Note per l'installazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Note per l'installazione"

Transcript

1 Note per l'installazione No. Manuale: 49'0085i (06) Pubblicazione: INSTAL-UM003F-IT

2 .

3 Istruzioni di esercizio e norme di sicurezza per l'installazione di Azionamenti 1. Direttiva Bassa Tensione 2006/95/EC 1.1 Generalità Durante l'esercizio, apparecchiature elettriche come ad esempio gli azionamenti, a seconda del grado di protezione, possono avere parti in tensione o soggette a movimento o ad alta temperatura, esposte al contatto accidentale. Nel caso di rimozione degli schermi di protezione, di uso improprio, di errata installazione od utilizzo, si possono verificare situazioni di pericolo fisico per le persone e/o danni a cose. Tutte le attività, trasporto, installazione e messa in servizio così come la manutenzione devono essere effettuate da personale tecnico specializzato conforme alle norme IEC o CENE- LEC HD 384 e IEC 60664, e norme nazionali per la prevenzione degli infortuni. Per lo scopo di queste istruzioni di base relative alla sicurezza, 'personale tecnico specializzato' significa persone che siano familiari con l'installazione, il montaggio, la messa in servizio e l'operatività del prodotto ed abbiano la qualificazione necessaria per l'espletamento della propria funzione. 1.2 Collegamenti Elettrici L'installazione elettrica deve essere eseguita in accordo ai requisiti. Particolare cura deve essere posta nella collegamento di terra (PE), così come nel dimensionamento dei cavi (sezione, corrente, isolamento, ambiente e condizioni di servizio) e dei relativi fusibili Avviamento e manutenzione Non toccare mai i collegamenti elettrici sotto tensione. Nel caso si debba lavorare su apparecchiature elettriche sotto tensione: - Ridurre al minimo il tempo di intervento. Staccare la tensione per gli interventi più lunghi. Accertarsi che gli strumenti di misura siano funzionalmente sicuri. A questo riguardo, attenersi alla segnaletica d'avvertimento posta sugli azionamenti. Lavorando su apparecchiature elettriche, come ad esempio gli azionamenti, devono essere rispettate le norme nazionali per la prevenzione degli infortuni. - Utilizzare i dispositivi di protezione isolanti (vestiti, guanti e occhiali di protezione). - Togliere gli anelli dalle dita e i braccialetti dai polsi. - Porsi su un piano isolato ed accertarsi che non esistano collegamenti a terra di nessun genere. Prima di effettuare interventi su apparecchiature elettriche, accertarsi che la tensione sia rimossa dalle apparecchiature stesse e che in nessun caso possa essere ripristinata all'insaputa di chi sta effettuando l'intervento. Dopo la rimozione della tensione, in modo particolare se ci sono azionamenti, non toccare immediatamente nessun collegamento o parte elettrica, poiché potrebbe esserci energia capacitiva accumulata da gruppi di condensatori. Durante il funzionamento, tutte le coperture di protezione e le porte dei quadri elettrici devono essere mantenuti chiuse. Uso conforme alla destinazione Direttiva Sicurezza Macchine (MSD) 2006/42/EC CAUTELA. Gli azionamenti sono da intendersi come componenti per l'impiego su macchine o sistemi industriali. La messa in servizio di azionamenti sul territorio del Mercato Comune Europeo non è permessa fino a che non è stato confermato che la macchina da azionare è stata costruita in accordo alla Direttiva Macchine 2006/42/EC. 49'0085 i Note per l'installazione 1

4 2.2 Direttiva sulla Compatibilità Elettromagnetica EMC-Directive 2004/108/EC CAUTELA: Nel territorio del Mercato Comune Europeo è ammesso il funzionamento solamente per gli azionamenti che rispondono ai requisiti della Direttiva sulla Compatibilità Elettromagnetica 2004/108/EC. E' responsabilità del costruttore della macchina o dell'intero sistema di ottemperare ai limiti di immunità e di emissione previsti dalla Direttiva EMC sopracitata. Linee guida per l'installazione in accordo alla succitata regolamentazione riguardante la schermatura, la messa a terra, l'introduzione di filtri antidisturbo e le istruzioni di cablaggio, sono riassunte in questo manuale di istruzioni ed anche nell'appendice "Conformità CE" che si trova nel manuale di istruzioni relativo ad ogni specifico prodotto. 3. Esigenze essenziali per i cavi di Segnale ai fini di una installazione conforme Una corretta installazione dei cavi di segnale elimina problemi dovuti a disturbi causati da accoppiamenti galvanici, capacitivi o induttivi. 3.1 Cavi di Segnale Definizioni Cavo di segnale: Schermatura: Cavo che trasferisce un segnale analogico, quale ad e- sempio: Riferimento al regolatore dell'azionamento, retroazioni varie e circuiti di misura. cavi per segnali analogici (conduttore a trefolo) cavi per segnali digitali (conduttore a trefolo) cavi in fibra ottica Calza di rame stagnato con una copertura del 85% o più. Conduttore di protezione esterno: Sbarra di Terra PE o morsetto di Terra nel quadro. Comune della regolazione : Terra della parte elettronica: Cavo attorcigliato: Lo zero dei regolatori Rockwell Automation non deve essere collegato a Terra. Collegamento fra lo schermo ed il conduttore di terra PE non fusibilato, come indicato sugli schemi elettrici. Cavo a due o tre conduttori con un'attorcigliatura di almeno 25 eliche al metro. Conduttore a trefolo in rame Isolamento in plastica Guaina interna in plastica Schermatura (calza in rame stagnato oppure acciaio) Rivestimento esterno in plastica Figura 1: Specifica dei cavi schermati 2 Note per l'installazione 49'0085 i

5 3.1.2 Specifiche dei conduttori e tipo di cavo per Segnali ESEMPIO APPLICATIVO ROCKWELL No. Catalogo Dierikon No. Parte CONDUTTORI 2 NUMERO mm AWG TIPO DI CAVO SCHERMO ELICHE Segnale analogico ,5 20 2) comune RS-232 Rete , ) comune RS-422 Rete , ) a coppie AMX-Rete coassiale, 75 Ω, RG59B/U (BNC Connector: No ) 1) ControlNet 1786-RG coassiale, 75 Ω, RG-6/U (BNC Connector: No ) 1) AMX-AB remote I/O Interface 1770-CD a coppie DeviceNet Cavo spesso 1485C-P1C Data Potenza 0, ,65 15 a coppie DeviceNet Cavo sottile 1485C-P1A Data Potenza 0, ,32 22 a coppie Resolver Resolver x 4x 0, ,50 20 senza ca. 40 par m Bus-Link Pulsetach x 0, , ) 2) senza ca. 25 par m 1) Utensile per crimpare: e.g. Produttore Weidmueller, Tipo HTG8-59, No ) Nota: La sezione massima di queste cavi non deve superare 0.50 mm 2 a causa dell' impedenza del cavo. Per tutti gli altri cavi di segnale è ammessa una sezione massima fino a 1.50 mm 2. L'isolamento minimo nominale dei cavi segnale deve essere 300 volt e 70 C Note generali per i cavi di Segnale Tenere la lunghezza dei cavi di segnale Ia più corta possibile ed in ogni caso non superare la massima lunghezza riportata nel manuale di istruzioni relativo ad ogni specifico prodotto. Tenere separati i cavi di Segnale dai cavi di Potenza o Controllo (relè) utilizzando percorsi separati. La minima distanza fra cavi di Segnale, sensibili ai disturbi, ed i cavi di potenza non deve essere inferiore ai 30 cm. L'incrocio tra cavi di Segnale e non, deve essere con un angolo compreso tra 60 e 90. Segnali analogici o digitali quali ad esempio il riferimento al regolatore dell'azionamento, retroazioni varie, oppure segnali di controllo (Reles) necessitano di cavo schermato, come specificato in figura F-1, con conduttori a trefolo ma non necessariamente a coppie attorcigliate. La schermatura deve essere collegata a terra ad entrambi i lati qualora nessun eccezione dipendente dal prodotto in questo è definita. Per una migliore protezione dei segnali rispetto ai disturbi indotti si consiglia l'utilizzo di cavi schermati o cavi coassiali posti in tubi di acciaio. I tubi di grossa sezione devono essere collegati a terra. Ciò è imperativo nel caso di vicinanza di campi elettromagnetici oppure alta energia (motori, trasformatori). 49'0085 i Note per l'installazione 3

6 3.2 Cavi di motore Definizioni Cavo di motore: Cavo di campo Schermatura: Conduttore o cavo tra uscita convertitore e motore Conduttore o cavo tra uscita convertitore ed i terminali del campo motore. Calza di rame stagnato o di acciaio con una copertura del 85% o più. Schermatura Calza di rame stagnato oppure acciaio stagnato Tipi cavi di potenza schermati : cavo motore con 4 conduttori cavo motore con 3 conduttori (3 di fase + Terra giallo/verde) (2 di fase + Terra giallo/verde) cavo eccitazione motore con 2 conduttori (2 di fase) Esigenze essenziali per i cavi di potenza Il cavo tra l'azionamento in c.c. ed il motore (armatura ed eccitazione) deve essere schermato. La schermatura deve essere connessa al potenziale di terra dell'azionamento (terminale PE) o alla sbarra quadro stesso con un collegamento che assicuri una buona conduttività ed una bassa impedenza. La schermatura lato motore deve essere connessa solidamente alla carcassa del motore con un collegamento che assicuri una buona conduttività (Pressacavo armato testato EMC). Se non sono disponibili cavi schermati (limite dovuto dalla sezione disponibile) i conduttori individuali e i conduttori di protezione, devono essere posti in: tubi di acciaio collegati a terra ad entrambi i lati oppure su passerella metallica per cavi chiusa e sempre collegata a terra ad entrambi i lati. Procedura di messa a terra per questo tipo di installazione: uguale a quanto detto per i cavi schermati. Se è utilizzato un cavo a 4 conduttori sull'uscita degli azionamenti, il conduttore non utilizzato dovrà essere isolato da entrambi i lati. 3.3 Sezione minima del conduttore di protezione esterno (rame) (EN :1999) Sezione dei conduttori di fase che alimenta l'apparecchiatura 2 S (mm ) S < S < S < S 800 S > 800 Minima sezione del conduttore di protezione esterno 2 S (mm ) p S 16 S/2 200 S/4 3.4 Apparecchiature elettromagnetiche Un circuito soppressione deve sempre montato in parallelo alle bobine dei contattori, relè ausiliari, electrovalvole, freni con comando elettrico, ecc. (gruppo RC, varistore, diodo) così da ridurre i disturbi prodotti. 4 Note per l'installazione 49'0085 i

