NUOVE FOGNE PER OLTRE CENTO CHILOMETRI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVE FOGNE PER OLTRE CENTO CHILOMETRI"

Transcript

1 Mensile dell Amministrazione Comunale di Ravenna. Anno XXXIV. N. 6 Settembre 2004 MOBILITÀ Il Comune lancia una campagna per incentivare l utilizzo dei veicoli a metano. A ottobre tornano le targhe alterne SCUOLA Con la riapertura delle scuole elaborato un nuovo piano per il trasporto. 200mila euro per rendere più sicure le fermate 6 7 CONSIGLIO COMUNALE Approvato il testo unico sui regolamenti degli istituti di partecipazione, Difensore civico e Rappresentanza extraue 13 NUOVE FOGNE PER OLTRE CENTO CHILOMETRI Con un investimento di quasi 49 milioni di euro il Comune ed Hera collegheranno al depuratore tutti i nuclei abitati del territorio comunale. Ai 139 chilometri di collettori neri esistenti se ne andranno ad aggiungere altri 112. Ammonta invece a circa dieci milioni di euro il valore degli interventi realizzati a partire dal 2001 e in programma fino al 2005 sulle fognature bianche. Restando in tema di lavori pubblici: affidata la progettazione di un nuovo polo di uffici comunali; continuano i lavori in via Mariani. Pagg mila visitatori alla Domus dei tappeti di pietra 45mila alla Domus del Triclinio 100mila al Museo d arte della città MOSTRE E MUSEI: VINCE LA CITTÀ D ARTE UNIVERSITÀ: AL DEBUTTO GIURISPRUDENZA E INGEGNERIA L Università di Ravenna si appresta ad aprire l anno accademico con l avvio di due nuovi corsi di laurea: Scienze giuridiche e Ingegneria edile. Intervista ad Andrea Contin, presidente del polo ravennate. Guida a tutta l offerta formativa universitaria. Parlano anche i ragazzi che studiano e si sono laureati a Ravenna. Le associazioni nate per offrire loro servizi e divertimento. Pagg. 8-9 L ARIANNA DI GUIDO RENI ALLA DOMUS DEL TRICLINIO Alla Domus del Triclinio è esposta fino al 7 gennaio l Arianna di Guido Reni, la grande tela che costituisce la sola parte superiore del grande dipinto Le nozze di Bacco e Arianna. Il Museo d arte presenta dal 9 ottobre le sculture di Giacometti. Cinema: l autunno è sotto il segno del Giappone e del genere horror. In programma anche una retrospettiva su Pupi Avati. Pagg Dal 21 ottobre tornano le targhe alterne ogni giovedì. Tutte le misure per limitare le polveri sottili nel prossimo numero del giornale Il traguardo dei centomila visitatori raggiunto dalla Domus dei tappeti di pietra ha simbolicamente sancito il successo di pubblico delle istituzioni culturali e artistiche della città. E, intanto si profilano i grandi eventi autunnali dedicati all'arte moderna e a quella classica. IN PIAZZA PER CHIEDERE LA PACE Adulti e bambini, ravennati e immigrati, hanno partecipato numerosi alla veglia in Piazza del Popolo l 11 settembre, chiedendo un futuro migliore, senza guerre, terrorismo o ingiustizie.

2

3 UFFICI COMUNALI DI QUALITÀ Politecnica e Behnisch & Partner si aggiudicano la progettazione dei nuovi uffici comunali da 14 milioni di euro. Il complesso sorgerà in viale Berlinguer, di fianco alla Questura AFFIDABILITÀ TUTTA TEDESCA Progettisti di fama mondiale per il nuovo polo di uffici comunali. Gli architetti della Behnisch, Behnisch & Partner faranno parte della squadra destinata a dare vita all imponente opera di viale Berlinguer. Lo studio tedesco è garanzia assoluta di affidabilità e prestigio. Nel suo curriculum figurano gioielli architettonici quali il complesso olimpico di Monaco 1972, un prestigioso istituto di ricerca negli Stati Uniti e l archivio nazionale di Copenhagen. La convivenza e la sintesi tra struttura e ambiente, tra tecnologia ed ecologia, costituiscono i tratti distintivi dei progetti tedeschi che propongono, con estrema maestria, soluzioni tecnologiche estremamente sofisticate. Nelle foto progetti realizzati dalla Behnisch & Partner: in alto a destra un istituto di ricerca a Cambridge, Stati Uniti; accanto un centro culturale a Bristol, Gran Bretagna; sotto un centro esposizioni a Tauberbischofsheim, Germania. Ecosostenibilità e qualità. Sono questi gli elementi che guideranno la realizzazione dell importante polo di uffici pubblici destinato a sorgere in viale Berlinguer, nelle vicinanze del centro servizi attualmente in fase di realizzazione. La progettazione dell opera è stata affidata, tramite un concorso a livello europeo, alla società modenese Politecnica Ingegneria Architettura che, per l occasione, si avvale della prestigiosa collaborazione dello studio tedesco Behnisch, Behnisch & Partner. Il binomio d eccezione ha prevalso su altri 15 importanti studi di architettura, che hanno partecipato al bando indetto da Comune e Arpa. L importo complessivo dell intervento supera i 14 milioni di euro, mentre i costi di progettazione e direzione lavori, da suddividere in parti uguali tra Comune e Arpa, ammontano a circa 816mila. Il progetto sarà completato e finanziato, anche attraverso permute immobiliari di Comune e Arpa, entro il L opera sarà poi appaltata e portata a termine entro la fine del La rilevanza dei partecipanti al concorso di progettazione e i requisiti dei vincitori rappresentano un importante segnale da parte dell Amministrazione comunale. E nostra precisa volontà - commenta Fabio Poggioli, assessore all Urbanistica -, fare di Ravenna un modello di riferimento per l architettura urbana. Oltre alla scelta dei progettisti per l intervento in via Berlinguer, lo dimostrano, solo per fare alcuni esempi, la firma dell architetto Giancarlo De Carlo sul progetto del nuovo polo per l infanzia Lama Sud, la nomina dell architetto Stefano Boeri a coordinatore progettuale degli interventi previsti per la Darsena di città e quella di Giorgio Praderio a presidente della Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio. Ci tengo a sottolineare come si stia rivelando fondamentale la sintonia con l assessorato ai Lavori Pubblici, particolarmente sensibile all importanza di scegliere, attraverso gare di livello europeo, i progettisti con le credenziali migliori, per tradurre in interventi di altissima qualità gli investimenti dell amministrazione comunale. PROSEGUONO I LAVORI IN VIA MARIANI Continua la riqualificazione del centro storico. Le novità legate ai rinvenimenti Il glorioso passato di Ravenna riaffiora dalle sue fondamenta. Le testimonianze della città di Giustiniano e Teodora tornano alla luce lungo via Mariani, dove sono in corso i lavori di riqualificazione predisposti dall assessorato ai Lavori Pubblici. L antica via Porticata, che in epoca tardoantica collegava il Palazzo Reale al Duomo, i preziosi basoli bizantini e ulteriori ritrovamenti hanno trasformato gli scavi in un autentica caccia al tesoro. Il Comune, su richiesta della Soprintendenza per i beni archeologici, ha incaricato la società Tecne di effettuare tutti i rilievi del caso e probabilmente alcuni dei reperti saranno destinati al Parco archeologico di Classe. Parallelamente alle scoperte archeologiche, proseguono i lavori di riqualificazione, anche se con qualche ritardo sulla tabella di marcia originariamente prevista. Cercheremo di minimizzare i disagi alla cittadinanza - assicura l assessore ai Lavori pubblici, Gabrio Maraldi -. La tempistica degli interventi è inevitabilmente mutata, così come i costi. La prosecuzione dei lavori chiarirà ancora meglio la situazione - non possiamo infatti escludere eventuali nuovi ritrovamenti - e ci fornirà ulteriori elementi utili, in base ai quali potremo valutare ancora meglio i provvedimenti da adottare. CANTIERI D AUTUNNO Riqualificazione urbanistica canale di Casal Borsetti. Inizio lavori novembre, termine primavera Costo euro. Parcheggio pubblico Circonvallazione Piazza d'armi. Inizio lavori ottobre, termine estate Costo euro. Manutenzione straordinaria pavimentazione della piazza di S. Romualdo. Inizio lavori autunno, termine primavera Costo euro. Ristrutturazione urbanistica strada provinciale 118 via Dismano, nel centro abitato di S. Zaccaria. Inizio lavori settembre, termine primavera Costo euro. Ristrutturazione urbanistica via Darsena e piazzale Aldo Moro. Inizio lavori settembre, termine primavera Costo euro. Rifacimento impianto di illuminazione pubblica nelle vie Bassa, Basigli, Cervi, Emaldi, Marchetti e limitrofe a Mezzano. Inizio lavori settembre, termine Natale Costo euro. Parcheggio nell'area adiacente via Monsignor Lanzoni e via Cilla. Inizio lavori settembre, termine marzo Costo euro. 3 LAVORI PUBBLICI

4 LAVORI PUBBLICI 4 DIECI MILIONI DI EURO PER LE FOGNE BIANCHE Interventi realizzati dal 2001 e in programma fino al 2005 Ammonta a circa dieci milioni di euro il valore degli interventi realizzati a partire dal 2001 e in programma fino al 2005 sulle fognature bianche del comune. Oltre ai lavori indicati nel dettaglio nella piantina accanto e nella legenda sottostante, vengono poi realizzati ogni anno sulle fognature bianche della città interventi per centomila euro. Inoltre in tutte le vie nelle quali si eseguono ristrutturazioni vengono adeguate anche le fognature, come per esempio in via Mariani, dove i lavori sono già in corso, in via Fiume e in via San Lorenzo in Cesarea, dove sono di prossimo avvio. Infine si ricorda che nel 2001 Hera ha avviato con finanziamenti comunali un programma di rilievo topografico delle reti con inserimento dei dati su cartografia informatizzata. A seguito di detto rilievo sarà possibile procedere alla verifica idraulica della rete esistente e della progettazione degli adeguamenti. 1. Potenziamento impianto di sollevamento acque bianche in via Portorose: euro (fatto) 2. Potenziamento impianto idrovora di viale Europa: euro (fatto) 3. Potenziamento idrovora Pirano e collettore via Medea-via Cherso: euro (fatto) 4. Impianto idrovoro Casalborsetti sud e collettore principale: euro (fatto) 5. Completamento del primo stralcio dell impianto idrovora zona sud di Ravenna (bacino Lama): euro (in corso) 6. Completamento collettori bacino Lama (via Caletti, viale Po, via Dismano Vecchio): (in corso) 7. Interventi di fognatura bianca in borgo San Biagio (via Portone, via Rampina, via Portoncino): 361mila euro (fatto) 8. Fognatura bianca con impianto di sollevamento acque di magra a Porto Fuori: 413mila euro (fatto) 9. Interventi fogna bianca zona sud di Punta Marina (via del Timone e limitrofe e via dello Storione): 440mila euro (fatto) 10. Intervento di fognatura bianca a Porto Corsini (via Molo San Filippo): 362mila euro (fatto) 11. Tombamento fossi nel forese (a Gambellara, Villanova e Fornace Zarattini): 400mila euro (fatto) 12. Tombamento fosso via Petrosa a Campiano: 44mila euro (fatto) 13. Intervento fogna bianca via Pazzi: 165 mila euro (fatto) 14. Interventi vari di ripristino fogne bianche (pulizia scatolare via Calatafimi, Monterotondo e Dorese): 155mila euro (fatto) 15. Tombamento fosso e impianto idrovoro a Savio: 350mila euro (fatto) 16. Potenziamento idrovora Bidente (di via circonvallazione Piazza d Armi): 516mila euro (in corso) 17. Tombamento fossi a Mensa, Massa Castello e Villaggio Anic: 209mila euro (progettazione in corso) 18. Collegamento fogna bianca da via Testi Rasponi a via Sant Alberto: 104mila euro (esclusa rete del futuro parcheggio) (progettazione in corso) 19. Installazione sgrigliatore automatico idrovora Sapir: 55mila euro (in corso) 20. Scolmatore fognatura di via Bassa: 70mila euro (progettazione in corso) 21. Tombamento fosso via Cella a San Bartolo: 92mila euro (fatto). Inoltre nell ambito di interventi di ristrutturazione di alcune strade si è provveduto ad intervenire anche sulle fognature; i principali recenti interventi sono stati: 22. Marina di Ravenna, viale delle Nazioni (in corso) 23. Via Trieste da via Magazzini Anteriori a via Perilli (fatto) 24. Fognature bianche nelle vie Teodato, Simmaco e Belisario: 160mila euro (fatto) 25. Fognatura in via Curzola (zona via Trieste) (fatto) 26. Lido Adriano, tratto fognatura in viale Petrarca (fatto) 27. Fognatura in via dei Pozzi da via Simoni a via Portoncino: 70mila euro (in corso) 28. Troppo pieno condotta ex Callegari: 62mila euro (proget- tazione in corso) 29. Rifacimento fognatura di via Barbiani: 163mila euro (progettazione in corso) 30. Nuova fognatura via degli Spreti: 400mila euro (progettazione in corso) 31. Nuovo tratto di fognatura in via Zignani a Castiglione: 30mila euro (progettazione in corso)

5 4 LAVORI PUBBLICI DIECI MILIONI DI EURO PER LE FOGNE BIANCHE Interventi realizzati dal 2001 e in programma fino al 2005 Ammonta a circa dieci milioni di euro il valore degli interventi realizzati a partire dal 2001 e in programma fino al 2005 sulle fognature bianche del comune. Oltre ai lavori indicati nel dettaglio nella piantina accanto e nella legenda sottostante, vengono poi realizzati ogni anno sulle fognature bianche della città interventi per centomila euro. Inoltre in tutte le vie nelle quali si eseguono ristrutturazioni vengono adeguate anche le fognature, come per esempio in via Mariani, dove i lavori sono già in corso, in via Fiume e in via San Lorenzo in Cesarea, dove sono di prossimo avvio. Infine si ricorda che nel 2001 Hera ha avviato con finanziamenti comunali un programma di rilievo topografico delle reti con inserimento dei dati su cartografia informatizzata. A seguito di detto rilievo sarà possibile procedere alla verifica idraulica della rete esistente e della progettazione degli adeguamenti. 1. Potenziamento impianto di sollevamento acque bianche in via Portorose: euro (fatto) 2. Potenziamento impianto idrovora di viale Europa: euro (fatto) 3. Potenziamento idrovora Pirano e collettore via Medea-via Cherso: euro (fatto) 4. Impianto idrovoro Casalborsetti sud e collettore principale: euro (fatto) 5. Completamento del primo stralcio dell impianto idrovora zona sud di Ravenna (bacino Lama): euro (in corso) 6. Completamento collettori bacino Lama (via Caletti, viale Po, via Dismano Vecchio): (in corso) 7. Interventi di fognatura bianca in borgo San Biagio (via Portone, via Rampina, via Portoncino): 361mila euro (fatto) 8. Fognatura bianca con impianto di sollevamento acque di magra a Porto Fuori: 413mila euro (fatto) 9. Interventi fogna bianca zona sud di Punta Marina (via del Timone e limitrofe e via dello Storione): 440mila euro (fatto) 10. Intervento di fognatura bianca a Porto Corsini (via Molo San Filippo): 362mila euro (fatto) 11. Tombamento fossi nel forese (a Gambellara, Villanova e Fornace Zarattini): 400mila euro (fatto) 12. Tombamento fosso via Petrosa a Campiano: 44mila euro (fatto) 13. Intervento fogna bianca via Pazzi: 165 mila euro (fatto) 14. Interventi vari di ripristino fogne bianche (pulizia scatolare via Calatafimi, Monterotondo e Dorese): 155mila euro (fatto) 15. Tombamento fosso e impianto idrovoro a Savio: 350mila euro (fatto) 16. Potenziamento idrovora Bidente (di via circonvallazione Piazza d Armi): 516mila euro (in corso) 17. Tombamento fossi a Mensa, Massa Castello e Villaggio Anic: 209mila euro (progettazione in corso) 18. Collegamento fogna bianca da via Testi Rasponi a via Sant Alberto: 104mila euro (esclusa rete del futuro parcheggio) (progettazione in corso) 19. Installazione sgrigliatore automatico idrovora Sapir: 55mila euro (in corso) 20. Scolmatore fognatura di via Bassa: 70mila euro (progettazione in corso) 21. Tombamento fosso via Cella a San Bartolo: 92mila euro (fatto). Inoltre nell ambito di interventi di ristrutturazione di alcune strade si è provveduto ad intervenire anche sulle fognature; i principali recenti interventi sono stati: 22. Marina di Ravenna, viale delle Nazioni (in corso) 23. Via Trieste da via Magazzini Anteriori a via Perilli (fatto) 24. Fognature bianche nelle vie Teodato, Simmaco e Belisario: 160mila euro (fatto) 25. Fognatura in via Curzola (zona via Trieste) (fatto) 26. Lido Adriano, tratto fognatura in viale Petrarca (fatto) 27. Fognatura in via dei Pozzi da via Simoni a via Portoncino: 70mila euro (in corso) 28. Troppo pieno condotta ex Callegari: 62mila euro (progettazione in corso) 29. Rifacimento fognatura di via Barbiani: 163mila euro (progettazione in corso) 30. Nuova fognatura via degli Spreti: 400mila euro (progettazione in corso) 31. Nuovo tratto di fognatura in via Zignani a Castiglione: 30mila euro (progettazione in corso)

6 6 MOBILITA METANO E TARGHE ALTERNE PER NON INQUINARE Una campagna per incentivare l utilizzo di veicoli a metano e a gpl. Contributi ai privati fino a 500 Euro per impianti sulle auto non catalizzate. Tornano le limitazioni al traffico Il traffico veicolare privato è ormai ampiamente riconosciuto come la causa principale dell inquinamento urbano e come il settore che percentualmente consuma più energia. Negli ultimi decenni si è assistito non solo ad un notevole incremento della mobilità delle persone e delle merci, ma anche ad un insufficiente diversificazione dei carburanti utilizzati per l autotrazione. E per queste ragioni coerentemente con il Libro Verde sull Energia e il Libro Bianco sui Trasporti dell Unione Europea - che è sempre più necessario fare ricorso a carburanti a basso impatto ambientale quali il metano e il gpl, tecnologie mature che sul breve periodo possono senz altro dare un positivo contributo nella lotta all inquinamento atmosferico, in particolare per quanto riguarda l esigenza di abbassare il livello di PM10 nell atmosfera. Il Comune di Ravenna sta attuando un piano strategico di interventi strutturali finalizzati ad una diminuzione dell impatto ambientale del sistema di mobilità urbana, i cui principali obiettivi sono la riduzione degli autoveicoli privati circolanti a favore di trasporto pubblico e biciclette e la riduzione dell impatto ambientale dei veicoli, attraverso l utilizzo di carburanti a basso impatto ambientale. In particolare, Ravenna vanta una lunga tradizione nell uso del metano come combustibile per autotrazione, grazie alle esperienze pluriennali di aziende come Atm ed Hera; anche a livello di traffico privato, oggi il 7% dei veicoli circolanti è alimentato a metano supportato da una rete distributiva adeguata - a cui si aggiunge un dato analogo per quanto riguarda le auto alimentate a gpl. La stessa Amministrazione sta procedendo ad una progressiva conversione a metano del proprio parco mezzi: entro la fine dell anno, circa il 40 dei mezzi dovrebbe essere alimentato a metano (in aggiunta a un altro 10% di veicoli elettrici). Oggi il Comune avvia una campagna per incentivare l utilizzo ulteriore di veicoli a metano e a gpl da parte dei privati. Ai cittadini che acquistano un autovettura alimentata a gas, rottamandone una non catalizzata o trasformando a gas la propria autovettura non catalizzata, verrà infatti riconosciuto un incentivo economico, fino a 500 Euro; inoltre, gli autoveicoli a gas saranno esentati dalle limitazioni alla circolazione a targhe alterne. Le operazioni ammesse a contributo sono la trasformazione di autovetture da benzina a metano o gpl, e la sostituzione, cioè l acquisto di un autovettura nuova a Metano, a GPL o bifuel con la contemporanea rottamazione di un autovettura non catalizzata. Per informazioni specifiche sulla campagna o per avere l elenco delle officine che hanno aderito all iniziativa, ci si può rivolgere all Ufficio Comunicazione e Relazioni col Pubblico, in via Raul Gardini 11, tel , oppure al sito Tipo Tipo Importo di impianto di autoveicolo del contributo METANO Auto non catalizzata Euro 500 METANO Auto catalizzata Euro 300 GPL Auto non catalizzata Euro 300 GPL Auto catalizzata Euro 200 DAL 21 OTTOBRE SI CIRCOLA PARI E DISPARI A partire da giovedì 21 ottobre riprende anche a Ravenna la regolamentazione del traffico a targhe alterne ogni giovedì, all interno della campagna regionale Liberiamo l aria, giunta alla sua terza edizione. L accordo ha lo scopo di stimolare, anche attraverso finanziamenti regionali, la realizzazione di interventi strutturali per favorire la mobilità sostenibile, al fine di superamenti di 50 nel superamenti di 55 nel superamenti di 60 nel µg/m 3 nel µg/m 3 nel µg/m 3 nel PIACENZA PARMA REGGIO NELL'EMILIA MODENA BOLOGNA FERRARA RAVENNA CESENA FORLI' RIMINI Il dato appare su fondo rosso quando i superamenti del limite stabilito per l'anno considerato sono più di 35, come definito dal D.M.60 2/4/2002. Valori limite di confronto (µg/m 3 ) nel nel nel nel nel abbassare i livelli di polveri sottili (PM 10) contenuti in atmosfera, e causati in buona parte almeno in ambito urbano dai gas di scarico degli autoveicoli; nonché quello di contenere gli sforamenti di PM10.. Ecco le principali novità: l avvio della campagna è fissato appunto per giovedì 21 ottobre. Come per gli anni precedenti, la campagna sarà sospesa dall inizio di dicembre fino al termine delle festività natalizie, per poi riprendere ai primi di gennaio e proseguire fino a fine marzo, a partire da gennaio, verranno intensificate le restrizioni per i veicoli non catalizzati. In particolare, a Ravenna verrà ampliata l area urbana all interno della quale, in determinati orari, entrerà in vigore il divieto di circolazione per i suddetti veicoli, legato al programma di incentivi. all interno del tavolo regionale di concertazione, l Amministrazione ravennate sta portando avanti una proposta volta a potenziare gli interventi strutturali in grado di contenere l inquinamento da traffico veicolare e quindi le emissioni di polveri sottili, e sostiene la necessità di provvedimenti di contenimento (restrizioni) ulteriori, soprattutto in condizioni critiche.

