L ATLANTE DELLE DONNE IMPEGNATE IN AGRICOLTURA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ATLANTE DELLE DONNE IMPEGNATE IN AGRICOLTURA"

Transcript

1 L ATLANTE DELLE DONNE IMPEGNATE IN AGRICOLTURA ll database degli indicatori territoriali della Rete Rurale Nazionale come strumento per lo sviluppo, il monitoraggio e la valutazione delle poli che di sviluppo rurale PIANO STRATEGICO DELLO SVILUPPO RURALE L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI

2 L ATLANTEDELLEDONNEIMPEGNATEINAGRICOLTURA 11novembre2010 1

3 Documentoprodottonell ambitodellareteruralenazionale GruppidiLavoro:Giovanie PariOpportunità MiPAAFCOSVIRV Responsabiledeldocumento:CamilloZaccariniBonelli CoordinamentodelProgetto:ElisabettaSavarese Redazionedeldocumento:ElisabettaSavareseeFlaminiaVentura Elaborazioni:LauraMalvasi Allegato:BrunoMassolieLoredanaDeGaetano GruppodiLavoro:VeronicaNavarra,FlaminiaVentura,ElisabettaSavarese,AndreaFestuccia, LauraMalvasi,ElenaAngelaPeta,MariaRitaTarricone 2

4 Sommario L ATLANTEDELLEDONNEIMPEGNATEINAGRICOLTURA...7 Premessa...7 Italia:conduttoridonne/conduttoritotali,anno ConfrontotraleRegioniePA:conduttoridonne/conduttoritotali...10 Piemonte:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Valled Aosta:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Lombardia:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Veneto:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Friuli VeneziaGiulia:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, PAdiTrento:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, PAdiBolzano:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Liguria:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Emilia Romagna:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Toscana:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Umbria:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Marche:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Lazio:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Abruzzo:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Molise:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Sardegna:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Campania:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Puglia:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Basilicata:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Calabria:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Sicilia:conduttoridonne/conduttoritotali,valoriin%, Italia:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,anno ConfrontotraleRegioniePA:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali...37 Piemonte:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Valled Aosta:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Lombardia:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Veneto:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Friuli VeneziaGiulia:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, ProvinciaAutonomadiTrento:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, ProvinciaAutonomadiBolzano:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Liguria:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Emilia Romagna:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Toscana:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Umbria:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Marche:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Lazio:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Abruzzo:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%,

5 Molise:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Sardegna:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Campania:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Puglia:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Basilicata:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Calabria:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Sicilia:conduttoridonneconmenodi40anni/conduttoritotali,valoriin%, Italia:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,anno ConfrontotraleRegioniePA:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata...63 Piemonte:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Valled Aosta:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Lombardia:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Veneto:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Friuli VeneziaGiulia:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, ProvinciaAutonomadiTrento:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, ProvinciaAutonomadiBolzano:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Liguria:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Emilia Romagna:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Toscana:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Umbria:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Marche:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Lazio:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Abruzzo:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Molise:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Sardegna:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Campania:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Puglia:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Basilicata:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Calabria:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Sicilia:manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/manodoperasalariata,valoriin%, Italia:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanodoperafamiliare,anno ConfrontotraleRegioniePA:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare...89 Piemonte:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Valled Aosta:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Lombardia:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Veneto:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Friuli VeneziaGiulia:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricompon.manod.familiare,val.in%, PAdiTrento:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, PAdiBolzano:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Liguria:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Emilia Romagna:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricompon.manod.familiare,val.in%, Toscana:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Umbria:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Marche:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%,

6 Lazio:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Abruzzo:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Molise:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Sardegna:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Campania:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Puglia:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Basilicata:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Calabria:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Sicilia:altricomponentimanodoperafamiliaredonneconmenodi40anni/altricomponentimanod.familiare,valoriin%, Italia:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,anno ConfrontotraleRegioniePA:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali Piemonte:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Valled Aosta:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Lombardia:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Venetocapiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Friuli V.G.:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, PAdiTrento:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, PAdiBolzano:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Liguria:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Emilia Romagna:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaz.totali,valoriin%, Toscana:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Umbria:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Marche:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Lazio:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Abruzzo:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Molise:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Sardegna:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Campania:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Puglia:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Basilicata:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Calabria:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Sicilia:capiaziendadonnecondiplomaolaurea/capiaziendatotali,valoriin%, Italia:l indicatoredisintesi,areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperlegiovaniimprenditriciagricole,anno Indicatoredisintesi,Piemonte:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Valled Aosta:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Lombardia:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Veneto:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Friuli VeneziaGiulia:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,PAdiTrento:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,PAdiBolzano:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Liguria:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Emilia Romagna:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Toscana:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Umbria:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori%

7 Indicatoredisintesi,Marche:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Lazio:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Abruzzo:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Molise:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Sardegna:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Campania:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Puglia:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Basilicata:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Calabria:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Indicatoredisintesi,Sicilia:areedimaggiorepotenzialitàdiinsediamentoperigiovaniagricoltori,2007valori% Conclusioni Allegato:ilDBindicatoriterritorialidellaRRN Ildatabase Lafontedeidatielametodologiadiaggiornamentodellevariabili L indicatoredisintesi Lacostruzionedell indicesintetico L elencodeipesi

8 L ATLANTE DELLE DONNE IMPEGNATE IN AGRICOLTURA Premessa LaReteRuraleNazionale(RRN)nell ambitodelgruppodilavoropariopportunitàharealizzatoilpresente AtlanteperleAmministrazioniresponsabilideiPianidiSviluppoRuraleperlaprogrammazione e quanti impegnati a sviluppare, monitorare e valutare politiche sul territorio indirizzate a favorire le pari opportunità nell ambito dello sviluppo rurale in Italia, anche in vista dell importante impegno di programmazionediinterventipiùefficaciedefficientichevalorizzinol impegnodelledonneinagricoltura perilpost2013. Lafontedeidatiutilizzataèquelladel databaseindicatoriterritoriali sviluppatodallarrnepresentatoin occasione del workshop Monitoraggio e valutazione in itinere, servizi e supporti metodologici della Rete Rurale Nazionaleapartiredall analisidellevas,daldocumentosuibaseline indicators edaldb indicatori territoriali tenutosiaromail24giugno I dati disponibili sono stati elaborati per le annualità 2000, 2005 e 2007 e per le quattro aree del Piano StrategicoNazionalediseguitoriportate: A poliurbani; B areeruraliconagricolturaintensivaspecializzata; C areeruraliintermedie; D areeruraliconproblemicomplessividisviluppo. AttraversoilpresenteAtlantesièvolutorisponderealleseguentidomandevalutative: dovesonolocalizzateledonneimprenditrici? dovelegiovaniconduttricidiaziendaagricola,dovelegiovanisalariateedovequellechelavorano nell impresafamiliare? dovesonolocalizzateledonnepiùqualificatesecondoiltitolodistudio? L obiettivodifornireunostrumentodifacileconsultazionesull attualepresenzaesulruolodelledonnenel settoreèstatoperseguitoprendendoinesameunnumeroristrettodiindicatorisignificativiper mappare ilfenomeno,chediseguitosiriportano: Conduttoridonne/Conduttoritotale; Conduttoridonnetra15e39anni/Conduttoritotale; Manodoperasalariatadonneconmenodi40anni/Manodoperasalariata; Altri componenti manodopera familiare donne tra 15 e 39 anni / Altri componenti manodopera familiare; Capiaziendadonnecondiplomaolaurea/Capiaziendatotale. Inoltre, al fine di evidenziare le aree in cui è più alta la potenzialità di un giovane imprenditore/imprenditricediinsediarsiinunimpresaeconomicamentesostenibile,èstatopresoinesame un indicatore sintetico (Cfr. Allegato 1 per dettagli metodologici) ottenuto come media ponderata dell indicatorerelativoaiconduttoricon55annieoltre/conduttoritotaliequellorelativoalleaziendecon 16UDEeoltre/aziendetotali. 1 Permaggioridettaglisuldatabasesivedal Allegato1. 7

9 Italia: conduttori donne/ conduttori totali, anno 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT La presenza di conduttori donne sul totale dei conduttori ci fornisce un indicazione sulle aree in cui la presenzafemminileèmaggioreeconsideratocheledonnesonopiùsensibiliversolaqualitàdeiprodottie la tutela dell ambiente, inoltre sono maggiormente inclini ad integrare l agricoltura con il sociale, la loro presenzaciindicaqueiterritorichehannosaputovalorizzareledifferenzedigenere. InItaliacircaunterzodelleaziendeagricolesonocondottedadonne(nel2007il30,1%).NelnostroPaeseè diminuitalapresenzadidonneimprenditricinelsettoreagricolopiùdiquantosisianoridottiiconduttori nel loro complesso( 21 contro 19% tra il 2000 e il 2007); le conduttrici sono passate da 796a 632 mila unitàtrail2000eil2007. Ladiminuzionedellegiovaniconduttricirispettoal totalehariguardatotutteleareepsnadeccezionedi quelle B,relativealleareeruraliconagricolturaintensivaspecializzata,doveinvecel indicatore èpassato dal 27 al 28%. Un esame per macro aree evidenzia che la presenza dei conduttori donne sul totale è maggiorenelleareeconvergenzarispettoaquelle competitività;nel 2007 legiovani conduttricipesavano per il 33% del totale nelle prime e per il 28% nelle seconde. L andamento negli anni rileva che tale fenomenosi èandatoriducendo;infatti leimprenditricidonnenellearee convergenzasuperavanoquelle delle aree competitività di 7 punti percentuali nel 2000, mentre nel 2007 tale differenza si è ridotta a 5 puntipercentuali. 8

10 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT 9

11 Confronto tra le Regioni e PA: conduttori donne / conduttori totali Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Lamaggiorquotadiconduttoridonnesultotale,sullabasedeidatial2007,sitrovanoinMolise,Campania, Valle d Aosta e Friuli Venezia Giulia; di contro nelle PA di Bolzano e Trento e nelle regioni Sardegna e Lombardia la quota di imprenditrici risulta la più bassa (inferiore al 23%). Un analisi in termini assoluti evidenzia che le donne impegnate come conduttrici di un azienda agricola sono più numerose in Puglia, SiciliaeCampania. Unesamedeltrenddell incidenzadelleconduttricidonnesultotaletrail2000eil2007metteinrilievoche: l andamento è estremamente variegato anche se per più della metà si registra una riduzione dell indicatore;sipassada 6,4puntipercentualidellaCalabriaa+6,3dell Abruzzo; ilpesodelleconduttricidonnesultotaleaumentainabruzzo(+6,3puntipercentuali),veneto(+4,1 punti percentuali), Emilia Romagna (+3,0 punti percentuali), Campania (+2,7 punti percentuali), Toscana(+1,6 punti percentuali), Molise(+1,5 punti percentuali), Friuli Venezia Giulia(+0,7 punti percentuali); rimane stabile in Lombardia (+0,1 punti percentuali) e in Sicilia ( 0,1 punti percentuali),mentreintuttelealtreregionisiriducepiùdi1,5puntipercentuali; lapresenzadelledonneconduttricisultotalesiriduceperlamaggiorpartediregioni/panellearee urbane (aree A), nelle aree rurali intermedie (aree C) e nelle aree D (aree rurali con problemi complessivi di sviluppo); mentre di contro nelle aree rurali con agricoltura intensiva (aree B) la presenzageneralmenteaumenta(fannoeccezioneillazio,lasardegnalacalabria,labasilicataela Puglia). 10

12 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT 11

13 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT 12

14 Piemonte: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InPiemonte,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial28,2%,valoreinferiorealla medianazionale(30,1%),masuperiore,anchesedipoco,aquellodelleregionicompetitivitàconsiderate nelcomplesso(27,8%);lapresenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi 1 punto percentuale. In termini assoluti le conduttrici donne sono più numerose nelle aree C(aree rurali intermedie)rispettoallealtrearee,ancheseinterminirelativi,ovverorispettoaltotaleconduttori,sonole aree D (aree rurali con problemi complessivi di sviluppo) a far registrare la quota più alta (32,8 contro il 29,2%);unesamedellapresenzadelledonneimpegnatenellaconduzionediun impresaagricolasultotale dei conduttori nelle aree rurali evidenzia che la maggiore riduzione nel periodo preso in esame è stata registrata proprio nelle aree rurali con problemi complessivi di sviluppo in cui l incidenza delle donne è passatadal38,4al32,8%. 13

15 Valle d Aosta: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InValled Aosta,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial35,8%,valorealdisopra della media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso (27,8%). Anche se la regione presenta una quota tra le più elevate di donne conduttori sul totale, tra il 2000 e il 2007,faregistrareunariduzionedi4,3puntipercentuali. 2 Le classi per gli indicatore selezionati sono state definite con metodo proporzionale, nelle presente legenda e in quelle seguenti l * sta ad indicare le classi vuote. 14

16 Lombardia: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InLombardia,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial22,3%,valorealdisotto dellamedianazionale(30,1%)ediquellodelleregionicompetitivitàconsideratenelcomplesso(27,8%);la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,èrimastapressochéstabile(+0,1punti percentuali). In termini assoluti le conduttrici donne sono più numerose nelle aree B (aree rurali con agricoltura intensiva) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi, ovvero rispetto al totale conduttori, sono le aree D(aree rurali con problemi complessivi di sviluppo) a far registrare la quota più alta(36,8controil19,1%).unesamedellapresenzadelledonneimpegnatenellaconduzionediun impresa agricolasultotaledeiconduttorinelleareeruralievidenziachelamaggioreriduzionenelperiodopresoin esame la fanno registrare le zone rurali intermedie (aree C) in cui l incidenza dei conduttori donne sul totale èpassatadal25,5al24,2%,mentre leareea(poliurbani) eb evidenzianounandamentopositivo dell indicatore(+0,5puntipercentuali). 15

17 Veneto: conduttori donne/ conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InVeneto,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial28,2%,valorealdisottodella medianazionale(30,1%)eall incircaugualediquellodelleregionicompetitivitàconsideratenelcomplesso (27,8%); la presenza delle imprenditrici agricole sul totale, tra il 2000 e il 2007, è aumentata di 4,2 punti percentuali. In termini assoluti le conduttrici donne sono più numerose nelle aree B (aree rurali con agricoltura intensiva specializzata) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi, ovvero rispetto al totaleconduttori,sonoleareed(areeruraliconproblemicomplessividisviluppo)afarregistrarelaquota piùalta(31,6controil28,3%).unesamedellapresenzadelledonneimprenditricinelleareeruralievidenzia che ilmaggioreincrementonelperiodopreso in esamelafannoregistrareleareed incuil incidenza dei conduttoridonnesultotaleèpassatadal26,9al31,6% 16

18 Friuli-Venezia Giulia: conduttori donne/ conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InFriuli VeneziaGiulia,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial35,0%,valoreal di sopra della media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso (27,8%); la presenza delle imprenditrici agricole sul totale, tra il 2000 e il 2007, è aumentata di 0,7 punti percentuali. In termini assoluti le conduttrici donne sono più numerose nelle aree B (aree rurali con agricoltura intensiva specializzata) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi, ovvero rispetto al totaleconduttori,sonoleareed(areeruraliconproblemicomplessividisviluppo)afarregistrarelaquota più alta (42,2 contro il 34,2%). Un esame della presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali evidenzia che la maggiore riduzione nel periodo preso in esame la fanno registrare le aree con ritardo di sviluppo (aree D) in cui l incidenza dei conduttoridonnesultotaleèpassatadal44,0al42,2%,mentreleareebevidenzianol andamentomigliore dell indicatore(+1,2puntipercentuali). 17

19 PA di Trento: conduttori donne/ conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Nella Provincia Autonoma di Trento, nel 2007, l incidenza dei conduttori donne sul totale è stata pari al 19,4%,valorealdisottodellamedianazionale(30,1%) ediquellodelleregionicompetitivitàconsiderate nelcomplesso(27,8%);lapresenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi 4,0puntipercentuali.Interminisiaassoluticherelativileconduttricidonnesonopiùnumerosenellearee D(areeruraliconproblemicomplessividisviluppo)dovel incidenzadelleconduttricisultotalièstatapari al 19,5%. Un esame della presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali evidenzia che la maggiore riduzione nel periodo preso in esame la fannoregistrareipoliurbani(areea)incuil incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèpassatadal23,4al 16,8%. 18

20 PA di Bolzano: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Nella Provincia Autonoma di Bolzano, nel 2007, l incidenza dei conduttori donne sul totale è stata pari al 14,0%,valorealdisottodellamedianazionale(30,1%) ediquellodelleregionicompetitivitàconsiderate nelcomplesso(27,8%);lapresenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi 2,4 punti percentuali. Le aree D, relative alle aree rurali con problemi complessivi di sviluppo, sono state quelledovesisonoconcentrati maggiormentele conduttricidonne,sia interminiassoluti,cherispettoai conduttorinellorocomplessoesonostateleareedovelariduzionedell indicatoreèstatapiùelevatanel periodopresoinesame(8,6puntipercentuali). 19

21 Liguria: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InLiguria,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial33,2%,valorealdisopradella media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso (27,8%); la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi6,0puntipercentuali.in terminiassoluti leconduttricidonnesonopiùnumerosenellearee A(poliurbani)rispettoallealtrearee, anche se in termini relativi, ovvero rispetto al totale conduttori, sono le areed(aree rurali con problemi complessivi di sviluppo) a far registrare la quota più alta(34,6 contro il 32,8%). Un esame della presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttorinelle aree rurali evidenziachelamaggioreriduzione,nelperiodopresoinesame,lafannoregistrareproprioipoliurbaniin cuil incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèpassatadal39,5al32,8%. 20

22 Emilia-Romagna: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InEmilia Romagna,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial25,3%, valorealdi sotto della media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso (27,8%);sideveperoevidenziarechelapresenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007, èaumentatadi3,0puntipercentuali.interminiassolutileconduttricidonnesonopiùnumerosenellearee C (aree rurali intermedie) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi, ovvero rispetto al totale conduttori, sono le aree D(aree rurali con problemi complessivi di sviluppo) a far registrare la quota più alta(30,3controil25,0%).unesamedellapresenzadelledonneimpegnatenellaconduzionediun impresa agricolasultotaledeiconduttorinelleareeruralievidenziacheintuttelearee,nelperiodopresoinesame, sihaunincrementodell indicatore,fannoeccezionesololeareea(poliurbani)cherimangonopressoché stabili ( 0,01 punti percentuali); l aumento maggiore la fanno registrare le aree D in cui l incidenza dei conduttoridonnesultotaleèpassatadal25,2al30,3%. 21

23 Toscana: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT In Toscana, nel 2007, l incidenza dei conduttori donne sul totale è stata pari al 31,6%, valore al di sopra dellamedianazionale(30,1%)ediquellodelleregionicompetitivitàconsideratenelcomplesso(27,8%);la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,èaumentatadi1,6puntipercentuali. InterminiassolutileconduttricidonnesonopiùnumerosenelleareeC,relativealleareeruraliintermedie, rispettoallealtrearee,ancheseinterminirelativi,ovverorispettoaltotaleconduttori,sonoleareed(aree rurali con problemi complessivi di sviluppo) a far registrare la quota più alta (36,3 contro il 30,2%). Un esame della presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali evidenzia che il maggiore incremento, nel periodo preso in esame, la fanno 22

24 registrare le aree rurali con agricoltura intensiva specializzata (aree B), in cui l incidenza dei conduttori donnesultotaleèpassatadal25,9al28,0%. Umbria: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InUmbria,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial23,5%,valorealdisottodella media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso (27,8%); la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi3,7puntipercentuali.in terminiassoluti le conduttricidonnesonopiùnumerosenelleareec(areeruraliintermedie),anchese in terminirelativi,ovverorispettoaltotaleconduttori,sonoleareed(areeruraliconproblemicomplessividi sviluppo) a far registrare la quota più alta (25,4 contro il 23,1%). Un esame della presenza delle donne impegnatenellaconduzionediun impresaagricolasultotaledeiconduttorinelleareeruralievidenziache 23

25 la maggiore riduzione la fanno registrare, nel periodo preso in esame, le aree D in cui l incidenza dei conduttoridonnesultotaleèpassatadal31,3al25,4%. Marche: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT NelleMarche,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial23,7%,valorealdisotto della media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso (27,8 la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi2,2puntipercentuali.in terminiassolutileconduttricidonnesonopiùnumerosenelleareec(areeruraliintermedie),anchesein terminirelativi,ovverorispettoaltotaleconduttori,sonoleareea(poliurbani)afarregistrarelaquotapiù alta(26,3controil22,9%).unesamedellapresenzadelledonneimpegnatenellaconduzionediun impresa agricolasultotaledeiconduttorinelleareeruralievidenziachelamaggioreriduzionelafannoregistrarei poliurbaniincuil incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèpassatadal32,3al26,3%. 24

26 Lazio: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Nel Lazio, nel 2007, l incidenza dei conduttori donne sul totale è stata pari al29,5%, valore di poco al di sotto della media nazionale (30,1%), ma superiore a quello delle regioni competitività considerate nel complesso(27,8%);lapresenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi4,1 punti percentuali. In termini sia assoluti che relativi le conduttrici donne sono più numerose nelle aree C (areeruraliintermedie),rispettoallealtrearee,dovel incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstatapari al 30,2%. Un esame della presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totaledeiconduttorinelleareeruralievidenzia che, nelperiodopreso in esame,la maggioreriduzione la 25

27 fannoregistrareipoliurbani(areea)incuil incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèpassatadal33,9al 28,5%. Abruzzo: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT In Abruzzo, nel 2007, l incidenza dei conduttori donne sul totale è stata pari al 36,4%, valore al di sopra dellamedianazionale(30,1%)ediquellodelleregionicompetitivitàconsideratenelcomplesso(27,8%);la presenza delle imprenditrici agricole sul totale, tra il 2000 e il 2007, è aumentata facendo registrare la migliore performance a livello nazionale (+6,3 punti percentuali). In termini assoluti le conduttrici donne sonopiùnumerosenelleareeb(areeruraliconagricolturaintensivaspecializzata)rispettoallealtrearee, anche se in termini relativi, ovvero rispetto al totale conduttori, sono le aree D(aree rurali con problemi complessivi di sviluppo) a far registrare la quota più alta(38,1 contro il 36,1%). Un esame della presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali 26

28 evidenziacheilmaggioreincremento,nelperiodopresoinesame,lafannoregistrareipoliurbani(areea) incuil incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèpassatadal27,9al35,3%. Molise: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InMolise,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial39,1%,valorealdisopradella media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso (27,8%); la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,èaumentatadi1,5puntipercentuali.in termini assoluti le conduttrici donne sono quasi interamente concentrati nelle aree D (aree rurali con problemicomplessividisviluppo), mentrein termini relativi,ovverorispettoaltotale conduttori,sono le areea(poliurbani)afarregistrarelaquotapiùalta(41,8controil39,0%).unesamedellapresenzadelle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali 27

29 evidenziache,mentreipoliurbani(areea)rimangonopressochécostanti( 0,3puntipercentuali),leareeD siincrementanodi1,6puntipercentuali(iconduttoridonnesultotalesonopassatidal37,4al39,0%). Sardegna: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT In Sardegna, nel 2007, l incidenza dei conduttori donne sul totale è stata pari al20,9%, valore al di sotto dellamedianazionale(30,1%)ediquellodelleregionicompetitivitàconsideratenelcomplesso(27,8%);la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi2,5puntipercentuali.in termini sia assoluti che relativi le conduttrici donne sono più numerose nelle aree D (aree rurali con problemi complessivi di sviluppo) con un valore dell indicatore pari al 21,0%. Un esame presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali 28

30 evidenziachelamaggioreriduzionelafannoregistrareleareeruraliconagricolturaintensivaspecializzata (areeb)incuil incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèpassatadal22,7al19,7%. Campania: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InCampania,nel2007, l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial38,5%,valorealdisopra dellamedianazionale(30,1%)ediquellodelleregioniconvergenzaconsideratenelcomplesso(32,5%);la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,èaumentatadi2,7puntipercentuali.in terminiassolutileconduttricidonnesonopiùnumerosenelleareed(areeruraliconproblemicomplessivi disviluppo),ancheseinterminirelativi,ovverorispettoaltotaleconduttori,sonoleareea(poliurbani)a far registrare la quota più alta (40,2 contro il 37,9%). Un esame presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali evidenzia che, nel periodo 29

31 preso in esame, il maggiore aumento lo fanno registrare proprio i poli urbani in cui l incidenza dei conduttoridonnesultotaleèpassatadal37,1al40,2%. Puglia: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InPuglia,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial31,6%,valorealdisopradella media nazionale (30,1%), ma inferiore di quello delle regioni convergenza considerate nel complesso (32,5%); la presenza delle imprenditrici agricole sul totale, tra il 2000 e il 2007, si è ridotta di 2,7 punti percentuali. In termini sia assoluti che relativi le conduttrici donne sono più numerose nelle aree C(aree rurali intermedie) con un valore dell indicatore pari al 32,6%. Un esame della presenza delle donne impegnatenellaconduzionediun impresaagricolasultotaledeiconduttorinelleareeruralievidenziache, nelperiodopresoinesame,lamaggiorediminuzionelafannoregistrareleareed(areeruraliconproblemi complessividisviluppo)incuil incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèpassatadal35,5al31,7%. 30

32 Basilicata: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT In Basilicata,nel 2007,l incidenzadei conduttoridonnesultotale èstataparial33,3%, valorealdisopra dellamedianazionale(30,1%)ediquellodelleregioniconvergenzaconsideratenelcomplesso(32,5%);la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi1,7puntipercentuali.in terminiassoluti leconduttricidonnesonoquasicompletamente concentratenelleareed(areeruralicon problemi complessivi di sviluppo). Un esame della presenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresaagricolasultotaledeiconduttorinelleareeruralievidenziache,nelperiodopresoinesame,la diminuzione è all incirca la stessa per le aree B(aree rurali con agricoltura intensiva specializzata) e per quelled. 31

33 Calabria: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InCalabria,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial28,6%,valorealdisottodella media nazionale (30,1%) e di quello delle regioni convergenza considerate nel complesso (32,5%); la presenzadelleimprenditriciagricolesultotale,trail2000eil2007,sièridottadi6,4puntipercentuali.in terminiassolutileconduttricidonnesonopiùnumerosenelleareed(areeruraliconproblemicomplessivi disviluppo),ancheseinterminirelativi,ovverorispettoaltotaleconduttori,sonoleareea(poliurbani)a farregistrarelaquotapiùalta(30,6controil28,8%).unesamedelledonneimpegnatenellaconduzionedi un impresaagricolasultotaledeiconduttorinelleareeruralievidenziache,nelperiodopresoinesame,la maggiore riduzione la fanno registrare i poli urbani in cui l incidenza dei conduttori donne sul totale è passatadal38,7al30,6%. 32

34 Sicilia: conduttori donne / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InSicilia,nel2007,l incidenzadeiconduttoridonnesultotaleèstataparial31,6%,valorealdisopradella media nazionale (30,1%), ma al di sotto di quello delle regioni convergenza considerate nel complesso (32,5%); la presenza delle imprenditrici agricole sul totale, tra il 2000 e il 2007, è rimasta pressoché costante( 0,1puntipercentuali).Interminisiaassoluticherelativileconduttricidonnesonopiùnumerose nelleareec(areeruraliintermedie),conunvaloredell indicatoreparial32,1%.unesamedellapresenza delle donne impegnate nella conduzione di un impresa agricola sul totale dei conduttori nelle aree rurali evidenziache,nelperiodopresoinesame,lamaggioreriduzionelafannoregistrareipoliurbani(areea)in cui l incidenza dei conduttori donne sul totale è passata dal 32,1 al 30,6%, mentre le aree rurali con agricolturaintensivaspecializzata(aree B)fannorilevareunmiglioramentodel l indicatoreche èpassato dal28,7al29,5%. 33

35 Italia: conduttori donne con meno di 40 anni/ conduttori totali, anno 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Lapresenzadeigiovaniconduttoridonnesultotaledegliagricoltoricifornisceun indicazionesulleareein cuiinfuturoilsettoreagricolopotràancoraassicurarelaproduzionediprodottiagricolisulnostroterritorio curandone il paesaggio, preservando le risorse naturali presenti con particolare attenzione a quelle che sono riconosciute come peculiarità di genere femminile: maggiore attenzione alla qualità, all ambiente, maggiorepropensioneall innovazioneedallamultifunzionalitàdell impresalegataadaspettietico sociali. 34

