LA MANOVRA SALVA ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA MANOVRA SALVA ITALIA"

Transcript

1 Circolare n. 1 del 10/01/2012 LA MANOVRA SALVA ITALIA Il Governo Monti con il decreto 06/12/2011 n. 201, convertito in legge n. 214 del 28/12/2011 ha adottato una serie di provvedimenti a largo raggio tra nuove imposte, stretta sulle pensioni e agevolazioni varie. Nel seguito si esamineranno le novità fiscali relative a persone fisiche ed imprese, alcune delle quali sono di immediata applicazione. Agevolazioni Articolo 1 : aiuto alla crescita economica Con decorrenza dal periodo di imposta in corso al viene introdotta una agevolazione fiscale che premia la capitalizzazione delle imprese. Sarà possibile dedurre dall Ires, il 3% degli incrementi patrimoniali realizzatisi, rispetto al patrimonio netto esistente alla chiusura dell esercizio in corso al , senza tener conto dell utile di esercizio. La percentuale del 3% vale per gli anni 2011, 2012 e 2013, mentre dal 2014 sarà oggetto di successiva determinazione. Ai fini del computo degli incrementi di patrimonio, si considerano i conferimenti in denaro, e gli accantonamenti di utili a riserva, con esclusione della riserva legale (obbligatoria per legge). Analogamente, le distribuzioni di utili in denaro ed in natura, gli acquisti di partecipazioni in società controllate e gli acquisti di aziende e/o rami di aziende rilevano quali decrementi del patrimonio netto. L agevolazione sarà applicabile anche per le società di persone e le imprese individuali in contabilità ordinaria, previo provvedimento da adottare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto (28/12/2011). Articolo 2 : nuove deduzioni Irap Detrazione forfetaria Dal periodo di imposta successivo a quello in corso al , la deduzione forfetaria di 4.600,00 prevista per i dipendenti assunti con contratto a tempo 1

2 indeterminato, è elevata ad ,00, per i lavoratori di sesso femminile, nonché per quelli di età inferiore a 35 anni. Deducibilità Ires/Irpef Dal periodo di imposta in corso al , l irap pagata relativamente alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato, al netto delle deduzioni spettanti, è ammesso in deduzione dalle imposte sui redditi. La nuova deduzione è cumulabile con quella attualmente in vigore che prevede la deducibilità del 10% dell irap assolta in presenza di costi del personale e oneri finanziari. Art. 4 : ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico Recupero del patrimonio edilizio Con l aggiunta dell articolo 16 bis del Testo Unico delle imposte dirette, dal 01 gennaio 2012, le norme che disciplinano la detrazione Irpef del 36% sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio diventano stabili ed operano a regime. Tra le novità introdotte si segnala: - l obbligo di ripartizione della detrazione in 10 anni a prescindere dall età del contribuente. Pertanto viene meno la facoltà per i soggetti di età superiore 75 e 80 anni di beneficiare rispettivamente del minor periodo di cinque e tre anni. - In caso di vendita dell immobile, si torna alle regoli vigenti prima dell entrata in vigore del D.L. 138/2011. In pratica la detrazione non utilizzata in tutto o in parte si trasferisce all acquirente, fatto salvo diverso accordo tra le parti. - In caso di decesso, il beneficio si trasferisce per intero, esclusivamente all erede che conserva la detenzione materiale e diretta del bene. Risparmio energetico E prorogato al 31 dicembre 2012 il beneficio del 55% per gli interventi di risparmio energetico. 2

3 Dal 01 gennaio 2013, si applicheranno le regole vigenti in materia di recupero del patrimonio edilizio, pertanto la detrazione massima consentita sarà del 36%. Studi di settore Art. 10 : applicazione e tutele per i contribuenti Per i soggetti che risulteranno congrui e coerenti con gli studi di settore, anche per effetto di adeguamento in dichiarazione, vengono previste alcune agevolazioni in tema di accertamento. In particolare: - sono preclusi gli accertamenti analitico-presuntivi di cui all art. 39, comma 1, lettera d del DPR 600/73 (imposte dirette) e art. 54, comma 2 del DPR 633/72 (IVA); - si riduce di un anno il temine di decadenza per gli accertamenti, salvo il caso di illeciti penalmente rilevanti; - l accertamento in base al redditometro sarà possibile solo in presenza di un reddito accertabile superi di almeno 1/3 quello dichiarato; I soggetti che viceversa non risulteranno congrui e coerenti con le risultanze degli studi di settore, saranno sottoposti a specifici controlli da parte dell Amministrazione Finanziaria. Attività di riscossione Art. 10 : rateazione debiti fiscali Cartelle esattoriali In caso di comprovato peggioramento della situazione di difficoltà del contribuente, la rateazione concessa, a condizione che non sia intervenuta decadenza può essere prorogata, una sola volta fino ad ulteriori 72 mesi, stabilendo anche rate variabili crescenti per ciascun anno. Avvisi bonari controllo formale delle dichiarazioni Viene abolito l obbligo di prestare idonea garanzia bancaria o assicurativa per i pagamenti rateizzati di importo superiore ad ,00. Il mancato pagamento della prima rata alla scadenza prevista, ovvero anche di una sola delle rate diverse dalla prima entro il termine di pagamento della rata 3