7 ALUNNI PIÙ SICURI SUGLI AUTOBUS Col nuovo anno scolastico avviato servizio di vigilanza sui mezzi per il trasporto dei minori residenti in periferia, forese e lidi. Spesi 200mila euro nella messa in sicurezza delle fermate Nell attuare il servizio di trasporto scolastico per l anno il Comune ha dato molta importanza al servizio di vigilanza negli autobus. Sono state infatti pianificate numerose attività finalizzate appunto alla sicurezza dei ragazzi e delle ragazze anche all interno degli autobus del trasporto scolastico. Il servizio, di carattere educativo, viene effettuato da operatori della cooperativa Progetto Crescita Selenia sui mezzi adibiti al trasporto scolastico dei minori residenti nella periferia della città, nel forese e nel litorale e attraverso laboratori svolti nelle scuole elementari e medie del territorio comunale durante l anno scolastico. L ATM A SERVIZIO DEGLI STUDENTI Con l apertura delle scuole è entrato in vigore l orario invernale del servizio Atm, del quale usufruiscono anche moltissimi studenti. Alcune variazioni nelle linee 10, 11 e Metrobus Giallo. Il Metrobus Giallo fa passaggi più frequenti, ogni 15 minuti. I capolinea delle linee 10 e 11 risultano invertiti: la nuova 10 fa il percorso Fornace Zarattini Porto Fuori, la nuova 11 via Marche via dei Poggi. Altre modifiche si sono rese necessarie per i lavori in via Mariani. A causa dell allungamento dei tempi di percorrenza di alcune linee si è reso necessario modificare di alcuni minuti gli orari di arrivo e partenza. Al mattino anticipati gli arrivi in stazione dei bus del litorale e gli arrivi in piazza Caduti dei bus dall extraurbano; alle circa, posticipate le partenze dei bus diretti al litorale e alle località dell extraurbano. Ciò per consentire, soprattutto agli studenti, di raggiungere in tempo utile gli istituti decentrati (Centro studi di via Marconi, istituto Agrario e Callegari). Vengono confermati: il servizio scolastico dalla zona di via Staggi, con autovetture tramite una corsa in partenza alle 7.20 diretta in stazione e una coppia di corse di ritorno dalla stazione alle 11 e alle Confermato pure il collegamento Lido di Dante Ravenna, con vetture a otto posti tramite due corse di andata e due di ritorno negli orari di entrata e uscita dalle scuole. Da Lido di Dante partenze alle 7.10 e 7.35, i ritorni alle da via De Gasperi 19 e alle da piazza Caduti. Per quanto riguarda più nel dettaglio il servizio di trasporto scolastico, il piano comunale per quest anno prevede 48 itinerari per una percorrenza complessiva di circa chilometri giornalieri e la realizzazione di 173 fermate, che rispondono tutte alle normative vigenti in materia di circolazione stradale. Per sostenere questo intervento di messa in sicurezza, di importanza fondamentale, l amministrazione comunale ha sostenuto una spesa di oltre duecentomila euro. Quello del trasporto scolastico viene considerato un servizio che non può lasciare spazio all improvvisazione e che deve essere improntato a criteri di qualità, efficienza e soprattutto di sicurezza. Ed è proprio quest ultimo tema ad essere stato al centro in questi mesi del lavoro degli uffici competenti per recepire tutte le indicazioni dettate dalle vigenti normative in materia di circolazione e per garantire così i massimi standard di sicurezza delle fermate e degli itinerari individuati. Contro il bullismo nelle scuole questionari per ragazzi e corsi per insegnanti Negli ultimi anni il fenomeno del bullismo si è rivelato un fatto sommerso eppure molto diffuso. A questo proposito l assessorato alle Politiche Giovanili del Comune ha commissionato al Risea (Ricerche e servizi per l adolescenza) dell Ausl di Ravenna un indagine che ha coinvolto la scuola elementare Masih di Lido Adriano, la media Montanari di Ravenna, l Ipsia Callegari di Ravenna, l elementare Mazzini di Milano Marittima, la media Ressi Gervasi di Cervia e l istituto Alberghiero di Cervia. Attraverso un questionario rivolto agli studenti sono stati raccolti dati sull incidenza del fenomeno, di cui rimane vittima in media uno studente su quattro. A questo proposito sono in progetto alcuni corsi per gli insegnanti, mentre il coinvolgimento delle famiglie è già stato avviato attraverso un sistema di incontri. A LEZIONE ANCHE GENITORI E DOCENTI Settembre pedagogico : per rivalutare la scuola come ambito privilegiato di formazione dei giovani 7 SCUOLA L inizio di un nuovo anno scolastico è sempre un avvenimento per gli alunni, ma anche per le famiglie e tutto il personale scolastico. Il Comune, da sempre impegnato nella valorizzazione del rapporto con la scuola, ha aderito al progetto Settembre Pedagogico, promosso dall Anci, per rivalutare la scuola come ambito privilegiato di formazione dei cittadini più giovani. In occasione dell apertura del nuovo anno si punta al coinvolgimento dell intera comunità, alla partecipazione di tutti i soggetti preposti alla formazione, sostenendo la collaborazione di associazioni professionali, genitori e scuole per un rilancio del patto tra città e scuola. Alcune iniziative hanno già avuto luogo, altre sono in programma nei prossimi giorni e durante l anno scolastico. 27 Settembre ore 17, sala D Attorre, via Ponte Marino 2 L APPRENDIMENTO COME AUTO- NOMIA Intervengono: Alfonso M. Iacono, preside della facoltà di Lettere e filosofia dell università di Pisa; Sergio Viti, insegnante, autori di Per mari aperti e Le domande sono ciliegie, testi su bambini e filosofia 22 Ottobre ore 17, sala preconsiliare della Residenza comunale, piazza del Popolo 1 EDUCAZIONE E GLOBALIZZAZIO- NE: QUALI SAPERI E QUALI APPREN- DIMENTI PER UNA CIVILTÀ PLANE- TARIA Interviene: Gianluca Bocchi, docente di filosofia dell università di Bergamo Nell anno scolastico: PRIMA NON TI CONOSCEVO! (schede e itinerari di educazione interculturale curati da Piera Pedezzi) - Interviene: Matilde Callari Galli, docente di Antropologia culturale all università di Bologna PICCOLI GESTI DI ECOLOGIA (testo a cura di Roberto Papetti e Cristian Zavalloni) RAVENNA CON GLI OCCHI DEI BAMBINI (guida virtuale della città realizzata da Daniele Panebarco) OCCHIO ALLA STRADA (cd rom animato interattivo di educazione stradale)

8 8 UNIVERSITÀ Una crociera in Corsica Nella seconda metà di giugno, nove docenti e diciotto studenti della Laurea specialistica in oceanografia, facente parte del Corso di Laurea in Scienze Ambientali di Ravenna e unica del genere in Italia, hanno svolto una crociera davvero speciale. Salpati da Livorno sulla nave Universitatis, hanno fatto rotta sull isola di Capraia, nel Canale di Corsica, dove hanno svolto ricerche marine sul campo, diretti da docenti di oceanografia fisica, algologia, ecologia e geologia. Le ricerche sono state effettuate in un ambiente molto particolare, quale quello del Canale di Corsica, che presenta un fondale che scende rapidamente fino a 400 metri di profondità, ambienti eterogenei ed elevati livelli di biodiversità. Lo scopo principale della crociera era quello di offrire per la prima volta in assoluto agli studenti l opportunità di applicare sul campo le metodiche di indagine che vengono insegnate nell ambito dei corsi ravennati, riguardanti sia le variabili chimico-fisiche che quelle biologiche. Sono state analizzate le caratteristiche della colonna d acqua, sono state realizzate misure di produttività algale e sono state analizzate le caratteristiche dei sedimenti e dei popolamenti dei fondali. Il mecenatismo di Conservazione Il corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali ha lanciato un progetto di mecenatismo culturale alla città e alle sue forze economiche. L idea è quella di fornire servizi qualificati alle imprese in cambio di adeguate sponsorizzazioni, partendo dal presupposto che la facoltà svolge attività di ricerca in molte parti del mondo (con scavi archeologici, master di ricerca e altre iniziative). Mettendo a disposizione il proprio knowhow culturale e didattico nonché i propri spazi, la facoltà ravennate prima in Italia a farsi promotrice di un idea di fund rising di questo tipo è in grado di lavorare fianco a fianco con qualsiasi azienda per l organizzazione di ricerche o di eventi, in campi che magari possano interessare le aziende stesse. Naturalmente l offerta non è limitata al mondo ravennate: anzi, la vastità di contatti e di operazioni svolte in varie parti del mondo potrebbe favorire l adesione al progetto di imprese estere. Tutti coloro che aderiranno al progetto di fund rising diventeranno anche membri di un apposita associazione senza scopo di lucro, il Faculty Club, che ha lo scopo di favorire la ricerca scientifica e la visibilità dei singoli sponsor. ATENEO SEMPRE PIU GRANDE Partono da quest anno i nuovi corsi di laurea per giurisprudenza e ingegneria edile. Ne parla il professor Andrea Contin, presidente del Polo Universitario Le molte novità che il Polo Universitario ravennate mette in campo in quest anno accademico mi fanno essere ottimista sul numero delle iscrizioni, anche se come sempre molti studenti si iscriveranno soltanto negli ultimissimi giorni, a ridosso del 30 settembre. Parole del professor Andrea Contin, presidente del Polo Universitario ravennate: a pochi giorni dalla chiusura delle iscrizioni, il quadro che fa della situazione universitaria cittadina è decisamente roseo. Quest anno ci sono due novità particolarmente significative a livello di corsi di laurea triennali: quello in Scienze Giuridiche e quello in Ingegneria Edile. Il primo è un corso propedeutico alla professione forense, dal quale ci aspettiamo una qualità rilevante di iscritti, visto che gli sbocchi professionali offerti da un corso del genere sono decisamente numerosi. E del resto già oggi i primi dati confermano l interesse degli studenti per questo nuovo corso: i dati di iscrizione (al 14 settembre, ndr) superano del 50% gli iscritti al parallelo corso per Operatore giuridico di impresa, l altro corso in ambito giurisprudenziale che già aveva avuto un buon riscontro. Complessivamente, ci aspettiamo che questa nuova proposta faccia registrare circa il 30 per cento delle matricole complessive ravennati: una cifra più Offerta formativa Polo Scientifico Didattico di Ravenna anno accademico 04/05 FACOLTÀ DI CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI Corso di Laurea in Beni Archivistici e Librari Corso di Laurea in Beni Archeologici Corso di Laurea in Beni Storico - Artistici e Musicali Operatore dei Beni Culturali Archeologici Teledidattico Operatore dei Beni Culturali Archivistici e Librari Teledidattico Operatore dei Beni Culturali Storico-Artistici Teledidattico Laurea specialistica in Conservazione e Valorizzazione dei Beni Archeologici Corso di laurea Interfacoltà Corso di Laurea in Civiltà dell Europa Orientale e del Mediterraneo Corso di laurea Specialistica in Cooperazione internazionale, regolazione e tutela dei diritti e dei beni etnoculturali (nuova attivazione a.a. 2004/2005) FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze Ambientali Laurea specialistica in Scienze Ambientali Marine e Oceanografia: Laurea Specialistica in Scienze per L Ambiente e il Territorio: Corso di Laurea in Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali In collaborazione con la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali Corso di Laurea specialistica in Scienze e Tecnologie per la Conservazione e il restauro dei Beni Culturali FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Corso di laurea in Operatore Giuridico d Impresa Corso di laurea in Scienze Giuridiche (nuova attivazione a.a. 2004/2005) Laurea Specialistica in Teoria e tecnica della normazione dell E-governance (nuova attivazione a.a. 2004/2005) FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Tecnico del Territorio Corso di laurea in Ingegneria Edile (nuova attivazione a.a. 2004/2005) FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di laurea in Logopedia Corso di Laurea in Infermieristica FACOLTA DI CHIMICA INDUSTRIALE Corso di Laurea in Chimica dei materiali e tecnologie Ceramiche Corso attivato con didattica a Faenza nuova attivazione a.a. 2004/2005 che rilevante. Sempre restando nel campo degli studi giuridici, vorrei anche segnalare che prende il via quest anno una laurea specialistica dedicata all e-governance, che mi sembra davvero interessante. Tornando alle novità nei corsi triennali, l altra riguarda Ingegneria Edile: un corso che nasce un anno dopo quello per Tecnico sul territorio, e in qualche modo ne rappresenta il complemento. Anche per quanto riguarda le laure specialistiche, le novità non si fermano all e-governance. E vero, abbiamo messo in campo diverse nuove possibilità, proprio per fornire agli studenti ravennati maggiori opportunità di restare a Ravenna anche al momento della specializzazione. Il corso di laurea di Scienze Ambientali offre già da tempo alcune lauree specialistiche; quest anno nasce anche una nuova laurea in Tecnologia, all interno della Facoltà di Conservazione di Beni Culturali. Insomma, l offerta universitaria cittadina si amplia costantemente.... Parliamo di Scienze Ambientali, che da qualche mese si è anche dotata di un ampia nuova sede. La nuova sede è ormai a pieno regime, e questo permette ovviamente di lavorare meglio. Oggi lavorano a Scienze Ambientali, oltre ai docenti, circa ottanta persone: fra ricercatori, stagisti, collaboratori esterni, alcuni dei quali vengono addirittura dagli antipodi, dalla Nuova Zelanda. Anche per questo speriamo che la facoltà possa registrare una crescita di studenti, cioè di matricole: visto che, fra l altro, con la nuova sede siamo ampiamente in grado di fornire servizi adeguati a molti più studenti rispetto al passato. CORSI DI LAUREA a.a. 2002/2003 a.a. 2003/2004 a.a. 2002/2003 a.a. 2003/2004 matricole matricole iscritti iscritti FACOLTÀ DI CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI Beni Archeologici Beni Archivistici e Librari Beni Storico-artistici e musicali Operatore dei Beni Archeologici (teled.) // 13 // 16 Operatore dei Beni Archivistici (teled.) 28 2 // 3 Operatore dei Beni Storico-Artistici (teled.) // 19 // 21 Operatore dei Beni Culturali (teled.) // // Civiltà dell Europa Orientale Conservazione e valorizzazione dei Beni archeologici (LS) Vecchio Ordinamento Conservazione dei Beni Culturali // // Operatore dei Beni Culturali // // SCIENZE AMBIENTALI Vecchio Ordinamento Scienze Ambientali // Scienze Ambientali Marine e Oceanografia (LS) Scienze per l Ambiente e il Territorio (LS) TECNOLOGIE PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO DEI BENI CULTURALI OPERATORE GIURIDICO D'IMPRESA TECNICO DEL TERRITORIO // 48 // 54 LOGOPEDISTA // 10 // 12 INFERMIERE // 27 // 28 CHIMICA DEI MATERIALI E TECNOLOGIE CERAMICHE (Faenza) VITICOLTURA ED ENOLOGIA (Faenza) TOTALE

9 LAUREARSI E TROVARE LAVORO L offerta didattica ravennate giudicata da chi affolla le aule accademiche, le biblioteche e i locali della città. E da chi sta cercando un occupazione stabile e sicura Era il 1992 quando fu inaugurata la facoltà di Conservazione dei Beni Culturali. Ancor prima, però, era nato il corso di Laurea in Scienze Ambientali, rivoluzionario campo di studi che per primo legò l università alle esigenze di uno sviluppo industriale e territoriale ecosostenibile. Gianni fu tra i primi ad iscriversi alla facoltà scientifica: Scelsi l indirizzo marino - racconta -. Era il 1992 e da Ravenna non era ancora uscito alcun laureato. L esperienza è stata molto positiva: i corsi di studio erano interessanti e la facoltà valida. L unico appunto che mi sento di sollevare riguarda il collegamento delle lezioni con l aspetto pratico che oggi, da lavoratore, sono chiamato ad esercitare. Una volta uscito dal mondo accademico, mi sono accorto che l approccio alla materia era stato troppo teorico e poco legato agli aspetti più pratici. Io e i miei compagni di corso potevamo contare su valide conoscenze, ma non eravamo pronti per tradurle sul lavoro. Così siamo tornati a prepararci e studiare, questa volta da soli, per dotarci degli strumenti necessari. Oggi, a distanza di tempo, vedo che la facoltà è cambiata e mi sembra che, nel rapporto con il mondo privato e del lavoro, si siano istaurati legami più stretti. Gianni si è laureato nel febbraio del 2000 ed ha iniziato a lavorare subito dopo: Due mesi dopo la laurea ho trovato il primo impiego, nel settore della ricerca in campo privato. L esperienza è durata alcuni anni, ma dal 2002 sono passato ad operare nel pubblico, dove mi occupo di valutazione d'impatto ambientale e di bonifica di siti contaminati. Il lavoro quindi non è mai mancato, anche se devo dire che prevalgono le forme di contratto atipiche: fino ad ora non ho mai avuto offerte d'impiego a tempo indeterminato. Se il corso di Scienze Ambientali ha battezzato la città universitaria, l apertura della facoltà di Conservazione dei Beni Culturali ha rappresentato una svolta per il futuro accademico di Ravenna. Cristiana si è laureata nel corso di studi d'indirizzo archivisticolibrario. E stata un esperienza molto coinvolgente - racconta -. Prima di approdare a Ravenna ho frequentato due anni di università a Bologna, dove il rapporto tra studenti e professori era inevitabilmente molto distaccato. A Ravenna, invece, ho trovato una dimensione più umana e appassionante, in cui il rapporto con il docente è stato molto più stretto e produttivo. Sono stata fortunata e mi auguro che oggi, nonostante il crescente successo in termini di iscritti, la situazione non sia mutata. Laureatasi nel 2000, Cristiana lavora come libera professionista nel campo archivistico: Da quando ho completato i miei studi - commenta - sono sempre riuscita a trovare impieghi attinenti alla formazione universitaria. Anche se - aggiunge - ho dovuto accettare tutti gli incarichi come libera professionista e rinunciare all idea, per ora, di trovare lavoro a Ravenna. Le richieste giungono prevalentemente dalle zone di Imola, Bologna e Ferrara. Dai laureati agli aspiranti dottori. Coloro che sono ancora alle prese con gli esami universitari, mostrano una piena condivisione delle impressioni manifestate da chi ha già concluso il percorso di studi. Silla, laureanda in Scienze Ambientali - Indirizzo Biotecnologie Marine, sottolinea i vantaggi della facoltà ravennate, soffermandosi sul rapporto umano e diretto con gli insegnanti: I docenti sono preparati e disponibili al dialogo - spiega - e il numero limitato di iscritti permette di seguire con attenzione e coinvolgimento le lezioni. Si tratta di un aspetto di grande importanza di cui sono molto soddisfatta. Prima di iscrivermi a Ravenna ho frequentato l ateneo di Pavia dove non sono riuscita ad instaurare un analogo rapporto con i professori. Ravenna sta gradualmente diventando una città universitaria, spero che continui a crescere e a dotarsi di strutture adeguate alle nuove dimensioni del polo accademico. Oltre ad accrescere la popolazione studentesca, l università ha convogliato in città nuovi importanti energie nel campo della ricerca. La Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali è sempre più coinvolta nel Parco Archeologico di Classe, mentre sul fronte delle scienze ambientali il territorio è diventato luogo di importanti ricerche. Francesca, dopo aver ottenuto la laurea a Bologna, si è trasferita a Ravenna, dove è in missione da circa due anni e mezzo. L università ravennate - commenta - offre diverse occasioni nel campo della ricerca. E una realtà molto dinamica dove sono stati avviati molti progetti legati sia alla città, che agli enti privati e all Unione Europea. La mia borsa di studio triennale è in scadenza - conclude - ma spero che mi sia rinnovata, così da poter continuare a lavorare nella ricerca a Ravenna. 9 UNIVERSITÀ L ASSOCIAZIONE (DEGLI STUDENTI) FA LA FORZA Un breve vademecum delle associazioni studentesche nate all interno del polo ravennate. Si va dall organizzazione di iniziative culturali all aiuto nella ricerca di un lavoro. Gli studenti universitari ravennati hanno costituito, nel corso degli anni, diverse associazioni con finalità ricreative, culturali e di assistenza reciproca. Le cinque che riportiamo sono quelle esplicitamente segnalate sul sito ufficiale del Polo ravennate dell Università. ACERS.BC Associazione culturale e ricreativa studenti Beni Culturali Via Mariani 5, tel Nata per curare l'aspetto ricreativo degli studenti, l'associazione ha allargato le sue competenze e i suoi interessi verso l'ambito cinematografico. Accanto all'organizzazione di feste, localizzazione di spazi adeguati per gli studenti, alle convenzioni con locali e ristoratori, L' ACERS.BC ha allargato i suoi orizzonti al fine di aiutare gli stessi studenti a trovare lavori temporanei attraverso propri contatti. A.S.BE.C Associazione Studenti Beni Culturali Via Mariani 5, tel È nata nel 1995 per creare un punto di riferimento per gli studenti del corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali. Durante la sua attività, ha instaurato un ottimo e costruttivo dialogo con le istituzioni, il corpo docente e il Preside della Facoltà. La prima attività è stata quella di contribuire al buon funzionamento della biblioteca interna di Palazzo Corradini. Un'altra importante iniziativa riguarda l'attivazione dell'indirizzo storico artistico. L'Associazione si occupa inoltre di questioni a rilevanza nazionale, come la riforma dell'ordinamento didattico, il riconoscimento del Corso di Laurea e la creazione di un albo professionale attraverso l'assemblea nazionale permanente degli studenti in Conservazione dei Beni Culturali. ASSA Associazione Studenti Scienze Ambientali Via Tombesi dall'ova 55, tel Gli studenti sentivano la necessità di un organo in grado di aiutarli attraverso iniziative volte a migliorare l'ambiente universitario, offrendo servizi, agevolazioni e contatti con esperienze in altre parti d'italia o all'estero. Per questo è nata l'as- SA, la cui linea programmatica implica il dovere di rappresentare tutti gli studenti, indipendentemente dal fatto che questi ultimi siano iscritti o meno all'associazione. Sinistra Universitaria di Ravenna Via Mariani 5, tel Nata nel 2001 dall'esigenza di alcuni studenti della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali di confrontarsi con la realtà universitaria in modo attivo e propositivo. L'attività è legata sia all'organizzazione di attività didattiche, culturali e ricreative, sia alla promozione di una sensibilità e di una partecipazione, tra gli studenti, alle esigenze e ai bisogni comuni. L'impegno è focalizzato su più fronti: il diritto allo studio, la riforma universitaria, l'aumento delle tasse, i problemi legati ai corsi di studio... L'associazione è impegnata anche nell'organizzazione di convegni, spettacoli d'improvvisazione teatrale, mostre e nella creazione di una testata giornalistica universitaria. Student Point Via Mariani 5, tel , Nato su iniziativa di alcuni amici per venire incontro alle molteplici esigenze degli studenti della facoltà di Conservazione dei Beni Culturali. L'associazione organizza visite guidate a mostre, città e siti archeologici di particolare interesse per gli studenti, con lo scopo di approfondire temi trattati durante i corsi. l membri dell'associazione realizzano tutti gli anni un servizio di orientamento per le matricole e di aiuto per la compilazione dei piani di studio. La presenza attiva di alcuni membri dello Student Point all'interno degli organi accademici permette inoltre una costante informazione sulla Riforma Universitaria e sugli orientamenti della Facoltà.

10 10 CULTURA ECCO L ARIANNA RITROVATA L Arianna di Guido Reni (Bologna Bologna 1642) ritorna alla luce dopo 360 anni di oblio. La grande tela (cm. 220x150) costituisce la sola parte superstite del grande dipinto Le nozze di Bacco e Arianna, uno degli ultimi capolavori del maestro bolognese, che sembrava perduto per sempre, coinvolto nelle gravi vicende di un Europa devastata dalla Guerra dei Trent Anni. L opera è stata ritrovata di recente da Denis Mahon e dal professor Andrea Emiliani e, riportata in Italia, è stata acquistata dalla Fondazione del Monte di Ravenna e Bologna che ne cura l esposizione. Insieme a RavennAntica-Fondazione Parco Archeologico di Classe e al Comune di Ravenna, la Fondazione del Monte presenta ora il dipinto ai ravennati e ai turisti. L Arianna, piena di fascino, emblema di grazia femminile delicata e maestosa, segna l avvio della tarda produzione pittorica di Guido Reni, la seconda maniera elaborata non senza travagli nella Bologna dei tardi anni trenta del Seicento: una città apparentemente quieta eppure densa di dibattiti e di fermenti culturali. L artista sta modificando in quel periodo il proprio stile, alla ricerca di effetti pittorici inediti che stravolgeranno genialmente i canoni tradizionali. Accuratamente restaurata l Arianna splende oggi tra i cicli pittorici della chiesa di San Nicolò e tra i mosaici pavimentali della Domus del Triclinio, che prolunga la sua apertura fino al 7 gennaio (Per informazioni: Domus del Triclinio tel ). Mostra: L Arianna di Guido Reni Sede: Domus del Triclinio Chiesa di San Nicolò, via Rondinelli Periodo: fino al 7 gennaio Enti organizzatori: RavennAntica-Fondazione Parco Archeologico di Classe, Comune di Ravenna, Fondazione del Monte Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10 alle 18,30 (visite speciali i venerdì di ottobre alle 21 e alle 21,45) Catalogo: L Arianna di Guido Reni, ed. Electa LE OPERE DI GIACOMETTI PROTAGONISTE AL MUSEO Il Museo d Arte della città di Ravenna organizza, in collaborazione con la Fondation Maeght di Saint-Paul e la Fondazione Mazzotta di Milano, una grande mostra dedicata ad Alberto Giacometti. Il progetto espositivo, ampio e articolato, darà conto di Giacometti, assoluto protagonista della scultura contemporanea, ma anche straordinario pittore così come fine disegnatore e incisore di rara sensibilità. Si tratta della più vasta mostra mai realizzata prima in Italia dedicata all artista svizzero, grazie ai numerosi prestiti eccellenti, a partire dal nucleo centrale delle opere della Fondation Maeght, dalla Kunsthaus di Zurigo e a numerosi lavori provenienti da collezioni private. Le oltre cento opere scelte dai curatori ricostruiscono il percorso di Giacometti attraverso sculture, dipinti, disegni fornendo un completo quadro della complessa personalità espressiva di un artista che come pochi altri ha suscitato l interesse di filosofi e scrittori quali Jean-Paul Sarte, Simone de Beavouir, Samuel Beckett. La mostra si apre con un dipinto giovanile Portrait de jenune fille, 1921 prosegue con le influenze africane della sua prima scultura monumentale la Femme cuillère, 1926 sfocia nelle opere del periodo che lo ha visto collaborare con i surrealisti e in quelle della successiva rottura; il percorso culmina con la presentazione delle sue celebri figure assottigliate fino quasi a scomparire Groupe de La Fôret, 1950, bronzo, cm 57x61x49,5, Fondation Maeght, Saint-Paul trois hommes, 1943/49 frutto di un analisi introspettiva e di una riflessione sulla continuità tra vita e morte. Arricchiscono la mostra una cinquantina di suggestivi ritratti fotografici dell artista scattati da Ernst Scheidegger nel corso della loro lunga amicizia e un intervista realizzata per la televisione Svizzera nel 1963: Alberto Giacometti: sono uno scultore mancato. In occasione dell evento, in collaborazione con Ravenna Teatro, andrà inoltre in scena al Teatro Rasi in dicembre lo spettacolo Ritratto Frontale. Un dialogo tra Giacometti e James Lord, progetto teatrale di Alessandro Fabrizi che prende spunto dal libro Un ritratto di Giacometti di James Lord, critico e scrittore, nonché grande amico dell artista. Mostra: Alberto Giacometti Sede: Museo d Arte della città di Ravenna Loggetta Lombardesca, via di Roma 13 Curatori: Jean Louis Prat, Claudio Spadoni Enti organizzatori: Museo d Arte della città di Ravenna, Fondation Maeght, Saint-Paul, Fondazione Mazzotta, Milano Catalogo: Ed. Mazzotta, bilingue Biglietti: intero 8 euro, ridotto 6, gratuito sotto i 18 anni e oltre i 65 Inaugurazione: sabato 9 ottobre ore 18 Periodo: 10 ottobre - 20 febbraio

11 AUTUNNO TRA GIAPPONE E GRANDI REGISTI Nightmare inaugura Sala 12, la nuova sede del Centro di cultura cinematografica del Comune al Cinemacity. Seguono l animazione dei maestri giapponesi e una retrospettiva su Pupi Avati Ritorna anche quest anno l appuntamento con l Ottobre giapponese, evento promosso e realizzato dall associazione per gli scambi culturali tra Italia e Giappone di Ravenna (Ascig), in collaborazione con il Comune e la Provincia di Ravenna. L edizione di quest anno, che vede la partecipazione dell Ufficio Cinema del Comune di Ravenna, è concentrata in particolare sul cinema di animazione giapponese grazie anche alla collaborazione con il Chiavari International Animation Film Festival. Scelta dovuta, quella di dedicare ampio spazio al cinema d animazione giapponese, forma d arte ormai divenuta anche un genere commercialmente importante. Spicca nella programmazione la presenza di Takahata Isao, maestro del cinema animato giapponese (co-fondatore dello Studio Ghibli), e di alcuni tra i suoi corti e lungometraggi che saranno proiettati al Cinema City di Ravenna il settembre. Tra Il Comune di Ravenna prosegue il percorso di studio dedicato agli autori della nostra regione proponendo, quest anno, l opera di uno dei più importanti interpreti del cinema italiano contemporaneo: Pupi Avati. L iniziativa, che è nata e si è sviluppata grazie alla collaborazione di Regione Emilia- Romagna, Provincia di Ravenna, Università di Bologna-Sede di Ravenna, è gli altri: Panda Kopanda, Una tomba per le lucciole (Hotaru non haka), Only Yesterday (Homohide Poroporo) e My Neighbors the Yamadas (Hohokekyo Tonari no Yamada-kun). Sempre in omaggio al cinema d animazione verrà presentato il 1 ottobre, in anteprima italiana, il mediometraggio Giorni D Inverno (Fuyu no hi), realizzato da un collettivo di 35 animatori giapponesi e non, su iniziativa del maestro giapponese dell animazione di pupazzi Kawamoto Kihachiro. La rassegna proseguirà il 2 ottobre con TUTTO SU PUPI AVATI stata inaugurata da Michelangelo Antonioni alla cui opera era dedicato il primo appuntamento. Negli anni successivi la rassegna si è occupata di Valerio Zurlini, Florestano Vancini, Cesare Zavattini e infine, nel 2003, di Marco Bellocchio. L edizione 2004, che si svolgerà a partire da mercoledì 3 novembre, comprende una rassegna cinematografica, un convegno di studi e una mostra iconografica. Nato a Bologna nel 1938, Pupi Avati una panoramica storica sugli animatori giapponesi indipendenti, in collaborazione con l Ente di promozione del cortometraggio alternativo Open Art di Tokyo, evento dedicato alla memoria di Monica Cavalieri, studiosa di animazione orientale e vicepresidente dell Ascig, scomparsa prematuramente quest anno. E poi ancora, un incontro con una delle massime specialiste mondiali della plastilina, la giapponese Yusaki Fusao, che mostrerà e commenterà le sue opere realizzate nel corso di una lunghissima carriera (5-6 ottobre). E infine documentari (di Pio D Emilia), concerti e spettacoli di danza (con la maestra Taniguchi) e conferenze fino al 15 ottobre, quando la manifestazione si chiuderà con un incontro al Mama s sulle avanguardie musicali presentato da Guillermo Gonzales e Luca Pili, per un affondo intenso e articolato nei diversi aspetti della fitta cultura giapponese. entrò nel cinema nel 1969 con Balsamus, l uomo di Satana, un film grottesco, surreale e dissacrante, decisamente inconsueto per il panorama italiano di quel periodo. Da allora, ha esplorato i generi più diversi che vanno dall horror alla commedia nostalgico-sentimentale, al cinema di carattere storico e di tema musicale, senza trascurare la televisione, per la quale ha diretto diversi speciali. Oltre a quella di regista non va dimenticata la sua attività di sceneggiatore: Avati ha sceneggiato quasi tutti i propri film e vanta prestigiose collaborazioni, come quella con Pasolini in Salò o le 120 giornate di Sodoma. CINEMA D ESSAI A SALA 12 Nasce il Centro di cultura cinematografica presso Cinema City che per sei anni metterà a disposizione del Comune, a titolo gratuito, la sala 12 per la programmazione d essai, e gli spazi in cui troveranno posto l Ufficio Cinema del Comune, una biblioteca cinematografica, una filmoteca e uno spazio espositivo. L attività del centro ha inizio proprio in questi giorni con le atmosfere horror della seconda edizione del Nightmare Film festival, proseguirà con le proiezioni dei film dei maestri del cinema d animazione nipponico dell Ottobre giapponese e con le giornate di studio su Pupi Avati in novembre, per poi proseguire nell arco della stagione con programmazioni di cinema d essai e rassegne particolari. Con la costituzione di questo Centro afferma l assessore alla Cultura Alberto Cassani crediamo che la nostra attività cinematografica si collochi in una dimensione adeguata, ideale per iniziare un nuovo cammino ricco di prospettive e sviluppi. È il risultato di un nuovo indirizzo della nostra politica cinematografica che ha voluto affiancare e integrare le già cospicue attività con strutture di studio e di ricerca. 11 CULTURA TENEBRE E SOSPIRI CON DARIO ARGENTO Alla Sala 12 del Cinema City è in svolgimento fino al 26 settembre la seconda edizione del Ravenna Nightmare Film Fest, il festival di cinema horror e fantastico organizzato dall Ufficio Cinema del Comune e diretto da St.Art produzioni. Eventi cruciali della manifestazione che vanta la prestigiosa ammissione alla Federazione Europea dei Festival del Fantastico sono i due Concorsi Internazionali per lungometraggi e per cortometraggi (con opere selezionate tra oltre 130 film da 30 nazioni), la panoramica di titoli in anteprima nazionale (da Spagna, Stati Uniti, Germania, Norvegia, Corea, Inghilterra, Nuova Zelanda) e la retrospettiva dedicata a Dario Argento (Tenebre il 23, Il tram e Testimone oculare ovvero due episodi di La porta sul buio e Phenomena il 24, Suspiria il 25 e Profondo rosso il 26). La sezione speciale Eurozombies presenta poi alcuni capolavori del cinema europeo degli anni 60 e 70 consacrato ai morti viventi, come il recuperato Roma contro Roma del 1963 (un imperdibile peplum dove i legionari romani si tramutano in zombies, in programma il 23) e Zombi 2 di Lucio Fulci (il 24). Tra le anteprime la nuova pellicola di Bryan Yuzna Beyond Re- Animator (il 25) e On the other side of wolves di Vladimir Khotinenko, quattro episodi della Televisione Nazionale Russa, morbida e inquietante fiction dalle suggestioni lynchiane (il 26). Il convegno di studi di sabato 25 (tra i relatori Franco La Polla e Roy Menarini) affronterà il tema della Mummia; mentre il professor Claudio Spadoni si occuperà de L horror e i capolavori della pittura (il 23).

12 12 BREVI IL MONDO A RAVENNA PER UN OMAGGIO A DANTE Con il Settembre dantesco Ravenna ha celebrato il 683 annuale della morte di Dante. Tra le manifestazioni più significative organizzate da assessorato alla Cultura, biblioteca Classense e Opera di Dante, l offerta dell olio alla lampada votiva nella tomba del Poeta (foto) e la rassegna di letture internazionali La divina commedia nel mondo, che ha proposto versioni del poema afrikaans, greca e coreana. Fino al 30 è possibile visitare alla Manica lunga della Classense la mostra di Alberto Sughi La Vita Nuova di Dante (dal martedì alla domenica, 14-18). Ancora, tra gli ultimi appuntamenti del Settembre dantesco, il 27 alle 21 nella basilica di S. Francesco incontro con Ugo Pagliai. Lunedì 11 ottobre alle ultimo incontro delle Letture Classensi con la conferenza di Giacomo Marramao Auctoritas e potestas nella teologia politica di Dante, alla Classense. L 1 ottobre alle 21, il 2 alle 18 e alle 21, per il festival GialloLuna NeroNotte al teatro Rasi incontri, rispettivamente, con gli autori Giulio Leoni ( Alighieri e i delitti della Medusa e I delitti del mosaico ), Valerio Massimo Manfredi ( L isola dei morti ) e Matthew Pearl ( Il circolo di Dante ). LIDO ADRIANO: UN DESIDERIO CHE DIVENTA SEMPRE PIÙ GRANDE Anche grazie allo sviluppo di questo centro sociale, Lido Adriano sta costruendo la sua coesione e la sua identità di paese. Con queste parole il sindaco Vidmer Mercatali ha ringraziato gli organizzatori del Desiderio, il centro sociale per anziani che ha festeggiato l ampliamento degli spazi (80 metri quadrati all interno e 500 all esterno), grazie a un intervento del Comune, che sostiene le spese di affitto. Da tre anni a questa parte i soci sono passati da 70 a 820. Molti di essi sono attivi nell organizzare un calendario di iniziative che si estende per tutto l anno: si va dagli incontri pubblici con medici su vari temi di interesse per la terza età alle conferenze con l Università per la formazione permanente degli adulti, agli scambi con le scuole, dove gli anziani vanno per parlare di vecchi mestieri e di tradizioni. UN FORUM PER L IMMIGRAZIONE Neri per caso, migranti per necessità è il titolo del convegno organizzato al teatro Alighieri per fare il punto sulle politiche dell immigrazione. Tra i temi affrontati l accordo tra Comune e Questura che ha permesso di eliminare le file per il rinnovo dei permessi di soggiorno e la nascita di un forum rivolto a operatori, associazioni di immigrati, sindacati e forze economiche per un modello di integrazione sociale condiviso. ANCORA GIOCHI CON IL LUDOBUS Continua l attività del Ludobus nel forese per coinvolgere centinaia di bambini in giornate di gioco. Domenica 26 settembre San Pietro in Vincoli, Festa dell Uva, ore 15; mercoledì 29 Marina di Ravenna, giardino centro polivalente, ore 16.30; giovedì 30 Porto Fuori, area verde campo sportivo, ore 16.30; venerdì 1 ottobre Santerno, parco giochi via Fuschini, ore QUATTROMILA IN PIAZZA PER LA NOTTE DELLE CREATURE Oltre quattromila persone hanno assistito allo spettacolo La notte delle creature organizzato da Accademia Perduta, che ha concluso la rassegna serale di appuntamenti estivi Ravenna bella di sera. In piazza del Popolo, acrobati hanno danzato perpendicolari ai muri del palazzo veneziano, un ballerino funambolo si è esibito sullo sfondo dell orologio, mentre suonatori di tamburi a testa in giù accompagnavano l esibizione di una artista. Ancora, le musiche e i numeri a sorpresa fra la folla e sul palco hanno offerto vere emozioni a quanti si aspettavano davvero una serata speciale fra la magia del circo e la suggestione del teatro. Ravenna Oggi mensile del Comune di Ravenna Registrazione del Tribunale di Ravenna n. 54 del Direttore responsabile: Patrizia Cevoli Comitato di redazione: Roberto Artioli, Patrizia Cevoli, Elisabetta Fusconi, Alberto Mazzotti, Maurizio Miserocchi, Marzia Plazzi, Lorenzo Tazzari, Cristina Ventrucci. Foto: Corelli, Fiorentini, Zani Progetto editoriale e pubblicità: Reclam Edizioni e Comunicazione s.r.l. Progetto grafico e impaginazione: Datacomp Imola Stampa: Galeati - Imola Stampa su carta riciclata

13 Bollino caldaie entro il 30 novembre Il 30 novembre 2004 scade il termine per la presentazione dell Allegato H-Hbis riferito alla prova di combustione relativa al biennio Dopo tale termine inizieranno le verifiche previste dalla legge. Una caldaia difettosa e non sottoposta a manutenzione e verifica da personale d imprese specializzate e in possesso dei requisiti previsti dalla L.46/90, contribuisce all inquinamento ambientale, e comporta maggiori e inutili consumi di energia. È obbligatorio? Sì: l art. 11 del DPR 412/93 ha introdotto l obbligatorietà della manutenzione periodica degli impianti adibiti a riscaldamento degli ambienti, che deve essere eseguita in conformità alle norme UNI una volta l anno. La verifica del rendimento di combustione (prova dei fumi) va effettuata all atto dell installazione del generatore di calore e successivamente ogni due anni per gli impianti di potenzialità inferiore ai 35kW, e a intervalli minori per gli altri impianti. Cosa deve fare il manutentore? Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, gli elementi da sottoporre a verifica sono: controllo della ventilazione del locale in cui è ubicato l apparecchio controllo del canale da fumo controllo dell evacuazione dei fumi e di eventuali reflussi o perdite pulizia del bruciatore principale e del bruciatore pilota (se esistente) pulizia dello scambiatore lato fumi controllo della funzionalità dei dispositivi dell apparecchio controllo circuito aria controllo assenza fughe di gas Per la prova del rendimento, utilizzando l apposito analizzatore, il manutentore deve rilevare: temperatura dei fumi temperatura dell ambiente O 2 (%) CO 2 (%) CO (%) Bacharach (per combustibili differenti dal metano) perdita di calore sensibile rendimento di combustione o potenzialità nominale (%) stato delle coibentazioni funzionalità dei dispositivi di regolazione e controllo Il manutentore deve poi annotare i valori rilevati sull Allegato H-Hbis e sottoscriverlo. Chi è il responsabile dell impianto termico? La manutenzione e l esercizio dell impianto sono a cura del proprietario o di colui che occupa, a qualsiasi titolo, l immobile. Dove consegnare l Allegato H-Hbis? L allegato H-Hbis dovrà essere consegnato (dal responsabile dell impianto o dal manutentore) in uno dei seguenti uffici, dove è in distribuzione il bollino Calore Pulito: le circoscrizioni; l URP, via R.Gessi 11 (palazzetto dell Anagrafe); l Ufficio Gestione Impianti, via G.Carducci 23; le Associazioni di categoria per i manutentori associati. Cos è il Libretto d impianto o di centrale? Il Libretto d impianto è la carta d identità della caldaia, e deve contenere i dati dell uti- Il Libretto d impianto, nel caso di caldaie cializzato. lizzatore dell impianto, dell installatore nuove, deve essere compilato dall installatore. Nel caso di caldaie già esi- e dell eventuale responsabile dell esercizio e della manutenzione (terzo responsabile). essere preparato dal responsabile stenti, il libretto d impianto dovrà È un documento importante che dell impianto, fotocopiando il va conservato con cura e che modello pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale o acquistandolo nelle riporta, oltre alla descrizione dei principali componenti dell impianto e il resoconto delle opera- Si ricorda che dopo la prima com- librerie specializzate. zioni di manutenzione effettuate nel pilazione, ogni aggiornamento dei tempo, anche gli esiti delle verifiche dati contenuti nel libretto dovrà essere a strumentali e dei controlli del personale spe- cura dal responsabile dell impianto. NUOVI STRUMENTI DI DEMOCRAZIA Ampliati i diritti di cittadini ed extraue. Le altre delibere approvate Seduta del 12 luglio Presentato il rendiconto dei prelevamenti effettuati dal fondo di riserva nel primo semestre Approvata l adozione della variante al Piano urbanistico esecutivo di iniziativa pubblica relativo al porto turistico di Marina di Ravenna. Favorevoli: tutti i gruppi di maggioranza e Forza Italia Ravenna. Contrari: FI, An, Lista per Ravenna, Verdi. Astenuti: il consigliere Sauro Giorgini della Margherita. Non hanno partecipato al voto Achille Alberani e il Pri. Approvata all unanimità l accettazione contestuale alla cessione gratuita di frustolo di terreno a Roncalceci, in prossimità della zona Peep via Boschi, della signora Domenica Gaudenzi. Seduta del 15 luglio Approvata all unanimità la convenzione relativa alla riqualificazione della Zona Dantesca a Ravenna. Non ha partecipato al voto il Gruppo Verdi. Approvata l adozione del programma di riqualificazione urbana "Marina Centro" a Marina di Ravenna. Favorevoli: Ds, Pri, Margherita, Rc. Contrari: FI, An, Lista per Ravenna, Verdi. Astenuti: Fira. Seduta del 19 luglio Approvati gli indirizzi in materia di mobilità. Presentati due documenti: il primo contenente le linee guida per la mobilità sostenibile e il governo della mobilità, il secondo come allegato tecnico per l aggiornamento del Pgtu. Favorevoli: Ds, Rc, Margherita, Achille Alberani. Contrari: Lista per Ravenna, Verdi, An, Fira, FI. Assente il gruppo Pri. Approvato il trasferimento in proprietà al Comune del patrimonio Erp. Favorevoli maggioranza, Verdi e il consigliere Achille Alberani. Astenuti: FI, Fira, An, Lista per Ravenna. Assente il gruppo Pri. Approvata, con la sola astensione del gruppo Verdi (assente il Pri), la cessione alla società Molino Spadoni di area sede dell ex via Canale Molino a Coccolia. Approvata, con la sola astensione di An (assente il Pri), la delibera che regola gli indirizzi generali per la procedura di appalto del servizio di pulizia e sorveglianza per l istituto musicale pareggiato Giuseppe Verdi. Approvato, con l astensione di FI, Fira, An, Lista per Ravenna e gruppo Verdi (assente il Pri), il Progetto urbanistico esecutivo presentato dalla società Iter per un area a San Michele. Seduta del 26 luglio Il sindaco Vidmer Mercatali ha comunicato le nomine della Commissione per l edilizia residenziale pubblica. Approvato il Testo Unico che assembla il regolamento degli istituti di partecipazione, del Difensore civico, della Rappresentanza dei cittadini extra Ue e apolidi. Il provvedimento è stato votato sia nelle forme distinte degli istituti di partecipazione e del Difensore civico, che come Testo Unico. Istituti di partecipazione: approvato con la sola astensione del consigliere Federico Fronzoni (Fira). Difensore Civico: favorevoli maggioranza, Fira e Verdi. Astenuti FI, An, Lista per Ravenna. Testo Unico: favorevoli maggioranza, Fira e Verdi. Astenuti FI, An, Lista per Ravenna. Il Pri non era presente. Approvata all unanimità la convenzione fra Comune e cooperativa società L albero relativa ai servizi di educatrici domiciliari La casa dei bimbi. Approvata la procedura di gara per l affidamento della gestione del servizio Informagiovani del Comune. Favorevoli: maggioranza e il gruppo Verdi. Contrari: An. Astenuti: Lista per Ravenna, FI e Fira. Approvata la procedura per l affidamento della gestione dell ex Almagià ad uso polifunzionale per piccolo teatro, spettacoli su pedana, auditorio convegni e spazio espositivo. Favorevoli: maggioranza. Astenuti: Lista per Ravenna, FI, An. 13 CONSIGLIO COMUNALE

14 14 TURISMO: VINCE IL MODELLO INTEGRATO CONSIGLIO COMUNALE A fronte di una stagione turistica caratterizzata, a livello nazionale, da luci ed ombre, il comune di Ravenna registra un aumento significativo nella zona centro storico, sia negli arrivi (+2,96) che nelle presenze (+ 3,59%), ed invece una modesta flessione a livello provinciale, sia negli arrivi (-2,97%) che nelle presenze (-3,58%). Questo andamento denota una sostanziale tenuta poiché il quadro economico congiunturale, nel quale vanno inseriti questi dati, è quello di un generalizzato calo dei consumi, determinato in larga misura da una lenta e continua erosione del potere di acquisto di salari, stipendi e pensioni, contestualmente ad una crisi che investe anche altri paesi europei, tradizionali serbatoi turistici per le nostre località, come la Germania ed i paesi di lingua tedesca. Questa congiuntura sfavorevole, che si prevede possa perdurare anche nel 2005, mostra come l obiettivo da perseguire sia il mantenimento delle posizioni acquisite e la conservazione della clientela in un contesto economico generale dove le ombre sembrano predominare sulle luci. Alcuni risultati meritano comunque particolare attenzione: si tratta di quelli relativi a Ravenna città d arte, che si classifica la città di maggior richiamo a livello nazionale fra le città d arte minori. Questo dato rappresenta da un lato la conferma che le azioni messe in campo sia dall amministrazione comunale sia dagli imprenditori privati hanno innescato un circuito virtuoso, e che le leve per destagionalizzare i flussi turistici possono agire in modo efficace e, dall altro, che un territorio favorevole ed accogliente, con strutture ricettive e servizi adeguati, viene premiato dai turisti. Ciò non toglie che l impegno profuso nel corso di questi anni debba essere mantenuto nella direzione dello sviluppo sostenibile, della qualità dell ambiente, dei servizi, degli arredi urbani e della mobilità, del patrimonio culturale e naturale, non solo per rispondere alle sensibilità espresse dal turista ma anche per tutelare i residenti. L azione politica del gruppo consiliare D.S. promuove e incoraggia scelte ed obiettivi condivisi che privilegino la ricettività alberghiera, i servizi sportivi, la ristorazione di qualità, e che portino all adozione di piani dell arenile equilibrati e ambientalmente sostenibili. Marina di Ravenna, pur con le contraddizioni del suo rapido sviluppo, rappresenta un modello e nello stesso tempo un laboratorio di opportunità sia per i residenti che per i turisti e gli operatori del settore, se tutti gli attori saranno in grado di coniugare positivamente le rispettive esigenze, avendo riguardo all interesse collettivo e alla salvaguardia del patrimonio ambientale, importante risorsa economica ma anche bene da preservare per le generazioni future. Roberta Romboli e Germano Pasi consiglieri comunali Ds, componenti Commissione Turismo La cooperazione nel ravennate e più in generale, nella nostra regione, ha rappresentato e rappresenta, un punto focale di riferimento e di sviluppo per l intero territorio. Personalmente, ritengo che l impresa cooperativa, sia l unico strumento oggi presente sul mercato, che riesce a coniugare competitività e solidarietà. Fare impresa sul mercato, senza mai perdere di vista il fattore umano, fondamento solidale delle cooperative. Le cooperative, negli anni, si sono modellate seguendo le regole del mercato, ed oggi sono presenti in tutti i settori focali dell Impresa Italia. Nel settore primario, agricoltura e trasformazione dei prodotti da questa derivati, vedono le aziende cooperative, occupare posizioni di Leadership a livello nazionale ed internazionale, come per esempio il gruppo Conserve Italia. LA COOPERAZIONE, IMPRESA LEGATA AL TERRITORIO Questa cooperativa ha consentito di mantenere posizioni di mercato e di sviluppare la propria attività, anche nei momenti di recessione e di difficoltà sul mercato. Ha valorizzato i prodotti dei propri associati, delle aziende agricole e produttrici di prodotti agroalimentari. Il settore secondario, ovvero l industria, vede una presenza limitata del mondo cooperativo. Il mondo cooperativo deve imporsi anche in quei settori tradizionalmente ostili ai principi cooperativi. Il settore terziario, o di servizi, vede una massiccia presenza del mondo cooperativo in genere, settori quali: Trasporto, Logistica, facchinaggio, pulizie civili, pulizie industriali, ambiente, vedono un significativo imprimatur dell azienda cooperativa. In questi settori a basso valore aggiunto, negli ultimi tempi, si sta registrando una vera e propria deregulation, con l inserimento sul mercato, di cooperative spurie o di società che in barba alle norme di sicurezza e di rispetto degli accordi territoriali, invadono il mercato presentandosi con l unica arma commerciale del ribasso tariffario. Questi pericolosi comportamenti, determinano uno scompenso a totale scapito dei lavoratori, il più delle volte ignari di quanto viene deciso su di loro. La cooperazione ha l obbligo dovere di sorvegliare e di segnalare alle autorità competenti, tutti gli abusi che vengono perpetrati sulla pelle dei lavoratori stessi. Ecco, ciò che distingue l impresa cooperativa, da altri tipi di speculazione! Per cercare di stare sul mercato del terziario, è sempre più necessario, coniugare trasporto, facchinaggio, movimentazione merci, con la parola Logistica integrata. Per fare ciò, è necessario unire i diversi filoni dell impresa cooperativa, affinché queste possano investire in tale settore, ed offrire nuovi servizi sempre più in filiera e sempre più integrati fra di loro, cito come esempio il Consorzio Nazionale Ciclat che racchiude sotto un unica regia tutti i segmenti della filiera logistica. La cooperazione è quindi un azienda che ha mantenuto e rafforzato nel tempo, un forte legame con il territorio, riuscendo a stare su di un mercato sempre più competitivo, incrementando negli anni i fatturati, e quel che più conta l occupazione.tutto ciò è un patrimonio da preservare e salvaguardare. Sauro Giorgini consigliere la Margherita Tutti i paesi maggiormente industrializzati e quelli in via di sviluppo come Cima e India, ritengono l industria chimica fondamentale per le loro strategie di crescita economica. Come mai il nostro Paese, tramite l EN, persegue strategie diametralmente opposte? La presenza a Ravenna dell ENI non può e non deve ridursi alle sponsorizzazioni o alla nuova centrale ENIPO- WER. La vertenza che vede confrontarsi la RSU di Polimeri Europa ed Azienda è aperta da quasi un anno: sul piatto c è veramente il destino della Chimica a Ravenna? Si vuole veramente un nuovo assetto impiantistico dello stabilimento Polimeri Europa di Ravenna, che consenta di recuperare efficienza e redditività o per lo meno, da parte aziendale, la volontà di darsi un assetto utile al UN FUTURO SENZA CHIMICA? rilancio della Chimica di Polimeri Europa? E pur vero che stiamo parlando di una trattativa difficile, complessa, che mette in gioco risvolti di tipo tecnico ed umano, ma dopo 8/9 mesi, essere ancora al punto di partenza...??? Anzi, dopo avere chiuso due impianti e deciso la fermata totale di una terza produzione (ABS) nei prime mesi del prossimo anno, non sono state realizzate nessuna delle nuove iniziative che in cambio erano state concordate con il Sindacato, facendo aumentare le preoccupazione dei lavoratori diretti e delle ditte appaltatrici. Qualche cosa indubbiamente non torna. Pare quasi che l interesse dell Azienda e di ENI non sia quello di definire un quadro utile al rilancio, ma di lasciare andare le cose insomma l applicazione del teorema Mincato: lasciare sul campo a fine 2009 solo gli impianti che producono le gomme in soluzione e un piccolo reparto di ricerca-laboratorio di persone! Un fatto certo, è che la ricerca è tesa unicamente alla diversificazione del portafoglio delle gomme in soluzione ed il reparto ingegneristico della ricerca, che recentemente ha visto l inserimento di nuovo personale, lavora su progetti tesi a vendere Know-How e conoscenza a produttori di polimeri dell Estremo Oriente. Allora dove va la chimica di ENI e quindi anche Ravenna? Verso una ristrutturazione che le consenta di dare risposte in termini produttivi, occupazionali e di compatibilità territoriale, oppure verso uno strangolamento premeditato, bruciando competenze e professionalità, trasferendo all estero tecnologia e depauperando quindi il Paese di risorse importanti per essere competitivi e dall altezza di un Paese industrialmente avanzato? La risposta è evidentemente sia nelle affermazioni che nei fatti; se ne deduce che il mandato dei manager locali è quello di eliminare il maggior numero di personale, senza badare a competenze e professionalità: in questo scenario incomprensibile, il Governo elargisce a Polimeri Europa, che fa capo ad ENI, ammortizzatori sociali come la mobilità lunga, risorse che potrebbero essere impiegate per aziende realmente in crisi e allontanare gli spettri della vicenda Raffineria Agip di Ravenna (ex Sarom). Se così fosse, auspichiamo che questa volta la Città sappia rispondere in modo più efficace e compatto, per salvaguardare un bene di tutti, che tanto ha contribuito alla crescita dell economia locale e regionale. Silvia Lameri capogruppo Pri Il testo unico degli istituti di partecipazione, recentemente approvato dal Consiglio Comunale, ha l'obiettivo di fissare e stabilire modalità e procedure per istanze, petizioni, consultazioni e referendum, nonché di definire l attività e le funzioni del difensore civico e, infine, il funzionamento della rappresentanza dei cittadini stranieri extra-ue ed apolidi. Si tratta di un corpus unico che razionalizza e puntualizza la STRUMENTI DI PARTECIPAZIONE PER UNA NUOVA DEMOCRAZIA disciplina delle forme di partecipazione e controllo popolari ( previste dallo Statuto comunale) nell ottica del superamento del voto ogni 5 anni inteso come unico momento di verifica dell operato dell amministrazione comunale. Al di là della validità tecnica del nuovo regolamento, ci preme mettere in rilievo il fine che esso si propone: facilitare il più possibile il coinvolgimento e la compartecipazione dei cittadini, ma anche residenti dai 16 anni in su, lavoratori, extracomunitari, alla vita e alle scelte riguardanti la comunità locale. Noi tutti siamo consapevoli che il Comune era, è e rappresenterà anche in futuro il livello di governo più sentito e più vicino ai cittadini. A Ravenna possiamo valerci di ottime esperienze pregresse realizzate attraverso il decentramento amministrativo, ma la società- anche locale- è in evoluzione e l impegno dell'amministrazione deve essere quello di adattare al meglio gli strumenti partecipativi. E stato questo lo sforzo compiuto con questo nuovo Regolamento al quale vanno aggiunte anche altre forme partecipative nuove quali Agenda 21 e le sperimentazioni di bilancio partecipativo. Tutto bene dunque? No: scontiamo grossi limiti in parte derivanti da ritardi accumulati nel recepimento delle nuove esigenze e in parte frutto di una disaffezione alla politica e di una cultura individualistica che colpisce le comunità del nostro tempo. Un esempio in negativo lo abbiamo registrato con gli incontri di Agenda 21 sulle linee del Piano Strutturale Comunale ( il nuovo piano regolatore ) che ha visto una scarsissima presenza di cittadini. Per noi è stato un campanello di allarme e uno stimolo a continuare nel sostegno di tutte le forme di cittadinanza attiva che si manifestino con intenti costruttivi anche se espresse in modo dialettico e critico: gli strumenti di partecipazione non possono essere intesi come strumenti di ratifica popolare di decisioni di vertice, ma come strumenti di costruzione condivisa delle azioni di governo. Ci auguriamo che, anche attraverso adeguate forme di pubblicizzazione ed assicurando un ascolto vero della voce dei cittadini organizzati e singoli, si possa portare a compimento, nel miglior modo possibile, la definizione degli strumenti di programmazione e pianificazione del territorio e delle attività che costituiscono gli appuntamenti più rilevanti della seconda metà di questo mandato amministrativo. L'impegno di Rifondazione Comunista è quello di contribuire a far crescere una vera cultura della partecipazione tra i cittadini per aprire una nuova stagione della democrazia a Ravenna. Valentina Morigi capogruppo Prc

15 ALLA CORTE DEI CONTI LO SCANDALO INCARICHI PROFESSIONALI 15 La legge impone ai Comuni di conferire incarichi esterni a contratto solo per esigenze cui non possono far fronte con personale in servizio e con esperti di comprovata competenza e ad alto contenuto di professionalità. La Corte dei Conti, che controlla se i soldi pubblici sono spesi bene e condanna i cattivi amministratori, ha richiamato spesso tali principi, aggiungendo che i contratti devono avere carattere di eccezionalità, non possono essere rinnovati indiscriminatamente e ci deve essere proporzione tra DIMINUISCE LA QUALITÀ DEI SERVIZI FORNITI DA HERA MENTRE AUMENTANO LE TARIFFE PER GAS, ACQUA E RIFIUTI. Da recenti dichiarazioni, si riceve l impressione di trovarci in presenza di una società finanziaria, più protesa nel mondo dell alta finanza, piuttosto che nella fornitura di servizi essenziali a costi più bassi. Il valore alla produzione nel 2003 è stato di milioni di, con un utile netto di 53 milioni di. Ci avevano detto che a seguito del mutamento del contesto normativo di riferimento, fautore di una progressiva liberalizzazione del mercato con un aumento dei livelli di concorrenza in settori tradizionalmente protetti era necessario promuovere l integrazione dei servizi pubblici locali. HERA avrebbe saputo cogliere questa opportunità per perseguire maggiori livelli di qualità del servizio offerto, di efficienza operativa e per ampliare le Da circa un decennio l obbiettivo dei vari Governi è stato quello di ridurre il contributo finanziario agli enti locali. L intento, prima ancora del federalismo fiscale, era ed è quello di farli funzionare al meglio delle loro risorse, con efficienza e senza sprechi. Fino al 2001 ed in tale ottica Ravenna ha subito riduzioni pesanti dei trasferimenti statali, ma senza ridurre il welfare e senza protestare. E questo nonostante la congiuntura economica favorevole: PIL crescente, bassa La parola DEMOCRAZIA significa che il padrone è il popolo e che l Amministratore è al suo servizio. Non significa che l Amministratore spadroneggia in nome del popolo! Due anni fa, quando resi di pubblico dominio che mettere acqua dolce in Pineta per salvarla da un inesistente cuneo salino, equivaleva creare l ambiente adatto per il ritorno delle zanzare e anche far morire più in fretta la Pineta, l Assessore Pezzi, convinto forse dell infallibilità di chi opera le scelte tecniche al Servizio Ambiente, ebbe la malcreanza di far stampare sul Carlino un deliranti parole dell ing. Roncuzzi. Un Amministratore, per sostenere le sue azioni sbagliate, beffeggia chi le critica e gioca tutto sull effetto delle parole non già sui fatti reali, contando che la gente legge in compensi e utilità. Lista per Ravenna ha compiuto un indagine nel nostro Comune, raccogliendo tutti questi contratti stipulati nel I risultati sono da vero scandalo, se non fosse che a Ravenna tutto passa in sordina. Sono stati stipulati 411 contratti professionali (soprattutto consulenze, progetti e studi e la bellezza di 49 CO.CO.CO.) con la spesa astronomica di ,34 euro. E pensare che nel 2003 il Comune ha avuto in servizio dipendenti, tra cui ben 74 tra dirigenti e vice-dirigenti (con questi numeri si dirigono grandi aziende multinazionali), senza contare tutto il personale (e quindi anche gli incarichi professionali) che opera in aziende esterne, tra cui Hera, a cui il Comune ha appaltato almeno la metà dei propri TARIFFE INCONTROLLATE proprie dimensioni in modo da massimizzare economie di scala e di scopo. In realtà a quasi due anni dalla costituzione siamo ben lontani dal raggiungimento di questi buoni propositi. Anziché riduzioni, ci troviamo in presenza di aumenti delle tariffe. Basti pensare che il contributo per l allacciamento è salito da 723 a per il gas e a per l acqua. La qualità dei servizi è diminuita. In particolare si è verificato un peggioramento del servizio di raccolta dei rifiuti e in alcuni ambiti un arretramento della stessa raccolta differenziata. E opportuno ricordare che le ex società municipalizzate, che associandosi hanno dato vita ad HERA, operavano in regime di concessione, fuori dal mercato, le cui disfunzioni venivano pagate col sistema tariffario imposto ai cittadini-utenti. inflazione, ecc. Dal 2001 la congiuntura è diventata negativa ed i rigidi parametri europei, criticati anche da Prodi ed Epifani, dovevano essere rispettati, per non fare la fine di Francia e Germania. Il Governo attuale ha continuato a razionalizzare la finanza pubblica sugli enti locali, sulla scia ma in misura nettamente minore di quelli precedenti: e Ravenna si è salvata anche dai modesti tagli (1% l anno). Come Comune sottodotato demograficamente ha ottenuto più degli altri, come gli altri si è visto rimborsare (addiz.enel) risorse tolte indebitamente per un triennio dalla Finanziaria Ha ottenuto come gli altri il rimborso dell Iva sulle terziarizzazioni (passata dal 30% al 66% ed ora integrale). Grazie alla Finanziaria 2002 ha beneficiato dei proventi della privatizzazione di Hera (incompleta, diciamo noi): mentre gli fretta e ciò che conta è l impressione. Non passano due anni dalle mie critiche (deliranti, dice lui!) e l Assessore ha l ardire di presentare il ben quarto progetto, sempre per salvare la Pineta. Se teniamo conto, infatti, anche di quello per fortuna non attuato, proposto dalla Responsabile del Servizio Ambiente, di irrorare la pineta coi liquami dei cittadini (fertirrigare era il termine usato!) oggi siamo arrivati a quattro! I primi due sono stati, in ordine di tempo: la costruzione di costosi argini in Piallassa per separare dalle acque della laguna, salsa, vaste aree confinanti con la Pineta al fine di introdurvi acqua dolce del Lamone per servizi, che sfuggono ad ogni controllo. Pochi dei 411 contratti sono giustificati. Molti riguardano competenze dei dipendenti, sono attribuiti a persone di scarsa o nulla professionalità (ad esempio, il servizio di custode del Tribunale), sono di minima o inesistente utilità (quanti studi e progetti costosi di cui non si sa più niente!) oppure mascherano rapporti anomali di assunzione. Non mancano gli incarichi continuamente prorogati come se riguardassero dipendenti precari. Ma soprattutto, il fenomeno esorbita fortemente dall eccezionalità. Abbiamo dunque trasmesso il pesante dossier alla Corte dei Conti, accompagnato da una stringente relazione. Potete leggere tutto sul nostro sito: I danni prodotti Ora registriamo che i costi per le famiglie rimangono alti. Basti pensare a quanto incide la spesa dei rifiuti, che è la più consistente. Nel contempo le summenzionate economie di scala tardano ad essere attuate. Permane invece la sommatoria delle precedenti aziende municipalizzate con ridondanza organizzativa e gestionale. Il controllo della stessa HERA sfugge dalle competenze degli organi elettivi, come i Consigli Comunali, che ad essa hanno conferito i servizi. Si determina in questo modo un mercato monopolistico, che contrasta l azione del libero mercato e della libera concorrenza, elementi essenziali alla riduzione dei costi di gestione e della spesa per le famiglie. Paradossalmente ci troviamo in presenza di un azienda a dimensioni ele- utenti non hanno avuto affatto il beneficio sulle tariffe. Un periodo d oro quello degli ultimi 3 anni, nonostante tutto mal gestito. Invece si è protestato e pianto per i presunti tagli: presunti perché regolarmente smentiti prima dagli assestamenti e poi dai consuntivi di bilancio. Ravenna poteva, come abbiamo sollecitato, e può, come ancora sollecitiamo e proponiamo, fare di più e meglio. Poteva, dalla vendita dei terreni agricoli, ottenere un 20% in più di risorse, se venduti a prezzi di mercato. Poteva ridurre le consulenze, anziché diventare uno dei comuni più esosi ( Sole 24 Ore ). Poteva ridurre le spese per lo staff del Sindaco, anziché aumentarle del 42% in un quadriennio ed al contempo piangere miseria. Poteva rimodulare la tassazione locale, con rapida decisione prima del blocco delle addizionali, non sono solo lo spreco enorme: quasi sempre non si fanno concorsi per dare incarichi, ma si scelgono i beneficiati con logiche politiche clientelari; si umiliano i dipendenti, demotivandoli nel loro lavoro; si ottengono peggiori risultati (assegnare il piano del traffico a professionisti di Milano, che non conoscono Ravenna, produce il suo fallimento). Inchiodati al muro, il sindaco Mercatali e il suo assessore al bilancio hanno detto che i loro conti sono in ordine. Cioè riescono, con le nostre tasse, le nostre multe, le tariffe dei servizi comunali, a pagare tutti gli sprechi immaginabili. A loro sta bene. A noi no. E a voi? Alvaro Ancisi, capogruppo e Giovanna Baroni esperta, di Lista per Ravenna fantiache, che non è in grado di riorganizzarsi, di produrre economie di scala e quindi per fornire utili, necessari alla propria performance borsistica, è costretta ad aumentare il costo dei servizi a carico delle famiglie. Stranamente HERA è una società a prevalente capitale pubblico, gestito da ex dirigenti di partito, liberi da eccessive responsabilità, in quanto il capitale di rischio non è loro, e lontani dalle esigenze delle famiglie, in quanto sfuggono al controllo dei rappresentanti eletti dai cittadini. Luciano Tancini consigliere Forza Italia LA RAVENNA BELLA DI SERA NON BASTA: OCCORRE QUELLA FORTE DI GIORNO ANCORA SULLA DISTRUZIONE DELLA PINETA dall ICI ad una più equa sull Irpef. Poteva, e può ancora, privatizzare ulteriormente Hera, ottenendo più risorse per investimenti e migliorare la gestione a vantaggio delle tariffe. Poteva, e può ancora come tanti altri Comuni, privatizzare le Farmacie Comunali a beneficio dei necessari investimenti e senza privazioni per i cittadini. Poteva, e può ancora, creare una Fiera ed un Ente Fiera, sviluppando marketing attrattivo per i tanti settori che la città può offrire. Ed altro ancora. A Ravenna non serve un Amministrazione autoreferenziale, lenta e disattenta. Proposte ne abbiamo fatte e ne rifaremo: l appuntamento è al prossimo Bilancio. Federico Fronzoni presidente Commissione Attività Produttive consigliere Fira far sì che il cuneo di acqua salata diventasse dolce. Non avendo sortito alcun effetto (il cuneo non esiste, infatti) l affioramento di acqua salsa nelle basse della pineta è stato combattuto immettendo dentro la pineta acqua dolce direttamente dal Fossatone. Ciò ha accelerato la moria dei pini e la produzione di zanzare: un flagello, quest ultimo, che era stato già vinto negli ormai lontani anni venti del secolo passato! Ovviamente la maggioranza approverà anche questo progetto, pagherà coi nostri soldi una professionalità che il dirigente del servizio Ambiente dovrebbe già possedere (altrimenti perché occuperebbe quel posto?) e, intanto che viene redatto, appaltato ed eseguito, degli antichi pini resterà solo il ricordo. PERCIO LA PINETA E PERDUTA! Hai capito adesso, cittadino? Ti hanno fatto pagare, di tasca tua, la distruzione di questo antico e bellissimo patrimonio che è la PINETA DI RAVENNA. Arnaldo Roncuzzi consigliere An OPPOSIZIONE A SINISTRA E evidente da troppo tempo che la Sinistra necessita di una opposizione anche a sinistra. L esempio più eclatante si è visto a Firenze dove la lista dei Professori ha richiamato il governo locale a riscoprire la propria identità. Anche al Comune di Ravenna, con l Ulivo allargato a PRI e a Rifondazione Comunista, i Verdi interpretano questo ruolo, mentre altrove è il PRC ad interpretare questa scomoda, faticosa funzione. L opposizione di sinistra dovrebbe costituire un continuo stimolo verso precise assunzioni di responsabilità in materia di scelte politiche che possono mettere a repentaglio il futuro dell ambiente e la salute dei cittadini. Il paradigma ambientale pretende che sia messo in discussione quel modello di neo-liberismo purtroppo spesso condiviso anche dalle Giunte di sinistra. Sarebbe fondamentale che questa convinzione e soprattutto questa "anima" costituisse il patrimonio condiviso di quanti sentono di possedere una accentuata sensibilità verso la dimensione sociale; dimensione da cui discende la necessità di farsi carico della questione ambientale, la quale si intreccia strettamente alle questioni del lavoro, della produzione, della salubrità, della salute, della democrazia, dei diritti civili, della giustizia sociale e della pace. Attualmente è il nuovo PRG a costituire il terreno di confronto tra Verdi e Rifondazione (che esprime l Assessore all Urbanistica): l ulteriore consumo del territorio, già evidente nelle varie e compiaciute comunicazioni alla stampa, è oggetto di un confronto pesante. Per i Verdi è fondamentale prima di tutto mettere in salvo l ambiente, quindi pretendere che, in primo luogo, siano definiti i Piani di Stazione del Parco del Delta (in decennale attesa) anziché dare prima risposta ai vari imprenditori, pronti a richiedere campi da golf e porticcioli, ma dove i metri cubi edificabili costituiscono i veri obiettivi. Nell attesa che la Sinistra traduca nei fatti i basilari concetti del limite dello sviluppo e della sostenibilità ambientale, senza quei mascheramenti verbali che hanno portato finora solo a dichiarazioni di principio (in contrasto con le scelte adottate), ben vengano coloro che, resistendo nella vigilanza e nella denuncia, cantano fuori dal coro. M.Grazia Beggio capogruppo Verdi CONSIGLIO COMUNALE

16

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli