COMUNE DI CAGGIANO Provincia di Salerno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CAGGIANO Provincia di Salerno"

Transcript

1 Progetto cofinanziato dall Unione Europea Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR FESR Campania Obiettivo Operativo 5.1 E-Government e E-Inclusion Progetto: Descrizione: Importo a base di appalto Importo per la sicurezza Documento Multiprogetto Servizi di e-government Comuni Campanipiattaforma tecnologica Procedura aperta per la fornitura di beni e servizi per la realizzazione della piattaforma tecnologica (HW e SW di base) a supporto del Multiprogetto Servizi di e-goverment Comuni campani relativo al complesso di sei interventi ammessi a finanziamento con DD n.103 del 29/11/2010 della AGC n 6 Settore n 2 della Regione Campania (PO FESR Campania 2007/2013 OO 5.1), ciascuno avente come capofila rispettivamente i comuni di Aiello del Sabato (AV), Caggiano (SA), Cercola (NA), Piedimonte (CE), Vitulazio (CE) e Asmenet Campania, per complessivi 193 comuni campani. Euro ,67 (IVA esclusa) Euro 6.000,00 (IVA esclusa) non soggetto a ribasso CAPITOLATO DI GARA Data: Maggio 2014 File: v.7 Atti di programmazione Committente REGIONE CAMPANIA POR-FESR Campania Obiettivo Operativo 5.1 E-Government e E-Inclusion Amministrazione comunale di Caggiano (Sa) Sede legale : via Nestore Caggiano, Caggiano(Sa) Capitolato tecnico di gara Pagina 1 di 45

2 CAPITOLATO DI GARA Termini usati e descrizioni Termine Capitolato tecnico Descrizione Si intende il documento che contiene le informazioni tecniche e specifica gli interventi oggetto della gara. Committente Si intende l Amministrazione comunale di Caggiano (SA) che opera in qualità di Committente per conto delle Amministrazioni capofila Aggiudicatario ovvero Appaltatore Amministrazione Regionale Si intende il soggetto (Impresa singola o RTI, Consorzio o GEIE) aggiudicatario del presente appalto ad esito della presente procedura di gara. Si intende la Regione Campania. Capitolato tecnico di gara Pagina 2 di 45

3 INDICE Articolo 1. PREMESSE... 4 Articolo 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO... 5 Articolo 3. ARCHITETTURA DELLA PIATTAFORMA ICT... 8 Articolo 4. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 5. REQUISITI GENERALI DELLA FORNITURA Articolo 6. SERVIZI DI INSTALLAZIONE Articolo 7. SERVIZI DI ASSISTENZA, MANUTENZIONE E GARANZIA Articolo 8. SERVIZI DI GESTIONE DEL PROGETTO Articolo 9. SERVIZI DI FORMAZIONE Articolo 10. TERMINI DI REALIZZAZIONE DELLA FORNITURA Articolo 11. PROPRIETA DELLE SOLUZIONI ICT ADOTTATE Articolo 12. VERIFICHE DI REGOLARE ESECUZIONE DEI LAVORI E COLLAUDO FINALE Articolo 13. DOCUMENTAZIONE DI GARA Capitolato tecnico di gara Pagina 3 di 45

4 Articolo 1. PREMESSE La Piattaforma Tecnologica oggetto della fornitura è stato definita nelle sue specifiche tecniche e funzionali in modo da poter soddisfare le esigenze elaborative relativa al complesso degli interventi ammessi a finanziamento (Multiprogetto di e-goverment Comuni Campani) con DD n.103 del 29/11/2010 della AGC n 6 Settore n 2 della Regione Campania (PO FESR Campania 2007/2013 OO 5.1), ciascuno avente come capofila rispettivamente i comuni di Aiello del Sabato (AV), Caggiano (SA), Cercola (NA), Piedimonte (CE), Vitulazio (CE) e Asmenet Campania, per complessivi 193 Comuni campani. Essa presenta le seguenti caratteristiche salienti: 1. Realizzare due data center gemelli (costituiti da un nodo primario NOP e un nodo secondario NOS) per dare attuazione a una organizzazione affidabile e resiliente del delivery dei servizi ICT nei confronti dei Comuni basata sul modello Cloud computing ; 2. In prospettiva, avrà il compito di supportare la gestione di tutti i servizi applicativi e infrastrutturali avanzati previsti negli interventi sopra riportati e rientranti nel Multiprogetto Servizi di e-government Comuni Campani (la migrazione di tali servizi non e' oggetto della presente fornitura); 3. Fornirà ai Comuni che partecipano al Cloud i servizi di Backup e Restore dei propri sistemi ICT, impiegando le risorse elaborative che verranno rese disponibili dall infrastruttura una volta realizzata e predisponendo adeguati servizi di interoperabilità tra le risorse ICT del Comune e il Cloud; 4. Prevede la presenza di un nodo locale (NOL), presso ciascun Comune, in modo da consentire un unico punto di interoperabilità tra il Cloud ed i sistemi di elaborazione in essere presso ciascun Comune; 5. Prevede un sito web da mettere a disposizione di ciascun Comune per l accesso ai servizi Cloud on-demand; Si ispira ai principi di: scalabilità dovrà essere scalabile nel tempo per far fronte ad esigenze future di capacità elaborativa acquisibile anche da fornitori di Cloud Pubblico; Openness dovrà aderire a standard aperti (senza costi di licenza) ed esporre interfacce sia grafiche che programmatiche, complete rispetto alle funzionalità fornite; in particolare si attribuisce un ruolo di primo piano ad un SISTEMA OPERATIVO CLOUD (es. OpenStack o similare): il sistema operativo cloud richiesto deve controllare un insieme di risorse computazionali, storage e risorse di rete presenti nel data center in forma virtualizzata, tutte gestite utilizzando una dashboard che fornisce il controllo completo all amministratore e inoltre, Capitolato tecnico di gara Pagina 4 di 45

5 attraverso l utilizzo di un interfaccia web, offre all utente finale le funzionalità di self-service provisioning. Continuità - dovrà supportare un adeguato livello di continuità del servizio, secondo gli standard dettati dal CAD ed in particolare dalle linee guida pubblicate dall AGID. Articolo 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO Il Committente intende perseguire, con l acquisizione descritta nel presente capitolato, l'obiettivo di acquisire una soluzione abilitante ad una gestione infrastrutturale e ad un erogazione dei propri servizi IT alle 193 Amministrazioni aderenti, in modo scalabile e flessibile. Il perseguimento di questo obiettivo consentirà al Committente di avvicinarsi progressivamente ad una logica di servizio erogato in modalità Cloud con risorse IT proprie. Dal punto di vista dell utilizzatore (le Amministrazioni), il Cloud Computing presenta due caratteristiche fondamentali: o o Gli utenti (le Amministrazioni) possono scalare a semplice richiesta la fornitura di risorse, senza essere vincolati ad una capacità fissa, attraverso un dimensionamento di tipo dinamico in una logica flessibile di messa a disposizione di risorse a domanda ; L eliminazione di un impegno iniziale, permettendo di allocare le risorse solo quando necessario. Dal punto di vista del Committente, queste caratteristiche richiedono la disponibilità di capacità e- laborativa integrata che viene utilizzata in maniera condivisa da diversi carichi elaborativi (workload). Nel modello a tendere, è necessario che le risorse siano virtualizzate per garantire sia l'utilizzo efficiente delle risorse che la loro programmabilità e gestione attraverso software di automazione ed orchestrazione. Ma la virtualizzazione non è da ritenersi esclusiva, devono essere contemplate anche applicazioni non virtualizzate. In sostanza, l'infrastruttura utilizzata dal fornitore di servizi di tipo Cloud presenta tre caratteristiche fondamentali: o o o risorse infrastrutturali basate su tecnologie standardizzate; virtualizzazione delle risorse elaborative per rendere possibile multiplare la capacità elaborativa in funzione dei workload; automazione dei processi di gestione del servizio. La Piattaforma Tecnologica (hardware e software), illustrata nella figura successiva, dovrà consentire: 1. L erogazione dei servizi applicativi OFF, CAN, PAE del progetto Multiservizi e-gov e servizi di cooperazione applicativa connessi per i Comuni utenti appartenenti a ciascuna aggregazione (Layer Applicativo); Capitolato tecnico di gara Pagina 5 di 45

6 2. La disponibilità dei servizi infrastrutturali avanzati di supporto ai servizi applicativi e di cooperazione applicativa; 3. L erogazione di servizi tecnologici avanzati per le funzionalità di sicurezza, backup, disaster recovery e continuità operativa; 4. La definizione di ambienti separati per test, sviluppo e produzione (Ambienti); 5. La fornitura di servizi a richiesta per i Comuni utenti riguardanti il consolidamento dei server interni degli Enti sulla piattaforma virtuale di progetto; L obiettivo di cui al precedente punto 5, non approfondito nel presente Capitolato tecnico, rappresenta elementi che dovranno essere tenuti in considerazione nell ambito della formulazione dell offerta tecnica. Capitolato tecnico di gara Pagina 6 di 45

7 Segue la rappresentazione grafica dello scenario d uso futuro. Capitolato tecnico di gara Pagina 7 di 45

8 Articolo 3. ARCHITETTURA DELLA PIATTAFORMA ICT La piattaforma tecnologica deve essere considerata una commodity (con il significato di uno strumento ottenibile comodamente, pratico). La realizzazione di questo obiettivo è aiutata dalla a- dozione della tecnologia della virtualizzazione che consente di disaccoppiare le risorse ICT (server, storage, reti) dagli apparati fisici, abbassando i costi legati all hardware e soprattutto i costi legati ai servizi di manutenzione. Significa anche avviare un percorso di integrazione delle tecnologie afferenti ai singoli nodi comunali con quelle che verranno rese operative presso il datacenter comune. E significa garantire la continuità operativa ed il Disaster Recovery dei sistemi comunali. La scelta dello strumento di virtualizzazione è di tipo open source con l apertura della piattaforma tecnologica verso diverse tipologie di hypervisor (VmWare, KVM, Xen, Hyper-V) per consentire la gestione dei diversi ambienti e semplificare ulteriormente l integrazione. La piattaforma tecnologica adotta un modello topologico di risorse elaborative che tiene conto della preesistenza di risorse elaborative già in funzione presso ciascun ente territoriale (193 comuni) e della necessità di organizzare un processo di razionalizzazione di tali risorse convergendo verso un modello Cloud. Per ragioni di resilienza ed affidabilità complessiva del sistema Cloud da realizzare, questo si appoggerà su un data center articolato su almeno due nodi territoriali installati ad almeno 200 km di distanza e perfettamente simmetrici. Come definito nelle linee guida emanate dall AGID, a cui in ogni caso si deve far riferimento nella definire la proposta, per il disaster recovery delle pubbliche amministrazioni, ai sensi del c. 3, lettera b) dell art. 50 bis del Codice dell Amministrazione Digitale (Ag-giornamento 2013), i servizi cloud richiesti per il DR rientrano in due categorie principali: - servizi cloud di DR costruiti dall utente combinando servizi IaaS; - servizi cloud definiti DR as a service (DRaaS). Nel primo caso l utente realizza una soluzione di DR su misura per le proprie esigenze combinando in modo adeguato servizi IaaS di storage e di risorse elaborative offerte dal fornitore di public cloud, gestendo in proprio il trasferimento dei dati e delle immagini delle macchine virtuali nel cloud, il ripristino in caso di disastro e l eventuale conversione a server virtuali di server fisici presenti nel sito primario. La amministrazione utente del servizio deve avere personale competente in quanto, per queste soluzioni fai da te, il fornitore, generalmente, non fornisce servizi di supporto per il trasferimento dati e immagini nel cloud, per il ripristino e per la eventuale conversione phisical-to virtual. Nel secondo caso si tratta di servizi preconfezionati definiti DR as a service finalizzati a consentire, in caso di disastro, il ripristino dei sistemi di produzione dell utente nella infrastruttura cloud con requisiti di RPO e RTO predefiniti in funzione del livello di servizio prescelto. Spesso i fornitori di servizi DRaaS forniscono software per replicare i dati e le applicazioni presenti nel sito primario dell utente al cloud e sono in grado di convertire back-up di macchine fisiche o virtuali in macchine virtuali da attivare nel cloud. Capitolato tecnico di gara Pagina 8 di 45

9 Warm cloud site: nel cloud sono presenti copie non in linea delle macchine virtuali che possono essere attivate in caso di disastro o per attività di test con tempi di ripristino di poche ore (RTO: 2-6 ore, RPO: 0-24 ore). Capitolato tecnico di gara Pagina 9 di 45

10 Nella figura seguente viene illustrato il network che verrà organizzato e gestito con il presente intervento: Capitolato tecnico di gara Pagina 10 di 45

11 Articolo 4. OGGETTO DELL APPALTO La fornitura ha per oggetto i beni elencati nel seguito: o o capacità elaborativa pari a 193 server, installati presso le Amministrazioni di cui al disciplinare, che ospiteranno in ambiente virtualizzato le applicazioni attualmente in esecuzione presso le infrastrutture IT degli stessi comuni e la fornitura di n 579 dispositivi portatili wifi; componenti hardware e software per i due nodi (primario, collocato preferibilmente presso un DC nel territorio della Regione Campania, e secondario ad almeno 200 km di distanza) che supportino i seguenti servizi aggiuntivi: - servizio di backup/restore, per gli stessi 193 server, erogato da un'infrastruttura centralizzata ed in configurazione Disaster Ricovery capace di garantire non oltre 4 ore di fermo del servizio; - servizio Cloud di tipo infrastrutturale (IaaS) per rendere disponibili macchine virtuali per ospitare applicazioni di interesse dei soci e da essi gestite, erogato da un'infrastruttura centralizzata ed in configurazione Disaster Ricovery capace di garantire non oltre 15 minuti di fermo del servizio. Nell ambito della presente fornitura devono essere inclusi anche i servizi professionali tecnicosistemistici necessari ad abilitare l uso delle tecnologie incluse nella fornitura. Sono da includere: o Servizi di implementazione ed avvio, in particolare: - Servizi di installazione e configurazione dei due nodi (HW e SW, incluso Open Stack o similare) - Servizi di integrazione sito primario e sito secondario - Servizi di installazione e configurazione FW - Servizi di installazione e configurazione dei servizi supportati da macchine virtuali, tra cui: Servizi di installazione e configurazione Anti Spam Servizi di installazione e configurazione IDS - IPS Servizi di installazione e configurazione Proxy Content Filtering Servizi di installazione e configurazione Log Management - Realizzazione del portale web dei servizi Cloud - Servizi di installazione dei nodi applicativi locali presso gli enti. o Servizi di addestramento Capitolato tecnico di gara Pagina 11 di 45

12 o o o o o Servizi di gestione in pre-esercizio per sei mesi Servizi di supporto di secondo livello in esercizio per 1 anno Servizi di manutenzione delle componenti hardware e software in esercizio per 3 anni Servizi di housing e facility management comprensivo di 100 Mbit/s di banda per sei mesi sul sito di DR Servizi di gestione progettuale. Capitolato tecnico di gara Pagina 12 di 45

13 Dettaglio delle forniture hardware e software La visione unitaria dell architettura del sistema deve tradursi nella scelta di componenti in grado di assicurare il miglior compromesso fra prestazioni, affidabilità, economia di esercizio e costi di acquisto. Nel seguito verranno descritte compiutamente le caratteristiche dei sistemi server, del sistema di storage, degli apparati di rete, dei software di ambiente e di tutto quanto concorre a definire l architettura complessiva del sistema, insieme ai servizi per lo start-up del sistema. Nella tabella seguente i requisiti generali richiesti alla fornitura ed alla ditta fornitrice. Area Requisiti generali Tipologia di requisito Descrizione Generale Soluzione Architetturale Descrizione Inserire il link al documento che descrive la soluzione tecnica Inserire la soluzione architetturale di alto livello. Descrivere ad alto livello le caratteristiche di openness della soluzione in particolare se è: - una soluzione open basata su Open Source Software (OSS) Requisiti "Openness" - una soluzione proprietaria basata su Open Source Software Requisiti di Scalabilità - una soluzione proprietaria Se basata su OpenStack o similare, indicare le principali customizzazioni e le modalità di integrazione. Descrivere ad alto livello le caratteristiche di scalabilità della soluzione per far fronte ad esigenze future. In particolare descrivere: - massimo numero di oggetti gestiti - massimo numero di macchine virtuali simultaneamente in esecuzione; - massimo numero di socket, disk, VM, rack, zone gestiti Requisiti di continuità Componenti Hardware La configurazione del sistema deve garantire la continuità del servizio a fronte di un evento di tipo "disastro" con ripartenza entro 15 minuti per tutti i servizi eccetto il backup, che deve ripartire entro 4 ore. Indicare la lista delle maggiori componenti HW Capitolato tecnico di gara Pagina 13 di 45

14 Area Tipologia di requisito Componenti SW Descrizione Indicare le tipologie di licenze incluse ed il relativo supporto Inserire la lista dei servizi di supporto inclusi (relativi sia alle componenti HW che SW) nell'ambito della soluzione e le caratteristi- Servizi di supporto alle componenti architetturali (HW, SW) tipologia (on-site support, remote support, local partners support) che dello stesso. Per ogni servizio di supporto fornire il vendor, la etc. Servizi professionali Installazione Migrazione Gestione del progetto Descrizione delle attività di consegna, installazione, attivazione e configurazione delle componenti della soluzione come descritte nel documento di risposta. Definire le modalità di migrazione dallo scenario as-is allo scenario to-be Definire i meccanismi di governance e gestione progettuale. Dare evidenza del piano di progetto distinguendo le fasi di set-up e di gestione Addestramento all'esercizio Definire le modalità di erogazione di attività di addestramento finalizzate a trasferire la necessaria conoscenza per la gestione dell'infrastruttura in ambito (numero di sessioni e numero partecipanti) Profilo societario Supporto Operativo Profili Professionali Profilo Partnership Referenze Evoluzioni della soluzione Definire le modalità con cui verranno erogati i servizi di supporto operativo sull'infrastruttura in ambito Indicare le figure professionali coinvolte in ciascuna fase di progetto ed eventuali certificazioni possedute. Descrizione della società con indicazione delle sedi geografiche Indicare le partnership più significative Specificare referenze su clienti nazionali e/o internazionali con implementazioni analoghe Indicare la roadmap di evoluzione del prodotto indicando gli elementi di innovazione previsti Capitolato tecnico di gara Pagina 14 di 45

15 Area Tipologia di requisito Risorse dedicate Altre informazioni rilevanti sul tema cloud Descrizione Indicare le risorse dedicate al supporto e sviluppo dei prodotti in ambito Aggiungere ogni altra informazione attinente alle capacità "cloud" della società Capitolato tecnico di gara Pagina 15 di 45

16 Hardware Nella tabella seguente sono forniti i requisiti minimi richiesti alle componenti hardware oggetto della fornitura. I requisiti si riferiscono a tipologie di server (di tipo A) destinati ad ospitare la piattaforma di gestione del Cloud e del Backup/Restore, e server blade (di tipo B) destinati ad ospitare i servizi IaaS ed applicativi. La configurazione richiesta, in termini di CPU e memoria, deve avere lo stesso livello di espandibilità al fine di permetterne un eventuale riutilizzo nell evoluzione del sistema. Area Requisito Descrizione Quantita minima Rack Tipologia Rack Rack standard 42 U 2 Densità di server blade ospitabile all interno di un singolo rack 42U Almeno 48 server fisici in formato blade per singolo rack Chassis Minima quantità di chassis per server in formato blade Almeno N. 2 chassis per server in formato blade 2 Densità di server nello chassis Slot disponibili per le blade servers: min. 8 per singolo chassis Superiori a 8 server fisici per singolo chassis Superiori a 16 server fisici per singolo chassis 16 Architetture CPU supportate In grado di ospitare in modalità mista, server a 2 CPU e server a 4CPU con i seguenti sistemi operativi: Windows, Linux, VMWare, Possibilità di installare all'interno dello stesso chassis server in modalità mista, server a 2 CPU e server a 4 CPU con i seguenti Sistemi Operativi : Windows, Linux, Vmware, AIX Possibilità di installare all'interno dello stesso chassis blades con processori di tipo RISC Capitolato tecnico di gara Pagina 16 di 45

17 Area Requisito Descrizione 2 slot disponibili per i moduli switch I/O interni al singolo chassis Quantita minima Possibilità di inserire all'interno dello stesso chassis ulteriori 2 switch Ethernet analoghi a quelli forniti, oltre a eventuali passtrough, FcoE o FC a 16Gb Alimentazione Alimentatori: Ridondati e hot swap, configurati in modo da supportare la configurazione massima del Blade Chassis I/O dello chassis Raffreddamento Ventole: ridondate e hot swap, le ventole fornite dovranno essere in grado di supportare la configurazione massima del Blade Chassis Gestione integrata Modulo di management interno allo chassis, con porta e- thernet per la gestione dei server Blade e delle componenti dello Chassis via TCPIP. Tale modulo dovrà essere ridondato. Il traffico di management all'interno dello chassis dovrà avvenire su dedicata Il modulo di management dello chassis dovrà provvedere, in caso di guasto di una qualsiasi parte, alla apertura automatica della chiamata, in modalità elettronica, presso il servizio di assistenza del produttore opzionale opzionale virtualiza- I/O tion L intera architettura dello chassis e di tutti i suoi componenti deve garantire il supporto alla virtualizzazione delle connessioni, per permettere la sostituzione dei server fisici senza dover riconfigurare l intero ambiente dal punto di vista della connettività Switch Ethernet Cavi Switch Ethernet a 10Gb, hot-plug con ognuno almeno N.14 porte interne a 10Gb abilitate e N.10 porte di uplink verso la rete esterna. Per ogni swich dovranno essere forniti N.2 SFP+ a 10Gb Possibiltà di switch con scalabilità fino a 64 porte a 10Gb, tutte installate fisicamente o abilitabili tramite licenza SW (senza upgrade HW) su singolo switch Ethernet integrato fornito Possibilità di switch integrati con disponibilità di porte di u- plink a 40Gb Cavi per collegamento apparati (a soddisfo), specificare le 8 A corpo Capitolato tecnico di gara Pagina 17 di 45

18 Area Requisito Descrizione caratteristiche Quantita minima Servers Blades tipo A Blades con minimo N. 2 CPU E v2 8c e 64GB RAM espandibile a 768GB 2 Possibilità di utilizzare tutti e 24 slot di memoria RAM, con qualsiasi modello di CPU installabile sul server (indipentemente dalla CPU richiesta). Valido per sistemi con 2 CPU installate. Possibilità di ospitare fino a 8 dischi SSD non hot-plug interni (senza aggiunta di dispositivi esterni) Supporto RAID 0 1 HW Supporto RAID 5, 6, 10, 50, 60 HW (anche mediante controller SAS interno aggiuntivo) Controller Ethernet: adattatore dual port 10Gb Gigabit CNA collegato agli switch interni dello chassis via midplane Supporto di mezzanine quad port FC 16GB ed Ethernet 10gb CNA Possibilità di gestire le connessioni ethernet a 10Gb in modalità multi MAC Address (partizionamento e associazione di almeno 4 MAC Address distinti per singola porta) Blades tipo B Blades con almeno N. 2 CPU E v2 12C e 384GB RAM espandibile a 768GB 6 Possibilità di utilizzare tutti e 24 slot di memoria RAM, con qualsiasi modello di CPU installabile sul server (indipentemente dalla CPU richiesta). Valido per sistemi con 2 CPU installate. Predisposizione per installazione USB Key interna Disponibilità di 2 o piu USB Key interne con il software Hipervisor VMWARE Possibilità di ospitare fino a 8 dischi SSD non hot-plug interni (senza aggiunta di dispositivi esterni) Capitolato tecnico di gara Pagina 18 di 45

19 Area Requisito Descrizione Supporto RAID 0 1 HW Quantita minima Nodo locale Nodo locale Tower Server di tipo A (consegnare ai comuni <5.000 ab.) Tower Server di tipo B (consegnare ai comuni >5.000 ab. < ab.) Supporto RAID 5, 6, 10, 50, 60 HW (anche mediante controller SAS interno aggiuntivo) Controller Ethernet: adattatore dual port 10Gb Gigabit CNA collegato agli switch interni dello chassis via midplane Supporto di mezzanine quad port FC 16GB ed Ethernet 10gb CNA Possibilità di gestire le connessioni ethernet a 10Gb in modalità multi MAC Address (partizionamento e associazione di almeno 4 MAC Address distinti per singola porta) Minimo N. 1 CPU E3-1270v2 4c 8GB RAM espandibile e hard disk n 2 x 500Gb Possibilità di ospitare almeno 4 HDD 3.5" simple swap Possibilità di ospitare almeno 8 HDD 2.5" hot swap Supporto SSD N.2 alimentatori ridondati, hot-swap e certificati 80Plus Preinstallato S.O. linux CENTOS u.v. N. 1 CPU E3-1270v2 4c 16GB RAM espandibile e hard disk n 2 x 1Tb Possibilità di ospitare almeno 4 HDD 3.5" simple swap Possibilità di ospitare almeno 8 HDD 2.5" hot swap Supporto SSD Capitolato tecnico di gara Pagina 19 di 45

20 Area Requisito Descrizione N.2 alimentatori ridondati, hot-swap e certificati 80Plus Quantita minima Nodo locale Tower Server di tipo C (consegnare ai comuni > ab.) Preinstallato S.O. linux CENTOS u.v. N. 2 CPU E3-1270v2 4c 32GB RAM espandibile e hard disk n 2 x 2Tb Possibilità di ospitare almeno 4 HDD 3.5" simple swap Possibilità di ospitare almeno 8 HDD 2.5" hot swap Supporto SSD N.2 alimentatori ridondati, hot-swap e certificati 80Plus Preinstallato S.O. linux CENTOS u.v. 10 Supporto locale Dispositivi portatili tablet 7 memoria 8 GB min 579 Rack Server Rack Server Rack Server a 2U con minimo 2 CPU E5-2650v2 8c con almeno 64GB RAM espandibile a 512GB 2 Alimentatori e ventole : Ridondati e hot swap Predisposizione per installazione USB Key interna Storage Storage Protocolli Cache Espandibilità Dimensioni fisiche dischi Sistema di Storage SAN con dual controller e almeno 240TB lordi Supporto di dischi di tipo: SAS, NL-SAS, SSD Almeno 2 porte iscsi 1 Gb, almeno 2 porte iscsi/fcoe 10Gb, almeno 3 porte SAS 6Gbps per controller Cache: Minimo 4 GB per controller Espandibilità cache ad 8GB per controller Tipologia dischi: deve poter contenere unità disco da 3,5 oppure da 2,5" 2 Capitolato tecnico di gara Pagina 20 di 45

21 Area Requisito Descrizione Numero minimo di unità disco supportate Intermix dischi: deve essere possibile, compatibilmente con la relativa form factor, l intermix dei dischi all interno dello stesso enclosure Numero minimo di unità disco supportate = 60 Raid supportati Raid supportati: 0, 1, 5, 6 e 10 Quantita minima Estrazione a caldo dei dischi Thin Provisioning Hierarchical Storage Management GUI Gestione dischi: possibilità di estrazione/inserimento a caldo dei dischi Thin Provisioning: deve consentire la over-allocation dello spazio fisico disponibile presentando volumi logici agli host senza dover allocare il relativo spazio fisico, questa funzionalità deve essere fornita per tutta la capacità disco fornita Possibilità di gestione dinamica dei tier disco in base al carico: si richiede funzionalità software che consenta, nell'ambito dei Tier presenti, di selezionare in modo dinamico e automatizzato l'utilizzo dei livelli più pregiati (SSD) per le porzioni di volumi con maggior accesso; questa funzionalità deve essere fornita per tutta la capacità disco fornita Software di Gestione: Interfaccia grafica di amministrazione semplice ed intuitiva raggiungibile via browser LUN Migration LUN migration: deve consentire la possibilità di migrare a caldo i volumi virtuali tra pool disco aventi diverse caratteristiche di prezzo e prestazioni Snapshot Replica Snapshot: possibilità di creare snapshot locali di tipo cascading, multitarget e incremental anche in modalità space efficient (ossia in modalità Thin provisioning), questa funzionalità deve essere fornita per tutta la capacità disco fornita Replica Remota: supporto per replica remota sia di tipo sincrono che asincrono. Questa funzionalità deve essere fornita per tutta la capacità disco fornita Capitolato tecnico di gara Pagina 21 di 45

22 Area Requisito Descrizione Predisposizione dell'infrastruttura per replica remota implementata attraverso protocollo FC e protocollo IP Quantita minima Firewall Firewall ICSA, certificazione IPSec, Stateful packet inspection, IPv6 Ready 2 Porte Gigabit Ethernet >5 Porta USB da utilizzare per connessioni WAN wireless 3G 2 Bandwidth Management per impostare priorità differenti al traffico e garantire una migliore gestione della banda passante per ogni connessione Load Balancing sulle linee WAN per garantire sempre un servizio ottimale e affidabile. Funzionalita High Availability su due dispositivi per evitare il Single Point of Failure, Active-Passive mode, Device failure detection and notification,auto-sync configurations Sistema di reporting, log management e monitoraggio servizi (statistiche accessi, ecc.) garanzia Servizio di garanzia su tutta l'infrastruttura 36 mesi con sostituzione delle parti ed intervento giorno lavorativo successivo all'apertura della chiamata (NBD) Componenti Cloud Nelle tabelle seguenti sono forniti i requisiti minimi richiesti alle componenti software oggetto della fornitura. Le forniture si intendono a corpo. Area Requisito Descrizione Self Service Provisioning Interfaccia Utente Web - La soluzione proposta dovrà avere un'interfaccia web accessibile e disponibile attraverso una rete private o pubblica. La User Interface dovrà supportare i browser più diffusi e consentire la navigazione e la ricerca degli oggetti e servizi gestiti nel catalogo. - La User interface deve essere scalabile ossia dovrà consentire l'organizzazione gerarchica di gruppi di oggetti e sottogruppi, se- Capitolato tecnico di gara Pagina 22 di 45

23 Area Requisito Descrizione lezione massiva di oggetti che soddisfano criteri definiti. - Le richieste di provisioning sono gestite per mezzo del portale del quale potrà essere visibile lo stauts delle richieste Gestione delle richieste - Dovranno essere definiti utenti abilitati al provisioning degli oggetti definiti nel catalogo ed esposti nel portale. Ogni utente potrà accedere al portale attraverso delle adeguate autorizzazioni che attribuiranno ai diversi utenti alcuni - Le autorizzazioni sono definite dall'amministratore. - L'amministratore deve poter predefinire quali oggetti non necessitano di approvazione (pre-approvati) e la dotazione iniziale di risorse (baseline) per ciascun utente o gruppi di utenti. - La richiesta dovrà consentire la pianificazione del provisioning anticipata Il portale di provisioning deve essere in grado di gestire oggetti di provisioning e di operare su di loro. Devono essere garantite le seguenti operazioni: Gestione del ciclo di vita degli oggetti gestiti - Avvio e arresto - Destroy - Riconfigurazione hardware virtuale - Delega del controllo e trasferimento dell'ownership - Aggiunta di azioni personalizzate automatiche dopo la creazione o dopo la distruzione di macchine virtuali - Avvio manuale delle azioni automatiche (personalizzate) dopo la creazione di macchine virtuali Service Catalog Statistiche d'uso del portale Lingua Console di amministrazione La soluzione dovrà consentire di raccogliere statistiche sull'utilizzo del portale Il portale dovrà essere in lingua italiana - La soluzione dovrà garantire l'esistenza di un'interfaccia Web di amministrazione. La console di amministrazione web based,dovrà consentire la definizione e la gestione degli oggetti del catalogo e la gestione della profilazione utenti con relativa attribuzione di poteri; Capitolato tecnico di gara Pagina 23 di 45

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL PROPRIO PATRIMONIO INFORMATIVO E DEL PROPRIO KNOW-HOW IMPRENDITORIALE. SERVIZI CREIAMO ECCELLENZA Uno dei presupposti fondamentali

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10 PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 10 INDICE: DESCRIZIONE NR. PAGINA 1. PREMESSA 3 2. OGGETTO DELL APPALTO 3 3.

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

cio & cloud: i casi di successo, i benefici e i miti da sfatare

cio & cloud: i casi di successo, i benefici e i miti da sfatare maggio 2014 E giunto il momento di allontanare per sempre l idea che la Nuvola possa identificarsi unicamente come un collage di soluzioni e servizi IT standard o commodity. Un sempre maggior numero di

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli