono i numeri, ma la storia è divertente e profonda allo stesso tempo: è una grande storia di riscatto! Certo non era facile per l illustratrice affrontare un testo così surreale e ironico. Ma l apparente semplicità del tratto di Elena Del Vento ci ha convinti da subito. Pensiamo che l accostamento di testo e immagini sia davvero riuscito. La libreria Ars in Fabula si è arricchita negli anni di numerose pubblicazioni. Tra le prime troviamo Io credo agli unicorni di Michael Morpurgo, illustrato da Marco Lafirenza, Un racconto sognante del prolifico scrittore inglese, pubblicato dall editore Rizzoli. La Governante di Edouard Osmont, pubblicato dall editore Orecchio Acerbo, con le illustrazioni di Sara Gavioli: è un libro di humour nero, ironico e surreale, tipico del mondo narrativo di Osmont. Il bambino colabrodo di Arianna Giorgia Bonazzi, con le illustrazioni di Alfonsina Ciculi, è un altra pubblicazione dell editore Rizzoli, che racconta il rapporto dei bambini con le proprie emozioni. Poi ancora i libri della collana Save the Story, dal progetto curato dalla Scuola Holden per l edizioni Biblioteca di Repubblica - L Espresso. La Rosa, edito da Orecchio Acerbo, con le illustrazioni di Claudia Palmarucci e tanti altri libri che sono nati dai fortunati incontri all interno del master. Tra le novità editoriali dell edizione 2012 del Bologna Children s Book Fair, Ars in Fabula porta: Il Trionfo dello zero, edito da Emme Edizioni, L Ombrello giallo, dei tipi di Kalandraka e Il topo e la montagna, dalle lettere dal carcere di Antonio Gramsci, un attualissima favola morale della tradizione sarda, edita da Gallucci. Inoltre, I Musicanti di Brema, il secondo titolo illustrato da Claudia Palmarucci per l editore Orecchio Acerbo. cover topo montagna corr ctp_cover topo montagna corr 02/03/ Pagina 1 Parliamo con Il topo tre e la degli montagna editori in questione, C era una volta Gaia un topo, Stock, che bevve il latte carlo destinato a un bambino. Ma subito se ne pentì Gallucci e e corse Lola dalla capra Barcelò. per risarcire il piccolo. Ma quella, per dare il latte, aveva bisogno dell erba. E la campagna dell acqua. E la fontana delle pietre. E le pietre della montagna. E la montagna degli alberi Dalle lettere dal carcere del grande filosofo, un attualissima favola morale della tradizione sarda. Antonio Gramsci (Ales Roma 1937) è stato un formidabile intellettuale e politico italiano. Dalla sua Sardegna, malgrado i problemi di salute e le modeste disponibilità, riuscì a trasferirsi a Torino per gli studi universitari. Fu tra i fondatori del Partito Comunista d Italia nel 1921 e scrisse centinaia di articoli e lettere memorabili: molte dal carcere, dove il regime lo internò per la sua attività antifascista. Proprio in una di queste, indirizzata alla moglie russa Giulia, ricorda la favola del topo e della montagna, perché la mamma poi la racconti al primogenito Delio. Consigliato dai3 ai 99 anni Marco Lorenzetti è nato a Senigallia nel Vive e lavora ad Ancona, dove ha frequentato l Istituto d Arte. Si è laureato in Sociologia dell Arte a Urbino. Dopodiché ha dipinto murales e scenografie negli Stati Uniti, si è occupato di moda in Giappone e ha realizzato mille disegni su commissione in Italia prima di riuscire a trovare una sua personale strada artistica. Dalla passione per i libri, l arte, la storia e le storie, e dalla collaborazione con Gallucci nel corso del Master per l Illustrazione e l Editoria Ars in Fabula di Macerata, è nato tra l altro questo suo primo albo illustrato. 13,50 Antonio Gramsci Il topo e la montagna disegni di Marco Lorenzetti Antonio Gramsci Il topo e la montagna disegni di Marco Lorenzetti La fiaba de Il topo e la montagna dice Carlo Gallucci, mi era stata segnalata molti anni fa da Marcelo Ravoni, l indimenticabile fondatore dell agenzia Quipos. Quella storia mi piacque subito, così come piaceva a Marcelo, perché univa molti piani: il piano della fiaba per bambini, la tradizione sarda, il racconto morale, l attualità del tema ecologico e soprattutto la provenienza dalle lettere dal carcere di Antonio Gramsci. In una di queste, infatti, il filosofo e politico, detenuto dal Fascismo, la riassunse alla moglie Giulia perché la raccontasse al primogenito Delio. Da tempo ero in cerca dell artista adatto a illustrarla. Grazie al master ARS IN FABULA ho incontrato Marco Lorenzetti e ho potuto portare a termine il progetto come meglio non avrei potuto. E infine racconta Lola Barcelò, di Kalandraka Italia, Il progetto si è evoluto in un modo sereno sicuramente perché Giulia è molto brava e perché ha lavorato tantissimo dal punto di vista della tecnica e della costruzione coerente di un paesaggio. Si vede che lei ha avuto una ispirazione e che è stata sostenuta nel modo corretto dalla squadra docente. Io ho dovuto dare soltanto un paio di indicazioni che erano attinenti per andare in tipografia. D altro canto le rifiniture di pregio del libro sono il marchio di fabbrica del reparto grafico di Kalandraka e infine, la storia si regge da sola in un modo ottimale. Giulia dà una sua visione pienamente evocativa, di una armonica ingenuità. L ombrello giallo parla di libertà e creatività in un mondo che tende al grigio e al monotono. È questo il senso del libro? Certo. La routine è rassicurante, prevedibile, noiosa pure, però garantisce un livello continuativo di certezze che consente di definire un futuro. Invece la libertà non rasserena né fornisce risposte ma è una generatrice assoluta di domande che porta alla creazione e alla sperimentazione, è un vivere continuo nell incertezza. Ciascuno di noi è nato per la libertà, basta crederlo, o, nel migliore dei casi, lasciare parlare il cuore. Comunque è pure vero che uno dei tre tempi verbali è il futuro, quindi, l anima umana ha bisogno di progettarsi. Sono convinta che sotto il grigio batte un cuore a colori. Illustrazione e copertina L ombrello giallo testo di Joel Franz Rosell illustrazioni di Giulia Frances* edito da Kalandraka Firenze, 2012 In fondo _illustrazione di Marisa Ventura* Sono Astri e sono giovani, sono GiovinAstri GiovinAstri è un appellativo ironico, un gioco di parole per indicare i diplomati al Master Ars in Fabula che si sono distinti per aver pubblicato il loro progetto o per aver ottenuto un alto punteggio di diploma. Sono quindi talenti emergenti che muovono i primi passi nel firmamento editoriale. A loro fabbricadellefavole offre un servizio di promozione presso le agenzie e gli editori, oltre a un supporto tecnico e artistico per lo sviluppo di progetti personali, nei rapporti con gli editori o con le committenze in genere. Insomma, diciamo GiovinAstri, ma è come dire non perdiamoci di vista, restiamo in contatto. Dice Alessandra Sconosciuto, tutor del Master Nel nostro sito internet abbiamo dedicato una pagina a GiovinAstri, dove ciascun iscritto ha una propria gallery d immagini aggiornata di volta in volta con i lavori più recenti, corredata da una bio. Ci piacerebbe che questa pagina diventasse una vetrina per gli editori, dove poter buttare l occhio quando sono alla ricerca di un nuovo illustratore. Abbiamo inserito in queste pagine molte illustrazioni dei GiovinAstri, che potrete facilmente individuare nelle didascalie alle immagini, contrassegnate da un asterisco. * 12 13

8 Progetto grafico di MUCCA DESIGN ILLUSTRAZIONI DI PREZZO Progetto grafico di MUCCA DESIGN ILLUSTRAZIONI DI RACCONTATA DA la biblioteca di repubblica l espresso la biblioteca di repubblica l espresso i protagonisti dello Stage 2012 Scuola Holden, Andrea Rauch e Roberto Innocenti Andrea Rauch, grafico e illustratore, ha disegnato e progettato immagini per enti pubblici, istituzioni culturali e movimenti politici. Nel 2009 fonda la casa editrice Prìncipi & Princìpi nata come emanazione diretta dello studio di grafica Rauch Design. Da questo anno Prìncipi & Princìpi entra a fare parte del Master Ars in Fabula come editore partner. Ne parliamo con Andrea Rauch. Il progetto editoriale Princìpi & Princìpi nel giro di breve tempo è diventato una realtà importante nell editoria per ragazzi con libri di qualità e scelte editoriali intelligenti e raffinate. A sinistra _illustrazione di Michela Caputo* È chiamato Stage il III modulo del percorso Master ed apre agli allievi nuove ed inedite opportunità. Si tratta di una fase avanzata che arriva dopo l esperienza di lavoro al progetto-libro. Si lavora a nuove proposte degli editori, che possono essere di vario tipo, ricercando e sperimentando con prospettive diverse, a stretto contatto con nuovi editori e illustratori di prestigio internazionale. Poi c è il blog di Prìncipi & Princìpi che è uno strumento interessante e molto seguito dove si parla di libri illustrati, di maestri della grafica e dell arte, di letteratura insomma uno strumento d informazione ma anche di studio. Da questo possiamo dedurre una sua propensione alla divulgazione e all insegnamento? Nel corso degli anni ho tenuto corsi di progettazione grafica all Università di Siena e Firenze, all Istituto Europeo di Design di Milano e Firenze, all Esag di Parigi, alla Esdi di Rio de Janeiro, al College of Marketing e Design dell Università di Dublino. La didattica è, quindi, una passione e un impegno. Si cerca di mettere in rete, come si direbbe oggi, quello che ci hanno insegnato i maestri del passato e quello che ci deriva dall esperienza professionale quotidiana. Nel mondo della comunicazione grafica ho sempre pensato che le due parole più importanti siano responsabilità e, appunto, didattica. Una novità del Master Ars in Fabula è la sua partecipazione come docente. Cosa avverrà in quei giorni di stage? Sappiamo che proporrà un progetto molto interessante. Mi piacerebbe lavorare con gli studenti al processo intellettuale e tecnico che è alla base della progettazione di un libro. Come e perché si sceglie un testo? Come si dovrà illustrare? Quali suggestioni, personali o letterarie, entreranno in gioco? E poi: come si costruisce un libro in tipografia? Quali gli elementi grafici? Come si sceglie una carta o un carattere di stampa? MASTER Durante lo stage si dovrebbero gettare le basi per la progettazione reale di un vero libro e cominciare a verificare le ipotesi di illustrazione. Naturalmente ho in mente già qualche titolo, ma non voglio anticiparli. Per il corso sarà docente assieme al grande Roberto Innocenti, questa conduzione a due è già stata sperimentata? Come la affronterete? Sappiamo che la vostra è una amicizia, un sodalizio, una intesa professionale che dura da molti anni. Con Roberto abbiamo una frequentazione che data ormai a più di trent anni. In altre epoche abbiamo persino condiviso lo studio. Con Principi & Principi abbiamo appena pubblicato L Isola del Tesoro di Stevenson che Innocenti ha disegnato per noi. Parleremo di questo libro, naturalmente, e anche di tutti gli altri suoi capolavori. Penso che Roberto dedicherà la sua attenzione ai modi, le tecniche e l ideologia del suo fare illustrazione. Da parte mia cercherò di definire la sua opera all interno del panorama internazionale dell illustrazione e della grafica. foto Giovanni Santi Lo stage e Scuola Holden La Scuola Holden, diretta da Alessandro Baricco, è una scuola di scrittura e storytelling fondata a Torino, dove tuttora ha sede, nel Nata con l intento di creare un percorso di studi inedito per obiettivi, contenuti e metodi didattici è un luogo unico dove si insegna a produrre S P E C I A L T H A N K S T O : PREZZO Alessandro Manzoni oggetti di narrazione per la pagina, per il cinema, il teatro, la radio, il fumetto, il web e molto altro. La storia di Antigone testo di Ali Smith illustrazioni di Laura Paoletti, 2011 La storia di Gilgamesh testo di Yiyun Li illustrazioni di Marco Lorenzetti* 2011 La storia de I Promessi Sposi testo di Umberto Eco illustrazioni di Marco Lorenzetti* 2010 La storia di Gulliver testo di Jonathan Coe illustrazioni di Sara Oddi* 2011 Progetto di Scuola Holden, Edito da Biblioteca di Repubblica-l Espresso Giacomo Garelli* ISBN Questo matrimonio non s ha da fare. G R ANDI SCRI TTORI, PICCOLI LETTORI. STORIE I MMORTALI. MARCO LORENZETTI = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = La relazione tra il master e la Scuola Holden ha preso avvio nel dal progetto Save the Story, che ha visto i ragazzi entrare in competizione con illustratori già affermati, nell illustrare i grandi classici della letteratura, reinterpretati da grandi scrittori contemporanei, come Umberto Eco, Jonathan Coe, Ali Smith, Yiyun Li, Alessandro Baricco e Stefano Benni. 4 sono stati i titoli pubblicati dagli allievi del master su una collana che prevedeva 10 uscite: I promessi Sposi e Gilgamesh illustrati da Marco Lorenzetti; Antigone, illustrato da Laura Paoletti e Gulliver, illustrato da Sara Oddi. Le due scuole, ora, dietro l idea di un nuovo pensiero, si propongono di mettere in relazione i loro migliori allievi per nuove collaborazioni. Una selezione degli allievi della Scuola Holden creerà dei racconti originali per albi per ragazzi, che verranno poi illustrati dagli allievi del master. L idea è quella di poter proporre alle case editrici progetti originali, nati dalla fusione dei migliori allievi delle due scuole. L A STOR I A DE UMBERTO ECO LA STORIA DE Un vero amico è un compagno UMBERTO ECO per il tuo cuore. GRAN D I SCRI TTORI, PI CCOLI L ETTORI. STORIE I MMORTALI. MARCO LORENZETTI S P E C I A L T H A N K S T O : i Sumeri = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = L A STOR I A DI = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = YIYUN LI Scuola Holden LA STORIA DI RACCONTATA DA Y IYUN LI Scuola Holden