7 4. Collaudo dell'installazione Devono essere effettuati e documentati i seguenti controlli: 5. Continuità del circuito protettivo di terra Misura della resistenza d'isolamento Note standard in accordo con: EN /18.2 in accordo con: EN / Dispositivo non fornito da Rockwell Automation. Dispositivo fornito da Rockwell Automation. 49'0085 i Note per l'installazione 5

8 Sede centrale Rockwell Automation, 777 East Wisconsin Avenue, Suite 1400, Milwaukee, WI USA, Tel: , Fax: Sedi dei prodotti Allen-Bradley, Rockwell Software e Global Manufacturing Solutions Americhe: Rockwell Automation, 1201 South Second Street, Milwaukee, WI USA, Tel: , Fax: Europa/Medio Oriente/Africa: Rockwell Automation SA/NV, Vorstlaan/Boulevard du Souverain 36, B-1170 Bruxelles, Belgio, Tel: , Fax: Sedi dei prodotti Dodge e Reliance Electric Americhe: Rockwell Automation, 6040 Ponders Court, Greenville, SC USA, Tel: , Fax: Europa/Medio Oriente/Africa: Rockwell Automation, Herman-Heinrich-Gossen-Strasse 3, D Köln, Germania, Tel: 49 (0) , Fax: 49 (0) Italia: Rockwell Automation S.r.l., Via Gallarate, 215, I Milano, Tel: , Fax: , Publication INSTAL-UM003F-IT - Jan Copyright Rockwell International Corporation

Servomotore Brushless Serie-Y

Servomotore Brushless Serie-Y Istruzioni per l installazione Servomotore Brushless Serie-Y (Numero Catalogo Y-1002-1, Y-1002-2, Y-1003-1, Y-1003-2, Y-2006-1, Y-2006-2, Y-2012-1, Y-2012-2, e Y-3023-2) Queste istruzioni d installazione

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma.

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma. 89 550/110 ID EWM-PQ-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE / PORTATA IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La scheda EWM-PQ-AA è stata

Dettagli

INDICE. 1591016100 XV300K IT r.1.0 03.06.2011.doc XV300K 2/13

INDICE. 1591016100 XV300K IT r.1.0 03.06.2011.doc XV300K 2/13 XV300K INDICE 1 VERIFICHE PRELIMINARI GARANZIA E SMALTIMENTO... 3 2 XV300K CARATTERISTICHE D IMPIEGO... 3 3 SCELTA DEL REGOLATORE CODIFICA... 4 4 CARATTERISTICHE TECNICHE... 4 5 NORMATIVE... 5 6 INSTALLAZIONE

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

EK2T: Convertitore doppio canale per Termocoppia programmabile via Software

EK2T: Convertitore doppio canale per Termocoppia programmabile via Software EK2T: Convertitore doppio canale per Termocoppia programmabile via Software DESCRIZIONE GENERALE Il dispositivo EK2T converte e linearizza, con elevata precisione, un segnale analogico da Termocoppia e

Dettagli

Opzione Safe Torque Off (serie B) per convertitori di frequenza a controllo avanzato PowerFlex 40P e PowerFlex 70

Opzione Safe Torque Off (serie B) per convertitori di frequenza a controllo avanzato PowerFlex 40P e PowerFlex 70 Manuale dell utente Opzione Safe Torque Off (serie B) per convertitori di frequenza a controllo avanzato PowerFlex 40P e PowerFlex 70 Numero di catalogo 20A-DG01 Argomento Pagina Descrizione generale 2

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC Istruzioni di servizio Edizione: AC Nr. d ordinazione: 6SE7087-2CX87-0FB0 Di queste istruzioni di servizio sono fornibili edizioni nelle seguenti

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE

INFORMAZIONI TECNICHE INFORMAZIONI TECNICHE 1. Generalità L impiego delle apparecchiature elettriche ed elettroniche è in rapida crescita e ciò comporta che un numero sempre maggiore di impianti nei settori dell Energia, del

Dettagli

Si raccomanda di seguire le seguenti norme per l installazione al fine di utilizzare al meglio la logica e prevenire eventuali malfunzionamenti:

Si raccomanda di seguire le seguenti norme per l installazione al fine di utilizzare al meglio la logica e prevenire eventuali malfunzionamenti: Appendice Detail ELETTRICA INDUSTRIALE Norme per l'installazione Si raccomanda di seguire le seguenti norme per l installazione al fine di utilizzare al meglio la logica e prevenire eventuali malfunzionamenti:

Dettagli

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv 1 L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv La Norma CEI EN 50107 ( entrata in vigore nel settembre del 1999 e classificata come 34-86) fornisce i criteri

Dettagli

Gamma BRUSHLESS CROUZET

Gamma BRUSHLESS CROUZET Gamma BRUSHLESS CROUZET - Presentazione La ITE Industrialtecnoelettrica Srl di Bologna (tel.5.386.6) presenta la nuova gamma Crouzet di micromotori brushless di elevata qualità con coppie da 6 e 85 mnm

Dettagli

Manuale REG 10-15 - 20-30 MD

Manuale REG 10-15 - 20-30 MD Manuale REG 10 15 20 30 MD RE Elettronica Industriale Via Ilaria Alpi N 6 zona industriale Lonato (BS) Cap.25017 Tel. 030/9913491r.a. Fax. 030/9913504 http://www.reelettronica.com info@reelettronica.com

Dettagli

Sensore di velocità MiniCoder GEL 247

Sensore di velocità MiniCoder GEL 247 Sensore di velocità MiniCoder GEL 47 Montaggio a flangia Informazioni tecniche 1.06 La famiglia di prodotti MiniCoder della Lenord + Bauer offre soluzioni di minimo ingombro per la misurazione senza contatto

Dettagli

Manuale Cavi. ver.1 rev. 12/'08. Allegato al Manuale di Servizio di: McbNET Digital TM Magnum400 TM MiniMagnum400 TM

Manuale Cavi. ver.1 rev. 12/'08. Allegato al Manuale di Servizio di: McbNET Digital TM Magnum400 TM MiniMagnum400 TM ) Speeder One VIALE STAZIONE - 0 MONTEBELLO VIC. - VI - ITALY Phone (+9) 0 01 - Fax (+9) 0 01 www.axorindustries.com - INFO@AXORINDUSTRIES.COM Manuale Cavi ver.1 rev. 1/'0 Allegato al Manuale di Servizio

Dettagli

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili Caratteristiche del dispositivo ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Gertemerkmale Uscite

Dettagli

Criteri per il cablaggio e la messa a terra in automazione industriale

Criteri per il cablaggio e la messa a terra in automazione industriale Dati applicativi Criteri per il cablaggio e la messa a terra in automazione industriale La presente pubblicazione indica i criteri generali per l installazione di un sistema di automazione industriale

Dettagli

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida Guida rapida PumpDrive 4070.801/2--40 Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento Varianti di montaggio: Montaggio su motore (MM) Montaggio a parete (WM) Montaggio in quadro

Dettagli

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18 Sistema di distribuzione di alimentazione SVS8 Descrizione Il sistema di distribuzione di energia elettrica SVS8 consente di ottimizzare l alimentazione DC a 24 V nelle applicazioni di processo automazione,

Dettagli

Relè allo Stato Solildo con Fusibile integrato Modello RGC1F

Relè allo Stato Solildo con Fusibile integrato Modello RGC1F Relè allo Stato Solildo con Fusibile integrato Modello RGC1F Relè allo stato solido con fusibile integrato Commutazione per passaggio di zero Tensione nominale: 230 VCA e 600 VCA Larghezza 35 mm Tensione

Dettagli

Dispositivi di sicurezza per il rilevamento degli accessi. Sicurezza e produttività ottimali

Dispositivi di sicurezza per il rilevamento degli accessi. Sicurezza e produttività ottimali Dispositivi di sicurezza per il rilevamento degli accessi Sicurezza e produttività ottimali ROCKWELL AUTOMATION SI PRENDE CURA DELLA VOSTRA SICUREZZA I dispositivi di sicurezza per il rilevamento degli

Dettagli

Contatti porta ad apertura positiva serie DS A

Contatti porta ad apertura positiva serie DS A Contatti porta ad apertura positiva serie DS A Caratteristiche tecniche Interruttore di sicurezza a doppia interruzione ad apertura positiva. Adatto per il controllo di porte automatiche di ascensori.

Dettagli

Technical Support Bulletin Nr. 12 Problemi RS485

Technical Support Bulletin Nr. 12 Problemi RS485 Technical Support Bulletin Nr. 12 Problemi RS485! Sommario Introduzione Informazioni generali sulla rete Cablaggio Risoluzione dei problemi Verifiche avanzate sulla rete Introduzione Le istruzioni fornite

Dettagli

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze...

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze... SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. Le sovratensioni di rete RIMEDI CONTRO LE SOVRATENSIONI... INDICE DI SEZIONE...6 Avvertenze...6 Schema di collegamento...6

Dettagli

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA Oggetto della presente relazione è la progettazione relativa all illuminazione di servizio e di emergenza della zona tecnica della piscina

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

Barriera da campo Ex d/ex i Tipo 3770

Barriera da campo Ex d/ex i Tipo 3770 Barriera da campo Ex d/ Tipo 770 Figura 1 Tipo 770 montato su posizionatore HART Tipo 780 Edizione Gennaio 1999 Istruzioni operative e di montaggio EB 879 it 1. Costruzione e funzionamento La barriera

Dettagli

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia

Dettagli

Analogico: rappresentano grandezze fisiche che variano

Analogico: rappresentano grandezze fisiche che variano condizionamento e conversione dei segnali Introduzione I segnali forniti dagli elementi sensibili di misura richiedono specifici trattamenti (condizionamento) prima del campionamento e della conversione

Dettagli

Morsettiere e ripartitori di potenza. Fate il vostro collegamento

Morsettiere e ripartitori di potenza. Fate il vostro collegamento Morsettiere e ripartitori di potenza Fate il vostro collegamento MORSETTIERE IEC PRODOTTO IN PRIMO PIANO Leader del mercato per efficienza e produttività, la famiglia di morsettiere IEC Serie 1492 include

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso. Assorbimento di corrente A 60 + corrente al solenoide. V ma

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso. Assorbimento di corrente A 60 + corrente al solenoide. V ma 89 500/115 ID EWM-P-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DI PRESSIONE (FORZA) IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 La scheda EWM-P-AA è pensata per

Dettagli

CEI EN 60204-1. Prove di verifica dell equipaggiamento elettrico T.R. 000 XX/YY/ZZZZ

CEI EN 60204-1. Prove di verifica dell equipaggiamento elettrico T.R. 000 XX/YY/ZZZZ Azienda TEST REPORT T.R. 000 XX/YY/ZZZZ Prove di verifica dell equipaggiamento elettrico :2006 Sicurezza del macchinario Equipaggiamento elettrico delle macchine Parte 1: Regole generali Il Verificatore:

Dettagli

Guida alla migrazione ai nuovi interruttori miniaturizzati 1489-M 1492-SPM 1492-D 188-J, -K 1492-RCDA

Guida alla migrazione ai nuovi interruttori miniaturizzati 1489-M 1492-SPM 1492-D 188-J, -K 1492-RCDA Guida alla migrazione ai nuovi interruttori miniaturizzati 1489-M 1492-SPM 1492-D 188-J, -K 1492-RCDA 1489-M, interruttori automatici I morsetti doppi forniscono flessibilità di collegamento e possibilità

Dettagli

Espansore di ingressi per antifurto filare GW10946 MANUALE TECNICO

Espansore di ingressi per antifurto filare GW10946 MANUALE TECNICO Espansore di ingressi per antifurto filare MANUALE TECNICO PER L INSTALLATORE: AVVERTENZE Attenersi scrupolosamente alle normative operanti sulla realizzazione di impianti elettrici e sistemi di sicurezza,

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici

Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI - Art. 1 - Campo di applicazione

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

KIT di TERMINAZIONE STANDARD con componenti in gomma al silicone

KIT di TERMINAZIONE STANDARD con componenti in gomma al silicone ISTRUZIONI I I PER LE TERMINAZIONI I N I DEI CAVI SCALDANTI AUTOREGOLANTI I cavi scaldanti autoregolanti, a matrice semiconduttiva, possono essere tagliati a misura, giuntati e terminati direttamente in

Dettagli

CELLA DI CARICO 3100P MANUALE D INSTALLAZIONE

CELLA DI CARICO 3100P MANUALE D INSTALLAZIONE CELLA DI CARICO 3100P MANUALE D INSTALLAZIONE 1. GENERALITÀ...2 1.1. Messa a livello...2 1.2. Sollecitazioni...2 1.3. Saldature elettriche...2 1.4. Fulmini...2 1.5. Influenze meccaniche esterne...3 2.

Dettagli

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT).

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT). ndividuazione degli impianti Gli impianti oggetto del progetto sono previsti all interno di una struttura scolastica. Gli impianti esistenti sono sprovvisti di Dichiarazione di Conformità, pertanto saranno

Dettagli

84 Quadri elettrici di automazione

84 Quadri elettrici di automazione 84 Quadri elettrici di automazione 1. Costituzione dei quadri elettrici La norma EN 60439-1 (CEI 17-13/1) definisce il quadro elettrico come la combinazione, in un unico complesso, di apparecchiature elettriche

Dettagli

164, contenente norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni;

164, contenente norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni; Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323. Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici. (in Suppl. ordinario alla Gazz. Uff., 5 maggio, n. 109) Il

Dettagli

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema trasmissione allarmi ZVA-AV18T/R 25/07/2011- G160/1/I Caratteristiche principali Trasmissione Il sistema ZVA-AV18 utilizza lo stesso mezzo di trasmissione,

Dettagli

I E D C E R T. Net MA N A G E ME N T S Y S T E M ISO 9001: 2000 RAVI 9105. Contattori in c.c. per Trazione Elettrica - Serie TECNO

I E D C E R T. Net MA N A G E ME N T S Y S T E M ISO 9001: 2000 RAVI 9105. Contattori in c.c. per Trazione Elettrica - Serie TECNO C E R T I F MA N A G E ME N T I E D Net ISO 9001: 2000 RAVI 9105 I S Y S T E M Contattori in c.c. per Trazione Elettrica - Serie TECNO Variazione della corrente nominale di impiego in base alla tensione

Dettagli

Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC

Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC 4 936 Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC SEA412 Impiego I variatori di potenza statica si utilizzano per il controllo delle resistenze elettriche negli impianti

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE Moduli fotovoltaici. gruppo di conversione

SPECIFICHE TECNICHE Moduli fotovoltaici. gruppo di conversione GENERALITA Gli impianti previsti nel presente progetto dovranno complessivamente essere in grado di produrre non meno 200.000 kwh/anno. I siti individuati, in cui si prevede di installare i moduli, risultano

Dettagli

Interruttori automatici modulari. Serie 1492-SP. Caratteristiche tecniche

Interruttori automatici modulari. Serie 1492-SP. Caratteristiche tecniche Interruttori automatici modulari Serie 1492-SP Caratteristiche tecniche Famiglia 1492-SP Indice Descrizione Pagina Descrizione Pagina Descrizione................................................... 4 Omologazioni

Dettagli

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso S Soft Starter per ascensori idraulici REO ITALIA S.R.L. ANL_IT Via Treponti, 9 01/00 I-508 Rezzato (BS) Tel. (030) 793883 Fax (030) 9000 http://www.reoitalia.it email: info@reoitalia.it Istruzioni tecniche

Dettagli

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi

Dettagli

Istruzioni di servizio MOVIDRIVE MDX60B / 61B. Edizione 03/2008 11696648 / IT

Istruzioni di servizio MOVIDRIVE MDX60B / 61B. Edizione 03/2008 11696648 / IT Tecnica degli azionamenti \ Automazione \ Integrazione di sistema \ Servizi di assistenza MOVIDRIVE MDX60B / 61B Edizione 03/2008 11696648 / IT Istruzioni di servizio SEW-EURODRIVE Driving the world Indice

Dettagli

Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti

Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti 1 Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti Sfruttando un particolare principio fisico, i cavi scaldanti autoregolanti consentono di mantenere sgelati o in temperatura tubazioni, sili

Dettagli

EN 60204-1 Sicurezza del macchinario. www.aceconsulting.it. Equipaggiamento elettrico delle macchine UDINE, 22 OTTOBRE 2009

EN 60204-1 Sicurezza del macchinario. www.aceconsulting.it. Equipaggiamento elettrico delle macchine UDINE, 22 OTTOBRE 2009 EN 60204-1 Sicurezza del macchinario Equipaggiamento elettrico delle macchine Matteo Marconi Stefano Piccagli UDINE, 22 OTTOBRE 2009 Le direttive LA LEGGE 1. Austria 2. Belgio 3. Bulgaria (dal 01 Gennaio

Dettagli

WGT. Sensore di temperatura per WS1 Color, WS1000 Color, KNX WS1000 Color. Dati tecnici ed avvertenze per l'installazione

WGT. Sensore di temperatura per WS1 Color, WS1000 Color, KNX WS1000 Color. Dati tecnici ed avvertenze per l'installazione IT WGT Sensore di temperatura per WS1 Color, WS1000 Color, KNX WS1000 Color Dati tecnici ed avvertenze per l'installazione Elsner Elektronik GmbH Tecnica di automazione e controllo Herdweg 7 D 75391 Gechingen

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Seconda parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto

Dettagli

selos Morsetti Wieland. selos New Generation Wieland Electric, l inventore delle connessioni sicure. Montaggio rapido

selos Morsetti Wieland. selos New Generation Wieland Electric, l inventore delle connessioni sicure. Montaggio rapido Morsetti Wieland. selos New Generation Wieland Electric, l inventore delle connessioni sicure. Montaggio rapido selos Morsettiere con collegamento a vite Collegamento sicuro, concetto garantito! selos

Dettagli

Contatti porta ad apertura positiva serie DS A

Contatti porta ad apertura positiva serie DS A Contatti porta ad apertura positiva serie DS A Caratteristiche tecniche Interruttore di sicurezza a doppia interruzione ad apertura positiva. Adatto per il controllo di porte automatiche di ascensori.

Dettagli

Cavi con isolamento estruso in gomma per tensioni nominali da 1 kv a 30 kv. Cavi isolati con polivinilcloruro per tensioni nominali da 1 kv a 3 kv

Cavi con isolamento estruso in gomma per tensioni nominali da 1 kv a 30 kv. Cavi isolati con polivinilcloruro per tensioni nominali da 1 kv a 3 kv CEI 0-16;V2 CEI EN 60947-5-2 CEI EN 62271-3 CEI EN 62271-209 S001 CEI CLC/TS 62271-304 CEI 20-13;V4 Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle

Dettagli

CBA 1000. Strumento Prova Interruttori e Microhmmetro CARATTERISTICHE

CBA 1000. Strumento Prova Interruttori e Microhmmetro CARATTERISTICHE CBA 1000 Strumento Prova Interruttori e Microhmmetro Prova interruttori e microhmmetro 200 A in uno solo strumento. Misura dei tempi di 6 contatti principali, 6 resistivi e 4 ingressi ausiliari. Sino a

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Elementi di protezione circuitale per alimentatori Moduli di protezione serie 1692

Elementi di protezione circuitale per alimentatori Moduli di protezione serie 1692 Elementi di protezione circuitale per alimentatori Moduli di protezione serie 1692 2 Elementi di protezione circuitale per alimentatori Sommario Moduli di protezione serie 1692 Cenni generali................................................................................3

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria

Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria 1 821 1821P01 Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria Sonda attiva con capillare per la misura della temperatura minima nel campo d impiego 0 15 C Alimentazione 24 V AC Segnale d uscita 0...10 V DC

Dettagli

Disturbi causati dalla commutazione di carichi induttivi

Disturbi causati dalla commutazione di carichi induttivi Disturbi causati dalla commutazione di carichi induttivi Pubblicato il: 13/06/2005 Aggiornato al: 13/06/2005 di Massimo Barezzi Analisi, problemi e soluzioni per proteggersi dalle correnti provocate dalla

Dettagli

Sunny String Monitor - Cabinet

Sunny String Monitor - Cabinet Sunny String Monitor - Cabinet Dati Tecnici Il Sunny String Monitor-Cabinet della SMA (SSM-C) esegue un dettagliato monitoraggio del generatore fotovoltaico operando nel rispetto degli elevati standard

Dettagli

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA Informazioni generali I moduli di frenatura elettronici Frenomat e Frenostat sono in grado di frenare motori asincroni, sono senza manutenzione e non producono abrasione ed inquinamento. Riducono i tempi

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

S.r.l. Commercio Ingrosso Cavi Elettrici. Cavi bassa tensione

S.r.l. Commercio Ingrosso Cavi Elettrici. Cavi bassa tensione S.r.l. Commercio Ingrosso Cavi Elettrici Cavi bassa tensione Cavo FG7R / FG7OR 0,6/1kV Cavi per energia e segnalazioni flessibili per posa fissa, isolati in HEPR di qualità G7, non propaganti l incendio

Dettagli

Istruzioni di servizio

Istruzioni di servizio Tecnica degli azionamenti \ Automazione \ Integrazione di sistema \ Servizi di assistenza Istruzioni di servizio MOVIDRIVE MDX60B / 61B Edizione 01/2010 16837630 / IT SEW-EURODRIVE Driving the world Indice

Dettagli

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7 MEZZI TRASMISSIVI 1 Il doppino 2 Il cavo coassiale 3 La fibra ottica 5 Wireless LAN 7 Mezzi trasmissivi La scelta del mezzo trasmissivo dipende dalle prestazioni che si vogliono ottenere, da poche centinaia

Dettagli

Il nostro pool di specialisti è disponibile anche per consulenze e collaborazioni nella progettazione e realizzazione di prodotti su misura.

Il nostro pool di specialisti è disponibile anche per consulenze e collaborazioni nella progettazione e realizzazione di prodotti su misura. GTS Transformers è stata fondata nel 1963 e da 50 anni opera nel campo della produzione di trasformatori elettrici ed affini. Grazie alla competenza ed esperienza dei nostri tecnici e progettisti, si è

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE 1) CARATTERISTICHE GENERALI pag. 1 2) ATTENZIONE pag. 1 3) DATI TECNICI pag. 1 4) INSTALLAZIONE pag. 2 5) COLLEGAMENTI

Dettagli

Messa a terra degli impianti a tensione superiore a 1 kv in c.a. Norma CEI EN 50522, 2011-07 (CEI 99-3)

Messa a terra degli impianti a tensione superiore a 1 kv in c.a. Norma CEI EN 50522, 2011-07 (CEI 99-3) Incontro tecnico Messa a terra degli impianti a tensione superiore a 1 kv in c.a. Norma CEI EN 50522, 2011-07 (CEI 99-3) Relatore Per. Ind. Gastone Guizzo 1 Padova, 04 febbraio 2012 La Norma CEI EN 50522

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA (BS) Committente ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA VIA BIANCHI, 9 BRESCIA

COMUNE DI BRESCIA (BS) Committente ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA VIA BIANCHI, 9 BRESCIA COMUNE DI BRESCIA (BS) Committente ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA VIA BIANCHI, 9 BRESCIA Oggetto MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA COPERTURA DEL PALAZZO VERDE

Dettagli

Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR

Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR Istruzioni per installazione 485PB-SMC-NR-IIT082310 98-00010410 Versión 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Informazioni relative a queste

Dettagli

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza.

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza. KEYSTONE Il presente manuale è parte integrante del Manuale di istruzioni e funzionamento dell attuatore EPI 2 base (riferimento documento EBPRM-0091-IT). Indice 1 Modulo Opzionale OM3: Modulo Interfaccia

Dettagli

(Informazioni) INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI, DAGLI ORGANI E DAGLI ORGANISMI DELL'UNIONE EUROPEA COMMISSIONE EUROPEA

(Informazioni) INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI, DAGLI ORGANI E DAGLI ORGANISMI DELL'UNIONE EUROPEA COMMISSIONE EUROPEA 14.8.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 245/1 IV (Informazioni) INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI, DAGLI ORGANI E DAGLI ORGANISMI DELL'UNIONE EUROPEA COMMISSIONE EUROPEA Comunicazione

Dettagli

Moduli per arresto d'emergenza e ripari mobili

Moduli per arresto d'emergenza e ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Caratteristiche del dispositivo Gertemerkmale Uscite a relé a conduzione

Dettagli

Serie 40 - Mini relè per circuito stampato ed a innesto 8-10 - 16 A. Caratteristiche 40.31 40.51 40.52

Serie 40 - Mini relè per circuito stampato ed a innesto 8-10 - 16 A. Caratteristiche 40.31 40.51 40.52 Serie 40 - Mini relè per circuito stampato ed a innesto 8-10 - 16 A Caratteristiche 40.31 40.51 40.52 Relè con 1 o 2 contatti 40.31-1 contatto 10 A (passo 3.5 mm) 40.51-1 contatto 10 A (passo 5 mm) 40.52-2

Dettagli

Unità di interfaccia per PLC, adattatori frontali e cavi preconfezionati

Unità di interfaccia per PLC, adattatori frontali e cavi preconfezionati Unità di interfaccia per PLC, adattatori frontali e cavi preconfezionati Catalogo 2012/2013 Let s connect. Cablaggio di sistemi PLC/DCS Il mondo dell Industrial Connectivity Forniamo la nostra consulenza

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CONNESSIONE DI

LINEE GUIDA PER LA CONNESSIONE DI DI TETTI FOTOVOLTAICI ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE BT Documento DBU/003 Agosto 2005 Pag.2 di 23!"#$%&%! ''&% ( ) * + ),-%,.%! -#// ' + ),-%,.% + ),-%,.%!"'' 0 ),'1! -%$%!2"'' 3 ),-%,.%! % )) %&-,,!&,# (

Dettagli

Unità di controllo 4 20 ma compatibile HART serie 3490 Rosemount

Unità di controllo 4 20 ma compatibile HART serie 3490 Rosemount 00825-0202-4841, Rev. AA Unità di controllo 4 20 ma compatibile HART serie 3490 Rosemount AVVERTENZA La mancata osservanza delle istruzioni di sicurezza per l'installazione può causare infortuni gravi

Dettagli

PER L'USO E LA MANUTENZIONE

PER L'USO E LA MANUTENZIONE MANUALE PER L'USO E LA MANUTENZIONE DI QUADRI ELETTRICI SECONDARI DI DISTRIBUZIONE INDICE: 1) AVVERTENZE 2) CARATTERISTICHE TECNICHE 3) INSTALLAZIONE 4) ACCESSO AL QUADRO 5) MESSA IN SERVIZIO 6) OPERAZIONI

Dettagli

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA EECUZIONE DI UN CABLAGGIO La realizzazione di un cablaggio non è un lavoro molto difficile. Purchè si rispettino quelle precauzioni necessarie alla sicurezza del volo.

Dettagli

Pedaliera. Automazione industriale

Pedaliera. Automazione industriale 6200 Pedaliera La pedaliera 6200 è un apparecchio economico utilizzato per il comando di qualsiasi macchina operatrice industriale. Essendo un comando ausiliario, interviene sul motore della macchina attraverso

Dettagli

Belden. Catalogo GENNAIO 2011

Belden. Catalogo GENNAIO 2011 Belden Catalogo GENNAIO 2011 100 www.leadingtech.it Belden Belden, fondata nel 1902, rappresenta un punto di forza mondiale nella produzioni di cavi per l industria, l elettronica, l audio/video, l alta

Dettagli

Protezione da sovratensioni per illuminazioni a LED

Protezione da sovratensioni per illuminazioni a LED Protezione da sovratensioni per illuminazioni a LED Vantaggi di corpi illuminanti a LED elevata durata quasi indipendenti dalla temperatura elevata luminosità nessun ritardo nell accensione http://www.google.de/imgres?q=led

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC Alimentazione elettrica BA-100066 italiano, edizione 03/2007 Indice 1. Informazioni importanti 3 1.1. Introduzione 3 1.2. Dichiarazione di conformità CE (secondo

Dettagli

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI 2 AVVERTENZE Leggere le istruzioni prima di installare e operare sull avviatore. PERICOLO TENSIONE - Indica la presenza di tensione che può essere

Dettagli

fasis Morsetti Wieland. fasis WTP New Generation Wieland Electric, l inventore delle connessioni sicure. PUSH-IN, fatto!

fasis Morsetti Wieland. fasis WTP New Generation Wieland Electric, l inventore delle connessioni sicure. PUSH-IN, fatto! Morsetti Wieland. fasis WTP New Generation Wieland Electric, l inventore delle connessioni sicure. PUSH-IN, fatto! fasis WTP Morsetti con attacco Push-In Basta inserire il conduttore ed è fatto. Semplice,

Dettagli

SPECIFICA TECNICA. Leonardo String Box Control

SPECIFICA TECNICA. Leonardo String Box Control CARATTERISTICHE SPECIFICA TECNICA Leonardo String Box Control PARAMETRI INGRESSO Range di tensione in Ingresso V 200 900 Max. corrente di stringa A 16 Numero di canali di misura 10 Numero stringhe in ingresso

Dettagli

Cod. 252.157.00 BAGNOMARIA ELETTRICO

Cod. 252.157.00 BAGNOMARIA ELETTRICO ~ ~ Cod. 252.157.00 BAGNOMARIA ELETTRICO MOD. 60/30 BME MOD. 60/60 BME INDICE Paragrafo Istruzioni per l installatore 1 Rispondenza alle direttive CEE 1.1 Schemi di installazione 1.2 Schemi elettrici 1.3

Dettagli

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO INDICE PREMESSA... 3 1 - DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 3 2 - IMPIANTI PREVISTI... 3 3 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE... 4 4 MODALITA DI ESECUZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 4 4.1) Tensione di

Dettagli

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 kw Fornitura materiale per un sistema fotovoltaico monofase, completo di ogni accessorio, con potenza di picco pari a 1,52kWp. Costruito con numero 1 stringa di

Dettagli

OPENLAB APPLICAZIONI

OPENLAB APPLICAZIONI IL SISTEMA DL 10280 È COSTITUITO DA UN KIT DI COMPONENTI ADATTO PER ASSEMBLARE LE MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI, SIA PER CORRENTE CONTINUA CHE PER CORRENTE ALTERNATA. CONSENTE ALLO STUDENTE UNA REALIZZAZIONE

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

SERIE TA100 Con Indicatore AE402

SERIE TA100 Con Indicatore AE402 SERIE TA100 Con Indicatore AE402 (P.N. 3106610715, Revisione E, Aprile 2011) 81320477 Grazie per aver acquistato il transpallet TA100 di Cooperativa Bilanciai. Leggere le seguenti istruzioni con attenzione

Dettagli

SP 02 & SP 03. Pistole di prova per alta tensione SP 02 & SP 03. www.spselectronic.com

SP 02 & SP 03. Pistole di prova per alta tensione SP 02 & SP 03. www.spselectronic.com Pistole di prova per alta tensione SP 02 & SP 03 SP 02 & SP 03 Marchio, secondo le norme EN 50 191 Tensione operativa 10 kvdc/8 kvac max. Tensione di prova 21 kvdc Materiale plastico resistente all usura

Dettagli

Operazioni da svolgere sul posto

Operazioni da svolgere sul posto Operazioni da svolgere sul posto Dopo aver portato l anta già completa nel luogo finale di installazione, le uniche operazioni da compiersi sono: g) Montaggio blocco di riscontro dell elettroserratura

Dettagli

RELAZIONE. OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO

RELAZIONE. OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO RELAZIONE OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO L impianto in progetto presenta le seguenti caratteristiche

Dettagli

Rilevatore di condensa

Rilevatore di condensa 1 542 1542P01 1542P02 Rilevatore di condensa Il rilevatore di condensa è utilizzato per evitare danni a causa della presenza di condensa sulle tubazioni e il è adatto per travi refrigeranti e negli impianti

Dettagli