36 InItaliasièassistito,trail2000eil2007,adunagrossariduzionedellapresenzadellegiovaniimprenditrici agricolechesonopassatedacirca79,7a34,5milaunità( 56,7%);diminuzionemaggiorediquellaregistrata perigiovaniconduttorinellorocomplesso( 50,8%).Pertantoilpesodelledonneconduttoriconmenodi 40annisultotaledeigiovaniconduttorièandatoriducendosipassando,nelperiodoesaminato,dal30,3al 26,7.L incidenzadeigiovaniconduttoridonnesultotalenel2007èstataparial1,6%,conundecrementodi 1,4 punti percentuali rispetto al La diminuzione delle imprenditrici agricole rispetto al totale ha riguardato tutte e quattro le aree PSN. Un esame per macro aree evidenzia che la presenza dei giovani conduttoridonneèmaggiore,anchesedipoco,nelleareecompetitivitàrispettoaquelleconvergenza;nel 2007 le giovani conduttrici pesavano per l 1,8% del totale nelle prime e per l 1,5% nelle seconde. L andamento negli anni rileva che sono le regioni convergenza quelle in cui nel complesso l indicatore è peggiorato maggiormente ( 2,1 contro 0,8 punti percentuali delle regioni competitività). In particolare sonoleareeruraliconagricolturaintensivaspecializzata(areeb)eleareeruraliintermedie(areec)delle regioniconvergenzachehannoavutounariduzionemaggiore( 2,3puntipercentuali). Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT 35

37 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT 36

38 Confronto tra le Regioni e PA: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Lamaggiorquotadidonneconduttoridietàinferioreaiquarantaannisultotale,sullabasedeidatial2007, sitrovanoinabruzzo,moliseetoscana;dicontronelleregionifriuli VeneziaGiulia,MarcheeValled Aosta laquotadiconduttricidonneconmenodiquarantaannirisultalapiùbassa(inferioreall 1%deiconduttori totali).inveceinterminiassolutilegiovanidonnesonopiùnumeroseinsicilia,campaniaepuglia. Unesamedeltrenddelrapportotraiconduttoridonnedietàcompresatra18e39annirispettoaltotale deiconduttoritrail2000eil2007metteinrilievoche: intutte leregioniad eccezione dellatoscana,dell Umbria edell Abruzzosiregistra unariduzione dellapresenzadellegiovaniimprenditricirispettoaltotaledeiconduttori;sideveperòsottolineare che in Abruzzo che è la regione con la performance migliore l aumento è stato pari a 0,2 punti percentuali; le regioni Calabria e Puglia ( 2,6 punti percentuali) sono quelle in cui la quota di giovani donne conduttricirispettoaltotaleèdiminuitamaggiormente; facendo un analisi per aree PSN di tutte le Regioni e PA per individuare dove è maggiormente diminuital incidenzadellegiovaniconduttricisultotalesirileva,comeperigiovaniconsideratinel complesso,cheperlamaggiorpartedelleregionileareerurali intermedie(areec) equellerurali con problemi complessivi di sviluppo (aree D) sono quelle che hanno fatto registrare le performancepeggiori; inoltreinalcuneregionilariduzione maggioreèrelativaall agricolturapiù produttiva(areeb;lazio,campania,basilicata,calabriaesardegna). 37

39 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT 38

40 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT 39

41 Piemonte: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT In Piemonte, nel 2007, le giovani donne imprenditrici hanno pesato, rispetto al totale dei giovani conduttori,perunaquotapiùbassarispettoaquellanazionale(19,9controil26,7%deltotaleitalia).nella regione l incidenza delle giovani donne conduttori di imprese agricole sul loro totale è stata pari al 1,9%, valore al di sopra della media nazionale (1,6%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso(1,8%);lapresenzadellegiovani donneconduttori, trail2000 eil2007,si èridottarispettoal totaledi1,2puntipercentuali.interminiassolutiigiovaniconduttoridonnesonopiùnumerosenellearee C (aree rurali intermedie) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi ovvero rispetto al totale conduttorisonoleareed(areeruraliconproblemicomplessividisviluppo)afarregistrarelaquotapiùalta (2,4control 1,8%).Unesamedellapresenzadeigiovaniimprenditoridonnenelleareeruralievidenziache lamaggioreriduzionenelperiodopresoinesamelafannoregistrareleareeruraliconproblemicomplessivi disviluppoincuil incidenzadelleimprenditricigiovanisultotaleèpassatadal4,7al2,4%. 40

42 Valle d Aosta: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT In Valle d Aosta, nel 2007, le giovani donne imprenditrici hanno pesato, rispetto al totale dei giovani conduttori,perunaquotapiùbassarispettoaquellanazionale(6,9controil26,7%deltotaleitalia).nella regionel incidenzadellegiovanidonneconduttoridiimpreseagricolesullorototaleèstatapariallo0,8%, valore al di sotto della media nazionale (1,6%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso(1,8%);lapresenzadellegiovani donneconduttori, trail2000 eil2007,si èridottarispettoal totaledi3,1puntipercentuali. 41

43 Lombardia: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT In Lombardia, nel 2007, le giovani donne imprenditrici hanno pesato, rispetto al totale dei giovani conduttori,perunaquotapiùbassarispettoaquellanazionale(20,2controil26,7%deltotaleitalia).nella regione l incidenza delle giovani donne conduttori di imprese agricole sul loro totale è stata pari al 2,0%, valore al di sopra della media nazionale (1,6%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso(1,8%);lapresenzadellegiovanidonneconduttori,trail2000eil2007,sièridottadi0,8punti percentuali. Interminiassolutiigiovani conduttoridonnesonopiùnumerosinelleareeb(areeruralicon agricoltura intensiva specializzata) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi ovvero rispetto al totaleconduttorisonoleareed(areeruraliconproblemicomplessividisviluppo)afarregistrarelaquota più alta (3,0 contro l 1,6%). Un esame della presenza dei giovani imprenditori donne nelle aree rurali evidenziachelamaggioreriduzionenelperiodopresoinesamelafannoregistrareleareeruraliintermedie (areec)incuil incidenzadelleimprenditricigiovanisultotaleèpassatadal4,1al2,5%. 42

44 Veneto: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InVeneto,nel2007,legiovanidonneimprenditricihannopesato,rispettoaltotaledeigiovaniconduttori, per una quota più bassa rispetto a quella nazionale (19,3 contro il 26,7% del totale Italia). Nella regione l incidenzadellegiovanidonneconduttoridiimpreseagricolesullorototaleèstataparial1,1%,valorealdi sottodellamedianazionale(1,6%)ediquellodelleregionicompetitivitàconsideratenelcomplesso(1,8%); la presenza delle giovani donne conduttori, tra il 2000 e il 2007, si è ridotta di 0,6 punti percentuali. In termini assoluti i giovani conduttori donne sono più numerosi nelle aree B (aree rurali con agricoltura intensiva specializzata) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi ovvero rispetto al totale conduttorisonoleareec(areeruraliconagricolturaintensivaspecializzata)ed(areeruraliconproblemi complessividisviluppo)afarregistrareunaquotaleggermentepiùalta(1,3control 1,1%).Unesamedella presenzadei giovani imprenditoridonnenelleareerurali evidenziachela maggioreriduzionenelperiodo preso in esame la fanno registrare le aree rurali intermedie (aree C) in cui l incidenza delle imprenditrici giovanisultotaleèpassatadall 1,9all 1,3%. 43

45 Friuli-Venezia Giulia: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT InFriuli VeneziaGiulia,nel2007,legiovanidonneimprenditricihannopesato,rispettoaltotaledeigiovani conduttori,perunaquotapiùbassarispettoaquellanazionale(12,8controil26,7%deltotaleitalia).nella regionel incidenzadellegiovanidonneconduttoridiimpreseagricolesullorototaleèstatapariallo0,6%, valore al di sotto della media nazionale (1,6%) e di quello delle regioni competitività considerate nel complesso(1,8%);lapresenzadellegiovanidonneconduttori,trail2000eil2007,sièridottadi0,6punti percentuali. Interminiassolutiigiovani conduttoridonnesonopiùnumerosinelleareeb(areeruralicon agricoltura intensiva specializzata) rispetto alle altre aree, anche se in termini relativi ovvero rispetto al totaleconduttorisonoleareea(poliurbani)afarregistrareunaquotaleggermentepiùalta(0,8controlo 0,6%).Unesamedellapresenzadeigiovaniimprenditoridonnenelleareeruralievidenziachelamaggiore riduzionenelperiodopresoinesamelafannoregistrareleareeruraliconproblemicomplessividisviluppo (areed)incuil incidenzadelleimprenditricigiovanisultotaleèpassatadal3,1allo0,2%. 44

46 Provincia Autonoma di Trento: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT NellaProvinciaAutonoma(PA)diTrento,nel2007,legiovanidonneimprenditricihannopesato,rispettoal totaledeigiovaniconduttori,perunaquotapiùbassarispettoaquellanazionale(24,6controil26,7%del totaleitalia).nellapal incidenzadellegiovanidonneconduttoridiimpreseagricolesullorototaleèstata pariall 1,8%,valoredipocosuperioreaquellodellamedianazionale(1,6%)eugualeaquellodelleregioni competitivitàconsideratenelcomplesso;lapresenzadellegiovanidonneconduttori,trail2000eil2007,è rimastapressochélastessa( 0,1puntipercentuali). Interminisiaassoluticherelativii giovaniconduttori donne sono più numerosi nelle aree D (aree rurali con problemi complessivi di sviluppo), dove la loro incidenza sul totale è uguale a quella dell intera PA. Un esame della presenza dei giovani imprenditori donne nelle aree rurali evidenzia che, nel periodo presi in esame, mentre le aree D fanno registrare una lieveriduzione( 0,1puntipercentuali),dicontrolapresenzadelleconduttriciagricoleneipoliurbani(aree A)aumentaanchesedipoco(+0,3puntipercentuali). 45

47 Provincia Autonoma di Bolzano: conduttori donne con meno di 40 anni / conduttori totali, valori in %, 2007 Fonte:ElaborazioniRRNsudatiISTAT NellaProvinciaAutonoma(PA)diBolzano,nel2007,legiovanidonneimprenditricihannopesato,rispetto altotaledeigiovaniconduttori,perunaquotapiùbassarispettoaquellanazionale(15,2controil26,7%del totaleitalia).nellapal incidenzadellegiovanidonneconduttoridiimpreseagricolesullorototaleèstata pariall 1,6%,valoreugualeaquellodellamedianazionale(1,6%)edipocoinferioreaquellodelleregioni competitivitàconsideratenelcomplesso(1,8%);lapresenzadellegiovanidonneconduttori,trail2000eil 2007,èdiminuitadi1,1puntipercentuali.Interminisiaassoluticherelativiigiovaniconduttoridonnesono più numerosi nelle aree D (aree rurali con problemi complessivi di sviluppo), dove la loro incidenza sul totaleèugualeaquelladell interapa.unesamedellapresenzadeigiovaniimprenditoridonnenellearee ruralievidenziachelamaggioreriduzionenelperiodopresoinesamelafannoregistrareleareeruralicon problemi complessividisviluppo(areed)incui l incidenza delleimprenditrici giovanisul totale èpassata dal2,7all 1,6%. 46

L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI

L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI ll database degli indicatori territoriali della Rete Rurale Nazionale come strumento per lo sviluppo, il monitoraggio e la valutazione PIANO STRATEGICO DELLO SVILUPPO

Dettagli

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI Maggio 211 Pubblicazione realizzata con il contributo FEASR (Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale) nell'ambito delle attività

Dettagli

L ATLANTE DELLE DONNE IMPEGNATE IN AGRICOLTURA

L ATLANTE DELLE DONNE IMPEGNATE IN AGRICOLTURA L ATLANTE DELLE DONNE IMPEGNATE IN AGRICOLTURA Il database degli indicatori territoriali della Rete Rurale Nazionale come strumento per lo sviluppo, il monitoraggio e la valutazione delle politiche di

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA novembre 04 Introduzione In base ai dati dell VIII Censimento su Industria e Servizi dell ISTAT è stata condotta un analisi dell occupazione femminile nelle

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

È possibile usare i dati PASSI per monitorare la sicurezza dei bambini in automobile?

È possibile usare i dati PASSI per monitorare la sicurezza dei bambini in automobile? È possibile usare i dati PASSI per monitorare la sicurezza dei bambini in automobile? IV Workshop 2013 Coordinamento Nazionale PASSI Dati PASSI a supporto delle politiche per la sicurezza stradale Gianluigi

Dettagli

I MEDICI DI MEDICINA GENERALE a cura di Marco Perelli Ercolini

I MEDICI DI MEDICINA GENERALE a cura di Marco Perelli Ercolini I MEDICI DI MEDICINA GENERALE a cura di Marco Perelli Ercolini Diminuiscono i medici di medicina generale. I medici di famiglia sono passati dai 47.262 del 1999 ai 46.97 del. Infatti, per garantire una

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia-

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- DANIELE NICOLAI 1 Focus Introduzione imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- e di recessione in Europa ma il nostro Paese

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

MOVIMPRESE RISTORAZIONE

MOVIMPRESE RISTORAZIONE Le pillole di Notizie, commenti, istruzioni ed altro MOVIMPRESE RISTORAZIONE Anno 2011 Ufficio studi A cura di L. Sbraga e G. Erba MOVIMPRESE RISTORAZIONE A dicembre del 2011 negli archivi delle Camere

Dettagli

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista.

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista. In sensibile crescita la domanda di servizi assistenziali da parte degli anziani: in 8 anni il numero degli anziani ospiti dei presidi assistenziali è cresciuto di quasi il 30%. Gli ospiti anziani cui

Dettagli

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Imprese straniere in aumento. Su 6.061.960 imprese operanti in Italia nel 2013, 497.080

Dettagli

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI 5.3 Il patrimonio scolastico e ospedaliero nelle aree di rischio Tra gli edifici esposti al rischio naturale rientrano alcune strutture, come le scuole e gli ospedali, che hanno una particolare importanza

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

Startup innovative: una su otto è donna. Boom delle neoimprese smart femminili, +50,6% in un anno

Startup innovative: una su otto è donna. Boom delle neoimprese smart femminili, +50,6% in un anno Comunicato stampa Startup : una su otto è donna Boom delle neoimprese smart, +50,6% in un anno Roma, 06 marzo 2015 Pesano ancora poco sul tessuto imprenditoriale ma sono in crescita e davanti hanno un

Dettagli

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense L Italia dei libri Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto Gian Arturo Ferrari 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense Il metodo L affidamento a L inserimento dei libri nel Panel Consumer 3000

Dettagli

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Tabella 4: Numero di aziende che utilizzano il fondo regionale ogni dieci aziende che si avvalgano del regime assicurativo Area N.ro ogni 10 aziende Nord-Ovest

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 215 Saldi positivi ma in leggera flessione Nel terzo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili,

Dettagli

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti 4 agosto 2003 Telefono e cellulare: comportamenti emergenti La crescente diffusione del telefono cellulare nella vita quotidiana della popolazione ha determinato cambiamenti profondi sia nel numero sia

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi 4. I figli nelle separazioni e nei divorzi Fonte: ISTAT Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1993. Edizione 1995 121 Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1994. Edizione 1996 Matrimoni, separazioni

Dettagli

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI 1 - TOT Anno 2018 EXTR 527 4439 4966 28582 65265 93847 14436 22139 36575 15068 22474 37542 9557727 19675376 29233103 Lazio 912 219.840 411.696 140.452 331.490 360.292 743.186 Lombardia 903 145.687 275.986

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. In Generale. Coordinamento editoriale:

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. In Generale. Coordinamento editoriale: Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE Numero 7 - Novembre 2007 (Estratto dal Comunicato Stampa di Istat sulle Agrituristiche del 16 novembre 07) LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA L Istat

Dettagli

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA 11 maggio 2011 Anno 2010 LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA Nel 2010 il 46,8% della popolazione di 6 anni e più (26 milioni e 448 mila persone) dichiara di aver letto, per motivi non strettamente scolastici

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

INCONTRO ANNUALE 2010

INCONTRO ANNUALE 2010 Cagliari,14-15 ottobre 2010 INCONTRO ANNUALE 2010 tra la Commissione Europea e le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi FESR La ricerca nei POR 1 Presentazione 1. Attività di ricerca delle imprese

Dettagli

7. Assistenza primaria

7. Assistenza primaria 7. Assistenza primaria BSIP Marka Assistenza primaria 7.1. Medicina di base L assistenza distrettuale, allo scopo di coordinare ed integrare tutti i percorsi di accesso ai servizi sanitari da parte del

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

OMNIVISION ITALIA MERCATO LABORATORIO SINTESI

OMNIVISION ITALIA MERCATO LABORATORIO SINTESI OMNIVISION ITALIA MERCATO LABORATORIO SINTESI Febbraio 2013 METODOLOGIA Il campione è di 653 studi dentistici, proporzionalmente suddivisi per aree Nielsen. North West Piemonte, Val d Aosta, Lombardia,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 Indici territoriali di ricorso per Cassazione anno - 2013 SOMMARIO Introduzione 1. Indici di ricorso per

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

La produzione di uva e di vino Anno 2005

La produzione di uva e di vino Anno 2005 La produzione di uva e di vino Anno 2005 31 Gennaio 2006 L Istat diffonde i principali risultati 1 della produzione di uva e di vino in Italia, con riferimento all anno 2005. Essi derivano da stime effettuate

Dettagli

L attività dei confidi

L attività dei confidi L attività dei confidi Un analisi sui dati della Centrale dei rischi Valerio Vacca Banca d Italia febbraio 214 1 Di cosa parleremo Il contributo dei confidi ail accesso al credito delle pmi La struttura

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

9. Assistenza ospedaliera

9. Assistenza ospedaliera 9. Assistenza ospedaliera Keystone LaPresse Assistenza ospedaliera 9.1. Assistenza ospedaliera per acuti e lungodegenti Il sistema SSN si avvale per l assistenza ospedaliera di 1.410 Istituti di ricovero

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

I NUMERI DEI GIOVANI: UNA MAPPATURA DELL EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE GIOVANILE IN VENETO

I NUMERI DEI GIOVANI: UNA MAPPATURA DELL EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE GIOVANILE IN VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Programmazione Socio Sanitaria, Volontariato e Non Profit Newsletter dell Anno 5, N 64 novembre 2007 - SPECIALE I NUMERI DEI GIOVANI: UNA MAPPATURA DELL EVOLUZIONE DELLA

Dettagli

ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI

ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI CONCORSI REGIONALI PER L ACCESSO AL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE ANNO 2013 a cura di FIMMG Formazione puglia Il 17 Settembre di quest anno si è svolto,

Dettagli

Dossier rincari ferroviari

Dossier rincari ferroviari Nel 2007 i pendolari in Italia hanno superato i 13 milioni (pari al 22% della popolazione) con un incremento del 18% rispetto al 2005. La vita quotidiana è quindi sempre più caratterizzata dalla mobilità,

Dettagli

L importanza di abitare in periferia

L importanza di abitare in periferia I nuovi colori dell Italia elettorale L importanza di abitare in periferia di Ilvo Diamanti LA GIORNATA DELLE MARCHE TRA IDENTITA E ORGOGLIO Materiali presentati al Teatro Rossini, Pesaro, 10 dicembre

Dettagli

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia.

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia. Fondazione Impresa Via Torre Belfredo 81/e 30174 Mestre Venezia + 39 340 2388841 info@fondazioneimpresa.it www.fondazioneimpresa.it CAMPANIA, SARDEGNA E BASILICATA: I MIGLIORI MIX DI ENERGIA RINNOVABILE

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Sintesi L incidenza e la mortalità per il tumore del polmone stimate in nel periodo 197-215 mostrano andamenti differenti tra uomini e donne:

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

I principali risultati

I principali risultati FINANZA LOCALE: ENTRATE E SPESE DEI BILANCI CONSUNTIVI (COMUNI, PROVINCE E REGIONI). ANNO 2012 1 I principali risultati 1 Comuni Nel prospetto 1 sono riportati i principali risultati finanziari di competenza

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO DAL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL

SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO DAL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO L SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL FEDERALISMO FISCALE: E UN PROCESSO INELUDIBILE MA OCCORRONO APPROFONDIMENTI. POSSIBILI AUMENTI DELL 82,8% DELL IRPEF REGIONALE.

Dettagli

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Primo Convegno Nazionale Qualita della vita: territorio e popolazioni Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Sabrina Stoppiello, Stafania Della Queva, Manuela Nicosia Censimento

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane 17 marzo 2004 Le esportazioni delle regioni italiane Anno 2003 Nel 2003 il valore delle esportazioni italiane ha registrato una flessione del 4 per cento rispetto al 2002. Dal punto di vista territoriale,

Dettagli

DATI ISTAT Noi Italia

DATI ISTAT Noi Italia Nel 2013 le famiglie in condizioni di povertà relativa sono il 12,6 per cento, poco più di 10 milioni di individui (16,6 per cento della popolazione). La povertà assoluta coinvolge il 7,9 per cento delle

Dettagli

Gennaio-Novembre 2018

Gennaio-Novembre 2018 1 - TOT CONSISTENZA RICETTIVA E RILEVATI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI Gennaio-Novembre 2018 EXTR 528 4398 4926 28617 65025 93642 14456 22060 36516 15090 22403 37493 8785278 18138949 26924227 Lazio 912 196.079

Dettagli

Il REPORT. I giovani Neet registrati

Il REPORT. I giovani Neet registrati Roma, 7 Novembre 2014 L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 6 novembre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 283.317 giovani, di questi il 52% (146.983 giovani) lo ha fatto attraverso

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

SISAV Sistema di indicatori per la salute dell anziano nel Veneto. La cataratta

SISAV Sistema di indicatori per la salute dell anziano nel Veneto. La cataratta Ostuni, 26/08/2005 SISAV Sistema di indicatori per la salute dell anziano nel Veneto La cataratta Paolo Spolaore Indicatori SISAV proposti per la cataratta e ricavabili dalle SDO Proporzione di soggetti

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

Il leasing immobiliare: nel 2004 ancora in fase espansiva

Il leasing immobiliare: nel 2004 ancora in fase espansiva Un panorama del mercato del leasing in Italia realizzato in collaborazione con LOCAT Leasing e redatto dall Ufficio Studi FIMAA Milano su elaborazioni Nomisma su dati Assilea. Il leasing immobiliare: nel

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA POVERTÀ IN ITALIA 15 luglio 2011 Anno 2010 LA POVERTÀ IN ITALIA La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l 11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti. La soglia di

Dettagli

Produzione: crescono le rinnovabili (+11,1%), si conferma primato del gas nella produzione termica (67,1%)

Produzione: crescono le rinnovabili (+11,1%), si conferma primato del gas nella produzione termica (67,1%) Nota di sintesi Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2010 CRESCE LA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2010: +3,2% E il valore di crescita più alto del decennio 2001-2010, eguagliato l incremento

Dettagli

La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base regionale

La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base regionale VI Workshop UniCredit RegiosS Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali. I fattori di competitività territoriale La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 119 117 114 69 52 28 14 1 343 267 242 215 444 607 736 946 938 1.168 1.066 1.622 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 Il caldo torrido di questa estate sembra aver

Dettagli

L attuazione delle politiche di coesione 2007-2013 al 30 giugno 2015: un focus sul turismo nelle politiche comunitarie in Italia

L attuazione delle politiche di coesione 2007-2013 al 30 giugno 2015: un focus sul turismo nelle politiche comunitarie in Italia L attuazione delle politiche di coesione 2007-2013 al 30 giugno 2015: un focus sul turismo nelle politiche comunitarie in Italia Al 30 giugno 2015, i progetti finanziati dagli strumenti programmatici delle

Dettagli

Supporto alle Politiche Sociali nella Programmazione nazionale e regionale 2014-2020

Supporto alle Politiche Sociali nella Programmazione nazionale e regionale 2014-2020 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Incentivi all occupazione

Incentivi all occupazione , Incentivi all occupazione L. 92/2012 Soggetti interessati - Oltre 50 anni, disoccupati da 12 mesi. - Donne disoccupate da 24 mesi (6 mesi area a disagio occupazionale, settori particolari, definiti da

Dettagli

La grande distribuzione organizzata in FVG 2005-2015

La grande distribuzione organizzata in FVG 2005-2015 22 dicembre #economia Rassegna stampa TG3 RAI FVG 20dic2015 Messaggero Veneto 20dic2015 Il Piccolo 20dic2015 Gazzettino 20dic2015 La grande distribuzione organizzata in FVG 2005-2015 Nell ultimo decennio

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA Fabio Voller Dirigente Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana Incidenti stradali

Dettagli

il nuovo sistema elettorale

il nuovo sistema elettorale Cosa cambia con il nuovo sistema elettorale INIZIO / I seggi alla Camera dei deputati Quanti deputati si eleggono? DAI VOTI ESPRESSI DAGLI ITALIANI ALL ESTERO: DAI VOTI ESPRESSI SUL TERRITORIO NAZIONALE:

Dettagli

FIDUCIA DEI CONSUMATORI

FIDUCIA DEI CONSUMATORI 23 Dicembre 213 Dicembre 213 FIDUCIA DEI CONSUMATORI A dicembre l indice del clima di fiducia dei consumatori in base 25= diminuisce a 96,2 da 98,2 del mese di novembre. Migliorano i giudizi sulla componente

Dettagli

QUADRO RIEPILOGATIVO SULLA REGOLAMENTAZIONER REGIONALE DELL APPRENDISTATO DI PRIMO LIVELLO

QUADRO RIEPILOGATIVO SULLA REGOLAMENTAZIONER REGIONALE DELL APPRENDISTATO DI PRIMO LIVELLO REGIONI REGOLAMENTAZIONE ORE E MODALITA APPRENDISTATO APPRENDISTATO Lazio no Valle D Aosta no Friuli Venezia Giulia si 500 ore annue per tre anni per apprendisti fra i 15 e 18 anni 400 ore annue per tre

Dettagli

PICCOLE IMPRESE: CON MENO CREDITO E IN AUMENTO LA PIAGA DELL USURA

PICCOLE IMPRESE: CON MENO CREDITO E IN AUMENTO LA PIAGA DELL USURA PICCOLE IMPRESE: CON MENO CREDITO E IN AUMENTO LA PIAGA DELL USURA Con la forte contrazione dei prestiti bancari avvenuta in questi ultimi anni, soprattutto nei confronti delle imprese di piccola dimensione,

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

REGIONE N. SITI ANTROPICI NATURALI

REGIONE N. SITI ANTROPICI NATURALI Parere tecnico (emesso in merito alla nota n. 2128/TRI/DI del 31/01/2012 sul Decreto ministeriale 18/3/2003, n. 101, Regolamento per la realizzazione di una mappatura del territorio nazionale interessate

Dettagli

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e della qualità Direzione generale della competitività per lo sviluppo rurale STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Bollettino

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali PRIMA INDAGINE NAZIONALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLE RETI ONCOLOGICHE REGIONALI (Dicembre 2014 - Febbraio 2015) Programma Azioni Centrali: DEFINIRE

Dettagli

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio Fisica Sanitaria Roma, 17 Febbraio 2012 Michele Belluscio Fisica Sanitaria: Attività La Fisica Sanitaria svolge attività connesse, in modi e misure diverse, con: -Radioterapia oncologica -Medicina nucleare

Dettagli

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 Per chi decide di compilare on line il proprio 730 non ci sono problemi : il fisco mette a disposizione un manuale di

Dettagli

Report incentivi ISI 2012

Report incentivi ISI 2012 Report incentivi ISI 2012 Il 18 aprile 2013 si è conclusa regolarmente la procedura telematica per l'assegnazione dei 155 milioni di euro stanziati a fondo perduto dall INAIL nell ambito del bando degli

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico Decreto del direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012: indizione dei concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente

Dettagli

Il 69% del deficit sanitario è prodotto da Campania, Lazio e Sicilia

Il 69% del deficit sanitario è prodotto da Campania, Lazio e Sicilia Il 69% del deficit sanitario è prodotto da Campania, Lazio e Sicilia L aziendalizzazione della sanità in Italia è il titolo del Rapporto Oasi 2011, analisi annuale sul Sistema sanitario nazionale a cura

Dettagli