9 corsi corsi il corso speciale con giovanna zoboli Giovanna Zoboli, autrice di poesie, racconti e romanzi per ragazzi, ha collaborato con numerose case editrici, come redattrice, curatrice e editor. Insieme a Paolo Canton ha fondato, nel 2004, la casa editrice Topipittori, specializzata in albi illustrati. Nelle vesti di docente, con Luigi Raffaelli, ci parla del corso speciale. macerata città del cuore intervista a carll cneut Nato a Gent in Belgio, dove vive, lavora e insegna illustrazione all Accademia di Belle Arti. È docente dei corsi organizzati da fabbricadellefavole fin dagli inizi. Seguiamo con molto interesse il blog di Topipittori, dove troviamo sempre belle novità e importanti cose da vedere e leggere. È anche uno strumento di studio. Poi abbiamo visto con molto piacere il post dedicato ad Ars in Fabula, alla città di Macerata e in particolare al lavoro nel corso speciale. È stata un esperienza positiva? Sì. L insegnamento impone di confrontarsi con quello che si sa e si pretende di passare agli altri. Quindi impone un approccio più rigoroso e critico alle proprie competenze. Per insegnare bisogna approfondire sia le proprie conoscenze sia la capacità di ascoltare gli altri, per capire cosa sia loro necessario e qual è la cosa, di quel che si sa, di cui hanno specificamente bisogno. Direi che questo rende tutto molto coinvolgente. E appassionante. È un esperienza umana, intellettuale e professionale di grande spessore, che dà moltissimo. Il corso speciale è concertato con Luigi Raffaelli. Come è distribuito il vostro lavoro e nella pratica cosa avviene? Gli allievi ci presentano un progetto in nuce qualche tempo prima che il corso cominci. In questo modo abbiamo tempo per analizzarlo, valutarlo. Quando il corso parte, preliminarmente ascoltiamo da ognuno degli allievi gli obiettivi, le intenzioni, i dubbi relativi a quanto è stato presentato. Poi comunichiamo il nostro punto di vista sul progetto e alcune ipotesi di lavoro e sviluppo. Dopo di che, stabiliamo di comune accordo come procedere, passo passo, con modifiche, esperimenti eccetera, sia sulle tavole sia sul testo. Luigi lavora sulle immagini, io sui testi. Ma agiamo sempre di concerto, valutando insieme ogni fase del lavoro: un libro illustrato comporta una sinergia profonda fra tutte le parti. L insieme funziona solo se le parti si annullano in vista del risultato finale: raccontare una storia. Questo è sia un lavoro empirico, pratico, sia legato a un elaborazione di pensiero approfondita e imprescindibile. Abbiamo anche introdotto, ogni mattina, qualche ora di analisi e discussione sugli albi illustrati: un esercizio di lettura critica indispensabile per capire come funziona un picture book, come è realizzato, costruito, progettato, scritto. È una parte importante e vivace del corso. All inizio genera un po di apprensione, poi scatena discussioni ed entusiasmo. I partecipanti portano un loro progetto-libro e lavorano per migliorarlo e così poterlo presentare al mercato editoriale. I partecipanti hanno raggiunto dei validi risultati? Direi di sì: mi ha molto impressionato la loro capacità di rispondere ai nostri stimoli e alle nostre indicazioni, sviluppandole in modo rigoroso, creativo e proficuo. Spesso ho l impressione che quel che diciamo sia qualcosa che l allievo sa già, ma non sa di sapere. Gli serve una voce esterna che lo renda consapevole e metta a fuoco problemi e soluzioni. Per questo, alla fine, quel che si insegna è un metodo che renda autonomi nella dialettica dell elaborazione. Ai prossimi partecipanti al corso speciale cosa consiglia? Di prepararsi bene, accompagnando la progettazione individuale a un intenso lavoro di documentazione, lettura e approfondimento sugli albi illustrati, l illustrazione, la letteratura per ragazzi eccetera. Spesso noto che una buona cultura in questa senso è deficitaria. Chi vuole fare questo lavoro può permettersi qualche lacuna, non abissi. luigi raffaelli Luigi Raffaelli, pesarese, collabora con molte case editrici tra cui Orecchio Acerbo e Topipittori, per la quale cura la grafica della collana Gli anni in tasca (premio Andersen 2010 per la migliore collana di narrativa). Facciamo qualche domanda a Luigi per parlare del corso speciale. L estate scorsa hai tenuto a Macerata il corso speciale che ti vede docente insieme a Giovanna Zoboli. È stata un esperienza positiva? È stata un esperienza molto positiva e intensa, anche al di là delle mie aspettative. Come illustratore e grafico sono abituato a concentrarmi sull aspetto visivo dei libri, invece con Giovanna abbiamo approfondito e fatto capire ai ragazzi quanto un albo illustrato sia una cosa molto complessa. Il corso è stato ideato per chi ha già un esperienza nell illustrazione e vuole lavorare a un proprio progetto-libro per presentarlo al mercato editoriale. Quali sono stati i risultato? Naturalmente ci sono state delle vere e proprie trasformazioni. Le idee iniziali presentate, ovvero il testo, lo sviluppo della storia e lo sviluppo visivo, erano acerbe. Un po naif e un po caotiche se vogliamo. Poi hanno avuto grossi cambiamenti. I progetti sono stati rivisti dagli studenti insieme a noi fino a diventare dei lavori adeguati ad una presentazione. Da Gent a Macerata: a quando risale il tuo primo viaggio nelle Marche? A circa otto anni fa, quando tenni il mio primo corso con Ars in Fabula. Al tempo non ero ancora insegnante in Belgio ma l esperienza mi piacque così tanto che iniziai ad insegnare anche qui, alla Royal Academy. Posso dire che è stata un esperienza che mi ha cambiato la vita. Ci puoi raccontare il tuo primo incontro con la città? È difficile non vedere quanto sia bella Macerata, ancora più lampante sono la cordialità della gente e lo stesso spirito di accoglienza della mia città natale, Gent, che mi ha fatto sentire subito a casa. È tuttora così, anche perché ho molti amici ormai in città. Anche il ritmo differente con cui si vive la vita qui, così diverso dal frenetico va e vieni tipico del mio paese, è affascinante: la capacità di godersi un aperitivo o una cena in terrazza con gli amici, dopo una dura giornata di lavoro, o bersi un cappuccino a mezzogiorno, in piazza della Libertà, godendo della bella vista che ti circonda. Difficile da dimenticare è anche l umidità di quel primo anno, per fortuna da allora la stagione è stata più clemente con me che sono nordico! Gent e i suoi canali, Macerata e le sue scale, la gente, i volti: come si nutre l immaginario? Una diversa atmosfera ha grande influenza su di me, imprime un segno profondo nell occhio. La mia mente lavora come in un album, riempiendo le pagine con cose che ho osservato e sperimentato, che spesso riaffiorano nei libri. Anche incontrare gli studenti e parlare con loro mi ispira, dopo ogni corso torno a casa con la mente piena di idee, emozioni, entusiasmo. Ars in Fabula, una vera e propria corte artistica in cui trasmettere la propria esperienza a giovani talenti. Parlaci dell aria che si respira ai corsi. È un ambiente vivace, stimolante, una delle settimane più intense dell anno. Lo scopo del corso è di far arrivare gli studenti a un risultato personale, è un percorso difficile, a volte si sentono persi, ma spesso, quando si prende il tempo per osservarsi da fuori e si arriva a capire quale dovrebbe essere il proprio approccio al mestiere, succedono cose sorprendenti. Che responsabilità comporta l insegnamento? Cercare di aiutare gli studenti a trovare uno stile personale, che rispecchi ogni diversa personalità: la loro unicità tradotta in illustrazione farà la differenza, esser senza sarebbe come essere senza voce. È necessario emergere, trovare il proprio cammino per evolversi. Altra responsabilità è quella di preparare gli allievi al mondo dell editoria, per quanto possibile. Illlustrazione di Carll Cneut Foto Fabio Falcioni 16 17

10 DA STACCARE E CONSERVARE Illustrazione tratta da De Blauwe Vogel Carll Cneut, edito in Italia da Adelphi In che modo il tuo lavoro come grafico ha influenzato il tuo lavoro di illustratore? Credo mi aiuti a vedere il libro nel suo insieme ancor prima di iniziare a disegnare. Uno dei criteri per cui accetto un progetto è verificare se la storia trasposta in libro può funzionare, penso subito alla carta, alla rilegatura, al lay-out. Conoscere gli aspetti tecnici del lavoro aiuta molto. Quanta dose di fortuna e quanta di scavo interiore c è nel trovare il proprio stile? Non credo la fortuna abbia molta parte in questo, è una questione di onestà e perseveranza. Uno stile personale deve venire dalla sensazione che devi fare così perché non esiste altro modo possibile. La fortuna ha a che fare con il trovare qualcuno che creda in te e ti pubblichi. Credo fermamente nel trovare la propria espressione e poi tentare di venderla, piuttosto che cercare di seguire i passi altrui perché si pensa che questi vendano meglio. Illustrare: mestiere artigiano o intellettuale? Gli illustratori sono di molti tipi: chi lavora totalmente dal cuore, chi con il cervello. Io credo di appartenere al secondo gruppo, ma non significa che sia un intellettuale! Laddove gli illustratori istintivi spesso incorporano un abilità naturale al disegno, quelli più cerebrali hanno un approccio di costruzione delle immagini, entrambi sono interessanti. Si tratta comunque sempre di artigianato, in fondo si costruisce un oggetto che deve funzionare. Lavorare con l interazione fra parola e immagine, con il ritmo delle pagine, con la costruzione delle immagini, sicuramente artigianato! Calendario attività 2012 il master ARS IN FABULA Master di I livello in Illustrazione per l Editoria è l unico titolo riconosciuto dal Ministero dell Università e della Ricerca (MIUR) per la professione d illustratore. Il corso di studi è attivato dall Accademia di Belle Arti di Macerata (Dipartimento di Arti Visive) e organizzato dall Associazione Culturale fabbricadellefavole, che svolge anche l attività di Segreteria. L anno accademico del corso di studi avrà inizio il 18 giugno 2012 e terminerà a luglio CARATTERISTICHE E OBIETTIVI l Master è un percorso accademico di perfezionamento post lauream finalizzato all alta formazione della figura dell illustratore, attraverso il riconoscimento del Diploma di perfezionamento Master. Il Master ha durata annuale e si articola in tre moduli: il primo ed il terzo si svolgono d estate con lezioni frontali obbligatorie; il secondo modulo è invernale ed è suddiviso in incontri periodici di verifica con il docente coordinatore e il tutor, e lezioni relative alle materie teoriche in e-learning, attraverso una piattaforma on-line. Per gli allievi è previsto un impegno complessivo di ore (comprendenti lezioni in aula, e-learning, studio individuale e seminari), con il riconoscimento di 60 crediti formativi al conseguimento del Diploma Master. Nel corso dell anno, ogni allievo è tenuto a sviluppare un progetto-libro assegnatogli da uno degli editori partner. Gli allievi sono seguiti, nelle varie fasi del project work, da un gruppo di docenti, formato da illustratori, grafici ed editori; il lavoro avrà dunque dinamiche del tutto simili a una reale commissione editoriale. La valutazione finale sarà espressa mediando le valutazioni ottenute dagli allievi nei vari moduli previsti, ivi compreso lo stage, con la valutazione conseguita per l elaborato finale presentato. Nel periodo dello stage (III modulo) gli allievi affrontano in aula una serie di esercitazioni su commissioni riguardanti i diversi settori dell illustrazione: stampa periodica, pubblicità, copertine. DESTINATARI Possessori di diploma di laurea o accademico di primo livello, preferibilmente, ma non esclusivamente, dell area artistica, architettonica, della grafica pubblicitaria, provenienti dagli Istituti di Alta Formazione (Università, Accademie, ISIA, IED) italiani o stranieri, dei quali sia riconosciuto in Italia un titolo di studio corrispondente. Nadia Campanotta* l offerta formativa ARS IN FABULA è un progetto formativo ideato da fabbricadellefavole e attivato dall Accademia di Belle Arti di Macerata, per soddisfare le esigenze di chi desidera avvicinarsi al mondo dell illustrazione per l editoria, perfezionando il proprio livello tecnico-artistico attraverso un percorso di alta formazione. Ars in Fabula comprende il Master in illustrazione per l editoria, i Corsi di illustrazione (Speciale, di Perfezionamento e Liberi) e i Seminari di Editoria. I docenti ARS IN FABULA sono illustratori di fama internazionale numerosi editori italiani e stranieri ed esperti accreditati del settore. DURATA E SVOLGIMENTO Il Master ha durata annuale (da giugno 2012 a luglio 2013) ed è suddiviso in III moduli: I modulo giugno/luglio settimane (lezioni frontali). II modulo ottobre 2012/maggio 2013 (lezioni on-line). III modulo giugno/luglio settimane (lezioni frontali di Grafica + Stage). MODALITA DIDATTICA Lezioni frontali: 532 ore. Didattica on-line: 100 ore. Stage: 450 ore. CONTENUTI I modulo (frontale): Propedeutica; Progettazione; Editoria; Tecniche dell Illustrazione I. II modulo (on-line): Pedagogia e Didattica dell Arte; Psicologia del Colore; Analisi del Testo; Inglese per la Comunicazione; Storia della letteratura per l Infanzia; Impresa; Grafica Editoriale; Storia dell Illustrazione; Tecnica della Carta; Tecniche dell Illustrazione II. III modulo + stage (frontale): Editoria; Grafica Editoriale; Tecnologia della Carta; Tecniche dell Illustrazione III

11 MODALITA DI AMMISSIONE, SELEZIONE E COSTO È possibile effettuare una pre-iscrizione gratuita e non vincolante, per ottenere ulteriori informazioni, in considerazione anche di esigenze individuali. L effettiva domanda di ammissione dovrà pervenire entro e non oltre il 30/04/2012 alla Segreteria Organizzativa del Master (c/o fabbricadellefavole, L.go Affede Macerata). Il tutto deve essere corredato della documentazione indicata nel Bando/Regolamento disponibile su e Solo i candidati ammessi, previo superamento della selezione per titoli, potranno accedere ai colloqui motivazionali, che si terranno a maggio 2012 presso la sede dell Accademia di Belle Arti di Macerata, via Berardi Macerata. Il superamento di questi ultimi dà diritto a procedere all iscrizione e immatricolazione al Master. L importo della quota d iscrizione al Master è stabilito in 4.000,00 euro, oltre alla tassa di immatricolazione, frequenza e Diritto allo Studio (213,00 euro). È possibile concordare il pagamento della quota d iscrizione in due rate, la prima delle quali deve essere versata obbligatoriamente al momento dell immatricolazione. In alto a sinistra_ Estella Guerrera* In alto a destra_ Anais Tonelli* In basso _ Amalia Satizabal* l offerta formativa NUMERO AMMESSI AL MASTER Minimo 15 allievi - massimo 25 allievi. OPPORTUNITA E AGEVOLAZIONI Per il candidato ammesso al Master che, per punteggio derivante dalle selezioni, si sia classificato al primo posto in graduatoria è prevista una riduzione di 500,00 euro sulla quota di iscrizione. Gli allievi hanno la possibilità di accedere al Prestito d onore messo a disposizione da vari Istituti bancari e da BancoPosta a condizioni agevolate, che per i Master può arrivare fino ad una copertura di 6.000,00 euro. è possibile anche ottenere voucher o borse di studio messe a disposizione da vari Enti Regionali come da catalogo nazionale (www.altaformazioneinrete.it). TITOLO MASTER Al termine del percorso Master, l Accademia di Belle Arti di Macerata rilascerà il titolo di Perfezionamento Accademico in illustrazione. La commissione di valutazione finale sarà formata dal Comitato Didattico-Scientifico e dagli Editori. REFERENTI Prof. Giorgio Marangoni Direttore Accademia di Belle Arti di Macerata Dott.ssa Vera Risso Direttore Amministrativo Accademia di Belle Arti di Macerata Prof. Mauro Evangelista Direttore Artistico e Docente Coordinatore Master Dott.ssa Eleonora Sarti Direttore Organizzativo e di Gestione Master Alessandra Sconosciuto Tutor Assistente Master PAGAMENTI Per i versamenti della quota di iscrizione e delle tasse, consultare il Bando/Regolamento disponibile nel sito internet oppure INFORMAZIONI Le domande di pre-iscrizione, iscrizioni e prenotazioni devono pervenire a fabbricadellefavole, Largo Affede 5, Macerata. Tel. + fax / Maggiori informazioni su Corsi di illustrazione CORSI ESTIVI (durata settimanale 48 ore) Corso Speciale Si tratta di un corso destinato a chi ha maturato un bagaglio di conoscenza dell illustrazione e desidera lavorare a un proprio progetto da presentare al mercato editoriale. Il corso prevede uno staff di docenti (illustratore + editore, o esperto del settore) legati da comuni esperienze professionali, che seguiranno l allievo nel coordinamento artistico, narrativo e grafico del lavoro. Per partecipare alla selezione, gli interessati dovranno presentare una bozza del proprio progetto. Corsi di Perfezionamento Sono corsi per il perfezionamento tecnico-stilistico e l approfondimento delle tematiche inerenti al settore editoriale. Per partecipare occorre superare una selezione, inviando per posta o per il modulo d iscrizione, con allegate 2/3 copie dei propri disegni e un breve curriculum. Le domande saranno visionate per ordine d arrivo e l esito della selezione sarà comunicato entro 10 gg. Per gli allievi delle passate edizioni non è richiesta la domanda di ammissione. Gli ammessi ai corsi dovranno provvedere al versamento dell iscrizione con bonifico bancario. Corsi Liberi Sono corsi d introduzione agli elementi fondamentali della progettazione d immagini per il libro illustrato. Non è prevista quindi nessuna selezione. È sufficiente inviare, per posta o , il modulo d iscrizione, allegando un breve curriculum e copia del versamento della quota d iscrizione. CORSI INVERNALI (durata week-end 19 ore) Sono laboratori intensivi rivolti a chi desidera dedicarsi all arte dell illustrazione, migliorando la propria conoscenza delle tecniche pittoriche e di narrazione del libro illustrato. Docenti dei corsi sono autori e illustratori italiani e stranieri, che, con la loro esperienza accompagnano gli allievi più avanti nel loro percorso artistico e creativo. Per iscriversi è sufficiente inviare per , il modulo d iscrizione, allegando un breve curriculum e copia del versamento della quota d iscrizione. Il calendario dei corsi invernali viene pubblicato su: ogni anno nel mese di settembre. l offerta formativa Sede dei corsi I corsi si svolgono presso l Accademia di Belle Arti di Macerata. Il numero massimo dei partecipanti è di 22 allievi. Per ogni corso sarà rilasciato un Attestato di Frequenza. Iscrizioni Le domande di ammissione, inviate per posta o per fabbricadellefavole.com) saranno esaminate per ordine di arrivo e fino a esaurimento posti. Il termine ultimo è fissato per Luglio Il costo dei corsi estivi, sia di perfezionamento, che liberi è di 300 euro. Il costo del Corso Speciale è di 500 euro. Per il Corso Speciale la quota d iscrizione è di 200 euro; per i corsi liberi e di perfezionamento, l iscrizione è di 100 euro. Per tutti i corsi, la somma restante va saldata all inizio del corso. Il costo dei Corsi invernali è di 180 euro. Dettagli bancari Il versamento delle quote d iscrizione deve essere eseguito con bonifico bancario sul c/c n intestato a La fabbrica delle favole (Banca delle Marche, filiale 001 Corso della Repubblica 38 - Macerata) IBAN IT40 F Alloggi Per una sistemazione alternativa a quella alberghiera, sono disponibili per gli allievi posti letto con uso cucina, in appartamenti privati situati nel centro storico, vicini alla sede dell Accademia. Tutti i dettagli sui calendari e i programmi dei Corsi estivi di illustrazione sono consultabili nelle sezioni del sito dedicate