4 successiva, comporta la decadenza dalla rateazione e l iscrizione a ruolo comprensivo delle sanzioni in misura piena del debito residuo. Il tardivo pagamento di una rata diversa dalla prima, entro il termine di pagamento di quella successiva, comporta l iscrizione a ruolo della sanzione commisurata all importo della rata versata in ritardo e degli interessi. Il contribuente può evitare l iscrizione a ruolo, avvalendosi del ravvedimento operoso. Espropriazione forzata In luogo della vendita forzata dei beni pignorati e/o ipotecati da parte di Equitalia, sarà possibile procedere alla vendita direttamente dal contribuente, con il consenso dell Agente della Riscossione che incasserà direttamente il corrispettivo. Qualora la somma riscossa sia superiore al debito erariale la stessa viene riversata da Equitalia al contribuente entro i 10 giorni successivi. Emersione di imponibile Art. 11 : attività di controllo Anagrafe dei rapporti finanziari Dal 01 gennaio 2012, gli operatori finanziari (banche, intermediari, sim ecc,) sono obbligati a trasmettere periodicamente all anagrafe tributaria le movimentazioni dei rapporti intrattenuti con i clienti. Periodicità controlli fiscali Abolendo la norma prevista nel D.L 70/2011, è ripristinata la facoltà di effettuare controlli fiscali ripetuti nell arco di un semestre. Condoni fiscali Per i soggetti che hanno aderito ai condoni del 2002 senza adempiere al versamento di quanto dovuto, sono ulteriormente prorogati al 31/12/2013 i termini di decadenza degli accertamenti fiscali. Tracciabilità dei pagamenti Art. 12 : uso del contante 4

5 Dal 06 dicembre 2011, il limite per l utilizzo del contante per le transazioni tra soggetti diversi, è fissato in euro 1.000,00. Non sono previste sanzioni per le violazioni commesse dal 06/12/2011 al 31/01/2012. Le Pubbliche Amministrazioni, trascorsi tre mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto (06/12/2011), non potranno pagare per contanti, stipendi e pensioni di importo superiore ad euro 1.000,00. I beneficiari dovranno pertanto dotarsi di conto corrente bancario/postale o carte prepagate. Disposizioni in materia di nuove entrate Art. 13 : imposta municipale IMU Dal 01 gennaio 2012 è abolita l ICI ed entra in vigore l IMU. Il presupposto per il pagamento della nuova imposta è il possesso di beni immobili, comprese le abitazioni principali e le relative pertinenze. Rispetto alla vecchia ICI, l IMU colpirà anche i fabbricati rurali. Aliquote: ordinaria : 7,6 per mille, con facoltà per i Comuni di aumentarla o diminuirla nella misura dello 0,3 per mille; abitazione principale : 4,0 per mille con facoltà per i Comuni di aumentarla o diminuirla nella misura dello 2,0 per mille. La medesima aliquota è applicabile alle pertinenze classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un unità pertinenziale per ciascuna categoria; Detrazioni: all imposta dovuta per l abitazione principale e relative pertinenze si applicano le seguenti detrazioni: - euro 200,00 rapportati al periodo dell anno durante il quale permane la destinazione ad abitazione principale; - euro 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché convivente abitualmente e residente nell unità immobiliare adibita ad abitazione principale. Questa detrazione che spetta nella misura massima di euro 400,00, compete per gli anni 2012 e 2013; 5

6 Base imponibile: come per la vecchia ICI, la base imponibile è determinata con riferimento alle rendite catastali maggiorate del 5%, alle quali applicare dei moltiplicatori che risultano sensibilmente incrementati rispetto a quelli in vigore sino al 2011 per l ICI, come risulta dalla seguente tabella. Cat. Catastale Vecchio moltiplicatore Nuovo moltiplicatore Incremento % A, C2, C6, C % (escluso A/10) B C/3, C/4, C/ % A/10 e D/ % D (escluso D/5) % C/ % A parziale compensazione della maggiore imposizione, l IMU assorbirà l Irpef dovuta sugli immobili non locati. Art. 16 : auto barche aeroplani Autovetture di grossa cilindrata Dal 2012, per le autovetture di potenza superiore a 185 KW, è dovuta una maggiorazione della tassa di possesso pari ad 20,00 per ogni KW in eccedenza. La maggiorazione non si applica per le autovetture immatricolate da oltre 20 anni. L imposta inoltre è modulata in base all anno di immatricolazione come sotto indicato: auto immatricolate da oltre 5 anni : imposta ridotta al 60% auto immatricolate da oltre 10 anni : imposta ridotta al 30% auto immatricolate da oltre 15 anni : imposta ridotta al 15% 6

7 Imbarcazioni Dal 01 maggio 2012 è dovuta una tassa annuale, calcolata per ogni giorno o frazione, per le barche che stazionano in porti marittimi nazionali, navighino o siano ancorate in acque pubbliche. La misura della tassa varia in funzione della lunghezza dello scafo con un minimo di euro 5,00 ed un massimo di 703,00. L imposta è modulata in base all anno di costruzione come sotto indicato: imbarcazioni costruite da oltre5 anni : imposta ridotta del 15% imbarcazioni costruite da oltre 10 anni : imposta ridotta del 30% imbarcazioni costruite da oltre 15 anni : imposta ridotta del 45% aerei Dal 06/12/2011 è istituita l imposta erariale sugli aerei privati commisurata al peso massimo al decollo, da un minimo di 1,5 al Kg fino a Kg, ad un massimo di 7,55 al Kg oltre i Kg. L imposta è dovuta anche per gli aerei non immatricolati nel registro aeronautico nazionale la cui sosta nel territorio italiano si protrae oltre 48 ore. Art. 18 : iva Se dalla riforma fiscale allo studio del Governo, non si otterranno i risparmi previsti, dal 01 ottobre 2012 e fino al 31 dicembre 2012 le aliquote del 10% e del 21% aumenteranno rispettivamente al 12% e 23%. A decorrere dal 01/01/2013 continuerà ad applicarsi il predetto aumento. A decorrere dal 01/01/2014, le aliquote subiranno un ulteriore aumento di 0,5 punti percentuali. Art. 19 : imposta di bollo sulle attività finanziarie (commi da 1 a 4) Nuovo intervento sulle rendite finanziarie dopo le modifiche introdotte lo scorso anno dal D.L. 98/2011. Dal 01 gennaio 2012, la nuova imposta di bollo proporzionale, colpirà tutte le comunicazioni alla clientela relative a prodotti e strumenti finanziari, anche non soggetti ad obbligo di deposito, con esclusione dei fondi pensione e fondi sanitari. 7

8 Restano inoltre esclusi dalla tassazione proporzionale, i risparmi giacenti sui conti correnti bancari e postali che scontano una imposta fissa. In sintesi la nuova tassazione prevede quanto segue: conti correnti bancari - intestati a persone : euro 34,20 annui (non dovuta se giacenza media inferiore a euro anno); - intestati a soggetti diversi : euro 100,00 annui; altri strumenti finanziari - 1 per mille per il 2012, con un minimo di 34,20 ed un massimo di 1.200,00; - 1,5 per mille dal 2013, con un minimo di 34,20 e senza massimale; la base imponibile su cui applicare la nuova imposta di bollo è rappresentata dal valore di mercato o, in mancanza, dal valore nominale o di rimborso. Art. 19 : attività finanziarie detenute all estero (commi da 18 a 22) A decorrere dal 2011 è istituita un imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all estero dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato. La misura dell imposta, dovuta proporzionalmente alla quota e al periodo di detenzione si applica nella seguente misura: - 1 per mille per gli anni 2011 e 2012; - 1,5 per mille dal 2013; La base imponibile sui cui applicare l imposta è il valore di mercato, rilevato al termine di ciascun anno solare nel luogo in cui sono detenute le attività finanziarie, anche utilizzando la documentazione dell intermediario estero di riferimento e, in mancanza, il valore nominale o di rimborso. Dall imposta come sopra determinata, si deduce, fino a concorrenza del suo ammontare, un credito pari all eventuale imposta patrimoniale versata nello Stato in cui le attività finanziarie sono detenute. 8

9 Art. 19 : immobili situati all estero (commi da 13 a 16) Dal 2011 è istituita un imposta sul valore degli immobili situati all estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato. I soggetti passivi sono i proprietari, ovvero i titolari di altri diritti reali su beni. L applicazione pratica segue quelle previste per l IMU, con aliquota pari al 7,6 per mille applicata al costo risultante dall atto di acquisto e, in mancanza al valore di mercato rilevabile nel luogo in cui è situato l immobile. Dall imposta così determinata, si deduce fino a concorrenza del suo ammontare, un credito pari all eventuale imposta patrimoniale versata nello Stato in cui è situato l immobile. Art. 19 : bollo speciale sulle attività finanziarie scudate (commi da 6 a 12) E istituita a regime una imposta di bollo speciale sulle attività finanziarie oggetto di scudo fiscale ai sensi della legge 1 luglio 2009 n. 78 e 25 settembre 2001 n. 350, ancora segretate. Aliquote : - 10 per mille per il 2012; - 13,5 per mille per il 2013; - 4 per mille a regime; L imposta è dovuta dagli intermediari presso cui risultano in essere i rapporti entro il 16 febbraio di ogni anno, con riferimento al valore delle attività ancora segretate al 31 dicembre dell anno precedente. Per il solo versamento da effettuare nel 2012, il valore delle attività è quello al 06 dicembre Gli intermediari provvedono a trattenere l imposta dovuta dal conto del soggetto che ha effettuato lo scudo o ricevono direttamente dal contribuente la provvista necessaria. Gli intermediari segnalano all Agenzia delle Entrate i contribuenti per i quali non è stata applicata e versata l imposta, nei cui confronti si procederà mediante iscrizione a ruolo di quanto dovuto. Per le attività finanziarie oggetto di scudo, che alla data del 06 dicembre 2011, sono state in tutto o in parte prelevate dal rapporto di deposito, amministrazione 9

10 o gestione, ovvero comunque dimesse, è dovuta per il solo anno 2012, una imposta straordinaria pari al 10 per mille. Il decreto prevede inoltre che l imposta di bollo speciale è determinata al netto dell eventuale imposta di bollo pagata sulle attività finanziarie (vedi pagine 7 e 8). Disposizioni varie Art. 24 : aliquote contributive inps (comma 22) E previsto il graduale e progressivo aumento delle aliquote contributive INPS dovute da artigiani e commercianti nella misura sotto indicata: - 1,3 per cento dal 2012; - 0,45 per cento ogni anno fino al raggiungimento dell aliquota del 24% nel 2018; Art. 24 : gestione separata inps lavoratori autonomi (comma 26) Dal 01 gennaio 2012 ai professionisti iscritti alla gestione separata Inps, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, vengono estese le tutele per la malattia così come attualmente previsto per i lavoratori parasubordinati. Art. 28 : addizionale regionale irpef (comma 1) Dall anno di imposta 2011, l aliquota dell addizionale regionale Irpef aumenta dallo 0,90% all 1,23%. Art. 40 : aggiornamento libro unico del lavoro (comma 4) In materia di semplificazione degli adempimenti per le imprese, dal 06 dicembre 2011, è previsto che il libro unico del lavoro debba essere aggiornato entro la fine del mese successivo. In precedenza il termine era il giorno 16 del mese successivo. Studio Le Pera Commercialisti Associati 10

Castelfranco Veneto, 23 gennaio 2012 LORO SEDI

Castelfranco Veneto, 23 gennaio 2012 LORO SEDI Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Revisore Contabile Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Revisore Contabile Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dottore

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012.

NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012. NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012. L imposta, che ripristina la tassazione dell abitazione principale, sostituisce

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI PER LE PERSONE FISICHE DEL DECRETO SALVA ITALIA

LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI PER LE PERSONE FISICHE DEL DECRETO SALVA ITALIA Milano, 08 Marzo 2012 LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI PER LE PERSONE FISICHE DEL DECRETO SALVA ITALIA Si illustrano, qui di seguito, alcune importanti novità fiscali di interesse generale per le persone fisiche,

Dettagli

DECRETO SALVA ITALIA PRINCIPALI DISPOSIZIONI PER LE IMPRESE

DECRETO SALVA ITALIA PRINCIPALI DISPOSIZIONI PER LE IMPRESE CIRCOLARE 01 del 16/01/2012 DECRETO SALVA ITALIA PRINCIPALI DISPOSIZIONI PER LE IMPRESE DAL 2012 LA NUOVA IMPOSTA MUNICIPALE IMU (Art. 13, D.L. 6 dicembre 2011 n. 201 conv. nella legge n. 214 del 22/12/2011)

Dettagli

MANOVRA SALVA ITALIA (Decreto Legge n. 201 del 6.12.2011 convertito nella L. n. 214 del 22.12.2011)

MANOVRA SALVA ITALIA (Decreto Legge n. 201 del 6.12.2011 convertito nella L. n. 214 del 22.12.2011) STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 26.1.2012 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 E mail: segreteria@studiogorini.it FAX 031.27.33.84 INFORMATIVA N. 1/2012 MANOVRA

Dettagli

Sezione A COMMERCIALISTI. Mauro D Elia. Ragioniere Commercialista Revisore Contabile

Sezione A COMMERCIALISTI. Mauro D Elia. Ragioniere Commercialista Revisore Contabile A tutti i Signori Clienti loro sedi Oggetto: Circolare LE PRINCIPALI NOVITA DELLA MANOVRA MONTI La Legge di conversione del D.L. n.201 del 6 dicembre 2011 - pubblicato nella G.U. n.284 ed in vigore dal

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

Circolare n. 21 INDICE

Circolare n. 21 INDICE Circolare n. 21 del 15 giugno 2012 Imposte patrimoniali sugli immobili all estero, sulle attività finanziarie detenute all estero e sulle attività oggetto di scudo fiscale - Riepilogo della disciplina

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 24 del 18 giugno 2012 Imposte patrimoniali

Dettagli

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti Dott. Enrico Guarducci Dott. Domenico Ciafardoni Dott. Salvatore Marchese Dott. Gianluca Bogini Dott. Giulio Nicolò Campagni Ai Preg.mi Signori Clienti Loro Sedi Circolare n. 1. 2012 Perugia, 18 gennaio

Dettagli

Sommario. A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate. e-mail : infocsp@cspnetworkitalia.it sito: www.cspnetwork.it

Sommario. A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate. e-mail : infocsp@cspnetworkitalia.it sito: www.cspnetwork.it A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@cspnetworkitalia.it sito: www.cspnetwork.it Sommario Speciale Manovra Monti - Proroga della rateazione per i debiti tributari

Dettagli

Studio Tributario e Societario

Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Convegno Novità Tributarie 2011/2012 Genova, 19 Gennaio 2012 La tassazione delle persone fisiche come stumento di redistribuzione della ricchezza:

Dettagli

Per la Pubblica Amministrazione viene previsto un uso esteso degli strumenti di pagamento elettronici (operazioni superiori a 500 euro).

Per la Pubblica Amministrazione viene previsto un uso esteso degli strumenti di pagamento elettronici (operazioni superiori a 500 euro). Analisi del Decreto Monti principali aspetti fiscali e previdenziali IRAP Novità cuneo fiscale Aumenta la deduzione ai fini Ires e Irpef di una parte dell IRAP versata dai contribuenti ( oggi prevista

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 14 del 25 Ottobre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Ddl stabilità per il 2014: le prime anticipazioni della stampa Premessa Recentemente il Consiglio dei Ministri ha

Dettagli

OGGETTO: I Provvedimenti della nuova manovra

OGGETTO: I Provvedimenti della nuova manovra DECRETO LEGGE 6 dicembre 2011, n. 201 Disposizioni urgenti per la crescita, l equità e il consolidamento dei conti pubblici. OGGETTO: I Provvedimenti della nuova manovra Gentile Cliente, con la stesura

Dettagli

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n.

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n. S.U.S.O. Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO CIRCOLARE n. 1/2014 La presente per informare i signori Associati sulle

Dettagli

Milano, 27 aprile 2012. Informazioni tributarie 4.4/04/2012. A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio DECRETO FISCALE

Milano, 27 aprile 2012. Informazioni tributarie 4.4/04/2012. A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio DECRETO FISCALE Milano, 27 aprile 2012 Informazioni tributarie 4.4/04/2012 A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio DECRETO FISCALE 1. APPALTO E SUBAPPALTO RESPONSABILITA SOLIDALE DI APPALTATORE, SUBAPPALTATORE E COMMITTENTE.

Dettagli

IMU, ACE, ANTI-EVASIONE:UN ANNO ALL INSEGNA DELLE NOVITA TRIBUTARIE

IMU, ACE, ANTI-EVASIONE:UN ANNO ALL INSEGNA DELLE NOVITA TRIBUTARIE 2012 Studio Pavan Daniela dottore commercialista e revisore contabile via G. Garibaldi 104/A 35043 Monselice (PD) e-mail: daniela.pavan@studiopavan.eu sito web: http:// www.studiopavan.eu tel. 0429/73659

Dettagli

Circolare N.42 del 20 Marzo 2014

Circolare N.42 del 20 Marzo 2014 Circolare N.42 del 20 Marzo 2014 DL salva Roma-ter: le principali novità Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DL salva Roma-ter (DL n.

Dettagli

L IVIE / IVAFE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

L IVIE / IVAFE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE L IVIE / IVAFE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Art. 19, commi da 13 a 23, DL n. 201/2011 Art. 1, commi 518 e 519, Legge n. 228/2012 Circolari Agenzia Entrate 3.5.2013 n. 12/E e 9.5.2013,

Dettagli

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 1) IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) La Legge di Stabilità 2014 n. 147 del 27 dicembre 2013 (articolo 1 commi da 639 a 731) ha istituito, a partire dal 1/01/2014, l Imposta

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 14 Gennaio 2013 OGGETTO: Legge di stabilità 2013 ed altre disposizioni La Legge di Stabilità per il 2013 (L.228/2012) contiene molte novità e assorbe alcuni importanti provvedimenti

Dettagli

La Finanziaria 2014 1 parte

La Finanziaria 2014 1 parte INFORMA AZIENDE La Finanziaria 2014 1 parte (Legge di Stabilita 2014 pubbl. G.U. n.147 il 27/12/2013) DETRAZIONI PER EFFICIENZA ENERGETICA-RISTRUTT EDILIZIA PAGAMENTO CANONI LOCAZIONI IMMOBILI ABITATIVI

Dettagli

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI Anno IV, n. 1 GENNAIO 2014 I N D I C E LEGGE DI STABILITà n. 147/2013... 3 Canoni di locazione Immobili abitativi... 3 Aumento detrazione Irpef lavoro dipendente...

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: Risposte a quesiti posti dalla stampa specializzata

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: Risposte a quesiti posti dalla stampa specializzata CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 19 giugno 2012 OGGETTO: Risposte a quesiti posti dalla stampa specializzata 2 INDICE 1 Detrazione del 36 per cento...4 1.1 Dichiarazioni ICI e detrazione

Dettagli

IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. 1 - Cos è l IMU pag. 2. 56 - Base Esenzioni imponibili, calcolo imposta e aliquote pag. pag.

IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. 1 - Cos è l IMU pag. 2. 56 - Base Esenzioni imponibili, calcolo imposta e aliquote pag. pag. COMUNE DI ANCONA IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER L ACCONTO L ANNO 01 013 1 - Cos è l IMU pag. 1 - Cos è Presupposto l IMU d imposta e soggetti passivi pag. pag. 3 - Novità Abitazione

Dettagli

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU)

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU) I TRIBUTI I cittadini sono tenuti a concorrere alla spese pubblica in ragione della loro capacità contributiva, come recita l articolo 53 della Costituzione Italiana. I tributi che gravano sui cittadini

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI APPROFONDIMENTI CONFRONTO IMU E ICI ESEMPI DI CALCOLO IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 L istituzione dell IMU è anticipata,

Dettagli

Guida IMU ATTENZIONE. Conseguentemente per determinare il versamento dell'imposta dovuta i contribuenti possono:

Guida IMU ATTENZIONE. Conseguentemente per determinare il versamento dell'imposta dovuta i contribuenti possono: Guida IMU L'IMU è l'imposta municipale propria, la cui istituzione è anticipata in via sperimentale a decorrere dall'anno 2012 e sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI), l'imposta sul reddito

Dettagli

SEGRETO BANCARIO E ACCESSO AI DATI DA PARTE DEL FISCO

SEGRETO BANCARIO E ACCESSO AI DATI DA PARTE DEL FISCO Circolare ai Signori Clienti -Loro Sedi - Noale, 20 gennaio 2012 Circolare Nr. 01/ 2012 Vi segnaliamo di seguito le principali novità introdotte dal Decreto Salva Italia e da altri provvedimenti collegati

Dettagli

Le novità del modello 730/2014

Le novità del modello 730/2014 Le novità del modello 730/2014 Sono state pubblicate e disponibili per la consultazioni sul sito dell Agenzia delle entrate le bozze del modello 730/2014 e le relative istruzioni. Numerose sono le novità

Dettagli

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente.

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente. DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2014 Analisi delle misure di carattere fiscale, finanziario e previdenziale. Da nota tecnica del 22 Ottobre 2013 Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco,

Dettagli

Diritto tributario italiano L imposta di bollo sulle attività finanziarie oggetto di emersione

Diritto tributario italiano L imposta di bollo sulle attività finanziarie oggetto di emersione Diritto tributario italiano L imposta di bollo sulle attività finanziarie oggetto di emersione 13 Stefano Grilli Dottore commercialista, Studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners, Milano Le ultime

Dettagli

Informativa n. 1/2014 Legge di Stabilità 2014, le principali novità

Informativa n. 1/2014 Legge di Stabilità 2014, le principali novità Informativa n. 1/2014 Legge di Stabilità 2014, le principali novità Sommario Premessa 2 Web Tax 2 Sostegno all agricoltura 2 Nuova deduzione ai fini IRAP 2 Incremento ACE 2 Proroga delle detrazioni per

Dettagli

Contenuto in sintesi ----------

Contenuto in sintesi ---------- DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 77 05.07.2012-77/FS/om TITOLO: Imposta sul valore degli immobili situati all estero e sul valore delle attività finanziarie detenute all estero Circolare

Dettagli

COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ( PROVINCIA DI TRAPANI )

COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ( PROVINCIA DI TRAPANI ) COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ( PROVINCIA DI TRAPANI ) UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) (artt. 52 e 59, decreto legislativo 15 dicembre 1997. n. 446,

Dettagli

CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2014 dell Ufficio

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA L art. 13 del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 cd Manovra Monti o decreto salva Italia convertito con modificazioni dalla Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 - ha anticipato l istituzione dell Imposta

Dettagli

CHI DEVE PAGARE L'IMU:

CHI DEVE PAGARE L'IMU: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, ha istituito con gli articoli 8 e 9 la nuova Imposta municipale

Dettagli

Oggetto: Manovra Monti ( approvata alla Camera in attesa di approvazione al Senato) Fonte legislativa: D.L. n.201 del 6 dicembre 2011

Oggetto: Manovra Monti ( approvata alla Camera in attesa di approvazione al Senato) Fonte legislativa: D.L. n.201 del 6 dicembre 2011 STUDIO PULITO Commercialisti Consulenti Tecnici del Giudice Revisori Contabili Milano 20121 Via Pantano 15 Rozzano 20089 (MI) Via Europa 13 Internet: www.studiopulito.it E-mail info@studiopulito.it *********

Dettagli

CIRCOLARE N. 29/E. Roma, 5 luglio 2012

CIRCOLARE N. 29/E. Roma, 5 luglio 2012 CIRCOLARE N. 29/E Direzione Centrale Normativa Roma, 5 luglio 2012 OGGETTO: Imposta di bollo speciale sulle attività finanziarie oggetto di operazioni di emersione e imposta straordinaria sui prelievi

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Il nuovo regime fiscale dei fondi di investimento immobiliari Dott. Fabio Giommoni Fondi

Dettagli

Il quadro RW 2015: le novità del modello

Il quadro RW 2015: le novità del modello Il quadro RW 2015: le novità del modello di Ennio Vial e Vita Pozzi Introduzione Lo scopo del presente intervento è quello di fare il punto sul quadro RW segnalandone soprattutto gli elementi di novità

Dettagli

IMU INSERTO STACCABILE

IMU INSERTO STACCABILE IMU SCHEDE INFORMATIVE PER LA GUIDA AL CALCOLO DELL ACCONTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU ANNO 2012 valevole per il contribuente residente e dimorante nel Comune di Piazzola sul Brenta per il solo

Dettagli

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette PIAZZA DELLA VITTORIA, 8/20 16121 GENOVA TEL: 010 553241 FAX: 010 5532460 E-MAIL: studio.genova@stsnet.it C. F. E P. IVA: 03022160109 Ai Signori Clienti Loro Sedi Genova, 2 settembre 2011 CIRCOLARE N.

Dettagli

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica COMUNE DIPOLPENAZZE d/g Martedì7 febbraio 2012 Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012 Imposta Municipale Unica Articolo 13 comma 1 D.L. 201/2011 IMU istituzione e decorrenza: l'istituzione

Dettagli

Comune di. Ala dei Sardi. Prov. Olbia tempio. Regolamento per la disciplina dell imposta comunale propria

Comune di. Ala dei Sardi. Prov. Olbia tempio. Regolamento per la disciplina dell imposta comunale propria Comune di Ala dei Sardi Prov. Olbia tempio Regolamento per la disciplina dell imposta comunale propria Art.1 : Oggetto 1. Il presente Regolamento, adottato nell'ambito della potestà prevista dagli articoli

Dettagli

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE 1. IMPOSTA IPOTECARIA IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE Vi sono soggette le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione ed annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Per quanto riguarda

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Dott.ssa Elisa Salvadeo energetico e ristrutturazioni edilizie 1 La circolare ministeriale 13/E del 09.05.2013 ha fornito

Dettagli

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012 Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO L Agenzia delle Entrate ha approvato il Mod. 730/ che permette ad alcune categorie di contribuenti (per lo piu` lavoratori

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 22 del 27 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di gennaio 14 Santa Lucia di Piave, lì 7 gennaio 14 Oggetto: : Finanziaria 2014 prima parte È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. «Legge

Dettagli

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA 1.1 Principali novità fiscali della Legge di Stabilità 2014 CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA 2.1 Novità in materia di deduzioni 2.2.1 Presupposto soggettivo 2.2.2 Misura dell agevolazione

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE COMUNE DI ALSERIO REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO Ufficio Tributi VIA CARCANO, 9 22040 ALSERIO Tel. 031.630063 Fax 031.630917 e-mail: ufficiosegreteria@comune.alserio.co.it PARTITA IVA 00600170138

Dettagli

COMUNE DI CALASCIBETTA I M U IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI CALASCIBETTA I M U IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI CALASCIBETTA I M U IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA UNA NUOVA IMPOSTA SUGLI IMMOBILI FONTI decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504 decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 decreto legge 06 dicembre

Dettagli

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per:

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: Imposta Municipale Propria - I M U NOVITA IMU ANNO 2013 La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: - ABITAZIONE PRINCIPALE (escluse cat. A/1,A/8 e A/9) E PERTINENZE

Dettagli

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI IMPOSTE E TASSE IMPOSTE DIRETTE SOMMARIO schema di sintesi approfondimenti video FISCO del 23.10.2013 n. 0376-775130 www.ratiofad.it DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI D.L. 4.06.2013,

Dettagli

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. (Approvato con Deliberazione Consiliare n 15 del 14/05/2013 e successive

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO Walter Cerioli 18 dicembre 2013 Sala Orlando

Dettagli

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Comune di Cisliano IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n.

Dettagli

Il regime della cedolare

Il regime della cedolare STUDIO Russo commercialisti Ai Clienti dello Studio RUSSO Il regime della cedolare secca Il calcolo della tassazione agevolata e le modalità di opzione alla luce dei chiarimenti di prassi in materia. Il

Dettagli

LE NOVITÀ DEL DECRETO C.D. SALVA ROMA-TER

LE NOVITÀ DEL DECRETO C.D. SALVA ROMA-TER Riferimenti normativi: LE NOVITÀ DEL DECRETO C.D. SALVA ROMA-TER Artt. 1 e 2, DL n. 16/2014 Con la pubblicazione sulla G.U. 6.3.2014, n. 54 è entrato in vigore, a decorrere dal 6.3.2014, il DL n. 16/2014,

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITÀ DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

LE PRINCIPALI NOVITÀ DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Circolare n. 6/2012 Ai gentili Clienti Loro sedi Modena, 14.03.2012 LE PRINCIPALI NOVITÀ DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Governo Monti ha emanato il decreto legge n.16 del 2 marzo 2012, pubblicato

Dettagli

C O M U N E D I P R O S E R P I O. Prov. di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

C O M U N E D I P R O S E R P I O. Prov. di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. C O M U N E D I P R O S E R P I O Prov. di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. INDICE Art. 1 OGGETTO Art. 2 - PRESUPPOSTO DELL'IMPOSTA Art. 3 - SOGGETTI

Dettagli

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 1 L agenda dei pagamenti di Unico, Irap, Iva e della prima rata Imu a cura di Salvina Morina E Tonino Morina Persone fisiche, società di persone,

Dettagli

CEDOLARE SECCA : NUOVA OPPORTUNITÀ PER LE LOCAZIONI AD USO ABITATIVO

CEDOLARE SECCA : NUOVA OPPORTUNITÀ PER LE LOCAZIONI AD USO ABITATIVO CEDOLARE SECCA : NUOVA OPPORTUNITÀ PER LE LOCAZIONI AD USO ABITATIVO Riferimenti: Art. 3, D.Lgs. n. 23/2011 Nell ambito del Federalismo fiscale municipale il Legislatore ha introdotto, con decorrenza dal

Dettagli

IUC Imposta unica comunale. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU per l anno 2016

IUC Imposta unica comunale. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU per l anno 2016 Città di Tarcento IUC Imposta unica comunale La legge 147 del 27 dicembre 2013 (legge di stabilità 2014) ha istituito la nuova imposta unica comunale (IUC) che si basa su due presupposti impositivi: uno

Dettagli

AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE DEL MOD. F24

AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE DEL MOD. F24 AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE DEL MOD. F24 Sono riportate le istruzioni complete riguardanti tale modello. A pagina 4 sono riportate le istruzioni specifiche relative alla SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI

Dettagli

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina COMUNE DI F O R M I A Provincia di Latina Piazza Municipio 0771/7781 - fax 0163/771680 2012 PREMESSA Il Comune di Formia, con la presente informativa, intende fornire al Cittadino/Contribuente uno strumento

Dettagli

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Relatori: Bazzarello Antonella: Dottore Commercialista e revisore contabile

Dettagli

DECRETO SVILUPPO 2011

DECRETO SVILUPPO 2011 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 3 AGOSTO 2011 DECRETO SVILUPPO 2011 E stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale 12.07.2011, n. 160, la Legge 12.07.2011 n. 106 di conversione del D.L. 70/2011 c.d. Decreto Sviluppo.

Dettagli

Le principali novità fiscali del decreto Salva Italia DL.201/2011 - convertito in Legge 214/2011

Le principali novità fiscali del decreto Salva Italia DL.201/2011 - convertito in Legge 214/2011 Le principali novità fiscali del decreto Salva Italia DL.201/2011 - convertito in Legge 214/2011 MANOVRA MONTI SALVA ITALIA Norme e prassi : LEGGE 22 DICEMBRE 2011, N. 214 CONVERSIONE DEL D.L. 6 DICEMBRE

Dettagli

LEGGE STABILITA. Provvedimenti di natura fiscale. 2 parte. n. 190 del 23/12/2014 ----------- Modena, 16 gennaio 2015

LEGGE STABILITA. Provvedimenti di natura fiscale. 2 parte. n. 190 del 23/12/2014 ----------- Modena, 16 gennaio 2015 LEGGE STABILITA n. 190 del 23/12/2014 ----------- Provvedimenti di natura fiscale 2 parte Modena, 16 gennaio 2015 Legge stabilità ELENCO PROVVEDIMENTI COMMENTATI: Modifiche al ravvedimento operoso; Abrogazione

Dettagli

INFORMATIVA IMU anno 2012

INFORMATIVA IMU anno 2012 COMUNE DI BUSSO 86010 PROVINCIA DI CAMPOBASSO CF 00172190704 Via Alessandro Manzoni, 5 Tel. 0874 / 447133 Fax 0874/447951 INFORMATIVA IMU anno 2012 La informiamo che dal 1 gennaio 2012 l ICI (Imposta Comunale

Dettagli

COMUNE DI BRENTA Provincia di Varese

COMUNE DI BRENTA Provincia di Varese COMUNE DI BRENTA Provincia di Varese REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Approvato con deliberazione consiliare n. 6 del 05/04/20112, esecutiva a termini di legge, ed inviato

Dettagli

GUIDA PRATICA ALL IMU (IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA)

GUIDA PRATICA ALL IMU (IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA) GUIDA PRATICA ALL IMU (IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA) IMU - Imposta Municipale Propria Con il D.L. n.201/2011, convertito nella legge n.214/2011, è stata introdotta l imposta municipale propria (IMU) in via

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: Aiuti e Agevolazioni Fiscali Il sistema tributario italiano prevede, per i contribuenti che hanno effettuato erogazioni liberali

Dettagli

GPAV Dottori Commercialisti Associati

GPAV Dottori Commercialisti Associati Le novità fiscali contenute nell articolo 19 del cd. Decreto Monti (D.L. 201/2011) come integrato e modificato dal cd. Decreto sulle semplificazioni fiscali (D.L. 16/2012) Ordine Dottori Commercialisti

Dettagli

DIRITTO TRIBUTARIO ANTITRUST. Contenuti

DIRITTO TRIBUTARIO ANTITRUST. Contenuti DIRITTO TRIBUTARIO ANTITRUST Contenuti 1. Aiuto alla crescita economica ( ACE ) - Art. 1 del Decreto 2. Agevolazioni fiscali riferite al costo del lavoro nonché per donne e giovani - Art. 2 del Decreto

Dettagli

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 FEBBRAIO 2011 DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI A decorrere dal 1 Gennaio 2011 sono entrate in vig ore nuove limitazioni per le compensazioni

Dettagli

OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78

OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 CIRCOLARE n. 40/E Direzione Centrale Normativa Alle Direzioni regionali e provincial Roma, 28 luglio 2010 OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge

Dettagli

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici?

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici? Che cosa è l IMU Come contattare l Ufficio Tributi É la nuova imposta, istituita in via sperimentale dall anno 2012, che sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI). Chi la paga I cittadini che

Dettagli

C O M U N E D I S O V E R E PROVINCIA DI BERGAMO SCHEMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

C O M U N E D I S O V E R E PROVINCIA DI BERGAMO SCHEMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. C O M U N E D I S O V E R E PROVINCIA DI BERGAMO SCHEMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. INDICE Art. 1 - Oggetto 3 Art. 2 Definizione abitazione principale - pertinenze

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012 Il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, ha istituito con gli articoli 8 e 9 la nuova Imposta

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (REGOLAMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 30.10.2012 CON DELIBERAZIONE N. 60/121562) INDICE Art. 1 Oggetto..pag. 3 Art. 2 Abitazione

Dettagli

TASSAZIONE IMMOBILI E ATTIVITA FINANZIARIE ALL ESTERO -CHIARIMENTI AGENZIA ENTRATE-

TASSAZIONE IMMOBILI E ATTIVITA FINANZIARIE ALL ESTERO -CHIARIMENTI AGENZIA ENTRATE- S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO TASSAZIONE IMMOBILI E ATTIVITA FINANZIARIE ALL ESTERO -CHIARIMENTI AGENZIA ENTRATE- MASSIMILIANO SIRONI 26 SETTEMBRE SALA ORLANDO C.SO VENEZIA, 47 MILANO

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE a cura di Paola Martina RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 1 co, 87 Legge di stabilità 2014 D.L. 4 giugno 2013 n. 63, convertito, con modifiche, dalla L. 3

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF DEL 50% IN COSA CONSISTE? Limitatamente al settore della climatizzazione, l agevolazione consiste nel riconoscimento

Dettagli

Documenti delle Commissioni di Studio

Documenti delle Commissioni di Studio Documenti delle Commissioni di Studio GIUGNO 4, 2013 ANNO 1, NUMERO 4 Segnalazioni Novità Prassi Interpretative COMMISSIONE FISCALITA Edilizia: Proroga delle detrazioni sulle ristrutturazioni e per gli

Dettagli

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Come noto, a decorrere dall 1.1.2011, è stato introdotto, ad opera dell art. 31, comma

Dettagli

Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura

Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura 1 PREMESSA L art. 1 del DL 31.5.2014 n. 83, entrato in vigore l 1.6.2014 e convertito nella L. 29.7.2014 n. 106, ha introdotto

Dettagli

ICI - IMU - DIFFERENTI MOLTIPLICATORI

ICI - IMU - DIFFERENTI MOLTIPLICATORI La base imponibile La base imponibile dell imposta muncipale (Imu) si determina per i fabbricati abitativi rivalutando la rendita catastale del 5% e moltiplicando il risultato per 160; Per i fabbricati

Dettagli

LA NUOVA IMU. Dott. Stefano Spina. Torino 27 gennaio 2012

LA NUOVA IMU. Dott. Stefano Spina. Torino 27 gennaio 2012 LA NUOVA IMU Dott. Stefano Spina Torino 27 gennaio 2012 NORMATIVA NORME DI RIFERIMENTO Art. 13 DL 201/2011 * Art. 2 DLgs 504/92 (Decreto Salva Italia) (Definizione fabbricati e aree) * Art. 5 co.1,3,5,6

Dettagli

IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012

IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012 COMUNE DI RIVERGARO Provincia di Piacenza IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012 N.B.: IL CONSIGLIO COMUNALE DI RIVERGARO AD OGGI NON HA ADOTTATO ALCUN REGOLAMENTO SULLA

Dettagli