12 A sinistra_ Cecilia Tamburini* A destra _ Maddalena Cauraro* Seminari I Seminari di Editoria sono incontri a cadenza settimanale aperti a tutti gli interessati, finalizzati all approfondimento dell universo editoriale del libro illustrato. I seminari sono tenuti da storici, critici, scrittori, illustratori e responsabili delle principali case editrici che affrontano i diversi aspetti del settore editoriale, da quello artistico e critico a quello grafico, fino a quello strategico-commerciale. Il calendario dei Seminari prevede incontri con: Bruno Tognolini (pluripremiato scrittore per ragazzi); Andrea Rauch (illustratore, grafico e editore di Prìncipi & Princìpi); Patrizia Zerbi Monti (direttore editoriale Carthusia); Paolo Canton (editore Topipittori); Bianca Lazzaro (direzione narrativa e illustrati Donzelli); Eduardo Filipe e Ju Godinho (direzione IIlustrarte, Biennale Internazionale di Illustrazione per l Infanzia). I seminari sono gratuiti e si svolgono all Auditorium Svoboda dell Accademia di Belle Arti di Macerata alle ore 19,00. Incontri con gli autori Gli illustratori docenti ARS IN FABULA Corsi d illustrazione presentano il loro lavoro agli allievi in apertura dei corsi ogni settimana. Gli artisti si raccontano, in un excursus che va dagli esordi alla maturità, trattando sia le problematiche artistiche sia il rapporto con gli editori in un panorama internazionale. Gli appuntamenti con gli autori si confermano come un momento importante di confronto tra le diverse esperienze umane e professionali. Gli incontri si svolgono all Auditorium Svoboda dell Accademia di Belle Arti di Macerata, tutti i lunedì alle ore 9,00. l offerta formativa Editoria? Parliamone Seminari, incontri con gli autori, momenti fondamentali di condivisione, approfondimento e scontro. Una importante occasione per incontrare i protagonisti del programma di Ars in Fabula. Chiediamo a Corrado Rabitti, fondatore di ZOOlibri, della sua esperienza come editore partner al Master e relatore nei Seminari di Editoria. ZOOlibri che ruolo ha all interno del Master? Spero che ZOOlibri abbia innanzitutto un ruolo positivo. Io partecipo come editore di ZOOlibri con cadenza biennale con un Seminario di fine corso nel quale carrello sul lavoro di editore, sul funzionamento della casa editrice, sul mercato, eccetera. E mi sembra che questa esperienza sia positiva e venga apprezzata. Tanto che nel 2012 mi espanderò - un po come una galassia - e terrò una docenza (Editoria d Arte nel corso di Illustrazione dell Accademia di Belle Arti di Macerata n.d.r.) partendo dall esperienza dei seminari di Macerata. In ogni caso io mi diverto molto. Poi, seminari a parte, ZOOlibri offre annualmente una delle proprie storie d autore, cioè una storia scritta da uno dei nostri autori preferiti che al momento sia libera da vincoli di pubblicazione, e la mette a disposizione di uno degli allievi del Master. Con risultati sempre sorprendenti e soprattutto in evidente crescita costante. E che cosa ne pensa? Un sacco di bene, ne penso. Sono serenamente sorpreso - ho dichiarato pubblicamente questa cosa in presenza di testimoni seri che stanno fuori dal settore specifico - da due fattori: la crescita del livello medio raggiunto dagli studenti a fine corso e l atmosfera generale che c è a Macerata durante il Master. Credo si possa affermare che siano le due facce della stessa medaglia, testimonianza della presenza di un buon gruppo di lavoro che si impegna e che cura gli allievi. L importanza del lavoro di selezione del personale che dirige il corso è fondamentale: riuscire a associare l allievo giusto all editore giusto è apparentemente facile, ma richiede in realtà una notevole sensibilità. seminari I Seminari di Editoria e gli Incontri con gli Autori sono appuntamenti a cadenza settimanale, finalizzati all approfondimento dell universo del libro illustrato. Nei Seminari storici, critici, scrittori, illustratori e responsabili di case editrici affrontano i diversi aspetti del settore editoriale, da quello artistico e critico, fino a quello strategico-commerciale. Negli Incontri con gli Autori, i docenti ARS IN FABULA Corsi d illustrazione si raccontano in un excursus che va dagli esordi alla maturità, in un panorama editoriale internazionale. Questi appuntamenti si confermano un importante momento di confronto tra le diverse esperienze umane e professionali. Nella pratica come avvengono i rapporti tra gli allievi e voi? Con gli allievi che partecipano al seminario c è il face to face - fuoco di fila - di domande alla fine delle ore di Seminario, che trovo eccitante; escono sempre domande interessanti. Considerando che gli allievi di solito sono spaventati dal fare domande pubbliche è un risultato che premia. Con gli allievi che invece mettono in opera le storie proposte da ZOOlibri, c è un rapporto mediato e pesato dal personale che dirige il corso, come credo sia giusto. Poi c è il primo incontro frontale durante Bologna Book Fair nel quale avvengono un sacco di piccole magie. Gli allievi si irrigidiscono oppure si lasciano andare, a seconda di come vivono l incontro con la persona che hanno di fronte. Anche di questo devo dire bene: da tre anni a questa parte la resa positiva del corso si trasforma in allievi che reagiscono sempre benissimo e si sciolgono, lasciano andare, e assecondano così la loro vena creativa. Sempre premiati dal risultato finale. E quali sono le pecche e le mancanze più frequenti nei giovani illustratori? Due, che valgono per una sola: non credono abbastanza in se stessi e credono troppo negli altri, nei modelli. Premesso che i modelli sono NECESSARI, FONDAMENTALI e FORMATIVI, una volta elaborati si deve cercare di sviluppare un proprio stile personale. In generale nel lavoro editoriale sono l unicità, l individualità, l imprevedibilità, l originalità, l invenzione, le doti che colpiscono chi è alla ricerca di un nuovo artista. Largo Affede, 5 / Macerata tel + fax www.fabbricadellefavole.com 23

13 la squadra i docenti Gabriel Pacheco Imparare a moderare la palette di colori in base all economia del racconto, usare texture e luce per accentuare le emozioni e renderle palpabili, rimanere in ascolto del testo per poi tradurre l intensità della parola in materia, questa la grande capacità di Gabriel Pacheco. Dalla lettura come atto creativo, nascono le immagini di questo talentuoso illustratore: attento ascoltatore di parole mai necessariamente ricondotte ad atmosfere certe e definite, Pacheco lascia al lettore la libertà di scegliere in quale universo abitare. Gabriel Pacheco nasce a Città del Messico nel Dopo aver studiato scenografia all Istituto Nazionale di Belle Arti, egli ricopre vari incarichi in ambito teatrale fino al 1998 quando, quasi per caso, approda all illustrazione. Segnalato già a Bologna nel 2009, con una menzione speciale per la categoria New Horizons del Bologna Ragazzi Award, Pacheco ha vinto vari premi fra cui, nel 2010, il prestigiosissimo CJ Picture Book Award, con il libro As Três Meninas (Bags of Books); il primo premio della X Edizione del Premio Città di Chioggia; Quorum in Messico e compare nel catalogo 50 Books/50 catalog covers dell American Institute of Graphic Arts. I suoi libri sono inoltre stati segnalati nel catalogo del White Ravens della IYL di Monaco di Baviera. Fra gli ultimi lavori si segnalano Frida Kahlo, una Historia Posible (Anaya), commovente omaggio alla grande pittrice messicana che ne ritrae appieno la natura malinconica e sofferta e Los Miserables (Editorial Teide), in cui dall uso sapiente di palette e tratto escono redivivi i personaggi di Hugo in tutta la loro potenza. E ancora: La Bruja y el espantapájaros (FCE) e Bécquer, Antologìa (Edelvives). I suoi libri sono stati pubblicati in Messico, Stati Uniti, Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Corea e Giappone. La poesia che nasce dalle immagini di Pacheco ritrae spesso un mondo parallelo, in cui materia e immagine si trasfigurano al punto da rendere indistinguibile il confine fra sogno e reale, emozione e concretezza. Gli apparenti vuoti delle sue immagini invadono lo sguardo dell osservatore, lo avvolgono con ineguagliata leggerezza, trascinandolo in un microcosmo solo apparentemente surreale, in cui i personaggi incarnano emozioni e sentimenti capaci di toccare le corde segrete dello spettatore. Pacheco non ha paura di utilizzare cromatismi minimi, gioca anzi con le declinazioni di uno stesso colore per creare atmosfere rarefatte e intense, usa luce e texture per tradurre quello stesso colore nella materia sensibile dei sentimenti, come egli stesso dichiara: «la materia è come aggettivare il colore». Mauro Cicarè Artista apprezzato non solo in Italia ma anche oltre i nostri confini, nel corso degli anni ha collaborato con importanti riviste nazionali quali: Il Grifo, Frigidaire, L Eternauta, Il Caffè Illustrato. Heavy Metal USA e Global Magazine. Innumerevoli le mostre, personali e collettive, e le collaborazioni che spaziano dall ambito musicale a quello legato all editoria, uno per tutti il lavoro come copertinista per alcune fra le maggiori case editrici. Fra i suoi libri più conosciuti Fuori di Testa (1993), Le Forbici di Paolino, con Vincenzo Mollica (1999) e Angelo Nero, con Angelo Ferracuti (2010), in cui ritroviamo un interessante commistione fra realismo del costume sociale e fumetto. Prossimamente uscirà il suo ultimo libro a fumetti intitolato Le Avventure del Gigante Morgante (Grifo Edizioni), con una presentazione di Vincenzo Mollica. Laddove pittura e fumetti si incontrano, inizia l arte di Mauro Cicarè. Quando l espressione artistica ha più vie per esprimersi, tracciarne un limite ben definito diviene arduo nonostante le realtà formali di un genere. Per Cicarè la visione artistica travalica il limite angusto e ne fa labile confine, grimaldello necessario per contaminare i linguaggi stabiliti. L esigenza di uscire dal limite coincide poi con la necessità di osservare il mondo da una diversa prospettiva e di renderne un immagine personale e unica. Abilissimo copertinista, pittore sensibile e fumettista di prim ordine, Cicarè è un vero maestro di stile. Maurizio Quarello Torinese, Maurizio Quarello ha studiato grafica, architettura e illustrazione. I suoi lavori gli hanno assicurato diversi riconoscimenti e selezioni: White Ravens, Livres au trésor, Premios Visual, Prix Versele e Prix des Incorruptibles, Mejor Editados. Babau Cerca Casa, il suo primo libro, esce nel 2005 per Orecchio Acerbo, ma già nel 2004 aveva vinto il Prix des Mediateurs Figures Futur al Salon de Montreuil. Premiato tre volte per il migliore albo dell anno pubblicato in Italia, nel 2007 ci ha rappresentato alla BIB. Tradotti in circa 10 lingue, i suoi libri sono editi da Sarbacane, Editions du Rouergue, Milan, Orecchio Acerbo, Fatatrac, OQO, Logos e Bohem Press. Tra le sue recenti pubblicazioni: Le voyage de la Femme Éléphant e Au bout de rails (Éditions Sarbacane); Cuaderno de animalista e Ojobrusco (OQO Editora e Logos); L albero di Anne, L Autobus di Rosa (Orecchio Acerbo), Effetti collaterali (Editions du Rouergue). In uscita: Il grande cavallo blu e Janet la storta per Orecchio Acerbo. Quarello è un maestro dell immagine in movimento, nelle sue tavole pittura e tecnica cinematografica sembrano danzare a braccetto, seguendo il ritmo delle immagini, per poi talvolta rimanere sospese in inquadrature di rarefatta poesia, capaci di sviare sguardo e prospettiva, anche solo per un attimo. La pittura non è che pellicola depositata sulla superficie del foglio da cui, talvolta alta, altre sottile, si leva la voce dell artista

14 Mauro Evangelista Maceratese Doc, Mauro Evangelista si appassiona alla pittura da bambino quando, di nascosto alla madre, taglia lenzuola per farne tele, da allora non ha mai abbandonato i pennelli. Diplomato in Belle Arti, oggi è docente di Illustrazione e Graphic Design all Accademia di Belle Arti di Macerata, direttore artistico di Libriamoci (Mostra Internazionale di Illustrazione) e di Ars in Fabula (Master e Corsi di Illustrazione). Ha pubblicato con: Usborne, Ragged Bear, Dorling Kindersley, Grimm Press, Kyowon, Arka, Giunti, Gallucci, Rizzoli e con il quotidiano La Repubblica. Tra i suoi libri: In Viaggio con Wolfgang e Lettera a un Figlio con Rizzoli; Il Cantico delle Creature (musicato da Angelo Branduardi), Volta la Carta (testo di Fabrizio De Andrè) e Ma che Aspettate a Batterci le Mani (testo di Dario Fo) per Gallucci, con il quale ha vinto il Premio Luzzati 2008, stesso anno in cui ottiene il Premio Andersen come miglior illustratore. In uscita: Raccontare gli Alberi, illustrato insieme a Pia Valentinis (Rizzoli). Mauro Evangelista nasce come pittore e pittorica è la sua attenzione verso l immagine, sia essa quadro o tavola. Infiniti i riferimenti colti nelle sue illustrazioni, in cui traspira tutta la dolcezza delle colline marchigiane, quel loro meditare pallido e assorto in cui è bello perdere lo sguardo. Pia Valentinis Cagliaritana d adozione, Pia Valentinis è nata a Udine, dove si è diplomata all Istituto d Arte. Partecipa a stages con grandi maestri (Stepan Zavrel, Sergio Toppi, Emanuele Luzzati), e all Atelier des Enfants del Centro Pompidou. Più volte selezionata alla Mostra degli Illustratori della Fiera di Bologna (1990, 1995, 1998, 2001), nonché alla Biennale d Illustrazione di Bratislava (1995, 2001) e alla Biennale di Catalogna (1995), nel 2002 ha vinto il Premio Andersen come Miglior illustratore. A lei è stata dedicata la 18^ edizione di Libriamoci Mostra Internazionale di Illustrazione Ha illustrato libri per bambini con case editrici nazionali e internazionali, tra le sue più recenti pubblicazioni: Quadri di un Esposizione e I Doni Scambiati (Rizzoli); Mammalingua (Il Castoro) Filastrocche in Valigia (Nuove Edizioni Romane); Les Désirs des Animaux (Grandir); La Duda (Libros del Zorro Rojo). Prossimamente: Raccontare gli Alberi, con Mauro Evangelista (Rizzoli). Il tratto graffiato, sottile e rigoroso ricorda quello delle acqueforti: controllato, asciutto, senza sbrodolature, in cui la forza descrittiva risiede centrale. Dalle linee più marcate a quelle sottilissime, la mano della Valentinis sembra voler mantenere la conduzione del segno, salvo poi sdrammatizzarne l effetto lasciando il via a una visione laterale più onirica, molto meno razionale di quanto si possa pensare di primo acchito. Pablo Auladell Vive ad Alicante, in bocca al caldo mare spagnolo. Autodidatta, debutta con El Camino del Titiritero (DePonent), ma la vera consacrazione arriva con La Torre Blanca (DePonent) con cui riceve il prestigioso Premio al Autor Revelación al Salone di Barcellona (2006), e con Peiter, Peter y Peer che nel 2005 gli vale il Secondo Premio Mejores Ilustraciones de Libros infantiles y Juveniles del Ministero della Cultura Spagnolo. Le sue opere sono state esposte a: Immagini della Fantasia ( ), Komikazen (2010), Saló del Cómic de Barcelona (2007) e Ilustrísimos (2005). Illustratore e autore, pubblica con: De Ponent, Anaya, Edelvives, Grupo SM, Kalandraka, La Joie de Lire, Orecchio Acerbo, Sinsentido. I suoi ultimi lavori: Diógenes, Miguel Hernández 25 poemas, Rasmus y el vagabundo, Kipling ilustrado (Kalandraka), El Despertar de Heisenberg (El Jinete Azul), Almanaque Comestible (De Ponent), Cuentos Maravillosos (Anaya), La historia de Guillermo Tell, OUP, Alas y olas (Barbara Fiore Editora). Docente Ars in Fabula dal 2009, Auladell presiede l Associazione Professionale degli Illustratori Valenciani (Apiv). Questo intenso artista ha fatto della sua arte occasione per un profondo scavo interiore, dando vita a immagini toccanti e incisive. L ipermetropia è stata per Pablo, a guisa della famosa siepe leopardiana, occasione per lanciare lo sguardo sull infinito. LUIGI DAL CIN Scrittore Luigi Dal Cin è nato a Ferrara nel I suoi libri, oltre settanta al momento, sono stati tradotti in nove lingue. Dal 1997 scrive sul mensile La Giostra, ha scritto anche svariati saggi fra cui: Peter Pan, il ragazzo che compie cent anni e Mille e una notte, mille e una storia. Mille e un modo di salvare la vita per il catalogo Le Immagini della Fantasia 22 a e 23 a Mostra Internazionale d Illustrazione per l Infanzia. Il suo lavoro gli ha assicurato diversi riconoscimenti a livello nazionale. Le ultime pubblicazioni: Il Grande Albero delle Rinascite. Fiabe dalle Terre d India e A Ritmo d Incanto. Fiabe dal Brasile (Immagini della Fantasia-Franco Cosimo Panini), Oder Die Abenteuer eines Ritters ohne Namen e Bolzano Ovvero le Avventure del Cavaliere Senza Nome (Athesia Spectrum), Insieme si Fa Festa! e Un Mare di Amici... (Lapis), Al di là Papà! Chardin Tra le Righe (Ferrara Arte), Ho Sognato e I Mirabolanti Viaggi di Nicky Stoppino, Investigatore Privato (Kite). Collabora come docente Ars in Fabula dal Trama e ordito sono materia d artigiano, che si tratti di cucito o di scrittura, e artigiano è il mestiere dello scrittore che tesse storie e vi ricama sopra personaggi e vicende. Lo sa bene Dal Cin, che con maestria tira le fila dei racconti, sempre attento alla coerenza del dettaglio, al ritmo della parola, all incanto del riscoprire l eccezionalità delle cose più comuni. Paola Parazzoli Editor Rizzoli è nata a Milano, dove vive e lavora. Si avvicina all editoria per ragazzi fin dai tempi dell università, quando inizia a lavorare in AMZ, azienda frequentata fra gli altri da Loredana Farina, in veste di redattore, prima di iniziare l avventura di Coccinella, e Milo Milani. La sua passione per l illustrazione editoriale è una naturale conseguenza di lavoro e studi, tanto che da sempre si occupa di libri illustrati per ragazzi. In questo settore ha ideato e curato moltissimi progetti per diversi marchi editoriali tra cui Fabbri-Rizzoli, dove attualmente lavora in qualità di editor. È anche autrice di storie e rime per la prima infanzia. Per Fabbri-Rizzoli, Paola ha curato la serie Le Grandi Fiabe (Fiabe da ascoltare) uscite nel 2005 in collaborazione con il Corriere della Sera. Del 2008 è invece La Bibbia Illustrata per Ragazzi, uscita con Sole 24 ore e Corriere della Sera. Collabora con lo IED di Torino, per cui segue le tesi di illustrazione, e dal 2009 svolge l attività di docente ad ARS IN FABULA Master in Illustrazione per l Editoria

15 Javier Zabala Autore e illustratore, nel 2005 Zabala riceve la Menzione d Onore alla Fiera Internazionale di Bologna per il suo libro Don Quijote de la Mancha (SM Grupo), nello stesso anno ottiene anche il Premio Nacional a las Mejores Ilustraciones de Libros Infantiles y Juveniles (SM Grupo). Nel 2008 vince il Bologna Ragazzi Awards for Children Poetry per Santiago, tratta dal poema di Garcia Lorca (Libros del Zorro Rojo). Oggi è il candidato spagnolo per l Hans Christian Andersen Award (IBBY). Numerose le mostre sui suoi lavori, nel 2010 la Biblioteca Europea di Roma ha tenuto una sua personale con le illustrazioni di El Hombre que Comprò la Ciudad de Estocolmo, di Rodari; Nato nei pressi di Odessa, in Ucraina, Konstantinov si è laureato in Grafica, Pittura, Arte Bizantina e Archeologia Cristiana alla Phillips University di Marburg, in Germania. Nel 98 ottiene un primo riconoscimento, la Scarpetta d Oro, cui fanno seguito: il Premio Stepan Zavrel (2001, 2002, 2006), diverse menzioni d onore al Bologna Annual, Fiera di Bologna (2003, 2005, 2006, 2008), due certificati di merito della Society of Illustrators di NY (2007, 2008), il premio Grammatica delle Figure, Fiera di Bologna (2010), 11th International Biennale Golden Pen of Belgrade (2011) e la selezione al White Ravens 2012 per Giacomo di Cristallo. I suoi ultimi lavori: Et Alors? (La Joie de Lire), Von den Sternen bis zum Tau nello stesso anno è stato il protagonista di Libriamoci Mostra Internazionale di Illustrazione a Macerata. Incuriosito dall illustrazione per adulti, con Nordica Libros ha pubblicato: La signora col cagnolino; Hamlet; Bartleby, lo scrivano e Il gatto con gli stivali. Nelle sue illustrazioni, anche in quelle per adulti, Javier Zabala riesce a mantenere incontaminato lo spirito bambino: poco importa quanto decida di mettersi alla prova affrontando le sfide più diverse, la sua mano saprà tratteggiare con infallibile destrezza quel momento preciso in cui lo stupore infantile si cristallizza in immagine. Vitali Konstantinov (Peter Hammer Verlag), Der Bücherfresser (Carlsen), Giacomo di Cristallo (Emme Ed.), A Min no me Comas! (OQO Ed.), Kunst- Comic: Gustav Klimt (Prestel). Insegna alla Facoltà di Arte e Design di Amburgo, alla Bauhaus University di Weimar, dopo una breve interruzione torna ad Ars in Fabula. Segno, inquadrature, composizione, tutto sembra ricondurre al cartoon, da quello che richiama più Steinberg per il tratto puntuale e descrittivo, alle tavole storiche di Raemaekers in Kultur in Cartoons per certa ambientazione e atmosfera. Tutti richiami che trovano in Vitali un espressione unica e originale, dai risvolti talora dark, sempre ironici, mai scontati. Gek Tessaro Joanna Concejo Irriverente, provocatorio, Gek Tessaro è il creatore de Il Teatro Disegnato, una serie di spettacoli teatrali che, tramite l uso della lavagna luminosa, animano i suoi libri attraverso il disegnare parlato, vere performance in cui l illustratore si fa pittore sotto gli occhi degli spettatori. Tiene regolarmente attività laboratoriali di educazione all immagine. Nel 2010 riceve il Premio Andersen come Miglior Autore Completo e l anno successivo vince la 2^ Edizione di Nati per Leggere. I suoi libri più recenti: Il Salto di Città in Città (Artebambini) e Il Circo delle Nuvole (Fanucci), entrambi selezionati tra i 12 migliori titoli italiani dalla Biblioteca Internazionale di Monaco; Priscilla e Gurdulù. Lo Sguardo delle Mani e Acquaria (Artebambini), Cin Ciao C è (Fanucci), La Mostra in Mostra e Il Cuore di Chisciotte (Carthusia), Il Fatto è e Foto di Gruppo (Lapis), I Bestiolini e Manifesti (Panini). Un tempo lo avremmo definito affabulatore, per quella sua capacità tutta particolare di narrare. La sua è difatti una narrazione a tutto tondo, in cui illustrazione, scrittura, musica e atto recitativo siedono spesso allo stesso tavolo. Nata a Slupsk, Polonia, Joanna si è diplomata all Accademia di Belle Arti di Poznan. Vive con la famiglia appena fuori Parigi, perché non ama troppo il caos cittadino. Dal 2005, anno in cui vinse il premio Calabria Incantata, Joanna ha raccolto sempre maggiori consensi. Selezionata nel 2005 a Ilustrarte (Portogallo) e Illustrare Andersen (Bologna), ha partecipato a diverse mostre collettive fra cui Figures Futures 2006, al Salon di Montreuil. Nel 2007 ha partecipato alla mostra internazionale del Blue Book Group, a Teheran e nel 2008 l Associazione Hamelin le ha dedicato una personale intitolata Attorno al giardino. I suoi libri sono pubblicati in Italia, Francia, Svizzera e Spagna. Con Topipittori ha pubblicato il suo primo libro, Il Signor Nessuno (2008), primo di molti. Le ultime pubblicazioni sono: I Cigni Selvatici (Topipittori/Notari), Zimbo, Fumée e Cuando No Encuentras Tu Casa (OQO Editora). In prossima uscita un nuovo libro per Topipittori. Joanna Concejo è una di quelle rare artiste capaci di cogliere la poesia delle piccole cose, quelle di tutti i giorni, che le sue matite sanno trasformare in elementi di raro valore. Delle sue tavole colpisce la forte tensione poetica, l intensità emotiva, talvolta più drammatica, altre gioiosa, altre semplicemente sospesa, la forza compositiva, il giocare con inquadrature inusuali, eppure, le piccole cose, sono quelle che ti germogliano dentro e ti spingono ad aprire il libro ancora e ancora

16 Fabian Negrin Fabian Negrin è da tempo uno degli illustratori più amati e stimati. Nato in Argentina nel 1963, si trasferisce diciottenne a Città del Messico dove studia grafica e incisione. Nell 89, arriva a Milano, dove collabora con importanti riviste e giornali, il suo primo libro come illustratore esce nel Da subito ottiene importanti riconoscimenti: nel 1995 vince il Premio Unicef alla Fiera di Bologna, nel 2000 il Premio Andersen come miglior illustratore, nel 2009 ottiene la BiB Plaque alla Biennale di Bratislava. Fra i suoi libri: The Riverbank di Charles Darwin, Bologna Ragazzi Award 2010; L ombra e il bagliore di Jack London, CJ Picture Book Award Nel 2011 ha illustrato: Chiamatemi Sandokan! (Salani), Santi Bambini (Notari e Gallucci), La storia di Capitano Nemo (Biblioteca di Repubblica - L Espresso), e Frida e Diego, una favola messicana (Seuil e Gallucci). Nella sua arte, mai uguale a se stessa, mai compiaciuta, Negrin mostra un ineguagliata capacità di giocare con se stesso prima ancora che con il testo, accettando di mettersi in discussione costantemente. La sua capacità di variare registro narrativo è la sua firma, sintomo di un perpetuo movimento in cui parola e immagine si rincorrono fino al limite del possibile. Carll Cneut Carll Cneut, fiammingo, originario di un paesino al limitare fra Belgio e Francia, studia graphic design a Gent, dove tuttora vive e insegna illustrazione, all Accademia di Belle Arti. Art Director per un agenzia pubblicitaria, approda all illustrazione nel 96 con un libro scritto da Geert De Kockere, con cui nasce un bel sodalizio artistico. Fra i tanti, negli anni ha pubblicato con: Walker Books, Macmillan Publishers, De EenHoorn, Farrar Strauss & Giroux, Pastel e l Ecole des Loisirs, i suoi libri sono stati tradotti in oltre 20 lingue. Tra i principali riconoscimenti: la Menzione d onore alla Fiera del Libro di Bologna (2001), il premio Octogones (2002) e la Placca d oro alla BIB di Bratislava (2003 e 2005), la candidatura all H.C. Andersen Award (2010). Il suo La meravigliosa storia d amore di Mr Morf (Adelphi), segna il suo debutto come autore. Con Adelphi ha pubblicato: Greta la Matta (2005), Mostro, non mangiarmi! (2006), Un milione di farfalle (2007) e Il segreto dell usignolo (2009). Il suo ultimo titolo Fluit Zoals je Bent, uscirà in Italia con Topipittori. Recentemente, in occasione del Lucca Comics and Games, si è tenuta una ricca mostra a lui dedicata, in collaborazione con la Galerie Jeanne Robillard di Parigi. Fausta Orecchio Editore Fausta Orecchio, cuore pulsante di Orecchio Acerbo Editore, nonostante aspirazioni ben diverse, inizia ben presto la sua carriera nel mondo della grafica: giovanissima si forma presso lo Studio Giulio Italiani, anni dopo è responsabile grafica per la rivista Dolce Vita di Oreste Del Buono; negli anni 90 lavorerà per Nessuno Tocchi Caino e Lo Straniero (diretto da Goffredo Fofi), per cui riceverà la Matita d Oro per il Graphic Design nel 97 e, nel 2001, la Segnalazione d Onore all ADI. Nel 1989, entrata in contatto col gruppo di fumettisti Valvoline, lavorerà gomito a gomito con artisti come: Igort, Mattotti, Carpinteri, Ghermandi, Giandelli, Onze, Munoz, Swarte, Bilal, Loustal, Toccafondo, Matticchio e Negrin, con alcuni di loro lavora ancora oggi. Nel 2001, con il compagno Simone Tonucci, fonda Orecchio Acerbo Editore di cui è direttore editoriale: lo scorso anno si è celebrato il decimo compleanno della casa editrice con 100 libri pubblicati. Dal 2009 svolge l attività di docente ad ARS IN FABULA Master in Illustrazione per l Editoria. L oggetto libro per lei non ha segreti, prova tangibile i libri stessi in cui nulla è trascurato: carta, copertina, formati, rilegature, grafica puntuale che si fa strumento per sottolineare il testo, suggerendo doppie letture, divenendo in alcuni casi illustrazione. Numerosi i premi a riconoscimento del lavoro svolto, fra cui il Premio Andersen proprio per la miglior produzione editoriale fatta ad arte. Walter Fochesato Critico e storico Esperto di Storia dell illustrazione e letteratura per l infanzia, Fochesato è coordinatore redazionale del mensile Andersen. Il Mondo dell Infanzia. Durante la sua carriera ha pubblicato numerosi fra articoli, saggi e volumi, fra i più noti: Lupus in fabula (Titivillus), I pittori dell infanzia (Città Aperta), Libri illustrati: come sceglierli? (Mondadori). I suoi libri più recenti: Raccontare la guerra. I libri per bambini e ragazzi, già pubblicato nel 1996 con Mondadori ora rieditato e aggiornato, e Auguri di buon Natale. Arte e tradizione delle cartoline augurali, (Interlinea Editore), Il corsaro nero. Nel mondo di Emilio Salgari, insieme a Pino Boero e Felice Pozzo (Franco Angeli Editore). Curatore di svariate mostre e cataloghi in collaborazione con il Sistema Bibliotecario della Provincia di Genova, di Sirenette di Carta e Soldatini di Inchiostro. Gli illustratori italiani per i 200 anni di Hans Christian Andersen, con l Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma. E molto altro ancora. Sua è l arte di raccontare libri, autori, illustratori, di tracciarne con mano sicura un ritratto fatto di poche righe ricolme di significato, di visione poetica, colta. Roberto Innocenti Roberto Innocenti inizia la sua carriera negli anni 60 con il cinema d animazione, passa poi alla grafica editoriale e solo nel 1970 si avvicina al mondo dei libri illustrati. Consacrato a livello mondiale nel 2008, quando riceve il prestigioso H.C. Andersen Award (IBBY), Innocenti aveva già ricevuto svariati riconoscimenti, fra cui la Notable Book Citation a cura della ALA nel 1986, e la Mela d Oro alla BIB, 1991 e Fra i suoi capolavori: Rosa Bianca di cui è autore insieme a Christophe Gallaz, Le Avventure di Pinocchio, Cenerentola, Canto di Natale, Schiaccianoci, Storia di Erika, L ultima Spiaggia. In uscita: L isola del tesoro e Cappuccetto Rosso per Prìncipi e Princípi e Margherita Edizioni. Roberto Innocenti è, in ogni possibile senso, un Maestro di narrazione, certo, ma prima ancora è Maestro di vita, di ironia, di bellezza. Al di là della perfezione del tratto, della raffinatezza, dell indiscutibile capacità di costruire l immagine, il ritmo, la sinfonia del narrare, nelle sue tavole traspare la profonda onestà intellettuale di quest uomo che, senza falsi pudori, si regala al mondo sussurrando i propri valori attraverso le immagini. Raffinato artigiano lima, assottiglia, scava con dovizia e sensibilità, restituendoci testi arcinoti di nuovo vestiti

17 Alessandro Sanna FRANCESCA CHESSA Alessandro Sanna, classe 1975, diplomato presso l Istituto Superiore di Design di Verona, vive e lavora a Mantova. Ha illustrato testi di Calvino, Grossman, Fenoglio, realizzato splendidi libri d arte come Don Chisciotte e la risoluta volontà del sogno (Tre lune edizioni), Mostra di Pittura (Corraini in coedizione con il Centro Pompidou di Parigi) o Hai Mai Visto Mondrian? (Artebambini), con cui ha ottenuto il Premio Andersen nel Doppiamente premiato nel 2009: Premio Andersen come migliore illustratore e Premio Rigamonti per le arti visive. Illustratore per Il Sole24ore, recentemente ha pubblicato sul NewYorker. Diverse le mostre di cui l ultima, personale, alla Casina di Raffaello di Roma. Ultime pubblicazioni: Balera (Logos), Mizia poesie e disegni erotici di Roberto Piumini & Alessandro Sanna, prossimamente in mostra a Firenze alla Libreria Babele, in arrivo quattro libri interattivi per i più piccoli con Panini, un libro CD con Tognolini e Fresu per Gallucci. In Sanna l illustrazione si fa concetto, prevale nella sua arte la pittura non semplicemente in quanto forma ma piuttosto come zona d ombra, in cui il colore cattura l occhio con un intensità tutta particolare. Stupefacente la sua capacità di trasformare anche gli errori in atti puramente creativi. Francesca Chessa è laureata in Architettura, ha frequentato il corso di illustrazione presso l Accademia Pictor a Torino e seguito corsi di illustrazione con Aura Cesari e Stepan Zavrel. Il suo primo libro, Balenottera mangiona (1998), la vede già in veste di autrice e illustratrice, ad oggi ha pubblicato oltre 40 albi in tutto il mondo. Selezionata alla Mostra degli Illustratori di Bologna nel 1998, ha partecipato a numerose mostre quali: XVIII edizione di Le Immagini della Fantasia, Libriamoci , Illustrissimi Con La Pecora che Voleva Volare vince il 2 premio alla IV TIBI, Biennale Internazionale di Tehran. I suoi lavori fanno parte della collezione Cartoline Unicef ( ) e delle Bomboniere Solidali di Amnesty International. I suoi ultimi libri: Lo que tiene que aprender (OQO), Library Lily e Love a-duck (Gullane), Un leone e due bici (Lapis Edizioni), Ce livre est pour toi (Lirabelle), Il gatto con gli stivali (EL e Aubais). Francesca insegna Illustrazione editoriale per l infanzia allo IED di Torino, è con Ars in Fabula sin dalla prima edizione. C è qualcosa di alchemico nel modo in cui Francesca si accosta al colore, un abile mescolanza di scienza e sperimentazione, materia e intuizione, in cui le tinte, spesso decise e sgargianti, vengono accostate con equilibrio e grazia, senza mai stancare lo sguardo, divenendo esperienza di crescita e arricchimento conoscitivo. Giovanna Zoboli Editore Raffinata e sensibile autrice di poesie, racconti, storie e romanzi, Giovanna Zoboli è fra i primi in Italia a pubblicare una forma primaria di graphic novel, insieme a Guido Scarabottolo: Una Vita (Romanzo Metafisico), edito da Guanda nel Nella sua ricca carriera ha collaborato con numerose case editrici come redattrice, curatrice ed editor. La sua collaborazione con Paolo Canton inizia nel 1998, con I Libri a Naso cui, nel 2004, seguirà un progetto ben più impegnativo: la fondazione della Casa Editrice Topipittori. I suoi libri hanno ottenuto riconoscimenti sia in Italia che all estero, come: il White Ravens (2004 e 2005); il Premio Andersen nel 2007 e nel 2008 per il miglior albo 0-6 anni, e nel 2010 per la migliore collana di narrativa con Gli anni in tasca. Dal 2006 contribuisce alla rivista Hamelin. Note sull Immaginario Collettivo, con articoli in cui tratta principalmente di libri illustrati. Dal 2005 al 2008 ha tenuto corsi sulla parola e le immagini nel picture book, presso l Accademia Drosselmeier di Bologna. Dal 2009 svolge l attività di docente ad ARS IN FABULA Master in Illustrazione per l Editoria. Luigi Raffaelli Originario di Pesaro, dove è nato e cresciuto e dove tutt ora abita, Luigi Raffaelli sta facendo un percorso lavorativo interessante. Dopo aver conseguito la maturità classica, si trasferisce a Milano, dove studia illustrazione allo IED e poi grafica, al CFP Bauer. Dal 2006 è docente di Illustrazione all Accademia di Belle Arti di Bologna, e dal 2011 di Illustrazione e Graphic Design presso l Accademia di Belle Arti di Macerata, incarichi che si vanno a sommare al lavoro di grafico e illustratore. Fra le case editrici con cui collabora: Orecchio Acerbo, Topipittori, Einaudi Scuola, Mondadori Ragazzi, ELI, Paravia Bruno Mondadori, Campanotto. Dal 2009 ha raggiunto la squadra di Ars in Fabula, dove tiene un corso affiancato a Giovanna Zoboli. Fra i libri che ha illustrato: Venditempo di Giulio Levi (Orecchio Acerbo, 2004), suo libro di esordio con cui ha rappresentato l Italia alla Biennale di Bratislava, e Mai Contare sui Topi di Silvana D Angelo (2008), con Topipittori. Sempre per Topipittori Raffaelli sta curando il progetto grafico per la raccolta Gli Anni in Tasca, Premio Andersen 2010 come miglior collana di narrativa, che dal 2011 si è arricchita anche degli Anni in Tasca Graphic. I suoi disegni sono stati esposti a Tokyo, Addis Abeba, Helsinki, Città del Messico, Marsiglia, Bologna, Milano e Urbino. Andrea Rauch Editore Senese, classe 1948, Andrea Rauch è di formazione grafico. Negli anni ha disegnato e progettato immagini per il Festival Internazionale del Teatro di Caracas, il Centre Georges Pompidou e l Union des Théâtres de l Europe. I suoi manifesti fanno parte delle collezioni del MoMa a New York, del Musée de la Publicité del Louvre a Parigi e del Museum für Gestaltung a Zurigo. Fra il 1987 e il 1991 insegna Immagine Coordinata e Segnaletica al Corso di Grafica Superiore presso lo IED di Milano, dal 1994 al 2002 Graphic Design presso il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell Università di Siena. Presso Nuages sono usciti due volumi, Design & Identity e Dis-continuo, in cui viene dato un vasto affresco in merito al suo lavoro di grafico. Fra i suoi libri illustrati si ricordano: Il Giornalino di Gian Burrasca e Le avventure di Pinocchio (Nuages) e Maiali (La Biblioteca Junior). I suoi ultimi libri: Di crude e di cotte! Fiabe gastronomiche in salsa poetica. (Fare teatro), La Luna, Storie sante (Fuori collana) Puccettino, Il gatto con gli stivali, Cappuccetto Rosso (Le fiabe). Nel 2010 fonda la casa editrice Prìncipi & Princìpi, con cui ottiene il Premio Andersen 2011 per il Miglior Progetto Editoriale

18 giorgio marangoni intervista accademia belle arti Il Prof. Giorgio Marangoni, neodirettore dell Accademia di Belle Arti di Macerata è il successore e ideale continuatore della linea direttiva della Prof.ssa Anna Verducci. Con loro l illustrazione è entrata a pieno titolo negli insegnamenti dell Accademia di Belle Arti fino a diventare una scuola di grafica e illustrazione, con un triennio e un biennio di specializzazione, del quale il Master è il naturale proseguimento del percorso accademico. Da ventisette anni insegna Pedagogia Didattica dell Arte. Maceratese verace e da sempre sensibile ai problemi dei giovani e alla valorizzazione della città. Il legame profondo tra fabbricadellefavole e l Accademia di Belle Arti ha portato negli anni alla realizzazione di una serie di progetti che mettono al centro l illustrazione. Ce ne parla? L incontro tra fabbricadellefavole e l Accademia nasce da una vicinanza di amicizia. Questo incontro ci ha portato a ragionare sulla mancanza dell illustrazione nelle Accademie, che è ancora un preconcetto duro a morire; quello cioè di non dare un adeguato spazio alle espressioni Pop del contemporaneo. Quindi l idea era di dare un riconoscimento istituzionale ad una disciplina purtroppo ancora marginalizzata. Gillo Dorfless in una conversazione con il critico d arte Montanari, parlando del valore sociale dell arte, dice che, oltre al design, nel contemporaneo dobbiamo considerare come arte l illustrazione e la grafica. Cito Gillo Dorfless perché tra qualche giorno gli verrà conferito il titolo Accademico Honoris Causa (il 27 marzo n.d.r.), che si aggiungerà al Pantheon delle honoris causa che l Accademia di Belle Arti di Macerata ha conferito in questi anni, come ad esempio, per rimanere nel tema dell arte dell illustrazione, la laurea honoris causa al maestro Roberto Innocenti, o chi all illustrazione si è sempre ispirato, come il grande maestro maceratese Dante Ferretti. L Accademia è diventata un centro per l illustrazione e la grafica tra i più importanti d Italia. Credo che abbiamo saputo coniugare l esperienza e la professionalità nel settore grafico editoriale portato da fabbricadellefavole, questo è stato l input per creare una scuola d indirizzo dedicata all illustrazione all interno delle Belle Arti. Stanno succedendo cose molto piacevoli per chi come me ama questa città. La nostra scuola oggi richiama iscritti da tutta Europa e molti provengono da Accademie più grandi e prestigiose della nostra. Molti giovani illustratori scelgono di stabilirsi qui. Sono entrati in Accademia docenti di grande valore come Luigi Raffaelli e Maurizio Quarello nella scuola d retta da Mauro Evangelista. Quarello e Raffaelli: new entry alla scuola d illustrazione Chiediamo a Maurizio. È possibile sintetizzare in poche parole il sentimento, la professionalità che trasmetti agli allievi che ti seguono? Quello che mi preme durante i corsi, il Master e adesso in Accademia è cercare di far passare tutto quello che ho imparato durante la mia carriera. Quindi cerco di unire una parte di teoria all esperienza vera e propria che ho fatto sul campo. All Accademia ho cominciato da poco, ma vedo un ottima atmosfera e noto molto interesse da parte degli allievi. Con loro posso affrontare un programma più strutturato e a lungo termine. Invece con i corsi il lavoro è più intensivo e mirato a dei temi specifici. Sei torinese, hai vissuto per molti anni in Repubblica Ceca, poi hai deciso di trasferirti nelle Marche, vicino a Macerata. La scelta di trasferiti è dovuta all incremento del tuo impegno come insegnante oppure ti sei innamorato di questa terra? In realtà è tutto un insieme. L idea di ritornare in Italia c era già. Poi dalla prima volta che sono venuto a Macerata per i corsi, i posti e i luoghi mi sono piaciuti molto. Con tutti gli amici di fabbricadellefavole ho avuto subito un gran bel rapporto. E questo, oltre alla bellezza dei posti e la voglia di tornare in Italia, è stato il motivo per cui si è deciso di venire a Macerata. Invece tu Luigi sei marchigiano, qual è il tuo rapporto con Macerata? Il rapporto è ottimo. Per me Macerata è stata una scoperta attraverso l illustrazione. Io vengo dalla provincia di Pesaro-Urbino, che è un altro centro dell illustrazione italiana. Però Macerata con quello che sta facendo ARS IN FABULA è diventata una realtà molto importante. Le esperienze fatte nei corsi estivi sono state bellissime, a livello sia didattico, che personale. Quando penso ai corsi estivi, sono veramente tra i ricordi più piacevoli degli ultimi anni. Una settimana di lavoro dura e intensa, ma ti giuro che ritorno a Pesaro sempre rigenerato. Quello che stiamo facendo credo sia un esempio virtuoso di come si possa lavorare oggi nel settore scolastico pubblico e privato, raccogliendo il sapere e le nuove professionalità senza snaturare il mandato della scuola pubblica. La possibilità di incontrarsi, di lavorare insieme e dialogare con prestigiosi professionisti, ha dato vita ad un vero e proprio laboratorio di idee, soprattutto in un momento come questo in cui le nuove possibilità tecnologiche aprono scenari imprevedibili. Attualmente nel corso si sta lavorando a un progetto nato in una delle nostre serate estive, tra studenti e docenti, passate a raccontarci fantasie e visioni, e l idea è quella di creare un contenitore, o se volete una casa editrice digitale, per poter dar spazio ai progetti più singolari, anche quelli diciamo impubblicabili. Questo è un modo per dare spazio alla creatività nella forma più libera da prerogative di mercato. Ancora un sogno, ma molti dei nostri sogni sono diventati realtà, quindi Al centro_ Mauro Evangelista tratta da Raccontare gli alberi Rizzoli editore, 2012 In alto _ Andrea Alemanno* 34 35

19 Premio Andersen 2011 a fabbricadellefavole Foto Cricchi+Ferrante notizie dall interno Incontriamo Eleonora Sarti, presidente di fabbricadellefavole. Mi sembra un buon inizio citare la motivazione del premio Andersen nel 2011: Per aver saputo creare nel volgere di pochi anni una realtà forte e consolidata e di alto livello qualitativo nel campo della valorizzazione del mondo dell illustrazione. Per offrire, attraverso Ars in Fabula e Libriamoci, una proposta articolata e quanto mai significativa che spazia dai corsi e master per giovani illustratori a seminari per l editoria alle mostre internazionali di illustrazione. Ci racconti del premio? Per noi è un premio molto importante non solo per il prestigio, ma per il riconoscimento al lavoro che stiamo facendo, che acquista un senso completamente nuovo. Aggiungo anche che nutro grande stima per il gruppo Andersen e penso che Barbara Schiaffino stia mirabilmente portando avanti il progetto iniziato 30 anni fa da suo padre Gualtiero. Quel giorno della cerimonia immagino sia stato un lungo ed intenso giorno, pieno di emozioni, affollato di incontri e in compagnia di amici. Ci racconti? La giornata del premio ci ha regalato quelle stesse emozioni che si provano quando, dopo una lunga lontananza, si torna a casa. Si incontrano vecchi e cari amici, si fanno nuove conoscenze, ma soprattutto si vive quello stato di vibrante emozione prolungata. Quando ti chiamano sul palco per consegnarti il premio, cerchi di raccogliere tutte le parole migliori che hai per fare il discorso di rito più giusto, ma inevitabilmente la tua testa si rifiuta di collaborare e sei costretto ad ascoltare la voce del cuore, perché è l unica su cui sai di poter sempre contare. è stato comunque bello essere lì tutti insieme io, Mauro, Alessandra e Michela perché ci siamo un po spalleggiati, sebbene tutti molto emozionati. Quei due giorni nella splendida Genova sono stati indimenticabili e abbiamo ricevuto davvero un trattamento da star! Ma farei un breve flashback, per raccontare un episodio che a ripensarci mi fa sempre sorridere: il giorno in cui ho ricevuto la telefonata ufficiale da Barbara Schiaffino, per la comunicazione del premio e l invito ad andare a Genova alla cerimonia di premiazione. La scena si svolge in un pomeriggio subito dopo Pasqua, mi godevo un giorno di vacanza extra da sola a casa, sonnacchiosa sul divano davanti ad un vecchio film. Il suono del cellulare mi ha scosso dal torpore e con la voce ancora un po impastata, ho risposto. Dall altro capo del telefono ho sentito la voce di Barbara che mi diceva del premio ed io, presa dall ufficialità della comunicazione, sono scattata in piedi sull attenti come se mi trovassi davanti alla platea del premio, ma in realtà ero in pantofole davanti alla televisione. Chiusa la telefonata, ho iniziato a chiamare gli altri fabbricanti, confusa e felice. Sono contenta che non mi abbia visto nessuno Il Master in Mostra Un consueto appuntamento nei giorni della Fiera di Bologna è Il Master in Mostra, una vetrina degli elaborati dei diplomandi ARS IN FABULA Master, che viene ospitata nel foyer del Teatro Testoni Ragazzi di Bologna, con il quale si è stretta una preziosa collaborazione. La mostra è un importante occasione di incontro con gli addetti ai lavori (editori e agenti) che generalmente vi prendono parte, oltre che un ottima opportunità di promozione e visibilità per i giovani illustratori. Il Master in Mostra racconta ogni anno il percorso degli allievi attraverso le illustrazioni di molte storie, classiche o inedite, interpretate sperimentando molteplici tecniche e dai risultati spesso sorprendenti. Un anteprima dei lavori degli allievi della nuova edizione del Master, viene poi presentata a Macerata, durante la kermesse estiva ARS IN FABULA nella suggestiva cornice del Palazzo Buonaccorsi, antica sede dell Accademia. A questa mostra si affianca quest anno una sezione dedicata agli straordinari lavori di Mauro Evangelista e Pia Valentinis per il libro Raccontare gli alberi, edito da Rizzoli. Nel periodo di dicembre invece, fabbricadellefavole dedica ogni anno una retrospettiva ad un maestro dell illustrazione internazionale con LIBRIAMOCI, la mostra che ha inaugurato nel 2011 la sua diciottesima edizione. In alto a sinistra_ Francesco Giustozzi* In alto a destra_ Mauro Evangelista tratta da Raccontare gli alberi Rizzoli editore, 2012 In basso_ Cinzia Donvito* Mi piace molto l idea e il concetto della fabbrica, per cui mi sembra pertinente parlare di operai. Per tanto, chi sono gli operai che lavorano in fabbricadellefavole? Innanzitutto fabbricadellefavole nasce da un eccezionale intuizione di Mauro Evangelista, che ha sempre visto i nostri progetti come possibili risposte agli interrogativi di un illustratore agli esordi della propria carriera. Situazioni che anche lui ha vissuto nel corso della sua carriera, soprattutto agli inizi. Un aspetto che stimo e apprezzo molto in Mauro è appunto questo suo essere molto generoso. Come presidente dell associazione, io mi occupo di tutto ciò che riguarda l organizzazione e la gestione (quel lavoro sporco che qualcuno deve pur fare ), poi c è Alessandra, che il giorno della premiazione a Genova ho definito il nostro cuore pulsante, Michela Avi, giornalista, che si occupa dell ufficio stampa e Francesco Giustozzi, che si occupa del web. Il lavoro di fabbricadellefavole ha sempre ruotato intorno all illustrazione, sin dal 1994, quando fu realizzato il nostro primo progetto, la mostra internazionale di illustrazione LIBRIAMOCI. Poi, nel tempo, abbiamo costruito tassello per tassello il nostro progetto complessivo fino ad arrivare all odierno ARS IN FABULA, che esprime appieno la nostra vocazione alla ricerca e alla formazione. Ciò significa che tutto quello che abbiamo realizzato finora non è un punto di arrivo, ma uno dei traguardi raggiunti, e ci considero sempre in corso d opera, sempre in divenire, penso che tutto sia perfettibile e la ricerca costante è indispensabile per andare avanti 36 37

20 notizie dall interno Ars in... fabula al telefono Alessandra Sconosciuto, curatrice progetto ARS IN FABULA, svolge attività di tutor per il Master, attraverso il coordinamento degli allievi in ogni fase del percorso master: propedeutica, progettazione e realizzazione del progetto-libro. Interfaccia nella relazione con le varie case editrici partner del progetto. Insomma Alessandra è quella che ha sempre una risposta ai mille interrogativi di docenti, studenti ed editori ed il suo telefono squilla giorno e notte. In alto _ MariaChiara Molinaroli* In basso_ Srimalie Bassani* Ale, ci racconti la tua esperienza professionale? Ho scoperto il Bologna Children s Book Fair sei anni fa. Avevo in mano solo uno schizzo dei padiglioni della fiera fatto da Mauro Evangelista: una mappa degli stands degli editori con cui dovevo incontrarmi per parlare del Progetto Master. Mauro non era con me, per la prima volta dopo tanti anni, trattenuto a Macerata, mi faceva da spalla nelle ore di resoconti telefonici passate a discutere degli incontri. L entusiasmo cresceva, si alimentava della disponibilità delle case editrici e il progetto ARS IN FABULA Master prendeva forma, divenendo realtà. Una realtà visionaria e affascinante. Da allora seguo costantemente tutte le fasi del Master: raccolgo i racconti che gli editori partners assegneranno durante il percorso didattico, seguo la loro selezione degli allievi che lavoreranno ai racconti, affianco il docente coordinatore Mauro Evangelista durante le verifiche e per tutto l iter progettuale del libro. Sono sempre alla ricerca di nuovi editori partner. Parallelamente seguo e coordino gli allievi, dal momento in cui decidono di iscriversi al Master fino alla conclusione del loro percorso formativo. Il lavoro che intraprendono, nella commissione del progetto-libro come nell assegnazione dello stage, non si limita allo studio del personaggio, allo storyboard e alla tecnica. Spesso li costringe a misurarsi con timori e insicurezze, facendo emergere una sana dose di passione mista ad ambizione. E mio compito poi quello di supportarli nelle molteplici fasi di verifica. Il momento più intenso è forse proprio a Bologna, in Fiera, quando si trovano per la prima volta a incontrare l editore e a mostrare il lavoro realizzato. Io sto lì a condividere tutte le loro paure ma anche le soddisfazioni, specie quando arriva la notizia. è difficile spiegare la mia emozione e quella di fabbricadellefavole (Mauro, Eleonora, Michela e Francesco) di fronte al raggiungimento del primo grande traguardo per un allievo, la pubblicazione. Per questa stessa emozione e per rispondere alle richieste di molti diplomati Master abbiamo deciso di continuare a offrire un supporto sia tecnico, che artistico attraverso il servizio GiovinAstri. In questo caso si tratta di promuovere i diplomati master che hanno ormai esperienza nel settore editoriale, continuando a fornire preziosi consigli per i loro percorsi professionali. L amore degli editori per la propria attività, la forte passione degli allievi, la professionalità dei docenti e degli illustratori capaci di contagiare con il loro entusiasmo, sono queste le coordinate umane e professionali che segnano e sostengono la rotta del mio affascinante lavoro. 38

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

In illustrazione editoriale 2016-2017. IX Edizione

In illustrazione editoriale 2016-2017. IX Edizione In illustrazione editoriale 2016-2017 IX Edizione 1 2 ARS IN FABULA LA SCUOLA DEL LIBRO ILLUSTRATO Specializzata nel settore editoriale dell albo illustrato per l infanzia e per ragazzi, la scuola di Macerata

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Pronti al decollo con libriamoci!

Pronti al decollo con libriamoci! Pronti al decollo con libriamoci! Un lungo volo dalla foresta di Biancaneve alla montagna di Gramsci, dalla città dell omino del blu alla campagna della gallinella rossa, dalla biblioteca di Maliq alle

Dettagli

Documentazione e verifica del progetto PROGETTO LETTURA ( ANNO SCOLASTICO 2008/09) PREMESSA

Documentazione e verifica del progetto PROGETTO LETTURA ( ANNO SCOLASTICO 2008/09) PREMESSA Documentazione e verifica del progetto PROGETTO LETTURA ( ANNO SCOLASTICO 2008/09) PREMESSA La lettura e la narrazione sono strumenti essenziali di comunicazione con il singolo bambino e una potente chiave

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

CORSO ENTRY-LEVEL DI ILLUSTRAZIONE EDITORIALE. Edizione 2016. Illustrazione di Simone Rea

CORSO ENTRY-LEVEL DI ILLUSTRAZIONE EDITORIALE. Edizione 2016. Illustrazione di Simone Rea CORSO ENTRY-LEVEL DI ILLUSTRAZIONE EDITORIALE Edizione 2016 Illustrazione di Simone Rea ENTRY-LEVEL CORSO ENTRY-LEVEL DI ILLUSTRAZIONE EDITORIALE Il Corso Entry-Level di Illustrazione Editoriale è un corso

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una nuova sede destinata ai bambini e ai ragazzi e che ha

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

Incotri fra la parola e l immagine 1

Incotri fra la parola e l immagine 1 Incotri fra la parola e l immagine 1 MARINA MARCOLIN 2 Ilustradora Italia http://marinamarcolin.blogspot.com.es/ Il primo ricordo legato alla lettura, proviene da una stanza, o meglio la stanza di quando

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!!

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!! Sulle Ali di Hermes Siamo nuovamente qui!!! Gennaio 2014 LA NUOVA REDAZIONE Anno n 5 Sommario: La nuova REDA- ZIONE Mega intervista alla REDAZIONE Intervista a Gelsomina Giornata dei Diritti nella scuola

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori PROGETTAZIONE DIDATTICA a/s 2013-2014 Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori Breve viaggio attorno al cibo e oltre Percorso di scoperta ed interazione tra il cibo e le qualità che gli alimenti nascondono:

Dettagli

CRISPINO DI GIROLAMO UN EDITORE IN ASCESA

CRISPINO DI GIROLAMO UN EDITORE IN ASCESA CRISPINO DI GIROLAMO UN EDITORE IN ASCESA Nello scorso mese di ottobre la Casa editrice trapanese Il Pozzo di Giacobbe ha avuto il suo battesimo internazionale alla Fiera di Francoforte 2012. Su una realtà

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF Comitato Unicef Emilia Romagna Comitato Unicef Bologna LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF presso la Casa Circondariale di Bologna Le testimonianze delle detenute e delle volontarie Le detenute: B. O. (Romania)

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Università degli Studi di Bergamo 01/06/2015 Bimestrale, Numero 4 Prepararsi alla partenza. Pronti? Via!!! Aspettative vs realtà Ogni partenza porta con sé,

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Il fumetto tra i banchi di scuola

Il fumetto tra i banchi di scuola Il fumetto tra i banchi di scuola Claudio Masciopinto IL FUMETTO TRA I BANCHI DI SCUOLA saggio A Pupa e Angelo Tutte le immagini sono Copyright dei loro autori, dei loro rappresentanti o di chi comunque

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Documento di progetto. Realizza il tuo futuro. di Annamaria Iaria

Documento di progetto. Realizza il tuo futuro. di Annamaria Iaria Documento di progetto Realizza il tuo futuro di Annamaria Iaria Sommario1. PRESENTAZIONE... 4 1. IL CUORE DELL IDEA... 4 1.1. L IDEA PROGETTUALE... 4 1.1.1. Cosa... 4 1.1.2. Dove... 4 1.1.3. Perché...

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

PINOCCHIO E LA FATICA DI CRESCERE

PINOCCHIO E LA FATICA DI CRESCERE PINOCCHIO E LA FATICA DI CRESCERE MOTIVAZIONI In questi ultimi anni stiamo vivendo nei bambini,un accentuata forma di irrequietezza, mancanza di attenzione e difficoltà nell accettazione di regole e dei

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Fra le pagine. Viaggio dietro le quinte dell editoria. Presentazione

Fra le pagine. Viaggio dietro le quinte dell editoria. Presentazione Presentazione Dalla prima lettura dell editore all avvio della macchina redazionale, dallo studio del comparto commerciale all editing, dalla promozione dell ufficio stampa alla produzione dell ebook,

Dettagli

Scuola dell Infanzia M.Montessori. Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12

Scuola dell Infanzia M.Montessori. Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12 Scuola dell Infanzia M.Montessori Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12 Premessa Ogni bambino-a giunge alla Scuola dell Infanzia con un bagaglio di esperienze e conoscenze legate alla propria storia

Dettagli

Cronache da SPECIALE IL MUSEO VA A SCUOLA. Scuola DANTE - Asti - Classe 4 A

Cronache da SPECIALE IL MUSEO VA A SCUOLA. Scuola DANTE - Asti - Classe 4 A Cronache da SPECIALE IL MUSEO VA A SCUOLA Scuola DANTE - Asti - Classe 4 A Presto, presto! Oggi Il Museo va a scuola e non possiamo farci aspettare dalla classe 4 A della scuola primaria Dante! Nella valigia

Dettagli

Indice. UNA SERIE DI BUONE INTENZIONI Note per la valutazione dei libri per ragazzi proposti nelle bibliografie BAM

Indice. UNA SERIE DI BUONE INTENZIONI Note per la valutazione dei libri per ragazzi proposti nelle bibliografie BAM Indice UNA SERIE DI BUONE INTENZIONI Note per la valutazione dei libri per ragazzi proposti nelle bibliografie BAM p. 1 CRITERI DI SELEZIONE DEI LIBRI DI GRANDI LIBRI PER PICCOLI LETTORI Un poster bibliografico

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

UN REGALO INASPETTATO

UN REGALO INASPETTATO PIANO DI LETTURA dai 5 anni UN REGALO INASPETTATO FERDINANDO ALBERTAZZI Illustrazioni di Barbara Bongini Serie Bianca n 64 Pagine: 48 Codice: 566-0469-6 Anno di pubblicazione: 2012 L AUTORE Scrittore e

Dettagli

GIOCHIAMO CHE IO ERO...?

GIOCHIAMO CHE IO ERO...? QUADERNO DIDATTICO GIOCHIAMO CHE IO ERO...? SI APRE IL SIPARIO Il titolo del quaderno, che riprende una delle frasi spontanee più ricorrenti nei giochi dei bambini, esprime da solo la relazione esistente

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Concorso educativo per la Scuola Primaria

Concorso educativo per la Scuola Primaria Concorso educativo per la Scuola Primaria anno scolastico 2015-2016 GUIDA E MATERIALI DI LAVORO PER L INSEGNANTE Progetto didattico e testi: Maria Corno Progetto grafico e realizzazione editoriale: Noesis

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Biografia. Manuela Salvi. Manuela Salvi è nata nel 1975 e si è laureata in Grafica e Comunicazione presso l Isia di Urbino.

Biografia. Manuela Salvi. Manuela Salvi è nata nel 1975 e si è laureata in Grafica e Comunicazione presso l Isia di Urbino. Biografia Manuela Salvi è nata nel 1975 e si è laureata in Grafica e Comunicazione presso l Isia di Urbino. Manuela Salvi Dal 2004 collabora con la Mondadori Ragazzi come copyeditor e traduttrice. La sua

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Premessa Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Partendo dall esperienza dello scorso anno che ha visto impegnate n.8 classi di scuola secondaria di I e di II grado (di Milano e delle

Dettagli

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare 1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare LA GABBIANELLA E IL GATTO Messaggio: -importanza della diversità -diversità come ricchezza -rispetto dell altro -sostegno del gruppo nella

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli

Focus editoria per ragazzi: tutte le cifre A cura dell Ufficio studi AIE; speciale Giornale della Libreria

Focus editoria per ragazzi: tutte le cifre A cura dell Ufficio studi AIE; speciale Giornale della Libreria Focus editoria per ragazzi: tutte le cifre A cura dell Ufficio studi AIE; speciale Giornale della Libreria Bambini e ragazzi leggono più dei loro genitori e libri e lettura tengono il passo rispetto all

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO"G. CAVALCANTI " LIBRIAMOCI Venerdì 31 ottobre 2014!

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADOG. CAVALCANTI  LIBRIAMOCI Venerdì 31 ottobre 2014! SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO"G. CAVALCANTI " LIBRIAMOCI Venerdì 31 ottobre 2014! Giornata della lettura nella scuola Cavalcanti RESPONSABILE DEL PROGETTO: Docente bibliotecaria Donatella Di Nardo ORARIO

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Estate d artista 2009 corsi di scrittura e d illustrazione

Estate d artista 2009 corsi di scrittura e d illustrazione Estate d artista 2009 corsi di scrittura e d illustrazione a cura di Cactus Studio in collaborazione con Biblioteche di Roma e Sinnos Editrice e con CTG Roma Insieme e Almayer onlus 1 PROGRAMMA: FAI VEDERE

Dettagli

LE MIE PAGINETTE A cura di Sonia Basilico

LE MIE PAGINETTE A cura di Sonia Basilico LE MIE PAGINETTE A cura di Sonia Basilico Sono una lettrice per bambini e cantastorie, appassionata di letteratura per l'infanzia. Mi occupo di percorsi laboratoriali di cinema di animazione fatto dai

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli